Sei sulla pagina 1di 8

#1 – Il primo dopoguerra in Europa: i mutamenti sociali

Le conseguenze della grande guerra. Vediamo oggi insieme alcuni degli aspetti
decisivi centrali del primo dopoguerra in Europa e nel mondo. In realtà è corretto dire
soprattutto in Europa perché avevo detto qualche settimana or sono che la prima
guerra mondiale è in realtà la guerra della vecchia Europa, delle contraddizioni delle
nazioni, degli stati europei che giungono, diciamo, a deflagrare. Dunque è giusto
parlare di guerra mondiale perché c'è l'intervento degli Stati Uniti, perché interviene
l’Australia, perché abbiamo la Cina e il Giappone coinvolti, ma la guerra si combatte
quasi esclusivamente sul territorio europeo – nord, centro, Mediterraneo – e i paesi
coinvolti e sconvolti dalla guerra sono paesi europei.
Dunque, le conseguenze che oggi vedremo, sono soprattutto le conseguenze in
Europa. Tre tipi di conseguenze: le prime sono i mutamenti sociali che seguono la
grande guerra, le seconde conseguenze sono le conseguenze di tipo economico –
avremo delle instabilità economiche sul vecchio continente molto molto grandi,
mentre avremo una grande crescita economica nei famosi anni Venti negli Stati Uniti
d’America ed è significativo che proprio questa crescita porterà poi proprio alla crisi
del ’29 – e poi vedremo le conseguenze politiche, soprattutto le tensioni politiche che
ci sono in Europa dopo la Prima guerra mondiale, i nuovi confini, la nuova geografia -.
Adesso vedremo il primo punto: i cambiamenti, i mutamenti di natura sociale.
Innanzitutto la prima guerra mondiale è stata un’esperienza senza precedenti, ve
l’avevo già detto, una guerra di massa e dunque l’entrata in scena delle masse ha
trovato una rappresentazione, mortale anche, nella guerra. Dunque un’esperienza di
massa, di guerra di massa, di morte di massa ed è appunto un’esperienza di guerra
senza precedenti perché appunto circa sessanta milioni di uomini sono stati appunto
coinvolti, strappati al loro lavoro e mandati al fronte, oppure per andare a fare un
lavoro di supporto alla guerra, oppure sono stati coinvolti perché hanno dovuto
recuperare reduci, feriti, organizzare funerali, aver perso dunque i cari. Pensate che
soltanto in Italia non c’è una famiglia – una famiglia a nucleo allargato: genitori,
fratelli, zii, cugini – che non abbia avuto almeno un morto o un mutilato, un ferito
grave all’interno della prima guerra mondiale. Dunque una guerra che di fatto ha un
impatto sociale grandissimo. Vi dicevo un’esperienza di massa in cui le persone hanno
dovuto mobilitarsi, viaggiare, hanno dovuto obbedire, combattere, morire e la società
di guerra è una società che ha subito una gerarchizzazione: quando arriverò poi a
fare il fascismo e il nazismo, gli eventi non spuntano come i bambini dai cavoli, dal
giorno alla notte, non funziona così, ragazzi… la prima guerra mondiale è una palestra
di gerarchia, di morte, di comando e anche di violenza ed è nella prima guerra
mondiale come esperienza di massa gerarchica e violenta che vengono incubati i
germi poi per il fascismo e per il nazismo, anche poi per l’esperienza, dicevo, sovietica.
Ed è una guerra che porta anche alla trasformazione dei costumi: sono molti i costumi
che mutano. Ad esempio noi abbiamo un mutamento nel sistema di produzione, nella
produzione, nella modalità di produzione perché molti giovani sono dovuti andare al
fronte a combattere; molti uomini al fronte a combattere e, ad esempio, le donne sono
entrate nelle fabbriche. Un mutamento sociale significativo è appunto il ruolo della
donna, che muta: la donna che entra in fabbrica, che va a occupare i posti da maestra,
che sostituisce l’uomo in molti, molti lavori e dunque è una donna che comincerà ad
entrare, attraverso il lavoro, in una dimensione sociale ed economica che non ha mai
sperimentato. È una donna che acquisirà anche consapevolezza, coscienza attraverso
il conflitto, lo scontro, lo sfruttamento. Attraverso anche un protagonismo che la
porterà poi anche a rivendicare dell’autonomia, dell’emancipazione. Il grande ciclo
delle donne in lotta per il diritto al voto ha portato grandi risultati al mondo
anglosassone – Stati Uniti, Canada, Australia, Inghilterra, Paesi nordici – questa onda
lunga continuerà poi anche nei paesi europei dopo l’esperienza tragica dei fascismi e
aprirà poi all’esperienza della seconda ondata del femminismo, di lotta delle donne,
che sarà quello degli anni Cinquanta-Sessanta-Sessanta per l’autonomia,
l’emancipazione nel mondo del lavoro e poi all’interno della famiglia, andando a
scardinare un po’ il pater familias e l’autoritas paterna che stabiliva di fatto gran parte
dell’educazione, della vita delle ragazze. Dunque la donna entra nell’area del lavoro,
del mondo della produzione e in parte il sistema patriarcale entra in crisi perché la
donna che percepisce un salario, la donna che esce e non lavora più nella casa, nella
bottega, in campagna ma va in un luogo di lavoro. Vuol dire che si sposterà ed è tutta
una dinamica di emancipazione, che vi ho sempre raccontato dalle prime volte che ci
siamo visti quest’anno e che è centrale: una donna l’autonomia la conquista non a
parole ma nel mondo reale, materiale, attraverso il lavoro e l’istruzione. La donna per
essere emancipata deve essere istruita e lavorare perché altrimenti dipende da chi
lavora per lei, da chi dà i soldi per lei e da chi ha più istruzione di lei.
I giovani. I giovani dopo la guerra hanno anche voglia di dimenticare quell’orrore
e dunque vanno alla ricerca del divertimento. Che divertimento hanno vissuto in
guerra? Quello della libera uscita, magari: spesso i soldati americani o che erano
impegnati in guerra avevano ogni tanti giorni di battaglia un giorno di libera uscita e
questa mentalità dell’esercito americano ha influenzato anche i giovani ragazzi
italiani, no? Dopo magari quindici giorni, un mese di guerra c’era una sorta di libera
uscita. Dunque l’idea di alternare alla guerra, alla fatica, alla morte, anche l’idea del
tempo libero che vi avevo già detto essere nato a fine ‘800 – inizio ‘900. Sì, ma quello
valeva per i borghesi. Hanno conosciuto magari l’idea di tempo libero anche gli
abitanti della campagna, della provincia, dell’Italia, della Francia, della Germania.
Dunque alcuni costumi di altre persone. Vi ho detto più volte di vedere il film
“Orizzonti di gloria” di Stanley Kubrick. Ma se io dovessi indicarvi un film per spiegarvi
bene la guerra italiana, dovrei farvi vedere il film di Monicelli, La grande guerra,
perché vi mette in scena veramente la guerra degli italiani, finiti in guerra, andati al
fronte anche con speranza. Certo, molti ideologizzati, ma molti con la speranza di
avere una terra, di avere una pensione. Molti hanno cercato fino all’ultimo di scappare;
e non riuscivano neanche a parlarsi insieme perché parlavano il veneto, parlavano il
piemontese, parlavano il sardo, parlavano il romano, il siciliano napoletano; dunque
lingue diverse. Alcune persone facevano vite diverse perché un contadino della
Lucania, della Basilicata che già incontrava uno di Roma o di Milano, di Torino, di
Genova al fronte confrontava delle vite totalmente diverse. Dunque sono anche
contaminati nelle modalità di vita; ti sei portato via un pezzo delle vite degli altri che
hanno vissuto, il modo di stare al mondo. Un’esperienza importante su cui vi invito a
riflettere. E poi c’è l’idea di recuperare gli anni perduti. Questo è importante.

# 1 – Il trattato di Versailles. La pace punitiva contro la Germania

Gli accordi di Parigi. La prima guerra mondiale termina nel 1918 con, di fatto, il
crollo degli imperi centrali, della Germania e dell’Austria-Ungheria. La prima guerra
mondiale termina con il fallimento della guerra degli imperi centrali, di una guerra che
tutte le potenze europee hanno voluto, ma che più di tutte ha voluto sicuramente la
Germania. E la Germania, che era la potenza militare più forte dell’Europa
continentale, nonostante la fuoriuscita della Russia ad est, si è trovata a dover
fronteggiare ad Occidente la coalizione dell’Intesa con l’aggiunta degli Stati Uniti
d’America e l’ingresso in guerra degli Stati uniti d’America nel ’17 ha fatto pendere,
appunto, la bilancia dalla parte di Francia, Inghilterra, Stati Uniti e con essi anche una
parte dell’Italia, la quale nonostante la sconfitta di Caporetto è riuscita con la Battaglia
di Vittorio Veneto del novembre del 1918 ad essere dalla parte, a pieno titolo, dei
vincitori e dunque dei paesi che hanno vinto la prima guerra mondiale. Dunque la
prima guerra mondiale termina nel ’18, ma il vero problema è la ricostruzione
dell’Europa e il nuovo equilibrio europeo post prima guerra mondiale. Gli equilibri
internazionali sono una costante in ambito politico-militare del nostro continente ma
non solo; ogni periodo storico è caratterizzato da degli equilibri che tendenzialmente
escono da guerre, battaglie, trattati di pace e accordi internazionali. I due accordi più
grandi per quanto riguarda l’Europa prima di Versailles sono sicuramente la pace di
Vestfalia, nel 1648 che dà vita all’Europa degli stati dopo la guerra di religione

Poi c'è l'idea di recuperare gli anni perduti e questo è importante: ho dedicato
quattro anni la patria sono morto sono tirato devo fare il tempo perduto cosa vuol dire
devo tornare a casa e provare a divertirmi mi voglio sposare la festa di paese il ballo in
città vorrò divertirmi nell'angoscia quasi di recuperare quegli anni gli anni
dell'adolescenza tarda adolescenza che all'epoca ma già alle sei giovani uomini che
pensi aver perduto un'esperienza che per fortuna voi non dovreste libere nell'europa di
oggi che ha tante crisi voi avete la crisi ai medici più alte la precarietà forse di non fare
il lavoro che vorreste fare neanche magari di seduta gli studi ma non la delusione o la
fatica l'angoscia della morte della morti in guerra ok di questo dolore questi ragazzi
hanno vissuto questa esperienza queste speciali assegnati al ritorno voglia di tempo
libero altri aspetti 23 20 sociali c'è il tema del regio certo voi potrebbero vedere diceva
le banche come come tesina gli arredi sulla prima guerra mondiale non riescono più a
rientrare entrare nella vita normale il lavoro subordinato il lavoro ripetitivo nella
fabbrica nell'ufficio il lavoro non all'intera città o delle campagne la divisione tra vita
politica e vita pratica vita privata non riescono più a portarlo avanti però non riscono
di mensile totale di guerra di commilitoni del morire insieme le scale scappare insieme
e discutere insieme quella dimensione anche adrenalinica poi politica di massa fa sì
che reduce fatichi a ritornare alla vita di campagna di prima di fabbrica di prima e
dunque c'è la memoria comincia cece raccolti con te non raccontare quello che è
accaduto il cui invece non raccontarlo a chiudersi comunque se invece vissuto due
raccontare ci ha distrutto che non voglio raccontare e dunque cominciano nascerà
anche le associazioni di ex combattenti e la sera l'uomo una volta settimana al mese
con chi va doveva vachon i suoi ex commilitoni dove in una sezione di ex combattenti
si parlerà anche i media molto maschilista ovviamente di guerra di forza di episodi
eroici o magari anche di debolezze si mette insieme quello e si ha voglia anche
continuare una sorta di nuovo protagonismo e andiamo in ultimo quell altro punto
infatti la politica si massifica si assiste alla massificazione della politica e tutto ciò è
fondamentale per capire la grande crescita dei partiti di massa su tutti perché
socialisti che sono ingrossati al problema gara mondiale per i socialisti e comunisti si
ingrandiscono sono tutti i porti socialisti con la rivoluzione russa cominciano poi
dividersi sempre più tra massimalisti riduzion ari e riformisti dirige l'orchestra
abbastanza inadeguata tra quelli però dire che hanno quel modello linee sovietica
facciamo come in russia facciamo la rivoluzione produciamo la democrazia dei suoi dei
consigli e chi dice invece partecipiamo le elezioni e attraverso le riforme le
parlamentari costruiremo asta socialista questi punti si ingrandiscono ma non solo
questi fatti sezioni militanti giornali anche in a sono preti cattolici in italia nasce il
particolare lo studio che diventerà la cultura democrazia cristiana del prato ti guiderà
di calil in trattamento al 45 ai primi anni 90 della nostra del nostro paese distruggendo
queste civica perché popolare nasce un pò meno di massa anche in germania prete
cattolico democristiano ciò che è disteso poi cala correnti e cattoliche in germania si
cristianisti di un protestanti cattolici di massa quello vecchio polemico di questi partiti i
partiti li tar i liberali quelli per capirci in italia di salandra sonnino di quelli che hanno
deciso la guerra tavolino con un accordo segreto di quelli che decidevano linee
politiche con una cena con degli accordi sottobanco i partiti elitari che non guardo al
popolo alla massa entrano in crisi perché sono criticati da destra da sinistra da sinistra
e poi tipo puri per i militari non fanno gli interessi di opale di contadini ma foglio gli
interessi dei grandi gruppi borghesi industriali da destra primi nuove formazioni kristen
tra cui c'è il fascismo sono criticati da destra in che modo dicendo hanno tradito lo
spirito della guerra hanno tradito le masse pochi soldati i liberali non si occupano di
interesse i soldati alla nazione ma si occupa soprattutto l'interesse le classi dominanti
anche il fascismo e nazismo nasceranno come partiti di destra che criticheranno di
certi che ranno l'elite borghesi liberali quando vi ho detto tram adesso che
multimiliardario in realtà ne pensa al din in olanda in germania hanno dei tratti che
ricordano come di sinistra testi vanno dei tratti che ricordano la critica facevano i
fascisti nazisti ai partiti liberali che hanno co di farsi gli interessi propri o delle classi
dominanti cio che gli avvocati torino degli imprenditori tolino di commercialisti di roma
dell'imprenditore di milano della borghesia più ricca non si occorre il popolo il popolo il
popolo per la destra la classe sociale operai contadini subalterna per per la sinistra
chiudo questa prima parte dei mutamenti sociali dicendovi che c'è un'altra grande
mutamento che è un mutamento di idee di orizzonte e del desiderio di avere un ordine
nuovo c'è un desiderio di ordine nuovo follia di una novità politica un nuovo mondo di
un ordine nuovo oggi non lo sa anche il movimento che fonderanno poi gramsci a
torino e darà vita all occupazione delle fabbriche in un tentativo rivoluzionario
insurrezionale nelle fabbriche torinesi e del nord italia ordine nuovo che invece poi
negli anni settanta diventerà un nome preciso movimento di estrema destra
neofascista che implicato nell'organizzazione della strage di bologna della bomba ma
è stata tutta di bologna ordine nuovo ed estrema sinistra iniziano poi ripreso della
destra nel 70 l'idea è di continuità che a destra a sinistra c'è il desiderio di andare oltre
l'orizzonte borghese liberale e produrre un ordine nuovo con giustizia sociale alcuni
parlano di pace il va a sinistra soprattutto si parla di diritto di lavoro di salari più alti di
case di avere terra ed in cui lavorare dunque un ordine nuovo più giusto più popolare
più rivolto alle classi sociali subalterne poi questo crescevo al popolo queste nuove
attese sono nella pace nella testa delle popolazioni che le classi dirigenti liberali non le
sapranno interpretare le sapranno raccogliere ecco perché gli anni venti vedranno gli
analisti in russia c'è la grande rivoluzione che porterà alla nascere lo stato comunista
ma e gli anni venti queste aspettative la sinistra in parchi non uscirà analizzarle e
invece verranno proiettate al con violenza un esperienza di violenza politica dalla
destra soprattutto il fascismo in italia in spagna e in germania si faranno portatori di
un'idea di stato non di un ordine nuovo guerriero militare forte e poi dopo ai anche
razziale ma l'idea di società nuova di ordine nuovo è nata dalle macerie della prima
guerra mondiale

oggi affrontiamo la repubblica di weimar il tema della nascita della repubblica di


weimar e poi della vita ricca thirty da un punto di vista culturale della repubblica di
weimar ma anche vita densa di tensione di instabilità per quanto riguarda gli aspetti
politici e gli aspetti economici la repubblica di weimar sorge sulle ceneri della
germania guglielmina del secondo reich sorge sulle ceneri della sconfitta della
germania nella prima guerra mondiale ma sordi sulle ceneri anche di un altro episodio
quello che vi ho descritto raccontato e spiegato nel loro precedente nasce sulle ceneri
di questa sanguinosa lotta sinistra su questa sanguinosa repressione compiuta l'opera
del governo provvisorio gli e bergodi eber dell'insurrezione spartachista e non solo
spartachista ma di tutta se di soggetti rivoluzionari socialisti comunisti in germania nel
gennaio del 1919 dopo è dunque il fallito tentativo di rivoluzione in germania dopo il
tentativo di produrre una rivoluzione su stampo sovietico o meglio su stampo
consigliare i consigli che c'erano le grandi città tedesche avevano tentato un
insurrezione una rivoluzione che è terminato in un bar e di sangue nell'uccisione dei
leader rosa lux bol cardine di seguito a questo a questo drammatico scontro a sinistra
la repubblica di weimar nasce viene varata la costituzione entra in vigore la
costruzione e negli anni venti la germania e dunque politicamente caratterizzata da
questo modello politico che sia appunto repubblica di weimar vediamo in sintesi le
strutture architettura costituzionale e poi quali sono le crisi di questo di questo
modello e le crisi tedesca degli anni venti la luoghi mai ma è una democrazia avanzata
democrazia parlamentare avanzata è una democrazia dunque parlamentare con le
elezioni appunto del rais del parlamento centrale di tutta la germania che poi divisa
anche in l'under lo sapete ogni ogni cinque anni e poi vi è l'elezione del presidente
della repubblica di weimar ogni sette anni dunque c'è un elezione del parlamento e c'è
un'elezione della carica della presidenza della repubblica è dunque una democrazia in
questo molto avanzata molto aperta tenete conto che una democrazia che ha
finalmente aperto nell'europa continentale il voto anche alle donne c'è nell'europa
tedesca nella mitteleuropa nell'europa centrale la germania rappresenta una novità in
questo cioè le donne possono votare dunque si vota suffragio universale maschile
femminile sia il parlamento sia il presidente della repubblica il presidente della
repubblica di weimar il primo presente nulla e appunto è perché è il leader dei
socialdemocratici tedeschi il partito stato quasi il partito più organizzati sul territorio
maniera capillare sul territorio tedesco il partito che guida questa esperienza politica
dunque il primo presidente appunto la repubblica di weimar appunto emer democrazia
avanzata nel correre quanto concerne i diritti la libertà di espressione libertà di
associazione a libertà di stampa la libertà appunto manifestazione politica dunque c'è
una grande libertà nella repubblica di weimar e tutto ciò fa sì che crescano negli
ambiti politici e culturali molte soggettività soggettività di estrema sinistra soggettività
di estrema destra o soggettività culturali no nell'ambito artistico pittorico hours
ricordati e per quanto concerne l'aspetto artistico cinematografico la repubblica di
weimar e celeberrima per il fiorire dell'espressionismo tedesco del cinema
espressionista i cui capolavori sono ovviamente il gabinetto dottor caligari nosferatu
gli abusi tutta se di grandi capolavori del cinema muto in bianco e nero tedesco
musicati un sottofondo dal deal da da dell'eva dell'orchestra dunque c'è grande
fertilità al culturale abuso anche diritti sociali economici di importanti detto l'istruzione
diritto alla sanità dunque una democrazia che si pone l'obiettivo dell'inclusività
democrazia infatti che poggia le gambe sulle i partiti come i cattolici di christian e
cristiani cattolici che sam protestanti e come la democrazia che hanno al centro
comunque di programmi poi di governo il più possibile aperti al mondo del lavoro dei
lavoratori ma c'è un ma questa repubblica di weimar nasce in un contesto politico
economico difficilissimo perché l'italia e la germania è uscita sconfitta e umiliata dalla
prima guerra mondiale da versailles è uscita con delle riparazioni di guerra
gigantesche da dover appunto pagare è uscita dunque con una scarsissima fiducia di
molta popolazione nei confronti delle istituzioni politiche della classe dirigente del
passato ma avevo molta anche sfiducia nei confronti della classe dirigente
democratica dunque non c'è così grande fiducia nella politica non c'è così grande
fiducia nei partiti anche se alcuni politici sono grandi hanno molti militanti non c'è così
grande fiducia in questa nascente democrazia c'è molta diffidenza perché è perchè la
democrazia di weimar ha firmato la resa ha firmato le riparazioni di guerra firmato
versailles e dunque il 1920 pro democrazia di weimar si lascia alle spalle il congresso
di versailles si lascia alle spalle la repressione della rivoluzione spartachista e
rivoluzionaria dunque con lui si lascia alle spalle il primo annetto di governo
provvisorio che di weimar nasce in un contesto di grande sfiducia di anche disillusione
e dunque debole è debole perché perché questo humus punto di sfiducia condiziona
molto la vita la vita dei cittadini nella vita dei lavoratori la vita dei dei tedeschi e per di
più è frammentata politicamente perché quello che c'è un grande partito le spese ma
poi ci sono tanti altri partiti di centro c'è il centro cattolico c'è il partito tedesco
nazionale una formazione conservatrice come il partito appunto tedesco popolare e
dunque ci sono dei partiti dunque di un'attrice o conservatrice moderata mi ripeto i
nomi marito tedesco nazionale per dio tedesco paul are dunque dei conservatori e
liberal conservatori che contengono anche detto alcuni nazionalisti ok e poi ci sono
alcuni partiti più piccoli come il partito appunto democratico tedesco è un partito
progressista quanti partiti di centro cristiano di centro cattolico di centro liberale di
liberal conservatori di democrazia e poi il grande partito dei social democratico che c'è
una frammentazione politica a cui va aggiunto ovviamente la presenza gli estremi di
partiti politici perché è vero che gli spartachisti escono massacrati il gruppo dirigente
decapitato ucciso incarcerato dalla rivolta del genere 19 ma il proprio spartachista sui
tedeschi ci sono e soprattutto a destra nascono nuovi piccole formazioni radicali
estremiste dell'estremismo appunto di destra tra cui spiccherà il partito
nazionalsocialista il partito nazista l'henné asd p ma il partito nazionalsocialista dei
lavoratori tedeschi nasdaq100 il partito nazionale socialista dei lavoratori tedeschi
nastro questo partito un dis trema destra in che contesto nasce il partito nazionale
sociale nasce quando nel 21 il governo repubblica di weimar teen governo di
coalizione firma le riparazioni di guerra firma quanto una commissione internazionale
ha stabilito per quanto concerne l'ammontare delle riparazioni guerra e l'ammontare è
di 132 miliardi di marchi oro 132 miliardi di marchi convertibili in oro e la cifra che
deve pagare la germania diluita rateizzata in 42 rate annuali per 42 anni fate quella
cifra di mezzo 42 la germania deve pagarla cifra spaventosa di debiti ai paesi vincitori
francia su tutti poi belgio e altre dunque la francia stretto con un collare a sé la
germania questo sapete il principale elemento che porterà la destabilizzazione
all'instabilità della buick e di weimar e la crescita poi del nazismo inserito questa firma
c'è grande malcontento e alcuni gruppi di destra eversivi contro degli omicidi politici
vengono uccisi dopo questa è ratifiche dopo questi trattati firmati matias erdal berger
cioè il leader del centro cattolico che ha firmato l'armistizio in rappresenta del governo
hai firmato l'armistizio del novembre 18 nel 21 viene ucciso voi che ci avete traditi
firmando l'armistizio il movente politico e poi viene ucciso walther rathenau che un
tedesco di origini ebree un industriale che tanto si era prodigato all'interno della prima
guerra mondiale con le s'industria anche di armi il quale era stato in prima linea per
firmare degli accordi delle intese con i vincitori di omicidi politici un politico cattolico
che ha firmato l'armistizio è un grande imprenditore anche politico che stava trattando
con le potenze vincitrici francia inghilterra vengono uccisi capite il clima che c'è
politico nella germania della repubblica di weimar ma il dramma deve ancora venire il
1923 la germania che già in sede di bari di inflazione cioè per pagare le riparazioni di
guerra sta stampando moneta dunque america perde valore i prezzi crescono la
germania non riesce a pagare in natura con beni materiali dunque quello che viene
prodotto nel grande bacino minerario della ruhr non riesce a pagare quanto la francia
il belgio si attendono quanto debbono dare alla francia al belgio in base agli accordi
equa la francia il belgio fanno qualcosa di pazzesco occupano militarmente la ruhr la
ruhr che quella parte da germania che ma occidente verso dunque renania verso la
parte della francia e belgio viene occupata militarmente la francia la germania
domandina dopo l'accordo di versailles ancora un esercito o le impedito a 100.000
uomini con armi leggere dunque gli accordi va 6 prevedono lo smantellamento
dell'apparato bellico e del tedesco dunque la germania non può neanche reagire e
come un pugile che a terra e che ricevo ulteriori cazzotti perché non ha la forza
militare dunque il belgio la francia occupano militarmente la ruhr significa togliere il
motore economico minerario industriale la germania non mi potete dare voi non volete
dare perchè gli serviva per la vostra economia occupiamo noi la germania lancia una
campagna di disobbedienza le pagine storiche incredibile se invita la germania il disco
i minatori gli operai i lavoratori i commercianti gli abitanti i lavoratori di quelle zone a
non collaborare con i francesi con i belgi che sono entrati mentalmente la situazione
alle stelle capite la germania è al collasso economico in questo contesto la germania
economicamente abbandonata al suo destino ok non il governo stampa nuova moneta
per poter finanziare le imprese fuori dalla room mother paga gli stipendi si arriva a
quella che ora sono scorsa volta all'iperinflazione dell'inflazione galoppante il mille per
cento a mensili quotidiani un certo punto cioè si arriva a queste monete questa è una
moneta da un milione di marchi venivano stampate monete da tagli simili il pane il sun
ha puntato qua 400 miliardi 400 miliardi di marchi un chilo di pane 500 600 miliardi di
marchi park molto nutriente un kg di burro le persone uscivano con sacchi carriole di
monete di banconote per andare a fare la spesa la germania è al collasso in questo
contesto i comunisti spartachisti che stanno riprendendosi più che mai si rinforzano
per dire la rivoluzione è indispensabile l'uomo uscire da 1 st questo modello di stato
che senti che che è debitore dare vita a una resa ma sono molto deboli i comunisti
perché si massacrata con l'evoluzione quale partito comincia a ingrandirsi e i
nazionalisti modo particolare la propaganda hitleriana la propaganda hitleriana e di
questo nuovo partito comincia a dire ecco dove ci porta il govero di weimar ci ha
portato a firmare la resa c apporto firma l'armistizio firma le riparazioni ma i francesi
belgi non contenti ci hanno occupato la ruhr siamo il tracollo ebbene in questo di
tracollo che fa presagire proprio il collasso tale la germania from con un colpo di reni la
capace di dare vita a un governo più forte degli altri ok dà vita al governo stress man il
governo a stress ma è un governo di grosse koalition cosa vuol dire è un governo di
grossa coalizione dentro ci sono i socialdemocratici il cattolici i liberali e democratici
dunque è un governo di centro che va a sinistra guarda anche liberali lungo un
governo di quasi tutti i partiti del parlamento di weimar che si uniscono per cercare di
uscire da questa situazione e come ne escono ne escono con questo tentativo va bene
e guidato appunto da stress ma anche leader il prio tedesco popolare dunque è un
conservatore cercano di fare nei trattati di trattare dunque con la francia con
l'inghilterra una fuoriuscita da questo strangolamento chiedono dunque di poter di
poter riallacciare dei legami ovviamente economici di poter trattare anche sulla loro e
fa una cosa quasi da umili antissime di nuovo streisand però è saggio noi smettiamo di
dire gli abitanti della ruhr di insorgere di non collaborare con voi quali sono terre ok
però dati simili ci incontro e ma in queste terre stanno nascendo ci stanno nascendo
anche opposizioni radicali benissimo il governo stress ma altra mazzata e botta per i
comunisti rivoluzionari scioglie i governi della sassonia della turingia dove ci sono
governi comunisti socialdemocratici reprime una serie altre associazioni che propone
una rivoluzione noi stiamo facendo delle come governo centrale che siamo pronti a
dialogare con voi potenze occidentali francesi inglesi e belgi o che veniteci incontro è
chiaro la francia il belgio sono ancora rigidissime se non c'è un altro elemento
pericoloso sciolti i governi o molte dell'agglomerato merati delle associazioni
comuniste repressi questi tentativi di insurrezione socialista il governo ha
sottovalutato quello che sta accadendo in baviera la badia la patria della destra
nazionalista in baviera il partito nazionalsocialista di iter ha preparato per il 23 per il 9
novembre del 1923 un colpo di stato si chiama porcì bavarese il plus di monaco a
destra i nazionalisti guidati dal generale lui ben dor più i nuovi nazionali socialisti di
hitler ok preparano lui don don eicher un colpo di stato insorgono armati nel palazzo
del governo di monaco di baviera con i loro militanti vuoi sapere se da monaco di
baviera noci con la birreria famosa del pellegrinaggio anche un po macro dove si va
dove si ritrovavano di nazisti no in baviera a monaco di baviera e insorgono ma non
trovano il consenso dei cittadini ed in molti delle forze armate e vigili guardia
municipale dei lavoratori delle fabbriche quel pucci del generale default e di editor
fallisce e vengono arrestati i tre vivessi in carcere con ato 5 anni quel per buona
condotta gli vengono ridotti a pochi mesi e in quella esperienza e carcere scriverà quel
libro terribile che si chiama ma i libri ma i caf la mia vita la mia battaglia la scrivo lui e
rudolf hess e che il suo braccio destro foto del partito sono in carcere sono vicini anche
di celle uno parla all'altro l'altro scrive non nasce lì il programma del partito nazista
nasce in carcere dopo che abbia per un colpo di stato la storia con i secoli ma non
l'avessero scarcerato l'avessero andata così e chiaro dunque viene represso questa
instabilità e o di chiusura fa entra in campo sapete chi negli stati uniti gli stati uniti di
fronte questa instabilità intervengono ad aiutare la germania il governo stress ma ha
chiesto lacrime e sangue ha diminuito il più possibile parte le cose l'inflazione i salari
ha di meglio di stampare la moneta ha limitato dunque da diffuso del credito per
cercare di rivalutare la moneta è chiaro ha chiesto dei grandi sacrifici per pagare
ovviamente i debiti ma così non riesce a riprendersi gli stati uniti intervengono dicono
aiutiamo nella germania piano juice ok da adesso giù si è di fatto un politico finanziere
americano che propone come governo americano questo piano piano di aiuti
economici di prestiti agli stati uniti di prestiti pagabili in tantissimi anni alcuni presti a
fondo perduto in modo tale che la germania possa ripagare il debito di guerra a quel
punto i francesi e belgi comincino a ritrattare le posizioni abbandoneranno
progressivamente la ruhr perché l'idea americane molto semplice boys dei francesi
volete le riparazioni di guerra ma se voi togliete le industrie il bacino minerario i
tedeschi potranno risollevare l'economia con cui pagare i debiti di guerra no
comunque noi disse abbiamo un presto i tedeschi per cominciare a pagare i vostri
debiti ma voi lasciate la loro in modo tale che i tedeschi e gattino loro economia e
possono pagarvi le riparazioni negli anni successivi questo fa sì ok che la germania
intorno agli anni 24 25 trovi una lenta una lenta stabilizzazione una me lenta ripresa
una lenta stabilità questa lenta stabilità verrà travolta nel 1929 ovviamente dalla crisi
di wall street ma c'è ancora un'ultima accolte sapere in questa fase di crisi 1925
hebert finisce il banche ma le nuove elezioni del presidente muore di schroeder roba
da mal e muore nuove elezioni del presidente della repubblica si candita marques è un
politico del centro cattolico un cattolico si candida per le forze moderate cattoliche a
presidente della repubblica la sinistra divisi ma non ha un candidato unico i
socialdemocratici appoggiano marx popolari appoggiano marx i comunisti non lo
appoggiano tutti i conservatori e la destra un azionista che sta riemergendo decide di
votare un uomo che decorarli benissimo perché ho un peso decisivo per lascito del
potere di fair forse senza questo uomo non ci sono sono a zero è un vecchio
maresciallo dell'esercito tedesco guglielmino in the ball in der mur vincerà le elezioni e
il 1925 e rompere decisivo per la città il potere molti tra