Sei sulla pagina 1di 3
COPIA COMUNE DI BINAGO (Provincia di Como) (Cod. Ente 10479) N° 187 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: MODIFICA DELL'ARTICOLO 9 DEL "REGOLAMENTO COMUNALE SULL'ORDINAMENTO GENERALE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI". L’anno duemilaquattro, il giorno venticinque del mese di Novembre alle ore 18:45 nella sala delle adunanze. Previa l’osservanza di tutte le formalita prescritte dalla legge, dallo statuto e dai regolamenti, vennero oggi convocati a seduta i componenti della Giunta Comunale. All’appello risultano: LURATI PIER GERARDO Sindaco Presente RIMOLDI PIERLUIGI Vice Sindaco Presente LANZAROTTI ROBERTA Assessore Assente USLENGHI MAURO Assessore Presente SPELTONI MASSIMO Assessore Presente Partecipa il Segretario Comunale TORRE DOTT.SSA ASSUNTA il quale provvede alla redazione del seguente verbale. Essendo legale il numero degli intervenuti, il Sindaco LURATI PIER GERARDO, assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell’ oggetto segnato all’ordine del giorno. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale n° 187 del 25/11/2004 Oggetto: Modifica dell’articolo 9 del “Regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi”. ‘LA GIUNTA COMUNALE Premesso che con deliberazione della Giunta Comunale n.111 del 14 luglio 2001 & stato approvato “Regolamento comunale sull’ordinamento generale degli uffici e dei servizi”; Visto i] comma 23 dell’art. 53 della legge 13 dicembre 2000 n.388 successivamente modificato dall’art. 29 comma 4 della legge 28 dicembre 2001 n,448 che dispone: “23. Gli enti locali con popolazione inferiore a cinquemila abitanti fatta salva l'ipotesi di cui all'articolo 97, comma 4, Icttera d), del testo unico delle leggi sul'ordinamento degli enti locali, approvato con decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, anche al fine di operare un contenimento della spese, possono adottare disposizioni regolamentari organizzative, se necessario anche in deroga a quanto disposto all'articolo 3, commi 2, 3 ¢ 4, del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e successive modificazioni, ¢ all'articolo , 107 del predetto testo unico delle teggi sull'ordinamento degli enti locali, attribuendo ai componenti dell'organo esecutivo la responsabilita degli uffici e dei servizi ed ii potere di adottare atti anche di natura tecnica gestionale. Il contenimento della spesa deve essere documentato ogni anno, con apposita deliberazione, in sede di approvazione del bilancio”; Ritenuto necessatio apportare delle modifiche all’articolo 9 “L’individuazione e la nomina del Responsabile dei Servizi e degli Uffici” integrando lo stesso con un comma 3, di seguito riportato, che prevede la possibilita di nominare, qualora ne ricateano i presupposti di legge, responsabili servizio anche gli assessori: “3. Qualora risultiriscontrata e dimostrata, con procedimento ricognitivo annuale, la mancanza non rimediabite di figure professionali idonee nell’ambito della dotazione organica in Servizio presso l’Ente le funzioni di Responsabile degli uflici e dei sevvizi possono essere conferite, con provvedimento del Sindaco ai sensi dell’art. $0, comma 10 del D.Lgs. 267/2000 e soggetii a espressa conferma annuale, ai componenti dell’ organo esecutivo. Con delibera della Giunta, da approvarsi entro il 31 dicembre di ciascun anno (e comunque entro il termine ultimo di approvazione del Bilancio di Previsione), e valevole per ’anno successivo (0 per quello del bilancio di riferimento), si da atto del permanere delle condizioni di carenza degli organici ‘idonei per la responsabilita di servizio e della dimostrazione del risparmio di spesa conseguente al mantenimento delle fonzioni di responsabilité in capo ai componenti della Giunta. B fatta salva la possibilita di conferire parti delle funzioni suddette ai Segretario, Comunale ai sensi dell’art. 97, comma 4, lettera d) del D.Lgs 267/2000.”; Accertato che sulla proposta di deliberazione sono stati espressi pareri favorevoli ai sensi dell'art, 49 del D.Lgs. 267/2000. Con voti unanismi legaimente resi ed accertati, DELIBERA 1) di modificare, per i motivi espressi in premessa, ’articolo 9 “L’individuazione ¢ la nomina del Responsabile dei Servizi e degli Uffici” del Regolamento comunale sul ordinamento generale degli uffici ¢ dei servizi, integrandolo con il comma 3, dando atto che l’articolo in questione con la modifica indicata,tisulta avere il seguente tenore: 1, Al Sindaco, compete, ai sensi dell'articolo 50, comma 10, e dell‘articolo 109 det D. Les. 267/200, la nomina dei Responsabili di Area e dei Servizi, cosi come previsti nell'articolazione dell organigramma dell’ente, su proposta del Diretiore Generale, ove nominato, 0 in mancanza del Segretario Comunale. 2. Essi possono essere individuati, di norma, nell'ambito: 4a) dei dipendenti dell'ente in possesso di categoria non inferiore alla D (solo a questi sari applicata la disciplina degli articoli 8 e seguenti del CCNL); b) dei soggetti con cui siano stati stipulati contratti a tempo determinato per la copertura, anche at di fuori della dotazione organica, e in questo caso, nei limiti di cui all'articolo 110 del D. Les. 267/2000, dei posti di istruttore direttivo e di alta specializzazione; ¢) dei dipendenti di altro Ente locale autorizzati a prestar¢ la propria collaborazione con il Comune a seguito di convenzione tra gli Enti. 3. Qualora risulti riscontrata e dimostrata, con procedimento ricognitivo annuale, la mancanza non rimediabile di figure professionali idonee nellambito della dotazione organica in Servizio presso l'Ente le funzioni di Responsabile degli uffici e dei servizi possono essere conferite, con prowedimento del Sindaco ai sensi dell’art. 50, comma 10 del D.Lgs. 267/2000 e soggetti a espressa conferma annuale, ai component dell organo esecutivo. Con delibera della Giunta, da approvarsi entro il 31 dicembre di ciascun anno (e comunque entro il termine ultimo di approvazione del Bilancio di Previsione). e valevole per l'anno successivo (o per quello del bilancio di riferimento), si da atto del permanere delle condizioni di carenza degli organici idonei per la responsabilité di servizio e della dimastrazione del risparmio di spesa conseguente al ‘mantenimento delle funzioni di responsabilita in capo ai componenti della Giunta. E fatta salva la possibilita di conferire parti delle funzioni suddette al Segretario Comunale ai sensi dell’art. 97, comma 4, lettera d) del D.Lgs 267/2000. Successivamente, ai sensi del 4° comma dell’art. 134 del D. Lgs. 267/2000, con voti unanimi espressi per alzata di mano il presente provvedimento & dichiarato immtediatamente eseguibile. La softoscritta, Assunta Torre, Segretario Comunale ¢ Responsabile del Servizio, per quanto di competenza esprime parere favorevole sotto il profilo tecnico ¢ amministrativo. IL SEGRETARIO COMUNALE RESPONSABILE DEL SERVIZIO F.to Dott.ssa. Assunta Torre