Sei sulla pagina 1di 1

CONTA

n. 2 - Marzo 2010
Mercoledì 25 Marzo 2010 ore 21.00
presso il Centro Culturale Don Milani

LA VERITA’
Piazza Vitt. Emanuele II BONATE SOPRA

I circoli PD dell’Isola
convocano una Circolo di Bonate Sotto
DEI FATTI
ASSEMBLEA ELETTORALE Il Circolo del Partito Democratico di Bonate Sotto ritiene sconfortante e
preoccupante il contenuto della lettera inviata ai Cittadini Bonatesi da
parte del Sindaco in risposta al nostro volantino nel quale gli ammini-
saranno presenti stratori precedenti avevano smentito alcune sue dichiarazioni.
i candidati bergamaschi regionali Sconfortante, perché non ha dato nessuna risposta nel merito delle
nostre argomentazioni, mettendo in evidenza un vittimismo personale
ingiustificato se non allo scopo di sottrarsi al giudizio negativo della citta-
Maurizio Martina dinanza non potendo smentire le nostre precisazioni ben documentate.
Mario Barboni Preoccupante, perché evidenzia come ritenga fastidioso e irritante il
confronto politico e cerchi in tutti i modi di limitare il dibattito.
Mirosa Servidati
IL DIRITTO DI VALUTARE COME VENIAMO AMMINISTRATI
Noi continueremo a rivendicare il diritto di svolgere DEMOCRATICAMENTE il ruolo di

L’altra Italia opposizione all’attuale Amministrazione Comunale criticando le scelte che non condi-
vidiamo e proponendo soluzioni alle problematiche dei cittadini.
Noi riteniamo che sia sbagliato considerare le critiche documentate come “aspri

comincia dalle regionali attacchi” e che “evitare di alimentare una spirale di odio” sia solo una scusa per non
rispondere.
Committente: Circolo PD di Bonate Sotto

SOLO DOVEROSE PRECISAZIONI


Nel nostro volantino non sono contenute parole o frasi che possano essere connesse
ad una “spirale di odio”, al contrario riteniamo frasi vuote e inconcludenti quelle di un
Amministratore, che, anziché entrare nel merito dei rilievi posti dal volantino, si limita
Vota a criticarne la forma. Oltretutto, le considerazioni contenute nel nostro volantino sono
scaturite solo dalla lettera del Sindaco, in cui scriveva “abbiamo ereditato una situa-
e fai votare zione economica a dir poco disastrosa, frutto di scelte operate dalla precedente
Amministrazione”, una dichiarazione che riteniamo tuttora grave e volta a screditarci.