Sei sulla pagina 1di 7

Istituto Comprensivo

MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

Dalle Competenze al Regolamento


Le otto competenze chiave di cittadinanza sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo
sviluppo personali, la cittadinanza attiva, l’inclusione sociale e l’occupazione. Nel regolamento, per indica-
re le competenze coinvolte, si farà riferimento al numero.
1) Imparare ad imparare: organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo ed utiliz-
zando varie fonti e varie modalità di informazione e di formazione (formale, non formale ed infor -
male), anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di stu -
dio e di lavoro.
2) Progettare: elaborare e realizzare progetti riguardanti lo sviluppo delle proprie attività di studio e
di lavoro, utilizzando le conoscenze apprese per stabilire obiettivi significativi e realistici e le rela-
tive priorità, valutando i vincoli e le possibilità esistenti, definendo strategie di azione e verifican -
do i risultati raggiunti.
3) Comunicare
a) comprendere messaggi di genere diverso (quotidiano, letterario, tecnico, scientifico) e di
complessità diversa, trasmessi utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifi-
co, simbolico, ecc.) mediante diversi supporti (cartacei, informatici e multimediali)
b) rappresentare eventi, fenomeni, principi, concetti, norme, procedure, atteggiamenti, stati
d'animo, emozioni, ecc. utilizzando linguaggi diversi (verbale, matematico, scientifico, sim-
bolico, ecc.) e diverse conoscenze disciplinari, mediante diversi supporti (cartacei, informa-
tici e multimediali).
4) Collaborare e partecipare: interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista, valoriz-
zando le proprie e le altrui capacità, gestendo la conflittualità, contribuendo all'apprendimento co-
mune ed alla realizzazione delle attività collettive, nel riconoscimento dei diritti fondamentali degli
altri.
5) Agire in modo autonomo e responsabile: sapersi inserire in modo attivo e consapevole nella
vita sociale e far valere al suo interno i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli al-
trui, le opportunità comuni, i limiti, le regole, le responsabilità.
6) Risolvere problemi: affrontare situazioni problematiche costruendo e verificando ipotesi, indivi-
duando le fonti e le risorse adeguate, raccogliendo e valutando i dati, proponendo soluzioni utiliz-
zando, secondo il tipo di problema, contenuti e metodi delle diverse discipline.
7) Individuare collegamenti e relazioni: individuare e rappresentare, elaborando argomentazioni
coerenti, collegamenti e relazioni tra fenomeni, eventi e concetti diversi, anche appartenenti a di-
versi ambiti disciplinari, e lontani nello spazio e nel tempo, cogliendone la natura sistemica, indivi-
duando analogie e differenze, coerenze ed incoerenze, cause ed effetti e la loro natura probabili -
stica.
8) Acquisire ed interpretare l'informazione: acquisire ed interpretare criticamente l'informazione
ricevuta nei diversi ambiti ed attraverso diversi strumenti comunicativi, valutandone l'attendibilità
e l'utilità, distinguendo fatti e opinioni.
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

REGOLAMENTO INTERNO D’ISTITUTO


Anno Scolastico 2017/2018

ART. 1 – Regolamento di disciplina (COMPETENZE: 4-5)


Gli alunni sono tenuti ad avere nei confronti del capo d’Istituto, dei docenti, del personale tutto della scuo-
la e dei loro compagni, lo stesso rispetto che chiedono per se stessi. La grave o reiterata infrazione di que-
sta norma è valutata dal Consiglio di Classe, al quale spetta l’irrogazione di una eventuale sanzione disci-
plinare.
Gli alunni sono tenuti ad utilizzare correttamente le strutture, gli arredi e i sussidi didattici, in modo da
non arrecare danni al patrimonio della Scuola. In caso di accertata responsabilità (dolo, comportamento
pericoloso o poco responsabile) il danno deve essere risarcito pecuniariamente o mediante prestazione
d’opera (come eventuale pulizia dell’aula o ambienti scolastici). In caso di responsabilità non accertata
sarà la classe intera a risarcire il danno
La responsabilità disciplinare è personale.
Nessuno può essere sottoposto a sanzioni disciplinari senza essere stato prima invitato ad esporre le pro-
prie ragioni. Per riprovati o persistenti atteggiamenti di ineducazione i Consigli di Classe decidono i prov-
vedimenti.
Contro le sanzioni disciplinari, diverse da quelle regolate all’interno dei consigli di classe, è ammesso ricor-
so all’ORGANO DI GARANZIA INTERNO opportunamente costituito.

ART. 2 – Ingresso e uscita (COMPETENZE: 5)


L’accesso alla scuola avviene in modo ordinato e disciplinato (in fila tenendo sempre la destra), con moda-
lità diverse nei tre plessi.
Ingresso
Si precisa che prima di entrare gli alunni devono attendere l’insegnante che li accompagnerà nelle rispetti-
ve aule. In caso di assenza dell’insegnante della prima ora, le classi entrano per ultime vigilate dal perso -
nale incaricato.
Uscita
Al termine delle lezioni, comprese le attività pomeridiane extracurricolari, gli alunni vengono accompagna-
ti, dal docente di turno, alla porta di ingresso principale. Nelle classi dove sono presenti alunni diversa-
mente abili l’insegnante ha cura di affidare l’alunno al genitore o alla persona incaricata di venirlo a pren-
dere, salvo accordi diversi insieme alle singole famiglie.
PLESSO MALASPINA
Ingresso
Gli alunni si devono trovare nel cortile della scuola almeno 5 minuti prima dell’ingresso nelle aule e si di -
spongono negli spazi loro assegnati. È vietato attendere il segnale della campana sul marciapiede o in via
XXVII Aprile.
Alle ore 7.55 al suono della campanella entrano tutte le classi, rispettando i percorsi indicati all’inizio
dell’anno.
Alle ore 8.00 iniziano le lezioni e terminano alle ore 13.55 per le classi che si avvalgono del tempo euro-
peo e alle 12.55 per le classi a tempo normale.
Le lezioni pomeridiane si svolgono nei giorni di martedì e giovedì, dalle ore 13.55 fino alle ore 15.55.
Uscita
Avviene con ordine, in base all’orario seguito, e i docenti dell’ultima ora di lezione accompagnano gli alun-
ni al portone d’ uscita.
Gli alunni che usufruiscono della palestra nell’ultima ora, escono direttamente dal cancello in via XXVII
Aprile.
PLESSO STAFFETTI
Ingresso
Gli alunni si dispongono davanti alla porta di ingresso occupando gli spazi assegnati alle classi 5 minuti
prima del suono della campanella.
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

Al suono della campanella delle ore 07.55 entrano gli alunni delle classi prime accompagnati dal docente
in servizio, al suono della campanella delle ore 07.57 entrano gli alunni delle classi seconde e terze sem-
pre accompagnati dal docente in servizio.
Uscita
Avviene con ordine, alle ore 12.55 o, per le classi che si avvalgono del tempo scuola previsto dalla setti -
mana europea, alle ore 13.55 accompagnate al portone d’uscita dal docente in servizio all’ultima ora.
N.B. I genitori e i familiari non devono entrare con le auto negli spazi esterni alla scuola per
motivi di sicurezza durante questi momenti particolari di afflusso degli alunni.
PLESSO DE AMICIS
Gli alunni entrano nell’edificio scolastico al suono della campanella ed escono dalla scuola, sempre al suo -
no della campanella, accompagnati dai loro Docenti fino alla porta d’uscita e affidati al genitore o a perso -
na maggiorenne delegata, secondo i seguenti orari:
Scuola infanzia: Ingresso: Ore 07.55 – Uscita:ore 16.00 (sabato escluso)
Scuola Primaria: Ingresso: Ore 07.55 – Uscita:ore 13.00 (lunedì – mercoledì – venerdì)
Ingresso: Ore 07.55 – Uscita:ore 16.00 (martedì – giovedì)

ART. 3 – Ritardi (COMPETENZE: 5)


Gli alunni che giungono in ritardo vengono comunque fatti entrare e inviati in classe dove presentano le
loro giustificazioni. In assenza di giustificazione scritta, l’alunno viene comunque ammesso alle lezioni, ma
è tenuto a presentare giustificazione scritta il giorno dopo. Il ritardo abituale costituisce grave mancanza
disciplinare e comporta l’intervento del Dirigente Scolastico al quale gli eventuali casi devono essere se-
gnalati. Al terzo ritardo la famiglia deve giustificare personalmente nel giorno successivo.

ART. 4 – Uscita anticipata (COMPETENZE: 5)


L’uscita anticipata degli alunni dalla scuola può essere accordata solo per validi motivi. In tali casi gli alun-
ni sono affidati a un genitore (o persona con delega scritta, comunque sicuramente identificata) il quale
deve controfirmare un’apposita autorizzazione presente sul diario o da ritirarsi dal personale ausiliario.
I genitori non possono accedere alle aule scolastiche.

ART. 5 – Diario scolastico (COMPETENZE: 1, 3, 8)


All’inizio dell’anno scolastico viene consegnato un “diario scolastico personalizzato” che gli alunni devono
quotidianamente portare a scuola. Questo diario, sul quale i genitori hanno apposto le loro firme al mo-
mento del rilascio, costituisce lo strumento ufficiale di comunicazione tra la scuola e la famiglia. I genitori
sono tenuti a firmare per presa visione tutte le comunicazioni ad essi inviate dal Dirigente Scolastico o da-
gli Insegnanti.

ART. 6 – Assenze (COMPETENZE: 5, 6)


Le assenze vengono giustificate dai docenti della prima ora di lezione.
Per le assenze di durata superiore ai sei giorni (compresi eventuali festivi intermedi) dovute a motivi di sa-
lute è necessario il certificato medico che attesti che l’alunno è guarito e può riprendere a frequentare le
lezioni.
Le assenze per motivi diversi da quelli di salute e superiori a sei giorni devono essere preavvisate, in for-
ma scritta compilando un modulo disponibile in segreteria, ad un insegnante che si farà carico di annotarle
sul registro di classe. Anche in caso di assenza, gli alunni e le loro famiglie sono tenuti a tenersi aggiornati
sull’attività didattica tramite canali ufficiali.

ART. 7 – Intervallo (COMPETENZE: 5)


PLESSI MALASPINA E STAFFETTI
L’intervallo inizia alle ore 09.53 e termina alle ore 10.08: gli alunni restano in aula, vigilati dal docente
della seconda ora e vengono mandati ai servizi igienici a due per volta (due maschi e due femmine, mai
più di 4 fuori contemporaneamente).
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

È tassativamente vietato recarsi ai piani diversi da quello in cui è ubicata l’aula ed è necessario un rapido
rientro in classe per consentire a tutti coloro che ne hanno necessità di uscire a loro volta. La vigilanza nei
corridoi e ai servizi igienici è affidata al personale ausiliario.
Gli alunni non possono accedere alle macchinette distributrici di bevande. Anche durante l’intervallo gli
alunni devono tenere un comportamento consono all’ambiente scolastico e sono da evitare tutti i giochi e
le forme di interazione che possono diventare pericolosi.
PLESSO DE AMICIS
L’intervallo inizia alle ore 10.30 e termina alle ore 10.45. Gli alunni devono essere educati al corretto uti-
lizzo dei servizi igienici e all’osservanza delle più elementari norme di igiene e pulizia. Durante l’intervallo,
sia nella scuola sia nel cortile, sono da evitare tutti i giochi che possono diventare pericolosi. Gli alunni do-
vranno rispettare le indicazioni degli insegnanti e dei collaboratori scolastici, a cominciare dal rispetto
dell’ambiente, depositando, ad esempio, i rifiuti negli appositi contenitori.

ART. 8 – Biblioteca (COMPETENZE: 1, 8)


Il servizio di biblioteca scolastica (anche digitale) è svolto da alcuni insegnanti annualmente incaricati dal-
la presidenza e consiste nell’apertura della biblioteca in determinati giorni e ore della settimana per con -
sentire agli alunni il ritiro o il cambio dei libri letti o non graditi. Lo smarrimento o il danneggiamento dei
libri presi in prestito verranno sanzionati con un’ammenda di 10 euro.

ART. 9 – Uso delle palestre (COMPETENZE: 1, 4, 5)


Le palestre scolastiche sono il luogo più frequentato, poiché settimanalmente vi si alternano tutti gli alunni
della scuola e per tale motivazione si conviene che il rispetto delle regole per il suo utilizzo sia fondamen-
tale; a tal proposito si invitano tutti gli studenti a prendere visione dello specifico regolamento affisso nelle
palestre. Gli alunni possono svolgere attività solo in presenza del docente, seguendo con attenzione le in-
dicazioni dallo stesso impartite, accertandosi di aver capito bene le consegne e senza utilizzare le attrez-
zature in modo improprio. Gli alunni sono invitati a non portare e/o lasciare incustoditi denaro e/o oggetti
di valore negli spogliatoi e la permanenza negli stessi deve essere di durata strettamente necessaria al
cambio, con un abbigliamento comodo e scarpe pulite e ben allacciate e non prevede la sorveglianza dei
docenti. Il proprio materiale andrà riposto ordinatamente su panche e appendiabiti in modo che nessuno
possa inciamparci. I genitori sono tenuti ad informare tempestivamente il docente di Scienze Motorie e
Sportive ed il Coordinatore di classe presentando certificazione medica aggiornata riguardo a patologie
che possano interferire con le attività svolte; anche le condizioni di malessere momentaneo dovranno es-
sere comunicate dagli alunni al docente presente. Gli alunni sono inoltre invitati ad effettuare le consuete
norme igieniche al termine dell’attività motoria e a tal proposito si fa presente che non è consentito l’uso
di deodoranti spray ma solo roll-on. Infine, durante il tragitto classe-palestra e viceversa gli alunni dovran-
no formare un gruppo compatto e rispettare le regole di convivenza civile ed i tempi di percorrenza, man-
tenendo un tono di voce basso, senza urtare o spingere. Durante le attività gli alunni dovranno relazionare
tra loro con rispetto ed amicizia, evitando litigi ed urla ed esercitando il fair play e l’etica sportiva. Le pale-
stre sono utilizzate anche in orario pomeridiano, dai docenti di scienze motorie, che svolgono attività di
avviamento alla pratica sportiva e da società sportive autorizzate secondo modalità annualmente delibera-
te.

ART. 9 BIS – Spazi condivisi


Per il corretto e appropriato utilizzo delle aule e in generale degli spazi condivisi da più classi (palestre, la -
boratori), gli alunni devono prendere visione delle specifiche norme di comportamento poste nei suddetti
luoghi.

ART. 10 – Gestione delle emergenze (COMPETENZE: 5-6-8)


Tutti gli alunni sono tenuti a sapere come comportarsi in caso di emergenza. Ad inizio anno ogni insegnan -
te deve esaminare il piano della sicurezza dell’Istituto, prendere visione delle eventuali modifiche interve-
nute, percorrere insieme agli alunni le vie di esodo, illustrare adeguatamente ogni fase del percorso e i re -
lativi comportamenti da assumere, dall’uscita al punto di raccolta.
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

ART. 11 – Cellulari (COMPETENZE: 5)


È vietato introdurre a scuola cellulari e altre similari apparecchiature, ai sensi della direttiva ministeriale
del 15 marzo 2007. Chi contravviene a questa norma utilizzando gli strumenti digitali consentiti in modo
improprio potrà andare incontro alle sanzioni disciplinari stabilite dal Patto di Corresponsabilità n materia
di cyberbullismo.

ART. 12 – Abbigliamento (COMPETENZE: 5)


Le alunne della scuola dell’Infanzia dovranno indossare, sopra i normali abiti, il grembiule rosa o a tinta
unita o a quadrettini; gli alunni il camice celeste o a tinta unita o a quadrettini; tutti gli alunni della Scuola
Primaria il grembiule nero. Tale abbigliamento deve essere indossato per tutto l’anno scolastico e per tutta
la giornata, escluso l’orario delle attività motorie per le quali è consigliabile la tuta e le scarpette da ginna -
stica pulite e allacciate.
L’abbigliamento degli alunni e delle alunne della scuola di istruzione secondaria di I grado deve essere
consono all’ambiente scolastico.

ART. 13 – Mensa e Interscuola (COMPETENZE: 4, 5, 6)


Gli alunni possono usufruire del servizio INTERSCUOLA come da scelta opzionale. L’opzione scelta vale per
tutta la durata dell’anno scolastico. Chi ha optato per il pasto portato da casa deve averlo con sé tassati-
vamente al momento dell’ingresso a scuola.
Gli spazi adibiti a mensa devono essere lasciati in ordine prima dell’uscita in cortile che non deve avvenire
prima delle ore 13.20. Nel cortile, previo consenso del docente, è consentito solo l’uso di palloni di spu-
gna. Gli alunni vengono mandati ai servizi igienici o prima dell’uscita in cortile o al rientro in classe

ART. 13 BIS Raccolta differenziata


In qualsiasi momento della giornata, soprattutto durante l’intervallo, gli alunni sono tenuti a tenere
l’ambiente scolastico (aule, corridoi, laboratori, cortili, palestre) in condizioni decorose, avendo cura di
gettare i rifiuti negli appositi cestini per la raccolta differenziata. Gli alunni vengono educati alla raccolta
differenziata (bottigliette, lattine) anche tramite l’assegnazione di incarichi di controllo “a rotazione”.

ART.14 Patto di corresponsabilità educativa (COMPETENZE: 3, 4, 5, 8)


Il Patto di Corresponsabilità è parte integrante del Regolamento d’Istituto. Alunni e genitori sono chiamati
a sottoscriverlo e a osservarlo.

ART. 15 iniziative extracurricolari (COMPETENZE: 1, 2, 4, 5)


Gli alunni che accedono alla scuola per iniziative extracurricolari dovranno attenersi al rispetto degli orari e
limitarsi ad occupare gli ambienti assegnati. Essi dovranno altresì mantenere l’impegno assunto parteci-
pando alle attività con assiduità e interesse. Eventuali assenze dovranno essere debitamente giustificate e
motivate al docente referente dell’attività.

ART. 16 Uscite didattiche (COMPETENZE: 1, 4, 5, 8)


Per le uscite didattiche in orario scolastico è necessario che sia rispettato il rapporto docenti-alunni previ-
sto dalla normativa. All’inizio dell’anno, usando la specifica modulistica presente nel Diario Scolastico, i ge-
nitori compilano un’autorizzazione valida per tutto l’anno; le uscite programmate vengono comunque co-
municate tramite avviso scritto.
Per eventuali uscite non programmate in precedenza, i docenti devono chiedere l’autorizzazione alla Diri-
gente o ai suoi collaboratori.

La Dirigente Scolastica
Dott.ssa Marilena Conti
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

PATTO DI CORRESPONSABILITÀ EDUCATIVA


Visto il D.M. n.5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”
Visti i D.P.R. n.249 del 24/06/1998 e D.P.R. n.21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle
studentesse e degli studenti della scuola secondaria”
Visto il D.M. n.16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la
prevenzione del bullismo”
Visto il D.M. n.30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefonate
cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari,
dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”
Vista la legge 71 del 29 maggio 2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione e il contrasto
del fenomeno del cyberbullismo”
Visto il Piano dell’Offerta Formativa del nostro Istituto,

si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità, con il


quale

LA SCUOLA SI IMPEGNA A
• fornire una formazione culturale e professionale qualificata, aperta alla pluralità delle idee, nel
rispetto dell’identità di ciascuno;
• porre il rispetto delle regole al centro di ogni azione educativa e didattica, rispettando essa per
prima le regole e i valori che ne definiscono la missione formativa;
• offrire un ambiente favorevole alla crescita integrale della persona, garantendo un sevizio didattico
di qualità in un ambiente educativo e sereno, favorendo il processo di formazione di ciascuno
studente, migliorando il suo agire autonomo e responsabile, nel rispetto dei suoi ritmi e tempi di
apprendimento;
• organizzare attività di informazione e prevenzione del cyberbullismo, rivolte a personale, studenti e
famiglie; segnalare ai genitori e alle autorità competenti i casi di cyberbullismo di cui si viene a
conoscenza; prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo;
• offrire iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e di svantaggio, al fine di favorire il
successo formativo e combattere la dispersione scolastica, oltre a promuovere il merito ed
incentivare le situazioni di eccellenza;
• favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili, promuovere iniziative di
accoglienza ed integrazione degli studenti stranieri, tutelandone la lingua e la cultura, anche
attraverso la realizzazione di iniziative interculturali; stimolare riflessioni e attivare percorsi volti al
benessere e alla tutela della salute degli studenti;
• garantire la massima trasparenza nelle valutazioni e nelle comunicazioni mantenendo un costante
rapporto con le famiglie.

LO STUDENTE SI IMPEGNA A
• prendere coscienza dei propri diritti-doveri rispettando la scuola intesa come insieme di persone,
ambienti e attrezzature;
• rispettare i tempi programmati e concordati con i docenti per il raggiungimento del proprio
curricolo, impegnandosi in modo autonomo e responsabile nell’esecuzione dei compiti richiesti;
• accettare, rispettare e aiutare gli altri, contribuendo all’apprendimento comune valorizzando le
proprie e le altrui capacità, impegnandosi a comprendere le ragioni dei loro comportamenti;
• far firmare puntualmente le comunicazioni scuola-famiglia;
• accettare le sanzioni e trasformarle in un momento di riflessione sugli errori commessi;
• segnalare a genitori e insegnanti episodi di bullismo e di cyberbullismo di cui fossero vittime o
testimoni.

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A
• conoscere la proposta formativa della scuola e partecipare al progetto educativo, collaborando con i
docenti;
• favorire l’autonomia del proprio figlio attraverso l’educazione al rispetto ed alla cura della persona,
sia nell’igiene che nell’abbigliamento, decoroso e adeguato all’ambiente scolastico;
• assicurare la regolarità di frequenza, anche nelle attività pomeridiane;
• giustificare tempestivamente, e di propria mano, le assenze e gli eventuali ritardi;
• informare la scuola di eventuali problematiche che possano avere ripercussioni sull’andamento
scolastico dell’allievo;
• partecipare puntualmente ai momenti formali di incontro e di confronto con la scuola;
Istituto Comprensivo
MALASPINA-STAFFETTI
MASSA

• sostenere e controllare i propri figli nel mantenimento degli impegni scolastici, sia per quanto
riguarda lo studio sia nei compiti scritti;
• sostenere il regolamento della scuola sul divieto dell’uso del cellulare;
• limitare gli ingressi posticipati e le uscite anticipate ai motivi di effettivo bisogno e/o urgenza;
• vigilare sull’uso corretto delle tecnologie da parte dei ragazzi;
• partecipare attivamente alle azioni di formazione/informazione istituite dalla scuola sui
comportamenti sintomatici di bullismo e cyberbullismo, segnalando alla scuola eventuali situazioni
critiche;
• conoscere le sanzioni previste dal regolamento di disciplina dell’Istituto, anche nei casi di bullismo,
cyberbullismo e navigazione on-line a rischio;
• discutere, presentare e condividere con i propri figli il patto educativo sottoscritto con l’istituzione
scolastica.

In caso di contestazione alle sanzioni stabilite dall’istituzione scolastica è possibile ricorrere


all’Organo di Garanzia interno

Sottoscrivere da parte di tutti i genitori o affidatari degli alunni iscritti presso


l’Istituto Comprensivo “Malaspina-Staffetti” di Massa

Firma
I genitori / affidatari Il Dirigente Scolastico