Sei sulla pagina 1di 7
Esercizio n. VII-1 In uno stabilimento industriale sono necessari 3.000 kW di potenza elet srica e 20 t/h di vapore saturo secco a 150 °C per usi tecnologici. Si vuole realizzare un impianto a contropressione nel quale il vapore d scarico della turbina, destinata all’azionamento del generatore elettrico, vien utilizzato nello stabilimento per gli usi predetti e ritorna condensato a 60 % alla pompa di alimento. Assumendo il rendimento del generatore di vapore ny = 0,78 ed | rendimento adiabatico della turbina nag = 0,80, determinare le condizion del vapore in ingresso alla turbina e lindice di sfruttamento del combustibile Poiché in uscita dalla turbina il vapore & saturo seco alla temperaturé di 150 °C, é immediato desumere, dalle tabelle del vapore saturo, sia la pres sione py- in uscita dalla turbina, sia lentalpia Ay. Si ha dunque: Pa = 4,76 bar Ig = 2.785,4 kS/kg, La portata rm, = 20 t/h di vapore, prima di essere utilizzata per scopi tec nologici alle condizioni 4’, deve espandere nella turbina Te rendere disponi Dili sull’asse 3.000 kW. La relazione (6-10) forniss P= th: bhe dove m, & la portata di vapore [kg/s], Af 6 il salto entalpico [kJ/kg] smaltit in turbina nell’ipotesi di espansione adiabatica reversibile (in seguito si indi chera con AA,), 7 & il rendimento adiabatic della turbina che si indic: anche con 7, Si ha dunque: 3.000 = 20 + Ah, + 0,80 3.600 3.000 - 3.600 Ah, = 675 kI/k; 20 + 1.000 « 0,80 7 675 41/8 vvapore all‘utenza n| 3500) 3000] Il salto entalpico 4h, realmente smaltito in turbina, pari al prodotto del Ah per il rendimento adiabatico della turbina, & owiamente minore di Ah, « vale: Ah, = Ah, + toa = 673 + 0,80 = 540 kI/kg Poiché @ noto il valore Ay. dell’entalpia del vapore in uscita dalla turbin: nonché la caduta di entalpia Ad, effettivamente subita dal fluido nella mac china, é evidente che il valore fy dell’entalpia del vapore in ingresso alla tur bina é fornito dalla relazione: hy = hy + Mh, = 2.745,4 + 540 = 3.285,4 kI/kg. € quindi il punto 3, rappresentativo delle condizioni del vapore in ingress alla turbina deve giacere sulla retta a-a (piano hs) distante di Ah, dall isoentalpica passante per 4”. Per individuare il punto 3 bisogna considerare che, se l'espansione foss¢ stata adiabatica reversibile, il Ak, smaltito in turbina sarebbe stato pari ¢ 675 kJ/kg ed allo scarico il vapore avrebbe avuto sempre una pressione par a 4,76 bar. Per individuare il punto 3 basta dunque tracciare lisoental b-b parallela alla a-a e distante da questa di Ah, = 675 kJ/kg e poi innal zare la vetticale a partire dal punto intersezione tra la b-b e Visobar: P= py. Vintersezione di tale verticale con Tisoentalpica a-a individua i punto 3. Il procedimento seguito é evidentemente di tipo grafico € pud essere uti fizzato quando si disponga di un abaco di Mollier sufficientemente leggibile in tal caso, in corrispondenza del punto 3, si legge: Ps = 90 bar t, = 460°C Volendo procedere invece analiticamente all’individuazione delle caratteristi che del vapore nel punto 3, é necessario calcolare, ad esempio, l’entropia nel punto 3 che, in aggiunta al valore dell’entalpia gia noto, consente il calcolo di psc di ty. Poiché risulta s, ~ sx & possibile ut ilizzare ta relazione: Se SH + (Sy — 5) Xe con s, ed s, forniti dalle tabelle del vapore saturo alla temperatura con h, ed h, forniti dalle tabelle del vapore saturo alla pressione di 0,07 bar Risulta pertanto: hg = 163,38 + (2.572,6 — 163,38) - 0,815 = 2.126,9 kI/kg Dalla conoscenza del rendimento adiabatico della turbina si ricava il real vulore fy dell’entalpia del vapore in uscita dalla machina: schema b) ate ts = he hy — I Med ala cui: a = 3.071,2 — (3.071,2 — 2.126,9) - 0,75 = 2.362,9 kJ/kg Ciascun chilogrammo di vapore dunque eroga in turbina, per la (3-60), un lavoro pari ad (i; — hy) € per crogare 3.750 kW occorrera una portata di vapore 7, pari a: ra 3.750, me P 3g (As — hy) (3.071,2 — 2.362,9) eae L'energia primaria da spendere vale dunque: fn (hy = hi) $29 G.OT12 ~ 163.3%) sa 991 aye Nev 0,90 Complessivamente, Penergia primaria E, richiesta adottando lo schema a) vale: 111 + 17,091 = 23.202 kI/s Schema b) In tale ipotesi l’cnergia termica viene fornita dal calore di condensazione di una determinata portata di vapore 7, che viene spillata alla temperatura di 107 °C € con titolo x = 1. Le tabelle del vapore saturo, alla temperatura di 107 °C, forniscono: hy = 448,63 kI/kg, 2.686,8 kJ/kg, © pertanto, la portata di vapore rn, da spillare @ fornita dalla relazione: ae 4 5.500 ee ™ ~ “@.686.8 — 449,63) ~ ?M6 Ke/s La portata di vapore rm, da inviare in turbina, owiamente pili elevata rispetto al caso precedente, é fornita allora dalla relazione: 3.750 = sn, (3.071,2 — 2.362,9) — 2,46 (2.686,8 — 2.362,9) da cui si ricava: tn, = 6,42 ke/s Per valutare la spesa di energia primaria bisogna considerare che l’aliquota della portata sn, pari a (6,42 - 2,46) = 3,96 kg/s giunge al generatore di vapore con un’entalpia A, = 163,38 kJ/kg, che é Pentalpia del liquido saturo 4 0,07 bar, mentre i rimanenti 2,46 kg/s giungono con un'entalpia h, = 448,63 kJ/kg che é l’entalpia del liquido saturo alla temperatura di 107 °C. alae Si ba dunque: 3,96 (3.071,2 — 163,38) + 2,46 (3.071,2 ~ 448,63) = 0,90 HH = 19.963 kI/s < E, = 23.202 ki/s Tale risultato conferma il vantaggio di realizzare un unico impianto quando vi sia richiesta contemporanea di energia elettrica ¢ di energia termica. E evidente che l'indice di sfruttamento del combustibile per lo schema a) risulta inferiore a quello dello schema b). E infatti: 3.750 + 5.500 = 0,39 23,202 0,46 Esercizio n. VII-3 Un impianto combinato, con turbina a gas e turbina a vapore a valle, eroga complessivamente una potenza di 200 MW. Liimpianto a gas, in circuito aperto, utilizza aria (cy = 1,005 kI/kg k = 1,40) evolvente tra le temperature minima e massima di 18 °C ¢ 900 °C rispettivamente con un rapporto di compressione 8 = 9. I gas di scarico delta turbina (Cy_ = 1y11 ki/kg K; k = 1,33) vengono riportati a 900 °C nella camera di combustione CC; ed a tale temperatura entrano nel generatore di vapore che abbandonano alla temperatura di 150 °C. Il ciclo a vapore surriscaldato, a condensazione, evolve tra le pressioni di 70 bar e di 0,05 bar ed @ caratterizcato da una temperatura massima 1 = 550 °C. ” Determinare (a portata di vapore m, e la portata di gas combusti m, assumendo che il combustibile impiegato sia caratterizzato da H, = 43.000 ki/kg. E necessario calcolare preliminarmente il lavoro utile erogato dalla tur- bina a gas e dalla turbina a vapore per ogni chilogrammo di fluido evolvente. Turbina @ gas I lavoro utile é fornito, com’é noto, dalla differenza tra il lavoro erogato dalla turbina ¢ quello richiesto dal compressore: Ly =k ~ ke Trattandosi di trasformazioni adiabatiche in sistema aperto, la (3-60) forni : sce: 5" I _ L, = (hy — hd ~ Uy — hy) 7 af a ¢, considerando il fluido evolvente come gas perfetto, si ha: oO): Ly =u (Ty ~ T) ~ Ce (Tr - 7) - Utilizzando Ia (3-25) si ha infine: 1 le 2 “ UC) Je sat ce, : Let % |) - (2) ] -o 7m ((2)* - al = Ef IEEE 7 uw Soe Th Pr Cpe Th Dr yt! = 1b + 1.17315 fE = (5) | + ! a ; a kJ] iat - K - 1 a =1,005 + 291,15] 9 1| =287,4 kI/kg Il calore Q, fornito complessivamente vale: Qs = pe Ts — T) + Ts - TH =¢ n-n (2) on 7 (2) 7] Pr wos tact = 1,11] 1.17315 -291,15 » 9 41.173,15 -1.173,15 (5) ia = 1.2416 kI/kg Turbina @ vapore Dalle tabelle del vapore surriscaldato, a 70 bar e 550 °C si legge: hy = 3.529,6 kJ/ke, Sy = 6,9485 kI/kg K Il punto 4 di fine espansione si trova nel campo del vapore satura | quanto caratterizzato da un valore dell’entropia s, = 5; = 6,9485 < 8,3960 kJ/kg K che @ Ientropia del vapore saturo secco alla pressione di 0,05 bar ¢ che viene fornita dalle tabelle. I calcolo di Ay viene effettuato, come al solito, mediante la (3-89): hy = hy + (hy — i) Xa con x, fornito dalla relazione: Se = 5 _ 69485 ~ 0,4763 _ S. — 88,3960 ~ 0,4763 0,82 B dunque: hig = 137,77 + 2.423,8 + 0,82 =. 2.125,3 kI/kg Trascurando, come al solito, il lavoro di compressione nella pompa si ha: Lu = (hs— ha) = (3.529,6 ~ 2.125,3)= 1.4043 kI/ke Ht calore Qy somministrato in caldaia a ciascun chilogrammo di vapore vale: Qi = (hts — hn) = B.529,6 ~ 137,77) =3.391,83 kI/kg, Poiché tale calore viene fornito dai gas combusti che entrano nel generatore di vapore a 900 °C € ne escono a 150 °C, indicando con rn, ed ring rispetti- vamente le portate di vapore ¢ di gas combusti, vale la relazione: Iitg ~ Gx (900 ~ 150) = ring (hy — hi) da cui: 3.391,83 07 tne yu + 750 7407 ™ La determinazione di rit, € di rm, si effettua mediante la conoscenza della potenza P che deve essere complessivamente erogata: tity © 287,44 ny + 1.404, 4,07 m, * 287,44, 1.404,3= 200.000 da cui: 200.000 (4,07 ~ 287,44 1.404,3) =77,10 kg/s 07 rn, = 4,07 - 77,70 = 316,24 ke/s 1 rendimento con il quale si converte energia primaria di combustibile in me energia elettrica & fornito infine dalla relazione: 200.000 316,24 * 1.241,6 =0,51 Si ribadisce che nel caso in esame bisogna parlare di rendimento © non ¢ indice di sfruttamento del combustibile in quanto nell'impianto é stata prodott solo energia meccanica (0 elettrica).