Sei sulla pagina 1di 12

indirizzo - 47900 Rimini

Comune di Rimini
UNITA PROGETTI SPECIALI

tel. 0541 704823 - fax 0541 704728


www.comune.rimini.it

STUDIO DI FATTIBILITA

DENOMINAZIONE DELLOPERA
Tracciato e infrastrutture del collegamento funzionale
agli ambiti della Citt a ridosso del Fiume Marecchia

Il Responsabile di Procedimento

Ing. Massimo Totti

STUDIO DI FATTIBILITA 2015


1) DENOMINAZIONE DELLOPERA

Tracciato e infrastrutture del collegamento funzionale


agli ambiti della Citt a ridosso del Fiume Marecchia
Categoria 01

Stradali

01) Stradali

02) Aeroportuali

03) Ferroviarie

04) Marittime lacuali e fluviali

88) Altre modalit di trasporto

07) Telecomun. e tecnologie informatiche 08) Edilizia sociale e scolastica

05) Difesa del suolo


09) Altra edilizia pubblica

10) Edilizia abitativa

11) Opere protezione dellambiente

12) Sport e spettacolo

13) Beni culturali

15) Risorse idriche

30) Edilizia sanitaria

33) Direzionale ed Amm.vo

34) Giudiziario e penitenziario

35) Igienico sanitario

36) Pubblica sicurezza

37) Turistico

40) Annona commercio ed artigianato

40) Studi e progettazioni

41) Assistenza e consulenza

90) Altre infrastrutture

99) Altro

Tipologia

NUOVA COSTRUZIONE

01

04) Ristrutturazione

01) Nuova costruzione

02) Demolizione

03) Recupero

06) Manut. Ordinaria

07) Manut. Straordinaria

08) Completamento 09) Ampliamento

05) Restauro
99) Altro

2) RISPONDENZA DELLOPERA AGLI OBIETTIVI DI PROGRAMMA


Analisi dei bisogni
Il presente Studio di Fattibilit denominato Tracciato e infrastrutture del collegamento funzionale agli
ambiti della Citt a ridosso del Fiume Marecchia previsto allannualit 2018 nel Programma Triennale
dei Lavori Pubblici 2016-2018 del Comune di Rimini approvato dalla Giunta Comunale con delibera n^ 433
del 3 dicembre 2015 per essere allegato al Bilancio 2016 in approvazione da pare del Consiglio Comunale.
L'intervento previsto consta in questa fase di studio di 5 soluzioni e precisamente:
soluzione 1

percorso carrabile (senso unico) e ciclo-pedonale con parte dello sviluppo sul piano di
campagna e parte su piloties; partenza da via Predil e sbarco su largo Bordoni, senza
interferenze con i campi sportivi dedicati al gioco del calcio;

soluzione 2

percorso carrabile (senso unico) e ciclo-pedonale con parte dello sviluppo sul piano di
campagna e parte su piloties; partenza da via Predil e sbarco su via Capelli, con interferenza
con i campi sportivi dedicati al gioco del calcio che per potrebbero trovare una adeguata
alternativa prevedendo uno slittamento delle aree dedicate allo sport.

Soluzione 3

collegamento Via Tonale Piazzale G. Bordoni mediante un ponte sul Deviatore Marecchia

Soluzione 4

collegamento Via Bagli Via Rossa mediante un ponte sulla sezione pi lunga del
Deviatore Marecchia

Soluzione 5

collegamento Via Circonvallazione Occidentale Viale Tiberio con attraversamento in


galleria del Parco Marecchia in adiacenza del Bacino del Ponte di Tiberio.

Possibilit di soluzione

Senza opere

Attraverso lintervento di privati

 Con opere

Livello di risposta ai bisogni


L'intervento previsto finalizzato alla risoluzione di problemi di mobilit conseguenti alla auspicata chiusura
del Ponte di Tiberio che da sempre viene utilizzato dal traffico che da Rimini Nord vuole raggiungere il
Centro della Citt e i relativi parcheggi di attestamento.

3)

UBICAZIONE E PROBLEMATICHE URBANISTICO AMBIENTALI

Le previsioni del piano sono state recepite dal RUE adottato in data 29,03,2009 all'art. 3,1,2 verde pubblico e
verde attrezzato

Si allegano





Planimetria catastale
Planimetria PRG (zonizzazione)
Planimetria PSC (vincoli territoriali)
Planimetria RUE (zonizzazione)

Planimetria PTCP

Destinazione urbanistica:
PRG: Zona G3 con destinazione duso Aree attrezzate a verde , per gioco e per lo sport art. 26.3
RUE: Destinazione duso zone a parco art. 3.5.2

Conforme agli strumenti urbanistici


variante con procedura normale
Non conforme: superabile con

variante ex art. 1 L. 1/78


deroga
accordo di programma

Vincoli ambientali:
________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
Vincoli paesaggistici:
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
Vincoli monumentali:
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
Il Responsabile Pianificazione
________________________
3

4) COMPATIBILITA E SOSTENIBILITA AMBIENTALE

Relazione
Considerato il tipo di intervento infrastrutturale da realizzare occorrer verificarne tutti gli impatti sia sulle
matrice ambientali che con il contesto urbano.
Sono da approfondire anche se solo a livello di screening ambientale perch trattasi di nuova infrastruttura
stradale per la quale non vi lobbligo della Valutazione Impatto Ambientale, tutti gli impatti allaria,
acustici, inquinamento dei terreni e delle falde, idraulici e quelli connessi con fauna e flora del parco urbano.
Infine laspetto pi critico quello della portanza del terreno che dovr essere trattato per poter sostenere i
carichi dinamici di una nuova strada.

________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
Conclusioni
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________
________________________________________________________________________________

Opera

Ammissibile
Non ammissibile
Ammissibile alle condizioni:

_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
_____________________________________________________
Il Dirigente Settore Ambiente
____________________

5) ASPETTI AMMINISTRATIVO - PATRIMONIALI


7

Titolo sullimmobile
X
X

comune

propriet pubblica
altro ente
diritto reale ____________________________________
locazione _____________________________________
propriet privata ________________________________

Esigenza di

espropriazione
acquisizione
definizione di rapporti convenzionali

Costi presunti a preventivo


per acquisizione: nessuno
per espropriazione: nessuno

Il Dirigente Patrimonio

Il Dirigente Espropri

________________

_______________

6) PROBLEMATICHE TECNICHE
8

Problematiche progettuali
Dovr essere eseguita una approfondita indagine geologica per la particolarit del sito e in particolar modo
gli aspetti della sicurezza idraulica perch il parco Marecchia rappresenta lambito in cui il fiume potr
esondare in caso di piena storica riversando nellarea verde che svolge anche una funzione di vasca di
laminazione, acque per portate dellordine di 400 mc/sec mentre i rimanenti 900-950 seguiranno il loro corso
fino al mare lungo il Deviatore.
La scelta progettuale definitiva sar quella pi adeguata in termini costi-benefici dopo una attenta e
approfondita analisi SWOT tra le 5 soluzioni gi individuate che potrebbero essere integrate da quelle che
potranno emergere nel corso delle valutazioni di merito.

Problematiche tecnologiche
Dovranno essere realizzate opere di fondazione e contenimento idonee a mettere in sicurezza le parti
strutturali

Problematiche esecutive
- Garantire durante il corso dei lavori, la fruizione della parte di parco circostante.
- Approfondito studio geologico e di stabilit dei terreni.

Attestazione della fattibilit a lotti


Non si prevedono lotti funzionali.

STIMA DEI COSTI


Tracciato e infrastrutture del collegamento funzionale agli ambiti della Citt a ridosso
del Fiume Marecchia
A - Importo
lavori
1) PER LAVORI ED OPERE:

1.200.000
200.000
60.000

Totale lavori 1.460.000


40.000

Totale lavori 1.500.000

- Opere stradali
- Opere impiantistiche
- Sistemazione verde

Totale oneri per l'attuazione dei piani di sicurezza

B - Somme a disposizione dell'Amministrazione Comunale


1- lavori in economia, previsti in progetto ed esclusi dallappalto (compresa aliquota IVA 10%)

40.000

2- rilievi, accertamenti e indagini (compresa relativa aliquota IVA)

40.000

3- allacciamenti ai pubblici servizi (compresa aliquota IVA 22%)


4- imprevisti (compresa aliquota IVA 10%)

8.000
125.000

5- il fondo per la progettazione e l'innovazione di cui all'art. 93, c. 7bis Dlgs. 163/06

10.000

6- acquisizione aree o immobili e pertinenti indennizzi

2.000

7- accantonamento di cui allarticolo 133, commi 3 e 4, del codice

5.000

8- spese di cui agli articoli 90, comma 5, e 92, comma 7-bis, del codice, spese tecniche relative alla
progettazione, alle necessarie attivit preliminari, al coordinamento della sicurezza in fase di
progettazione, alle conferenze di servizi, alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza in fase
di esecuzione, allassistenza giornaliera e contabilit (compresi Oneri fiscali contributi al 4% e IVA 22%)

100.000
9

9- spese per attivit tecnico amministrative connesse alla progettazione, di supporto al responsabile del
procedimento, e di verifica e validazione;

5.000

10- eventuali spese per commissioni giudicatrici

5.000

11- spese per pubblicit e, ove previsto, per opere artistiche

5.000

12- spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche previste dal capitolato speciale dappalto,
collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici

5.000

13- I.V.A. sui lavori (10%)

150.000

Totale Somme a Disposizione

500.000
2.000.000

TOTALE A + B

TEMPI DI REALIZZAZIONE

Progetto

mesi 6 livello preliminare


mesi 6 livello definitivo
mesi 4 livello esecutivo

Esecuzione lavori

DATA DI PREVISTA UTILIZZABILITA

mesi 18

2022

Il Responsabile Unico di Procedimento


Ing. Massimo Totti
_______________________

7) MODALITA ESECUTIVE PARTICOLARI


(problemi di accessibilit, di mobilit alternativa, di stagionalit, ecc.)
Accessibilit
Le opere che saranno eseguite dovranno compiersi senza causare impedimenti o sospensioni di
frequentazione dellarea interessata.

8) ASPETTI SOCIO-ECONOMICI CONSEGUENTI


Modalit di gestione

Gestione e conduzione del patrimonio stradale comunale

Costi di gestione

Pubblica illuminazione Euro _________


Verde pubblico
Euro _________

Costi di manutenzione

Pubblica illuminazione Euro 1000 euro/anno


Verde pubblico
Euro 10.000 euro/anno

Livello di rispondenza ai bisogni

Gli interventi previsti rispondono alla necessit di


intervenire per risolvere le problematiche di mobilit che
matureranno con la chiusura al traffico del Ponte di Tiberio

Esigenze di futuro
intervento / completamento

____________________________________________

Il Responsabile Unico di Procedimento


Ing. Massimo Totti
_______________________

11

9) ULTERIORI ANNOTAZIONI
Lintervento trover copertura finanziaria ad uno specifico capitolo del Piano Triennale Lavori
2016/2018 all'annualit 2018.

____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

VISTO
Il Responsabile Unico di Procedimento
Ing. Massimo Totti
_______________________

12