Sei sulla pagina 1di 1

Francesco Petrarca (Arezzo, 20 luglio 1304

Arqu, 18/19 luglio 1374) stato uno scr


ittore, poeta, considerato, per chiarezza, splendore dello stile e misura ne' sentime
nti, il primo artista[1] italiano. L'opera per cui Petrarca universalmente noto il
Canzoniere. Di grande importanza anche il Secretum, in cui Petrarca dialoga con
sant'Agostino alla presenza muta della Verit.
Canzoniere. Segue: Trionfi (antologie), 1470
Nonostante si considerasse soprattutto, come tutti gli eruditi del suo tempo, un
autore di lingua latina, svolse un ruolo essenziale per lo sviluppo della poesi
a italiana in volgare. Egli innanzitutto il poeta da cui scaturisce l'autonomia
della poesia, il poeta della modernit. Infatti, essendo caratterizzato dal dissid
io interiore e dal dubbio[2], e avendo egli incentrato la propria produzione let
teraria sull'individuo, stato definito dalla critica "protoumanista".
L'opera lirica di Petrarca somma in s tutte le esperienze della poesia italiana d
elle origini, compiendo tuttavia una selezione dal punto di vista della metrica
(stabilendo ad esempio precise regole sull'accentazione degli endecasillabi che
all'epoca di Dante era ancora meno codificata) e negli argomenti (escludendo dal
canone tematico gli elementi goliardici e realistici che nel Duecento erano sta
ti presenti e che continuavano ad avere successo nel Trecento) con cui si influe
nz fortemente tutta la poesia a venire. Il fenomeno del petrarchismo costituisce
uno dei capitoli pi complessi nella storia delle tradizioni letterarie europee.