Sei sulla pagina 1di 1

Caso Ruby[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2011 indagato dalla Procura della Repubblica per induzione e favoreg
giamento della prostituzione, insieme con Silvio Berlusconi, Lele Mora e Nicole
Minetti sul "caso Ruby", sulla base delle prove rappresentate da una lettera ano
nima, pubblicata poi in prima pagina su due quotidiani, e di una valigetta che a
vrebbe portato in Svizzera.[36][37][38] Nello stesso periodo viene licenziato da
Mediaset.[36]
Il 3 ottobre 2011, assieme a Minetti e Mora, viene rinviato a giudizio per il ca
so Ruby. La decisione stata presa dal Giudice dell'udienza preliminare di Milano
Maria Grazia Domanico (V Sezione penale del tribunale del capoluogo lombardo).
Tutti e tre sono accusati di induzione e favoreggiamento della prostituzione anc
he minorile. Il processo cominciato il 21 novembre 2011[39][40].
Il 19 luglio 2013 Fede condannato, assieme agli altri due imputati, dal Tribunal
e di Milano nell'ambito del processo "Ruby" bis a 7 anni di reclusione e all'int
erdizione a vita dai pubblici uffici, con l'accusa di induzione alla prostituzio
ne, favoreggiamento della prostituzione e favoreggiamento della prostituzione mi
norile[41], pi all'interdizione da uffici di mezzi di informazione (incluso come
pubblici uffici). Viene assolto dall'accusa di induzione alla prostituzione mino
rile. Nel processo principale, Silvio Berlusconi, condannato in primo grado, ven
ne invece contemporaneamente assolto, in secondo grado e in Cassazione.[36]
Il 13 novembre 2014 la corte d'appello ha ridotto la pena a 4 anni e 10 mesi[42]
, con le accuse riqualificate nel solo favoreggiamento della prostituzione di un
a maggiorenne, mentre viene assolto dalle accuse di induzione alla prostituzione
e favoreggiamento della prostituzione minorile, in quanto viene riconosciuto ch
e, come Berlusconi, non era a conoscenza della minore et di Karima El Mahroug det
ta Ruby; Fede si dichiara innocente di tutte le accuse, afferma di non aver port
ato lui la ragazza marocchina ad Arcore, di non sapere chi fosse e che cosa face
sse (Ruby stessa non ha mai ammesso di essere una prostituta).[36][43].
Il 22 settembre 2015 la Corte suprema di cassazione accoglie il suo ricorso e an
nulla la sentenza del "Ruby bis" a carico di Fede e Minetti, rinviando ad un nuo
vo processo d'appello.[44]
Altro[modifica | modifica wikitesto]
Nel 2009 fu condannato in primo grado in sede civile per diffamazione contro Ser
gio D'Elia, deputato radicale ed ex membro di Prima Linea, per averlo definito "
terrorista" e aver presentato al Tg4, nel 2006, un lungo servizio che il tribuna
le di Roma defin nella sentenza come diffamatorio (...) all evidente fine di offrire
ai telespettatori un immagine negativa (...) La notizia per esser vera deve esser
e completa, in modo da favorire la libera formazione delle opinioni del pubblico.
[45]
Nell'ottobre del 2014 Fede viene indagato per associazione a delinquere finalizz
ata alla diffamazione per la tentata diffusione di immagini ai giornali, element
o di indagine collegato a un presunto ricatto nei confronti dei vertici Mediaset
per un falso fotomontaggio a luci rosse.[46][47]
Per non aver retribuito il suo ex avvocato Nadia Alecci come da accordi, nel 201
4 gli vengono pignorati circa 450.000 euro tra parcella e riserve.[48]