Sei sulla pagina 1di 14

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTA DI FARMACIA

FITOTERAPIA
Corso di Farmacoterapia e Fitoterapia
Dott. Daniele Lecca AA 2008/09

PANAX GINSENG (Ginseng)

Pianta erbacea, originaria della Cina Nord-orientale. Il termine Panax" (panacea), si riferisce alla capacit della pianta di migliorare o risolvere ogni tipo di disturbo.

DROGA radici di almeno 6 anni (ES titolato al 2.7% in ginsenosidi totali

FAMIGLIA Araliacee

COMPOSIZIONE CHIMICA Saponine triterpeniche (ginsenosidi 0,7-3%) Olio essenziale (0,05%) salicilati, acido vanillico polisaccaridi Aminoacidi essenziali e non acido nicotinico Tannini Vitamine

Ginseng

COMPOSIZIONE CHIMICA Saponine triterpeniche (ginsenosidi 0,7-3%) Olio essenziale (0,05%) salicilati, acido vanillico polisaccaridi Aminoacidi essenziali e non acido nicotinico Tannini Vitamine

Ginseng

Indicazioni popolari del Ginseng:


Alla droga sono attribuite numerose propriet:

Adattogeno e antistress, aumentando la capacit dell'organismo di


adattarsi allo stress (resistenza al freddo, al caldo, alle intossicazioni)

Anabolizzante Antiastenico Ipoglicemizzante Epatoprotettivo Abbassa e controlla il tasso di lipidi nel sangue agendo cos sul fegato e sui sistemi di disintossicazione Eupeptico favorendo la digestione Stimolante il sistema immunitario Antiossidante Afrodisiaco Ginseng

l'attenzione

Stimolante endocrino e surrenale Tonico rinvigorente (utile in convalescenza) Stimolante il metabolismo basale ed il SNC Antidepressivo, migliorando il tono dell'umore, la capacit mnemonica e

Attivit biologiche ed impieghi clinici descritti in letteratura

Le attivit biologiche ed i pi noti impieghi clinici descritti per il fitocomplesso di Panax ginseng sono: Attivit adattogena Aumento del rendimento fisico e mentale Attivit antiamnesica (aumento della liberazione di ACh dai neuroni dellippocampo) Attivit metabolica, con aumento della sintesi proteica Attivit endocrina, con stimolazione ed aumento dei livelli di ACTH Effetti positivi sul sistema nervoso centrale e periferico Attivit immunostimolante e Sinergismo con i vaccini influenzali Attivit antiaggregante piastrinica Attivit sullapparato cardiovascolare Attivit ipoglicemizzante Attivit antigastrite ed antiulcera Attivit antiossidante Attivit stimolante la funzione sessuale maschile Ginseng

Attivit adattogena. Il ginseng aumenta il rendimento fisico e mentale, con unazione tonica e stimolante, migliorando la resistenza psico-fisica in situazioni di stress.
Utile in caso di intensa attivit mentale e/o fisica e negli stati di astenia ed esaurimento psicofisico; viene inoltre efficacemente impiegato dagli atleti come ergogenico nelle prestazioni sportive. Il meccanismo dellazione adattogena del Ginseng sembra essere principalmente di tipo neuro-endocrino, con coinvolgimento dellasse ipotalamo-ipofisi-surrene, con aumento della produzione di glucocorticoidi (ormoni dello stress).
Lattivit adattogena stata dimostrata sperimentalmente nello stress da freddo e nel nuoto forzato. Nel topo, la somministrazione di Ginseng Radix, aumenta la capacit natatoria dellanimale e riduce il tempo di immobilit. Un lavoro clinico in doppio cieco controllato, conferma lattivit del Panax ginseng nel migliorare la qualit della vita di 625 pazienti di entrambi i sessi, di entit superiore rispetto ad altri supplementi dietetici

Ginseng

Azione stimolante sul Sistema Nervoso Centrale (SNC), con miglioramento delle funzioni cognitive, del tono dellumore e riduzione del senso di stanchezza in condizioni di stress lavorativo (Hallstrom et al. 1982)
Attivit antiamnesica. Numerosi AA riferiscono una attivit dellestratto di Panax ginseng sullapprendimento (memoria di lavoro e memoria recente) e sul consolidamento della memoria nel ratto anziano, ed in numerosi modelli sperimentali di amnesia. Leffetto sembra dovuto prevalentemente al ginsenoside Rb1, che 1) aumenta la liberazione di ACh dai neuroni dellippocampo, e dopo trattamento ripetuto, sarebbe in grado di 2) aumentare luptake della colina il principale precursore dellacetilcolina nei neuroni colinergici, e di 3) stimolare la colina acetiltransferasi (ChAT), lenzima che sintetizza lACh. Il Ginseng agirebbe sulla long-term potentiation, il meccanismo che consente la fissazione della memoria a lungo termine nellippocampo. La somministrazione di ginsenosidi aumenta lo sviluppo e la maturazione del SNC di topo, con una marcata azione sulle sinapsi neuronali dellippocampo dellarea CA3 quella pi direttamente coinvolta nei processi di apprendimento e di memorizzazione. Su questi neuroni, i ginsenosidi hanno anche una attivit protettiva nei confronti di aminoacidi eccitatori e dellipossia cerebrale, che potrebbe spiegare gli effetti del Panax ginseng sullinvecchiamento cerebrale.

Ginseng

Attivit sullapparato cardiovascolare. Il Panax ginseng ed i ginsenosidi risultano attivi in molti modelli di ischemia-riperfusione del cervello alla dose di 100 mg/kg iv, e nel miocardio alla dose di 100-200 mg/kg. In un modello di ischemia-riperfusione del miocardio da legatura dellarteria coronarica, i ginsenosidi sono risultati attivi nel ridurre i segni biochimici ed elettrofisiologici di ischemia. In un modello sperimentale di infarto del miocardio, i ginsenosidi sono risultati attivi alla posologia di 100 mg/kg i.p.

Ginseng

Attivit ipoglicemizzante. Il ginsenoside Rg1 possiede una efficace azione ipoglicemizzante: leffetto dose-dipendente, dura circa 4 ore e non si riduce con la somministrazione ripetuta. Il meccanismo dellattivit ipoglicemizzante dei ginsenosidi non noto. Alcune evidenze sperimentali sembrano suggerire un aumento della quantit di GLUT2 sulla superficie dellepatocita.

Ginseng

Altre ATTIVIT DEI GINSENOSIDI I meccanismi di azione descritti per alcuni dei principali GINSENOSIDI del Panax ginseng sono: Attivit calcioantagonista sui canali lenti del calcio, dimostrata da una
riduzione dellampiezza del potenziale di azione osservato in miocardiociti e mediata da proteine GTP-dipendenti;

Inibizione delle fosfodiesterasi calmodulina-dipendenti; Stimolazione della produzione di nitrossido; Inibizione della sintesi del trombossano; Effetti sulle pompe di membrana. Alcuni AA hanno riportato una inibizione della Na+/K+ATPasi di membrana da parte del ginsenoside Rb1; altri AA una attivazione dellATPasi di sinaptosoma cerebrale.

Ginseng

INDICAZIONI TERAPEUTICHE La droga indicata nei periodi di astenia e durante le convalescenze. La droga indicata per migliorare la resistenza psico-fisica nei periodi di stress fisico e mentale. Pu essere utilizzata dagli studenti in piccole dosi da assumere al mattino per trattamenti a breve termine nei periodi pre-esame. POSOLOGIA E MODALIT DI SOMMINISTRAZIONE Estratto secco: 150-200 mg al mattino. Tollerabilit. La U.S. Food & Drug Administration ha incluso il Ginseng nellelenco delle droghe generalmente ritenute sicure.

Ginseng

INTERAZIONI La droga pu interagire con i farmaci anticoagulanti (Warfarin), con i farmaci antipertensivi ed antipsicotici. Il Ginseng pu alterare lievemente il livello ematico di glucosio (attenzione da parte dei diabetici e dei soggetti in terapie ipoglicemizzanti). CONTROINDICAZIONI E PRECAUZIONI D'IMPIEGO Il Ginseng pu causare tachicardia, disturbi del sonno, insonnia, irritabilit, ipertensione. La droga sconsigliata nei soggetti irritabili e con disturbi d'ansia. Sono sconsigliati i trattamenti a lungo termine con estratto di Ginseng. Sono sconsigliati trattamenti con alte dosi della droga. Il Ginseng controindicato in gravidanza, durante l'allattamento e nell'infanzia. Nell'anziano si consiglia di assumere la droga solo sotto controllo medico. Il Ginseng assolutamente controindicato negli ipertesi e nei cardiopatici, nelle psicosi, nella Depressione maggiore, nel disturbo Bipolare e nelle cardiopatie. Ginseng

CONSIGLI NELLA PRATICA CLINICA Si consiglia cautela nell'assumere i preparati a base di Ginseng. Sono consigliati trattamenti di breve durata (al massimo per 1 mese), non pi di tre volte l'anno. Si consiglia di assumere il Ginseng in una sola dose al mattino (preso alla sera pu causare disturbi del sonno).

Ginseng