Sei sulla pagina 1di 2

La preparazione del terreno per un semplice orto primaverile1

Lapprossimarsi della primavera, indica il momento, per chi non lha fatto in autunno, di preparare il terreno per le semine e i trapianti primaverili degli ortaggi. E infatti opportuno che il terreno venga lavorato per tempo, in modo da essere pronto al momento della semina. Solo apparentemente linverno un periodo morto per la natura: in realt in questo periodo avvengono una serie di processi di trasformazione poco visibili dallesterno in quanto si svolgono prevalentemente sotto terra. E allora, per chi crede allimportanza dei processi naturali rifiutando soluzioni di natura chimica, la cura del terreno e dei suoi processi naturali rappresenta la principale priorit della pratica agricola: un terreno sano e ben nutrito costituisce la premessa indispensabile per prodotti agricoli sani, capaci a loro volta di nutrire noi nel modo giusto. E importante arieggiare il terreno, per eliminarne il compattamento nonch erbe e radici. Questa operazione pu essere fatta a mano, con la zappa, oppure con mezzi meccanici di varia dimensione, a cominciare dalle piccole motozappe. E opportuno farlo con il terreno in tempera, ossia con il giusto livello di umidit, n troppo secco n troppo bagnato. Per questo preferibile lavorare il terreno in autunno, prima dellarrivo di piogge troppo abbondanti. Ma anche in inverno ci sono periodi di bel tempo che consentono ancora di intervenire. Nella preparazione del terreno importante la concimazione che, in agricoltura biologica, esclude luso di qualunque sostanza di sintesi, e si basa invece su tre interventi principali: 1. letame animale ben maturo (almeno 6-7 mesi), proveniente possibilmente da animali sani, nutriti con mangimi naturali e a cui non siano stati dati prodotti farmaceutici; 2. compost derivato da avanzi vegetali, anche domestici. Anche questo deve aver raggiunto il giusto grado di maturazione;

Dispensa redatta da www.lespinose.it Azienda Agricola Biologica - Loc. Colle Croce snc - 02046 Magliano Sabina (RI)

F.OR.Tec. Formazione Orticola Tecnologica Progetto realizzato da SIAB Servizi Integrati per lAgricoltura Biologica in collaborazione con la Provincia di Roma

3. sovescio, o letame verde. Si tratta di unantica pratica agronomica, che negli ultimi decenni stata soppiantata dallutilizzo di prodotti chimici.

Ma gli agricoltori lhanno praticata per millenni, garantendo la fertilit del terreno che oggi invece subisce processi di desertificazione a causa del loro sfruttamento massiccio e sconsiderato. Il sovescio consiste nel seminare essenze di vario tipo, prevalentemente leguminose, con il fine di apportare al terreno preziose sostanze nutritive. Ossia, il fine non quello di raccogliere i frutti, in quanto il sovescio va trinciato allinizio della fioritura, bens quello di nutrire il terreno, sia grazie allopera delle radici che allinterramento della parte verde dopo la trinciatura. Ma per chi voglia avviare da zero il proprio orticello su piccoli appezzamenti, nel proprio giardino o addirittura in terrazza, questo il momento per cominciare a lavorare la terra, magari utilizzando letame maturo preso da un contadino di fiducia, o concimi naturali che si trovano in commercio.

F.OR.Tec. Formazione Orticola Tecnologica Progetto realizzato da SIAB Servizi Integrati per lAgricoltura Biologica in collaborazione con la Provincia di Roma