Sei sulla pagina 1di 11

GIUSTIZIA CIVILE

Disciplina dei rapporti giuridici tra privati


Procedimenti contenziosi –
• Proprietà diritti reali
• contratti
• Diritto di famiglia ( separazioni -divorzi)
• Risarcimento del danno ( sinistri stradali, danni alla persona)
Divisioni ereditarie
Cause di lavoro e di previdenza
Volontaria Giurisdizione
Questioni di natura pubblicistica :
Amministrazioni di sostegno –tutele curatele
Trattamenti sanitari obbligatori
Affidamento di figli minori
Come inizia una causa civile?
• Di regola tramite un avvocato viene depositato un ricorso o citazione
con il quale una parte, attore o ricorrente cita a comparire in giudizio
un’altra parte che si chiama convenuto o resistente per formulare una
domanda
• Normalmente bisogna pagare una tassa che si chiama contributo
unificato oltre l’onorario dell’avvocato
• Le parti non abbienti possono chiedere l’ammissione al gratuito
patrocinio
COME SI SVOLGE IL GIUDIZIO
• A differenza dei processi penali i processi civili si svolgono
prevalentemente mediante il deposito di atti e documenti
• Possono essere sentiti dei testimoni o determinati esperti di materie
specialistiche CTU
• Il processo si conclude di regola con una sentenza che riconosce o
accerta il diritto di una parte nei confronti dell’altra, condanna la
parte soccombente al pagamento di una somma di denaro o ad
un’altra prestazione
• Condanna alle spese di lite in favore della parte vittoriosa ( chi perde
paga)
La giustizia civile in Italia
• A causa dell’elevato numero di procedimenti pendenti i tempi per la
definizione dei giudizi rimangono piuttosto alti anche se la situazione è
migliorata negli ultimi anni
• Sono stati pensati sistemi alternativi ADR quali LA MEDIAZIONE LA
CONCILIAZIONE GIUDIZIALE, i tempi per l’emanazione delle sentenze
rimangono sempre lunghi
• dai 4,5 milioni del 2014 il numero è sceso ai 3,0; ciò è dovuto a molteplici
fattori: l'importo del contributo unificato, il miglioramento dei tribunali
quanto a capacità di definizione, migliore classificazione e riclassificazione
dei procedimenti civili sulla scorta di una corretta nozione di
“procedimento pendente”, di “falsa pendenza”, “arretrato civile”
I dati del Tribunale di Brindisi
• Pendenza contenzioso:
• Volontaria:
• Indice di litigiosità 15,46 procedimenti contenziosi per 1000 abitanti
(dati ministero della gkustizia 2016)
• Pendenti ultratriennali 23, 4%
• Rapporto definiti iscritti 1,29
• Durata media effettiva 893 giorni
• Per quanto concerne i procedimenti di volontaria giurisdizione in
tema di tutela dei soggetti deboli (amministrazioni di sostegno,
interdizioni e inabilitazioni), sono in via di realizzazione i cosiddetti
“sportelli della giustizia”, diretti in particolar modo a facili-tare
l’accesso degli utenti sia al Tribunale che alle procedure da
intraprendere ed anche attraverso la predisposizione di incontri
(alcuni dei quali già avvenuti, altri in corso di programmazione), con
gli amministratori locali, allo scopo di individuare possibili sedi
decentrate dei cosiddetti sportelli.
• Per quanto riguarda il contenzioso civile ordinario persiste tuttora un
rilevante numero di cause iscritte a ruolo, alcune delle quali anche
ultradecennali, e che sono in attesa di definizione
• In costante ascesa il settore delle separazioni e divorzi, rispetto al
quale, nonostante le iniziative adottate fino ad ora, non si riesce
ancora a garantire i tempi stabiliti per la fissazione della prima
udienza
• Costante la pendenza nel settore delle procedure prefallimentari e
fallimentari, in notevole aumento le esecuzioni mobiliari e
immobiliari, frutto di una crisi economica che non accenna a
diminuire.
• Per il resto del contenzioso civile, si registra una riduzione delle
pendenze (da 6702 a 6396), mentre si conferma rilevante il numero
delle controversie per responsabilità professionale, in particolar modo
di natura medica; in calo le controversie in materia bancaria.
• L’organico dei magistrati registra due scoperture e un posto fuori
ruolo.
• Particolarmente grave - e destinata a peggiorare – la situazione
dell’organico del personale amministrativo, a causa dei pensiona-
menti. Parziale – e difficoltosa – l’attuazione anche del P.C.T.