Sei sulla pagina 1di 4

LE TRASFORMAZIONI ECONOMICHE E

SOCIALI DEL ‘500

Si asitette a un incremento della


domanda dei beni determinato dalla
crescita demografica, inoltre la Per l’aumento demografico ci fu
sovrabbondanza di argento e oro dai un aumento della forza-lavoro che
nuovi paesi scoperti, favorì la fece abbassare i salari ma
produzione della moneta: contribuì ad affermare il settore
determinando una forte inflazione tessile e il lavoro a domicilio che
definita come ‘rivoluzione dei prezzi’ favoriva i contadini.

L’inflazione fece diminuire il valore della


moneta e i prezzi aumentarono con Tra nobiltà e lavoratori, la
importanti conseguenze: prima reagì: aumentarono i
•I salari persero valore; contratti d’affitto a breve
•Le rendite delle proprietà agrarie e termine, gli accordi di
fondiarie persero valore mezzadria, le riscossioni in
•Il minore valore del denaro natura e vennero
avvantaggiava la borghesia reintrodotte le lavorazioni
delle terre a corvèes.
Il banditismo fu visto come un
problema sociale e la soluzione fu di
stampo repressivo: nel 1576
l’Inghilterra emanò ‘le leggi sui poveri’,
affidandoli alle parrocchie distinguendo
vecchi (inadatti al lavoro) e giovani
Il ‘500 fu segnato dal fenomeno della (adatti al lavoro)
pauperizzazione dei ceti popolari e dal
contrasto fra ceti rurali e nobiltà
terriera. La maggior parte della
popolazione si ritrovò a mendicare.
Mendicanti e vagabondi provocarono Nel 1587 a Roma, Papa Sisto V
disordini, sommosse ed episodi di accolse i poveri in uno
banditismo ‘spedale’ rilasciando loro un
certificato che gli garantiva la
possibilità di mendicare
L’economia rimase prevalentemente agricola e
basata sulle attività manifatturiere e sui commerci.
Lo sviluppo del lavoro a domicilio e l’aumento della
produzione condussero ad un nuovo fenomeno : la
‘protoindustrializzazione’. Né conseguì una
rivitalizzazione delle attività economiche che portò
allo sviluppo del ‘protocapitalismo’. Sorsero le grandi
banche dei Fugger e dei Welser.
Le monarchie chiesero
prestiti alle banche e non La borghesia entrò da subito in
riuscendo a pagare i debiti contrasto con la vecchia
finirono in bancarotta. aristocrazia, anche se, ben
presto, le due realtà divennero
Nasce una nuova aristocrazia basata sempre più simili.
sul denaro avente un’identità e un Una parte della borghesia trovò una
modo di essere nuovi ed originali: la via di ascesa politica amministrando i
borghesia. I borghesi portarono a domini e i sudditi dei sovrani. Tale
compimento la rivoluzione culturale nobiltà viene definita ‘nobiltà di toga’
iniziata con l’Umanesimo e il differente dall’antica ‘nobiltà di spada’
Rinascimento.
I borghesi consolidarono il loro
prestigio finanziando le opere
pubbliche e ingaggiando i migliori
architetti e i pittori più quotati.
Spagna e Portogallo furono i principali
protagonisti sulla scena mondiale ma il loro
primato non durò molto: fecero un eccessivo
affidamento sull’oro e l’argento delle colonie.
L’esportazione aumento a causa dell’ampia
disponibilità di metalli preziosi facendoli
diventare dipendenti dalle nazioni estere.
Questo provocò una decadenza economica.
Le navi cariche di metalli preziosi
attraccavano direttamente nei
La Spagna dopo un periodo di paesi creditori provocando una
supremazia politica durante la maggiore decadenza dello Stato
quale riuscì a conquistare
addirittura il Portogallo, esaurì i
capitali e i sovrani spagnoli Le difficoltà della Spagna
furono costretti a contrarre danneggiarono i Paesi ad essa
prestiti dalle banche ricorrendo legati come l’Italia. Andamento
all’uso delle lettere di cambio. opposto ebbero l’Olanda e
l’Inghilterra.