Sei sulla pagina 1di 14

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Anita Caprioli

PAGINA

84

Il sorriso di Diana
REGIA Luca Lucini SCENEGGIATURA Mauro Spinelli FOTOGRAFIA Manfredo Archinto MONTAGGIO Nicola Barnaba SCENOGRAFIA Marco Luppi ASSISTENTE SCENOGRAFIA Mauro Spinelli COSTUMI Giorgia Alemanni SONORO Antonio Barba ORGANIZZATORE GENERALE Simona De Laurentiis REGISTA Miguel Lombardi ISPETTORE DI PRODUZIONE Francesco Trifiro SEGRETARIO DI PRODUZIONE Matteo Mandelli PRODUTTORE Francesca Longardi PER CATTLEYA

AIUTO

personaggi e interpreti

DIANA Anita Caprioli

FABIO

Michele Venitucci

w
PAGINA

85

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

Luca Lucini REGISTA


PER QUANTO MI RIGUARDA STATA una delle settimane pi belle e divertenti della mia vita professionale. Cera unatmosfera diversa, magica, sembrava stessimo vivendo una favola, ma soprattutto rispetto ad una troupe normale (io vengo dalla pubblicit) sembrava che non fossi il solo a vivere questa sensazione, come se a tutti importasse veramente il risultato. Credo che una delle ragioni fosse anche una presenza cos importante e misteriosa: insomma il nostro protagonista principale non esisteva, ma in realt era presente nellaria quanto ognuno di noi, scappava, si confessava, affrontava i nemici, e soprattutto ci inteneriva con la sua follia damore. La difficolt che pensavo mi avrebbe creato pi problemi era proprio questa, dover immaginare tanto e riuscire a provare emozioni inquadrando dei back ground vuoti, o muovendo degli acini duva con dei fili di nylon. Ebbene, non ho trovato alcuna difficolt anzi lho trovata unesperienza molto costruttiva per luso dellimmaginazione e della fantasia, perch se vero che lavorando con la grafica 3D bisogna immaginarsi tutto anche vero che per puoi immaginare molto di pi. Ora spero che il lavoro con la post produzione ci dia i risultati sperati; sar importantissima anche la musica e la colonna audio che ovviamente riguarder anche voci e rumori di insetti. Un ringraziamento particolare mi sento di farlo a Anita Caprioli, bellissima e bravissima, che ha affrontato il progetto con grande entusiasmo e professionalit. Era la prima volta che lavoravo per unintera settimana con un attore professionista senza lo scopo primario di vendere qualcosa ma con la sola volont di divertire ed emozionare il pubblico, anche questa stata unesperienza per me davvero bella e non vedo lora di ripeterla. Coccolato dai budget pubblicitari pensavo che su unoperazione del genere avrei dovuto affrontare una situazione economicamente difficile, ma con grande sorpresa ho avuto pi di quanto sperassi, tutto ha funzionato perfettamente, la produzione ha fatto un ottimo lavoro e mi ha messo a disposizione una troupe fantastica. Manfredo Archinto ha potuto sperimentare questa nuova telecamera con ottimi risultati, anche grazie al fantastico lavoro del reparto scenografia che ha trasformato in continuazione la casa lavorando ininterrottamente per le particolari esigenze della nostra storia, con una fantastica cura dei dettagli, importantissima per il nostro risultato, con pi di un terzo delle inquadrature con un back ground di non pi di 30 cm.

Francesca Longardi PRODUTTRICE


CATTLEYA UNA SOCIET INTERESSATA A LAVORARE con talenti emergenti e a sperimentare nuove tecnologie, quindi loccasione di partecipare al Premio Cinecitt Digital stata per noi unottima opportunit per spingerci pi decisamente in questa direzione. La sceneggiatura de Il sorriso di Diana ci ha subito colpito per la sua originalit ed il suo contenuto universale (la storia infatti racconta lamore di un ragno per una donna, che diventa subito metafora di tutti gli amori impossibili) ed anche perch si presentava come una sfida produttiva. Il corto prevede infatti un grosso lavoro di post-produzione dato che pi di met delle inquadrature dovranno essere lavorate con la grafica 3D per costruire il nostro protagonista, il ragno Agenore, ed il suo mondo. In questo senso, la scelta di collaborare con la Proxima, che si offerta di sponsorizzare questa operazione, stata decisiva per la realizzazione del corto. Abbiamo dovuto preparare un storyboard molto dettagliato che prevedesse i movimenti del nostro protagonista, il ragno Agenore, e di tutti gli altri insetti che popolano lappartamento di Diana. E stata poi necessaria sul set la presenza di un tecnico della Proxima che controllasse ogni inquadratura nella quale sarebbe poi stato necessario lintervento degli effetti ottici. La scelta della squadra stata decisiva. Lautore Mauro Spinelli, che abitualmente fa il fornaio e vive in provincia di Treviso, non si sentito di curare anche la regia del suo corto e quindi abbiamo scelto un regista che secondo noi poteva avere la sensibilit giusta per realizzare questa storia e Luca Lucini si subito rivelato il candidato ideale. Luca e Mauro hanno collaborato insieme par riscrivere e semplificare la sceneggiatura rendendone pi semplice la realizzazione ma senza perdere nulla della forza che lanimava. La lavorazione ha rappresentato una sfida per tutti quelli che vi hanno partecipato con grandissimo spirito di collaborazione, a partire dagli attori (Anita Caprioli e Michele Venitucci), i capi reparto e i tecnici. La telecamera P24 della Philips presenta delle problematiche nuove cui bisogna adattarsi ma, da quello che abbiamo visto, anche una qualit superiore rispetto al digitale cui siamo stati abituati fino ad ora ed i risultati sono molto incoraggianti tanto da far presagire un futuro diverso per il nostro cinema.

t
86

PAGINA

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Sul set

Il sorriso di Diana
sceneggiatura
S CE NA 1

Appartamento. Int. Giorno.


Siamo allinterno di un grande appartamento. Bench il disordine e la sporcizia indichino un lungo abbandono, evidente che ci troviamo in una abitazione dun certo livello e prestigio. Ma la sua attuale decadenza ad interessarci. Vediamo la tappezzeria scollata, un lampadario preda delle ragnatele e sul pavimento: bottiglie vuote, fogli di giornali. Una scarpa da ginnastica addirittura diventata dimora degli insetti ed un cartone di pizza per asporto il loro magazzino viveri. E malinconico lo sguardo sulla copertina dun vecchio fumetto dellUomo Ragno che qualcuno ha dimenticato. Una farfalla, quasi fosse il primo soffio dun vento di novit, posata sulla maniglia (esterna).
N AR RATOR E (SULLE
IMMAGINI SOPRA DESCRITTE COME DA RIPRESE )

I momenti migliori dellamore sono quelli di una quieta e dolce malinconia dove tu piangi e non sai perch, e quasi ti rassegni riposatamente a una sventura e non sai quale.

Squillo di telefono. Sentiamo una voce femminile avvicinarsi. Dal tono e dalle pause evidente che sta parlando al cellulare. E Diana, la nuova inquilina dellappartamento.
D IANA

mass, certo che gli voglio bene, cosa centra? E solo chesinsomma, il grande amore, quello che ti toglie il respirobeh unaltra cosa. Fabio un bravo ragazzo ma, forse, io cerconon lo so cosa cerco.

PAGINA

87

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Anita Caprioli

Vediamo la maniglia abbassarsi, la farfalla vola via.


D IANA (CONTD)

Mariella, mi sto confidando con te perch sei la mia migliore amica e penso che tu possa capirmi. A nessun altro direi queste cose.

La ragazza entrata nella casa, ha il telefonino sulla spalla, le mani sono occupate da scope ed altro armamentario utile per le pulizie. Guarda il desolante stato dabbandono in cui versa la sua nuova dimora.
D IANA

Uh santo cielo! No, no per lappartamento. E ridotto ancora peggio di come lo ricordavo. Senti, meglio se mi richiami pi tardi perch qui un disastro. Uffamann!! E chiaro che non ho alcuna intenzione di far soffrire Fabio!

Noi vediamo degli insetti che, spaventati dai rumori, fuggono abbandonando la scarpa ed il cartone della pizza. Ora vediamo lombra di Diana e di un secchio di plastica che si stagliano minacciosamente sul pavimento.
D IANA (CONTD)

Come puoi pensarlo? Guarda che gli voglio bene. Ho solo dettoche se trovassi qualcuno che sapesse amarmi oltre tutto, oltre se stesso ma dove lo trovi? Giusto: nelle fiabe. Hahahahano, ora ti devo lasciare veramente perch qui un casino. Immaginati che sfitto da pi di un annono, no se per quello ho fatto un affare, credimi. Certo, visto cos un po lugubre ma ci penso io, vedrai. S pi tardi. Ciao. S ciao.

PAGINA

88

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

Diana ha chiuso la comunicazione. Ora tutta la sua attenzione per lappartamento, e ce ne vorr molta, vista la situazione. Sospirone e parte con le pulizie.
N AR RATOR E

Chiss se Diana avrebbe mai trovato quellamore che desiderava tanto. Quel grande amore che tutti sognano. Quellamore forte a tal punto da rimpicciolire luniverso e trattenerlo in un battito di cuore

Vediamo un ragno di spalle che controlla la situazione. Si volta e si avvicina alla mdp sino a sfumare. Stacco Apriamo con Diana impegnata nelle pulizie. Quelle che sono normali operazioni di riordino, per gli insetti significano pericolo e morte. Gli insetti fuggono. Larrivo di Diana non era atteso. Ne sanno qualcosa un paio di scarafaggi che escono barcollanti ed ubriachi da una bottiglia di whisky irlandese. Ma non c tempo per sorridere. Le nere setole di una scopa inghiottono un gruppo di formiche. E come se non bastasse, Diana dal suo arsenale estrae una delle armi pi micidiali: laspirapolvere! E dove non arriva laspirapolvere: sciac! Ci pensano le suole degli zoccoli calzati dalla ragazza. Stacco Siamo nuovamente sul ragno Agenore. Tra tutti, pare lunico che sappia conservare il sangue freddo. Continua ad osservare la ragazza. Blocca un gruppo di profughi e li indirizza verso la salvezza quindi torna ad osservare. Ora Diana in pieno orgasmo omicida. Usa anche un insetticida spray. La nube tossica miete immediatamente le prime vittime. Un gruppo di formiche attira la nostra attenzione. E commovente vedere una formichina che vaga tra i corpi esamini dei suoi parenti. Anche la sua sorte segnata. Diana sta per dar corso alla saponata del pavimento. La formichina morir. Agenore se ne rende conto e si lancia in suo soccorso. Lafferra proprio nellistante in cui la schiumosa onda sta per travolgerla. Diana, ignara di cosa stia causando, procede spedita a concludere il suo disegno igienico. Ora ha uno spazzolone in mano. Agenore pone in salvo la formichina e si lancia in una corsa a perdifiato. Ha intuito ancora una volta le intenzioni della ragazza e deve precederla. La meta di quella gara il bagno. Stacco Qui, un gruppo di ragni sta organizzando la fuga.
AG E NOR E

Via, via, via! Sta arrivando, sta arrivando

La moltitudine degli insetti saffretta. Agenore si ferma ansante al fianco di un vecchio ragno che guida le operazioni con piglio militare. Al suo fianco c lunico tra tutti gli altri aracni a poter competere per grandezza e decisione con Agenore. E Aristarco, suo fratello.
V ECCH IO R AG NO (AI
PROFUGH i)

Veloci, veloci! (AI FRATELLI ) E troppo tardi, non ce la faremo mai. gi qui. Agenore, Aristarco: dovete fermarla ! Anche per pochi secondi. Lo chiedo a voi due perch siete i pi forti ed i pi coraggiosi. Io le andr incontro.

(I tre ragni allungano le zampette e le incrociano come fossero spade. Urlano allunisono. Duri banchi, quindi il vecchio sospira e parte di scatto) Addio.
PAGINA

89

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

Stacco Agenore ed Aristarco si guardano. Agenore strizza locchio al fratello, laltro sorride, ma il sorriso forzato, rassegnato di colui che sa perfettamente dandare verso il sacrificio.
AG E NOR E A R ISTARCO (ANNUISCE

Sei pronto fratello?


E GUARDA IL FRATELLO CON DOLCEZZA ) S. (CON UNA RISATA SMORZATA, NASALE) Quante ne abbiamo passate io e te assieme?... Eccola. Arriva.

AG E NOR E

Il vecchio ragno nel frattempo fronteggia Diana. La quale lo inchioda al suo destino sul battiscopa. Diana si leva lo zoccolo dal piede. Tocca ad Aristarco. Il ragno scatta lungo il bordo della vasca. Noi viviamo la sua morte attraverso le espressioni del fratello. La botta che uccide Aristarco cos violenta che lo spostamento daria fa ruzzolare Agenore nel fondo della vasca. Ora lo vediamo dallalto in basso. Lombra minacciosa lo oscura. Agenore respira con affanno e guarda in alto, si rialza di scatto. Diana si sporge. La vediamo dal basso in alto. Vediamo il ragno dallalto in basso. Il gioco di sguardi che intercorre tra i due segner per sempre il destino del ragnetto. Diana: alza lo zoccolo, lo vibra. Si ferma e sorride.
D IANA

Mahin fondo... ragno porta guadagno. Vabb piccolo, ti risparmio. Mamma mia che brutto che sei!

Agenore: passa dalla certezza della morte (senza reazioni eccessive, lo sguardo miope, semplicemente attendendo il colpo); alla perplessit per il protrarsi di quella esecuzione (aggrotta le ciglia, fa un motto con la testa, cerca una via di fuga); allo stupore per esser stato risparmiato (quando si rende conto che vivr, piega leggermente il capo e scruta confuso il volto di Diana che ci appare sorridente). Vediamo lui, quindi lei, ancora lui. Vediamo dal basso in alto la ragazza che si rialza. Il tremore della testa di Agenore irregolare, sembra quasi voglia chiedere alla donna perch lo si risparmiato. Ora Diana in piedi, dal basso in alto lancia un ultimo sguardo accompagnato da un sorriso verso il fondo della vasca. Per lei un alzare di spalle divertito, per lui qualcosa che significa vita. La luce si spegne. Siamo in penombra oppure illuminati dalla luce del corridoio. Agenore basito. Incapace di qualsiasi azione. Gli occhi rivelano quanto egli sia sconcertato.
I L N AR RATOR E

Incapace di muoversi, di reagire, Agenore rimase nella vasca tutta la notte. Lui, il pi coraggioso tra tutti si sentiva spento, devastato, inutile. I suoi pensieri erano scossi ed agitati come le onde spinte contro la scogliera dalla forza terribile di un uragano il cui fragore era una ripetuta ed ossessiva domanda: perch? Perch non mi ha ucciso? Cosa vuole da me?

Chiusura
N AR RATOR E

Ed in quella tempesta che agitava il suo animo una ed una sola immagine emergeva a tormentarlo: il viso di Diana, i suoi occhi dolci, il suo sorriso

Agenore dallalto spia Diana. Stacco.


N AR RATOR E (CONTD) Ci vollero giorni prima che potesse capire, ammettere.

PAGINA

90

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

Il sorriso di Diana di Luca Lucini Il regista Luca Lucini con Anita Caprioli

Ora il ragno appoggiato di schiena al muro (di fianco ad un termosifone), sofferto, inquietato, emozionato mentre spia Diana che canticchia (possiamo vederla dal basso in alto oppure, passando, lombra oscura il ragno). Chiusura Vediamo Agenore al fianco della ragnatela tombale del vecchio ragno.
AG E NOR E

capisci Vecchio ragno? Ioiodimmi qualcosa, consigliami. Lo hai sempre fatto

Attende la risposta. Questa non arriva. Se ne va. Incrocia due insetti e pare non accorgersene. I due insetti, allaltezza del vecchio ragno si guardano perplessi, si voltano e lo seguono mentre si allontana. Stacco Agenore spia Diana.
N AR RATOR E

Ma il vecchio ragno come poteva rispondergli? Forse, neppure se fosse stato vivo avrebbe saputo farlo. Allora, Agenore, quella risposta la cerc dentro di s e fu semplice trovarla: si era innamorato di Diana.

PAGINA

91

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

q
POV di Agenore: stacchi progressivi sul volto di Diana visto dallalto in basso. In PP Diana che guarda in macchina e sorride: leggermente piegata, i capelli le cadono sulle spalle.
N AR RATOR E (CONTD)

E come tutti gli innamorati volle sognare. Neg qualsiasi evidenza, ingigant casualit, vide oltre la logica e soprattutto: silluse

Agenore si cala dal soffitto. La luna lo evidenzia in controluce. Chiusura. Diana mangia delluva. Dal grappolo sfugge un acino. Questo rotola proprio accanto ad Agenore. Il ragnetto imbambolato. Chiusura. Vediamo lacino duva posto come una reliquia su di un ditale rovesciato. Il ragno si dondola con il filo e quando ha preso sufficiente slancio si lancia. Sta costruendo una ragnatela.
N AR RATOR E (CONTD)

Era ormai convinto che ella sapesse, volessee che toccava a lui dichiararle tutto il suo trasportoma come?

Stacco. Uno scarafaggio pascola negli interstizi della casa. Improvvisamente Agenore gli addosso e lo uccide.

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Anita Caprioli sul set

PAGINA

92

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

S CE NA 2

Camera da letto Int.Notte


Diana dorme. Agenore ha la preda con s. Camminando sul corpo della ragazza. Appoggia la preda sul cuscino vicino alle labbra della giovane, le sfiora le labbra e fugge. Diana si risveglia. Vediamo Agenore emozionato. Quando la ragazza inquadra lo scarafaggio urla. Agenore imbarazzato. Diana, quasi a volerlo umiliare ulteriormente, si comporta da fanatica ed ha una crisi isterica. Ora vediamo Agenore: guarda in alto con falsa noncuranza. Chiusura.
N AR RATOR E

Linsuccesso di quella notte lo turb profondamente. Doveva esserci un modo, una maniera per comunicare alla ragazza che s, pure lui lamava! Che era lo stesso immenso sentimento a muovere entrambi

Agenore lavora alla ragnatela. Vediamo due ragni che si guardano perplessi.
1 2
RAG NO (SOTTOVOCE ) RAG NO (SOTTOVOCE )

E incredibile! Ma ti ricordi chi era un tempo Agenore? Il pi nobile dei guerrieri, il pi abile dei tessitori, il pi spietato dei predatori ed orapoveretto

Se ne vanno. Entra in campo la formichina salvata dalla marea schiumosa.


F OR M ICH I NA

Signor ragno Agenore

AG E NOR E (AGGRAPPATO

ALLA TELA , INFASTIDITO E SGARBATO ) Che vuoi? F OR M ICH I NA (INTIMIDITA) Iosi ricorda di me? Io volevo(sospirone) grazie AG E NOR E (SENZA DAR PESO, INTRECCIANDO DUE FILI) Sparisci

La formichina esce di scena. Agenore si ferma e si volta a guardarla un istante. Poi riprende a tessere. Chiusura
S CE NA 3

Soggiorno Int.Sera
N AR RATOR E

Ma cosa importava il passato? Era stato un valoroso, nobile guerriero? Non aveva pi importanza. Ora non era pi nulla. Amava e basta. Ma quanti amori sono sfioriti e quanti non sono neppure sbocciati a causa di culture troppo diverse che, come alti picchi, creano una innaturale barriera al volo dei sogni?

Diana seduta sul divano e sta leggendo un libro. Agenore spia Diana dal soffitto.
N AR RATOR E (CONTD) Agenore non poteva permettere che ci accadesse e forse, quella sera,

aveva trovato la soluzione. Si era reso conto che gli uomini traevano le loro emozioni fissando a lungo della carta sporcata di nero. Una droga? Un rito magico? Una preghiera? Il ragno era deciso a scoprirne il significato

PAGINA

93

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

q
Diana sorride, poi si commuove. Agenore sempre pi convinto della bont della sua tesi. Suona il telefono. Diana lascia il libro aperto, si alza e va a rispondere.
D IANA

Ciao (sorpresa, contenta, quasi aspettasse quella telefonata). Nooo, anzi! Perch chiedi se mi disturbi? E da ieri che aspetto una tua chiamata

Mentre Diana parla noi guardiamo il libro abbandonato sul divano. Agenore, lascia il suo punto dosservazione e si avvicina al libro. Il ragno cammina tra le parole, corre, si rotola, si tuffa. Prende il bordo di una pagina e se la rovescia addosso. Nel frattempo, termina la telefonata che aveva distratto Diana.
D IANA (CONTD)

Ma non vero, ti sbagli! Mariella una cretina! Io parlavo cos, tanto per dire qualcosa. Ehs, lo so che sempre stata innamorata di te. Vatti a fidare delle amiche. No stasera no, sono stanca veramente. Domani? Va bene. Ciao, ciao (dolcissima).

Diana torna al divano, si siede, prende il libro e voltando pagina vede il povero ragno. Il libro vola in aria accompagnato dallurlo di raccapriccio della ragazza. Vola anche Agenore. Diana un tipetto rancoroso.
D IANA (CONTD)

Ora basta! Non ce la faccio pi con questi insettischifosi! Domani in agenzia mi sentono!

Il libro, cadendo sul pavimento, si chiuso. Vediamo la copertina: Don Quijote. Agenore, che stato scaraventato contro il muro, la guarda, aggrotta le ciglia. Questa non se laspettava. Si rialza e se ne va indispettito. Uno scarafaggio si trova con la strada sbarrata, non potendo fuggire comincia a tremare. Il ragno, imbufalito, lo spinge via e sallontana, non ha tempo. Chiusura. Lacino duva comincia a raggrinzirsi, Agenore tesse la tela.
N AR RATOR E

Ma non cerano delusioni, umiliazioni, pericoli tali da farlo recedere. La passione si nutre di certezze e disdegna i dubbi

Agenore salta gi dalla tela ed ammira il lavoro che ha compiuto. Chiudiamo sul suo di sorriso questa volta. Chiusura.

PAGINA

94

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Michele Venitucci e Anita Caprioli

S CE NA 4

Soggiorno Int.Sera
Agenore spia una Diana stranamente nervosa. La ragazza vestita in abito da sera. Suonano alla porta. Diana torcendosi le mani corre ad aprire. Il ragazzo che vediamo Fabio. Porge alla ragazza un fiore appassito.
FAB IO

Ciao. Questo lho colto per te

Diana sorride e gli getta le braccia al collo. I due arretrano senza ulteriori discorsi. Si baciano con passione. E, quella, una immagine che Agenore fatica a metabolizzare. Quando lo fa una tragedia. Cade al suolo. Non il dolore per la caduta a rendergli faticoso il rialzarsi. Accanto a lui compaiono altri insetti. Due sono dispiaciuti, contriti. Un terzo si aggiunge. Agenore in piedi, gli occhi socchiusi, il respiro affannoso. Il capo leggermente alzato alla ricerca di aria
N AR RATOR E

Fu buio e luce, il caldo ed il gelo. Fu il niente ed il tutto. Un gioco troppo esagerato e spietato perch il cuore di Agenore potesse contenerlo senza esplodere

Diana e Fabio si guardano intensamente esprimendosi il reciproco affetto. Su Agenore. Ogni bacio tra i due una stilettata.
N AR RATOR E (CONTD) poi, il nulla. Un freddo inverno nucleare ed il suo deserto di devastazione

cal nellanimo di Agenore. Con un passo lento e marziale prese ad avanzare verso i due

PAGINA

95

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

q
I due amanti che noi vediamo abbracciati sul divano. Un insetto cerca di fermare Agenore.
I NSETTO

Dai, lascia perdere. Fermati, ma dove vuoi andare?!

Agenore si volta lentamente di 3/4, noi lo vediamo dal basso in alto. Il suo viso quieto, pare illuminato da una luce sovrannaturale. Ha lo sguardo perso degli eroi o dei folli.
AG E NOR E

A morire. A morire tra le sue braccia

Vediamo Diana che bacia Fabio. Un ragnetto cerca di liberarsi delle zampe della madre, ma questa lo trattiene e lo stringe forte a s, mentre Agenore si mette a correre verso il divano. PP di Agenore che urla in camera, piangendo la sua disperazione:
AG E NOR E (CONTD) Duri banchi! R AG N ETTO M ADR E

Mamma, dobbiamo fermarlo! Lascialo andare. Non possiamo fare nulla per lui

Vediamo gli altri insetti, hanno tutti il capo abbassato. Nel frattempo, sul divano, Fabio si alzato e si sta slacciando la camicia. Agenore ai piedi del divano e sale sui pantaloni di Fabio. Fabio nota qualcosa. Una manata secca.
Fabio Ecchecavolo!

Vediamo levidente movimento delluomo che sta per schiacciare, quindi stacchiamo e vediamo gli insetti mentre udiamo i colpi. La madre copre gli occhi al ragnetto. Gli altri insetti, ad ogni colpo, paiono sferzati.
D IANA (SDRAIATA) FAB IO D IANA

Cosa c? Bohun insetto, un ragno mi sembra (TIRANDOLO A S) Lascia stare, la casa piena dinsetti. Domani chiamo la disinfestazione.

Lasciamo i due ragazzi. Vediamo la luna. Torna la farfalla dapertura. Questa si posa sul libro, vola per la stanza. Seguendola arriviamo dove Agenore tesseva la tela. La farfalla sfiora lacino ormai secco, questo rotola gi dal ditale. La farfalla vola via e simpiglia nellenorme ragnatela. Scossa dal battito imprigionato della farfalla, vediamo la ragnatela ed il viso sorridente di Diana intessuto da Agenore. Chiusura Fondu au noir

t
PAGINA

96

Il sorriso di Diana Il premio Cinecitt Digital

r
Il sorriso di Diana di Luca Lucini Michele Venitucci e Anita Caprioli

PAGINA

97