Sei sulla pagina 1di 2

TU CHE NE DICI O SIGNORE SE IN QUESTO NATALE FACCIO UN BELL'ALBERO DENTRO IL MIO CUORE E CI ATTACCO INVECE DEI REGALI I NOMI

DI TUTTI I MIEI AMICI? GLI AMICI LONTANI E VICINI, GLI AMICI ANTICHI ED I NUOVI. QUELLI CHE VEDO TUTTI I GIORNI E QUELLI CHE VEDO DI RADO. QUELLI CHE RICORDO SEMPRE E QUELLI CHE, ALLE VOLTE, RESTANO DIMENTICATI , QUELLI COSTANTI E QUELLI INTERMITTENTI, QUELLI DELLE ORE DIFFICILI E QUELLI DELLE ORE ALLEGRE . QUELLI CHE, SENZA VOLERLO , MI HANNO FATTO SOFFRIRE . QUELLI CHE CONOSCO PROFONDAMENTE E QUELLI DEI QUALI CONOSCO SOLO LE APPARENZE QUELLI CHE MI DEVONO POCO E QUELLI AI QUALI DEVO MOLTO. I MIEI AMICI SEMPLICI ED I MIEI AMICI IMPORTANTI. I NOMI DI TUTTI QUELLI CHE SONO GIA' PASSATI NELLA MIA VITA. UN ALBERO CON RADICI MOLTO PROFONDE, PERCHE' I LORO NOMI NON ESCANO MAI DAL MIO CUORE. UN ALBERO DAI RAMI MOLTO GRANDI PERCHE' I NUOVI NOMI VENUTI DA TUTTO IL MONDO SI UNISCANO AI GIA' ESISTENTI. UN ALBERO CON UN'OMBRA MOLTO GRADEVOLE PERCHE' LA NOSTRA AMICIZIA SIA UN MOMENTO DI RIPOSO DURANTE LE LOTTE DELLA V I T A.

4 Domenica di Avvento 18 Dicembre 2011


Foglio informativo parrocchiale ad uscita settimanale. Ciclostilato in proprio ad uso interno. Parrocchia di BRENTA SS. Vito e Modesto Parrocchia di CARAVATE SS. Giovanni Battista e Maurizio

Prima lettura (Samuele 7,1-5.8b-12.14a.16) Le rispose langelo: Lo Spirito Santo IL TUO TRONO STABILE PER SEMPRE scender su di te e la potenza dellAlSalmo responsoriale (Dal Salmo 88) tissimo ti coprir con la sua ombra. Perci CANTERO PER SEMPRE LAMORE DEL colui che nascer sar santo e sar chiaSIGNORE

mato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito VANGELO (Luca 1, 26 38) anchessa un figlio e questo il sesto mese LO SPIRITO SANTO SCENDER per lei, che era detta sterile: nulla imposSU DITE,O MARIA sibile a Dio. In quel tempo, langelo Gabriele fu man- Allora Maria disse: Ecco la serva del Sidato da Dio in una citt della Galilea, chia- gnore: avvenga per me secondo la tua pamata Nzaret, a una vergine, promessa rola. E langelo si allontan da lei. sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Domenica 25 dicembre 2011 Maria. Entrando da lei, disse: Rallgrati, Prima lettura (Isaia 9,1-6) UN BAMBINO E NATO PER NOI piena di grazia: il Signore con te. A queste parole ella fu molto turbata e si Salmo responsoriale (Dal Salmo 95) domandava che senso avesse un saluto OGGI E NATO PER NOI IL SALVATORE come questo. Langelo le disse: Non temere, Maria, perch hai trovato grazia VANGELO (Luca 2,1-14) presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo VI ANNUNCIO UNA GRANDE GIOIA darai alla luce e lo chiamerai Ges. Sar In quei giorni un decreto di Cesare Augugrande e verr chiamato Figlio dellAl- sto ordin che si facesse il censimento di tissimo; il Signore Dio gli dar il trono di tutta la terra. Questo primo censimento fu Davide suo padre e regner per sempre fatto quando Quirinio era governatore sulla casa di Giacobbe e il suo regno non della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria citt. avr fine. Allora Maria disse allangelo: Come av- Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla citt verr questo, poich non conosco uomo?. di Nzaret, sal in Giudea alla citt di DaPag. - 1 -

Pag. - 4 -

vide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta. Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perch per loro non cera posto nellalloggio. Cerano in quella regione alcuni pastori che, pernottando allaperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si present a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore,

ma langelo disse loro: Non temete: ecco, vi annunzio una grande gioia, che sar di tutto il popolo: oggi, nella citt di Davide, nato per voi un Salvatore, che Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia. E subito apparve con langelo una moltitudine dellesercito celeste, che lodava Dio e diceva: Gloria a Dio nel pi alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama.

Parrocchia SANTI VITO e MODESTO - BRENTA Parrocchia SANTI GIOVANNI BATTISTA e MAURIZIO - CARAVATE calendario dal 19 al 25 dicembre 2011

LUN 19
Caravate Brenta S. Agostino ore 17.30 Rosario, celebrazione della Parola e culto Eucaristico Parrocchia ore 18.00 S. Messa def.ta BIANCHI MARIA

MAR 20
Caravate Brenta S. Agostino ore 9.00 S. Messa Oratorio ore 20.45 Riunione del Consiglio Pastorale Parrocchiale

MER 21
Brenta Caravate Parrocchia Oratorio ore 18.00 S. Messa def.ta TODESCHINI MARIUCCIA e benedizione delle statuette del Ges Bambino ore 20.30 Riunione del gruppo Adolescenti

GIO 22
Caravate S. Agostino ore 9.00 S. Messa

VEN 23
Caravate S. Agostino ore 17.30 Rosario, celebrazione della Parola e culto Eucaristico

SAB 24
Brenta Brenta Brenta Caravate Parrocchia Parrocchia Parrocchia Parrocchia ore 16.00-18.00 confessioni per tutti ore 23.30 Veglia di Natale ore 24.00 S. Messa solenne Messa nella notte di Natale ore 24.00 S. Messa solenne Messa nella notte di Natale

DOMENICA 25 DICEMBRE: solennit NATALE DEL SIGNORE


Caravate Brenta Caravate Brenta S. Agostino Parrocchia Parrocchia Parrocchia ore 8.00 ore 10.00 ore 11.15 ore 16.00 S. Messa S. Messa def.to RUBIN DONATO S. Messa Vespro e canto del Dormi, dormi

Pag. - 2 -

Pag. - 3 -