Sei sulla pagina 1di 34
ANALISIANALISI DIDI SICUREZZASICUREZZA INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’ Prof.Prof. Ing.Ing. LorenzoLorenzo
ANALISIANALISI DIDI SICUREZZASICUREZZA
INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’
Prof.Prof. Ing.Ing. LorenzoLorenzo DOMENICHINIDOMENICHINI
UniversitàUniversità didi FirenzeFirenze
lorenzolorenzo domenichini@unifidomenichini@unifi itit
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE AA DEGUAMENTODEGUAMENTO STRADESTRADE ESISTENTIESISTENTI

AADEGUAMENTODEGUAMENTO STRADESTRADE ESISTENTIESISTENTI

METODOLOGIEMETODOLOGIE DIDI ANALISIANALISI DELLADELLA

Metodologie di analisi dell’incidentalità

•• •• •• •• •• numeronumero didi incidentiincidenti densitàdensità incidentaleincidentale
••
••
••
••
••
numeronumero didi incidentiincidenti
densitàdensità incidentaleincidentale
tassitassi didi incidentalità;incidentalità;
tassitassi didi incidentati;incidentati;
gravitàgravità deglidegli incidentiincidenti
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE INDICATORIINDICATORIINDICATORIINDICATORI didididi

INDICATORIINDICATORIINDICATORIINDICATORI didididi INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’

didididi INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’ Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Lorenzo Domenichini
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE INCIDENTEINCIDENTE == prodottoprodotto

INCIDENTEINCIDENTE == prodottoprodotto dell’interazionedell’interazione errataerrata tratra utenteutente -- veicoloveicolo -- stradastrada -- ambienteambiente

IIll nn°° ddii inciinciddentienti -- mortimorti -- fferitieriti possonopossono daredare un’ideaun’idea delladella SICUREZZASICUREZZA GLOBALEGLOBALE didi unauna stradastrada

L’interesseL’interesse dell’ingegneredell’ingegnere stradalestradale èè quelloquello didi valutarevalutare lala SICUREZZASICUREZZA ““INTRINSECAINTRINSECA”” delladella stradastrada,,

quellaquella cioècioè influenzatainfluenzata piùpiù oo menomeno direttamentedirettamente delladella stradastrada

Metodologie di analisi dell’incidentalità

(MORTI(MORTI EE FERITI)FERITI) sonosono lele unitàunità didi misuramisura piùpiù diffusediffuse inin ItaliaItalia
(MORTI(MORTI EE FERITI)FERITI)
sonosono lele unitàunità didi misuramisura piùpiù diffusediffuse inin ItaliaItalia
nonnon richierichieddonoono llaa conoscenzaconoscenza ddii aalltritri ddatiati sese nonnon iill
nn°° didi incidenti,incidenti, ilil n°n° didi morti,morti, ilil n°n° didi feritiferiti
ee lala lunghezzalunghezza delladella stradastrada
sonosono foriereforiere didi errorierrori didi valutazionevalutazione
aa concon ronron arar aa concon queque aa
ff
tt
ll
llll
didi
aa
ltlt
rere ss rara ee
tt
dd
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE DENSITA’DENSITA’ INCIDENTALE:INCIDENTALE: NUMERO NUMERO

DENSITA’DENSITA’ INCIDENTALE:INCIDENTALE:

NUMERONUMERO DIDI INCIDENTIINCIDENTI AA KMKM ++ GRAVITA’GRAVITA’ DELLEDELLE CONSEGUENZECONSEGUENZE DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI

sonosono assolutamenteassolutamente inadeguateinadeguate aa valutarevalutare lala sicurezzasicurezza “intrinseca”“intrinseca” didi unauna stradastrada ee

Metodologie di analisi dell’incidentalità

LL’’unitàunità didi misuramisura idoneaidonea èè ilil [[nn°° iincncididenenti/ti/nn°° veveiicocolili,, kkmm]]
LL’’unitàunità didi misuramisura idoneaidonea èè ilil
[[nn°° iincncididenenti/ti/nn°° veveiicocolili,, kkmm]]
perper trattatratta omogeneaomogenea didi stradastrada
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE PerPer valutarevalutare lala SICUREZZASICUREZZA

PerPer valutarevalutare lala SICUREZZASICUREZZA “INTRINSECA”“INTRINSECA” delladella strada,strada, occorreoccorre disporredisporre didi unun grangran numeronumero didi datidati incidentaliincidentali,, occorreoccorre conoscereconoscere ilil trafficotraffico cheche impegnaimpegna lala strada,strada, occorreoccorre conoscereconoscere lele caratteristichecaratteristiche fisichefisiche delladella stradastrada ee lele prevalentiprevalenti condizionicondizioni meteorometeorollogogiicchhee ddeell’ll’areaarea cchhee llaa strastraddaa attraversa.attraversa.

TASSOTASSO DD’’INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’ (T)(T)

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Lorenzo Domenichini
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE CALCOLOCALCOLO DELDEL VALOREVALORE ASSUNTOASSUNTO DALDAL

CALCOLOCALCOLO DELDEL VALOREVALORE ASSUNTOASSUNTO DALDAL TASSOTASSO DIDI INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’

tassotasso didi inincciidedenntatalilitàtà relativorelativo all’iall’i-- esimoesimo troncotronco 6 10 ⋅ N i
tassotasso didi
inincciidedenntatalilitàtà
relativorelativo all’iall’i--
esimoesimo troncotronco
6
10
⋅ N
i
T =
i
365 L
TGM
i
i,t
t
tassotasso didi incidentalitàincidentalità mediomedio sull’itinerariosull’itinerario 6 10 ⋅ ∑ N i i T
tassotasso didi
incidentalitàincidentalità
mediomedio
sull’itinerariosull’itinerario
6
10
N
i
i
T =
m
365
∑∑
L
TGM
i
i,t
i
t

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE VALUTAZIONEVALUTAZIONE DELLODELLO SCARTOSCARTO DELDEL TASSOTASSO DIDI
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
VALUTAZIONEVALUTAZIONE DELLODELLO SCARTOSCARTO DELDEL TASSOTASSO DIDI
INCIDENTALITA’INCIDENTALITA’ DALDAL VALOREVALORE DIDI RIFERIMENTORIFERIMENTO
valorevalore didi controllocontrollo
iinnffereriioreore perper ilil
troncotronco ii--esimoesimo
T
1
*
m
T
=
T
K
inf
m
M
2
M
i
i
T
1
valorevalore didi controllocontrollo
susupperioreeriore pperer ilil
troncotronco ii--esimoesimo
*
m
T
= T + K ⋅
+
sup
m
M
2⋅M
i
i
6
M
=
365 10
L
TGM
K = costante di probabilità della
distribuzione di Poisson (per K=1.645 la
i
i
i,t
t
probabilità di errore è pari al 10%)
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
* LIVELLOLIVELLO “BASSO”“BASSO” inf * LIVELLOLIVELLO ““ALTOALTO”” sup Lorenzo Domenichini
*
LIVELLOLIVELLO “BASSO”“BASSO”
inf
*
LIVELLOLIVELLO ““ALTOALTO””
sup
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE VALUTAZIONEVALUTAZIONE DELLODELLO SCARTOSCARTO DELDEL

VALUTAZIONEVALUTAZIONE DELLODELLO SCARTOSCARTO DELDEL TASSOTASSO DIDI INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’ DALDAL VALOREVALORE DIDI RIFERIMENTORIFERIMENTO

T < T i
T
< T
i
* T * ≤ T ≤ T LIVELLLIVELLOO “MEDI“MEDIOO”” inf i sup
*
T *
≤ T
≤ T
LIVELLLIVELLOO “MEDI“MEDIOO””
inf
i
sup
> T T i
> T
T i

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE AnalisiAnalisi aa LivelloLivello didi TRATTOTRATTO –– NODONODO --
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
AnalisiAnalisi aa LivelloLivello didi TRATTOTRATTO –– NODONODO -- PUNTOPUNTO
AnalisiAnalisi deidei tipitipi didi incidentiincidenti ricorrentiricorrenti
Lorenzo Domenichini
tipitipi didi incidentiincidenti ricorrentiricorrenti Lorenzo Domenichini Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Lorenzo Domenichini
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Analisi disaggregata degli eventi incidentali

Analisi disaggregata degli eventi incidentali

ProceduraProcedura pprevistarevista daldal D.P.CNRD.P.CNR N.N. 1346513465 deldel

11/09/199511/09/1995

TipologieTipologie incidentaliincidentali previstepreviste daldal CNRCNR

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Lorenzo Domenichini
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

- Incidenti abituali: - Incidenti abituali: tamponamento (55%) incidente isolato (57%) - Incidenti abituali: incidente
- Incidenti abituali:
- Incidenti abituali:
tamponamento (55%)
incidente isolato (57%)
- Incidenti abituali: incidente
in corrispondenza di
intersezioni (67%)
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE - Incidenti abituali: tamponamento (75%) Metodologie di
Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE - Incidenti abituali: tamponamento (75%) Metodologie di
- Incidenti abituali: tamponamento (75%)
- Incidenti abituali:
tamponamento (75%)

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Problema:Problema: Lorenzo Domenichini
Problema:Problema:
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE UtilizzazioneUtilizzazione deidei datidati

UtilizzazioneUtilizzazione deidei datidati incidentaliincidentali perper miglioraremigliorare lala sicsicuurerezzzzaa delledelle stradestrade esistentiesistenti

COMECOME ISOLAREISOLARE ILIL CONTRIBUTOCONTRIBUTO DELL’INFRASTRUTTURA?DELL’INFRASTRUTTURA?

Metodologie di analisi dell’incidentalità

OO NENE GuidatoreGuidatore (93%)(93%) 5% 5% 60% 60% 26% 26% 2% 2% 3% 3% Strade
OO
NENE
GuidatoreGuidatore (93%)(93%)
5%
5%
60%
60%
26%
26%
2%
2%
3%
3%
Strade (33%)
Strade (33%)
2%
2%
2%
2%
(fonte:(fonte: R.R. Lamm)Lamm)
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE IMPIMP O O STAZISTAZI DELL’ANALISIDELL’ANALISI Veicolo

IMPIMP OO

STAZISTAZI

DELL’ANALISIDELL’ANALISI

Veicolo (11%)

Veicolo (11%)

DistribuzioneDistribuzione delledelle causecause deglidegli incidentiincidenti

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Il guidatore: Giovane, senza esperienza, che guida a velocità
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
Il guidatore:
Giovane, senza esperienza, che
guida a velocità eccessiva
Il veicolo:
Pneumatici posteriori lisci
La strada:
Pavimentazione bagnata che
offre bassa aderenza alle alte
velocità
Ostacolo a bordo strada che
acuisce la gravità dell’evento
(fonte: W. Wink, ERF, Belgrade, Novembre 2005
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE STRADE ESISTENTI STRADE NUOVE
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
STRADE ESISTENTI
STRADE NUOVE
DI INFRASTRUTTURE VIARIE STRADE ESISTENTI STRADE NUOVE RACCOLTA ELEMENTI INCIDENTI DATI INFRASTRUTTURALI
RACCOLTA ELEMENTI INCIDENTI DATI INFRASTRUTTURALI ELABORATI DI PROGETTO • ANALISI • SAFETY STATISTICHE
RACCOLTA
ELEMENTI
INCIDENTI
DATI
INFRASTRUTTURALI
ELABORATI DI
PROGETTO
• ANALISI
• SAFETY
STATISTICHE
REVIEWS
ANALISI
• ANALISI
• SAFETY AUDITS
TIPOLOGIE
• ISPEZIONI E
VERIFICHE
INCIDENTI
IDENTIFICAZIONE DELLE POTENZIALI CARENZE INFRASTRUTTURALI
(FATTORI DI RISCHIO) CONNESSE CON LA PRESENZA DI INCIDENTI
SchemaSchema didi analisianalisi propostoproposto daldal RoadRoad SafetySafety ManualManual dell’AIPCRdell’AIPCR perper
l’il’inndidivvididuazuaziioneone ddeellllee difdifeettttosositàità ddeellllaa ssttraraddaa popottenzenziiaallmenmenttee responsaresponsabilibili
deldel manifestarsimanifestarsi didi ripetutiripetuti incidentiincidenti dellodello stessostesso tipotipo
(incidenti(incidenti “ricorrenti”)“ricorrenti”)
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
TRATTOTRATTO -- NODONODO DIFETTIDIFETTI DIFETTIDIFETTI POSSIBILIPOSSIBILI (possibili(possibili causecause
TRATTOTRATTO -- NODONODO
DIFETTIDIFETTI
DIFETTIDIFETTI POSSIBILIPOSSIBILI
(possibili(possibili causecause
dell’evento)dell’evento)
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE ANALISIANALISI DEGLIDEGLI EVENTIEVENTI

ANALISIANALISI DEGLIDEGLI EVENTIEVENTI INCIDENTALIINCIDENTALI

ESISTENTIESISTENTI
ESISTENTIESISTENTI
IDENTIFICAZIONEIDENTIFICAZIONE DIDI UNAUNA POTENZIALEPOTENZIALE CAUSACAUSA DIDI INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’
IDENTIFICAZIONEIDENTIFICAZIONE DIDI UNAUNA POTENZIALEPOTENZIALE CAUSACAUSA DIDI
INCIDENTALITAINCIDENTALITA’’ LEGATALEGATA ALLALL’’INFRASTRUTTURAINFRASTRUTTURA
(condizione(condizione didi insicurezza)insicurezza)

Metodologie di analisi dell’incidentalità

AnalisiAnalisi didi unun casocaso NodoNodo adad altaalta incidentalità:incidentalità: iinnttersezerseziioneone aa 33
AnalisiAnalisi didi unun casocaso
NodoNodo adad altaalta incidentalità:incidentalità:
iinnttersezerseziioneone aa 33 bbraccracciiaa
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE AnalisiAnalisi deglidegli incidentiincidenti perper

AnalisiAnalisi deglidegli incidentiincidenti perper l’individuazionel’individuazione ddegeglili iinnttervenerventiti didi mmiigglilioramenoramenttoo ddeellllaa sicurezzasicurezza dell’intersezionedell’intersezione

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE AAnanalilissii didi unun ““nonoddoo aadd aaltltaa
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
AAnanalilissii didi unun ““nonoddoo aadd aaltltaa iincncididenenttaalitlitaa’’””
(intersezione(intersezione aa T)T)
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
A LOCALIZZAZIONELOCALIZZAZIONE EE GRAVITA’GRAVITA’ DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI C
A
LOCALIZZAZIONELOCALIZZAZIONE EE GRAVITA’GRAVITA’
DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI
C

dd

B ii secondariesecondarie considerataconsiderata unun “punto“punto nero”nero” lili ii ncnc idid enen titi
B
ii
secondariesecondarie considerataconsiderata unun “punto“punto nero”nero”
lili ii
ncnc
idid
enen
titi ii
nn unauna nn ersezersez oneone
tt
ii
tt
rara ss rara
tt
dd
ee exex raurraur aneane
tt
bb
Lorenzo Domenichini

egeg

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

egeg Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE LEGENDA:LEGENDA: IncidentiIncidenti concon solosolo

LEGENDA:LEGENDA:

IncidentiIncidenti concon solosolo dannidanni aa cocosese IncidentiIncidenti concon FeritiFeriti
IncidentiIncidenti concon solosolo dannidanni aa cocosese IncidentiIncidenti concon FeritiFeriti IncidentiIncidenti concon FeritiFeriti

enen ii concon MortiMortiaa cocosese IncidentiIncidenti concon FeritiFeriti II ncinci dd tt AA lili ss ii nana aa Metodologie

II

ncinci

dd

tt

AA

lili

ss

ii

nana

aa

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE A C dada CC versoverso intersezioneintersezione dada
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
A
C
dada CC versoverso intersezioneintersezione
dada intersezioneintersezione versoverso CC
Lorenzo Domenichini
dada intersezioneintersezione versoverso CC Lorenzo Domenichini B Metodologie di analisi dell’incidentalità

B

Metodologie di analisi dell’incidentalità

A TIPOLOGIATIPOLOGIA DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI C B Lorenzo Domenichini
A
TIPOLOGIATIPOLOGIA DEGLIDEGLI
INCIDENTIINCIDENTI
C
B
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE LEGENDA: LEGENDA: Sbandamento Sbandamento - - Fuoriuscita

LEGENDA:LEGENDA:

di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE LEGENDA: LEGENDA: Sbandamento Sbandamento - - Fuoriuscita Fuoriuscita

SbandamentoSbandamento--FuoriuscitaFuoriuscita

TamponamentoTamponamento

ScontroScontro frontalefrontale-- lateralelaterale ScontroScontro lateralelaterale-- llaatteraerallee ScontroScontro frontalefrontale-- frontalefrontale

InvestimentoInvestimento

pedonepedone

AltroAltro

AnalisiAnalisi disaggregatadisaggregata deglidegli incidentiincidenti perper l’individuazionel’individuazione deglidegli interventiinterventi didi adeguamentoadeguamento

Metodologie di analisi dell’incidentalità

A C B IImmmmiissssiioneone ddaa CC versoverso BB Lorenzo Domenichini
A
C
B
IImmmmiissssiioneone ddaa CC versoverso BB
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

BB Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE IInndidivvididuazuaziioneone ddegeglili iinnttervenerventiti didi
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
IInndidivvididuazuaziioneone ddegeglili iinnttervenerventiti didi
miglioramentomiglioramento possibilipossibili
Lorenzo Domenichini
didi miglioramentomiglioramento possibilipossibili Lorenzo Domenichini Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

interventi strutturali e non interventi strutturali e non:: realizzazionerealizzazione didi perper aumenaumenttareare
interventi strutturali e non
interventi strutturali e non:: realizzazionerealizzazione didi
perper aumenaumenttareare llaa vviissibilitàibilità iinn corrcorriisponsponddenzaenza ddeellllaa
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI

ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE

00

1.1.

nnoonn intinterveerventntoo;;

soluzionesoluzione unicamenteunicamente nonnon strutturalestrutturale:: realizzazionerealizzazione didi unun impiantoimpianto sesemafmafoorriizzazzatoto sesemmiiaattttuauatoto ee mmiiggliolioramrameenntoto delldellaa sesegnagnaleticleticaa nneiei ramramii

inin approccioapproccio allaalla intersezione;intersezione;

iinnttervenerventiti

2.2.

soluzione intermedia con

soluzione intermedia con

intersezioneintersezione ee miglioramentomiglioramento delladella segnaleticasegnaletica neinei ramirami inin avvicinamentoavvicinamento allaalla intersezioneintersezione ee sistemazionisistemazioni localilocali suisui ramirami didi

accesso;accesso;

soluzionesoluzione strutturalestrutturale:: spostamentospostamento delladella intersezioneintersezione aa TT esistenteesistente allaalla progressivaprogressiva XXXXXX++XXXXXX circacirca delladella AA--BB,, concon lala realizzazionerealizzazione didi unauna rotatoriarotatoria dada collegarecollegare all’asseall’asse perper CC mediantemediante unun nuovonuovo trattotratto inin variantevariante (sviluppo(sviluppo complessivocomplessivo delladella variantevariante didi circacirca 1km).1km).

3.3.

Metodologie di analisi dell’incidentalità

2-Pisa AlternativaAlternativa 00: Regolazione attuale dell’intersezione con precedenza 3-Pontedera SS67 1-Livorno
2-Pisa
AlternativaAlternativa 00:
Regolazione attuale dell’intersezione
con precedenza
3-Pontedera SS67
1-Livorno
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

1-Livorno Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE 2-Pisa 3-Pontedera SS67 1-Livorno AlternativaAlternativa 11: Regolazione
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
2-Pisa
3-Pontedera SS67
1-Livorno
AlternativaAlternativa 11: Regolazione dell’intersezione mediante
semaforo semiattuato dal traffico
(soluzione “non strutturale”)
Lorenzo Domenichini
dal traffico (soluzione “non strutturale”) Lorenzo Domenichini Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE 2-Pisa AlternativaAlternativa 22: Migliorare almeno parzialmente la
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
2-Pisa
AlternativaAlternativa 22: Migliorare almeno parzialmente la
visibilità nell’intersezione e renderla
meglio avvistabile da lontano
3-Pontedera BarrieraSS67
da
arretrare fino alla
e m nare
Ringhiera
esterna da
i
li
rin hiera esterna
g
1-Livorno
Marciapiede da
abbassare a
favore di un
allargamento
della banchina
(zebrata)
Lorenzo Domenichini
a favore di un allargamento della banchina (zebrata) Lorenzo Domenichini Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE AAllternativaternativa 33:: Spostamento dell’intersezione con sua
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
AAllternativaternativa 33:: Spostamento dell’intersezione con sua
trasformazione in rotatoria (soluzione
“strutturale”)
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE CCoeoeffifficciienentiti didi ““rrididuzuziioneone popottenzenziiaallee
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
CCoeoeffifficciienentiti didi ““rrididuzuziioneone popottenzenziiaallee ddegeglili iincncididenentiti”” ((AMFAMF))
utilizzabiliutilizzabili perper confrontareconfrontare lala potenzialepotenziale efficaciaefficacia relativarelativa
delledelle diversediverse soluzionisoluzioni analizzateanalizzate (fonte:(fonte: HSDM)HSDM)
INTERVENTO
AMF
GEOMETRY
Horizontal ali nment chan es ( eneral)
g
g
g
0 55
.
Improve sight distances at intersection
0.67
GUARDRAIL
Install guardrail
0.90
Install guardrail at bridge
0.76
WARNING SIGNS
Warning signs in advance of intersection
0.70
Warning signs in advance of curve
0.73
Regulatory signs
Change to all way stop from two way stop signs
0.47
0.53
IMPROVEMENTS
Add pavement markings
0.74
Improve pedestrian crosswalks
0.75
Set appropriate speed limit
0.74
Replace signal or stop-controlled 3-leg intersection with a
single-lane roundabout
0.50
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini
ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE STIMASTIMA DEGLIDEGLI
ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE
STIMASTIMA DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI ATTESIATTESI
ALTERNATIVAALTERNATIVA 11
(PERIODO(PERIODO DIDI RIFERIMENTORIFERIMENTO 2020 ANNI)ANNI)
AMF1AMF1 paripari aa 0.530.53 (passaggio(passaggio adad unun sistemasistema semaforizzato);semaforizzato);
AMF2AMF2 paripari aa 0.700.70 (miglioramento(miglioramento delladella segnaleticasegnaletica ee installazioneinstallazione didi
disdisppositiviositivi didi avvisoavviso all’utenzaall’utenza))
AFM eq SOL1 = AMF 1 AMF 2 = 0.37.
N incidenti attuali
su base 20 anni
AFM eq SOL1
N incidenti attesi in 20
anni
Solo danni
15.4
0.37
5.7
Con feriti
30.8
0.37
11.4
Con morti
0
0.37
0
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

0 0.37 0 Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE STIMASTIMA DEGLIDEGLI
ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE
STIMASTIMA DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI ATTESIATTESI
ALTERNATIVAALTERNATIVA 22
(PERIODO(PERIODO DIDI RIFERIMENTORIFERIMENTO 2020 ANNI)ANNI)
AMF1AMF1 paripari aa 0.830.83 (miglioramento(miglioramento delladella distanzadistanza didi visibilitàvisibilità
inin corrispondenzacorrispondenza didi intersezioni);intersezioni);
AMF2AMF2 ppariari aa 0.700.70 (mi(migglioramentolioramento delladella seseggnaleticanaletica ee
installazioneinstallazione didi dispositividispositivi didi avvisoavviso all’utenza)all’utenza)
AFM eq SOL2 = AMF 1 AMF 2 = 0.58.
N incidenti attuali
su base 20 anni
AFM eq
SOL2
N incidenti attesi in 20
anni
Solo danni
15.4
0.58
8.9
Con feriti
30.8
0.58
17.9
Con morti
0
0.58
0
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

0 0.58 0 Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE STIMASTIMA DEGLIDEGLI
ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE
STIMASTIMA DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI ATTESIATTESI
ALTERNATIVAALTERNATIVA 33
(PERIODO(PERIODO DIDI RIFERIMENTORIFERIMENTO 2020 ANNI)ANNI)
AMF1AMF1 paripari aa 0.500.50 (passaggio(passaggio adad unun sistemasistema aa rotatoria);rotatoria);
AFM eq SOL3 = AMF 1 = 0.50.
N incidenti attuali
in 20 anni
AFM eq
N incidenti attesi in 20
anni
Solo danni
15.4
0.50
7.7
Con feriti
30.8
0.50
15.4
Con morti
0
0 50
.
0
Lorenzo Domenichini

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE

0 50 . 0 Lorenzo Domenichini Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE Metodologie di analisi dell’incidentalità

Metodologie di analisi dell’incidentalità

Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI
Corso di COMPLEMENTI DI INFRASTRUTTURE VIARIE
ANALISIANALISI COMPARATIVACOMPARATIVA DIDI SOLUZIONISOLUZIONI ALTERNATIVEALTERNATIVE
STIMASTIMA DEGLIDEGLI INCIDENTIINCIDENTI ATTESIATTESI
6.66.6 inc./annoinc./anno
(obiettivo(obiettivo––15%=5.615%=5.6 inc./anno)inc./anno)
Incidenti (N)
perditempo per
perditempo per
Perditempo tot
intersez
SS1 Li
BB
SS1 Pi
AA
SS67bis
CC
TOT
incidenti (ore)
incidenti (vei*ore)
incidenti (ore)
4.94.9
inc./annoinc./anno
SD
0.8
0.6
0.2
0.2
1.7
2
Soluzione 0
F
1.5
1.4
0.6
0.5
4.0
8
6'720
9'692
M
0.0
0.5
0.0
0.5
0.9
2
5.45.4
inc./annoinc./anno
SD
0.3
0.6
0.1
0.1
1.1
1
Soluzione 1 +
F
0.6
1.4
0.5
0.4
2.9
6
4 798
'
7 209
'
B
+ C
M
0.0
0.5
0.0
0.4
0.9
2
1'470
4.84.8
inc./annoinc./anno
SD
0.4
0.6
0.1
0.1
1.3
1
Soluzione 2 +
F
0.9
1.4
0.5
0.4
3.2
6
5'341
7'887
B
+ C
M
0.0
0.5
0.0
0.4
0.9
2
1'470
SD
0.4
0.6
0.1
0.1
1.2
1
1'007
Soluzione 3
F
0.8
1.4
0.5
0.3
2.9
6
4'944
7'153
M
0.0
0.5
0.0
0.3
0.7
1
1'202
Metodologie di analisi dell’incidentalità
Lorenzo Domenichini