Sei sulla pagina 1di 6

Il terremoto in Giappone e le sue conseguenze

Il Giappone è stato colpito da un terribile terremoto, le cui conseguenze sono


drammatiche. La catastrofe naturale e nucleare giapponese ha suscitato
enorme emozione in tutto il mondo. Il Consiglio federale e le autorità svizzere
analizzano attentamente la situazione.

__________________________________________________________________________

Il terremoto che ha colpito il Giappone di magnitudo 8,9 ha provocato un


enorme tzunami con onde alte oltre 10 metri e la preoccupante esplosione
del reattore N°1 della centrale nucleare di Fukushima. Il sisma è stato uno dei
più devastanti negli intimi 150 anni (il più tremendo si verificò nel maggio del
1960 in Cile quando la terra tremò ad un magnitudo 9.3) e ha provocato uno
spostamento dell'asse terrestre pari a 10 cm, portando all'aumento della
rotazione della terra di un microsecondo (un milionesimo di secondo). Ma
cosa sta succedendo al nostro pianeta? Siamo sicuri che sia tutto solo un
fattore naturale e che l'uomo non centri nulla?

Tra le mille ipotesi fatte c'è chi sostiene che la causa del terremoto sia di
natura umana. E che sia stato proprio l'uomo a causare il sisma. Come?
Attraverso i test nucleari.

LE PROVE- Dagli anni 50 Stati Uniti, Russia, Cina e India hanno iniziato ad
effettuare test nucleari e forti terremoti, superiori al magnitudo 7.0 della
scala Richter, sono succeduti alcuni giorni dopo questi test, sarà solo
casualità?

Sappiamo benissimo che la crosta terrestre è in continuo movimento e le


placche tettoniche che sfregano le une sulle altre provocano naturalmente
vulcani e terremoti ma rimane il dubbio sul perché, tutti i terremoti avvenuti
dopo esperimenti nucleari, siano sempre stati a un magnitudo pari o
superiore allo 6.0 della scala Richter.

Nel 1974 il Dottor Matsushita, scienziato del National Center of Atmosferic


Research, scoprì che dopo questi test nucleari la ionosfera e il campo
magnetico terrestre venivano disturbati per un periodo da dieci giorni a due
settimane portando addirittura ad oscillazioni dei poli terrestri.

Lo scienziato fu subito messo a tacere dal governo degli Stati Uniti e gli fu
impedito di continuare le sue ricerche in merito nascondendo tutte le prove
che egli aveva rilevato.

__________________________________________________________________________

TEMA:

Appena qlck giorno fa una terribile catastrofe ha colpito l oriente del mondo,il
Giappone.Circa a metà della mattina una terribile scossa di terremoto ha
colpito tutto il territorio giapponese.La scossa però si è verificata circa a 10
km sotto il livello del mare ed è durata per molti minuti,quei minuti che per il
popolo giapponese sembravano interminabili.in seguito è stato rilevato che
questa terribile scossa è stata di 8.9 gradi della scala richter.gli studiosi
hanno affermata che è stato circa 30.000 volte più forte rispetto a quello che
colpì l aquila 2 anni fa,affermando anche che:se lo stasso avesse colpito l
italia,questa sarebbe stata rasa al suolo.Quella terribile scossa ha poi portato
allo spostamento dell asse terrestre di circa 10 cm.Ma la più catastrofica
conseguenza di quel sussulto terrestre è stato il terribile tzunami.l onda
anomala,di un altezza pari ai 10 metri ha sommerso tutta la costa
giapponese ed oltre.dalle navi alle barche,alle auto,venivano tutte spazzate
via come se fossero giocattoli.la terribile scena poteva essere paragonata a
quella di un film apocalittico sulla fine del mondo(film:2012)ma invece era la
pura,devastante e triste realtà.il grande istinto di sopravvivenza di coloro che
si trovavano più distante dal mare,gli ha portati a rifugiarsi su edifici altissimi
per sfuggire alle acque incalzanti e mortali.

Intanto, è emergenza nucleare in seguito all’incendio avvenuto nella centrale


nucleare di Onagawa, nella prefettura di Miyagi. Da pochi minuti, le autorità
giapponesi hanno comunque annunciato di aver spento le fiamme, ma questo
non ha fermato le autorità a far evacuare la zona attorno alla centrale. Circa
2000 abitanti, quindi, sono stati costretti ad abbandonare la zona nella
prefettura di Fukushima.
Tutte le nazioni ,con i loro rappresentanti si stringono al dolore e alla paura di
tutta quella povera gente che è fortunatamente ancora viva e che pian piano
se non oggi,ma anche tra qualche tempo inizierà a piangere i propri cari.La
cancelliera tedesca Angela Merkel terrà questa sera a Berlino una riunione
straordinaria con alcuni membri dell'esecutivo per valutare le conseguenze
del terremoto

''Si stanno organizzando, valuteranno loro se e dove c'è necessità di aiuti'',


ha aggiunto il responsabile della Farnesina. Offerte analoghe sono arrivate
anche da Gran Bretagna, Francia e Germania."Siamo pronti a fornire qualsiasi
aiuto chieda il Giappone", ha dichiarato Elisabeth Byrs responsabile
dell'Ufficio Coordinamento degli Affari umanitari delle Nazioni Unite a
Ginevra.

La televisione in Giappone ha reso noto che le vittime del terremoto e dello


tsunami sono oltre 10.000.migliaia di vite umane,stroncate una frazioni di
secondo dalla furia della natura,che in ogni modo ormai cerca di dimostrare
la sua superiorità ai piccoli ed insignificanti uomini,che invano cercano di
governarla senza alcun successo!

___________________________________________________________________________

Puoi sviluppare le seguenti idee:

questa apocalisse ha stravolto i giapponesi. .. Il loro paese era pronto per


questi terremoti, infatti all inizio non vi furono grandi danni (prima dello
tzunami) ma non erano preparati per questo grande tzunami....l onda, alta
circa 10 metri, ha travolto tutto sradicando alberi distruggendo case,
macchin, imbarcazioni ecc... che si trovavano in quel momento nella zona
costiera...ci sono stati molti morti e molti corpi non sono stati ancora
ritrovati...il terremoto oltre a causare questo tzunami ha anche provocato
leggeri danni alle centrali nucleari..un reattore ha fatto esplosione, un altro
invece sta avendo dei problemi..questo avvenimento ha decisamente
portato. alla disperazione degli abitanti che non sanno che fare....ora gli altri
paesi stanno cercando di aiutare giappone in tutti i modi...

___________________________________________________________________________

In Giappone prosegue la crisi nucleare in relazione alla perdurante minaccia


di altre esplosioni alla Centrale elettronucleare “Fukushima-1”.
Le autorità locali sostengono che il livello della radiazione attorno alla
centrale è calato di 14 volte e stanno tentando di raffreddare in ogni modo il
nucleo del reattore. Intanto secondo gli esperti, si è riusciti ad evitare il
peggiore sviluppo degli avvenimenti e le conseguenze dell’avaria saranno
meno gravi rispetto a quelle di Cernobyl. Ma è ancora presto pacificarsi!
Secondo le previsioni le scosse telluriche in Giappone proseguiranno per un
mese.

Per il momento le autorità del Paese dedicano l’attenzione principale alla


ricerca dei feriti e alle forniture di soccorso agli stessi. Secondo le notizie
provenienti dal Giappone le liste dei morti, feriti e dispersi a causa del
violento terremoto e dello tsunami si allungano di giorno in giorno. Le vittime
sono già oltre 2 mila. Secondo le previsioni il bilancio dei morti sarà a quota
10 mila.

Intanto in Internet le notizie che giungono dal Giappone sono accompagnate


dai tag “finimondo”, “2012” e simili.

Ecco che cosa ci ha detto a tale proposito Alexei Nikolaev, capo del Consiglio
di esperti russo per le previsioni dei terremoti.

Penso che non ci sia nessuna minaccia alla nostra Terra, almeno nel nostro
secolo. Simili terremoti si erano verificati, si verificano e continueranno a
verificarsi anche in futuro. Ma le previsioni catastrofiche che se ne ricavano
sono assolutamente fuori luogo. Anzi, esiste la cosiddetta ipotesi
antropogena secondo cui tutto quanto avviene sulla Terra risulta utile per
l’umanità. Gli uomini diventano sempre più intelligenti, trovano sempre nuovi
mezzi di costruire meglio, di salvarsi in modo più efficace dalle calamità
naturali, di minimizzare gli effetti tecnogeni sulla nostra Terra affinché possa
svilupparsi secondo le leggi stabili comprese quelle sismiche.

Intanto in seguito al terremoto in Giappone l’asse terrestre si è spostato di


15 centimetri. Secondo gli esperti lo ha provocato uno stretto avvicinamento
della Luna alla Terra. Per il momento gli scienziati non possono prevedere le
conseguenze globali del Grande Terremoto per il nostro pianeta.
_________________________________________________________________________

E' stata una vera e propria tragedia

In Giappone vi è stato un forte terremoto.

Il suo epicentro era nell'Oceano Pacifico, vicino alla città di Sendai. La città di
Sendai, capoluogo della prefettura di Miyagi, è stata scossa.

La magnitudo era di 8,9 che equivale al XII grado della Scala Mercalli, il
massimo della violenza.

Vi è stato anche uno tsunami.

Il video scaricato da Youtube mostra ciò.

Negli ultimi 150 anni, questo terremoto è stato tra i più violenti.

Stando a dati provvisori, i morti sono almeno 40 ed i dispersi sono circa 39.

I danni sono stati enormi.

Noi italiani siamo vicini al popolo giapponese e ai nostri connazionali ed


occidentali che stanno in Giappone.

Il Giappone si trova su una linea di faglia.

La crosta terrestre, infatti, è divisa in placche tettoniche, come se fosse un


puzzle.

Queste placche galleggiano su uno strato fluido, il mantello, come se fossero


delle zattere.

Le placche si muovono, avvicinandosi, allontanandosi e scontrandosi.

Un esempio fu la nascita della catena montuosa dell'Himalaya che avvenne


grazie ad uno scontro tra la placca tettonica indiana e quella euroasiatica.

Fenomeni come questi danno origine al vulcanesimo e ai terremoti tettonici e


modificano l'aspetto delle terre emerse e degli oceani.

Qui, infatti, corre la faglia che divide la zolla euroasiatica da quella filippina e
quella pacifica.

Quello che è successo in Giappone è frutto di questi cambiamenti della crosta


terrestre.

Questo deve fare riflettere anche noi, che viviamo in prossimità di una faglia
che divide la placca euroasiatica da quella africana.
Noi, forse, dovremmo imparare dai giapponesi che sanno di vivere su un
territorio soggetto anche a simili cataclismi ma che fanno infrastrutture
complesse e hanno centrali nucleari.

Una cosa è tenere conto della realtà naturale del territorio.

Un altra è avere paura o pregiudizio ideologico.

__________________________________________________________________________