Sei sulla pagina 1di 72

SABATO 12 MARZO 2011 ANNO 136 - N.

60

In Italia con "IO Donna + A"

EURO 1,50

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339 Servizio Clienti - Tel. 02 63797510

Fondato nel 1876


Serie A LInter si salva a Brescia Julio Cesar para un rigore
di F. Monti, A. Pasini, G. Ghisi alle pagine 64 e 65

www
Con Io Donna I Classici del pensiero Il socialismo di Rosselli
Oggi in edicola a 1 euro pi il prezzo del quotidiano

Roma, Piazza Venezia 5 Tel. 06 688281

Il nuovo libro C qualcosa di storto nella famiglia borghese


di Jonathan Franzen alle pagine 56 e 57

Terremoto di 8,9 gradi Richter: il quinto pi violento da oltre un secolo. Lo tsunami ha affondato navi, spazzato via treni e travolto dighe

La scossa, poi londa sconvolgente


In Giappone migliaia di vittime. Terrore per due centrali nucleari fuori controllo
LA FORZA DI UN POPOLO
di MASSIMO GAGGI

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

a forza spaventosa di unonda che travolge case, treni, auto, scaglia via navi, invade aeroporti. Ma anche le immagini di edifici che, pur perdendo cornicioni e controsoffitti, restano quasi intatti, e di un popolo che reagisce con compostezza a una tragedia immane. Gente che si rimbocca le maniche applicando una lezione mandata a memoria in decenni di addestramento. Il terremoto che ha colpito laltra notte la costa settentrionale del Giappone e lo tsunami che seguito hanno sicuramente prodotto distruzioni immense. Il bilancio in termini di vite umane che emerger quando le macerie saranno state rimosse e le acque si saranno ritirate sar pesante, migliaia di vittime. Ma davvero poco rispetto ai 300 mila morti provocati un anno fa ad Haiti da un terremoto del settimo grado della scala Richter, infinitamente pi debole di quello (8,9 gradi) che ha colpito ora il Giappone. Lallarme maggiore, ora, quello nucleare. Il bloc-

co delle centrali ha funzionato ma la rottura del circuito di raffreddamento di un reattore spaventa. Effetto della potenza straordinaria di una scossa che ha addirittura spostato di 10 centimetri lasse della Terra. Il terremoto pi violento mai registrato, da quando esistono i sismografi, in Giappone: un Paese fin qui colpito dal 20 per cento dei sismi ad alta intensit avvenuti nel mondo. Un triste primato che ha per consentito al Paese di prepararsi con grande seriet ed efficacia ai cataclismi che lo sconvolgono periodicamente. Unesperienza che deve far riflettere altre comunit, come la nostra, particolarmente vulnerabili alle catastrofi naturali, compresi gli eventi sismici. Avesse colpito lItalia centrale, dice un esperto come Bertolaso, questo terremoto avrebbe raso al suolo Roma. Oggi, forse, conteremmo i morti a milioni. Difendersi dalla violenza della natura, ovviamente, non sempre possibile.
CONTINUA A PAGINA 58

REUTERS

Lo scrittore

Il fenomeno

Bertolaso

La grande calma tra gli eredi dei samurai


di A. GEREVINI
A PAGINA 9

Lasse terrestre spostato di 10 centimetri


di A. MANGIAROTTI
A PAGINA 7

Un sisma cos annienterebbe tutta Roma


di A. ARACHI
A PAGINA 2

Ferita misteriosa sulla schiena. Pista satanica non esclusa

Una X sul corpo di Yara La pm: Lassassino qui


Il Giappone stato sconvolto dal terremoto e dallo tsunami. La scossa pi forte (8,9 gradi sulla scala Richter) ha investito larea di Sendai, circa 300 km a nord-est di Tokyo, e scatenato DA PAGINA 2 A PAGINA 11 uno tsunami con onde alte oltre dieci metri. Le vittime sono migliaia. Ferite sul cadavere di Yara Gambirasio (nella foto) che possono far pensare a un delitto a sfondo satanico? Al momento non escludiamo nessuna ipotesi, dice il pm. C il giallo di una X sulla schiena della ragazzina. Yara sarebbe stata colpita con un coltello e, forse, con una pietra. Chi ha ucciso vive nella zona.
A PAGINA 25 Del Frate e il commento di Donato Carrisi

Ma il Ras riprende terreno

Giannelli

Settegiorni
di Francesco Verderami

LEuropa apre ai ribelli libici Via Gheddafi


LEuropa nega a Gheddafi ogni legittimit e ritiene invece un interlocutore politico credibile il Consiglio Nazionale di transizione di Bengasi, senza tuttavia riconoscerlo come governo. Sul caso Libia: inglesi e francesi chiedono le maniere forti, la Germania frena, gli altri vanno in ordine sparso. Sarkozy: azioni mirate. Non se n discusso, dice Berlusconi. Cameron, premier britannico, chiede in pi sanzioni petrolifere.
ALLE PAGINE 12 E 13

Lopposizione tentata dalla riforma


hi ha toccato quei fili se non rimasto fulminato quantomeno si ustionato. Sulla giustizia dalla Bicamerale fino allultimo governo Prodi nessuno riuscito a evitare la scossa. E ora che ci prova Berlusconi, anche lopposizione confida segretamente che il Cavaliere non resti folgorato.
CONTINUA A PAGINA 15 DA PAGINA 14 A PAGINA 16

10 3 1 2>

9 771120 498008

Caccia, L. Cremonesi, Offeddu e unanalisi di Nicola Cacace

2
#

Primo Piano

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Giappone La grande scossa

(80

Gli incendi che si sono sviluppati in varie citt del Giappone dopo le due violentissime scosse di terremoto. Una decina anche nella capitale Tokyo, molti di pi nellarea della citt di Sendai I volti
Il primo ministro sorpreso dal sisma in Aula, i manager bloccati in ufficio, le code ai telefoni, la stanchezza, i primi soccorsi

Morte e devastazione in Giappone Il mare avanzava implacabile


Scossa di terremoto del grado 8,9 della scala Richter. Onde alte pi di dieci metri Primo bilancio: le vittime sono oltre mille. E la terra continua a tremare
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

PECHINO Le onde, di nuovo. Questa volta sul Giappone, che conosce il sisma pi violento dellera moderna, forse della sua storia. Un terremoto in mare, a 24 chilometri di profondit e a un centinaio dalla terraferma a nord di Tokyo, ha provocato uno tsunami devastante che ha spazzato la costa trasformando il paesaggio della prefettura di Miyagi. Una muraglia dacqua di 10 metri che ha preso dentro di s case, alberi, tutto, per poi allungarsi e inondare le risaie e i campi. Lintensit magnitudo 8,9 (la quinta pi violenta al mondo da pi di un secolo) spiega perch anche Tokyo, che pure si trova a quasi 400 chilometri dallepicentro, rimasta sconvolta. Secondo alcune stime, questo terremoto stato 8 mila volte pi forte di quello in Nuova Zelanda. Tragico e confuso il bilancio delle vittime, alcune centinaia quelle accertate nella serata di ieri ma gi nella notte lagenzia Kyodo le portava a un migliaio; molti anche i dispersi. Tremila, si pensa, le case azzerate. E oltre al bilancio umano, il Giappone mette in conto un costo enorme che si abbatte su uneconomia in difficolt e su un Paese sfiduciato. La scossa piombata sul Giappone alle 14.46, quando

Distruzione Sopra il petrolchimico di Ichihara in fiamme. A destra londa travolge la cittadina di Natori

sa. Alcuni automatismi sociali, psicologici, organizzativi hanno funzionato. Nulla per ha impedito che il fango prendesse possesso della citt di Sendai, che durante i Mondiali di calcio del 2002 ospit la nazionale italiana. Le linee ferroviarie si sono bloccate, saltati i collegamenti interni. Tra i tasselli di testimonianze messe insieme dalle televisioni, degli studenti sul tetto di un edificio circondato dallacqua. Per il premier Naoto Kan,

che proprio ieri aveva ammesso di aver ricevuto finanziamenti elettorali illegali ma che non intendeva dimettersi, la propria sopravvivenza politica lascia il posto a una missione estrema, il salvataggio di un Paese che di fronte alle rovine ha un disperato bisogno di leadership. Era in Parlamento, quando tutto ha cominciato a tremare, e intorno a lui Tokyo si messa a camminare. Decine e decine di migliaia di persone verso casa, in auto, con i taxi presi dassalto, men-

tre i servizi su rotaia restavano fermi. Il ritorno a casa per tanti ha richiesto ore, con bivacchi per chi era troppo lontano. Un ritorno momentaneo a una sorta di Medioevo, cellulari ko e ormai dimenticate code ai telefoni pubblici. I grattacieli hanno oscillato furiosamente ma hanno retto. Qualche vittima, qualche incendio. Il suolo faceva le onde, e vedevo che chi era in strada se ne accorgeva meno. Io che mi trovavo in un edificio, fermo, ho anche pensato che potesse essere au-

Gli italiani Nessun italiano manca allappello. Stanno bene i musicisti dellorchestra del Maggio Fiorentino
in Italia erano le 6.46. durata un paio di minuti, un tempo che anche a una popolazione abituata a convivere con tremori di entit variabile parso straordinario. Quindi raffiche di scosse di assestamento e alle 4 del mattino, la serata in Italia, un ulteriore sisma ha invece interessato il versante nordovest della stessa isola, 6,6 di intensit, nella prefettura di Niigata. Ulteriori movimenti di assestamento, anche violenti, sono stati messi in conto dai sismologi. Il sisma ha spostato di una decina di centimetri lasse terrestre ma lallarme tsunami nelle zone del Pacifico dalla Russia alle Hawaii, dallAustralia allAmerica Centrale non stato seguito dai catastrofici effetti che avevano caratterizzato lo tsunami del 26 dicembre 2004, generatosi di fronte alla provincia indonesiana di Aceh. Il cataclisma ha isolato il Giappone. Cancellati i voli internazionali, milioni senza linee telefoniche, 300 case senza elettricit. Al Paese non rimasto che contemplare impotente le rovine. Ci che le reti tv hanno cominciato subito a restituire ai cittadini era un labirinto di acqua e di fuoco: sono esplose tubature, si sono incendiati depositi di carburante. Paese sismico per eccellenza, il Giappone non stato preso completamente di sorpre-

I danni Tremila le case annientate, bloccate le linee ferroviarie, saltati i collegamenti interni
tosuggestione, per come vedevo tutto muoversi, racconta al Corriere Andrea Ortolani, un giovane giurista torinese da 8 anni in Giappone. Della trentina di italiani che vivono nelle aree pi vicine allepicentro lambasciata ne aveva rintracciati ieri diversi; stanno bene anche i 300 musicisti, cantanti e tecnici del Maggio Musicale Fiorentino, a Tokyo per un tour con il maestro Zubin Mehta. In serata la Farnesina dichiarava che al momento non risultavano connazionali morti. Le emergenze si accumulano. Come la centrale nucleare di Fukushima-Daiichi (ma anche altri impianti si sono fermati), con la fuoriuscita di vapore contaminato ed evacuazioni. La necessit di rimettere immediatamente in moto le fabbriche, per evitare il colpo di grazia a un Paese che non sa riavviare leconomia e anzi luned dovr varare un budget bipartisan per far fronte alla catastrofe. Il mondo offre aiuti, si fa sotto anche la Cina, nonostante gli attriti. LOnu si attiva, persino la Nato si mette a disposizione. Non ancora il momento di pensare a una rigenerazione ci sono i sopravvissuti da salvare, i morti da onorare ma il Giappone potrebbe cominciare a coltivare lidea.

Guido Bertolaso

Una scossa cos in Abruzzo avrebbe annientato anche tutta Roma


ROMA Guido Bertolaso, si era mai visto un terremoto cos? Mai nella storia. Nel 1960 in Cile ce ne fu uno pi intenso (magnitudo 9,5) ma era in una zona desertica. Questo per il Giappone come la terza bomba atomica. Fosse successo in Italia? Vogliamo dire un terremoto della stessa potenza con lo stesso epicentro di quello dellAquila di due anni fa?. S, come quello dove lei intervenuto da capo della Protezione civile. Che danni avremmo avuto? Questo terremoto giapponese circa 20

Marco Del Corona


RIPRODUZIONE RISERVATA

mila volte pi potente di quello dellAquila. Credo che dopo aver devastato tutte le province dellAbruzzo, un sisma di questa intensit avrebbe raggiunto Roma e lavrebbe praticamente rasa al suolo. Noi non abbiamo certo le stesse strutture antisismiche e gli stessi meccanismi di prevenzione del Giappone? No, purtroppo. Per siamo un Paese ad alto rischio sismico? Il 60% dellItalia a rischio sismico. Di questo, per, soltanto il 25% classificato a rischio 1, ovvero il pi alto. La provincia dellAquila com classificata? Rischio tra il 2 e il 3. E infatti quello del 6 aprile di 2 anni fa fu di quellintensit. E se dovessimo costruire centrali nucleari in Italia? Dovremmo seguire le pi rigorose regole antisismiche. E, ovviamente, evitare di costruirle nelle zone pi pericolose. Potremmo stare tranquilli? Seguendo le regole s. Del resto dopo i terremoti di San Giuliano, prima, e lAquila

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano

3
#

140

Mila persone rimasero vittima della scossa di terremoto (magnitudo 7,9) che il primo settembre del 1923 distrusse Tokyo e dintorni Da allora si costru con criteri antisismici

370

I chilometri che separano lepicentro del


sisma dalla capitale, Tokyo, dove i danni sono stati limitati anche se si contano comunque alcuni morti, per le lesioni dovute ai crolli

38

Le nazioni che hanno immediatamente


offerto aiuto e solidariet al Giappone Anche lOnu ha annunciato che trenta squadre di soccorso sono pronte a partire

La navigazione La barca fantasma che nessuno sa trovare Presa in un gorgo


Nella prefettura di Miyagi nel primo pomeriggio di ieri erano unottantina gli operai impegnati sullimbarcazione nel bacino di un cantiere navale. Erano al lavoro, come tutti i giorni, e nessuno poteva prevedere la sciagura. Londa che li ha investiti li ha portati con s: loro e lo scafo. Spariti, probabilmente inghiottiti dal mare. Nella notte unit della guardia costiera nipponica li stavano ancora cercando, ma senza fortuna. La tragedia della nave si accompagna alle immagini di imbarcazioni rovesciate, scagliate sulla terraferma, lontane dallacqua, una visione che riporta al ground zero di Banda Aceh nel nord di Sumatra, in Indonesia quando lo tsunami del 2004 trascin un peschereccio nel centro della citt, a chilometri dal mare. E se le unit della marina Usa nellarea sono state preallertate in vista di possibili interventi, in Giappone ieri tutti i porti sono stati chiusi. Al di l della contingenza del dramma, preoccupa la prospettiva degli approvvigionamenti di carbone e di materie prime.

I pi potenti

Maggio 1960 Terremoto di magnitudo 9,5 (scala Richter) in Cile, 1.655 morti Marzo 1964 Scossa sismica di magnitudo 9,2 in Alaska, i morti furono 125 Dicembre 2004 Terremoto di magnitudo 9,1 a Sumatra, in Indonesia, accompagnato da uno tsunami devastante, circa 228 mila morti Novembre 1952 Sisma di magnitudo 9,0 in Kamchatka, Russia, nessuna vittima Febbraio 2010 Terremoto di magnitudo 8,8 in Cile, 524 morti. Gennaio 1906 Terremoto di magnitudo 8,8 in Colombia ed Ecuador, 1.000 morti. Febbraio 1965 Terremoto di magnitudo 8,7 in Alaska (Usa), nessuna vittima Marzo 2005 Terremoto di magnitudo 8,6 a Sumatra, in Indonesia, 1.313 morti Marzo 1957 Terremoti di magnitudo 8,6 in Alaska (Usa), nessuna vittima. Agosto 1950 Terremoto di magnitudo 8,6 nello Stato indiano di Assam, 1.526 morti

Le coste La spiaggia dei morti sorpresi dallonda che ha cancellato tutto


Sono le spiagge la prima linea dello tsunami, limpossibile barriera, la protezione che non protegge, quella striscia di terra inghiottita in una frazione di secondo. Su una spiaggia di Sendai ieri la polizia ha trovato 200-300 cadaveri. Ammassati l dalle acque e dalla mostruosa risacca dellonda gigante sono con ogni probabilit i corpi degli abitanti delle case pi vicine al mare, lungo strade e in quartieri che ormai non esistono pi. Ai soccorritori non rimasto che da contare. Nella prefettura di Iwate, una di quelle maggiormente coinvolte dal sisma, un ospizio con una trentina di ospiti stato cancellato dallo tsunami. Non c pi. E proprio perch le spiagge sono predestinate alla distruzione, quando londa ha cominciato a propagarsi attraverso lOceano, le autorit della California sullaltra sponda del Pacifico, negli Stati Uniti hanno ordinato centinaia di evacuazioni. Altri corpi potrebbero essere ancora in mare ed essere trasportati a terra successivamente.

Diretta video e immagini

M.D.C.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Diretta video, filmati, decine di foto, mappe, articoli di cronaca, testimonianze, approfondimenti: anche oggi Corriere.it, il sito Internet del Corriere della Sera, continuer a raccontare le conseguenze del disastro che ha colpito il Giappone. Ieri, in particolare, il sito ha rilanciato in diretta il segnale della televisione Nhk che ha trasmesso le immagini del gigantesco tsunami responsabile della maggior parte dei danni e delle vittime.

M.D.C.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La viabilit Le auto spazzate via Laeroporto di Sendai scomparso in acqua


Lo scalo svanito Laeroporto di Sendai assediato dalle acque

Strade attraversate da crepe profonde, come in un terremoto qualunque, interrotte da voragini di cui non si vede il fondo. O trasformate in laghi, paludi, stagni, le auto rovesciate, sparse su un asfalto che non si vede. Macerie e detriti ovunque. Oppure le strade di una Tokyo abbastanza lontana dallepicentro da essere risparmiata ma, comunque, riempite da una colata di traffico che ha reso epopee di ore e ore trasferimenti normalmente rapidi. Laeroporto di Sendai allagato e tutto, nello scalo, stato invaso da una marea nera di acqua e fango. Quello internazionale di Narita a unora dalla capitale stato chiuso e solo in serata ha ripreso qualche volo in partenza. Danni allo scalo per i voli low cost di Ibaraki, sempre vicino a Tokyo. Alcuni voli civili sono stati dirottati sulle piste delle basi militari statunitensi, che nei prossimi giorni potrebbero essere mobilitate per i soccorsi (gi ieri un aereo militare Usa intervenuto a versare liquido refrigerante sulla centrale nucleare in difficolt).

M.D.C.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le due scale
Richter Charles Francis Richter ha dato il nome a una scala che fornisce una valutazione obiettiva (magnitudo) della quantit di energia liberata con una scossa Mercalli Il nome di Giuseppe Mercalli invece legato alla scala che misura lintensit di un terremoto con gli effetti che produce su cose e persone

poi, si stabilito che tutte le nuove costruzioni devono essere costruite con le regole antisismiche. Sono stati fatti investimenti in tal senso, a disposizione delle Regioni ma anche dei privati. Quanto stato stanziato? Un miliardo di euro. sufficiente? Per mettere in sicurezza sismica gli edifici italiani servono almeno 20 miliardi di euro. Certo non si fa in un mese e nemmeno in un anno. una politica che deve essere portata avanti nel tempo, come hanno fatto i giapponesi dopo il terremoto di Kobe del 1995. Ha seguito gli sviluppi di questo terremoto nel suo ex dipartimento? So che hanno fatto ununit di crisi. Si stanno organizzando per i soccorsi. Mi auguro si ricordino che quando stato per lAquila il Giappone ci ha donato sei milioni di euro.

Le ferrovie Quattro treni dispersi Il mistero del numero dei passeggeri a bordo
I treni fantasma sono quattro. Uno viaggiava tra Sendai e Ishinomaki, sulla linea Senseki, quando il terremoto lo ha investito. trascorso tutto il pomeriggio. A sera, nella concitazione e nel caos della devastazione, del convoglio non si avevano notizie. Non si sapeva neppure quanti fossero i passeggeri nei vagoni che sono stati segnalati per lultima volta vicino alla stazione di Nobiru. Era gi buio sul Giappone quando lagenzia di stampa Kyodo, citando la polizia, ha comunicato che il treno della East Japan Railway Co. non era apparentemente arrivato da nessuna parte e forse non sarebbe mai arrivato. Un altro convoglio della JR East sarebbe svanito nel nulla nella prefettura di Iwate, ma anche in questo secondo caso nessuna ipotesi sul numero di eventuali vittime e feriti. Lagenzia Jiji non ha specificato se si tratta di un treno passeggeri o merci. Di altri due treni, la conferma della notizia arrivata a tarda sera, si sono perse le tracce e nessuno sa nulla dei passeggeri.

Alessandra Arachi
RIPRODUZIONE RISERVATA

M.D.C.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano

5
#

Giappone Londa

Tsunami un termine giapponese formato da due parole distinte, tsu che significa porto e nami che significa onda, e indica una onda anomala in un porto normalmente protetto

Lo tsunami in diretta tv Cos il muro dacqua ha inghiottito i villaggi


La sopravvissuta del 2004: ipnotizzata dalle immagini
Londa e gli effetti
EPICENTRO DEL SISMA
Tokyo

GIAPPONE
Oceano Pacifico

(ora italiana) La scossa di terremoto in Giappone genera uno tsunami che provoca onde alte fino a 10 metri

Londa arriva a toccare le coste delle due Coree e della Russia

Londa arriva sulle coste del Canada, dellAustralia e dellIndonesia

Lambita la costa degli Stati Uniti, in particolare la California, dove londa alta due metri ha provocato quattro dispersi. Toccata anche la parte meridionale dellAustralia

Londa lunga arriva sulle coste del Messico

MESSICO
CORRIERE DELLA SERA

12.000 km

Lo tsunami arriva sulle coste delle Filippine e tocca lAlaska

Come avete visto in televisione..... Il primo ministro Naoto Kan, attacca cos la conferenza stampa pi drammatica della sua vita. In televisione dice. Perch quello che tutte le sue parole non basterebbero a descrivere lo raccontano benissimo i filmati e le fotografie. Tanti, tantissimi filmati e migliaia di scatti. Tutto in diretta, come se le telecamere del mondo fossero accese soltanto sul Paese del Sol Levante. Alle 14.46 la scossa (ora locale), dalle 15 in poi un numero crescente di video sulla devastazione fa il giro del mondo ed impossibile non incollare gli occhi al televisore. Quando ho visto il primo filmato dellonda mi sono venuti gi dei lacrimoni... racconta al telefono la voce emozionata di Ernestina Sandrini, dottoressa del dipartimento psichiatrico dellospedale di Sal. Nel 2004 (allepoca era in servizio come medico del pronto soccorso) and in vacanza a Phi Phi Island, lisola thailandese che lo tsunami di quel 26 dicembre rase al suolo. Vide arrivare londa, url con tutto il fiato che aveva per dare lallarme, vide i suoi figli e suo marito salvarsi per un soffio e, con le sue sole forze allest una specie di ospedalino da campo, come dice lei, mentre il mare restituiva i corpi dei suoi amici, tutti morti. Ieri rimasta ipnotizzata dalle immagini che arrivavano dal Giappone. Pi le guardavo pi le avrei guardate. Stavolta sono stati velocissimi con queste immagini... quasi in diretta. Secondo me dopo il nostro tsunami tutti hanno imparato a capire che cos, pi o meno, unonda anomala. Ma vederla come si vede adesso col Giappone unaltra cosa. Mille volte in questi anni la dottoressa Sandrini ha provato a far capire che non proprio unonda. Ora le riprese spiegano per lei: Ma lha vista quella massa nera che viene avanti? Ecco, anche per noi era proprio cos. Non unonda che ti arriva sulla testa, una marea montante che cammina implacabile, il mare che cambia sede, travolge tutto quel che incontra e non ti lascia scampo. Proprio come si vede in Giappone, un avanzare di case, alberi, navi, macchine, uomini, tutto assieme. Ma per quanto impressionanti siano, i filmati non racconteranno mai lodore della morte che si sente laggi, n le urla strazianti di chi in trappola o sta morendo. Non sentiremo le voci di marinai e passeggeri sulla nave che qualcuno ha ripreso da un elicottero al largo della citt di Oarai, nella prefettura di Ibaraki, nord-est di Tokyo. Si vede nettamente una gigantesca spirale dacqua e la nave che prova a resisterle, inutilmente. Guardarla, mentre ruota su se stessa cercando di uscire dal gorgo un po come vedere chi era a bordo, le loro facce spaventate, immagina la dottoressa Sandrini. Il film di quel dramma si interrompe con la nave pericolosamente vicina al punto centrale del vortice. Non si sa altro.

La nave nel gorgo Una nave intrappolata in un enorme vortice al largo della citt di Oarai, nella prefettura di Ibaraki, nord-est di Tokyo. Le immagini riprese da un elicottero mostrano limbarcazione che prova a uscire dal gorgo senza riuscirci. Il filmato si interrompe mentre la nave vicina al cuore del vortice

La diretta dalla costa Giapponese sfigurata dallo tsunami mostra le immagini spettacolari dellesplosione al Petrolchimico, nel distretto della citt di Sendai, si vedono fiamme altissime. E si vede la metamorfosi dellaeroporto, pochi chilometri pi in l: un mare nero di acqua e fanghiglia avanza inesorabile su una distesa ordinata di aerei, piste ed edifici e nel giro di pochi minuti fuori tutto galleggia, aerei compresi, mentre allinterno i passeggeri guardano cadere pezzi di soffitto. La potenza di unonda che centra con il terremoto ma non ha niente a che fare con lo tsunami nel filmato girato a Fukushima: la diga a monte del paese non regge alla scossa e milioni di metri cubi dacqua si sono riversano a valle portando via interi villaggi. Centinaia di case si accartocciano luna sullaltra, qualcuna si stacca dal terreno con il tetto ancora intero e resiste uno, due, dieci secondi cos, intera, nel percorso verso valle, in mezzo a una marea di detriti sempre pi grande, sempre pi alta. Dellimmenso parcheggio del parco Disneyland, nella regione di Tokyo, si vedono centinaia di auto: in pochi secondi diventano fuscelli in mezzo al tumulto dellacqua, si muovono con londa, luna sullaltra, luna contro laltra, esattamente come succede alle navi in tutti i porti della fascia costiera pi colpita. Imbarcazioni lunghe decine di metri si schiacciano, si schiantano contro il molo, polverizzano le barchette pi piccole. E tutto diventa onda: ponti e navi, case ed alberi, aerei e macchine, uomini e animali. Una gigantesca, spaventosa onda che correndo sbriciola tutta la vita che incontra.

Giusi Fasano
RIPRODUZIONE RISERVATA

6
#

Primo Piano

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Giappone Il nucleare

Gli Stati Uniti offrono pieno sostegno al Giappone colpito dal terribile sisma e dallo tsunami Barack Obama, presidente Usa

Paura per due centrali Reattori fuori controllo


Evacuate 45 mila persone a Fukushima
Paura A sinistra una veduta aerea dellimpianto nucleare di Fukushima Daiichi, a 270 km da Tokyo: danneggiato il sistema di raffreddamento in due dei sei reattori ad acqua bollente (Epa); a destra una casa crollata nella citt di Sukagawa (Afp)
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

PECHINO Sindrome giapponese. Liniziale ordine di evacuazione preventiva di 45 mila persone, e cio della popolazione nel raggio di tre chilometri dalla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, 270 chilometri da Tokyo, aveva gi sommato paura a paura. Lannuncio delle autorit giapponesi qualche ora dopo ha fatto capire che le prime dichiarazioni ufficiali sullassenza di fughe radioattive dai reattori nella zona pi colpita dal sisma erano state troppo ottimistiche.

Energia

Limportanza dellatomo
Il 30% del fabbisogno nazionale Il boom Dopo la sconfitta nella Seconda Guerra mondiale lo sviluppo del nucleare civile (quello bellico fu di fatto vietato) ha accompagnato limpennata delleconomia giapponese Le centrali Il Paese possiede 55 centrali nucleari, costruite con tecniche anti-sismiche, che forniscono il 30% del fabbisogno energetico. La percentuale prevista in aumento al 41% entro il 2017 e al 50% per il 2030 La pressione allinterno di uno dei sei reattori ad acqua bollente dellimpianto di Fukushima era aumentata oltre la norma poich il sistema di raffreddamento era stato danneggiato, ha dichiarato a Tokyo il capo di gabinetto Yukio Edano. Per abbassare tale pressione ed escludere il rischio di una fusione il reattore avrebbe rilasciato vapore leggermente radioattivo. Non ci sono pericoli per lambiente e le persone, levacuazione stata estesa a un raggio di 10 chilometri dallimpianto e i venti spingono verso loceano ha rassicu-

rato Edano. Poco dopo, la protezione civile giapponese dichiarava che le radiazioni nella centrale di controllo esterna al reattore erano 1.000 volte superiori al normale e che un secondo reattore aveva subito danni nel suo impianto di raffreddamento. Funzionari dellimpianto confidavano alle agenzie internazionali che si stava tentando disperatamente di riparare i danni ma che nessun rischio poteva venire escluso. Edano ammetteva che per il momento non si stava avendo successo e il ministero della Difesa inviava nella zona decine di soldati addestrati per disastri chimici mentre gli Stati Uniti spedivano a Fukushima un aereo con liquido refrigerante. Nella notte, la societ proprietaria degli impianti, la Tokyo Electric Power, comunicava di avere problemi di raffreddamento in altri tre reattori di una seconda centrale, Fukushima-Daini, a 11 chilometri dalla prima. Una situazione che riaccende terrori antichi in Giappone. Perch il Paese ha gi sperimentato un tragico incidente nucleare, a Tokaimura nel 1999, un errore umano e gravi violazioni delle procedure di sicurezza che uccise due delle 119 persone contaminate. Ma soprattutto lunico Paese che abbia patito sulla propria carne due bombardamenti atomici, Hiroshima e Nagasaki, decine di migliaia di vittime anche dopo il 1945. Il Giappone ha sposato convintamente lopzione del nucleare civile, strategia inevitabile per ovviare a uninevitabile dipendenza energetica dallestero. E la condanna di essere un arcipelago. Oggi il Paese ha 55 centrali nucleari, costruite nella consapevolezza del rischio sismico. Il 30% del fabbisogno energetico viene dallatomo e Tokyo sa che la percentuale potr solo aumentare: 41% entro il 2017, la met per il 2030. Lo sviluppo del programma nucleare civile ha accompagnato limpennata del Giappone, dalle ceneri della Seconda guerra mondiale e dallumiliazione della tutela statunitense fino alla posizione di seconda economia del mondo dietro agli Usa (dellanno scorso il sorpasso cinese). Si part nel 1954, con un budget di 230 milioni di yen di allora e una blindatura legale

Livelli record Registrate allesterno di un reattore radiazioni 1.000 volte superiori al normale

che tagliava la strada a ogni tentazione bellica attraverso la legge base sullenergia atomica del 1955. Da quel momento stata una progressione pari a quella del boom nipponico. Del 1956 la Commissione atomica, del 1966 il primo reat-

tore commerciale operativo. Nel 1973 lenergia nucleare, sempre solo civile, diventa una priorit strategica nazionale. In quegli anni le epopee di Godzilla e affini sono in qualche modo una germinazione collaterale dellossessione

per lenergia atomica, da Hiroshima in poi, per di pi in una guerra fredda in cui il Giappone un avamposto su Cina e Urss ma disarmato dalla Costituzione pacifista. La scelta del nucleare non mai stata messa seriamente in

discussione a livello governativo e anzi ormai il Giappone gestisce lintero ciclo del combustibile. Ma dopo lo tsunami forse gli entusiasmi saranno meno vivaci.

Marco Del Corona


RIPRODUZIONE RISERVATA

Reazioni Ambientalisti allattacco

E lallarme riapre il dibattito sul nucleare italiano


ROMA Lallarme per la paura di una eventuale fuga radioattiva dalla centrale nucleare di Fukushima, in seguito al terremoto in Giappone, riapre in Italia la polemica sul nucleare. Occorre riflettere sull'apocalisse che avvenuta in Giappone ha commentato Leoluca Orlando dellItalia dei Valori . Quanto sta accadendo la testimonianza del pericolo del nucleare, energia ormai obsoleta. Antonio Di Pietro ha aggiunto: Diciamo no alle 13 centrali nucleari che il governo Berlusconi vuole aprire. Un errore tagliare sulle rinnovabili per tornare al nucleare. LItalia dei Valori tra i promotori del referendum contro la riapertura delle centrali nucleari, fortemente criticate anche dai Verdi di Angelo Bonelli, da Legambiente e Wwf e dal governatore del Veneto, il leghista Luca Zaia. Per Bonelli l'emergenza atomica giapponese Gli scienziati deve far riflettere sulle parole di chi, in Italia, con troppa superficialit, Il Cnr esclude dice che il nucleare sicuro. leffetto Chernobyl: Ma Cnr, Enea e Forum nucleare quelle centrali italiano assicurano invece che non sono sicure ci sar leffetto Chernobyl. Le centrali nucleari sono sicure. Chi contrario fermo a una vecchia mentalit ideologica che si basa su presupposti sbagliati, spiega loncologo Umberto Veronesi da poco nominato direttore dellAgenzia per la sicurezza nucleare. Le fughe radioattive mi sentirei di escluderle. Nella peggiore delle ipotesi si tratta di materiale contaminato da radiazioni ma non ci sar il cosiddetto "effetto Chernobyl" ha spiegato Valerio Rossi Albertini del Cnr. Ci fa piacere che il Cnr escluda un effetto Chernobyl ha replicato il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza . Ma questo non ci tranquillizza, anche il rilascio di piccoli contaminanti mette a repentaglio la salute umana. Ci auguriamo fortemente che il governo riveda il suo masochistico programma nucleare. Paolo Clemente, responsabile del laboratorio rischi naturali dellEnea, spiega che nelle centrali nucleari i sistemi di sicurezza si spengono automaticamente. E cos accaduto in Giappone. Solo in uno, questo meccanismo non ha funzionato a regola d'arte. Ma secondo Alfiero Grandi, presidente del comitato S alle rinnovabili No al nucleare, anche un solo caso pericoloso.

Mariolina Iossa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano

7
#

Ho appreso con sgomento la notizia del terribile terremoto. Le mie sincere condoglianze ai parenti delle vittime e i migliori auguri di guarigione ai feriti Angela Merkel, cancelliera tedesca

La protezione civile europea stata pienamente mobilitata per aiutare il Giappone a superare questa immensa tragedia
Kristalina Georgieva, commissario Ue per la Cooperazione internazionale

Il fenomeno Il Paese si trova allincrocio di quattro placche tettoniche, lungo la cosiddetta Cintura del fuoco

Lasse terrestre spostato di 10 centimetri


Il sisma il quinto pi potente registrato dallinizio del Novecento
MILANO Per rendere lidea: come se a 380 chilometri da Tokyo fosse esplosa una carica di 630 milioni di tonnellate di tritolo. Per capire meglio: il terremoto dellAquila, dicono i ricercatori del Cnr, pu essere paragonato alla detonazione di una carica di un milione di tonnellate di esplosivo. Il sisma che ha colpito il Giappone il quinto pi potente avvenuto sulla Terra dal Novecento: 8,9 di magnitudo. Il pi forte registrato nella storia del Paese del Sol Levante: per potenza stato preceduto solo da quello che nel 1923 a Kanto caus 143 mila morti. Un terremoto cos devastante, soprattutto per lo tsunami che ha generato, che stato capace di spostare lasse terrestre di dieci centimetri, unoscillazione seconda solo a quella causata dal sisma del 1960 in Cile. Ventinove terremoti solo negli ultimi dieci anni, il Giappone si trova sul punto di incrocio di quattro placche tettoniche: Euroasiatica, Nordamericana, Pacifica e delle Filippine. Ma soprattutto lungo la cosiddetta Cintura del fuoco: larea pi irrequieta della Terra dove sono avvenuti le eruzioni e i terremoti pi violenti (il 90% di tutti). Dal sisma che ha colpito il Cile nel 1960 (9,5 di magnitudo) a quello di Sumatra nel 2004 (9,1), dalleruzione del Krakatoa che nel 1883 provoc il

Dopo Hiroshima

In dieci anni Il Giappone ha avuto 29 terremoti solo negli ultimi dieci anni. Quello pi grave nel 1923: 143 mila morti
boato pi assordante della storia a quella del 1980 del Monte SantElena (costa americana del Pacifico) che ha poi ispirato il film Uragano di fuoco. Quarantamila chilometri di fuoco, appunto, che dalla punta meridionale del Sudamerica corre su fino allAlaska, per poi piegarsi lungo la penisola russa della Kamchatka e riscendere lungo Giappone, Filippine, Indonesia e Nuova Zelanda. In questa zona sono in gioco energie molto superiori rispetto a quelle possibili altrove, ha spiegato Gabriele Scarascia Mugnozza, direttore del dipartimento di Scienze della Terra dellUniversit La Sapienza di Roma. Qui le placche oceaniche del Pacifico scorrono al di sotto delle placche di Nord e Sudamerica. Ieri si verificata quella che in gergo tecnico chiamano subduzione: lo spostamento di una placca sotto unaltra. Nello specifico ha aggiunto Francesco Mele, dellIstituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia della placca del Pacifico sotto quella dellisola di Honshu, un fenomeno che avviene in milioni di anni, con movimenti che sono a volte lenti e altre volte invece provocano scatti pi forti. E terremoti devastanti. Come ieri. Uno scatto cos forte e unenergia cos devastante da spostare lasse terrestre di quasi dieci centimetri. Lo ha quantificato lIstituto nazionale di geofisica e vulcanologia. A cau-

Il tab storico della Bomba


Costituzione Dopo la resa incondizionata nel 1945, la Costituzione pacifista del 1947 decret che il Giappone non pu avere un esercito, n potenziale bellico. Nel 1971 il Parlamento ha decretato il bando totale delle armi atomiche Dibattito La sua industria produce, e vende, armi supertecnologiche mentre il dibattito sulla deterrenza atomica ha preso slancio dopo i due test nucleari della Corea del Nord e viene alimentato dallarroganza della vicina Cina

Un geologo Lenergia in gioco stata 30 mila volte maggiore rispetto a quella dellAquila

Dopo il Cile Loscillazione dellasse seconda solo a quella causata dal terremoto del Cile nel 1960, quando vari di 30 cm

sare il fenomeno ha affermato Giampaolo Cavinato, ricercatore dellIstituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr stato lo spostamento di una quantit notevole di massa da un punto allaltro della crosta terrestre. Lenergia in gioco stata di 30 mila volte maggiore rispetto a quella dellAquila. E per la legge fisica della conservazione del momento angolare ha aggiunto Antonio Piersanti, direttore di sismologia e tettonofisica dellIngv c stato uno spostamento dellasse terrestre. Un riequilibrio. Un bilanciamento. Con una direzione di 140 gradi di longitudine Est. Probabilmente il pi forte dopo quello causato dal terremoto

del 1960 in Cile (circa 30 centimetri). Seguono il sisma dello scorso anno sempre in Cile (8-10 cm) e quello di Sumatra del 2004 (5-6). Ma le conseguenze, se non per chi studia la Terra, sono quasi nulle. Lasse terrestre oscilla anche di diversi metri nel corso dellanno. Quindi: Non esiste alcuna minaccia o pericolo per il pianeta. Nemmeno per i cambiamenti climatici. Unica conseguenza: Un impercettibile accorciamento delle giornate. Dopo il terremoto di Sumatra stato di 6,8 microsecondi, dopo quello del Cile di un anno fa di appena 1,26.

Alessandra Mangiarotti
RIPRODUZIONE RISERVATA

8
#

Primo Piano

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Giappone La Rete

( 140
Un ragazzo di Tokyo Ragazza in Giappone

LE BATTUTE permesse per ogni messaggio postato su Twitter. Migliaia ieri i messaggi lasciati dai giapponesi sul web

Le voci Non sento gli amici, non dormo


Dovunque siate, pregate per noi
Edamamicky @edamamicky
Un ragazzo giapponese in trappola

Aya @Aya s
E una tragedia agghiacciante. Sono al sicuro, ma sento le scosse dassestamento. Non riesco a contattare i miei amici. Non riesco a dormire. Vi prego, non diffondete notizie imprudenti
twittato da Tokyo

Ruchira Surya
Sono preoccupata per la mia famiglia a Sendai. Laeroporto allagato, con auto, camion, autobus e una melma densa sulle piste datterraggio
twittato dal Giappone

Appelli
Appelli, richieste daiuto, preghiere: Twitter stato usato da migliaia di persone che volevano lanciare un messaggio. Ieri, 8 dei 10 tag pi seguiti erano dedicati al disastro giapponese

Yoko Ono @yokoono


Messaggio al popolo giapponese colpito dal terremoto di Sendai e dallo tsunami: mi sento stordita in questo momento, come se fossi l io stessa, colpita da questo disastro come voi
twittato da New York Ingegnere in una raffineria

Dhiman Kumar
Sono passati trenta minuti dalla scossa principale e ancora mi sembra che i grattacieli ondeggino in citt. I cellulari non funzionano, ma per fortuna Internet s
twittato da Tokyo

Chi vi scrive una vittima dello tsunami. Sono al secondo piano di casa con mia madre, mio fratello e un vicino. Il primo piano inondato, non riusciamo a uscire. Il telefono non funziona
twittato da Kanagawa

La moglie di John Lennon

TinyStar323 @tinystar323
Anonimo in Giappone

Kei Okamura
Giornalista Reuters

Shaun McK @jt sloosh


Giornalista del Japan Times

Se pensate che lo tsunami somigli a unonda vi sbagliate di grosso. Provate piuttosto a immaginare delle pareti di cemento che crollano a una velocit impressionante. Gli esseri umani non sono fatti per resistervi
twittato dal Giappone

La gente terrorizzata. E una cosa piuttosto rara, dato che in Giappone siamo abituati ai terremoti. Ma oggi stato molto diverso
twittato dal Giappone

I giornalisti della redazione del Japan Times stanno scrivendo i loro pezzi al computer in piedi... nel caso debbano evacuare ledificio. Bisogna riderne o a vincere sar il terremoto
twittato da Tokyo

Kaori @ties0addict
31 anni, fan di musica elettronica

Una forte scossa di assestamento potrebbe colpirci questa notte... Sono terrorizzata ora. :( E non so dove siano mio fratello e il mio ragazzo... Per favore, rispondetemi!!!!! :'(
twittato da Tokyo

Se pensate che lo tsunami sia unonda, vi sbagliate. come un muro di cemento che crolla vertiginosamente

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano

Giappone La cultura

(
bilito in attesa di ulteriori istruzioni. La preparazione psicologica, per, quella che gioca il ruolo pi importante, quella che forse caratterizza principalmente il popolo giapponese. Vivendo in questa parte del mondo, volenti o nolenti, ci si abitua presto a esorcizzare lo jishin (il grande terremoto) anche attraverso battute di spirito, un modo tutto sommato efficace per imparare a familiarizzare con il proprio destino, per diventare fatalisti. Non deve stupire, perci, la calma mostrata in Giappone di

I giapponesi giudicano se stessi e gli altri in base alle categorie di autocontrollo e autogoverno Il crisantemo e la spada, Ruth Benedict

Quella calma disumana del popolo dei manga forgiato dalla tradizione
Dietro lapparente freddezza una programmazione perfetta
di ALESSANDRO G. GEREVINI

Cronaca di una reazione annunciata. Di fronte a immagini catastrofiche che sembrano uscire dal capolavoro danimazione di Hayao Miyazaki, Nausica della Valle del Vento, non facile capire come sia possibile non farsi prendere dal panico, non lasciarsi andare alla disperazione pi totale, non sentirsi completamente persi. La risposta semplice: essere preparati. Una preparazione che ovviamente innanzi tutto di tipo concreto. Per i giapponesi ogni cosa deve esse-

con i vetri). Importante poi fare in modo che la porta dingresso resti bene aperta perch, se una successiva scossa di assestamento dovesse bloccarla, sarebbe poi difficile scappare. Banalit? Provate a trovarvi sotto un soffitto pronto a crollare senza sapere che fare... Una volta che la situazione sotto controllo, si inforca lo zainetto delle emergenze (che si tiene sempre pronto), ci si infila lelmetto e ci si dirige verso il punto di aggregazione presta-

La grande onda La celebre opera del pittore giapponese Katsushika Hokusai (17601849)

Animazione
Nausica della Valle del Vento: il capolavoro apocalitticoambientalista di Miyazaki

fronte al disastro. Il controllo delle emozioni un tipo di esercizio psicofisico a cui i giapponesi vengono abituati sin da piccoli. Mostrare in pubblico eccessi di tristezza, ma anche di gioia, viene considerato co-

me un segno di debolezza imbarazzante. Chiunque abbia visto un incontro di sumo, ad esempio, sa bene che n al lottatore vincitore n a quello perdente, viene concesso un sorriso o unespressione di tristez-

Romanzo
La pioggia nera di Masuji Ibuse (sopra il film) narra con distacco diaristico il disastro di Hiroshima

re programmata alla perfezione. Cos scuole, uffici, stazioni, ospedali: tutti i luoghi pubblici hanno dei piani di evacuazione ben collaudati che vengono testati periodicamente. Ogni anno, ad esempio, nelluniversit in cui insegno Waseda si svolgono le prove generali di unevacuazione. Gli altoparlanti ci avvisano che dobbiamo lasciare ledificio e cos, docenti e studenti insieme, scendiamo tutti in fila le scale fino al piano terra per poi incamminarci con calma fino al punto di ritrovo prestabilito. Una camminata di un paio di chilometri molto importante per imparare a conoscere il tragitto che si deve percorrere in

za. Ma anche capolavori della letteratura come La pioggia nera, di Masuji Ibuse, rendono lidea: resoconto del disastro atomico di Hiroshima, il romanzo narra con distacco diaristico la Catastrofe umana per eccellenza: ai nostri occhi, un esercizio impossibile. Dunque, per quanto agli occhi di un occidentale la reazione di queste ore del popolo giapponese possa sembrare fredda, quasi disumana, quando milioni e milioni di persone sono costrette ad abitare in un contesto relativamente angusto in cui la natura spesso sprigiona tutta la sua forza distruttrice, il controllo delle proprie emozioni, unito a una certa capacit di astrazione, davvero lunica maniera per riuscire a sopravvivere. Il grande senso di appartenenza alla collettivit un altro degli elementi fondamentali da tenere in considerazione. In un Paese in cui lidentit nazionale si forma soprattutto at-

Autocontrollo
Nella vita come nel sumo: vietato mostrare in pubblico le emozioni

Identit nazionale
Rispetto delle regole e spirito di gruppo: ancora oggi vive la lezione dei samurai

caso di emergenza. Usando sempre la metropolitana o altri mezzi pubblici, infatti, non sempre detto che lo si sappia raggiungere anche a piedi. Anche gli inquilini di qualsiasi abitazione privata sanno bene cosa fare durante il sisma e nei momenti immediatamente successivi. Nascondersi sotto il tavolo, se possibile scappare in bagno (lambiente di solito pi resistente della casa in quanto compatto), ripararsi la testa con la prima cosa rigida a portata di mano, spegnere subito i fornelli e mettersi le scarpe se scalzi (ci si potrebbe tagliare

traverso il gruppo, piuttosto che il singolo, anche in situazioni di emergenza estrema importante non uscire dai propri spazi, rispettare le regole. Soltanto cos possibile mantenere lordine sociale e conservare la propria identit. In questo, i samurai sono stati maestri: e il loro spirito, oltre che nei manga, sopravvive nel Dna del popolo del Sol Levante. Nelle prossime settimane di sicuro i giapponesi continueranno a fare quello che gli stato insegnato, a cercare di controllare il proprio dolore, ad aiutarsi a vicenda rispettando le regole. Se cos non fosse, il Paese cadrebbe nel caos pi totale e la gente si sentirebbe ancora pi disorientata, vittima di questo ennesimo assalto di un Godzilla risalito dalle viscere della terra. Questa nuova catastrofe metter a dura prova tutti i manuali, le esercitazioni e le simulazioni fatte finora, ma di sicuro alla fine i giapponesi ne usciranno a testa alta, ulteriormente rafforzati, come del resto hanno sempre fatto in passato. *Professore Associato di Letteratura giapponese, Waseda University, Tokyo
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano 11
#

Giappone Il dossier

I palazzi vengono fatti oscillare da speciali pendoli e non si piegano


Paolo Clemente, ingegnere

Cuscinetti e superacciaio, il Paese che non crolla


Le tecniche antisismiche pi avanzate. Impiegati con casco e borsetta addestrati a mettersi in salvo

ROMA Il confronto lo ha fatto Alessandro Martelli, professore di Costruzioni in zona sismica alluniversit di Ferrara. Un terremoto di magnitudo 7,5, ben inferiore a quello di ieri, farebbe fra le 15 mila e le 32 mila vittime in Calabria, appena 400 a Tokyo. L le case restano in piedi e, naturalmente, non si tratta di un miracolo. Il Giappone un formidabile intreccio di cultura antica e tecnologia moderna. E allora la leggenda dir pure che quando tutto trema la colpa di namuzu, un gigantesco pesce gatto che si agita in mare e colpisce la terra con la sua coda. Ma il fatalismo serve solo per costruire le favolette da raccontare ai bambini prima della nanna: la maggior parte dei palazzi viene costruita con le tecniche antisismiche pi avanzate del mondo. Oggi sono a prova di terremoto tre edifici su quattro, lobiettivo arrivare al 90 per cento nel 2015. Lobbligo riguarda solo i palazzi pubblici. Ma nelledilizia privata quasi tutti scelgono questa strada per interesse, quasi per istinto di sopravvivenza visto che qui arriva il 20 per cento delle scosse registrate in tutto il mondo, almeno una catastrofe ogni 70 anni, dicono le statistiche e lesperienza. Non c alcuna possibilit di bluffare sintetizza Paolo Clemente, responsabile del Laboratorio prevenzione rischi naturali dellEnea. La regola pi importante anche quella pi

I palazzi sono liberati in velocit

per impedire incendi o allagamenti i tubi dellacqua e dellelettricit sono collegati a terra in modo flessibile, a prova di rottura. Le porte e le finestre hanno larchitrave mobile per evitare spaccature cos come i vetri sono infrangibili, grazie alla cosiddetta mescola a maglia. Le strutture esterne vengono avvolte in una rete di fibre metalliche o di carbonio, per impedire che si stacchino frammenti pericolosi per i passanti. Ed in ogni caso il progetto deve

prevedere una pianta simmetrica e senza sporgenze magari belle ma pericolose. Tutto questo ha un costo aggiuntivo, che nella formula base si aggira tra il 5 ed il 10 per cento ma che pu salire anche molto di pi. Il governo spinge a costruire in modo antisismico sia con controlli gratuiti delle condizioni della propria abitazione. Sia con importanti incentivi fiscali che permettono di scaricare dalle tasse i costi supplementari. Ma in questo anche il Giappone ha avuto i suoi guai: cinque anni il famoso architetto Hidetsugu Aneha e alcuni grandi costruttori sono finiti sotto processo per avere falsificato i dati di un centinaio di immobili. Volevano risparmiare sui materiali e far crescere i profitti. Uno scandalo che ha portato quei costruttori alla bancarotta e incrinato il rigoroso senso del dovere nipponico. Anche perch in Giappone la prevenzione del rischio non riguarda solo la costruzione delle case, ma un impegno quotidiano, un regola da osservare ogni giorno. In tutti gli uffici e luoghi di lavoro obbligatorio tenere una borsa di sopravvivenza con acqua, cibo liofilizzato, casco, torcia e radio. Ci siamo stupiti per le immagini che abbiamo visto in tv: quelle schiere di impiegati che, mentre tutto trema, mantengono la calma, quelle file di automobilisti che, mentre suonano le sirene dellallarme tsunami, restano in fila ordinati, co-

sett

Per impedire incendi o allagamenti i tubi dellacqua e i fili dellelettricit sono collegati a terra in modo flessibile
semplice. I palazzi non possono essere costruiti uno attaccato allaltro: la distanza minima, questa s obbligatoria per legge, di mezzo metro. Sembra una banalit ma cos si impediscono i crolli a catena e anche gli incendi che spesso seguono. Ma per capire cosa vuol dire fare lingegnere in Giappone bisognerebbe ricordare la faccia del professor Pakayoshi Aoki, arrivato da Tokyo allAquila subito dopo il terremoto di due anni fa. Sono qui imparare dai vostri errori, disse con un rispettoso inchino. Non ci voleva credere, il professore, che in Italia si costruisse ancora cos. Da loro le tecniche utilizzate, semplificando un po, sono tre. Lisolamento alla base, piazzando tra le fondamenta e il palazzo dei grossi cilindri in gomma armata in grado di attutire le scosse. Oppure i friction pendulum (pendoli ad attrito), come quelli usati nelle nuove casette dellAquila: Fanno oscillare la costruzione spiega lingegner Clemente dellEnea che si comporta come una scatola rigida e non si deforma. La terza soluzione quella dei cosiddetti dissipatori di energia: pezzi di acciaio speciale allinterno dei telai del cemento armato che si piegano ma non si spezzano, assorbendo la scossa prima che arrivi alle travi e ai pilastri. Poi ci sono altri piccoli trucchi aggiuntivi:

Ogni 1 settembre si tiene una grande esercitazione antisismica e viene simulato un terremoto come quello del 1923
me da noi non succede nemmeno il luned mattina. Per capire il segreto, in Giappone bisognerebbe andarci il primo di settembre, Giornata nazionale per la prevenzione delle calamit. Ogni anno, alle nove del mattino, si tiene una grande esercitazione antisismica e viene simulato un terremoto dellottavo grado della scala Richter, poco meno di quello che ieri ha colpito il Paese. Vengono evacuati gli uffici e i ristoranti, viene chiesto a tutti di raggiungere i posti sicuri indicati nelle mappe, vengono organizzati ospedali da campo e posti di primo soccorso. Partecipano tutti, anche i bambini delle scuole elementari. Lo fanno da 50 anni ed hanno scelto il primo settembre perch lanniversario del grande terremoto che nel 1923 distrusse Tokyo con pi di 150 mila morti. Ecco, i morti: ci sono anche loro. Tre anni fa i ricercatori delluniversit di Kanazawa hanno messo a punto un progetto per rendere antisismici i cimiteri. Le strutture adottano gli stessi cilindri di gomma usati per le fondamenta dei palazzi, persino le lapidi hanno un sistema di fissaggio mobile, in modo da oscillare senza spaccarsi. Il primo cantiere, dimostrativo, partito pochi mesi fa alla periferia di Tokyo. I lavori non sono ancora conclusi, chiss se ieri ha retto.

Lorenzo Salvia
RIPRODUZIONE RISERVATA

12 Primo Piano
#

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

La crisi libica Diplomazia e armi

Riconquista Un soldato fedele al regime nella citt di Zawiya ripresa ai ribelli

LEuropa insiste: Cacciare Gheddafi Ma la Germania resta scettica sui raid


No ad azioni militari senza lavallo dellOnu. Berlusconi: Lesilio? Impossibile
La lettera
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Roma protagonista di concerto con tutta lUnione

di FRANCO FRATTINI

Caro direttore, il ruolo dellItalia nel Mediterraneo si gioca anche durante le fasi di una impetuosa transizione di molti paesi arabi mediterranei verso la democrazia. Una stagione nuova, che lEuropa e lItalia debbono incoraggiare e accompagnare non imporre n dirigere paternalisticamente affinch milioni di giovani e meno giovani possano vivere nella democrazia, nella sicurezza e stabilit, e in una nuova prosperit economica. Ecco perch, sulla Libia, lItalia non ha incertezze, e contribuisce da protagonista riconosciuta a formare un consenso europeo e occidentale su alcuni principi che bene ribadire. Desidero farlo perch non vi siano dubbi e incertezze. La posizione dellItalia una sola, riaffermata dal Consiglio Supremo di Difesa presieduto dal presidente Napolitano e dal Governo ribadita nelle sedi europee e internazionali, oltre che dinanzi al Parlamento. 1) Riteniamo venuta meno, irreversibilmente, la legittimit internazionale del governo di Tripoli che continua, malgrado gli appelli del mondo intero, nelle azioni violente che hanno instaurato una vera e propria guerra civile. 2) Abbiamo, per primi in Europa, portato aiuti umanitari a Bengasi, ascoltando la voce e le aspettative del Consiglio provvisorio, i cui contatti si stanno ora moltiplicando con Stati e Istituzioni. 3) Riteniamo che per la cessazione delle violenze, oltre alla piena attuazione delle sanzioni, Unione Europea, Nato, Consiglio di Sicurezza dellOnu e Lega Araba possano definire nuove misure, compresa una no-fly zone per impedire ulteriori bombardamenti dal cielo, ed anche una missione navale per garantire che lembargo sulle armi venga rispettato. A tali misure, e su tali presupposti, evidentemente, lItalia non avr esitazioni ad aderire. 4) Siamo convinti che un quadro di legittimit internazionale, come una nuova risoluzione del Consiglio di Sicurezza, sia essenziale per misure che evidentemente richiederebbero, ai fini della loro credibile attuazione, luso della forza. Una prospettiva, dunque, non di guerra che lItalia respinge ma di credibile pressione internazionale perch le violenze cessino e una nuova felice prospettiva nasca per il futuro del popolo libico. In tale quadro, lItalia lavora e lavorer per un consenso europeo, per una legittimit internazionale e per un coinvolgimento dei paesi arabi. Mai accetteremmo soluzioni unilaterali, divisive dellEuropa o della Nato, o tali da apparire ostili ai popoli arabi che guardano, come noi, alla crisi libica con preoccupazione estrema. E mi auguro che su questi principi lItalia, tutta, al di l delle divisioni politiche, si possa ritrovare. * ministro degli Esteri italiano
RIPRODUZ ONE RISERVATA

BRUXELLES Da due angoli opposti del pianeta, un triplo messaggio arriva a Muammar Gheddafi. Barack Obama, presidente americano, da Washington: Il mondo ha lobbligo di assicurarsi che non si ripetano in Libia i massacri del Ruanda e della Bosnia. Stiamo lentamente stringendo il cappio intorno al colonnello, nessuna opzione esclusa. Jos Manuel Barroso, presidente della Commissione Europea, da Bruxelles: Il problema ha un nome: Muammar Gheddafi. E Gheddafi deve andarsene.

Il vertice Leader europei a Bruxelles: il britannico Cameron, il leader della Commissione Barroso, la tedesca Merkel, il francese Sarkozy

Posizioni
no della Ue ha ribadito lallarme per le violenze in corso, ma ha anche confermato ci che gi si sapeva: lEuropa, lOccidente, sono divisi. Concordano nellaugurarsi la cacciata del Colonnello, ma non spiegano con quali mezzi ci possa avvenire. Perci dicono: Qualsiasi opzione, e l si fermano. La Ue invita la Lega Araba e lUnione Africana a un vertice, per decidere insieme. Nega ormai a Gheddafi ogni legittimit di potere, e ritiene invece un interlocutore politico credibile il Consiglio Nazionale di transizione di Bengasi, senza per riconoscerlo come governo in carica. Per il resto, ognuno ha la sua ricetta: inglesi e francesi chiedono le maniere forti (Tripoli ha rotto ieri le relazioni diplomatiche con Parigi), la Germania frena, gli altri vanno in ordine sparso. Nicolas Sarkozy ha fatto una proposta precisa: Azioni mirate (leggi: bombardamenti). Ma non se n discusso, come ha rivelato poi il premier italiano Silvio Berlusconi. Invece David Cameron, premier britannico, chiede in pi sanzioni petrolifere, il congelamento dei beni della compagnia petrolifera libica. Se ne discuter (forse) pi avanti, e per ora nulla di fatto. Come un fantasma che tutti conoscono bene ma fanno finta di non vedere, poi aleggiata sul vertice lidea della no-fly zone, cio della zona di interdizione al volo che potrebbe essere imposta a Gheddafi. Ma se n parlato solo di sfuggita: soprattutto perch Angela Merkel si dichiarata fondamentalmente scettica. Alla fine, sembra aver prevalso la linea della cautela promulgata dallItalia e da altri Paesi: questa, e lopzione dellaiuto umanitario. Quanto a Gheddafi, la sua sorte un enigma per tutti: secondo Berlusconi (ma gli ho parlato una sola volta, allinizio della crisi) non moller da solo il potere. E anche lesilio da escludersi, da quando qualcuno ha annunciato che bisognava portare Gheddafi davanti alla Corte penale internazionale. Pressioni, moniti? Non credo che qualcuno possa fargli cambiare idea.

Insorti LUnione parler con gli insorti, ma non riconoscer il loro governo come voleva Sarkozy
Infine Herman van Rompuy, presidente stabile dell'Unione Europea: Gheddafi ceda il potere senza indugio. Siamo pronti a considerare tutte le opzioni necessarie per proteggere la popolazione civile, sempre che abbiano una base legale. E cio, il supporto di una risoluzione votata dal Consiglio di Sicurezza dellOnu. Ma anche una necessit dimostrabile che giustifichi luso della forza, e il sostegno delle popolazioni della regione. Si chiude cos, con una raffica di moniti, una giornata in cui la Libia ha dominato lagenda dei leader del mondo. Il vertice dei capi di Stato e di gover-

Parigi Ha provato a prendere la leadership Ue. Ha riconosciuto il governo di Bengasi, propone bombardamenti mirati Londra Sulla linea francese, sostiene dallinizio la creazione di una no-fly zone. Chiede sanzioni anche sul petrolio Germania Molto cauta, niente bombardamenti mirati Italia Tutto deve passare dallOnu

Luigi Offeddu

Lanalisi

Istruzione, Internet, meno figli La modernizzazione dietro le rivolte


di NICOLA CACACE

Le rivolte popolari che hanno fatto saltare regimi dittatoriali in Tunisia ed in Egitto e che stanno scuotendo la Libia erano state previste in molte analisi ma non dai politici. Oltre al fallimento delle Intelligence, c' da denunciare una certa incultura occidentale nella comprensione del grande processo di modernizzazione in atto da anni. In qualche decennio la scolarizzazione quasi raddoppiata in tutti i Paesi musulmani con una novit, addirittura in 5 dei 12 Paesi esaminati, Iran, Arabia Saudita, Qatar, Bahrein, Tunisia (vedi tabella) gli anni di scolarit previsti (school life expectancy) delle donne sono superiori a quelli degli uomini. Se si considera, che gli anni di scolarit in questi Paesi sono mediamente molto prossimi ai nostri, che let media di questi popoli giovanissima 24 anni in media, 18 nello Yemen, contro i nostri 44 si pu affermare, senza ombra di dubbio, che le potenzialit nelluso delle nuove tecniche informatiche da parte loro sono superiori alle nostre. Infatti grande stata limportanza di Internet nellorganizzazione delle manifestazioni di piazza.

Un altro segno di modernizzazione il calo della natalit da 5-6 figli per donna a 2-3. In Libia, dal 1980 il numero di figli per donna calato da 7 a 3, trend simile in Arabia Saudita. Notevole anche il calo dellen-

dogamia (matrimoni fra cugini), scesa al 10% (era pi del 20%) e le iniquit nella distribuzione della ricchezza in Paesi che poveri non sono (indice di Gini sempre superiore a 0,4). Anche in Paesi pi ricchi di noi co-

me Qatar, Bahrein, Emirati Arabi, la mortalit infantile da 3 a 10 volte la nostra e la povert molto diffusa. Se il contagio dovesse estendersi, i Paesi pi esposti sono, oltre allAlgeria e al Bahrein, da tempo instabili,

lIran, Paese senza libert democratiche, lArabia Saudita, Paese ricco ma con alta iniquit sociale, lo Yemen, poverissimo, alta disoccupazione, col Sud a rischio secessione, lOman, Paese ricco ma politicamente arretrato. Molti temono, giustamente, le invasioni di migranti e linfluenza di Al Qaeda, anche se molti di questi Paesi sono di immigrazione Libia, Emirati Arabi, Arabia Saudita o di non emigrazione come lIran. Solo il Marocco ed in parte la Tunisia hanno in passato alimentato movimenti emigratori. Oggi il

Scuola La scolarizzazione quasi raddoppiata, e in cinque Paesi le donne studiano pi degli uomini
dramma delle fughe dalla Libia riguarda soprattutto il (quasi) milione di immigrati, egiziani soprattutto, che lavoravano in Libia. Quanto al pericolo dellislamismo radicale, sempre presente in questi Paesi, qualcosa sta cambiando. Per la prima volta, non sono state bruciate nelle piazze bandiere americane o israeliane e questo un indicatore del nuovo spirito che anima le rivoluzioni in corso, conseguente anche al grande impatto sullIslam del discorso del Cairo di Obama del 2009.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Primo Piano 13
#

Lintervista

Dobbiamo evitare un massacro come in Ruanda Barack Obama

Oggi la sfida prioritaria quella umanitaria Ban Ki-moon

Il secondogenito del Ras si presenta spavaldo nellhotel dei giornalisti stranieri

E Saif minaccia lItalia Traditori, reagiremo


Se perdiamo, sarete voi le prime vittime
DAL NOSTRO INVIATO

TRIPOLI Mezzanotte di gioved, Saif al Islam riceve i giornalisti italiani al primo piano dellhotel Rixos di Tripoli, dove c una suite apposta per lui (Scrivete da mesi che io e mio padre viviamo chiusi in un bunker ride come vedete non affatto vero, viviamo e ci muoviamo con tranquillit). Ha appena finito il suo comizio davanti ai comitati giovanili del popolo. Il secondogenito del Ras ha infiammato il cuore degli shabab con un discorso da capo militare (Bengasi, stiamo arrivando), ma ora torna a indossare i panni del diplomatico. Perch sa che questa guerra si vince anche con le parole. Signor Saif, ha parlato con suo padre della posizione italiana sulla Libia? Siamo rimasti scioccati dalla vostra posizione, anzi molto irritati, perch voi siete il primo partner della Libia al mondo; il numero uno nel gas, nel petrolio, nel commercio Il presidente Berlusconi nostro amico. Siamo vicini, amici. Perci potevamo aspettarci questo dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dalla Svezia: ma non dallItalia! Guardatevi intorno: i cinesi ci sostengono, i brasiliani, gli indiani, i russi, il Sudafrica. Ma dove sono finiti gli italiani?. Vuole dire che cambieranno i rapporti tra i nostri due Paesi? Beh, il messaggio per l'Italia molto semplice: il popolo libico unito, presto vinceremo la battaglia contro questi terroristi, insciallah, e presto faremo i conti con tutti. Sar molto facile rimpiazzare l'Italia con la Cina o la Russia, sapete? La Cina ce lo chiede, vogliono rimpiazzare l'Italia come primo partner Perci state attenti. Se tu tradisci un tuo partner, come credi che quello debba reagire?.

Lad dellEni, Scaroni, ha detto che il petrolio libico presto si fermer. Scaroni in contatto con Shukri Ganem, il capo della Noc; noi oggi (gioved, ndr) abbiamo liberato il terminale di Ras Lanuf, e domani saremo a Brega. Presto tutto il settore oil & gas sar sotto controllo. Quale stato l'ultimo contatto ufficiale fra Italia e Libia? Credo che oggi (gioved, ndr) si siano sentiti il nostro primo ministro e il vostro ministro degli Esteri. Gli italiani pensano che noi siamo deboli, vicini alla catastrofe,

che le milizie vinceranno: ma noi non crolleremo. E sapete invece cosa accadrebbe se le milizie prendessero il controllo del Paese? Che voi sareste le prossime vittime, avreste milioni di immigrati illegali, i terroristi salterebbero dalle spiagge di Tripoli verso Lampedusa e la Sicilia. Sarebbe un incubo per lItalia. Svegliatevi!. Ha un messaggio particolare per Silvio Berlusconi? La Libia una linea del fronte per l'Italia. Quello che succede oggi qui da noi determiner quello che succeder domani da voi. Lo ripeto: state attenti!. Non negher, per, che voi state usando il pugno di ferro contro i ribelli Bene. Allora chiedo a voi italiani: fatemi vedere le tracce dei bombardamenti aerei su Tripoli! E dove sarebbero i

Siamo rimasti
scioccati dalla vostra posizione, anzi molto irritati

Gli italiani
pensano che noi siamo deboli: ma noi non crolleremo

mercenari? Questo il momento per i veri amici: adesso l'Italia deve cambiare la sua posizione, deve capire che quello che si sentiva dire due settimane fa falso! Invece siete rimasti in silenzio di fronte a questi terroristi che hanno ucciso i nostri poliziotti a sangue freddo. Non li avete visti i filmati in tv? Questi criminali hanno strappato il cuore dai cadaveri. E cosa fanno, invece, gli italiani? Sostengono i terroristi contro il popolo libico!. Pensa che possa esserci ancora lo spazio per un accordo con gli insorti o sar solo guerra? Sar guerra fino alla fine. Questi terroristi non parlano di democrazia, di elezioni, di valori: sono semplicemente terroristi. Ma lei davvero non crede che anche il vostro regime abbia commesso degli errori? Che lei stesso non abbia portato avanti con forza le riforme per i cittadini? C stato un po di ritardo, questo vero, nel costruire un esercito moderno, una polizia moderna, una nuova economia, una societ pi libera. Sapete per cosa successo? Che in 48 ore 10 siti militari sono stati attaccati e presi dalle milizie: in due giorni questa gente stata capace di impossessarsi delle armi e di mettere sotto ricatto un intero Paese. Come un serpente che mette fuori la testa allimprovviso. Ma ora il 90 per cento del Paese tornato sotto il nostro controllo, presto tutto finir. E come valuta la posizione del presidente francese Sarkozy, che ha riconosciuto i ribelli di Bengasi come rappresentanti del popolo libico? Sarkozy un uomo molto strano (funny, dice Saif, ndr). Lui parla di gente che si autonominata "Consiglio per la Libia". Ma chi sono questi? Avete visto svolgersi elezioni? O un referendum?. Signor Saif, in conclusione, oggi suo padre avrebbe voglia di tornare in Italia? Per essere onesto, adesso nessuno di noi verrebbe in vacanza o a fare altro l da voi. N a sciare n in Sardegna. N a Roma n a Milano. Adesso siamo in guerra!.

Fabrizio Caccia
RIPRODUZIONE RISERVATA

La battaglia Il regime inonda i telefonini di messaggi: Riconquisteremo Bengasi. Ma intanto in citt compaiono istruttori americani e francesi

La ritirata dei ribelli sotto le bombe dei miliziani


Perso il porto petrolifero di Ras Lanuf. E fuggono anche i medici che assistevano i feriti al fronte
DAL NOSTRO INVIATO

RAS LANUF Ritirata significa esplosioni non pi di fronte ma alle spalle; il terrore di restare isolati; vedere i combattenti che sino a poche ore fa gridavano baldanzosi l'intenzione di uccidere Gheddafi con le nostre mani nude, balzare veloci sui gipponi e sparire verso le retrovie. Nella cittadina petrolifera di Ras Lanuf la ritirata era cominciata due giorni fa con l'intensificarsi dei raid aerei e soprattutto con i tiri dal mare delle motovedette del Colonnello: gli scoppi vicino all'ospedale, uno persino contro la moschea, la fuga improvvisa della trentina tra medici e paramedici venuti da Bengasi volontari a soccorrere i combattenti. Nella confusione generale anche episodi di saccheggio. Quello pi visibile nell'albergo El Fadeel, dove hanno portato via televisioni, coperte, materassi e trasformato le cucine in pattumiere, i corridoi in bivacchi sporchi. Ieri la ritirata si fermata una trentina di chilometri pi indietro, nel deserto che riporta al polo petrolifero di Brega, posto a circa 240 chilometri da Bengasi. Il duello tra armi pesanti durato quasi tutta la giornata fuori Ras Lanuf. Un deposito di carburante in fiamme. Almeno il secondo in cinque giorni. Gli aerei di Tripoli hanno tirato sui posti di blocco di Agheila e Bishar. Gli ospedali locali segnalano tre o quattro morti e una quindi-

cina di feriti in 24 ore tra i volontari. Sconosciuto il bilancio delle vittime nel campo avversario. L'equilibrio appare altamente instabile. Cos l'impeto della rivoluzione cominciato tre settimane fa dalla Cirenaica ha visto la sua prima, preoccupante battuta d'arresto. Se ancora mercoled i ribelli promettevano di essere sul punto di catturare il villaggio di Ben Jawad, 40 chilometri dopo Ras Lanuf, sulla via di Sirte, ora si vedono costretti a difendere un territorio che prima consideravano retrovia. Colpisce la rapidit con la quale le milizie della sommossa si sono trasformate in bolgia di profughi in rotta. Gioved dopo le quattordici, quando i bombardamenti si sono fatti pi vicini e intensi, almeno cinquecento guerriglieri che stazionavano al posto di blocco occidentale di Ras Lanuf, quello che dava sulla linea del fronte, si sono volatilizzati in pochi minuti. Diversi veicoli nella confusione si sono scontrati, almeno due rovesciati rovinosamente sul selciato. Cosa volete che si faccia? Le nostre armi non possono nulla contro i jet e le artiglierie di quell'assassino di Gheddafi. Se restiamo ci ammazza tutti. Se la comunit internazionale non ci aiuta, qui sar un massacro, grida con foga Mohammad Abdallah, 28enne disoccupato venuto dalla cittadina di Darnah, che sino a pochi minuti prima era impegnato a pulire da polvere e incrostazioni di

ruggine vecchi proiettili di grosso calibro per le contraeree trovati nei depositi dell'esercito saccheggiati. A Bengasi gli uomini del governo provvisorio fanno buon viso a cattivo gioco. La popolazione ancora affascinata, come incantata, dalla gioia per la nuova sensazione di libert conquistata. Ieri al momento della preghiera del venerd, tra i fedeli intervenuti a migliaia per sentire il sermone dell'imam locale, erano in tanti a ricordare che solo un mese fa la dittatura esigeva dai leader religiosi di sottoporre i loro discorsi alla censura militare prima di pronunciarli in pubblico. Gli esponenti del nuovo Consiglio NazionaSotto tiro La disperata resistenza di un ribelle che posizionato a terra mira a un velivolo fuori dalla cittadina petrolifera di Ras Lanuf, da giorni sotto i raid aerei e i tiri dal mare delle motovedette del Colonnello (Photomasi)

le hanno fatto appendere grandi bandiere francesi nelle strade in segno di ringraziamento al presidente Nicolas Sarkozy per la scelta di riconoscere la loro autorit. Abbiamo bisogno di legittimazione internazionale. Senza il sostegno esterno siamo finiti, ammettono i portavoce del Consiglio. Basta con questo massacro. Berlusconi svegliati!, si legge sul manifesto in italiano sventolato durante la preghiera dalla quindicenne Shada Najib, il cui padre da anni commercia con la zona di Varese. I capi militari della rivoluzione non parlano delle loro strategie per cercare di fermare l'offensiva nemica. Eppure il pericolo

dell'accerchiamento nell'aria. La propaganda di Tripoli fa circolare sms sulle reti locali in cui promette che riprenderanno presto Brega, Tobruk e Bengasi. La televisione della dittatura trasmette le immagini di civili in festa a Ras Lanuf che accolgono i soldati di Gheddafi. Ma tra i quadri politici a Bengasi assicurano che si sta facendo di tutto per organizzare le milizie di cittadini-volontari. Sembra che istruttori militari americani e francesi siano gi nel Paese per addestrare i nuovi soldati. Con loro sarebbe anche l'anziano generale Khalifah Aftah, eroe della guerra in Ciad caduto in disgrazia con Gheddafi nel 1987 perch troppo popolare tra le truppe. Sembra che ora si trovi in una base segreta nel deserto con altri 700 veterani libici e alcuni Marines Usa per pianificare l'offensiva verso Ras Lanuf e Sirte. Una delle prime mosse sarebbe stata separare i circa 5.000 cittadini senza esperienza dagli 8.000 soldati di professione.

Lorenzo Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

14
#

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Politica
Le misure Bersani replica al Guardasigilli: cominci lui a discutere i progetti presentati da noi

Giustizia, Alfano apre al Pd I magistrati? Protesta corporativa


Casini: al tavolo, per diffidenti. I vescovi: la Carta cambi ma non sia stravolta
ROMA Il Pd ci dica la sua idea, ne discutiamo in Parlamento. Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, tende la mano al Partito democratico e lo invita a presentare le sue proposte sulla riforma della giustizia. Ospite del Tg1, il Guardasigilli si rivolge poi a tutte le opposizioni: Non comprendo le opposizioni che dicono no: c un testo, si parla da 20 anni di riforma della giustizia. Il Parlamento sar chiamato a confrontarsi su questo testo. Noi abbiamo espresso la nostra opinione aggiunge crediamo sia dovere di un grande partito dellopposizione come il Pd manifestare la propria opinione, abbiamo tanto tempo per approdare a un testo definitivo. Mancano due anni spiega Alfano sono 18 articoli, e in due anni anche con le forme dellarticolo 138 della Costituzione, che prevede pi letture, comunque 18 articoli si possono approvare, e dunque ce la faremo entro questa legislatura. Il Guardasigilli ha poi ribadito che non si tratta di una crociata contro la magistratura e che lAnm, essendo un sindacato, protesta per ragioni corporative: capisco le loro ragioni, perch si tocca qualche privilegio. Il ministro ha poi nuovamente sottolineato che molto tempo che la questione sul tappeto, fin dallepoca della Bicamerale presieduta da DAlema, che non a caso aveva elaborato la cosiddetta bozza Boato con soluzioni in gran parte sovrapponibili alla riforma approvata gioved dal governo. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha replicato a stretto giro al ministro: Cominci Alfano a discutere dei progetti di legge che abbiamo presentato in Parlamento per una giustizia dei cittadini. Comunque sia, nellarco della giornata, con il passare delle ore la posizione del partito sembrata ammorbidirsi, dopo che Franceschini aveva chiuso ogni ipotesi di confronto (cinica truffa) assieme a Rosy Bindi. Ed stato lo stesso segretario a correggere il tiro: la riforma non certo la priorit degli italiani, ma in Parlamento si discute sempre. Ancora pi aperturista Anna Finocchiaro (Il Pd non si sottrarr al confronto) mentre la dalemiana Franca Chiaromonte ha invitato il partito a raccogliere la sfida. Sul fronte del nuovo polo, lidea quella di andare a vedere le carte del premier. Pier Ferdinando Casini il leader che ha espresso meglio di tutti questo punto di vista: Staremo al tavolo, ma mette le mani avanti con una giusta dose di diffidenza. una riforma che al 90 per cento rinvia a leggi ordinarie ha aggiunto , quindi pu essere una cosa o il suo opposto.
In televisione Il ministro della Giustizia Angelino Alfano, 40 anni, gioved sera nello studio della trasmissione di Bruno Vespa Porta a Porta. Sullo sfondo, il premier Silvio Berlusconi

Lattacco al pm Woodcock nel 2004

La Consulta: diffamazione Gasparri sia processato


MILANO S al processo a Maurizio Gasparri per diffamazione del magistrato Henry John Woodcock: per il parlamentare del Pdl non vale linsindacabilit per le parole pronunciate contro il pm nel 2004. Ieri la Consulta ha annullato la deliberazione con la quale il 19 dicembre del 2008 la Camera aveva votato lombrello alle affermazioni di Gasparri. Per i giudici della Consulta non vi un nesso funzionale tra lattivit parlamentare in senso stretto del deputato del Pdl e quanto da lui detto contro Woodcock (che poi lha querelato): in radio, l8 febbraio del 2004, Gasparri sostenne che era stata spazzata via una farneticante accusa di un giudice irresponsabile di Potenza e che il Csm e il ministero della Giustizia metteranno fine allazione dissennata di persone che calunniano.

Mentre la Conferenza episcopale ha reso noto il documento finale della 46esima Settimana sociale, in cui si apre alla possibilit di modifiche alla Carta costituzionale (La Carta, che ha molto ancora da da-

Referendum Il ministro: Referendum con le prossime Politiche Segno che lintesa bipartisan non scontata

re, non intoccabile ma non bisogna stravolgerla) anche se si sottolinea la necessit di un controllo reciproco tra i poteri dello Stato e il bisogno di dare allelettore il reale potere di scelta e di controllo sugli eletti. Ma si anche chiesto che sia ineleggibile chi ha pendenze giudiziarie. Il quotidiano Avvenire ha invece pubblicato un editoriale in cui si lancia un appello per un confronto aperto sulla riforma della giustizia invitando tutti a sedersi attorno ad un tavolo.

Che il governo per non creda fino in fondo alla possibilit di scrivere le nuove regole con lopposizione lo dice chiaramente lo stesso ministro della Giustizia: Il nostro obiettivo quello di far coincidere il referendum con le prossime Politiche. Parole che sembrano indicare che la maggioranza non crede che la riforma abbia qualche chance di ottenere i voti dei due terzi del Parlamento.

M. Antonietta Calabr
RIPRODUZIONE RISERVATA

CLIMATIZZATORE

MOTORI EURO 5

SERVOSTERZO DUALDRIVE

BARRE PORTATUTTO

CLIMATIZZATORE CLI RA CD/MP3 e RADIO

MOTORI EURO 5 con START&STOP

ESP con HILL HOLDER

NAVIGATORE BLUE&ME TOM TOM

panda mylife a

CON LA TRASPARENZA DEL PREZ PRE ZO VERO FIAT

e pun pu to mylife a 10.200

e in pi, fino a su tutta la gamma Fiat in pronta consegna. solo fino al 31 marzo.
t i a s p e t t i a m o a n c h e s a b a t o 1 2 e d o m e n i c a 1 3
www.at.it

FIAT TI INVITA A

Panda MyLife 1.2 bz. prezzo promo 8.800 (IPT esclusa). Punto MyLife 1.2 bz. 3p. prezzo promo 10.200 (IPT esclusa) e per la versione 5p.+ 800. Fino a 1.000 di extra bonus: valido su tutte le vetture della Gamma Fiat in pronta consegna con il contributo dei Concessionari no al 31.03.2011. Gamma Fiat: consumi ciclo combinato da 3,6 a 9,1 (l/100km). Emissioni CO2 da 92 a 216 (g/km).

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Politica 15
#

La verit che sotto sotto tutti fanno il tifo, senza per volersi sporcare le mani Enzo Carra, Udc

Dietro le quinte Il premier: sondaggi positivi, ma non sullipotesi di reintrodurre limmunit

E anche nellopposizione c chi fa il tifo per il via libera alla riforma


La mossa del Cavaliere mette in difficolt gli avversari
SEGUE DALLA PRIMA

La Nota
di Massimo Franco

Pd e Udc sanno di non poter ignorare la sfida berlusconiana


ire che le opposizioni sono possibiliste significherebbe spingersi troppo avanti. Ma nel centrosinistra sta diventando chiaro che la riforma costituzionale della giustizia non pu essere liquidata come un qualsiasi legittimo impedimento o processo breve. La proposta ambiziosa. Si proietta sui prossimi due anni di legislatura. E sfida apertamente la magistratura, con lambizione di offrire allopinione pubblica limmagine di una politica che riequilibra a proprio favore i rapporti con le Procure; ed impone una responsabilit pi stringente in caso di errore. Tendendo la mano al Pd in Parlamento, il Guardasigilli, Angelino Alfano, conferma di avere gi in mente i passaggi successivi. E pur con la giusta dose di diffidenza, come premette lUdc di Pier Ferdinando Casini, alcuni degli avversari di Silvio Berlusconi sembrano rassegnati a sedersi al tavolo della trattativa. un tema che per accentua le distanze fra i centristi e il grosso del Pd. Il segretario Pier Luigi Bersani taglia corto definendo la riforma un sasso lanciato nel vuoto. Non una priorit. E invita Alfano ad esaminare le proposte gi presentate dal Pd. Se non una chiusura le somiglia. Inutilmente il ministro ribadisce che la riforma non vuole essere una crociata contro la magistratura. Il Udc diffidente fatto che a volerla sia il centrodestra sufficiente a irrigidima aperta. re la sinistra e lIdv, in sintoAlfano duro con nia con lAssociazione naziolAnm. E la Cei nale magistrati. Verso lAnm, linguaggio del governo difende la Carta il pi duro di quello riservato alla minoranza parlamentare. Alfano avverte che la sua coalizione non accetter una crociata contro la politica. Liquida le critiche e le ipotesi di sciopero anche prolungato dellAnm come la scelta di un sindacato che esprime una protesta. Capisco le loro ragioni, probabilmente sono corporative perch tocchiamo qualche privilegio delle correnti. Sono parole che additano in modo quasi provocatorio la tentazione dellarroccamento; e in qualche misura sfidano lAnm. I magistrati si rendono conto di giocare su un terreno scivoloso. Il loro problema, di qui al 16 marzo, quando decideranno come protestare, fare capire le proprie ragioni: compito non facile. Anche perch si delinea un progetto che durer come minimo due anni; e che tende a sottolineare i punti deboli della giustizia sia in vista dellapprovazione in Parlamento, sia nelleventualit di un referendum costituzionale. LIdv vede nella nota diffusa ieri dai vescovi italiani un altol al governo. Al termine delle Settimane sociali, la Cei chiede che la Costituzione, per quanto modificata, non sia stravolta, e di salvaguardare la democrazia. Invoca lineleggibilit di chi ha pendenze con la giustizia. Ma non sembra tanto una presa di distanze da quanto accaduto in questi giorni: segnala una perplessit pi profonda, e di sistema.

Contro la riforma della giustizia presentata dal governo si levato dallopposizione un coro di critiche infarcite di sospetti, ma la verit dice il centrista Carra che sotto sotto tutti fanno il tifo, senza per volersi sporcare le mani. Il dirigente dellUdc non pu in alcun modo essere accusato di intendenza con il premier, semmai d voce a un sentimento diffuso nelle file degli oppositori, dove tutti sanno che c bisogno di una revisione del sistema giudiziario e si rendono conto che ne esistono i presupposti. Infatti per ora le obiezioni al provvedimento sono state politicamente deboli e poco motivate sotto il profilo dei contenuti. Poi chiaro che nessuno vorr concedere un vantaggio a Berlusconi, proprio nella fase in cui sul viale del tramonto.... questo il punto, anzi il dilemma, perch tanto nel Pd quanto nel terzo polo in molti sono convinti che il Cavaliere abbia azzeccato la mossa, e sebbene convengano sulla necessit di modificare quella parte della Costituzione non intendono rivitalizzare lacerrimo rivale. Il fatto che tramontata la prospettiva elettorale il quadro politico cambiato, e la manovra di Berlusconi crea problemi ai suoi avversari. Larea che fa capo a Casini, Fini e Rutelli, per esempio, se non pu andare in soccorso del premier, non pu nemmeno schiacciarsi sui democratici. E per quanti distinguo finora abbia espresso, per quanto il leader dellUdc riveli una qual dose

di diffidenza, al tavolo della giustizia con la maggioranza vuole (e deve) sedere. Un conto la nostra ferma opposizione alle leggi ad personam, altra cosa il confronto sulla riforma, spiega infatti il vicepresidente di Api, Boselli: E il testo presentato dal governo non solo riprende in larga parte i temi svolti nella Bicamerale presieduta da DAlema, ma nel merito presenta anche aspetti molto interessanti. Certo, ha ragione il democratico Fioroni, quando si chiede come una maggioranza risicata e incapace di approvare alla Camera un emendamento per gli incentivi agli Alpini, possa pensare di portare avanti in Parlamento una riforma di rango costituzionale. Tuttavia proprio questo tipo di

obiezione che induce Carra a sostenere la tesi del tifo senza sostegno. Sar pure un vantaggio tattico, quello del Cavaliere, e non c dubbio che il progetto corra il serio rischio di arenarsi. Ma un primo risultato lha raggiunto nel Palazzo e nel Paese, se si dice soddisfatto della risposta ricevuta attraverso i sondaggi dallopinione pubblica. Gi alla vigilia della presentazione del provvedimento sfogliava le pagine dei report riservati come una margherita, e i numeri sono buoni. Ma con il 68 calano un po. Il 68 a cui si riferiva Berlusconi larticolo della Costituzione sullimmunit parlamentare, che an-

Vincino

cora vista dai cittadini come un privilegio di casta e non come un riequilibrio tra poteri. Perci nel progetto di riforma del 68 non c traccia. Per ora. Perch un concetto espresso dal premier alla vigilia del Consiglio dei ministri, e passato del tutto inosservato, lascia intuire i prossimi sviluppi: Noi faremo la nostra parte. Poi il Parlamento sar sovrano. Sembrerebbe unovviet, ma non se pronunciata dal Cavaliere. E siccome per lonorevole-avvocato Ghedini senza le guarentigie la riforma sarebbe unanatra zoppa, chiaro il disegno: ci che non entrato dalla porta del governo potrebbe entrare dai portoni delle Camere, grazie a quei contributi migliorativi cio gli emendamenti a cui Berlusconi guarda con favore. Gi nei giorni scorsi il leader del Pid, Romano, aveva sostenuto che la reintroduzione dellimmunit necessaria, perch a suo dire un istiSettegiorni tuto di garanzia, e anche perch metterebbe al riparo i parlamentari da pressioni esterne: Passasse il 68 aggiunge adesso la riforma si voterebbe in modo pi spedito. Se cos fosse il premier risolverebbe due problemi in un sol colpo: formalmente non si intesterebbe una norma invisa allopinione pubblica, e al tempo stesso aggirerebbe lostacolo della Lega che contraria costringendola ad accettare la volont del Parlamento sovrano. C unipocrisia nel Palazzo che va denunciata, prosegue Romano: Perch se limmunit fosse votata a scrutinio segreto, passerebbe quasi allunanimit. Basta insomma un emendamento, proprio quello che sta approntando il segretario del Pri Nucara, che ricorda di essersi a suo tempo battuto contro la modifica dellarticolo 68 della Carta, decisa sul finire della Prima Repubblica sotto londa durto di Tangentopoli: Riproporr la norma cos come venne scritta dai padri costituenti, alcuni dei quali peraltro siedono ancora in Parlamento, come Scalfaro...

Francesco Verderami
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Il professore, come membro di Forza Italia, guidava nella commissione del 97-98 il comitato sulla giustizia

S a carriere separate. Se ne parl in Bicamerale


Urbani: obiettivo centrato, allora il centrosinistra non riusc a spezzare il legame con le Procure
ROMA Gioved ho chiamato il ministro Alfano e mi sono congratulato vivamente: "Nella riforma della giustizia che avete approvato c tutto. Lavoro perfetto". Tutto cosa, professore? Tutto ci che volevamo varare con la famosa commissione Bicamerale del 97-98. E la chiave per noi era la separazione delle carriere fra pm e giudici. Giuliano Urbani, politologo, fondatore di Forza Italia, per anni fra i principali collaboratori di Berlusconi. Nella Bicamerale presiedeva il comitato sulla giustizia. Gli altri comitati si occupavano di federalismo, sistema elettorale, forma dello Stato. Era la giustizia il nodo? La separazione delle carriere era al centro del primo programma di Forza Italia. Il partito di Berlusconi nacque per generare un nuovo equilibrio dopo gli anni di Mani pulite: s alla lotta contro la corruzione, no alluso politico della giustizia. E portaste il tema in Bicamerale. Cera lidea di questa commissione, con maggioranza e opposizione, per riformare la Costituzione. Berlusconi mi disse: "Sonda DAlema, segretario pds, per vedere se vuole farla davvero. Usa come test la questione della separazione delle carriere". E lei sond. Ci vedemmo a casa mia, a Santi Apostoli. Da soli, in cucina. E lui disse: ok, si pu discutere di separazione delle carriere. Sapeva che lo avremmo sostenuto per la presidenza della commissione. Come and? Trovammo lopposizione durissima dei magistrati. Il presidente dellAssociazione nazionale, Elena Paciotti e, soprattutto, Gian Carlo Caselli. Dicevano: se c interscambio tra pm e giudice, il pm agisce nel processo anche con lequit del giudice; se invece il pm viene isolato, star tutto dalla parte dellaccusa. I lavori si allungarono... Arrivammo a produrre due "bozze Boato". Prevedevano la separazione delle carriere, la divisione del Csm, una Corte di disciplina e una mozione parlamentare annuale che, con maggioranza di due terzi, stabilisse i criteri per lazione penale.
Chi Giuliano Urbani, 73 anni, tra i fondatori di Forza Italia, due volte ministro

Ma laccordo non cera. Lopposizione era divisa. Boato, Verde, era autore della bozza. Fra i popolari, Marini era favorevole, Andreatta contrario. DAlema e il Pds contrari. Ci fu un tentativo di mediazione bipartisan di Salvi e Pera. Ne venne un documento che parlava di "separazione delle funzioni", con un solo Csm. La maggioranza dei nostri lo bocci: separare le funzioni e non le carriere non ci garantiva sulla "terziet" del giudice. Siamo quasi alla rottura. Quella arriv quando una trenti-

Berlusconi mi chiese di
contattare lallora leader pds DAlema. Eravamo pronti a fare di lui una specie di padre della patria

na di senatori pds minacci la scissione se fosse stata approvata la separazione delle carriere. Andai da DAlema e dissi: o smentite o salta tutto. Lui cerc di tranquillizzarmi, di minimizzare. Discussi a lungo con Berlusconi, constatammo che DAlema non prendeva le distanze e decidemmo di chiudere. Poco tempo prima, DAlema aveva detto che se fosse passata la separazione delle carriere si sarebbe dimesso. Da l avevamo capito che non cera nulla da fare. Negava ci che era nellatto costitutivo della commissione. Comerano i rapporti tra lui e il governo Prodi-Veltroni? Pessimi. Parlava di loro in modo sprezzante. Fu scritto che aveva definito Prodi e Veltroni "due flaccidi imbroglioni", e lui sment. Ma Veltroni e Mussi ci facevano una guerra spietata. Mussi alla Camera proclam una volta: "Io non vado a letto con Berlusconi...". Tredici anni dopo, il Pdl ha fatto tutto da solo, con la Lega. Gi. A Berlusconi ho detto: ai tempi della Bicamerale avevamo mal riposto la fiducia in DAlema, che non volle rescindere il legame del suo partito con le Procure. Noi, in cambio della separazione delle carriere, eravamo pronti a fare di lui una specie di padre della patria.

Andrea Garibaldi
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

16 Politica I nodi aperti Le perplessit dei magistrati sul testo approvato dal Consiglio dei ministri

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

I limiti allAppello dividono i giuristi


Nella riforma della giustizia cresce il peso attribuito alla difesa
Il legale GIUSTIZIA Il magistrato

Coppi: un principio giusto Processi troppo lunghi


Io ho procedimenti in corso da ventanni
ROMA un principio di civilt giuridica e anche di umanit. Franco Coppi, ordinario di Diritto penale alla Sapienza, e difensore di Giulio Andreotti nel processo per mafia, ha molti dubbi sulla riforma annunciata, ma sulla inappellabilit dellassoluzione in primo grado di giudizio non ne ha affatto. Anzi, ne stato in passato il principale teorizzatore. Perch? Direi che ontologicamente giusto dare allimputato questa garanzia: di fronte a una sentenza che potrebbe essere disastrosa per la sua vita gli si concede unaltra chance. Ma non pu essere sbagliato anche il proscioglimento? Nel momento in cui il pubblico ministero ha perso la sua possibilit di dimostrarlo in un processo, che illimitato e in cui pu introdurre tutte le prove che vuole, giusto che si metta un punto finale. Anche per evitare limbarazzante contraddizione. Quale? Se in primo grado un tribunale collegiale, che composto da 8 giudici, ti assolve con la formula "oltre ogni ragionevole dubbio" e nel secondo grado altri otto giudici ti condannano con la medesima certezza, viene da chiederti: allora i primi otto coserano imbecilli?. Per la verit ne sono sempre stato convinto. Ne discutevate con il senatore a vita? Non come problema che potesse riguardarlo. Ma gli illustravo questa possibile riforma per spiegarne la validit. Del resto il suo processo lha dimostrata: abbiamo fatto il secondo e terzo grado di giudizio per riconoscere che dopo l80 sicuramente innocente, prima cera una discutibile prescrizione. Ne valeva la pena?.

Caselli: allora niente ricorso anche per i colpevoli


LA RIFORMA
ROMA Tra i cambiamenti pi importanti introdotti dal ddl costituzionale sulla giustizia presentato dal Guardasigilli Angelino Alfano c una norma che limita il ricorso allappello: Contro le sentenze di condanna sempre ammesso lappello, salvo che la legge disponga diversamente in relazione alla natura del reato, delle pene e della decisione. Le sentenze di proscioglimento sono appellabili soltanto nei casi previsti dalla legge. In altre parole, se limputato viene prosciolto dal giudice dallaccusa di avere commesso un reato, il pubblico ministero non potr pi presentare ricorso se non per alcune eccezioni che verranno fissate dalla legge ordinaria. Si tratta di uno dei passaggi pi sensibili della riforma della giustizia, perch assegna in modo chiaro alla difesa un peso pi forte di quello previsto oggi dalla Costituzione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il pm deve poter tutelare la legge


ROMA Se aboliamo il ricorso in appello dobbiamo farlo per tutti, innocenti e colpevoli. Per il procuratore di Torino Giancarlo Caselli, la sedicente riforma pu essere valutata (e bocciata) solo nel suo insieme, e ricordando che in regia c un imputato di gravi reati che odia e insulta i giudici ogni giorno, per capire quanto sia umiliante per i magistrati e falsa nelle premesse: I processi lunghi erano e lunghi restano. Ma anche se labolizione dellappello per gli innocenti fosse lunico punto Caselli sarebbe contrario. Perch? I processi si accorcerebbero. Certo, ma il pm non presenta appello per sfizio o per avere ragione per forza. Ma perch tutela la legge. Bisogna guardare le cose non solo dal punto di vista dellimputato ma anche dellinteresse sociale che non avere colpevoli in libert. Si obietta che non giusto tenere anni un cittadino sulla graticola. Ma se si riduce la possibilit di appello bisogna farlo per tutti: innocenti e colpevoli. Come nella maggioranza dei Paesi occidentali. Perch? Altrimenti si altera il principio della parit delle armi tra accusa e difesa. La legge Pecorella, che lo propose, venne bocciata dalla Corte Costituzionale (che sar pure composta da comunisti ma anche dai maggiori giuristi di questo Paese) proprio per questo. Oltre al fatto che non faceva distinzione tra reati. E impedirebbe lappello anche per i pi gravi delitti. Ma c di pi. Ovvero? Il giudice fa un mestiere difficile come quello del medico, ma non ha a disposizione radiografia, risonanza, tac. Ha una conoscenza debole che de-

Franco Coppi, avvocato e professore di Diritto penale

Giancarlo Caselli, procuratore capo a Torino

Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il pubblico ministero
pu sempre ricorrere in Cassazione di fronte a interpretazioni errate
Ma in questo modo i giudici di primo grado verrebbero considerati infallibili. La sentenza perfetta non garantita in appello. E il pm pu sempre ricorrere in Cassazione per violazione di legge di fronte a una interpretazione palesemente errata. Del tipo: un uomo condannato per omicidio per aver ucciso una scimmia. Pensa che le assoluzioni sarebbero pi numerose se i magistrati pagassero di tasca propria gli errori? Forse no perch lincosciente c sempre. Ma eviterei questa norma. Eccetto per casi di corruzione o di assoluta disattenzione, non si pu far vivere il giudice, che fa decine e decine di sentenze, nel terrore. Piuttosto aumenterei il numero di magistrati, migliorerei il loro livello (e quello degli avvocati). E in un Paese come il nostro starei molto attento a ritoccare lobbligatoriet dellazione penale. Con linappellabilit, al processo Andreotti lei avrebbe vinto in primo grado. Ma non la difendo per questo. giusto che dopo il primo grado un imputato prosciolto si metta lanimo in pace. Invece ho processi aperti da 17-20 anni. disumano. nata durante il processo Andreotti lidea dellassoluzione definitiva?

Bisogna anche
guardare allinteresse sociale, che di non avere colpevoli in libert

E adesso?
I prodotti Zurich possono cambiare quando la tua vita cambia.
Quando si diventa genitori, ci si trova di fronte a milioni di cose a cui pensare. Se arrivato il momento di pianicare il futuro economico della tua famiglia, afdati ad un agente Zurich: ti aiuter a scegliere fra una gamma di polizze vita essibili, studiate per te e per i tuoi cari. solo uno dei tanti modi in cui dimostriamo di esserci quando serve davvero. Zurich HelpPoint. Chiedi ad un agente Zurich o visita www.zurich.it/life

Messaggio pubblicitario riguardante prodotti assicurativi vita. Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo informativo o il prospetto dofferta disponibili presso gli intermediari assicurativi e sul sito www.zurich.it Zurich Investments Life Spa, Zurich Life and Pensions Spa, Zurich Life Insurance Italia Spa sono societ del Gruppo Zurich.

ve accontentarsi della prospettazione fatta dalle parti contrapposte. La differenza di valutazione dietro langolo. Che ci siano altre verifiche e riletture degli atti la trovo una garanzia importante per laccertamento dei fatti. Ci successo di recente con un processo per mafia. Comera andata? Un imputato, Vito Genco, che aveva importato in Italia 11mila Kg di cocaina, assolto in primo grado, alla luce di nuove testimonianze stato riconosciuto colpevole e condannato a 22 anni. Con lassoluzione definitiva non sarebbe pi perseguibile. La revisione del processo esiste solo per le condanne. Quando si parla di innocenti in primo grado, tenuti a lungo sotto processo e poi scagionati, si cita il processo Andreotti in cui lei era pm. A sproposito. La sentenza finale della Cassazione parla di reato di collusione con la mafia commesso fino al 1980, quindi sostanziale condanna, senza pena per intervenuta prescrizione. Uno dei casi pi delicati e complessi della nostra giudiziaria non avrebbe mai potuta concludersi con unaffermazione di responsabilit se lappello fosse stato vietato per gli assolti come con questa riforma.

V. Pic.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Politica 17
#

I processi Lavvocato di Berlusconi: grazie presidente

Mills, deciso il calendario Passa la scelta del luned


Unudienza in due mesi, poi altre otto fino a luglio
Procedura
L'accusa Nel processo Mills il premier Silvio Berlusconi imputato di aver corrotto il testimone di due suoi passati processi, l'avvocato inglese David Mills, al quale solo la prescrizione in Cassazione ha evitato un anno fa la condanna a 4 anni e 6 mesi come corrotto nell'interesse del Cavaliere Prescrizione: la data Il 13 gennaio 2012 il processo Mills va in prescrizione A inizio settimana Il 4 marzo l'avvocato di Berlusconi, Niccol Ghedini, era andato dal presidente del Tribunale di Milano, Livia Pomodoro, a rappresentare la disponibilit dal premier a non far valere legittimi impedimenti nei suoi 4 processi a patto che fossero celebrati solo una volta alla settimana e solo il luned Le udienze: il calendario Il premier potrebbe essere in Tribunale il 21 marzo, in seguito il processo Mills prenota i luned per tre udienze a maggio (il 9, il 16 e il 23), due a giugno (il 20 e il 27) e tre udienze a luglio (il 4, l'11 e il 18), lasciando gli altri suoi tre processi a spartirsi appena tre luned residui: il 30 maggio, 6 e 13 giugno I testimoni ammessi Al processo Mills sono stati ammessi, tra i 20 testi, anche Flavio Briatore, la nipote di Gustav Mahler e il banchiere Paolo Del Bue MILANO Otto udienze dal 9 maggio al 18 luglio, ma intanto un solo luned il 21 marzo: due dei dieci mesi rimanenti, prima che il 13 gennaio 2012 si prescriva il processo in cui Silvio Berlusconi imputato di aver corrotto il testimone David Mills, se ne vanno cos gi in partenza con questa sola udienza in due mesi nel calendario stabilito ieri dal Tribunale, alla ripresa del dibattimento dopo che la Consulta ha dichiarato lincostituzionalit della legge sul legittimo impedimento del premier. Il 4 marzo lavvocato Ghedini era andato dal presidente dellintero tribunale milanese, Livia Pomodoro, a rappresentare la disponibilit del premier a non fare valere legittimi impedimenti nei suoi 4 processi a patto che fossero celebrati solo una volta alla settimana e solo il luned. Ieri il collegio giudicante (presidente Francesca Vitale, a latere Antonella Lai e Caterina Interlandi) fa cenno a una riunione dei giudici dei processi organizzata nei giorni scorsi proprio per tenere conto di questa esigenza: e sulla scorta della riunione tra i quattro collegi, annuncia di essersi orientato a fissare un calendario appunto nei luned. Grazie, presidente! commenta Ghedini. Si salta luned prossimo, si ricomincia il 21 marzo, poi per ci sar fino al 9 maggio una pausa frutto spiega Vitale in aula dellaccordo con gli altri giudici: ludienza preliminare Mediatrade (saltata il 5 marzo per un difetto di notifica) era andata al 28 marzo, il dibattimento Mediaset era stato aggiornato all11 aprile per riesaminare le liste testi, e con entrambi il processo Ruby (che ha la prima udienza di smistamen-

Difesa e accusa

Il collegio Francesca Vitale, Caterina Interlandi e Antonella Lai, giudici del processo Mills (Ansa)

Lavvocato Niccol Ghedini, legale del premier, e il pubblico ministero Fabio De Pasquale, che rappresenta laccusa nel processo Mills re che fissassero invece

to il 6 aprile) dovr dunque disputarsi al massimo due udienze a incastro nei superstiti luned 18 aprile e 2 maggio, giacch il 25 aprile Pasquetta. Dopo il 21 marzo, dunque, il processo Mills (che fra i 20 testi ammessi ha anche Flavio Briatore, la nipote di Gustav Mahler, il banchiere Paolo Del Bue, il parlamentare Alfredo Messina e dalla Namibia limprenditore Diego Attanasio) prenota i luned per tre udienze a maggio (9-16-23), due a giugno (20-27) e tre a luglio (4-11-18), lasciando gli altri tre processi a spartirsi appena tre luned residui il 30 maggio, 6 e 13 giugno. Non a caso il pm Fabio De Pasquale la settimana scorsa aveva inviato ai giudici del processo Mills una lettera per chiede-

udienze non solo al luned, ma anche al venerd e al sabato in considerazione della vicina prescrizione; per il fatto che nei 10 mesi rimanenti bisognerebbe conteggiare anche il tempo necessario per lAppello e la Cassazione; e per la circostanza che il Csm ha applicato al processo Mills la giudice Vitale, da mesi passata in Appello, proprio nel presupposto che il processo sia non eccessivamente complicato e neppure di lunga durata dopo la sentenza di Cassazione sullavvocato Mills (colpevolezza affermata, ma prescrizione della condanna di secondo grado a 4 anni e mezzo). In aula il pm chiede che il tribunale legga la sua missiva, il presidente Vitale domanda a che scopo?, i difensori si affrettano a confermare che loro gi la conoscono, il Tribunale sceglie di non darne lettura pubbli-

2012
18 anni
Karima El Mahroug, alias Ruby Rubacuori, 18 anni compiuti lo scorso primo novembre, nata a Fkih, in Marocco, nel 1992

Il 13 gennaio il processo sul caso Mills, ora celebrato a Milano, andr in prescrizione

ca ma di darla per letta. Il pm chiede allora che il tribunale indichi gli adempimenti istruttori per ciascuna data dudienza, il presidente Vitale risponde e chi pu dirlo? il pm sospira ma il tempo inesorabile. Allorizzonte, dopo che il 21 marzo verranno ascoltati i consulenti tecnici di accusa e difesa, gi si profila la roulette tempistica delle richieste di rogatoria a Gran Bretagna e Svizzera per 9 dei 20 testi. Prima andrebbe verificato se qualcuno di loro magari non sia disposto a venire qui in aula a Milano, prospetta Ghedini. escluso risponde il pm gi nel procedimento a carico di Mills cerano le dichiarazioni di indisponibilit dei testi a venire. Bisogna finirla con questo equivoco fra i due procedimenti, sbotta lavvocato Longo. Sono passati due anni e pu darsi che le intenzioni dei testi siano cambiate, dice al pm anche il presidente, che poi scherza: Magari nel frattempo qualcuno ha comprato una villa sul lago e viene a fare un weekend qui, in fondo in questo procedimento anche possibile....

La lettera

DAlema: la Bicamerale e il rapporto pm-giudici

Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it
R PRODUZIONE RISERVATA

Il caso La linea dei legali: trappolone contro di noi. Il capo del governo non ha mai parlato di date di nascita

Gli avvocati del premier: et di Ruby, indaghi Roma


MILANO Chi e perch avrebbe tentato di corrompere il 7 febbraio scorso in Marocco unimpiegata dellanagrafe di Fkih Ben Salah per far retrodatare di due anni la nascita di Karima El Mahroug, la ragazza con la quale il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, secondo la Procura di Milano, avrebbe avuto rapporti sessuali nel 2010 quando la giovane era ancora minorenne? Vogliono saperlo i legali del premier i quali, dopo che il quotidiano Il Fatto ha pubblicato la notizia, hanno presentato alla Procura di Roma una istanza invitando a procedere contro chiunque abbia commesso questi fatti. Secondo lavvocato-parlamentare Niccol Ghedini, che difende il premier con il collega Piero Longo anche dallaccusa di prostituzione minorile che gli muovono i pm proprio per i rapporti con Ruby, la vicenda potrebbe anche essere un trappolone architettato per vendere qualche cosa a qualcuno. La denuncia non riguarda assolutamente il quotidiano, specifica Ghedini, che non ha motivo di credere che i giornalisti abbiano fatto qualche cosa di illecito e precisa che la possibilit che i certificati anagrafici marocchini vengano modificati demenziale, in quanto il sistema di registrazione basato su molti registri, magari registrano sei mesi dopo, tre giorni dopo, ma un sistema blindato. Eppure era stato proprio Berlusconi a confidare in privato, almeno secondo quanto riportato il 3 marzo con grande evidenza anche dal quotidiano di famiglia, Il Giornale, di essere convinto che il processo per il caso Ruby si chiuder per lui con unassoluzione perch abbiamo la prova che Ruby stata registrata allanagrafe marocchina due anni dopo la sua nascita, una prova che presenteremo durante il processo. Ma ieri, a margine di un altro processo, quello Mills, Ghedini puntualizza: Attenzione, lufficio stampa ha smentito che il premier abbia fatto queste affermazioni. E le confidenze sullo stesso punto di deputati del Pdl riferite dal Corriere della Sera? Gossip di qualche parlamentare. Sta dicendo che nel Pdl ci sono deputati che hanno falsamente attribuito al premier la circostanza di aver fatto quelle affermazioni? Berlusconi non le ha mai pronunciate, dichiara lavvocato il quale ipotizza, nella denuncia, che i reati potrebbero essere tentata corruzione e tentata frode processuale, di competenza della Procura di Roma perch commessi da cittadini italiani allestero. Ghedini e Longo ieri sono andati prima dal procuratore di Milano Edmondo Bruti Liberati, al quale hanno illustrato la denuncia depositata a Roma, e poi dallaggiunto Ilda Boccassini, che guida linchiesta Ruby con laltro aggiunto Piero Forno e il sostituto Antonio Sangermano. Dalla Boccassini, che hanno salutato al loro ingresso in ufficio con un baciamano, hanno ricevuto gli ultimi documenti raccolti nelle indagini. Si tratta di altri accertamenti bancari sui movimenti fatti da Giuseppe Spinelli, lamministratore del portafoglio personale di Berlusconi che ha cambiato in contanti assegni per milioni di euro, e di alcune testimonianze che confermerebbero i discorsi al telefono delle ragazze dellOlgettina.

Caro Direttore, leggo nelleditoriale di oggi di Pierluigi Battista che il tab della separazione delle carriere tra pm e giudici venne gi violato dalla Bicamerale presieduta da DAlema tra il 96 e il 98. Non esiste nessun tab, ma quanto riportato non corrisponde a ci che avvenuto. La Bicamerale, infatti, approv una proposta di modifica dellart. 104 della Costituzione nella quale si sanciva il principio secondo cui sia i giudici ordinari che i magistrati del pubblico ministero costituiscono un ordine autonomo e indipendente da ogni potere. Voglio sottolineare che la Bicamerale propose di regolamentare in modo innovativo la distinzione delle funzioni tra giudici e pm e non la separazione irreversibile delle carriere, n, quindi, tantomeno la creazione di due Consigli superiori della magistratura. Sarebbe auspicabile che una materia cos rilevante fosse trattata seriamente, partendo almeno da una conoscenza esatta degli atti parlamentari.

Massimo DAlema
Presidente del Copasir e deputato del Pd Molto seriamente: non ho scritto che le proposte della Bicamerale fossero identiche a quelle, suggerite dallattuale governo, sulla separazione delle carriere. Tuttavia il presidente DAlema certamente ricorder le reazioni furiosamente negative di parte della magistratura alla semplice proposta di regolamentare in modo innovativo la distinzione delle funzioni tra giudici e pm: appunto, era stato infranto un tab. Aggiungo che in unintervista rilasciata al Riformista, lonorevole Marco Boato, allora relatore di maggioranza (di centrosinistra) della commissione bicamerale, ha dichiarato che molti temi di questa riforma sembrano ripresi proprio dal lavoro della Bicamerale e che la separazione delle carriere era allesame della Bicamerale sebbene anche allora il centrosinistra avesse molte perplessit.

Lannuncio di due senatori pd

Cavaliere indagato in Montenegro Ma Podgorica smentisce


MILANO La Procura di Podgorica, capitale del Montenegro, sta per indagare su Silvio Berlusconi, perch accusato di aver inflitto danni incommensurabili al settore energetico del Montenegro e al popolo montenegrino con accordi segreti. Lo sostengono i senatori pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, che hanno presentato uninterrogazione parlamentare. La notizia che il premier sarebbe indagato in uno Stato europeo richiede unimmediata risposta del ministro Frattini in Aula, hanno ribadito. Tuttavia, fonti del governo affermano che la Procura generale del Montenegro ha negato che il premier sia indagato ad alcun titolo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pierluigi Battista
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giuseppe Guastella
gguastella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Politica 19
Chi
Luca Palamara, presidente dellAssociazione nazionale magistrati dal 2008, ha 41 anni ed stato a lungo pubblico ministero a Roma: tra le sue inchieste pi note, quella su Calciopoli (foto Imagoeconomica)

Il dibattito Violante (Pd): Il muro contro muro sempre sbagliato

Lo sciopero delle toghe diventa un caso Giusto. No, errore


LAnm non ha ancora preso una decisione
ROMA La decisione non ancora presa, ma lAssociazione nazionale magistrati non esclude nulla contro una riforma che considera punitiva: neppure larma pi potente, ovvero lo sciopero. Arma sulla quale magistrati e politici sono divisi, tra chi la considera una lesione del principio della separazione dei poteri e chi, invece, la riterrebbe una reazione legittima nei confronti di una riforma che rischia di ledere lautonomia della magistratura. Giuseppe Di Lello, gi nel pool antimafia di Palermo, poi parlamentare di Rifondazione comunista, sostiene la legittimit dello sciopero: A proposito di divisione dei poteri, i magistrati hanno tutto il diritto di opporsi a una riforma che cerca di mettere il potere giudiziario al servizio dellesecutivo. Certo, non c dubbio che il lavoro dei magistrati in qualche occasione abbia assunto una valenza politica, ma stato per colpa della politica, che non sa amministrarsi da sola e che ha assegnato poteri enormi ai giudici. Anche Carlo Mastelloni, magistrato veneziano, pi che favorevole: Montesquieu? Altro che divisione dei poteri, a noi ci hanno ridotto a un ordine, come lordine dei farmacisti. Io sono per lo sciopero. Anzi, se fosse per me chiuderei la procura con una striscia a lutto. Lo dico per paradosso, ovviamente. Di tuttaltro avviso un altro magistrato veneziano, il procuratore aggiunto Carlo Nordio: Sono assolutamente contrario allo sciopero. Lunica ragione ammissibile sarebbe in relazione al trattamento economico. Altrimenti i magistrati si dovrebbero astenere se vogliono mantenere lo statuto di organo del potere giudiziario e terzo. Sarebbe come se scioperasse il Parlamento. Per Nordio la riforma complessa e non risolve i problemi di efficienza e rapidit della giustizia, anche se non va demonizzata. E se il Parlamento mettesse in discussione davvero lautonomia e lindipendenza della magistratura? In quel caso mi dimetterei, dice Nordio. Anche Cuno Tarfusser, magistrato di Merano ora alla Corte penale internazionale, contrario: uno strumento che mi mette a disagio, ci sono altri metodi per cercare di opporsi allaggressione continua che subiscono i magistrati. Da iscritto allAnm, ho sempre aderito formalmente agli scioperi ma in sostanza ho sempre lavorato. Contrario anche Ma-

La scheda

rio Cicala, consigliere della Cassazione e gi presidente dellAnm: Uno sciopero ora sarebbe politico: se chiediamo rispetto come potere giudiziario, dobbiamo averlo verso il potere legislativo, specie costituente, che la pi alta espres-

sione democratica. Anche la politica divisa. Ludc Giuseppe Gargani considera un eventuale sciopero una protesta sterile e fuori luogo, una risposta barricadera e in qualche modo violenta. Sarebbe ora di far finire la belli-

I precedenti Le proteste dei magistrati

12 gennaio 2002
Sfilata in nero
Milano, inaugurazione dellanno giudiziario: i magistrati in toga nera rinunciano a quella rossa in segno di lutto contro il Guardasigilli Castelli. il giorno della relazione di Borrelli: Resistere, resistere, resistere

30 gennaio 2010
Costituzione in mano
Napoli, inaugurazione dellanno giudiziario: contro le mancate riforme del governo, durante il discorso del sottosegretario Caliendo i magistrati lasciano laula con la Costituzione italiana in mano (foto)

9.052 in servizio Tanti sono i magistrati in servizio in Italia: 3.945 donne e 5.107 uomini 500.000.000 euro Secondo il Rapporto 2010 della Commissione europea per lefficienza della giustizia l Italia nel 2008 ha speso nel settore poco pi di mezzo miliardo di euro con il 6,9% di decremento rispetto al 2006 0,26% del Pil Al funzionamento della giustizia l Italia destina lo 0,26% del Pil, meno della media europea (0,33%) 31esima posizione quella dellItalia nella classifica del processo di informatizzazione dei tribunali: siamo dietro Francia, Russia e Slovacchia

geranza tra i poteri dello Stato: cos non si aiuta la limpidezza e il dialogo nei rapporti. Andrea Orlando, responsabile giustizia del Pd, vorrebbe che da tutte le parti si ricorresse al dialogo: Se la riforma davvero epocale, allora il minimo sarebbe convocare gli stati generali del settore. Quanto allo sciopero, una valutazione di opportunit che spetta allAnm. Pi negativo il compagno di partito, gi magistrato, Luciano Violante: Comprendo lo stato danimo della magistratura, ma lo sciopero sarebbe un errore: vorrebbe dire costituirsi come controparte alla maggioranza politica. Non vedo tanto il problema della confusione dei poteri, quanto il fatto che il muro contro muro sempre sbagliato.

Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

t +39 02 540302359 www.fontanamilano1915.com

WORKSHOP Via Trebbia 26, Milano

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Politica 21
Unit dItalia /1

Maggioranza La nuova formazione si dovrebbe chiamare Azzurri per la libert

E Scajola lavora a un suo gruppo


Pressing per riavere un ruolo, alla Camera gi 16 s. Lex ministro: Pdl da riorganizzare
ROMA Torna Claudio Scajola e fa tremare il Pdl. Lex ministro, che si dimise per la storia della casa con vista sul Colosseo, ha chiamato a raccolta i suoi parlamentari e si prepara a scalare il partito. Lobiettivo un ruolo di vertice nel Pdl o un ministero di peso. La macchina di reclutamento si messa in moto, a Montecitorio girano clandestinamente i moduli di adesione e il gruppo autonomo degli scajoliani sarebbe a un passo dal debutto. Se ne parlato mercoled a Palazzo Grazioli e chi ha partecipato al vertice ha visto un Berlusconi furioso, deciso a stoppare loperazione. Ma Scajola non sembra disposto a fermarsi. Risponde al cellulare e si concede una battuta: Temono che voglia fare unestorsione?. Ride, spiega di aver recepito il malessere e linsofferenza che si respirano nel partito, dice di avvertire la necessit di una organizzazione pi efficace e giura che non intende drammatizzare: Non far nulla contro Berlusconi, n contro i coordinatori o i capigruppo. Voglio solo vedere se si trova, insieme, il modo di garantire maggiore presenza alla componente di Forza Italia. Scajola avrebbe scare dinamiche difficili da governare. La strategia della vecchia guardia azzurra per arginare lo strapotere degli ex an stata messa a punto in riunioni segrete, alle quali hanno partecipato i parlamentari della fondazione Cristoforo Colombo, che conta 56 iscritti. Chi era a questi incontri spiega il progetto come la necessit di riequilibrare le forze nel Pdl dopo luscita di Fini. Ma c anche chi descrive uno Scajola molto scalpitante, le cui pressioni in vista del rimpasto potrebbero mettere a rischio la maggioranza. Ma il senatore Franco Orsi frena: Se Berlusconi non condivide, loperazione non si far. Italo Bocchino non crede che Scajola possa dar vita a un partito in questo momento e derubrica il caso a beghe interne. Una guerra tra bande? Giorgia Meloni butta acqua sul fuoco: Non penso che qualcuno possa considerare gli ex an un problema. Ma i capigruppo Cicchitto e Gasparri sono in allarme, per non dire di DellUtri e Verdini, che su Scajola hanno messo il veto. una risorsa concede Ignazio La Russa . Ma i gruppi sarebbero un errore.

Napolitano il 21 marzo a Varese


MILANO Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sar a Varese il 21 marzo, per le celebrazioni dei 150 anni dellUnit dItalia. possibile che nelloccasione il capo dello Stato incontri anche Umberto Bossi e Roberto Maroni. Gi deciso, anche se non ancora ufficiale, il programma della visita. Napolitano dovrebbe arrivare in tarda mattinata, fare tappa in municipio e poi in prefettura per il pranzo. Nel pomeriggio sar allUniversit dellInsubria e alla Camera di commercio. Un percorso che, come ha ricordato il sindaco di Varese, Attilio Fontana, consentir al presidente di attraversare il centro incontrando la folla. Le celebrazioni a Varese si apriranno mercoled 16 marzo con linaugurazione di una mostra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il ritorno Claudio Scajola, 63 anni, stato ministro dello Sviluppo economico dal 2008 al 2010

Il caso
Dallalto: il ministro Ignazio La Russa, Denis Verdini e Marcello DellUtri

gi in tasca alla Camera un pacchetto di sedici firme, ne bastano altre quattro e il gruppo fatto. Ci sta lavorando di gran lena Gregorio Fontana, segretario di presidenza del gruppo pdl, legato a Scajola e vicino al tempo stesso a Verdini. Per rendersi autonomo anche a Palazzo Madama, lo storico ex coordinatore degli azzurri avrebbe contattato gi

13 senatori. Sono nati i Responsabili, Miccich lavora al suo gruppo e anche noi conferma Scajola possiamo dare una mano per garantire i numeri nelle commissioni, con un quarto gruppo che si rifaccia alla storia del moderatismo. La nuova compagine prenderebbe il nome di Azzurri per la libert e avrebbe pronto anche il logo. Scajola non indagato, perch do-

vrebbe restare fuori? avverte Mario Baccini, che gli amico ma non ha aderito al gruppo . Se Berlusconi sottovaluta il problema si possono inne-

Rassicurazioni Non far nulla contro Berlusconi, i coordinatori o i capigruppo

Unit dItalia /2

Monica Guerzoni
RIPRODUZIONE RISERVATA

Durnwalder: partite senza inno


MILANO Un altro scontro polemico in tema Unit dItalia per il governatore altoatesino Luis Durnwalder dopo il rifiuto di partecipare alle celebrazioni ufficiali. Stavolta il presidente della Provincia di Bolzano ha bocciato linno di Mameli prima delle partite di calcio, previsto da una disposizione del Coni per festeggiare lUnit questo weekend. Non se ne parla nemmeno, ha detto Durnwalder. Non vedo alcuna ragione perch si debba intonare linno, ha ribadito, spiegando che la Provincia ha competenza primaria sul settore dello sport e che, quindi, non ci sono ragioni giuridiche valide perch la disposizione del Coni sia applicata. La questione dellinno alle partite di calcio era stata sollevata ieri da due formazioni della destra sudtirolese che avevano parlato di una provocazione da parte dello Stato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Democratici Il presidente della Provincia di Roma: S al ricambio generazionale. La promessa: mai come Veltroni e DAlema

Patto Renzi-Zingaretti: svecchiare il Pd


Ma in futuro i due potrebbero sfidarsi per la leadership del partito
ROMA Si sono ripromessi che non faranno mai come DAlema e Veltroni. Matteo Renzi e Nicola Zingaretti, dopo un inizio complicato nel quale il primo aveva accusato il secondo di non avere avuto il coraggio di scendere in pista alle regionali ricevendo in cambio lappellativo di carrierista sembrano aver deciso di non incrociare le spade. Anzi, i due si scambiamo sms e si sentono con regolarit. Rappresentano entrambi il futuro del Partito democratico e c chi, nella vecchia guardia, vorrebbe metterli luno contro laltro. Ma il sindaco di Firenze e il presidente della Provincia di Roma vanno ognuno per la propria strada in apparente armonia. Almeno finora. Il loro obiettivo cercare di risollevare il Pd. Naturalmente, sia Renzi che Zingaretti hanno legittime ambizioni personali: il primo punta a fare il candidato premier del centrosinistra, Zingaretti vorrebbe sostituire Alemanno al Campidoglio. Anche se il presidente della Provincia, di fronte alla possibilit di fare il grande balzo nella politica nazionale, non si tirerebbe di certo indietro. A quel punto i due potrebbero ritrovarsi avversari. Ma intanto quel che preme a entrambi altro. Renzi sta girando in lungo e in largo lItalia: convegni, riunioni, incontri. Zingaretti finora stato fermo.

Chi sono
Il sindaco Matteo Renzi (a sinistra), 36 anni, sindaco di Firenze dal 2009. Dal 2004 al 2009 stato presidente della Provincia di Firenze Il presidente Nicola Zingaretti (a destra), 45 anni, presidente della Provincia di Roma dal 2008. stato eurodeputato

Poi, laltro ieri, su Facebook ha tirato una bordata contro i dirigenti del suo partito, troppo presi a litigare tra di loro o troppo immersi nella loro ossessione anti-berlusconiana. C chi ha letto in quelle parole anche un attacco a Renzi, che il giorno prima ne aveva dette di cotte e di crude su Bersani, alla presenza di Veltroni e Chiamparino. Il presidente della Provincia di Roma, per, nega: Figuriamoci. Io

ritengo semplicemente che siccome abbiamo fatto le primarie per scegliere il segretario, che ci piaccia o no, ce lo dobbiamo tenere fino al prossimo congresso: la guerriglia permanente non paga. Convinto che abbia ragione Saviano e che rivoluzionario fare il proprio mestiere, Zingaretti finora si occupato rigorosamente solo della Provincia di Roma. Ma adesso annuncia che a breve terr uniniziativa nazionale. Non per parlare di Pd, ma di quello che interessa alla gente, cio dellItalia e di quello che si pu fare per il nostro Paese. Dunque, anche Zingaretti scende in campo? Lui continua a negare, per poi aggiunge: Matteo ha senzaltro ragione su un punto: ci vuole un ricambio generazionale, dopo ventanni e pi il peso eccessivo delle storie individuali dei nostri dirigenti si fa sentire. Abbiamo bisogno di altri protagonisti e di maggiore libert di dibattito. Insomma, un patto generazionale stato siglato, e se riusciranno veramente a non seguire le orme di DAlema e Veltroni, forse nel 2013 Zingaretti e Renzi saranno i protagonisti del nuovo Pd.

Maria Tersa Meli


RIPRODUZIONE RISERVATA

22

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

23

24

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

25

Cronache
Brembate La ragazzina sarebbe stata colpita alla testa con una pietra

Yara, il mistero della X Pista satanica non esclusa


Il pm: difficile interpretare quella ferita sulla schiena
DAL NOSTRO INVIATO

BERGAMO Ferite sul cadavere di Yara Gambirasio che possono far pensare a un delitto a sfondo satanico? Sono segni di difficile interpretazione, al momento non escludiamo nessuna ipotesi. Letizia Ruggeri, pubblico ministero incaricato di risolvere langoscioso giallo della tredicenne di Brembate Sopra usa la diplomazia, dosa i dico e non dico, ma per la prima volta dopo mesi risponde alle domande dei cronisti. Sintomo che il barometro dellinchiesta volge allottimismo; o sintomo che per la prima volta dai giorni della sparizione di Yara c davvero qualcosa di concreto su cui contare. Compreso un fatto di cui ormai gli inquirenti sono convinti: lassassinio viene cercato in provincia di Bergamo. A indurre a questo cambiamento di umore non tanto lipotesi del delitto satanico, che al momento rimane a tener fede alle parole della pm una pista tra le altre. Questo movente inquietante era stato sostenuto ieri mattina dal sito Tgcom, che aveva parlato di una ferita a X sulla schiena della vittima, attraversata a sua volta da due linee parallele orizzontali. Un disegno che, secondo il Tgcom potrebbe riportare a una simbologia runica... a un sacrificio legato alla femminilit con riferimento alla tempesta e al freddo. Fonti di Questura e carabinieri hanno in realt smentito che le ferite sulla schiena di Yara abbiano davvero quei contorni: dei tagli a croce si era parlato subito dopo il ritrovamento del

Linchiesta

Le armi e le ferite
Yara sarebbe stata aggredita con un coltello: i tagli alla gola, alla schiena e ai polsi non sarebbero profondi. Con un corpo contundente forse una pietra, stata colpita alla testa

I profili genetici
Sul corpo di Yara sono stati isolati due Dna: uno maschile e uno femminile. Potrebbero per appartenere ai familiari, per questo gli investigatori stanno facendo il confronto

Indagine Gli investigatori sul luogo del delitto di Yara (a destra)

Il corpo mai spostato


Secondo gli investigatori il corpo di Yara si trovava nel campo in cui stato trovato da molto tempo, presumibilmente da quando stata uccisa

Il cellulare spento
Yara ha inviato lultimo sms a una sua amica, Martina, alle 18.44 quando uscita dalla palestra. Quindici minuti dopo la mamma lha chiamata ma il suo telefonino era gi spento

cadavere ma le altre linee sarebbero due segni longitudinali, esterni alla croce stessa. Segni di difficile interpretazione, si limita a definirli appunto la titolare delle indagini senza chiudere la porta allo scenario del delitto rituale. In realt, pi che sul movente il lavoro degli inquirenti appare concentrato a ricostruire la dinamica dellomicidio, in base ai risultati che costantemente arrivano in Procura dallincaricata dellautopsia, la dottoressa Cristina Cattaneo. Sulla scorta di queste indicazioni ieri la pm Ruggeri ha confermato che il cadavere di Yara presenta due tipi di lesioni: Oltre alle ferite da taglio ha detto c una vasta contusione al cranio, prodotta da un corpo contundente. Una pietra? Potrebbe essere, ma in questo momento non siamo in grado di stabilirlo. Di certo nel campo di Chignolo dIsola, dove il 26 febbraio scorso stato ritrovato il corpo, non cerano sassi macchiati di sangue. Altro punto fermo messo ieri mattina dalla Procura di

Bergamo: Yara non stata uccisa mediante soffocamento, anche se la causa della morte non stata ancora chiarita. N il colpo alla testa n i tagli sul corpo (che non sono molto profondi) avrebbero potuto portare a una morte istan-

tanea. Infine Letizia Ruggeri ha dichiarato che sul corpo della vittima non ci sono segni evidenti di violenza carnale, ma lipotesi di una aggressione a sfondo sessuale non viene scartata. Potrebbe essere semplicemente non riu-

Violenza Il pm Letizia Ruggeri: laggressione sessuale potrebbe essere stata tentata ma non riuscita

Le tracce biologiche Resta da capire se il ritrovamento di Dna di un uomo e di una donna sia interessante per le indagini

scita, ha commentato la pm. Ulteriore conferma uscita ieri dagli uffici giudiziari: sono stati rintracciati due differenti Dna uno maschile e uno femminile sugli oggetti trovati in tasca alla vittima. Resta da capire, e per questo accertamento occorrer tempo, se si tratta di tracce biologiche veramente legate allassassinio o se invece sono finite l casualmente, magari prima che Yara morisse. E in coda a tutte queste considerazioni ecco arrivare la rivelazione: Le ricerche del colpe-

vole? Siamo convinti che sia in provincia di Bergamo afferma la pm. Il medico legale ha 90 giorni di tempo per consegnare la sua relazione conclusiva, nel frattempo non stata recapitata una relazione preliminare. Vengo tenuta costantemente aggiornata su ogni novit ha chiarito il magistrato. A questa indagine ha aggiunto stanno lavorando le migliori menti dItalia e ognuno sta dando il suo contributo.

Claudio Del Frate


RIPRODUZIONE RISERVATA

La scena del delitto

Quel linguaggio cifrato che usano gli assassini


di DONATO CARRISI

assassino, con ci che fa, ci sta raccontando una storia. Partendo da questa premessa, gli investigatori cercano di risalire alle origini del delitto, alle motivazioni incubate nel segreto della sua psiche, alle ragioni che hanno armato la sua volont prima ancora della sua mano. Non sempre, per, lomicida usa un linguaggio chiaro, diretto. Spesso si serve della scena del crimine per comunicare, lasciando dei segni, delle tracce che richiedono uninterpretazione, quasi la soluzione di una sciarada. In alcuni casi, la vittima parla per lui, portando con s un messaggio. A volte ci vogliono anni per decifrarlo, a volte non ci si riesce. Per questo, nel caso di Yara, chi indaga ha il dovere di percorrere tutte le piste, anche le pi fantasiose, pur di giungere a una spiegazione che riveli se non il colpevole almeno il suo movente. In questottica, il fatto che non venga esclusa la matrice esoterica per giustificare i segni presenti sul corpo gi martoriato della ragazzina, pu apparire come un azzardo, una disperata concessione allassurdo proprio perch si brancola nel buio. Invece, ha una sua ratio. Lomicidio per noi spettatori esterni un atto unico, definitivo. Tuttavia per lassassino rappresenta solo la fine di un percorso. Bisogna compierlo a ritroso per capire veramente cosa labbia spinto a uccidere. Ma al termine di questo viaggio alla ricerca della fonte dellombra, raramente ci si imbatte in una soluzione appagante, univo-

ca e razionale pur nella sua dirompente disumanit. Ci sono assassini che agiscono per rispondere a una pulsione che altrimenti non riescono a contenere. Quelli che, invece, si alimentano di fantasie sadiche e colpiscono per assecondare un bisogno insopprimibile. Oppure coloro che vedono dei simboli intorno a s e sono convinti che, in qualche modo, qualcosa di superiore stia cercando di comunicare con loro. Laffidarsi a un rito sanguinario, magari di derivazione satanica, un modo per rispondere a quella chiamata, come

I riti Deviazioni mentali e riti, ecco perch chi investiga non pu tralasciare gli aspetti che sembrano morbosi o romanzeschi
dire S, ci sono. Chi investiga non pu tralasciare questi aspetti, che possono sembrare morbosi e romanzeschi. Lesperienza, in fondo, avrebbe gi un esempio da annoverare. Quello di una serie di delitti di cui ancora non si conosce tutto. Sulle scene del crimine e nella storia dei protagonisti erano presenti numerosi simboli e significati esoterici. Un incubo che fa ancora paura, che va sotto il nome Mostro di Firenze.
R PRODUZIONE RISERVATA

26 Cronache Linchiesta Sentiti come testimoni anche il finanziere Micheli e il sottosegretario Santanch

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

I pm e la P4: agisce come clan e terroristi


Stessi metodi per evitare le indagini. Bisignani: mi accorsi di essere pedinato
ROMA Linterrogatorio stato anticipato a sorpresa, ma altri ce ne saranno. Sempre che Luigi Bisignani uomo daffari dalle influenti relazioni nel campo politico, economico e istituzionale decida di rispondere ai magistrati della Procura di Napoli che indagano sui di lui e altri presunti componenti di una presunta associazione a delinquere. linchiesta sulla cosiddetta P4, che nellipotesi dellaccusa stata costituita e mantenuta in vita allo scopo di commettere un numero indeterminato di reati contro la pubblica amministrazione e lamministrazione della giustizia, nonch a interferire sulle funzioni di organi costituzionali. Tre giorni fa Bisignani, difeso dagli avvocati Fabio Lattanzi e Gianpiero Pirolo, s presentato al procuratore aggiunto Francesco Greco e ai sostituti Francesco Curcio e Henry John Woodcock. Ha raccontato la sua storia ricca di amicizie e rapporti, dallex ministro Gaetano Stammati a Giulio Andreotti, fino a Gianni Letta, oggi sottosegretario alla presidenza del Consiglio, passando per intrecci e legami col mondo della finanza, dellindustria, forze dellordine e apparati di sicurezza. Il suo nome comparso, trentanni fa, negli elenchi della loggia massonica segreta P2 di Licio Gelli, ma Bisignani ha sempre negato di avervi fatto

Protagonisti
A sinistra, il finanziere Francesco Micheli. A destra, Alfonso Papa, ex magistrato e oggi deputato del Pdl. Nella foto grande, Luigi Bisignani, uomo daffari al centro dellinchiesta sulla cosiddetta P4

parte. Lha ripetuto ai pubblici ministeri, aggiungendo di non sapere nulla dellassociazione segreta di cui ha letto qualcosa nelle cronache giudiziarie pubblicate nelle ultime settimane. Terminate le dichiarazioni spontanee, i pubblici ministeri hanno cominciato a fare domande, partendo dal modo in cui Bisignani e i suoi presunti complici sono venuti a sapere di essere stati intercettati e controllati. Il sodali-

zio tuttora permanente, secondo la Procura, utilizzava schede telefoniche "coperte" ed illegali, alcune falsamente intestate a soggetti extracomunitari, che improvvisamente, nellautunno scorso, hanno smesso di funzionare. Perch? Chi la talpa? Bisignani ha spiegato di non aver ricevuto soffiate, ma di aver intuito di essere pedinato e fotografato, e di aver letto i giornali che riferivano dellindagine napoletana accostandola al

suo nome. Una versione che probabilmente contrasta con gli elementi raccolti dagli inquirenti, soprattutto intercettazioni telefoniche e ambientali effettuate anche nellufficio romano delluomo daffari. Pochi altri argomenti sono stati affrontati. Tra questi i rapporti tra Bisignani e Alfonso Papa, ex magistrato oggi deputato del Popolo della libert, pure lui sospettato di far parte del sistema criminale che nel disegno dellaccusa

Il deputato Luomo daffari: tramite Verdini aiutai Papa a diventare deputato

I punti chiave dellaccusa

Gli obiettivi della P4

Le telefonate con schede illegali

Il sospetto di una talpa nellinchiesta

Le notizie e il ruolo del deputato pdl

Per i pm la P4 nata per commettere reati contro la pubblica amministrazione e interferire sugli organi costituzionali

Per comunicare, secondo la Procura, la P4 utilizzava schede telefoniche coperte e illegali intestate a extracomunitari

Le schede nellautunno scorso smettono di funzionare. Per i magistrati una talpa ha avvisato dellinchiesta

Per i pm il pdl Alfonso Papa avrebbe utilizzato "notizie sensibili" per avanzare indebite pretese

si muove con modalit operative tipiche delle pi sofisticate compagini associative di stampo terroristico e mafioso, come appunto lutilizzo delle schede telefoniche coperte per evitare di essere ascoltati; i magistrati ritengono che il deputato abbia utilizzato e utilizzi strumentalmente "notizie sensibili" illecitamente acquisite al fine di avanzare indebite pretese e indebite richieste di vario genere. Bisignani ha spiegato di aver conosciuto Papa quando era ancora magistrato e vicecapo di gabinetto del ministro della Giustizia leghista Roberto Castelli, e di averlo successivamente aiutato a candidarsi nelle liste del Pdl attraverso il coordinatore del partito Denis Verdini. Linterrogatorio stato interrotto e rinviato ai prossimi giorni, se Bisignani decider di rispondere ad altre domande che potrebbero svariare fra i diversi filoni che compongono lindagine: dalla nomina dellattuale direttore del servizio segreto militare ai rapporti con il direttore del sito Internet Dagospia (compresi i finanziamenti arrivati attraverso lEni), dalla attivit di dossieraggio che gli inquirenti addebitano alla presunta associazione segreta allappalto per la sicurezza della trasmissione dati di palazzo Chigi, assegnato alla societ Italgo amministrata da Anselmo Galbusera, altro amico di Bisignani. Ieri su questo punto stato ascoltato come testimone Francesco Micheli, uno dei soci che controllano la Italgo, mentre nellelenco dei testimoni eccellenti sfilati nelle scorse settimane compare anche il sottosegretario allAttuazione del programma di governo Daniela Santanch.

Giovanni Bianconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli Il deputato del Pdl. Perquisita la sede di Finmeccanica

Nomine in cambio di favori Nuove accuse a Milanese


ROMA Si arricchisce di un nuovo filone linchiesta per corruzione a carico di Marco Milanese, ex ufficiale della Guardia di finanza, deputato del Pdl, consigliere politico delegato ai rapporti col parlamento e uomo di stretta fiducia del ministro dellEconomia Giulio Tremonti. Su ordine del sostituto procuratore di Napoli Vincenzo Piscitelli, ieri sono stati perquisiti gli uffici romani della Direzione generale relazione esterne di Finmeccanica, il gruppo industriale a partecipazione statale che opera nel settore dellalta tecnologia. Lobiettivo era la ricerca di documenti attinenti a segnalazioni relativamente a nomine di dirigenti in alcune societ controllate dal gruppo. Lipotesi dellaccusa che in almeno tre aziende Ansaldo energia, Ansaldo Breda e Oto Melara siano state collocate persone su diretta segnalazione e intervento di Milanese. Il quale non si sarebbe limitato a delle semplici raccomandazioni, ma si avrebbe operato in favore di quei nomi in cambio di utilit. un sospetto emerso dalle indagini gi in corso, e la ricerca di documenti nella sede di Finmeccanica era finalizzata a trovare riscontri. Il precedente filone dinchiesta nato da unindagine sul conto dellavvocato campano Paolo Viscione, coinvolto insieme al figlio Vincenzo e unaltra decina di inquisiti in una sospetta truffa da decine di milioni di euro nel campo delle assicurazioni internazionali. Intercettato, Viscione sera lasciato andare a discorsi nei quali citava Milanese come fonte di suoi possibili problemi, lasciando ca-

Ex ufficiale Marco Milanese, adesso deputato del Pdl

Sicilia

Arrestato deputato del Pd


Il deputato regionale siciliano del Pd Gaspare Vitrano stato arrestato ieri sera a Palermo con laccusa di concussione. Per la Procura, Vitrano avrebbe chiesto una mazzetta a un imprenditore per accelerare la pratica per la realizzazione di un impianto fotovoltaico. Il deputato stato fermato dalla polizia mentre intascava diecimila euro dallimprenditore. stata la stessa vittima a denunciare la concussione ai magistrati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

pire che cerano stato rapporti tra i due dai quali si intravedevano possibili illeciti. Una volta arrestato e interrogato, Viscione avrebbe confermato di aver elargito regali e viaggi allex ufficiale delle Fiamme gialle transitato alla politica, in cambio di una efficace sorveglianza sui controlli della Finanza a suo carico: venivano evitati o successivamente aggiustati. Nelle sue dichiarazioni lavvocato ha parlato, fra laltro, di uno stock di orologi di pregio pagati da lui e acquistati presso una gioielleria romana, per conto di Milanese che avrebbe dovuto poi redistribuirli. Uno pareva destinato a Tremonti, e per questo stata raccolta anche la testimonianza del ministro, che per ha smentito. Milanese, difeso dallavvocato Franco Coppi, ha fatto sapere agli inquirenti di essere disponibile a fornire ogni chiarimento sulla sua posizione, ma non stato ancora interrogato.

Gio. Bia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Cronache 27
#

Mafia Lincontro con don Ciotti. Freno alleconomia

Il governatore Draghi In Lombardia avanzano le mafie


Il capo di Bankitalia: migliorare la legge antiusura
MILANO In Lombardia linfiltrazione delle cosche avanza. Mario Draghi riprende lallarme della Direzione nazionale antimafia. E avverte: la criminalit organizzata rallenta la crescita, sfibra il tessuto della societ e mette a repentaglio la democrazia. Il Governatore della Banca dItalia parla di fronte a centinaia di studenti che ieri hanno affollato laula magna della Statale di Milano per una circostanza un po eccezionale: lincontro con Draghi e don Luigi Ciotti che ha aperto il ciclo di seminari sulle mafie nelle regioni settentrionali organizzato dallassociazione Libera e dai sette atenei milanesi. Draghi fa una premessa: Non sono un esperto di mafie. Ma lanalisi e le statistiche danno lidea di come il fenomeno sia radicato e in espansione. In Lombardia linfiltrazione ampia ed evidente: Le denunce per associazione di stampo mafioso si sono concentrate fra il 2004 e il 2009 per quattro quinti nelle province di Milano, Bergamo e Brescia. La presenza mafiosa rimane un fenomeno di importazione, visto che l80% di quelle denunce riguarda individui provenienti da Sicilia, Calabria, Campania. la colonizzazione di cui parla la Direzione nazionale antimafia e che vede una saldatura con le mafie tradizionali preoccupante: la criminalit locale coinvolta in molti reati di stampo mafioso come lusura, il riciclaggio, le estorsioni. Le mafie al Nord hanno radi-

I numeri

80%
Delle denunce per associazione mafiosa in Lombardia tra il 2004 e il 2009 riguardano individui provenienti da Sicilia, Calabria

37.000
Le segnalazioni di riciclaggio nel 2010, contro le 12.500 del 2007

223
Le segnalazioni arrivate nel 2010 da parte di liberi professionisti come avvocati e imprenditori

ci nel tempo: Nel 1994 la Commissione antimafia certificava lesistenza di una "vastissima ramificazione" in tutte le regioni dItalia". Ma, dice Draghi, il controllo esteso e violento del territorio da parte delle organizzazioni criminali impedito nelle comunit del Centro Nord da un rigetto del costume mafioso. Il Governatore sa bene che controllo e violenza sono in ascesa e il rigetto ha grandi smagliature: don Ciotti ha appena ricordato i 26 omicidi in cinque anni tra Lombardia (16) e Piemonte (10), gli oltre 1.300 beni confiscati al Nord, di cui 957 in Lombardia, e la recente denuncia del pm Ilda Boccassini sulla carenza di denunce al Nord e lesistenza di una zona grigia di collusione. Perci aggiunge: Dobbiamo rispondere ora, che siamo ancora in tempo. Anche perch contrastare le mafie serve a togliere un

freno alleconomia. Il Governatore cita unanalisi di Bankitalia per lAntimafia: il virus rallenta la crescita come dimostrano due regioni contagiate, Puglia e Basilicata: In 30 anni, allinsorgere della criminalit organizzata sarebbe attribuibile una perdita di Pil di 20 punti percentuali, essenzialmente per minori investimenti privati. E il rischio dinfiltrazione cresce con la crisi: le imprese in difficolt diventano pi aggredibili dalla criminalit. Perci, dice Draghi, possono essere opportune iniziative. Come valutare un ampliamento della rete di protezione offerta dalla legge fallimentare anche alle aziende pi piccole. E migliorare la legge antiusura: le soglie troppo rigide escludono laccesso del credito a molti, so-

Milano
La manifestazione di Libera del 2010, in piazza Duomo a Milano, contro le mafie. A sinistra, Mario Draghi e don Luigi Ciotti

Costume mafioso Il controllo esteso e violento del territorio da parte dei clan impedito nelle comunit del Centro Nord da un rigetto del costume mafioso

prattutto quando i tassi sono contenuti, con leffetto di abbandonarli proprio agli usurai. Perci Bankitalia sta elaborando una proposta che fissa una soglia pi alta quando gli interessi sono bassi e viceversa. Cos come va perfezionata la normativa antiriciclaggio: nel sistema finanziario siamo passati da 12.500 segnalazioni di operazioni sospette nel 2007 a 37 mila lo scorso anno, con dinamica in accelerazione. Sono invece meno solerti le centinaia di migliaia di professionisti come notai o avvocati e altri operatori: Nel 2010 solo 223 segnalazioni. Ma soprattutto, contro il virus occorre nutrire i necessari anticorpi: la lotta alle mafie, costata il sacrificio della vita di alcuni eroi viene svolta da forze dellordine e magistratura, ma manifestazioni come quella di ieri stimolano quellavversione condivisa alla sottocultura mafiosa che pu davvero sconfiggerla.

Camorra

Asservito ai boss In cella politico vicino ad Alemanno


ROMA La chiamano la Svizzera dei clan. Pignataro Maggiore, 7 mila anime in provincia di Caserta nelle mani del clan Lubrano, imparentato con i Nuvoletta a loro volta legati ai corleonesi. In paese, ieri mattina, sono scattate le manette: agli arresti finito Giorgio Magliocca, 37 anni, sindaco del Pdl, ex consulente di Mario Landolfi al ministero delle Telecomunicazioni. Notizia che, per, ha avuto le sue maggiori ripercussioni nella Capitale. Magliocca, infatti, dipendente del Comune di Roma e dallagosto 2010 inserito nel ristretto staff di Gianni Alemanno: prima al gabinetto del sindaco, poi nella segreteria politica. Contratto stipendio equiparato ai dirigenti, 41.968 euro lordi pi 20 mila ad personam. Magliocca stato arrestato dalla squadra mobile di Caserta con laccusa di concorso esterno in associazione mafiosa, con i clan Ligato-Lubrano. Una curiosit: sul sito di Magliocca c la foto di Falcone e Borsellino, sotto cui scritto impariamo ad amare lItalia come loro. Dalle indagini emerso che il sindaco di Pignataro sarebbe asservito ai desiderata del clan camorristico locale e che sarebbe stato sostenuto elettoralmente da Lello Lubrano (ucciso in un agguato) e da Pietro Ligato, attualmente in carcere. Per la Dda, Magliocca pur non essendo organico ai clan, avrebbe assicurato appalti e rafforzato il clan omettendo i controlli sui beni confiscati, tra i quali una villa bunker sequestrata Giorgio Magliocca ma successivamente vandalizzata e terreni agricoli, consentendo che i camorristi continuassero a godere dei redditi relativi a detti beni. Del sequestro della villa bunker del boss parl anche Roberto Saviano, che citava unepisodio. Ligato durante le operazioni compiute dalla polizia si rivolse a Magliocca: Ma come, dopo tutti i voti che ti ho fatto avere?. Il sindaco querel lo scrittore, che poi gli chiese scusa. E anche la vicenda della campagna elettorale del 2002 era nota: un consigliere comunale accus Magliocca di essere andato a cena con un boss, e il sindaco lo cit in giudizio. Ora Alemanno fa sapere di aver sospeso Magliocca dallincarico e che le accuse sono estranee alla sua azione in Roma Capitale. Mentre Landolfi, vice coordinatore del Pdl Campania si dice sicurissimo che Magliocca dimostrer la sua estraneit ai fatti. Lopposizione attacca: Alemanno dice Vannino Chiti, Pd spieghi i suoi rapporti con Magliocca: esiste una questione morale a Roma. Mentre Pina Picierno denuncia: Il governo ha ignorato una mia interrogazione su Pignataro.

Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Criminalit Dai trasporti allintermediazione finanziaria, le attivit trasferite nellhinterland milanese

La rete della ndrangheta che mirava allExpo


Blitz contro la cosca Ficara, 33 arresti. La Procura: ormai investono al Nord
REGGIO CALABRIA La filiale reggina della Liberty Hall, societ di intermediazione finanziaria con sede a Milano, corso Vittorio Emanuele II n. 15, era gestita dalla cosca Ficara. Attraverso la Liberty Point dislocata a Pellaro, infatti, il capo clan Giovanni Ficara, la cui influenza si allarga su tutta la zona sud del capoluogo, era riuscito a creare una serie di rapporti economici con imprenditori lombardi. Padroncini milanesi in difficolt economiche senza alcuna possibilit di ottenere mutui o prestiti da banche del nord, si sarebbero rivolti proprio a Ficara per ottenere finanziamenti. Dopo i primi trattamenti di favore, agli imprenditori venivano praticati tassi elevati. Una strategia mirata quella di Giovanni Ficara che aveva come scopo quello di indebolire lattivit, sino a rilevarla proprio per linsolvenza dellimprenditore. Una logica che avrebbe permesso alla cosca di assumere la titolarit di molte aziende per inserirsi negli appalti per lExpo 2015. Un obiettivo che i Ficara hanno disperatamente inseguito e per questo hanno creato societ imprenditoriali dislocate nellhinterland milanese. Linchiesta sulla cosca Ficara condotta dalla dda di Reggio Calabria ha portato in carcere 33 persone accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso. I carabinieri del colonnello Pasquale Angelosanto hanno messo le manette anche a due funzionari, Demetrio Geria ingegnere della Motorizzazione civile di Reggio Calabria e Carmine Iacopino, responsabile della filiale reggina dellazienda di trasporto Bartolini. Laccusa per loro concorso esterno in associazione mafiosa. I finanzieri del colonnello Alberto Reda hanno, invece, avuto il compito di individuare e sequestrare le societ immobiliari e le quote occulte di molte attivit e i patrimoni finanziari della cosca, valutati in oltre 60 milioni di euro. Tra queste la Cosedir e la Euro Rent, che operavano nel settore dei trasporti nella zona di Solaro, comune della provincia di Milano dove Giovanni Ficara si era trasferito per seguire da vicino gli affari della famiglia. Milano era diventata per Giovanni Ficara una scelta obbligata. Leconomia reggina non offre pi alle cosche indicatori dinvestimento importanti spiega il procuratore distrettuale Giuseppe Pignatone. Ed per questo che quasi tutte le cosche calabresi hanno deciso, ormai da tempo, di realizzare i propri investimenti in altre aree del Paese, soprattutto in Lombardia. Puntava dunque a Milano Giovanni Ficara. I carabinieri nelle migliaia di intercettazioni ascoltate lo sentivano spesso puntualizzare questa sua scelta. Addirittura nellultimo anno ha trasferito una delle aziende di famiglia, la The door, ditta di infissi, a Senago. In Calabria cera per da sanare qualche contrasto familiare con i cugini Giovanni e Giuseppe Ficara. Ci ha pensato anche a questo il boss. Nel giorno della visita del presidente della Repubblica Napolitano, Giovanni Ficara fece ritrovare unauto carica di armi e esplosivo nei pressi dellaeroporto. Lintento era quello di far addossare la responsabilit ai cugini in modo da fargli pagare il tentativo di scissione allinterno della cosca.

La faida interna Il capomafia fece trovare unauto carica di esplosivo vicino al corteo di Napolitano per accusare i cugini

Nascondiglio Linterno di una delle abitazioni

Il presidente della Calabria

Scopelliti indagato per abuso dufficio


REGGIO CALABRIA Abuso dufficio. Con questa accusa la procura della Repubblica di Reggio Calabria ha iscritto nel registro degli indagati il presidente della Giunta regionale Giuseppe Scopelliti(Pdl). Lindagine riguarda gli incarichi affidati allex dirigente del settore Bilancio del Comune di Reggio Calabria, Orsola Fallara, quando sindaco della citt era lattuale Governatore. La dirigente suicidatasi con lacido muriatico

lo scorso dicembre, ha avuto il compito di rappresentare lamministrazione comunale in Commissione tributaria provinciale, senza che ne avesse titolo. Per quegli incarichi la Fallara stata anche retribuita. Scopelliti stato interrogato per tre ore dal procuratore Pignatone: Sono molto sereno e fiducioso.

Ca. Ma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ernesto Menicucci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Carlo Macr
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Cronache 29
Un video su Facebook

La storia

Ad accogliere il rientro della salma in Gran Bretagna gli uomini del reggimento e i loro 400 animali

Inseparabili
Unimmagine del caporale Liam Tasker e del suo cane Theo durante unesercitazione a Camp Bastion, in Afghanistan. In quattordici occasioni erano riusciti a sventare attentati scoprendo ordigni nascosti nelle strade e nei sentieri. Una decina di giorni fa lultima uscita in coppia. Liam il 358esimo soldato britannico ucciso in Afghanistan dal 2001, Theo il quinto spaniel caduto in missione

Obama, appello contro il bullismo Ne fui vittima

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Il crepacuore del cane di guerra per la morte del soldato Liam


Theo e il suo padrone erano cacciatori di bombe in Afghanistan
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

LONDRA Liam e Theo erano inseparabili. Il ventiseienne caporale Liam Tasker e il suo spaniel Theo di 22 mesi si erano conosciuti nella base del Military Working Dog Regiment, lunit delle forze britanniche che addestra i cani a scovare esplosivi e armi negli avamposti di guerra pi pericolosi. E a loro era toccata una missione dura nella provincia di Helmand nel sud dellAfghanistan dove i talebani sparano e dove i terroristi piazzano bombe ovunque. Liam e Theo sono morti assieme: una favola con un finale triste. Il giovane militare Liam stato centrato da un cecchino mentre era in perlustrazione. Theo lo ha visto cadere, gli stato al fianco. Poi, appena lo hanno riportato solo a Camp Bastion, a pochi chilometri dal teatro dellagguato, si accasciato. Disperato per la sorte che era toccata al suo amico e padrone non ha retto e il suo cuore si fermato. Le storie che arrivano dalle disperate terre afghane sono terribili, questa di Liam e Theo narra di un uomo e di un animale che si aiutano, si sostengono nel lavoro pi duro e pi estremo, insieme si spingono oltre la comune linea del coraggio, si amano fino al punto di

Lagguato
La missione Una decina di giorni fa Liam e Theo escono per una perlustrazione nella provincia di Helmand Il cecchino Il soldato viene centrato da un cecchino, il suo cane lo vede cadere e gli resta al fianco Alla base Quando i militari britannici riportano Theo alla base, a pochi chilometri dallagguato, il cane si accascia e muore. Disperato per la sorte toccata al padrone, Theo ha avuto un attacco cardiaco

ro abilit: per ben 14 volte erano riusciti a sventare attentati, scoprendo ordigni collocati in strade e sentieri di passaggio sia militare sia civile. Avevano stabilito una sorta di record ed erano stati premiati. Una decina di giorni fa arrivato lordine di una nuova perlustrazione. Pareva un pattugliamento senza particolari pericoli, allimprovviso un cecchino ha cominciato a sparare contro i militari britannici e ha centrato Liam che morto. Theo era l. Gli corso attorno, come impazzito, ha guaito a lungo. I commilitoni di Liam sono riusciti a calmarlo, a caricarlo su un furgone diretto alla base. Ma, non appena sceso,

La fidanzata Prima di partire per la provincia di Helmand aveva confidato alla sua ragazza: Quando torner a casa lo porter con me
crollato per il crepacuore. Liam, il trecentocinquantottesimo soldato britannico ucciso in Afghanistan dal 2001 e Theo, il quinto spaniel caduto in missione, sono tornati sullo stesso aereo alla base della Raf nella contea del Wiltshire. Li hanno accolti con grandi onori, da eroi. La bara con la bandiera per Liam e lurna con le ceneri di Theo, una di fianco allaltra. Ad aspettarli, per il tributo finale, erano schierati gli uomini del reggimento e tutti i loro quattrocento fidati amici. Li ha salutati il ministro della difesa: Liam e Theo hanno salvato decine di vite, saremo a loro eternamente grati. Sono stati sepolti insieme.

condividere la sorte. Che Liam Tasker avesse con i cani un rapporto speciale lo sapevano bene la fidanzata Leah e i genitori scozzesi di Kirckcaldy, la citt sul mare delleconomista Adam Smith. Si era arruolato come meccanico ma era riuscito a farsi assegnare al Royal Army Veterinary Corp proprio per quella sua passione cos forte. Ed era infine passato alle unit britanniche che insegnano agli springer spaniel, una bellissima razza di ori-

gine inglese, a puntare gli esplosivi e a indicare i luoghi che nascondono le mine. Aveva preso in carico Theo, uno delle 400 bestie in addestramento, e si era formata una coppia straordinaria. Prima di partire per la provincia di Helmand aveva confidato alla sua ragazza: Quando torner vorrei proprio tenermi Theo. Da cinque mesi stavano a Camp Bastion e si erano fatti una certa fama per il loro affiatamento e per la lo-

NEW YORK Il presidente americano Barack Obama (sopra, in una foto da bambino insieme al patrigno Lolo Soetoro e la mamma Ann con in braccio la sorellina Maya) e la First lady scendono in campo per dichiarare guerra al bullismo nelle scuole, un dramma che negli Stati Uniti colpisce oltre 13 milioni di ragazzi lanno, spingendo molti di loro a togliersi la vita. Vogliamo sfatare il mito che il bullismo sia un innocuo e inevitabile rito di passaggio nella crescita dei nostri giovani, ha esordito Obama, che insieme alla moglie Michelle ha accolto alla Casa Bianca un gruppo di circa 150 tra studenti, genitori, insegnanti, avvocati e politici per lanciare la campagna nazionale StopBullyng.Gov. Stiamo parlando di atti che possono avere conseguenze gravissime, prosegue Obama nel video diffuso sulla pagina Facebook della Casa Bianca, che esorta ad agire per fermare questo fenomeno, prevenire ogni violenza e far s che le nostre scuole e le nostre citt siano posti sicuri dove far crescere i nostri ragazzi e dove nessuno deve aver paura di essere solo, o essere diverso dagli altri. Gi lo scorso ottobre, Obama aveva raccontato come, da piccolo, lui stesso era stato oggetto di scherzi e insulti, e che disse allora purtroppo troppi ragazzi subiscono anche oggi. Anchio considerai il suicidio come unico modo per uscirne spieg il presidente ma sono stato fortunato perch trovai qualcuno con cui confidarmi. Secondo le statistiche citate dalla First couple le principali conseguenze del bullismo includono difficolt di apprendimento, una maggior propensione allabuso di droga e alcol e problemi fisici e psicologici. Spero che oggi tutti vadano a casa con nuove idee e soluzioni da attuare nelle scuole e nelle comunit, afferma Michelle Obama. Dalla sterminata platea di YouTube anche il Segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, ha aderito alla mobilitazione spontanea nata sul web non solo contro il bullismo ma anche a favore dei giovani omosessuali americani, dopo londata di suicidi che ha colpito di recente gli Stati Uniti. Ho un messaggio per tutti i giovani l fuori che sono vittime del bullismo anti-gay, si sentono soli e non riescono a immaginare un futuro migliore spiega Hillary in un video . La vostra vita importante, per la vostra famiglia, per i vostri amici, per il vostro Paese.

Fabio Cavalera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Farkas
RIPRODUZIONE RISERVATA

Premio Ferrari Il settimanale del Corriere vince con lillustrazione del servizio sulla cocaina a Milano

Sette fa il bis come Copertina dellanno


MILANO Sette fa il bis e si aggiudica per la seconda volta consecutiva il Premio Ferrari Copertina dellanno, consegnato gioved sera alla Triennale di Milano. Il settimanale del Corriere della Sera, diretto da Giuseppe Di Piazza, vince con la copertina uscita l8 aprile 2010. Unimmagine elaborata dallartista Gian Paolo Tomasi: fondo nero, nove strisce di cocaina che richiamano la sagoma del Duomo di Milano, una banconota sporca di sangue arrotolata in alto a destra e due parole di titolo che riassumono il tutto: Coca city. Quella che fu la capitale morale del Paese e che continua a essere la capitale degli affari e della moda, anche il principale mercato italiano della cocaina. Un tremendo primato che con rara efficacia si sintetizza in una copertina dallindubbio pathos. Questa la motivazione letta da Gino Lunelli, presidente delle cantine Ferrari F.lli Lunelli e della giuria composta da quindici giornalisti della carta stampata e della televisione, insieme allo scrittore Roberto Saviano, al fotografo Oliviero Toscani e allo scultore Arnaldo Pomodoro. Quella di Sette una copertina di forte impatto, molto emotiva, ha aggiunto Gino Lunelli che alla Triennale ha anche annunciato la decisione di andare in pensione: Questa la mia ultima premiazione da presidente, il prossimo anno sar tra gli ospiti. Tante le segnalazioni arrivate al sito www.titoloecopertinadellanno.com per questa quarta edizione del premio organizzato dalla famiglia che a Trento produce spumante con metodo classico. Insieme alla copertina stato individuato anche il Titolo dellanno. Ad aggiudicarselo Il Nobel per la pace va a una sedia vuota fatto da La Stampa in occasione della cerimonia che si svolta a Oslo lo scorso dicembre, assente il vincitore, il cinese Liu Xiaobo.

Giornalismo

Premiolino a Perrone e Mucchetti

MILANO stato assegnato il Premiolino 2011, il pi antico riconoscimento giornalistico italiano. Vince la sezione tiv Fabio Fazio per Vieni via con me. Categoria settimanali: Internazionale. Quotidiani: Massimo Mucchetti (Corriere della Sera), Benedetta Tobagi (la Repubblica), Marco dEramo (il manifesto), Paolo Lambruschi (Avvenire). Premio speciale Birra Moretti a Roberto Perrone, che sulle pagine del Corriere firma la rubrica gourmet Scorribande.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La pi votata
La copertina di Sette dell8 aprile 2010 che si aggiudicata il Premio Ferrari. Il servizio sulla cocaina a Milano illustrato con unimmagine elaborata dallartista Gian Paolo Tomasi

Manuela Croci
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Cronache 31

Stati Uniti Joshua il fratello pi piccolo dello scrittore Jonathan

I trucchi del giovane Foer che illuminano la memoria


Come ricordare tutto: il suo libro diventa bestseller
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

I maggiori
In famiglia
Gli altri due fratelli Foer: Jonathan Safran (a sinistra), autore di Ogni cosa illuminata, e Franklin, direttore di The New Republic
mi sono a dir poco bizzarri. Per tenere a mente la lista della spesa, Foer consiglia di sovrapporla a immagini familiari come la casa della vostra infanzia. Per ricordarsi la ricotta, immaginatevi una vasca strapiena di formaggio molle di fronte alluscio di casa, con Claudia Schiffer che vi sguazza nel mezzo. Per memorizzare il famoso mazzo di carte lui ha dato sfogo a fantasie erotiche ancora pi sfrenate: Una dozzina di atti sessuali ancora illegali in alcuni Stati del Sud ironizza e unaltra dozzina che dovrebbero essere messi al bando. Alcuni di questi coinvolgono addirittura membri della sua stessa famiglia. Gli atti indecenti che la mia povera nonna ha dovuto commettere per aiutarmi a ricordare l8 di cuori sono a dir poco indescrivibili. A casa Foer, mamma Esther, figlia di sopravvissuti allOlocausto, e pap Albert, presidente di un think tank, osservano divertiti lincredibile carriera dei loro tre figli genietti. Siamo cresciuti in un ambiente cultu-

Esordiente
Joshua Foer, 28 anni, ha appena dato alle stampe la sua opera da esordiente: Camminando sulla Luna con Einstein (sopra). gi un bestseller, e i critici pi severi ladorano

NEW YORK Dopo solo una settimana dalla sua uscita gi al secondo posto nella classifica dei libri pi venduti di Amazon e sta per debuttare nella top 10 dei bestseller del New York Times, che gli ha dedicato la copertina del Magazine, una recensione sdilinquente della (generalmente corrosiva) Michiko Kakutani e addirittura un fondo della temutissima editorialista Maureen Dowd, che di solito si occupa di politica, non di libri. Moonwalking with Einstein: The Art and Science of Remembering Everything, opera prima di Joshua Foer, fratello minore di Franklin (direttore di The New Republic) e di Jonathan Safran (autore di Ogni cosa illuminata e Se niente importa) gi un caso negli Stati Uniti. Dove milioni di persone si chiedono come abbia fatto un esordiente di soli 28 anni ad assicurarsi un anticipo di ben 1,2 milioni di dollari, intascati a scatola chiusa dalla Penguin quando aveva 22 anni insieme allopzione per girare un film hollywoodiano. chiaro che Foer ha toccato una corda sensibile, spiega Oprah Winfrey, la Regina Mida delleditoria Usa col suo book club capace di trasformare in bestseller anche il pi oscuro manuale. Anche quello di Foer un manuale, di brain trai-

La tecnica Per far funzionare al meglio il cervello bisogna utilizzare immagini visive, comprese quelle erotiche

ralmente molto stimolante ha spiegato Franklin in unintervista al New York Observer a tavola si parlava ogni sera di politica, letteratura e simbolismo francese, trovando sempre il modo di ridere anche per qualche barzelletta sulle flatulenze corporee.

Parentele celebri

Alessandra Farkas
RIPRODUZIONE RISERVATA

Noel e Liam Gallagher Il duo britannico degli Oasis celebre per la rivalit. Liam, frontman del gruppo, in passato non si lasciato sfuggire nessuna occasione per screditare il fratello Noel. Sulle pagine del magazine Esquire ha dichiarato: Luomo pi sopravvalutato della storia? Non pu che essere Noel Gallagher

Successo annunciato Per scrivere Camminando sulla Luna con Einstein ha ottenuto un anticipo di oltre un milione di dollari
ning, dedicato al tema dellamnesia collettiva della societ nellera di Internet che, secondo lautore, ha indotto lindividuo a subappaltare la propria memoria interna ad archivi e gadget digitali esterni. Prima dellavvento di Wikipedia e di Google, la memoria era sinonimo di intelligenza, teorizza Foer, collaboratore di testate quali New York Times, Washington Post, Slate e The Nation , mentre oggi, n la scuola, n la societ, ci chiedono pi di ricordare nulla perch tanto tutto quello che abbiamo bisogno di sapere a portata di click. Il che spiega come mai in un recente studio del Trinity College di Dublino un terzo degli inglesi sotto i trentanni non ricorda il proprio numero telefonico di casa. I gadget hanno eliminato il bisogno di ricordare questi dati, incalza. Per correre ai ripari Foer offre alcune strategie pratiche. Le stesse che us lui nel 2006 quando, coadiuvato dal Grand Master britannico Ed Cooke, vinse il pi importante concorso mnemonico statunitense, memorizzando un mazzo di 52 carte in un minuto e 42 secondi: un record. I suoi memory tricks fanno leva su due principi fondamentali: lumorismo e lerotismo. Il cervello ricorda le immagini visive meglio dei numeri, spiega, notando come Pietro di Ravenna, autore del pi celebre manuale sulla memoria del XV secolo, aveva un trucco infallibile: Riempire i luoghi del cervello preposti alla memoria con la rappresentazione delle pi belle vergini. Alcuni di questi stratagem-

Ethan e Joel Coen Joel, il maggiore dei fratelli Coen, accreditato come regista nei titoli dei film, mentre Ethan il produttore, ma noto che i due fanno tutto a quattro mani. Nonostante gli occhi dei media addosso i due fratelli prodigio del cinema hanno sempre dimostrato un grande affiatamento

Silvio e Giovanni Soldini Fratelli milanesi di successo, uno in mare, laltro nel cinema. Giovanni da molti considerato il migliore navigatore solitario di tutti i tempi. Silvio autore di film raffinati e colti, regista, tra gli altri, di Cosa voglio di pi con Rohrwacher e Favino. Fanno volontariato insieme nellassociazione fondata dal padre Adolfo

David e Ed Miliband In lotta per la leadership del partito laburista inglese, i fratelli Miliband sono divisi da una profonda rivalit. Dopo lelezione di Ed, il fratello David ha rifiutato di far parte della squadra di governo. Lex ministro degli Esteri ha detto di voler tornare dalla moglie Louise, violinista alla London Symphony Orchestra, e dai due figli

32

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Cronache 33

Le iniziative del Corriere

Lanniversario
Il referendum Una folla di cittadini, in Piazza Duomo a Milano, assiste ad un comizio contro la monarchia, prima delle votazioni referendarie del 2 giugno del 1946 che hanno sancito la nascita della Repubblica Italiana (Farabolafoto)

La coccarda il film e i libri per il 17 marzo


Le iniziative del Corriere nella settimana dei 150 anni dellItalia
I simboli La storia

l Corriere della Sera partecipa alle celebrazioni per 150 anni dellUnit dItalia con numerose iniziative dedicate ai lettori. Libri, mostre, film, un dorso e simboli dUnit come la coccarda tricolore. Del resto non potrebbe essere altrimenti visto che la sua storia legata a doppio filo con quella dItalia. A partire dal suo fondatore e primo direttore. QuellEugenio Torelli Viollier, patriota napoletano, che fond il giornale nel 1876 ma, nel 1860, era scappato dalla capitale del Regno delle Due Sicilie per correre nellAvellinese e fare propaganda rivoluzionaria in favore di Giuseppe Garibaldi. Una lunga storia che anche presente visto che il quotidiano ha sede a Milano in via Solferino 28. Nome che evoca il paese, nel Mantovano, dove si combattuta la celebre e cruenta battaglia del 24 giugno 1859 che concluse la seconda

guerra dIndipendenza. Il Corriere conserva nel suo archivio la cronaca di tutti i principali avvenimenti che si sono succeduti in questi anni, segnando il nostro Paese, e contribuir anche alliniziativa promossa dal Comune Milano "accende" il 150 dellUnit dItalia. Da luned 14 marzo, invece, la galleria Vittorio Emanuele, a due passi da piazza Duomo, ospiter la mostra Italia tra le righe. Appunti di storia quotidiana, realizzata dalla Fondazione Corriere della Sera, con la cronologia fondamentale dellItalia tratta dagli archivi storici del gruppo Rcs. Sempre in galleria Vittorio Emanuele, saranno riprodotte delle gigantografie di otto pagine storiche che raccontano da Garibaldi a papa Giovanni Paolo II. Infine, per suggellare il legame con le celebrazioni, gioved 17 marzo, festa dellUnit, il giornale sar vestito con una sovraccoperta dautore e sul palazzo compariranno gigantografie di coccarde tricolori.

Alessio Ribaudo
RIPRODUZIONE RISERVATA

La copertina
Trentasei pagine per raccontare cosa ereditiamo dagli avvenimenti storici del passato, qual lidentikit odierno del Paese e quali saranno gli orizzonti che ci prospetta il futuro

Il dorso

Quel tricolore da indossare


Domani, in edicola, insieme al Corriere della Sera, i lettori troveranno in omaggio sulla prima pagina del dorso Italiani anche una coccarda tricolore adesiva e riposizionabile (in basso a sinistra). Uno dei simboli del nostro Paese. Non sar lunica coccarda tricolore che verr regalata dal quotidiano perch il 17 marzo, giorno della festa dellUnit dItalia, ne verr distribuita una seconda (foto grande a destra) a chi acquister anche il volume LItalia del Risorgimento scritto da Indro Montanelli. Questa coccarda realizzata in stoffa e si pu appuntare sugli abiti grazie ad uno spillo.

Il viaggio degli italiani raccontato dagli scrittori


Domani 13 marzo, in regalo con il Corriere della Sera, verr distribuito il dorso Italiani. Un lungo viaggio di trentasei pagine che racconta le generazioni, le parole e le icone che hanno segnato la storia del nostro Paese. Uno speciale che far scoprire gli elementi che ci hanno accomunato. Oltre agli interventi delle firme del quotidiano hanno contribuito scrittori come Silvia Avallone, Enrico Brizzi, Erri De Luca, Carlo Lizzani e Antonio Scurati. Italiani dedica anche unampia panoramica, di otto pagine, ai numerosi eventi, alle mostre e ai convegni che sono stati organizzati per la celebrazione dellUnit dItalia lungo tutta la Penisola e anche al di fuori dei nostri confini. In prima pagina, i lettori troveranno anche una coccarda tricolore adesiva e riposizionabile.

Il sito Corriere.it

La collana

Il film

I cinquantamila giorni pubblici e privati


Si chiama Cinquantamila giorni liniziativa del sito internet Corriere.it. Lidea quella di raccontare la storia dItalia, giorno per giorno, dal primo gennaio 1861 sino al 31 dicembre 2011. Il coordinamento affidato al giornalista Giorgio dellArti che, oltre al vasto archivio del Corriere della Sera, ha raccolto i contributi dellIstituto Luce e di Rai Teche. I lettori, potranno contribuire raccontando la loro storia personale sia collegandosi allindirizzo http://cinquantamila.corriere.it sia cliccando sul logo tricolore 150 nella home page del Corriere.it.
Ideatori La coccarda tricolore fu ideata nel 1794 da due studenti: Luigi Zamboni, bolognese e Giovanni Battista De Rolandis dellAstigiano. Ai colori delle loro citt natali aggiunsero il verde per far risorgere lItalia a nuova vita e non far da scimmia alla Francia Simbolo Le coccarde dovevano fare da segno distintivo di una insurrezione per sostituire il dominio papale con un governo liberamente eletto

La nostra Storia vista da Montanelli


Il 17 marzo i lettori del Corriere della Sera, sempre insieme al quotidiano, potranno acquistare il libro LItalia del Risorgimento 1831-1861 (in alto la copertina). il primo volume dellopera Storia dItalia, scritta da Indro Montanelli, che verr venduta al prezzo speciale di un euro. Insieme al libro verr regalata anche una coccarda tricolore. Si tratta di unopera storiografica, alla quale hanno collaborato anche altri giornalisti come Roberto Gervaso e Mario Cervi, e si segnala per la straordinaria capacit narrativa degli autori. Montanelli, rileggendo i fatti del passato ritrova molti perch della storia contemporanea. I volumi successivi, in edicola da mercoled 23 marzo, invece, verranno venduti al prezzo di 7,90 euro ciascuno a partire da LItalia dei secoli bui.

Le immagini e le musiche che hanno unito il Paese


La lunga marcia degli italiani anche una carrellata di immagini. Per questo, domani in edicola con il Corriere si pu acquistare, a 6,90 euro, il film Ma che Storia... di Gianfranco Pannone. Il dvd, gi presentato alla Biennale di Venezia, ripercorre con parole, avvenimenti e personaggi le tappe significative dellItalia grazie anche alle immagini di repertorio dellArchivio Luce. Prezioso anche il patrimonio musicale, di tradizione orale, grazie al contributo di Ambrogio Sparagna e dei grandi uomini di cultura di quegli anni come Henrik Ibsen, Leonardo Sciascia, Roberto Rossellini e Indro Montanelli.

34

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

35
Rivolte Bianca Balti I ragazzi stanno bene

Tutte in piazza Ma dove sono le donne libiche?


Il blog al femminile
Su Corriere.it il blog che racconta le storie e le idee di chi insegue un equilibrio tra lavoro (in casa o fuori), famiglia, se stesse post di Viviana Mazza

Se Monna Lisa dice s alle quote rosa


post di Maria Teresa Veneziani

Il film gay un inno alla famiglia


post di Stefania Ulivi

Una nuova cultura

TE M PI L LI B E RI
Stili di vita viaggi tecnologia benessere

Non bastano i soldi a trattenere i talenti La lenta riorganizzazione


di PAOLA PICA

(In)felicit in ufficio
gliori talenti? Molti di loro visitano il mio sito e mi scrivono: tra poco ti seguo, non ce la faccio pi!. Secondo lautore di Adesso basta. Filosofia e strategia di chi ce lha fatta e del seguito Avanti tutta, non saranno i soldi a trattenere i talenti. Liberare il tempo la via sostenibile. Anche la struttura dello stipendio potrebbe tenerne conto: per chi lo desidera, meno soldi e pi tempo per coltivare se stessi. Non vengono rivisti al ribasso i livelli retributivi nelle grandi multinazionali che si stanno attrezzando a offrire lavoro a distanza in alcuni giorni della settimana, come in Siemens o Nestl, con obiettivi importanti di abbattimento delle postazioni fisse nei prossimi anni. Nelle grandi aziende la formazione viene fatta innanzitutto ai capi: sono loro per primi che devono imparare a ragionare per obiettivi e promuovere il cambiamento. Per il fondatore del Censis Giuseppe De Rita, il lavoro felice se dentro c una componente di libert e di possibilit o di capacit di essere se stessi. Le cose che ci stancano e non ci soddisfano sono quelle che facciamo per forza osserva il sociologo . O che non desideriamo pi. Avere, essere e amare: viene dal Nord Europa e dai primi anni 70 il dibattito sul rapporto tra le tre dimensioni dellesistenza e il benessere. Sin da allora spiega Maurizio Ferrera, scienziato della politica andata affermandosi lidea che dalla vita affettiva, dalla qualit delle relazioni, che arriva la maggior spinta al benessere. E questo era importante soprattutto per apportare correttivi nelle societ nordiche, molto individualiste. Forse in Italia continua Ferrera, autore di "Fattore D. Perch il lavoro delle donne far crescere lItalia" il lavoro in parte ancora vissuto come una sorta di emancipazione da relazioni familiari soffocanti. E una volta conquistato il posto tutto il resto che sta fuori dal lavoro viene considerato come qualcosa di ancillare. Compresa la cura dei bambini o degli anziani. Una cultura iperlavoristica nella quale le donne stanno aprendo una breccia. Le donne che non voglio pi essere costrette a scegliere tra il lavoro e tutto il resto. ppica@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

amara lezione toccata a quel manager italiano assunto a Lugano da una multinazionale svizzera. Credendo di far colpo sul gran capo smarcandosi da tutti quegli allocchi che lasciavano lufficio alle ore 18, il dirigente soleva trattenersi alla sua scrivania fino alle 22. Una sera dopo laltra, impermeabile agli sguardi indagatori delle segretarie. Fino a che, al posto di promozione e bonus, il malcapitato ricevette la visita di uno psicologo. Un terapeuta messo a disposizione dall'ufficio del personale per combattere i casi di work alcoholism, la dipendenza da lavoro. Una patologia da stress professionale e quindi, al contrario di quel che si pu credere, un temibile costo occulto per le imprese. Da questanno, anche in Italia, le aziende sono obbligate a misurare e contenere disagi e sofferenze psicologiche dei dipendenti, come stabilito da una direttiva europea del 2004. Lo squilibrio tra il tempo del lavoro e quello della vita, un tempo di lavoro male organizzato, riconosce indirettamente una circolare ministeriale, causa di infelicit. E dunque di malattia e di assenteismo o di squilibrio ed eccessi. vero che per molti, troppi, avere un lavoro stabile e adeguatamente retribuito sarebbe oggi di per s fonte di benessere. E tuttavia gli insider, specie se colletti bianchi e ancor pi se in carriera, non sempre sono felici o almeno appagati. Sulla disponibilit a sacrificare (in toto) interessi e relazioni affettive si interroga ormai, sia pure in ordine sparso, una buona parte della popolazione aziendale. La protesta non organizzata, il malessere viaggia al pi sui social network, ma limpennata di impopolarit di quei capi usi a convocare inutili riunioni alla 19 o nel fine settimana difficile da ignorare. Valutazione per obiettivi, Partecipazione, Motivazione e persino Tempo libero sono le parole chiave, non si sa quanto orientate al marketing, cavalcate sulle homepage di alcune grandi compagnie internazionali nelle campagne di reclutamento. Il rapporto tra il tasso di felicit o pi semplicemente di soddisfazione di lavoratori e lavoratrici e competitivit delle aziende

sempre pi evidente e molto stretto spiega leconomista spagnola Nuria Chichilla, direttore del dipartimento Work and Family dello Iese, la seconda business school del mondo secondo la classifica del Financial Times. La professoressa che dal suo blog discute di work life balance con esperti di tutto il mondo ha elaborato un indice che misura il grado di responsabilit, anzi di corresponsabilit delle aziende nella conciliazione tra lavoro e famiglia. Azioni intelligenti di supporto nella cura dei figli, rivolte anche e soprattutto ai padri, alzano di molto la soddisfazione del dipendente e dunque la competitivit aziendale e abbattono contestualmente lassenteismo dice leconomista citando tra gli altri il caso scuola del gruppo dellenergia Iberdrola, dove in seguito allaccordo sulla cura dei figli le assenze sono calate del 20%. Nel corso di seminario per direttori delle risorse umane, Simone Perotti, il pi noto downshifter italiano (quello che letteralmente scala la marcia, lascia lazienda e cambia vita), ha posto alla qualificata platea la seguente domanda: Come pensate di trattenere nei prossimi anni i vostri mi-

Dallo psicologo per imparare a uscire prima Il difficile equilibrio fra lavoro e tempo libero

disegno di Chiara Dattola

36

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Viaggi I nostri itinerari


Per i pi piccoli
Dai corsi di calcio e basket alla vita in fattoria

In vacanza a
S

E chi lavrebbe mai detto che qui in fattoria avrei concimato sul serio lorto biologico! Ho anche piantato gli ortaggi! E dopo prendo le uova nel pollaio

o
Carloforte, al camp dellOasi Lipu Massaciuccoli, dedicato allavifauna dellisola e alla scoperta della Barbagia a dorso di mulo (10 giorni, 525 euro, et 14-17 anni, www.lipu.it). Stessa tipologia di vacanza anche per i campi natura di Legambiente (www.legambiente.eu), divisi per fasce di et: dai 6 agli 11 anni, dagli 11 ai 14 anni, e dai 15 ai 17. Calcio e fumetti Offrono unesperienza calcistica con gli allenatori delle squadre giovanili del Milan i Milan Junior Camp, in cinque diverse localit, da la Thuile a Milano Marittima (7 giorni da 710 euro, et 7-17, tel. 02.58325992), mentre gli Inter Club hanno sei sedi tra cui scegliere, cinque in montagna, due al mare (7 giorni da 620 euro, et 6-16 anni, tel. 02.640641). Volley, basket e pallamano per i Champions Camp dellassociazione Gallesi, nati con lobiettivo di far divertire i giovanissimi (8-16 anni) attraverso la pratica di vari sport immersi nella natura. I camp si svolgono a Palagano, Polinago e Zocca, sullAppennino modenese. Esiste persino un Musica&Sport camp, per imparare a suonare uno strumento (7 giorni, da 400 euro, tel. 334.2005249, www.championscamp.it), un World Child Camp dedicato alla danza (a Lignano Sabbiadoro, Friuli, tel. 059.4558921, www.worldchild.it) e una vacanza-circo a Berbenno, in Valle Imagna, provincia di Bergamo. I ragazzi partecipano ad atelier circensi (dalla giocoleria ai giochi di equilibrio sulla fune fino ai trampoli e le piramidi umane) alternati a escursioni naturalistiche (7 giorni 370 euro,

olonie e kinderheim addio: oggi vanno di moda i summer camp. Con il Wwf in mezzo alla natura, allestero per imparare la lingua, nei parchi avventura mettendo alla prova coraggio e tenacia. In un mercato, quello del turismo giovanile, sempre pi presente (il 76,3% delle famiglie nel 2010 ha fatto almeno una vacanza di 4 giorni con i figli minorenni) si moltiplicano le proposte per i giovani viaggiatori under 14, gli individui che viaggiano di pi, secondo lIstat. Ecco le pi nuove. I summer camp Riconoscere i frutti buoni da mangiare, rispettare gli animali, dormire in una stalla, lontani dallala protettiva della famiglia. Molte le proposte

Gli under 14 viaggiano pi degli adulti e dei fratelli maggiori I summer camp pi nuovi e i tour allestero in bici (da fare tutti insieme)

di vacanza per i turisti in erba senza mamma e pap. Tra le pi gettonate, i summer camp alla scoperta della natura. I Campi Avventura di Wwf Italia sono dedicati ai ragazzi dai 6 ai 17 anni (ma ce ne sono anche per gli under 25), divisi in fasce di et e con programmi vari. Al Parco Naturale Valle Aurina e Vedrette di Ries, in Trentino-Alto Adige, si seguono le tracce di rapaci, marmotte e caprioli e si dorme in rifugio, mentre i pi grandi (15-17 anni) si divertono con il rafting e i laboratori sulle energie rinnovabili. Chi preferisce le attivit marine, pu andare allOasi Wwf Orbetello, in Maremma, dove si osservano i fenicotteri rosa e si praticano vela e immersioni (10 giorni, 500 euro, tel. 02.39314454, 06.44291587, www.wwf.it). Oppure in Sardegna, a

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

37
l ... Se nord be o m ia d e V a dovreb allora cas lla direzione... que essere in convinto per... o Mica son e riconoscere le il c fa li! pi dei caprio e rm o

Week endORE
a Genova

48

Full immersion allAcquario (squali compresi)


Se ci fosse qui mia sorella le farei proprio un bello scherzetto! Ma andrebbe bene anche la maestra... Che emozione stanotte dormire in rifugio

Ore 20 di venerd Una cena di mare


Prima tappa in albergo. Comodo lEuropa (www.hoteleuropagenova.it), vicino alla stazione di Genova Principe (la doppia 50 euro). Il Best Western City (www.bestwestern.it) in pieno centro, a pochi passi da Palazzo Ducale, dai musei di via Garibaldi e dallarea del Porto antico (45 euro). Poi cena, per gustare i sapori della citt di mare (Tre Merli, Soho o Le Terrazze del Ducale).

tel. 393.0082506, www.ambaradan.org). Se, invece, lobiettivo quello di imparare la lingua viaggiando, ci sono le vacanze-studio allestero. Con lorganizzazione internazionale EF si visitano Paesi vicini e lontani (dalla classica Inghilterra fino al Canada e lAustralia), si va a scuola e si alloggia in famiglia (tel. 800.448899, www.ef-italia.it). Particolare, il Campus nei prati della Valle del Serchio (Lu), in Toscana, in collaborazione con Lucca Comics & Games per gli appassionati di fumetto tra i 10 e i 16 anni, con lezioni teoriche e pratiche tenute da due esperti dello staff della famosa rassegna italiana dedicata al fumetto e allanimazione (un disegnatore ed uno sceneggiatore). Al termine del Campus i ragazzi hanno imparato a realizzare un libro game o un film (7 gg. 650 euro, tel. 0583/403206, www.zainettoviaggi.it). Con la famiglia La mattina, muniti di rastrello e carriola, si va in fattoria. C chi pulisce la stalla, chi d lerba alle caprette, chi raccoglie le uova dalla cova. Poi si concima lorto biologico e si piantano gli ortaggi. Sono le attivit alla baby fattoria del MiraMonti, albergo a Frabosa Soprana, in Piemonte ( www.miramonti.cn.it), dove i bambini fino ai 3 anni soggiornano gratis, fino ai 6 con lo sconto del 50%, fino ai 12 del 30%. Chi invece sceglie il Campo Esplora Natura dei Familienhotels dellAlto Adige, alla fine della vacanza, ha pure il diploma. Unico limite let, che deve essere compresa tra i 7 e i 12 anni. Tre giornate tematiche nelle quali esperti del settore e assistenti specializzati in pedagogia nella natura accompagnano alla scoperta dei boschi. Nordic walking, bicicletta e 50 ore di assistenza per i bambini dai due anni in su per gli ospiti del Kinderparadies Alpenhof di Naturno, uno degli alber-

Per saperne di pi

Il salone A ModenaFiere da gioved 17 marzo a domenica 20 c Pap ci manda soli: a childrens tour, la vacanza formato bambino, salone del turismo giovanile, con proposte di vacanza da 0 a 14 anni (www.childrenstour.it). Venerd dalle 9 alle 19, gioved, sabato e domenica dalle 10 alle 20 Il programma Si parler di viaggi per i pi piccoli, di turismo formato famiglia e di turismo scolastico. Oltre 150 espositori, decine di appuntamenti per gli operatori e i dati dellOsservatorio Nazionale sul turismo giovanile. Un intero padiglione dedicato alle vacanze verdi a contatto con la natura: qui i piccoli visitatori potranno vivere per qualche ora lavventura delle loro prossime baby vacanze I dati Secondo lOsservatorio Nazionale sul turismo giovanile, nel 2010 ben il 76% delle famiglie italiane ha fatto almeno una vacanza di una settimana con figli minorenni, mentre lIstat rileva che gli under 14 sono gli individui che viaggiano di pi: ogni anno oltre il 60% dei bambini effettua almeno una vacanza

ca i sette laghi della Carinzia, in Austria, i pi caldi laghi balneari dEuropa. Una delle mete preferite dai cicloamatori rimane, comunque, lOlanda, percorsa da una rete di 20.000 chilometri di piste. Girolibero guida per 5 giorni, e 100 km, lungo fiumi e canali. Si pedala e si visitano le attrazioni pi belle, e si naviga a bordo di unimbarcazione che funge anche da base per il pernottamento, la colazione e la cena. Partenza da Amsterdam e arrivo a Leiden, citt natale di Rembrandt, accompagnati da una guida parlante italiano (5 gg, 500 euro tutto compreso, escluso volo per Amsterdam. Info: tel. 0444.323639, www.girolibero.it). Parchi avventura Ci si porta i figli, ma si divertono anche i genitori. I parchi avventura mettono alla prova coraggio e tenacia di grandi e piccoli. Allinterno del Parco Matildico di Montalto, a Vezzano sul Crostolo (20 km da Reggio Emilia) si trova il Lake Park Adventure attrezzato con percorsi aerei forestali: 42 piattaforme in legno e cavi dacciaio tra un albero e laltro, anche a notevole altezza. Per i pi spericolati c il volo di 40 metri sopra il lago della Segoletta (tel. 0522.858432, www.parcomatildico.com), o le vie della parete darrampicata del parco avventura Esploraria, tra le Valli del Reno e del Panaro, sul confine appenninico tra le Province di Modena e Bologna, con una rete di sentieri escursionistici e anello da cross-country da 17 km (tel. 328.9376048, anche campi estivi settimanali, da 335 euro). Molti i percorsi acrobatici del parco, cos come quelli di Montepizzo Adventure Park Croce Azzurra di Monte Pizzo (Bo) dove si trova la prima piattaforma in Italia di volo con parapendio per disabili (tel. 345.3645459).

Ore 8 di sabato Allacquario tra sommergibili e colibr


Appuntamento allAcquario per la visita delle vasche, alla Foresta dei colibr (accesso limitato), alla biosfera (una vera foresta sul mare), alla citt dei bambini e dei ragazzi (giochi legati alla scienza e alla tecnologia), al Galata museo del mare (con ricostruzioni originali di una galea e di un brigantino goletta) e al sommergibile Nazario Sauro. Prezzi in base alle attivit scelte.

Ore 16 A lezione di pesce (da cucinare a casa)


Il pesce fa parte della nostra alimentazione e quindi diventa cibo da conoscere e trattare. Sotto la guida di un esperto dellAcquario, gli adulti, con un piccolo contributo, possono imparare a riconoscere il pesce fresco, a pulirlo, a sfilettarlo e a prepararlo secondo le diverse ricette. Cos potete scoprire le caratteristiche delle specie meno note e come utilizzare il pesce povero.

ghi della catena baby friendly, dove una settimana all inclusive costa a partire da 532 euro ( www.familienhotels.com). E ancora: si impara a conoscere gli animali, a cogliere i frutti nellorto per realizzare i dolci per la merenda o ci si diverte nei laboratori green nei masi del Gallo Rosso in Alto Adige (www.gallorosso.it): pi di 1000 con 900 proposte tra cui scegliere, tra lezioni di equitazione e passeggiate sui pony. Lassociazione Girolibero organizza invece vacanze in bicicletta proponendo itinerari particolarmente semplici da affrontare insieme ai piccoli. Un esempio? Il tour dei Castelli della Loira, in Francia, oppure quello che toc-

Allaria aperta
Sopra e in alto due bambini nel Parco Naturale Valle Aurina, in Trentino Alto Adige, sulle tracce di rapaci, marmotte e caprioli. A sinistra un piccolo con il rastrello in mano nella baby fattoria del MiraMonti, a Frabosa Soprana, in Piemonte

Ore 20 Notte tra le vasche e cena davanti agli squali


Notte in Acquario per i ragazzi. possibile in date prestabilite (le prossime il 23 e il 30 aprile). indispensabile lo spirito di adattamento. I ragazzi (fino a 12 anni) devono portare sacco a pelo e oggetti per ligiene personale. In altre date, gli adulti e i ragazzi possono cenare (90 e 70 euro) davanti agli squali (prime date disponibili il 19 marzo e l8 maggio). Info: 010.23451.

Carlotta Lombardo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sugli sci stretti


di Stefano Agnoli

In buca
di Marco Dal Fior

Il museo dimenticato
di Stefano Bucci

Sulle alture di Lussu Sul green sintetico per suonare la campana (con la neve intorno)
ulle alture di Emilio Lussu (Un anno sullAltipiano) avevamo consigliato la prima pista di stagione. Sempre l si pu chiudere il cerchio, prima che la primavera costringa alla sosta. Quello che da Campomulo (Gallio, altopiano di Asiago) conduce alla vetta dellOrtigara un esame di laurea per gli appassionati degli sci stretti. Trenta chilometri di saliscendi con 570 metri di dislivello fino a quota 2.106 metri, da affrontare con calma, allenati e provvisti di generi di conforto. Si attraversano localit con nomi da fiaba: il bosco del Fiara, di Mitterwald, Boscosecco. E poi la Busa di Terremore, del Pettine, su su per Bivio Italia. Lultimo tratto un deserto di neve, fino al cippo commemorativo degli Alpini. Qui dobbligo suonare la campanella. Solo allora lesame superato. (sagnoli@corriere.it)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Paladino e la rinascita del Guerriero


imenticato lo stato per pi di tre anni, tanto durato il restauro. Ora Palazzo De Mayo a Chieti ha affidato a Mimmo Paladino il compito di ufficializzare la rinascita, ospitando fino al 30 aprile una sua (bellissima) rivisitazione del simbolo dellAbruzzo, il Guerriero di Capestrano (foto), oltre a una settantina di opere (dal Carro allElmo). Finita la mostra, nel palazzo barocco torneranno le storiche collezioni della Fondazione Carichieti (www.fondazionecarichieti.it). La riscoperta doppia: poco pi in l, al Museo nazionale di Villa Frigerj (tel. 0871.56.82.06), il vero Guerriero (IV secolo a.C.) ha trovato una nuova stanza (con graffiti di Paladino) accanto a quelle che gi ospitano un bronzo di Eracle di Lisippo. (sbucci@rcs.it)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ore 8 di domenica Lo sguardo dallascensore rotante


Un ultimo sguardo alla citt dal Bigo, lascensore che richiama la forma delle gru montate sulle vecchie navi da carico, progettato da Renzo Piano. un ascensore rotante che sale fino a 40 metri. Per chi non ama improvvisare e non vuole pensare a niente, basta acquistare un pacchetto turistico (tel. 010.2345666, Incoming Liguria, da 218 euro a persona).

n pista al mattino, in campo al pomeriggio. la ricetta della felicit per quanti e sono molti apprezzano tanto lo sci quanto il golf. Approfittando delle giornate pi lunghe e temperate e della neve ancora abbondante, a Livigno hanno pensato di sperimentare questa accoppiata per una settimana intera. Snow Golf Experience propone dal 19 al 26 marzo nella deliziosa localit dellAlta Valtellina gare di golf individuali e a squadre, una Pro Am in altura, combinate sci e golf, degustazioni e serate a tema. Il programma ampio e articolato (lo potete trovare sul sito www.snowgolfexperience.com) stato messo a punto con lApt di Livigno e ha come fulcro la vasta piana di fronte allAcquagranda Wellness Park, dove troveranno posto 9 buche da golf con tanto di green sintetici. Quello di Livigno, un test: se liniziativa avr successo, il prossimo anno sono previste repliche in numerose altre localit dellarco alpino. (mdalfior@corriere.it)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ore 12 Tra le botteghe storiche e pausa pranzo in friggitoria


Prima di ripartire obbligatoria una passeggiata in Centro storico per caruggi, tra botteghe storiche, tipiche tripperie, friggitorie, laboratori artigianali con sosta al Liguriastyle per degustare i prodotti locali e per fare acquisti. Nessuno vi vieta di fare una gita fuori porta, inseguendo magari un itinerario enogastronomico a scelta. a cura di Edoardo Stucchi
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Viaggi La Dolce Vita /1


Scorribande
di Roberto Perrone

A Bari fra una mostra dedicata alle donne e un ristorante pieno di sorprese

uardo Georgia Colombo ai fornelli e penso che non sia un caso che in questo periodo (e fino al 29 maggio) alla Pinacoteca provinciale di Bari ci sia una mostra dal titolo Eroine invisibili Storie di donne dalle collezioni della Provincia di Napoli e della Pinacoteca Provinciale di Bari, dedicata alle donne del Sud, spesso protagoniste invisibili della storia, attraverso la pittura e la scultura. E a proposito di grandi donne pugliesi, mi accompagna in questo viaggio la mia amica Chiara DellAcqua, preziosa fonte di suggerimenti e notizie. Georgia il braccio destro di Piero Conte che con la figlia Vanessa lanima di Terranima (appunto), ristoro pugliese in via Putignani. Bari, con i suoi ristoranti, non mi tradisce mai, dalle vette di Bacco passando per Alberosole fino ai luoghi classici, la Pignata e i Due Ghiottoni.

La ricotta al cioccolato delleroina invisibile

Last minute
Le migliori proposte per un viaggio conveniente

Weekend italiano

Napoli e Pisa in notturna Offerte volo+hotel


A Napoli, due notti al tre stelle Palace, con visita al Museo di Capodimonte (228 euro a persona, volo da Milano Malpensa). A Palermo, 2 notti al 4 stelle Quality President (228 euro, mezza pensione, da Roma). Infine Verona (253 euro, 4 stelle, volo da Napoli) e Pisa (115 euro, 4 stelle, volo da Cagliari).
Napoli, Verona, Pisa, Palermo: 2 notti + volo da 115 euro Dal 25 al 27 marzo: www.logitravel.it

Georgia Colomb fornelli del Terr o ai anima. Sopra, d tiella di ue suoi piatti, la p funghi c atate con a orecchie rdoncelli e le tte di gra no arso

Sardegna

Il tavolo-orto Al centro della vecchia corte del Terranima c il tavolo-orto colmo di verdure
E ogni volta tornare una festa perch si pu aggiungere qualche nuovo approdo alla collezione, con stupore e saziet. Come succede in Terranima: il locale diviso in due, da una parte il bar (Batafobrle, acronimo per 5 province pugliesi, prima che inventassero la sesta: un caff letterario con ottime torte e altri dolci pugliesi) e dallaltro il ristorante, una vecchia corte depoca ricostruita con gli elementi che la rendevano il centro del paese e della sua vita sociale, in cui spicca, rigoglioso, un tavolo-orto, pieno di verdure che Piero ha portato dalla campagna. Un cespuglio di pomodori attira lattenzione con il suo succulento colore rosso vivo. Sono pomodori della Regina di Savelletri: i semi si tramandano di padre in figlio e il loro sapore inconfondibile deriva dallacqua salmastra. Piero Conte ha un accento ibrido, risultato di ventanni trascorsi al Nord, tra Piemonte e Lombardia, come formatore

La nostra scelta
1) Terranima Via Putignani, 213/215 Tel. 080-5219725 2) Bacco C.so V. Emanuele II, 126 080-5275871 3) Al focolare da Emilio Via Principe Amedeo, 173 Tel. 080-5235887 4) Alberosole C.so V. Emanuele II, 13 Tel. 080-5235446 5) La locanda di Federico Piazza Mercantile, 63/64 Tel. 080-5227705 6) La Bul Via P. Villari, 52 Tel. 080-5230576 8) Il pescatore Piazza Federico II, 6 Tel. 080-5237039 9) La Pignata C.so V. Emanuele II, 173 Tel. 080-5232481 9) Convivium De Bartolo Via G. Bozzi, 53 Tel. 080-5239021 10) Ai due Ghiottoni Via Putignani, 11/B Tel. 080-5232240

La ricetta

Tiella di patate di Polignano, funghi e mozzarella di Murgia


di Georgia Colombo *

Ingredienti: funghi cardoncelli; patate di Polignano; mozzarelle della Murgia Barese; canestrato pugliese; pane grattugiato; prezzemolo; aglio; olio extravergine di oliva; sale e pepe quanto basta. Preparazione: Ungere una tiella con olio extravergine doliva, spolverizzare con pangrattato unito al sale, pepe e canestrato pugliese. Pulire le patate e tagliarle a rondelle sottili. Disporre il primo strato di patate sulla tiella alternando gli strati sovrapponendo i funghi e la mozzarella. Per ultimo mettere un altro strato di patate. Cospargere il tutto con mollica di pane grattugiato, canestrato pugliese, prezzemolo, olio extravergine doliva e sale e pepe q.b.; infornare per 15 minuti a 180 gradi. * Ristorante Terranima
RIPRODUZIONE RISERVATA

delle risorse umane, ma le idee chiare. Non la prima volta che ascolto una storia come questa. Di un pugliese che torna a casa, seguendo la passione per la terra che valorizza con prodotti selezionati: le carne tutte pugliesi, di un macellaio di Locorotondo, il pesce di Torre Guaceto (se non arriva di l, preferisco non usarlo), la cicoriella selvatica (sivoni) del contadino di fiducia, i formaggi della Murgia barese, le fave di Carpino, alla base della straordinaria purea. E a questo punto non resta che accomodarsi a un tavolo della corte. Parto con i latticini, burrate e mozzarelle, attraverso leggero uno sformatino di cavolfiore, non mi faccio mancare le orecchiette di grano arso e la crema di fave e cime di rapa, attacco con successo gli arrosti misti e concludo con un tortino di ricotta al cioccolato. Anzi no, c spazio per un rosolio agli agrumi e per una passeggiata nel centro citt, vuota in questora buca del sabato e avvolta da un affascinante silenzio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Chia fra resti punici dune di sabbia e scogliere


Scogliere di granito e mare spettacolare nellincontaminata Costa del Sud della Sardegna. Da Chia, si possono poi visitare la spiaggia di Porto Pino, le isole di S. Antioco e S. Pietro e Nora (con i resti di una citt punica). Se si prenota entro il 31 marzo, sconti del 20%.
da 58 euro, permanenza dal 10 maggio a fine settembre Info: tel. 070.92391, www.chialagunaresort.com

Marche

Lezioni di cucina nella dimora nobiliare


A Grottammare, la Perla dellAdriatico (fa parte dei Borghi pi belli dItalia), con un imponente castello che guarda il mare. Nella dimora nobiliare Casa Pazzi, fino al 30 giugno, lezioni di cucina ogni fine settimana, cena e 2 pernottamenti a partire da 300 euro, per due persone.
weekend da 300 euro, per due, fino al 30 giugno Info: tel.0735.736617, 333.4240240, www.casapazzi.com

VOTA SU CORRIERE.IT La scorsa settimana ha vinto la Cascina Martini

a cura di Carlotta Lombardo


RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

39

Viaggi La Dolce Vita / 2


Cucina & cantine
Al Four Seasons di Milano: langolo segreto dove bisogna prenotare (ed essere simpatici al cuoco)

Al tavolo dello chef


nascosto fra sala e cucina. Pranzo con vista sui fornelli
ti alluso. Non si deve mai perdere tempo a cercare, a sbucciare, afferma. Allora, si comincia? In scioltezza, si rompe il ghiaccio con qualche chiacchiera, mentre un collaboratore del capo serve il vino dellaperitivo davanti a un bancone da attrazione fatale. (Il tavolo da 8/12 persone l, ben apparecchiato: sottopiatti, piatti e bicchieri sui toni del bianco e nero). Avanti con il Pata Negra di Joselito (il miglior produttore spagnolo di jamon) di una dolcezza sublime, passando per quella che Mei chiama la verticale di tonno. Ed uno sfizio niente male,

on posso stoppare gli antipatici; per, statene certi, accanto a loro mi vedranno pochissimo, scherza, ma non troppo, Sergio Mei. Prenotare il tavolo dello chef, pranzare a distanza ravvicinata di pentole e fornelli, come entrare a casa mia, sedere al mio desco osserva . Insomma, vorrei che ci fosse feeling tra me e gli ospiti. Altrimenti, meglio che si accomodino in uno dei due ristoranti dellhotel, chiedano il men, si consultino con il sommelier. Siamo al Four Seasons di Milano, nel cuore del quadrilatero della moda dove si trova il prestigioso albergo ricavato da un antico convento del XV secolo. Sergio Mei, nato in Sardegna, ha lavorato in tutto il mondo prima di approdare qui con lincarico di chef executive, cio luomo che guida la brigata di cucina (30 collaboratori pi alcuni stagisti). In sintesi, il settore food saldamente nelle sue mani. Curiosamente, la sua personalit , se cos si pu dire, inversamente proporzionale ai personaggi dello star system che frequentano lhotel meneghino. Sobrio, semplice, quasi schivo (ma schietto), lo chef detesta ogni forma di spettacolarizzazione. Dunque, anche la cucina spettacolo gli va abbastanza di traverso. Antipatia naturale, spontanea, difficile da spiegare e da argomentare, afferma. I minimalismi culinari che hanno dato fama e fortuna ad altri colleghi non rappresentano la sua cifra. Anzi. Con queste premesse, ci avviamo verso il tavolo dello chef, un piccolo regno nel regno di Mei. Che, intendiamoci, non lunico ad offrire questa esperienza ai buongustai. A Milano e in altri ristoranti italiani, infatti, alcuni maestri di gastronomia hanno creato angoli speciali, dove pranzare e cenare a contatto pi stretto con chi prepara le vivande. Un privilegio che bisogna saper apprezzare. La lista delle vivande la decido io avverte lo chef . Lospite deve lasciarsi trasportare dai sapori e dai profumi dei miei piatti. Ma, prima, previsto un giro propedeutico nella nostra grande cucina per capire come lavora e si muove la brigata. Ogni cuoco ha il suo strumento da suonare. Lidea del concerto. Sergio Mei un direttore esigente, attento ai dettagli: Utensili a portata di mano, coltelli sterilizzati, ingredienti pron-

Sergio Mei
Sotto, il tavolo dello chef del Four Seasons di Milano, dove lavora Sergio Mei (anche nella foto piccola). La lista delle vivande la decido io avverte . Lospite deve lasciarsi trasportare da sapori e profumi (foto di Ugo De Berti)

realizzabile anche dalle cuoche/casalinghe. Si tratta, in sostanza, di tonno crudo, tagliato in tre modi diversi e variamente condito: con olio, sale, pepe, capperi e salsa di rafano, la prima versione; olio, sale, pepe e cipollotto, la seconda; salsa dacciughe frullata con un po di brodo, olio mixato a peperone rosso, giallo e verde, la terza. Lo chef, captando il grado di appetito, propone altri assaggi (salmone norvegese a cubetti, capesante con Pata Negra in padella, carpaccio di ricciola, acciughe spagnole...); quindi, invita ad accomodarsi, per iniziare davvero il pasto. Compongo il men in base al mercato spiega . Assicurandomi che tra i commensali non vi sia qualcuno affetto da al-

La ricetta di Allan Bay

La frittata di pasta (avanzata)

lergie o intolleranze alimentari. Per esemplificare, ecco i piatti serviti, in una recente occasione, al tavolo speciale del Four Seasons: crema di pastinaca, zucca, finferli con uovo di quaglia tartufato; noci di capesante al timo selvatico e porcini, fegato doca, olio e zafferano; lo scampo nel piatto; pasta e fagioli avvantaggiata (cio con sapori aggiunti a sorpresa); rombo e porcini con patate e crema di castagne; cassoeula allo spiedo; granita al vin brul con cachi; souffl al limone e ricotta con salsa ai lamponi e gelato allolio doliva, infusione al basilico. Alla fine, volendo, si pu ricominciare. Magari con due spaghetti aglio, olio e peperoncino. Avvantaggiati, butta l, Mei, con nonchalance. Prezzo dellesperienza gastronomica? Centocinquanta euro (vini esclusi). Avvertenza: se volete al tavolo, cio seduto accanto a voi, anche lo chef executive, si va a 200 euro. Ma se non scatta il feeling, con una scusa, lui potrebbe declinare linvito.

ualunque piatto prepariamo, un po ne avanza, inevitabile. Gettare lavanzo non si pu, questo ovvio, quindi conserviamolo in frigorifero. Molti degli avanzi poi basta scaldarli, meglio se nel forno a microonde, e sono (quasi) altrettanto buoni. Ma non tutti. Lavanzo pi difficile da gestire quello della pasta, peraltro uno dei pi diffusi. Ecco una proposta. Pesate la pasta avanzata: ogni 150 g, pi o meno, baster per ogni commensale. Potete anche mescolare due avanzi di pasta se i sughi non sono troppo diversi, nel senso che va bene mescolare paste con sughi di verdure e di carne o pesce, ma non di carne e di pesce. Per 4 persone. Prendete circa 600 g di pasta avanzata. Sbattete leggermente 4 uova con 1 pizzico di sale e di pepe e mescolatele alla pasta. Ungete di olio una teglia usa-e-getta di alluminio e spolverizzatela di pangrattato leggermente tostato. Unite il composto, livellatelo, spolverizzate ancora con pangrattato e cuocete in forno a 200 fino a quando la superficie sar marroncina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marisa Fumagalli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Olio & aceto


di Maurizio Di Gregorio

Langolo bio
di Giovanna Pezzuoli

Il baretto
di Luciano Ferraro

Lolio che ha loro dentro letichetta


n olio in viaggio con lOrient Express. Il Capannelle (mezzo litro, e 18) un prodotto di qualit e raffinatezza dal colore verde scuro intenso. Prodotto a Gaiole in Chianti (Si) da un oliveto di mille piante a 400 metri sul mare, ha un gusto ricco e leggermente piccante con buona presenza di fenoli. La variet di olive composta da: Frantoio, Moraiolo, Correggiolo raccolte per brucatura a mano nella seconda met di novembre. Lazienda stata fondata nel 1975 da Raffaele Rossetti primo ad attuare unestrema coerenza tra forma e contenuto dei prodotti. Famose le sue etichette utilizzando oro e argento. Nel 1997 James Sherwood (fondatore e azionista del gruppo Orient-Express Hotels, proprietario del Cipriani a Venezia, dello Splendido a Portofino e del Caruso a Ravello) rileva lazienda con viti e olivi coltivati senza uso di concimi chimici e antiparassitari. Info: www.capannelle.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Malto batte zucchero (nella lotta alle calorie)


asta un poco di zucchero e la pillola va gi cantava Mary Poppins-Julie Andrews. Ma oggi il problema proprio lo zucchero, sempre pi spesso guardato con sospetto per i rischi di una dieta ipercalorica. Dolci alternative? Al posto dello zucchero di canna anchesso raffinato, dove il colore scuro dovuto ai residui di melassa, o del miele, che contiene comunque fruttosio, si sta diffondendo luso del malto, un dolcificante ottenuto dalla fermentazione di un cereale con orzo germogliato. Il risultato un liquido denso, dal colore dorato o brunastro, ricco di destrine e maltosio, zuccheri complessi a lento assorbimento, pi nutrienti e meno calorici. In ordine decrescente di dolcezza, ci sono i malti o sciroppi di mais, grano, riso, kamut, farro e orzo. Un unico neo per i golosi: il malto ha un potere dolcificante, rispetto allo zucchero, che oscilla tra il 55 e il 65%. Un barattolo o una confezione con dosatore da 350 grammi costa 4/5 euro.
RIPRODUZ ONE RISERVATA

Il bicchiere, la terrazza e le due basiliche


ette euro e mezzo per un bicchiere uno Chardonnay friulano Borgo Conventi o un Cabernet veneto Emo Capodilista. Troppo caro? S, se non fossimo sul Canal Grande, nella terrazza pi frequentata dai veneziani e non solo dai turisti, la terrazza dellhotel Monaco & Grand Canal. Ci si va per laperitivo, per qualche piatto semplice (mozzarella e pomodoro), o molto locale (pasta e fagioli alla veneta). Oppure per pasti pi impegnativi (da provare il fritto di pesce con salsa tartara). Vini e cibo passano in secondo piano se alzate lo sguardo dal tavolo: sulla riva opposta c la Basilica della Salute, lex voto del Longhena. Poco distante il Ragazzo con la rana che veglia sulla collezione darte di Punta della Dogana, allorizzonte la Basilica del Redentore e il campanile dellisola di San Giorgio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Prima previsto un giro in cucina per capire come lavora e si muove la brigata

40

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Abitare Questa la mia casa


Ridisegnare gli ambienti
anti libri, tanti quadri, tanti gatti. E una casa piccola dove farli entrare tutti. Questo il problema che si sono trovati a risolvere Claudio Strinati e sua moglie Annarosa Mattei quando hanno acquistato lappartamento a pochi passi dal Colosseo. Soprintendente fino a un paio di anni fa del polo museale romano, Strinati aveva potuto usufruire di un alloggio allinterno di Palazzo Venezia. Al momento di trasferirsi ha trovato un attichetto in un edificio costruito negli anni Cinquanta. Vi aveva abitato per una vita lattrice Dina Sassoli, indimenticabile Lucia nella prima versione cinematografica dei Promessi Sposi (quella di Camerini del 41). Ci aveva attratto la vista sulla citt, che spazia a centottanta gradi su Colosseo, Colle Oppio e, pi in lontananza, la Torre delle Milizie e le bighe del Vittoriano, dice Annarosa. Ma linterno era tutto da rifare. Un corridoio a gomito girava per lintero appartamento togliendo luce e spazio. Il resto era suddiviso in piccole stanze. Cos abbiamo preso una decisione drastica: eliminare le pareti in muratura e ridisegnare i volumi usando librerie e porte scorrevoli. Il risultato una casa che evoca le tradizionali abitazioni giapponesi, dove le prospettive variano continuamente in base alla posizione delle pareti mobili. La luce, che entra dalle ampie vetrate affacciate sul terrazzo, non trova pi ostacoli e si riversa in ogni angolo. Le fine-

Claudio Strinati A Roma la trasformazione di un attico

Librerie come pareti e quadri scorrevoli Cos sfrutto lo spazio


Il mio oggetto preferito
stre inquadrano panorami che sembrano dipinti, tanto appaiono straordinari. Persino nel box doccia c una piccola finestra che incornicia i fornici del Colosseo. Come elemento guida della ricostruzione, gli Strinati hanno usato i pilastri in cemento tipici delle costruzioni dellepoca. Proprio quei moduli di trenta centimetri per trentacinque, strutture portanti dei palazzi, che non si possono eliminare e non si sa mai come nascondere. Loro hanno deciso di replicarli in una ventina di copie, per in legno, dipinti nello stesso colore di quelli in muratura. In apparenza servono per sostenere le librerie, ma celano un piccolo segreto: uno sportello a scomparsa li ha trasformati in armadi. E in alto sono diventati elementi di illuminazione, semplicemente inserendo una lampadina nel cubo finale rivestito di carta pergamena. Dentro le librerie scompaiono anche le porte scorrevoli che delimitano gli angoli di riposo e di lavoro. Da una parte lo studio di Claudio, dallaltra quello di Annarosa, che insegna al liceo classico e scrive roFunzionalit Strinati, ex soprintendente del polo museale romano (foto Benvegn/ Guaitoli)

Il camino di ceramica
Ce ne siamo innamorati fin dalla prima visita allappartamento. Realizzato da Andrea Spadini, figlio del pittore Armando che fu tra i maestri dei giovani artisti romani intorno al 1920, il caminetto in ceramica raffigura due grandi ceste di frutta. Claudio: Echi di stile fiammingo. Forse lartista si ispirato alle lezioni di De Chirico (nella foto anche il gatto Pino).

manzi (Una ragazza che stata mia madre e Archivio segreto, entrambi negli Oscar Mondadori). Un angolo dedicato alla musica, che laltra grande passione di Claudio insieme allarte. Sugli scaffali, una corposa collezione di dischi in vinile. Ma ormai per sentire i concerti usa il computer, collegato a

due piccoli amplificatori. Ascolto di tutto dice dalle prime testimonianze di musica medioevale fino a Lady Gaga. Ovunque, libri. Tappezzano perfino le pareti della cucina e del bagno. Poi cera da risolvere il problema dei quadri, bei dipinti del Sei e Settecento. Abbiamo pensato di appenderli sulle librerie ma facendoli scorrere su una bacchetta di acciaio, in modo che per prendere un volume basta spostare il dipinto. Tra i preferiti, un Angelo di Giovanni Baglione, il celebre antagonista di Caravaggio. Annarosa affezionata a una Annunciazione di Baldassarre De Caro: Il nostro primo acquisto, negli anni Settanta, quando il barocco si comprava per due lire.

Ovunque, gatti. Ce ne sono sette, ex randagi di tutti i colori, che sonnecchiano nelle ceste disseminate sotto i tavoli o vicino alle gattaiole ritagliate nelle vetrate che danno sul terrazzo. La pi sveglia dice Annarosa Nina, che mi aspetta tutte le sere dietro la porta, a qualsiasi ora io rientri, per fare insieme una passeggiatina sul terrazzo condominiale. Pino e Gino sono fratelli. Pino, nero, enorme e grasso come una foca, a Palazzo Venezia presenziava tutte le inaugurazioni delle mostre, aggirandosi impettito e sicuro tra gli ospiti. Riusc perfino a farsi fotografare tra Berlusconi e il cardinal Bertone, alla cerimonia di apertura della rassegna Il Potere e la Grazia.

Lauretta Colonnelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

41
Manhattan Un piatto della linea The World Dinnerware di Seletti che propone le mappe delle metropoli

Abitare Le idee

Vasellame I designer recuperano unantica tradizione con decori sorprendenti

Dalla tavola al muro I piatti creativi (con ironia)


Scritte, mappe e ritratti che emergono dalle composizioni
Reinventare gli oggetti
ra unusanza tipica delle case della buona borghesia, quella di decorare le pareti con i piatti. E mio padre fu forse il primo a dare una svolta, inventando quei motivi, rivoluzionari per lepoca, ispirati al surrealismo e alla metafisica: dai volti alle figure umane agli oggetti onirici. Cos Barnaba Fornasetti ricorda il lavoro del padre, Piero Fornasetti, figura poliedrica di creativo tra arte, artigianato e sperimentazione, di cui gli oggetti pi noti rimangono ancora oggi i piatti decorativi. Fu Gio Ponti che lo incoraggi a far riprodurre dalle manifatture di ceramiche, alla fine degli anni 40, quei soggetti inventati da mio padre per una serie di foulard: li accomunava lidea un po utopica di portare larte nellindustria. Ma quei piatti dissacratori con le riproduzioni a decalcomania di pezzi di giornale, pesci, visi di donna non ebbero il successo sperato e lui continu a produrli da solo, assieme a mia madre. Serie da 6 e da 12 con cui apparecchiare la tavola ma soprattutto decorare, moltiplicandoli, intere pareti. Emblematica la foto di Piero Fornasetti nella stanza tappezzata di visi di donna: Ne fece oltre 350 versioni, si dice fosse il ritratto enigmatico della cocotte e cantante lirica Lina Cavalieri, chiacchieratissima allora e amata anche da Toscanini. Doppio uso per i modelli storici allora come oggi: Sono sempre in produzione e io continuo ad aggiungere pezzi singoli, mantenendone lo spirito. Decorare con i piatti un tema evergreen. Lo sottolinea Piero Castellini, arredatore famoso per gli interni raffinati ed eclettici di molte importanti case italiane: Io ne ho sempre avuti e continuo a collezionarli racconta . Nella mia sala da pranzo li ho disposti nelle nicchie al posto dei libri, tutti diversi e di epoche differenti, giocando con stili e manifatture tra Oriente e Occidente. Ma ama anche proporli negli arredi dei clienti: Molti hanno collezioni bellissime riposte nelle credenze e io li spingo a usarle: i piatti vanno vissuti e non tenuti nascosti, anche se, sottolinea, non necessario avere solo preziosi pezzi di Svres: Non mi interessa se il piatto non integro, sbeccato o riparato. E nemmeno se poco costoso. Meno lezioso, pi riesce a diventare un punto di interesse appeso alla parete. A volte lidea decorativa nasce dallironia. Racconta la designer Paola Navone, che con la sua creativit ha dato un volto contemporaneo alla storica Richard Ginori: Due anni fa per Taste, la manifestazione fiorentina delle eccellenze del gusto, ho ideato una serie di piatti che riproducevano decori evocativi di alcuni cibi italiani: dai pomodori di Pachino alla pasta di Gragnano al pane di Matera. Una rivisitazione dei "piatti del buon ricordo", quelli che in certi ristoranti si usavano e poi si portavano a casa racconta . La sorpresa? Il motivo sul retro, per non disturbare locchio mentre si mangia. E quindi una volta usato il piatto si appende ma capovolto. Centosettanta pezzi recuperati che diventano uninstallazione. Da Firenze a Milano: un mese dopo erano 6500 i piatti con i motivi dei

I consigli

Le porte ideali per recuperare centimetri preziosi


Lapertura Avviene sempre verso linterno del locale. Solo nel caso di piccoli ambienti, (bagni o ripostigli), consentita lapertura verso lesterno. Le porte a soffietto Dallingombro limitato, in voga anni fa, sono ormai sostituite da quelle a libro, pi eleganti e funzionali. Le porte a incasso Per una porta a scomparsa occorre una muratura di spessore considerevole, praticamente doppia a quella di un normale divisorio interno; tuttavia esistono appositi telai che consentono linstallazione senza aumentare gli spessori: in pratica il telaio sostituisce la parte di muratura e pu essere intonacato come il resto della parete. Le porte scorrevoli Alternativa alla porta da incasso la porta scorrevole esterna: lanta viene agganciata a un binario a vista che ne permette il funzionamento. Il vantaggio che una simile soluzione richiede modeste opere murarie e, se ben studiata, pu essere gradevole esteticamente. Gli svantaggi? la chiusura non ermetica e una parte di parete (pari allanta in posizione di apertura) risulta inutilizzabile. (m. vin.)

Collage La serie Metroquadro di Paola Navone per Richard Ginori propone superfici di piatti (da appendere capovolti) che si rifanno a quelli del buon ricordo

Figure scomposte Adamo ed Eva, due set da 12 piatti ideati da Piero Fornasetti nel 1950

cibi che ornavano la parete della mostra di Richard Ginori al fuori Salone del Mobile: Pezzi di scarto dellazienda, seconde scelte con piccoli difetti, grandi, piccoli, quadrati, tondi, con decori tutti diversi. Molti li vedevano e se li volevano portare a casa. Da qui lidea di produrli e venderli in blocco: tanti pezzi quanti bastano per riempire un metroquadro di parete. In un gioco di rimandi, contengono i cibi (linterno banco con il filetto blu e c il nome) e si appendono: lidea della piattaia in cucina: usi le stoviglie e poi le riponi. In bilico tra passato e presente, il gioco sta nel contrasto: oggetti simbolo tra i pi classici della casa tornano oggi a essere vivi nello spirito del divertissement. Che siano piatti di design con motivi blu tutti diversi ma nello stile ottocentesco delle manifatture inglesi o dissacranti riproduzioni di mappe urbane a tutto campo dove mangiare sentendosi cittadini del mondo: ogni scelta possibile, non resta che lasciare libera la fantasia.

Silvia Nani
RIPRODUZIONE RISERVATA

Isole private

La dispensa di Paola Maugeri

di Alessandra Burigana

Dietro il giardino
di Carlo Contesso

Solo cibi bio nella credenza indiana


iciliana doc trapiantata a Milano, dj volto noto di MTV, storica del rock su Virgin radio, Paola Maugeri dice di essere diventata ambientalista per reazione: Da ragazzina, a Catania, mi infastidiva vedere rifiuti di ogni genere ammassati per strada in modo disordinato. Di recente per tre mesi ha fatto un esperimento di vita a impatto zero, riducendo i consumi, documentato in tv nella trasmissione E se domani. Paola vegetariana, anzi vegana: da anni segue un regime che esclude carne, latticini e derivati. Lei sceglie alimenti con una filiera rispettosa dellambiente: nella sua dispensa non devono mancare i cereali, le farine integrali, lolio extravergine di oliva, conserve e marmellate fatte in casa, frutta e verdura a km zero. E legumi secchi da mettere in ammollo, una grande risorsa.

Il loto asiatico, la bellezza nasce dal fango

Una dispensa un po daltri tempi la mia, come quella dei nostri nonni. In famiglia mangiamo cose semplici e sane: mio figlio Timo, tre anni e mezzo, mangia la pizza ma senza formaggio. Non una vita di sacrificio, una vita pi vici-

Eco&Bio Paola Maugeri e la dispensa indiana, di terza mano

na alla natura. Si dice " forte come un toro", senza pensare che il toro vegetariano!. Paola conserva gli alimenti in sacchetti di carta, sui ripiani di una vecchia credenza indiana di legno, con i vetri, dipinta di bianco in modo imperfetto: Mi piace che questo mobile conservi la sua storia e mi parli di un luogo lontano. La mia casa rtro, ogni mobile riciclato, minimo di terza mano; e poi amo il legno naturale, certificato non di deforestazione. In cucina e nelle camere, il parquet lha tagliato e dipinto a mano lei stessa con polverine vegetali colorate: costato fatica ma pochi soldi. Creativa anche nella moda, ha disegnato una collezione di cappellini glamour per Borsalino: tiny musical hats, in sintonia con le sue passioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

na delle classiche simbologie legate al Nelumbo nucifera (nella foto), il loto asiatico da non confondere coi loti Egizi che in realt sono ninfee fa un parallelo tra i fiori e foglie che spuntano dal fango, si ergono sopra lacqua torbida e si schiudono intonsi e la vita di Buddha, che nato in una societ travagliata crebbe puro, dimostrando quanto ci si possa distaccare dalle angustie del mondo e vivere sereni. Pianta cara a tutti i paesi di cultura buddista, oltre ad esser emblema di verit e perfezione, lo anche di immortalit. Non solo i suoi fiori estivi sono bellissimi, bianchi, rosa o rossi, semplici o doppi; ma altrettanto belli sono i capolini di semi che seguiranno, le grandi foglie rivestite di un sottile strato ceroso, che le rende completamente idrorepellenti e sulle quali gocce dacqua scivolano via

come il mercurio. Vigoroso e addirittura invadente in un laghetto, possibile coltivare il loto anche in un mastello o in un grosso vaso smaltato sul terrazzo, purch in inverno il fango non geli completamente uccidendo la pianta. In oriente sono state selezionate molte cultivar che sadattano a contenitori di pochi decimetri di diametro, come Xiao Bi Tai, doppissimo e candido, e Hong Lin Jin, rosso semplice. Bastano una spanna di terriccio fertile, una quindicina di centimetri dacqua (nella quale sar bene metter dei pesciolini come gambusie, guppy o un pesce combattente in estate, per tenere a bada le zanzare) e porre il vaso al sole. Possano le foglie e i fiori che nei prossimi mesi sputeranno, esser di buon augurio allo sfortunato Giappone. carlocontesso@yahoo.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

42

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

43

Moda I protagonisti
Quelli che sperimentano
Il cantante e il completo di Sanremo. Doveva entrare in produzione in autunno, abbiamo anticipato

Leco-smoking e altre giacche Se la tecnologia diventa bio


Pirelli PZero e il look di Vecchioni. La moda insegue lhi-tech
La storia
magine era perfettamente in linea con un moda che non cede alle tendenze, semmai attenta al dettaglio, allo stile, continua Gallo che per il nuovo guardaroba del cantautore ha fatto confezionare anche cappotti sartoriali in lana tecnica muniti di membrana antivento a impatto zero e la field jacket in kevlar (fibra cinque volte pi resistente dellacciaio). Ma lo smoking che oggi tutti vogliono. Doveva essere il pezzo forte del nuovo store monomarca che sar aperto in autunno in piazza San Babila, ma abbiamo dovuto anticipare la produzione, spiega Gallo. Oggi la moda non pi di moda, annuncia. E questo spiegherebbe il dilagare di marchi che con labbigliamento, in origine, non avevano nulla a che vedere. Noi abbiamo fatto da apripista, poi sono arrivati gli altri, Maserati, Ferrari. Ci definiamo marchio di industrial design perch cerchiamo di far confluire nei nostri prodotti ricerca, sperimentazione e confort, in linea con il Dna dellazienda. Il capo o laccessorio di industrial design deve avere un immagine forte, in cui possa riconoscersi un ragazzino o un manager, continua Gallo. La prima linea di abbigliamento che porta il marchio di un copertone nasce nel 2002, con la cautela di chi fa industria: solo due oggetti: una scarpa da vela e una giacca ipertecnologica, portati sotto i riflettori dai personaggi giusti. Il testimonial disposto ad associare il suo volto con una data griffe lultima frontiera della pubblicit. Funziona a patto che il personaggio sia credibile, che porti il marchio con disinvoltura, spiega Gallo raccontando di quando Iker Casillas fu paparazzato su Ol con le sneaker italiane e sul sito arrivarono dun colpo 8 mila visite. O quando a una festa a Londra vide entrare Naomi Campbell e Tyson. Fu l che decisi di ingaggiarli per la pubblicit di Pirelli Pzero. I due corpi scultorei ritratti da Patrick Demarchelier in bianco e nero. Solo le scarpe ai piedi, dun rosso fuoco. Unimmagine bellissima se l aggiudicata allasta Donald Trump che ricorda quelle del Calendario Pirelli, oggetto di culto che ha contribuito non poco ad accrescere il glamour legato al marchio di pneumatici. Infatti, abbiamo deciso di avventurarci nella mo-

oberto Vecchioni non tipo da shopping nel Quadrilatero della moda. Si lasciato attrarre da giacche sport casual in una saletta dello stadio di San Siro dove sono esposti alcuni capi della linea Pirelli Pzero, marchio tra gli sponsor della sua squadra del cuore, lInter. Il seguito noto: il marchio della P-lunga ha vestito per le quattro serate di Sanremo il cantautore uscito vincitore con la sua toccante Chiamami ancora amore. E il professore di latino e greco, tra i primi a promuovere il jeans in cattedra, si pure lasciato convertire allo smoking, tornato indispensabile per ogni uomo nelle occasioni importanti. Come? Gli stato tagliato su misura un eco-tuxedo, in lana inglese e altri tessuti biodegradabili. Un aspetto, quello della sostenibilit, che il poeta della canzone ha apprezzato particolarmente perch insieme con la moglie un grande sostenitore dellambiente, racconta Antonio Gallo, responsabile di Pirelli Pzero. Un incontro non casuale quello tra Vecchioni e il marchio di moda hi-tech nato sulla fama dellazienda di pneumatici automobilistici aperta nel 1877 alle porte di Milano: La sua im-

Ecologico chic
Al Festival di Sanremo, Vecchioni ha indossato il primo smoking eco di Pirelli PZero. Qui accanto, con giacca sportiva

Le origini La storia di Pirelli inizia nel 1877: Giovanni Battista Pirelli, giovane ingegnere costituisce a Milano la Pirelli & C per la produzione di articoli in gomma Nuvolari Dal 1920, piloti come Nuvolari, Ascari e poi Fangio regalano una serie di vittorie automobilistiche ai pneumatici Pirelli Il Pirellone e il Cal del 1957 il bozzetto di Manzi (sopra) per la pubblicit del cinturato. Negli anni 60 viene inaugurato il Grattacielo Pirelli, firmato Gio Ponti

da dopo una ricerca americana secondo cui il marchio Pirelli percepito come glamour, sexy e fashion, continua il responsabile del progetto. La collezione diventata un total look disegnato da 7 designer tutti riuniti negli uffici di via Cadore 2, affacciati sulla piazzetta coperta dove un tempo si teneva il mercato rionale. Oggi c esposta la nuova collezione: limpermeabile in gabardine stretch foderato in rete tecnica, la scarpa in suede con dettagli in pelle, gomma e la suola didentit (peso e lunghezza della calzatura), gli stivali da pioggia, diventati un must anche grazie al cambiamento climatico. A contorno ci sono anche gli orologi che si ispirano al freno a disco delle auto supersportive, la borsa-postino perch luomo ha tanti oggetti da portare in giro. Intanto si lavora ai gommoni per lestate (tra i clienti Gerry Scotti e Fiorello). Ha preso il posto della barca che richiede molta manutenzione, osserva Gallo che stato chiamato in cattedra alla Bocconi per tenere una lezione su Il caso PZero. La novit della moda? Deve rincorrere la tecnologia. Le tute da sci e le giacche si attrezzano per contenere iPad e affini.

Maria Teresa Veneziani


RIPRODUZIONE RISERVATA

Sulla neve
La cantante britannica Geri Halliwell indossa la tuta da sci Pirelli Pzero. Sono in produzione quelle con tasche porta-iPad

La rottura

Trussardi divorzia da Vukmirovic


empi duri nella moda. Se a Parigi ha fatto scalpore il licenziamento di John Galliano da parte di Dior, a Milano il Gruppo Trussardi e Milan Vukmirovic annunciano con una nota che da ieri e di comune accordo si interrotta la loro collaborazione. Vukmirovic ha ricoperto il ruolo di direttore creativo del marchio Trussardi 1911 per oltre tre anni e ne ha disegnato le collezioni uomo, donna e accessori. Ringrazio Milan Vukmirovic per limpegno, la passione e la dedizione con cui ha interpretato lo stile di Trussardi con le sue visioni contemporanee commenta Beatrice Trussardi (nella foto con lo stilista), presidente e amministratore delegato del gruppo Trussardi . Il suo talento ha contribuito ad aggiungere un tassello importante alla nostra tradizione centenaria che grazie al suo lavoro si arricchita di nuove sfaccettature. Per conoscere il nome del nuovo stilista per bisogner attendere. Per quanto riguarda Vukmirovic nato in Francia 41 anni fa da genitori serbi, eclettico direttore creativo, fotografo, giornalista, aveva detto: Il futuro trasversale. Mi piacerebbe fare un hotel perch io sono sempre in viaggio.

Carrello
Orologio con cinturino in caucci, Appeal-Peacoat in gabardine tecnico, stivale in gomma

Cose dellaltro mondo


di Matteo Persivale

Sui binari del trend


di Gian Luigi Paracchini
scandali d un benvenuto tocco di dandysmo al golf: il tedesco Martin Kaymer, 26 anni, che potrebbe fare il modello, porta al collo un piccolo foulard bianco che ha subito attirato la curiosit di telecronisti, spettatori e fans. Il pragmatico Kaymer spiega che il fazzoletto si chiama Black Fly Buff, prodotto in pochi esemplari da una piccola azienda della Florida di materiale per pescatori ora presa dassalto da ordini via Internet gli serve per proteggersi dalla polvere dei bunker di sabbia usandola come mascherina improvvisata. Ma basta guardare un dvd di Caccia al ladro per capire come un altro numero al mondo, cio Cary Grant, campione di eleganza, sia stato il primo fautore del foulard portato col maglione girocollo non sul campo da golf ma in Costa Azzurra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il foulard annodato del campione che copia lo stile di Cary Grant

Se il corpo di Fergie diventa licona delle signore che fanno il tagliando


i che per i suoi opinabili meriti artistici, la cantante-attrice americana Fergie molto popolare per le sue qualit (e soprattutto le misure) di pin-up. A Hollywood unassociazione di chirurghi estetici ha indicato il suo corpo come modello ispiratore per la schiera di signore (l il lavoro non manca) che chiedono la revisione totale. Pi gettonata perfino di Gisele Bundchen, anche se parrebbe unesagerazione. Ecco perch Stacy Ann Ferguson, Fergie appunto, a qua-

asta seguire in tv qualche minuto di un torneo di golf per vedere come il golfista professionista non sia, a parte poche eccezioni, ai primi posti delle classifiche di eleganza: sul green abbondano pantaloni a quadri sgargianti, maglioni color salmone o canarino, polo di tre taglie pi grandi in un tripudio di abbinamenti assai poco giudiziosi. Ora per il nuovo numero 1 della classifica mondiale dopo la caduta del supercampione Tiger Woods travolto dagli

si 36 anni, diventata anche un feticcio di sensualit molto sfruttato da stilisti e compagnia. A prescindere dal successo dei Black Eyed Peas, il quartetto hip hop in cui lei, unica donna, canta dal 2003. Se in giovinezza non le sono mancati momenti balordi, come quando non riusciva a sfondare o frequentava troppo i pusher, la popolarit del presente esaltata pure da sexy-calendari e video promozionali con sfumature lesbo, le sta dando un sacco di soddisfazioni. Non c suo nuovo look che passi inosservato, come questo freschissimo, da piena epopea western ma politicamente corretto. Se infatti il cappellaccio da cowboy dissoluto come il Jeff Bridges del Grinta, stivali e maxi-cappotto con trama a zigzag (di Missoni) sono da indianina su sentieri selvaggi. Oltre che gelidi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

M.T.V.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Martin Kaymer

La cantante Fergie

44

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Moda Cabina Armadio

Rendetevi presentabili (quando uscite per correre)


No al pantaloncino dopo i 40. Sobriet la parola chiave
l pantaloncino troppo corto (se avete gi passato i 40) e i leggings color neon sono un vintage pi adatto a vostra figlia. Looking respectable: tradotto, rendetevi presentabili, anche se state uscendo per una corsa. Il consiglio arriva dal Wall Street Journal, deciso ad arginare la deriva sportiva americana, dove anche i divi sono sempre in tuta. Archiviata la parentesi anarchica di un paio di scarpette e via, adesso il guardaroba sportivo ha le sue regole. A cominciare dal colore. Dopo i 16 anni le uniche tonalit ammesse sono il nero, il navy, il grigio e il bordeaux, ammonisce il foglio americano. Il fuseaux di Jane Fonda, gli scaldamuscoli di Sidney Rome, la maglietta con le maniche mozzate alla Rocky Balboa: memorabilia da collezionisti, ma vietati in palestra e in qualsiasi percorso-vita. Leggerezza e sobriet sono le parole chiave. I primi tempi a Central Park mi chiedevo perch tutti corressero con una maglia e un paio di guanti senza morire assiderati. Poi ho scoperto i tessuti tecnici di Under Armour (www.underar-

Giochi di stile

Labbigliamento sportivo ha le sue regole. Trolley anche per la palestra

Leggera
La felpa della collezione Hybrid Belstaff in tessuto extra-leggero: il nylon riesce a pesare anche solo 36 grammi

Traspirante
In poliestere ed elastan, la felpa di Adidas regola la temperatura e lumidit attraverso il sistema Climacool

mour.com), dice Luca Brustenghi, organizzatore del Festival del Fitness (dal 2 al 5 giugno), che nel frattempo ha partecipato a 8 maratone di New York e percorso 50 mila km. Traspiranti e termici, sono i tessuti la novit. Il cotone non si usa pi, troppo pesante, lascia raffreddare addosso il sudore

dice Keli Roberts, una delle cinque insegnanti pi famose al mondo . In America ora impazza il marchio Lululemon (www.lululemon.com). Tra i capi maipiusenza ci sono i fuseaux in merinos, perfetti per il look a cipolla, sfoggiato da Madonna nella sua nuova palestra

Da copiare A sinistra la modella britannica Katie Price con leggings in nylon e scarpe ultraleggere; al centro Matthew McConaughey indossa pantaloncini traspiranti; a destra Halle Berry con canottiera e fuseaux tecnici

Hard Candy. Oggi ci si veste a strati spiega listruttrice Laura Carli : sotto la maglietta ci sono il top e il reggiseno tecnico. Anche gli uomini, insieme ai pantaloncini, indossano fuseaux. Lalternativa la tuta con lelastico alla caviglia, tipo pigiamino. Tra il vintage sopravvivono la fascetta da polso per asciugare il sudore e le scarpe Reebok Freestyle. Mentre la vecchia sacca va in soffitta. Contro il mal di schiena ora si usa il trolley.

Michela Proietti
RIPRODUZIONE RISERVATA

No S
Colori sgargianti
Promossi per i teenager, vietati per i pi grandi: la gamma dei colori pu spaziare tra il nero, navy, grigio e bordeaux. Bocciate anche le righe e le tonalit fluo dellabbigliamento da palestra anni Ottanta

Tessuti tecnici
Sconsigliato il cotone: troppo pesante, lascia raffreddare il sudore addosso. Da privilegiare i capi in elastan, poliestere e nylon, che regolano la temperatura e lumidit

Morbidi o tecnici
Per luomo pantaloni morbidi ma non ingombranti con elastico alla caviglia (a sinistra, Freddy) oppure fuseaux tecnici (Ferrino)

Body e scaldamuscoli
Dopo i 40 anni sono sconsigliati gli hot pants per la corsa. Anche gli accessori vanno limitati: no a scaldamuscoli, body indossati sopra ai leggings e costume al posto della biancheria intima. Ammessa la fascetta al polso per asciugare il sudore

Scarpe leggere
Laccessorio pi importante per correre: il requisito fondamentale la leggerezza. Adidas propone le Adizero F50 Runner con sistema ammortizzante utilizzato per proteggere lavampiede

A strati
Sotto i pantaloni della tuta preferibile indossare fuseaux in nylon o lana merinos. Il reggiseno va scelto tra quelli proposti nei negozi di articoli sportivi. I pantaloni della tuta non devono essere troppo larghi, per evitare di intralciare i movimenti

Sacca da palestra
Al posto del vecchio borsone gli istruttori consigliano sacche con le rotelline o addirittura il trolley da viaggio: cos si evitano problemi alla schiena

Anti-shock
La scarpa da corsa Freddy utilizza la tecnologia Impact technology system per garantire stabilit e proteggere dagli urti

Visto a Parigi

Carrello da nonna? No borsa chic


Le buste di plastica inquinanti sono state bandite e Jean Paul Gaultier recupera il carrello della spesa usato dalle nonne per trasportare la spesa dal supermercato e ne fa un oggetto decisamente glamour per il prossimo autunno inverno. in tessuto damascato coordinato con il completo pantalone. Da promuovere anche contro tutte le scoliosi da borsetta (Hendrik Ballhausen/Alliance)

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

45

Guida al benessere
Da nemici ad alleati
Dalla natura I gusti golosi alla base di prodotti cosmetici e integratori

Cacao, spezie e principi attivi Il proibito che fa bene

iccoli peccati di gola. Vino, caff, cioccolato. Un soffio di peperoncino, una spolverata di cacao. E se i cibi proibiti avessero una seconda vita, non pi nemici ma alleati di bellezza? Molti alimenti demonizzati per i loro effetti negativi su beauty e salute in realt contengono anche principi attivi estremamente utili, spiega Riccarda Serri, dermatologo e presidente Skineco (associazione internazionale di ecodermatologia). Un esempio? Il caff. Contiene diverse sostanze antiossidanti e anti radicali liberi. In cosmetica si usano sia i germogli, coffee berry, che la caffeina, un buon alleato antiet perch protegge le cellule cutanee dai danni solari, attiva il metabolismo della pelle e aiuta a ridurre le borse sotto gli occhi. Insomma, una bella ventata di energia.

Dal verde al giallo Detto, fatto. Quello che, mangiato o bevuto in eccesso non aiuta a mantenerci in forma, preso nel modo giusto pu diventarci amico. Il cacao continua Serri contiene sia principi anti radicali liberi, i flavonoidi, sia diversi minerali. Il cioccolato puro pu aiutare il metabolismo delle cellule. Anche il the verde, preso come integratore o applicato localmente, ha in s un principio attivo, lepigallocatechingallato, anti radicali liberi e anti degenerativo, utile a combattere i danni esterni e interni delle cellule cutanee. Il vino rosso contiene il resveratrolo, un polifenolo molto interessante. Poi ci sono le spezie, come il peperoncino, che oggi viene usato negli antirughe maschili, il pepe o la curcuma longa, il curry: Un ottimo antiossidante se assunto per bocca. Ma attenzione: il curry tinge di giallo, quindi non tentate maschere casalinghe. Antichi rimedi Controindicazioni del fai da te, ma c di pi: Il fai da te aggiunge Celleno oltre che a rischio di errori anche molto limitato. Un alimento, un vegetale contengono al loro interno moltissime sostanze, sia utili che no. Dunque i principi attivi utili possono essere impiegati solo se scelti e lavorati nel modo adatto. Qualcosa per si pu fare anche a casa: Un esempio di fai da te utile quello di massaggiare la pelle con lolio di argan, o i capelli con lolio doliva: del resto lo sapevano gi le nostre nonne, che con lolio proteggevano sia i loro capelli che la cute dei bambini dalla crosta lattea. Insomma, olio, caff, peperoncino. La frontiera della cosmetica aperta. Ma non tutti i peccati di gola possono rilanciarsi come cosmetici: Anche il riccio di mare ricchissimo di estrogeni che potremmo impiegare in cosmetica scherza Celleno ma temo che provare a farsi una maschera al viso in questo caso potrebbe risultare davvero molto pericoloso.

Il dermatologo Gli elementi utili presenti in questi cibi devono essere "standardizzati", lavorati e veicolati attraverso creme
Benefici dalle piante Ma attenzione: bere dieci caff in una giornata, oltre che causarvi danni collaterali come la tachicardia, non vi regaler uno sguardo da star. I segreti nascosti degli alimenti golosi si devono saper usare nel modo giusto: I principi attivi presenti in questi cibi continua Serri devono essere standardizzati, titolati e resi biodisponibili. In una parola, raccomandano gli esperti, assunti tramite integratori alimentari, o sotto forma di creme attraverso un veicolo che li renda pi biodisponibili e ne eviti lossidazione. La cosmesi spiega Leonardo Celleno, dermatologo del Centro di ricerche cosmetologiche dellUniversit Cattolica di Roma oggi attinge moltissimo dal mondo vegetale: se una pianta riesce a sopravvivere in condizioni estreme evidentemente i principi attivi che la proteggono possono essere impiegati anche per difendere la nostra pelle. Il cappero, ad esempio, che cresce sui muri e in zone poco piovose, contiene importanti anti radicali liberi. Ma anche la vitis vinifera, o vite comune, o lolea europea, lolivo, sono ricchi di principi utili. Perch allora non lavorare queste sostanze e impiegarle nella cosmetica?.

ILLUSTRAZIONE DI UMBERTO GRATI

Giulia Ziino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Peccati & Virt


La caffeina come anticellulite Un antiossidante dal gusto deciso Il resveratrolo che arriva dalla vite Il potere antiet delle spezie Un principio nascosto nel the

La caffeina un ottimo lipolitico, utile nel trattamento della cellulite. Ma il caff contiene anche importanti antiossidanti come lacido caffeico e lacido ferulico

Il cacao contiene alte percentuali di flavonoidi, principi attivi antiossidanti che stimolano la produzione di enzimi e in pi combattono i radicali liberi

3
di Eva Cantarella

Il vino rosso contiene il resveratrolo, un polifenolo (derivato dalla vitis vinifera, la vite comune) che aiuta a contrastare linvecchiamento della pelle

La Curcuma longa, da cui si ottiene il curry, cos come il peperoncino hanno unazione antiossidante, ossia aiutano a combattere i danni dellet sui tessuti

Il the verde ha in s un principio attivo, lepigallocatechingallato, anti radicali liberi e anti degenerativo, utile a combattere i danni esterni e interni delle cellule cutanee

Vanitas

Uomini
di Maria Teresa Veneziani

Formaggio fresco e farina per il cheesecake di Catone


rendi 14 libbre (pari a 4,56 chilogrammi) di pecorino: mi raccomando, che sia freschissimo, non acido. Sbriciolalo e passalo al setaccio, in modo che il formaggio passi nel recipiente. Aggiungi allora 4,5 libbre di buon miele (1,5 chilogrammi) e mescolalo bene con il formaggio. Prendi un tagliere del diametro di un piede (30 centimetri). Disponi alcune foglie di alloro ben oleato, sulle quali stendi una base fatta di due libbre (0.65 grammi) di farina di grano macinata finissima. Colloca il composto di formaggio e miele. Quando cotto, togli e spennella di miele. Ne verr fuori una placenta (la parola latina per indicare il dolce) di

mezzo staio (circa 4,5 chilogrammi). La ricetta di Catone il censore (si pu trovare nel De agri cultura, 76), che, oltre a queste, d anche le istruzioni per cuocere le focacce, con le quali accompagnare il dolce cos fatto. Eccole qui: prendi quattro libbre (1,3 chili) di farina e due libbre di farro perlato della miglior qualit. Ammolla il farro. Quando ben ammollato, versalo su un mortaio pulito e fallo asciugare bene; impastalo poi con le mani. Quando ben impastato aggiungi un poco alla volta le quattro libre di farina. Con questi due ingredienti fai delle focacce Pensando a come era pesante, in genere, la cucina romana come dimostrano le supercaloriche ricette di Apicio (al cui nome legato quello del trattato De re coquinaria), onestamente sconsigliabilissime la torta di Catone il censore sorprende piacevolmente. Forse si potrebbe anche prenderla in considerazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Henri Chenot Proteine e minestrone ma se sono in compagnia non rinuncio alla tavola

Prima del banchetto Affresco romano

enri Chenot, 68 anni, esperto di bionergetica e naturopatia. vanitoso? La vanit di solito una maschera che nasconde problemi. Il segreto del benessere? Interessarsi agli altri, mai guardarsi troppo lombelico. Mette a dieta gli altri, lei che cosa mangia? Colazione the verde e frutta. A pranzo: insalata poi 80-100 grammi di riso o pasta conditi con olio o pomodoro. Cena: minestrone e proteine, pesce o pollo. Ma se vado da ami-

Corpo e mente Henri Chenot, 68 anni, studioso di salute e psicologia

ci non rinuncio a un buon pasto. La vita fatta anche di piaceri. Come cura la pelle? Mi lavo con il sapone e applico i miei prodotti fitocosmetici. Uso i fluidi che contengono molti oli essenziali, hanno unazione antisettica sulla pelle. Li aggiungo anche nellacqua quando faccio idroterapia. Ginnastica? Passeggiate e golf, tre volte la settimana Possiede uno smoking? No, solo giacche di sartoria e maglie girocollo. Si profuma? S, adoro lambra Ha ceduto alle punturine? Non sono contrario a qualche ritocco se fatto con intelligenza ma la cosa pi importante come ci sente dentro il proprio corpo e io ancora non sento il bisogno di ritoccarmi. Magari sono presuntuoso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

46

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Le tecnologie raccontate
Progetti a confronto
Multiculturale Grandi nomi ed esperti di tecnologia, arte e design allevento annuale creato da Chris Anderson

Ted e Bil, la gara delle grandi idee


La conferenza che premia i talenti per un futuro migliore. E la sua rivale povera
6.000 $
Il costo a persona da pagare per assistere ai cinque giorni dellintera conferenza Ted. La partecipazione a Bil invece del tutto gratuita

alta intensit della comunicazione digitale non ha ridotto ma semmai rafforzato lesigenza del confronto diretto, fisico, simultaneo, sulle idee. Forse si spiega anche in questa luce il successo di Ted, acronimo che sta per Technology Entertainment Design, una conferenza che si svolge ogni anno a Long Beach, in California. La cui missione ribadita nellultima edizione che si chiusa qualche giorno fa quella di raccogliere le idee degne di essere diffuse. Ted un evento multiculturale a cui partecipano le stelle pi brillanti e originali, attive in ogni campo del sapere. In passato sono intervenuti Bill Clinton, Al Gore, Bono Vox, larchitetto Frank Gehry e i fondatori di Google Sergey Brin e Larry Page. Questanno, con uno speech spiritoso e appassionato, Bill Gates ha criticato il modo in cui lAmerica spende i soldi dei contribuenti penalizzando listruzione. Tra tutti i temi il mio il pi noioso, ha esordito salendo sul palco in pantaloni marroni e golf arancione. Ma nessuno stato sorpreso a sbadigliare mentre il fondatore di Microsoft spiegava come introdurre lungimiranza negli apparati pubblici. Altrettanto interesse hanno suscitato gli interventi di una celebre blogger, Courtney Martin, che ha proposto nuove idee per rifondare il femminismo, del chirurgo Anthony Atala, del Wake Forest Institute per la medicina rigenerativa, che ha spiegato attraverso quali procedure si possono creare fegati trapiantabili da cellule viventi usando stampanti tridimensionali di ultima generazione, e dellartista di strada francese JR, che gira instancabilmente i boulevard parigini fotografando i volti della gente e poi li rielabora su enormi tele. Ted infatti non monotematico ma si prefigge al contrario la variet nelleccellenza. Il primo motore dellevento Chris Anderson, imprenditore capace di attirare un milione di fol-

Che cosa sono


Loriginale Ted (che sta per Technology Entertainment Design) una conferenza sulle idee degne di essere diffuse. Si tiene ogni anno a Long Beach (www.ted.com) La rivale Bil (booze, ingenious, life; ma lacronimo in continuo cambiamento) nata come concorrente della pi elitaria Ted. gratis e aperta a tutti (www.bilconference.com)

ni Origi
Chris son, r Ande i, n n a 4 5 ndito e r imp eatore re e id di Ted

100.000 $
Il Ted prize, riconoscimento annuale vinto, tra gli altri, anche da Bill Clinton, Bono Vox, Dave Eggers e, nel 2011, dallartista di strada francese JR

lowers su Twitter con il nickname @TEDChris e omonimo del pi noto direttore della rivista Wired. Anderson la novit di questanno ha spinto Ted a occuparsi di pubblicit, creando un concorso che premia i video pi belli. Chiamarli spot alquanto riduttivo: sia perch sono lunghi (anche cinque minuti, come i corti cinematografici) sia perch propongono veri e propri racconti per immagini. Il concorso stato organizzato in collaborazione con YouTube (Google), che venerd prossimo, 18 marzo, mostrer i video vincitori in una sezione speciale della home page. Uno quello della Chrysler con Eminem, trasmesso in America durante lultimo Superbowl. Dura due minuti e mostra il rapper mentre gira in auto per le strade di De-

Le manifestazioni figlie

Lavanzata delle cento TedX Una giornata sul lago di Como


idea di Ted promuovere le buone idee partita dalla California ma piaciuta anche nel resto del mondo. Con il risultato che lalbero principale ha generato centinaia di piantine, chiamate Tedx, sorte in Oriente e in Occidente. La prima, in Italia, stata Tedx Lake Como, nata nel 2009, seguita da altre simili in altre citt, e anche questanno si terr a novembre nella sede distaccata del Politecnico. organizzata da Girolamo Saibene, esperto di telecomunicazioni e di innovazione tecnologica e consigliere delegato nella societ di consulenza

Between, guidata da Franois de Brabant. La formula in parte diversa da quella americana, perch la manifestazione dura solo un giorno e la partecipazione gratuita. I costi sono coperti da cinque sponsor locali. Come quella di Long Beach, anche la conferenza sul lago multidisciplinare. Nellultima edizione, cui hanno partecipato pi di quattrocento persone, sono intervenuti ingegneri robotici e biologi molecolari, economisti e climatologi.

Sul palco
Alcuni dei volti noti che, in questi anni, hanno preso parte a Ted. Dallalto, Bill Clinton, Bill Gates, Al Gore, la blogger Courtney Martin e Bono Vox

troit in un giorno dinverno. Secondo Anderson, molto pi di uno spot, perch raggiunge lobiettivo di ridare un marchio non solo a unindustria automobilistica, ma a unintera citt che ha attraversato profondi cambiamenti. Un altro minifilm premiato (Dulux, azienda di vernici) mostra come il colore pu stimolare la creativit della gente, con esempi visivi che vanno dal Brasile allIndia. Mentre, in una storia di nove minuti poi ridotti a tre, la catena tedesca di fai da te per la casa Hornbach mostra un uomo in una capanna di legno che poco a poco, un pezzo per volta, ingrandisce la sua dimora fino a renderla cos grande da includere una pista di bowling. Pubblicit non solo pubblicitaria, questa lidea degna di essere diffusa. Un concetto di valore sociale ma a ben vedere anche fortemente commerciale, se si considera la crescente difficolt di creativi e venditori a ottenere lattenzione del pubblico, contesa da pi parti e da pi media, con gli spot tradizionali. Ted comunque un evento dlite, non solo per il prestigio degli speaker ma anche per il costo della partecipazione, che di seimila dollari per assistere ai cinque giorni dellintera conferenza. I fortunati che possono permetterselo si appuntano sulla giacca un raffinato badge con ologramma. Gli altri si accontentano di partecipare a Bil (il cui nome si rif a un film di fantascienza del 1989, Bill and Teds Excellent Adventure), una manifestazione concorrente dove si entra gratis e chiunque pu parlare: una unconference, com stata definita. Anderson per si guarda bene dal sottovalutarla: i giovani talenti dai robotici ai biologi cominciano a preferirla a Ted, vista come neo-paludata. Anche se non c alcun badge con ologramma da appuntarsi e un cartoncino spillato si limita a indicare: My name is.

E. Se.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Edoardo Segantini
esegantini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vita digitale
di Federico Cella

Tecno(il)logica
di Giulia Ziino

Se la banca dati di Facebook va a carbone (e Greenpeace combatte per ripulirla)


uando si pensa a colonne di fumo nero che salgono al cielo da fabbriche alimentate a carbone limmagine che viene in mente quella, cinerea appunto, dellInghilterra di epoca vittoriana. Il nostro immaginario invece da rivedere, e non in elegante chiave steampunk genere fantascientifico dove il mondo si In Oregon sviluppato intorno Nel nuovo mega centro allenergia a vapore , perch a essere migliaia di computer alimentato interconnessi macinano (principalmente) a profili e amicizie carbone il data center di Facebook costruito nellOregon, Stato americano famoso per lelevata produzione di energia idroelettrica. La notizia, stupefacente, non certo nuova: lannuncio della costruzione dellinstallazione, il primo centro dati di Facebook dove migliaia di computer interconnessi macinano profili e amicizie, era

Laffare scade? Lo rivendo al miglior offerente I forzati del coupon alla borsa degli sconti
l weekend alle terme superscontato acquistato su Internet salta per cause di forza maggiore? Poco male. Per ogni affare che sfuma c sempre un contro-affare pronto a ridimensionare i danni (se non la delusione). E se in Italia i siti per gli acquisti di gruppo in stile Groupon con sconti possibili fino al 70 Mercato sul web per cento stanno vivendo il loro piccolo Basta inserire il boom, negli Stati Uniti c proprio buono in gi chi ha fatto eccesso per trovare indigestione di nuovi acquirenti convenienza e si ritrova tra le mani prodotti e servizi che difficilmente utilizzer prima della scadenza (i buoni acquisto, in genere, sono a tempo). O, pi semplicemente, c chi ha cambiato idea sullinvestimento realizzato e non sa come liberarsene. Niente paura, per. Ogni problema ha una soluzione. Ecco, allora un nuovo

stata data proprio sul sito un anno fa. Dallo stupore iniziale si arrivati al pubblico sdegno intorno allo scorso settembre quando Greenpeace si pubblicamente schierata contro il colosso fondato da Zuckerberg. La campagna americana era partita con un video postato su YouTube dove il gioco di parole era semplice ed efficace: da social network FB diventava un so coal network, molto a carbone, e non so cool, molto giusto. La campagna di Greenpeace ora arrivata anche da noi attraverso una mail che rimbalzata in diverse caselle di posta a firma di Daniele Belli, responsabile di Energia e clima per Greenpeace Italia. La proposta quella di cliccare Mi piace nella pagina Unfriend coal organizzata dallassociazione e che conta gi 84 mila fan. Lidea di costringere Facebook ad annunciare un piano per diventare carbon free entro il 22 aprile, in occasione della Giornata della Terra. Vitadigitale.corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

controfenomeno anche questo rigorosamente web alle porte: siti per barattare i coupon in scadenza. Come DealsgoRound, attivo da marzo 2010, che si definisce il primo mercato/borsa di ri-vendita, acquisto e scambio di affari del giorno passati. Ma le alternative non mancano. Ci sono anche siti che non richiedono la registrazione, come CoupRecoup. Il meccanismo, di norma, semplice: basta scegliere la citt di riferimento e poi scorrere la bacheca per fiutare nuove occasioni o inserire il proprio buono in eccesso per trovare nuovi acquirenti. Fatto laffare, tutti contenti: chi compra, chi vende e chi media. Ovviamente, una percentuale della transazione che varia da sito a sito finisce nelle casse di queste bacheche virtuali. Alcune raddoppiano gli introiti: Lifesta, per esempio, prende 99 centesimi per ogni coupon messo in lista. Ma in fondo liberarsi di un affare inutile alle volte non ha davvero prezzo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

47

Le tecnologie provate
Panorami e sorrisi
Applicazioni e smartphone per immagini effetto nostalgia

Telefoni come obiettivi Scatto, lavoro la foto e poi la mando in Rete


Gli album da condividere sui social network
4.000.000
Gli smartphone venduti in Italia nel 2010 secondo i dati Assinform, lassociazione delle aziende di servizi di informatica e telematica. Rispetto al 2009, il numero raddoppiato, un dato in controtendenza rispetto al segmento complessivo delle telecomunicazioni che ha subito un calo del 3% sul 2009 specie di social network dove, tra amici e sconosciuti, possibile ammirare le opere pi belle. Come un reportage Risultati pi interessanti si ottengono con Hipstamatic, unaltra applicazione per iPhone acquistabile per 1,59 euro. In questo caso leffetto vintage viene impostato prima dello scatto. Come in una vecchia macchina fotografica infatti possibile cambiare virtualmente obiettivi e pellicole. In poco pi di un anno di vita il software ha raggiunto quasi 3 milioni di download. Ma la consacrazione del successo arrivata con il lavoro di Damon Winter, il fotoreporter che lo scorso novembre ha rea-

Perch s: sia un social network che unapplicazione per la fotocamera. Grazie ai 14 filtri possibile dare un tocco vintage allimmagine. gratuita Perch no: Manca, almeno per il momento, la versione per Android lizzato per il New York Times un reportage di guerra dallAfghanistan utilizzando proprio lapplicazione installata sul suo iPhone4. Perch s Per chi vuole evitare le piazze virtuali affollate. Un social network per foto e video con un limite di 50 amicizie, per crearsi un album pi personale e privato Perch no ancora troppo poco diffuso in Italia Le piazze virtuali Dallo smartphone alla Rete sorge il problema di come (e con chi) condividere i propri scatti. Se si vogliono evitare luoghi affollati come Twitter, Facebook o Tumblr, le scelte sono diverse. C ad esempio Path, che impone ai propri iscritti un limite di 50 contatti. Per quanto possa sembrare una contraddizione in termini, lidea quella di realizzare un social network dedicato a foto e video pi personale e privato. Lapplicazione per iPhone gratuita e, anche in questo caso, gli utenti di Android devono pazientare prima di sfruttare le potenzialit di Path sui propri cellulari. Rilanciare gli scatti da una comunit virtuale allaltra invece lobiettivo di Picplz applicazione disponibile gratuitamente sia sullo store di iTunes che sullAndroid
I download raggiunti in poco pi di un anno di vita da Hipstamatic, il software per iPhone per foto effetto vintage

n tocco sullo schermo dello smartphone per scattare, un altro per aggiungere un effetto nostalgia e lultimo colpo di indice per condividere limmagine con gli amici. Basta poco per mettere le nostre fotografie su una macchina del tempo e farle sembrare come se fossero state scattate negli anni Settanta. Merito di applicazioni come Instagram, nata a ottobre dellanno scorso e gi con pi di un milione di utenti registrati. Ma al di l del gusto retr, la diffusione delle connessioni in mobilit sta portando

Perch s Applicazione gratuita, sia per il mondo Apple che per Android. possibile applicare vari effetti alle immagini e condividerle con semplicit Perch no In mancanza di una connessione veloce la navigazione allinterno dellapplicazione risulta un po lenta

Lindiscrezione Apple starebbe lavorando a Photo stream, una funzione per mostrare agli amici le pose come in un flusso
anche gli appassionati di fotografia pi scettici a rivalutare lo smartphone come strumento per immortalare la vita di tutti i giorni. Non a caso su Flickr, popolare sito di condivisione di immagini, lapparecchio pi utilizzato dagli utenti liPhone seguito da due modelli Htc: lEvo 4g e il Droid Incredible, entrambi dotati di una fotocamera da 8 megapixel. Quattordici filtri Proprio per il cellulare della Apple nasce Instagram, scaricabile gratuitamente dalliTunes Store (la versione per Android in fase di sviluppo). Quando si apre lapplicazione per la prima volta occorre registrarsi ma una volta terminata la procedura il funzionamento simile a quello della fotocamera in dotazione. Larma segreta di questo programma arriva dopo aver scattato, quando entrano in gioco i filtri. Lomo-fi, 1977, Toaster sono i nomi di alcuni dei quattordici effetti che possibile applicare allimmagine. Dal cellulare poi possibile far rimbalzare il risultato sulle piazze virtuali pi frequentate, Facebook compreso. Instagram a sua volta anche una

3 milioni
Perch s Il social network per chi, al di l delle recensioni, vuole vedere che aspetto hanno i piatti dei ristoranti

I cameraphone pi utilizzati
LiPhone (in 3 modelli) il pi utilizzato dagli utenti di Flickr

Perch no Il database dei locali italiani segnalati dagli utenti ancora scarno

L Htc Evo 4g quarto subito dopo i tre modelli Apple

Perch s Gli utenti postano ogni giorno una loro foto: attraverso laggiornamento in tempo reale si fa un giro del mondo per immagini Perch no Al di l dei primi piani degli utenti si trovano pochi spunti davvero interessanti

Market. Anche in questo caso possibile aggiungere qualche effetto alle nostre creazioni ma il punto di forza dellapplicazione sta proprio nella semplicit con cui avviene la condivisione. Chi vuole affiancare allamore per la fotografia quello per il cibo non pu lasciarsi sfuggire Foodspotting. Per utilizzarlo bisogna sfidare le regole del bon ton immortalando il nostro piatto al ristorante. Basta una breve recensione del locale, lidentificazione sulla mappa e il passaparola online pu avere inizio. Lapplicazione gratuita per iPhone, mentre per Android ancora in fase di test. Pose in stream A conferma del trend che vede sempre pi legati fotografia e smartphone c unindiscrezione, circolata nei giorni scorsi, a proposito della prossima versione del sistema operativo del cellulare Apple. Pare che la casa di Cupertino voglia introdurre una funzione chiamata Photo stream che consentir agli utenti di mostrare agli amici le immagini come in un flusso (in inglese, stream). Non resta che sorridere e mettersi in posa.

Quinta piazza per il modello Htc Droid Incredible

Alberto Giuffr
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Top ten dei videogiochi

Tavolette

Ecco il tablet allitaliana Olivetti ritorna al futuro e riparte da Android

ack to the future, ritorno al futuro: si legge accendendo il tablet Olipad (foto). Per Olivetti che lo produce una rivendicazione dorgoglio e un richiamo alla propria storia. Dai mitici pc anni Ottanta M20 e M24 ai tablet di oggi. La proposta della casa di Ivrea, ora nel gruppo Telecom, arriva sul mercato con un prezzo aggressivo (399 euro), sistema Android e lambizione di trovare spazio in aree non coperte da iPad. Nel mirino c anche la clientela business: Olivetti offre personalizzazioni in base alle esigenze delle aziende e un Application Warehouse di software configurabili. Ad allettare

il pubblico generalista c un hardware robusto: processore dual-core Nvidia Tegra 2 da 1 GHz, 1 Gb di memoria Ram, 16 Gb di archivio dati. Oltre a Wi-fi e bluetooth, di serie c anche un modem 3G (il tablet non telefona, ma gestisce sms). Il sistema Android Froyo 2.2 nato per gli

smartphone ma Olivetti ne ha rivoluzionato linterfaccia per adattarla a una tavoletta. Il risultato buono anche se manca lAndroid Market, surrogato da un altro store che ha circa 7 mila app. Il sistema discretamente fluido, ma se siete abituati a un iPad non aspettatevi la stessa reattivit. Nel complesso per il rapporto qualit-prezzo non disprezzabile, considerata la presenza di una porta Usb e di un ingresso per microSd. Olipad il pi promettente ma non lunico tra i tablet a marchio italiano. Uniqo un piccolo (8") tablet Android 2.1 venduto da Kiwie (499 euro) e arricchito da una custodia Piquadro. Drake (da 489 euro) invece lultima novit della casertana Ekoore, che punta su Ubuntu Linux come sistema opzionale in alternativa a Windows 7.

Paolo Ottolina
Malditech.corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

48

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Economia
Indici delle Borse
FTSE MIB 21.863,02 -1,00% -0,95% -0,87% 0,50% 0,54% 0,71%

FTSE MIB
Londra Francoforte Parigi (Cac40) Hong Kong Tokio (Nikkei) Madrid 5.828,67 -0,28% 6.981,49 -1,16% 3.928,68 -0,89% 23.249,78 -1,55% 10.254,43 -1,72% 10.398,40 -0,36%

La settimana

Cambi
1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1,3773 dollari 0,8612 sterline 1,2842 fr. sv. -0,31% -1,34% 0,54% -0,55% 1 euro 113,2400 yen

Eni

La settimana

Titoli di Stato
Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 11-03 netto % Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 11-03 netto %

Btp 99-01/11/10

0,61 1,64 2,16 2,66 3,18 3,59 3,91 4,37

Btp 04-01/02/20 4,500% Btp 07-15/09/23 2,600% Btp 98-01/11/29 5,250%

98,55 94,18 97,65

4,17 4,79 4,84 4,96 4,94 0,87 1,81 2,34 -

FTSE It.All Share 22.505,51 FTSE It.Star Dow Jones Nasdaq S&P 500 11.736,53 12.044,40 2.715,61 1.304,28

Btp 01-01/08/11 5,250% 101,51 Btp 07-15/04/12 4,000% 101,97 Btp 02-01/02/13 4,750% 103,68 Btp 04-15/09/14 2,150% 102,06 Btp 04-01/02/15 4,250% 102,03 Btp 02-01/08/17 5,250% 105,84 Btp 08-01/08/18 4,500% 100,34 Btp 08-15/09/19 2,350% 96,89

Btp 02-01/02/33 5,750% 101,73 Btp 03-01/08/34 5,000% 92,97 Cct 04-01/05/11 0,750% 100,05 Cct 05-01/11/12 0,750% Cct 07-01/12/14 0,890% Ctz 09-31/03/11 99,50 97,09 99,97

8,8130 cor.sve. 0,01% 1,3488 dol.can. 0,53%

La lente CONFINDUSTRIA
E LE DIMISSIONI DI GRIPPALDI IN SICILIA

Il negoziato Compromesso sulle proposte della Merkel. Duro confronto sul debito, lItalia punta sul risparmio privato

Competitivit, nasce il patto per leuro


In agenda lapertura dei settori protetti, listruzione e le piccole imprese
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

utta colpa della discarica. E il presidente di Confindustria Enna, Nino Grippaldi, d le dimissioni dallincarico: Questa vicenda dice nata con la mia opposizione alla mega discarica nella Valle del Dittaino, lunica privata della regione, che doveva realizzare il vicepresidente di Confindustria Sicilia, Giuseppe Catanzaro, un imprenditore simbolo dellantiracket cos come il numero uno degli industriali siciliani Ivan Lo Bello. Dopo le proteste locali, con in prima fila per anche il ministro dellAmbiente Stefania Prestigiacomo, Catanzaro si autorevocato e la Regione si ritirata, spiega ancora Grippaldi. Il granaio dellIsola, che ha visto investimenti nel comparto alimentare per oltre 200 milioni, salvo. Tutto bene quindi? Siamo stati censurati per avere difeso le istanze del territorio denuncia Grippaldi . Sono stato sottoposto a un procedimento disciplinare perci mi sono dimesso per evitare strumentalizzazioni.

I temi

Il premier

Francesca Basso
RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES Avanza la possibilit di un accordo per rilanciare la competitivit e potenziare la governance comune delleconomia nellEurozona. Ma il Consiglio straordinario a Bruxelles dei capi di Stato e di governo dei 17 Paesi dellEurogruppo, tenuto dopo quello a 27 sul caso Libia, ha respinto le pi rigide proposte della cancelliera tedesca Angela Merkel appoggiate dal presidente francese Nicolas Sarkozy. Il presidente stabile del Consiglio, il belga Herman Van Rompuy, ha annunciato a lavori notturni ancora in corso un accordo di principio sul Patto per leuro, aggiungendo un ma stiamo ancora discutendo su altri elementi del pacchetto. La ricerca del compromesso prevede di concordare le linee generali per lasciare ai singoli Stati le decisioni su come raggiungere gli obiettivi. Non sono arrivate le decisioni forti sollecitate dal premier greco George Papandreou per respingere gli attacchi della speculazione finanziaria contro i Paesi membri pi in difficolt (soprattutto Grecia, Irlanda, Portogallo). Restano divergenze sulloperativit del fondo comune salva-Stati, che potrebbe essere utilizzato dal governo di Lisbona (dopo gli aiuti a Grecia e Irlanda). Il Por-

Salari Gli Stati dellEurozona si impegnano ad assicurare unevoluzione delle retribuzioni in linea con quella della produttivit Produttivit Laumento della produttivit dovr essere perseguito con una ulteriore apertura dei settori protetti, eliminando restrizioni ingiustificate ai servizi professionali e nel commercio Lavoro Per stimolare la ripresa, il Patto indica la necessit di promuovere la flessicurezza nel mercato del lavoro, ridurre il sommerso e limposizione sul lavoro

Berlusconi: LUe permetta sgravi al Sud


DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

In alto: Y. Leterme (Belgio), J. L. R. Zapatero (Spagna), F. Reinfeldt (Svezia), B. Pahor (Slovenia). Sotto: Silvio Berlusconi, E. Kenny (Irlanda), D. Tusk (Polonia), J. Buzek (Parlamento Ue), N. Sarkozy (Francia)

togallo ha annunciato nuovi tagli di spesa per migliorare i suoi conti pubblici. Il premier Silvio Berlusconi, accompagnato dal direttore generale del ministero dellEconomia Vittorio Grilli, ha fatto sapere di aver ottenuto il consenso di massima sul principio di introdurre defiscalizzazioni e fiscalit agevolata per rendere pi competitive le aree meno sviluppate come il Mezzogiorno. Berlusconi ha precisato che accetter il piano di rientro del debito pubblico solo se verranno considerati gli altri fattori rilevanti (indebitamento privato, solidit delle banche, sostenibilit

delle pensioni, ecc.), che renderebbero meno pesante la valutazione dellUe sullItalia. Anche altri premier hanno tenuto duro sulle loro richieste facendo intuire la disponibilit al compromesso solo alla definizione del pacchetto completo, che attesa nel Consiglio europeo del 24 e 25 marzo prossimi. Il Patto per leuro dovr sviluppare la competitivit dellEurozona, rilanciare loccupazione, migliorare la sostenibilit delle finanze pubbliche e rafforzare la stabilit del sistema bancario. Ogni governo potr procedere come meglio crede, sottoponendosi per al controllo poli-

tico dei leader dellEurozona sui risultati. Vengono suggerite alcune linee guida. Si va dallapertura dei settori protetti (eliminando le restrizioni protezionistiche nei servizi professionali e nei commerci al dettaglio), al miglioramento dei sistemi distruzione, alla riduzione degli oneri per le piccole imprese, al minore ricorso ai prepensionamenti. Gli Stati con difficolt nel settore bancario (Germania, Francia, Regno Unito, Olanda o Belgio) dovrebbero introdurre nella legislazione lobbligo di risolverle.

Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il convegno Aspen I due giorni di confronto di tutte le discipline: musicisti come Noseda e manager come De Meo

Vip e global, eccellenze dItalia nel mondo


Da Beccalli a Belloni, Cernobbio riunisce i connazionali allestero
DAL NOSTRO INVIATO

CERNOBBIO (Como) Mai come oggi il tema della presenza, della cultura e della reputazione internazionali stato cos sentito. Tanto pi attuale dunque liniziativa dellAspen Institute, che ha dedicato una conferenza di due giorni ai protagonisti italiani allestero, nel quadro del ciclo sullinteresse nazionale, invitando a Cernobbio, sul lago di Como, una folta rappresentanza di cittadini e cittadine del mondo. Continueranno a discutere oggi di come favorire la formazione internazionale dei giovani e stimolare la circolazione delle conoscenze. Sfogliando i curricula dei molti speaker, colpiscono, insieme alla variet delle storie professionali e umane, leterogeneit delle esperienze e la forte presenza delle donne. Ci sono manager, scienziati, alti funzionari internazionali, ma anche artisti e studiosi come il direttore dorchestra Gianandrea Noseda e

larcheologo Paolo Matthiae. Alcuni sono star talmente affermate e globali da aver ormai dimenticato il colore del proprio passaporto. Altri nomi sono meno noti. Troviamo cos manager di lungo corso come Ferdinando Beccalli-Falco, capo di General Electric Europa e Asia del Nord, una vita trascorsa tra lAmerica e il mondo nella pi grande multinazionale del pianeta, e il settantaseienne Giuseppe Vita, un siciliano ormai tedesco, per molti anni nella farmaceutica e oggi presidente del Comitato di sorveglianza di Axel Springer, major europea delleditoria multimediale.

Protagonisti
Ferdinando Beccalli-Falco, GE; Giuseppe Vita, Axel Springer; Ornella Barra, Alliance Boots

Nel business della salute impegnata unaltra celebre italiana allestero, di casa sul Financial Times, la genovese Ornella Barra, che ha iniziato la sua carriera come farmacista per diventare il numero uno della Pharmaceutical Wholesale Division del colosso internazionale Alliance Boots, con centoquindicimila dipendenti. Italiani al top rappresentano lItalia nel lusso, come Antonio Belloni direttore generale del gruppo leader mondiale Lvmh, che sta acquisendo litaliana Bulgari e nellindustria dell'auto, come il capo del marketing Volkswagen Luca De Meo e il presidente di Bmw per lEuropa centrale e orientale, Andrea Castronovo. Altri svolgono ruoli di direzione in America e nel Far East. Marco Vidali il general manager della cinese Jinling-Candy Group, Pierluigi Zappacosta il capo di Sierra Sciences, unazienda del Nevada che opera nella ricerca biotecnologica anti-invecchiamento, e Andrea Monni il responsabile delle attivit del gruppo Fremura in Estremo Orien-

te. Storie molto diverse, come si vede. In alcune tutto cominciato con un periodo di studio o di aggiornamento allestero; in altre sono stati prevalenti i fattori culturali e la predisposizione naturale; in altre ancora, semplicemente, la curiosit, la voglia di vedere il proprio merito premiato e il desiderio di cogliere, altrove, migliori opportunit. Unampia rappresentanza femminile caratterizza il campo della ricerca medica. Cristina Alberini, biologa di Pavia, si distinta alla Mount Sinai School of Medicine di New York, Maria Luisa Gorno Tempini al dipartimento di neurologia della University of California San Francisco, mentre Marisa Roberto, neurobiologa, ha fatto strada allo Scripps Research

Gentilezza e regole Vijay Dhir (Ucla): voi italiani sapete costruire relazioni e aggirare o violare le regole, ma sempre in modo gentile

Institute di San Diego. Altri operano nellalta tecnologia e nel design, come Monica Beltrametti del centro di ricerca europeo Xerox, Lorenzo Thione di Microsoft e larchitetto Carlo Ratti del Mit di Boston. Naturalmente non tutti si nasce tagliati per il business e c' chi ha preferito puntare alle grandi istituzioni internazionali. Come Arianna Vannini, consigliere del presidente della Commissione Europea Jos Manuel Barroso; Maurizio Bussi, che segue il mondo arabo allOrganizzazione Internazionale del Lavoro e dirige il Team per il Lavoro Dignitoso in quellarea del mondo; e Fabio Scano, che opera nellOrganizzazione Mondiale della Sanit in Cina. Ma quali sono i punti di forza dei nostri connazionali? Una risposta interessante e spiritosa quella di Vijay Dhir, rettore della facolt dingegneria allUcla di Los Angeles. Voi italiani dice avete tre formidabili peculiarit quasi uniche: sapete costruire e mantenere forti relazioni; vi orientate come nessun altro nelle situazioni complicate; e, ci che apprezzo di pi, sapete, alloccorrenza, aggirare le regole o anche romperle, ma sempre in modo gentile.

BRUXELLES Il governo italiano pronto a fare la voce grossa se l'Eurogruppo non accoglier i fattori rilevanti nel computo della ricchezza di un Paese. Lo prospetta il premier italiano Silvio Berlusconi, poco prima di partecipare al summit dei leader che devono decidere le misure per favorire la competitivit e lo sviluppo nei 17 Paesi che compongono Eurolandia. Lobiettivo del Cavaliere portare allo stesso livello tutte le aree europee, comprese quelle sofferenti dal punto di vista economico, come il Sud italiano. Ma per farlo, l'auspicio del capo del governo, occorre che alle regioni del nostro Mezzogiorno sia consentito per crescere e per svilupparsi di potere usufruire di misure di defiscalizzazione e di fiscalit agevolata. Una richiesta gi avanzata dal ministro dellEconomia Giulio Tremonti ma sulla quale Berlusconi si dichiara pronto a mostrare il volto dellarme. Compresa l'eventualit di porre il veto? Non credo risponde il Cavaliere che ce ne sar bisogno perch questo documento passer soltanto se ci sar l'unanimit. Del resto, lidea che tra i criteri da utilizzare per calcolare la ricchezza di un Paese vada inserito il vasto concetto di finanza privata stata fatta proprio dal presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy. In altre parole, nellenunciare i fattori rilevanti per definire lo stato di salute di una nazione va rimarcato che l'Italia un Paese di risparmiatori, che l'85 per cento dei cittadini possiede una casa che il nostro sistema bancario solido. Il ragionamento di Berlusconi dispiegato con successo durante il summit, tanto che stato fatto proprio dai partner europei, che nella valutazione delle misure da adottare bisogna considerare le differenze che ci sono tra differenti zone del medesimo Paese. Insomma, bisogna favorire una crescita che colmi gli squilibri esistenti. Sulle valutazioni relative al debito pubblico sarebbe penultima, precedendo soltanto la Grecia. Se invece nel computo entrano anche gli altri fattori rilevanti (come la finanza privata) lItalia sarebbe seconda subito dopo la Germania. Ecco perch Berlusconi auspica che si debba tenere conto di tutto questo quando si calcoleranno gli interventi per il rientro del debito pubblico che a partire dal 2015 saranno ogni anno di un ventesimo dellammontare accumulato.

Lorenzo Fuccaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Edoardo Segantini
esegantini@corriere.it

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Economia 49
Le misure europee

Le dichiarazioni 2010 I guadagni dei lavoratori dipendenti gi dello 0,5%, garantiscono il 53% dellIrpef

Redditi pi poveri, ma le entrate tengono


I contribuenti oltre 200 mila euro in calo del 7%. E sono lo 0,17% del totale
ROMA Nonostante la crisi delleconomia, tengono le entrate fiscali ed aumentano, seppur di poco i redditi dichiarati dagli italiani. Anche se le denunce dei redditi 2009, presentate nel 2010 ed analizzate dal ministero dellEconomia, denotano un calo dei grandi contribuenti ed un livellamento verso il basso dei redditi. Elementi che spingono i sindacati, in coro, a sollecitare al governo un maggior impegno nella lotta allevasione fiscale e laccelerazione della riforma delle imposte allo studio. I dati del Dipartimento delle Finanze indicano per il 2009 un aumento del reddito medio degli italiani dello 0,8% a 19.030 euro, nonostante la riduzione del prodotto interno lordo abbia superato il 5%, e la tenuta del gettito e delle basi imponibili anche per effetto - sottolinea il ministero - dellattivit di recupero dellevasione fiscale (9,1 miliardi nel 2009, +32% sul 2008) che proseguita anche nel 2010 (10,5 miliardi). La crisi ha dunque colpito i redditi in modo marginale. Quelli da lavoro dipendente, da cui proviene il 53% del gettito Irpef, sono scesi dello 0,5% rispetto allanno precedente (19.790 euro la media pro-capite). Il numero delle dichiarazioni presentate dai lavoratori dipendenti, riflettendo le brutte condizioni del mercato del lavoro, sono di-

Via alle sanzioni Unicredit e Juve congelano i soci di Tripoli


MILANO Da Bruxelles a Tripoli, con effetti a cascata su Piazza Affari. Il congelamento delle attivit delle libiche Lia e Lafico, nonch dalla Banca centrale di Tripoli, di altre tre societ e del vicepresidente della Lia, Mustafa Zarti, entrato in vigore. stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Ue il regolamento che estende a questi soggetti le sanzioni anti Libia. Immediata la risposta di Unicredit, di cui i libici controllano oltre il 7% tra quota della banca centrale e della Lia. Alla luce delle decisioni pubblicate dalla Ue si legge in una nota di Piazza Cordusio (nella foto il presidente Dieter Rampl) Unicredit dichiara che, con riferimento agli azionisti libici, lesercizio dei diritti relativi alle azioni possedute sar congelato in conformit a tali decisioni. Quindi per Tripoli niente voto in assemblea, dividendi o negoziazioni di titoli. Tra i vicepresidenti di Piazza Cordusio c Farhat Omar Bengdara, nominato nel 2006 governatore della Banca centrale libica: un ruolo, questultimo, che per come facente funzione andato, in questi giorni di combattimenti, al ministro delle Finanze di Tripoli Abdel Zlitni. Tra le societ colpite c anche la Juventus, di cui la Lafico ha in mano il 7,5%. La societ calcistica, spiega una nota, prende atto del comunicato del Comitato di sicurezza finanziaria del ministero dellEconomia, ricorda che lUe ha inserito nellelenco delle persone fisiche e giuridiche sottoposte a misure di congelamento la Lafico e applicher la normativa in oggetto.

minuite dell1,3% rispetto al 2008. I redditi da pensione sono aumentati del 4,6% a 14.600 euro (rappresentano il 28,5% del gettito Irpef), e quelli da lavoro autonomo sono saliti del 2,6% a 42.240 eu-

Le imprese a 39 mila euro Per le imprese in contabilit ordinaria il reddito medio stato di 39.740 euro, in calo dell1%

L87% si ferma a 35 mila euro I cittadini con un reddito non superiore a 35 mila euro sono l87% del totale e pagano il 48% del totale

ro. Per le imprese in contabilit ordinaria il reddito medio stato pari a 39.740 euro, ma quelle che hanno dichiarato un reddito positivo sono state, nel 2009, l1% in meno rispetto al 2008. Stesso discorso per le imprese in contabilit semplificata: le dichiarazioni di reddito positive (in media pari a 18.980 euro) sono scese del 6,3% sul 2008. A prescindere dalla tipologia di reddito, i dati delle Finanze relativi ai redditi del 2009 mostrano una flessione del 7% dei contribuenti che dichiarano al fisco un reddito superiore ai 200 mila euro. I cittadini che hanno un reddito non superiore ai 35 mila euro annui lordi sono l87% del totale e pagano il 48% del-

limposta netta complessiva, mentre il restante 52% deriva dai redditi oltre i 35 mila euro. In crescita anche i contribuenti "minimi", ben 627 mila, in aumento del 23,8%, e le partite Iva aperte dai giovani, cresciute del 19,8% nel 2009, ed ancora del 22,5% nel 2010. Il fatto che solo lo 0,17% dei contribuenti dichiari oltre 200 mila euro e la stragrande maggioranza sotto i 35 mila dimostra che lazione di contrasto allevasione, seppur positiva, ha solo parzialmente ridotto il fenomeno sottolinea il segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, chiedendo di accelerare lannunciata riforma complessiva del fisco. I dati confermano la tendenza de-

gli ultimi anni ad uno schiacciamento progressivo dei redditi verso il basso. Se il 90% dei contribuenti dichiara redditi inferiori a 35 mila euro significa che limpatto della crisi si fatto pesante, ma anche che levasione, sebbene contrastata con successo negli ultimi anni, si mantiene su livelli intollerabili dice il segretario confederale della Cisl, Maurizio Petruccioli. Carlo DellAringa, per anni presidente dellAran e oggi docente alla Cattolica di Milano, offre una chiave di lettura diversa. Sono dati incontrovertibili: il sistema di protezione dei salari, nellanno della crisi, ha tenuto benissimo.

Giovanni Stringa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Sensini
RIPRODUZIONE RISERVATA

50

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Economia 51

Il caso

Il ruolo chiave dei brand pi conosciuti del Paese in unoperazione di sistema per sfondare nei mercati emergenti

Parmalat, una piattaforma a difesa del made in Italy


Il nodo della logistica e la tutela dei campioni nazionali
La lista dei fondi

Lega e Granarolo pronti alla cordata nazionale


MILANO (fr.bas.) Mentre i fondi Zenit, Mckenzie e Skagen scoprono definitivamente le carte e presentano la lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Parmalat, il presidente di Legacoop Giuliano Poletti e Giampiero Calzolari, presidente del gruppo Granarolo, aprono allipotesi di una cordata nazionale per evitare che lazienda di Collecchio, salvata con soldi italiani, rischi di andare in mani altrui. Nella lista presentata dai fondi, Rainer Masera viene proposto come presidente, Massimo Rossi come vicepresidente e amministratore delegato ad interim, con lincarico di valutare lopzione di nominare un altro amministratore delegato. In Cda vengono candidati anche Enrico Salza, Peter Harf, Gerard van Kesteren, Johan Priem, Dario Trevisan, Marco Pinciroli e Marco Rigotti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Spesso nel recente passato si parlato di cordate o soluzioni nazionali per singole importanti aziende o per un settore e il concetto che alla fine guidava le scelte operative era il raggiungimento di economie di scala. Mettere assieme aziende sorelle per ridurre i costi ed evitare che singolarmente diventassero delle prede indifese. In quei casi il problema principale diventava il negoziato con il sindacato perch la somma di realt anche relativamente omogenee aveva come conseguenza la creazione di consistenti eccedenze di manodopera. Sovente per queste operazioni di difesa nazionale si sono concluse con un fiasco o comunque con risultati deludenti, si finiva per assemblare due debolezze e quasi mai il matrimonio dava vita a politiche di innovazione. Uscendo dallarchivistica e applicando questo schema del novecento manifatturiero al caso Parmalat la conseguenza che in diversi, a pi riprese, hanno tratto era che il gruppo guidato da Enrico Bondi dovesse unirsi a un'altra azienda emiliana, la Granarolo. Latte con latte, anche se la prima leader nella lunga conservazione e la seconda nel prodotto fresco. Ma siamo sicuri che la strada da battere perch Parmalat non cada presto o tardi in mano straniera debba essere quella del polo del latte? Quando da pi parti si fa riferimento alla necessit di dotarsi di una politica industriale varrebbe la

pena di aggiungere l'aggettivo nuova, proprio per marcare la discontinuit con una cultura old style. Oggi pi che gli insediamenti produttivi sono strategici la rete logistica/distributiva e il brand. E non c' discussione sul fatto che Parmalat sia, nel novero del food italiano, l'azienda meglio posizionata. Per questo, pi ancora che per la posizione che vanta in termini di dimensioni e di leadership nel latte Uht, il gruppo di Collecchio rappresenta un asset che potrebbe esser catalogato persino sotto il segno dell'interesse nazionale. La verit che il futuro dell'intera economia italiana appeso alle sorti dell'export. Vista la tendenza stagnante del mercato interno e le difficolt di far partire una vera riforma fiscale siamo di fatto un'economia export led. E aspettiamo di volta in volta i dati dell'Istat sul commercio estero per capire se le buone performance delle nostre aziende e dei distretti dei mesi scorsi abbiano rappresentato o meno una fiammata. Ci mancano infatti i binari per mettere stabilmente piede nei mercati emergenti, la linea distributiva prevalente (e quasi esclusiva) rappresentata dai negozi monomarca delle nostre multinazionali del lusso. Ma nel food il made in Italy ha potenzialit di vendita all'estero che sono ancora largamente sottovalutate, lo dimostra il boom del Grana padano che ha fatto segnare +27% in

Asia e idem in Russia diventando il formaggio Dop pi venduto al mondo. E allora, pur applaudendo le nuove e coraggiose iniziative come il punto vendita Eataly a New York, perch non utilizzare la forza di brand assai conosciuti all'estero come Parmalat, Barilla e Ferrero per sfondare nei nuovi mercati? Perch le nostre migliori aziende non si possono parzialmente trasformare - so-

Grandi marchi Come Barilla e Ferrero, il gruppo di Collecchio ha una forte riconoscibilit allestero

lo per quanto riguarda la presenza nei Paesi Bric - in portaerei del made in Italy? La Barilla ha intenzione di sbarcare in Cina e sta attentamente valutando il portafoglio prodotti adatto per quella realt. Ebbene se c' una cosa che non manca all'alimentare italiano sono i prodotti, siamo invece molto pi deboli nella logistica e nelle reti distributive. Tornando a Parmalat la riflessione di tipo industriale che va fatta riguarda l'insieme delle competenze aziendali di un gruppo che, non dimentichiamo, gi presente in quattro continenti. Per primeggiare a livello internazionale nel mercato del latte bisogna avere una cultura logistica del fresco di prima qualit,

occorre essere di avanguardia nelle soluzioni che riguardano la meccanica e il packaging e tutto ci diventa decisivo se si vuole traghettare il cibo italiano nei nuovi mercati. E la Parmalat, con l'esperienza che ha, pu essere tranquillamente la portaerei (almeno) di tutto ci che fresco, dalla bevande ai formaggi. evidente che concepire una nuova politica industriale esige una discontinuit (e una fantasia) alla quale non siamo ancora preparati, ma proprio per questo Parmalat rappresenta un caso di interesse nazionale.

Dario Di Vico
ddivico@rcs.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rocca Salimbeni La Fondazione non intende diluirsi sotto il 50% in vista del rafforzamento previsto da Basilea 3

Nomine e regole

Aumento Montepaschi, lattesa del mercato


Le stime per il dividendo e i tempi del rimborso dei Tremonti bond da 1,9 miliardi
MILANO Che fa Banca Mps? Il mercato aspetta una mossa, attende notizie perch, si dice, Siena come se fosse in un limbo dal quale deve uscire. Il 28 marzo, giorno in cui il consiglio di Banca Mps approver il bilancio 2010 il quadro potr essere pi chiaro. Ma non detto, perch a Siena la variabile politica ha sempre un suo peso. E questa primavera ci sar lelezione del nuovo sindaco, che anche lazionista di riferimento della banca. Per adesso la domanda resta inevasa: che cosa intende fare Mps? Perch qualcosa deve fare. Lo dicono i broker londinesi che muovono i credit default swap sul debito di Mps (i cds sono derivati che assicurano dal rischio teorico di default). Ma al di l della speculazione che parte dalla City, anche dallinterno emerge qualche segnale di preoccupazione. Molti funzionari e dirigenti territoriali di primo livello descrivono un gruppo ingessato, lamentano la scarsa circolazione di materia prima, cio i soldi, e criticano la macchinosa lentezza dei processi decisionali. un quadro ben diverso, tuttavia, da quello dipinto ufficialmente dalla banca. Al mercato interessa sapere appena possibile, per esempio, che cosa far Mps dei Tremonti Bond, emessi per la considerevole cifra di 1,9 miliardi e in scadenza nel 2013. E poi se ci sar il dividendo che, ovviamente, atteso da tutti e in primis dalla Fondazione Mps, titolare del 56% del capitale. Ma la banca pu permettersi di rimborsare i bond, pagare un dividendo e poi andare a centrare i parametri patrimoniali indicati da Mario Draghi? Pu farlo senza un aumento di capitale? Tre settimane fa, per lennesima volta, sono arrivate smentite secche: nessun aumento. A Milano come a Londra semplicemente scommettono sulla cifra: 1,5-2 miliardi il minimo sindacale; 3-3,5 miliardi per stare tranquilli nei prossimi anni. E la Fondazione Mps che farebbe? Sarebbe disposta ad andare sotto il 50%? Mai e poi mai, dicono a Siena. Inutile poi inseguire voci che danno per possibile larrivo a Rocca Salimbeni, in caso di maxi-aumento, di fondazioni amiche come la Cariplo di Giuseppe Guzzetti. Per avere idee un po pi chiare bisogna aspettare il 28 marzo, giorno dei numeri di bilancio. Quelli di Borsa dicono che ieri il titolo, gi da alcune settimane tornato sotto leuro, ha chiuso a quota 0,9255 con un ribasso dell1,59%. Oggi la banca capitalizza poco pi di 5 miliardi. Tre anni fa Banca Montepaschi aveva pagato Antonveneta 9 miliardi di euro.
Il numero uno di Telecom Franco Bernab

I conti Il 28 marzo il gruppo presenta i conti 2010 Cds in tensione sul debito

Bernab: a Telecom servono stabilit e governance corretta


ROMA Ai salotti buoni preferisco gli interessi dei piccoli azionisti. Che si perseguono con la stabilit dellazienda perch di instabilit ne ha avuta fin troppa, oggi servono risultati non clamorosi ma continuativi. Il numero uno di Telecom Italia Franco Bernab, intervenendo a un convegno Ati (associazione dei piccoli azionisti del gruppo) risponde in modo nemmeno poi tanto indiretto alle proposte informalmente circolate per spostarlo al ruolo di presidente con deleghe parziali. Ha poi precisato che la governance, perch non sia un ossimoro, bisogna che governi con una corretta distribuzione dei ruoli. Lad Telecom ha difeso il suo operato ricordando che il primo e pi importante risultato raggiunto dalla compagnia in questi anni stato la riduzione del debito passato da 36 a 31 miliardi di euro. In mattinata aveva partecipato alla presentazione della relazione annuale dellorgano di vigilanza interno (Parit di accesso) spiegando la sua netta contrariet allobbligo di unbundling (accesso alla rete da parte di altri operatori) della fibra proposto dallAuthority per le comunicazioni a partire dal 2013 nelle aree in monopolio. Per Bernab si tratta di un obbligo del tutto sproporzionato e non giustificato. Lamministratore ha infine annunciato che entro lanno prossimo le prime 13 citt italiane avranno le reti di nuova generazione, e altre 27 nel 2013.

Mario Gerevini
mgerevini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Al vertice Antonio Vigni

A Trieste intervistato da Lerner

Profumo, prima uscita da ex banchiere La mia liquidazione? Pago le tasse, altri evadono
DAL NOSTRO INVIATO

TRIESTE Viene presentato come top manager e imprenditore, scritto anche nel programma, ma nessuno riesce poi a rispettare la consegna: lui per primo, che risponde sempre da banchiere, scattando in difesa della categoria. Avete ragione ammette quando Gad Lerner glielo fa notare tra le risate del pubblico sono entrato in banca a 21 anni e ci sono rimasto fino a 54. Il mio mestiere mi sempre piaciuto e mi piace ancora. Con questo non dico che continuer a farlo, non so nemmeno io cosa far. Alessandro Profumo sceglie Trieste per la sua prima uscita pubblica a quasi sei mesi dalladdio a Unicredit. E qui, lex amministratore delegato dato in corsa per un incarico Ue, a parlare di Economia egoista, economia amica.

La responsabilit sociale delle imprese tra illusione e realt. Incontro organizzato dal Piccolo con la fondazione Illy e Nordest Europa.Alessandro Profumo e io siamo legati da amicizia e affetto ma prover a fare la carogna promette Lerner, che attacca a pi riprese sugli eccessi della finanza, sui compensi stellari dei suoi protagonisti, compreso quello di Profumo liquidato con 40 milioni di euro, sulle relazioni del capitalismo italiano con i fondi sovrani arabi. Il mio compenso? E stato costruito dal consiglio di amministrazione assumendo i parametri del A. Profumo terzo quartile delle banche europee non si sottrae Profumo . Se il signor Profumo fosse andato a lavorare come amministratore delegato in una di quelle banche sarebbe stato pagato pi o meno cos. Detto questo ha aggiunto nego che debbano essere i singoli a fare scelte contro il mercato. Va rilevato poi che nella cultura cattolica lalto reddito pu essere un problema,

cosa che non avviene in quella protestante dove la retribuzione un indicatore delle tue capacit. Il problema vero non quanto guadagna Profumo ma quante tasse paga Profumo e quanto evadono altri. Io pago le tasse volentieri quando so che qualcuno riceve in cambio servizi sociali, scuole e sanit. Laltra palla che scotta quella dei libici in Unicredit. Bisogna capire dice Profumo quali sono le regole di comportamento con questi paesi e soprattutto se vogliamo contaminarci o no. Io ho intrattenuto relazioni con il governatore della Central Bank of Libya, Farhad Bengdara, un signore che ha studiato a Londra e che stava cercando di far crescere la middle class. La sua partecipazione allaumento del 2008 si svolta in totale trasparenza. Sulletica dellimpresa Lerner vuole capire a che punto la riflessione, perch quella finanza esplosa nel 2008 ha prodotto enormi sofferenze sociali. Sono convinto dice Profumo che non ci sia alcuna contraddizione tra la responsabilit e capacit di creare valore. Il capitale va remunerato. Ma limpresa pu crescere in modo sostenibile se trova legittimazione nella comunit.

Paola Pica
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Bagnoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

52

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

BETA S.P.A. 015 2556463

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Economia 53 Panorama

Foro Buonaparte Luned consiglio, il giorno dopo la scadenza per la disdetta degli accordi tra soci. Lipotesi del rinvio

Patto Edison, Edf pronta alladdio


I francesi valutano il no al bilancio per accelerare sul fronte del riassetto
MILANO Tempi sempre pi stretti per sciogliere la matassa Edison, ancora pi intricata dopo lo stop politico alla bozza di accordo Edf-A2A. Il bilancio 2010 in calendario luned, e il termine per la disdetta del patto tra soci il giorno successivo, incombono. Che cosa decideranno gli azionisti di Foro Buonaparte? A quanto sembra i francesi starebbero valutando di percorrere la strada pi diretta per arrivare in tempi brevi ad una soluzione a loro favorevole. Un percorso alla fine del quale gli italiani raccolti nella Delmi a maggioranza A2A (che ieri ha tenuto il consiglio direttivo) potrebbero finire nellangolo. E che quindi i transalpini stanno esaminando con grande accortezza. Il socio francese che in forma diretta e indiretta gi in possesso del 50% di Edison potrebbe decidere di bocciare o non votare il progetto di bilancio che deve ancora essere approvato, facendo cos scattare la clausola dei patti parasociali che porta al cosiddetto stallo decisionale. E a quel punto, secondo quanto previsto dallaccordo del 2005 (il patto, appunto), ci sarebbe un limite di venti giorni per trovare una via duscita al disaccordo. Un periodo durante il quale anche i presidenti di Edf e A2A hanno lobinsanabile stallo decisionale. Uno stato che conduce forzatamente allo scioglimento della holding Transalpina di Energia (50% Edf e 50% Delmi) e allasta privata delle sue propriet. Ovvero alla vendita del 61% delle azioni di Edison a chi, tra Edf e Delmi, dovesse offrire di pi. Un esito, quello dellasta, favorevole a Edf per la sua potenza finanziaria. E che, soprattutto, potrebbe essere ottenuto con una certa velocit, mentre la stessa cosa non sarebbe possibile con la sola disdetta del patto parasociale. Di qui lappetibilit per i francesi, irritati per il trattamento subito dallesecutivo. Daltra parte, per, una mossa del genere potrebbe anche dare il via a una lotta senza esclusione di colpi. Laggressivit francese potrebbe avere leffetto di richiamare lEni nella contesa (il Cane a sei zampe si detto interessato alle centrali elettriche di Edison), mentre la stessa Edf potrebbe mettere a rischio la joint-venture per il nucleare costituita con lEnel. Anche per questo tra Milano e Brescia si sta cercando di convincere Edf a posticipare, di comune accordo, lesame del bilancio. Unipotesi di rinvio che lascerebbe ancora una decina di giorni utili per la trattativa tra le parti. Edf non ci sta a dover aspettare ancora un anno per prendere pieno possesso di Foro Buonaparte. Gli italiani in Delmi non possono ignorare i desiderata dellesecutivo. Il rompicapo non si presenta di facile soluzione.

Pil italiano 2010, lIstat rivede la stima Crescita all1,2%


LItalia chiude il 2010 con una crescita dell1,2%, un aumento rivisto al rialzo dallIstat che aveva stimato un Pil al +1,1%. Le retribuzioni lorde nel confronto tra la media del 2010 e quella del 2009 sono aumentate, nel complesso dellindustria e dei servizi, del 2,9% (+3,5% nellindustria e +2,4% nei servizi). La media della crescita delle retribuzioni supera quella dellinflazione (+1,5%). Alitalia, siglato al ministero con i sindacati laccordo sulla cassa integrazione guadagni straordinaria. Il gruppo Atlantia ha chiuso il 2010 con un utile netto di 683 milioni (120 milioni in pi rispetto al 2009). Il gruppo guidato da Giovanni Castellucci (foto) ricorrer contro lannullamento per motivi procedurali, da parte del tribunale di Cergy-Pontoise, della gara per la realizzazione del sistema di tele-pedaggiamento satellitare per i mezzi pesanti sulla rete stradale in Francia. Per il gruppo Bulgari utile netto di 38 milioni nel 2010, con una crescita del 180,7% rispetto alla perdita di 47,1 milioni del 2009. Lingresso in Lvmh stata per Diego Della Valle una buona operazione per la famiglia Bulgari. Sace ha garantito 500 milioni di euro del finanziamento concesso nellambito della fase 2 del progetto Nord Stream per la progettazione e realizzazione da parte della Saipem della seconda linea del gasdotto.

bligo di incontrarsi, e di fare i migliori sforzi per risolvere le questioni aperte. Ma se ci non accadesse (e non si vede come si possa aggirare il blocco morale del governo) si arriverebbe alla situazione definita di

Stallo decisionale La clausola dello stallo decisionale e la quota del 61% messa allasta

Stefano Agnoli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Laccordo Marchionne-Scannapieco La scelta


Il presidente del gruppo francese dellenergia elettrica Edf, Henri Proglio

Bei e Fiat, patto da 250 milioni per la ricerca


La Banca Europea per gli investimenti e Fiat Spa hanno firmato a Torino un contratto di finanziamento di 250 milioni di euro per sostenere la ricerca della casa automobilistica. Presenti lamministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne e, per la Bei, Dario Scannapieco, vicepresidente responsabile per le operazioni in Italia, Malta e Balcani Occidentali. Il progetto riguarda i centri di ricerca e sviluppo di Fiat in Italia, per aumentare lefficienza energetica delle automobili. Questa operazione ci permetter di rafforzare il nostro impegno sul fronte della mobilit sostenibile, ha detto Marchionne. E intanto al via il regolamento dellemissione obbligazionaria di Fiat Industrial. I titoli dei due prestiti sono stati ammessi alla quotazione al mercato irlandese. Loperazione prevede un prestito obbligazionario garantito da 1 miliardo, con cedola fissa del 5,25%, scadenza a marzo 2015 e prezzo di emissione pari al 100% del valore nominale, e un altro prestito garantito da 1,2 miliardi, con cedola fissa del 6,25%, scadenza a marzo 2018 e prezzo di emissione pari al 100% del valore nominale. Sul fronte sindacale, saranno 525 i lavoratori della Plastic components and modules automotive ad essere assunti in Fabbrica Italia Pomigliano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANAS S.p.A.
Direzione Regionale per la Sicilia

ANAS S.p.A.
DIREZIONE GENERALE

ANAS S.p.A.
DIREZIONE GENERALE

Si comunica che sulla G.U.R.I. n 30 del 11.03.2011 pubblicato il bando di gara integrale relativo al sotto elencato Servizio: BANDO DI GARA PALAV16-11; GARA 1; CUP: F69J10000630001; CIG : 09705581CC; Codice Appalto : PAB31091CMPA; CPV: 98390000-3; Determina a Contrarre n CPA-0006422-I del 31/01/2011; Provincie : PA TP - AG - EN; SS. nn.115.113.187.119.188.186.624.120.121.626.626/dir.410. Servizi per lattuazione delle misure tosanitarie nalizzate alla lotta contro il Rinchophorus Ferrugineus (punteruolo rosso della Palma) Oliver lungo le aree di pertinenza delle Strade Statali di competenza dellArea Tecnica Esercizio di Palermo, ai sensi del Decreto 09/11/2007 del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. Importo totale lordo dei servizi a misura : 238.149,08. Importo soggetto a ribasso : 233.449,08. Oneri sicurezza : 4.700,00. Ctg Servizi : 12. Perizia : n6413 del 31/01/2011. Cauzione provvisoria 2%: 4.763,00. Pagamenti in acconto : ogni 100.000,00; Termine di esecuzione : Il termine per lesecuzione, di 150 (centocinquanta) giorni naturali e consecutivi dalla data del verbale di consegna, comprensivi di 30 (trenta) giorni per eventuale andamento stagionale sfavorevole; Termine per il ricevimento delle offerte : Il plico con la documentazione richiesta dovr pervenire, a mezzo del servizio postale, ovvero mediante agenzie di recapito autorizzate, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 18/04/2011, e dovr essere indirizzato a: ANAS S.p.A. Direzione Regionale per la Sicilia, Via A. De Gasperi 247, 90146 Palermo. Modalit di apertura della documentazione : la prima seduta pubblica si terr il giorno 20/04/2011 alle ore 9.00 nella sala gare di questa Direzione Regionale, presso la sala gare della Stazione Appaltante allindirizzo di cui sopra. Modalit di apertura delle offerte : si terr in seduta pubblica il giorno 05/05/2011 alle ore 9.00. Responsabile del Procedimento : Ing. Umberto RIERA. IL DIRETTORE REGIONALE Palermo, l 12.03.2011 Dott. Ing. Ugo DIBENNARDO
VIA A. DE GASPERI, 247 - 90146 PALERMO Tel. 091/379111 - Fax 091/6703090 - 091/521722 sito internet www.stradeanas.it

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI


Sul foglio inserzioni della Gazzetta Ufciale della Repubblica Italiana n. 30 del 11.03.2011 pubblicato lavviso relativo agli appalti aggiudicati relativo a: Oggetto : Sigla BO 27/08 - Descrizione - Sistema tangenziale di Forl - Tangenziale Est - 4 Lotto Codice: CIG 018939882A; Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi degli artt. 81 e 83 del D.lgs 163/06; Offerte ricevute : n. 16; Aggiudicatario : CONSORZIO RAVENNATE DELLE COOPERATIVE PRODUZIONE E LAVORO S.c.p.A. con un importo offerto di 22.356.539,28, comprensivi di 2.078.975,00 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti ribasso e di 400.000,00 per spese di progettazione assoggettate a ribasso. Lavviso integrale stato inviato alla GUCE in data 09.03.2011, pubblicato sullalbo della sede legale di Roma e sul sito internet www.stradeanas.it e sul sito www.infrastrutturetrasporti.it. IL DIRIGENTE RESPONSABILE GARE E CONTRATTI Avv. Daniele Tornusciolo Roma, l 12.03.2011
VIA MONZAMBANO, 10 - 00185 ROMA Tel. 06/44461 - Fax 06/4454956 - 06/4456224 sito internet www.stradeanas.it

AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI


Sul foglio inserzioni della Gazzetta Ufciale della Repubblica Italiana n. 30 del 11.03.2011 pubblicato lavviso relativo agli appalti aggiudicati relativo a: Oggetto : Sigla BO 46/08 - Descrizione - S.S. 64 Porrettana - Tangenziale Ovest di Ferrara. Codice: CIG 0251250A0C; Criterio di aggiudicazione : Prezzo pi basso inferiore a quello posto a base di gara determinato mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi degli articoli 81 e 82, comma 3 del D. Lgs. 163/06; Offerte ricevute : n. 29; Aggiudicatario : A.T.I. COOPSETTE - CONSORZIO RAVENNATE - C.C.C. con un importo offerto di 20.039.255,85, comprensivo di 1.567.057,02 per oneri relativi alla sicurezza non soggetti ribasso dasta. Lavviso integrale stato inviato alla GUCE in data 09.03.2011, pubblicato sullalbo della sede legale di Roma e sul sito internet www.stradeanas.it e sul sito www.infrastrutturetrasporti.it. IL DIRIGENTE RESPONSABILE GARE E CONTRATTI Avv. Daniele Tornusciolo Roma, l 12.03.2011
VIA MONZAMBANO, 10 - 00185 ROMA Tel. 06/44461 - Fax 06/4454956 - 06/4456224 sito internet www.stradeanas.it

Ministero dellEconomia e delle Finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE DIREZIONE PER I GIOCHI

Uff. 10

MINISTERO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE


Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato DIREZIONE GENERALE Via della Luce 34 a/bis - ROMA Si rende noto che il Ministero dellEconomia e delle Finanze, Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato - Direzione Generale intende affidare in concessione, tramite procedura di selezione aperta, lesercizio a distanza di giochi pubblici e cio scommesse ippiche e sportive, concorsi pronostici sportivi e ippici, ippica nazionale, bingo, giochi di abilit e ulteriori giochi da attivare. Lambito territoriale a cui si riferisce il presente bando riguarda il territorio italiano e gli Stati dello Spazio economico europeo. Il bando di selezione stato pubblicato nella G.U.U.E. in data 10.03.2011. La domanda di partecipazione redatta in lingua italiana dovr pervenire dal giorno 9 marzo 2011 fino al 30 dicembre 2011 ore 13.00 tramite posta, corriere, agenzie di recapito o consegna a mano al seguente indirizzo: Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, Direzione per i Giochi, Uff. 10 via della Luce 34 a/bis - 00153 Roma. Il plico dovr essere trasmesso con le modalit e presentare allinterno i contenuti stabiliti dalle regole amministrative nonch recare, allesterno, la dicitura: Procedura di affidamento in concessione dellesercizio a distanza dei giochi di cui allart. 24 comma 11 lettere dalla a) alla f ) della legge 7 luglio 2009, n. 88, nonch il numero della eventuale concessione gi rilasciata da AAMS. Possono partecipare alla procedura di selezione le imprese individuali, le societ di persone, le societ di capitali, le societ consortili, i consorzi e le societ costituende rivestenti, in base ad atti autorizzatori o concessori, la qualifica di operatori di gioco in Italia o negli Stati dello Spazio economico europeo ed in possesso di un sistema informatico dedicato allesercizio di una attivit di gioco. I medesimi soggetti, qualora operino, anche per il tramite di societ controllanti o controllate o collegate, in settori diversi dal gioco ovvero in attivit di gioco offerta al di fuori dello Spazio economico europeo o in attivit di gioco offerte nello Spazio economico europeo con ammontare complessivo di ricavi relativo al biennio precedente la data di presentazione della domanda inferiore a euro 1.500.000,00 (un milione cinquecentomila/00), possono partecipare alla selezione purch siano in possesso di una capacit tecnico infrastrutturale indicata nelle regole tecniche della procedura di affidamento e prestino una garanzia bancaria assicurativa di euro 1.500.000 (un milione cinquecentomila/00). Le infrastrutture tecnologiche dedicate alle attivit oggetto di concessione devono risiedere in uno degli Stati dello Spazio economico europeo. Il requisito di capacit economica e finanziaria per lammissione alla procedura di selezione consiste nellaver conseguito complessivamente, nel corso dagli ultimi due esercizi chiusi prima della presentazione della domanda,ricavi come operatore di gioco pari ad almeno 1.500.000,00 (un milione cinquecentomila/00). In mancanza del volume di ricavi indicato, necessario il possesso della predetta capacit tecnico infrastrutturale e la prestazione della garanzia di euro 1.500.000,00 (un milione cinquecentomila/00). E prevista la prestazione di ulteriori garanzie per la partecipazione alla procedura e per losservanza degli obblighi derivanti dalla concessione. I candidati devono essere in regola con i pagamenti dovuti relativamente alle concessioni precedentemente conseguite per lesercizio dei giochi oggetto della procedura selettiva. Laggiudicatario dovr assumere la forma giuridica di societ di capitali con sede in uno degli Stati dello Spazio economico europeo. I candidati devono versare prima di presentare lofferta un contributo di 200,00 (duecento/00) allAutorit di Vigilanza sui contratti pubblici e dopo aver superato la verifica dei requisiti, i corrispettivi indicati dallart. 24, comma 16, della legge n. 88 del 2009, con le modalit specificate nelle regole amministrative. La documentazione relativa alla procedura di selezione disponibile sul sito www.aams.gov.it. Le richieste di informazioni inerenti alla procedura di selezione dovranno pervenire ai seguenti recapiti: Tel. (39) 06 58572227 - (39) 06 58572229 (39) 06 58572232, fax n. (39) 06 58572618, indirizzo di posta elettronica giochiconcessionidistanzaaams.it.

SOGIN Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni Estratto Annullamento Gara Si rende noto che la SOGIN - Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni, con sede in Roma, Via Torino n. 6 ha annullato in autotutela, ai sensi della Legge 241/1990 e s.m.i. e di quanto previsto al punto VI.3.2 del bando di gara, la gara indetta con procedura ristretta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. pubblicato sul Supplemento alla GUUE 2010/S 124-190232 del 30/06/2010, sulla GURI n. 76 del 05/07/2010 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare per Servizi di ingegneria relativi alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva. (Rif.C0151S10 - CIG 0496944B26). Lannullamento pubblicato sulla GURI n. 27 del 04/03/2011, sul Supplemento alla GUUE 2011/S 14-020570 del 21/01/2011 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare. Il Responsabile Acquisti e Appalti Avv. Vincenzo Ferrazzano
Azienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri
Codice Fiscale e Partita IVA: 04738701004 Piazza S. Maria della Piet, n. 5 - 00135 Roma telefono: 06/3306.1 (c.lino) telefax: 06/33062707 www.sanfilipponeri.roma.it ESTRATTO BANDO DI GARA Si rende noto che lAzienda Complesso Ospedaliero San Filippo Neri ha indetto gara di cui al seguente numero 1) ai sensi dellart. 83 del D. Lgs. n. 163/2006: 1) Procedura di gara aperta, da esperirsi ai sensi del D. Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, per laffidamento della fornitura di sistemi/impianti di protesi di Neurochirurgia, occorrenti alle esigenze dellU.O.C. di Neurochirurgia e U.O.S.D. Chirurgia Vertebrale dellA.C.O. San Filippo Neri per la durata di tre anni. CPV (vocabolario comune per gli appalti): 33184000 - Importo complessivo: Euro 10.105.530,00 Iva esclusa. Il termine ultimo per la ricezione delle offerte, da redigere in lingua italiana, fissato al giorno 06/04/2011 alle ore 12:00. Il bando integrale della gara stato inviato allufficio delle pubblicazioni ufficiali delle Comunit europee nella seguente data: 28/01/2011 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 5 Serie Speciale n. 28 del 07/03/2011, nonch sul sito aziendale: www.sanfilipponeri.roma.it, ove sono sltres pubblicati i documenti per partecipare alle gare come sopra indette e che gli aspiranti hanno lonere di consultare per accertare eventuali modifiche o informazioni di interesse generale, prima di presentare la propria offerta. Le ulteriori informazioni possono essere acquisite presso lU.O.C. Provveditorato, nella sede dellente, utilizzando, per le rispettive gare, il seguente recapito telefonico: 0633062759. Il responsabile di tali procedimenti il Dr. Angelo Furfaro. IL DIRETTORE GENERALE - Dr. Domenico Alessio

SOGIN Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni Estratto Annullamento Gara Si rende noto che la SOGIN - Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni, con sede in Roma, Via Torino n. 6 ha annullato in autotutela, ai sensi della Legge 241/1990 e s.m.i. e di quanto previsto al punto VI.3.3 del bando di gara, la gara indetta con procedura ristretta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. pubblicato sul Supplemento alla GUUE 2010/S 143-220890 del 27/07/2010, sulla GURI n. 87 del 30/07/2010 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare per Appalto per lavori di realizzazione (progettazione ed esecuzione) ed avvio dellimpianto di cementazione di soluzioni liquide radioattive (IMPIANTO CEMEX) Impianto EUREX di Saluggia (VC). (Rif.C0206L10 - CIG 0517245C10). Lannullamento pubblicato sulla GURI n. 27 del 04/03/2011, sul Supplemento alla GUUE 2011/S 9-012335 del 14/01/2011 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare. Il Responsabile Acquisti e Appalti Avv. Vincenzo Ferrazzano

SOGIN Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni Estratto Annullamento Gara Si rende noto che la SOGIN - Societ Gestione Impianti Nucleari per Azioni, con sede in Roma, Via Torino n. 6 ha annullato in autotutela, ai sensi della Legge 241/1990 e s.m.i. e di quanto previsto al punto VI.3.1 del bando di gara, la gara indetta con procedura ristretta ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. pubblicato sul Supplemento alla GUUE 2010/S 81-121750 del 27/04/2010, sulla GURI n. 49 del 30/04/2010 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare per Appalto per lavori di progettazione ed esecuzione per la realizzazione dello smantellamento dellesistente sistema di trattamento effluenti liquidi radioattivi (Radwaste) e la realizzazione di un nuovo sistema di trattamento effluenti liquidi radioattivi (Radwaste) presso la Centrale Nucleare del Garigliano Sessa Aurunca (CE). (Rif. C0277L09 CIG 03774265C8). Lannullamento pubblicato sulla GURI n. 27 del 04/03/2011, sul Supplemento alla GUUE 2011/S 9-012337 del 14/01/2011 e sul sito www.sogin.it Fornitori Bandi e Gare. Il Responsabile Acquisti e Appalti Avv. Vincenzo Ferrazzano

54

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome
Azimut Reddito Euro Azimut Reddito Usa Azimut Solidity Azimut Strategic Trend Azimut Trend America Azimut Trend Europa Azimut Trend Italia Azimut Trend Pacifico Azimut Trend Tassi Azimut Trend AZ F. Active Selection AZ F. Active Strategy AZ F. Alpha Man. Credit AZ F. Alpha Man. Equity AZ F. Alpha Man. Them. AZ F. American Trend AZ F. Asset Plus AZ F. Asset Power AZ F. Best Bond AZ F. Best Equity AZ F. Bond Trend AZ F. Bot Plus AZ F. Commodity Trading AZ F. Conservative AZ F. Corporate Premium AZ F. Dividend Premium AZ F. Emer. Mkt Asia AZ F. Emer. Mkt Europe AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. AZ F. European Dynamic AZ F. European Trend AZ F. Formula 1 Absolute AZ F. Formula 1 Alpha Plus AZ F. Formula 1 Alpha Plus 20 AZ F. Formula 1 Conserv. AZ F. Formula 1 Dynamic Trading AZ F. Income AZ F. Institutional Target AZ F. Italian Trend AZ F. Opportunities AZ F. Pacific Trend AZ F. Qbond AZ F. QProtection AZ F. Qtrend AZ F. Reserve Short Term AZ F. Solidity AZ F. Strategic Trend AZ F. Trend AZ F. US Income

Data Valuta
09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 28/02 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

Quota/od.
15,457 5,669 7,883 5,290 9,944 12,669 15,962 6,728 8,822 20,628 5,010 4,904 5,033 4,606 3,755 2,576 5,289 5,140 4,965 5,093 5,321 5,178 5,186 5,625 4,968 5,260 6,030 4,678 6,824 4,755 3,165 4,863 5,329 4,501 4,767 5,514 5,516 5,047 3,322 4,627 3,929 4,993 4,787 5,386 6,073 5,346 4,850 4,592 5,635

Quota/pre.
15,470 5,660 7,881 5,296 9,954 12,706 15,947 6,724 8,829 20,670 5,016 4,905 5,031 4,606 3,761 2,579 5,290 5,141 4,968 5,083 5,325 5,179 5,194 5,622 4,967 5,267 6,030 4,679 6,867 4,758 3,176 4,878 5,323 4,502 4,769 5,520 5,520 5,049 3,319 4,617 3,927 4,997 4,787 5,393 6,074 5,345 4,857 4,604 5,627

Nome
Usa Short Term C

Data Valuta
10/03 USD

Quota/od.
112,050

Quota/pre.
112,070

Nome
FTSE RAFI Dev. 1000 Fund FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm FTSE RAFI Emerging Mkts FTSE RAFI Emerging Mkts FTSE RAFI Europe FTSE RAFI Hong Kong China FTSE RAFI Italy 30 FTSE RAFI Switzerland FTSE RAFI US 1000 FTSE RAFI US 1000 Global Agriculture NASDAQ OMX Global Agriculture NASDAQ OMX Global Clean Energy Global Listed Private Eq. MENA NASDAQ OMX MENA NASDAQ OMX Palisades Global Water

Data Valuta
10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR USD EUR EUR EUR USD EUR

Quota/od.
9,458 9,566 7,543 10,408 7,797 15,346 5,908 7,486 6,987 9,641 9,199 12,694 4,871 6,408 8,545 11,791 7,890

Quota/pre.
9,564 9,721 7,603 10,584 7,896 15,312 6,006 7,525 7,064 9,834 9,353 13,020 4,959 6,468 8,418 11,719 7,978

Nome
Asia Opportunities EUR2 Asia Opportunities USD2 Credit Opportunities EUR2 Diversified EUR Emerg. Mkts Dynamic EUR2 Emerg. Mkts Dynamic USD2 Euro Liquidity European Corporate Bonds European Fixed Income European Opportunit EUR European Opportunit EUR2 European Small Cap EUR ForExtra Yield EUR Global Convertibles EUR Global Convertibles USD Italian Opportunities EUR Italian Value EUR Japan Opportunities EUR Japan Opportunities JPY Latam Opportunities EUR2 Latam Opportunities USD2 Market Neutral EUR US Dollar Bonds US Dynamic EUR US Dynamic USD US Small Cap USD US Value EUR US Value USD World Opportunities EUR World Opportunities USD 3A Dynamic UCITS Fund EUR

Data Valuta
10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 08/03 EUR USD EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR JPY EUR USD EUR USD EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR

Quota/od.
166,680 169,520 163,850 230,060 116,910 123,730 150,841 200,400 190,030 296,860 166,860 284,250 160,670 201,550 199,090 30,380 220,090 128,420 12371,000 168,170 170,110 151,350 309,750 105,350 109,460 190,260 146,450 147,470 142,070 293,460 1011,100

Quota/pre.
168,010 170,950 163,850 231,100 118,840 125,810 150,838 200,230 189,850 301,240 169,320 290,280 160,670 202,630 200,290 30,760 221,280 130,000 12522,000 171,790 173,800 151,350 309,200 107,010 111,220 193,690 149,360 150,580 143,680 297,000 1011,100

Nome
US Large Cap EUR hedged A US Small & Mid-Cap Equ A US Small & Mid-Cap Equ A US Smaller Companies A

Data Valuta
10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR USD USD

Quota/od.
95,590 114,440 159,080 80,580

Quota/pre.
96,650 114,770 160,470 81,080

Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic Duemme Hedge Performance Duemme Hedge Protection 31/12 EUR 421596,810 412113,380 31/12 EUR 572206,696 566009,009 31/12 EUR 567485,995 563825,950

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89 info@acomea.it AcomeA America AcomeA Bilanciato AcomeA Eurobbligazionario AcomeA Europa AcomeA FdF Pacifico AcomeA FdF Paesi Emergenti AcomeA Globale AcomeA Italia AcomeA Liquidit AcomeA Multi Fd Linea Aggressiva AcomeA Multi Fd Linea Dinamica AcomeA Multi Fd Linea Prudente AcomeA Obbligazionario Corporate AcomeA Obbligaz. Internazionale AcomeA Performance 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 12,099 3,732 12,759 10,728 3,490 6,434 8,646 17,919 11,598 3,723 4,609 5,065 6,665 8,008 17,551 12,229 3,742 12,758 10,794 3,502 6,462 8,728 18,114 11,598 3,730 4,609 5,061 6,664 7,991 17,548

*I LIVELLI DI PROTEZIONE RELATIVI AI FONDI DEFENSIVE SONO CONSULTABILI SUL SITO INTERNET WWW.SCHRODERS.IT

AZ FUND MANAGEMENT SA

www.eurizoncapital.it tel. 02 88101 Eurizon Az Alto Divid Eur Eurizon Az Asia Nuove Econom. Eurizon Az Energie Mat Pr Eurizon Az Europa Multiman Eurizon Az Italia 130/30 Eurizon Az Mondo Multiman Eurizon Az Salute E Amb Eurizon Az Teconol Avanz Eurizon Azioni Finanza Eurizon Azioni PMI America Eurizon Azioni PMI Italia Eurizon Azioni PMI Europa Eurizon Bilanc Euro Multiman Eurizon Diversificato Etico Eurizon Focus Az America Eurizon Focus Az Europa Eurizon Focus Az Internaz Eurizon Focus Az Italia Eurizon Focus Az Paesi Em Eurizon Focus Azioni Euro Eurizon Focus Azioni Pacifico Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 Eurizon Focus Far I T 07 Eurizon Focus Gar 06/2012 Eurizon Focus Gar 09/2012 Eurizon Focus Gar 12/2012 Eurizon Focus Gar 03/2013 Eurizon Focus Gar I Sem 06 Eurizon Focus Gar II Sem 06 Eurizon Focus Gar II T 07 Eurizon Focus Gar III T 07 Eurizon Focus Gar IV T 07 Eurizon Focus Ob Eur Corp Eurizon Focus Obbl Cedola Eurizon Focus Obbl Emerg Eurizon Focus Obbl Euro Eurizon Focus Obbl Euro BT Eurizon Focus Obbl Euro HY Eurizon Focus Pr Dinamico Eurizon Focus Pr Moderato Eurizon Focus Pr Prudente Eurizon Focus Rend As 2 A Eurizon Focus Rend As 3 A Eurizon Focus Tesoreria Dollar Eurizon Focus Tesoreria Dollar Eurizon Focus Tesoreria Euro A Eurizon Focus Tesoreria Euro B Eurizon Liquidita' A Eurizon Liquidita' B Eurizon Obbl Etico Eurizon Obbl Euro Corp BT Eurizon Obbl Internazionali Eurizon Obiettivo Rendimento Eurizon Rendita Eurizon Soluzione 10 Eurizon Soluzione 40 Eurizon Soluzione 60 Eurizon Team 1 Eurizon Team 2 Eurizon Team 3 Eurizon Team 4 Eurizon Team 5 Intesa Cass Centro Prot Din Passadore Monetario Teodorico Monetario Unibanca Azionario Europa Unibanca Monetario Unibanca Obbligaz Euro 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 26,340 11,130 9,962 5,929 17,571 3,525 15,099 4,152 18,231 23,070 4,801 9,272 36,316 7,970 9,321 8,675 7,740 12,553 9,517 13,882 4,129 4,978 5,147 5,107 5,075 5,078 5,098 5,261 5,233 5,110 4,937 5,174 5,652 6,062 11,681 13,943 15,041 7,660 5,488 5,431 5,494 5,269 5,523 12,025 16,593 7,679 7,737 7,286 7,477 5,299 7,585 8,492 8,148 5,982 6,869 6,221 24,629 5,986 5,702 4,824 4,133 4,046 5,765 7,104 7,452 6,441 5,719 5,735 26,550 11,172 10,128 5,976 17,792 3,543 15,133 4,187 18,425 23,361 4,822 9,394 36,442 7,974 9,410 8,754 7,810 12,710 9,594 14,011 4,163 4,982 5,151 5,107 5,075 5,079 5,100 5,263 5,236 5,112 4,936 5,176 5,651 6,062 11,684 13,929 15,038 7,670 5,509 5,441 5,498 5,270 5,526 11,932 16,611 7,679 7,736 7,286 7,476 5,295 7,584 8,453 8,148 5,989 6,872 6,232 24,703 5,988 5,707 4,835 4,152 4,075 5,771 7,102 7,450 6,511 5,718 5,730

www.sorgentegroup.com Fondo Donatello-Michelangelo Due Fondo Donatello-Tulipano Fondo Donatello-Margherita Fondo Donatello-David Baglioni Caravaggio di Sorgente SGR 30/06 30/06 30/06 30/06 30/06 30/06 EUR 56242,509 53356,770 EUR 50282,489 49261,948 EUR 27332,950 26502,119 EUR 57301,183 55927,623 EUR 131978,535 124270,074 3083,178 3175,541 EUR

Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi

Tel: 02 77718.1 www.kairospartners.com

KAIROS PARTNERS SGR


Kairos Div. + I Kairos Div. + P Kairos Equity A Kairos Fix. Inc. A Kairos Fix. Inc. I Kairos Italia A Kairos Low Vol. A Kairos Low Vol. B Kairos Low Vol. I Kairos Medium Term A Kairos Medium Term B Kairos Multi-Str. A Kairos Multi-Str. B Kairos Multi-Str. I Kairos Global Kairos Income Kairos Small Cap KIS - Ambiente A KIS - Ambiente I KIS - America A KIS - Asia A KIS - Bond A KIS - Bond I KIS - Dynamic A KIS - Dynamic D KIS - Dynamic I KIS - Dynamic X KIS - Global A KIS - Global D KIS - Global I KIS - Global X KIS - Income A KIS - Income D KIS - Income I KIS - Income X KIS - Long - Short A KIS - Long - Short D KIS - Long - Short I KIS - Long - Short X KIS - Sm. Cap A KIS - Sm. Cap D KIS - Sm. Cap I KIS - Sm. Cap X KIS - Target 2014 X KIS - Trading A KIS - Trading D KIS - Trading I KIS - Trading X KIS - Trend I 31/12 31/12 31/12 31/12 31/12 28/02 31/12 31/12 31/12 31/12 31/12 31/12 31/12 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 04/03 04/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 21/06 04/03 04/03 04/03 04/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 04/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 539756,448 535388,303 754520,012 569656,892 506622,796 566747,881 736341,347 505053,858 512567,586 551859,165 788992,653 565918,185 524728,911 5,942 6,719 9,626 102,340 102,370 151,320 128,460 108,280 108,470 116,960 115,940 117,110 117,740 82,650 80,250 82,700 83,530 106,020 104,220 106,840 107,500 110,280 109,310 110,340 111,040 90,950 90,410 91,140 92,040 106,100 109,850 108,710 110,050 110,610 101,970 531710,246 527560,579 739329,057 563121,352 500776,463 572213,662 727041,854 498865,921 506105,664 543346,624 775151,344 556277,127 515415,631 6,030 6,718 9,702 103,540 103,570 150,220 125,070 108,290 108,480 116,710 115,680 116,860 117,480 84,100 81,650 84,140 84,990 106,000 104,200 106,830 107,500 109,810 108,860 109,870 110,550 91,690 91,140 91,880 92,780 106,010 111,920 110,770 112,130 112,700 100,530

AKROS ABSOLUTE RETURN AKROS DYNAMIC AKROS MARKET NEUTRAL AKROS LONG/SHORT EQUITY

31/01 31/01 31/01 31/01

EUR EUR EUR EUR

503543,224 487969,545 496645,495 508193,818

502331,949 486596,686 494272,852 502039,184

Tel: 800/614614 Bim Az. Small Cap Italia Bim Azionario Europa Bim Azionario Globale Bim Azionario Italia Bim Azionario USA Bim Bilanciato Bim Corporate Mix Bim Flessibile Bim Obblig. Breve Term. Bim Obblig. Globale Bim Obbligazionario Euro Sicav Asia Flessibile Sicav Azionario Euro Sicav Azionario Italia Sicav Bil.Equ. Italia Sicav Fortissimo Sicav Europa Flessibile Sicav Monetario Sicav Obblig. Area Europa Sicav Patrimonio Globale Sicav Patrimonio G. Reddito Synergia Azionario Europa Synergia Azionario Globale Synergia Azionario Italia Synergia Az. Small Cap Italia Synergia Azionario USA Synergia Bilanciato 15 Synergia Bilanciato 30 Synergia Bilanciato 50 Synergia Monetaria Synergia Obbl. Corporate Synergia Obbl. Euro B.T. Synergia Obbl. Euro M.T. Synergia Tesoreria Synergia Total Return Symphonia MS Adagio Symphonia MS America Symphonia MS Asia Symphonia MS Europa Symphonia MS Largo Symphonia MS P. Emer. Symphonia MS Vivace 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 7,240 10,225 4,191 7,159 6,467 22,847 5,552 3,878 6,541 5,892 6,870 6,219 5,930 10,966 5,444 2,854 5,110 7,463 9,489 5,308 7,145 6,398 6,535 5,983 5,734 6,735 5,283 5,489 5,727 5,023 5,427 5,060 5,159 5,059 5,270 5,959 4,170 5,496 5,771 5,841 13,589 5,476 7,280 10,318 4,231 7,248 6,510 22,971 5,551 3,900 6,540 5,876 6,862 6,273 5,977 11,110 5,466 2,877 5,150 7,462 9,481 5,338 7,146 6,457 6,598 6,059 5,764 6,782 5,288 5,501 5,752 5,023 5,426 5,059 5,155 5,058 5,288 5,959 4,183 5,534 5,794 5,851 13,618 5,497

www.albertinisyz.it Tel 02 30306.1 Albertini Syz Multistrategy Cl.A Albertini Syz Multistrategy Cl.B Albertini Syz Innovation Cl.A Albertini Syz Innovation Cl.B 31/01 31/01 31/01 31/01 EUR EUR EUR EUR 648256,215 464538,843 639692,295 484360,137 649649,390 465300,520 645230,033 488307,392

Tel: 0041916403780 www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com PS - Absolute Return PS - Absolute Return B PS - Aliseo A PS - Best Global Managers A PS - Best Global Managers B PS - Bond Opportunities PS - Bond Opportunities B PS - Inter. Equity Quant A PS - Inter. Equity Quant B PS - Liquidity PS - Market Neutral PS - Market Neutral B PS - Opportunistic Growth PS - Strategic Colibr PS - Titan Aggressive PS - Titan Conservative PS - Valeur Income PS - Value PS - Value B 11/03 11/03 08/03 08/03 08/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 08/03 08/03 11/03 08/03 08/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 97,000 102,000 99,770 102,320 103,150 140,620 103,950 113,800 113,890 118,300 90,250 85,590 97,900 87,540 104,620 98,260 101,050 98,480 99,810 97,050 102,050 99,530 102,340 103,150 140,750 104,040 117,390 117,340 118,290 90,190 85,530 98,200 89,260 104,550 98,480 101,100 98,350 99,670

KAIROS INTERNATIONAL SICAV

Amundi Absolute Amundi Azioni QEuro Amundi Breve Termine Amundi Corporate 3 anni Amundi Corporate Giugno 2012 Amundi Dynamic Allocation Amundi EONIA Amundi Equipe 1 Amundi Equipe 2 Amundi Equipe 3 Amundi Equipe 4 Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 Amundi Eureka China Double Win Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 Amundi Eureka Doppia Opp 2014 Amundi Eureka Double Call Amundi Eureka Double Win Amundi Eureka Double Win 2013 Amundi Eureka Dragon Amundi Eureka Oriente 2015 Amundi Eureka Ripresa 2014 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi Eureka Settori 2016 Amundi Eureka USA 2015 Amundi Europe Equity Amundi For. E. Eq. Op. 2013 Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 Amundi For. Em.MktEq.R.2014 Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 Amundi Form Gar.Mer.Emergenti Amundi Form Garantita 2012 Amundi Form Garantita 2013 Amundi Form Garantita Due 2013 Amundi Form Priv.Div.Opportunity Amundi Global Emerging Equity Amundi Global Equity Amundi Liquidit Amundi Obbligazionario Euro Amundi Pacific Equity Amundi Pi Amundi Premium Power Amundi Private Alfa 2007 Amundi QBalanced Amundi QReturn Amundi USA Equity Unibanca Plus

08/03 10/03 10/03 08/03 08/03 10/03 25/02 10/03 10/03 10/03 10/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 10/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 08/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 08/03 10/03 10/03 10/03 10/03

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

5,308 13,144 7,397 96,721 4,935 5,373 101,967 5,243 5,198 5,220 4,938 5,503 5,783 5,162 5,197 5,460 5,776 5,049 6,276 4,969 5,403 5,110 4,729 5,065 4,526 4,589 4,600 5,095 4,764 4,996 4,802 4,779 5,689 5,026 4,892 4,862 4,941 5,268 4,644 8,981 5,374 4,938 5,648 5,255 4,893 8,560 5,703 4,786 5,287

5,319 13,270 7,394 97,269 4,948 5,389 101,970 5,241 5,197 5,220 4,946 5,460 5,773 5,100 5,233 5,524 5,804 5,097 6,278 4,976 5,423 5,141 4,802 5,077 4,552 4,611 4,628 5,082 4,789 4,982 4,832 4,808 5,696 5,038 4,907 4,882 4,948 5,273 4,647 8,981 5,370 4,958 5,646 5,258 4,887 8,584 5,748 4,828 5,285

Carige Azionario Europa Carige Azionario Internazionale Carige Azionario Italia Carige Bilanciato 10 Carige Bilanciato 30 Carige Bilanciato 50 Carige Corporate Euro Carige Total Return 1 Carige Total Return 2 Carige Liquidita Euro Carige Monetario Euro Carige Obblig Euro Carige Obblig Euro Lungo Termine Carige Obblig Globale Difesa Classe A Difesa Obiettivo TFR Classe A Obiettivo TFR Rivalutazione Classe A Rivalutazione Valorizzazione Classe A Valorizzazione

10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02 28/02

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

5,672 6,783 5,360 5,546 5,315 6,054 6,636 5,210 4,464 6,375 11,740 10,811 5,569 6,057 13,552 13,380 11,125 10,999 10,760 10,451 12,706 12,463

5,723 6,852 5,428 5,553 5,334 6,086 6,628 5,219 4,478 6,374 11,735 10,801 5,559 6,052 13,507 13,340 11,102 10,979 10,607 10,308 12,615 12,379

Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it Schroder International Selection Fund SICAV Asia Pacific Property Sec. A Asian Bond Abs.Re. A Asian Convertible Bd A Asian Convertible Bd A Hd Asian Equity Yield A Asian Smaller Companies A BRIC (BR,RU,IN,CH) A BRIC (BR,RU,IN,CH) A China Opportunities A Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A Em. Mkts Dbt Ab.Ret.EUR Hdg A Emerging Asia A Emerging Asia A Emerging Europe A Emerging Markets A Emerging Markets A Emerging Mkts Dbt Abs Ret A EURO Active Value A EURO Bond A EURO Corporate Bond A EURO Dynamic Growth A EURO Equity A EURO Government Bond A EURO Liquidity A EURO Short Term Bond A European Allocation A European Defensive A* European Dividend Max. A European Dividend Max. A European Equity Alpha A European Equity Yield A European Large Cap A European Smaller Comp A European Special Sit A Glb Emer Mkt Opps A Glb Emer Mkt Opps EUR A Global Bond A Global Convertible Bd A Global Convertible Bd A Hd Global Corp B Eur Hedge A Global Clim.ChgeEq.A hdg Global Clim.ChgeEq.A Global Corporate A Global Credit Duration A Global Div.Maximiser A Global Div.Maximiser A Global Energy A Global Equity A Global Equity Alpha A Global Equity Alpha A Global Equity Yield A Global Equity Yield A Global High Yield A Global HYield EUR Hedge A Global Infl L B USD Hed A Global Infl Linked Bond A Global Prop Securities A Global Prop. Sec. EUR Hdgd A Global Smal Companies A Greater China A Indian Equity A Italian Equity A Japanese Equity A Japanese Equity EUR Hdgd A Japanese Large Cap A Japanese Smal Companies A Latin American Fund A Latin American Fund A Middle East A Pacific Equity A Pacific Equity A QEP Global Quant Act Val A QEP Global Quant Act Val A Strategic B Euro Hedged A Strategic Bond A Swiss Equity A Swiss Equity Opps A Swiss Small & Mid Cap A UK Equity A US All Cap A US Dollar Bond A hdg US Dollar Bond A US Dollar Liquidity A US Large Cap A US Large Cap A 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 USD USD USD EUR USD USD EUR USD USD EUR EUR EUR USD EUR EUR USD USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR USD USD EUR EUR EUR USD USD EUR USD USD USD USD EUR USD EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR USD USD USD EUR JPY EUR JPY JPY EUR USD USD EUR USD EUR USD EUR USD CHF CHF CHF GBP USD EUR USD USD EUR USD 124,250 12,110 110,000 110,430 20,080 173,160 153,000 211,430 251,730 17,780 28,140 17,730 24,510 23,820 9,670 13,400 26,150 27,950 15,370 16,210 3,140 21,280 8,440 121,470 6,670 18,900 9,890 75,300 57,870 40,500 11,680 161,430 21,810 104,190 14,810 13,850 10,850 110,000 108,570 127,450 8,690 9,310 8,620 109,260 7,590 5,720 42,870 15,560 94,470 130,710 82,230 113,650 31,920 30,380 25,550 25,020 117,630 111,180 127,000 38,890 126,030 22,820 584,220 59,990 798,970 54,730 38,950 54,160 8,290 7,890 10,920 105,490 147,030 129,050 135,420 28,350 121,640 24,420 3,140 106,590 126,180 18,550 105,220 51,950 71,910 126,270 12,100 109,820 110,240 20,290 174,730 153,710 213,650 253,850 17,780 28,200 17,800 24,750 23,970 9,740 13,570 26,210 28,390 15,330 16,210 3,180 21,570 8,430 121,450 6,660 19,100 9,960 75,950 58,380 41,030 11,800 163,390 21,920 105,440 14,950 13,900 10,870 110,530 109,080 127,230 8,780 9,440 8,610 109,380 7,630 5,750 43,450 15,780 95,510 132,930 82,470 114,650 31,940 30,400 25,530 25,000 118,820 112,290 128,270 39,250 127,330 22,990 592,050 60,790 812,480 55,660 39,080 54,660 8,220 7,920 11,030 106,360 149,110 129,460 135,860 28,630 122,640 24,650 3,180 107,630 125,840 18,500 105,210 52,220 72,700

Fondo Pensione Aperto Carige

Tel. 02 - 430241 www.ubipramerica.it UBI Pr. Active Beta UBI Pr. Active Duration UBI Pr. Alpha Equity UBI Pr. Azionario Etico UBI Pr. Azioni Euro UBI Pr. Azioni Europa UBI Pr. Azioni Globali UBI Pr. Azioni Italia UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. UBI Pr. Azioni Pacifico UBI Pr. Azioni USA UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. UBI Pr. Euro B.T. UBI Pr. Euro Cash UBI Pr. Euro Corporate UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. UBI Pr. Obblig. Dollari UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. UBI Pr. Obblig. Globali UBI Pr. Obblig. Globali Corp. UBI Pr. Portafoglio Aggressivo UBI Pr. Portafoglio Dinamico UBI Pr. Portafoglio Moderato UBI Pr. Portafoglio Prudente UBI Pr. Privilege 1 UBI Pr. Privilege 2 UBI Pr. Privilege 3 UBI Pr. Privilege 4 UBI Pr. Privilege 5 UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico UBI Pr. Total Return Prudente 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 4,712 5,617 5,087 5,161 5,909 6,076 4,672 5,170 11,156 6,758 4,248 5,916 6,761 7,310 7,860 6,894 5,043 9,456 5,724 6,968 5,430 5,675 5,939 6,082 5,623 5,681 5,626 5,431 5,248 5,076 5,100 4,986 10,474 4,724 5,616 5,092 5,203 5,944 6,134 4,722 5,229 11,255 6,815 4,292 5,934 6,758 7,310 7,855 6,886 4,987 9,472 5,697 6,953 5,463 5,692 5,939 6,079 5,628 5,691 5,642 5,459 5,286 5,074 5,098 4,999 10,467

Num tel: 178 311 01 00 www.compamfund.com - info@compamfund.com Bluesky Global Strategy A Bond Euro A Bond Euro B Bond Risk A Bond Risk B CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B European Equity A European Equity B Multiman. Bal. A Multiman. Bal. M Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M Multiman.Target Alpha A 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 08/03 08/03 02/03 02/03 02/03 USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 1302,254 1153,774 1128,240 1231,845 1199,089 1401,161 1366,142 1232,663 1187,121 111,029 112,329 76,665 78,068 109,030 1300,872 1153,632 1128,113 1234,128 1201,413 1398,775 1363,920 1233,052 1187,557 110,954 112,258 77,971 79,386 109,003

EQUITY- I ABS- I

31/01 EUR 555891,249 541187,643 31/01 EUR 7037,408 6892,734

ASIAN OPP CAP RET EUR DYNAMIC GROWTH RET EUR EUROPEAN BOND CAP INST FLEX DUR CAP RET EUR A FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR FLEX STRATEGY RET EUR HIGH GRWTH CAP RET EUR ITALY CAP RET A EUR

09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

8,910 899,720 902,600 1123,720 100,150 104,340 83,710 22,290

8,910 902,400 902,590 1124,210 100,170 104,440 83,220 22,240

Tel: 848 58 58 20 Sito web: www.ingdirect.it Dividendo Arancio Convertibile Arancio Euro Arancio Bilancio Arancio Borsa Protetta Agosto Borsa Protetta Febbraio Borsa Protetta Maggio Borsa Protetta Novembre Inflazione Pi Arancio Mattone Arancio Profilo Dinamico Arancio Profilo Equilibrato Arancio Profilo Moderato Arancio Top Italia Arancio 10/03 10/03 10/03 01/03 09/03 09/03 09/03 09/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 39,960 51,840 53,580 48,380 53,650 51,850 55,350 53,380 49,200 38,380 56,510 54,220 51,370 50,520 40,280 51,940 53,530 48,320 53,540 51,860 55,300 53,440 49,210 38,840 56,530 54,270 51,370 51,330

www.newmillenniumsicav.com Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475 NM Augustum Beatrice Eq Fd A NM Augustum Corp Bd A NM Augustum High Qual Bd A NM Augustum Pan European Eq A NM Euro Bonds Short Term A NM Euro Equities A NM Global Equities A NM Inflation Linked Bond Europe A NM Large Europe Corp A NM Previra World Cons A NM Q7 Active Eq. Int. A NM Q7 Alpha Balanced A NM Q7 Globalflex A NM Total Return Flexible A 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 04/03 04/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 119,890 162,240 131,700 86,580 129,890 41,120 55,760 103,230 115,220 122,540 77,950 95,480 107,240 114,830 121,480 162,350 131,630 87,810 129,860 41,590 56,910 103,430 115,170 122,690 78,500 94,950 107,780 114,960

Numero Verde 800 255783 info@animasgr.it - www.animasgr.it Anima America Anima Asia Anima Convertibile Anima Emerging Markets Anima Europa Anima Fondattivo Anima Fondimpiego Anima Fondo Trading Anima Liquidit Anima Obbligaz Euro Anima Obiettivo Rend. Americhe Corporate Bd Emerging Markets Bd Emerging Markets Eq Europa Iniziativa Europa Italia Monetario Pacifico Pianeta Risparmio Sforzesco Tesoreria Valore Globale Visconteo Capitale Piu' C.Azionario Capitale Piu' C.Bilanc. 15 Capitale Piu' C.Bilanc. 30 Capitale Piu' C.Obbligaz. 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 4,459 6,532 6,294 10,555 4,414 14,563 19,560 13,805 6,663 7,127 5,900 9,386 7,454 6,430 7,453 13,678 7,513 16,047 12,139 5,103 9,781 7,516 10,190 6,917 21,235 35,595 4,961 5,348 5,182 5,461 4,523 6,594 6,316 10,602 4,485 14,681 19,584 13,995 6,663 7,125 5,899 9,457 7,455 6,417 7,509 13,804 7,606 16,247 12,138 5,139 9,731 7,741 10,186 6,917 21,396 35,655 5,004 5,357 5,196 5,460

DB Platinum
Agriculture Euro R1C A Comm Euro R1C A Comm Harvest R1C E Croci Germany R1C A Currency Returns Plus R1C Dyn Aktien Pl R1C A Liq Alpha Euro4TotRet R1C A 09/03 10/03 10/03 10/03 09/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 09/03 09/03 08/03 09/03 28/02 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR JPY USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 91,760 163,850 96,290 982,110 117,490 90,180 93,840 6785,830 112,990 93,460 101,060 99,330 87,540 103,770 104,860 9955,920 92,320 166,650 96,270 982,570 117,530 90,550 94,380 6872,440 115,170 93,490 101,060 99,420 87,670 103,430 104,810 9881,490

DB Platinum IV
Croci Euro R1C B Croci Japan R1C B Croci US R1C B Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A Dyn. Cash R1C A Dyn. ETF Selector 3 R1C A Dyn. ETF Selector 6 R1C A Dyn. ETF Selector 8 R1C A Sovereign Plus R1C A Systematic Alpha Index R1C A La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia disponibile sul sito www.invesco.it

Numero verde 800 124811 www.nextampartners.com-info@nextampartners.com Nextam Bilanciato Nextam Flessibile Nextam Obblig. Misto AAM Pro Select A AAM Pro Select I BInver International A BInver International I Citic Securities China A Citic Securities China I Fidela A Fidela I Income A Income I International Equity A International Equity I Italian Selection A Italian Selection I Liquidity A Liquidity I Multimanager American Eq.A Multimanager American Eq.I Multimanager Asia Pacific Eq.A Multimanager Asia Pacific Eq.I Multimanager Emerg.Mkts Eq.A Multimanager Emerg.Mkts Eq.I Multimanager European Eq.A Multimanager European Eq.I Strategic A Strategic I 10/03 EUR 10/03 EUR 10/03 EUR 11/03 11/03 25/11 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 6,259 4,878 6,032 4,850 4,893 5,016 5,378 5,347 5,356 5,481 5,483 5,704 5,742 5,286 5,327 3,726 3,843 4,374 4,492 4,528 4,623 3,778 3,879 5,006 5,125 6,288 4,904 6,033 4,854 4,897 5,385 5,346 5,355 5,532 5,534 5,761 5,799 5,288 5,328 3,738 3,855 4,398 4,517 4,542 4,637 3,793 3,895 5,031 5,151

Invesco Funds
Asia Consumer Demand E Asia Infrastructure E Balanced-Risk Allocation E Em. Local Cur. Debt E Em. Local Cur. Debt A-Distr.M Euro Corp. Bond E Euro Corp. Bond A-Distr. M Gold & Precious Metals E Greater China Eq. E Pan European Eq. E Pan European Structured Eq. E 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 11/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD USD JPY JPY USD USD 8,620 10,430 11,860 10,277 10,904 13,141 11,141 8,470 24,770 11,160 8,550 35,660 34,900 1758,000 685,000 38,920 18,810 1,120 1,664 1,000 8,720 10,580 11,930 10,286 10,940 13,138 11,139 8,770 25,070 11,390 8,680 36,290 35,320 1783,000 694,000 39,750 19,040 1,120 1,664 1,000

NEXTAM PARTNERS SICAV

www.vitruviussicav.com Asian Equity B Asian Equity B Capital Opportunities Capital Opportunities Hdg Emerg Mkts Equity Emerg Mkts Equity Hdg European Equity Greater China Equity Greater China Equity Growth Opportunities Growth Opportunities Hdg Italian Equity Japanese Equity Japanese Equity Hdg Reserve Liquidity Swiss Equity Swiss Equity Hdg US Equity US Equity Hdg 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR USD USD EUR USD EUR EUR EUR USD USD EUR EUR JPY EUR EUR CHF EUR USD EUR 77,390 107,450 93,670 87,860 454,800 450,510 224,560 88,050 125,230 54,880 61,010 90,590 99,130 130,530 118,110 112,420 85,110 114,110 128,000 78,700 109,260 95,320 89,410 462,530 458,130 228,070 88,740 126,220 56,100 62,390 91,570 100,670 132,570 118,110 114,080 86,360 116,370 130,520

Invesco Funds II
Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com www.gruppoesperia.com Global Small Cap Value R Global Value Eq. R Japanese Eq. Advantage R Japanese Value Eq. R US Small Cap Growth R US Value Eq. R

Duemme Sicav
Asian Equities C Bond Euro Area C Bond Inflation Linked C Corporate Bond Euro C Dynamic Allocation Efficient Equity Opportunity C Euro Equities C Euro Investments C Flexible Strategies C Global Allocation C Global Convertible Plus Gov Bond Euro Medium Term C Italian Stocks Money Market C Private Equity Strategies C Revenues C Sector Investments Strategic Portfolio C Trading US Equities C 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 JPY EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD 6379,000 137,890 99,640 119,500 93,990 99,830 113,520 98,090 103,240 94,930 100,760 98,700 115,670 74,950 105,680 94,950 100,050 97,190 102,020 110,380 112,350 6379,000 137,930 99,620 119,400 93,930 99,770 113,590 98,370 103,250 95,080 100,920 98,900 115,720 75,070 105,680 94,600 100,280 97,070 102,290 110,590 111,980

Invesco Stic
Euro Liquidity US Dollar Liquidity US Dollar Treasury 11/03 EUR 10/03 USD 10/03 USD

AZIMUT SGR - tel.02.88981 www.azimut.it - info@azimut.it Azimut Bilanciato Azimut Formula 1 Alp +20 Azimut Formula 1 Conserv Azimut Formula 1 Hi. Risk Azimut Formula 1 Low Risk Azimut Formula 1 Risk Azimut Garanzia Azimut Prev. Com. Crescita Azimut Prev. Com. Equilibrato Azimut Prev. Com. Garantito Azimut Prev. Com. Protetto Azimut Scudo 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 09/03 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 24,076 6,360 6,419 6,983 6,645 6,664 12,307 9,857 10,935 9,811 11,461 7,629 24,092 6,361 6,421 7,001 6,646 6,679 12,309 9,857 10,934 9,815 11,463 7,624

Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.invescopowershares.net Dynamic US Market Dynamic US Market EQQQ EQQQ EuroMTS Cash 3 Months FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 10/03 EUR USD EUR USD EUR EUR USD 6,330 8,735 40,711 56,177 101,554 5,431 7,494 6,423 8,942 41,033 57,121 101,547 5,478 7,626

Tel 0332 251411 www.ottoapiu.it 8a+ Eiger 8a+ Gran Paradiso 8a+ Latemar 8a+ Matterhorn 8a+ Monviso 10/03 10/03 10/03 04/03 10/03 5,050 5,086 EUR 5,446 5,449 EUR 5,265 5,277 EUR EUR 619334,454 617642,335 5,172 5,176 EUR
Quota/od. = Quota odierna
132DBE7B

www.oysterfunds.com Absolute Return EUR2 Absolute Return Italy 10/03 EUR 10/03 EUR 149,320 161,830 149,530 162,940

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Economia/Mercati Finanziari 55

Piazza Affari GI GLI ASSICURATIVI BALZO DI LOTTOMATICA


di GIACOMO FERRARI

Sussurri & Grida

Premafin scioglie il patto con Groupama, lopzione Unicredit


(s.bo.) Groupama e i Ligresti sciolgono laccordo parasociale sottoscritto il 29 ottobre e modificato il 22 novembre. Lo comunica Premafin, la holding quotata della famiglia, con un avviso a pagamento pubblicato oggi su alcuni quotidiani. Un passo formale ma necessario mentre il numero uno del gruppo transalpino Jean Azma studia, secondo il mandato ricevuto nei giorni scorsi dal consiglio, le opzioni possibili per un nuovo accordo con i Ligresti che risponda ai limiti posti da Consob. Che, come viene ricordato anche nellavviso, ha ritenuto loperazione prospettata inizialmente tale da far scattare lobbligo di Opa su Premafin e la controllata Fonsai. Cos, mentre si procede a un nuovo tentativo di trovare una soluzione, Groupama e la famiglia dellingegnere hanno accertato il mancato verificarsi di una condizione prevista, cio lesenzione da Opa, e il conseguente scioglimento del vecchio accordo a decorrere dall8 marzo. Un passo formale dunque in vista di un nuovo patto. Sempre che alla fine sia possibile. In caso contrario potrebbe farsi strada lopzione Unicredit: listituto, che ha finanziato sia la galassia personale dei Ligresti sia le societ quotate del gruppo, potrebbe intervenire sostituendosi in pratica ai francesi, cio sottoscrivendo parte dellaumento di capitale Premafin. Si potrebbe trattare di una soluzione ponte, a tempo. Per dare anzitutto ossigeno al gruppo e consentire un recupero di patrimonio e redditivit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i timori per la situazione in Libia e a quelli legati al rialzo dei tassi dinteresse si aggiunto ieri il terremoto in Giappone. Unondata di pessimismo ha cos travolto le Borse di tutto il mondo, provocando un nuovo calo degli indici dopo quello della vigilia. In Europa le vendite hanno penalizzato soprattutto i valori assicurativi, mentre lindice Ftse-Mib di Piazza Affari sceso sotto la soglia psicologica dei 22 mila punti, cedendo un punto percentuale, superato soltanto dal Dax tedesco. I ribassi hanno risparmiato ben pochi titoli, nellambito dei 40 che compongono lindice principale. Soltanto Lottomatica, grazie ai risultati di bilancio ma soprattutto alle buone prospettive per lanno 2011, ha messo a segno una performance particolarmente significativa (+4,61%). Telecom Italia, Bulgari e Terna, che pure hanno chiuso in progresso, hanno guadagnato soltanto poche frazioni di punto. Ben pi consistente, invece, la lista dei maggiori ribassi. Si parte da Buzzi-Unicem, che ha lasciato sul terreno il 2,82%. Da parte sua Exor, penalizzata dai cali delle sue principali controllate, ha ceduto il 2,71%. Seguono Azimut (risparmio gestito) con una flessione del 2,59%, poi Tods (-2,5%) e Banco Popolare (-2,34%).
RIPRODUZIONE RISERVATA

I fondi etici convinti da Enel e Generali


(fr.bas.) Due italiane Enel e Generali nel Ftse4Good Index, che include le aziende che si distinguono per gestione trasparente e applicazione di criteri sostenibili ed particolarmente frequentato dai fondi etici. Enel ne era stato escluso nel 2007 in seguito allacquisizione di Slovensk Elektrrne, societ produttrice di energia elettrica da fonte nucleare. Infatti il Ftse4Good, di cui sono titolari il Financial Times e il London Stock Exchange, prevedeva fino al 2010 lesclusione delle imprese che svolgessero attivit di generazione da fonte nucleare. Poi il cambio di rotta, condizionato per a una serie di criteri stringenti. Enel ha dovuto garantire standard di sicurezza particolari negli impianti nucleari. Gli impegni per la societ guidata da Fulvio Conti si sono tradotti in una robusta presenza tra gli azionisti istituzionali dei fondi etici che hanno in portafoglio attualmente il 7,1% del gruppo. Generali, invece, ha visto riconosciuto limpegno nel campo della sostenibilit, che recentemente si concentrato sugli aspetti ambientali e sul rispetto dei diritti umani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Telecom stringe sulle nomine, lipotesi Catania


Franco Bernab presidente di Telecom Italia e ca-

po-azienda con pi o meno gli stessi poteri di oggi; Marco Patuano country manager per l'Italia a sua volta con deleghe formalizzate nella qualifica di direttore generale; inquadramento analogo per Luca Luciani in Sud America. questo lo schema sul quale ieri si lavorava in piazzetta Cuccia, sede di Mediobanca, per realizzare la convergenza, ufficialmente da tutti auspicata ma non scontata, tra le posizioni di Bernab e quelle dei soci di comando di Telecom, ovvero la stessa Mediobanca, le Generali e Intesa Sanpaolo, non avendo il quarto socio, la spagnola Telefonica, voce in capitolo sul vertice. Il passaggio difficile per l'alto numero di teste chiamate a decidere e per il pericolo, sempre in agguato in casi simili, di soluzioni pasticciate, che sul momento salvano gli equilibri di potere ma non aiutano l'azienda. Nel pomeriggio erano circolate anche indiscrezioni su un piano B, nel caso sfumasse l'accordo con Bernab: Patuano e Luciani amministratori delegati e una presidenza non esecutiva affidata a persone d'esperienza come Elio Cosimo Catania, un tempo responsabile di Ibm Italia, poi chiamato dal governo Berlusconi alle Ferrovie e infine all'Atm, su designazione del sindaco di Milano, Letizia Moratti. Ma verso sera l'indiscrezione non trovava conferme nemmeno in Intesa Sanpaolo che aveva indicato Catania nel board di Telecom. Segno che Bernab resta, al momento, il perno della soluzione, ormai imminente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Borsa Italiana
Nome Titolo Tel.
A A.S. Roma .....................(ASR) A2A .......................................(A2A) Acea......................................(ACE) Acegas-Aps...........................(AEG) Acotel Group * ......................(ACO) Acque Potabili .......................(ACP) Acsm ....................................(ACS) AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) Aedes * ...................................(AE) Aedes 14w *.....................(WAE14) Aeffe *...................................(AEF) Aicon * ...................................(AIC) Alerion ..................................(ARN) Amplifon...............................(AMP) Ansaldo Sts *.........................(STS) Antichi Pell ..............................(AP) Apulia Pront...........................(APP) Arena ....................................(ARE) Arkimedica ...........................(AKM) Ascopiave *...........................(ASC) Astaldi * ................................(AST) Atlantia ..................................(ATL) Autogrill ................................(AGL) Autostrada To-Mi .....................(AT) Autostrade Mer. ................(AUTME) Azimut..................................(AZM) B B&C Speakers ...............(BEC) Banca Generali .....................(BGN) Banca Ifis *...............................(IF) Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) Banco Popolare .......................(BP) Banco Popolare w10.........(WBP10) Basicnet................................(BAN) Bastogi......................................(B) BB Biotech *............................(BB) Bca Carige ............................(CRG) Bca Carige r........................(CRGR) Bca Finnat * ..........................(BFE) Bca Intermobiliare .................(BIM) Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) Bca Pop.Milano......................(PMI) Bca Pop.Milano 13w .......(WPMI13) Bca Pop.Spoleto ....................(SPO) Bca Profilo ............................(PRO) Bco Desio-Brianza ................(BDB) Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) Bco Santander ....................(SANT) Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) Bee Team ..............................(BET) Beghelli ...................................(BE) Benetton Group .....................(BEN) Beni Stabili ...........................(BNS) Best Union Co......................(BEST) Bialetti Industrie *...................(BIA) Biancamano *.......................(BCM) Biesse * ................................(BSS) Bioera.....................................(BIE) Boero Bart.............................(BOE) Bolzoni *................................(BLZ) Bon.Ferraresi...........................(BF) Borgosesia..............................(BO) Borgosesia rnc......................(BOR) Brembo * ..............................(BRE) Brioschi..................................(BRI) Bulgari ..................................(BUL) Buone Societ .......................(LBS) Buongiorno *.........................(BNG) Buzzi Unicem ........................(BZU) Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) C Cad It *..........................(CAD) Cairo Comm. *........................(CAI) Caleffi....................................(CLF) Caltagirone ..........................(CALT) Caltagirone Ed.......................(CED) Camfin .................................(CMF) Camfin 09-11 w ............(WCMF11) Campari ................................(CPR) Cape Live ................................(CL) Carraro ...............................(CARR) Cattolica As.........................(CASS) CDC ......................................(CDC) Cell Therap...........................(CTIC) Cembre * .............................(CMB) Cementir *............................(CEM) Cent. Latte Torino * ................(CLT) Ceram. Ricchetti.....................(RIC) CHL.......................................(CHL) CIA .........................................(CIA) Ciccolella ................................(CC) Cir..........................................(CIR) Class Editori ..........................(CLE) Cobra * .................................(COB) Cofide ...................................(COF) Cogeme Set ..........................(COG) Conafi Prestito' .....................(CNP) Cred. Artigiano ......................(CRA) Cred. Bergamasco...................(CB) Cred. Emiliano .........................(CE)
1,084 1,128 8,045 3,830 39,280 1,428 1,085 12,200 0,191 0,040 0,866 0,216 0,487 4,064 9,785 0,586 0,347 0,026 0,410 1,618 5,510 16,220 9,790 10,200 22,750 7,335 3,880 10,480 5,150 8,820 6,060 2,336 2,652 1,510 50,850 1,703 2,700 0,480 4,230 3,130 2,930 3,194 0,388 3,970 3,666 8,100 9,145 0,467 0,674 4,930 0,751 1,330 0,406 1,581 6,810 2,170 30,000 1,257 8,490 0,155 12,190 0,381 1,228 10,320 5,900 4,180 2,990 1,250 1,998 1,880 0,343 0,062 4,592 0,261 4,060 18,940 1,558 0,158 6,485 2,168 2,850 0,276 0,131 0,270 0,699 1,487 0,442 1,378 0,693 0,289 1,032 1,412 21,450 4,880 -3,82 -1,31 -0,86 +0,26 -1,31 +0,49 -0,46 -1,21 -1,30 +0,25 -3,67 +0,33 -1,40 -1,02 -1,36 -1,76 +0,09 +1,16 -0,58 -0,06 -1,61 -0,37 -0,31 +0,66 -2,59 -2,12 -1,04 -0,19 -0,17 -0,98 -2,34 -0,67 -1,50 +0,20 +0,24 -0,23 +0,24 -0,25 -1,48 +0,86 +0,71 -0,25 -0,81 -1,18 -0,22 -2,09 +0,40 -4,32 +3,33 -0,82 -1,94 -0,09 +0,40 +0,16 -0,24 +0,52 +0,25 -2,26 -1,05 -2,82 -3,12 +1,95 +0,27 -0,48 +0,55 -1,05 -2,28 -1,43 -1,16 -2,79 -2,40 -0,76 +0,38 +0,70 -2,34 +11,76 -0,31 +1,38 -1,52 +0,50 +0,95 -3,14 +1,30 -1,62 -2,49 -0,60 -1,13 +2,75 +7,63 -8,06 +5,58 -10,71 -0,49 +0,18 +12,65 -1,14 -4,53 +70,37 +21,93 -7,83 +7,51 -8,64 +24,18 -1,70 +2,34 -9,39 +2,34 +11,20 +4,78 -8,08 -0,10 -0,22 +6,46 +3,19 +14,41 -2,65 -7,16 -2,26 -5,23 -5,29 -1,63 +4,63 +8,47 -2,70 -3,11 +1,20 +2,62 +9,94 -7,29 -11,82 -1,98 -1,25 +2,79 -3,23 +16,34 -1,97 -1,40 +17,08 -3,62 +14,72 +19,77 +26,58 +1,76 +1,94 -2,63 +8,22 +11,13 +49,20 -2,31 +5,50 +18,83 +8,26 +2,08 +10,23 +8,04 +12,95 +9,37 -8,06 -6,35 -5,81 +3,78 +4,44 -1,10 -5,06 -42,23 +4,43 +2,63 +16,33 +9,27 -1,32 -8,78 +7,30 +8,30 -2,00 +3,84 +2,90 -21,68 +3,41 +8,78 +4,23 +4,44 1,023 1,001 8,000 3,628 39,280 1,350 1,040 10,830 0,183 0,037 0,477 0,158 0,478 3,598 9,765 0,472 0,347 0,025 0,398 1,527 4,670 15,270 9,780 9,600 22,000 6,745 3,730 8,955 5,150 8,810 6,020 2,305 2,652 1,510 47,680 1,470 2,590 0,480 4,175 3,030 2,493 3,160 0,388 3,700 3,562 7,400 9,015 0,380 0,653 4,600 0,633 1,330 0,351 1,286 5,010 2,132 28,880 1,255 7,725 0,135 7,280 0,371 1,053 7,960 4,902 3,780 2,685 1,120 1,749 1,655 0,330 0,056 4,558 0,234 3,723 18,570 1,558 0,157 5,965 2,030 2,400 0,253 0,131 0,270 0,651 1,337 0,429 1,258 0,647 0,248 0,949 1,279 20,300 4,263

Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
3,368 0,261 0,102 1,135 0,952 4,486 0,983 21,590 12,030 5,905 6,540 1,439 31,380 1,230 2,730 17,310 0,873 1,250 1,435 13,920 1,623 4,304 4,150 1,737 21,430 17,460 9,730 0,962 0,450 0,027 0,132 5,850 2,008 -1,00 -1,70 -0,49 +0,27 -0,52 -1,41 -2,38 -1,60 -1,31 -1,09 -1,28 -0,07 -1,78 -2,38 -2,15 -0,75 -1,36 -1,57 +1,27 +0,14 -0,12 -2,18 -0,62 -1,19 -0,23 -0,74 -1,32 +0,10 +1,51 +3,52 +6,72 -0,85 -1,86 +1,68 +15,27 +5,07 +5,48 -3,69 -8,26 +17,02 -10,79 -8,66 -2,64 +11,99 +25,13 -0,54 -19,61 -6,35 +12,55 +0,92 +2,38 +8,88 +9,95 +12,71 -2,51 +9,93 +10,50 -0,28 +6,33 -5,99 -0,05 -7,64 -10,17 -0,83 +3,36 +7,38 3,063 0,223 0,092 1,052 0,906 3,908 0,819 21,250 11,740 5,900 5,820 1,125 31,380 1,230 2,730 15,040 0,835 1,200 1,285 12,410 1,435 4,300 3,692 1,563 21,140 16,340 9,730 0,960 0,435 0,023 0,124 5,390 1,860 3,695 798,1 0,281 0,161 6,1 1,249 37,4 1,000 141,3 5,020 73,4 1,111 81,8 24,580 883,9 13,690 485,6 6,540 342,0 6,920 977,0 1,465 442,2 36,090 1752,9 1,573 17,5 3,265 20,9 17,450 195,1 0,907 4511,7 1,287 138,3 1,539 62,1 14,930 66,9 1,768 103,0 4,515 119,3 4,330 39046,5 1,802 8682,5 23,770 267,0 18,420 69956,8 10,440 1471,2 0,973 91,2 0,498 42,5 0,029 0,143 6,275 306,5 2,046 72,1

Borse Estere
indici

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
1,249 1,163 8,750 3,892 44,140 1,477 1,132 12,500 0,231 0,049 0,980 0,281 0,529 4,106 11,200 0,596 0,384 0,029 0,453 1,632 5,805 16,900 10,970 10,840 24,380 8,110 4,080 10,600 5,585 9,895 6,600 2,753 3,100 1,660 50,850 1,812 2,780 0,522 4,250 3,210 3,163 3,455 0,440 4,120 3,750 9,300 9,950 0,505 0,732 5,275 0,753 1,450 0,425 1,710 7,000 2,280 31,430 1,349 8,680 0,173 12,190 0,409 1,409 10,760 6,090 4,447 3,067 1,399 1,998 1,945 0,374 0,069 4,945 0,411 4,468 20,310 1,698 0,302 6,485 2,340 2,850 0,305 0,150 0,296 0,777 1,611 0,490 1,440 0,720 0,371 1,069 1,448 21,690 5,505 148,1 3539,2 1715,6 209,8 164,9 51,5 83,4 110,0 140,5 94,0 23,5 215,4 907,5 1181,6 26,8 81,3 33,2 35,6 378,7 544,6 9715,9 2491,7 893,9 98,9 1060,6 42,5 1178,7 274,9 2255,3 1883,2 4146,8 162,3 27,2 2750,6 460,2 174,4 660,7 235,6 1224,4 95,0 261,8 462,4 48,2 60,3 32,7 134,9 909,1 1432,8 12,6 29,6 54,2 187,3 55,5 168,0 56,3 567,6 121,1 3680,5 4,1 131,1 1724,2 239,3 37,4 235,9 15,8 239,5 235,1 232,4 2666,7 13,4 188,1 1020,9 19,1 110,2 346,0 27,5 22,7 19,7 24,8 124,6 1180,4 45,8 29,2 499,9 17,9 48,1 403,9 1307,7 1625,5

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz A New York valori espressi in dollari, a Londra Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni in pence, a Zurigo in franchi svizzeri (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
5,925 0,572 1,554 2,352 1,301 2,398 3,350 0,200 6,260 2,300 6,045 5,630 9,005 0,450 0,940 1,112 0,524 0,740 0,710 8,930 2,980 14,350 0,226 0,051 0,014 0,176 0,831 1,205 0,850 1,890 2,510 6,895 20,430 0,607 0,171 0,246 1,207 22,550 0,357 7,625 5,635 12,300 35,920 1,791 10,210 7,400 0,558 0,080 0,790 6,550 7,895 2,410 3,888 2,654 5,230 0,084 1,912 0,520 9,040 1,500 0,575 1,134 0,193 0,299 1,007 16,140 3,366 3,608 0,701 0,081 0,002 76,100 1,491 9,110 6,000 7,005 0,002 1,770 2,024 0,488 0,021 0,401 0,022 4,240 1,488 4,458 3,760 9,000 3,048 5,100 0,704 0,673 +0,08 -7,28 -3,05 -5,45 -1,33 +1,24 +13,62 +0,77 +23,08 -0,25 -1,01 +0,12 +0,98 -0,50 -8,68 -0,08 +62,60 +1,05 +19,17 -0,33 -1,47 -0,79 -1,23 -0,06 -0,88 +0,22 -8,09 -2,08 -2,94 +0,09 +6,92 -1,87 +14,93 -1,99 -3,27 -1,39 -5,65 -1,87 +23,17 +88,73 -2,18 +11,24 -0,04 -4,60 +3,87 +11,60 -1,45 +0,74 -1,85 -5,95 -2,81 -1,83 -3,45 +14,98 -0,99 +17,08 -1,05 -6,90 -2,33 +3,93 +0,51 -2,75 -2,58 +3,34 +16,73 +70,99 +8,29+288,86 -0,93 +11,13 -0,25 -13,29 -4,29 -10,83 +1,77 +8,02 +1,46 +12,13 -0,88 +13,84 -2,77 -10,35 -0,91 -4,67 -1,54 +11,94 +0,89 +1,90 -2,12 -2,25 -0,80 -12,33 -1,59 +2,60 -3,66 -1,06 +10,08 -0,63 +8,75 -0,08 -8,88 -0,66 +4,59 +5,95 +5,66 -1,29 +9,67 -1,19 +11,49 +0,78 +6,02 -0,93 +12,44 +6,84 +10,68 -15,75 +0,44 +15,60 -19,15 -0,20 -7,16 +0,85 +22,58 -0,49 -12,76 +0,18 +5,52 -0,82 -1,15 -0,28 +8,26 -1,22 +1,25 -2,50 +3,02 +0,27 +3,83 -2,51 -16,11 -1,15 +11,11 -1,27 +5,50 +13,33 -45,16 -1,17 +11,74 -0,30 +5,69 -1,01 +4,20 -1,43 -12,29 -0,12 +10,64 -2,68 -5,22 -0,24 +1,50 -0,80 +13,24 -0,67 +11,45 -1,05 +4,88 -5,76 -9,18 +1,13 -43,03 +0,59 +5,43 +9,15 +52,55 -2,18 +32,64 5,920 0,560 1,490 2,035 1,035 2,260 3,276 0,172 3,538 1,878 5,580 5,250 8,850 0,449 0,898 0,967 0,429 0,712 0,677 6,965 1,200 12,750 0,226 0,044 0,012 0,162 0,827 1,017 0,717 1,867 2,300 6,605 19,100 0,344 0,031 0,211 1,207 21,420 0,313 6,795 4,925 12,140 34,620 1,575 9,970 7,210 0,558 0,069 0,725 5,750 7,060 2,378 3,668 2,263 4,930 0,071 1,675 0,468 7,865 1,400 0,493 0,967 0,183 0,281 0,812 16,140 3,100 3,490 0,631 0,071 0,002 71,950 1,436 9,110 5,360 6,275 0,002 1,474 1,790 0,458 0,021 0,354 0,022 4,140 1,281 3,980 3,513 8,905 2,990 4,780 0,445 0,469 6,390 0,670 1,622 2,352 1,314 2,620 3,813 0,245 7,100 2,400 6,225 5,760 10,110 0,490 1,142 1,205 0,593 0,792 0,766 9,400 2,957 15,950 0,248 0,058 0,019 0,188 0,881 1,317 0,880 2,078 2,570 7,090 21,490 0,607 0,171 0,293 1,392 25,300 0,390 8,500 6,180 13,720 37,980 2,022 10,700 7,700 0,640 0,089 0,850 6,760 8,210 2,773 4,010 2,708 5,400 0,096 1,944 0,573 9,645 1,590 0,720 1,144 0,239 0,340 1,025 18,510 3,372 3,780 0,712 0,090 0,003 78,890 1,491 11,340 6,270 7,875 0,003 1,997 2,150 0,536 0,024 0,412 0,025 4,378 1,520 4,488 3,802 9,910 5,350 5,100 0,780 0,785 25,4 19,6 70,8 4066,2 892,9 50,0 194,5 114,0 2888,9 69,2 10,6 59,0 133,9 34,2 445,3 303,9 131,2 76,9 3081,1 85,3 23,7 48,4 26,8 892,7 25,0 85,9 58,9 1443,3 190,7 89,0 201,5 13,5 265,9 32,8 111,2 41,1 711,4 15814,6 1711,6 100,7 413,3 77,8 154,0 0,5 105,8 1801,8 281,3 13947,9 309,0 472,6 35,5 906,3 44,2 201,9 23,1 15168,4 278,9 1,6 6055,6 6737,2 100,2 75,3 151,9 2344,9 45,6 589,4 15,8 4480,9 34374,0 49,2 1035,6 519,4 44,7 44,3 194,5 252,3 479,4 3,0 409,9 16,6 2,3
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-03 Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 359,07 Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 114,31 Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2652,11 DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 281,13 DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2883,84 DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 275,42 DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2594,83 FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 2329,00 Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 23249,78 Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 26717,31 Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 5828,67 Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . 10398,40 Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 396,30 Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 3043,49 Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4734,75 Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 13674,25 Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 2792,32 Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 6353,76 selezione FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 11-03 Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99,82 Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 54,64 Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43,01 Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56,30 Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 5,80 Deutsche Bank n . . . . . . . . . . . . . . 42,73 Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 12,95 Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . 10,16 Dt Lufthansa Ag. . . . . . . . . . . . . . . 14,91 Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 46,05 Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50,92 Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,77 Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91,26 Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 105,75 PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-03 Air France . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,88 Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91,70 Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39,15 Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14,61 Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53,14 Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,60 Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,99 Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69,07 Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 68,85 Crdit Agricole. . . . . . . . . . . . . . . . 11,66 Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,27 France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 15,47 Havas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3,90 L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 81,64 Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59,30 Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,84 Renault. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,75 Saint-Gobain . . . . . . . . . . . . . . . . . 40,32 Sanofi-Synthelab . . . . . . . . . . . . . . 49,39 Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 46,75 Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 48,91 Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,26 NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-03 Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 168,07 American Express . . . . . . . . . . . . . 44,28 Apple Comp Inc . . . . . . . . . . . . . . 351,99 At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 28,46 Bank of America . . . . . . . . . . . . . . 14,38 Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 71,64 Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 39,94 Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . 100,02 Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 17,95 Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4,57 Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 64,81 Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 79,18 Dow Chemical. . . . . . . . . . . . . . . . 36,79 DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 52,90 Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 82,12 Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14,36 General Electric . . . . . . . . . . . . . . . 20,36 General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 31,93 Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 160,68 Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 41,73 Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 56,27 Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 162,43 Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 4,19 Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 20,87 Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 59,69 JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 45,74 Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 80,47 Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 32,07 McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 76,73 Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,73 Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 25,68 Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 67,51 Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 28,34 Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 87,17 Occidental Pet. . . . . . . . . . . . . . . . 98,75 Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19,47 Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 61,49 Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 34,39 Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 30,37 Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 55,14 Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 42,93 Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83,34 Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,40 Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17,42 LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-03 3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 296,73 Anglo American . . . . . . . . . . . . . 3118,46 AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 2951,08 B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 825,53 Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 297,88 BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 468,74 British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 187,72 Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1173,92 Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1192,69 Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 336,51 Pearson Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 1095,21 Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 721,23 Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 597,65 Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 133,57 Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 42,87 Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1748,40 Unilever Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 1843,02 Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 178,59 ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-03 Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51,60 Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 50,75 Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17,33 var.% -2,14 -1,00 -0,42 -1,44 -2,98 -1,24 -0,23 -0,49 -0,60 -4,27 -0,95 -0,69 -1,30 +1,05 var.% -1,16 -1,59 -1,65 -2,04 +1,03 -0,56 -1,02 -0,36 -0,20 -0,04 -1,07 -0,67 -0,03 -0,80 -0,32 -0,94 -1,76 -2,59 -2,53 +1,69 -0,75 -0,82 var.% +1,16 +0,59 +1,53 -0,52 +0,84 +0,49 -1,26 +1,66 +0,17 +0,66 -0,74 +0,25 -0,08 +0,59 +0,91 +2,13 +1,29 +1,62 +0,26 +0,63 +0,86 +0,25 -6,47 +0,38 +0,13 +0,46 +1,81 -0,47 +0,07 -0,52 +1,06 +0,63 +0,96 -1,15 +1,35 +0,62 +0,41 -0,16 +4,53 +1,08 +1,30 +0,68 +2,11 var.% -0,86 +0,21 -0,84 -0,18 -1,17 -1,63 -2,14 -0,52 -0,93 +0,44 -1,03 -0,89 -1,87 -1,22 -2,15 -0,30 +0,25 -0,27 -0,03 var.% -0,68 -0,35 var.% -0,85 -1,11 -0,53 -0,94 -0,89 -0,89 -0,65 -0,72 -1,55 +0,34 -0,28 -0,36 -0,62 -1,04 -1,18 +0,26 -0,52 -0,79

Cred. Valtellinese .................(CVAL) Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10) Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) Crespi ...................................(CRE) Csp .......................................(CSP) D D'Amico *........................(DIS) Dada * ....................................(DA) Damiani *.............................(DMN) Danieli ..................................(DAN) Danieli rnc ..........................(DANR) Datalogic * ............................(DAL) De'Longhi .............................(DLG) Dea Capital *.........................(DEA) Diasorin *...............................(DIA) Digital Bros *..........................(DIB) Dmail Group * ......................(DMA) DMT * ..................................(DMT) E Edison ............................(EDN) Edison r ..............................(EDNR) EEMS * ...............................(EEMS) El.En. * ..................................(ELN) Elica * ...................................(ELC) Emak * ...................................(EM) Enel.....................................(ENEL) Enel Green Pw....................(EGPW) Enervit ..................................(ENV) Engineering * ........................(ENG) Eni .........................................(ENI) Erg........................................(ERG) Erg Renew ............................(EGR) Ergy Capital...........................(ECA) Ergy Capital 11w ................(WECA) Ergy Capital 16w ............(WECA16) Esprinet * ..............................(PRT) Eurotech * .............................(ETH) Eutelia ...................................(EUT)

I IGD *...............................(IGD) 1,570 +0,26 +6,80 1,445 1,575 485,0 Il Sole 24 Ore ........................(S24) 1,379 +0,66 -1,15 1,305 1,510 59,5 Ima * .....................................(IMA) 14,650 -0,54 -2,14 14,210 15,200 500,9 Immsi ....................................(IMS) 0,816 -1,15 -1,75 0,805 0,854 280,3 Impregilo................................(IPG) 2,284 -1,21 +6,48 2,047 2,462 919,0 Impregilo rnc........................(IPGR) 7,480 -2,22 -3,48 7,355 7,900 12,1 Indesit....................................(IND) 8,130 -0,79 -0,79 7,700 8,570 923,8 Indesit rnc ...........................(INDR) 6,680 -3,61 -2,98 6,640 7,210 3,5 Intek.......................................(ITK) 0,410 +1,23 +4,19 0,394 0,421 52,7 Intek 11w ..........................(WIT11) 0,029 +14,80 0,022 0,029 Intek r ................................(ITKRP) 0,660 -4,90 -3,65 0,660 0,739 3,8 Interpump * ..............................(IP) 5,940 -0,42 +3,57 5,360 6,110 580,9 Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,800 -3,79 +19,94 0,630 0,874 Intesa Sanpaolo......................(ISP) 2,328 -1,52 +13,28 1,891 2,590 27703,7 Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 2,000 -1,77 +10,86 1,695 2,245 1878,2 Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,014 -2,10 +12,90 0,012 0,019 17,9 Invest e Sviluppo 09w......(WIES12) 0,006 +5,26+106,90 0,002 0,007 Irce *......................................(IRC) 1,728 +0,52 +8,75 1,528 1,750 47,4 Iren ........................................(IRE) 1,230 -1,05 -2,07 1,230 1,314 1457,5 Isagro * ..................................(ISG) 3,548 -0,06 +2,03 3,368 3,853 61,5 IT WAY * ................................(ITW) 2,230 +0,54 -19,64 2,170 2,980 9,7 Italcementi................................(IT) 7,405 -2,76 +12,20 5,895 7,650 1329,4 Italcementi rnc .......................(ITR) 3,830 -1,44 +5,00 3,350 3,886 410,2 Italmobiliare...........................(ITM) 28,050 -1,06 +8,97 25,100 29,030 613,3 Italmobiliare rnc...................(ITMR) 18,690 -1,01 +4,47 17,600 19,730 305,1 Italy 1 Invest w ...................(WIT1) Italy 1 Invest...........................(IT1) 9,950 9,750 9,990 149,0 IW Bank...................................(IW) 2,016 +0,10 +1,10 1,959 2,018 148,4 J Juventus FC * ...............(JUVE) 0,814 +1,62 -14,72 0,801 0,986 163,3 58,2 K K.R.Energy......................(KRE) 0,060 +1,18 -13,17 0,059 0,074 K.R.Energy 12w..............(WKRE12) 0,020 +1,52 -2,44 0,018 0,023 Kerself ..................................(KRS) 2,708 -2,94 -22,13 2,708 3,700 47,2 Kinexia..................................(KNX) 1,899 +1,23 -11,05 1,876 2,135 40,2 KME Group ...........................(KME) 0,373 -1,69 +12,92 0,325 0,391 167,8 KME Group 09w.............(WKME09) 0,019 -0,51 +9,60 0,017 0,021 KME Group 11w.............(WKME11)

Exor ......................................(EXO) Exor prv.................................(EXP) Exor risp................................(EXR) Exprivia *...............................(XPR) F Falck Renewables * ........(FKR) Fastweb ...............................(FWB) Fiat............................................(F) Fiat Ind. priv............................(FIP) Fiat Ind. risp ...........................(FIR) Fiat Industr................................(FI) Fiat prv....................................(FP) Fiat rnc....................................(FR) Fidia * ...................................(FDA) Fiera Milano * .........................(FM) Finarte C.Aste .......................(FCD) Finmeccanica........................(FNC) FNM .....................................(FNM) Fondiaria-Sai .........................(FSA) Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) Fullsix....................................(FUL) G Gabetti Pro.S. .................(GAB) Gabetti Pro.S. 13w .........(WGAB13) Gas Plus................................(GSP) Gefran * ..................................(GE) Gemina ................................(GEM) Gemina rnc ........................(GEMR) Generali ....................................(G) Geox .....................................(GEO) Gewiss .................................(GEW) Greenvision ............................(VIS) Gruppo Coin..........................(GCN) Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) Gruppo Minerali M...............(GMM) H Hera...............................(HER) I Grandi Viaggi ........................(IGV)

20,810 16,480 15,500 0,997 1,250 18,000 6,340 6,210 6,250 9,725 5,080 5,130 3,960 4,270 8,930 0,494 7,170 4,378 1,268 0,137 0,041 3,940 4,652 0,608 1,009 15,520 4,290 4,086 4,632 7,130 1,933 4,100 1,604 0,836

-2,71 -3,06 -2,39 +0,71 -3,50 -3,47 -1,77 +0,49 +0,59 -1,00 -0,23 -1,81 -1,06 -0,55 +0,18 +0,79 +1,11 -6,18 -1,25 +0,95 -1,62 -0,49 -1,90 -4,11 +1,34 +0,35 -1,04 -0,57 -1,91 +0,06 -1,30

-16,53 -12,34 -17,11 +4,56 -25,37 +0,61 -9,75 -0,64 +1,13 +8,06 -3,97 -2,93 +7,39 -1,84 +3,72 -2,12 +13,27 +9,59 +15,27 -37,63 -58,25 -0,25 +3,84 +12,59 +6,21 +7,78 +24,62 +1,52 -1,39 -8,35 +12,97 -8,28 +3,48 +2,01

20,810 16,480 15,430 0,948 1,200 17,810 6,235 6,090 5,960 8,685 4,998 5,035 3,495 4,240 8,500 0,483 5,805 3,632 1,071 0,136 0,041 3,925 4,270 0,532 0,925 13,810 3,377 3,940 4,500 7,130 1,615 4,060 1,549 0,776

25,760 3364,0 19,870 1279,2 18,940 143,1 1,155 51,3 1,758 202,4 18,000 1429,2 8,050 6907,2 7,415 651,8 7,395 506,1 10,660 10710,6 6,385 520,7 6,375 407,9 4,140 20,4 4,500 180,0 9,865 5182,4 0,515 123,2 7,565 902,5 4,560 186,6 1,280 14,1 0,245 12,0 0,098 4,160 177,1 5,250 65,9 0,627 895,0 1,170 3,9 16,990 24221,2 4,500 1134,0 4,125 483,9 4,835 27,0 7,870 996,7 1,968 794,7 4,490 24,7 1,701 1794,3 0,900 37,6

KME Group rnc ...................(KMER) 0,689 +2,15 +18,49 0,576 0,689 29,3 59,8 L La Doria *..........................(LD) 1,947 +3,56 +4,01 1,850 2,010 Landi Renzo *..........................(LR) 2,410 -2,35 -19,20 2,410 3,015 272,1 Lazio .....................................(SSL) 0,544 -1,09 -28,52 0,544 0,761 37,1 Lottomatica ...........................(LTO) 12,480 +4,61 +32,62 8,925 12,480 2121,4 Luxottica ...............................(LUX) 22,970 -1,84 +0,26 21,640 23,490 10764,0 M Maire Tecnimont ..............(MT) 2,782 -0,36 -17,39 2,782 3,638 897,2 Management e C. .................(MEC) 0,211 -0,71 -1,73 0,208 0,216 101,0 Marcolin ...............................(MCL) 4,510 -1,53 -1,26 4,190 4,795 281,2 Mariella Burani FG * ...........(MBFG) MARR * ..............................(MARR) 8,730 +5,24 -0,11 8,080 8,880 577,0 Mediacontech ......................(MCH) 2,360 -1,34 +0,43 2,180 2,470 43,2 Mediaset ................................(MS) 4,618 -0,22 +1,61 4,340 4,923 5449,4 Mediobanca............................(MB) 7,430 -0,93 +9,91 6,555 8,010 6420,9 Mediobanca 11w.............(WMB11) 0,000 -96,23 0,000 0,008 Mediolanum .........................(MED) 3,596 -1,86 +14,98 3,092 3,987 2653,0 Meridiana Fly........................(MEF) 0,074 -5,25 +63,72 0,043 0,092 104,6 Meridie ...................................(ME) 0,277 -4,74 -18,95 0,277 0,358 14,5 Meridie 11w ....................(WME11) 0,014 -7,38 -22,91 0,011 0,018 Mid Industry Cap ...................(MIC) 9,880 -1,10 -1,20 9,700 10,330 36,8 Milano Ass...............................(MI) 1,405 +2,55 +17,67 1,113 1,405 775,8 Milano Ass. rnc......................(MIR) 1,487 +0,47 +11,30 1,253 1,487 46,3 Mirato * ................................(MRT) Mittel.....................................(MIT) 2,920 -0,68 -4,89 2,920 3,197 202,9 MolMed ...............................(MLM) 0,419 +1,82 +2,32 0,381 0,465 86,9 Mondadori..............................(MN) 2,544 -1,17 -5,60 2,488 2,763 662,1 Mondo HE.............................(MHE) 0,480 -5,88+202,65 0,157 0,720 10,2 Mondo Tv * ...........................(MTV) 6,050 -0,66 +28,11 4,690 7,200 26,9 Monrif..................................(MON) 0,415 +0,73 +3,36 0,399 0,460 61,3 Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,926 -1,59 +7,80 0,794 1,016 5133,2 Montefibre ..............................(MF) 0,142 -2,07 -5,90 0,142 0,170 18,7 Montefibre rnc....................(MFNC) 0,293 -2,40 -0,68 0,279 0,321 7,6 Monti Ascensori....................(MSA) 0,704 -2,36 -17,04 0,682 0,848 9,4 Mutuionline *........................(MOL) 4,990 -0,50 +1,01 4,806 5,230 199,9 Nice *............................(NICE) 2,998 -2,35 -1,46 2,960 3,400 348,0 N

Noemalife .............................(NOE) Novare ....................................(NR) O Olidata ............................(OLI) P Panariagroup * ...............(PAN) Parmalat ................................(PLT) Parmalat 15w ................(WPLT15) Piaggio ...................................(PIA) Pierrel ...................................(PRL) Pierrel 12w.....................(WPRL12) Pininfarina ............................(PINF) Piquadro .................................(PQ) Pirelli & C. ...............................(PC) Pirelli & C. rnc .......................(PCP) Poligr. S.Faustino *.................(PSF) Poligrafici Editoriale...............(POL) Poltrona Frau.........................(PFG) Pop Emilia 01/07.............(BPER15) Pramac .................................(PRA) Prelios...................................(PRS) Premafin Finanziaria ................(PF) Premuda .................................(PR) Prima Industrie * ....................(PRI) Prima Industrie 13w *......(WPRI13) Prysmian ...............................(PRY) R R. De Medici * .................(RM) R. Ginori 1735.........................(RG) R. Ginori 1735 11w ..........(WRG11) Ratti ......................................(RAT) RCF .......................................(RCF) RCS Mediagroup ...................(RCS) RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) RDB * ...................................(RDB) Realty Vailog............................(IIN) Recordati *............................(REC) Reply * ..................................(REY) Retelit.....................................(LIT) Retelit 11w ......................(WLIT11) Risanamento...........................(RN) Rosss....................................(ROS) S Sabaf S.p.a. * .................(SAB) Sadi .......................................(SSI) Saes *.....................................(SG) Saes rnc *.............................(SGR) Safilo Group...........................(SFL) Saipem.................................(SPM) Saipem risp........................(SPMR) Saras ....................................(SRS) Sat ........................................(SAT) Save....................................(SAVE) Screen Service......................(SSB) Seat PG...................................(PG) Seat PG r ..............................(PGR) Servizi Italia * .........................(SRI) Seteco International * ............(STC) SIAS .......................................(SIS) Snai ......................................(SNA) Snam Gas .............................(SRG) Socotherm.............................(SCT) Sogefi *...................................(SO) Sol ........................................(SOL) Sopaf.....................................(SPF) Sorin.....................................(SRN) Stefanel * ............................(STEF) Stefanel risp * ...................(STEFR) STMicroelectr. ......................(STM) T Tamburi ...........................(TIP) Tamburi 13w ...................(WTIP13) TAS .......................................(TAS) Telecom IT ..............................(TIT) Telecom IT Media .................(TME) Telecom IT Media rnc .........(TMER) Telecom IT rnc......................(TITR) Tenaris ..................................(TEN) Terna ....................................(TRN) TerniEnergia *........................(TER) Tesmec * ...............................(TES) Tiscali.....................................(TIS) Tiscali 14w ......................(WTIS14) Tod's.....................................(TOD) Toscana Fin .............................(TF) Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) TXT e-solution *.....................(TXT) U UBI Banca .......................(UBI) UBI Banca 11w................(WUBI11) Uni Land ...............................(UNL) Unicredit ...............................(UCG) Unicredit risp ......................(UCGR) Unipol ....................................(UNI) Unipol 13w......................(WUNI13) Unipol prv ............................(UNIP) Unipol prv 13w...............(WUNP13) V Valsoia............................(VLS) Viaggi Ventaglio .....................(VVE) Vianini Industria......................(VIN) Vianini Lavori.........................(VLA) Vittoria Ass. *.........................(VAS) Y Yoox *...........................(YOOX) Yorkville Bhn ...........................(BY) Z Zignago Vetro *.................(ZV) Zucchi...................................(ZUC) Zucchi rnc...........................(ZUCR)

Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano

* Titolo appartenente al segmento Star.

B.O.T.
Scadenza Giorni Pr.Netto
15.03.11 15.04.11 16.05.11 15.06.11 15.07.11 15.08.11 31 62 92 122 153 99,938 99,856 99,745 99,622 99,466

Valuta al 15-03-11

Euribor
Periodo
1 sett. 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

Monete auree
T. 365
0,865 0,905 1,036 1,189 1,297 1,399 1,510

Oro
11 mar
Oro Milano (Euro/gr.)

Tassi
Mattino Sera
33,02 33,17

Rend.
0,62 0,67 0,84 0,96 1,10

Scadenza Giorni Pr.Netto


15.09.11 14.10.11 15.11.11 15.12.11 16.01.12 15.02.12 184 213 245 275 307 337 99,323 99,158 98,984 98,794 98,497 98,210

Rend.
1,17 1,27 1,30 1,36 1,55 -

T. 360
0,853 0,893 1,022 1,173 1,279 1,380 1,489

Periodo
7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

T.360
1,568 1,647 1,731 1,798 1,871 1,944

T.365
1,590 1,670 1,755 1,823 1,897 1,971

11 mar

Denaro Lettera
228,27 252,03 228,27 252,03 228,27 252,03 950,28 1.053,57 177,76 202,45 176,63 200,39 176,63 200,39

Sconto

Interv

Sconto

Interv

Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano Marengo Svizzero Marengo Francese

Oro Londra (usd/oncia) 1.409,75 1.411,50 Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 836,18 43,40 18,49

Italia Area Euro Canada Danimarca Finlandia

1,00 1,00 0,99 0,75 1,00

1,00 1,00 0,00 0,75 1,00

Francia Giappone G.B. USA Svezia

1,00 0,30 0,00 0,75 1,50

1,00 0,10 0,50 0,25 1,50

56
1927-2011

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Addio a David Vias il marxista che ispir Mafalda

Mafalda era il nome della protagonista del suo romanzo Dar la cara (uscito nel 1962): sar proprio lei a ispirare al disegnatore Quino la mitica Mafalda, la ragazzina (ribelle e anticonformista) eroina dei suoi fumetti. David Vias (nella foto) morto a Buenos Aires allet di 83 anni (era nato il 28 luglio 1927). Drammaturgo, critico e intellettuale stato autore di romanzi di successo come I padroni della terra o Un Dio quotidiano e di lavori

teatrali come Lisandro. Negli anni Cinquanta Vias era stato anche tra i fondatori di Contorno, una rivista animata da un gruppo di intellettuali marxisti (da Juan Jos Sebreli, Adolfo Prieto, Ramon Alcalde, Adelaida Gigli, Oscar Masotta, Len Rozitchner, No Jitrik). Il suo lavoro letterario sempre stato in qualche modo lontano da un certo realismo magico tipico dei suoi contemporanei, concentrandosi invece sui drammi e le

problematiche legate alla storia politica dellArgentina, dal peronismo al regime militare. Un impegno vissuto drammaticamente da Vias: costretto allesilio dal 1976 al 1983 proprio a causa delle sue simpatie marxiste vedr, durante la dittatura, due dei suoi figli tra gli oltre 30mila argentini desaparecidos.

Stefano Bucci
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cultura
Narrativa Arriva Libert, atteso romanzo dellautore delle Correzioni Lincipit La storia di due pionieri americani. Pubblichiamo le prime pagine

Qualcosa andato storto nella famiglia borghese


Ecco Walter e Patty, nuovi eroi di Jonathan Franzen
di JONATHAN FRANZEN
e notizie su Walter Berglund non vennero riprese dalla stampa locale lui e Patty si erano trasferiti a Washington due anni prima, e ormai non contavano pi niente per St Paul , ma la nuova borghesia urbana di Ramsey Hill non era cos leale alla propria citt da non leggere il New York Times. Secondo un lungo e assai poco lusinghiero articolo del Nyt, Walter, nella capitale della nazione, aveva mandato a rotoli la propria vita professionale. I suoi vecchi vicini avevano qualche difficolt a conciliare la descrizione del quotidiano (arrogante, tirannico, eticamente compromesso) con luomo generoso, sorridente e rubicondo dei loro ri-

struirlo. Motociclisti arrostiti dal sole continuavano a invadere il terreno di fronte, bevendo Schlitz, grigliando salsicce e smanettando in piena notte, fino a quando Patty non usciva fuori in tuta da ginnastica ed esclamava: Ehi, ragazzi, sapete che vi dico?. Patty non faceva paura a nessuno, ma alle superiori e al college era stata una campionessa sportiva, e possedeva una certa audacia da atleta. Fin dal primo giorno, senza volerlo, aveva dato nellocchio. Alta, con i capelli raccolti a coda di cavallo, assurdamente giovane, spingeva il passeggino accanto alle auto smantellate, ai cocci di bottiglie di birra e ai cumuli di neve vecchia sporca di vomito, come se dentro le borse di rete appese allimpugnatura ci portasse tutta la giornata ora per ora. Dietro di lei si

Lirruzione Fin dal primo giorno, senza volerlo, aveva dato nellocchio Era alta, assurdamente giovane
cordi, limpiegato della 3m che risaliva Summit Avenue sulla sua bici da citt nella neve di febbraio; sembrava assurdo che Walter, pi verde di Greenpeace e cresciuto in campagna, fosse finito nei guai per connivenza con lindustria del carbone ai danni dei contadini. Ma nei Berglund, daltra parte, cera sempre stato qualcosa che non andava. Walter e Patty erano stati i giovani pionieri di Ramsey Hill, i primi laureati a comprare una casa in Barrier Street da quando il vecchio cuore di St Paul era caduto in disgrazia, trentanni prima. Avevano speso pochissimo per la loro villetta vittoriana, e poi avevano impiegato dieci anni per ristrutturarla, ammazzandosi di lavoro. Nei primi tempi, della gente molto risoluta gli aveva incendiato il garage e scassinato lauto due volte prima che riuscissero a rico-

Con lo scrittore

Le presentazioni a Roma e a Torino


Il nuovo libro di Jonathan Franzen (di cui in questa pagina pubblichiamo lincipit) si intitola Libert ed da oggi in libreria per Einaudi (traduzione di Silvia Pareschi, pp. 622, e 22). Jonathan Franzen sar in Italia per due incontri pubblici: luned 21 marzo (ore 21) alla Sala Petrassi dellAuditorium Parco della Musica di Roma, in occasione dellanteprima di Libri Come (la Festa del libro e della lettura) dialogher con Alessandro Piperno sul tema Come ho scritto "Libert" (introduce Marino Sinibaldi); mercoled 23 marzo (ore 21) sar invece al Circolo dei lettori di Torino con Paolo Giordano. Tra i libri di Franzen (1959) pubblicati in Italia: Le correzioni (Einaudi); Come stare soli (Einaudi).

scorgevano i preparativi intralciati dai figli per una mattinata di commissioni intralciate dai figli; davanti a lei un pomeriggio di radio pubblica, Il cucchiaio dargento, pannolini di stoffa, stucco per cartongesso e pittura al lattice; e poi Buonanotte luna, e poi zinfandel. Rappresentava gi in pieno quello che stava cominciando ad accadere al resto della via. Nei primi anni, quando si poteva ancora guidare una Volvo 240 senza sentirsi in imbarazzo, il compito collettivo degli abitanti di Ramsey Hill era reimparare certe abilit che i loro genitori avevano cercato di disimparare proprio fuggendo nei quartieri residenziali, tipo come invogliare la polizia locale a svolgere davvero il proprio mestiere, come proteggere una bicicletta da un ladro molto motivato, quando disturbarsi a svegliare un ubriaco addormentato sulle sedie del giardino, come convincere i gatti randagi a cagare nel recinto di sabbia dei figli di qualcun altro, e come stabilire se una scuola pubblica faceva troppo schifo per prendersi la briga di cercare di migliorarla. Cerano anche questioni pi attuali, tipo, cosa pensare dei pannolini di stoffa? Valeva la pena di usarli? Ed era vero che si poteva ancora farsi consegnare il latte nelle bottiglie di vetro? I Boy Scout erano accettabili da un punto di vista politico? Il bulgur era davvero indispensabile? Come smaltire le batterie scariche? Come reagire quando una persona di colore indigente ti accusava di aver distrutto il suo quartiere? Era vero che lo smalto delle vecchie ceramiche Fiestaware conteneva una pericolosa quantit di piombo? Il filtro per lacqua potabile doveva per forza essere un oggetto complicato? Ogni tanto la 240 si rifiutava di andare in overdrive quando si spingeva il pulsante di overdrive? Era meglio dare qualcosa da mangiare ai mendicanti, oppure niente? Era possibile crescere bambini con uninaudita fiducia in se stessi, felici e intelligenti, lavorando a tempo pieno? Si poteva macinare il caff la

Alex Katz, Walk (1971), Pittsburgh, Carnegie Museum of Art. In alto: Jonathan Franzen

sera prima oppure bisognava farlo il mattino stesso? Qualcuno, nella storia di St Paul, aveva mai avuto unesperienza positiva con un conciatetti? Esisteva un bravo meccanico della Volvo? Anche il cavo del freno a mano della 240 degli altri non scorreva? E linterruttore sul cruscotto con quel simbolo enigmatico, che emetteva un clic cos gratificante, cos svedese, ma che sembrava non azionare niente: a cosa serviva? Per chiunque nutrisse questi dubbi, Patty Berglund rappresentava una risorsa, una gioiosa portatrice di polline socioculturale, unape operosa e affabile. Era una delle poche mamme a tempo pieno di Ramsey Hill, famosa per la sua avversione a parlar bene di se stessa e male di chiunque altro. Diceva che un giorno sarebbe finita decapitata da una delle finestre a cui aveva sostitui-

Luniversit Di lei si sapeva che aveva ricevuto una borsa di studio per giocare a pallacanestro

to la corda del contrappeso. I suoi figli sarebbero probabilmente morti di trichinosi per via della carne di maiale che lei non aveva cotto a sufficienza. Si chiedeva se la sua dipendenza dalle esalazioni dello sverniciatore fosse collegata al fatto che non leggeva pi neanche un libro. Confessava che le era stato proibito fertilizzare i fiori di Walter, dopo quello che era successo lultima volta. Alcuni non gradivano il suo stile autodenigratorio: vi scorgevano una certa condiscendenza, come se Patty, nellesagerare i propri lievi difetti, stesse cercando troppo palesemente di non urtare la suscettibilit di casalinghe meno capaci di lei. Ma di norma la gente trovava la sua umilt sincera, o quantomeno divertente, e in ogni caso era difficile resistere a una donna che piaceva tanto ai tuoi figli, e che si ricordava non solo dei loro compleanni ma anche del tuo, e veniva a bussare alla porta con un piatto di biscotti o un biglietto dauguri o un mazzo di mughetti dentro un vasetto comprato in qualche negozio di beneficenza, dicendoti di non disturbarti a restituirlo. Di lei si sapeva che era cresciuta sulla co-

LA CASA EDITRICE IPERBOREA E DEDICA FESTIVAL SALUTANO CEES NOOTEBOOM IN OCCASIONE DELLUSCITA DI AVEVO MILLE VITE E NE HO PRESO UNA SOLA

DEDICA A CEES NOOTEBOOM PORDENONE, 12-26 MARZO 2011 www.dedicafestival.it

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Cultura 57 Eventi Paolo Baratta e Bice Curiger presentano la manifestazione. La preoccupazione per i fondi alla cultura

La luce di Tintoretto illumina Venezia


I numeri della Biennale: 88 Paesi, due artiste dallArabia Saudita
di PAOLO CONTI

La mostra
] La Biennale si svolger a Venezia (ai Giardini e allArsenale) dal 4 giugno al 27 novembre

sta orientale, in un sobborgo di New York, ed era stata una delle prime donne a ricevere una borsa di studio a copertura totale per giocare a pallacanestro alla University of Minnesota, dove al secondo anno, stando alla targa appesa nello studio di Walter, era stata eletta nella seconda squadra All-American. La cosa strana era che Patty, malgrado amasse tanto la famiglia, non aveva alcun legame evidente con le proprie radici. Passava intere stagioni senza metter piede fuori da St Paul, e non era chiaro se qualcuno, a cominciare dai suoi genitori, fosse mai venuto a trovarla dalla costa orientale. Se interrogata a bruciapelo sui genitori, Patty rispondeva che facevano tante belle cose per tanta gente; suo padre aveva uno studio legale a White Plains, sua madre era in politica, s, una deputata dello Stato di New York. Poi annuiva con enfasi e diceva: S, ecco cosa fanno, come se avesse esaurito largomento. Cercare di farle ammettere che qualcuno si comportava in modo pessimo poteva diventare una gara di abilit. Quando venne a sapere che Seth e Merrie Paulsen avevano organizzato una grande festa di Halloween per i loro gemelli, invitando di proposito tutti i bambini dellisolato tranne Connie Monaghan, Patty si limit a dire che era molto strano. La prima volta che la incontrarono per strada, i Paulsen le spiegarono che per tutta lestate avevano cercato di convincere la madre di Connie Monaghan, Carol, a non lanciare i mozziconi dalla finestra della sua camera dentro la piscinetta dei gemelli. molto strano convenne Patty, scuotendo la testa ma non colpa sua, sapete. I Paulsen, tuttavia, si rifiutarono di accontentarsi di strano. Volevano sociopatico, volevano passivo-aggressivo, volevano pessimo. Sentivano il bisogno che Patty scegliesse uno di quegli epiteti e si unisse a loro nellapplicarlo a Carol Monaghan, ma Patty era incapace di andare oltre strano, e i Paulsen a loro volta si rifiutarono di aggiungere Connie alla lista degli invitati. Patty prov un tale sdegno per quellingiustizia che il pomeriggio della festa port i suoi bambini, insieme a Connie e a una compagna di classe, a fare unescursione in un campo di zucche con il classico giro sul carro da fieno, ma la cosa peggiore che disse sui Paulsen fu che la loro durezza nei confronti di una bambina di sette anni era molto strana. 2010 Jonathan Franzen. Per gentile concessione di Luigi Bernab Associates

aolo Baratta, presidente della Biennale di Venezia, non indossa la solita cravatta scura ma un golf blu: Sono qui con un maglioncino alla Marchionne per sottolineare che faccio di tutto per ridurre i costi. Francesco Giro, sottosegretario ai Beni culturali e da dicembre unico interlocutore politico del dicastero, si rivolge a Berlusconi: Lancio un appello non al ministro Tremonti, ma al capo del Governo affinch intervenga con un decreto per recuperare i tagli, salvaguardare il patrimonio culturale, preservare le istituzioni culturali che hanno razionalizzato le spese e puntano sulla qualit. Clima da allarme rosso per i sempre pi scarsi finanziamenti riservati alluniverso culturale italiano. Mai vista una presentazione della Biennale di Venezia (siamo alla 54edizione) meno spensierata e ottimista. Giro annuncia che i finanziamenti alla Fondazione (Baratta impegna bene i fondi pubblici, ne ammiro coraggio, lucidit e passione) passeranno dai 5,2 milioni di questanno ai 2,5 del prossimo. La preoccupazione generale palpabile, lo spiega Baratta: Unistituzione come la Biennale si fonda sul rispetto e la fiducia del mondo intero perch in campo artistico devi avere la fiducia di tutto il mondo per mantenere il livello qualitativo che la Biennale vanta. Si pu, insomma, risparmiare senza intaccare la qualit. Ma c comunque un limite al di sotto del quale la competizione con altre analoghe istituzioni internazionali diventa impossibile. Intanto si va avanti con ILLUMInazioni-ILLUMInations, che aprir il 4 giugno per chiudere il 27 novembre ai Giardini e allArsenale: 82 artisti da tutto il mondo (32 giovani nati dopo il 1975, sempre 32 le presenze femminili) e 88 partecipazioni nazionali, incluso il Padiglione Italia allArsenale guidato da Vittorio Sgarbi (LArte non Cosa Nostra e Lo Stato dellArte nel 150anniversario dellUnit dItalia). Con un bel contropiede (e un esordio in una Biennale di arte contemporanea) la curatrice Bice Curiger piazzer due o tre tele del venezianissimo Tintoretto nella Sala maggiore del pa-

Nella foto sopra: Katharina Fritsch, 6. Stilleben (Germania, 1956); a destra: Navid Nuur, Tentacle thought nr. 10 (Iran /Paesi Bassi, 1976); a sinistra: Nicholas Hlobo, Ngubani na lo? (Sud Africa, 1975) ] La Biennale presieduta da Paolo Baratta (nella foto grande di Francesco Galli) e curata da Bice Curiger (in alto) ospiter 82 artisti provenienti da tutto il mondo (di questi 32 sono giovani nati dopo il 1975 mentre 32 saranno invece le presenze femminili). Numero record di partecipazioni nazionali, 88, con i loro padiglioni. Info: www. labiennale.org

diglione centrale della Biennale proprio per certificare come la luce sia sempre stata strumento di sconvolgimento e anticonvenzionalismo, e a maggior ragione lo sia oggi nel contemporaneo. Le opere ancora non sono state scelte, la trattativa con la soprintendenza a buon punto. Ci sar persino Haiti, nonostante la devastazione, ed esordir lArabia Saudita sorprendendo tutti con due artiste donne, le sorelle Shalem, la scrittrice Raja e lartista Shadia con unopera (LArco Nero) che simboleggia il collegamento tra la Mecca e Venezia. Spiega la curatrice Bice Curiger: La Biennale si concentrer sulla "luce" gene-

rata dallincontro con larte, sullesperienza illuminante, sulle epifanie derivanti dalla comunicazione reciproca e dalla comprensione intellettuale. Infatti ILLUMInazioni cita lIlluminismo ma anche, spiega Curiger, le Illuminazioni poetiche di Arthur Rimbaud e le Illuminazioni Profane sullesperienza surrealista di Walter Benjamin fino alla venerata arte dei manoscritti medioevali miniati e alla filosofia illuminazionista nella Persia del dodicesimo secolo. A Venezia si guarder a unarte contemporanea caratterizzata da tendenze collettive e identit frammentarie, da alleanze temporanee e oggetti in cui incisa la transitoriet.

Lallarme

Con i tagli niente mostra del cinema


A margine della conferenza stampa per la Biennale darte arriva la doccia fredda per la Biennale del cinema: Io, senza una certa somma, la Mostra del Cinema non la posso fare dice il presidente Baratta , non ho scelte, dovrei ammainare alcuni pezzi. Anche se lo stesso Baratta tiene comunque a precisare: Ancora non so quale sia la loro entit. Laffermazione arriva dopo lannuncio del sottosegretario Giro dellulteriore riduzione dei fondi del Fus destinati alla Biennale Cinema, scesi da 7,1 a 4 milioni di euro.

Dunque lincertezza e linstabilit (la guerra alle porte di casa? un pericolo oscuro e incombente?) tipiche dei nostri perigliosi tempi in cui gli artisti hanno unidentit poliedrica e sono diventati migranti consapevoli e turisti della cultura. Ancora Baratta: La Biennale come una macchina del vento. Ogni due anni scuote la foresta, scopre verit nascoste. La Biennale un grande pellegrinaggio dove nelle opere degli artisti e nel lavoro dei curatori si incontrano le voci del mondo che ci parlano del loro e del nostro futuro. Ci sar anche una vasta attivit Educational per scuole di ogni ordine e grado. Poi seminari e incontri (Biennale sessions, Meetings on art). Molti artisti giovani accanto a classici contemporanei come Llyn Foulkes, Luigi Ghirri, Jack Goldstein, Gedewon, Jeanne Natalie Wintsch. Quattro artisti saranno impegnati nella creazione di parapadiglioni a carattere architettonico e sculturale (Monika Sosnowska, Franz West, Song Dong e Oscar Tuazon). Undici altri autori hanno creato nuove opere espressamente per Venezia. Illuminati dalla poesia. Non certo dai fondi statali italiani per la cultura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Risorgimento Un convegno a Torino della fondazione Carlo Donat-Cattin

Il compromesso silenzioso dei cattolici con lo Stato laico fondato dai liberali
dal nostro inviato DINO MESSINA
TORINO Ci sono due atteggiamenti allinterno della Chiesta cattolica di oggi riguardo allUnit dItalia: il primo, rappresentato dal presidente della Conferenza episcopale Angelo Bagnasco, si rif con orgoglio alle parole di Paolo VI, che considerava il nostro Risorgimento e persino la perdita del potere temporale come opera della Provvidenza. La seconda corrente, che ha il suo campione nel coltissimo cardinale e vescovo emerito di Bologna, Giacomo Biffi, tende invece a sottolineare le ragioni degli insorgenti antirisorgimentali, quasi che, a voler considerare i fatti del passato, tutti i torti stiano dalla parte dello Stato unitario e tutte le ragioni siano ancora di Pio IX, il Papa del Sillabo e del non expedit. questa una delle osservazioni con cui ieri Claudio Donat-Cattin ha introdotto i lavori del convegno organizzato dalla fondazione intitolata al padre Carlo, il politico democristiano scomparso proprio il 17 marzo di ventanni fa, nella sala della Regione Piemonte di corso Stati Uniti a Torino. Ieri gli storici Ernesto Galli della Loggia, Francesco Traniello e Roberto Morozzo della Rocca sono stati chiamati a rispondere alla domanda Cattolici nemici dellUnit?. Questa mattina Pier Ferdinando Casini, Fabrizio Cicchitto, Franco Marini, Raffaele Bonanni e don Antonio Mazzi, introdotti dal presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e dal presidente della provincia di Torino Antonio Saitta, animeranno una discussione di natura pi biografico-politica su Carlo Donat-Cattin cattolico scomodo. La due giorni torinese, che ha per titolo generale 1861-2011. Cattolici dal Risorgimento alla Repubblica, rientra nelle manifestazioni ufficiali per i 150 anni dellUnit, che vedono Torino ancora una volta protagonista. Giacch questi incontri dedicati al ruolo dei cattolici nella nostra vita unitaria rispondono in maniera indiretta a quella dimenticanza (qualcuno molto addentro alle cose ha parlato di pregiudizio inconscio) che ha portato a non inserire nemmeno un nome cattolico nella lista dei sedici grandi editori della mostra LItalia dei libri, organizzata nellambito del Salone internazionale che si svolger al Lingotto e allOval dal 12 al 16 maggio. Protagonisti del nostro Risorgimento con la corrente dei cattolici liberali, che ha i suoi grandi rappresentanti in figure come Antonio Rosmini, Alessandro Manzoni, Vincenzo Gioberti, i cattolici tuttavia non possono essere considerati tra i soci fondatori del regno unitario, che nacque sotto il segno di una marcata conflittualit tra uno Stato laico liberale e una Chiesa cattolica che non poteva accettare pacificamente la fine del proprio potere temporale. Viceversa, ha sottolineato con efficacia Galli della Loggia, i cattolici con la loro maggiore personalit politica del secondo dopoguerra, Alcide De Gasperi, possono ritenersi a buon diritto tra i soci fondatori della nostra Repubblica. Daltronde lesclusione, o per meglio dire lautoisolamento, per un lungo periodo, dei cattolici intransigenti, fedeli ai diktat del Papa, fu un fatto pi apparente che reale. vero che per lingresso ufficiale dei credenti nellarena politica nazionale fu necessario aspettare il 1913 (data del patto Gentiloni, stipulato dai cattolici con Giovanni Giolitti in vista delle prime ele-

Faccia a faccia
Vittorio Emanuele II fronteggia Pio IX in una vignetta inglese dellOttocento. Il convegno di Torino prosegue oggi con un dibattito su Carlo Donat-Cattin. Partecipano: Raffaele Bonanni, Pier Ferdinando Casini, Fabrizio Cicchitto, Franco Marini, don Antonio Mazzi

zioni parlamentari a suffragio universale maschile) o meglio ancora il 1919 (nascita del Partito popolare di don Luigi Sturzo), per, hanno sottolineato Traniello e Morozzo della Rocca, almeno met dei cattolici non rispett il non expedit, lordine cio di non partecipare alla vita politica del nuovo Stato. E comunque, ha osservato Galli della Loggia, con la creazione di tutta quella rete di banche, cooperative, societ di mutuo soccorso, con quel profondo lavoro insomma sul sociale, i cosiddetti cattolici intransigenti contribuirono alledificazione della nazione. Una nazione benedetta dalla Chiesa cattolica, come si vide gi nelle trincee della Prima guerra mondiale. Il rapporto tra storia nazionale e mondo cattolico fatto s di traumi e divisioni, ma soprattutto di chiaroscuri. E anche di contraddizioni e paradossi. Come ha notato Roberto Morozzo della Rocca, proprio dal cambiamento storico cui si oppone strenuamente, la Chiesa cattolica trae linfa per acquistare un nuovo vigore. Lo Stato liberale, condannato in maniera anacronistica come frutto del demonio da Pio IX, porta la Chiesa a fare i conti con la modernit, a immergersi nel sociale. Il sociale era del resto lambito che pi premeva a Carlo Donat-Cattin, definito dal sindaco Sergio Chiamparino come il ministro del Lavoro, cui il comunista Giancarlo Pajetta diceva di non poter insegnare nulla. Forse sta in questa battuta la risposta alla domanda di un cronista che ha chiesto al sindaco: oggi Carlo Donat Cattin da quale parte politica starebbe?
RIPRODUZIONE RISERVATA

58
#

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Idee&opinioni
TAGLI, INFELICI RIFORME E PEDAGOGIA PROGRESSISTA

Corriere della Sera SMS


Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984 Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it

IL CNEL INVITA TUTTI AL RISPARMIO MENTRE CONTINUA A SPENDERE

Leclisse dei professori-maestri umiliati da una scuola che non li ama


di TULLIO GREGORY

RIPRODUZIONE RISERVATA

CONC

Per lequilibrio di bilancio occorre lavorare sul fronte delle uscite riducendo in primis i costi della politica e della sovrapposizione di livelli istituzionali: si calcola che in dieci anni le spese di governo siano cresciute del 226% contro una crescita del Pil del 157%. Lo dice il Consiglio nazionale delleconomia e del lavoro in un documento discusso e approvato allunanimit gioved 10 marzo. Giustissimo. E si potrebbe cominciare proprio dal Cnel: 20 milioni e mezzo la spesa prevista nello scorso anno, con una dotazione statale passata fra il 2006 e il 2010 da 15 a 18 milioni. Si potrebbe argomentare che si tratta di briciole, rispetto al miliardo e 900 milioni del costo di Camera, Senato e Quirinale, come pure in confronto al fiume di denaro (300, 400 milioni, chi lo sa davvero?) che sborsiamo ogni anno per mantenere palazzo Chigi. E si potrebbe aggiungere pure che il nuovo segretario generale Franco Massi sta facendo del suo meglio per tenere i conti sotto controllo. Con qualche problemino: se vero, come ha raccontato ieri Alessandra Ricciardi su ItaliaOggi, che alcune voci come i buoni pasto del personale e le collaborazioni continuano a cresce-

re. Ma quando si tocca il tasto del Cnel la domanda, inevitabilmente, sempre la stessa. Ha senso spendere quei soldi? Qualche dubbio, oggettivamente viene, a maggior ragione dopo aver letto nel sito del Consiglio nazionale delleconomia e del lavoro la comunicazione relativa al documento approvato gioved. Per sicurezza rileggiamo: ...in dieci anni le spese di governo sono cresciute del 226% contro una crescita del Pil del 157%. Sicuramente un errore vistoso. In caso contrario sarebbe davvero una notizia clamorosa. Perch significherebbe che leconomia italiana cresciuta dal 2001 al 2010 pi di quella cinese, che ha registrato un progresso reale del 105%. Questo, almeno, dicono i dati del Fondo monetario internazionale. Secondo cui, purtroppo, lItalia stata il fanalino di coda dei Paesi avanzati. Con un aumento del Pil a prezzi correnti in dieci anni del 24,7%, che depurato dallinflazione si riduce a unavvilente crescita reale dell1,6%. Forse anche dell1,9%, se saranno confermati i miglioramenti dellultimo anno. Ma quel 157%, oggettivamente, ancora troppo lontano.

Sergio Rizzo

CROCIFISSO, DAVANTI AL NOSTRO CAOS SAR STRASBURGO A METTERE ORDINE

Il 18 marzo prossimo, alle tre del pomeriggio, la Grande Camera della Corte europea dei diritti delluomo render pubblico il giudizio sul ricorso del governo contro la sentenza del 2009 che ha condannato lItalia per lesposizione obbligatoria del crocifisso nelle aule delle scuole statali. possibile che la Corte di Strasburgo rovesci la decisione di primo grado e affermi che lItalia ha tutto il diritto di obbligare studenti non cattolici a studiare sotto il crocifisso. Sarebbe la grande vittoria del governo, della Santa Sede, dellepiscopato cattolico e di chi ci ha pi sostenuto nella battaglia contro lEuropa laica e senzanima: la Russia di Putin e i fondamentalisti americani. anche possibile che i giudici europei si schierino con i colleghi che, allunanimit, hanno condannato Roma. Sarebbero allora i laici alla francese e i militanti atei a brindare. Insieme ai tanti per cui il crocifisso non deve essere imposto dallo Stato ma scelto da chi crede. Due sbocchi meno radicali sono anche possibili. Il primo consisterebbe in una condanna dellItalia, ma non del

crocifisso. LItalia sarebbe condannata perch impone il crocifisso a tutti gli alunni, ma il crocifisso potr restare se si istituiranno procedure per ascoltare studenti e famiglie a disagio. la soluzione adottata in Baviera, quando la Corte costituzionale bocci lobbligo di crocifisso in Germania. Il secondo sbocco meno traumatico consisterebbe in unassoluzione con riserva. La Corte non ci condannerebbe, ma censurerebbe il pasticcio giuridico frutto delle nostre ambiguit: uno Stato laico ma anche cristiano-cattolico, giudici contro il crocifisso ma anche a favore, Parlamento e Corte costituzionale imbarazzati, norme confuse. Nelludienza dello scorso giugno, incalzato dal giudice inglese, il povero rappresentante del governo balbett che il nostro diritto non chiaro, e assicur che si sarebbero trovate soluzioni per gli studenti non cattolici. Davanti al nostro caos, i giudici europei potrebbero assolverci con riserva: tenetevi il crocifisso, per garantite tutti con norme e procedure rigorose.

el dibattito che periodicamente e stancamente si apre sulla scuola, sempre in occasione di eventi che la coinvolgono solo in modo occasionale (come le stupefacenti esternazioni del presidente del Consiglio sulla scuola pubblica), vi un grande assente: la figura del maestro, del professore (non amo il temine docente, generico e di matrice politico-sindacale). Relegato da tempo ai margini dei discorsi sulla scuola e delle sempre meno felici riforme, umiliato dal trattamento economico tra i pi bassi in Europa e in Italia, anche comparativamente ad altre categorie del pubblico impiego (basti un confronto con le retribuzioni di gran lunga superiori dei commessi del Parlamento o degli impiegati delle varie Autorit), diventato un prestatore di servizi di fronte alla utenza (alunni e famiglie) che, organizzata in consigli di classe, rivendica il diritto al successo scolastico e ad attivit alternative (pomposamente chiamate offerta formativa) e vede quasi sempre nel professore il colpevole dellinsuccesso di alunni svogliati. Parliamo di scuola pubblica, perch la privata risponde ad altre logiche ed per sua natura protettiva. Leclisse dei maestri, dei professori coincide con il tramonto dellidea di scuola come luogo di formazione, quindi di studio severo e di salutare selezione. Luogo di apprendimento di saperi, dove linsegnante comunica ai giovani una cultura che fatta di testi, di letture, di date e dati, di esercizi di memoria, presupposti di ogni capacit argomentativa e scrittoria. Quindi luogo di lavoro, di interrogazioni, di esami, e insieme di promozione sociale e di educazione civile. Invece si scambiata la scuola democratica con la scuola facile, la scuola aperta a tutti con quella che promuove tutti. Della progressiva erosione della scuola pubblica non solo nellopinione comune ma persino nelle sue strutture didattiche ed edilizie gli insegnanti sono stati le prime vittime: parliamo qui delle elementari, delle secondarie di primo e secondo grado, non delluniversit sulla quale si dovr fare altro ragionamento soprattutto perch nel corso scolastico sino alla maturit che avviene la vera formazione del giovane, quando linsegnante esercita uninfluenza di grande incisivit e diviene spesso maestro di vita. Giunto alluniversit, lo studente pu essere avviato alla ricerca scientifica o allesercizio di professioni, ma la sua formazione di base ormai compiuta. Tanto i mezzi di comunicazione, quanto le famiglie, hanno fortemente contribuito allindebolimento della figura dellinsegnante: la stampa, la radio, la televisione sono

pi attente a manifestazioni di piazza, magari agli esiti degli esami di maturit che allefficienza delle strutture didattiche, alla validit dei programmi di insegnamento. Le famiglie, con i loro rappresentanti, sono prevalentemente impegnate a difendere i propri figli, considerando la scuola una zona di parcheggio che non deve creare problemi: quindi non importa che linsegnante sia preparato, limportante che non sia severo, non dia troppi compiti a casa, soprattutto non per il luned perch il fine settimana deve essere dedicato non allo studio, ma ad affannate corse in campagna o al mare; non deve dare compiti per le vacanze perch i ragazzi si debbono riposare. Soprattutto linsegnante non deve dare valutazioni negative, perch il ragazzo sempre bravo e studioso, magari psicologicamente fragile (come son pronti a certificare). Peraltro, ove fosse bocciato, si ormai aperta e praticata la via del ricorso al Tar che spesso interviene con sospensive che fanno oscillare per mesi il ragazzo da una classe superiore ad una inferiore. La pedagogia progressista tanto cattolica quanto laica ha distrutto il rapporto tra insegnante e studente fondato sulla competenza del primo e il bisogno di formazione del secondo; ha considerato ogni forma di valutazione una prevaricazione, ha difeso il diritto dellalunno allignoranza: questo il risultato della lotta al nozionismo, come se il sapere non fosse fatto di nozioni che costituiscono la cultura, e della critica radicale di ogni insegnamento normativo non

solo per la scrittura in lingua italiana ma anche per il corretto comportamento rispetto alla scuola e allinsegnante. Si aggiungano i tagli del bilancio ministeriale che hanno contribuito potentemente allindebolimento della scuola pubblica, con una drastica riduzione degli organici (87.400 posti in meno dal 2009; 19.700 nel solo anno 2011-2012): si costituiscono classi sovraffollate, gli insegnanti sono obbligati a correre da una scuola allaltra mentre diminuiscono drasticamente le ore di insegnamento; si aboliscono insegnanti di sostegno, si ignorano i nuovi problemi posti dalla forte presenza di immigrati. Diminuiscono anche i dirigenti scolastici dai quali spesso dipende la tenuta e il livello della scuola: molti ormai i facenti funzioni impegnati in pi Istituti, vittime di inutili incombenze burocratiche e di estenuanti riunioni assembleari. Frattanto da anni non si bandiscono concorsi che costituiscono lunico vero filtro selettivo per accedere allinsegnamento e si fa aumentare a dismisura il numero dei precari. Linsegnante abbandonato a se stesso; dimenticata la sua fondamentale importanza nella formazione dei giovani, emarginato da ogni serio dibattito sulla scuola, non meraviglia se aumentano le richieste di pensionamento anticipato: la fuga non solo dei cervelli fuori dallItalia, ma dalle nostre scuole per ritrovare forse qualche serenit in una normale vita di studio e di affetti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Ventura
RIPRODUZIONE RISERVATA

OPZIONI ANTI-GHEDDAFI

LA FERREA VOLONT DEI GIAPPONESI DIVENTA LA LEZIONE DI UN POPOLO


SEGUE DALLA PRIMA

I valori europei e la scommessa francese


di MASSIMO NAVA

Ma da noi tendono a prevalere due reazioni: il fatalismo davanti allimponderabile e la rinuncia a costruire strutture potenzialmente vulnerabili ponti particolarmente audaci, centrali nucleari considerate una sfida alla fortuna. Il Giappone, ben pi vulnerabile dellItalia, fu tentato da una scelta rinunciataria quella di spostare la capitale dopo il terremoto del 1settembre 1923 che fece 100 mila morti a Yokohama e distrusse buona parte di Tokio. Invece scelse di reagire, di ricostruire tutto dandosi severi criteri antisismici, ma senza rinunciare a ponti, grattacieli, autostrade, treni-pallottola e reattori nucleari (il Paese ne ha 55). Non una sfida alla sorte, ma la ferrea volont di non rinunciare alla crescita, pur preparandosi al peggio. Certo, la frequenza degli eventi sismici ha aiutato questo popolo ad addestrarsi con molta seriet mentre linsularit del Paese e lomogeneit della sua popolazione

che rappresenta uno svantaggio dal punto vista economico e demografico per il rapido invecchiamento in casi di questo tipo fanno emergere la coesione sociale e la solidariet, oltre alla disciplina. Ma la coesione sociale anche frutto della consapevolezza dei rischi e della determinazione a investire un volume enorme di risorse umane ed economiche per contenerli il pi possibile. Citt interamente ricostruite applicando (senza truffe o furbizie) regole pi severe. Il primo giorno di scuola dedicato alladdestramento antisismico. Il 1settembre, lanniversario della tragedia di Yokohama, diventato festa nazionale: un Paese che quel giorno celebra il suo riscatto e al tempo stesso effettua compatto primo ministro in testa una prova di evacuazione. Uno sforzo enorme che ha assorbito una fetta notevole della ricchezza prodotta dal Paese. E che ieri ha dato i suoi frutti.

Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

er quanto ridimensionata, e ridefinita come unopzione condizionata dal grado di supporto internazionale e dal livello di ferocia che Gheddafi vorr imprimere alla repressione, la minaccia di intervento militare in Libia lanciata dal presidente Sarkozy seguita al riconoscimento unilaterale dellopposizione ha almeno obbligato i governi europei a rimuovere veti e prudenze di queste settimane. LEuropa in ordine sparso ha dato ancora una volta limpressione, come in altre crisi internazionali del recente passato, di un attendismo sterile o di un attivismo culturalmente difensivo, basato sulle paure (lorda degli immigrati, il prezzo della benzina, il futuro degli investimenti libici) e non su diritti e valori europei che i popoli del Maghreb oggi rivendicano. Il presidente francese ha suscitato irritazioni e riserve, oltre che critiche in casa propria. Si insinuato subito il sospetto di calcoli elettorali per sedurre gli immigrati maghrebini in gran parte favorevoli alla rivoluzione del mondo arabo e per recuperare unopinione pubblica delusa da troppa disinvoltura nei confronti di tanti despoti africani e in particolare dalle trionfali acco-

glienze riservate recentemente al colonnello libico. In questo cambio di registro ci sarebbe lo zampino di professionisti dellingerenza umanitaria come Bernard Kouchner e Bernard-Henri Lvy, i cui pareri pesano negli ambienti intellettuali e in quella parte di Francia che volentieri si mobilita per ricordare, innanzi tutto a s stessa, di essere la patria dei diritti delluomo. Sarkozy non nuovo a scatti impulsivi e a iniziative personali, che spesso in diplomazia non pagano, per hanno il merito di evitare lo stallo, situazione in genere favorevole, come si vede anche in queste ore con Gheddafi, ai poteri e ai regimi che intendono resistere. Se non altro, il presidente francese ha trovato una sponda nella Gran Bretagna (situazione che tende a riproporsi quando si tratta di usare anche i muscoli) e ha favorito una posizione comune sul fatto che Gheddafi non abbia futuro, per quanto stia riconquistando territori ribelli e prometta per bocca del figlio riforme democratiche. probabile che in questi giorni Sarkozy abbia ripensato anche ai massacri in Bosnia e alle iniziative che seppero prendere il suo predecessore Chirac e lallora premier Jup-

p, oggi ministro degli Esteri. Chirac e Jupp furono i primi ad alzare la voce, a rompere con le ambiguit e a favorire quella forza di reazione rapida, sotto mandato Onu, che avrebbe lasciato sul terreno molte decine di caschi blu francesi. Oggi non si vorrebbe attendere (come in passato in Bosnia) che i media trasmettano prove evidenti di massacri di civili perch si metta in campo un intervento deterrente. Dobbiamo correre il solo rischio compatibile con i nostri principi e con i nostri valori, cio il rischio di dare fiducia ai movimenti democratici e di scommettere sul loro successo, ha scritto nei giorni scorsi Alain Jupp. Nel Maghreb in fiamme non si bruciano bandiere americane ma si chiedono diritti e libert democratiche. Non in atto uno scontro di civilt, ma uno scontro per la civilt. La permanenza al potere e i ricatti economici di Gheddafi non condizionano soltanto la Libia ma i Paesi vicini e lo sviluppo di tanta parte dellAfrica. Le incognite sono tante, alcune gravi: ma la Francia di Sarkozy ha deciso da che parte stare. Magari per farsi perdonare il passato. E perch vale la pena di credere nel futuro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

59
Le lettere, firmate con nome, cognome e citt, vanno inviate a: Lettere al Corriere Corriere della Sera via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79

Lettere al Corriere
Risponde Sergio Romano
Pu chiarire ai lettori perch la Russia e la Cina si sono opposte, anche nel caso della attuale crisi libica, a un intervento militare per risolvere i problemi, quando ogni altra soluzione sembra inutile? La Nato, leggo, pronta a un intervento militare in Libia se Gheddafi continuer a bombardare e a uccidere i civili. E anche i Paesi arabi sono favorevoli alla no fly zone. Serve tuttavia un mandato dellOnu, e Russia e Cina al momento sono contrarie. Capisco che un simile atteggiamento poteva avere senso nel periodo della guerra fredda, ma adesso che Russia e Cina hanno cospicui interessi soprattutto economici nel mondo e pertanto interagiscono con le potenze occidentali in svariati campi, non riesco a capire come mai questi Stati non cerchino di inserirsi a pieno titolo e in prima linea nella gestione di tali fenomeni. Sono consapevole che le manovre diplomatiche sono al di l della conoscenza di un cittadino medio, ma latteggiamento dei governi russo e cinese di chiusura a ogni cambiamento, rinvigorisce nel mondo occidentale quella diffidenza nei loro confronti che forse non abbiamo mai del tutto accantonato. Alberto Manvilla albmanvil@ yahoo.com

E-mail: lettere@corriere.it oppure: www.corriere.it oppure: sromano@rcs.it

LA QUESTIONE LIBICA VISTA DA MOSCA E PECHINO


possibile formula, e quello di lanciare segnali bellicosi a Gheddafi nella speranza che ne tenga conto. Vi sono del resto autorevoli esponenti del governo americano che si chiedono se sia saggio e opportuno iniziare una nuova guerra musulmana dopo le deprimenti esperienze della Somalia, dellAfghanistan e dellIraq. Il segretario della Difesa Robert Gates ha ricordato al Congresso che la no fly zone comporterebbe la distruzione delle postazioni antiaeree della Libia e sarebbe quindi un atto di guerra. Richard N. Haass, presidente del Council of Foreign Relations (uno dei migliori centri di studio sulle relazioni internazionali), osserva che sulle credenziali democratiche degli insorti lecito avere qualche dubbio. E ricorda che cosa accadde quando gli Stati Uniti decisero di armare la resistenza antisovietica degli afghani. Riuscirono a logorare lArmata rossa ma contribuirono ad allevare la serpe dei talebani nel seno del Paese. Non basta detestare Gheddafi, in altre parole, per rappresentare, agli occhi della societ internazionale, la migliore delle soluzioni possibili. Quella che si sta oggi combattendo in Libia ormai una guerra di secessione, vale a dire uno di quei conflitti in cui pi difficile valutare le ragioni dei combattenti. Le posizioni della Russia e della Cina, invece, sono condizionate dalla particolare natura delle loro societ e dei loro Stati. La Russia un mosaico di minoranze etnico religiose, spesso concentrate in alcune zone particolarmente turbolente come quella del Caucaso settentrionale. La Cina ha due regioni dissidenti: il Tibet e la provincia nord occidentale dello Xinijang, abitata dalla popolazione musulmana degli uiguri. Sappiamo come la Russia abbia combattuto due guerre la prima tra il 1994 e il 1996, la seconda tra la fine del Novecento e linizio del nuovo secolo per impedire la secessione cecena. E sappiamo come la Cina abbia represso le rivolte tibetane del 1959 e del 2008. Russi e cinesi sostengono che il tentativo di secessione un attentato allintegrit dello Stato e che il governo centrale ha il diritto di agire contro i suoi nemici interni. questa la ragione per cui ogni misura militare contro Gheddafi si scontrerebbe alle Nazioni Unite con il loro veto. Aggiungo che al Consiglio di sicurezza vi sarebbe, contro la no fly zone, un altro voto negativo: quello della Turchia, altrettanto decisa a considerare il problema curdo come una questione interna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il dubbio
di Piero Ostellino

Ma i magistrati non sono tassisti

Caro Manvilla, on credo che gli Stati Uniti abbiano le idee chiare sul modo in cui affrontare la crisi libica. Le soluzioni prospettate no fly zone, blocco navale delle coste, rifornimenti militari ai ribelli hanno principalmente due scopi: quello di dimostrare alla pubblica opinione che i governi sono attenti, diligenti, impegnati a esaminare ogni

IN ITALIA E NEGLI USA

Election day
Caro Romano, cittadino italiano residente negli Usa, vedo che qui, quando ci sono le votazioni, si inseriscono nella scheda una serie di referendum non solo abrogativi, ma anche proponenti. Mi lascia quindi sbalordito come in Italia, dovendosi comunque svolgere le elezioni, si spendano dei milioni per far votare i referendum un paio di settimane dopo.
Domenico De Liso domenicodl@bellsouth.net

do marted di novembre, a meno che il marted cada nel primo giorno del mese). E la giornata elettorale finisce necessariamente per attrarre le consultazioni che concernono i singoli Stati come per lappunto i referendum a cui lei accenna nella sua lettera.

CONFEZIONI DI PLASTICA

Danni per la salute


opportunit. Non mi sembra unidea felice!
Daniele Palermo sirdanielepalermo@libero.it

SUD E ENERGIE RINNOVABILI

FABBRICATO IN CINA

Tagli allarmanti
Se al Sud negli ultimi anni si era creata un po di impresa con qualche posto di lavoro annesso, il merito era delle energie rinnovabili, eolico in primis ma pure solare; ora i tagli per queste energie toglieranno pure questa

Tricolore
Ho comprato una bella bandiera italiana da appendere al balcone di casa il 17 marzo. Scartandola dalla confezione ho guardato letichetta: made in China!
Massimo Rocchi Bilancini marobil@libero.it

Si detto illegale luso della plastica toccata dalle mani. molto pi pericoloso luso invalso negli ultimi tempi di confezionare i dentifrici in contenitori di plastica che pu cedere sostanze al dentifricio usato a stretto contatto della mucosa orale.
Arnaldo Cantani Roma

QUOTE ROSA

Carriera solo allestero


Sono arrivate molte lettere di sostegno alle quote rosa. Ne pubblichiamo una.

Anchio penso che occorrerebbe raggruppare per quanto possibile le scadenze elettorali. Ma il confronto con gli Stati Uniti improprio. Nel Paese in cui lei vive, la data delle elezioni non viene fissata discrezionalmente. Per lelezione del Congresso, del presidente e delle maggiori cariche della Federazione, gli americani vanno alle urne ogni due anni nello stesso giorno (il secon-

La tua opinione su corriere.it/opinioni/


Sarkozy alla Ue: Bombardiamo la Libia. La Francia pronta a intervenire anche da sola. Fa bene?

SUL WEB Risposte alle 19 di ieri

La domanda di oggi
Sperimentazione a Milano: spray al peperoncino in dotazione ai vigili. Siete daccordo?

RR
47.8 No 52.2

Scrivo a proposito delle quote rosa. Sono diventata dirigente a 30 anni e direttore di business unit a 33, sempre in aziende americane e inglesi. E ora sono diventata imprenditrice, con successo, dando lavoro a giovani. Posso dire che mai avrei raggiunto gli stessi risultati in aziende italiane. Perci ritengo che la proposta di legge Golfo-Mosca sia una pietra miliare per cambiare e innovare le aziende in Italia, oltre che lapparato statale. dimostrato che le aziende con donne hanno risultati di business migliori (ricerca Mc Kinsey svolta negli Stati Uniti nel 2010). Ci si lamentati tanto e si parlato tanto del rispetto della donna: beh, questo un modo diverso per dimostrare che il governo italiano fa qualcosa di concreto a favore delle donne e della societ in generale.
Paola Lanati amministratore unico 3P Solution srl Milano

pettacolo indecoroso, se non fosse anche e soprattutto inquietante, quello di certi magistrati che prima ancora che fossero noti i termini della riforma della Giustizia gi organizzavano la controffensiva, pensando di ricorrere addirittura allo sciopero. Se il Giudiziario , come dice la Costituzione e pretendono i suoi stessi attori, un potere dello Stato e non un gruppo di interesse analogo ai tassisti, che minacciano sfracelli ogni volta si profili un aumento delle licenze dispone di canali istituzionali attraverso i quali fare valere, di fronte al Parlamento e al governo, le proprie ragioni; e ha la possibilit, inoltre, di ricorrere alla Corte costituzionale se ritiene che una legge che lo riguardi sia incostituzionale. Dopodich, espletate le procedure previste, prima e dopo la promulgazione della riforma, dovrebbe attenersi alle decisioni del Parlamento e parlare, come si suol dire, solo attraverso le proprie sentenze. Dunque, spettacolo indecoroso quello di un potere dello Stato che minaccia di contestare il processo de jure condendo e, poi, persino il principio de jure condito, degli altri due poteri come un qualsiasi sindacato di lavoratori dipendenti o una qualsiasi corporazione di lavoratori autonomi che difendono i propri interessi. Forse, certi magistrati dovrebbero decidersi cosa vogliono essere: un potere dello Stato, dipendenti pubblici o lavoratori privati? Anche, e soprattutto, spettacolo inquietante, perch indice di un tasso di degrado e di delegittimazione delle istituzioni che mina le basi stesse della nostra democrazia. Qui, non in gioco la riforma della Giustizia, quali ne siano i contenuti, comSi comportano prese le eventuali distorsioni delle come una quali si occuperanno la Dottrina e gli Organi costituiti alla bisogna; corporazione qui in discussione la credibilit di lavoratori dello Stato costituzionale. una questione di metodo, sempre che autonomi si voglia ancora essere una democrazia costituzionale retta, bene o male, da un sistema di pesi e contrappesi, e non una democrazia commissariata da un potere giudiziario che, per ragioni sue proprie, categoriali o politiche che siano, rischia di porsi fuori dalla Costituzione. Ho scritto, non a caso, la riforma della Giustizia, quali che ne siano i contenuti, perch la democrazia , tra laltro, un insieme di procedure circa chi prende certe decisioni, come le prende e su che cosa. Fuori da queste tre regole si fuori dalla democrazia. E non mi si venga a dire che la riforma del centrodestra illiberale e antidemocratica, cio incostituzionale. Ammesso anche lo sia, chi lo deve stabilire? LAssociazione nazionale magistrati un sindacato di categoria, scendendo in piazza e bloccando, con uno sciopero, lesercizio della Giustizia nel Paese ovvero il presidente della Repubblica, rinviandola alle Camere per vizio di incostituzionalit o, infine, la Corte costituzionale, dichiarandola decaduta perch incostituzionale? Ecco, io mi accontenterei di vivere in un Paese dove fossero rispettati certi principi scritti nella Costituzione e qualcuno rispondesse alle elementari domande che ho posto. Senza essere accusato di vilipendio della magistratura. postellino@corriere.it

RIPRODUZIONE RISERVATA

Interventi & Repliche


Liberalizzazioni: le farmacie
Ho apprezzato larticolo di Francesco Giavazzi sulla ricchezza delle famiglie italiane e sulla mancata crescita (Corriere, 4 marzo), ma trovo semplicistico proporre come soluzione a problemi cos complessi lulteriore spinta a un paio di liberalizzazioni. Laspirina in autostrada potrebbe gi essere venduta; non succede perch necessaria la presenza di un farmacista, che costa. Da tempo le farmacie italiane propongono che i farmaci di automedicazione siano venduti senza la presenza del farmacista. Se poi non si aprono pi parafarmacie significa che non c domanda da parte del mercato, perch non esistono limiti a nuove aperture. Peraltro, proprio sul Corriere, il 9 marzo un lettore lamenta di aver acquistato un farmaco in una parafarmacia a un prezzo pi alto (pi 10,5%) di quello corrisposto in una farmacia. Le farmacie svolgono un servizio eccellente, poich garantiscono in ogni luogo e momento, anche di notte, il reperimento di qualsiasi farmaco e non solo quello. Se si volesse sciogliere lattuale organizzazione territoriale delle farmacie, devo ricordare che provocheremmo gli stessi danni arrecati alle liberalizzazioni avvenute in altri Paesi, dove si persa la distribuzione capillare sul territorio, favorendo la concentrazione nelle aree pi ricche, con conseguente disagio per il cittadino. Se servono pi farmacie, le si possono benissimo aprire con i concorsi e le regole gi esistenti. Il Parlamento si sta occupando di un riordino dell'intero sistema, secondo principi non strettamente legati al libero mercato, a garanzia dell'uniformit dell'assistenza farmaceutica e a tutela della salute del cittadino, come ha sancito recentemente anche la Corte di giustizia europea. Spero di aver contribuito a chiarire quanto sia difficile e delicato porre mano al sistema farmaceutico, cos organizzato per tutelare la salute del cittadino e non certo per favorire il farmacista.
Annarosa Racca

Staino
loro monopolio sui farmaci hanno un numero quotidiano garantito di clienti ai quali vendono prodotti che con la salute hanno ben poco a che vedere. Naturalmente quando si tratta di difendere le proprie aree di privilegio si mettono davanti i deboli, in questo caso le farmacie rurali che peraltro godono di sussidi specifici. Federfarma propone che i farmaci che non hanno la necessit della ricetta medica siano venduti ovunque, senza la presenza del farmacista. una novit importante. Sarebbe una proposta pi credibile se Federfarma chiedesse che il relatore dei vari disegni di legge di riordino del settore non fosse il senatore Ambrosio Lettieri, proprietario di farmacia e presidente dellOrdine dei farmacisti di Bari.
Francesco Giavazzi

presidente Federfarma I settori da tempo liberalizzati, come l'energia, oggi mettono in ginocchio il Paese? unopinione curiosa: pensavo che fosse proprio la mancata liberalizzazione dei distributori la spiegazione del perch la benzina aumenta quando il petrolio va su, ma non scende quando va gi! Molte farmacie, soprattutto nelle citt, sono diventate grandi supermercati. Sfruttando il

2011 RCS QUOTIDIANI S P.A.

4
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE

Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE

S.p.A. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE


PRESIDENTE

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948 Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYR GHT RCS QUOTIDIANI S P.A.

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digi ali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge. DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582 1 - Fax 02-2582.5306 PUBBLICIT RCS Pubblicit Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblici a.it

Antonio Macaluso Daniele Manca Giangiacomo Schiavi Barbara Stefanelli

Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Cesare Geronzi, Antonello Perricone, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA

Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Bornago Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G. Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Ca ania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800 Mechelen, Belgium S Sports Publications Production 1300 Metropoli an Ave. Brooklyn, NY 11237 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. A ber o Jackson Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House, Ai port Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Mal a PREZZI: * Non acquis abili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Set e e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50 (Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corse a + Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Set e + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera + IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquis abi-

li separati: lun. Corse a + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e 0,40; m/m/v/d Corse a + CorMez. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen. e 0,80 + e 0,40; gio. Corse a + Set e + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Set e + CorT ent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAl oAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A Bologna e prov. non acquis abili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Set e + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A Firenze e prov. non acquis abili separati: l/m/m/v/d Corse a + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Set e + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.

ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010

La tiratura di venerd 11 marzo stata di 624.452 copie

PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 8,00 (recargo envio al interior $ 0,50); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,30 (con Io Donna); Cipro e 2,70; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20;

Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503 solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con "Sette" e 3,00; Con "Style Magazine" e 3,50; con "Corriere enigmistica" e 2,80; con "Economia&famiglia e 2,30; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,40; con "I Classici dellarte" e 8,40; con "LEuropeo" e 9,40; con "La storia universale Disney" e 9,49; con "Il corpo umano" e 8,49; con "Capolavori delle grandi civilt" e 11,49; con "LAccademia" e 11,49; con "Il grande Troisi" e 12,49; con "Roma e Grecia" e 11,49; con "Supergulp!" e 12,49; con "Venditti Remastered" e 11,49; con "Tutto Dante" e 11,40; con "Dentro Faber" e 12,40; con "Bob Dylan" e 14,40; con "Il Mondo" e 3,50; con "I Classici del pensiero libero + Sette" e 4,00; con "I Classici del pensiero libero + Io Donna" e 2,50

60

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

TM

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

61
Coppia da romanzo
Robert Pattinson, 24 anni, e Reese Witherspoon, 35 (nella foto pi a sinistra con Christoph Waltz, 54) sono i protagonisti di Water for elephants. Il film tratto dal romanzo Acqua agli elefanti di Sara Gruen, tra i libri pi venduti negli Usa nel 2006, ora tornato in classifica con larrivo del film

Spettacoli
Hollywood Lattore e Reese Witherspoon amanti in Water for elephants tratto da un best seller

Il divo Pattinson: dopo i vampiri un circo kolossal


Animali e passioni negli Anni 30
LOS ANGELES Sullo sfondo dellalta societ inglese dellOttocento, Robert Pattinson e Reese Witherspoon erano stati madre e figlio in La fiera delle vanit di Mira Nair nel 2004. Il vampiro di Twilight, oggetto del desiderio delle adolescenti del mondo, era allora un giovanissimo aspirante attore mentre Reese, pi adulta di lui di dieci anni, era gi tra le pi pagate protagoniste del cinema hollywoodiano. Ora Robert e Reese si sono innamorati sullo schermo, sotto gli occhi gelosi e crudeli di Christoph Waltz (Oscar per Bastardi senza gloria) che nel loro nuovo film Water for elephants ruba la scena a divi e animali nei panni del violento e schizofrenico proprietario di un circo, sullo sfondo dellAmerica degli Anni Trenta e della Grande Depressione. Sotto il tendone del Benzini Bros Circus si incontrano Pattinson e Reese, nei panni di Jacob Jankowski e Marlena Rosenbluth. Lui studente di veterinaria, spiantato e impossibilitato a terminare gli studi nella prestigiosa Cornell University perch rimasto orfano dei genitori; anche lei orfana, ma Waltz/August Rosenbluth laveva strappata alla povert e sposata facendola diventare la regina del suo circo. Tutto ci accade in uno dei film pi attesi della primavera, tratto dal best seller di Sara Gruen, tra i pi venduti negli Stati Uniti dal 2006 e che da settimane di nuovo in testa alla classifiche dei libri del New York Times. Al termine delle prima proiezione negli studios della Century Fox, che ha speso centinaia di dollari per questa produzione superspettacolare (in Italia a maggio con il titolo Come lacqua per gli elefanti), Pattinson non nasconde una punta di orgoglio: Ormai sono un attore letterario. Water for Elephants, infatti, un best seller. Non da meno sono le due ultime puntate dalla saga vampiresca di Stephanie Meyer. Sto per iniziare il film di David Cronenberg, Cosmopolis, dal libro di Don DeLillo scena in cui i due attori si abbracciano, guardati a vista dal vagone di un treno depoca da Waltz, ma le ragioni del caso letterario del libro sono tante, non tutte dovute soltanto allattesa della prova dei due beniamini del pubblico in una storia damore e di violenza, di animali e inquieti esseri umani tutti coinvolti in un circo itinerante nellAmerica profonda. Dice il regista Francis Lawrence: I temi di Water for Elephants vanno oltre la curiosit per due attori tra i pi contesi oggi a Hollywood. Contemplano motivazioni colte e anche di grande richiamo perch la storia del circo americano e dei tendoni itineranti ricca di riferimenti, aneddoti, memorie di tante genera-

zioni. Concordano i critici letterari che sul romanzo della scrittrice e animalista hanno manifestato tanto riserve. Le hanno per riconosciuto meriti sostenendo che la storia un incrocio sia pure spurio tra il romanzo di F.S. Fitzgerald Gli ultimi fuochi e Via col Vento. Afferma Waltz, che genera brividi con il suo crudele cinismo, ma anche emozioni per la solitudine e la sopravvivenza dei suoi spettacoli: Il libro della Gruen un autentico racconto depoca e mi ha fatto molto pensare anche ai romanzi di Steinbeck e di Faulkner. E un affresco sociale, non solo una storia damore. Robert Pattinson appare giovane in tutto il film. In un lungo flashback, il suo Jacob appare allinizio ormai novantenne in una casa con mille ricordi dal matrimonio con Marlena, alla rivolta allinterno del

La curiosit I due protagonisti erano stati madre e figlio in La fiera delle vanit di Mira Nair nel 2004
circo, alle violenze su vagabondi e immigrati, alla fuga della platea terrorizzata per gli animali liberati da una sommossa degli operai umiliati e per quellelefante che con un atto quasi umano ( il segreto del film) aveva liberato Marlena. Ci sono tanti segreti nella storia. Parlano di unAmerica che viveva di emozioni e sogni. Per questo - conclude Pattinson - il libro ha affascinato tanti lettori e anche me, che sono inglese e ho scoperto momenti a me sconosciuti di unepoca americana che, in controluce, parla anche di oggi. E stato pi interessante comunicare davvero, come faccio nel film, con questo straordinario esemplare di elefante che non diventare ancora una volta un pericoloso vampiro.

Nella saga
Robert Pattinson diventato famoso nel 2008 interpretando il ruolo del vampiro romantico Edward Cullen nella saga di Twilight

Via col vento I critici letterari sul libro: una storia che pu ricordare anche i drammi di Via col vento

ed pronto Bel Ami. Se Robert ha lasciato vampiri e licantropi per i cavalli azzoppati di un circo e una elefantessa chiamata Rosie (e allanagrafe Tai, diva di tanti film), Reese racconta: Ho abbandonato i leziosi cagnetti delle mie commedie: cavalco

come unamazzone e compio acrobazie da trapezista in groppa a Rosie o sollevata dalla sua proboscide sotto il tendone. Forse lennesima ristampa del romanzo di Sara Gruen va a ruba anche grazie alla copertina che riproduce una foto di

Giovanna Grassi
RIPRODUZIONE RISERVATA

62 Spettacoli La commedia Nessuno mi pu giudicare in 400 sale. Battute su Nanni Moretti, Bova fa la parte del coatto

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Brevi
I SINDACATI

Cortellesi, unescort tutta da ridere


Allusioni ai politici ma svendersi non una tappa obbligata nello spettacolo
ROMA Manuale distruzione, per attirare le prede nella tana, della escort navigata Anna Foglietta allaspirante escort Paola Cortellesi: Incontrerai molti imprenditori e politici. Se sono di destra tu devi ridere (alle barzellette? ndr); se sono di sinistra annuisci, hanno bisogno di sentirsi intelligenti. Paola nella scena prende appunti, allanteprima in sala si ride e non sar lunica volta. Peccato che lincontro si trasformi in una mielosa autocelebrazione (siamo una famiglia; anche i ruoli di un secondo...). Nessuno mi pu giudicare esce il 16 marzo per 01, in 400 copie destinate a salire col tam tam. Prodotto da Fulvio e Federica Lucisano, lesordio alla regia di Massimiliano Bruno, sceneggiatore dei film di Fausto Brizzi da Notte prima degli esami, e storico collaboratore della Cortellesi dai tempi del teatro off: Ci siamo conosciuti quando avevo 20 anni, ne ho 37. Paola, che in Zelig amata per la comicit intelligente, al cinema dalla porta principale una new entry: il mio primo ruolo da protagonista assoluta, dovevo aspettare il progetto giusto, questo ruolo me lhanno cucito addosso, quante volte capita? La tv ha delle responsabilit anche sul variet; mi piace farla, e farla bene, senn diventa la nemica pubblico numero 1. Al cinema i miei riferimenti sono Franca Valeri, Monica Vitti e Anna Magnani, perch no?. Paola Alice, la donna che vis-

Nuovi tagli al Fus Sar sciopero generale


Tagli al Fus, sindacati dello Spettacolo verso lo sciopero. Le segreterie nazionali di categoria Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil, hanno annunciato per i prossimi giorni uno sciopero generale del settore. Il Fus gi ridotto a 258 milioni di euro viene ulteriormente decurtato di altri 27 milioni, denunciano.

NUOVA DENUNCIA

Charlie Sheen, in casa un arsenale di 47 armi


Dopo i festini a base di sesso, droga e alcol Charlie Sheen fa parlare di s anche per possesso di armi. La polizia, dopo una denuncia dell'ex moglie Brooke Mueller, ha fatto irruzione nella sua villa a Beverly Hills dove ha trovato e sequestrato un arsenale composto da 47 armi. Giorni fa gli agenti avevano portato via a Sheen i due figli.

se due volte. Da cafona arricchita, dopo limprovvisa morte del marito che le lascia un enorme debito sulle spalle, si ritrova in una specie di baracca al Quarticciolo, periferia di Roma i cui multietnici abitanti si sono fatti sentire dietro le quinte, affatto intimiditi, al regista una volta hanno detto: Questa scena la potevi fare pi intensa. Paola diventa escort per necessit prima di cadere fra le braccia del coatto Raoul Bova, gestore di un Internet Point dalle alterne fortune. Il portiere dello stabile, razzista, Rocco Papaleo, il quale dice una battuta in procinto di diventare un must sulla rete: Bianchi e neri, per voi siamo tutti uguali. Ma che, siamo in un film di Nanni Moretti? Te lo meriti, Nanni Moretti. Esilarante il commento di Pa-

Il gruppo Paola Cortellesi, 37 anni, qui sopra e a sinistra in Nessuno mi pu giudicare

Gestore Raoul Bova 39 anni, Giulio, il coatto gestore di un Internet Point dalle alterne fortune che far cadere tra le sue braccia la Cortellesi

paleo: Tanto Moretti difficile che mi chiami ai suoi film, perso per perso, che me ne frega. Il regista dice che la citazione da Ecce Bombo sul qualunquismo di Alberto Sordi in realt un omaggio a Moretti, scrivetelo per la mia salute fisica. Commedia sentimentale con finale buonista-consolatorio, ma la politica bussa. Quando Paola finisce in unammucchiata di escort su uno yacht di ricconi, lattualit si offre da s. Il regista: Se siamo capitati un periodo per cui chi ci rappresenta si vede nella scena dello yacht, non puoi non rimarcarlo. Oggi siamo pi fieri di una commessa al supermercato che dei politici. Per chiarirsi le idee ha fatto delle interviste a delle vere

escort, girando le informazioni a Paola: Molte lo fanno per scelta inseguendo una vita agiata, non sono le schiave che si prostituiscono in strada. Per me stato un ruolo come un altro, in fondo Alice unimbranata che lo fa il tempo di saldare il debito e per non perdere il figlio. La commedia intelligente questa, affonda le radici nel sociale, non stiamo facendo Ken Loach che adoro, nella commedia italiana c un fondo di verit con leggerezza. Delle papi girls di Arcore, c una cosa che a Paola dispiace e mi fa male, il fatto che si pensi che svendersi sia una tappa obbligata per chi intenda fare il mio mestiere. Nel film pratica il mestiere nella casa al Colosseo attigua a quella dellex ministro Scajola. Ma tutto questo Alice non lo sa.

RICONOSCIMENTI

Al TgLa7 di Mentana il Premio Tv 2011


Il TgLa7 di Enrico Mentana ha vinto il Premio Tv (Oscar Tv) come miglior tg nazionale della stagione. Il premio stato assegnato, a sette mesi dalla prima edizione del 30 agosto 2010, quasi all'unanimit dalla Grande Giuria di oltre 100 testate giornalistiche. Mentana ritirer il premio in diretta su Raiuno domenica 20 marzo.

Valerio Cappelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Spettacoli 63
Carr Vip

Oltre il Grande fratello Far discutere il format israeliano che approda su Italia 1

Arriva il Tamagotchi umano ultima frontiera del reality


Otto reclusi saranno telecomandati dagli spettatori
MILANO Ricordate il Tamagotchi? Quel cucciolo virtuale giapponese da curare? Qualcosa di simile arrivato in televisione, superando cos il limite della decenza umana. un format (Uman take control!), andato in onda con successo in Israele: 8 ragazzi chiusi in piccole gabbie vengono telecomandati dai telespettatori che decidono ogni azione dei reclusi. In Israele, dove impazziscono per i reality show, il programma andato in onda solo sul web, cellulari, i-phone (brevissime sintesi in televisione) e anche da noi prevista una realizzazione su diverse piattaforme. Il reality acquistato da Endemol Italia debutter il prossimo mese su Italia 1. Ben altri 16 paesi lo hanno acquistato. Il linguaggio del reality, nel Duemila, ha certamente cambiato i tratti della tv, per sempre, ed stato evidentemente linizio di una nuova via, senza ritorno. Sempre pi hard. C solo da sperare che riesca loperazione di Simona Ercolani (gi autrice di numerosissimi programmi, tra cui lultimo Festival di Sanremo) e degli altri autori che stanno lavorando su Uman take control! per renderlo molto pi comedy, togliendo gli aspetti inquietanti e sottolineando quelli giocosi,

Festa in Francia per i dieci anni degli show-verit


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Gioco

Il Tamagotchi un gioco elettronico nato nel 96

Tutine A sinistra e in alto due immagini del reality Uman che andato in onda in Israele. I ragazzi indossano delle tutine, ciascuno di un colore diverso

in Giappone. Lo scopo dedicarsi alle cure di un cucciolo virtuale, cercando di farlo vivere il pi a lungo possibile. Il giocatore ha potere di vita e di morte su di lui

pure parodistici. Anche perch cos com, non sarebbe certo adatto alla prima serata di una tv generalista: probabilmente n il presidente Mediaset Confalonieri, n il vice Piersilvio Berlusconi apprezzerebbero un reality che scatenerebbe critiche e polemiche violentissime. Dunque Ercolani, ci spieghi come un tale esempio di abiezione possa diventare un simpatico programma di prima serata. Per prima cosa non ci saran-

no estremismi di alcun tipo. vero che sar il pubblico a decidere le azioni dei concorrenti, ma solo scegliendo tra varie opzioni non certo vessatorie che decideremo noi autori. Il

Correzioni Lautrice Simona Ercolani: punteremo sugli aspetti da videogioco, meno su quelli estremi

nostro intento quello di procedere per livelli, proprio come nei video giochi, dove si devono superare delle "prove" per crescere, solo che in questo caso i livelli da superare sono freudiani. Si tratter insomma di un gioco e una parodia sul mondo dei reality e della psicanalisi. Questa della psicanalisi complicata da capire. Cosa volete fare con questi poveri concorrenti? Lidea prendere ex concorrenti di reality che non sono riusciti a rientrare nella loro vi-

ta e che girano nei programmi tv a fare gli ospiti. Vogliamo spogliarli della loro identit di ex concorrenti e ridar loro la vecchia identit. Appunto attraverso le tappe dello sviluppo freudiano: dalla fase orale in avanti. Perch tornino ad essere persone umane. Laspetto giocoso quale sarebbe? Quello del videogioco: questo reality sar molto vicino al mondo dei videogiochi. Da casa si sentiranno come davanti a una playstation. Sar un modo per noi anche di testare il pubblico. Da che parte sta? buono, cattivo, becero, sadico, pi intelligente di chi fa tv? Sar interessante. La verit che vorremmo fosse una presa in giro e una messa in discussione dei meccanismi del reality che qui vengono svelati. Riflette e conclude Leonardo Pasquinelli, vicepresidente Endemol Italia: Un programma come "Uman" si inserisce nella costante attenzione di Endemol verso i linguaggi pi moderni. Dieci anni fa stato lanciato "Grande fratello". "Uman" rappresenta la nuova frontiera del reality e utilizza un linguaggio che molto vicino a quello dei videogiochi, sempre molto diffusi tra i giovani.

PARIGI Giuseppe ci sar. E questa gi una garanzia di successo per Carr Vip, la trasmissione con la quale la Endemol francese festegger i dieci anni di reality in Francia. Giuseppe la star di Qui veut pouser mon fils, il reality delle mamme che vogliono accasare il proprio figlio. Ne diventato la stella indiscussa, e uno dei personaggi pi popolari della tv dOltralpe, riuscendo a impersonare oltre limmaginabile la macchietta dellitaliano per come lo intendono i francesi: cocco di mamma 39enne, belloccio convinto di essere bellissimo, elegantone spavaldo e sciupafemmine. In Carr Vip Giuseppe sar affiancato da altri sette vincitori di passati reality Endemol, che dovranno sconfiggere otto nuovi concorrenti appena selezionati. Se Endemol ha conquistato notoriet e fette di mercato internazionale con il Grande Fratello e Loft Story (la sua declinazione francese), i reality non sono pi la principale attivit della multinazionale. Non rappresentano pi del 20 o del 25 per cento della nostra cifra daffari ha detto al Figaro Virginie Calmels , cio lequivalente del variet e quasi due volte meno dei giochi. I reality come paradigma del mondo globalizzato, dove uno spettacolo identico a s stesso capace di avere successo in tutti i Paesi del mondo, non esistono pi. finito il tempo del Grande Fratello ripetuto allinfinito nelle versioni internazionali, oggi essenziale creare dei prodotti locali, dicono i francesi.

S. Mon.
RIPRODUZ ONE RISERVATA

Maria Volpe
R PRODUZIONE RISERVATA

NEW NISSAN MURANO DIESEL


URBANPROOF REFINED.
Solo chi ha stile pu diventare ancora pi elegante. Nissan presenta il nuovo Murano. Ora disponibile con un potente motore diesel Euro5 di ultima generazione ed un nuovo design che vi toglier il fiato. Urbanproof, come non lavete mai visto prima.

Gamma a partire da 42.600 euro.

www.nissan-murano.it
Consumi massimi: 10,1 l/100 Km. Emissioni CO2: 210 g/Km.

64

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Sport
Le pagelle Brescia
da uno dei nostri inviati a Brescia

Arcari il migliore dei suoi


7 ARCARI Salva un po avventuroso su Nagatomo, viene seccato senza colpe da Etoo poi bravissimo su Sneijder e due volte su Pandev. Il migliore dei suoi. 6,5 ZEBINA Tiene in gioco Etoo sul gol, ma decisivo in recupero su Pandev e in pressione su Cordoba, che si spaventa come un bambino ai primi calci. Gara di sostanza. 6 BEGA Perno della linea a tre, solido. 6 ZOBOLI Buona presenza, pochi affanni. 6 ZAMBELLI Interessante duello con Nagatomo, che lo salta solo una volta (e quasi segna). Quando arriva lui in fondo impreciso. 6,5 KON Supporta bene Caracciolo e resta nel vivo anche nella ripresa, quando sfiora il clamoroso 2-1. 5,5 VASS In zona Sneijder, vi si dedica anima e corpo con mediocri fortune. 6 HETEMAJ Molto sacrificio nella zona di Zanetti e Maicon, pi concreto nella ripresa. 5,5 BERARDI Spesso sulla linea dei difensori, esce infortunato dopo essersi perso Etoo sul gol. 6 CARACCIOLO Ci prova quattro volte, alla quinta colpisce, favorito dalla follia di Cordoba. Per lAirone il 6, meritato, gol in carriera allInter, ma la sua notte magica finisce l, perch poco dopo si fa parare il rigore da JC. Nervoso, viene espulso nel finale. Salter la Juve. Eroe a met. 5,5 DIAMANTI Un corner insidioso in avvio, poi il nulla assoluto prima del risveglio finale quando entra nelle azioni decisive. Ma troppo poco. 6 DAPREL Rischia subito con un giallo e un fallo di mano che poteva costargli il rosso. Dopo onesto sulla sinistra. 6,5 EDER Entra e d nuova verve guadagnandosi pure il rigore. Impatto decisivo. 7 IACHINI Sa soffrire nel primo tempo poi cambia il match, rendendolo bello e possibile cambiando ritmo e giocatori (vedi Eder). Alla fine i rimpianti veri li ha proprio Brescia, che comunque con i campioni del mondo ha pareggiato 2 volte su 2.

Subito avanti I campioni dItalia vanno in vantaggio con Etoo, poi falliscono numerose occasioni La rimonta Nel finale Caracciolo pareggia grazie a Cordoba e Julio Cesar deve parare un rigore

Delusione Kharja, Ranocchia, Stankovic e Zanetti delusi dopo il gol del pareggio bresciano: battendo domani il Bari, il Milan pu arrivare a +7 (LaPresse)

Alessandro Pasini
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le pagelle Inter
da uno dei nostri inviati a Brescia

Pandev divora palle-gol


7 JULIO CESAR Paga la pazzia di Cordoba, ma evita il clamoroso k.o. parando un rigore e uscendo su Eder nel recupero. Incolpevole. 5,5 MAICON Spinta svogliata e imprecisa, quando affonda non trova supporto nelle punte. 6 LUCIO Routine, esce dopo 65 per un problema muscolare. Allarme Monaco. 6 RANOCCHIA Lassist di testa per l1-0 di Etoo notevole, il resto normale. 5,5 NAGATOMO Una buona iniziativa in avanti (Arcari para), poi molta confusione. 5,5 J. ZANETTI Mediano basso, si allarga a sinistra nel rombo finale. Appannato. 5,5 STANKOVIC Match standard finch non perde la palla che avvia lazione del rigore. 4,5 PANDEV Pare ispirato, invece sotto il fumo c poco, come gli accade da tempo. Nel primo tempo corre lentissimo verso Arcari e consente il recupero a Zebina (non Beckenbauer), nella ripesa spreca due clamorose chance. Non pu sperare sempre nella porta vuota come col Genoa. 6 SNEIJDER Colpisce un palo da fuori, poi Arcari gli dice no. Molti palloni, poca collaborazione. 6 ETOO Parte bene, segna il 19 gol in campionato (31 in totale), dopo scompare. 6 PAZZINI Buon lavoro sporco nel traffico, ha una bella palla al 62 ma calcia alto. Tolto incomprensibilmente dopo 70. 4 CORDOBA Al posto di Lucio giusto in tempo per gettare lInter nel baratro: lassist a Caracciolo follia pura, ingiustificabile per uno della sua esperienza. Sul fallo da rigore su Eder ha colpe relative, ma la ciliegina di una serata da incubo. 5 KHARJA A centrodestra nel rombo. Impalpabile. 5 LEONARDO Si gioca subito tutti gli attaccanti, poi quando la squadra va in sofferenza leva Pazzini, che a Monaco non giocher e che pi bomber, anzich linutile Pandev. Ha buttato al vento una gara che si era messa al meglio. Errore grave. Chiss se ci sar rimedio.

LInter si butta via


I nerazzurri sprecano con il Brescia e si fanno raggiungere
DA UNO DEI NOSTRI INVIATI

Brescia Inter

1 1

Marcatori: Etoo 18 p.t.; Caracciolo 40 s.t. BRESCIA (3-5-1-1): Arcari 7; Zebina 6,5, Bega 6, Zoboli 6; Zambelli 6 (Eder 6,5 16 s.t.), Kon 6,5, Vass 5,5 (Lanzafame s.v. 38 s.t.), Hetemaj 6, Berardi 5,5 (Daprel 6 26 p.t.); Diamanti 5,5; Caracciolo 6. All.: Iachini 7 INTER (4-2-3-1): Julio Cesar 7; Maicon 5,5, Lucio 6 (Cordoba 4 20 s.t.), Ranocchia 6, Nagatomo 5,5 (Materazzi s.v. 32 s.t.); J. Zanetti 5,5, Stankovic 5,5; Pandev 4,5, Sneijder 6, Etoo 6; Pazzini 6 (Kharja 5 25 s.t.). All.: Leonardo 5 Arbitro: Rocchi 5 Espulso: Cordoba 44, Caracciolo 50 s.t. Ammoniti: Daprel, Zebina, Maicon, Kon, Hetemaj Recuperi: 1 pi 5

al.p.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BRESCIA Il primo pareggio dellInter di Leonardo (in 14 partite), fermata dal Brescia, pu chiudere il campionato in favore del Milan. Domani il vantaggio dei rossoneri pu salire a sette punti e la rimonta, gi difficile, ha tutte le caratteristiche per diventare impossibile. Stesso risultato (1-1) e stessi marcatori dellandata (Etoo e Caracciolo) e come quattro mesi fa, i nerazzurri hanno visto le streghe contro la squadra di Iachini. L1-1 di San Siro aveva inaugurato il novembre nero dei campioni dItalia; questo 1-1 pu avere riflessi decisivi sulla classifica e traumatici sullumore della squadra, a quattro giorni dalla sfida con il Bayern. La partita ha premiato la volont del Brescia, che lha giocata con intelligenza e punisce la supponenza dellInter, che ha buttato la vittoria. Alle parole della settimana sulla rimonta, non hanno fatto seguito i fatti e alla fine se c una squadra che non contenta del pareggio proprio il Brescia, che ha raggiunto gli interisti al 40 della ripresa (gol di Caracciolo su assist di Cordoba) ed andato a undici metri dal sorpasso, sul rigore concesso per un fallo del medesimo Cordoba su Eder, che Julio Cesar ha parato a Caracciolo (44 s.t.). Anche se non in questo venerd che lInter ha salutato lo scudetto, stato landamento

della gara a condannare senza appello i nerazzurri. Nel primo tempo, dopo un avvio pi convinto da parte del Brescia, i nerazzurri hanno preso in mano la partita e sono andati in vantaggio con il 19 gol di Etoo, sullassist di testa di Ranocchia. Qui non si capito bene se il Brescia si preoccupato di difendere la sconfitta, che

31

gol in stagione di Etoo: lo scorso anno Milito si ferm a 30

comunque un segno di concretezza, oppure si consegnato allavversario, visto che lInter ha dominato il resto del primo tempo (Daprel ha rischiato lespulsione per un doppio giallo, ma gli stata fatta la grazia a conferma che gli arbitri sono davvero modesti), commettendo per lerrore di non chiuderla, nonostante una squadra a forte tra-

zione anteriore, nella quale era stato ripristinato il vecchio e non sempre glorioso 4-2-3-1, formula ad alto rischio, quando mancano uomini come Cambiasso e Thiago Motta. A cambiare passo nella ripresa stato il Brescia e non lInter, che non ha cercato un semplice secondo gol, quello che avrebbe potuto mettere al sicuro il risultato ma

Il dopopartita

Leonardo: non giusto, ma non finita


BRESCIA Rallenta la corsa dellInter. I nerazzurri, che vantano il miglior attacco del campionato, non riescono ad andare oltre al pareggio a Brescia. Leonardo non sembra per preoccupato. Abbiamo avuto tante occasioni dice il tecnico e il risultato poteva essere diverso. Ma non sempre nel calcio c giustizia. Sapevamo di dover affrontare un avversario difficile, il Brescia si difende bene. Sono convinto che la squadra ha fatto un buon primo tempo. Siamo andati in vantaggio e abbiamo gestito bene la situazione. Purtroppo un gol incassato su calcio piazzato ha cambiato il destino alla partita. Poi stato tutto pi difficile ma fino a quel momento abbiamo creato non pochi problemi al Brescia, sia con Sneijder che con Pandev. LInter ha giocato bene a livello tattico. Purtroppo quando si crea molto e non arriva il gol, la squadra che gioca in casa, sostenuta dal suo pubblico, si sente pi forte. arrivato il loro pareggio su calcio dangolo e la partita cambiata. Non era una partita che doveva finire in pareggio. Non faccio drammi, guardo tutto quello che stato fatto da quando sono arrivato: un bilancio ottimo, una squadra in crescita. LInter ha lottato contro il Brescia che si confermata squadra tosta e compatta. Noi comunque abbiamo fatto unottima gara. Adesso? Noi pensiamo solo alla prossima partita, mancano ancora tante gare e tutto pu succedere. C un continuit: sono convinto che da qui alla fine succeder ancora qualcosa. I cambi? Lucio ha dovuto uscire per un problema. Si rammarica il Brescia per il rigore parato e i 3 punti che potevano essere importanti per la salvezza. Racconta Alessandro Diamanti: Abbiamo fatto una grande partita, correndo dal primo minuto e creando parecchie occasioni. un segnale, siamo vivi e lottiamo sino in fondo. Il rigore sbagliato? Recriminare non serve. Contro lInter si visto il carattere, di questo passo ci salveremo.

Testa bassa Leonardo deluso (LaPresse)

Nessun dramma Non era una partita che doveva finire in pareggio, ma non faccio drammi. Lo scudetto? Pensiamo alla prossima partita, ne mancano ancora tante

Giancarla Ghisi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Sport 65

Contro il Cesena Il tecnico: Ho parlato con Agnelli: non siamo distanti. Ci aspettano 10 finali e possiamo uscire dalla crisi

Delneri: Non mollo e voglio la Champions


Oggi in campo Pepe, Del Piero e Aquilani. In allenamento lite tra Chiellini e Iaquinta
TORINO Non molla, Luigi Delneri. Non molla neppure se stasera a Cesena, alla fine di una partita considerata giustamente insidiosa, la Juventus dovesse infilare la quarta sconfitta consecutiva e precipitare sempre pi gi in classifica. Non mi balena assolutamente lidea di dimettermi, nemmeno di fronte a unaltra delusione. Faccio gli scongiuri e spero che la mia squadra scenda in campo con la mentalit giusta, il pistolotto dellallenatore di Aquileia che rischia il posto e che, salvo sorprese, il prossimo anno lavorer altrove. Ho pranzato con Andrea Agnelli, laltro giorno. Non siamo distanti. La mia riconferma dipende dai risultati: non ho certezze per il futuro, per fino a quando staremo uniti avremo la possibilit di uscire dalla crisi. Adesso ci aspettano dieci finali. Non proprio cos per funziona dirlo per tentare di crederci. Al punto che Delneri torna a sfiorare persino la Champions League, un obiettivo ormai proibito per qualsiasi persona dotata di buon senso: Mann, di qui alla conclusione del campionato ci sono ancora un sacco di scontri diretti. Dipende dagli altri e da noi, che dobbiamo cambiare marcia.... Per farlo, senza Toni e Felipe Melo, il tecnico ha deciso di dare spazio a chi ultimamente si era ritrovato in disparte per svariate ragioni: Aquilani, Pepe e Del Piero sono le novit per Cesena, mentre Barzagli resta in dubbio, ma pronto Bonucci. Dobbiamo vincere, sarebbe una svolta fondamentale. Non possiamo pi sbagliare, ripete Delneri, non rendendosi conto che sono le stesse frasi pronunciate prima del Lecce, del Bologna e del Milan. della seconda parte della rifondazione, un colpo di straccio pi leggero o pi pesante. Se mi rivolgo qualche rimprovero? S, come tutti continua il tecnico bianconero . Una vittoria ci darebbe stimoli e nuova fiducia in noi stessi, la strada quella giusta. Abbiamo recuperato elementi importanti e mi auguro che la Juventus possa tornare una squadra spensierata, che giochi a calcio. Ieri, per, nervi tesi in allenamento: Chiellini e Iaquinta si sono spintonati dopo un contrasto un po troppo duro. Non il momento pi difficile della mia carriera. Qui a Torino vincere la norma, una sconfitta fa notizia. Due o tre consecutive non ne parliamo, la voce di Delneri. Ecco perch Cesena pu essere davvero il capolinea di unavventura. Troppo breve.

Serie A

29 giornata

In bilico
Gigi Delneri arriva da 3 sconfitte consecutive. Contro il Cesena chiede alla Juve la giusta mentalit (LaPresse)

Andrea Agnelli e John Elkann non sono passati (gioved) da Vinovo per caso, esigono una brusca inversione di rotta, sotto esame non c solo Delneri. Il dito puntato contro dirigenti e giocatori, la propriet deve solo stabilire la portata

Gino Minguzzi
R PRODUZIONE RISERVATA

Lintervista Lolandese, alla nona stagione in rossonero, guarda oltre White Hart Lane

Seedorf d una lucidata allorgoglio La quinta Coppa mi chiama


Io e gli altri vecchi stiamo ancora facendo la storia del Milan
MILANO Clarence Seedorf, 35 anni il prossimo 1 aprile, gli ultimi 9 trascorsi con la maglia del Milan addosso: lavevamo lasciata in lacrime sul prato di White Hart Lane. Ero deluso per luscita dalla Champions. Avevo realizzato che sarebbero serviti sei mesi prima di rigiocare la coppa e fino a maggio sarei stato costretto a guardar giocare gli altri. Nel mio pianto cerano rabbia e impotenza. Nelle ultime 4 stagioni il Milan non ha superato gli ottavi di coppa. Si dato una spiegazione? Non c un filo conduttore nelle 4 eliminazioni. Con lArsenal cera mezza squadra infortunata e chi aveva giocato era al 60% della forma. Lanno scorso con il Manchester abbiamo sbagliato lapproccio nella gara di ritorno e con il Tottenham nella partita dandata. Per le sfide europee occorrono grande coraggio e tanta qualit. Solo lInter rimasta in corsa nelle coppe: il calcio italiano in una fase di involuzione? Non parlerei di una tendenza: la Juve in un momento di crisi e deve ricostruire tutto. La Roma ha affrontato lo Shakhtar nel momento peggiore della stagione. LInter ha ancora la possibilit di passare il turno. Insomma ci sono spiegazioni razionali alle diverse uscite. Mercoled ha riscosso consensi giocando nel ruolo di regista basso. La considera unopportunit per il futuro? Sono calcisticamente nato venendo schierato in quella posizione nellAjax. un ruolo che mi piace e che potrei ricoprire se utilizzato con continuit perch a me interessa soprattutto giocare. Se in 17-18 anni di carriera sono stato impiegato in pi ruoli non vedo perch non possa succedere ancora. Di certo se sono in campo posso aiutare di pi la squadra di quanto possa fare stando in panchina. Com il suo rapporto con Allegri? La normale relazione che esiste fra un allenatore e un giocatore. Non ci sono problemi, mi ha fatto giocare troppo poco per i miei gusti ma questa una sua scelta. Con me in campo abbiamo vinto 7 partite consecutive. So che mi stima perch se cos non fosse non sarei stato capace di accettare di fare pi panchina questanno che in 10 anni di carriera. E questo avvenuto nonostante stessi bene. Come vive lalternanza con Boateng? Boateng un grande giocatore, anzi un grande talento ma a Londra abbiamo dimostrato che se giochiamo insieme ancora pi bello. Qui al Milan storicamente ci sono sempre stati tanti giocatori di qualit in campo: eravamo abituati a un centrocampo composto da giocatori con caratteristiche diverse. Io ho convissuto con giocatori del calibro di Rivaldo e Rui Costa, gente che ha fatto un certo tipo di carriera, e alla fine sono sempre stato titolare.

Classifica
MILAN 61 INTER* 57 NAPOLI 53 LAZIO 51 UDINESE 50 ROMA 46 JUVENTUS 41 PALERMO 40 CAGLIARI 39 FIORENTINA 37 *una partita in pi BOLOGNA (-3) GENOA CHIEVO SAMPDORIA PARMA CATANIA CESENA LECCE BRESCIA* BARI 36 35 32 31 29 29 28 28 26 16

Ha detto

Il rapporto con
Allegri normale, so che mi stima, ma passo troppo tempo in panchina

Lutto per il Giappone


Il giapponese Yuto Nagatomo con il lutto al braccio (Di Ciuccio)

Il derby sar
determinante: dobbiamo arrivarci mantenendo un buon distacco

il supergol. Se Sneijder ha colpito il palo e Pandev s fatto parare due palle-gol nitide, il tentativo di entrare in area con il pallone fra i piedi, con triangoli impossibili in assenza di spazi, ha prodotto la rinascita del Brescia, che ha avuto a disposizione ampi spazi per il contropiede. Julio Cesar gi era stato decisivo su Caracciolo in avvio di ripresa; il resto arrivato dopo, con i cambi che non hanno convinto: Cordoba per Lucio stata una mossa obbligata (problema muscolare per il brasiliano), luscita di Pazzini, che non giocher a Monaco, non servita a dare equilibrio alla squadra, perch Kharja non mai entrato in partita. LInter ha difeso male e ha perso la forza di ripartire in maniera convincente. Il Brescia, pur sbagliando qualcosa, cresciuto nella sua forza offensiva, finch, dopo aver urlato per un rigore non dato (ma il gomito di Nagatomo era attaccato al corpo), arrivato il gol di Caracciolo, sullassist del povero Cordoba, gi spostato a fare il terzino sinistro. Gli ultimi minuti sono stati lesempio di come una grande squadra non deve giocare a calcio e se Julio Cesar lha salvata dalla sconfitta, la corsa scudetto dellInter si comunque esaurita. Difendere il secondo posto sar gi un risultato non da poco. E nemmeno semplice.

Cambiare
squadra? Non sono preoccupato per il futuro, le offerte non mi mancano

Il caso

Voglio rovinare Gilardino Denunciato per minacce


ROMA (a.b.) Alberto Gilardino, centravanti della Fiorentina e della nazionale, stato minacciato e ricattato ma i tifosi della sua squadra non centrano. Il calcio non centra. Gila lobiettivo di Giuseppe Cicco, 41 anni, che accusa il giocatore viola di avere avuto una storia con la moglie, Genny Monini, di 36 anni. Cicco sostiene di avere le prove del tradimento, contatta la societ e la stampa, fa sapere di non chiedere soldi ma di voler rovinare la carriera e la vita della sua vittima. E a questo punto che Gilardino, dintesa con la Fiorentina, denuncia le minacce subite. Cicco, che non nuovo a episodi di questo genere e in passato stato denunciato a Empoli per estorsione, ieri ha ricevuto un avviso di garanzia e la sua abitazione stata perquisita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Redknapp lha pubblicamente elogiata mercoled. Ha il sospetto di essere pi stimato allestero? Qui si strumentalizza il fatto che ogni tanto vengo fischiato a San Siro ma in ogni citt e stadio dItalia mi tributano grande rispetto e mi dimostrano affetto. La cosa che dicono di lei che le procura pi dispiacere? Non a tutti piace Seedorf, ma la maggior parte non contro Seedorf. Sono apprezzato da chi milanista e anche da chi non lo . Per questi 9 anni italiani per i rapporti che si sono creati mi do un bell8. Fra voi e lo scudetto c solo il derby? Mai come questanno la partita con lInter determinante: sar un derby scudetto. Ecco perch sar fondamentale arrivare alla partitissima del 3 aprile con lo stesso distacco in classifica. Domani al teatro Manzoni Silvio Berlusconi festegger i suoi 25 anni di Milan. Si sente un giocatore simbolo di questa era calcistica? Su 25 anni 9 li ho passati qui, e in questi 9 anni abbiamo vinto 2 Champions sulle 7 conquistate in oltre 100 anni di storia. Mi sento parte integrante del progetto del presidente. Dove si immagina lanno prossimo? Nel mondo, come al solito. Io penso alla quinta Coppa dei Campioni che mi sta chiamando. Non strano che giocatori che hanno scritto la storia del Milan come lei, Pirlo, Nesta, Ambrosini, Inzaghi ancora non sappiano dove giocheranno il prossimo anno? Si pu dire che siamo alla fine di un ciclo? La correggo, la storia la stiamo ancora facendo. Tutti stiamo ancora bene, se c qualcuno che sta meglio di noi si faccia avanti. Io non sono preoccupato, il mio rapporto con il Milan sempre stato improntato alla massima chiarezza. Ha gi ricevuto offerte da altri club? Le offerte non mancano mai.

Cesena
4-3-3 1 Antonioli 46 Santon 3 Pellegrino 25 Von Bergen 6 Lauro 8 Caserta 14 Colucci 18 Parolo 10 Jimenez 70 Bogdani 23 Giaccherini

Juventus
4-2-3-1 1 Buffon 2 Motta 19 Bonucci 3 Chiellini 17 Traor 8 Marchisio 14 Aquilani 27 Krasic 10 Del Piero 23 Pepe 32 Matri

Arbitro: BERGONZI di Genova Tv: ore 20.45 Sky Sport 1, Sky Calcio 1, Premium Calcio, Premium Calcio 1

Serie B

31 giornata

Oggi, ore 15 ALBINOLEFFE-VICENZA (Corletto) ASCOLI-ATALANTA (Stefanini) GROSSETO-PESCARA (Merchiori) MODENA-FROSINONE (Doveri) NOVARA-SASSUOLO (Ostinelli) PIACENZA-CROTONE (Baratta) REGGINA-TRIESTINA (Calvarese) SIENA-EMPOLI (Gallione) TORINO-LIVORNO (Candussio) Ore 18 VARESE-PORTOGRUARO (Giacomelli) Luned, ore 20.45 CITTADELLA-PADOVA (Velotto)

Classifica
ATALANTA 59 PIACENZA 38 SIENA 56 PADOVA 37 NOVARA 54 SASSUOLO 35 VARESE 47 MODENA 35 REGGINA 46 ALBINOLEFFE 35 PESCARA 42 CROTONE* 34 VICENZA* 41 CITTADELLA 32 TORINO 41 PORTOGRUARO 30 LIVORNO 40 FROSINONE 29 EMPOLI 39 ASCOLI** (-6) 28 GROSSETO 39 TRIESTINA 27 *una partita in meno; **due partite in meno

Tutti i gol e le immagini della giornata su

Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Leader Clarence Seedorf

66 Sport
I numeri della spedizione
Cos a Pechino 2008 La squadra italiana ha portato ai Giochi di Pechino 2008 346 atleti, di cui 278 in sport individuali e 68 in sport di squadra Levoluzione Alle 27 medaglie azzurre di Pechino in 13 sport sono seguite le 31 ai Mondiali 2009-2010 Il medagliere 2008 Cos a Pechino O A B T Cina 51 21 28 100 Usa 36 38 36 110 Russia 23 21 28 71 G. Bretagna 19 13 15 47 Germania 16 10 15 41 Australia 14 15 17 46 Sud Corea 13 10 8 31 Giappone 9 6 10 25 ITALIA 8 9 10 27 Francia 7 16 17 40 Cos a Londra 2012 Sono circa 280 gli atleti azzurri previsti negli sport individuali. Proveranno a qualificarsi per i giochi le nazionali di hockey prato (femminile), basket (maschile e femminile), volley (maschile e femminile) e pallanuoto (maschile e femminile)

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Rugby

Arriva la Francia e Mallett schiera tutti i suoi francesi

Coni Raffele Pagnozzi e, a fianco, il logo olimpico (Ansa, Polaris) Orco Sbastien Chabal, 33 anni (Liverani)

Olimpiadi In gara 346 gli azzurri. Coe per Roma 2020

Londra, corsa alloro Il Coni scommette su dodici vittorie


Le donne vicine al sorpasso sui maschi
DAL NOSTRO INVIATO

LONDRA Operazione medaglia. Difficile, difficilissima, ma le facce del Coni, sorridenti, ispirano fiducia. Soprattutto Raffaele Pagnozzi, segretario generale del Comitato olimpico italiano, lontano dallo spaccone, ma attento e scrupoloso uomo e manager di sport. La medaglia la studia, la programma, attiva una macchina tecnica e organizzativa, quella del Coni appunto, al servizio della ricerca delloro, ma vanno bene anche argento e bronzo. Restare nella Top ten la missione olimpica che si dato il Comitato olimpico nazionali, guidato dal presidente Gianni Petrucci. Top ten raggiunta a Pechino, allultima Olimpiade, chiudendo al nono posto della classifica: 27 medaglie (8 ori, 9 argenti e 10 bronzi). Davanti a noi la potenza Cina, a seguire Usa, Russia, Gran Bretagna, Germania, Australia, Corea del Sud e Giappone. A Londra si cercher di far meglio, e come in politica quando si va al voto, si fanno le proiezioni, per fortuna pi attendibili di quelle elettorali: bene, nella cartelletta stampa Coni, la proiezione medagliere aspira a scalare una po-

sizione, piazzarsi allottavo posto della hit parade olimpica. Il sogno passare dagli 8 ori di Pechino a 12. proprio la medaglia pi pregiata e attesa che determina il ranking. Si gufa cos contro lAustralia, prevedendo una sua retrocessione (si rifaranno col rugby). Del sogno abbiamo detto, lincubo quello di uscire dalla top ten, magari battuti dalla Spagna, abilissima a far finta di niente soprattutto col doping. Speriamo bene, consapevo-

8
ori azzurri a Pechino: quattro uomini (Tagliariol, Minguzzi, Cammarelle e Schwazer) e 4 donne (Vezzali, Quintavalle, Pellegrini e Cainero)

li, come osserva Pagnozzi, che sempre pi difficile andare a medaglie. Nuovi Paesi si sono fatti furbi e forti. Nellultima Olimpiade c stata una crescita del 30 per cento analizza Pagnozzi di nuove realt che hanno raggiunto il podio. Ma nonostante lo strapotere della Cina, per esempio, lItalia mantiene una posizione dignitosissima, di rilievo a livello internazionale. Altra previsione, studiata, analizzata, valorizzata da parametri tecnici, quella del

sorpasso delle donne azzurre sugli uomini nella corsa alloro. Insomma, una bella responsabilit sulla Pellegrini (tanto per citarne una) e compagne. La scuola tecnica italiana gi al lavoro, non si trascura

Gli allenatori Il Coni ha intenzione di confermare gli allenatori che possono dare risultati a livello internazionale

Vince Haedo

Tirreno, Oss sfiora il colpo in volata


PERUGIA Seconda volata della Tirreno-Adriatico e italiani ancora a secco: a Perugia vince largentino Juan Jos Haedo (Saxo Bank) sullamericano Tyler Farrar (Garmin) che non riesce a bissare il successo di gioved ma conserva la maglia azzurra di leader. Farrar pu sfruttare unapripista in volata di tutto rispetto: il campione del mondo Thor Hushovd. Terzo un po a sorpresa (perch non il tipico sprinter) il trentino Daniel Oss della Liquigas, uno degli uomini da seguire nella Milano-Sanremo di sabato 19. Oggi (14.05 RaiSport2, 15.05 Rai3) si sale, con il tappone di 240 km (e tre gran premi della montagna) che da Narni porta a Chieti: garantita la rivoluzione in classifica con Basso, Nibali, Scarponi, Cunego che cercano la vittoria. Parigi-Nizza: crono (27 km) al tedesco Martin (Htc) che ora ha 36 sul connazionale Kloden (RadioShack). Mondiali paralimpici a Montichiari: argento per Fabrizio Macchi nellinseguimento 3 km.

nulla, e lo dimostra anche questa sessione londinese alla quale ha partecipato un generoso gruppo di responsabili di molte discipline sportive. Possiamo contare su una scuola di tecnici che il mondo intero ci invidia e impegno del Coni sar quello di confermare quegli allenatori che possono darci dei risultati a livello internazionale (chiaro il riferimento al presidente della Federsci Morzenti che s messo in testa di far fuori il d.t. Ravetto). La spedizione azzurra a Londra ricalcher, nei numeri, quella di Pechino: 346 atleti, 615 lesercito azzurro totale. A Londra Pagnozzi venuto per rendersi conto della situazione olimpica attuale, ma anche per allacciare e intensificare rapporti diplomatici che potrebbero rivelarsi importanti per il futuro: con Sebastian Coe, per esempio, grande capo di Londra 2012. A missione chiusa Coe potrebbe far parte della squadra di Roma 2020 (sempre che il Cio non lo prenda con s). Un consulente come Coe potrebbe fare solo del bene a Roma, sempre che nel 2013 riesca a vincere loro.

ROMA Ultima immersione nel fascino del Sei Nazioni per Roma e il suo colorato popolo del rugby prima del definitivo assalto alla diligenza programmato per sabato prossimo, prato scozzese di Murrayfield, per quello che da 11 anni ormai tratteggiato come lo scontro del cucchiaio. Arriva la Francia e per lItalia che ha imparato a perdere bene, ma proprio non ce la fa a inventarsi una brutta, sporca vittoria, un altro giorno cui chiedere un miracolo. Da sempre 4 turno per lovale azzurro questa la Partita, con i Bleus che sono stati i primi nella preistoria del gioco (1937) a concederci lufficialit dellonore delle armi, Oggi salvo poi umiliarci V Italia-Francia puntualmente. La lista Tv: 15.30 Sky S2 racconta di 31 18 differita La7 precedenti (ma sono 62 V Galles-Irlanda le volte che lItalia Tv: 18 Sky S2 contro una selezione Domani francese ha concesso il V Inghilterra-Scozia cap ai suoi giocatori) e Tv: 16 Sky S2 di un solo acuto azzurro, Classifica quello indimenticabile INGHILTERRA 6 FRANCIA 4 di Grenoble, primavera IRLANDA 4 di gloria 1997 che, GALLES 4 guarda caso, fu SCOZIA 0 utilizzato come ITALIA 0 grimaldello per sfondare la granitica porta del Torneo. Oggi ci risiamo, la Francia arriva con la sua squadra tutta bollicine e concretezza travolta dalle critiche al tecnico Lievremont che dopo lo schiaffo di Twickenham sceglie di affidare allorco Chabal il timone della mischia, tanto per giocare al terrorismo psicologico. Nick Mallett risponde con una piccola rivoluzione, cambia 6 titolari dellItalia anti-Galles e scolpisce una formazione a trazione francese: Masi, Canale, Bergamasco, Orquera, Parisse, Dellap, Festuccia e Lo Cicero prestano regolare servizio nel campionato dOltralpe. Conosciamo bene i loro segreti e possiamo provare ad anticiparli sul campo ha provato a spiegare capitan Parisse ma questo non vuol dire che sar una partita facile. Sar, per, una partita che vogliamo vincere. Un buon proposito che le maligne cifre trasformano in miraggio.

Valerio Vecchiarelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Terzo Daniel Oss (LaPresse)

Daniele Dallera
RIPRODUZIONE RISERVATA

Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 all'indirizzo internet:

www.piccoliannunci.rcs.it

oppure tutti i giorni feriali a: MILANO (20122): Via SOLFERINO 22, tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436 dal luned al venerd 9.1517.45 orario continuato - e-mail agenzia.solferino@rcs.it. BOLOGNA (40126): via San Donato 85/a, telefono 051/42.01.711, fax 051/42.01.028 dal luned al venerd 913/14-18. FIRENZE (50122): Lungarno Delle Grazie 22, tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34, dal luned al venerd 9.00 13.00 / 14.00 17.30. BARI (70122): Via VILLARI 50, tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126, dal luned al venerd 9-13 / 14.30-18. NAPOLI (80133): Vico S. NICOLA ALLA DOGANA 9, tel.081/497.7711, fax 081/497.7712, dal luned al venerd 913 / 14.45-17.30. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femmini le, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discrimina zione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il set tore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

VENDITORI E PROMOTORI

RAGIONIERE 48enne amministrazione, contabilit, clienti, fornitori, credito, servizi generali, francese, inglese. 02.57.40.24.13. RESPONSABILE amministrativo contabilit generale, bilancio, attivit finanziarie, controllo gestione, estero, personale. 347.63.67.628. SEGRETARIA direzione esperienza ventennale ottimo inglese conoscenza pacchetto Office. Anche studi medici. 333.27.15.703.

SRILANKESE 45enne referenziato con esperienza offresi come badante. Patente. 327.28.30.447.

6
OFFERTA

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI


6.1

2
IMPIEGATI

RICERCHE DI COLLABORATORI
2.1

MM TURRO direttamente da costruttore affittasi mono / bi / trilocali nuovi. Tel 02.25.75.882 - 335.14.20.509.

PLAN DE CORONES / Valdaora: Mansarda lussuosa tirolese, casa privata vende - www.seeber-immobilien.com 0474.55.35.51. SARDEGNA Coda Cavallo, villaggio Est sul mare appartamento con vista panoramica. 0789.66.575 www.euroinvestimmobiliare.com

OLIAMBULATORIO di Milano interessato allacquisto di centri medici e/o diagnostici privati o convenzionati. 349.26.99.489.

AFFITTI

7.2

17

MESSAGGI PERSONALI

1.3

VENDITORE senior esperienza ventennale diversi settori vendita, fortemente motivato, valuta proposte serie. No auto. 333.34.22.102.

OPERAI

1.4

MAGAZZINIERE esperienza pluriennale, inglese, uso Pc, emissione documenti, massima seriet offresi. 329.84.59.672.

MULTINAZIONALE leader settore logistica e trasporti internazionali, cerca impiegati commerciali aree Milano e Bologna. Esperienza nel settore almeno 3 anni. Inviare c.v. via fax 02.00.63.02.70 attenzione sig. Valsecchi. MULTINAZIONALE Milano nord ricerca addetto/a ufficio acquisti massimo quarantenne perito elettronico, buona conoscenza inglese AS400. borgonovo@cpeitalia.it - fax 02.35.71.631.

IMMOBILI TURISTICI

CELERINA privato affitta lungo periodo appartamento ultimo piano 3 camere da letto. Tel. 348.22.21.842.

COMMERCIALISTA cerca signora/signorina per amicizia. Corriere 158-E 20132 Milano

8
OFFERTA

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI


8.1

18

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

CINQUE GIORNATE nuovo, percorsi benessere, massaggi olistici. Classe prestigio. Professionalit. Promozioni. 02.54.01.92.59. DEJA VU promozioni massaggi rilassanti orientali. Ambiente esclusivo, climatizzato. Anche domenica. 02.39.56.67.75. ELEGANTE studio olistico climatizzato, zona Fiera. Promozioni massaggi antistress, orientali, idrorelax. 02.33.49.79.25. HADO SPA emozioni attraverso il massaggio olistico e i nostri rituali. Tel. 02.29.53.13.50 - www.hadospa.com

24

CLUBS E ASSOCIAZIONI

ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI

1.5

AGENTI RAPPRESENTANTI

2.2

VALGARDENA ORTISEI
APPARTAMENTI LIBERI VENDESI mono-bilo-trilocali in complesso residenziale alta qualit. Posizione prestigiosa. HABIT SRL: 335.67.58.813. www.habitimmobilien.it

RESPONSABILE negozio abbigliamento conduzione personale, vetrine. Cinquantenne dinamico serio. Eventualmente altro settore merceologico. Tel. 347.25.71.429.

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

Seleziona diplomati futuri consulenti immobiliari. Stage retribuito 4 settimane. www.gruppotoscano.it 02.79.54.29.

TOSCANO SPA

LONATE POZZOLO (Va) Via Magenta, 29 nuovo capannone vendesi/affittasi, 2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt, completo di tutti gli impianti tecnici e cabina 630 Kw. Tel. 02.86.45.21.28. locale commerciale mq. 525 pi area soppalcata, ottimo stato fronte strada, fittasi. Tel. 081.24.81.280.

MILANO - VIA GALVANI 12

ACQUISTIAMO Brillanti, Oro, Monete, pagamento SUPERVALUTAZIONE, contanti. Gioielleria Curtini, via
Unione 6. - 02.72.02.27.36 335.64.82.765.

1
IMPIEGATI

OFFERTE DI COLLABORAZIONE
1.1

sviluppo area credito finanza, BtoB, pluriennale esperienza back/middle/front office, fidi, analisi rischi. Telefono 380.17.26.123. DISTINTA BASE creazione, sviluppo, gestione. Sap - AS400, ottimo Pc. Esperienza pluriennale, valuta proposte Milano Pavia e provincia. 338.86.91.016. IMPIEGATA 22enne, perito informatico, esperienza triennale ufficio, gestione qualit / fornitori, aiuto contabilit, pacchetto office. Tel 340.58.06.525. INGNEGNERE elettrotecnico, esperienza decennale campo strumentazione di processo, discipline per lavoro ambito tecnico/commerciale. 02.33.40.30.46 348.74.60.465.

COMMERCIALE

COLLABORATRICE domestica offresi tutte le mattine oppure marted, gioved al pomeriggio. Anche badante. 349.76.45.496 COPPIA domestici filippina 20 anni in Italia offresi. Liberi subito Tel. 327.63.69.703. COPPIA italiana. Lui maggiordomo, cuoco, lei dama di compagnia offresi. 333.86.62.485 - ag.sa@libero.it COPPIA Srilankese referenziati con esperienza offresi come collaboratori famigliari. Tel. 327.91.72.165. DOMESTICO srilankese 43enne, tuttofare, patente B, esperienza, offresi, anche giardiniere, custode. 327.32.17.125. GOVERNANTE signora italiana referenziata valuta serie proposte lavoro. Libera impegni, disponibile trasferimenti Italia/ estero. 328.36.13.894. SRILANKESE referenziato 13 anni in Italia offresi domestico giornata/mezza giornata. Anche badante. 392.08.23.002.

VENDITORI E PROMOTORI

2.3

COMPRAVENDITA

7.1

PROPOSTE VARIE

18.3

BORSA EURO IMMOBILIARE seleziona acquisitori / venditori. Corsi di formazione, trattamento economico di sicuro interesse. 02.46.26.86.

OPERAI

2.4

CAPO magazziniere preparatore dordine ditta alimentare ricerca per zona Monza e Milano, pluriennale esperienza settore. Automunito. Astenersi perditempo. Spedire curriculum al numero: 02.48.01.35.99.

5
VENDITA

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA


5.3

BADANTI

1.9

BADANTE italiana referenziata offresi fissa con vitto e alloggio a signora sola. Libera da subito. 349.11.23.281. SRILANKESE offresi come badante con mansioni domestiche, patente italiana, ottime referenze. 327.34.99.531.

ERBA Via Volta centralissimo trilocale 110 mq, con balconi, 2 posti auto in immobile prestigioso. 270.000,00 euro. 031.64.61.55.

ACQUISTI

5.4

ALASSIO centralissimo in piccolo contesto signorile offriamo un solo ed esclusivo appartamento con garage auto. Per visite contattare 0131.23.45.92 oppure 335.54.54.531. ASSOLUTAMENTE irripetibile. Lago Garda, vista mozzafiato. Da 109.000,00 villini, giardino, piscina. 035.56.58.50. CHAMONIX in chalets vista panoramica Monte Bianco luminoso alloggio signorile. Tel. +39.349.30.77.385. COLLINE PIACENTINE caratteristico borgo nel cuore della Val Tidone affacciato su colline e vigneti. Casali con giardino, appartamenti con travi a vista e camino. A partire da euro 88.000. Maggi Group Re. Tel. 0523.49.81.14 - cell. 320.72.87.417. JUAN LES PINS elegante palazzina, posizione irripetibile, 100 metri spiaggia, servizi e Casin raggiungibili a piedi in pochissimi minuti. Prezzi lancio apertura cantiere bilocali da euro 214.000. info@gillicasavacanze.com - tel. numero verde 800.13.60.56. MENAGGIO (Co) vendesi appartamenti di varie metrature in villa depoca, finiture signorili e vista lago. Tel. 335.59.60.756.

TERRENI

MONFERRATO vendesi vicinanze centro termale azienda agriturismo fabbricato fine ottocento in ottime condizioni. Richiesta 950.000 euro. 0141.79.34.40 014171.80.53 imadorno@tin.it

per le stesse designer vende originali attraenti disegni multicolori. Scrivere a: casella 105 - mailboxes MBE 0655 - via Maddalena 1, 20122 Milano.

SCENOGRAFIE TELEVISIONE

A MILANO distinta agenzia presenta eleganti accompagnatrici, affascinanti modelle ed interessanti hostess. In tutta Italia. 335.17.63.121. AGENZIA accompagnatrici alta classe, bella presenza, fotomodelle, in tutta Italia. Milano. 333.49.59.762. PICCANTI esibizioniste 899.89.79.72. Autoritaria 899.00.41.85. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo. SIGNORE mature. Conosci donne subito: 02.99.71.99.01. Vm 18 MCI Calvi 18 Milano. VENIAMO al dunque. Incontri intriganti. 02.99.71.99.00. Vm 18 MCI Calvi 18 Milano.

12

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

19
AUTOVETTURE

www.piccoliannunci.rcs.it
AUTOVEICOLI
19.2

il sito per pubblicare i tuoi annunci di piccola pubblicit su

SIAE SRL

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

Corriere della Sera Gazzetta dello Sport e City


Facile e veloce Bastano pochi click e lannuncio pronto

ABBIAMO GRUPPI acquirenti interessati ad investire tutti i settori ovunque. Telefono 02.89.28.06.00.

21

PALESTRE SAUNE MASSAGGI

SOCIET dinvestimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14.

ABBANDONA ansia e fatica con massaggi rilassanti. Totale benessere. Relax. 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. CENTRO benessere, ambiente raffinato, massaggi olistici. 50,00 Euro unora. Milano 02.27.08.03.72.

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

Sport 67
Basket

Europei a Torino Lazzurra distanzia la russa Bazhina, ora cerca la qualificazione ai Giochi del 2012

Tania parte con un tuffo perfetto


La Cagnotto trionfa dal trampolino da 1 metro, oggi ci riprova dai 3
Tania balla sul trampolino. Da un metro, per ora, per prenderci gusto, per arrivare massiccia e determinata ai 3 metri, oggi, buoni per la qualificazione diretta allOlimpiade di Londra, ma soprattutto per cancellare il sesto posto e le lacrime di Budapest 2010. Sullisola Margherita, dopo loro da un metro arriv un sesto posto da 3 che provoc sorpresa e delusione nella trib azzurra dei tuffi, il clan dei sacrifici, che agli Europei assoluti and in pullmino, con pap Giorgio alla guida. Adesso, agli Europei di specialit di Torino, con tanta gente sulle tribune, il c.t. si coccola la sua ragazza, nel suo doppio ruolo e, come sempre, bisogna strappargli i complimenti con la chiave del dodici: Ha fatto una gara buona, sono soddisfatto. Buona? Alla mattina non era rilassatissima rivela. Poi, per, si sciolta, merito delluno e mezzo ritornato che Tania soffre, ma che invece stato ottimo e abbondante: da l la nostra bolzani come se avesse addentato la mela della conoscenza. Lo confessa anche ora: Sono contenta perch leliminatoria non era stata granch e quindi mi sono detta che dovevo partire subito forte. Ero molto agitata, per ho iniziato bene con il ritornato e mi sono rasserenata. Ho pensato solo a me stessa, non alle avversarie. Le ultime medaglie hanno unimportanza particolare: sono pi sofferte. Prima ero pi sbarazzina. Prima di Roma, quando la spensieratezza della ragazzina che seguiva in piscina le orme del padre campione, ha lasciato il posto al senso di responsabilit della stella per le attese/pretese del cosidetto grande pubblico. La paura si era manifestata con tremolii alle gambe, mal di stomaco, corse in bagno. Si era ri-

Contro la nazionale Milano domani torna a vedere le stelle

Spettacolo Mordente e Pianigiani (LaPresse)

Il bacio a pap
Finita la gara, Tania Cagnotto bacia il padre Giorgio, c.t. della nazionale di tuffi (Ansa)

Risultati
Trampolino 1 metro D 1. Cagnotto p. 312,05 2. Bazhina (Rus) 288,75 3. Lindberg (Sve) 287,80 4. Marconi 283,00 Sincro 3 m U 1. Russia p. 454,68 2. Germania 441,45 3. Francia 425,37 7. Italia (Benedetti-Rinaldi) 328,71 Oggi e in tv Tania Cagnotto torna oggi dai 3 metri, in palio anche la qualificazione per Londra 2012. Diretta RaiSport2 ore 10, 12.30 e 16.30
In volo Tania Cagnotto, 25 anni, impegnata nella finale da 1 m (Insidefoto)

Il rito Settima vittoria europea per la figlia darte. Prima di tuffarsi il rito di contare: Mi aiuta, mi rilassa
na doro ha ballato fino a quota 312,05 punti, record personale, distanziando le avversarie, la russa Nadezhda Bazhina (288,75) e la svedese Anna Lindberg (287,80). Peccato per il quarto posto di Maria Marconi (283). la dodicesima medaglia europea, il settimo oro, per questa figlia darte che, ogni volta che sale sul trampolino provoca violente scariche emozionali nei genitori: sua madre, Carmen (Maria) Casteiner durante il tuffo che lei soffre di pi si messa le mani davanti agli occhi. Come Ta nessuno mai c scritto su uno striscione. La storia della ragazza che ha rinunciato a ballare con le stelle per andare in Australia ad allenarsi con Chava Sobrino, il tecnico che a Pechino ha portato alloro dalla piattaforma Matthew Mitcham, scandita da questi lenzuoli, tracce di vita. Il Mondiale di Roma 2009 per Tania ha rappresentato il grande tuffo che non aveva mai provato prima. Con la grande popolarit

La madre Mamma Carmen Casteiner durante il salto si copre gli occhi per lemozione e la paura
trovata in ginocchio sul trampolino a ripensare allo striscione che le sue amiche appesero nella piscina del Foro Italico: I sogni non svaniscono, finch le persone non li abbandonano. Tania non li ha abbandonati. Si affidata ai consigli di suo padre e a quelli di uno psicologo. Anche lei, come Noemi Batki, ha fatto i conti con la paura. tornata a vincere, diversa da prima ma con la stessa convinzione, perch al 90 per cento i tuffi sono una questione di testa. E per vincere da sola ha adottato la tattica che impiega nel sincro con Francesca Dallap: nel pre-salto Tania conta. Mi aiuta, mi rilassa. Oggi tre metri, la gara olimpica, quella dove a Londra vuole mettersi al collo la medaglia che ancora le manca. Mi porto la serenit di questo oro, ho gi qualcosa in tasca. LItalia, di sicuro, ha una grande donna in costume verde.

Sci

Karbon sorpresa, Innerhofer delusione


Non posso descrivere lemozione che sto vivendo ha commentato Denise Karbon dopo aver centrato un eccellente secondo posto nel gigante di Spinderuv, in Repubblica Ceca. Lazzurra ha chiuso a 126 dalla tedesca Rebensburg e ha preceduto la statunitense Vonn: quinto posto amaro per Federica Brignone, seconda a met gara; delusione per Manuela Moelgg, scesa dalla terza alla 9 posizione. A punti anche Giulia Gianesini (16) e Irene Curtoni (25). Ho capito quanto sia difficile piazzarsi tra i migliori ha detto la Karbon e per questo la soddisfazione ancora maggiore. Oggi penultima prova di slalom speciale con laustriaca Marlies Schild che cercher di conquistare il titolo iridato. Delusione per Christof Innerhofer, solo 26 nella discesa libera di Kvitfjell (Norvegia) a 160 dal vincitore, lo svizzero Feuz. Il croato Kostelic consolida il primato in classifica generale.

MILANO Tutte stelle sul far della sera. Domani, ore 17.15 al Mediolanum Forum ritorna lAll Star Game del basket. La selezione dei migliori stranieri del campionato italiano (scelti e allenati da Dan Peterson) contro la nazionale di Simone Pianigiani. Il meglio del basket a confronto. Certo, i puristi storceranno il naso, non si sentir, infatti, lodore acre della trincea, ma bisogna anche capire, e accettare, il contesto: non si gioca per il risultato, ma per Le sfide lo spettacolo. Non per la classifica, ma per divertimento, per promuovere il bello, tecnicamente e atleticamente, del basket, anche se per Cos domani una volta dovremo V ore 17.15 chiudere un occhio eliminatorie gara sulla difesa. Levento ha tiro da 3 punti valore come V ore 18.15 promozione, visibilit e All Star Game fascinazione di questo tra la nazionale sport (tutto in diretta italiana su Sky Sport). Biglietti e lAll Star Team ce ne sono ancora, si V tra il 1 aspettano ragazzini e e il 2 quarto famiglie. LAll Star finale gara Game anche per loro. tiro da 3 punti La Partita delle Stelle V allintervallo mancava dal 2006 e il gara schiacciate fatto che si riprenda Tv: diretta Sky S2 proprio da Milano, dove si disput la prima edizione (1986), suonano come volont di tornare a veder le stelle, appunto, uscendo dal tunnel di qualche annata buia. Naturalmente ricco il contorno, con gara di schiacciate e tiro da 3 punti. Azzurra in campo non sar quella dal color pi intenso, troppe le assenze (a partire dai tre Nba), ma anche qui il significato di profonda prospettiva. Loccasione per proiettare nel futuro del Club Italia, che Pianigiani vuole a modello di sviluppo a 360, giovani talenti come Alessandro gentile o Nicol Melli e ulteriormente rodare altri giovani che potrebbero gi far parte a settembre della spedizione per gli europei di Polonia. Non ci saranno promozioni o bocciature dopo questi 3 giorni ha sentenziato Simone Pianigiani. Soltanto basket spettacolo e divertimento.

Werther Pedrazzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Seconda Denise Karbon

Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Formula 1 Alonso stacca il secondo tempo e gira per ben 656 km

Schumacher il pi veloce nei test il primo sorriso del vecchio re


Pallavolo
DAL NOSTRO INVIATO

Treviso e Macerata in Coppa


Scatta oggi la decima giornata di ritorno di A1: lanticipo su RaiSport1 (ore 16) San GiustinoModena. Posticipate al 17 marzo le sfide Macerata-Cuneo e Roma-Treviso. Treviso e Macerata sono impegnate rispettivamente in Cev Cup e Challenge Cup: veneti in campo in Polonia oggi alle 16.30. Marchigiani domani in Turchia alle 16.

BARCELLONA Magari non un trionfo, ma un sorriso s. Il primo, per la verit, da quando, nel novembre 2009, ha preso la decisione di lasciare la pensione dorata e tornare con questi ragazzini a fare il matto nel Circus. Dopo un anno considerato da tutti disastroso e da lui di normale adattamento, Michael Schumacher pi veloce, in testa nella classifica dei tempi, fa il suo belleffetto. Di pi: il tedesco ha spinto la sua Mercedes dove, in questi giorni di test a Barcellona, non era ancora arrivato nessuno, ovvero a 121249, realizzato attorno alle 11.30 durante una simulazione di qualifica. Fernando Alonso si fermato a 121614, il secondo tempo di giornata, ma ha anche coperto la bellezza di 656 km. E qui finiscono le certezze. Vista cos, viene subito il dub-

bio: non che il ferrarista aveva visto giusto, questinverno, quando aveva indicato Schumi come il rivale pi pericoloso? Conviene frenare gli entusiasmi e questa volta non per colpa della ruggine di Michael. Il problema infatti la Mercedes. Che, con il nuovo pacchetto aerodinamico, ha risolto buona parte dei suoi difetti, come il vecchio Ross Brawn aveva anticipato, ma il sospetto che lo sforzo non sar sufficiente per stare davanti alla Red Bull e alla Ferrari. Almeno cos fa capire il tedesco, ammesso non faccia pretattica. Con questi sviluppi penso

Il grande vecchio Michael Schumacher, 42 anni, sette volte campione del mondo, guida la sua Mercedes sullasfalto di Barcellona (Action Images)

Pretattica Troppe soste? La Pirelli si difende: I team stanno facendo pretattica per ingannare gli avversari

che, in Australia, saremo in una posizione ragionevolmente buona spiega re Michael . La macchina cresciuta bene, ma credo che lobiettivo sar sempre lottare per il podio, anche perch non penso che tutti abbiano mostrato le proprie carte. Sul tempone di ieri pesa infatti il forte dubbio che la Mercedes montasse le supersoft, le gomme pi veloci tra quelle portate dalla Pirelli, che in Australia non ci saranno perch toccher a soft e dure. Quelli della Pirelli,

per la verit, sembrano far intendere il contrario, cosa che aumenterebbe di molto il valore della prestazione, ma insomma prevalgono i dubbi. Inoltre la Mercedes ancora non si esibita in una simulazione di gara, e quindi laffidabilit (con i problemi di surriscaldamento evidenziati nei precedenti test) non ha ancora superato la prova maggiore. A proposito di misteri e gomme, ieri la Pirelli ha risposto alle critiche e alle previsioni fosche di alcuni team.

Stanno facendo pretattica la risposta di Paul Hembery, il responsabile della casa italiana lo dicono per mandare fuori strada gli avversari. Noi pensiamo che si faranno dalle due alle

Show Ci hanno chiesto lo show, ma se vogliono gomme che non si deteriorano possiamo farle domani

quattro soste, a seconda delle strategie. Una questione di scelta, quindi, non un obbligo, come dicono i team. Webber lha risolta con una battuta: Se ne pu fare pure una di sosta, per si perde laereo della domenica sera. Ma quelli della Pirelli non si scompongono. Ci hanno chiesto lo show e cos avranno lo show. Abbiamo provato una simulazione con 8 macchine in pista continua Hembery e abbiamo calcolato 54 sorpassi. Produrre gomme che non si deteriorano persino pi facile. Se ce lo chiedono lo possiamo fare domani. Per attenzione: se durano 30 giri, torniamo alla situazione dellanno scorso, con al massimo un pit stop per gara. Differenze incolmabili: per la Pirelli ora le gomme durerebbero 25 giri, per molti team non pi di 15. Quanto alle gomme da bagnato, che poi sono la preoccupazione maggiore, la replica secca. Massa dice che non si potrebbe correre unaltra Corea? Non so come faccia, visto che non abbiamo mai provato. Tra 15 giorni vedremo chi ha ragione.

Arianna Ravelli
RIPRODUZIONE RISERVATA

68
Maurizio e Davide Riva porgono sentite condoglianze alla famiglia per la perdita del

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Dott. Rosario Messina


- Cant, 11 marzo 2011. Partecipa al lutto: Giuseppe Pizzinato. Roberto Angiuoni porge le sue pi sentite condoglianze per la perdita del caro

Il Presidente Pasquale De Stefano e tutto il Consiglio di Amministrazione della societ New Company Srl partecipano al dolore della famiglia per l' improvvisa scomparsa del

Si spenta la luce che ha illuminato la nostra vita.- Renzo e i figli Claudia con Paolo, Guido con Elena, piangono la prematura scomparsa di

Alberto Bosisio con Claudia e Monica ricorda con commosso affetto l'amica di una vita

Dott. Rosario Messina


- Napoli, 11 marzo 2011. Aldo Colonetti e la rivista Ottagono sono vicini alla famiglia per la scomparsa di un grande protagonista del design e del Made in Italy

Brigitte Tani
I funerali avranno luogo in Santa Maria Segreta.Per data e orario telefonare, da luned 14 marzo, al numero 025513027. - Milano, 10 marzo 2011. Partecipano al lutto: Edoardo e Orietta Caldirola. Ucci Campagnola. Franca Prata e famiglia. Cara

Brigitte Tani
ed vicino a Renzo, Claudia e Guido. - Milano, 11 marzo 2011. Eduardo e Maddalena Spano sono affettuosamente vicini a Renzo e figli nel ricordo di

Alberto e Luciana con Angelo e Barbara, Alessandro, Andrea e Elena sono affettuosamente vicini a Mario e Elena per la scomparsa della carissima

Mariella Aragnetti
- Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Marco e Liesellotte Mirani. Antonio e Lotti Reschigna. Luigi e Simonetta Reschigna. Piero e Luisa Corbellini, Paolo e Carolina Zerboni partecipano con affetto al dolore dei familiari per la perdita di

Ciao Lella!- Quanti momenti felici abbiamo trascorso insieme.- Grazie per la nostra grande amicizia che si tramandata per pi generazioni.- Micaela con Marco Paola ed Anna si stringe affettuosamente a Mario ed a tutta la sua famiglia nel ricordo di

mancato all'affetto dei suoi cari

Costantino Barbavara di Gravellona


Ne danno il triste annuncio la moglie Laura con i figli Valentina e Giovanni con Carlotta e Ludovico, Francesco e Giovanna con Giacomo e Caterina, Luigi e Tiziana con Alberto, Anna e Nobuya.- I funerali avranno luogo a Milano luned 14 ma zo, ore 14.45, chiesa di San Bartolomeo (via Moscova). - Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Don Sandro con Misa, Piera, Francesca, Laura Bonicalzi e le loro famiglie. Peppino Sironi e figli. Kuki e Carlo con Alle, Marianna, Antonio e le loro famiglie, sono vicini nella preghiera a Laura, Valentina, Francesco, Luigi e Anna partecipando al dolore per la morte di

Lella Bellardi ved. Aragnetti


- Bormio, 11 marzo 2011. Enrico e Alessandra De Marco con Marcello e Umberto stringono in un forte abbraccio Giorgio in questo doloroso momento e ricorderanno sempre con affetto la dolcissima

Gitte
- Milano, 11 marzo 2011. Adalberta, Annalisa e Paolo desolati per la prematura scomparsa di

Saro
- Birago di Lentate sul Seveso, 11 marzo 2011. Giorgio e Laura Fossa profondamente commossi partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa del

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Anna Repellini di Shopping Milano-Roma con tutto lo staff partecipa al cordoglio per la scomparsa del dottor

mamma
quando ti sei addormentata ho rivisto sul tuo volto la serenit che ti ha sempre accompagnata e che la sofferenza degli ultimi tempi aveva tentato di offuscare.- Quanto coraggio, quanta voglia di vivere e quanta pazienza nel sopportare una malattia lunga e insidiosa.- Spero di essere sempre all'altezza dei tuoi insegnamenti.- Claudia. - Milano, 10 marzo 2011. Ciao nonna

Brigitte Tani
si uniscono, in un abbraccio fraterno, a Renzo, Claudia, Guido e a tutta la famiglia nel dolore per la perdita incolmabile di una persona veramente speciale. - Milano, 11 marzo 2011. Carla, Giancarlo, Daniela e Simone partecipano con affetto al profondo dolore di Renzo, Claudia, Guido e di tutta la famiglia per la scomparsa di

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Roberto e Lella addolorati per la scomparsa della cara amica

Lella Aragnetti Bellardi


- Como, 11 marzo 2011. Cara

Cavaliere del Lavoro

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. La Superviaggi Srl vicina alla famiglia ed ai collaboratori della Flou S.p.A. per l'improvvisa scomparsa del Presidente Cosmit

Rosario Messina
- Milano, 12 marzo 2011. Profondamente colpito dall'improvvisa scomparsa del caro amico

Lella
non ti dimenticheremo mai.- Partecipiamo al dolore di Giorgio e Mario.- Alessandra e Franco Longo. - Cant, 11 ma zo 2011. Giorgio e Laura Fossa profondamente addolorati partecipano al grande dolore di Giorgio per la scomparsa della sua amata

Lella
partecipano affettuosamente al dolore di Mario e Giorgio. - Milano, 11 marzo 2011. Cesare e Laura Mozzi con le figlie Beatrice e Angelica sono vicini a Giorgio e Mario, in questo momento di grande dolore per la perdita della cara amica

Costantino
- Milano, 11 marzo 2011. Le cugine Valeria e Fabrizia con Edgardo ricordano con affetto il caro

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Il Presidente Giuseppe Pasini, i Vice Presidenti, il Consiglio Direttivo, il Direttore Generale di Federacciai, Federazione Imprese Siderurgiche Italiane, esprimono il pi sincero cordoglio per l'improvvisa scomparsa del

Rosario Messina
uomo di elevatissimo spessore umano e professionale, con commosso cordoglio partecipo all'immenso dolore dei famigliari.- Alfonso Ajello. - Milano, 11 marzo 2011. La famiglia Salice partecipa con profondo cordoglio al lutto della famiglia Messina per la scomparsa del signor

Brigitte Tani Ghitte


amica insostituibile. - Milano, 11 marzo 2011. Annarosa, Giuseppe con Elena, Francesco e le loro famiglie ricordano con grande rimpianto

Cavaliere

Rosario Messina
Presidente di FederlegnoArredo, ricordandone le qualit umane ed imprenditoriali. - Milano, 11 marzo 2011. Monica e Giuseppe Pedrali unitamente ai collaboratori della Pedrali SpA partecipano commossi alla prematura scomparsa del Cavaliere del Lavoro

grazie per questi bellissimi anni trascorsi insieme.- Ti abbiamo visto a lungo malata ma abbiamo potuto godere fino all'ultimo del tuo spirito allegro, della tua saggezza e del tuo desiderio di starci vicino.- Veglia sempre su di noi.- Matteo e Filippo. - Milano, 10 marzo 2011. Sergio e Claudia, profondamente commossi, si uniscono al dolore di Renzo, Claudia e Guido per la perdita di

Ghitte
generosa, fedele e insostituibile amica.- Un forte abbraccio a Renzo, Claudia, Guido. - Milano, 11 marzo 2011. Carlo e Gabriella addolorati piangono

Lella
- Milano, 12 marzo 2011. Paolo e Barbara Ligresti sono vicini a Mario per la perdita della amata madre

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Cara

Costantino
- Genova, 11 marzo 2011. Domingo Elena, Felipe Caroline, Franco e Cristina si stringono con grande affetto a Laura, Valentina, Francesco, Luigi ed Anna portando per sempre nel cuore l'indimenticabile carissimo

Lella
non potremo mai dimenticare i bellissimi momenti trascorsi insieme resi pi intensi dalla tua grande carica umana.- Preghiamo per Giorgio e la famiglia e li abbracciamo tutti.- Cinzia e Maurizio. - Milano, 10 marzo 2011. Filippo e Claudia, con Chicca e Pietro abbracciano con profondo affetto e amicizia Mario, Elena, Giulia e Bea e ricorderanno sempre l'allegria e la gioia di vivere della signora

Rosario
- Novedrate, 11 marzo 2011. La ditta Arturo Salice S.p.A. partecipa al grande dolore dei famigliari per la scomparsa del signor

Lella Aragnetti Bellardi


Ricordano con affetto la sua contagiosa allegria ed energia. - Milano, 11 marzo 2011. Tino Ghi con Nicoletta Andrea e Marco si stringono con affetto a Mario ed Elena nel ricordo della cara

Costa
- Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Giovanna e Umberto. Margherita, Ferdinando e Alberta. Pia e Antonio. Francesco e Laura con Fabrizio e Alessandra si stringono affettuosamente ad Anna e a tutta la sua famiglia nel dolore per la perdita di

Brigitte
e ne ricordano la bella coraggiosa generosa solare figura. - Milano, 11 marzo 2011. Marco, Alessandra, Marzia ed Erasmo si stringono a Renzo, Claudia e Guido per la perdita dell'indimenticabile

Gitte
stringendosi affettuosamente a Renzo, Claudia e Guido. - Milano, 11 marzo 2011. Cara Claudia, ci stringiamo a te con affetto, certe che i valori e la forza della tua mamma

Rosario Messina
e porge sentite condoglianze. - Novedrate, 11 marzo 2011. Il Cavaliere del Lavoro Tonino Faranda partecipa al dolore della famiglia per la perdita del

Rosario Messina
di cui ricordano le straordinarie qualit umane e professionali che lo hanno contraddistinto durante la sua vita. - Mornico al Serio, 11 marzo 2011. Gabriele Galli e le maestranze del Gruppo Industriale Busnelli S.p.A., partecipano al cordoglio della famiglia Messina per la perdita del caro

Brigitte
continueranno a vivere in te.- Adriana, Marcella, Roberta, Sabina e famiglie. - Chamonix, 11 marzo 2011. Con grande tristezza e commozione per la perdita dell'amata

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Addolorati per la perdita della tua cara

Lella Aragnetti
- Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Stefano e Margherita Baroni. Angelo e Titty Verderi, commossi ed addolorati partecipano al dolore della famiglia per la perdita di

zia Brigitte
- Pavia, 11 marzo 2011. Ermanno e Paola Winsemann Falghera con Luisa addoloratissimi partecipano all'incolmabile perdita della consuocera

Lella
ci stringiamo a te con grande affetto.- Stefanie e Andonio Baldan. - Milano, 11 marzo 2011. Guido e Pupa Rava partecipano profondamente addolorati al lutto per la scomparsa dell'amica di sempre

Costantino Barbavara di Gravellona


- Milano, 11 marzo 2011. Sergio e Ded Brodasca con Terri, Guglielmo e Paola sono vicini a Laura e ai figli Valentina, Francesco, Luigi e Anna per la dolorosa perdita dell'amico

Cavaliere del Lavoro

Rosario Messina
- Roma, 11 marzo 2011. Daniela e Claudio Artusi sono affettuosamente vicini alla famiglia nel ricordo dell'amico

Rosario
imprenditore di grande professionalit e di forte intuizione. - Misinto, 11 marzo 2011. Il Presidente Federico Radice Fossati insieme a tutto il Comitato della Commissione Nazionale del Pioppo si uniscono al dolore della famiglia del

Brigitte Tani Gartzen


- Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Paolo e Margherita Guglielmone Pasquini. Alessandro Bassi. Enrico e Silvana si stringono con affetto a Renzo e famiglia e piangono l'indimenticabile

Ghitte
si stringono con affetto a Renzo, Claudia e Guido nel ricordo delle liete ore insieme trascorse, Rina e Vito, Magdi e Riccardo con Felice. - Monza, 11 marzo 2011. Nel ricordo di tanti momenti felici, Emy e Paolo, stringendosi a Renzo, Claudia e Guido piangono la cara

Lella Aragnetti
- Milano, 11 marzo 2011. Juanita con Alessia e Lorenzo si stringono con affetto a Mario per la perdita della mamma

Rosario Messina
- Torino, 12 marzo 2011. Angelo Romano ricorda con commozione l'amico

Lella Bellardi
- Milano Tre, 11 ma zo 2011. Partecipano al lutto: Marco, Cristina con Gabriele e Alessandro. Gyll e Rodolfo sono vicini a Giorgio in questo momento di profondo dolore per la scomparsa della cara

Costantino Barbavara di Gravellona


- Milano, 11 marzo 2011. Arnaldo e Marina con Francesca ed Alessandra partecipano con molta tristezza al dolore di Anna e famiglia per la scomparsa del caro ed indimenticabile pap

Cavaliere del Lavoro

Saro Messina
la sua energia, il suo entusiasmo, la sua generosit. - Roma, 11 ma zo 2011. Partecipano al lutto: La famiglia Romano e tutto lo staff Mobilnovo e Framo. Franca e Luca Mollura attoniti e con profonda commozione partecipano al dolore della cara Cettina, Massimiliano, Cristiana e Manuela per l'immatura scomparsa dell'amico leale e generoso, dell'imprenditore volitivo e laborioso, del grande uomo

Rosario Messina
ricordando con commozione l'impegno e la collaborazione alla Presidenza della Federlegno Arredo. - Milano, 11 marzo 2011. Lo Studio Villa Media Promotion e Anne Desnos, Direttrice di Marie Claire Maison Francia, partecipano commossi al dolore della famiglia e dei collaboratori per la scomparsa del dottor

Brigitte
- Milano, 11 marzo 2011. Enzo, Silvana, Mirta, Sveva Cesareo si stringono affettuosamente a Renzo e famiglia per l'immensa perdita della carissima e indimenticabile amica

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Agli amici Giorgio e Mario un grande abbraccio nella scomparsa della cara

Brigitte
- Milano, 11 marzo 2011. Saremo sempre insieme nei "nostri giri".- Annamaria con Alfonso, Roberta e Michele, Giacomo ed Elena piange con infinita nostalgia

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Mario, ti siamo vicini con tutto il nostro affetto in questo triste momento per la perdita della tua cara mamma

Lella
Nanni e figli. - Milano, 11 marzo 2011.

Costantino
- Como, 11 marzo 2011. Paolo Vitelli e Alessandra abbracciano affettuosamente Francesco e sono vicini ai fratelli e a Laura nel grande dolore per la perdita di

Brigitte
compagna di tanti momenti felici e si stringe con affetto a Renzo, Claudia e Paolo, Guido ed Elena. - Milano, 11 marzo 2011. Lola Fiaccadori, Andrea con Alessandra, Cinzia, Ugo con Laura ricordano con molto affetto

Ghitte
- Milano, 11 marzo 2011. Concetta, Alessandra, Maura, Bruno partecipano con affetto al dolore di Renzo e della famiglia per la perdita di

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Il Presidente dell'Uncem Enrico Borghi esprime, a nome di tutta l'associazione, profondo cordoglio per l'improvvisa scomparsa del Presidente di Federlegno-Arredo

Lella
Sandra e Luca, Alessandra e Luca. - Milano, 11 marzo 2011. Come dimenticarti

Mariella Bellardi ved. Aragnetti


Caro Mario ti siamo vicini in questo momento di grande tristezza.- Egle e Angelo Salanti. - Milano, 11 marzo 2011. Elfriede e Max Schmidlin partecipano al dolore di Mario Aragnetti per la scomparsa della mamma

Costantino
- Torino, 11 marzo 2011. Marila Guadagnini partecipa con affetto al dolore della famiglia per la scomparsa del caro

Ghitte
- Milano, 11 marzo 2011. Claudia e Jacopo abbracciano affettuosamente Claudia e famiglia per la scomparsa della indimenticabile mamma

Saro Messina
- Messina, 10 marzo 2011. Marzorati Ronchetti Galimberti partecipano al dolore della famiglia Messina, per la perdita del signor

Gitte
e abbracciano Renzo, Claudia e Guido. - Milano, 11 marzo 2011. Con infinita tristezza Antonio e Patrizia, Pietro e Mimma con le loro famiglie si stringono a Renzo, Claudia e Guido ricordando la carissima amica di una vita

Rosario Messina
ricordandone l'impegno profuso a sostegno della montagna italiana e della filiera del legno.- La montagna, l'industria, l'economia italiana perdono oggi un alleato prezioso. - Roma, 10 marzo 2011. L'Amministratore Delegato Danilo Broggi e il Presidente Giovanni Catanzaro di Consip SpA esprimono il loro profondo cordoglio per la scomparsa del Cavaliere del Lavoro

Lella
appartenevi a una razza speciale che condensava il meglio dell'animo umano, signorilit, garbo, dignit, rispetto degli altri, generosit e un grande amore per la vita.- Buon viaggio Lella, siamo accanto a te con tutto l'affetto e condividiamo il dolore di Mario, Giorgio e di tutta la tua famiglia.- Eber e Anna. - Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Giaele e Alberto con Dodi e Guido con affetto. Ermete e Ivonne, Mariano e Giuliana sono vicini all'amico Giorgio per la scomparsa di

Costantino
- Torino, 11 marzo 2011. Giovanni e Caterina Mancioli abbracciano Corrado, Chiara, Raffaella e Armando per la perdita della cara

Mariella Bellardi
- Milano, 11 marzo 2011. I signori condomini e l'Amministratore di via Mercalli 11 Milano partecipano con profondo cordoglio al dolore della famiglia Aragnetti per la perdita della loro cara

Ghitte
- Saint Moritz, 11 marzo 2011. Alessandro e Raffaella Fontana, partecipano al dolore degli amici Claudia e Paolo, per la scomparsa della cara mamma

Saro
- Cant, 11 marzo 2011. Giulio e Silvia Cappellini si stringono con grande affetto a Cettina per la prematura scomparsa di

Bruna Speroni
ricordandone il sorriso, la grande bont ed il coraggio. - Roma, 11 marzo 2011. 12 ma zo 1991 - 12 marzo 2011 Nel ventesimo anniversario della scomparsa del

Brigitte
- Milano, 11 marzo 2011. Claudio e Simona con Caterina, Mar, Ulrico, Amalia e Margherita abbracciano forte Claudia, Paolo e i bambini, tristissimi per la perdita della loro indimenticabile nonna

Brigitte Gartzen
- Pero, 11 marzo 2011. Cara

Mariella Bellardi Aragnetti


- Milano, 11 marzo 2011. Caro

Saro
- Milano, 11 marzo 2011. Gioacchino e Mara Gabbuti piangono per l'improvvisa scomparsa del carissimo amico

Rosario Messina
- Roma, 11 marzo 2011. La De Pedrini nella persona del suo Amministratore Delegato e di tutti i suoi collaboratori, partecipa al grave lutto che ha colpito la famiglia per la prematura scomparsa di

Brigitte
- Lugano, 11 marzo 2011. Ci uniamo al dolore per la perdita di

Brigitte
ti ricorderemo sempre con infinito affetto con la tua voglia di vivere, il tuo coraggio e la tua simpatia.- In questo momento di terribile dolore ci stringiamo fortemente a Renzo in un abbraccio affettuoso e consolante.- Angelo e Titty Verderi. - Milano, 11 marzo 2011. Presidente, Consiglio e Revisori del Golf dei Laghi si uniscono al dolore della famiglia Tani per la perdita della cara

Lella
e partecipano con commozione al suo dolore. - Como, 12 marzo 2011. Gigi e Lidia, Claudio e Titti, Angelo e Walter si stringono all'amico Giorgio nel ricordo della cara

Luigi
ti porter nel mio cuore con la speranza che in ogni mio momento di sconforto saprai guidarmi e proteggermi come sempre hai fatto dicendomi che siamo una cosa sola.- Per sempre la tua mogliettina Simona Torrini Annovazzi. - Segrate, 9 marzo 2011. Franco, Antonia e Mascia si stringono attorno a Furio e famiglia per la perdita di

N.H. Ammiraglio di Squadra

Luigi Angelo Longanesi Cattani


i figli Francesco, con Cari e Lavinia, Giulia, con Federico e Giuseppe, e Roberto, con Elena, Angelica, Albertina e Costanza, ne ricordano l'esemplare figura di marinaio e gentiluomo e di padre e nonno affettuoso. - Bagnacavallo, 12 marzo 2011. 12 luglio 2010 - 12 marzo 2011 Sono otto mesi che ci hai lasciato, Albina Borghino e figlie ricordano con infinita tenerezza, struggente nostalgia l'amatissimo marito, padre

Rosario Messina
e si uniscono nella preghiera al dolore della famiglia. - Roma, 11 marzo 2011. A Massimiliano e Veronica con tutto il nostro affetto vi siamo vicini per la perdita di una persona speciale e indimenticabile

Saro Messina
e porge le pi sentite condoglianze. - Milano, 12 marzo 2011. Gli Avvocati Roberto Zanchi e Michele Mocarelli dello Studio Legale Pavia e Ansaldo partecipano al dolore della famiglia e della Federlegno Arredo per l'improvvisa scomparsa del

Brigitte
Giorgio e Betty. - Milano, 11 marzo 2011. Alberto e Marika, Enzo e Anna Rosa, Piero e Nicoletta, Willy e Gabriella ricordano con affetto

Lella
- Madonna di Campiglio, 11 marzo 2011. Giorgio e Maria Rosa Venier partecipano al dolore di Giorgio e Mario per la perdita della cara

Luigi Annovazzi
- Milano, 11 marzo 2011. La cognata Matilde con Mariagabriella, Annina, Lucia, Giovanni e le loro famiglie annunciano che vive in cielo

Rosario Messina
Raffaela e Emiliano Russomando. - Como, 11 marzo 2011. Federico Baraldi e Emiliano Russomando sono vicini a Massimiliano e partecipano con affetto per la perdita del caro pap

Brigitte
con la sua voglia di vivere, il suo coraggio, la sua simpatia e partecipano commossi al dolore di Renzo e e dei figli. - Milano, 11 marzo 2011. Santi e Delia Flores, con Simonetta e Fabio, Roberta e Pito abbracciano forte Renzo, Claudia e Guido nel momento della scomparsa dell'indimenticabile

Cavaliere

Brigitte
- Travedona Monate, 11 marzo 2011. Il Golf dei Laghi e Golf Immobiliare partecipano al cordoglio della famiglia Tani per la scomparsa della cara

Rosario Messina
- Milano, 12 marzo 2011. La Itallegno SpA esprime ai familiari il pi vivo cordoglio per l'improvvisa scomparsa di

Mariella Bellardi Aragnetti


- Milano, 11 marzo 2011. Carlo e Francesca Brunelli, profondamente addolorati, sono vicini a Mario nell'immenso dolore per la scomparsa della cara mamma

Gabriele Uggeri
Maestro di scuola, di musica, di fede vissuta in dedizione umile e silenziosa.- I funerali verranno celebrati sabato 12 marzo alle ore 11 dal nipote don Martino direttamente nella chiesa di San Giovanni Bosco (via Mar Nero 10). - Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Elio D'Aniello. Gisella Moroni. Sei stata una donna forte, sincera e generosa, sempre capace di suscitare affetto e stima.- Dopo una vita spesa per la famiglia e per chi aveva bisogno del tuo aiuto, dopo le infinite sofferenze per le perdite di pap, della tua Laura e di Roberto, ora torni da loro.- Il 9 ma zo si spenta

Dott. Prof. Pierarmando Dogliani


Sei sempre nei nostri pensieri, nel nostro cuore e con immutato amore, ricordiamo le tue doti morali ed umane a tutti coloro che ti hanno conosciuto, stimato e voluto bene. - Milano, 12 marzo 2011. 12 ma zo 2006 - 12 marzo 2011 A cinque anni dalla sua scomparsa Carmela e Federico con immenso amore e rimpianto ricordano a quanti lo conobbero

Brigitte
- Travedona Monate, 11 marzo 2011. A Corsano (LE), all'et di 86 anni, ha concluso la sua straordinaria vita d'amore

Rosario Messina
- Como, 11 marzo 2011. Profondamente commosso Gabriele Riboldi, con la moglie Donatella, ricorda con affetto l'amico

Rosario Messina
- Meda, 11 marzo 2011. Ciao, caro e indimenticabile

Ghitte
- Bergamo, 11 marzo 2011. Partecipa al lutto: Vittorio Gavazzi. Cara

Mariella Aragnetti Bellardi


- Milano, 11 marzo 2011. Laura, MariaTeresa e tutte le ragazze del San Celso ricorderanno sempre la gioia di vivere, l'amabilit della loro amica

Rosario
Sei stato un grandissimo uomo.- Riposa in pace.Antonio Fusetti. - Meda, 11 marzo 2011. La Fratelli Longhi Srl esprime il suo cordoglio per l'improvvisa scomparsa di

Lucia Branca ved. Longo


Ne piangono la scomparsa i figli Biagio, Salvatore, Antonio, Adriano, Donato, Francesco e le figlie Valeria, Raffaela e, dal cielo, Maria Teresa.Con loro i familiari e i parenti e tutti i numerosi nipoti cui mancher la sua semplice, profonda saggezza.- Si ringrazia tutto il personale del reparto pneumologia dell'Ospedale Cardinale Panico di Tricase per l'assidua e sollecita assistenza, il primario professore Pasquale Barone per la squisita capacit di attenzione alla persona, la direzione delle Suore Marcelline che hanno saputo realizzare questo centro d'eccellenza del sistema sanitario. - Milano, 11 marzo 2011. Pasquale Maria Cioffi vicino al dolore di Biagio Longo per la scomparsa della madre

Saro Messina
- Cabiate, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: La societ Penta Srl. Renata e Carola Minotti. Luca e Matteo Cordero di Montezemolo sono vicini alla famiglia Messina in questo triste momento per la scomparsa del Cavaliere del Lavoro

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Vittorio Sbarbaro e Giacomo Foglia sono vicini a Mario e Giorgio nel ricordo della loro cara

Franco Stampacchia
Una Messa sar celebrata oggi ore 16.45 presso la chiesetta di San Francesco di Sales via Portuense 524, Roma. - Roma, 12 marzo 2011. 1990 - 2011 I figli e tutti coloro che l'hanno amata ricordano con amore e nostalgia la loro mamma

Brigitte
Il ricordo di te ci dar sempre tenerezza e rimpianto.- Penseremo sempre a te come una grande donna.- Silvana e Albertino. - Monza, 11 ma zo 2011. Giuliana vicina alla famiglia per la perdita dell'amica

Rosario Messina
- Meda, 11 marzo 2011. Il Presidente, i Consiglieri, il Direttore e i collaboratori di Assogiocattoli partecipano con profondo cordoglio al lutto della famiglia per la scomparsa di

Mariella Bellardi Aragnetti


- Milano, 11 marzo 2011. Alfredo e Terry de Marinis sono molto addolorati per la scomparsa dell'amica carissima signora

Sandra Salvadeo Bocca


Ne danno il triste annuncio Enzo e Rossana con i nipotini Oscar e Claudia e con la sua affezionata Ana.- Ciao mamma, riposa in pace. - Milano, 12 marzo 2011. mancata

Ismene Pandozy
- Milano, 12 marzo 2011. 12 ma zo 2007 - 12 marzo 2011

Rosario Messina
- Roma, 11 marzo 2011. L'Avvocato Professore Cesare Galli, commosso, si unisce con la preghiera al dolore dei familiari, collaboratori ed amici per la perdita di

Brigitte Gartzen Tani


che ricorda con affetto e ammirazione per la forza dimostrata e la simpatia. - Milano, 11 marzo 2011. Ciao

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Paolo Bianco e tutti i collaboratori della BPA International ricordano con grande affetto l'amico

Lucia Longo
- Milano, 11 marzo 2011. Silenziosamente ci ha lasciato la

Lella Bellardi Aragnetti


- Milano, 11 marzo 2011. Ippolita e Alberto ricordano con tanto affetto la cara

Luigia Cameroni Bertoglio


Lo annunciano i figli Edoardo e Giovanni con Antonietta ed Emiliana, i nipoti Carlo, Alessandra, Elisabetta e Tommaso.- I funerali avranno luogo in Magenta, sabato 12 marzo alle ore 11 partendo dalla Basilica di San Martino indi alla cappella di famiglia. - Magenta, 12 marzo 2011. Pietro e Anna Marzotto sono vicini a Giustina, Nereo e a tutti i familiari nel dolore per la scomparsa della mamma

Gianfranco Bagiardi
Tutto il mio amore Andreina.- Un grazie ai nostri amici. - Milano, 12 marzo 2011.

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Peppino e Rosetta Turati con i figli Anna, Carlo e Elena, sono vicini con grande affetto a Cettina, Cristiana, Massimiliano, Manuela, per la perdita improvvisa del caro

Ghitte
amica carissima, ti ricorderemo sempre con affetto per la tua gentilezza, sensibilit, coraggio e voglia di vivere.- Un abbraccio commosso a Renzo e ai tuoi figli.- Picci e Franco. - Milano, 11 marzo 2011. Susi e Sandro con Elena, Gabriele, Alberto, Micaela, Paolo, Maddalena e Luca sono fraternamente vicini a Renzo, Claudia, Paolo, Guido ed Elena partecipando profondamente al grande dolore per la scomparsa della carissima

Rosario
e sono vicini alla famiglia in questo triste momento. - Cabiate, 10 marzo 2011. Il Presidente di Assimpredil Ance Claudio De Albertis, congiuntamente alla Presidenza, Giunta e Consiglio Direttivo ricorda

Dott.ssa Luigia Colombo


Zia Carla e figli addolorati annunciano la sua scomparsa ricordando la grande umanit e le doti professionali che hanno caratterizzato la sua vita terrena.- Si ringraziano i medici ed il personale infermieristico dell'Ospedale di Busto Arsizio che l'hanno amorevolmente curata.- Un ringraziamento ad Antonietta ed alle amiche della parrocchia Santa Croce per la loro costante presenza.- I funerali si svolgeranno sabato 12 marzo alle ore 14 partendo dall'abitazione di via Ferrini, 51 direttamente per la chiesa parrocchiale di Santa Croce. - Busto Arsizio, 11 marzo 2011. Stefania, Paola, Enrico e Anna con Ilaria Alessandro e Leonardo, Andrea e Luisa con Francesca e Alessandra ricorderanno sempre con affetto la cara cugina

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Antonella e Filippo Siano sono vicini a Mario per la scomparsa della sua cara mamma

Sergio Friggi
Pensandoti ogni giorno ancorata ai nostri migliori ricordi.- Graziella. - Milano, 12 marzo 2011.

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Adriano e Laura si stringono con affetto a Giorgio per la perdita della cara amica

Saro
- Meda, 11 marzo 2011. Jean-Marc Droulers, commosso, partecipa al dolore della famiglia per la prematura scomparsa del

Rosario Messina
e rimpiange un grande imprenditore e presidente, con cui ha condiviso tanti progetti. - Milano, 11 marzo 2011. Il Presidente, i Consiglieri ed i Soci dell'Associazione della via Montenapoleone, sono vicini alla famiglia per l'improvvisa scomparsa di

cavaliere del lavoro

sig.ra Clara Ravazzolo Mistrello


- Valle Zignago, 11 marzo 2011. Il giorno 11 marzo mancato il

ACCETTAZIONE NECROLOGIE E ADESIONI


SERVIZIO TELEFONICO E TELEFAX ATTIVO DA LUNED A DOMENICA 14-20
CON SUPPLEMENTO 20% SULLA TARIFFA BASE

Brigitte
Gitte, amica di tanti giorni felici, non dimenticheremo mai il coraggio e la forza con cui hai lottato in questi anni. - Milano, 11 marzo 2011. Partecipano al lutto: Annamaria e Enrico De Donato. Alberto Bottinelli. Lella e Joe. Paola e Fernando, Michela e Jean partecipano con grande affetto al dolore della cara amica Claudia per la perdita della mamma

Lella
- Milano, 11 marzo 2011. Ciao

Cavaliere del Lavoro

Prof. Antonio Del Pra


gi Ordinario di Chimica presso la Facolt di Farmacia dell'Universit di Milano.- Lo annuncia Gabriella con immenso dolore. - Padova, 11 marzo 2011. Profondamente addolorati, Clelia e Massimo Bompan con le figlie Virginia e Rachele, sono vicini con affetto all'amica Giusi e alla sua famiglia per la perdita dell'adorato padre

Fax Necrologie

Rosario Messina
che ricorda con grande stima. - Villa d'Este, 11 marzo 2011. Rino, Carla, Ines, Enza e Stefano Tinelli partecipano commossi al grave lutto per la scomparsa di

Rosario Messina
- Milano, 11 marzo 2011. Gli amici d'infanzia Alberto, Alessio, Andrea e Federico si stringono con affetto a Sergio e famiglia per la dolorosa perdita del pap

Luigia
- Busto Arsizio, 12 marzo 2011. Gianni ed Elisabetta con Franca e Mariateresa stringono in un forte abbraccio Alberto e famiglia per la perdita dell'adorata mamma

Lella
amica di tutta la vita.- Milena. - Milano, 11 marzo 2011. Beppe, Fernanda e Giampaolo si stringono forti a Mario e Giorgio partecipi del loro grande dolore per la scomparsa della cara

02 50956003 - 02 50956033
L'INVIO DI UN FAX DEVE ESSERE ACCOMPAGNATO DA COPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTIT

Telefono Necrologie

02 50984519
SI ACCETTANO CHIAMATE ANCHE DA CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTE DI CREDITO

Rosario Messina
grande imprenditore ma prima ancora amico. - Trezzo sull'Adda, 11 marzo 2011.

Nazareno Fiorenzano
- Milano, 11 marzo 2011.

Brigitte
- Milano, 11 marzo 2011.

Leopoldina Taiani Mazza


- Milano, 10 marzo 2011.

Lella Aragnetti
- Milano, 11 marzo 2011.

Giovanni Gavetti
- Milano, 11 marzo 2011.

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

69
Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile

Il Tempo
OGGI
LE PREVISIONI
a cura del Centro Epson Meteo
Trento Trieste Aosta Milano Torino Bologna Venezia

IL SOLE

Bari
Sorge alle Tramonta alle
6.11 17.56

Palermo Bologna Firenze


6.23 18.11 6.34 18.17 6.33 18.17

Torino
6.49 18.31

Napoli
6.20 18.06

Roma
6.28 18.13

Milano
6.42 18.25

Genova
6.44 18.27

Venezia
6.30 18.12

LA LUNA

Nuova
3 Aprile

Primo quarto
12 Marzo

Piena
19 Marzo

Ultimo quarto
26 Marzo

DOMANI

LUNED

MARTED

MERCOLED

Genova

Firenze

Ancona

Perugia LAquila ROMA Campobasso

Tempo in peggioramento a causa del transito di una perturbazione che porter piogge a partire da Nordovest e Sardegna, ma in graduale estensione, domani, anche al resto del Paese. La quota neve sulle Alpi si aggirer intorno a 900-1200 metri. I venti di Scirocco determineranno un ulteriore rialzo termico, specie al Centrosud. Tempo perturbato in molte regioni anche nel corso della prossima settimana, ma con piogge estese e intense soprattutto intorno a mercoled.

IN EUROPA
Bari

Napoli

Potenza

Catanzaro Cagliari

LE TEMPERATURE DI OGGI
12 Aosta 10 Torino 11 10 11 13
Milano Trento Venezia Trieste

11 Genova 15 Bologna 13 13 13 17
Firenze Perugia Ancona LAquila

15 Roma 13 Campobasso 17 16 15 14
Napoli Bari Potenza Catanzaro

17 R. Calabria 17 Catania 18 17 16 15
Palermo Alghero Cagliari Olbia

Palermo

Maltempo nellEuropa occidentale con piogge in Irlanda, Scozia, Galles, Francia, Spagna, Portogallo; le piogge saranno anche intense tra Sud della Francia e Nord della Spagna; da segnalare qualche pioggia anche nel Sud della Svezia e deboli nevicate nel Sud della Norvegia. Situazione tranquilla e nel complesso ben soleggiata nel resto dEuropa. Clima invernale in Scandinavia e Paesi dellEst.
MARE

<-10
Oslo Helsinki
Alta Pressione

1
Edimburgo

1
Stoccolma

-10-5 -5-0 0-5


Bassa Pressione

6
Dublino

Copenaghen

6 11
Amsterdam Berlino Varsavia

8 10 Londra 14
Parigi

12
Praga

10
Vienna

Kiev

5-10 10-15 15-20


Fronte Caldo

12 15
Milano

13
Belgrado

11
Barcellona Madrid Lisbona Roma

12
Tirana

10
Bucarest

20-25
Ankara

14 15
Algeri Tunisi

13

13
Atene

25-30 30-35 >35

Fronte Freddo

7 16

16

18

16
Fronte Occluso

VENTO

Sole

Nuvolo

Coperto

Pioggia

Rovesci Temporali

Neve

Nebbia

Debole

Moderato

Forte

Molto forte

Calmo

Mosso

Agitato

LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA


min
Ancona Aosta Bari Bologna Bolzano Brescia Cagliari S = Sereno

ASIA AUSTRALIA
max min
S S S S N P C

NORD AMERICA
11
Seul Tokyo

SUD AMERICA
Bogot Caracas

AFRICA
Casablanca

max

min
S S S S S N N

max

min
S N S N N S S

max

min
N S S N N S S

15
max
Pechino

28

0 +1 +1 +2 0 +1 +2

+11 +15 +13 +15 +14 +13 +15

Campobasso Catania Crotone Cuneo Firenze Genova Imperia N = Nuvoloso

+2 +3 +2 +2 +1 +9 +9

+11 +15 +13 +12 +13 +11 +14

LAquila Lecce Messina Milano Napoli Olbia Palermo

-4 0 +8 +4 +3 0 +6

+15 +14 +17 +14 +15 +15 +14

Parma Perugia Pescara Pisa Potenza R. Calabria Rimini

+1 -2 -1 +1 +2 +6 -1

+14 +12 +12 +12 +13 +14 +13

Roma Torino Trento Trieste Udine Venezia Verona

+1 0 +2 +3 -1 +1 +1

+15 S +13 N +9 S +11 S +11 N +11 S +13 B

25
Lima

21

Il Cairo

18 33 26 20
Rio de Janeiro Lagos Luanda Nairobi

30

Delhi Shanghai

8 16

6
Vancouver

19 5
Chicago Santiago New York

Bangkok

37

Giacarta

32 27 Sydney

San Francisco 17 Los Angeles

Buenos Aires

30 32

16

24
Citt del Messico

30

P = Pioggia

T = Temporale

C = Coperto

V = Neve

R = Rovesci

B = Nebbia

22 Citt del Capo

Sudoku Diabolico
6 8 7 2
5 Puzzles by Pappocom

1 2 3 6

5 7 3 5 4

Come si gioca Bisogna riempire la griglia in modo che ogni riga, colonna e riquadro contengano una sola volta i numeri da 1 a 9
LA SOLUZIONE DI IERI
7 6 8 1 3 9 2 5 4 2 9 4 7 6 5 8 1 3 5 3 1 2 4 8 6 9 7 3 7 5 8 9 1 4 6 2 1 4 2 5 7 6 3 8 9 6 8 9 3 2 4 1 7 5 4 5 6 9 1 2 7 3 8 9 1 3 4 8 7 5 2 6 8 2 7 6 5 3 9 4 1

In edicola con il Corriere I successi di De Andr: il primo dvd


In edicola con il Corriere della Sera per la collana Dentro Faber, dedicata ai successi di Fabrizio De Andr, il primo dvd, Lamore, con cofanetto in omaggio.

Oggi su www.corriere.it
La 27esima ora Il sorpasso

Mamme assenteiste
Il confronto tra mamme e imprenditori. Il blog delle donne. Scrivi.
Salute

Bossi e Caravaggio
Il Senatr, larte, politica e giornali. Videorubrica di Pierluigi Battista.
Corriere.Hit

Tutti i video e le foto

Giappone in ginocchio
Un terremoto e uno tsunami di portata storica devastano il Sol Levante. La diretta video, le testimonianze dei sopravvissuti. Sul sito tutte le immagini e i video del dramma. Le notizie in tempo reale.

Quel gol da infarto


Cuori dei tifosi a rischio per le emozioni forti in tribuna. Vai al Forum.
Il video

Emma e i Mod
I brani pi scaricati: al comando sempre loro. Videorubrica, Laffranchi.
Motori Ginevra

5 3

1 4 7 1 6 2 8

Fenomeno Justin
Bieber a Liverpool, fan impazziti in strada. Guarda le immagini.

Piccola bello
La carica delle cittadine: dalle Fiat 500 tutto pepe allanti-Smart. Le foto.

a 10,90 euro pi il prezzo del quotidiano

Altri giochi su www.corriere.it

70

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Programmi Tv
Teleraccomando
di Maria Volpe
PER RICORDARE PER DISTRARSI

Rai1
rai.it 6.00 EURONEWS. Attualit 6.10 DA DA DA IN MUSICA. Videoframmenti 6.30 MATTINA IN FAMIGLIA. Attualit 10.00 SETTEGIORNI. Attualit 10.50 APRIRAI. Attualit. Con Cinzia De Ponti 11.00 APPUNTAMENTO AL CINEMA. Attualit CHE TEMPO FA. 11.10 7+. Attualit. Con Georgia Luzi 12.00 LA PROVA DEL CUOCO. Variet. Con Antonella Clerici 13.30 TELEGIORNALE. 14.00 EASY DRIVER. Attualit. Con Ilaria Moscato, Marcellino Mariucci 14.30 LE AMICHE DEL SABATO. Talk show. Con Lorella Landi 17.00 TG 1. CHE TEMPO FA. 17.15 A SUA IMMAGINE. Attualit. Con Rosario Carello 17.45 PASSAGGIO A NORD OVEST. Attualit. Con Alberto Angela 18.50 LEREDIT. Quiz. Con Carlo Conti SERA 20.00 TELEGIORNALE. 20.30 RAI TG SPORT. 20.35 AFFARI TUOI. Variet. Con Max Giusti 21.10 BALLANDO CON LE STELLE. Variet. Con Milly Carlucci. Con Paolo Belli. Nel programma: Tg1 60 secondi 0.35 ITALIA MIA, ESERCIZI DI MEMORIA. Attualit 1.15 TG 1 NOTTE. TG1 FOCUS. Attualit 1.25 CHE TEMPO FA.

Rai2
rai.it 6.00 7 VITE. Serie 6.20 LISOLA DEI FAMOSI. Reality 7.00 CARTOON FLAKES WEEKEND. Ragazzi 9.00 KARK. Telefilm 9.25 SOCIAL KING. Variet 10.15 SULLA VIA DI DAMASCO. Attualit 10.45 METEO 2. 10.50 QUELLO CHE. Attualit 11.25 APRIRAI. Attualit 11.35 MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA. Variet 13.00 TG 2 GIORNO. 13.25 DRIBBLING. Rubrica sportiva. Con Simona Rolandi 14.00 TOP OF THE POPS 2011. Musicale 16.30 MODA. AUTUNNO INVERNO 2011/12 17.00 SERENO VARIABILE. Attualit 18.00 TG 2 L.I.S. METEO 2. 18.05 INVINCIBILI ANGELI. Telefilm. Con Eva Habermann, Birgit Stauber 18.50 LISOLA DEI FAMOSI: LA SETTIMANA. Reality 19.30 LISOLA DEI FAMOSI. Reality 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO. Variet 20.30 TG 2 20.30. 21.05 CRIMINAL MINDS. Telefilm. Con J. Mantegna, S. Moore 21.50 THE GOOD WIFE. Telefilm. Con J. Margulies, M. Czuchry, A. Panjabi 22.40 SABATO SPRINT. Rubrica 23.25 TG 2. 23.35 TG 2 DOSSIER. Att. 0.20 TG 2 STORIE. Attualit

Rai3
rai.it 8.05 FILM TORNA! (Drammatico, Italia, 1954). Regia di Raffaello Matarazzo. Con Amedeo Nazzari, Yvonne Sanson, Franco Fabrizi. 9.40 AGENTE PEPPER. Telefilm 10.30 TIMBUCTU. Doc. 11.00 TGR BELLITALIA. Att. 11.30 TGR PRODOTTO ITALIA. Attualit 12.20 TG 3. RAI SPORT NOTIZIE. 12.30 TGR IL SETTIMANALE. Rotocalco 12.55 TGR AMBIENTE ITALIA. Attualit 14.00 TGR. TGR METEO. 14.20 TG 3. 14.45 TG 3 PIXEL. Attualit 14.50 TV TALK. Talk show 16.05 ART NEWS. Attualit 16.35 TG3 L.I.S. 16.40 TIRRENO - ADRIATICO: 4 tappa: Narni Chieti. Ciclismo 17.40 MAGAZINE CHAMPIONS LEAGUE. Rubrica sportiva 18.05 90 MINUTO SERIE B. Rubrica sportiva 19.00 TG 3. 19.30 TGR. TGR METEO. 20.00 BLOB - VOTA ANTONIO. Documenti 20.10 CHE TEMPO CHE FA. Talk show 21.30 ULISSE, IL PIACERE DELLA SCOPERTA. Attualit. Con Alberto Angela 23.35 TG 3. 23.50 TG REGIONE. 23.55 STORIE MALEDETTE. DocuFiction METEO 3. 0.55 TG 3. 1.05 TG 3 AGENDA DEL MONDO. Attualit

Rete4
mediaset.it/rete4 7.00 VITA DA STREGA. Serie 7.35 KOJAK. Telefilm 8.30 VIVERE MEGLIO. Rubrica 10.00 CARABINIERI. Telefilm 11.00 RICETTE DI FAMIGLIA. Attualit 11.30 TG 4 - TELEGIORNALE. Nel programma: Meteo; Vie dItalia 12.00 RICETTE DI FAMIGLIA. Attualit 12.50 DISTRETTO DI POLIZIA. Telefilm 13.50 IL TRIBUNALE DI FORUM ANTEPRIMA. Attualit 14.05 IL TRIBUNALE DI FORUM. Attualit 15.15 FILM PERRY MASON - UN FOTOGRAMMA DAL CIELO. (Giallo, Usa, 1988). Regia di Christian I. Nyby II. Con Raymond Burr, Michael X. Martin, Barbara Hale 17.00 DETECTIVE MONK. Telefilm 17.55 PIANETA MARE. Att. 18.55 TG 4 - TELEGIORNALE. Nel progr.: Meteo 19.35 TEMPESTA DAMORE. Soap Opera 20.40 WALKER TEXAS RANGER. Telefilm 21.30 BONES. Telefilm. Con Emily Deschanel, David Boreanaz, Michaela Conlin 22.25 LIE TO ME. Telefilm 23.25 LAW & ORDER: UNIT SPECIALE. Telefilm 0.15 FILM NESSUNO PU SENTIRTI. (Thriller, Usa, 2001). Di John Laing. Con Kelly McGillis, Kate Elliott, Tom Huntington

Canale5
mediaset.it/canale5 6.00 TG 5 PRIMA PAGINA. Attualit. Nel programma: Traffico; Meteo 5 8.00 TG 5 MATTINA. 8.50 LOGGIONE. Musicale 9.45 LE REGOLE DELLAMORE. Serie 10.15 FILM RAGAZZE VINCENTI. (Commedia, Usa, 1992). Regia di Penny Marshall. Con Tom Hanks, Geena Davis, Madonna. Nel programma: Tgcom; Meteo 5 13.00 TG 5. Nel programma: Meteo 5 13.40 GRANDE FRATELLO RIASSUNTO. Reality 14.30 BELLI DENTRO. Serie 15.30 VERISSIMO - TUTTI I COLORI DELLA CRONACA. Rotocalco. Con Silvia Toffanin 18.50 CHI VUOL ESSERE MILIONARIO. Quiz. Con Gerry Scotti. Nel programma: Tg 5 Anticipazione 20.00 TG 5. 20.30 STRISCIA LA NOTIZIA. Tg Satirico. Con Michelle Hunziker, Ezio Greggio 21.10 LA CORRIDA DILETTANTI ALLO SBARAGLIO. Variet. Con Flavio Insinna. Con Antonella Elia 0.20 CHIAMBRETTI NIGHT - SOLO PER NUMERI UNO. Variet. Con Piero Chiambretti 1.30 TG 5 NOTTE. Nel progr.: Meteo 5

Italia1
mediaset.it/italia1 6.50 CARTONI ANIMATI 10.10 TV MODA. Variet 10.45 FILM UN COMPUTER A QUATTRO ZAMPE. (Avv., Australia/gb, 1997). Regia di Karl Zwicky. Con Norman Kaye, Sandy Gore, Joe Petruzzi 12.25 STUDIO APERTO. Nel programma: Meteo 13.00 STUDIO SPORT. 13.40 ANTEPRIMA MOTOGP. Rubrica sportiva 14.05 TGCOM. 14.10 FILM GOAL! IL FILM. (Commedia, Gb/Usa, 2005). Regia di Danny Cannon. Con Kuno Becker, Alessandro Nivola, Marcel Iures 16.35 FILM JIMMY GRIMBLE. (Comm., Francia/Gb, 2000). Regia di John Hay. Con Robert Carlyle, Ray Winstone, Lewis McKenzie 18.30 STUDIO APERTO. 19.00 CARTONI ANIMATI 19.15 FILM CASPER. (Animaz., Usa, 1995). Di Brad Silberling. Con Christina Ricci, Bill Pullman 21.10 FILM INKHEART - LA LEGGENDA DI CUORE DINCHIOSTRO. (Fantastico, Gb/germania/usa, 2009). Regia di Iain Softley. Con Brendan Fraser, Andy Serkis, Eliza Bennett 23.15 STUDIO SPORT XXL. 0.15 WORLD SERIES. Pugilato 1.55 TV MODA. Variet. Con Jo Squillo 2.50 I GRIFFIN. Cartoni

La7
la7.it 6.00 TG LA7. Nel programma: Meteo; Oroscopo; Traffico 6.55 MOVIE FLASH. Attualit 7.00 OMNIBUS. Attualit. Nel programma: Tg La7 9.55 BOOKSTORE. Attualit. Con Alain Elkann 11.00 COUPLES & DUOS. Documentario 11.35 ULTIME DAL CIELO. Telefilm. Con Kyle Chandler, Shanesia Davis-Williams 13.30 TG LA7. 13.55 PREPARTITA. Rugby 14.20 FILM MOSQUITO COAST. (Avventura, Usa, 1986). Regia di Peter Weir. Con Harrison Ford, Helen Mirren, River Phoenix. 16.45 SPECIALE ATLANTIDE. Documentario 17.50 MOVIE FLASH. Attualit 17.55 RUGBY TORNEO 6 NAZIONI: Italia Francia. Rugby (Differita) 20.00 TG LA7. 20.30 IN ONDA. Talk show. Con Luisella Costamagna, Luca Telese 21.30 LISPETTORE BARNABY. Telefilm. Con John Nettles, Daniel Casey, John Hopkins 23.30 MEDICAL INVESTIGATION. Telefilm 0.30 TG LA7. 0.40 M.O.D.A. Attualit. Con Cinzia Malvini

MTv
mtv.it 17.30 18.00 18.05 19.00 19.05 20.00 21.00 21.05 TEEN CRIBS. Variet MTV NEWS. MADE. Variet MTV NEWS. VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA. Serie 16 AND PREGNANT. Variet MTV NEWS. FILM DRIVE ME CRAZY. (Commedia, Usa, 1999). Regia di John Schultz. Con Melissa Joan Hart, Adrian Grenier, Stephen Collins. I SOLITI IDIOTI. Variet I SOLITI IDIOTI. Variet

Costanzo-Vaime Musical, i Queen la tv del passato note e carriera

Si sa il vintage funziona. E infatti hanno funzionato le due edizioni del programma di Maurizio Costanzo ed Enrico Vaime (foto) che pescano nella memoria privata e collettiva per raccontarci come eravamo. Stasera parte la terza edizione: 15 puntate, ciascuna dedicata a un anno, a partire dal 1960. Politica e attualit, cronaca nera e rosa, sport e costume, parole e immagini. Una sorta di riconoscimento al ruolo della televisione che attraverso i programmi di informazione ha consentito agli spettatori di diventare testimoni oculari della storia.

Il meglio del musical ideato e composto da Brian May e Roger Taylor, chitarrista e batterista dei Queen proprio sui successi della band. Questo musical quello che vanta la pi longeva permanenza nel West End londinese, (in scena dal 2002 per un totale di oltre 5 milioni di biglietti venduti). Nel mondo, stato visto da 10 milioni di spettatori e nel 2009 ha debuttato in Italia. Nel musical ci sono Radio Ga-Ga, Another One bites the Dust, We are the Champions, We will rock you, e molte altre, cantate e suonate dal vivo da un cast di cantanti, musicisti e ballerini

23.00 23.30

Deejay TV
14.00 QUEEN SIZE. Musicale 15.00 DEEJAY HITS. Musicale 15.55 DEEJAY TG. 16.00 BEST OF DEEJAY NEWS BEAT. Musicale 17.00 ROCK DEEJAY SPECIALE SNOWBOARD DIARY. Musicale 17.30 DEEJAY HITS. Musicale 18.00 BEST OF DVJ POP. Musicale 18.55 DEEJAY TG. 19.00 POP-APP LIVE. Musicale 20.00 BEST OF THE FLOW. Musicale 21.00 THE CLUB. Musicale 21.30 LIVING IN AMERICA. Musicale 22.30 DVJ. Musicale 0.30 SHOT BY KERN. Musicale

Italia mia. Esercizi di memoria. Raiuno, 0.35

We will rock you Sky Uno, ore 22

Film e programmi
Un mondo fantastico per Brendan Fraser Emily Deschanel indaga sui cadaveri

Michele Placido balla con Milly


Sar Michele Placido il ballerino per una notte nel programma di Milly Carlucci, mentre prosegue la sfida di ballo tra le dieci coppie in gara. Ballando con le stelle Raiuno, ore 21.10

Farnesi e Cassini da Flavio Insinna


Giuseppe Farnesi, Katy Saunders, Arianna Bergamaschi e Dario Cassini sono gli ospiti dello show con i dilettanti allo sbaraglio condotto da Flavio Insinna. Canale 5, ore 21.10 La Corrida

Digitale Terrestre

La mamma di Maggie scompare nel mondo fantastico di Inkheart leggendo il libro. Maggie e suo padre (Brendan Fraser, foto) trovano il libro e vanno a cercarla. Inkheart Italia 1, ore 21.10

Serie tv con lantropologa forense Temperance Brennan (Emily Deschanel). Oggi indaga sul ritrovamento di due cadaveri nella grotta di un parco nazionale. Bones Retequattro, ore 21.30

PREMIUM GALLERY 14.28 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION II. Telefilm JOI 15.15 INVICTUS. Film Premium Cinema 15.20 STAR TREK II - LIRA DI KHAN. Film STEEL 15.44 DIRTY SEXY MONEY II. Telefilm MYA 16.05 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION II. Telefilm JOI 16.05 THE NET - INTRAPPOLATA NELLA RETE. Film Studio Universal 16.32 DIRTY SEXY MONEY II. Telefilm MYA 16.54 RESCUE SPECIAL OPERATIONS I. Telefilm JOI 17.20 IL DESIDERIO PI GRANDE. Film MYA 17.37 CENERENTOLA E GLI 007 NANI. Film Premium Cinema 17.44 THE MENTALIST III. Telefilm JOI 18.29 ROYAL PAINS II. Telefilm JOI 18.40 YADO . Film Studio Universal 18.55 MYA MAG. Rubrica MYA 19.09 UN AMORE ALLIMPROVVISO. Film MYA 19.10 TUTTO SU MIA MADRE. Film Premium Cinema 19.20 VISITORS III. Telefilm STEEL 19.22 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION III. Telefilm JOI 20.10 VISITORS III. Telefilm STEEL 20.11 THE EVENT. Telefilm JOI 20.25 INSIDE THE ACTORS STUDIO. Show Studio Universal 21.00 GLI ABBRACCI SPEZZATI. Film Premium Cinema 21.00 UNDERCOVERS I. Telefilm JOI 21.00 PRETTY LITTLE LIARS. Telefilm MYA 21.00 ELEVENTH HOUR. Telefilm STEEL 21.00 COME FARSI LASCIARE IN 10 GIORNI. Film Studio Universal 21.45 ELEVENTH HOUR. Telefilm STEEL 21.48 THE MENTALIST III. Telefilm JOI 21.51 GOSSIP GIRL IV. Telefilm MYA 22.36 LINEA DOMBRA I. Documentario JOI 22.46 GIORNI DI PASSIONE. Film MYA 22.47 A SERIOUS MAN. Film JOI 23.00 FUORI DI TESTA. Film Studio Universal 23.30 TREMORS. Film STEEL

RAI 4 14.00 THE POINT MEN - CREATO PER UCCIDERE. Film 15.30 LISOLA DEI FAMOSI INSIDE STORY. Reality 16.20 STREGHE VII. Serie 17.05 LIFE ON MARS. Serie 17.55 DEAD ZONE VI. Telefilm 18.40 DOCTOR WHO IV. Serie 19.30 EUREKA II. Serie 20.20 EUREKA II. Serie 21.10 FOOLPROOF. Film 22.50 DIRECT ACTION. Film 0.30 MAD MEN II. Serie CIELO 17.00 CITY CHASE: ROMA. Documentario 18.00 JAMIE OLIVER IN USA: LA MIA RIVOLUZIONE. Documentario 19.00 HELLS KITCHEN - IL DIAVOLO IN CUCINA. Variet 20.00 CIELO TG24 SERA. 20.30 GLI SGOMMATI COMPILATION. Variet 21.00 PICCOLI OMICIDI. Film 23.00 X-FILES. Telefilm 24.00 CIELO TG24 NOTTE.

Maxi-colpo al casin con Clooney e Pitt

Nicholson e Keaton amore in terza et

Steven Soderbergh dirige il primo capitolo della saga con protagonisti il gruppo di ladri capitanati da George Clooney (nella foto con Brad Pitt). Proveranno a rubare gli incassi di un famoso casin, un maxi-colpo molto rischioso. Oceans Eleven Cinema Energy, ore 21

Un vecchio playboy impenitente (Jack Nicholson) corteggia una giovane donna, ma poi, colpa di un malore, si ritrova accudito dalla madre di lei (Diane Keaton, foto con Nicholson). A sorpresa sar innamoramento e amore. Tutto pu succedere Cinema Emotion, ore 21

Corriere della Sera Sabato 12 Marzo 2011

71
Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

Dal Satellite
Film e programmi
Liam Neeson deve salvare la figlia

Cinema
14.40 DRAGONBALL EVOLUTION Goku, giovane umanoide, per assecondare lultima volont del nonno adottivo morente, si mette alla ricerca del grande maestro Roshi. Sky Cinema Hits HD 15.30 UNA CASA TUTTA PER NOI Una madre (C. Bates) con sei figli, licenziata, trova una specie di alloggio ad Hankston, ma anche tanti problemi. Pellicola del 1993. MGM 16.10 HOUDINI - LULTIMO MAGO Morta la madre, lillusionista Houdini offre una ricompensa a chi lo metter in contatto con lo spirito della donna. Con C. Zeta-Jones. Sky Cinema Hits HD 17.15 VIAGGIO CON ANITA Un banchiere (G. Giannini), sposato e con figli va dal padre morente. Porta con s Anita, una giovane turista americana. Dirige M. Monicelli. MGM 19.00 ROCK MACHINE La biografia romanzata di Bob Marcucci, abile scopritori di talenti che porta al successo due suoi pupilli. MGM 19.10 SCOMODI OMICIDI Anni 50. Max il temutissimo capo dellunit anticrimine. Quando la sua amante viene uccisa per, tutto cambia. Sky Cinema Max HD 19.15 LA VALIGIA SUL LETTO Lorigine teatrale. Per cercare di sfuggire a un lavoro che detesta, Achille si finge imparentato con un camorrista. Sky Cinema 1 HD 21.00 TOTTRUFFA 62 Antonio Peluffo (Tot) con il suo complice Felice (N. Taranto) vivono mettendo a segno piccole truffe ai danni di sempliciotti e creduloni. Sky Cinema Classics FLICKA 2 - AMICI PER SEMPRE Carrie, trasferitasi nel ranch del padre, stringe amicizia con la cavalla Flicka e si trova a doverle salvare la vita. Sky Cinema Family SOTTO IL SOLE DELLA TOSCANA Romantica commedia italoamericana, ambientata in Toscana, con D. Lane e R. Bova. In una piccola parte appare anche M. Monicelli. Sky Cinema Passion HD 21.10 MOTEL WOODSTOCK Nel 1969, per evitare il tracollo finanziario della sua famiglia, Elliot propone il suo paese (Woodstock) per un grande concerto... Sky Cinema 1 HD IO VI TROVER Pellicola dazione prodotta e sceneggiata da Luc Besson e interpretata da L. Neeson, nelle vesti di un agente segreto. Sky Cinema Hits HD 28 GIORNI DOPO In Inghilterra si assiste al dilagare si un misterioso virus ematico che rende le vittime perennemente rabbiose. Sky Cinema Max HD 22.30 COLPO VINCENTE Stati Uniti, Anni 50. Un allenatore di basket, accetta di seguire squadra di un college di scarsa importanza. Con. G. Hackman. MGM

Sport
11.00 CALCIO: BENFICA - PSG Europa League Sport Italia 11.25 SCI ALPINO: DISCESA LIBERA MASCHILE Coppa del Mondo. Diretta RaiSport 1 11.30 CALCIO: 2005/06: LIVERPOOL WEST HAM UNITED FA Cup Classics ESPN 11.45 SCI DI FONDO: INSEGUIMENTO FEMMINILE Coppa del Mondo. Diretta Eurosport 12.00 CALCIO: I GOAL: 2007 - 2008 Premier League Compilations ESPN 12.15 BIATHLON: PARTENZA IN LINEA FEMMINILE Campionato del Mondo. Diretta Eurosport 12.55 SCI ALPINO: SLALOM SPECIALE FEMMINILE, 2 MANCHE Coppa Del Mondo. Diretta RaiSport 1 13.15 SCI DI FONDO: INSEGUIMENTO MASCHILE Coppa del Mondo. Diretta Eurosport 13.40 CALCIO: BIRMINGHAM CITY BOLTON WANDERERS FA Cup. Diretta Sky Sport 1 HD 14.00 CALCIO: JUVENTUS - FIORENTINA Campionato Primavera TIM. Diretta Sport Italia 14.15 BIATHLON: PARTENZA IN LINEA MASCHILE Campionato del Mondo. Diretta Eurosport 15.20 RUGBY: ITALIA - FRANCIA Torneo Sei Nazioni. Diretta Sky Sport 2 HD 15.45 CALCIO: BAYERN MONACO AMBURGO Bundesliga. Differita Sky Sport 1 HD 16.00 PALLAVOLO: SAN GIUSTINO MODENA Campionato Italiano. Diretta RaiSport 1 17.50 RUGBY: GALLES - IRLANDA Torneo Sei Nazioni. Diretta Sky Sport 2 HD 18.00 BASKET: UNICAJA - BILBAO Liga ACB. Diretta Sport Italia 18.10 CALCIO: MANCHESTER UNITED ARSENAL FA Cup. Diretta Sky Sport 1 HD 18.30 CALCIO A 5: 1 SEMIFINALE Serie A. Diretta RaiSport 1 20.00 CALCIO A 5: STUDIO INTERVISTE E COMMENTI Final Eight - Coppa Italia. Diretta RaiSport 1 20.15 RUGBY: ITALIA - FRANCIA Torneo Sei Nazioni Sky Sport 2 HD 20.30 CALCIO A 5: 2 SEMIFINALE Final Eight - Coppa Italia. Diretta RaiSport 1 20.40 CALCIO: CESENA - JUVENTUS Serie A. Diretta Sky Sport 1 HD 21.30 RUGBY: SEI NAZIONI: ITALIA FRANCIA 2005 Rugby Story ESPN 22.00 CALCIO A 5: STUDIO INTERVISTE E COMMENTI Final Eight - Coppa Italia. Diretta RaiSport 1 22.15 SALTO CON GLI SCI: HS 130 A SQUADRE Coppa del Mondo Eurosport 22.30 CALCIO: SANTOS - BOTAFOGO Paulistao. Diretta Sport Italia 23.45 BIATHLON: PARTENZA IN LINEA FEMMINILE Campionato del Mondo Eurosport

A fil di rete
di Aldo Grasso

Fare la psicoanalisi ai piccioni di Tyson

Un ex agente segreto (Liam Neeson, foto) deve portare a termine una missione molto delicata: salvare sua figlia rapita in un pericoloso giro che sfrutta ragazzine. Io vi trover Sky Cinema Hits, ore 21.10

Zombie ed epidemie nellhorror di Boyle

Un virus letale infetta Londra. Quando Jim (Cillian Murphy, foto) si sveglia dal coma, si ritrova in una citt infestata dai morti viventi. Zombie, epidemie e apocalisse per un horror firmato Danny Boyle. 28 giorni dopo Sky Cinema Max, ore 21.10

Ecco come nacque Woodstock

Serie Tv
14.15 BONES Fox Life 15.20 PIPPI CALZELUNGHE DeAkids 16.10 HANNAH MONTANA Disney Channel 17.10 N.C.I.S. Fox Crime HD 18.00 VICTORIOUS Nickelodeon 19.00 LAW & ORDER: CRIMINAL INTENT Fox Crime HD 20.35 I SIMPSON Fox HD 21.00 PRIME SUSPECT Fox Crime HD 21.55 CYBERGIRL Disney Channel 22.15 LA VITA SECONDO JIM Fox HD 22.20 LIFE BITES Disney Channel 22.35 QUELLI DELLINTERVALLO Disney Channel 22.45 HARPERS ISLAND Fox HD 22.50 THE SLEEPOVER CLUB Disney Channel 22.55 C.S.I. NEW YORK Fox Crime HD

Intrattenimento
14.05 15.30 16.55 17.35 17.45 18.40 19.00 19.05 19.30 20.00 20.15 21.00 21.10 22.00 BUCCIA DI BANANA LEI KENDRA E! NON DITELO ALLA SPOSA! LEI GLI SGOMMATI Sky Uno HELLS KITCHEN USA Sky Uno TAKESHIS CASTLE Cartoon Network SCOOBY-DOO E I BOO BROTHERS Boomerang BUCCIA DI BANANA LEI EDDIE E LA GARA DI CUCINA Disney Channel CHEF PER UN GIORNO Y5 LEI GLI SGOMMATI COMPILATION Sky Uno LA FAVOLOSA VITA DI KIMORA E! AMERICAS NEXT TOP MODEL Sky Uno THE RACHEL ZOE PROJECT E!

Ragazzi
14.20 BRACCIO DI FERRO DeAkids 15.10 POKMON DP: LOTTE GALATTICHE K2 16.00 TOTALLY SPIES DeAkids 17.05 THE NEW YOGI BEAR SHOW Boomerang 17.40 DUE FANTAGENITORI K2 17.45 LE NUOVE AVVENTURE DI SCOOBY-DOO Cartoon Network 17.55 IL MONDO DI STEFI Rai Gulp 18.55 MR BEAN K2 19.00 IL MEGLIO DI MUSIC PLANET 2010/2011 Rai Gulp 19.20 A TUTTO REALITY: AZIONE! K2 19.30 BAKUGAN BATTLE BRAWLERS Cartoon Network 20.30 MONSTER BUSTER CLUB Rai Gulp 20.35 DUE FANTAGENITORI K2 20.40 BABY LOONEY TUNES Boomerang

Documentari
14.00 MITI DA SFATARE Discovery Channel HD 15.10 NAZI HUNTER: A CACCIA DI NAZISTI History Channel 16.05 ASSEMBLAGGIO IN CORSO Discovery Science 17.00 DEADLIEST CATCH Discovery Channel HD 18.05 ASSEMBLAGGIO IN CORSO Discovery Science 19.05 FISICA DELLIMPOSSIBILE Discovery Science 20.05 ALLA RICERCA DELLA MUMMIA PERDUTA History Channel 21.00 SPEED OF LIFE Discovery Channel HD 21.10 COME NERONE SALV ROMA National Geographic

1969: un ragazzo (Demetri Martin con Kelli Garner e Paul Dano nella foto) della zona di Woodstock affitta le sue terre agli organizzatori dellevento rock che ha segnato la storia della musica. Motel Woodstock Sky Cinema 1, ore 21.10

ike Tyson alleva piccioni e si appassiona alle gare dei volatili, questa la notizia. Mike Tyson cos come labbiamo conosciuto il grande pugile, lIron Mike del ring, il detenuto per aver stuprato la reginetta di bellezza Desiree Washington, lo sbranatore dellorecchio di Holyfield, il bancarottiere per via di un piccione, questa linterpretazione. Come dichiara lo stesso ex pugile, la prima volta che ho fatto a pugni avr avuVincitori e vinti to dieci anni, stato il giorno pi terrificante della mia vita. Tutto nato perch un ragazFiammetta zo aveva staccato la testa a un Cicogna Le storie mio piccione. la prima cosa shock che ho amato nella vita: i picdella Cicogna cioni. superano quelle fantasy Un lungo documentario su di Medium. Tyson, ci racconta questa sorWild Oltrenatura, prendente e bonaria passione con Fiammetta per lallevamento e le gare Cicogna, infiamma gli dei piccioni viaggiatori. Le ascolti di Italia 1. Gli ali di Tyson, Taking of Tyspettatori sono son, 2011 (Discovery Chan2.712.000, per uno nel, canale 401 di Sky, venershare del 12,1% d, ore 23, sei puntate). Tyson, luomo pi cattivo Patricia del pianeta, secondo un giorArquette nalista americano, Tyson che Le vicende cura amorevolmente i picciofantasy di ni, Tyson sui tetti di New Medium York, Tyson dentro una voliesuperate dalle storie ra... Ma dove abbiamo gi vishock di Wild. sto questa scena? Ancora una volta dobbiamo dare ragione Raitre dedica la sua al famoso aforisma di Oscar prima serata alla serie Wilde secondo cui la vita imiMedium con Patricia ta larte pi di quanto larte Arquette. Gli spettatori non imiti la vita? A me torsono 1.736.000, per nato in mente Terry, ex pugiuno share del 6,2% le fallito e lavoratore portuale che portava scritti sul volto i segni del suo destino col naso schiacciato e gli occhi un pochino infossati per il troppo cuoio assaggiato. Allenava colombi rinchiusi in una stia sul tetto della sua abitazione: I colombi costituivano la parte tranquilla e gratificante della vita di Terry. Ma certo, Terry Malloy il protagonista di Fronte del porto, il romanzo di Budd Schulberg, portato sullo schermo da Elia Kazan e interpretato da Marlon Brando! Forse venuto il momento di aprire un lungo dibattito su ornitomanzia e psicoanalisi, sul volo degli uccelli e i pugni in tasca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Disavventure amorose e legami instabili


La romantica Gigi si invaghisce di Conor che per ancora innamorato della sua ex Anna. Ma Anna attratta da Ben. Con Jennifer Aniston, Scarlett Johansson. La verit che non gli piaci abbastanza Sky Cinema Hits, ore 22.50

Radio
RADIO 1 rai.it 13.20 VENTURA FOOTBALL CLUB. 14.30 SABATO SPORT. 14.50 SPECIALE MOTO GRAND PRIX. 14.55 TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO - SERIE B. 17.05 TORNEO SEI NAZIONI: SPECIALE ITALIA - FRANCIA. 19.25 ASCOLTA, SI FA SERA. 20.45 ANTICIPO CAMPIONATO SERIE A. RADIO 2 14.00 HIT PARADE EUROSONIC. 15.00 TELLUS. 16.00 SPECIALE MOBY DICK. 16.30 ISOLE INCOMPRESE. 17.00 ASTROLOGICA. 18.00 RADIO2 DAYS. 19.50 URBAN SUITE. 21.00 RADIO2 LIVE - WHITE LIES IN CONCERTO. rai.it RADIO 3 rai.it 13.00 IL DOTTOR DJEMB. 14.00 CUORE DI TENEBRA. DENTRO LA STORIA. 14.50 RADIO3.RAI.IT. 15.00 PIAZZA VERDI. 17.50 RADIO3 SUITE. 18.00 IL CARTELLONE. 24.00 BATTITI. 1.30 CUORE DI TENEBRA. OLTRE LA STORIA. RMC 7.00 9.00 10.00 12.30 14.00 21.00 23.00 radiomontecarlo.net SI SALVI CHI PU MARTELLI, BERRINO. ALFONSO SIGNORINI SHOW. RMC MAGAZINE VALLI, DESI. RMC MOTORI P. CICCARONE. RMC IN THE MUSIC. RCM UNLIMITED KAY RUSH. THE BEST OF MONTE CARLO NIGHTS. RADIO 105 105.net 7.00 TUTTO ESAURITO GALLI, PIZZA. 10.00 105 WEEK END KRIS & KRIS. 12.00 105 SPORT FABIANA, CARESSA, ESTE. 14.00 105 LOVES MUSIC DARIO SPADA. 16.00 ZAC ATTACK LA ZAC. 19.00 105 MIAMI VICKY. 22.00 105 STARS MAX BRIGANTE. 23.00 IN DA KLUBB. VIRGIN RADIO virginradioitaly.it 9.30 VIRGIN ROCK LIVE ANDREA ROCK. 11.30 ROCK IN TRANSLATION GIULIA SALVI. 13.30 VIRGIN INVESTIGATION BUREAU AGENTE MALONE. 14.30 THE ROCKET MARCO BIONDI. 15.00 VIRGIN CHART MARCO BIONDI. 17.30 MUSIC HISTORY PAOLA MAUGERI. 19.30 VIRGIN INVESTIGATION BUREAU AGENTE MALONE.

presenta

STORIA DITALIA
Vera, appassionante, di tutti.

72

Sabato 12 Marzo 2011 Corriere della Sera

Potrebbero piacerti anche