Sei sulla pagina 1di 9

il Giornale

Milano
LO SCHIAFFO DEL GOVERNO
Lunedì
30 Marzo 2020
ISSN 2532-408X il Giornale (ed. Milano-online)

«Pochi i soldi per Milano»


L’assessore del Comune Tasca attacca Conte: «Ignora che qui è un collasso»
Marta Bravi a pagina 3

IL BOLLETTINO DI GALLERA CHI CONTINUA A LAVORARE L’ASSESSORE

Rallentano i ricoveri Anche i giornalai restano in trincea De Corato: «Ora


«Forse picco superato» contro le truffe
Edicole aperte quando l’informazione è ancor più importante
Solo 9 i nuovi pazienti entrati in terapia in-
tensiva, mentre sono 293 i pazienti dimessi. Pre- Con la prima «ape-edicola» in
gli spot in tivù»
occupa Milano città dove i nuovi contagi sono giro per la città o sfrecciando sul- Paola Fucilieri
247, portando il totale a 3.406, mentre in tutta la lo scooter. Sono tanti gli edicolan-
provincia l’incremento dei positivi è di 546. ti che in questo tempi di Corona- Ci provano. Sempre. E non
Giannino della Frattina a pagina 3 virus si sono ingegnati per non sarebbero truffatori se non ap-
smettere di consegnare i giornali profittassero anche di una trage-
e così tenere aperte le loro attivi- dia come quella del Coronavirus
L’INIZIATIVA DELLE AGENZIE tà. Sono i «combattenti», quelli che - guarda un po’ - colpisce
che continuano a pensare che nella stragrande maggioranza
Case degli «affitti brevi» continuare a fare il loro lavoro è LA PLAYLIST DEI TOP MILANESI dei casi le loro «prede» predilet-
ancor più importante proprio in te nonché più deboli, gli anzia-
con lo sconto ai medici questo momento in cui c’è biso- Cosa ascoltano ni. È così che l’assessorato alla
gno di un’informazione affidabi- Sicurezza della Regione guidato
Prezzi vantaggiosi per le abitazioni ad «affit- le che contrasti le troppe notizie in questi giorni da Riccardo De Corato ha ideato
to breve» a disposizione dei circa 350 i medici false ancor più dannose quando una campagna social con degli
che, insieme a infermieri e personale sanitario, riguardano la salute o un’emer- le star del jazz spot televisivi che andranno in
arrivano in Lombardia per dare manforte negli genza come questa epidemia. onda a partire dai primi (...)
ospedali affollati dall’emergenza Coronavirus. Luca Pavanel a pagina 8
Marta Calcagno Baldini a pagina 2 Nino Materi a pagina 4 segue a pagina 6

LA SCOMPARSA DI GINO MAZZINI conviveva senza problemi con la fe-


de. Una tradizione radicatissima nel-
Scampato ai nazisti e ai sovietici, stavolta non ce l’ha fatta le campagne lombarde. Era nato a
Pieve San Giacomo, in una famiglia
con otto fra sorelle e fratelli. E aveva
Alberto Giannoni le Ss, invece, ricordava le impiccagio- solida e che ora sta drammaticamen- vano nel suo paese, dove lo avevano sempre vissuto alle porte di Cremo-
ni. Da prigioniero, aveva passato in te scomparendo, portata via in silen- sempre visto girare in bicicletta: pri- na, dal 1948 con la moglie Elvira, poi
Adesso starà finalmente pedalan- Germania quasi due anni. A Torun - zio dall’epidemia. ma andare nei campi, poi a lavorare e da solo quando Elvira purtroppo se
do Gino Mazzini (nella foto), morto a dove scrisse una lettera ai genitori - «Un uomo buono», così lo descrive- infine a messa. Tutte le domeniche. n'è andata. Due anni fa, quando alle
cent’anni di Coronavirus. Sarà final- poi a Brumberg, era infine arrivato a O quasi. Aveva saltato la funzione, soglie dei 98 anni ha accettato l'idea
mente tornato in sella alla sua bici- Danzica e nel lungo viaggio di ritorno quel giorno in cui il Giornale era an- di un aiuto alla Fondazione Sospiro,
cletta. Diretto senza fermate lassù, do- a Varsavia e poi a Lodz e infine il dato a trovarlo alla Fondazione Sospi- grande realtà assistenziali della Lom-
ve vanno quelli come lui. Buoni, one- rimpatrio: a Pescantina, poi da lì a ro, ai primi di novembre, alla vigilia bardia, in cui si apprestavano a festeg-
sti, timorati di Dio, come si diceva un Brescia e con la corriera a Cremona. del suo centesimo compleanno: «Og- giarlo, insieme alle autorità e alle as-
tempo. Gino era scampato prima ai Il resto della sua vita lo aveva tra- gi non sono andato in chiesa perché sociazioni d’arma. «Non potrò metter-
lager nazisti e poi alla prigionia dei scorso nella sua Bassa, fra la campa- aspettavo visite», spiegò sorridendo mi sull’attenti» si crucciava Gino.
«liberatori» sovietici. E non aveva vi- gna, il caseificio, la chiesa. La vita nel suo bel dialetto cremonese. Era, «Me lo immagino che da lassù sorri-
sto una gran differenza: «Come si sta- semplice di quella generazione che Gino, il figlio di un mondo contadi- de - dice Matteo, da Sospiro - imba-
va? Meglio non direi» ricordava. Del- aveva ricostruito l’Italia, laboriosa e no, in cui il socialismo umanitario razzato da tanta attenzione».
2 MILANO CRONACA Lunedì 30 marzo 2020 il Giornale

L’ALLERTA CORONAVIRUS La sfida all’epidemia

l’intervista » Mario Melazzini


Marta Bravi sarà l’ordinarietà nell’emergen-

Mario Melazzini, medico,


malato di Sla e amministra-
tore delegato dell’Ics Mauge-
«Così curiamo i pazienti za».
Qual è il principale ostacolo
che avete incontrato?
«La difficoltà a reperire i disposi-
ri, intanto come sta?
«Bene, ormai gestisco in am-
biente protetto, cioè da casa,
tutto quanto. Lavoro dalle 9 alle
usciti dalla rianimazione» tivi di protezione individuale
che per gli operatori sanitari
vanno dagli scarponcini ai ca-
mici impermeabili: devono es-
20 tra conference call, video-
chiamate e telefonate. C’è un Per la riabilitazione respiratoria le strutture Maugeri sere completamente protetti.
Così avevamo già i ventilatori
buon clima di squadra tra ma- visto il nostro core business, ne
nager che lavorano da casa e hanno accolto 443 infetti Covid: 95 quelli già dimessi abbiamo recuperati in numero
medici sul campo. Da ex medi- maggiore dal blocco delle sale
co e ricercatore vorrei essere in Carlo. Ma poi...» Gli istituti contano anche alla nuova domanda di salute operatorie, mentre per il perso-
prima fila, ma visto che il mio Cos’è successo? due centri in Piemonte, dove che da emergenza è diventata nale ci siamo avvalsi della colla-
ruolo è gestionale devo, perché «All’improvviso abbiamo avuto la curva dei contagi sta salen- la quotidianità». borazione del pubblico: alcuni
è un dovere, lavorare da casa. un focolaio interno di pazienti do vertiginosamente. E nel Che previsioni fa? anestesisti e rianimatori sono
Per altri versi non mi dimentico positivi, molti sintomatici. Ne resto d’Italia? «Per i prossimi 3-6 mesi questa del San Matteo».
mai il motivo per cui sono di- abbiamo trasferiti 48 che non «Nei centri di Inveruno e Tori-
ventato medico: in un’emergen- potevano essere gestiti solo con no stiamo accogliendo pazien-
za come questa mi trovo a gesti- le maschere Cpap, cioè con ven- ti, mentre in Puglia e in Sicilia
re 2.300 posti letto e 6.300 di- tilazione assistita non invasiva, al momento ci hanno chiesto
pendenti in tutta Italia. Anche altri li stiamo tutt’ora curando. solo la disponibilità».
se lo sforzo maggiore è concen- Di 140 ricoverati, ci siamo trova- C’è un grandissimo bisogno
trato in Lombardia». ti 115 positivi Covid». di posti di terapia intensiva e L’IMPEGNO
Avete già dimesso 95 pazien- Cosa significa pazienti che subintensiva.
ti Covid su 443 ricoverati
complessivamente...
devono fare riabilitazione? «A Pavia abbiamo 100 Covid po- Per poter
«Attenzione, noi accogliamo pa- sitivi ancora ventilati, a Lumez-
«La vera sfida è stata modificare
il setting e l’organizzazione dei
zienti appena usciti dalla riani- zane, vicino a Brescia, abbiamo rispondere
mazione che hanno ancora bi- ricoverato 90 pazienti, ma pos-
nostri centri, specializzati in ria-
bilitazione neuromotoria, car-
sogno di un flusso importante siamo arrivare a 120. Le ordi- al bisogno
di ossigeno o di un supporto di nanze hanno portato al blocco
diologica e pneumologica. A Pa- ventilazione non invasiva. In dei ricoveri programmati e del- di posti letto
via abbiamo 500 posti letto e un quadro clinico di riduzione le attività ambulatoriali, così ab-
1000 dipendenti, nella sede mi- della fase acuta iniziano da noi biamo potuto ricavare posti let- ci siamo
lanese di via Camaldoli 200 po- un percorso di stabilizzazione to. Abbiamo rimodulato l’orga-
sti di cui 120 per subacuti e 20 per arrivare poi a un recupero nizzazione interna ed è stato riorganizzati
di medicina generale. Il 21 feb- precoce della funzionalità respi- bellissimo vedere la disponibili-
braio mi ha chiamato il dg del ratorie». tà dei professionisti ad adattarsi È stato bello
Policlinico San Matteo Carlo Ni-
cora e mi ha raccontato di aver vedere così
bisogno di liberare posti letto
disponibile
per accogliere i primi pazienti
Covid. Abbiamo dimesso i no-
stri pazienti e accolto 150 nega-
tivi Covid per la riabilitazione.
Poi l’emergenza è arrivata a Mi-
90
i pazienti Covid-19 ricoverati
140
i pazienti Covid-19 che sono sta-
il personale
lano e in via Camaldoli abbia- nel centro di Lumezzane, nel ti ricoverati nel centro milane-
mo messo a disposizione 120 Bresciano, una delle province se di via Camaldoli 64, che ha
posti letto per subacuti: ci sono più colpite. Messi a disposizio- messo a disposizione 200 letti
arrivati pazienti dal Policlinico, ne 120 letti per alleggerire gli di cui 120 per pazienti subacuti
da San Donato, Niguarda e San ospedali della zona, al collasso e 20 di medicina generale

L’INIZIATIVA NELL’EMERGENZA

Gli «affitti brevi» a medici e infermieri


Spariti i turisti, le agenzie offrono le case gratis o a prezzi molto scontati
Marta Calcagno Baldini ai proprietari delle cento case di più alto marzo ha trovato un accordo con
profilo che gestiamo a Milano informando- Airbnb.it, la piattaforma dedicata all’ospi-
Trecentocinquanta medici in arrivo. li che avremmo voluto abbassare del 50 talità online, per la gestione del periodo
Da Cuba, dalla Russia e da altre regioni per cento i prezzi a chi fosse impegnato difficile con le agenzie che vogliono aderi-
d’Italia. Infermieri e personale sanitario o direttamente nella lotta al Coronavirus. re: così il personale medico e ospedaliero
semplicemente cittadini che vogliono met- Medici e infermieri, persone che vanno in che dovrà trasferirsi temporaneamente a
tersi in quarantena senza contatti con il auto quarantena o sane, ma rimaste bloc- Milano per fronteggiare l’emergenza Coro-
resto della famiglia: il circuito delle case in cate in città per questo periodo: ci fidia- navirus sarà accolto gratuitamente.
«affitto breve» a Milano rimane molto atti- mo, basta la telefonata, non è un periodo «OspitaMi», associazione di volontari na-
vo in questo periodo difficile per la città, adatto agli scherzi e la maggior parte di ta nel 2015 per promuovere l’home sha-
anche se per motivi ovviamente gravi e questi nostri proprietari ha aderito». ring in modo responsabile a Milano
diversi. La prontezza di spirito e il dinami- Al punto che anche il Comune di Mila- (www.ospitami.it) affiancherà le diverse
smo caratteristici dei milanesi si fanno no- no ha mandato una precisa richiesta alle agenzie con informazioni e supporto. Jaco-
tare, insomma, anche in situazioni poco agenzie di affitto breve per venire incontro po Dossena, 29 anni, che nel 2015 ha fon-
gioiose. Così le maggiori agenzie specializ- alla situazione di emergenza e lo scorso 18 dato «Casa da suite» (www.casadasui-
zate nel settore dell’«affitto breve» hanno te.com) agenzia specializzata in affitti bre-
già messo in atto condizioni di affitto van- vi in particolare a Milano (84 case), Vene-
taggiose per medici e infermieri, applican- zia e anche con ville sul Lago Maggiore, ha
do sconti anche a quei cittadini che voles- aderito alla proposta del Comune: «Il 19
sero mettersi in auto quarantena uscendo marzo ho mandato una mail ai proprietari
dalla propria abitazione. delle case che affitto e un buon 70 per
«Il grande tema è la gestione e della crisi cento ha immediatamente visto l’iniziati-
– spiega Guido Edoardo Alliata, 40 anni, va di buon occhio». Il proprietario lascia il
che ha fondato «RentClass» (www.rent- suo appartamento gratis, Airbnb.it paga le
class.com) già nel 2005, quando il mercato bollette e l’agenzia si occupa della pulizia.
degli affitti brevi era agli albori -. Bisogna Anche «Casadasuite» applica tariffe age-
combattere il panico con delle idee nuove, volate a chi vuole uscire dalla propria abi-
adatte a risolvere la situazione contingen- tazione per quarantena o non riesce a tor-
te. In confronto alle crisi degli anni 2008, nare nella sua città o paese data l'emergen-
2012 e 2014 questo è quasi uno stato di za. Per ora si prevede che l’accordo con il
guerra». CIRCUITO VIRTUOSO In queste abitazioni Comune, partito il 18 marzo, durerà due
E quindi? «Abbiamo mandato una mail il contratto è temporaneo e viene rinnovato mesi.
Lunedì 30 marzo 2020 il Giornale MILANO CRONACA 3

L’annuncio è arrivato saba- za quindi su alcune regioni si


to sera. Verso le 20 il premier
Giuseppe Conte ha spiegato il
nuovo provvedimento del go-
verno a sostegno dell’econo-
«Aiuti alle famiglie povere? rischiano sovrapposizioni,
che non rispondono al princi-
pio di efficienza economica».
Con altre parole ieri il sinda-
mia. In particolare ha parlato
di fondi per l’«emergenza ali-
mentare», ovvero per «perso-
ne che non hanno i soldi per
A Milano troppo pochi soldi» co ha parlato dei danni che la
nostra città sta subendo per
l’epidemia di coronavirus.
«Più dall’alto cadi e più ti fai
fare la spesa». Stanziati 400 mi-
lioni da distribuire tra i Comu- L’assessore al Bilancio del Comune attacca: «La misura male», ha detto ospite alla tra-
smissione L’indignato specia-
ni ripartiti in base alla popola- le su Rtl 120.5: «La situazione
zione e alla distanza tra il red- del governo così ignora il collasso della Lombardia» a Milano è veramente partico-
dito procapite di ciascun co- lare, perché noi eravamo in
mune e il valore medio nazio- ni in base al numero di abitan- 3 milioni di euro, più o meno sca, a prescindere dal numero un periodo d’oro. Anche se
nale ponderato per la popola- ti e alle famiglie che ne hanno la stessa cifra che Palazzo Ma- delle famiglie indigenti. «Un non era esteso a tutti, certa-
zione. più bisogno - ha spiegato il sin- rino ha raccolto con il Fondo numero, per altro, che non mente avevamo fatto un pro-
«Il governo ha deciso nuovi daco -. Non so quanti ne arri- di Mutuo Soccorso lanciato corrisponde più, perché dal gresso incredibile. Ad esem-
aiuti per le famiglie e i Comu- veranno a Milano, ma appena qualche settimana fa. 21 febbraio la situazione eco- pio prima dell’Expo Milano
ni. Quello che arriverà in più arriveranno verranno distri- «Gli aiuti sono insufficienti» nomica dei lombardi è precipi- aveva 5 milioni di turisti. L’an-
sono 400 milioni di euro da buiti». Stando alle prime sti- commenta l’assessore comu- tata». Nel mirino dell’econo- no scorso sono stati 10 milio-
suddividere fra i Comuni italia- me a Milano spetterebbero 7, nale al Bilancio Roberto Ta- ni. Quest’anno probabilmente
ALLARME POVERTÀ sarà uno e l’anno prossimo
quanti? Tre? E poi si risalirà»,
Da Roma 400 milioni ha detto il sindaco preoccupa-
a tutti per affrontare to per la perdita di posti di la-
voro. «Io penso alla gente che
l’emergenza alimentare ha meno, ai più poveri, poi al-
TASCA le grandi aziende penserà il go-
mista di Palazzo Marino il cri- verno. Ma anche a Milano
Il criterio terio di distribuzione degli aiu- quanto si perderà in termini
ti: «La distribuzione non tiene di occupazione? Quanti sono i
utilizzato che conto della specificità territo- giovani che sono con lavori a
riale dell’emergenza sanitaria. tempo determinato e verran-
distribuisce Ci sono regioni che hanno più no confermati? È molto diffici-
quote di reddito di cittadinan- le», ha osservato il sindaco,
basandosi za rispetto alla Lombardia, che pensa già alla ripartenza.
per esempio, che però si è tro- E questo all’indomani dell’an-
su abitanti vata prima di altre regioni a nuncio della cancellazione
essere colpita dal contagio e dell’edizione 2020 del Salone
e reddito, in maniera più violenta. In più Internazionale del Mobile.
il provvedimento è cumulabi- Tanto per dare un’idea.
crea troppe le con il reddito di cittadinan- MBr

disparità di
trattamento
tra le regioni 1.600
i letti in terapia intensiva orga-
416
i decessi registrati anche ieri in
nizzati dal sistema sanitario in Lombardia, una cifra che porta
Lombardia dopo che all’inizio il totale a 1.443. Un dato solo in
dell’epidemia erano 724: 9 ieri i parte mitigato dai 293 pazienti
nuovi pazienti che sono stati ac- che sono stati dimessi, per un
colti in quei reparti totale di 6.360

L’OSPEDALE
IN FIERA
«Ghe sem!», IL BOLLETTINO QUOTIDIANO
il governatore
Attilio Fontana
e il presidente di
Fondazione Fiera
Calati gli accessi al pronto soccorso
Enrico Pazzali
hanno ieri Gallera: «Forse già superato il picco»
controllato
gli ultimi lavori I numeri fanno sperare, ma in Lombardia ancora 416 morti
nell’ospedale
costruito in Fiera Giannino della Frattina lunga. È un momento in cui la popolazione deve
Intanto la città mantenere ancora di più le misure di isolamen-
si adegua I contagiati in Lombardia hanno sfondato to, non dobbiamo illuderci e smettere di fare
all’isolamento quota 41mila, ma l’assessore Giulio Gallera è quello che stiamo facendo. Se continuiamo su
Se le vetrine ottimista: «I dati ci dicono che l’epidemia si è questa linea possiamo sperare che il rallenta-
sono spoglie stabilizzata e non è più in crescita, quindi il pic- mento sia costante».
e i negozi chiusi, co dovremmo averlo sorpassato. Se mantenia- Parole confermate dal quotidiano bollettino
se il sagrato del mo questo atteggiamento di responsabilità». letto in diretta video dell’assessore al Welfare
Duomo e piazza Buone notizie quando sta per cominciare la Giulio Gallera e dal quale risulta che sono solo 9
San Babila quarta settimana di questa durissima battaglia i nuovi pazienti entrati in terapia intensiva, men-
restano contro il virus, visto che l’incremento di ieri è di tre sono 293 quelli dimessi. Un’occasione per
tristemente 1.592 casi, mentre sabato era stato di oltre 2.100. annunciare che a oggi la sanità lombarda è riu-
deserti, la spesa Numeri che, come si continua a ripetere in que- scita a superare quota 1.600 letti di terapia inten-
ai tempi del sti giorni, vanno contestualizzati e interpretati siva, quando la cifra di partenza era di 724. A
Coronavirus con grande attenzione. Sprazzi di speranza an- destare ancora preoccupazione la situazione di
passa sempre che dalla prima linea, quell’ospedale milanese Milano, città dove i nuovi contagi sono 247. Dati
più per il delivery, diventato il simbolo di questa guerra di trincea, che portano il totale a 3.406, mentre in tutta la
come dimostrano perché ha accolto i primi contagiati, ma soprat-
i giovani rider provincia di Milano l’incremento dei positivi è
che sono tutto per la grande prova di competenza e valore di 546. Dolorosissimo anche l’ulteriore incre-
pericolosamente scientifico che sta dando a tutto il mondo. «Quel- mento dei decessi, ieri risaliti a quota 416, ma in
accalcati mentre lo che osserviamo come ospedali vale per il Sac- gran parte frutto - come hanno spiegato i tecnici
aspettano co, ma anche per gli altri - spiega il direttore presenti all’incontro organizzato in Regione -
la consegna sanitario Giuseppe De Filippis - e stiamo verifi- dei contagi e delle malattie contratte le prime
delle ordinazioni cando un piccolo rallentamento dei pazienti in settimane. Con Gallera che ha nuovamente riba-
pronto soccorso. Non vediamo quindi un termi- dito come la strada per sconfiggere l’epidemia
ne della patologia, ma un piccolo rallentamento sia ancora lunga e lungo sarà anche il rientro
dei nuovi casi che arrivano. Ovviamente il mo- alla normalità. «Dovremo - le sue parole - sca-
mento è ancora difficile perché gli ospedali sono glionare il ritorno alla nostra vita sociale per un
comunque saturi, avendo pazienti che sono arri- numero considerevole di mesi. Adottando nuo-
vati nelle settimane precedenti e la degenza è ve abitudini, come per esempio la mascherina».
4 MILANO CRONACA Lunedì 30 marzo 2020 il Giornale

L’ALLERTA CORONAVIRUS Chi lavora

di Nino Materi possiamo permetterlo».

L
a voce del professor Mi-
chele Tornincasa, 33 an-
ni, arriva in collegamen-
«È la stampa, bellezza...» Tra quelli che non demordo-
no - e che anzi se ne inventa-
no una più del diavolo per
esorcizzare la maledizione del
to Skype dalla città di Amman,
in Giordania. Qui insegna da
settembre. Tutto tranquillo fi-
no a poco tempo fa. Poi l'incu-
I giornalai restano in trincea Coronavirus - spicca Andrea
che a Milano sfreccia a bordo
della prima «ape-edicola»
d'Italia: bancarella motorizza-
bo Covid-19. Il docente italia-
no testimonia la sua storia al Le edicole «resistono» contro l’emergenza sanitaria ta per consegnare i giornali in
ogni parte della città: «Gli affa-
sito angeloma.it e a noi del ri vanno bene e poi la soddisfa-
Giornale: «La situazione in E in molti offrono un servizio extra: riviste a domicilio zione di fare qualcosa di utile
Giordania fortunatamente è per i lettori milanesi non ha
molto meno allarmante che in nomamente - spiega Livio, (in Lombardia il calo è stato tragicità della situazione: «Ne- ni che la sua edicola in via Ca- prezzo». Sulla stessa linea Lo-
Lombardia. Ma si è deciso co- uno dei decani della categoria «solo» del 30 per cento). È la gli ultimi giorni di attività, or- soretta l'ha ereditata dal pa- renzo che, armato di mascheri-
munque per la linea dura. Un - Per quanto riguarda il soste- crisi dell’editoria. Poi si è ag- mai vendevo solo una ventina dre, «storico» e stimato edico- na, sfreccia in scooter orgoglio-
coprifuoco quasi h.24. Tutti i gno economico da Roma, fino- giunto il Covid. di giornali - spiega Giorgio, lante della zona: «Chiudere so del suo «press service»: il
negozi chiusi. Vietato uscire ra, solo promesse vaghe e in- Se da una parte ci sono i con l'edicola in zona San Siro equivarrebbe all'ammissione suo bacino di utenza è concen-
di casa. I trasgressori? Imme- comprensibili procedure buro- giornalai «combattenti», quel- - Rischiare il contagio per un di una sconfitta. Noi invece, in- trato nella bergamasca, dove
diatamente arrestati. In tv, per cratiche. Il sindacato ci ha da- li cioè che si sono addirittura incasso di pochi euro era as- sieme, questa battaglia dob- l’infezione ha fatto strage. Di
ciò che riguarda il Coronavi- to libera scelta sugli orari di attrezzati per consegnare i surdo. E così prima ho tenuto biamo vincerla. E l'informazio- persone, ma pure di edicole:
rus, passano principalmente apertura: io continuo a tenere giornali a domicilio ai tanti pri- aperto mezza giornata, poi ho ne gioca in questo un ruolo «Se Maometto non va alla
le immagini dell'Italia conta- duro, ma negli ultimi giorni al- gionieri in casa, dall'altra ci so- chiuso del tutto. Ma riaprirò fondamentale. E, senza il no- montagna, la montagna va da
giata e soprattutto delle zone meno il 20 per cento dei colle- no quelli che hanno dovuto, appena possibile». Tra i «resi- stro anello, la catena rischie- Maometto», dice Lorenzo.
rosse lombarde. La sequenza ghi ha deciso di chiudere o di loro malgrado, arrendersi alla stenti» c'è invece Fabio, 35 an- rebbe di interrompersi. Non Ma non tutti la pensano co-
dei camion militari che a Ber- tenere aperto solo la mattina sì. Davanti al chiosco dei gior-
gamo trasportavano le bare per garantire i quotidiani alla «PONY NEWS» RESISTENTI nali nella fermata del metrò
dei morti ha fatto molta im- clientela più affezionata». Due edicole verde di Cimiano il cartello
pressione. La carta stampata? Un’ulteriore decimazione in In sella a scooter e bici milanesi che parla chiaro: «Causa Coronavi-
Sospesa. Niente giornali, per- un comparto che negli ultimi consegnano i quotidiani continuano a rus abbiamo deciso di tenere
ché anche le edicole hanno ab- 5 anni ha visto più che dimez- «tenere duro» chiuso. Non è un gioco, state a
bassato le serrande». zata la presenza delle edicole
ai lettori bloccati in casa casa. Limitiamo il contagio».
A Milano e provincia, per «Scoraggiato» è Mario, edi-
fortuna, gli edicolanti hanno colante di Corso Buenos Ai-
ancora la possibilità di rimane- res: «Questa è storicamente la
re aperti e sono in tanti a ga- strada dei giornalai, nei tempi
rantire il «diritto essenziale» d’oro c’erano dieci edicole e la
all'informazione «di carta». gente veniva a mezzanotte per
Una categoria benemerita, prendere i quotidiani freschi
questa degli edicolanti, che pe- di stampa. Resistiamo, ma che
rò nell'ultima settimana ha do- fatica. Questo virus ci ha dato
vuto fare i conti con l'indiffe- il colpo di grazia».
renza delle istituzioni che, se Se il trend dell’epidemia
da una parte ha chiesto loro di continuerà a calare come, per
rimanere aperti, dall'altra non fortuna, sta accadendo da vari
ha fatto nulla per venirgli in- giorni, anche questa edicola,
contro sul fronte della sicurez- come tante altre, riapriranno.
za e degli aiuti fiscali. Un segnale di fiducia nel fu-
«Mascherina e guanti in latti- turo. Magari per tornare a di-
ce me li sono procurati auto- re: «È la stampa bellezza...».

900MILA AL GIORNO LUTTO NELLA BOXE

Via Torquato Taramelli, 26 - 20124 – Milano


L’azienda dei pannolini Il virus si è portato via
ora produce mascherine anche il campione Rottoli
È partita la produzione lombarda di mascherine. Grazie alla Lutto nel mondo della boxe italiana: il coronavirus si è portato
collaborazione tra Regione, Politecnico e Confindustria è stato via anche il pugile bergamasco Angelo Rottoli, 61 anni, di
individuato il materiale idoneo e una prima azienda, la Fippi di Presezzo (Bg). Dilettante dal 1977 e professionista nel dicem-
Rho, che ha riconvertito parte della propria produzione in ma- bre 1981 come peso massimo, in due anni divenne campione
a)
b) Procedura aperta Gara ARCA_2018_034 Odontoiatria Beni scherine fino ad arrivare a 900mila al giorno. A livello tecnico è italiano. Nei massimi-leggeri arrivò a competere per il Mondia-
c) stata riutilizzata una delle tecnologie di pannolini per l’infan-
d) Procedura aperta Gara ARCA_2018_049 Consumabili Laboratorio le Wbc, perdendo per ferita contro il portoricano Carlos De
e) zia nella produzione di mascherine, cambiando dei processi Leon nel 1985. Nel 1987 campione intercontinentale Wbc nei
alla linea, aggiungendo elastici e usando colle specifiche e pesi massimi-leggeri e poi campione europeo; nel 1987 perde
materiali idonei. Grazie al know-how dell’azienda, ai dipenden- il titolo europeo. «Il presidente Lai, a nome di tutto il movimen-
ti, ai test fatti con il Politecnico la fabbricazione ha preso il via to pugilistico nazionale, esprime il suo cordoglio per la scom-
ed è stata visitata dall’assessore Raffaele Cattaneo. parsa del grande Angelo», si legge in una nota della Fpi.
6 MILANO CRONACA Lunedì 30 marzo 2020 il Giornale

L’ALLERTA CORONAVIRUS La sicurezza in città

palazzi un volantino, all’apparenza CONVIVENZA FORZATA

Parte la campagna in tv, molto convincente, scritto su carta inte-


stata del Ministero dell’Interno, Dipar-
timento di pubblica sicurezza e con il
logo della Repubblica italiana. Nel te-
Feriti a coltellate:
ricoverati due uomini
la Regione contro le truffe sto s’invitano i non residenti a lasciare
le abitazioni che li ospitano, per rien-
trare nel loro domicilio di residenza
perché sarebbero in corso, da parte di
Notti movimentate, più del pre-
visto considerando le restrizioni
imposte dal decreto governativo
In grande aumento gli episodi di chi approfitta fantomatiche «autorità», «controlli nei
condomini e nelle abitazioni private».
sull’emergenza. C’era da vedere
però che la convivenza forzata
Quindi si prega di esibire un documen- avrebbe fatto «danni». Poco dopo
dell’emergenza per organizzare furti e imbrogli to d’identità e un contratto di affitto. l’una e trenta dell’altra notte infat-
In città se ne trovano in zona Porta ti un italiano di 30 anni, al termi-
dalla prima pagina Venezia, corso Buenos Aires, viale Pia- ne di un litigio, è stato accoltellato
ve e viale Majno, per arrivare fino a all’interno di un appartamento a
(...) giorni di aprile sulle tivù locali. piazza Tricolore, ma anche in zona Fie- Baranzate, in via Redipuglia. Così
Si chiama «Non aprite». Nello spot si ra. La questura proprio ieri, in una no- è corso in strada e ha avvertito i
vede un bambino parlare al nonno dei ta, ha invitato i cittadini a fare attenzio- soccorsi. Gli operatori del 118 al
momenti piacevoli che trascorrono in- ne, a segnalare la presenza dei volanti- momento del loro intervento lo
sieme: fare i compiti, mangiare la pizza ni e soprattutto a non seguire le indica- hanno trovato in strada ferito con
e altro ancora. Intanto il piccolo ricor- zioni che riportano. più coltellate, seppur lievi, al tora-
da all’anziano che ci sono anche perso- «È la truffa della solitudine, si sa, ma ce, alla tempia e a un mano. Rico-
ne disoneste che vogliono entrare in ora anche della paura del contagio - verato in codice giallo al Niguar-
casa con delle scuse. Da qui parte l’invi- spiega l’assessore alla Sicurezza della da, le sue condizioni non sono gra-
to a non aprire mai la porta di casa a Regione -. La chiave di tutto è proprio vi. I carabinieri di Rho stanno rico-
sconosciuti, a chiamare il 112 e a de- non aprire mai la porta, gli anziani, è struendo l’accaduto.
nunciare. comprensibile, hanno una gran voglia Episodio molto simile, ma al
Nelle scorse settimane erano stati se- De Corato di parlare. Spesso sono soli in casa, ma- momento ancora misterioso, tre
gnalati in Lombardia, in particolare in «Ora anche gari vedovi. Ma se spalancano l’uscio è ore dopo circa, alle 4.50, in piazza-
provincia di Lodi prima e di Bergamo un falso fatta, difficilmente riescono a sottrarsi le Cimitero Monumentale. Stavol-
subito dopo, casi di truffe da parte di a chi vuole raggirarli!». ta la coltellata sferratagli aveva
finti addetti dell’Ats: suonavano alle volantino «Purtroppo il Coronavirus fa di loro squarciato un braccio al ferito, an-
NONNI E NIPOTI Lo spot andrà in onda sulle reti locali
porte delle abitazioni di persone anzia- del Viminale» il principale obbiettivo dei truffatori. ch’egli italiano ma 40enne. L’uo-
ne sostenendo di dover fare a domici- Che, spiace dirlo - conclude De Corato mo aveva perso molto sangue, co-
lio i controlli con il tampone. «Attenzio- Lombardia, Giulio Gallera, durante me segnala De Corato, si sono messi al -, ma sono professionisti molto bravi, sì è stato medicato sul posto, quin-
ne agli “sciacalli“ che si presentano una conferenza stampa - Non c’è al- lavoro nuovamente, prima nella Berga- affabili e cortesi. Si hanno quasi delle di condotto a Niguarda. A monte
con la tuta della Croce Rossa dicendo cun volontario della Croce Rossa che masca e poi nel centro di Milano. In remore a non farli entrare in casa, per della vicenda una lite, di cui però
che devono fare gli screening - aveva sia stato inviato a fare screening». questo giorni infatti hanno affisso ai non urtarne la suscettibilità». al momento non trapela nulla.
ammonito l’assessore al Welfare della Subito dopo gli artisti del raggiro, co- portoni e sui muri degli androni dei Paola Fucilieri PaFu

AgendaMilano
MUSEI CHIUSI MERCATI CHIUSI EMERGENZE FARMACIE
Castello Sforzesco. Piazza Castello, Tel. 02.88463703. Orario: 9- Oggi i mercati sono in viale Arpino, via Cambini, via Ce- Ambulanze..................................................................118-112 TURNO DIURNO [dalle 8.30 alle 20]
17.30. Chiusura: lunedì. Ingresso € 3,00-1,50. sariano, via De Predis, via Ghini, via Kramer, via Moretto
Palazzo Reale. Piazza del Duomo, 12, telefono 02.88445181. PRONTO SOCCORSO Centro: C.so P. Romana 126 ang. Via Vaina 2, Giardino A. Calde-
da Brescia, via Palmi, via Pisani Dossi, via Ponti Ettore,
Orario: 9.30-19.30. Chiusura: lunedì. Guardia medica...............................................800.193344
via S. Marco, via S. Teresa, via Trechi, via Zamagna. rini 3 ang. Via S. Agnese, C.so Genova 23, Via San Paolo 7, C.so
Cenacolo Vinciano.Piazza Santa Maria delle Grazie 3, Tel. 02.92 Domani i mercati sono in via Arioli Venegoni, via Bari- Fatebenefratelli....................................................02.63631
800360 . Orario: 8.15-18.45. Chiusura: lunedì. Ingresso € 7,50- Niguarda .................................................................02.64441 Sempione 5.
4,25 [€ 1,00 per prenotazione]. gozzi, piazza Bonola, via Benedetto Marcello, via Eusta-
chi, via Fauchè, via Garigliano, via Gratosoglio, via Policlinico ...............................................................02.55031 Nord: V.le Monte Santo 12, Via Ciaia 3A - 3B, Via Varesina 121.
Pinacoteca di Brera. Via Brera 28, telefono 02.722631. Orario:
8.30-19.30. Chiusura: lunedì. Ingresso € 5,00-2,50. Mompiani, viale Papiniano, via Pascarella, via S. Minia- San Carlo .................................................................02.40221 Sud: V.le Ungheria 4, Via Pizzolpasso 5, Via Saponaro 2/C, Via La
Pinacoteca Ambrosiana. Piazza Pio XI 2, telefono 02.806921. to, via Strozzi, via Vasari. San Paolo ................................................................02.81841
Orario: 10-17.30. Chiusura: lunedì. Ingresso € 7,50-4,00. San Raffaele...........................................................02.26431 Spezia 20, C.so XXII Marzo 37.
Museo del Novecento. Piazza del Duomo, Tel. 02.88444061. Luigi Sacco..............................................................02.39041 Est: Via Emilio De Marchi 10, C.so Buenos Ayres 4, Via Varanini
Orario: 9.30-19.30; lunedì 14.30-19.30. giovedì e sabato 9.30- TRASPORTI Servizio medico pediatrico a domicilio
22.30. Ingresso € 5,00. BENZINAI NOTTURNI 19, Via Rombon 29.
[in funzione 24 ore su 24].......02.3319233/33100000
Galleria d’Arte Moderna. Via Palestro 16, Tel.02.88445947. Ora- Viale Marche 32 ............................................dalle 22 alla 1 Ovest: Via Parenzo 8, Via Del Pettirosso 16, P.za Bolivar 11, P.za
rio: Martedì-domenica: 9.00-17.30, giovedì: 9.00-22.30, lunedì Piazzale Accursio ..........................................dalle 22 alle 7 PRONTO INTERVENTO
chiuso. Chiusura: lunedì. Ingresso libero. Carabinieri..........................................................................112 Selinunte 4.
Viale Liguria 12...............................................dalle 22 alle 7
Museo Poldi Pezzoli.Via Manzoni 12, telefono 02.794889. Ora- Piazzale Baracca...........................................dalle 22 alla 1 Polizia [Volante].......................................................113-112 TURNO NOTTURNO [dalle 20 alle 8.30]
rio: 10-18. Chiusura: martedì. Ingresso € 10,00-7,00. Viale Certosa 228 ................................................fino alle 23 Polizia [Stradale]................................................02.326781
Museo Teatrale alla Scala. Largo Ghiringhelli 1 [piazza della viale Zara 38, piazza Principessa Clotilde 1, piazza Cinque Gior-
Vigili del Fuoco ........................................................115-112
Scala], Tel. 02.88797473. Orario: 9-12.30; 13.30-17.30. Sempre nate 6, via Ruggero di Lauria 22, corso San Gottardo 1.
aperto. Ingresso € 5,00 [gruppi € 4,00; scuole € 2,50]. SERVIZI Guardia di Finanza ..........................................................117
Museo del Duomo. Piazza del Duomo 14, telefono 02.860358. Comune .........................................................................02.0202 Vigili urbani.........................................02.77271/02.0208 ORARIO CONTINUATO [24 ore su 24]
Orario: 10-13.15; 15-18. Sempre aperto. Ingresso € 6,00-3,00. Gas A2A....................................800 199 955 - 02.36609191 Emergenze ambientali................................................1515 A.F.M. N.68 [P.za De Angeli 1 ang. via Sacco] A.F.M. N.70 [V.le Fa-
Museo Diocesano.Corso di Porta Ticinese 95, Tel. 02.89404714. Elettricità A2A ........................800 199 955 - 02.36609191 ASSISTENZA
Orario: 10-18. Chiusura: lunedì. Ingresso € 6,00. Elettricità Enel......................................................800 900 800 ASL Milano..............................................................02.85781 magosta 36] A.F.M. N.83 [V.le Monza 226] Ambreck [via Stradi-
Museo Archeologico.Corso Magenta 15, telefono 02.8846 5720. Acquedotto ................................................................02.84771 Anziani.............................................................02.89125125 vari 1] Boccaccio [via Boccaccio 26], Caddeo [V.le Zara 38],
Orario: 9-17.30. Chiusura: lunedì. Ingresso € 2,00-1,00. TELEFONI UTILI
Museo Bagatti Valsecchi.Via Santo Spirito 10, Tel. 02.76006132. Odontoiatrico..............................02.865460/02.863624 Corvetto [Viale Lucania, 6], Ferrarini [P.za Cinque Giornate 6],
114 Emergenza Infanzia....................................................114 Oftalmico.................................................................02.63631
Orario: 13-17.45. Chiusura: lunedì. Ingresso € 6,00. Associazione vittime incidenti stradali .........800.300.253 Santa Teresa [C.so Magenta 96 ang. P.le Baracca], Stazione
Museo Civico di Storia Naturale. Corso Venezia 55 [all’interno Ortopedico ...........................................................02.582961
dei Giardini pubblici], Tel. 02.88463337. Orario: 9-18; sabato, Telefono Amico [24 ore su 24] ...................................02.6366 Porta Genova [piazzale Porta Genova, 5].
Telefono Amico Milano Centro .......................02.55230200 Ostetrico.......................................02.7423291/02.57991
dom. e festivi: 9.30-18.30. Chiusura: lunedì. € 3,00-1,50. Antiveleni........................................................02.66101029 SERVIZIO TELEFONICO [24 ore su 24]
Villa Reale. Via Palestro 16, Tel. 02.88445947. Orario: 9-17.30. Telefono Amico Milano Sud ..............................02.8240185
Telefono Azzurro [Linea gratuita per bambini] .........19696 Ustioni................................02.64442381/02.64442625 Il numero telefonico 800.801185 fornisce gli indirizzi delle far-
Chiusura: lunedì. Ingresso gratuito.
Museo della Scienza e della Tecnologia. Via S. Vittore 21, Tel. City Angels Milano ............................................02.26809435 Un amico in Comune .....................................800.667733
Telefono Donna..............................................02.64443043/4 Aiutiamoli .........................02.58309285/02.32960836 macie aperte in orario continuato [8.30-21] e di quelle
02.485551. Orario martedì - venerdì : 9.30-17.00, sabato - dome-
nica : 9.30-18.30. Chiusura: lunedì. Ingresso € 7,00-10,00. Voce Amica .........................................................02.70100000 Drogatel ..............................................................800031661 che svolgono servizio notturno [21-8.30].

TvLocali
TV8 Italia 7 gold Teletutto TeleCampione TeleLombardia
Tel- 02.762117240 Tel- 0143.828701 Tel- 02.935151 Tel- 02.332131 Tel- 02.393521 CONCESSIONARIA ESCLUSIVA PUBBLICITA’
17.45 Vite da copertina 9.50 Rubrica Casalotto 14.00 Rubrica Magazine Tv (Replica) 9.30 Rubrica Lotto facile 13.45 QSVS Tg LOCALE COMMERCIALE - LEGALE - FINANZIARIA
18.30 Alessandro Borghese - 4 risto- 12.30 TG7 18.30 Rubrica Punti di vista 12.30 TLC News 14.30 Contenitore RPQ E DI SERVIZIO DE
ranti 13.30 Rubrica Casalotto 19.25 Meteo di Brescia e Provincia 15.00 Emporio TV 17.15 Rubrica sportiva
19.30 Cuochi d’Italia 18.00 TG7 19.30 TT TG Sera - Il telegiornale di Te- 20.00 TG Nord 18.00 Qui Calcio
20.30 Prima tv Show Guess My Age - In- 18.30 Varietà 7G & Curiosità letutto - I fatti principali di Bre- 20.15 TG Sport 19.00 TGL TL
dovina l’età 19.00 Talent show The Coach scia e della Provincia 20.40 TG Mondo 19.15 Rubrica Forum PMI
21.30 Alessandro Borghese - 4 risto- 19.30 Telefilm Split 20.30 Attualità Castenedolo... Incontra 21.10 TG Politica 19.45 Rubrica Happy Hour
ranti 20.00 Rubrica Casalotto (Replica) 21.30 Rubrica La casa del consumatore 20.00 Lunedì di Rigore
22.45 Talent show Italia’s Got Talent - 20.45 Il Processo di 7Gold 23.00 TT TG Notte - Il telegiornale di Te- 22.15 TG Nord Notte 23.30 Evento sportivo Calcio, Premier
Best Of 0.00 Attualità Crossover letutto 22.30 Rubrica Vinci al Lotto League 2019/2020
Real Time Antenna 3 BergamoTv TeleNova TeleReporter
Tel- 02.36006400 Tel- 02.393521 Tel- 035.325411 Tel- 02.480731 Tel- 02.332131
10.55 Cortesie per gli ospiti 13.00 Varietà Canta Lombardia 13.30 Bergamo Tg Ore 12 14.30 Occasioni da Shopping 6.00 TG - Meteo
13.55 Prima tv Reality show Amici di 14.30 Contenitore 14.30 Rubrica Incontri (Replica) 17.00 Telefilm La grande vallata 6.30 Rubrica Mezz’ora per voi Pilates
Maria De Filippi 17.55 TG Flash A3 15.00 Attualità Redazionali 18.30 Musica Musica & Spettacolo 7.00 Rubrica Cuochi artificiali
14.55 Cortesie per gli ospiti 18.00 Musica Audizioni in coro 17.00 Rubrica Via Novelli Social Club 18.30 Anteprima Novastadio 8.00 Televendite
15.50 Cortesie per gli ospiti 19.00 Riunione in Redazione #iorestoacasa 19.20 TGN Sera 18.00 La vetrina dell’auto
16.45 Cortesie per gli ospiti 20.00 Attualità Lombardia nera 18.00 Rubrica Incontri 19.40 Novastadio TG 20.00 TG - Meteo
20.25 Cortesie per gli ospiti 20.15 A3 Flash TG 19.30 Bergamo Tg 19.50 Novastadio sprint 20.30 Gioco Zerovero
21.20 Prima tv Vite al limite 20.30 Varietà Mammamia 20.20 Meteo 20.30 Attualità Linea d’ombra 21.15 Gioco Il rompiscatole
23.05 Prima tv Piedi al limite 22.30 Rubrica Senza sconti 20.50 TuttoAtalanta 22.30 TGN Sera 21.30 Rubrica Buongiorno Svizzera
0.05 Piedi al limite 23.30 Go Cart 23.00 Bergamo Tg 23.30 Rubrica Beker Grill 23.00 La vetrina dell’auto
fuori dal coro

La strada per
il benessere e la felicità

*Oltre al prezzo del quotidiano. Uscita mensile.

Arriva sempre un momento nella vita in cui si deve de-


cidere cosa fare. Ad una certa età, raggiunta una di-
screta solidità economica, la scelta per molti è se conti-
nuare a concentrarsi sul lavoro, rimpinguando il conto
in banca o scalando qualche posizione di potere oppu-
re se dedicarsi un po’ a se stessi, ai propri affetti e alle
proprie passioni. Lo sport quasi sempre è una strada
dritta e veloce verso il benessere e la felicità. Una via di
fuga dallo stress, dalle tensioni, dal rischio di ritrovarsi
in qualche caso incapaci anche di fare.

IN EDICOLA A € 3,50*
Ogni mese un libro inedito, fuori dal coro
8 MILANO ALBUM Lunedì 30 marzo 2020 il Giornale

MUSICA DA ASCOLTARE A CASA

La playlist delle star milanesi del jazz


Dallo swing alla fusion: quanti brani da (ri)scoprire. Un aiuto arriva dai maestri
Tempi duri per tutti, ma il Covid-19 te si ha bisogno di un aiuto. Doman- in ordine di apparizione: c’è il piani- per tutti i gusti, dal jazz delle origini da internet. Qualche altro nome: oc-
non ci deve fermare, spezzarci. A ca- da: a chi chiedere una mano? Natu- sta Simone Daclon, il contrabbassi- fino ai grandi più recenti. Qualche chio a non perdere il sassofonista
sa, per resistere, si può/si deve ascol- ralmente a loro, i protagonisti di sta Tito Mangialajo, la cantante Lau- esempio per capire: per il piano ec- Marsalis, e per concludere un duo
tare anche buona musica. Sicura- questo genere, le star del jazz mila- ra Fedele, e ancora il sassofonista co Hancock, per il contrabbasso che insieme non «fa novanta», co-
mente del buon jazz. In questo sen- nese, famosi da «noi» come fuori Felice Clemente e il percussionista non poteva mancare Mingus. Segui- me si dice, ma «mille». Una mi-
so c’è davvero l’imbarazzo della scel- dai confini. Per compilare una mi- Luca Gusella. Danno «dritte» un po’ to, per la voce, dal genio Ray Char- ni-formazione eccezionale, Burton
ta. Nell’oceano di quanto è stato im- ni-guida su quanto c’è di buono da les. E avanti così, una sfilata di gran- e Jarrett, da non perdere. A questo
provvisato, scritto e pubblicato scoprire abbiamo interpellato un di personaggi e ottimi dischi da ti- punto un raccomandazione: sem-
orientarsi non è sempre facile. A vol- musicista per ogni strumento. Ecco a cura Luca Pavanel rar fuori o dalla propria raccolta o pre in casa, buon ascolto.

REPERTORI
Questi giorni di clausura
sono una buona occasione
per viaggiare con le note

PIANOFORTE (DACLON) CONTRABBASSO (MANGIALAJO) LA VOCE (FEDELE) SAX E CLARINETTO (CLEMENTE) PERCUSSIONI (GUSELLA)

«Tra gli Lp preferiti «Mingus e Hollande «Grandissimi i brani «Ideando il mio “Solo” «Che bella scoperta
standard di Peterson mi hanno fatto amare del genio Ray Charles ho pensato a Marsalis quell’incredibile duo
e il primo di Hancock» il mio strumento» Originale Tom Waits» Daniels è da sentire» Burton-Jarrett

Pianoforte, re del solismo ma anche Tito Mangialajo, 52 anni, contrab- Laura Fedele, una delle voci più Felice Clemente, 45 anni, sassofo- Per le percussioni parla Luca Gusel-
grande accompagnatore. Il repertorio è bassista: molte collaborazioni impor- importanti della scena jazz, i suoni nista e clarinettista: è appena uscito il la, 58 anni, virtuoso in jazz (ma non
immenso. Risponde il pianista main- tanti, oltre cento dischi e in quartetto «live» sono accompagnati da musici- suo 15esimo disco, «Solo» dedicato in- solo): ha collaborato con il pianista En-
stream (contemporaneo) Simone Da- il cd «Dedications» da lui firmato. sti quali Paolo Tomelleri. «Tra i brani teramente a sax e clarinetto. «Consi- rico Intra. Paolo Tomelleri e Andrea
clon, anni 38 - concerti al Blue Note, Ecco che cosa suggerisce: «Partirei da me preferiti c’è “Handful Of Soul” glio di Marsalis “In my solitude”, inci- Dulbecco. Fa parte dell’Aisha Duo. Ini-
all’Amr di Ginevra e al Ronnie Scott’s di da “Portrait in jazz” di Bill Evans; nel- del disco “November girl” di Carmen sione “live” che ha ispirato il mio ulti- ziamo dalla batteria, cosa ascoltare è
Londra - che suggerisce alcuni dei suoi la formazione c’è il contrabbassista MacRae, una delle voci che amo di mo lavoro. Lui è uno dei più grandi - presto detto: «“8:30” del gruppo Whea-
dischi peferiti: «Penso a Herbie Han- Scott LaFaro, che ha cambiato il mo- più. Ha profondità e un’intensità tim- afferma - uno dei pochissimi che è ter Report, dal punto di vista batteristi-
cock e al suo “Takin Off” del 1962, la do di suonare lo strumento, più dialo- brica che colpiscono». riuscito a coniugare la musica colta co è molto rappresentativo del jazz fu-
sua prima incisione come solista-com- gante col pianista, e lanciato un ap- Non poteva mancare il grandissimo classica e la musica colta jazz». sion». Di più.
positore. Contiene il celebre “Waterme- proccio melodico che ha fatto scuo- Ray Charles con il suo «Let the Good Altra scelta, altro sassofonista: Joe Per quanto riguarda il mondo di vi-
lon Man”. Hancock ha rivoluzionato il la». Seconda dritta, «Blues & Roots» Times Roll». «Non potevo non metter- Henderson «Doble Rainbow» è il di- brafono e marimba vengono subito da
modo di suonare, muovendosi tra speri- di Charles Mingus. «Questo disco lo lo parlando delle voci del jazz - dice sco. «Lavoro assai interessante per- consigliare i dischi realizzati da Gary
mentazione e pop». aveva mio papà - spiega - che lo tene- Fedele - anche se lui è molto altro, dal ché interpreta con due formazioni la Burton «in particolare un Lp che lui ha
Un’altra proposta le pagine di Tom- va in bella vista, la copertina mi colpi- blues in poi; era molto versatile. Riu- musica del compositore Jobin». Una inciso con Keith Jarrett, è un lavoro
my Flanagan (1930-2001), sommo turni- va. Uno degli ascolti che mi ha spinto sciva a passare da un stile all’altro suite col quintetto brasiliano e la se- che prende il titolo dai nomi dei due
sta - ha suonato con Rollins e Coltrane; verso il jazz». E ancora, da sentire con grande disinvoltura». Senza con- conda con un quartetto, al piano Her- grandi artisti», lavoro pubblicato nella
era al fianco di Ella Fitzgerald. «Lo chia- «Emerald Tears», incisione solista di tare poi la sua carica energetica «con- bie Hancock». Dulcis in fundo, una seconda metà degli anni Settanta.
mavano “il poeta del jazz” - racconta - Dave Holland, disco in solo degli an- tagiosa, una vocalità meravigliosa- incisione dedicata al clarinetto di Ed- Infine l’incisione «Travel», dell’83.
Uno dei suoi dischi che preferisco è ni Settanta (preceduto dal lavoro ana- mente unica». Un’altra incisione che die Daniels. «Fantastico il suo proget- «Anche qui, siamo in presenza della
“Oveseas” per piano trio». Non poteva logo di Barre Phillips). «Holland - apprezza e segnala porta il titolo di to tutto sulle “Quattro stagioni” - con- fusion, c’è il percussionista Vasconce-
mancare il gigante Oscar Peterson, mo- conclude - è stata fonte di ispirazio- «Blue Valentines» di Tom Waitz. Lui clude - ha rivisto Vivaldi. Nel disco los che suona appunto le percussioni,
stro di virtuosismo, veniva ascoltato pu- ne. Mi ha fatto capire come anche un lo ha scoperto negli anni Novanta, «è suona la parte del primo violino. canta e usa il berimbau», in tandem
re dai suoi colleghi della classica. «Sug- contrabbasso solo può fare della gran- stata una folgorazione, ed diventato Nell’album si può ammirare la muta- con il Pat Metheny Group. Album dop-
gerisco “We Get Requests”, bel viaggio de musica senza soffrire per la man- uno dei miei progetti. Un personag- zione che parte dal classico e approda pio inciso bene, una testimonianza
tra gli standard, da lui interpretati». canza di altri strumenti». gio geniale, fuori dalle mode». al jazz, in maniera più che naturale». più interessante dell’album in studio.
Se ha gradito questo quotidiano e se lo ha trovato altrove, la preghiamo di sostenerci venendo a scaricare almeno volta al giorno dove è stato creato, cioè su
www.marapcana.london cliccando su questo testo. Senza il suo aiuto, purtroppo,presto potrebbe non trovarlo più. Troverà anche riviste, libri, audiolibri, fumetti,
quotidiani e riviste straniere, fumetti e riviste per adulti, tutto gratis, senza registrazioni e prima di tutti gli altri, nel sito più fornito ed aggiornato d'Italia. Trova inoltre
tutte le novità musicali un giorno prima dell'uscita ufficiale in Italia, software, apps, giochi per tutte le console, tutti i film al cinema e migliaia di titoli in DVDRip, e tutte
le serie che può desiderare sempre online dalla prima all'ultima puntata.
Grazie da parte di tutto lo staff di www.marapcana.london