Sei sulla pagina 1di 12

2.

PARTE : MATERIA DELL’OPERA

6. VERSIONE CABBALISTICA DELLA DOPPIA SOSTANZA PRIMORDIALE E DELLA LUCE


CREATRICE
Nikas
Nel sepher yetzirah si svela la creazione del mondo. Il Dio vivente creò il suo universo tramite Sefer
e Sippur,vale a dire per mezzo del Verbo(Parola-Lettera) e del Numero. Cosi a partire dal
misterioso Punto Supremo e via via per tutti i livelli della creazione,ogni cosa altro non è che il
rivestimento di un’altra che le è superiore e la sovrasta. Il cervello, avvolto com’è in un involucro,è
esso stesso involucro di un altro cervello superiore. Per ciò che gli è superiore esso,il cervello è
soltanto un involucro. La stessa Luce Creatrice,la sua Coscienza si riveste di un corpo sottile
eterico chiamato Agente Universale,di cui si rivelerà per noi come il fuoco interiore nella sua
triplicità di pietra; in sale zolfo e mercurio,ma che questo Agente Universale rivela la sua
coscienza nella triplicità dei tre mondi: Mondo di Luce,Mondo Astrale,e Mondo eterico.
L’Intelligenza Creatrice di questo Agente universale,come abbiamo già visto è il Verbo di Dio,la
sua Coscienza. L’Agente Universale essendo la quintessenza di tutti gli elementi è celeste corpo
puro della Coscienza. Adesso siccome dal questo agente che sono le acque limpide primordiali o
etere universale,sotto l’azione del fuoco della Coscienza avverrà la separazione di acque superiori
e acque inferiori,relazionate da un mediatore, è in quelle superiori che per noi troviamo l’anima o
corpo astrale superiore,primo corpo di rivestimento della nostra coscienza,il nostro Neschamah.
Così abbiamo:
agente primordiale,etere,acque limpide(Neschamah) che ricoprono come corpo la Coscienza del
Verbo.

Coscienza

Similmente in noi abbiamo il corpo spirituale Neschamah che riveste la nostra


Realtà interiore o Coscienza Superiore (l’Essere Assoluto o Verbo)

Ma allo stesso momento rifacendoci alle vecchie lezioni,sappiamo che tra la forza intima espansiva
e quella esterna comprensiva vi troviamo il terzo elemento che controbilancia,separa ma
possibilmente mantiene la correlazione tra le due forze,e questo terzo elemento è corpo o anima
astrale che separa le acque inferiori eteriche o astrale inferiore da quelle superiori di luce o
astrale superiore,ossia il firmamento che separa Cielo e Terra,Spirito e Materia(energia eterica).

Così: o così: o cosi’:

In sostanza cosa è successo?


1. Quando la coscienza assoluta del Verbo si manifesta,presenta innanzitutto la Volontà
paterna quale centro focale,lo stato puro non soggetto a nulla perché tutto è in sé allo stato
di immanifesto. Ma per Essere si ritrova quindi all’interno della stessa natura divina
materna: la sostanza primordiale cui lui ha tratto e purificato la caotica sostanza in Agente
primordiale universale,di cui usa quale come suo primo rivestimento o prima specie di
corpo di luce che racchiude la Mente e la Coscienza,che rivediamo nel simbolo del sole
luminoso.
2. La Volontà divina del Verbo,quale volere di Essere deve manifestarsi,e per farlo imprime
sulla luce del’Agente Universale un moto vibrazionale in ogni senso e in ogni direzione
causando il movimento di queste grande acque. Tale agitazione causa alla fine,ma parliamo
di una fine sempre in moto e mai di un riposo della sostanza,una scomposizione degli
elementi della composizione della stessa sostanza . Elementi puri e spirituali si separano da
quelli impuri pesanti e materiali(qui per materia intendiamo la matrice energetica che
causerà la materia cosmica fisica). Ma tra ciò che è denso e ciò che è spirituale si forma
una sostanza mediana separatrice tra le due compagine,la sostanza astrale che a sua volta
è matrice e reggente della materia inferiore. È la separazione delle acque come già detto,e
che cabalisticamente è la creazione dei tre mondi più il quarto della materia. La
scomposizione della Luce Creatrice in tre parti costituenti il mondo dello spirito,dell’anima
e il mondo dell’azione o causa effetto. Ma già in questa creazione trina,nonostante la
presenza del mondo spirituale vi troviamo il binario o dualità cui la coscienza si crea per
conoscere esperimentare l’una cosa o l’altra per capire l’effetto sia dell’un causa che
dell’altra.
3. Comprensione finale,troviamo la scomposizione della coscienza in tre diversi aspetti
negativi di essa in confronto alla sua Assoluta Realtà prima della scomposizione. La
coscienza erroneamente si crea una coscienza spirituale,una coscienza astrale e una
coscienza etere-materiale,il quale tutte riversate nella mentalità fisica diventa soggetta a
spazio ,tempo,energia vivendo una realtà illusoria tra causa e effetto.
Lo zolfo corrisponde alla parte centrale in relazione allo spirito superiore,il mercurio alla parte
energetica inferiore della sostanza,e il sale è la parte centrale,energia astrale depositaria del fuoco
superiore e del fuoco inferiore. In questa centro o mezzo vi troviamo deposta come Kundalini
questo doppio fuoco o doppia energia,come il sale contiene zolfo e mercurio le due qualità della
possibile riacquisizione della propria identità Reale. Per questo il sale è allo stesso tempo
quintessenza perché è la sintesi vivente della Luce creatrice e dell’agente universale,la realtà vera
da estrarre dalla miniera e dalla corruzione degli elementi della natura.
Abbiamo potuto constatare come dalla coscienza si sia generata la creazione dei te mondi,dei tre
corpi e del triplice sale ,e di come l’uno sia connesso dentro l’altro in un continuo rapporto di
lavoro e non separati e identificati come tre diverse sfaccettature,ma che essi altro non sono aspetti
di come la coscienza manifesta se stessa al di fuori di sé.
Abbiamo parlato dei quattro mondi,vediamo adesso come la cabala li descrive.
I quattro mondi della cabala sono:
ATZILUTH,il mondo archetipico. Spirito superiore(astrale superiore dell’Agente Universale
BRIAH,il mondo creativo. Spirito mediano(astrale propriamente detto dell’Agente Universale
YETZIRAH,il mondo formativo. Spirito inferiore(astrale inferiore dell’Agente Universale
ASSIAH,il mondo dell’azione,della materia,(non ha nulla a che vedere con la dimensione della
Luce dell’Agente Universale,ma è un prodotto energetico caotico,bramico dovuto alla sregolatezza
dello spirito vitale degli spiriti umani e extraumani,larve,demoni e involucri,ecc…

ATZILUTH
BRIAH
ASSIAH
YETZIRAH

Possiamo notare trattando della materia primordiale,come essa corrisponde alla triade del primo
triangolo superiore,dove Kether è il fuoco centrale,Binah la sostanza passiva e Chokmah quella
attiva inclusa nell’unica composizione divina espressa nel triangolo differentemente dal cerchio.
Espressi dal caduceo ermetico troviamo le ali del serpente che corrispondono ai due spiriti del
doppio mercurio di Binah e Chokmah e la mente o fuoco dell’assoluto come il pomo centrale
e,possiamo notare come questa doppia energia si riversa e sia sempre presente nei mondi inferiori
avvolti simbolicamente dalle sue spire.

Kether

Binah Chokmah ---- ----- ----

Questi simboli indicano tutti la stessa cosa,ossia la presenza della realtà sostanziale divina causa
ed origine del Tutto secondo il modo cui abbiamo avuto da spiegare.

E qui ci ritroviamo di nuovo davanti alla simbologia del doppio mercurio,quello attivo di fuoco e
quello passivo di acque,separate dall’aria che a sua volta deposita e ospita in se la quintessenza o
energia creativa già chiamata altrove Kundalini. Ed ancora una volta dobbiamo ricorrere con lo
studio fatto alla triplicità della nostra pietra in zolfo,mercurio e sale,dove il sale è la quintessenza
dormiente che deve essere portata attraverso la soluzione di solve et coaugula alla sublimazione
della Coscienza. La potenza dell’Agente Universale affonda con la coscienza superiore nelle acque
torbide delle acque inferiori e si deposita nella miniera del corpo quale seme e quintessenza da
essere pronta a ricevere le acque o rugiada del nostro latte alchemico per il suo risveglio.
.La kabbalah insegna l’esistenza di tre anime,che costituiscono in sintesi finale la costituzione del
corpo di Luce. Il Corpo di Luce umano è costituito da corpi energetici principali o “veicoli di
coscienza” che completano la coscienza globale multidimensionale di ogni scintilla divina. Una
parte del processo di crescita della coscienza umana è quella di diventare consapevoli di questi stati
sottili che costituiscono il livello superconscio di esistenza e di integrarli nella dimensione
cosciente. I primi tre livelli di questo campo di strati (la triade fisico/eterico, emozionale e mentale)
rappresentano le nostre esperienze fisico/energetiche, emotive e mentali nella nostra dimensione
3D,e costituiscono in essenza la nostra Anima Vegetativa. In più, a livello subconscio, sono la
dimora per le coscienze elementali umane di 1D e 2D;(= Dimensione)
L’Anima viene divisa dai cabalisti in tre parti principali,ma riprendendo il discorso alla nostra
maniera è errato dire l’Anima … ; perché in realtà non è l’anima ad essere sezionata o divisa ed
anche questo dire è errato,inoltre l’anima è sola una componente femminile della doppia sostanza
che costituisce la Realtà occulta umana. Ma è l’entità umana,la sua Realtà fatta di Coscienza
Assoluta che si scompone nel manifestarsi al di fuori di sé come raggio attraverso un prisma .
Questa realtà occulta che è la vera essenza senza identità se non essere intelligente in se stesso è
con la coscienza che riversandosi come luce nei mondi inferiori come abbiamo detto,si scompone o
necessita per presentarsi,di un rivestimento o corpo di qualsiasi natura esso sia ma adatto a ogni
particolare parte ottenuta con la scomposizione. E così abbiamo per gioco forza,come la Luce del
Verbo tre tipi di rivestimenti per la stessa luce per ogni mondo che attraversa. Ciò vale anche per
la coscienza che addirittura nel nostro mondo diventa per fino soggetta a spazio tempo e causalità.
1. - Neschamah. Quindi come si diceva,l’Essere nel rivelarsi nei tre mondi si riveste dell’abito
di ognuno di esso. Nel mondo superiore spirituale come abbiamo visto si ricopre di
Neschamah,che corrisponde ai tre sephiroth superiori dell’albero cabalistico,Kether,Binah
e Chokmah il che vale a dire che questo spirito è una componente dotato di una mente con
la duplice affinità di potenza attiva e sostanza attiva(passiva rispetto alla potenza,ma attiva
rispetto al suo riflesso nella compagine del mondo inferiore). Il mondo di Atziluth è la
rappresentazione della doppia sostanza primordiale venuta a compimento nella coscienza
del Verbo che troveremo poi in Tiphareth(la coscienza rivelata) come abbiamo appreso nei
primi capitoli. Ossia fuoco e acqua,la doppia sostanza primordiale dalla cui attività si
genera la Luce Creatrice e Verbo Coscienza Pura. Allo stesso tempo essi rappresentano la
materia prima,matrice che contiene ed è Sale Zolfo e Mercurio,ma che essa viene
rappresentato dagli antichi alchimisti anche come il Drago a tre teste.

.
Il drago con tre teste fiammeggianti e una lunga coda descrive i tre elementi chimici utilizzati
dall’alchimia medioevale e rinascimentale per sintetizzare i processi di formazione della coscienza
individuale e collettiva.
La testa davanti, metafora della percezione, è protesa verso il tempo futuro, mentre un’altra si
volge al passato a ‘richiamare’ le funzioni evolutive della memoria.
Al centro svetta la testa in cui avviene il processo di sintesi cognitiva di ciò che la percezione della
realtà e la memoria sono state in grado di sedimentare, come sale della conoscenza, all’interno della
struttura cerebrale in cui emerge il fenomeno della coscienza individuale.
Gli alchimisti utilizzarono questo semplice codice basato sulla percezione-intelligenza (Mercurio),
esperienza-coscienza (Solfo) e memoria-conoscenza (Sale) per dare avvio a una straordinaria
epopea di immagini e di immaginazione, di intuizioni e di esperienze creative e infine di
comprensione e sintesi dei principi che predominano sugli altri per formare le strutture razionali
della materia e dell’antimateria.
L’originalità linguistica con cui i teorici del rinascimento alchemico cercarono di descrivere il
rapporto dinamico, creativo, distruttivo e infine nuovamente costruttivo tra tutti gli elementi che
costituiscono il corpus alchemico del drago, metafora delle facoltà creative in grado di progettare e
realizzare parti sempre più complesse di realtà (materia) e coscienza (antimateria), occulta un
patrimonio di intuizioni, di comprensioni e di esperienze tuttora inaccessibili alla coscienza
occidentale.
L’uccisione del drago richiama anche un evento cosmico. È la penetrazione della materia prima
come oceano primario, o caos primario del fuoco segreto o spirito divino. Il serpente di fuoco
emanò fuoco e luce nelle acque primarie. Quando il drago, venne ucciso, il caos originale cessò e il
processo di evoluzione cosmica ebbe inizio.
E stiamo parlando per archetipi,perché solo attraverso di essi il superiore maestro riesce a
trasmettere la verità. Il Drago: cos’è il Drago? … abbiamo visto che esso sostituisce in simbologia
con le sue tre teste la pietra unica, filosofale;composta dal Sale Zolfo e Mercurio. Essendo questi tre
nobili facoltà innate della costituente umana ,ne descrive però anche un suo riflesso opposto in
senso negativo. Se il Drago,quintessenza,Azoth,è l’espressione delle potenzialità dell’essenza Reale
,Intelligente,Volontà e Ragione,il suo opposto è il Drago Nero che dovrà essere ucciso
necessariamente per fare strada al Drago triplo. Questo Drago Nero è ciò che Jung chiama come
Ombra,e che noi abbiamo descritto come la forza caotica involutiva di Brama. Ma Brama è
necessaria affinché si comprenda la validità del nostro Drago,della nostra Pietra e della nostra
Materia Prima.
Gli archetipi sono modelli profondi, che fanno parte della psiche umana, e rimangono validi con
tutto il loro potere per tutta la vita dell’uomo. Possono esistere nella struttura del cervello umano.
Scorgiamo chiaramente questi archetipi nei sogni, nell’ arte, nella letteratura, nei miti che ci
appaiono profondi, a volte terrificanti. Possiamo in oltre riconoscerli osservando la nostra stessa
vita e quella delle persone che ci circondano. Talvolta possiamo perfino riconoscere gli archetipi
dominanti nella vita di una persona dal linguaggio corporeo che questa persona adotta. L’
individuo la cui vita è dominata dall’ archetipo del Guerriero cammina dritta, il mento
aggressivamente in fuori, il corpo proteso verso un traguardo.
Negli archetipi vi è una parte più nascosta che Jung chiama Ombra che rappresenta tutto ciò che
di noi non conosciamo e temiamo. Quando cominciamo il nostro Viaggio nella Vita incontriamo
subito l'Ombra, la parte di noi che dobbiamo innanzitutto riconoscere e integrare, poiché senza di
essa non saremmo completi. È dalle esperienze negative che l’Anima conosce quelle positive e che
lo Spirito integra in se e la Coscienza impara a neutralizzarsi da ambedue esperienze.
I bambini hanno spesso paura degli adulti e li vedono come temibili Orchi, come Giganti infuriati,
come subdole streghe. Talvolta sono gli adulti a temere i bambini, e allora ecco che compaiono
fastidiosi e petulanti gnomi e folletti, nani e troll.
Assumerci la responsabilità dell'Ombra ci dà accesso alle grandi ricchezze del sottosuolo
(Inconscio).Il mondo sotterraneo contiene infatti filoni d'oro, gemme preziose, forzieri ricolmi di
dobloni, custoditi da gnomi, nani, orchi, fantasmi di pirati e ogni sorta di mostri. Bisogna comprare
l’intera Miniera nella speranza di trovarvi l’oro,scavarla,penetrarla ed estrarlo. Solo l’oro non
esiste,il Dio ha pensato bene dell’incrostazione e dell’illusione per valorizzare la sua nobiltà. Non
possiamo amare e scegliere lo spirito a discapito del corpo,in quanto è il corpo che aiuta a
perfezionare ciò che è imperfetto. Questo corpo della natura corrotta(Brama),questo scrigno è il
Drago Nero da lavare e purificare,ed ottenere da esso il Drago Rosso.
Ogni Eroe sa bene che non si può ottenere il tesoro se prima non si è disposti ad affrontare e
uccidere il Drago. La prima volta che incontriamo il Drago di solito siamo Guerrieri e quindi
pensiamo che il Drago sia fuori di noi, così come il tesoro e la fanciulla. In seguito comprendiamo
che il Drago è una parte di noi stessi che abbiamo l'opportunità di integrare, ed è questa la vera
ricompensa, il premio della nostra Identità e del nostro Spirito.
Il Tesoro rappresenta quindi la ricompensa per il coraggio di aver intrapreso il cammino e di
avere affrontato l'Ombra.
Abbiamo fatto questa breve introduzione sul drago affinché si comprenda come Neschamah la
parte spirituale della Natura Reale dell’Essere corrisponda al mondo o triangolo superiore
Atziluth dell’albero cabalistico, e come questo con Kether,Binah e Chokmah corrisponda alla
Pietra nostra o Materia prima con Sale Zolfo e Mercurio. Simboleggiato archetipicamente dal
Drago a Tre teste,e nello stesso momento la sua parte antagonista Brama interpretata da Jung
come l’Ombra inconscia di questa forza che imprigiona e oscura l’evoluzione della Coscienza
della Realtà Interiore. Così dopo questa breve spiegazione sullo spirito di Neschamah andiamo a
visualizzare quello della seconda costituente animica della Realtà interiore: Ruach.
1. – Ruach. Esso è la parte mediana,che corrisponde ai sei sephiroth da Chesed a Yesod
incluso,e quindi corrisponde al firmamento che separa le acque inferiori da quelle
superiori,come nella simbologia del Sale, esso è l’energia Kundalica della Luce Creatrice.
Mentre Neschamah ,lo spirito puro fa da rivestimento alla Coscienza assoluta Integrale
della nostra Realtà Interiore,Ruach generalmente chiamata Anima è il vero corpo Astrale
che riveste Neschamah ,centro energetico di cui si è fabbricato 7 centri nel corpo eterico
custodito a sua volta nel corpo fisico. Questa energia forma il corpo di Luce alla completa
destazione di ogni chacra. I sei chacra corrispondono al mondo mediano,formato dai due
triangoli quello mediano e quello inferiore. Mentre il settimo chacra quello della coscienza
è unico rappresentante del triangolo superiore. Quindi il corpo astrale a sua volta è
costituito dai due triangoli,quello mediano e quello inferiore,il che indica la circolazione
della doppia energia o Mercurio doppio e nascosto custodito nel corpo fisico. Ruach è
quella parte salina detta quintessenza in quanto racchiude le proprietà degli elementi che
custodiscono il seme astrale per la generazione del nuovo essere. È la parte superiore
dell’inconscio detto Superconscio,le acque pure,celesti ricevute da quelle superiori,è il
fanciullo filosofico che nasce dalle ceneri della terra nera dopo l’evaporazione o
liberazione del corpo sottile dalla putrefazione della nostra natura egocentrica o ombra.
Se Neschamah rappresenta lo Spirito di Volontà dell’Essere,Ruach rappresenta la ragione,il
lume e la logica razionale di luce che illumina la coscienza sul piano inferiore. Nella
componente umana è il centro focale,la staticità delle due forze mercuriali superiori e
inferiori che da esso centro partono per rianimare la semenza divina per la nascita dei figli
di Dio. La manna celeste,vibrazioni,moto che causano il risveglio della volontà d’essere
concepito nella sostanza primordiale,energia Kundalini.
Malkuth è il regno che incorpora tutto.
1. – Nephesh. Abbiamo visto come Neschamah e Ruach costituiscono la parte spirituale e la
parte animica della componente umana,adesso Nephesh ne è la parte fisica e gli istinti
animali che troviamo nella sfera di Malkuth. Ma nello stesso tempo Nephesh ne è anche il
contenitore e la parte che deve fissare e dare un centro alle forze sia energetiche che
intelligenti spirituali che devono attraverso di lui acquisire consapevolezza del se e della
propria coscienza. Ma Malkuth,essendo la sfera che è più vicino all’abisso,ossia lontana
dalla fonte di Luce e quindi vicino alle tenebre,esso è destinato a servire le forze oscure
della bramosia del drago nero che molti descrivono come demoni e influssi parassitici.
Malkuth allo stesso tempo è pietra grezza che contiene le qualità aurifere della materia
prima. E proprio su questa grezza forma larvale umana che ci si deva iniziare a lavorare
per liberare quel centro d’iniziativa interiore che parte da quel fuoco o ardore sulfureo per
la lavorazione della prima opera alchemica. L’Essere Reale,l’intelligenza umano è una luce
vestita;questa luce è tripla:
Neschamah, lo spirito puro;
Ruach,l’anima o doppio astrale mediatore;
Nephesh,la materia sottile mediatore plastico con corpo fisso.
La veste dell’anima è la scorza dell’immagine. L’immagine riflessa nello specchio del sottile corpo
energetico materiale è doppia perché riflette il buono dell’astrale superiore e il cattivo di quello
inferiore delle acque nere. Il corpo è il mondo di Nephesh,questo la mola di Ruach e,Ruach la mola
del Neschamah.
Tutto è sostanza e moto,la sostanza è la luce positiva e negativa.
Il moto è ugualmente doppio e equilibrato. L’ombra è luce negativa.
La luce è eterea,gassosa,fluida,salina,solforosa,mercuriale,metallica e vitrea;secondo le
combinazioni del moto produce il calore,l’ignificazione,la fusione,la metallizzazione e la
cristallizzazione. La natura ha due poli al suo asse; l’uno di zolfo,l’altro di mercurio.
Il corpo fisico dell’uomo funge da supporto a questo corpo sottile dalla doppia energia , che è
l’anima vegetativa. Si chiama Nephesh ed è il gradino inferiore o principio vitale,forma il
mediatore plastico,nel senso di formazione di un campo magnetico prodotto dalla doppia energia.
(l’anima assopita,il Kundalini dormiente), Nephesh è sostegno al corpo fisico che essa nutre. Nella
tradizione ermetica alchemica è il nostro mercurio inferiore a quello superiore che troviamo in un
altro corpo quale Neschamah,e tale energia è l’energia interiore dello zolfo,mentre Ruach è il
mezzo o corpo astrale(Sale) . Bisogna sapere che mercurio e zolfo possono essere anche chiamati il
doppio mercurio,in cui quello superiore rispetto a quello inferiore è chiamato zolfo,ossia l’energia
interiore fuocale rispetto a quella energia inferiore mercuriale o acqua.
Bisogna meditare su questi diversi piani dello spirito umano,per scoprire il mistero dell’eterna
saggezza. Perché è proprio questa che ha modellato questi gradi dello spirito umano ad immagine
del Supremo Mistero Dio.
Infatti secondo la kabbalah,tutto ciò che è in Terra, rispecchia in modo fedele ciò che sta in Alto.
Non esiste nessuna cosa a questo mondo inferiore che non abbia la sua corrispondenza omologata
che lo governa in quello superiore. È così che mettendo in movimento le cose qui in
Terra,automaticamente si richiamano in azione le forze superiori corrispondenti,che a tutto
sovrintendono. Ci sono sempre due mondi,uno nascosto ed uno manifesto,che però,in
realtà,concorrono alla costituzione di un unico mondo.
A ciò,per comprendere la Monade quindi consiglio un attenta lettura del Kibalion.
Quindi :
1. il mondo di Assiah,o mondo delle azioni: corrisponde al corpo con i tre principi spirituali,
corpo astrale inferiore,astrale superiore eterico,e il principio spirituale. È la sintesi dell’uomo
cabalistico. Contenitore.
1. il mondo si Yetzirah o mondo angelico contiene il corpo astrale inferiore detto corpo sottile,
e quello superiore eterico vero corpo astrale,ed infine quello spirituale.
2. il mondo di Briah,o mondo degli arcangeli comprende il corpo eterico o astrale superiore,in
più il principio spirituale.
3. Il mondo di Atziluth o Archetipiale puro spirito contiene il principio spirituale divino. La
Coscienza Pura.
Dalla Luce alle tenebre
1 ATZILUTH
2 BRIAH - ATZILUTH
3 YETZIRAH - BRIAH - ATZILUTH
4 ASSIAH- YETZIRAH – BRIAH - ATZILUTH

Dalle tenebre alla Luce


4 ASSIAH- YETZIRAH – BRIAH - ATZILUTH
3 YETZIRAH - BRIAH - ATZILUTH
3 BRIAH - ATZILUTH
1 ATZILUTH
1 ATZILUTH Neschamah ,spirito puro corpo di:(coscienza-volontà-ragione-verbo)
2 BRIAH,Ruach,anima o corpo astrale,corpo di :( spirito puro Neschamah)
3 YETZIRAH,Nephesh o corpo eterico,corpo di: (corpo astrale o anima di Ruach)
4 ASSIAH,corpo fisico e energetico contenitore di (etere,astrale o anima e di spirito)

APPUNTI per risalire alla funzionalità del triangolo superiore presi dalla scienza fisica.
1). Abbiamo potuto constatare come l’unità di Dio,possa essere chiamata come Spirito,Acqua e
,come dire Padre Madre . Questa bipolarità rappresenta cabalisticamente Dio l’Unità in Kether che
si esprime con le due polarità di Chokmah spirito di potenza e fuocale,e attraverso Binah spirito di
sapienza acqua o fluido omogeneo. In sostanza Kether è l ‘unica medaglia composta da due facce,
anzi rappresenta la sostanza stessa,la mente dell’Assoluto con le due corrispondenti qualità di
Chokmah e Binah. Mentre di Kether nulla possiamo dire,perché va oltre il velo della negatività in
senso non descrivibile e comprensibile con linguaggio positivistico e manifestato. Ma possiamo dire
che è l’Essere,l’esistenza indiscutibile intelligente e Mente Assoluta dotato di Fuoco e Acqua
elementi primordiali generatori della vita nel Tutto e quindi della Coscienza stessa. Kether è oltre il
velo della comprensione per cui è detto il velo della negatività.
Kether ;simbolicamente è la corona posta in cima all’albero di Adam,egli è lo sconosciuto
spirito,pur essendo ,la sua essenza è velata e in conoscibile,per conoscerlo dobbiamo aspettare che
da esso vengono emanati Chokmah e Binah.
2). Dalla scienza fisica abbiamo avuto modo di apprendere che nella materia ci sono cariche
elettriche positive e cariche elettriche negative. Che quanto una di queste cariche è nella regione di
spazio dell’altra,essi si attraggono,esercitando una forza l’una sull’altra generando un campo
elettrico.
le linee di forza di un campo elettrico generato da due cariche: una positiva e l’altra negativa. Le
linee sono tangenti in ogni punto al vettore campo elettrico(qui in rosso). Per convenzione il verso
è quello che va dalla carica positiva alla negativa.
Questo esempio ci fa capire che alla base di ogni campo di energia(vita) vi deve essere presente una
coppia di elementi di polarità opposta, viceversa si avrebbe una repulsione dei due elementi,per cui
ci fa capire che due elementi della stessa polarità si respingono e non generano sia che siano positivi
che negativi. Ora se noi prendiamo questo campo elettrico energetico vediamo che esso è generato
dalla coppia di opposti,ma nello stesso tempo è la Potenza Energetica che caratterizza quel Campo
elettrico. Quindi questo campo contrariamente a quando potrebbe sembrare non è generato ma bensì
abetrno e personalizza il Campo,l’ente energetico,come Chokmah e Binah formano e caratterizzano
l’unico triangolo superiore di cui Kether ne è identificato. Kether è l’energia unica assoluta
composta nella sua compagine di Binah e Chokmah. (ricordiamoci dell’Allume,di questa sostanza
doppia polare attrattiva e repulsiva,dal cui centro mascolino esce un fuoco che causa l’eterno moto
vibrazionale nella sostanza stessa e da cui si genera la Luce proprio come l’applicazione di energia
elettrica in un semplice circuito con lampadina dove questa è la coscienza generata).
Non possiamo parlare di Kether se prima non abbiamo Chokmah e Binah,ma non possiamo
attribuire a Chokmah e Binah la generazione del creato e dell’energia di Kether.
Kether essendo lo sconosciuto,cioè:; ciò che è; ma che non è. In quanto Kether rappresenta l’Essere
allo stato non essere,ma di cui contiene nella sua invisibile realtà confusionale ciò che diverranno
Chokmah e Binah. Ricordate il caos delle acque prima della creazione? Ebbene è la stessa cosa:
Kether contiene energia al modo disordinata,e che tale energia è inconosciuta e inesistente pur
essendo in se stessa amorfa e caotica. Kether rappresenta l’energia sconosciuta.
Si ha carica elettrica(campo energetico) quando al moto disordinato delle cariche(interiorità
sconosciuta di Kether dovuta all’agitazione termica della sua natura sconosciuta) si sostituisce un
moto ordinario che spinge in uno stesso verso le cariche del medesimo segno. Questo cosa rivela?:
rivela che ogni carica polare positiva o negativa allo stato caotico della situazione inconosciuta di
Kether,dal momento che prende ordine la stessa natura Ketheriana,dicevo: ogni carica prende la
direzione polare cui gli spetta per natura,vale a dire che tutte le cariche elettriche dello stesso polo
vanno in un'unica direzione,e le altre del polo opposto nella loro direzione,in modo di avere una
separazione di cariche che vanno a formare il loro personale polo positivo o negativo,avendo
ottenuto così la formazione dei due poli,oppure la formazione dei due attributi di Chokmah e
Binah.

Si capisce quindi che:


Kether lo sconosciuto e invisibile consiste nella scoordinata circolazione di due cariche che non
rispettano un percorso ordinato secondo il loro polo,e che quindi dal momento che le cariche vanno
in direttiva a formare il proprio polo abbiamo così la formazione ordinata bipolare delle due
cariche,come Chokmah e Binah. Quando Chokmah e Binah sono formate parte il primo lavoro
dalla cui corrispondenza di attrazione polare nasce la Luce,ossia il campo elettrico energetico che
consiste poi nell’ordinato compimento delle cariche scomposte in Kether. Kether è quindi la
rivelazione ordinata(Amore-Vita)nella figura del Verbo.
Kether prima grande energia sconosciuta,poi Energia unica bipolare che si concretizza con l’energia
del Figlio Verbo ;Luce. Chokmah e Binah rappresentano le sconosciute e disordinate forze
elettriche velate in Kether,dal momento che diventano uniche e polari diventano i due poli della
generazione della Luce.
Va inoltre ricordato che avendo discusso della triade superiore va chiarito e di conseguenza che
non vi debba venire a mancare una ricerca o studio personale sulla prima triade attraverso ricerche
su libri cabalistici.

Si è da tener presente quindi che dalla coppia di Kether( Chokmah e Binah:fuoco e acqua)si ha
avuto il Verbo( il Mercurio androgino filosofale),Luce creatrice Primo Agente ossia la Parola dalla
cui Parola Dio ha creato Tutto. Dio(Verbo,Mercurio filosofale) ha preso la grande sostanza
primordiale e ne ha estratto la doppia Luce Astrale,il Gran Telesma. Queste grande acque sono
state divise ed ha formato il mondo Astrale superiore eterico(cielo) degli arcangeli,e il mondo
astrale inferiore(terra) degli angeli.
Alla fine ha completato l’opera fissando il tutto (la doppia luce astrale,o Grande Anima
universale,il Mercurio filosofico) in una natura salina condensata quale l’uomo,o Sale.
La nostra Terra vergine quindi non va confusa col mondo fisico,ma energetico sottile corrente
astrale inferiore(paragonata alle acque caotiche nel nostro piano)
Chokmah e Binah rappresentano le due corrente mercuriale umida e mercuriale calore,da cui Dio
estrae il Grande Mercurio Agente Magico(la Luce del Verbo e dello Spirito Santo che si rivela in
Sapienza e Potenza) . Questo Mercurio,dalla facoltà chimica separa le acque inferiore da quelle
superiore,cioè il fisso dal sottile,in quanto quelle inferiori andranno a condensarsi nel sale di
Assiah. Questa operazione nella prima opera è paragonata all’iniziando che rinchiuso nel suo
uovo filosofico,mediante la morte ermetica,lo spirito si libera e la terra va in putrefazione,ma dallo
spirito mediante l’applicazione del fuoco interiore applicato con moderazione nasce un vapore
acqueo che si solleva assieme allo spirito per poi ridiscendere dalle pareti dell’uovo fino alle
ceneri del morto iniziatico ove avviene un lavaggio e purificazione che dall’applicazione del fuoco
da queste ceneri lavate nasce mediante il seme che si trova nella terra il fanciullo filosofico.