Sei sulla pagina 1di 148

© De Agostini Libri, Novara, 2014

Redazione: Corso della Vittoria 91,


28100 Novara

www.deagostini.it
www.deagostinilibri.it
www.facebook.com/DeAgostiniLibri
@DeAgostiniLibri

Edizione digitale, Maggio 2015

ISBN: 978-88-511-3310-8
Fotografie: DeA Picture Library

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo volume può essere riprodotta,
memorizzata o trasmessa in alcuna forma o con alcun mezzo elettronico, meccanico, in
fotocopia, in disco o in altro modo, compresi cinema, radio, televisione, senza
autorizzazione scritta dell’Editore.

Le riproduzioni effettuate per finalità di carattere professionale, economico o commerciale o


comunque per uso diverso da quello personale possono essere effettuate a seguito di
specifica autorizzazione rilasciata da CLEARedi, Corso di Porta Romana n. 108, Milano
20122, e-mail info@clearedi.org e sito web www.clearedi.org
CROSTATE
DI FRUTTA
SOMMARIO

CROSTATE MULTI FRUTTI


Crostata di frutta
Quiche alla frutta mista
Quiche esotica
Crostata Arlecchino

CROSTATE ALLE MELE


Crostata alla composta di cotogne
Crostata di mele alla crema di panna
Crostata di mele classica
Crostata di sfoglia alle mele cotogne
Pie friabile alle mele

CROSTATE ALLE PERE


Crostata di pere al vino
Crostata di pere caramellate
Crostata di pere, amaretti e mandorle
Pie alle pere

CROSTATE AI FRUTTI DI BOSCO


Crostata di avocado e lamponi
Crostata di frutti di bosco
Crostata di more e crema al limone
Crostata di ribes
Quiche alle fragole

CROSTATE AGLI AGRUMI


Crostata al limone verde
Crostata alla crema di mandarino
Crostata di arance
Crostata di limone
Pie all'arancia

CROSTATE MISTE
Crostata di banane
Crostata di cocco
Crostata di kiwi
Crostata di uva bicolore
Quiche all'ananas

CROSTATE MIGNON
Crostatine alla crema di mascarpone
Crostatine alla frutta
Crostatine alla gelatina di melagrana
Crostatine di fragole alla crema di cocco
Crostatine di pere caramellate
Crostatine di sfoglia al ribes
AVVERTENZE

Questo eBook si struttura in 7 capitoli.


Di ogni ricetta vengono riportati sia il tempo di preparazione sia il tempo di
cottura. In alcuni casi, oltre ai tempi di preparazione effettivi, viene fornito
anche il tempo di alcune operazioni complementari, quali il raffreddamento
o il riposo.
Per ogni ricetta sono indicate, attraverso l’impiego o meno di simboli appositi,
le differenti esigenze alimentari che ciascuna ricetta soddisfa.

ricetta gluten free

ricetta senza latticini

ricetta vegetariana

ricetta senza uova


LE PASTE PER LE CROSTATE

Sono le cosiddette paste secche e vanno lavorate velocemente. L’uso del


raschietto o della spatola previene la possibilità che la pasta bruci diventando
difficile da stendere e compatta dopo la cottura. Se non utilizzate questi
strumenti, raffreddatevi spesso le mani con acqua corrente, asciugandole e
infarinandole ogni volta prima di procedere con la lavorazione. La pasta
frolla e le sue derivate sablée e brisée si preparano allo stesso modo, ma con
una proporzione diversa degli ingredienti. L’aggiunta di un pizzico di sale
non è obbligatoria, ma aiuta a rendere la pasta più malleabile. Appena pronta
avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per almeno
1 ora, ma anche fino a 24 o 48 ore, togliendola sempre 30 minuti prima di
stenderla. Potete anche prepararla e tenerla pronta nel congelatore dove si
conserverà fino a 3 mesi, scongelandola all’occorrenza e tenendola 24 ore
circa in frigorifero.

Ingredienti per le basi

Per la pasta sablée:


300 g di farina 00
250 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 bustina di vanillina o 1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
Per la brisée:
300 g di farina 00
150 g di burro
1 cucchiaio di zucchero semolato
1/2 bicchiere circa di acqua fredda
LA PASTA FROLLA: la preparazione

Togliete il burro dal frigorifero, tagliatelo a pezzetti e lasciatelo a temperatura


ambiente per 5 minuti circa: deve ammorbidirsi senza però diventare molle.

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, mescolatevi i pezzetti di burro


e mettete al centro i tuorli. Lavorate rapidamente gli ingredienti con la punta
delle dita e sfregateli tra i palmi delle mani per ottenere un composto a
briciole.

Mescolate al composto lo zucchero, la vanillina o la scorza di limone e il sale,


continuate a impastare in fretta cercando di non scaldare la pasta con le
mani. In questa fase sono utili la spatola o la lama larga di un coltello per
raccogliere e impastare gli ingredienti e per ridurre al minimo il contatto con
le mani.

Amalgamate infine la pasta, lavorandola il meno possibile, fino a quando sarà


ben compatta e liscia, battendola sul piano di lavoro con il pugno chiuso e
riavvolgendola. Formate poi un panetto e avvolgetelo nella pellicola prima di
trasferirlo in frigorifero per 1 ora circa.

Al momento di stenderla appoggiate il panetto (portato a temperatura


ambiente) sul piano di lavoro infarinato, appiattite un poco la pasta
battendola leggermente con il matterello sempre infarinato e stendetela poi
allo spessore di 4 o 5 mm circa, cercando di ottenere una sfoglia il più
possibile omogenea.
Se la pasta si sbriciola o si taglia con delle crepe vuol dire che è “bruciata”. Per
recuperarla, anche se non sarà più così friabile, lavoratela con 3 o 4 cucchiai
di acqua fredda finché sarà elastica, poi mettetela di nuovo a riposare in
frigorifero.
La cottura

Per alcuni tipi di ripieno che non richiedono cottura, come la frutta fresca, la
pasta va cotta da sola e poi completata con la farcitura. Si chiama cottura a
vuoto o in bianco e si procede così.

Rivestite lo stampo con la pasta e punzecchiatela fittamente con la forchetta.

Ritagliate un disco di carta forno, appoggiatelo sulla pasta facendola


eventualmente risalire anche lungo il bordo.

Ricoprite con uno strato di fagioli o ceci secchi che hanno il compito, con il
loro peso, di non fare alzare la pasta. A fine cottura conservate i legumi in un
vaso e riservateli solo per questo utilizzo perché non si potranno più cuocere.
In alternativa potete utilizzare pastina piccola o riso oppure le apposite bilie
acquistabili nei negozi di casalinghi più forniti.

Cuocete nel forno già caldo a 180 o 190 °C per 15 minuti, poi togliete lo
strato di legumi (o quello che avete utilizzato) e il foglio di carta e cuocete la
pasta per altri 10 minuti circa.

Non prolungate oltre la cottura poiché la pasta frolla deve risultare solo
appena dorata e anche se vi sembrasse troppo morbida tenete presente che
raffreddandosi prenderà consistenza. Se troppo scura la pasta frolla perde
friabilità e acquista un gusto poco gradevole.
Come farcire

Se la farcitura fosse particolarmente umida potrebbe compromettere la


friabilità della pasta frolla. Per prevenire questo inconveniente distribuite nel
guscio di pasta un sottile strato di biscotti sbriciolati o di pangrattato. Oppure
spennellate con albume non battuto, o ancora ricoprite con uno strato sottile
di confettura perché il suo gusto non prevalga su quello della pasta e della
farcitura.

Dopo aver steso la farcitura in uno strato uniforme, potete completare con
una griglia di pasta, che in alcuni casi funziona anche da protezione per gli
ingredienti più delicati. Più la griglia di pasta sarà fitta, infatti, più l’interno
della crostata sarà protetto dal calore del forno.
Per coprire il pie, invece, ritagliate un disco di pasta e adagiatelo sulla
farcitura, pizzicando la pasta lungo il bordo perché aderisca a quella
sottostante. Punzecchiate la superficie con la forchetta e se la farcitura fosse
particolarmente umida praticate al centro un forellino nel quale inserirete un
piccolo imbuto di carta forno, una specie di camino dal quale far uscire il
vapore che si va a formare all’interno del dolce. Crostate e pie vanno
infornati appena pronti perché la farcitura non inumidisca la pasta.
LA PASTA SFOGLIA: la preparazione

Questa pasta richiede una lavorazione piuttosto lunga e conviene quindi


prepararne una certa quantità in modo da conservarne una parte in
frigorifero o nel congelatore. È adatta per ogni tipo di crostate e pie, dolci e
salati.

Disponete a fontana 400 g di farina. Sciogliete il sale in 2 dl di acqua tiepida e


versatela a filo al centro della fontana mescolando con la forchetta per
amalgamare gli ingredienti. La quantità di acqua necessaria potrebbe variare
a seconda della qualità della farina.

Lavorate con energia l’impasto per alcuni minuti fino a quando sarà liscio ed
elastico. Fatelo riposare sul tavolo coperto con una ciotola capovolta.

Tagliate a pezzetti il burro e lasciatelo ammorbidire per 5 minuti sul tavolo,


senza però farlo diventare molle. Impastate il burro ammorbidito con i
restanti 100 g di farina, lavorando velocemente e se possibile con la spatola
per non scaldare gli ingredienti. Tenete da parte.

Incidete il pastello con un taglio a croce e allargatelo, tirando i bordi e


appiattendolo con il palmo della mano, fino a ottenere un quadrato
abbastanza regolare e più sottile lungo i bordi.

Spolverizzate con poca farina e stendete l’impasto procedendo dal centro


verso le punte, mantenendo sempre le estremità più sottili del centro e
formando una specie di stella a 4 punte.
Ponetevi al centro il panetto di burro e farina, ripiegatevi sopra le punte
dell’impasto. Stendete il nuovo panetto facendo scorrere il matterello fino a
ottenere una striscia rettangolare dello spessore di 3 o 4 mm.

Ripiegate il rettangolo in 3 parti portando le estremità verso il centro,


avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigorifero per 15 minuti fino a 1 ora.

Trasferite il panetto sul tavolo leggermente infarinato, lasciatelo ammorbidire


per qualche minuto, poi stendete di nuovo la pasta in senso longitudinale e
ricavatene un nuovo rettangolo. Ripiegate il panetto in 3 parti, avvolgetelo
nella pellicola e mettetelo in frigorifero ancora per 15 minuti fino a 1 ora.

Ripetete queste operazioni ancora per 3, 4 o anche 5 volte.

Prima di stendere la pasta sfoglia per l’utilizzo finale lasciatela a temperatura


ambiente per qualche minuto e, una volta ricavata la forma desiderata,
adagiatela nello stampo leggermente inumidito con acqua fredda o rivestito
con carta forno.

Cuocete nel forno già caldo a una temperatura che varia da 200 a 220 °C. Se
possibile, dopo aver steso la pasta sfoglia mettetela in frigorifero ancora per
10 minuti circa prima di passarla in forno in modo che le fibre possano
stendersi e la pasta non perda la sua forma durante la cottura.
Come rivestire gli stampi

Imburrate lo stampo in modo uniforme con un velo di burro. Per arrivare


bene anche negli angoli potete utilizzare burro leggermente ammorbidito
infilzato sulla forchetta, oppure spennellare lo stampo con burro fuso, o
ancora fondere il burro direttamente nello stampo stendendolo con il
pennello da pasticceria.

Per sformare i dolci senza difficoltà rivestite invece lo stampo con carta forno
tagliata a misura, meglio se imburrata sui due lati perché non si sposti
quando vi adagerete la pasta. Se si tratta di una crostata piuttosto delicata fate
sbordare la carta, in modo da poterla togliere dallo stampo sollevandola
anziché rovesciandola. Le crostate calde, infatti, sono particolarmente fragili e
si rompono con molta facilità.

Cospargete di farina lo stampo, facendolo ruotare perché si distribuisca in


modo uniforme, poi capovolgetelo e fate cadere quella in eccesso. Di solito si
utilizza farina 00, ma per una preparazione rustica vanno bene anche
semolino e farina gialla, oppure pangrattato se desiderate una pasta di colore
acceso, o ancora zucchero per una leggera caramellatura (ma in tal caso é
meglio foderare lo stampo con la carta).

Stendete la pasta e appoggiatevi a una estremità il matterello, rigiratevi sopra


il bordo della pasta e fatelo rotolare senza premere, in modo che la pasta vi si
arrotoli sopra a mano a mano.

Appoggiate il matterello su un lato dello stampo, fatevi scendere il bordo


della pasta ruotandolo e spostandolo a mano a mano verso l’altro lato dello
stampo, in modo che la pasta si srotoli e cada nel recipiente.

Spingete con delicatezza la pasta all’interno dello stampo, spostandovi lungo


la circonferenza e tenendo staccato il bordo della pasta perché non aderisca e
non si strappi. Fate quindi aderire la pasta allo stampo premendola
leggermente con la punta delle dita.

Pareggiate il bordo della pasta passandovi sopra il matterello. Utilizzate i


ritagli per chiudere eventuali buchi nella pasta.

Dopo aver pareggiato il bordo della pasta potete rifinirlo in vari modi,
dandogli un aspetto più accurato. Con la forchetta o il cucchiaio premendo i
rebbi o la punta a distanze regolari. Con un bastoncino, anch’esso premuto a
distanze regolari. Con la punta delle dita, pizzicando la pasta. Per un bordo
più spesso, fate debordare leggermente la pasta e rigirate verso l’interno
prima di pizzicarla. Con le forbici, tagliuzzando la pasta. Con un cordoncino
di pasta, da far aderire lungo tutto il bordo.
CROSTATE MULTI FRUTTI

Crostata di frutta
Quiche alla frutta mista
Quiche esotica
Crostata Arlecchino
CROSTATA DI FRUTTA

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 cucchiaino di scorza di limone biologico grattugiata
farina per infarinare
burro per lo stampo

Per la farcitura:
5 dl di latte
100 g di zucchero semolato
4 tuorli
3 cucchiai di farina
mezzo limone biologico

Per la decorazione:
250 g di fragole
50 g di gelatina di albicocche
3 kiwi
2 banane
1 limone biologico

Difficoltà: bassa
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 30 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la scorza di limone, lavorando velocemente gli ingredienti fino a
ottenere una pasta omogenea. Avvolgetela nella pellicola e fatela riposare in
frigorifero per 1 ora circa. Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate
uno stampo di 24 cm di diametro.

Sul tavolo leggermente infarinato stendete la pasta frolla e ricavate un disco


abbastanza ampio e adagiatelo nello stampo. Pareggiate i bordi, punzecchiate
la pasta e ricoprite con carta forno e uno strato di fagioli secchi. Cuocete nel
forno già caldo per 15 minuti, poi togliete fagioli e carta e cuocete per altri 10
minuti circa. Sformate il guscio di pasta e fatelo raffreddare sulla gratella.

Preparate la farcitura. In una piccola casseruola scaldate il latte con un


pezzetto di scorza di limone lavata. In un’altra piccola casseruola montate i
tuorli e lo zucchero finché saranno ben gonfi. Amalgamate la farina e poi il
latte intiepidito, versandolo a filo attraverso un passino. Cuocete la crema
mescolando per 5 minuti circa o fino a quando velerà il cucchiaio. Fatela
raffreddare, poi aggiungete 1 cucchiaino di succo di limone.

Preparate la decorazione. Lavate, asciugate e affettate le fragole. Sbucciate e


affettate i kiwi e le banane e spruzzate le banane con succo di limone. In un
pentolino diluite la gelatina con il succo di limone rimasto e amalgamate a
fuoco basso. Stendete la crema nel guscio di pasta, allineatevi le fettine di
frutta e ricoprite con la gelatina.
QUICHE ALLA FRUTTA MISTA

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
250 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
50 g di noci sgusciate
3 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
800 g di frutta mista di stagione
1,5 dl di latte
100 g di confettura di albicocche
100 g di zucchero semolato
1 tuorlo
1 cucchiaio di farina 00
1 limone biologico

Per la decorazione:
30 g di zucchero a velo
Difficoltà: bassa
Preparazione: 50 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 50 minuti

Preparate la pasta. Frullate le noci con 2 cucchiai di zucchero e mescolatele


con la farina e la vanillina. Impastate con il burro a pezzetti, i tuorli e lo
zucchero rimasto e avvolgete la pasta nella pellicola. Lasciate riposare in
frigorifero per 1 ora circa.

Lavate e asciugate il limone, grattugiate la scorza e ricavatene 2 cucchiai di


succo.

Preparate la farcitura. Montate il tuorlo con 50 g di zucchero e la farina,


amalgamate la scorza di limone, diluite con il latte e cuocete mescolando a
fuoco moderato per 5 minuti circa. Lasciate raffreddare mescolando ogni
tanto.

Lavate e pulite la frutta, tagliatela a pezzetti e mettetela in una ciotola.


Cospargete con lo zucchero rimasto e il succo di limone. Mescolate e lasciate
riposare per 10 minuti circa. Accendete il forno a 180 °C.

Imburrate e infarinate uno stampo di 22 cm di diametro. Stendete la pasta


ricavando un ampio disco e adagiatelo nello stampo.

Spalmate la confettura sulla pasta. Sgocciolate la frutta e mescolatela con la


crema, quindi distribuitela nel guscio di pasta. Cuocete nel forno già caldo
per 45 minuti circa. Sformate, lasciate raffreddare sulla gratella e
spolverizzate con lo zucchero a velo.
Se preferite una quiche meno dolce, eliminate la confettura e spennellate la
pasta con 1 albume non montato, che impedirà all’umidità della farcitura di
penetrare nella pasta.
QUICHE ESOTICA

Ingredienti
per 6 persone

250 g di pasta sfoglia

Per la farcitura:
200 g di mascarpone
2 dl di panna fresca
150 g di zucchero a velo vanigliato
6 kiwi
1 papaia
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
½ bicchiere di succo d’arancia

Per la decorazione:
30 g di gocce di cioccolato
1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 20 minuti
Scaldate il forno a 200 °C. Inumidite con acqua fredda uno stampo di 22 cm,
rivestitelo con carta forno a misura e stendetevi la pasta sfoglia.
Punzecchiatela uniformemente con la forchetta e cuocete nel forno già caldo
per circa 20 minuti. Togliete il guscio di pasta dallo stampo e fatelo
raffreddare.

Preparate la farcitura. Sbucciate papaia e kiwi e ritagliate la polpa formando


delle palline della stessa dimensione. Trasferitele in una ciotola, cospargete
con 2 cucchiai di zucchero, mescolate, coprite e fate riposare per 15 minuti in
frigorifero.

Lavorate il mascarpone con metà dello zucchero rimasto, il succo d’arancia e


la scorza di limone, quindi amalgamate anche il succo che si è formato nel
recipiente contenente la frutta.

Montate la panna con quanto è rimasto dello zucchero e amalgamatela alla


crema di mascarpone. Stendete la crema nel guscio di pasta e decorate con le
palline di papaia e kiwi. Cospargete con le gocce di cioccolato e mettete la
quiche in frigorifero in attesa di servirla.

In estate sostituite la papaia e i kiwi con mezzo melone e 300 g di cocomero,


scartando i semi e scavando la polpa con l’apposito utensile per ricavare le
palline.
CROSTATA ARLECCHINO

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
burro e farina per lo stampo
sale

Per la decorazione:
200 g di confettura di ciliegie
100 g di confettura di albicocche

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 30 minuti

Preparate la pasta. Mescolate la farina con la scorza di limone e un pizzico di


sale e impastate con il burro a pezzetti, lo zucchero e i tuorli.
Avvolgete la pasta frolla nella pellicola e lasciate riposare per 1 ora circa in
frigorifero. Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di
22 cm di diametro.

Stendete due terzi della pasta frolla e ricavate un ampio disco che adagerete
nello stampo.

Con la pasta tenuta da parte formate 6 cordoncini e ricavate 7 formine


ritagliandole con uno stampino per biscotti.

Sistemate i cordoncini a raggiera sulla pasta frolla e distribuite la confettura


negli spazi tra uno e l’altro. Completate la decorazione con le formine di
pasta.

Cuocete nel forno già caldo per 30 minuti circa. Sformate la crostata e lasciate
raffreddare prima di servire. Questa è la versione più semplice e classica della
crostata. Per darle un aspetto meno rustico passate la confettura al passino
perché diventi più liscia, prima di stenderla sulla pasta frolla.
CROSTATE ALLE MELE

Crostata alla composta di cotogne


Crostata di mele alla crema di panna
Crostata di mele classica
Crostata di sfoglia alle mele cotogne
Pie friabile alle mele
CROSTATA ALLA COMPOSTA DI
COTOGNE

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
200 g di ricotta magra
2 cucchiaini di lievito vanigliato
1 bustina di vanillina
farina per infarinare

Per la farcitura:
400 g di mele cotogne
30 g di granella di mandorle
2 cucchiai di miele
1 cucchiaio di pistacchi tritati
1 cucchiaino di cannella in polvere

Per la decorazione:
1 cucchiaino di cannella in polvere

Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 50 minuti

Preparate la farcitura. Sbucciate le cotogne, tagliatele a fettine, unite mezzo


bicchiere circa di acqua e cuocetele a fuoco moderato per 20 minuti circa o
finché saranno morbide. Se necessario alzate la fiamma per far asciugare il
fondo di cottura. Unite il miele, le mandorle, i pistacchi e la cannella e
mescolate a fuoco basso per amalgamare. Lasciate raffreddare.

Preparate la pasta. In una ciotola lavorate la ricotta con la forchetta finché


sarà soffice. Unite la farina setacciata con la vanillina e il lievito e amalgamate
gli ingredienti, aggiungendo eventualmente qualche cucchiaio di acqua
tiepida per ottenere una pasta omogenea ed elastica.

Con il matterello stendete la pasta piuttosto sottile, ripiegatela in 3 e


stendetela di nuovo. Ripetete queste operazione per altre 2 o 3 volte, poi
coprite la pasta con una ciotola capovolta e lasciatela riposare sul tavolo per
30 minuti circa. Accendete il forno a 190 °C. Foderate con carta forno uno
stampo a cassetta di 2 litri circa.

Con il matterello stendete metà circa della pasta e ricavate un rettangolo che
adagerete nello stampo. Stendete la rimanente pasta e ricavate delle strisce.

Distribuite la composta di cotogne sulla pasta nello stampo e ricoprite con le


strisce di pasta. Cuocete nel forno già caldo per 40 minuti circa. Sformate la
crostata e fatela raffreddare sulla gratella. Cospargete infine con la cannella e
servite.
CROSTATA DI MELE ALLA CREMA
DI PANNA

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
20 g di fecola
4 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
500 g di mele renette
250 g di ricotta
80 g di zucchero a velo vanigliato
5 cucchiai di panna fresca
2 uova

Per la decorazione:
1 dl di panna fresca
30 g di zucchero semolato
20 g di fecola
3 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
2 cucchiai di uvetta
1 uovo
1 cucchiaino di scorza grattugiata di arancia biologica

Difficoltà: bassa
Preparazione: 50 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 50 minuti

Preparate la pasta. Setacciate la farina con la fecola e la vanillina e impastate


con il burro a pezzetti, lo zucchero e i tuorli. Avvolgete la pasta nella pellicola
e mettete in frigorifero a riposare per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Lavorate la ricotta con le uova, lo zucchero vanigliato e


la panna. Sbucciate le mele ed eliminatene i torsoli, quindi affettatele. Lavate
l’uvetta con acqua calda e strizzatela.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 25 cm di


diametro.

Stendete la pasta, ricavate un ampio disco e adagiatelo nello stampo.


Punzecchiate la pasta e ricopritela con la crema di ricotta. Disponetevi sopra
ordinatamente le fettine di mela.

Preparate la decorazione. Amalgamate zucchero, fecola, panna, uovo e scorza


di arancia, unite l’uvetta e distribuite il composto sulle mele, versandolo
uniformemente.
Cuocete la crostata nel forno già caldo per circa 50 minuti. Sformatela,
lasciatela intiepidire per circa 30 minuti, spolverizzate con lo zucchero a velo
e servite.
CROSTATA DI MELE CLASSICA

Ingredienti
per 8 persone

400 g di farina 00
250 g di burro
150 g di zucchero semolato
4 tuorli
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
burro e farina per lo stampo
sale

Per la farcitura:
800 g di mele renette
150 g di zucchero semolato
50 g di uvette
20 g di zucchero a velo
3 cucchiai di biscotti secchi sbriciolati
1 bicchierino di Brandy
1 cucchiaino di cannella in polvere

Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 40 minuti
Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i
tuorli, la scorza di limone e un pizzico di sale. Avvolgete la pasta nella
pellicola e lasciatela riposare per circa 1 ora in frigorifero.

Preparate la farcitura. Sbucciate le mele, eliminate i torsoli e affettatele.


Mettetele in un’ampia ciotola cospargendole a strati con lo zucchero e l’uvetta
lavata con acqua calda e strizzata. Versate il Brandy, coprite e lasciate
riposare per circa 1 ora, mescolando un paio di volte.

Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm di


diametro.

Stendete 3/4 della pasta e ricavate un ampio disco che adagerete nello
stampo. Stendete la rimanente pasta e ritagliate delle strisce larghe 2 cm.

Punzecchiate la pasta nello stampo con la forchetta e cospargete con le


briciole di biscotto. Sgocciolate con cura le mele e sistematele nel guscio di
pasta formando uno strato uniforme. Chiudete la crostata con le strisce di
pasta e cuocete nel forno già caldo per circa 40 minuti.

Sformate la crostata e trasferitela sulla gratella per dolci. Lasciatela intiepidire


o raffreddare completamente, spolverizzate con lo zucchero a velo e servite.
CROSTATA DI SFOGLIA ALLE
MELE COTOGNE

Ingredienti
per 6 persone
250 g di pasta sfoglia

Per la farcitura:
500 g di mele cotogne
250 g di zucchero semolato
1 limone biologico

Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il raffreddamento
Cottura: 5o minuti

Lavate e asciugate il limone e asportate la scorza con il pelapatate. Ricavate


tutto il succo.

Sbucciate le cotogne, togliete i torsoli e tagliatele a pezzi. Mettetele nella


casseruola e spruzzatele con il succo del limone perché restino abbastanza
chiare. Aggiungete mezzo bicchiere di acqua e cuocete a fuoco moderato per
circa 15 minuti, mescolando spesso. Aggiungete lo zucchero, mescolate e
cuocete per circa altri 15 minuti, mescolando ogni tanto.
Quando il composto sarà denso e asciutto e avrà preso la consistenza della
confettura toglietelo dal fuoco e lasciatelo raffreddare. Accendete il forno a
210 °C. Rivestite con carta forno uno stampo di 24 cm di diametro.

Ricavate un disco dalla pasta sfoglia e adagiatelo nello stampo. Scartate le


scorze di limone, versate la composta di cotogne sulla pasta sfoglia e
livellatela. Cuocete per circa 20 minuti nel forno già caldo. Sformate la
crostata e fatela raffreddare sulla gratella.

Per ravvivare il gusto della confettura in modo insolito, cuocete la frutta con
4 o 5 granelli di pepe, leggermente pestati, che scarterete a fine cottura.
PIE FRIABILE ALLE MELE

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
180 g di farina 00
100 g di zucchero
70 g di burro
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito vanigliato
burro per lo stampo

Per la farcitura:
600 g di mele Renette
2 cucchiai di miele di agrumi

Per la copertura:
100 g di farina 00
60 g di burro
40 g di zucchero
50 g di mandorle macinate
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 cucchiaino di lievito vanigliato
Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 1 ora

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate uno stampo con bordo sganciabile di
20 cm di diametro e foderatelo con un disco di carta forno imburrato.
Sbucciate le mele, scartate i torsoli, affettatele sottili e mescolatele al miele.

Preparate la pasta. Montate il burro con lo zucchero, l’uovo e il tuorlo e


quando avrete ottenuto una crema omogenea amalgamatevi la farina
setacciata con il lievito. Distribuite la pasta a cucchiaiate nello stampo.

Preparate la copertura. In una ciotola setacciate farina, lievito e cannella.


Unite le mandorle e il burro tagliato a pezzetti e sfregate gli ingredienti
velocemente con le dita per ottenere un composto a briciole. Cospargete con
lo zucchero e sfregate ancora il composto senza però lavorarlo troppo a lungo.

Distribuite le mele al miele sulla base di pasta, lasciando libero un bordo di 2


cm. Ricoprite con il composto della copertura, facendolo cadere senza
ammassarlo.

Cuocete nel forno già caldo per circa 1 ora. Sformate il dolce e servitelo
tiepido.
CROSTATE ALLE PERE

Crostata di pere al vino


Crostata di pere caramellate
Crostata di pere, amaretti e mandorle
Pie alle pere
CROSTATA DI PERE AL VINO

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
150 g di burro
70 g di zucchero semolato
50 g di mandorle macinate
3 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
500 g di pere Kaiser poco mature
150 g di crema pasticciera
100 g di zucchero semolato
1 dl di vino rosso secco
2 cucchiaini di fecola
mezzo bastoncino di cannella
mezzo baccello di vaniglia

Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 1 ora e 5 minuti

Preparate la pasta. Mescolate farina, mandorle e vanillina e impastate con il


burro a pezzetti, lo zucchero e i tuorli. Avvolgete la pasta nella pellicola e
lasciatela riposare per circa 1 ora in frigorifero.

Sbucciate le pere, eliminate i torsoli e tagliatele a spicchi sottili. Riunite in una


casseruola gli spicchi di pera, il vino, lo zucchero, la cannella e la vaniglia e
cuocete a fuoco moderato per circa 10 minuti, o fino a quando le pere
saranno morbide ma non disfatte. Scartate cannella e vaniglia, prelevate le
pere con la paletta e trasferitele su un piatto.

Fate sobbollire lo sciroppo di vino per 10 minuti o fino a quando si sarà


ridotto della metà. Lasciate raffreddare.

Stemperate la fecola con 1 cucchiaio di acqua fredda e amalgamatela allo


sciroppo di vino. Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno
stampo di 24 cm di diametro.

Stendete la pasta, ricavatene un disco e adagiatelo nello stampo.


Punzecchiate con la forchetta e stendete la crema sulla pasta. Ricoprite con le
pere, disponendole in uno strato uniforme, e versate lo sciroppo di vino.
Cuocete nel forno già caldo per circa 45 minuti. Sformate la crostata, fatela
raffreddare sulla gratella e servite.

Per preparare la crema pasticciera montate 2 tuorli con 2 cucchiai di farina,


70 g di zucchero e 1 bustina di vanillina. Diluite con 3 dl di latte e cuocete a
fuoco moderato per circa 5 minuti.
CROSTATA DI PERE
CARAMELLATE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
120 g di burro
100 g di zucchero semolato
2 uova
2 cucchiaini di lievito vanigliato
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di cannella in polvere
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura e la decorazione:


1 kg di pere William poco mature
200 g di ricotta
150 g di zucchero semolato
125 g di yogurt intero naturale
50 g di zucchero di canna
30 g di zucchero a velo
20 g di burro
2 uova
mezzo bicchiere di vino bianco secco

Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il raffreddamento
Cottura: 1 ora e 10 minuti

Preparate la decorazione. Sbucciate 700 g di pere, scartate i torsoli e


affettatele. In una casseruola riunite le pere, il vino e 80 g di zucchero
semolato e cuocete a fuoco basso per circa 15 minuti, finché le pere saranno
morbide e avranno preso la consistenza di una confettura. Eventualmente
alzate la fiamma per far asciugare il liquido in eccesso. Lasciate raffreddare.

Sbucciate le rimanenti pere e tagliatele a fettine di un certo spessore. In una


padella fate fondere il burro, spolverizzate con lo zucchero di canna e fate
dorare leggermente. Mettete nella padella le fettine di pera e fatele insaporire
a fuoco medio per 10 minuti, girandole con la paletta. Lasciate raffreddare.

Preparate la crema. Lavorate la ricotta con lo zucchero semolato rimasto, lo


yogurt e le uova.

Preparate la pasta. Setacciate la farina con il lievito, la vanillina e la cannella e


impastate con il burro a pezzetti, lo zucchero semolato e le uova. Accendete il
forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm di diametro.
Stendete la pasta e rivestitevi lo stampo.

Versate la composta di pere e stendetela in uno strato uniforme. Ricoprite


con la crema di ricotta e infine disponetevi sopra le fettine di pera
caramellate. Cuocete nel forno già caldo per circa 45 minuti poi sformate la
crostata e fatela raffreddare sulla gratella prima di cospargerla con lo
zucchero a velo.

Arricchite la crema di ricotta con 50 g di cioccolato fondente grattugiato e


cospargete la crostata fredda con una spolverata di cacao amaro o di
cioccolato grattugiato.
CROSTATA DI PERE, AMARETTI E
MANDORLE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
120 g di mandorle macinate
100 g di amaretti
5 cucchiai di panna fresca
3 uova
2 pere
2 cucchiai di zucchero semolato
1 bicchierino di Brandy

Per la decorazione:
100 g di gelatina di albicocche
8 amaretti
1 cucchiaio di mandorle a lamelle
1 cucchiaio di crema o di panna montata

Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora e 15 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 1 ora e 10 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, i tuorli, lo


zucchero e la vanillina, poi mettete l’impasto a riposare in frigorifero per circa
1 ora avvolto nella pellicola.

Preparate la farcitura. Accendete il forno a 180 °C. Foderate con carta forno
uno stampo da 22 cm di diametro. Montate 2 tuorli con lo zucchero e
incorporate il Brandy. Mescolatevi le mandorle, gli amaretti pestati e 2
albumi montati a neve. Versate nello stampo e cuocete nel forno già caldo
per circa 20 minuti. Togliete dallo stampo e fate raffreddare sulla gratella.

Scaldate di nuovo il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 25


cm. Stendete la pasta, ricavando un ampio disco, e rivestite lo stampo.
Tagliate la pasta di mandorle a pezzetti rettangolari.

In una ciotola battete l’uovo tenuto da parte con la panna e il Brandy.

Sbucciate le pere, scartatene i torsoli e affettatele. Allineate i pezzetti di pasta


di mandorle sulla pasta e ricoprite con le fettine di pera.

Irrorate con la miscela di panna e cuocete nel forno già caldo per circa 45
minuti. Sformate la crostata e lasciatela raffreddare sulla gratella.
Preparate la decorazione. Scaldate la gelatina a fuoco basso e distribuitela
sulle pere. Completate la decorazione con gli amaretti e le mandorle a lamelle
facendole aderire alla crema o alla panna.

Se gli amaretti non fossero più molto freschi, prima di disporli sulla crostata
ammorbiditeli leggermente, tuffandoli nella panna e sgocciolateli bene.
PIE ALLE PERE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di cannella in polvere
burro e farina per lo stampo
sale

Per la farcitura:
400 g di pere
100 g di mandorle a lamelle tostate
50 g di marmellata di limoni
30 g di zucchero semolato
20 g di burro
1 cucchiaio di cacao amaro

Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 50 minuti

Preparate la pasta. Setacciate la farina con vanillina, cannella e un pizzico di


sale e impastate con il burro a pezzetti, lo zucchero e le uova. Avvolgete la
pasta nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero per circa 1 ora.

Preparate la farcitura. Sbucciate le pere, scartate i torsoli e tagliatele a spicchi


sottili. Fatele saltare in padella con il burro per circa 5 minuti perché si
asciughino. Cospargete con lo zucchero e lasciate sul fuoco ancora 1 minuto,
poi fate raffreddare. Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate una
tortiera di 25 cm di diametro.

Rivestite la tortiera con la pasta e spalmate con la marmellata. Disponetevi


sopra ordinatamente gli spicchi di pera e cospargete con il cacao e le
mandorle.

Chiudete il dolce con il secondo disco di pasta e cuocete nel forno già caldo
per circa 45 minuti. Fate raffreddare prima di servire.
CROSTATE AI FRUTTI DI BOSCO

Crostata di avocado e lamponi


Crostata di frutti di bosco
Crostata di more e crema al limone
Crostata di ribes
Quiche alle fragole
CROSTATA DI AVOCADO E
LAMPONI

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
150 g di burro
1 cucchiaio di zucchero semolato
farina per infarinare
burro per lo stampo
sale

Per la farcitura:
200 g di lamponi
125 g di yogurt naturale intero
50 g di zucchero semolato
2 avocado
1 limone

Per la decorazione:
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 20 minuti

Preparate la pasta. In una ciotola disponete la farina a fontana, mettete al


centro il burro freddo tagliato a pezzetti e con la punta delle dita lavorate gli
ingredienti fino a ottenere un composto a briciole. Disponetelo di nuovo a
fontana, mettete al centro lo zucchero, un pizzico di sale e 4 o 5 cucchiai di
acqua fredda, aggiungendoli uno alla volta fino a ottenere un composto
omogeneo. Avvolgete poi la pasta nella pellicola e lasciatela in frigorifero per
1 ora circa. Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo
di 22 cm circa di diametro.

Sul tavolo leggermente infarinato stendete la pasta ricavando un disco sottile


e molto ampio e adagiatelo nello stampo facendolo debordare. Punzecchiate
la pasta con la forchetta, coprite con carta forno e uno strato di fagioli secchi
e cuocete nel forno già caldo per 10 minuti circa. Togliete fagioli e carta e
cuocete per altri 10 minuti circa. Sformate il guscio di pasta e fatelo
raffreddare sulla gratella.

Preparate la farcitura. Sbucciate gli avocado, tagliateli a pezzetti e metteteli


nel frullatore. Spruzzate con il succo di limone e frullate fino a ottenere un
puré omogeneo. Aggiungete lo yogurt e lo zucchero e frullate finché il
composto sarà di nuovo omogeneo.

Lavate i lamponi, asciugateli tamponandoli con carta da cucina e scartate i


calici verdi.

Stendete la crema di avocado nel guscio di pasta e allineatevi sopra i lamponi.


Cospargete con lo zucchero a velo e servite.
CROSTATA DI FRUTTI DI BOSCO

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
400 g di farina 00
250 g di burro
150 g di zucchero semolato
4 tuorli
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
300 g di ribes
300 g di fragole
150 g di zucchero semolato
100 g di more
100 g di lamponi
3 fette di pancarré

Per la decorazione:
3 cucchiai di gelatina di albicocche
2 cucchiai di zucchero a velo
Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 55 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la scorza di limone. Avvolgetela nella pellicola e lasciate riposare in
frigorifero per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Lavate i frutti di bosco sotto l’acqua corrente e fateli


asciugare su carta da cucina. Tenete da parte una manciata di fragole e
riunite i rimanenti frutti di bosco in una casseruola. Mescolatevi lo zucchero
e cuocete a fuoco moderato per 10 minuti, mescolando e schiacciando i frutti
con il cucchiaio di legno. Quando la composta sarà abbastanza asciutta
toglietela dal fuoco. Scartate la crosta al pane e frullate la mollica per ridurla
in briciole fini. Mescolatela alla composta di frutta e lasciate raffreddare.
Tagliate a fettine le fragole tenute da parte. Accendete il forno a 180 °C.
Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm di diametro.

Stendete tre quarti della pasta frolla, ricavate un disco abbastanza ampio e
adagiatelo nello stampo. Stendete anche la rimanente pasta e ritagliatevi delle
strisce larghe 2 cm. Punzecchiate la pasta frolla e stendetevi il composto di
frutta e pane.

Ricoprite con le fragole che avrete tagliato e chiudete la crostata con le strisce
di pasta. Cuocete nel forno già caldo per 40 minuti circa. Sformate il dolce e
trasferitelo sulla gratella. Spennellatelo con la gelatina e lasciatelo raffreddare.
Spolverizzate con lo zucchero a velo prima di servire.
CROSTATA DI MORE E CREMA AL
LIMONE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina
200 g di burro
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 cucchiaino di scorza di limone biologico grattugiata
farina per infarinare
burro per lo stampo

Per la farcitura:
120 g di zucchero semolato
1 dl di panna fresca
2 limoni biologici
2 tuorli
2 cucchiaini di fecola
1 arancia bionda biologica

Per la decorazione:
400 g di more
50 g di zucchero semolato
2 g di gelatina in fogli
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
1 bicchierino di vino bianco secco

Difficoltà: bassa
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 30 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la scorza di limone. Avvolgete la pasta nella pellicola e mettetela in
frigorifero a riposare per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Ricavate il succo dai limoni e dall’arancia e filtratelo. In


una piccola casseruola montate i tuorli con la fecola e lo zucchero e
amalgamate a filo il succo di limoni e arancia. Cuocete la crema a fuoco
moderato e sempre mescolando per 5 minuti circa o fino a quando si sarà
addensata velando il cucchiaio. Fatela raffreddare mescolando ogni tanto.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 22 cm di


diametro. Stendete la pasta, adagiatela nello stampo e punzecchiatela con la
forchetta. Ricoprite con un foglio di carta forno e con uno strato di fagioli
secchi. Cuocete nel forno già caldo per 15 minuti, togliete fagioli e carta e
cuocete il guscio di pasta per altri 10 minuti circa. Toglietelo dallo stampo e
lasciatelo raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Lavate le more, sgocciolatele e sciugatele


tamponandole delicatamente con carta da cucina. Togliete loro i gambi e
mettetele in una ciotola. Unite lo zucchero e il vino, mescolate e lasciate
riposare per 10 minuti circa. Spezzettate la gelatina e lasciatela ammorbidire
per 5 minuti in acqua fredda, poi scolatela e strizzatela. Scolate le more e in
un pentolino scaldate il liquido di macerazione con 2 cucchiai di acqua.
Unite la gelatina strizzata e mescolate perché si sciolga. Montate la panna,
mescolatela alla crema e stendetela nel guscio di pasta. Completate con le
more, la gelatina e lo zucchero a velo.
CROSTATA DI RIBES

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
70 g di zucchero semolato
5 cucchiai di olio
2 tuorli
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
farina per infarinare
sale

Per la decorazione:
300 g di ribes
3 cucchiai di miele di agrumi
2 cucchiai di succo di limone biologico
1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 25 minuti
Preparate la pasta. Lavate e asciugate un limone e grattugiate la scorza. In
una ciotola impastate la farina con lo zucchero, l’olio, i tuorli, la scorza di
limone e il sale. Lavorate gli ingredienti finché saranno amalgamati, poi
avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare in frigorifero per 1 ora
circa.

Accendete il forno a 180 °C. Foderate con carta forno uno stampo di 20 cm
circa di diametro. Con il matterello stendete la pasta frolla e adagiatela nello
stampo. Pareggiate i bordi e punzecchiatela fittamente con la forchetta.
Ricoprite la pasta con un disco di carta forno e stendetevi uno strato di
fagioli. Cuocete la pasta nel forno già caldo per 10 minuti, togliete fagioli e
carta e cuocete per altri 15 minuti. Sformate il guscio di pasta e lasciatelo
raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Lavate il ribes, sgocciolatelo e fatelo asciugare su un


canovaccio. In un pentolino a fuoco basso mescolate il miele con il succo di
limone. Lasciate intiepidire e stendete il composto sulla pasta frolla.
Completate con i grappolini di ribes e cospargete con lo zucchero a velo.
QUICHE ALLE FRAGOLE

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta brisée:


250 g di farina 00
120 g di burro
2 cucchiai di pangrattato fine
1 cucchiaio di zucchero semolato
burro per lo stampo
farina per infarinare
sale

Per la farcitura e la decorazione:


300 g di fragole
2 dl di latte
100 g di cioccolato bianco per copertura
100 g di zucchero semolato
1 dl di panna fresca
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
1 cucchiaio di fecola
1 cucchiaio di Rum
Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 25 minuti

Preparate la pasta brisée. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo


zucchero e 1 o 2 cucchiai di acqua fredda. Lavorate la pasta per qualche
minuto poi stendetela con il matterello, piegatela in 3 parti e stendetela di
nuovo. Ripetete questa operazione per 2 volte poi avvolgete la pasta nella
pellicola e lasciatela riposare per circa 1 ora in frigorifero.

Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate 4 stampini da porzione di


circa 10 cm di diametro.

Stendete la pasta brisée e adagiatela negli stampini, ritagliando il bordo per


eliminare quella in eccesso.
Punzecchiate la pasta con la forchetta e cospargete con il pangrattato.
Preparate la farcitura. Spezzettate il cioccolato, mescolatelo al latte e fatelo
fondere a fuoco molto basso, sempre mescolando. Unite la panna e tenete da
parte.

Montate i tuorli con lo zucchero semolato e la fecola e mescolatevi il Rum.

Diluite la crema di uova con la miscela di cioccolato e mescolate con cura.

Versate la crema nel guscio di pasta e cuocete la quiche per circa 25 minuti
nel forno già caldo. Sformate il dolce e fatelo raffreddare sulla gratella.

Lavate le fragole, asciugatele tamponandole con carta da cucina e scartate i


calici. Tagliatele a metà e disponetele sulle quiche. Cospargete con lo
zucchero a velo prima di servire.
CROSTATE AGLI AGRUMI

Crostata al limone verde


Crostata alla crema di mandarino
Crostata di arance
Crostata di limone
Pie all'arancia
CROSTATA AL LIMONE VERDE

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
250 g di farina integrale per dolci
50 g di zucchero semolato
30 g di miele di acacia
8 cucchiai di olio
3 tuorli
farina per infarinare
sale

Per la farcitura:
100 g di formaggio quark
30 g di miele di acacia
4 limoni verdi biologici

Per la decorazione:
1 limone verde biologico
1 cucchiaio di miele di acacia

Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 50 minuti

Preparate la pasta. In una ciotola riunite la farina, lo zucchero, il miele, l’olio,


i tuorli e un pizzico di sale e impastate gli ingredienti fino a ottenere una
pasta omogenea. Aggiungete eventualmente 1 cucchiaio di acqua o ancora
farina perché sia consistente ma morbida. Avvolgetela nella pellicola e
lasciatela in frigorifero per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Pelate a vivo i limoni e ricavate la polpa, scartando la


pellicina bianca. Mettetela in un pentolino, unite il miele e cuocete a fuoco
basso per 5 minuti circa. Lasciate intiepidire e mescolatevi il formaggio quark.

Accendete il forno a 170 °C. Ricoprite con carta forno uno stampo di 22 cm
circa di diametro. Con il matterello stendete la pasta sul tavolo leggermente
infarinato e ricavate un disco che adagerete nello stampo. Punzecchiate la
pasta con la forchetta e ricoprite con la crema di quark e limoni. Cuocete la
crostata nel forno già caldo per 30 o 35 minuti, poi sformatela e fatela
raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Pelate a vivo il limone e tagliatelo a fettine.


Mettetele in un pentolino con il miele e 1 cucchiaio di acqua e cuocete a
fuoco basso per 2 minuti circa. Lasciate intiepidire, poi allineate le fettine di
limone sulla crostata e completate con il fondo di cottura.
CROSTATA ALLA CREMA DI
MANDARINO

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
100 g di burro
100 g di ricotta
100 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo
sale

Per la farcitura:
3 dl di panna fresca
80 g di zucchero semolato
3 uova
2 tuorli
1 mandarino biologico
1 limone biologico
1 cucchiaio di fecola
Difficoltà: bassa
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 35 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro tagliato a pezzetti, la


ricotta, lo zucchero, i tuorli, la vanillina e un pizzico di sale. Avvolgete la
pasta nella pellicola e lasciatela riposare per 1 ora circa in frigorifero.

Preparate la crema. Lavate e asciugate il limone, grattugiate la scorza e


ricavatene il succo. Ricavate anche il succo dal mandarino. Lavorate i tuorli
con lo zucchero e la fecola e quando saranno ben montati amalgamate il
succo e la scorza del limone, poi il succo di mandarino e infine la panna.

Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm di


diametro. Stendete la pasta frolla, ricavate un ampio disco e rivestite lo
stampo. Pareggiatene i bordi, stendete la pasta in eccesso e ricavate delle
formine tagliandola con uno stampino per biscotti. Versate la crema sulla
pasta frolla e livellatela.

Decorate la crostata con le formine di pasta e cuocete nel forno già caldo per
35 minuti circa. Sformate la crostata e fatela raffreddare sulla gratella.
CROSTATA DI ARANCE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
300 g di farina 00
120 g di burro
100 g di zucchero semolato
2 uova
2 cucchiaini di lievito vanigliato
mezza arancia biologica
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
4 dl di latte
1 dl di succo d’arancia
100 g di zucchero
35 g di farina 00
3 tuorli

Per la decorazione:
2 cucchiai di miele di agrumi
1 grossa arancia biologica
1 cucchiaio di marmellata di arance
Difficoltà: bassa
Preparazione: 50 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 45 minuti

Preparate la crema. Montate i tuorli con lo zucchero e la farina finché


saranno spumosi e gonfi. Incorporate a filo il latte, mescolando
contemporaneamente con la frusta perché non si formino grumi. Incorporate
allo stesso modo il succo di arancia. Cuocete la crema a fuoco basso per 10
minuti o fino a quando si sarà addensata, sempre mescolando con il
cucchiaio di legno. Fate raffreddare mescolando ogni tanto.

Preparate la pasta. Lavate e asciugate l’arancia, grattugiate la sua scorza e


ricavate 1 cucchiaio di succo. Setacciate la farina con il lievito e impastate con
il burro a pezzetti, lo zucchero, le uova e la scorza e il succo di arancia.
Imburrate e infarinate uno stampo di 25 cm di diametro. Accendete il forno
a 190 °C. Stendete la pasta formando un ampio disco che adagerete nello
stampo. Punzecchiate la pasta con la forchetta, versate la crema e livellatela
con il dorso del cucchiaio. Cuocete la crostata nel forno già caldo per 35
minuti circa.

Intanto preparate la decorazione. Scottate l’arancia per 10 minuti in acqua


non salata a leggera ebollizione. Scolatela, asciugatela e affettatela con la
scorza. Mescolate insieme miele e marmellata e scaldate a fuoco basso. Unite
le fettine di arancia, mescolate e togliete dal fuoco. Tenete da parte.

Sformate la crostata e fatela raffreddare sulla gratella. Decorate con le fettine


di arancia e irrorate con la miscela di marmellata e miele.
CROSTATA DI LIMONE

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
250 g di farina 00
250 g di mandorle macinate
150 g di burro
150 g di zucchero semolato
1 uovo
1 tuorlo
1 bustina di vanillina
burro per lo stampo

Per la crema e la decorazione:


120 g di zucchero semolato
1 dl di panna fresca
4 limoni biologici
3 cucchiai di fecola
2 tuorli
1 arancia biologica
1 confezione di preparato per glassa di gelatina

Difficoltà: media
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 40 minuti

Preparate la pasta. Mescolate insieme mandorle e farina e impastate


velocemente con il burro a pezzetti, lo zucchero,l’uovo, il tuorlo e la vanillina.
Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela riposare per circa 30 minuti in
frigorifero.

Preparate la crema. Ricavate il succo dall’arancia e dai 3 limoni e filtratelo.


Riunite in una piccola casseruola zucchero, fecola e tuorli, lavorateli con il
cucchiaio di legno finché saranno ben amalgamati, quindi incorporate a filo il
succo degli agrumi e la panna.

Cuocete la crema a fiamma bassa e sempre mescolando per circa 10 minuti o


fino a quando si sarà addensata. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare
mescolando ogni tanto.

Accendete il forno a 200 °C. Imburrate uno stampo di 25 cm di diametro.


Preparate un disco di carta forno dello stesso diametro e imburratelo.
Stendete tre quarti della pasta sul foglio di carta forno e adagiate il tutto nello
stampo.

Stendete la rimanente pasta e fatela aderire al bordo dello stampo,


sovrapponendola leggermente al bordo della pasta sottostante perché non
restino spazi vuoti.

Versate la crema al limone, livellatela e cuocete la crostata nel forno già caldo
per circa 30 minuti. Togliete il dolce dallo stampo e fatelo raffreddare.

Lavate e asciugate il limone rimasto e affettatelo sottilissimo con la scorza.


Disponete le fettine sulla crema e ricoprite con la gelatina preparata secondo
le istruzioni sulla confezione. Lasciate rassodare per circa 1 ora prima di
servire.
PIE ALL’ARANCIA

Ingredienti
per 8 persone

400 g di farina 00
200 g di burro
200 g di zucchero semolato
4 tuorli
1 cucchiaio di cacao amaro
burro per lo stampo
farina per infarinare

Per la farcitura:
150 g di marmellata di arance
150 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di panna fresca

Per la decorazione:
50 g di zucchero a velo vanigliato
3 cucchiai di succo d’arancia

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il raffreddamento e il riposo
Cottura: 40 minuti
Preparate la pasta. Setacciate la farina con il cacao e impastate velocemente
con il burro a pezzetti, lo zucchero e i tuorli. Avvolgete la pasta nella pellicola
e mettetela a riposare in frigorifero per circa 1 ora.

Preparate la farcitura. In una piccola casseruola a fondo pesante spezzettate il


cioccolato, unite la panna e mescolate a fuoco basso fino a quando sarà
completamente fuso. Tenete da parte e lasciate raffreddare.

Accendete il forno a 190 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 24 cm di


diametro. Stendete la pasta ricavando 2 dischi, uno poco più largo dell’altro.
Adagiate il disco più largo nello stampo e spalmatelo con la marmellata.
Versate il cioccolato fuso e stendetelo con la spatola. Coprite con il secondo
disco di pasta e fate aderire i bordi. Cuocete nel forno già caldo per circa 40
minuti, poi sformate il dolce e fatelo raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Amalgamate il succo d’arancia con lo zucchero a


velo e stendete la glassa sul pie. Lasciate asciugare prima di servire.
CROSTATE MISTE

Crostata di banane
Crostata di cocco
Crostata di kiwi
Crostata di uva bicolore
Quiche all'ananas
CROSTATA DI BANANE

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
150 g di burro
70 g di zucchero di canna
2 tuorli
1 cucchiaino di cannella in polvere
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
2,5 dl di panna fresca
70 g di zucchero semolato
50 g di zucchero di canna
3 tuorli
2 cucchiai di pangrattato
1 cucchiaino di scorza di limone biologico grattugiata
sale

Per la decorazione:
70 g di gelatina di agrumi
2 banane
1 limone biologico
Difficoltà: media
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 40 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la cannella fino a ottenere una pasta omogenea. Avvolgetela nella
pellicola e lasciatela in frigorifero per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Lavate e grattugiate la scorza di limone. In una piccola


casseruola montate i tuorli con lo zucchero di canna e lo zucchero semolato e
quando saranno soffici e spumosi unite la scorza di limone, un pizzico di sale
e la panna, versandola a filo. Cuocete a bagnomaria continuando a mescolare
finché la crema si sarà addensata, senza farla mai bollire. Togliete dal
bagnomaria e lasciate raffreddare la crema mescolandola ogni tanto.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 20 cm di


diametro. Stendete la pasta e adagiatela nello stampo, punzecchiatela con la
forchetta e cospargete con il pangrattato. Versate la crema formando uno
strato uniforme e cuocete la crostata nel forno già caldo per 35 minuti circa.

Preparate intanto la decorazione. Sbucciate le banane, affettatele e irroratele


con il succo del limone. Sformate la crostata e fatela raffreddare sulla gratella.
Sgocciolate le banane e allineatele sulla superficie della crostata. Stemperate
la gelatina di agrumi con 2 o 3 cucchiai del loro liquido di macerazione e
stendetela sulle banane. Servite la crostata.
CROSTATA DI COCCO

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
120 g di burro
50 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 pizzico di vanillina
burro e farina per lo stampo
sale

Per la farcitura:
100 g di fiocchi di cocco essiccati
50 g di cioccolato bianco
50 g di burro
30 g di zucchero semolato
4 albumi
2 uova
1 cucchiaio di acqua di fior d’arancio
sale

Per la decorazione:
15 g di cioccolato fondente
2 cucchiai di fiocchi di cocco essiccati

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 40 minuti

Preparate la pasta. Setacciate la farina con la vanillina e un pizzico di sale e


impastate con il burro a pezzetti, lo zucchero e il tuorlo. Avvolgete la pasta
nella pellicola e lasciate riposare per 1 ora circa in frigorifero.

Preparate la farcitura. Fate fondere il cioccolato bianco a bagnomaria.


Montate i tuorli con lo zucchero e quando saranno spumosi e gonfi
amalgamate a filo il cioccolato fuso e l’acqua di fior d’arancio. Unite anche i
fiocchi di cocco e infine tutti gli albumi montati a neve con un pizzico di sale.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 22 cm di


diametro. Stendete la pasta e ricavate un disco largo a sufficienza per rivestire
lo stampo. Pareggiate il bordo e dai ritagli ricavate delle formine di pasta per
la decorazione. Punzecchiate la pasta frolla, versate il composto di cocco e
livellatelo con il dorso del cucchiaio. Completate con le decorazioni di pasta,
lasciando un forellino al centro della superficie della farcitura. Cuocete nel
forno già caldo per 40 minuti circa. Sformate la crostata e lasciatela
raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Fate fondere il cioccolato fondente e versatelo al


centro della crostata. Cospargete con il cocco e servite.
CROSTATA DI KIWI

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
100 g di ricotta
70 g di zucchero semolato
40 g di burro
2 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo
sale

Per la crema:
250 g di formaggini caprini freschi
100 g di zucchero semolato
mezza papaia

Per la decorazione:
350 g di kiwi
50 g di zucchero semolato
1 bicchierino di Rum
Difficoltà: bassa
Preparazione: 1 ora più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 20 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con la ricotta, lo zucchero, il burro a


pezzetti, la vanillina, i tuorli e un pizzico di sale. Avvolgete la pasta nella
pellicola e mettete in frigorifero per 1 ora circa.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 25 cm di


diametro. Stendete la pasta frolla in un largo disco e adagiatelo nello stampo.
Punzecchiate la pasta, coprite con un disco di carta forno tagliata a misura,
quindi con un sottile strato di fagioli. Cuocete nel forno già caldo per 10
minuti circa. Togliete fagioli e carta e cuocete per altri 10 minuti circa.
Sformate e lasciate raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Sbucciate i kiwi, tagliateli a fettine rotonde e


allineatele su un largo piatto. Cospargete con lo zucchero e irrorate con il
Rum. Lasciate riposare per 15 minuti circa.

Preparate la crema. Sbucciate la papaia, tagliatela a pezzetti e cuocetela per 8


minuti a fuoco moderato o finché la polpa sarà asciutta. Frullatela con lo
zucchero, i formaggini e il liquido di macerazione dei kiwi. Stendete la crema
sul guscio di pasta frolla e ricoprite con le fettine di kiwi disposte leggermente
accavallate.
CROSTATA DI UVA BICOLORE

Ingredienti
per 6 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
100 g di burro
70 g di zucchero semolato
3 tuorli
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
burro e farina per lo stampo

Per la decorazione:
400 g di uva bianca
150 g di uva nera
20 g di zucchero semolato
6 g di gelatina in fogli
1 cucchiaio di Brandy

Difficoltà: bassa
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 35 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la scorza di limone. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela
riposare per circa 1 ora in frigorifero.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 22 cm di


diametro. Ricavate un disco dalla pasta e adagiatelo nello stampo.
Punzecchiate la superficie con la forchetta, coprite prima con carta forno
tagliata a misura e poi con uno strato di fagioli secchi. Cuocete nel forno già
caldo per 10 minuti poi togliete fagioli e carta e cuocete per altri 10 minuti.
Trasferite il guscio di pasta sulla gratella per dolci e lasciate raffreddare.

Preparate la decorazione. Lavate l’uva e sgranatela. Mettetela ad asciugare su


un canovaccio.

In una casseruola mettete 250 g di uva bianca, schiacciatela con il dorso del
cucchiaio di legno, bagnate con mezzo bicchiere di acqua e cuocete a fuoco
moderato per circa 10 minuti, finché gli acini iniziano a scoppiare. Filtrate il
succo, misuratelo e se occorre aggiungete un poco di acqua per avere 2 dl di
liquido. Versate nella casseruola e aggiungete lo zucchero. Lasciate sobbollire
adagio per circa 5 minuti. Intanto spezzettate e ammorbidite per 5 minuti la
gelatina in acqua fredda. Scolate, strizzatela e unitela al succo di uva
mescolando per amalgamarla. Lasciate intiepidire e unite il Brandy. Versate
un poco di gelatina sulla pasta, allineatevi gli acini di uva tenuti da parte e
ricoprite con la gelatina rimasta. Fate rassodare per circa 1 ora prima di
servire.
QUICHE ALL’ANANAS

Ingredienti
per 8 persone

Per la pasta:
200 g di farina 00
150 g di burro
70 g di zucchero semolato
20 g di fecola
2 tuorli
1 bustina di vanillina
burro e farina per lo stampo

Per la farcitura:
250 g di mele Renette
100 g di zucchero semolato
1 ananas
1 cucchiaio di miele millefiori

Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 35 minuti
Preparate la pasta. Setacciate la farina con fecola e vanillina e impastate con il
burro a pezzetti, lo zucchero e i tuorli. Avvolgete nella pellicola e lasciate
riposare in frigorifero per 1 ora circa.

Preparate la farcitura. Tagliate via la base e il ciuffo all’ananas, dividetelo a


spicchi e affettate la polpa. Sbucciate le mele, eliminate i torsoli e affettatele.
In una casseruola mettete le mele e 2 fettine di ananas tritate. Cuocete per 5
minuti poi aggiungete lo zucchero e cuocete per altri 10 minuti circa, finché il
composto si sarà addensato. Lasciate raffreddare e mescolatevi il miele.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate uno stampo di 20 cm di


diametro. Stendete la pasta, ricavate un disco abbastanza ampio e adagiatelo
nello stampo. Coprite prima con un disco di carta forno, poi con uno strato di
fagioli secchi. Cuocete nel forno già caldo per 10 minuti. Togliete fagioli e
carta e cuocete per altri 10 minuti. Sformate il guscio di pasta e fatelo
raffreddare sulla gratella.

Stendete tre quarti della composta di frutta sulla pasta frolla e allineatevi le
fettine di ananas. Scaldate la composta rimasta a fuoco basso e stendetela
sull’ananas. Servite la quiche.
CROSTATE MIGNON

Crostatine alla crema di mascarpone


Crostatine alla frutta
Crostatine alla gelatina di melagrana
Crostatine di fragole alla crema di cocco
Crostatine di pere caramellate
Crostatine di sfoglia al ribes
CROSTATINE ALLA CREMA DI
MASCARPONE

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta:
150 g di farina 00
100 g di burro
50 g di zucchero semolato
2 tuorli
1/2 cucchiaino di scorza grattugiata di limone biologico
burro e farina per gli stampini

Per la farcitura:
150 g di mascarpone
150 g di mirtilli
80 g di zucchero semolato
5 cucchiai di panna fresca
1 bicchierino di vino bianco secco

Per la decorazione:
30 g di mirtilli
1 cucchiaio di zucchero a velo vanigliato
Difficoltà: bassa
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 20 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e la scorza di limone. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciate
riposare per circa 1 ora in frigorifero.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate 4 stampini di circa 8 cm


di diametro. Stendete la pasta e ritagliatevi 4 dischi di circa 12 cm di
diametro. Adagiateli negli stampini e premeteli leggermente perché
aderiscano al fondo e ai bordi. Punzecchiate la superficie della pasta con la
forchetta, coprite con dischetti di carta forno, quindi riempite con fagioli
secchi. Cuocete nel forno già caldo per 10 minuti. Togliete fagioli e carta e
cuocete ancora per circa 5 minuti. Togliete le crostatine dagli stampini e
fatele raffreddare sulla gratella.

Preparate la farcitura. Lavate rapidamente i mirtilli e sgocciolateli. Cuoceteli a


fuoco moderato con la metà dello zucchero per circa 5 minuti. Lasciate
raffreddare.

Lavorate il mascarpone con lo zucchero rimasto fino a quando sarà molto


soffice. Unite 1 cucchiaio del liquido di cottura dei mirtilli e, quando sarà ben
amalgamato, anche la panna ben montata.

Mettete un poco di crema sul fondo di ciascuna crostatina e fate uno strato
con i mirtilli cotti sgocciolati. Ricoprite con la rimanente crema, strizzandola
con la tasca per dolci. Preparate la decorazione.
Dividete su ogni crostatina i mirtilli, ugualmente lavati e asciugati, e
spolverizzate con lo zucchero a velo.
CROSTATINE ALLA FRUTTA

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta:
100 g di farina 00
100 g di ricotta
50 g di burro
1 cucchiaino di lievito vanigliato
1 pizzico di vanillina
burro e farina per gli stampini

Per la farcitura:
300 g di frutta fresca di stagione
40 g di burro
1 cucchiaio di mascarpone
1 cucchiaio di zucchero semolato
1 cucchiaino di scorza grattugiata di arancia biologica

Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 15 minuti
Preparate la pasta. Impastate farina, ricotta, burro, lievito e vanillina fino a
ottenere una pasta liscia e omogenea. Stendetela e ripiegatela per 3 o 4 volte
con il matterello, poi copritela con una ciotola capovolta e fatela riposare per
30 minuti sul tavolo.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate 4 stampini di circa 8 cm


di diametro. Stendete la pasta, ricavate 4 dischetti di circa 12 cm di diametro
ritagliandoli con la rotella dentata e adagiateli negli stampini. Punzecchiate la
pasta con la forchetta, copritela con dischetti di carta forno, riempite con
fagioli secchi. Cuocete per 10 minuti nel forno già caldo. Togliete fagioli e
carta e cuocete per altri 5 minuti. Sformate i gusci di pasta e fateli raffreddare
sulla gratella.

In una tazza lavorate il burro per 3 minuti fino a quando sarà soffice e
cremoso. Unite lo zucchero a pioggia e amalgamatelo, lavorando il composto
ancora per qualche minuto. Unite infine anche il mascarpone e la scorza di
arancia e lavorate ancora per 2 minuti fino a ottenere una crema omogenea.
Coprite con la pellicola e mettete in frigorifero per circa 15 minuti.

Lavate e asciugate la frutta o sbucciatela, poi affettatela o separate gli spicchi e


sgranate l’uva. Spalmate le crostatine con la crema di burro e completate con
la frutta fresca.
CROSTATINE ALLA GELATINA DI
MELAGRANA

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta:
120 g di farina 00
30 g di burro
30 g di zucchero semolato
1 tuorlo
1 cucchiaino di lievito vanigliato
latte
burro e farina per gli stampini

Per la farcitura:
100 g di zucchero semolato
2 tuorli
1 melagrana
1 cucchiaio di fecola
1 pezzetto di scorza di lime biologico

Difficoltà: bassa
Preparazione: 45 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 35 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro, lo zucchero, il tuorlo e il


lievito, aggiungendo eventualmente 1 cucchiaio di latte per ottenere una
pasta liscia e morbida.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate 4 stampini di circa 10 cm


di diametro. Stendete la pasta ricavando 4 dischetti di circa 14 cm. Adagiateli
negli stampini, punzecchiatene la superficie con la forchetta, coprite con carta
forno tagliata a misura, quindi con fagioli secchi. Cuocete nel forno già caldo
per circa 10 minuti. Togliete fagioli e carta e cuocete per altri 5 minuti.
Sformate i gusci di pasta e fateli raffreddare sulla gratella.

Preparate la farcitura. Tagliate la melagrana e sgranate i chicchi. Metteteli in


una casseruola, tenendone però da parte 1 cucchiaio per la decorazione,
unite mezzo bicchiere di acqua e la scorza lavata del lime e lasciate sobbollire
per 15 minuti.

Lasciate intiepidire per circa 10 minuti poi scartate la scorza di lime, frullate i
chicchi di melagrana con il liquido di cottura e filtrate attraverso il colino.
Misurate 2 dl di liquido, aggiungendo eventualmente poca acqua.

Amalgamate i tuorli con lo zucchero e la fecola e diluite con il succo di


melagrana. Cuocete a fuoco basso e sempre mescolando per 5 minuti, finché
la crema si addenserà.

Lasciatela raffreddare mescolando ogni tanto, poi suddividete la crema nei


gusci di pasta e decorate con i chicchi di melagrana tenuti da parte.
CROSTATINE DI FRAGOLE ALLA
CREMA DI COCCO

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta:
150 g di farina 00
100 g di burro
80 g di zucchero semolato
2 tuorli
mezzo cucchiaino di acqua di fior d’arancio
burro e farina per gli stampini

Per la farcitura:
70 g di fiocchi di cocco essiccati
70 g di zucchero semolato
1 cucchiaino di succo di limone biologico
1 cucchiaino di acqua di fior d’arancio

Per la decorazione:
150 g di fragole
1 cucchiaino di fiocchi di cocco essiccati
Difficoltà: bassa
Preparazione: 30 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 20 minuti

Preparate la farcitura. In una terrina mescolate i fiocchi di cocco con l’acqua


di fior d’arancio e 2 cucchiai di acqua fredda. Coprite e lasciate riposare per
circa 6 ore.

In una piccola casseruola mescolate lo zucchero con il succo di limone e 2


cucchiai di acqua fredda e fate sobbollire adagio per circa 5 minuti.
Aggiungete i fiocchi di cocco e mescolate a fuoco basso fino a quando inizia
l’ebollizione. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare, mescolando ogni tanto.

Preparate la pasta. Lavorate velocemente farina, burro, zucchero, tuorli e


acqua di fior d’arancio. Appena la pasta sarà amalgamata avvolgetela nella
pellicola e lasciate riposare per circa 1 ora in frigorifero. Accendete il forno a
180 °C.

Imburrate e infarinate 4 stampini di circa 10 cm di diametro. Stendete la


pasta ricavando 4 dischetti di circa 14 cm di diametro che taglierete con la
rotella dentata. Rivestite gli stampini con la pasta, bucherellatela, coprite con
carta forno tagliata a misura e con uno strato di fagioli secchi. Cuocete nel
forno già caldo per 10 minuti, togliete fagioli e carta e cuocete per altri 5
minuti. Togliete i gusci di pasta dagli stampini e fateli raffreddare sulla
gratella.

Intanto preparate la decorazione. Lavate le fragole sotto l’acqua corrente,


asciugatele su carta da cucina, scartate i calici e tagliatele. Suddividete la
crema di cocco nelle crostatine, decorate con le fettine di fragola e cospargete
con il cocco essiccato.
CROSTATINE DI PERE
CARAMELLATE

Ingredienti
per 4 persone

Per la pasta:
150 g di farina 00
80 g di burro
50 g di zucchero semolato
2 tuorli
burro e farina per gli stampini
sale

Per la farcitura:
50 g di zucchero semolato
2 pere Abate
2 cucchiai di vino rosso secco
mezzo cucchiaino di succo di limone

Per la decorazione:
30 g di zucchero a velo vanigliato

Difficoltà: media
Preparazione: 40 minuti più il riposo e il raffreddamento
Cottura: 35 minuti

Preparate la pasta. Impastate la farina con il burro a pezzetti, lo zucchero, i


tuorli e un pizzico di sale. Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciatela
riposare per 1 ora circa in frigorifero. Preparate la farcitura. In una piccola
casseruola ponete lo zucchero, bagnate con 1 cucchiaio di acqua e mescolate
a fuoco basso fino a quando lo zucchero si sarà sciolto.

Unite il succo del limone, mescolate e appena inizia l’ebollizione proseguite la


cottura del caramello, senza mescolare ma scuotendo la casseruola.

Appena il caramello avrà preso un leggero colore biondo amalgamate 1


cucchiaio di acqua calda, poi il vino. Lasciate sobbollire ancora per 2 minuti.

Sbucciate le pere e ricavate dalla parte centrale di ciascuna 2 fettine dello


spessore di 1,5 cm circa. Asportate la parte centrale con il torsolo ricavando 4
anelli. Immergeteli nel caramello e cuocete per 3 minuti. Estraete le pere con
la paletta e trasferitele su un piatto.

Affettate sottilmente la rimanente polpa delle pere e cuocetela a fuoco


moderato per 5 minuti circa nel caramello. Lasciate raffreddare.

Accendete il forno a 180 °C. Imburrate e infarinate 4 stampini del diametro


di 8 cm circa. Stendete la pasta ricavando 4 dischi di 14 cm di diametro e
rivestite gli stampini. Punzecchiate la superficie dei dischi con la forchetta e
riempite ciascuna crostatina con la polpa caramellata e 1 anello di pera.
Cuocete nel forno già caldo per circa 20 minuti.

Sformate le crostatine e lasciate intiepidire 15 minuti, poi ricoprite con lo


zucchero a velo.
CROSTATINE DI SFOGLIA AL
RIBES

Ingredienti
per 4 persone
250 g di pasta sfoglia

Per la farcitura:
150 g di ribes rosso
30 g di zucchero semolato
mezza mela renetta

Per la decorazione:
4 fragole
4 lamponi

Difficoltà: bassa
Preparazione: 20 minuti più il raffreddamento
Cottura: 30 minuti

Preparate la farcitura. Lavate il ribes e sgranatelo. Sbucciate la mela, eliminate


il torsolo e affettatela.
In una piccola casseruola riunite la frutta, bagnate con 2 cucchiai di acqua e
cuocete a fuoco moderato per 10 minuti, mescolando e schiacciando il ribes
con il dorso del cucchiaio di legno.

Passate la frutta al passaverdura con il disco a fori piccoli, versate il puré


ottenuto di nuovo nella casseruola, unite lo zucchero e cuocete per 5 minuti.
Lasciate raffreddare.

Accendete il forno a 200 °C. Inumidite leggermente con acqua fredda 4


stampini di 8 cm circa di diametro. Stendete la pasta e ritagliatevi 4 dischetti
di circa 12 cm di diametro. Adagiateli negli stampini, punzecchiate la pasta e
ricoprite con la composta di ribes e mela. Cuocete per 15 minuti nel forno già
caldo. Sformate le crostatine e lasciatele raffreddare sulla gratella.

Preparate la decorazione. Lavate e asciugate la frutta, tagliate le fragole a


pezzetti e disponete il tutto sulle crostatine, quindi servite.
ALTRI TITOLI
SAPORE DI MELA
Un menù completo al sapor di mela, dall’antipasto al dolce, senza tralasciare
gli impasti per pane e pizza. Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze
alimentari vengono soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza
latticini, senza uova), per soddisfare proprio tutti con 30 ricette originali e
gustose.

PECCATI DI MELA
Lasciatevi indurre in tentazione da queste 30 ricette dolci a base di mele,
dalle preparazioni più classiche, alle varianti più curiose, spaziando tra torte,
crostate, biscotti, piccola pasticceria e dolci al cucchiaio. Per ogni ricetta sono
indicate quali esigenze alimentari vengono soddisfatte (ricette vegetariane,
senza glutine, senza latticini, senza uova), per soddisfare proprio tutti con 30
ricette golose e originali.
CASTAGNE E MARRONI
Alimento sano e nutriente, le castagne sono state in passato un alimento
essenziale del popolo in molte regioni d'Italia, mentre ormai il suo consumo è
assai ridotto. Riscopriamo il gusto della tradizione con queste 30 ricette,
dall'antipasto al dolce, per creare una menù completo a base di castagne e
marroni. Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze alimentari vengono
soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza latticini, senza uova), e
per alcune è presente un breve approfondimento che illustra in dettaglio gli
step di preparazione delle fasi più complesse, per accontentare proprio tutti
con ricette originali e gustose.

DELIZIE ALLE CASTAGNE


Lasciatevi tentare da queste 25 ricette dolci a base di castagne, dalle
preparazioni più classiche, alle varianti più curiose, spaziando tra torte,
piccola pasticceria e dolci al cucchiaio. Per ogni ricetta sono indicate quali
esigenze alimentari vengono soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine,
senza latticini, senza uova), per appagare anche i palati più esigenti con 25
ricette golose e originali.
PAZZI PER LA ZUCCA
Riscopriamo il gusto della tradizione attraverso 30 primi piatti a base di
zucca! Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze alimentari vengono
soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza latticini, senza uova) e
per alcune è presente un breve approfondimento che illustra in dettaglio gli
step di preparazione delle fasi più complesse. Dalle paste, alle zuppe fino ai
risotti, un viaggio tra piatti sani e gustosi per accontentare anche i palati più
esigenti.

METTETECI LA ZUCCA!
Lasciatevi tentare da torte, bonbon e gustose creme, pur non perdendo di
vista un’alimentazione sana e attenta alle più rilevanti esigenze alimentari
tramite la distinzione tra ricette vegetariane, senza glutine, senza latticini e
senza uova. Per accontentare i palati più golosi, un piccolo menù di 10 ricette
dolci a base di zucca!

AL SAPORE DI ZUCCA
Ricca di vitamine A e C, di minerali e di fibre vegetali, la zucca, seppur
originaria dell’America centrale, è ormai presente in tutte le aree del mondo
con clima temperato e viene impiegata, anche in Italia, in gustosissime ricette
della tradizione e non. Riscopriamo il gusto di questo ortaggio attraverso 25
ricette, dall'antipasto al dolce, ricreando un menù completo con piatti per
tutte le occasioni. Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze alimentari
vengono soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza latticini, senza
uova) e per alcune è presente un breve approfondimento che illustra in
dettaglio gli step di preparazione delle fasi più complesse, per accontentare
proprio tutti con ricette originali e gustose.
PROFUMO DI ARANCE
L’arancia è una presenza ormai costante sulle tavole imbandite a festa, ma
non solo! Nota per le sue ottime qualità nutritive, e particolarmente
apprezzata per i suoi profumi intensi, l’arancia è, ad oggi, l’agrume più diffuso
e consumato al mondo e viene particolarmente apprezzato in Italia per la sua
dolcezza a basso contenuto calorico. Eccellenti per insaporire primi piatti e
secondi a base di carne e pesce o per condire in modo alternativo antipasti e
insalate, le arance sono l’ingrediente ideale per rendere sfiziosi e profumati i
vostri menu di tutti i giorni. Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze
alimentari vengono soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza
latticini, senza uova), per accontentare proprio tutti con 30 ricette golose e
originali.

DOLCI ARANCE
Frutti tipicamente invernali, le arance sono una presenza ormai costante sulle
tavole imbandite a festa, ma non solo! L’arancia, infatti, è l’agrume più
diffuso e consumato al mondo e solo in Italia se ne coltivano molte varietà
adatte per dolci della tradizione e non. Perfette per profumare torte, crostate,
biscotti e dolci al cucchiaio, le arance sono l’ingrediente ideale per rendere
sfiziosi i vostri dolci di stagione. Per ogni ricetta sono indicate quali esigenze
alimentari vengono soddisfatte (ricette vegetariane, senza glutine, senza
latticini, senza uova), per appagare proprio tutti con ricette golose e originali.
FRITTELLE E DOLCETTI FRITTI

Non potrete resistere a queste 30 originali e semplici ricette di frittelle e


dolcetti fritti perfette per ogni occasione: dal Carnevale ai golosi capricci
quotidiani, passando per i dolci sfizi delle altre feste della tradizione. Per ogni
ricetta sono indicate quali esigenze alimentari vengono soddisfatte (ricette
vegetariane, senza glutine, senza latticini, senza uova), per soddisfare proprio
tutti con 30 ricette golose e originali.
UOVA E FRITTATE

Ingrediente insostituibile in cucina, le uova sono anche protagoniste di


secondi piatti veloci e nutrienti. Questo eBook propone ricette per piatti a
base di uova, alimento universale e adatto a ogni età per il suo alto valore
nutritivo. Prezioso concentrato di vitamine, proteine e sali minerali, capace di
esaltare gli abbinamenti più diversi con verdure, formaggi e funghi, l'uovo
diviene protagonista di piatti veloci e nutrienti, dalle semplici e gustose uova
al tegamino alle uova sode, in camicia, strapazzate, dalle classiche frittate alle
soffici omelette, dai gustosi tortini ai tradizionali rotoli. Ricette per piatti
appetitosi e invitanti, ma anche facili da preparare e sempre di grande effetto
con attenzione a quali esigenze alimentari vengono soddisfatte (ricette
vegetariane, senza glutine e senza latticini) per soddisfare proprio tutti con
ricette golose e originali.
DOLCEZZE DI FRAGOLA

Frutto tra i più amati, da grandi e piccini, la fragola colora e rallegra le nostre
tavole nei periodi estivi e primaverili. Perfette per profumare torte, merende
e freschi dolci al cucchiaio, le fragole sono il frutto ideale per rendere golosi i
vostri dolci della stagione più calda. Ricche di vitamine e sali minerali,
inoltre, le fragole conciliano perfettamente gusto e importanti doti nutritive,
tanto da renderlo uno dei frutti più versatili e amati per eccellenza. Lasciatevi
dunque tentare da queste facili ricette, per rendere i vostri dessert e le nostre
merende davvero gustose e speciali.