Sei sulla pagina 1di 1

INGREDIENTI PIZZA:

1 pacco di farina 00 da 1 kg
1 tazza piena di acqua (300ml)
3/4 cubetto di lievito di birra
sale, zucchero, olio di oliva
1 bottiglia di passata grossa di pomodoro
300gr mozzarella
olio di oliva
origano

Sia che si faccia la fontana sia che si usi l impastatore (che non fa altro che far
girare la sua pala), bisogna amalgamare gli ingredienti in questa successione.
In una tazza piena di acqua tiepida sbriciolare il lievito di birra e scioglierl
o mescolando. Aggiungere un cucchiaino di zucchero (di lui si nutre il lievito)
e tre cucchiai d olio di oliva. Mescolare bene.
Setacciare la farina (facendo così, lieviterà molto più facilmente).
Mettere sul piano di lavoro circa 700gr di farina a fontana e versarvi all interno
tutta l acqua. Cominciare a mescolare con le dita della mano rivolte verso il bas
so, incorporando la farina un po alla volta. Quando l impasto comincia a diventare
molliccio, aggiungere tre grosse prese di sale (ma non prima perché altrimenti si
ferma la lievitazione). Continuare ad aggiungere la farina fino a quando si pres
enta come nella foto.
Fare attenzione a non aggiungere troppa farina. Non è obbligatorio aggiungerla tut
ta e se necessita si può aggiungerne di più (ogni farina assorbe l acqua in maniera di
versa).
Ora bisogna impastare. L impastatura aiuta a miscelare meglio gli ingredienti, ma
soprattutto fa sì che si formi la maglia glutinica. La maglia glutinica è come una r
ete che si forma tutta attorno alla palla di pasta e dipende dalla trasformazion
e delle proteine della farina in glutine. Per far formare questa rete bisogna im
pastare la pasta con il palmo della mano (come nella foto) e letteralmente sbatt
erla tre o quattro volte sul piano di lavoro con forza.
Queste sbattute sono importantissime: vi accorgerete che subito l impasto diventerà più
duro ed elastico e non sarà più appiccicoso. La maglia glutinica tratterrà poi al suo
interno l anidride carbonica prodotta dal lievito durante la fase di lievitazione
e favorirà l aumento di volume dell impasto.
Se avete fatto doppia dose come me, dovete tagliare in due l impasto. Vi accorgere
te che, dove avete fatto il taglio, non è più presente la maglia glutinica. Pertanto
dovete impastare nuovamente le due metà singolarmente facendo rientrare il taglio
all interno dell impasto.
Porre la palla di pasta in una grande ciotola unta d olio fino all orlo e coprirla c
on pellicola. Lasciare riposare in luogo caldo fino al raddoppio del suo volume.
Si può anche realizzare una lievitazione forzata mettendo la ciotola nel forno a
30°. Attenzione a non metterlo più caldo altrimenti cuocerà!
Accendere il forno a 180° (io ho un forno potente e metto a 150°).
Intanto versare la passata di pomodoro in un grande colino fitto per lasciar sco
lare un po del suo liquido. Buttare via il liquido in eccesso e rovesciare la pas
sata nella ciotola. Condirla con olio e sale e mescolare.
Preparare la mozzarella tagliandola a piccoli dadini su un tagliere.
Ungere la teglia del forno, rovesciarvi l impasto senza rimpastarlo* e schiacciarl
o sulla teglia con le mani unte.
(* a questo proposito vi dico che se si rimpasta, è facile che faccia la corda , cioè c
he diventi dura da non riuscire neanche più a tirarla. In questo caso bisogna lasc
iarla nuovamente lievitare.)
Coprire l impasto di salsa di pomodoro condita, di mozzarella.. Mettere un filo d ol
io e origano.
Infornare in forno caldo e cuocere fino a doratura.