Sei sulla pagina 1di 2

RENINA ANGIOTENSINA ALDOSTERONE

l Sistema renina-angiotensina-aldosterone è un meccanismo ormonale che regola:


-la pressione sanguigna
-il volume plasmatico circolante (volemia)
-il tono della muscolatura arteriosa

La renina è un enzima prodotto da:


-cellule iuxtaglomerulari del rene
la sua produzione è stimolata da:
-riduzione del volume sanguigno circolante (ipovolemia)
-bassa pressione arteriosa (ipotensione)
-sistema nervoso ortosimpatico

Il sistema può essere attivato qualora si verifichi una perdita di volume del sangue o
una caduta di pressione in seguito ad un'emorragia.
Quindi rilasciano la renina.
La renina converte un peptide inattivo, l'angiotensinogeno, in angiotensina I;
quest'ultimo peptide viene convertito a sua volta in angiotensina II dall'enzima di
conversione dell'angiotensina I detto ACE prodotto principalmente a livello dei
capillari polmonari.

L'angiotensina II, a differenza dell'angiotensina I è un potente vasocostrittore.


A livello renale, costringe le arteriole del glomerulo, e quindi esplica un effetto sia
sulle arteriole efferenti che su quelle afferenti.
La costrizione delle arteriole afferenti determina un aumento della resistenza
arteriolare, con conseguente aumento della pressione sistemica e diminuzione del
flusso sanguigno (nel glomerulo). Nonostante ciò i reni possono continuare la loro
attività di ultrafiltrazione solo necessitando di meccanismi che mantengano elevata la
pressione glomerulare. Per far sì che ciò avvenga l'angiotensina II, costringendo le
arteriole efferenti, permette alla pressione sanguigna di mantenersi ad un livello tale
da bilanciare il calo del flusso sanguigno renale.Nella corteccia della ghiandola
surrenale, causa il rilascio di aldosterone.

L'aldosterone agisce sui tubuli renali a livello della parte convoluta distale (ansa di
Henle), favorendo il riassorbimento di sodio dall'urina
L'aldosterone agisce anche a livello del Sistema nervoso centrale, contribuendo ad
aumentare il senso di appetito per il salato ed il senso della sete inoltre facilita il
rilascio dell'ormone antidiuretico, la vasopressina, per opera dell'ipotalamo. La
vasopressina agisce sul tubulo collettore inducendolo a riassorbire acqua.

In definitiva, tutti questi effetti hanno l'azione comune di aumentare la quantità di


liquido nel sangue aumentandone la sua pressione!