Sei sulla pagina 1di 13

UTILITÀ PER IL CALCOLO

FUNZIONI TRIGONOMETRICHE

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


1
MISURA DEGLI ANGOLI
• GRADO SESSAGESIMALE: • RADIANTE
È LA 360/MA PARTE DELL’ANGOLO GIRO DATA UNA CIRCONFERENZA QUALSIASI
È DEFINITO COME IL RAPPORTO FRA
SOTTOMULTIPLI: L’ARCO SOTTESO DALL’ANGOLO E IL
RAGGIO DELLA CIRCONFERENZA
• PRIMO: STESSA.
È LA 60/MA PARTE DEL GRADO ESSENDO UN RAPPORTO FRA DUE
• SECONDO: LUNGHEZZE È UNA GRANDEZZA
È LA 60/MA PARTE DEL PRIMO ADIMENSIONALE, CIOÈ È UN NUMERO
PURO
ES.: α = 34° 27’ 45’’

α
α = l/r

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


2
CONVERSIONI GRADI-RAD
π/2 PER DETERMINARE L’EQUIVALENTE IN
RADIANTI DELL’ANGOLO ESPRESSO IN
90
GRADI ESEGUIRE UNA PROPORZIONE

180 : π = 30 : x
π

30°
180 0
π ⋅ 30 π
x= =
360

180 6
E VICEVERSA DA RAD IN GRADI
270
3 / 2π

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


3
SENO E COSENO
CERCHIO TRIGONOMETRICO:
Y
RAGGIO = 1
ASSI CARTESIANE XY CON ORIGINE NEL
CENTRO DEL CERCHIO
A
TRACCIATO UN RAGGIO INCLINATO
RISPETTO ALL’ASSE X SI DETERMINA IL
α TRIANGOLO RETTANGOLO OBA:
O B X
OA=IPOTENUSA=RAGGIO=1
OB=CATETO
AB=CATETO
LE DIMENSIONI DEI CATETI SONO IN
FUNZIONE DELL’INCLINAZIONE
DELL’IPOTENUSA

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


4
SENO E COSENO
È EVIDENTE COME AL VARIARE DELL’ANGOLO ALFA VARIANO LE DIMENSIONI DI AB E DI OB

PER OGNI DIFFERENTE VALORE DI ALFA SI


Y DETERMINA UN DIFFERENTE TRIANGOLO
NEL QUALE I CATETI OB E AB ASSUMONO
VALORI DIVERSI.
A'
È POSSIBILE INDIVIDUARE (MISURARE) I
VARI VALORI DEI CATETI IN FUNZIONE DI
A
OGNI VALORE DI ALFA E GENERARE UNA
A'' TABELLA RIASSUNTIVA.
α AB OB
… … …
α 25 0,42262 0,90631
O B' B B'' X 26 0,43837 0,89879
27 0,45399 0,89101
28 0,46947 0,88295
29 0,48481 0,87462
… … …

DATO PERCIÒ IL VALORE DI ALFA ED


ESSENDO L’IPOTENUSA=1, È POSSIBILE
CONOSCERE LE MISURE DEI CATETI IN
MANIERA AUTOMATICA LEGGENDO I DATI
DALLA TABELLA.
MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini
5
SENO E COSENO
Y Y
+ + I CATETI PRENDONO IL NOME
RISPETTIVAMENTE DI FUNZIONI
A' A
SENO E COSENO.
α

α
α
SIN

SIN
- B' COS α O + X - O
α
COS α B + X
I TALI FUNZIONI INDICANO IL
VALORE DELLA MISURA DEI
CATETI DEL TRIANGOLO
RETTANGOLO IN FUNZIONE DEL
- -
VALORE DI ALFA.
Y Y
+ +

SEN E COS VARIANO FRA -1 E +1


VALORI PATICOLARI
α α SEN COS
α α α
-
B''COS
O + X - O
COS B'''
+ X
0 0,00 1,00
90 1,00 0,00
α

α
SIN

SIN

180 0,00 -1,00


270 -1,00 0,00
A'' A'''
360 0,00 1,00
- -

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


6
SENO E COSENO
• I VALORI DI SEN E COS SONO RICAVABILI CON LA CALCOLATRICE DI
TIPO SCIENTIFICO.
• OCCORRE PORRE ATTENZIONE ALL’IMPOSTAZIONE DELLA UNITÀ DI
MISURA DELL’ANGOLO ALFA
• DEG - GRADI SESSAGESIMALI
• GRAD - GRADI CENTESIMALI (NON UTILIZZATO IN EUROPA)
• RAD - RADIANTI
• CALCOLARE SEN 30° O SEN π/6 È LA STESSA COSA E DEVE PORTARE
AL MEDESIMO RISULTATO

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


7
APPLICAZIONI (SEN - COS)
C
IL TRIANG. ABC DI IPOTENUSA AC=5 E CON
ANGOLO IN A PARI A 31° È SIMILE AL
TRIANGOLO OED COSTRUITO SUL
CERCHIO TRIGONOMETRICO CON
IPOTENUSA PARI A R=1 INCLINATA DI 31°
5
L= RISPETTO A X.
I CATETI AB E CB SARNNO 5 VOLTE
MAGGIORI DEI CORRISPONDENTI OD E ED,
I QUALI SONO DETERMINATI DALLA
31°

A B
MISURA DI COS 31° E SEN31°
RISPETTIVAMENTE.

E PERTANTO:

AB = 5 ⋅ cos 31
1
R=
31°
O D

BC = 5 ⋅ sen 31
MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini
8
REGOLA PRATICA PER IL CALCOLO DEI TRIANGOLI
C
alfa:
angolo opposto ad a ed adiacente a b
β
beta:
angolo opposto a b e adiacente ad a
L L=ipotenusa
a
alfa + beta = 90°
α

°
90
A
b B

b = L ⋅ cos α
b = L ⋅ sen β
CATETO=IPOTENUSA PER COS ANGOLO ADIACENTE
OPPURE
a = L ⋅ cos β
CATETO=IPOTENUSA PER SEN ANGOLO OPPOSTO b = L ⋅ sen α

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


9
ESERCIZI
• L=250 • L=150 • L=50 • a=25
• ALFA=37° • BETA=25° • ALFA=π/3 • BETA=0,913

• b=25 • a=15 • L=50 • b=25


• ALFA=35° • BETA=15° • ALFA=π/8 • BETA=0,517

PER OGNI TRIANGOLO DETERMINARE TUTTI GLI ELEMENTI MANCANTI

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


10
TANGENTE
Y Prolungare l’ipotenusa di OAB fino ad incontrare la
tangente al cerchio trigonometrico nell’asse X.
I due triangoli OAB e OCD sono simili.
A C
AB : CD = OB : OD
1
sen α : CD = cos α : OD

tg α
R=

sen α
α X
O cosα B D OD = R = 1
sen α : CD = cos α : 1
sen α ⋅1 sen α
CD = =
cos α cos α
CD = tgα
sen α
tgα =
cos α
LA TANGENTE DI UN ANGOLO ALFA VIENE DEFINITA COME RAPPORTO FRA SENO E COSENO
SULLA CALCOLATRICE INSERIRE IL VALORE DELL’ANGOLO E RICAVARE IL VALORE DI CD

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


11
TANGENTE - APPLICAZIONI
C
i = 25% = 25 / 100 = 0,25
i=25
%
25 sen α 25
tgα = = = 0,25
α cos α 100
A 100 B

ESISTE UNA FUNZIONE INVERSA CHE PERMETTE, DOPO AVER INSERITO IL VALORE DELLA
TANGENTE, DI RICAVARE IL VALORE DELL’ANGOLO:
ARCOTANGENTE (SU CALCOLATRICE INV TG O TG-1)

arctg 0,25 = α = 14,04°

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


12
TANGENTE - ESERCIZI
• TROVARE L’ANGOLO CHE DETERMINA UNA
PENDENZA i=10%
• TROVARE LA PENDENZA ORIGINATA DA UN
ANGOLO DI 37°
• TROVARE LA PENDENZA DI UN SEGMENTO
RETTILINEO CHE DOPO UN TRATTO ORIZZONTALE
DI 67m SI ELEVA DI 21m

MECC 03 FUNZIONI TRIGONOMETRICHE IS MAJORANA SERIATE (BG) Prof. E. Morandini


13