Sei sulla pagina 1di 8

SENATO DELLA REPUBBLICA

IX LEGISLATURA

(N. 2040)

DISEGNO DI LEGGE

d'iniziativa dei senatori MANCINO, BONIFACIO, VALITUTTI,


VALENZA, VASSALLI, SCHIETROMA e DE MARTINO

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 13 NOVEMBRE 1986

Concessione di un contributo annuo a favore dell'Istituto


italiano per gli studi filosofici di Napoli

ONOREVOLI SENATORI. — L'Istituto italia- poli, Hans Georg Gadamer dell'Università


no per gli studi filosofici è stato fondato di Heidelberg, Eugenio Garin della Scuola
nel maggio del 1975 con atto pubblico ro- normale di Pisa, Tullio Gregory dell'Univer-
gato in Roma presso l'Accademia naziona- sità di Roma, Augusto Guzzo dell'Univer-
le dei Lincei. sità di Torino, Raymond Klibansky della
Del primo Comitato scientifico furono Me Gill University di Montreal, Paul Oskar
chiamati a far parte il professor Enrico Ce- Kristeller della Columbia University, Rita
Levi Montalcini dell'Università di Roma,
rulli, presidente dell'Accademia nazionale
Alfonso Maria Liguori dell'Università di Ro-
dei Lincei, la signora Elena Croce, il pro-
ma, Giuseppe Montalenti dell'Università di
fessor Giovanni Pugliese Carratelli, già di- Roma, E.C.G. Sudarshan della Università di
rettore della Scuola normale di Pisa, il pro- Austin.
fessor Pietro Piovani, direttore dell'Istitu-
to di filosofia morale dell'Università di Na- Dal 1980 direttore dell'Istituto è il profes-
sor Giovanni Pugliese Carratelli, presidente
poli. In virtù dello statuto, il presidente del-
dell'Istituto italiano per gli studi storici
l'Accademia nazionale dei Lincei fa parte
fondato da Benedetto Croce.
di diritto del Comitato scientifico dell'Isti-
Dopo la scomparsa del professor Augu-
tuto.
sto Guzzo l'Istituto ha designato come di-
Sono stati chiamati a far parte dell'at- rettore della rivista « Filosofia » (espressione
tuale Comitato scientifico dell'Istituto En- dell'Istituto italiano per gli studi filosofici
rico Cernili, Mario Dal Pra dell'Università e della Fondazione Guzzo) il professor Vit-
di Milano, Luigi De Rosa preside della Fa- torio Mathieu dell'Università di Torino, di-
coltà di economia dell'Istituto navale di Na- scepolo di Augusto Guzzo.

TIPOGRAFIA DEL SENATO (1750) (Attività scientifiche e culturali - Contributi a enti)


Atti Parlamentari Senato della Repubblica 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

Università ed istituti di alta cultura ita- Fin dalla sua fondazione l'Istituto italia-
liani e stranieri hanno dato la loro ade- no per gli studi filosofici ha dispiegato una
sione alle attività didattiche e ai program- inesauribile attività, promuovendo — come
mi di ricerca dell'Istituto italiano per gli si legge nel suo statuto — « accanto agli
studi filosofici. Eminenti studiosi hanno studi filosofici, tutti gli studi che possa-
chiesto di intrattenere con questa istituzio- no concorrere ad allargarne i problemi e
ne proficui e duraturi rapporti di collabo- ad avvicinarne le soluzioni, sia nell'ambito
razione scientifica. Si sono così avvicenda- delle discipline storiografiche che nelle di-
ti filosofi quali Konrad Gaiser, Yvon Bela- verse discipline scientifiche, con la finali-
val. Otto Poeggeler, Karl-Otto Apel, Paul tà ispiratrice di rendere più ampie e pro-
Ricoeur, Dieter Henrich; storici delle scien- fonde le ragioni della cultura filosofica ed
ze e scienziati come Jacques Roger, Bernard in particolare quelle della cultura filosofi-
Cohen, Pierre Costabel e i premi Nobel ca italiana, attraverso un suo ampio ricon-
Emilio Segré, Ilya Prigogine, Steven Wein- giungimento con le maggiori tradizioni del-
berg, Sheldon L. Glashow, Rita Levi Mon- la cultura filosofica europea ed una rinno-
talcini, Max Perutz, Carlo Rubbia; storici vata unità con le esigenze della vita e del-
come Paul Dibon, Charles B. Schmitt; teo- la cultura del nostro tempo ».
logi come René Roques, Xavier Tilliette, Nell'annunciare la fondazione dell'Istitu-
Paul Vignaux, Giorgio Jossa, Walter Kasper, to italiano per gli studi filosofici, Elena
Wolfhart Pannenberg; economisti come Pa- Croce aveva scritto: « Napoli è una città
squale Saraceno, Innocenzo Gasparini, Luis fatta per la vita degli studi e tale dovrebbe
Miguel Enciso Recio, Carlo M. Cipolla, Pe- e potrebbe tornare ad essere » L'Istituto,
ter Mathias, Alberto Quadrio Curzio, Pao- fin dai suoi primi anni di vita, ha opera-
lo Sylos Labini, Giuseppe Di Nardi, John to sistematicamente in questa prospettiva
Davis, Paolo Savona e Mario Monti. e su questa linea e, traendo ispirazione
Guido Calogero già nel 1979 scriveva: dalla tradizione delle scuole e delle acca-
« Insomma, in breve tempo, l'Istituto ita- demie napoletane e rifacendosi allo spiri-
liano per gli studi filosofici si è conquista- to dell'Illuminismo napoletano e delle rifor-
to una fama e un prestigio internazionali, me desanctisiane, ha fondato la Scuola di
e si è inserito nel quadro delle istituzioni studi superiori in Napoli. La cerimonia
nazionali di alta cultura come una delle inaugurale avvenne il 31 maggio 1980, nel-
sue componenti più vitali e insostituibili », la sala Giambattista Vico del monumento
e l'ultimo grande filosofo vivente, Hans statale dei Gerolomini, e fu salutata da con-
Georg Gadamer, nel n. 4 degli « Annali della vinti messaggi di adesione del Presidente
pubblica istruzione» del 1981, ebbe a scri- della Repubblica, del Ministro della pubbli-
vere: « Sono particolarmente lieto di po- ca istruzione e del Ministro per i beni cul-
ter affermare che la grande eredità tocca- turali e ambientali, i cui testi si possono
ta in sorte a questa città è oggi in buone leggere per esteso negli « Annali della pub-
mani. È un merito inestimabile dell'Istitu- blica istruzione » (n. 3 del 1980). La Scuola
to italiano per gli studi filosofici quello è diretta dal professor Tullio Gregory, e vi
di aver preso qui l'iniziativa. Infatti la ri- si avvicendano, nel tenere i corsi, i mag-
presa della filosofia, promossa a Napoli giori studiosi e storici della filosofia italia-
dall'attività dell'Istituto, è già nota in tut- ni e stranieri.
to il mondo. Tornerà a onore della gran- Guido Calogero salutò con entusiasmo
de tradizione culturale di Napoli, se si riu- questa nuova iniziativa affermando che:
scirà a tener viva l'eredità del grande pen- « L'Istituto italiano per gli studi filosofici
siero europeo e ad edificare su queste pre- ha fatto risorgere in Napoli lo spirito di
messe nuove forme di pensiero e di vita. quelle grandi scuole private, che furono di
Tutto ciò ci fa credere in quell'Europa per Francesco De Sanctis e dei desanctisia-
la quale viviamo e che, come speriamo, so- ni », e Paul Oskar Kristeller scrisse per il
pravviverà alle minacce di questa epoca ». n. 4 del 1981 degli Annali della pubblica
Atti Parlamentari — 3 — Senato della Repubblica 2040

IX LEGISLATURA DISEGNI DI 1EGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

istruzione: « È un'iniziativa nuova e pro- le più importanti e prestigiose istituzioni cul-


mettente nel campo degli studi e della ri- turali nazionali.
cerca e ha già cominciato a dare un contri- Ai corsi della scuola di studi superiori
buto importante alla cultura napoletana, organizzati sia a Napoli che all'estero par-
italiana e mondiale. Offre a uno scelto nu- tecipano ogni anno numerosi borsisti ita-
mero di cinquanta giovani studiosi, già lau- liani e stranieri e l'Istituto mette a dispo-
reati e provenienti da tutta Italia e anche sizione un alto numero di borse di studio
daH'estero, di trascorrere qualche tempo a (20 borse di studio), provvedendo così a
Napoli a perfezionarsi, proseguendo i pro- fornire l'ospitalità per il periodo relativo
pri lavori, imparando l'uno dall'altro e par- alla frequenza dei corsi ed ai proficui in-
tecipando ad avanzati seminari, condotti contri periodici che avvengono tra i docen-
da studiosi anziani, italiani e stranieri, in- ti della scuola ed i borsisti.
vitati per l'occasione; insieme, offre a que- L'istituto svolge in tal modo non sol-
sti studiosi l'opportunità di incontrarsi, non tanto un'opera essenziale ed insostituibile
con studenti, ma con giovani studiosi ben per la vita civile delle regioni meridionali
preparati, e di discutere con loro le pro- e dell'intero paese, ma per la vita stessa del
prie idee e il proprio lavoro. È un esperi- consorzio scientifico internazionale, meri-
mento riuscito molto bene, se posso giu- tando gli apprezzamenti degli studiosi di
dicare dalla mia esperienza personale, e tutto il mondo per il poderoso contribu-
merita di essere continuato e sviluppato to dato sia nelle discipline umanistiche che
negli anni venturi ». in quelle scientifiche.
Yvon Belaval dell'École pratique des hau- Le iniziative dell'Istituto, ormai, da anni
tes études ha scritto un articolo nel qua- annoverano corsi ad altissima specializza-
le si legge che: « A Napoli, occorre dirlo, zione, convegni internazionali, mostre didat-
sta accadendo qualcosa di veramente nuo- tiche, anche itineranti, corsi svolti presso
vo. Nell'Istituto italiano per gli studi filo- prestigiosi istituti o università dell'Italia e
sofici credevo di trovare un istituto come dell'estero, conferenze tenute dai più insigni
gli altri. Invece no. Siamo in presenza di studiosi di varie nazionalità, ampi ed impor-
" un istituto libero ". Questo Istituto, lo ri- tanti programmi di ricerca e di pubblica-
peto, è libero... libero sì, e disinteressato. zioni.
Non si viene all'Istituto per fare carriera. Nel campo della ricerca l'Istituto ha già
Studenti selezionati, mossi da una sincera pubblicato numerosi volumi nel quadro dei
inclinazione per la filosofia, vengono a se- programmi di ricerca in corso di attuazione:
guire le conferenze e le lezioni di loro pro-
pria scelta. Ecco un momento libero dal- 1) LA SCUOLA DI PLATONE, ricerca diretta
le basse preoccupazioni e da ogni vanità da Marcello Gigante.
mondana ». Già pubblicati:
L'attività dell'Istituto e della Scuola di Speusippo, Frammenti, a cura di Mar-
studi superiori si svolge con corsi organiz- gherita Isnardi Parente.
zati a Napoli e con corsi organizzati al- L'école de Platon. De Léodamas de Tha-
l'estero presso istituzioni culturali straniere sos à Philippe d'Oponte, par Francois Las-
quali il Warburg Institute di Londra, il Pla- serre. (In preparazione).
tonarchiv di Tubinga, l'École pratique des Senocrate-Ermodoro, Frammenti, a cu-
hautes etudes idi Parigi, le università di Poi- ra di Margherita Isnardi Parente.
tiers, di Tubinga, di Monaco, di Francoforte,
di Oxford, di Cambridge e di Austin, 2) LA SCUOLA DI EPICURO, ricerca diretta
l'Hegelarchiv, la Hegelvereinigung e con nu- da Marcello Gigante.
merose iniziative culturali organizzate in col- Già pubblicati:
laborazione con le università italiane, con la Catalogo dei Papiri Ercolanesi.
Pontificia facoltà teologica dell'Italia meri- Philodemus, On Methods of Inference,
dionale, con la Scuola normale di Pisa e con edited by Ph. H. De Lacy and E. A. De Lacy.
Atti Parlamentari Senato della Repubblica — 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI E RELAZIONI - DOCUMENTI

Polistrato, Sul disprezzo irrazionale del- J. E. E r d m a n n , Compendio di logica e


le opinioni popolari, a cura di Giovanni In- metafisica. Una introduzione alla Scienza
detti. della logica di Hegel, a cura di Valerio
Filodemo, 17 buon re secondo Omero, Verrà.
a cura di Tiziano Dorandi. D. Henrich, La prova ontologica del-
Philodemus, Uber die Musile IV. Buch, l'esistenza di Dio. La sua problematica e la
hrsg. von Annemarie J. Neubeeker. sua storia nell'età moderna.
G. A. Gabler, Critica della coscienza. In-
3) T E S T I DI FILOSOFIA ANTICA, ricerca di-
troduzione alla fenomenologia di Hegel, a
retta d a Marcello Gigante e da Giovanni Pu-
cura di Giuseppe Cantillo.
gliese Carratelli.
J. G. Fichte - F. W. J. Schelling, Polemi-
Già pubblicati:
ca e carteggio, a cura di Francesco Moiso.
Plotino, Enneadi. Testo critico e versio-
F. W. J. Schelling, Filosofia dell'arte, a
ne italiana, a c u r a di Vincenzo Cilento, vo-
cura di Luigi Pareyson.
lume p r i m o .
11) EDIZIONE CRITICA DELLE LEZIONI BER-
Plotino, Enneadi. Testo critico e versio-
LINESI DI G. W. F. HEGEL, ricerca d i r e t t a d a
ne italiana, a cura di Vincenzo Cilento, vo-
Karl-Heinz Ilting.
lume secondo. (In corso di stampa).
/ frammenti di Diogene dì Enoanda, a Già pubblicati:
c u r a di Martin Ferguson Smith. (In prepara- G. W. F. Hegel, Religionsphilosophie.
zione). Band I. Die Vorlesung von 1821. Herausge-
4) STUDI E DOCUMENTI PER LA STORIA DELLA geben von Karl-Heinz Ilting.
MEDICINA ANTICA e MEDIOEVALE. G.W.F. Hegel, Naturphilosophie. B a n d I.
Già pubblicati: Die Vorlesung von 1819-1820. I n Verbin-
dung m i t Karl-Heinz Ilting herausgegeben
Paul Oskar Kristeller, Studi sulla Scuo-
von Manfred Gies.
la medica salernitana.
12) FONTI EPISTOLARI PER LA STORIA DEL-
Jole Agrimi, Chiara Crisciani, Edocere
L'EUROPA MODERNA, ricerca diretta da Paul
Medicos. La medicina scolastica nei secoli
Dibon, Luigi Firpo, Eugenio Garin e Tullio
XIII-XV. (In corso di stampa).
Gregory.
5) R I S T A M P A ANASTATICA DELLE OPERE COM-
13) G L I I N T E L L E T T U A L I N A P O L E T A N I D A L L ' I L -
PLETE DI GIOVAN BATTISTA DELLA PORTA, ri-
L U M I N I S M O ALLA REPUBBLICA DEL ' 9 9 .
cerca diretta da Luigi Firpo.
Già realizzati:
6) OPERE COMPLETE DI GIORDANO BRUNO,
ricerca diretta d a Luigi Firpo ed Eugenio Convegno « Gli intellettuali napoletani
Garin. dall'Illuminismo riformatore alla rivoluzio-
ne del 1799 ».
7) OPERE COMPLETE DI TOMMASO CAMPA-
« La Repubblica napoletana del 1799 »,
NELLA, ricerca diretta da Luigi Firpo.
m o s t r a documentaria e catalogo in collabo-
8) INVENTARIO DELLA BIBLIOTECA DI G I U S E P - razione c o n la Biblioteca Nazionale di Na-
PE VALLETTA, ricerca diretta da Paul Dibon poli.
e Tullio Gregory.
14) CORPUS REFORMATORUM ITALICORUM, ri-
9) OPERE COMPLETE DI FRANCESCO MARIO cerca diretta da Luigi Firpo, Giorgio Spini e
PAGANO, ricerca diretta da Luigi Firpo. John A. Tedeschi.

10) LA FILOSOFIA CLASSICA TEDESCA - TESTI Già pubblicati:


E STUDI,ricerca diretta da Claudio Cesa, Lui- Mino Gelsi, In haereticis coercendis -
gi Pareyson e Valerio Verrà. Poems - Correspondence, a cura di Peter
Già pubblicati: G. Bietenholz.
Hegel interprete di Kant, a cura di Va- Antonio Brucioli, Dialoghi, a cura di Al-
lerio Verrà. do Landi.
Atti Parlamentari Senato della Repubblica — 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

15) EDIZIONE INTEGRALE DEI CONSULTI DI Antonio Genovesi, Lezioni di commer-


PAOLO SARPI, ricerca a cura di Corrado Pin e cio. (In preparazione).
Pacifico Branchesi.
22) RICERCHE DI STORIA ECONOMICA.
16) EDIZIONE DELLE FONTI PER LA STORIA
Già pubblicati:
DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE FRA VENEZIA
Luigi De Matteo, Governo, credito e in-
E NAPOLI, ricerca diretta da Marino Beren-
dustria laniera nel Mezzogiorno. Da Murat
go, Gaetano Cozzi e Luigi Firpo
alla crisi post-unitaria.
17) LESSING IN ITALIA: L'ITALIA DI LESSING, Paola Pierucci, Pastorìzia e fiscalità in
ricerca diretta da Paul Raabe e Lea Ritter Abruzzo nei secoli XVII e XVIII. (In corso
Santini. di stampa).
18) EDIZIONE DELLE CORRISPONDENZE DIPLO- Luigi De Matteo, " Holdings " e sviluppo
MATICHE TRA NAPOLI E MILANO, ricerca diret- industriale nel Mezzogiorno. Il caso della
ta da Mario Del Treppo. Società Industriale Partenopea (1833-1879).
Roberto Mantelli, // pubblico impiego
19) G L I HEGELIANI DI NAPOLI E I L RISORGI-
MENTO ITALIANO.
nell'economia del Regno di Napoli: retribu-
Già pubblicati: zioni, reclutamento e ricambio sociale nel-
l'epoca spagnola.
Giornale Napoletano di Filosofia e Let-
tere, diretto da B. Spaventa, F. Fiorentino Oltre che nella cura delle collane di testi
e V. Imbriani. Anno I, Napoli 1872, presenta- e documenti sopra citate, l'attività scientifi-
zione di Fulvio Tessitore. ca dell'Istituto si esplica nella promozione
Museo di Letteratura e Filosofia, a cura di saggi critici che abbracciano tutto il corso
di Guido Oldrini. del pensiero europeo, dall'antichità classica
Museo di Scienze e Letteratura, a cura al medioevo, ai grandi movimenti di pensie-
di Guido Oldrini. (In corso di stampa). ro del mondo moderno e contemporaneo,
// Nazionale (1848), con prefazione di nella regolare pubblicazione delle « Memo-
Eugenio Garin. (In corso di stampa). rie » lette nel corso dei seminari e delle
Indici dei periodici napoletani del Ri- « Lezioni della Scuola di studi superiori »
sorgimento, con prefazione di Eugenio Ga- tenute nell'ambito dei corsi svolti, e nella
rin. (In corso di stampa). pubblicazione di edizioni critiche di testi
Ottavio Colecchi, Quistioni filosofiche, classici del pensiero filosofico in lingua ori-
a cura di Fulvio Tessitore. ginale ed in traduzione italiana, di monogra-
Alessandro Savorelli, Le Carte Spaventa fie e saggi, di carteggi e documenti, nonché
della Biblioteca Nazionale di Napoli. della rivista « Nouvelles de la République
Eugenio Garin, Filosofia e politica in des Lettres ».
Bertrando Spaventa. Alla base delle sue molteplici attività,
20) RICERCA SULLE FONTI DOCUMENTARIE l'Istituto dispone di una grande biblioteca
CONSERVATE PRESSO GLI ARCHIVI DI STATO IN- filosofica che è costituita da una vasta ed
TERESSANTI LA STORIA CONTEMPORANEA DEL organica raccolta di opere, risultato di un
NOSTRO PAESE e in particolare la pubblica- lavoro attento ed infaticabile che si è pro-
zione dei verbali del Consiglio dei ministri tratto per quasi tre decenni, ed è dotata del-
e delle relazioni dei prefetti al Ministero del- le più importanti collane di classici e di sag-
l'interno, conservati presso l'Archivio cen- gistica dedicate al pensiero antico, moderno
ti-ale dello Stato e gli altri archivi di Stato. e contemporaneo, di tutte le collezioni di fi-
21) RICERCA SUGLI ECONOMISTI MERIDIO- losofia delle maggiori case editrici italiane
NALI. e di significative collezioni di case editrici
Già pubblicati: italiane, inglesi, francesi e tedesche, nonché
Antonio Genovesi, Scrìtti economici a di importanti e rare raccolte di periodici ita-
cura di Maria Luisa Perna. liani e stranieri.
Atti Parlamentari Senato della Repubblica — 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI - DOCUMENTI

D'altra parte, i risultati ottenuti dall'atti- zazione era stata preventivata una spesa di
vità scientifica non potranno divenire patri- lire 3.600.000.000.
monio universale se verranno a mancare i Affinchè all'Istituto italiano per gli studi
mezzi necessari per la stampa dei relativi filosofici possa essere consentito di prose-
atti, attraverso i quali si consegue la loro guire nella propria attività nell'interesse
diffusione tra gli studiosi. L'onere che l'Isti- della cultura italiana e della sua diffusione
tuto stesso sopporta per far fronte a questo nel mondo, ma anche per il fondamentale
ampio spettro di iniziative è di rilevanza ec- contributo alla vita civile di Napoli e del
cezionale se solo si considerino le borse di Mezzogiorno, come è stato riconosciuto dal
studio per il soggiorno di studiosi e docenti, Presidente della Repubblica, dal Governo, da
gli oneri per spese editoriali, per il manteni- università e istituzioni culturali di tutto il
mento della sede e per tanti servizi accesso- mondo, è indispensabile che i contributi ad
ri, ma necessari, di cui abbisogna l'organizza- esso destinati dallo Stato siano adeguati ed
zione di una tale attività. aggiornati.
È opportuno tener presente che ad oggi
A tal fine è stato predisposto 1 unito dise-
lo Stato provvede ad erogare, in via ordina-
gno di legge, il cui articolo 1 prevede la con-
ria, un esiguo contributo annuo stabilito dal-
cessione di un contributo ordinario annuo
la tabella prevista dalla legge 2 aprile 1980,
di lire 1.390.000.000 per sostenere (artico-
n. 123, concernente norme per l'erogazione
lo 3) lo svolgimento delle attività culturali
dei contributi statali ad enti culturali, che
verrebbe assorbito dal nuovo contributo. Ma e scientifiche promosse dall'Istituto italiano
va rilevato che la dotazione attuale non è per gli studi filosofici in Italia e all'estero,
sufficiente a coprire neppure le spese indila- per assicurare il suo funzionamento, nonché
zionabili, quali ad esempio gli oneri condo- la conservazione e l'esercizio della sua famo-
miniali, gli oneri di manutenzione e di con- sa biblioteca specializzata aperta a tutti gli
servazione della sede di Palazzo Serra di studiosi.
Cassano, mentre il bilancio consuntivo delle L'articolo 4 stabilisce che a decorrere dal
spese sostenute nell'anno 1985 per lo svolgi- 1986 l'Istituto italiano per gli studi filoso-
mento delle attività culturali e scientifiche fici non sarà più compreso tra gli enti di cui
e per il funzionamento dell'Istituto si è chiu- all'articolo 1 della legge 2 aprile 1980,
so con un totale di lire 1.624.193,506 e, per n. 123.
l'anno 1986, non sarà possibile completare L'articolo 5 si occupa della copertura del-
il programma delle attività per la cui realiz- l'onere finanziario del provvedimento.
Atti Parlamentari — 7 — Senato della Repubblica — 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E. RELAZIONI - DOCUMENTI

DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

1. A decorrere dall'esercizio finanziario


1986 è autorizzata, a favore dell'Istituto ita-
liano per gli studi filosofici, con sede in Na-
poli, la concessione di un contributo annuo
di lire 1.390 milioni.

Art. 2.

1. L'Istituto italiano per gli studi filoso-


fici ha personalità giuridica privata ed è
sottoposto alla vigilanza del Ministero per i
beni culturali ed ambientali.

Art. 3.

1. Il contributo di cui al precedente ar-


ticolo 1 è destinato a sostenere lo svolgi-
mento delle attività culturali e scientifiche
promosse dall'Istituto in Italia e all'estero e
per assicurare il funzionamento dell'Istituto
stesso, nonché la conservazione e l'esercizio
della biblioteca specializzata, aperta a tutti
gli studiosi.
2. L'Istituto è tenuto a presentare al Mi-
nistero per i beni culturali ed ambientali, al-
la fine di ogni esercizio, un rendiconto sul-
l'impiego del contributo e una relazione sul-
l'attività svolta e sulle linee generali dei
programmi da svolgere nell'anno successivo.

Art. 4.

1. A decorrere dall'anno 1987 l'Istituto


italiano per gli studi di filosofia non è più
ricompreso nella tabella delle istituzioni cul-
turali ammesse al contributo ordinario an-
nuale dello Stato di cui all'articolo 1 della
legge 2 aprile 1980, n. 123.
Atti Parlamentari — 8 — Senato della Repubblica — 2040

IX LEGISLATURA — DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI — DOCUMENTI

2. Dall'anno 1990 il predetto contributo


sarà determinato ai sensi dell'articolo 19,
quattordicesimo comma, della legge 22 di-
cembre 1984, n. 887.

Art. 5.

1. All'onere di cui al precedente artico-


lo 1 si provvede: nell'anno 1986, quanto a
lire 90 milioni, a carico del capitolo 1605
dello stato di previsione del Ministero per
i beni culturali e ambientali con utilizzo del
contributo di pari importo previsto per l'Isti-
tuto italiano per gli studi filosofici dal de-
creto del Presidente della Repubblica 6 no-
vembre 1984, n. 834, e, quanto a lire 1.300
milioni, mediante riduzione dello stanzia-
mento iscritto al capitolo 6856 dello stato di
previsione del Ministero del tesoro, all'uopo
utilizzando parzialmente l'accantonamento
« Piano nazionale per l'informatica »; negli
anni 1987, 1988 e 1989, mediante riduzione
dello stanziamento iscritto, ai fini del bilan-
cio triennale 1987-1989, al capitolo 6856 del-
lo stato di previsione del Ministero del te-
soro per l'anno finanziario 1987, all'uopo
utilizzando parzialmente l'accantonamento
« Adeguamento del contributo annuo alla
Stazione zoologica " Antonio Dohrn " di Na-
poli e suo potenziamento ».
2. Il Ministro del tesoro è autorizzato ad
apportare, con propri decreti, le occorrenti
variazioni di bilancio.