Sei sulla pagina 1di 4

Cosa mi metto?

Marta: Ciao Silvia, da quanto tempo non ci vediamo! Come stai?


Silvia: Bene grazie. Che piacere vederti! Sono appena tornata da
Londra. Sono stata lì tre mesi per studiare inglese.
Marta: E come è andata?
Silvia: È stata un’esperienza molto interessante. Ho migliorato il mio
inglese e ho conosciuto tante persone. A proposito ti presento Beth. Ci
siamo conosciute in Inghilterra. Beth è qui per studiare l’italiano.
Marta: Piacere di conoscerti Beth. Benvenuta in Italia.
Silvia: Domani sera pensiamo di andare al cinema. Vuoi venire anche
tu?
Marta: Mi piacerebbe, ma domani sera c’è la festa di compleanno di
Marco. Perché non venite anche voi?
Silvia: non so, non siamo state invitate.
Marta: Sicuramente a Marco farà piacere rivederti e conoscere la tua
amica.
Silvia: Come devo vestirmi? Non so cosa mettermi. È una festa
elegante?
Marta: No! È una festa tra amici! Io metterò una gonna corta nera con
un pullover rosso e gli stivali alti. Se fa freddo metterò il piumino,
altrimenti la giacca grigia con la sciarpa.
Silvia: Che dici se metto il vestito verde che abbiamo comprato insieme
e le scarpe con il tacco?
Beth: Io non ho portato molti vestiti. Può andare bene un pantalone
nero e la camicia bianca? Ho anche una collana e gli orecchini.
Marta: Sarete bellissime! Allora a domani.

La camera da letto di Luisa


Mi chiamo Luisa e ho 16 anni. Oggi vorrei parlarvi della mia camera. La
mia camera è davvero molto bella e spaziosa. A destra ci sono il mio
letto e un armadio, che è sempre molto pieno dei miei vestiti! Vicino al
letto si trova anche un comò dove tengo i miei libri, che spesso leggo
ogni sera prima di dormire.

Davanti al mio letto si trova la mia televisione e una poltrona su un


tappeto. Spesso mi siedo e guardo la televisione per ore. La mia stanza
ha anche una scrivania dove si trova un computer, che uso quando
devo studiare.

Quando faccio i miei compiti scrivo sul tavolo che si trova al centro
della mia camera. Amo la mia camera perché qui posso studiare e
divertirmi molto ogni giorno!
La famiglia di Giovanni
Ciao! Sono Giovanni e oggi parlo della mia bella famiglia. Io ho tre
fratelli e la mia famiglia è composta da sei persone. Viviamo a Brescia.

Io frequento le scuole medie, mi piace molto studiare a scuola! Le mie


sorelle Laura e Michela frequentano invece le scuole superiori. Mio
fratello Mattia ha 5 anni e frequenta l'asilo.

Mia mamma si chiama Lucia e ha 45 anni; mio papà si chiama Mario e


ne ha 48. Insieme hanno un negozio di alimentari dove si vende pane,
frutta e molte altre cose.

I genitori di mio papà vivono vicini a noi. Vogliono bene a noi e a volte
si occupano di Mattia, il più piccolo di casa. I genitori di mia mamma
invece vivono lontani da noi, a Milano. Mi piace molto andare a trovarli,
così a volte andiamo da loro in auto. La prossima settimana andremo a
trovarli: non vedo l'ora!

La giornata di Carlo
Ciao, mi chiamo Carlo e ho 18 anni. Oggi vorrei parlarvi della mia tipica
giornata. Mi alzo sempre alle 7:00 e faccio una buona colazione con tè
e biscotti.

Dopo aver incontrato il mio amico Marco prendo alle 7:40 l'autobus che
mi porta a scuola.

Mi piace molto la mia scuola perché ho molte materie che riguardano il


mondo dell'informatica! Ogni giorno ho 6 ore di lezione, tranne il sabato
in cui ne ho 5.

Quando torno a casa studio e faccio i compiti, ma mi diverto anche


giocando al computer e suonando la mia chitarra. Ceno alle 19:00 con
la mia famiglia, composta da mia mamma, mio papà e i miei tre fratelli.
Alle 22:30 circa vado a letto a leggere alcuni libri prima di dormire.

La mia famiglia
Buongiorno! Oggi vi presento la mia famiglia. Io sono il padre, mi
chiamo Gennaro Pirlo, ho trentasette anni, e lavoro come scrittore e
giornalista da quando ne avevo venti.

Mia moglie si chiama Antonella Totti, ha trentacinque anni ed è una


splendida attrice di teatro.

La nostra famiglia è composta anche da altre due persone, i nostri figli,


Manuela che ha diciassette anni anni, e Marco che ha quindici anni, e
poi c'è anche Tremendo, il cane che vive con noi da nove anni, ed è
parte della famiglia. Viviamo tutti nella nostra splendida casa con un
grande giardino.

Mio figlio fa il DJ e suona la batteria, mia figlia invece adora dipingere


ed è una pittrice. Frequentano entrambi il liceo Scientifico e hanno
ottimi voti a scuola.

La mia città
Sono nata a Roma e penso che sia la città più bella del mondo. Io vivo
in periferia ma tutti i weekend visito il centro con la mia famiglia.

Il luogo che amo di più è Villa Borghese: potrei trascorrere intere ore a
passeggiare lungo i viali alberati. Per raggiungere il parco, ci fermiamo
sul Colle del Pincio: ammirare la Capitale dall’alto è sempre
emozionante, soprattutto nei giorni di sole.

Mi piace osservare i turisti che si guardano intorno con occhi stupiti e


anch’io mi sento sempre un po’ in vacanza. Di tanto in tanto, mi
concedo un pomeriggio di shopping tra le vie del centro.

A volte resto a osservare le vetrine delle boutique di lusso, mentre altre


volte faccio acquisti nelle profumerie e nei negozi di vestiti. Quando ho
bisogno di rilassarmi, mi regalo una passeggiata ai Fori Romani. Mi
sembra di viaggiare nel tempo e mi sento felice. La nuova dieta
Carlo è felice perché comincia a perdere peso grazie alla nuova dieta
che sta seguendo. “Che cosa mangi a colazione?”, chiese il suo amico
Daniele. “A colazione mangio uno yogurt e dei biscotti, la colazione è il
pasto più importante della giornata!”.

“Bene!” rispose Daniele, “E cosa mangi invece a pranzo?” chiese


Daniele. “Di solito un piatto di pasta al sugo di pomodoro, seguito da
una bistecca” rispose Carlo.

“Molto bene, come fai a non esagerare con il cibo?” chiese Daniele.
“Utilizzo una bilancia da cucina: peso tutto ciò che mangio, in questo
modo so di non mangiare mai troppo!”.

“Svolgi anche un'attività fisica?”, chiese Daniele. “Sì, corro due o tre
volte alla settimana, è importante mantenersi in movimento e bruciare
calorie!” rispose Carlo.

“Non mangi mai fast food come la pizza e le patate fritte?” chiese
Daniele. “Sì, ma solo poche volte: contengono molti grassi e
carboidrati, perciò evito questi cibi”.

“Vorrei anche io stare a dieta: potresti darmi un consiglio importante


per perdere peso?” chiese Daniele a Carlo. “Certamente”, disse Carlo:
“Quando consumi un pasto devi alzarti da tavola con ancora un po' di
fame per il pasto successivo!” disse Carlo.
Napoli
Maria è in vacanza a Napoli, e ammira il golfo del mare, e gli splendidi
monumenti della città. Maria è in giro per Via Roma, arriva a Piazza
Plebiscito, e pensa che è molto bella.

Adesso vorrebbe tornare nella zona centrale, passando per


Spaccanapoli, ma non sa come fare.

Maria chiede indicazioni ad un signore, seduto a bere il caffè e


mangiare una pizza - Mi scusi come posso arrivare in centro, passando
per Spaccanapoli? - chiede Maria, il signore napoletano la guarda e
risponde – Deve tornare indietro e percorrere tutta via Roma, e poi
quando vede un vicolo che spacca la città a metà, quello è
Spaccanapoli -.

Maria a quel punto capisce che Spaccanapoli, si chiama così perché è


una via che taglia tutta Napoli, come se la spaccasse in due.