Sei sulla pagina 1di 2

IL SENTIRE DELL'INIZIATO

Pensiero razionale e pensiero intuitivo

M.M. = Maestro Muratore - A.A. = Apprendista Accettato

A.A.
Maestro, da un po’ sono stato iniziato. Credevo che a seguito di questa iniziazione qualcosa cambiasse in
me, ma io non sento alcun cambiamento.
M.M.
È vero, tu non sei cambiato. È il mondo che è cambiato.
A.A.
Non capisco. Che cosa intendi?
M.M.
Guardati attorno, che cosa vedi?
A.A. [perplesso]
Vedo il Tempio.
M.M.
Poi?
A.A.
Vedo le tre candele, vedo anche gli altri simboli della nostra Tradizione.
M.M.
Che cosa senti?
A.A.
Nulla, qui c’è silenzio, a parte le nostre parole.
M.M.
Sei sicuro?
A.A.
Beh, sì, … sento il rumore di un’auto fuori. Ma questo è il mondo esterno.
M.M.
Hai detto “mondo esterno”.
A.A.
Sì, ma volevo…
M.M.
Hai detto mondo esterno. Lo hai distinto da questo mondo del Tempio, quello dove stiamo parlando.
A.A. [ancora più perplesso]
E allora?
M.M.
Vedi! Il mondo è cambiato. C’è questo nostro mondo e c’è il mondo esterno.
A.A.
È vero.
M.M.
Ora la Realtà assume significati diversi da quelli che per te esistevano prima dell’iniziazione.
A.A.
La mia percezione della realtà coglie cose che prima non coglieva?
M.M.
No. Il mondo esterno, o mondo profano è sempre lo stesso. Per te non è cambiato: se attraversi la strada
senza attenzione rischi di essere investito da un’auto, come prima. L’iniziazione non ti salva dagli autisti
incoscienti.
A.A.
Allora è cambiato questo Tempio, questo nostro mondo.
M.M. [infastidito]
No, no. Questo Tempio esiste da 300 anni come Tempio della nostra Tradizione. Esisteva prima di te e
continuerà ad esistere dopo di te. Tu non cambi una virgola né del Tempio né della Tradizione.
A.A.
Non capisco.
M.M.
Il mondo è cambiato perché ora esiste in una duplicità che prima non esisteva.
A.A.
Ma questa è la mia percezione. “Io” ora vedo in un altro modo la Realtà, non è questa che è cambiata.
M.M.
Stai cadendo nella trappola dello psicologismo. L’intelligenza razionale è la parte intellettiva del tuo corpo
materiale, del tuo io sensibile. La Realtà è ciò che esiste nelle sue forme conosciute e sconosciute. Ora tu stai
scoprendo una piccolissima parte della Realtà sconosciuta agli uomini normali, ai profani.
A.A.
Intendi la parte conosciuta come quella che la mia ragione vede e organizza il mondo esterno, e per parte
sconosciuta quella che è del mondo iniziatico?
M.M.
La Realtà sconosciuta è quella che si può scoprire dopo l’iniziazione, è quella che si manifesta solo agli
iniziati. Ecco come cambia il mondo.
A.A.
Io sto cambiando il mondo, dici? In che modo?
M.M.
Stai dando alla Realtà una dimensione ulteriore, la parte di Realtà sconosciuta che tu andrai creando con le
tue azioni, i tuoi comportamenti, le tue parole, i tuoi pensieri come iniziato. Anche per me, questa Realtà
sconosciuta di cui facevo parte, non è più la stessa dopo la tua iniziazione.
A.A.
La mia iniziazione, dunque, non ha cambiato solo la mia realtà ma anche quella di tutti voi. Ciò che dici
quasi mi spaventa.

……..

Il testo continua nel libro di Francesco Angioni: DIALOGHI MASSONICI (pagine 186) prezzo €18
più spedizione
Per l’acquisto inviare richiesta a
webmasters@cittadelladelleliberemura.eu

con
*NOME COGNOME
*VIA E NUMERO
*CAP
*CITTÀ
*PROVINCIA
Eventuale telefono per contatti (opzionale)