Sei sulla pagina 1di 1

ARTICOLAZIONI

Dispositivi giunzionali che riuniscono le ossa in quel complesso architettonico che è lo scheletro.le
giunzioni che si effettuano tra i capi scheletrici a mezzo di tessuti connettivi interposti a riempire lo
spazio tra le estremità articolari quasi a farle continuare l’una nell’altra prende il nome di sinartrosi
(continuità di materiale e sostanza). Nelle diartrosi le superfici articolari sono ricoperte di
cartilagine ialina. Questo contatto è tenuto insieme da complessi legamentosi non interposti ma
avvolgenti a manicotto le estremità ossee.

SINARTROSI
Nelle sinartrosi(virtualmente immobili) si distinguono:sindeartrosi, sincondrosi e sinfisi.

Sincondrosi:rivestite da cartilagine ialina (ad esempio fra osso sacro e osso coxale)

Sinfisi: rivestite di fibrocartilagine (ad esempio tra i due tubercoli pubici)

Sindeartrosi:connettivo fibroso tra ossa.In caso di ossa piatte:suture.

Suture:Armoniche:margini lisci e regolari (ad esempio tra le ossa nasali)


Dentate:margini dentellati (ad esempio tra osso frontale e osso parietale)
Squamose:tagliati di sbieco a spese del tavolato interno (ad esempio tra osso parietale e
temporale)
Schindelesi:incastrati l’uno nell’altro (ad esempio tra il vomere e le ossa del cranio)
Gonfosi:a cuneo (ad esempio tra denti e mandibola)

DIARTROSI
In questo tipo di articolazioni si devono considerare la forma e la grandezza dei capi articolari,le
superfici articolari e le cartilagini di incrostazione,la capsula articolare, i legamenti di rinforzo,la
cavità articolare e la sinovia.Si distinguono:artroide,enartrosi,condilartrosi ,a sella e ginglimi

Artroide:superfici articolari piatte a contatto di estensione varia (ad esempio tra le varie vertebre)
Enartrosi:a forma di segmento di sfera piena e cava (ad esempio tra testa del femore e osso
coxale)
Condilartrosi:contorni ellissoidali una concava (cavità glenoidea) e una convessa (condilo)
(ad esempio tra fossa mandibolare e condilo della mandibola)
A sella:forma omonima (ad esempio tra osso trapezio e falange)
Ginglimi:le superfici rappresentano un cilindro pieno e uno cavo.
laterale o trocoide:se l’asse del cilindro è parallelo all’asse delle ossa (ad es. tra capitello
del radio e incisura radiale)
angolare o troclea:se l’asse del cilindro è perpendicolare all’asse delle ossa (ad es. tra
incisura semilunare e troclea dell’omero)