Sei sulla pagina 1di 8

IL CAMPO ENERGETICO DEL CUORE È

TOROIDALE:
Il cuore è l’organo più importante del nostro corpo.

E’ la parte più importante per l’evoluzione della nostra Coscienza.

Il cuore ha il suo “cervello” e la sua coscienza.


Molti credono che la consapevolezza cosciente ha origine nel cervello. Recenti ricerche scientifiche suggeriscono
che la coscienza in realtà emerge nel cuore e il cervello e il corpo agiscono insieme dietro le direttive di esso.

Il cuore è molto più di una semplice pompa, come si credeva un tempo, il cuore è oramai riconosciuto dagli
scienziati come un sistema altamente complesso con la propria funzione con il proprio “cervello”.

Una ricerca di una nuova disciplina chiamata “neurocardiology” mostra che il cuore è un organo sensoriale ed un
sofisticato centro per ricevere ed elabora le informazioni. Il sistema nervoso all’interno del cuore (o “cervello
cuore”) consente di imparare, ricordare e prendere decisioni funzionali e indipendenti dalla corteccia cerebrale del
cervello. Inoltre, numerosi esperimenti hanno dimostrato che i segnali che il cuore invia continuamente al cervello
influenza le funzioni dei centri cerebrali superiori coinvolti nella percezione, cognizione, e l’elaborazione
emotiva.

Oltre alla vasta rete di comunicazione neurale che collega il cuore, con il cervello e il corpo, il cuore comunica
anche informazioni al cervello e a tutto il corpo attraverso interazioni con dei campi elettromagnetici. Il cuore
genera il campo più potente e più ampio del corpo attraverso un ritmo bio-magnetico.

Rispetto al campo elettromagnetico prodotto dal cervello, il componente del campo del cuore è circa 60 volte
maggiore in ampiezza, e permea ogni cellula del corpo. Il componente magnetico è di circa 5000 volte più forte
del campo magnetico del cervello e può essere rilevato diversi metri di distanza dal corpo con magnetometri
sensibili.

Il cuore genera una serie continua di impulsi elettromagnetici in cui l’intervallo di tempo tra ogni battito varia in
modo dinamico e complesso. E’ stato dimostrato che il cuore è sempre presente come campo ritmico ed ha una
forte influenza sui processi in tutto il corpo, dimostrato ad esempio, che i ritmi del cervello naturalmente
sincronizzati all’attività ritmica del cuore durante i sentimenti duraturi di amore o apprezzamento, migliora la
pressione sanguigna e il ritmo respiratorio.

Il campo del cuore agisce come un’onda portante di informazioni che fornisce un segnale di sincronizzazione
globale per tutto il corpo. Come un pulsante che attiva delle onde di energia che si irradiano dal cuore, esse
interagiscono con organi e le altre strutture. Le onde aiutano a codificare o registrare le caratteristiche e l’attività
dinamica di queste strutture nei modelli di forme d’onda di energia che sono distribuiti in tutto il corpo. In questo
modo, le informazioni codificate agiscono in-formando (letteralmente, dare forma) l’attività di tutte le funzioni
corporee, per coordinare e sincronizzare i processi nel corpo nel suo complesso. Questa prospettiva richiede un
concetto energetico di informazioni, in cui i modelli di organizzazione sono avvolti in onde di energia di attività
del sistema distribuito in tutto il sistema nel suo complesso.

La ricerca di base presso l’Istituto di Heart Math dimostra che le informazioni riguardanti lo stato emotivo di una
persona viene anche trasmessa in tutto il corpo attraverso il campo elettromagnetico del cuore. I modelli ritmici
dei battiti del cuore cambiano in modo significativo, quando sperimentiamo emozioni diverse. Le emozioni
negative, come la rabbia o la frustrazione, sono associate ad un irregolare e disordinato modello incoerente nei
ritmi del cuore. Al contrario, i sentimenti come l’amore e l’apprezzamento, sono associati con una superficie liscia
e ordinata, creando un modello coerente di attività ritmica del cuore.

A loro volta, tali cambiamenti nella struttura del battito del cuore crea corrispondenti variazioni nella struttura del
campo elettromagnetico irradiato dal cuore, misurabile con una tecnica chiamata analisi spettrale, GDV.
In particolare, è stato dimostrato che i sentimenti sembrano dar luogo ad una modalità di funzionamento diversa,
che noi chiamiamo coerenza psicofisiologica. Durante questa modalità, il ritmo cardiaco mostrano un onda
sinusoidale come il modello e campo elettromagnetico del cuore diventando di conseguenza più organizzato.

A livello fisiologico, questa modalità è caratterizzata da una maggiore efficienza e armonia per l’attività e le
interazioni dei sistemi del corpo.
Psicologicamente, questa modalità è collegata con una notevole riduzione interna dialogo mentale, la percezione
di stress ridotti, maggiore equilibrio emotivo, e una maggiore chiarezza mentale, il discernimento intuitivo e
maggiori prestazioni cognitive.

In sintesi, la ricerca suggerisce che la coerenza psicofisiologica è importante nel rafforzamento della coscienza, sia
per la consapevolezza sensoriale del corpo delle informazioni richieste per eseguire e coordinare le funzioni
fisiologiche, ma anche per ottimizzare la stabilità emotiva, la funzione mentale, e l’azione intenzionale. Inoltre
può aumentare la consapevolezza e la sensibilità verso gli altri intorno a noi.

Fonte: rossellafalappa.it

Ecco cosa succede al tuo corpo se hai carenza di vitamina D


23 febbraio 2017 BenessereDr. Bruno Maria CameraniLeave a comment

La carenza di vitamina D è più comune di quanto si possa credere. Così comune che una rivista americana, “The
American Journal Of Clinical Nutrition”, ha descritto questo problema di scala mondiale come una vera e propria
pandemia.
Una ricerca effettuata nel Regno Unito ha dimostrato che più della metà dei suoi abitanti soffre di carenza di
vitamina D, mentre durante l’inverno e la primavera 1 persona ogni 6 ha una deficienza grave di questa
vitamina. Read more…
Il campo elettromagnetico del cuore
3 ottobre 2016 BenessereDr. Bruno Maria CameraniLeave a comment

Il Cuore umano (ed animale) genera il piu’ ampio Campo ElettroMagnetico del corpo .Quando viene concepito un
bambino, il cuore umano inizia a battere prima che il cervello si sia formato e cio’ sembra un «paradosso», ma non
e’ cosi perche’ il cuore ha un piccolo e proprio cervello formato da circa 40.000 cellule nervose, e da esso viene
emanato il piu’ ampio CEM (Campo ElettroMagnetico) del corpo. Read more…
LA CORRENTE DEI SENTIMENTI DAL CUORE
1 ottobre 2016 Benessere, PsicologiaDr. Bruno Maria CameraniLeave a comment

Non siamo abituati a pensare alla personalità in termini di Energia: ma le due cose non possono essere
disgiunte.La quantità di energia che un individuo impiega e il modo in cui la impiega determina necessariamente
la sua personalità e si riflette in essa.
Alexander Lowen
LA CORRENTE DEI SENTIMENTI DAL CUORE
“Non siamo abituati a pensare alla personalità in termini di Energia: ma le due cose non possono essere
disgiunte.La quantità di energia che un individuo impiega e il modo in cui la impiega determina necessariamente
la sua personalità e si riflette in essa.”Alexander Lowen

Se lascerai che il tuo cuore liberi energia per il tuo corpo, la tua vita si riempirà di positività:

• I tuoi Piedi e le tue Gambe ti renderanno Sicuro ed Equilibrato.

• Il tuo Sesso parlerà la lingua dell’Estasi.

• Dal tuo Ventre si esprimerà il Piacere.

• Il tuo Cuore dimorerà nella casa dell’Amore e della Speranza.

• Le tue Spalle e il tuo Collo ti permetteranno di Aprirti, Protenderti, Affermarti.


• I tuoi Occhi e la tua Testa ti porteranno alla Spiritualità.

Sensazioni, Sentimenti ed Emozioni sono la percezione di movimenti che avvengono all’interno di un corpo
relativamente fluido. Quando qualcosa va ad inficiare il fluire libero dell’energia del corpo, il blocco si rifletterà
nella psiche e nel comportamento.

• Occhi tesi ti faranno entrare nei dubbi e nel senso di colpa e i tuoi giudici interni avranno la meglio su di te.

• Se bloccherai il tuo Collo, con la Testa e la parte alta delle Spalle, i tuoi pensieri diverranno negativi e facilmente
avvertirai ostilità e tratterrai i tuoi movimenti spontanei.

• Se è il tuo Torace a bloccarsi, contenitore del tuo Cuore, sarai ipersensibile, tendente all’odio o alla disperazione.

• Bloccando il tuo Ventre resterai bloccato nel dolore e nel pianto.

• Se bloccherai i tuoi Genitali ti perderai nella perversione.

• Bloccando le articolazioni dei tuoi Piedi e delle tue Gambe ti sentirai senza Radici ed instabile.

Orgasmi Appaganti Scaccia Nevrosi


6 settembre 2016 BenessereDr. Bruno Maria CameraniLeave a comment

mente cuore genitali


L’attività durante la quale risulta evidente un funzionamento dissociato tra la mente, il cuore e i genitali è quella
sessuale.
Per avere rapporti sessuali soddisfacenti bisogna lavorare sull’integrazione di queste tre parti del corpo.
Un buon esercizio, da farsi quotidianamente, è Read more…
Orologio circadiano : perché ho dolori e problemi sempre alla
stessa ora?
17 aprile 2016 BenessereDr. Bruno Maria CameraniLeave a comment

Avete mai cambiamenti di energia e umore nelle diverse ore del giorno? Potreste dormire di più ma vi alzate
sempre alla stessa ora? L’orologio biologico degli organi ci può dare una risposta. I disturbi (non solo fisici, ma
anche emozioni e pensieri) che si manifestano in particolari ore della giornata rimandano a determinati
organi. Anche le terapie possono essere più efficaci in certi momenti, e potremmo perfino adeguare i nostri orari
di lavoro all’orologio degli organi.

Ecco quindi a quali organi sono riconducibili i disturbi che compaiono in determinate ore del giorno, quali sono
gli orari in cui le cure risultano più efficaci e quali sono i momenti migliori per le fasi di lavoro o di riposo.

Nel corso del XXI secolo l’uomo si è allontanato sempre più dal suo naturale ritmo di vita. Spesso la nostra
pianificazione quotidiana non viene più stabilita dalla naturale alternanza di giorno e notte, ma è strutturata da
una serie di obblighi e di compiti impellenti ai quali lo svolgimento della giornata è costretto ad adeguarsi. Per
questo molte persone si sentono sotto pressione, hanno i nervi a fior di pelle e sono esaurite, dopodiché sviluppano
i tipici sintomi da stress. Prima o poi la maggior parte di noi finisce per soffrire di disturbi ricorrenti del sonno,
di emicrania, di problemi gastrointestinali o di perdita di energia, fino a provare sbalzi di umore di tipo depressivo.

La Medicina Tradizionale Cinese(MTC) ritiene che per ogni organo del corpo ci siano determinate ore del giorno
in cui avviene un picco massimo nella sua funzionalità. L’ora di punta di un organo è quella in cui il Qi – l’energia
vitale – fluisce maggiormente attraverso il meridiano legato a quel particolare organo.

In medicina cinese a seconda che un disturbo compaia spesso (o sempre) nel momento in cui l’energia è massima
in un determinato organo fornisce indicazioni molto utili per capire come ripulire quell’organo e quale emozione
lo sta bloccando.
Ecco allora lo schema degli organi in relazione alla loro specifica fascia oraria ( si fa riferimento all’ora solare ).
Per approfondire sulla mappa tra orari-organi-disturbi-terapia vedi il libro L’Orologio degli Organi.

3:00-5:00 POLMONE
Il primo ad attivarsi è il Polmone, responsabile di muovere il Qi attraverso tutto il corpo e anche di dirigere il
sangue e quindi l’ossigeno nei vari organi. Questo è il momento migliore per ricaricare i polmoni se si desidera
avere sufficiente fiato per parlare e abbastanza energia per affrontare la giornata.
I polmoni governano la voce, il sistema respiratorio, il sudore, la salute della pelle e la salute del sistema
immunitario; ricaricare i polmoni con il sonno è particolarmente importante se avete problemi con una qualsiasi di
queste aree. Se vi svegliate o siete ancora svegli in queste ore senza alcun motivo apparente, è spesso colpa
dell’angoscia, l’emozione principale legata al polmone. Allo stesso modo, se siete già svegli e sentite dei
cambiamenti improvvisi di energia o di benessere, potrebbe esserci un sentimento correlato al dolore e al distacco.
Sentirsi sereni indica la mancanza di problemi di questo tipo e che si ha polmoni forti e una voce forte.

5:00-7:00 INTESTINO CRASSO


Questo orario è il migliore secondo i cinesi per svuotare l’intestino perché è massima la forza in quest’organo e
dunque migliore la capacità di espellere dal nostro organismo le scorie. Ottimo in questa fase bere acqua tiepida.
L’ansia è l’emozione che danneggia questo organo.

7:00-9:00 STOMACO
A quest’ora la funzione digestiva è ottimale e quindi bisognerebbe fare una bella e ricca colazione. Se non si fa
una colazione nutriente gli altri organi successivi non riceveranno energia e quindi ci sentiremo stanchi per tutta la
giornata. Questo concorda con la medicina naturale che afferma che fare una ricca colazione attiva il
metabolismo. Allo stomaco è legata l’emozione di preoccupazione. Qualsiasi cambiamento significativo sia fisico
che emotivo di cui siate coscienti, in questo periodo della giornata può influenzare l’umore e la funzione
digestiva.

9:00-11:00 MILZA
La milza, secondo i cinesi, è un organo molto importante perché in grado di trasformare il cibo in energia utile a
tutti gli organi. Se non si è fatta una buona colazione quindi la milza non è in grado di fare bene il suo lavoro e si
possono avere cali di energia. Ma siete ancora in tempo: anche questa fascia oraria è indicata per la colazione.
Il rimuginare, il preoccuparsi, avere un’eccessiva attività intellettuale danneggia la milza. Questo può portare a un
deficit di Qi di milza, causando a sua volta preoccupazione e conseguente affaticamento, letargia, e incapacità di
concentrarsi.

11:00-13:00 CUORE
Questa fascia oraria interessa il cuore e bisognerebbe evitare al fisico ogni tipo di stress. E’ il momento ideale
dunque per pranzare e poi rilassarsi un attimo. Non bisognerebbe dedicarsi ad esercizi fisici intensi e stare troppo
al caldo. Le emozioni legate al cuore sono la gioia, l’entusiasmo e la quiete. Ciò significa che il cuore è più forte
in presenza di queste emozioni, ed è ostacolata da quelle opposte (anche il troppo entusiasmo danneggia il cuore
perché disperde l’energia). Qualsiasi problema fisico a quest’ora, come dolore o sofferenza, o cali di energia,
possono essere collegati con dei blocchi energetici del cuore.

13:00-15:00 INTESTINO TENUE


Questa è una fase importante perché si sta assimilando il pranzo e per ottenere la massima energia da ciò che si è
mangiato bisognerebbe evitare lavori pesanti o mentalmente stressanti. Nella prima parte della fascia oraria è
ancora un buon momento per mangiare. L’intestino tenue è associato al cuore e quindi la sua emozione è la gioia.

15:00 – 17:00 VESCICA


L’orario migliore per fare le cose più importanti e impegnative della giornata, come studiare e dare il massimo sul
lavoro. Naturalmente se ci si è nutriti e idratati bene nel resto della giornata. La vescica è legata alla paura.
Segnali fisici e sintomi in questo momento della giornata potrebbero riguardare questa emozione.

17:00-19:00 RENE
Il rene è un organo chiave in medicina tradizionale cinese: è considerato la radice della vita, è la nostra fonte di
energia . E’ proprio questo il momento in cui si possono avvertire cali energetici, in questo caso mangiare
qualcosa di salato (non troppo) può stimolare il rene nelle sue funzioni. Il rene è l’organo del corpo più fortemente
legato alla paura. Non solo le manifestazioni fisiche in queste ore possono essere correlate alla paura, ma è meglio
evitare cose come i film horror in questo momento perché possono indebolire il rene.
Il rene è anche strettamente collegato con la forza di volontà, la sicurezza, il senso di distacco e di isolamento.
Quindi, eventuali sintomi che si manifestano in queste ore potrebbero avere a che fare con queste emozioni.
(NOTA: il sistema Rene cinese include anche il sistema immunitario, endocrino ed ormonale, e le ghiandole quali
la tiroide, la paratiroide e le surrenali)

19:00-21:00 PERICARDIO
Il pericardio è strettamente connesso al cuore (anatomicamente è la membrana sierosa che lo protegge), questo è
un momento ideale per fare qualche pratica che aiuti a rilassare e conciliare il sonno come la meditazione, una
leggera attività fisica, leggere, ecc. ma anche dedicarsi alla convivialità e alla famiglia. La sera bisognerebbe
mangiare poco. Poiché il pericardio è strettamente legato al cuore anche ad esso è associata l’emozione
della gioia. Sintomi e malesseri che si manifestano in queste ore possono pertanto riflettere il vostro stato emotivo.

21:00-23:00 TRIPLICE RISCALDATORE


Il Triplice riscaldatore è un meridiano di Medicina cinese che è in stretto rapporto con molti organi e visceri del
corpo, che agiscono sotto la sua protezione e direzione. Durante questo orario dovremmo addormentarci (prima in
inverno, un po’ più tardi in estate). Anche questo organo è legato alla gioia.

23:00-1:00 CISTIFELLEA
La cistifellea è strettamente correlata al fegato. La cistifellea è legata al coraggio e all’utilizzo saggio della
capacità di giudizio. Segni e sintomi che si presentano in queste ore possono riguardare problemi nel prendere
decisioni(che possono sfociare in decisioni avventate o indecisione) e timidezza.

1:00 -3:00 FEGATO


Il fegato è importante nella disintossicazione dalle tossine del corpo e, secondo la MTC, disintossica anche le
nostre emozioni. L’emozione più fortemente legata al fegato è larabbia, così come frustrazione, amarezza e
risentimento. Dormire in queste ore è l’ideale per concentrate la massima energia nella funzione di
disintossicazione. Questo spiega perché andare a dormire prima di quest’ora rende sani il corpo e la mente.
E’ interessante notare che, se vi svegliate spesso in queste ore, oppure non vi siete ancora addormentati, e sentite
un cambiamento di stato, esso può essere causato dalla rabbia o dalla frustrazione latenti che stanno mettendo
sotto pressione il fegato mentre cerca di disintossicarsi da esse.

La medicina cinese ha origini antichissime ed è una delle più efficaci e non invasive a cui rivolgersi. La medicina
occidentale ha riconosciuto l’agopuntura e orala scienza ha finalmente convalidato l’esistenza dei meridiani
energetici. Ritorniamo ad ascoltare il nostro corpo, i suoi bisogni, i suoi messaggi, invece di affidare la
responsabilità della nostra salute a qualcun’altro. Scopriremo il potere dell’autoguarigione di ogni essere umano.

Older posts
La colonna vertebrale presenta delle curvature fisiologiche a livello cervicale, dorsale e lombare aventi lo scopo di
sostenere e ammortizzare il carico della testa e del torace, degli eventuali sovraccarichi esterni e da quelli
provenienti dall’impatto dei piedi col suolo. La colonna vertebrale protegge anche il midollo spinale che si
estende dalla base del cervello fino alle vertebre lombari (canale midollare) e dal quale si diramano i fasci nervosi
che raggiungono gli organi e le varie regioni del corpo.
Ogni vertebra è collegata con l’altra grazie al disco intervertebrale, morbido all’interno e duro all’esterno. Il disco
costituisce con le vertebre a cui è collegato una vera e propria articolazione, agendo anche come cuscinetto
ammortizzatore.
Le vertebre cervicali sono in tutto sette. Presentano una curvatura verso avanti (lordosi) e hanno come
caratteristica principale una notevole mobilità in tutti i sensi (flessione in tutti i sensi e rotazione). Sono quelle che
subiscono maggiormente i carichi statici e dinamici del capo.
Le vertebre dorsali (o toraciche) sono dodici e si articolano con le costole del torace. Presentano una curvatura
verso dietro (cifosi) e consentono, in maniera meno accentuata a causa della inserzione delle costole, gli stessi
movimenti delle vertebre cervicali.
Le vertebre lombari sono cinque e si collegano con il bacino. Presentano una curvatura verso avanti (lordosi) e
consentono principalmente movimenti di flessione e di estensione. Sono quelle che sopportano tutto il carico
statico e dinamico della parte superiore del corpo (torace, arti e capo).
Le vertebre sacrali sono cinque, fuse in un unico osso chiamato sacro, uniscono superiormente il bacino.
Terminano con le quattro vertebre coccigee.
I muscoli ed i legamenti tengono unite le vertebre e permettono alla colonna di mantenere costantemente la
posizione eretta.
Malgrado una vertebra sia strutturata in modo tale da sopportare pressioni anche dell’ordine di 1000 kg, una
percentuale altissima di persone accusa periodicamente stati dolorosi localizzati nelle regioni posteriori del busto.
In assenza di situazioni patologiche stabilizzate (deformità congenite, anomalie strutturali, infiammazioni
degenerative, intolleranze alimentari, ecc.) il DOLORE CERVICALE, DORSALE E LOMBARE è causato
principalmente da:
– posture errate protratte per lungo tempo (attività professionale, guida auto, televisione, lettura, ecc.). L’eccesso
di peso corporeo può contribuire all’insorgenza del dolore in quanto alla postura errata alterata unisce un carico
ulteriore sulle vertebre e sulle articolazioni;
– rigidità o scarso tono della muscolatura inserita sulla colonna vertebrale. La prima può essere dovuta anche allo
stress psichico che fa assumere atteggiamenti contratti a varie regioni del corpo. La seconda dipende
essenzialmente dal sedentarismo e, quindi, dalla perdita di forza muscolare.
-tensioni a carico delle strutture viscerali. A causa delle relazioni tra organi e sistemi all’interno del corpo
osserviamo a volte vere e proprie lesioni a catena. Queste catene possono essere costituite da ogni combinazione
di legami tra organi,muscoli,fascia e ossa.
Posture e sollecitazioni sulla colonna vertebrale
Il tratto della colonna vertebrale cervicale e dorsale, può essere sollecitato dall’attività normalmente svolta,
particolarmente da alcune posizioni assunte per un tempo prolungato . Viene esercitata una trazione sulle radici
spinali e sui rivestimenti nervosi (in posizione di flessione) e una possibile compressione dell’arteria vertebrale (in
posizione di estensione). Subisce anche la trazione esercitata dal peso degli arti superiori sull’area che congiunge
la regione cervicale con quella toracica.
Le posizioni fisse dovrebbero essere fisiologicamente corrette e interrotte di frequente, almeno ogni ora,
assumendo posizioni di rilassamento del tratto cervicale e dorsale ed eseguendo possibilmente semplici esercizi di
mobilità articolare e allungamento muscolare.
Il tratto lombare è solitamente il più sollecitato in quanto quasi tutto il peso del busto grava su di esso.
Nei casi in cui la CURVA è MOLTO ACCENTUATA RISPETTO A QUELLA FISIOLOGICA il carico può
presentarsi non distribuito uniformemente su tutto il disco intervertebrale, ma gravare “di punta” sul bordo
posteriore. Col tempo, sia a causa di questa situazione fisiologica, sia dell’invecchiamento delle cartilagini,
possono instaurarsi delle situazioni meccaniche che comprimono i fasci nervosi e, quindi, provocano l’insorgenza
del dolore. In questa situazione si può avvertire dolore anche soltanto estendendo la schiena all’indietro. La
posizione seduta, invece, grazie al raddrizzamento della colonna lombare, attenua il dolore.
Nella stazione eretta tenuta per lungo tempo è consigliabile usare un piccolo rialzo di 20-30 cm. posto sotto un
piede , alternando periodicamente la posizione con l’altro. Questo permette di attenuare la lordosi lombare e
scaricare il peso del corpo sui dischi vertebrali in maniera più uniforme.
Le donne dovrebbero evitare calzature con tacchi superiori ai 3 cm. Infatti i tacchi alti spostano in avanti il
baricentro del corpo obbligando ad una compensazione che comporta un inarcamento della colonna lombare.
Durante il riposo a letto va evitata la posizione prona (a pancia in sotto).
Se la CURVA RISULTA MENO ACCENTUATA RISPETTO A QUELLA FISIOLOGICA ci troviamo di fronte ad
una situazione di indebolimento dei muscoli lombari ed il dolore compare soprattutto in posizione di flessione del
busto in avanti e nella posizione seduta.
In questo caso gli esercizi di ginnastica devono tendere al rafforzamento della muscolatura posteriore dell’addome
e dei muscoli della coscia che tendono a portare il bacino in antiversione (flessori della coscia).
Nella postura tenuta per lungo tempo è consigliabile assumere la posizione seduta, su sedia rigida munita di
apposito supporto lombare ed effettuare attività di moto in ogni occasione della giornata.
Durante il riposo a letto la posizione migliore è quella di fianco, con le gambe leggermente flesse.

Il sollevamento e lo spostamento di carichi


Il sollevamento da terra di un peso deve adottare alcuni aspetti delle tecniche proprie della disciplina del
sollevamento pesi, ovvero la massima possibilità di estrinsecare forza con il minimo carico sulla colonna
vertebrale. Pertanto vanno evitate posizioni che vedono il busto inclinato o inarcato e gli arti inferiori distesi, pena
un carico lombare notevole .
Per effettuare un corretto sollevamento ci si deve avvicinare al peso quanto più possibile, piegare le gambe e,
mantenendo il busto esteso e quanto più perpendicolare al terreno, afferrare il peso e, tenendolo aderente al corpo,
portarlo in alto utilizzando la forza degli arti inferiori che si estendono . Durante tutto il movimento i piedi devono
rimanere ben poggiati a terra, evitando movimenti di torsione del busto. Se l’oggetto è pesante non andrebbe
portato oltre l’altezza del bacino.
Nello spostamento di un oggetto di grandi dimensioni (es.: frigorifero, lavatrice, mobili, ecc.), anziché spingere
posti di fronte, si dovrebbe spingere posti con la parte posteriore del busto in appoggio totale (dorso e lombi)
sull’oggetto, utilizzando la sola forza di estensione degli arti inferiori.
Anche nel trasporto di bagagli è preferibile portare simmetricamente due valigie o borse, una a destra e una a
sinistra, in modo che il carico risulti distribuito uniformemente. Trasportare un bagaglio con una sola mano
sollecita fortemente la muscolatura paravertebrale del lato opposto e la curva vertebrale di compenso crea dei
carichi ulteriori sulle vertebre.
Il riposo notturno
Un altro elemento importante, al quale abbiamo brevemente accennato in precedenza, è il riposo notturno.
Sia la rete che il materasso e il cuscino devono essere tali da permettere alla colonna vertebrale di mantenere le
sue curve fisiologiche.
La rete deve essere sufficientemente rigida e nel contempo flessibile.
Il materasso non deve essere ne troppo duro ne troppo morbido e armonizzarsi in un tutt’uno con la rete. I
materassi più sani risultano sempre quelli tradizionali fatti con lana, crine o cotone. Anche il lattice di gomma si
adatta molto bene alle forme del corpo.
Il cuscino può avere la stessa composizione del materasso. Deve avere una consistenza adeguata e rispettare le
caratteristiche antropometriche di chi lo usa, specialmente la larghezza delle spalle (per chi dorme di fianco) e la
forma e le dimensioni della testa e del collo (per chi dorme supino). Un cuscino troppo alto o anche troppo basso,
per chi dorme in decubito laterale, può essere facilmente causa di dolori alle vertebre cervicali e alla testa.
Quando si sale o si scende dal letto evitare movimenti di torsione tra busto e arti inferiori. Adagiarsi di fianco e
muovere il corpo mantenendolo sempre allineato sullo stesso piano.
Viaggiare in automobile
La posizione seduta, specialmente in auto, costringe la colonna vertebrale ad assumere una conformazione diversa
da quella fisiologicamente corretta.
Pertanto la conformazione del sedile dell’automobile ha una rilevanza particolare, specialmente per chi passa
molto tempo alla guida, nel favorire o meno l’insorgenza di dolori specialmente lombari. Insieme al sedile
contribuiscono il tipo di strada percorsa e l’efficienza delle sospensioni. Inoltre, può influire anche la posizione
degli strumenti più usati come il cambio, che può costringere a movimenti di flessione e torsione continua del
busto.
Lo schienale dovrebbe essere posizionato in maniera tale che il busto risulti leggermente oltre la verticale ed avere
una conformazione avvolgente nella parte alta in modo da impedire gli spostamenti in curva.
Il sedile dovrebbe essere sufficientemente alto e duro ed avere una inclinazione, rispetto al piano orizzontale, di
circa 15°. Come prevenzione può risultare molto utile un supporto lombare di circa 5 cm, che mantiene la
curvatura fisiologica del tratto lombare come nella posizione eretta, diminuendo il carico vertebrale.
Anche l’entrata e l’uscita dalla vettura rivestono particolare importanza. Il busto e gli arti inferiori dovrebbero
muoversi sempre sullo stesso piano, evitando movimenti rapidi di torsione.
Lo stesso va fatto nel riporre o prendere oggetti posti nel sedile posteriore.
Quindi la postura, il tipo di movimenti e lo stato della muscolatura sono di importanza fondamentale nel prevenire
contratture muscolari e dolori muscolari e articolari di varia natura.
www.cameraniosteopatia.com