Sei sulla pagina 1di 1

Università degli Studi della Calabria – Facoltà di Ingegneria

Dipartimento di Ingegneria Chimica e dei Materiali


Compito di CHIMICA del 23-06-2009 (D.M. 270) Archivio

Quesito 1. E(Ag+/Ag) > E(Zn2+/Zn), pertanto l’elettrodo di Ag è il catodo della pila mentre quello di Zn è
Bilanciare la seguente reazione di ossido-riduzione in ambiente acido, con il l’anodo. Le due semireazioni sono:
Rid Ag+ + e– DAg *2
metodo delle semireazioni: Ox ZnD Zn2+ + 2e– *1
P4 + I2 + H2O → H3PO4 + HI. 2Ag + Zn D 2Ag + Zn
+ 2+
Soluzione Quindi: fem = DE = 0.758 V – (–0.820) V = 1,578 V.
Riduz.: I 2 + 2 e– → 2 I – x10
Ossid.: P4 + 16 H2O → 4 PO43– + 20 e– + 32 H+ x1 Quesito 7.
10 I 2 + 20 e– + P4 + 16 H2O → 20 I– + 4 PO43– + 20 e– + 32 H+ Esiste o no una sostanza con formula bruta CaCl2? Motivare brevemente la
da cui semplificando e completando: risposta.
10 I2 + P4 + 16 H2O → 20 HI + 4 H3PO4. R.: Calcio e cloro hanno una forte differenza di elettronegatività, pertanto formano una
sostanza ionica. Un atomo di Ca ha numero atomico Z = 20 (configurazione elettronica esterna
Quesito 2. 4s2), per cui ha una forte tendenza a perdere due elettroni per diventare Ca2+, isoelettronico con
Un composto contenente potassio, cromo ed ossigeno, ha dato i seguenti Ar con tutti gli orbitali pieni; il Cl ha Z = 17 (configurazione elettronica esterna 3s2 3p5), per
risultati all’analisi elementare: K 26.34%; Cr 35.79%; O 37.87 %. Determinare cui ha una forte tendenza ad acquistare un elettrone per diventare Cl–, isoelettronico con Ar con
la formula minima del composto. tutti gli orbitali pieni. Dal momento che il catione ha carica +2 e l’anione ha carica -1, la
sostanza formata da Ca e Cl ha formula bruta CaCl2, ed è un cristallo di tipo ionico. Quindi, la
Soluzione
sostanza CaCl2 esiste.
E’ opportuno scegliere come campione 100 g di sostanza, e indicare in una tabella la
massa di ogni elemento presente nel campione. Se ne calcolerà il numero di moli e poi, Quesito 8.
dividendo il numero di moli di ciascun atomo per il valore più piccolo, si determinerà il Quanti protoni, elettroni e neutroni sono contenuti nello ione 208
Pb2+. Motivare
rapporto numerico tra gli atomi presenti nella sostanza, e quindi la formula minima
brevemente la risposta.
Atomo K Cr O
R.: Lo ione in questione ha numero atomico pari a 82, il che vuol dire che nel suo nucleo sono
Massa (g in 100 g di sostanza) 26.34 35.79 37.87 contenuti 82 protoni. Intorno al nucleo, vista la carica dello ione, si trovano 80 elettroni. Poiché
Massa atomica (g mol-1) 39.10 52.00 16.00 il numero di massa = 208 è dato dalla somma di protoni più neutroni, il numero di neutroni è
n/moli 0.6737 0.6883 2.367 dato da: numero di massa – numero atomico = 208 – 82 = 126 neutroni.
n/nmin 1 1.022 3.513
nmin x 2 2 2.044 7.034 Quesito 9.
Quindi la formula minima del composto in esame è K 2Cr2O7. Scrivere la configurazione elettronica completa dello ione La3+. Motivare
sinteticamente la risposta.
Quesito 3. R.: Il lantanio ha numero atomico 57, per cui nel suo nucleo sono contenuti 57 protoni. Nello
In un recipiente del volume di 1.58 L si introducono 2.59 g di N2, 0.71 g di H2 ione La3+ vi è un eccesso di tre cariche positive, per cui gli elettroni contenuti in tale ione sono
e 1.95 g di O2. Calcolare la pressione totale esercitata dalla miscela alla 54. Quindi, la configurazione elettronica dello ione La3+ è: 1s2 2s2 2p6 3s2 3p6 4s2 3d10 4p6 5s2
4d10 5p6.
temperatura di 35°C.
Soluzione: Quesito 10.
n (N2) = m / PM = 2.59 g / 28.01 g mol-1 = 0.0925 mol Determinare se i seguenti processi sono esotermici o endotermici, motivando
n (H2) = m / PM = 0.71 g / 2.02 g mol -1 = 0.35(2) mol
n (O2) = m / PM = 1.95 g / 32.00 g mol-1 = 0.0609 mol
brevemente la risposta.
n (N2) + n (H2) n (O2) = 0,50(54) mol 1) scioglimento del solido KBr in acqua: la soluzione si raffredda;
PTOT = n R T / V = (0,50(54) mol × 0.08206 atm L mol -1 K-1 × 308 K) / 1.58 L = 8.09 atm 2) scioglimento del H2SO4 concentrato in acqua: la soluzione si riscalda.
R.: Poiché durante il processo di scioglimento del solido KBr la soluzione si raffredda, il
Quesito 4. sistema sta assorbendo calore, per cui il processo è endotermico. Viceversa nel caso della
diluizione dell’H2SO4, processo esotermico che genera calore e quindi un aumento di
Una soluzione è preparata sciogliendo 10.00 g di glucosio (C6H12O6) in acqua
temperatura della soluzione.
in modo da ottenere un volume di 0.500 L di soluzione. Calcolare la pressione
osmotica della soluzione a 35°C. Quesito 11.
Soluzione: Spiegare brevemente la differenza tra la fusione un solido cristallino e la fusione di
Il glucosio è un soluto non elettrolita, per cui sciogliendosi in acqua non si dissocia. un solido amorfo.
Quindi la pressione osmotica: R.: I solidi cristallini hanno un definito punto di fusione. Invece i solidi amorfi non hanno un
Π = [C6H12O6] R T punto di fusione netto, ma fondono di solito in un ampio intervallo di temperatura.
-1 –1
n(C6H12O6) = m / PM = 10.00 g / 180.16 g mol = 5.550(7)∙10 mol;
[C6H12O6] = n(C6H12O6) / V = 5.550(7)∙10–1 mol / 0.500 L = 0.111 mol L–1 Quesito 12.
– – –
Π = 0.111 mol L 1 × 0.0821 atm L mol 1 K 1 × 308 K = 2.81 atm .
Spiegare brevemente quando un reagente è limitante in una reazione chimica.
R.: Se i reagenti che prendono parte ad una reazione chimica quantitativa sono presenti in
quantità non stechiometriche, allora la reazione procederà fino ad esaurimento del reagente
Quesito 5. presente in difetto, indicato appunto come reagente limitante.
Una quantità incognita di composto gassoso A viene posta in un contenitore di
1.00 L, nel quale si trasforma nei composti gassosi B e C secondo la seguente Quesito 13.
reazione di equilibrio: Spiegare brevemente quale delle seguenti sostanze è più adatta a solubilizzare un
ADB+C precipitato di BaCO3 in soluzione acquosa: i) HCl; ii) BaCl2; iii) Na2CO3.
la cui Kc = 0.300 mol L-1. Sapendo che all’equilibrio sono presenti 0.340 mol R.: La sostanza più adatta a solubilizzare il precipitato di BaCO3 in soluzione acquosa è l’acido
cloridrico HCl. Infatti, gli ioni H+ liberati dall’acido si combinano con gli ioni CO32- secondo le
di B e 0.340 mol di C, calcolare la concentrazione di A all’inizio della reazione
seguenti reazioni:
e al raggiungimento dell’equilibrio. H+(aq) + CO32-(aq) D HCO3-(aq)
Soluzione: H+(aq) + HCO3-(aq) D H2CO3(aq)
[B]eq = [C]eq = 0.340 mol L-1 H2CO3(aq)D CO2 (q) ↑ + H2O
per cui l’equilibrio di solubilità BaCO3(s) D Ba2+(aq) + CO32-(aq) risulta spostato a destra. Inoltre
A B C le sostanze BaCl2 e Na2CO3 hanno ciascuna uno ione a comune col BaCO3, per cui la loro
nin/V, moli L-1 x + 0.340 0 0 presenza ne diminuisce la solubilità (effetto ione a comune).
neq/V, moli L-1 x 0.34 0.34
Quesito 14.
quindi Kc = [B] × [C] / [A] = (0.340)2 / x = 0.300 mol L-1 Una soluzione acquosa in cui è disciolta una certa quantità di KCl ha un pH acido,
da cui: x = 0.385 mol L-1 = [A]eq basico o neutro? Giustificare brevemente la risposta.
Quindi, [A]in = 0.385 mol L.1 + 0.340 mol L.1 = 0.725 mol L-1. R.: KCl(s) → K+ + Cl-. K+ ed Cl- sono acido e base coniugata di elettroliti molto forti (KOH e
HCl), pertanto sono troppo deboli per reagire con l’acqua, e la soluzione è neutra.
Quesito 6.
Calcolare la f.e.m. della seguente pila: Quesito 15.
Ag| Ag+ (0.200 M) || Zn2+ (0.010 M) | Zn Una soluzione di AgNO3 può essere conservata in un contenitore di Al? Motivare
sapendo che: E°Ag+ /Ag = 0.799 V; E°Zn2+/Zn = -0761 V. brevemente la risposta. (E°(Al3+/Al) = -1.662 V; E°(Ag+/Ag) = 0.799V; E°(NO3-
Individuare inoltre catodo ed anodo e scrivere la reazione di ossidoriduzione /NO2-) = 0.01 V).
R.: La soluzione in esame non può essere conservata in una contenitore di alluminio. Infatti, in
che avviene nella pila. base agli E° dati, se ciò avvenisse lo ione Ag+ si ridurrebbe ad Ag ed eventualmente anche lo
Soluzione: ione NO32- si ridurrebbe a NO2-, mente l’alluminio si ossiderebbe da Al ad Al3+, per cui il
Applicando l’equazione di Nernst sulle due semicelle: contenitore si corroderebbe.
E(Ag+/Ag) = E°(Ag+/Ag) – (0.0592/1) Log (1/[Ag+ ]) = 0.799 – 0.0414 = 0.758V
E(Zn2+/Zn) = E°(Zn2+/Zn) – (0.0592/2) Log (1/[Zn2+]) = –0.761 – 0.0592 = –0.820V