Sei sulla pagina 1di 3

Associazione Culturale L'IDEAZIONE

Via D. Pittarini, 16- 36100 Vicenza


C.F. 95132460247
mail: lideazione1@gmail.com

tipologia Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro


di attività Schegge. Per favore, non chiamateli uomini
“ A volte dobbiamo mettere i nostri corpi fisicamente dove sono le nostre idee”
Gloria Steinem
tema Violenza di genere e in genere

proponenti AULSS 8 Berica; Associazione L'IdeAzione; Comitato Pari Opportunità Ordine degli
Avvocati di Vicenza, Associazione Donne Medico provincia di Vicenza, Associazione
Divieto di Femminicidio, Comune di Vicenza, e i seguenti professionisti: Avvocato
Ida Grimaldi, Dr.ssa Michela Pantano, Dr.ssa Lorena Garzotto
razionale Nel corso della vita 1 donna su 3 in Europa subisce un episodio di violenza e ogni 3
giorni in Italia una donna muore per le violenze subite da un uomo. Nella maggior
parte dei casi tali reati non vengono denunciati e la violenza è vissuta in solitudine.
L’attenzione non va posta però esclusivamente sulle manifestazioni macroscopiche di
violenza, dato che in qualsiasi relazione possono instaurarsi dinamiche che la evocano
ed è quindi necessario individuare i modelli sociali e culturali che la alimentano di cui
vi è scarsa consapevolezza. I giovani in particolare possono subire una
sovraesposizione alla violenza tramite i media e corrono il rischio di percepire in
modo distorto il fenomeno, risultando più vulnerabili e passivi nei confronti della
violenza stessa.
Quello della violenza di genere non è un comportamento genetico o biologico, ma
culturale e pertanto modificabile: alla radice delle diverse forme di violenza esiste un
profondo squilibrio nel modo di concepire e vivere i rapporti, un’incapacità di gestire
i conflitti interpersonali, un’assimilazione inconsapevole di modelli culturali.
Risultano pertanto indispensabili azioni di informazione e formazione rivolte ai
giovani, per favorire una maggiore consapevolezza del fenomeno e la capacità di
contrastarlo, nonché percorsi di riconoscimento della violenza in tutte le sue forme e
dei modelli culturali e i pregiudizi che la alimentano. È importante far riflettere i
giovani su ciò che “consumano” quotidianamente, sulle forme di rapporto vissute nel
segno della dipendenza emotiva da una parte e della prevaricazione sull’altra persona
come strumento di controllo delle proprie paure dall’altra. I percorsi educativi
dovranno pertanto basarsi sulla comunicazione e sull’interazione e su attività
finalizzate a far crescere, attraverso l’esperienza, nuovi atteggiamenti mentali e
comportamentali.sa
descrizion Il percorso prevede la visione dello spettacolo teatrale “Schegge. Per favore, non
e chiamateli uomini”, tratto dall'omonimo libro, ispirato a testimonianze e fatti di
attività cronaca. Seguiranno sessioni di lavoro in gruppo, condotte con modalità interattiva e
incontri con gli esperti. Per la parte pratica gli studenti saranno inseriti in attività di
osservazione in ambiti specifici e laboratori, finalizzati a produrre elaborati o progetti
utilizzabili nell’ambito dell’informazione e prevenzione della violenza di genere in
genere e/o in un percorso di formazione per peer educators.
obiettivi  conoscere il fenomeno della violenza contro le donne e i soggetti
deboli
 fornire chiavi di lettura per riconoscere i modelli culturali che si
nascondono dietro i fenomeni di discriminazione e violenza.
 stimolare una nuova consapevolezza e comportamenti per prevenire e
attivarsi nei confronti della violenza come cittadini
 progettare e produrre un intervento informativo o educativo rivolto ad
altri giovani sul tema della violenza di genere in genere
 formare un gruppo di studenti come peer educators
 attività orientativa in ambito legale, scientifico e letterario per la scelta
della facoltà universitaria.

sintesi progetto

ore sede date


previste
spettacolo teatrale 4 teatro san Marco
attività gruppale 9 scuola
(3 sessioni)

incontri con esperti 6 scuola


 medico di
medicina d’urgenza
 psichiatra
 avvocato

visita al Centro Antiviolenza 2 CeAV


attività pratiche/laboratori 20 Aulss8, Tribunale
attività di approfondimento in 20 scuola
classe

attività pratiche/laboratori

n° attività osservative attività pratiche


student
i
SPES 20 formazione per Peer Education sul tema esperienze sul campo
Servizio della violenza di genere
Prevenzione n. ore
Educazione
Sanitaria, 20
Aulss8
Consultorio 10 conoscenza del Consultorio Familiare; progetto di costruzione di
Familiare approfondimento sul progetto sito web, blog, video o
Aulss8 n. ore AffettivaMente altro intervento
e Serd 10 informativo rivolto a
studenti e giovani sul tema
SeRD 10 conoscenza del SeRD; approfondimenti progetto di costruzione di
Aulss8 tematici sito web, blog, video o
e Consultorio n. ore altro intervento
Familiare 10 informativo rivolto a
studenti e giovani sul tema
(allegato A)
Comitato Pari 15 inquadramento giuridico e strumenti a tirocinio in studio con
Opportunità tutela delle vittime di violenza; percorso simulazione di casi pratici
Ordine n. ore di conoscenza palazzo di giustizia; (allegato B)
Avvocati 20 incontro con magistrato

Note: Gli studenti verranno suddivisi in tre gruppi, ognuno dei quali potrà frequentare un
solo laboratorio ad esclusione di un gruppo di 10 studenti che suddividerà le 20 ore previste
tra il Consultorio Familiare ed il Serd. Questo per uniformare il monte ore di ASL

Team progetto:
Rossella Menegato: ( Ass. culturale l'IdeAzione) ideatrice progetto, autrice testi libro omonimo
Marzia Garofletti: (Ass. culturale L'IdeAzione) coordinatrice progetto
Alessandra Sala: (AULSS 8 Berica) Psichiatra, psicoterapeuta
Annalisa Zanon:(AULSS 8 Berica) medico ospedaliero, presidente Donne Medico provincia
Vicenza
Paola Bettini (AULSS 8 Berica) Educatrice equipe dell'IOC Ser.D.
Michela Pantano: Psicologa, Psicoterapeuta
Lorena Garzotto: Psicologa, Pedagogista
Ida Grimaldi: Avvocato Cassazionista, Componente della Commissione Famiglia dell'Ordine degli
Avvocati di Vicenza
Roberta Ruggeri: Vicepresidente Comitato Pari Opportunità Ordine avvocati di Vicenza

Collaborano con noi:

Comune di Vicenza
Equipe IOC SER.D- AULSS 8 Berica
Consultorio familiare sede di Vicenza
SPES Servizio Prevenzione Educazione Sanitaria (AULSS 8 Berica)
Centro Antiviolenza di Vicenza
Associazione Donna Chiama Donna
Associazione Divieto di Femminicidio
Luisa Vigolo regista e Compagnia Teatrale “La Giostra”
Romina Brillantina –Dance Project-Spazio Gaia
Teatro San Marco
Claudia Seganfreddo

Ref. Progetto: Marzia Garofletti (3356117912)


Rossella Menegato ( 3492606082)