Sei sulla pagina 1di 12

1

Parte Prima : La Sostenibilità Nel 1989 viene ideato il WCS- strategia mondiale per la
conservazione, nel quale viene stabilito: Mantenimento dei sistemi
CAPITOLO PRIMO: DALLO SVILUPPO ALLO SVILUPPO vitali e dei processi ecologici essenziali, come la conservazione della
SOSTENIBILE diversità genetica, utilizzo sostenibile delle specie e degli ecosistemi.
L'era dello sviluppo prende vita a partire dal 1949 a seguito del
1.4 Il rapporto Brundtland 1987
discorso del presidente Truman inerente a rendere disponibile a tutto il
mondo i benefici dello sviluppo scientifico. Le prima conferenze, Nel 1987 con il rapporto di Brundtland, viene per la prima volta
come quella di Bandung in Indonesia, chiedevano principalmente definito il concetto di sviluppo sostenibile, fornendo lo strumento
L’ELEVAMENTO DEL TENORE DI VITA di tutti i paesi arretrati. concettuale per inaugurare una fase dello sviluppo che riconciliasse la
crescita economica e le problematiche ambientali: creare una
Nel 1967 viene creato il CLUB DI Roma che annovera tra i propri SOLIDARIETÀ INTERGENERAZIONALE. Limiti: i limiti sono
componenti scienziati, pensatori, educatori, e imprenditori di tutto il imposti dal presente stato dell'organizzazione tecnologica e sociale e
mondo per dedicarsi allo studio e alla riflessione sui rapporti tra dell uso delle risorse ambientali.
economia, ambiente e società.
1.5 La Conferenza di Rio 1992
Il club di Roma diede vita al MIT, il primo rapporto che analizza le
cause e le conseguenze a lungo termine dell'attuale paradigma di Conferenza di Rio del 1992: I rappresentanti dei governi sottoscrivono
crescita economica, ovvero il PIL. due convenzioni e tre dichiarazioni di principi all'interno del - Agenda
21, un programma d'azione per il 21 esimo secolo che pone lo
1.3 La Conferenza di Stoccolma sviluppo sostenibile come finalità da perseguire per tutti i popoli del
Nel 1972, a Stoccolma, prendono parte 113 nazioni e viene elaborato mondo. Un documento che affronta più tematiche dando un approccio
un piano d'azione contenente 109 raccomandazioni e una attraverso uno sviluppo sostenibile. - Viene firmata una dichiarazione
dichiarazione recante 26 principi su diritti e responsabilità dell'uomo dei principi per la gestione sostenibile delle foreste che sancisce il
in riferimento all’ambiente: 1 LIBERTÀ, 2 UGUAGLIANZA, 3 diritto degli Stati di regolarizzare l'utilizzo delle foreste, senza
DIRITTO DI ADEGUATE CONDIZIONI DI VITA. - Protezione di compromettere la conservazione. - Convenzione sui quadri di
risorse naturali, razionalizzate per le generazioni future. - primo cambiamenti climatici e la desertificazione.
tentativo globale di indirizzo verso poltiche ambientali condivise. Quadro delle biodiversità che miri ad uno scambio tra tutte le nazioni
LIMITI Dell Elaborato: Mancato accordo tra Nord e Sud del Mondo e dei progressi delle conoscenze scientifiche al fine di dare una spinta
nessuna soluzione riguardo all assicurare una crescita economica internazionale verso uno sviluppo sostenibile. Protocollo di Kyoto del
rispettosa dell ecosistema terra.
2
1997 Grazie al prrocollo, viene ufficialmente Stabilita una riduzione individueranno gli OBIETTIVI INTERNAZIONALI DI SVILUPPO:
del 5,2% del gas serra a carico di tutti i Paesi industrializzati. -1 riduzione della diffusione di malattie come L AIDS e la malaria. -2
strategia per lo sviluppo sostenibile della povertà, istruzione,
1.7 Il protocollo di Kyoto riduzione mortalità infantile e materna, realizzazione di una
LIMITI: Il protocollo di Kyoto diviene operativo nel 2006, ma appare partnership globale per lo sviluppo attraverso un sistema finanziario di
ancora oggi del tutto inadeguato alla sfida energetica posta ai scambi commerciali aperti e non discriminatorio. Nel 1994 ad
cambiamenti climatici. Vertici di Johannesburg 2002: A questa Aalborg viene firmata la carta di Aalborg con cui le città e le regioni
organizzazione partecipano 144 Stati e si affrontano i temi dell europee si impegnano ad attuare L AGENDA 21.
agricoltura dell ambiente del lavoro e dei farmaci. Mirando a ridurre (guarda dal libro da pag 71-91)
le esportazioni, di intraprendere uno sviluppo sostenibile e ribadito gli
standard minimi internazionali riconosciuti che individuano le
condizioni per un lavoro dignitoso. Viene riletta e ripromossa l'agenda
21.

Il Trattato di Mastricht del 1992 continua nella sfida per contribuire


alla salvaguardia dell ambiente, alla protezione della salute umana e a
garantire un accorta e razionale utilizzazione delle risorse naturali. Si
suddivide in 4 principi: -1 Azione preventiva: adottare misure
necessarie per evitare e prevenire danni ambientali. -2 Principio della
correzione dei danni provocati dall'ambiente: deve essere rimossa
immediatamente la fonte di inquinamento ambientale. -3 Il principio
chi inquina paga: impone il risarcimento della collettività a colui che
produce danni all'ambiente. -4 Principio della precauzione: coloro che
svolgono attività potenzialmente dannose per l'ambiente devono
ricercare rimedi a impedire un tale evento. Principi che verranno
integrati ad Amsterdam nel 1997.

Dove verrà approvata la TUTELA DELL AMBIENTE che diventa


UN PRINCIPIO COSTITUZIONALE EUROPEO. Nel 2001 sarà la
dichiarazione del millennio con L onu e la banca mondiale che
3
CAPITOLO DUE PARTE PRIMA: PER UNA CULTURA L'educazione ambientale deve contribuire alla formazione del
DELLA SOSTENIBILITÀ. cittadino, il cambiamento che educazione ambientale propone è di
pensare e pensarsi in relazione al mondo. Negli ultimi anni l'idea che
2.1 La cultura della sostenibilità la tecnologia avere risolto tutto è falsa. Nella civiltà occidentale il
I primi documenti sull'educazione ambientale avevano come obiettivo benessere è inteso come disponibilità di un'abbondanza di cose da
principale la conservazione della natura, ma pochi anni dopo nella consumare ed eliminare in una società fondata sullo spreco. Oggi i
prima conferenza internazionale sull'educazione ambientale gli mass-media forniscono delle immagini contraddittorie del mondo e
organismi internazionali propongono come ambiente studio, non solo della natura; da un lato si vede la tecnologia capace di risolvere il
l'ambiente naturale, ma anche il patrimonio culturale; e propongono problema, dall'altro si pensa che sia responsabile del malessere. Nel
uno sviluppo economico che aiuti a proteggere l'ambiente. Lo la 1996 viene pubblicato il "rapporto DELORS nell' educazione un
conferenza convocata 10 anni dopo da Unesco e un, valuta l'operato tesoro", voluto dall'Unesco sintetizza il tema dei diritti umani e
che è stato realizzato nel campo dell'educazione ambientale; la dell'ambiente da poter essere considerato uno dei primi testi di
valutazione dell'operato non è positiva, viene riconosciuta una educazione allo sviluppo sostenibile. L'educazione viene vista come
diffusione della conoscenza della crisi ambientale. Sono anni di salvaguardia dell'umanità e del pianeta; viene inoltre riconosciuto il
intense sperimentazioni, ma c'è la convinzione che molti metodi siano volere del progresso in termini di scoperte scientifiche. Uno dei
poco efficaci. Vi è una distinzione tra "educazione sull'ambiente", compiti dell'educazione è proprio aiutare le contraddizioni globali. La
"educazione nell'ambiente" e "educazione all'ambiente". La prima velocità dei cambiamenti richiede un'ampia educazione. "Longlife
visione è incentrata sui contenuti piuttosto che su cui processi, la learning" diviene la parola d'ordine. Bisogna educare al rispetto delle
seconda insiste sull'importanza di una relazione con l'ambiente, ed diversità, ed è necessario uno sviluppo che superi tutti i conflitti. Lo
infine la terza si preoccupa di modificare gli stili di vita. Gli anni sviluppo deve servire a rendere gli esseri umani non il mezzo ma il
ottanta vedono insieme a succedersi della catastrofe ambientale, fine che giustifica lo sviluppo.
l'estendersi di economia di mercato. La nuova parola, "sviluppo
sostenibile" è accettata ma con delle critiche; la parola e sviluppo è
stata negli anni modificata, si è preferito parlare di "educazione alla
sostenibilità" o "futuro sostenibile".

4
CAPITOLO TERZO "PRINCIPALI QUESTIONI A livello internazionale il principio è riconosciuta dall'
AMBIENTALI"- "organizzazione mondiale del commercio" (OMC) ed è tenuto
3.1 "principio di precauzione" dall'accordo sugli ostacoli tecnici al commercio. Secondo gli accordi
Per principio di precauzione si intende una linea condotta nel campo un paese membro ha il diritto di impedire importazioni è stato in cui
delle decisioni politiche per la protezione dell'ambiente, che si applica vi siano rischi ambientali. Secondo i suoi sostenitori seguire il
quando i dati non consentono una valutazione completa del rischio.
principio di precauzione è la scelta migliore per la salute e l'ambiente.
Questo principio viene applicato nel caso di pericolo per la salute
umana. Il principio di precauzione si applica non a pericoli già C'è anche chi critica il principio sostenendo che ci sia un freno allo
identificati, ma a pericoli di cui non sia a conoscenza. Quindi può sviluppo e alla diffusione di nuove tecnologie, altre critiche sono di
essere revocato quando è necessario un intervento urgente di fronte ad natura economica; può anche essere usato per impedire le
un possibile pericolo. Questo dibattito sul principio è nato durante gli importazioni di alcuni prodotti.
anni 70. Esistono due approcci concettuali e procedurali al principio
di precauzione; la precauzione è un aspetto della prudenza e implica
l'attivazione di procedure relative all'assunzione di responsabilità. Un
secondo approccio è un anticipatore dei problemi futuri. Le politiche
ambientali inoltre favoriscono tecnologie innovative; in entrambe le
interpretazioni vi è di un approccio precauzionale che si fonda
sull'anticipazione, sull'ascolto e sulla preoccupazione del pubblico.
Prevenzione= azioni precauzione= regole. Il principio di precauzione
trova origine nella convenzione sulla diversità biologica nel 1992 e
approvata dalla comunità economica europea il 25 ottobre 1993. I casi
in cui si applica in più di precauzione sono: i casi in cui i dati
scientifici sono insufficienti, il caso in cui possono emergere effetti
pericolosi per l'ambiente. La commissione sottolinea che il principio
di "precauzione" può essere invocato solo nell'ipotesi di un rischio
potenziale. L'attuazione del principio dovrebbe fondarsi su una
valutazione scientifica esauriente; qualsiasi decisione di agire o non
agire dovrebbe essere preceduta da una valutazione del rischio. Per
una buona gestione dei rischi si devono applicare nei principi cioè
proporzionalità tra le misure prese, coerenza delle misure. A Livello
europeo il principio di precauzione è stato adottato come strumento di
decisione, nell'ambito della gestione del rischio per la salute umana.
Inoltre include tutte le situazioni in cui ci sia un rischio ma non ci
sono prove scientifiche che lo dimostrino.
5
3.2 Gaia l'evoluzione sia una lotta continua in cui sono le più forti vincono, per
Lovelock definisce la terra col termine "Gaia" verso la fine degli anni Darwin di più forte è il più idoneo, dunque si deve unire la vita a
60. quella parte inanimata del pianeta. Per rispondere alle critiche
La categoria fondamentale della formulazione dell'ipotesi di Gaia è Lovelock ha elaborato il modello di “pianeta delle margherite” (Daisy
che l'insieme degli esseri viventi del pianeta terra, e le relazioni che
World); margherite bianche e nere le cui caratteristiche fisiche
hanno tra loro possa essere considerato come un unico organismo.
Lovelock sostiene che la comparsa della vita sulla terra ha contribuito modificano la luce dello spazio del pianeta. Daisylandia è un pianeta
alla trasformazione della terra stessa. In ecologia si definisce con le stesse dimensioni della terra ruota intorno ad una stella.
"biosfera" insieme delle zone del pianeta terra cui le condizioni Entrambe le margherite non crescono dove fa molto freddo non
ambientali permettono di vivere. Secondo lo scienziato Volk muoiono alla temperatura di 45°. La stella che riscalda Daisylandia
sostenitore di Lovelock la specie umana in Gaia è considerata come ha aumentato la sua luminosità e temperatura della superficie si è
parte della vita, l'uomo dunque deve preservare il suo piuttosto che mantenuta costante, questo è stato possibile grazie all'influenza della
calpestare l'aria che respira; tutte le parti di Gaia hanno avuto origine
biosfera. Le margherite nere assorbono le radiazioni, quelle bianche
chimica e sono soggette a evoluzioni. La teoria di Gaia venne messa a
punto da Lovelock in quanto affermò che per scoprire la presenza riflettono le radiazioni. Daisylandia è quindi un modello che mostra in
della vita sull'altro pianeta bastava eseguire un'analisi della sua che modo uno stato omeostatico può essere mantenuto da organismi
atmosfera. Analizzando il caso MARTE, Lovelock scoprì che in che agiscono soltanto nel proprio interesse. Per questa ragione tutti gli
questo pianeta vi era un'assenza di vita. Si parla dunque di omeostasi e organismi viventi contribuiscono a modificare l'ambiente in cui
cioè la capacità di un organismo di mantenere costanti le condizioni vivono. La prima era una forma di inquinamento è stato operata dai
chimico-fisiche interne anche al variare delle condizioni ambientali batteri che hanno inventato la fotosintesi e che hanno cominciato a
esterne. La terra ha diversi strati "biosfera" che è insieme delle zone
immettere nell'atmosfera ossigeno. Dal nostro punto di vista la crisi
della terra in cui vi è lo sviluppo della vita, in essa include "La
litosfera" (sottosuolo e superficie terrestre) e infine l' idrosfera (acqua planetaria legata alla comparsa dell'ossigeno ha contribuito alla morte
marina). Un esempio concreto di omeostasi sulla terra è dato dal fatto di moltissime specie. La grande minaccia per la nostra sopravvivenza
che la temperatura media del pianeta sia costante, in ogni ecosistema è l'agricoltura ma dove ci sono difficoltà dovute all'ambiente la terra
il lavoro svolto dalle comunità batteriche è fondamentale. Senza i trova sempre un modo per far funzionare tutto.
batteri il sistema non esisterebbe. I batteri si dividono in "fotosintetici"
cioè che consumano anidride carbonica e acqua e generano ossigeno. I
batteri "consumatori" traggono energia della materia organica e
dall'ossigeno e liberano anidride carbonica, infine i "fermentatori"
trasformano in materia organica e anidride carbonica. Per Lovelock
dunque la vita crea e ricrea il proprio ambiente. Alcuni scienziati
contestano Lovelock dicendo che

6
3.3 acqua 4. La crescita esponenziale della domanda

Un essere umano su quattro non può utilizzare l’acqua né per bere, né Tuttavia esistono delle piccole soluzioni a questi problemi ma
per mangiare e nemmeno per lavarsi e la conseguenza di questa purtroppo non sono rilevanti sulla scala mondiale. Possiamo pensare
situazione è la morte di milioni di persone ogni anno. ad esempio a :

Anche l’ UNESCO ha analizzato dei dati statistici su questa 1. Costruzione di dighe per raccogliere l’acqua di deflusso
problematica e ha definito la situazione abbastanza problematica e 2. Dissalazione dell’acqua di mare
sconfortante poiché questa situazione potrà solamente peggiorare ne 3. Nuovi insediamenti in zone disabitate
prossimi anni. Si pensa infatti che nel 2020 le persone che non
potranno usufruire dell’acqua saranno circa 4 miliardi, più della La depurazione delle acque corrisponde ad un complesso di
trattamenti meccanici, chimici, fisici e biologici cui viene sottoposta
popolazione mondiale.
l’acqua inquinare
Le cause principali di questa situazione sono:
La Carta Europea dell’ Acqua promulgata il 6 maggio 1968 a
1. L’agricoltura: consuma il 70% di acqua e ne disperde più della Strasburgo dal Consiglio d’Europa, afferma alcuni principi come:
metà per strada a causa delle falle nei sistemi di trasporto l’acqua è un bene prezioso e senza di essa non si può vivere; alterare
2. Inefficienze negli impieghi l’acqua significa nuocere alla vita di tutti gli esseri viventi; l’acqua
3. L’inquinamento: che rende inutilizzabile una grande quantità che viene restituita non deve compromettere l’ultilizzo da parte di
di acqua. beni e privati.
(Ad esempio alcuni inquinanti idrici sono: parassiti e batteri,
fertilizzanti e sostanze che favoriscono la crescita delle alghe, Nel 1998 è partita una Campagna Mondiale per affermare che l’acqua
petrolio e i suoi derivati, metalli, Sali minerali…) è un diritto inalienabile, individuale e collettivo per tutti i cittadini
Le radioattività sono tra i principali inquinanti delle acque a della Terra. L’obbiettivo principale della campagna è quello di
causa delle sostante radioattive poiché hanno la capacità di garantire a tutti gli abitanti della Terra l’accesso all’acqua entro il
trasferirsi nelle acque superficiali. Il plutonio ad esempio vien 2020/2025 e definire l’acqua stessa come patrimonio di tutta
assorbito dalle pareti delle alghe. l’umanità.
Il petrolio e gli oli combustibili riservati in mare formano sulla In Italia la zone del Sud e delle Isole risultano molto a rischio a causa
superficie dell’acqua pellicole oleose che provocano la morte di perdita molto elevate di acqua.
di alcuni organismi marini.

7
I fiumi in particolare sono molto precari poiché sono inquinati da particolarmente nella troposfera e in particolare nelle zone
scarichi civili non depurati o depurati in modo insufficiente. La urbane con aria inquinata.
situazione è diversa invece per i laghi perché risultano meno inquinati. Un’eccessiva esposizione di questo gas può provocare danni
sia agli essere umani che alla vegetazione. Nel primo caso ad
3.4 Aria esempio può provocare danni sia ai polmoni che alla vista
L’Aria costituisce l’involucro (parte) gassoso della Terra ed è un (neonati in via di sviluppo) mentre nel secondo caso
miscuglio di gas come l’ossigeno, l’anidride carbonica, l’idrogeno, rappresenta una delle cause di perdita delle foreste.
l’elio, l’argon e neon ecc ecc 5. Il monossido di carbonio (CO): è un gas incolore, inodore,
infiammabile e pericolosamente tossico e si manifesta
Nell’aria vengono immesse continuamente numerose sostanze che soprattutto nelle aree urbane inquinate dagli scarichi degli
sono il risultato delle attività umane e che sono presenti in certe autoveicoli.
cellule, vapori, gas o miscele. Gli effetti sull’uomo possono variare dalla semplice emicrania,
debolezza diffusa, giramenti di testa alla morte in
I fattori che hanno contribuito ad inquinare l’aria sono stati ad
concentrazioni maggiori.
esempio:
6. L’anidride carbonica: rilasciata in atmosfera soprattutto
1. la prima rivoluzione industriale che ha aumentato quando vengono bruciati rifiuti solidi, combustibili fossili ecc
notevolmente l’inquinamento nella vita sulla Terra; ecc
2. lo smog (smoke+fog). Esistono due tipi di smog: 7. Le radiazioni ionizzanti: vibrazioni elettromagnetiche e dotate
 Smog fotochimico: inquinanti primari + traffico = di energia tale che, al loro passaggio, gli atomi costituiscono la
inquinamento automobilistico materia perdono più elettroni, trasformandosi in ioni
 Smog industriale: fumi e gas delle industrie durante la elettricamente carichi.
combustione 8. Amianto: si intende un gruppo di minerali naturali a struttura
3. Gli inquinanti: possono essere naturali, emesse da sostanze fibrosa separabile in fibre molto sottili e resistenti e come in
dagli impianti industriali, dal traffico,attività domestiche. I altri paesi anche in Italia ne è stato abolito l’uso a causa della
principali inquinanti sono il biossido di zolfo, gli ossidi di sua pericolosità
azoto ecc ecc 9. Le piogge acide: con questo termine si intende generalmente il
4. L’Ozono: è un gas tossico di colore bluastro in grado di processo di ricaduta dall’atmosfera di particelle, gas e
distruggere materiali organici e inorganici ed è prodotto precipitazioni acide. Le piogge acide sono chiamate così in
base alla quantità di acido ossia il numero di ioni presenti nella

8
soluzione. L’acidità viene misurata tramite la scala del ph che fine di trovare terre da destinare al pascolo; la ricerca di legna da
va da 0 a 14, se il ph è 7 allora la soluzione si dice neutra. ardere è stata una delle cause di deforestazione. La foresta è un
ecosistema molto ricco; i dissesti idrogeologici sono fenomeni di
Negli ultimi anni sono stati realizzati importanti interventi per degrado ambientale del suolo; in Italia per esempio le aree
risolvere il problema dell’inquinamento atmosferico. Le industrie maggiormente interessate da tali fenomeni sono gli APPENNINI ;
devono ad esempio attenersi a severi controlli che prevede una misura altre forme di dissesto idrogeologico sono le ALLUVIONI . La
preventiva per ridurre l’impatto delle attività industriali. realizzazione di costruzioni favorisce le infiltrazioni di acqua piovana,
3.5 "Il suolo e le sue funzioni" compromettendo l'equilibrio ecosistemico. Un'altra forma di dissesto
idrogeologico è l'ABBASSAMENTO DEL SUOLO ; l'azione
Il suolo è lo strato più esterno della superficie terrestre, quello che le dell'uomo è responsabile indirettamente attraverso l'accesso prelievo
piante utilizzano e da cui dipendono dalle sostanze nutritive, l'acqua e di acqua. Viene definita "impronta ecologica" quella superficie di
il supporto fisico. Il suolo svolge delle funzioni: territorio ecologicamente produttiva nelle sue diverse categorie,
considerato una certa popolazione umana la superficie si ottiene
FUNZIONE PRODUTTIVA: acqua per la crescita della vegetazione.
sommando i territori necessari per ogni tipo di consumo e produzione.
FUNZIONE PROTETTIVA:filtra sostanze inquinanti.
3.6 biodiversita’
FUNZIONE REGOLATRICE: protezione dei dati rocciosi.
E’ proprio la diversità biologica delle innumerevoli forme di vita sulla
FUNZIONE NATURALISTICA: il suolo costituisce l'habitat di molte terra che viene definita BIODIVERSITA’. La diversità biologica
specie vegetali. Il suolo ospita gli insediamenti umani e fornisce le viene sottoposta a un processo di erosione, le cause sono: la
materie prime. Il suolo è un sistema dinamico e l'intervento dell'uomo "devastazione degli habitat naturali (costruzione opere pubbliche),
riguarda "La deforestazione, pesticidi di diserbanti", inquinamento del "invadenza tecnologica ed economica". La fine di una specie
suolo contamina la catena alimentare. Effetti dell'azione umana sono determina la scomparsa di numerose altre specie, la biodiversità è la
l'erosione del suolo, i sistemi agricoli tradizionali sono ancora oggi principale risorsa per il nutrimento, la salute, eccetera. La tutela della
molto diffusi in paesi non industrializzati; l'agricoltura industrializzata biodiversità garantisce all'uomo il mantenimento degli equilibri
si caratterizza per la monocultura. L'aumento della popolazione climatici, la specie vegetale a un elemento fondamentale negli
umana ha fatto crescere la domanda alimentare, tra i sistemi equilibri idrici; e dal come uso sostenibile della flora per gli alimentari
maggiormente provocati dall'azione dell'uomo vi sono le "foreste". e medicinali. Un uso giusto di tale risorsa potrebbe soddisfare
L'abbattimento di boschi e foreste ha gravi effetti sul nostro pianeta; problemi di nutrizione. Il” carbonio”, l' idrogeno,l’ossigeno,l’azoto
avviene in Europa un processo intenso di "DEFORESTAZIONE” al sono elementi fondamentali che costituiscono le molecole biologiche,

9
chiunque ha bisogno di questi per sopravvivere, evolversi. Quando 3.7 il buco dell’ozono
una specie si estingue il suo patrimonio genetico viene perduto. Gli
studiosi ritengono che si stia consumando una nuova estinzione di Nella stratosfera si trova un vero fatto di gas chiamato "ozono"
massa “homo-sapiens sapiens. Una delle cause della perdita di costituito da tre atomi di ossigeno; l’ozono è talmente reattivo che
biodiversità è la distinzione dell’ habitat naturale. Negli ultimi attacca e ossida ogni cosa, dunque è un gas inquinante. Nella
cinquant'anni l'uomo ha modificato gli ecosistemi, tutto ciò è dovuto stratosfera non vi è molta materia, quindi l'ozono viene creato di
alla crescente domanda di cibo. Tali modifiche hanno contribuito ad continuo e dura a lungo tale strato d'ozono assorbe la luce solare, le
un guadagno in termini di sviluppo economico. L'introduzione degli radiazioni colpiscono gli organismi viventi e tutto ciò può provocare il
OGM , con le biotecnologie non si seleziona solamente la variante che cancro. I clorofluorocarburi sono privi di tossicità, non bruciano e non
più interessa ma si realizzano delle varianti che in natura sono si sciolgono alla pioggia. Per eliminare le “CFC” occorre che esse
impossibili. Con le modifiche genetiche questa pretesa compie salgano molto in alto.
un'evoluzione. 3.8 rifiuti
BREVETTI SUGLI ORGANISMI VIVENTI In un ecosistema non esiste materia che venga riutilizzata; in tempi
Il brevetto è uno strumento legale che serve a tutelare l'inventore di più o meno lunghi tutte le sostanze subiscono modificazioni ma ciò
una nuova tecnologia, garantendogli il diritto esclusivo. Negli Stati può avvenire solo se la velocità di produzione dei rifiuti non supera i
Uniti si possono brevettare sia le "invenzioni" (soluzioni di un tempi della loro degradazione. L'uomo è l'unica tra le specie viventi
problema), sia le "scoperte" (già esistente in natura). Nei paesi europei che può mettere a rischio la sopravvivenza di tutti gli ecosistemi. Il
è possibile brevettare invenzioni. Nel settore delle biotecnologie sono costante aumento dei consumi promuove l'accelerazione di una
brevettabili solo i procedimenti attraverso i quali si è modificato crescita costante dei prodotti usa e getta. La qualità dell'ambiente è
geneticamente un organismo. Nel maggio 1998 il Parlamento europeo una caratteristica essenziale della qualità della vita in una società; è
ha approvato la direttiva numero 44 sulla protezione delle invenzioni possibile sfruttare l'ambiente e preservarlo grazie alla diffusione di
biotecnologiche. I punti della direttiva sono: ETICA: si pongono tecnologie più pulite in ogni settore e in ogni momento della giornata
divieti di clonazione umana;COSA SI DEVE BREVETTARE: produciamo rifiuti.
invenzioni applicabili a livello industriale; COSA NON SI Può
BREVETTARE: le scoperte, purché non implichino l'uso della tecnica
che difenda utilizzabili nelle industrie (clonazione umana, commercio
di embrioni) .

10
LE 5 R Per quanto riguarda il tasso d’istruzione primaria si sono registrati
progressi ma i dati relativi ai paesi più poveri ci mostrano delle grandi
RACCOLTA: effettuata dal cittadino, consiste nella separazione per difficoltà da migliorare.
categorie
Per quanto riguarda l’accesso al mondo del lavoro vi è una tendenza
RICICLO: coinvolge le industrie, trasforma gli imballaggi primari in ad inserire la donna in diversi settori da quello tradizionale agricolo.
risorsa.
Per quanto riguarda la mortalità infantile i progressi compiuti sono
RIUSO: uno stile di vita, un atteggiamento mentale, prevede di molto lontani da quelli prestabiliti, stesso discorso per quanto riguarda
ricollocare beni che sono ancora utilizzabili. i dati di mortalità al di sotto dei 5 anni.
RIDUZIONE: riduce l'impiego totale imballaggio dalla produzione Negli anni successivi è esplosa la minaccia dell’ aids con dati di
all'utilizzazione, riduce il materiale per costruire “PACKAGING”. grande preoccupazione per quanto riguarda il continente africano.
Infine ciò che non siamo riusciti a raccogliere, riciclare, riusare, L’aspettativa di vita è diminuita di più di 7 anni.
ridurre può essere recuperato in energia attraverso la combustione dei
rifiuti finalizzata a produrre energia termica e elettrica. Possiamo dire che la globalizzazione sta permettendo grandi sviluppi
in paesi come l’Asia mentre l’Africa sub-sahariana sono escluse dai
3.9 Nord e Sud processi di globalizzazione
Il numero di persone che a livello mondiale vive con meno di un La conseguenza della povertà che lascia i paesi indifesi è lo
dollaro al giorno rimane di 1,2 miliardi di persone che corrisponde a sfruttamento.
1/5 della popolazione mondiale.
3.10 Genere e Ambiente
È aumentato il divario di reddito fra i paesi ricchi e poveri. Nel 2002 il
reddito medio dei 20 paesi più ricchi è 37 volte quello dei paesi più Fra i poveri le donne rappresentano una percentuale elevata in tutto il
poveri. mondo.

Alla crescita del divario fra i due paesi, si affianca la crescita del Le donne sono particolarmente attive nella gestione dell’ambiente in
divario dei vari paesi. In Africa, ad esempio, 1/3 della popolazione è quanto coltivatici, custodi del bestiame ma non vengono
denutrita e questo numero è in aumento. adeguatamente rappresentate nei processi di decisione relativi ai temi
dell’ambiente stesso.

11
A Rio gruppi femminili hanno partecipato dell’ Earth Summit il sistema occidentale patriarcale fondato sullo sfruttamento e la
ottenendo che nell’accordo finale nell’ “agenda 21” un capitolo mercificazione del mondo naturale della donna.
venisse dedicato al tema delle donne. Le donne vengono ridenute
L’eco-femminismo dunque nasce come un movimento sociale che
“custodi naturali dell’ambiente”.
considera l’oppressione delle donne e della natura strettamente
Il termine “Ecofemminismo” è stato introdotte da Francoise collegate.
Deubonne per riferirsi ad una rivoluzione ecologica che aveva come
La Shiva sostiene che la scienza moderna è una risposta particolare di
obiettivo di salvaguardare il pianeta dalla catastrofe ambientale.
un gruppo particolare di individui. Inoltre la moderna scienza
Secondo Vandana Shiva, sono le donne a pagare maggiormente per il universale è una risposta alle necessità di una particolare
degrado ambientale, perché quest’ultime essendo vicine alla natura organizzazione economica.
sarebbero incline alla tutela dell’ambiente e quindi preferibili alla
Questa particolare scienza è causa di violenza nei confronti di diversi
conservazione di quest’ultimo.
soggetti: della donna, della natura e della conoscenza.
I gruppi femminili stanno chiedendo di ottenere un facile accesso a
varie risorse quali: la proprietà terriera, il credito, l’istruzione, la Insieme a Shiva, anche la sociologa Maria Meis è un’altra
tecnologia, l’informazione; in modo da poter partecipare con pari rappresentante del movimento, ma mentre la prima proviene dal
movimento ecologista, la seconda proviene dal movimento
dignità rispetto agli uomini.
femminista.
Dunque le donne rivestono un ruolo fondamentale nel promuovere
La Meis in accordo alla Shiva da indicazione per la fondazione della
uno sviluppo sostenibile per le generazioni presenti e future.
ricerca femminista: la conoscenza dello spettatore non coinvolto, la
Sia la povertà che la crescita umana producono minacce ambientali partecipazione alle azioni sociali, la riappropriazione della donna della
che aumentano i rischi per la salute, i soggetti più esposti sono le propria storia e la relazione verticale tra ricercatori e oggetti di ricerca.
donne e i loro figli poiché la gravidanza e il parto, sono più sicure
Con il mito “catching-uppdevelopment” si intende che seguendo la
nelle aree urbane dove l’assistenza è più accessibile.
stessa strada sia del progresso tecnologico che
Le donne operaie rischiano di essere esposte a sostanze chimiche o dell’industrializzazione, si possono recuperare altri paesi che vengono
altre forme di inquinamento. ritenuti poveri.Quindi si dimostra che la povertà delle nazioni non è
un risultato di un “rimanere indietro” ma la conseguenza dello
Vandana Shiva una fisica ed economista indiana, è considerata una sovrasviluppo dei paesi industriali ricchi che sfruttano quelli poveri.
delle più note teorica del movimento femminista. Ella critica non solo
12