Sei sulla pagina 1di 3

II Sport La Provincia

Lunedì 27 settembre 2010

Lega Pro Sesta giornata. Il difensore va in gol al 43’ della ripresa


Si fanno male Rossi e Gervasoni, il tecnico Baroni cambia volto
alla squadra e arriva la vittoria. Pali di Musetti e Cremonesi

Cremo, segna sempre Bianchi


IlLumezzanecedenelfinale di Giorgio Barbieri lenata da Nicola. Quando Gerva- curva Favalli a metà della ripre-
CHI SALE

soni ha chiesto il cambio era logi- sa di infilare una punta in più.


CREMONA — E’ toccato ancora co aspettarsi l’inserimento di Coda è entrato a sei minuti dal
una volta al difensore Alberto Tacchinardi al centro della dife- 90’, ancora sullo 0-0. E anche qui
CHI SCENDE

Bianchi il compito di accendere sa o di Sales a destra. Baroni in- Baroni ha avuto ragione, quando La rete
la lampadina grigiorossa quan- vece ha spostato al centro Alber- ha tolto un centrocampista (Pra- segnata
do ormai le prime ombre del tra- to Bianchi, ha messo a sinistra dolin) e lasciato Musetti in cam- da Alberto
monto stavano per avvolgere lo Stefani ed ha indietreggiato Vi- po. Bianchi al 43’
Zini. Stava per esaurirsi il minu- tofrancesco a fare il terzino. Così La vittoria, anche se di misura della ripresa
to 43 del secondo tempo e lo 0-0 Tacchinardi è diventato di colpo ed ottenuta quasi allo scadere, è Il difensore
con il Lumezzane sembrava de- il regista avanzato della squa- meritata. Il Lumezzane nella ri- bomber
stinato a segnare la sesta giorna- dra, protetto alle spalle da Fiet- presa, dopo un discreto primo
tempo, è letteralmente sparito. nella foto
ta della Cremonese. A nulla era- ta (pure acciaccato) e ancora più piccola
Alberto Bianchi Luca Nizzetto no serviti sino a quel momento Adesso, in attesa di conoscere
indietro da Sambugaro. La mos- l’entità degli infortuni di Rossi e festeggia
gli attacchi nell’area di rigore sa ha aperto la stretta ragnatela il gol
dei bresciani, la sfortuna sei mi- Gervasoni e di capire quando av-
dei bresciani ed ha permesso ai verranno i rientri di Zanchetta, (fotoservizio
nuti prima aveva anche negato il giocatori in fascia di spingere di Ib frame)
vantaggio al destro al volo di Mu- Colacone e Miramontes, godia-
più. E’ cominciato l’assedio e il moci il risultato. E apprestiamo-
LE PAGELLE setti. E ancora prima il portiere
Trini era volato a deviare un col- tecnico non si è fatto prendere
dalla richiesta dei tifosi della
ci alla trasferta di lunedì prossi-
mo a Verona.
po di testa di
di Giorgio Barbieri Cremonesi. La
Paoloni - Una domenica ab- giornata non
bastanza tranquilla, con un paio voleva saper-
di interventi di ordinaria ammini- 6 ne di premia-
re la squadra
strazione di Baroni, che
per colmo del-
A. Bianchi - Ancora una vol- la sorte aveva
ta tocca a lui cavare dal cilindro il
gol partita. E sono tre
7,5 perso per in-
fortunio i due
difensori Ros-
Rossi - Gioca solo 19 minuti e si prima e Ger-
poi chiede il cambio toccandosi
una coscia
sv vasoni poi. Ste-
fani da sini-
stra (poi spie-
gheremo i mo-
Fietta - Resta in campo nono- tivi tattici)
stante un brutto colpo subito. E
nel finale, pur non al meglio, rie- 6,5 mandava un
pallone alto in
sce a servire due assist area brescia-
na, Cremonesi
Gervasoni - Il difensore si colpiva a bot-
fa male ad inizio ripresa ed è co- ta sicura di te-
stretto a dare forfait. Sin lì aveva 6,5 sta e la sfera si
infrangeva sul
fatto il suo dovere bene palo. Stavolta
però la lotta
Stefani - Una bella prestazio- fra il bene (la Trini, portiere del Lumezzane, è battuto sul tiro di Musetti, ma la palla finisce sulla traversa Il medico Bozzetti presta i primi soccorsi a Rossi
ne, soprattutto quando è stato fortuna) e il
spostato sulla sinistra ed ha tro- 6,5 male (la sfortu-
na) premiava il primo e regalava
vato spazio per i lanci la ribattuta al piede sinistro di
Vitofrancesco - Ormai è Bianchi, pronto al tap in vincen-
te.
diventato un jolly. Prima in mez-
zo e poi terzino destro
6 I tre punti conquistati, che ri-
Il palo colpito
da Cremonesi
portano la Cremonese al terzo (fuori quadro)
posto in classifica, hanno valore con la palla
Sambugaro - Nella ripre- doppio perchè la squadra sta an- che torna
sa viene messo davanti alla dife- cora vivendo un lungo momento in campo
sa e dalle sue partti non si passa.
Una prestazione di spessore ago-
6,5 di emergenza, con tanti giocato-
ri fermi ai box per infortunio. Va
e finisce
sui piedi
nistico dato merito al gruppo che ha sa- di Alberto
puto girare nella ripresa una Bianchi
Musetti - Primo tempo com- inerzia che lo vedeva soccombe- per il tap in
plicato, con un solo spunto ap- re ai ghirigori del Lumezzane, vincente
prezzabile. Meglio nella ripresa, 6,5 mai pericoloso ma più attivo nel
possesso palla. E va dato merito
sfortunato sul palo al condottiero Marco Baroni, che
pugnalato dagli infortuni dei
Nizzetto - Si impegna ma due difensori a gara in corso, ha
non riesce a trovare spunti. Il suo
rendimento ormai è fatto di gare 5,5 trovato la soluzione tattica per
mettere in crisi la formazione al-
discrete e prove deludenti
Pradolin - Poteva fare il bis LA CHIAVE
ma ha mandato un pallone da
6
spingere in rete alto sulla traver-
sa. Si danna l’anima
Tacchinardi - E’ davvero
straordinario il modo in cui que-
sto giocatore si adatta al ruolo 7
Ecco Mario ‘rifinitore’
che il mister gli assegna L’ingressodi Tacchinardi hacambiatole cartein tavola
Cremonesi - Nel finale di- CREMONA — Tante volte Ma- Il difensore
venta l’attaccante più pericoloso rio Tacchinardi è stato fonda- Gervasoni è
dei grigiorossi. Costringe Trini ad
una grande parata e colpisce il
7 mentale, tante volte ha dato una
mano nel momento giusto per di-
stato costretto
ad
fendere e recuperare palloni, abbandonare
palo in occasione del gol ma che lo potesse fare dando il campo
una mano in avanti non ce lo sa-
remmo mai aspettati. per infortunio
Coda - In campo nei minuti fi-
nali, ingiudicabile sv Il momento della vera svolta è
stato l’ingresso di Tacchinardi
Al suo posto
è entrato
ad inizio ripresa al posto di Ger- Tacchinardi
Baroni - La squadra nel pri- vasoni infortunato. Quando tut-
mo tempo non riesce ad espri-
mersi. La mossa di Tacchinardi 6,5 ti si aspettavano lo spostamento
dell’ex Pizzighettone e Pergo da
diata o frutto della situazione
contingente. Comunque ha dato
trame difensive bresciane.
Sicuramente da rivedere la
cambia il volto alla partita difensore centrale, mister Baro- i frutti sperati. La Cremonese scelta iniziale con un 4-1-4-1 evi-
ni ha invece mischiato le carte ha smesso di subire e finalmen- dentissimo, nemmeno tanto ma-
Arbitro - Borriello di Manto- spostando Bianchi centrale con te ha dato più aria alla sua mano- scherato da 4-3-3. Una squadra
va commette solo piccoli errori di
valutazione
6,5 Cremonesi, mettendo Vitofran-
cesco basso a destra in linea con
vra. Più spazio davanti, più inse-
rimenti dei laterali che, nono-
troppo chiusa, da tempo non sen-
tivamo la curva Favalli reclama-
i difensori e mantenendo Stefa- stante la giornata grigissima, re un attaccante per quasi tutto
ni largo a sinistra. hanno in qualche modo aumen- il secondo tempo. Alla fine però
Lumezzane - Trini 6, Pisacane 6, Pini Tacchinardi è riuscito ad inse- tato la spinta grigiorossa. Il gol è sono bastati un po’ più di grinta
5,5, Dadson 6,5, Checcucci 6,5, Emerson rirsi alla meraviglia, giocando arrivato nel finale, ma erano già e la mossa di Baroni per ottene-
6,5, Lauria 6, Calliari 5,5, Inglese 6, Ferrari in una posizione ibrida, quasi da stati più volte pericolosi gli uo- re i tre punti. Ma non sempre gio-
6,5, Bradaschia 5, Alberti 6, Mancini 6, Lu- seconda punta alle spalle di Mu- mini di Baroni, che con una sola cando così (anche se è sempre
ciani sv. All. Nicola 6 setti. Non sappiamo se questa mossa (proprio quella di Tacchi- emergenza infortuni) la musica
Mario Tacchinardi ha cambiato volto alla gara mossa sia stata realmente stu- nardi) hanno scompaginato la potrà essere tanto dolce.
La Provincia
Lunedì 27 settembre 2010 Sport III
CREMONESE 1
LUMEZZANE 0
Cremonese: Paoloni, A. Bianchi, LA PARTITA AI RAGGI X
Rossi (19’pt Cremonesi), Fietta,
Gervasoni (3’st Tacchinardi), Stefa-
ni, Vitofrancesco, Sambugaro, Mu-
setti, Nizzetto, Pradolin (39’st Co- 2’ Uscita di pugno di Paoloni su cross di Lauria per Ferrari
da). A disposizione: G. Bianchi, Sa-
les, Bacher, Zerzouri. All. Baroni. 7’ Tiro di Sambugaro, palla a lato
Lumezzane: Trini, Pisacane, Pini,
Dadson, Checcucci, Emerson, Lau-
ria (13’st Alberti), Calliari, Inglese Azione ubriacante di Ferrari, con assist per Inglese. Il suo tiro a
10’ rientrare finisce alto di poco
(28’st Mancini), Ferrari, Brada-
schia (48’st Luciani). A disposizio-
ne: Di Gennaro, Sevieri, Faroni, Lo- 22’ Musetti si libera sulla destra, mette palla sui piedi dell’accorrente
iacono. All. Nicola. Pradolin. Stavolta la mira non è delle migliori, il tiro finisce alto
Arbitro: Borriello di Mantova (assi-
stenti Buondonno di Torre Annun- Tiro di Dadson dalla distanza, Paoloni ci mette i guantoni e manda la
ziata e Tegoni di Milano). 29’
palla in angolo
Rete: nel st A. Bianchi al 43’.
Note: spettatori 3.100 circa (1.408
paganti, 1.482 abbonati) per un in- 4’st Ci prova Tacchinardi, la palla finisce alta
casso di 18.191 euro. Ammoniti A.
Bianchi, Sambugaro; Dadson, Cal- 5’ Bradaschia al tiro, para Paoloni
liari. Angoli 12-2 per la Cremonese.
7’ Tentativo anche di Fietta, palla ancora una volta fuori

26’ Ci prova Musetti, pallone ancora una volta alto

30’ Non fanno meglio i bresciani, il tiro di Alberti finisce fuori

Cross di Stefani, colpisce di testa Cremonesi e il portiere Trini con un


31’ colpo di reni manda la palla in angolo

32’ Ancora Cremonesi, la palla finisce fuori

37’ Fietta lancia lungo per Musetti, che colpisce al volo di destro. La sfera
si stampa sulla traversa

Cremonese in vantaggio. Cross di Stefani da sinistra, colpo di


43’ testa di Cremonesi con palla sul palo. Sulla ribattuta buca Coda
ma c’è Alberto Bianchi pronto a spingere in rete

Il tecnico sottolinea le difficoltà: «Il 4-3-3 è un assetto di emergenza perché ricordo che abbiamo assenze pesanti»

«Compattezza e sacrificio decisivi»


Baroni: «Usciamo dalle difficoltà»
L’AVVERSARIO di Ivan Ghigi
CREMONA — La prima frase
che Marco Baroni usa per com-
mentare la gara è questa: «E’ sta-
ta premiata la compattezza della
squadra, lo spirito di sacrificio e
il gruppo che sta venendo fuori
dalle difficoltà».
La curva Favalli a un certo
punto ha invocato l’ingresso di
una punta, quando almeno tre
giocatori avevano chiesto il cam-
bio.
«Rispetto tutti e le loro opinio-
ni, ma io devo gestire la gara solo
Nicola, tecnico del Lumezzane in funzione del risultato. Pensa-
te alla situazione a cui ho dovuto
fa fronte: Rossi out; Stefani dirot-
Nicola sereno tato a sinistra fuori ruolo, Gerva-
soni ha lasciato per distorsione
Le indicazioni dell’allenatore Marco Baroni
emergenze con cui facciamo i
Alla fine è festa grande per i giocatori della Cremonese
Fietta, ma nella ripresa sono un due mezz’ali hanno cominciato a genza».
«Condannati alla caviglia, gli avevo chiesto di
reggere ma ha non ce l’ha fatta;
in più Vitofrancesco si è sacrifi-
conti e gli infortuni continui mi
spiace perché il gruppo ha rispo-
sto bene».
po’ calati fisicamente».
Grande lavoro di raddoppio
sul portatore di palla, special-
giocare qualche metro più avan-
ti. Nel primo tempo c’è stata dif-
ficoltà a ripartire. «Una precisa-
L’emergenza finirà quando
torneranno Zanchetta, Colacone
e Miramontes o basterebbe ave-
da un episodio» cato prima come mezz’ala e poi
come terzino; Sambugaro è stato
in forse fino all’ultimo per una
Come è sembrato il Lumezza-
ne? «Sapevamo che è una squa-
dra giovane, che non ha nulla da
mente dalla linea di metà campo
in giù. «La squadra è compatta e
tiene bene le distanze. Stefani
zione: il Lumezzane gioca così da
almeno un anno, la Cremonese
usa il 4-3-3 come sistema di emer-
re 18 giocatori in grado di alle-
narsi una settimana intera? «To-
gliete a qualsiasi altra squadra
CREMONA — Davide botta che aveva preso il giorno perdere. Abbiamo contenuto l’ho voluto perché ne conosco le genza da circa due domeniche. Zanchetta, Colacone e Miramon-
Nicola commenta prima; Fietta ha subito un’entra- una squadra agile e abbiamo cor- capacità e gli ho chiesto di sacri- Pradolin non è un attaccante tes, poi mi dite se non è emergen-
serenamente la sconfitta ta sulla tibia da espulsione e zop- so solo due rischi. Qualche diffi- ficarsi a sinistra perché legge be- esterno, sicuramente stiamo tra- za. La Cremonese è ancora in co-
del Lumezzane, la prima picava. Ditemi voi. Se qualcuno coltà nel primo tempo quando le nissimo le situazioni». lasciando qualcosa e così sarà fi- struzione, questi risultati ci stan-
rimediata sul campo in si ostina a non voler vedere le loro punte venivano a giocare su Il 4-3-3 è migliorato quando le no a quando non finirà l’emer- no dando una mano».
questa stagione.
«Nella ripresa il
Lumezzane ha ragionato
meno, ha perso di un gol
I GIOCATORI
allo scadere e comunque

«Nella ripresa abbiamo dominato»


sul campo della
Cremonese, che resta una
delle squadre più
quotate».
Il vostro gol è stato
annullato giustamente?
«Non ho visto, dalla mia
posizione era difficile dirlo
ma non commento mai
l’arbitro. Primo perché
Bianchi sempre più bomber: «La rete ha legittimato una vittoria meritata»
non posso tornare indietro CREMONA — In sala stampa buttata dentro». po il duro colpo subito alla ti-
nel tempo e poi perché manca l’appuntamento solo Ma- Come è stata la partita? bia. Nella ripresa il mediano è
serve a poco recriminare». rio Tacchinardi (non ne cono- «Una gara dai due volti per- stato spostato dalla posizione
Che Cremonese ha sciamo il motivo) che con il suo ché abbiamo dominato la ripre- centrale davanti alla difesa a
visto? «Una squadra molto ingresso in campo ha determi- sa creando diverse occasioni da mezz’ala alta.
brava a livello individuale, nato la svolta in chiave tattica rete e credo che il gol abbia le- «C’era bisogno di fare pres-
ma nel primo tempo è della partita: la sua posizione gittimato la vittoria. Il primo sione, ecco perché sono stato
andata in difficoltà per più avanzata di qualche metro tempo invece non è stato bril- spostato».
meriti nostri. Nella ripresa ha favorito la pressione dei gri- lante perché non riuscivamo a Come va la soluzione tattica
invece siamo andati in giorossi sul Lumezzane. controllare sulla trequarti il Lu- vista contro Pavia e Lumezza-
confusione e nel calcio Il primo commento è allora mezzane. Uscivamo con i tempi ne?
moderno è sufficiente che affidato al bomber Alberto sbagliati lasciando a loro la pal- «C’è un risultato pratico che
venga un po’ meno la Bianchi, che dopo aver festeg- la ma ho visto forse un paio di è la compattezza e la difficoltà
cooperazione tra i reparti giato il compleanno con la vitto- occasioni e niente altro. Inoltre che gli avversari hanno nel fare
gol. Tre gare senza prendere re-
per andare in difficoltà. Il ria a Pavia si concede anche la pratichiamo un 4-3-3 di emer- ti è importante per una squa-
gol incassato su mischia va terza marcatura stagionale. genza, con diversi giocatori, dra che vuole fare un campiona-
visto come un episodio che Quando una palla entra in area specialmente stavolta, fuori to di vertice e dopo averne in-
nel calcio ci sta, ma non lui c’è. dal loro ruolo naturale». cassati 6 direi che abbiamo mes-
posso dire che abbiamo Come è stata l’azione del Cosa è piaciuto della squa- so un bel freno. Ora aspettiamo
giocato male o che gol? dra? Il centrocampista Fietta si è fatto male nel finale ma ha stretto i denti gli attaccanti che si devono
abbiamo meritato di «Un’azione confusa senz’al- «La grande compattezza che sbloccare. Sappiamo bene che
perdere. Cercheremo di tro. Stefani ha crossato, Cremo- ci permette di subire poco e il gare consecutive. Mi spiace sen- po il primo tempo, la gara dura per loro arrivano momenti diffi-
capire presto cosa non ha nesi l’ha presa di testa ma ha carattere perché dopo la bato- tire i fischi dei tifosi: alla fine novanta minuti». cili ma se il tiro di Musetti en-
più funzionato». (i.g.) colpito il palo, la palla ha corso sta contro la Spal abbiamo pa- della gara se non sono contenti Giovanni Fietta si presenta tra e non sbatte contro la traver-
lungo la riga di porta e io l’ho reggiato a Ravenna e vinto due ci sta, ma non è bello sentirli do- in sala stampa mezzo zoppo do- sa viene giù lo stadio».
IV Sport La Provincia
Lunedì 27 settembre 2010

POLPACCI La storia non è stata molto divertente, ma ci ha pensato il solito Bianchi: insomma alla fine...
&
NUVOLE Lupo Alberto anche stavolta
L
di Giovanni Ratti
a consapevolezza mi è
piovuta in testa come
una noce di cocco. Da
quando abitavo a Lumezzane
è passato mezzo secolo. Ormai
tocca catalogare sotto la voce
è scappato con la gallina lingue diverse e infestate da non solo ha servito a Musetti
ricordi senili la casa con sotto ‘falsi amici’), ma l’impressio- la prima freccia incendiaria
il bar dello juveclub e dietro ne era che alcuni grigiorossi (traversa) ma ha anche per-
la montagna con i cespugli di giocassero con l’entusiasmo messo a Baroni (uomo pruden-
nocciole e i vivai di trote, lo con cui alla mia età ci si fa fa- te) di giocarsi al meglio l’ulti-
spiazzo col calcinculo, il cine- re un controllino alla prosta- ma sostituzione, l’unica non
ma dove davano la primula ta. Sambugaro ha provato a forzata dalle circostanze. Per
rossa e fanfan la tulipe, la ta- promuovere il pressing, ma gli ultimi cinque minuti, qua-
baccheria in piazzetta dove l’invito non ha fatto proseliti si raddoppiati dal recupero,
vendevano la cotognata e il suo zelo ha insospettito dentro Coda per Pradolin
Zuegg i pennini e i segnalibro l’arbitro che nel nome dell’or- (che ha mancato l’unica palla
con i balanzoni, la maestra Lo- dine pubblico lo ha ammonito da gol del primo tempo ma ha
catelli e i compagni che mi al primo stormir di tacchetto. innervato molto del non mol-
prendevano in giro per via Sambu è un Cavallo Pazzo di to di buono combinato fin lì
che ero l’unico maschio man- cui il motore grigiorosso ha dalla squadra), non una mos-
dato a scuola col grembiule in- un gran bisogno, ma proprio sa rivoluzionaria ma un segna-
vece della blusa, e quello che per non doversi poi autocensu- le, quello della carica. E nella
in cortile quando sbagliava il rare (come gli è toccato fare carica i difensori si sono trova-
rigore diceva ‘rifo’ e ne tirava ieri) farebbe meglio a discipli- ti in prima linea perchè loro
un altro, e l’ospedale dove ho narsi. possono sbagliare ma sanno e
lasciato le tonsille e il giorna- Continua anche a non esse- amano battersi, cross di Stefa-
laio che mi teneva via Cuccio- re un periodo floridissimo sul ni palo di Cremonesi tap-in di
lo Geppo Pecosbill e Tiramol- piano della salute, ieri sono Bianchi. I tre difensori che di-
la. saltati Rossi e poi Gervasoni, ventano i tre tenori. Mica ma-
Quando trovo il Lumezzane Fietta si è rimesso in piedi per le, per una squadra sospetta-
mi aspetto sempre una squa- purissimo puntiglio. Ma la ta di difensivismo.
dra da guerra, e invece il Lu- contabilità di chi è uscito, chi Cosa pretendi di più da que-
mezzane di ieri allo Zini è sta- è entrato e chi non è uscito è sta Cremo. Chi va a vederla
to un acquarello come le sue stata decisiva. Per Rossi è en- non rischia attacchi di sindro-
maglie celesti; in certi mo- trato Cremonesi (non proprio me di Stendhal insomma non
menti poteva essere una comi- focalizzatissimo in principio, ci sono azzardi per la salute, e
tiva di miei ex compagni di poi meglio) con Stefani a man- intanto ci vengono bene le
scuola venuti a chiedermi scu- cina dove ha saputo essere moltiplicazioni, due per tre fa
sa delle antiche prese in giro. perfino decisivo. Per Gervaso- sei punti in otto giorni, tre vol-
Certo i numeri dicono che non ni (previo rimpasto che ha por- te novanta fa 270 minuti sen-
aveva ancora perso e Lupo Al- tato Vito a destra disinca- za gol al passivo. E se è la ter-
berto Bianchi è solo il secon- gliandolo dalla mediana dove za volta che Lupo Alberto
do ad avergli vuotato il polla- gioca senza convinzione) è en- Bianchi se la fila con la sua
io, quindi deve essere un’av- trato Tacchinardi e si può di- gallina preferita vuol dire,
versaria vischiosa, dura da re che è entrata la Cremo: per- uno, che questa Cremo in atte-
mandare giù come un bicchie- chè Mario ha contrabbandato sa di trovare il filone del gio-
rone di bario. nella partita il movimento co e un apporto più continuo
Però il fatto che la Cremo ci senza palla, la voglia e la di- dalle punte sa trovarsi addos-
abbia messo un’ora e mezza Vitofrancesco salta in braccio ad Alberto Bianchi, Cremonesi arriva a festeggiare sponibilità a sbagliare a ri- so risorse alternative; due,
per venirne a capo dipende schiare a esporsi pur di far sal- che la sorte sarà cieca ma non
anche dalla bassa passione in mentre sei in ascensore da so- Cremona. L’unica cosa piace- tita si consegnava a una routi- tare il banco. E tanto (poco) è è sorda, sa distinguere il suo-
circolo nelle vene grigiorosse lo con Kelly Lebrock). Dalla vole del pomeriggio era l’odo- ne ovattata. E’ certo solo un bastato perchè il Lumezzane no di prestazioni piene, sono-
almeno nel primo tempo, dal- mobilità senza palla avresti re d’erba, amico ritrovato che malinteso, si tratterà di effet- fin lì a suo agio come un can- re, rombanti come quella di
l’alta infedeltà di troppe gio- detto che si giocasse su un chissà come veniva a salutare ti collaterali di tensione e pre- gurino nel marsupio si sia tro- Bianchi, uno che non ha pau-
cate (e dire che si giocava su campo minato, si doveva gio- il mio naso dopo tanto tempo, occupazione, di messaggi il vato d’improvviso entre espa- ra di niente e ha voglia di bat-
un campo sul quale sbagliare care con palla bassa e invece ma dopo uno spavento inizia- cui significato autentico si è da y pared, insomma con le tersi e sbattersi. Quella voglia
uno stop è imbarazzante quan- era tutto una fuorigrotta di le (arabesco celeste concluso perso nella traduzione da cal- spalle al muro. Perchè Fietta che la Cremo ha ritrovato giu-
to farsi scappare una puzzetta palloni volanti nel cielo sopra con un tiro pretenzioso) la par- ciatorese a spettatorese (due dopo essersi rimesso in sesto sto in tempo.

I TABELLINI DI PRIMA DIVISIONE

Il Verona pareggia a Reggio Emilia ed è ultimo, l’Alto Adige vince ancora espugnando il campo del Ravenna
Alessandria e Spal restano in vetta alla classifica
SPAL 3 SALERNITANA 3 ALESSANDRIA 2
PAGANESE 1 PAVIA 1 GUBBIO 0
Spal: Ravaglia; Ghetti, Zamboni, Battaglia, G. Rossi; Melara (33’st Co- Salernitana: Polito; Balestri, Accursi, Murolo, Legittimo; Carcuro, Pe- Alessandria: Servili; Ciancio, Romeo, Cammaroto, Bonomi; Segarel-
sner), Bedin (24’st Migliorini), Coppola, P. Rossi; Cipriani, Fofana strin; Merino, Szatmari (34’st Tricarico), Ragusa (43’st Falzerano); Fa- li (10’st Damonte), Camillucci; Negrini (12‘st Croce), Martini, Marche-
(44’st Bortel). All. Notaristefano. va (37’st Litteri). All.: Breda. setti (23‘st Machado); Scappini. All.: Sarri.
Gubbio: Lamanna; Bartolucci, Briganti, Caracciolo, Farina; Sandrea-
Paganese: Gabrieli; Panini, Martinelli, Cuomo (33’st Magliocco), Pavia: Facchin; Daffara, Caidi, Preite, Ferrini; Squillace (1’st Tattini), ni, Boisfer, Raggio Garibaldi (41‘st Nazzani); Galano, Donnarumma
Sciannamè; Triarico (dal 24’st Esposito), Casisa, Vicedomini, Macri Carotti, Guadalupi, Beretta; Ferretti (29’st Giannatasio), Marconi (23‘st Testardi), Gomez. All. Mengoni (Torrente squalificato).
(13’st Lepri); Tortori, Tedesco. All. Raiola. (22’st Del Sante). All.: Andrissi. Arbitro: Benassi di Bologna.
Arbitro: Cafari Panico da Cassino. Arbitro: Saia di Palermo. Reti: st 16’ Martini, 44’ Scappini (rig.).
Reti: 2’ Cipriani, 26’ Casisa, 31’st Battaglia, 44’st Migliorini. Reti: 31’pt Fava, 39’pt Carcuro, 13’st Caidi, 20’st Fava. Note: spettatori 1500 circa. Ammoniti: Marchesetti, Nazzani, Farina,
Note: ammoniti Panini, Sciannamè. Spettatori 3000 circa. Note: ammoniti Accursi, Guadalupi, Daffara. Spettatori: 6052. Romeo, Briganti, Cammaroto.

RAVENNA 0 MONZA 1 SPEZIA 1 REGGIANA 0


ALTO ADIGE 1 SORRENTO 1 COMO 1 VERONA 0
Ravenna: Rossi; Tagliani, Ciuffetelli, Fasano; Caz- Monza: Westerveld; Anghileri (24’ st Campinoti), Spezia: Aprea; Enow, Fissore, Buscaroli, Pedrelli Reggiana: Offredi; Iraci, Zini, Mei, D'Alessandro;
zola, Rossetti (1’st Sciaccaluga), Fonjock, Maggio- (31’st Scantamburlo); Marchini (28’ st Casoli), Pa-
lini (14’ st Sabato); Guitto; Caturano (28’ st Rosso), Fiuzzi, Tuia, Bugno (16’ st Barjie); Oualembo, Cam- Romizi 7 (dal 71' Viapiana), Saverino, Maschio;
pisi, Meduri; Iacopino; Alberti (23’ st Ricci), Ferra- doin, Grieco (12’st Musto), Chianese; Cesarini, Alessi; Temelin (dall'81' Chinellato), Guidetti (dal-
Gerbino Polo. All. Vincenzo Esposito. Lazzaro. All. Pane.
Alto Adige: Zomer, Traorè, Kiem, Cascone (8’ st rio. All.: De Petrillo. l'81' Maritato).
Como: Castelli; Maggioni, Conti, Bossa, Magli,
Mirri), Martin; Furlan, Romano M., Romano A. 7; Sorrento: Rossi; Vanin, Terra, Lo Monaco, De Gio- Verona: De Andrade; Abbate, Ceccarelli, Maietta,
Campo 6, El Kaddouri (20’ st Burato); Marchi (29’ Franco (28’st Fautario); Riva, Felipe Gomes (31’st
sa; Erpen, Togni, Armellino, Corsetti; Paulinho, Pi- Fortunato), Villar; Cozzolino (35’st Rossini), Maah. Scaglia; Paghera, Campagna, Russo; Hallfreds-
st Virdis). All. Sebastiani. gnalosa (13’ st Carlini). All.: Simonelli. son; Le Noci (dal 77' Garzon), Pichlmann (dal 60'
Arbitro: La Penna di Roma. All. Brevi – Garavaglia.
Arbitro: Giallanza di Catania. Arbitro: Irrati di Pistoia. Ferrari). All. Giuseppe Giannini.
Rete: 9’ pt Romano A. (rig.).
Note: spettatori 987. Espulsi 48’st Fonjock per dop- Reti: 22’ pt Fiuzzi, 19’ st Paulinho su rig. Reti: 24’st Maah; 27’st Cesarini. Arbitro: Viti di Campobasso.
pia ammonizione e al 50’ st Maggiolini dalla panchi- Note: spettatori 500 circa. Ammoniti: Terra, Corset- Note: spettatori 3.200 circa. Ammoniti: Riva, Con- Note: ammoniti Saverino per la Reggiana, Paghe-
na per condotta non regolamentare. ti; Ricci, Meduri. ti, Felipe Gomes; Enow. ra, Ceccarelli e Hallfredsson per il Verona.

LA CLASSIFICA DEI BOMBER

Tra Cipriani e Paulinho un testa a testa a suon di reti


5 reti: Cipriani (Spal), Paulinho (Sorren- na), Temelin, Guidetti (Reggiana); Car- pino (Monza); Casisa, Tedesco, Vicedo-
to). curo (Salernitana); Togni, Erpen (Sorren- mini, Magliocco (Paganese); Caidi, Fer-
4 reti: Crocetti (Bassano). to), Fofana (Spal), Lazzaro (Spezia). retti, Tarantino (Pavia); Rodriguez, Ric- I MARCATORI GRIGIOROSSI
3 reti: Bianchi (Cremonese); Gomez 1 rete: Martini (Alessandria), Fischnal- ci (Pergocrema); Piovaccari, Gerbino 2 reti: Bianchi
(Gubbio), Ferrario (Monza), Simeoni ler, Martin, Marchi, Romano, Campo (Al- Polo, Tagliani (Ravenna); Maritato, Ma- 1 rete: Pradolin, Nizzetto, Sambugaro,
schio, Alessi (Reggiana); Ragusa (Saler- Musetti, Coda.
(Pergocrema), Fava (Salernitana), Le to Adige); Lagrotteria (Bassano), Licata, nitana); Pignalosa (Sorrento); Terra, De
Noci (Verona). Maah, Cozzolino (Como); Coda, Sambu- Giosa (Sorrento); Battaglia, Migliorini,
2 reti: Artico, Scappini (Alessandria); garo, Pradolin, Musetti, Nizzetto (Cre- Smit, P. Rossi (Spal); Cesarini, Marchi-
Baido (Bassano); Riva (Como); Ferrari monese); Bazzoffia, Sandreani, Donna- ni, Daffara (Spezia); Esposito, Halfreds- I MARCATORI GIALLOBLU
(Lumezzane); Seedorf, Tortori (Pagane- rumma, Galano (Gubbio); Lauria, Galabi- son, Pichlmann, Mancini, Martina Rini 3 reti: Simeoni.
se); Del Sante (Pavia), Caturano (Raven- nov (Lumezzane); Ferrario, Fiuzzi, Iaco- (Verona). 1 rete: Ricci, Rodriguez. Paulinho del Sorrento