Sei sulla pagina 1di 16

La fisica del pallone

Scopo di questo e-book di esplorare il "connubio" tra fisica e sport, prendendo


spunto dall'osservazione di un calcio di pallone. L'osservazione e analisi di alcune azioni di gioco attira molto e coinvolge gli studenti, essendo il calcio il pi popolare degli sport in Italia, e fornisce al docente l'occasione per introdurre le leggi della fisica.

Le leggi del pallone (e non solo) da Linx Magazine


Come sperimentiamo quotidianamente nella didattica, non c libro di fisica che non spieghi le leggi della meccanica utilizzando esempi che coinvolgono atleti impegnati in qualche disciplina sportiva, gente che corre, salta, lancia, calcia, si butta lungo una pista da sci o pattina sul ghiaccio. Non viene trascurato nessuno sport, neanche il curling. Quello che nessuno dice, per, che chiunque competa nel calcio, nel basket, nel tiro con larco o dove vi pare, in qualche maniera anche se forse non ha mai aperto un libro di fisica conosce quelle leggi.

Osservare e capire i gesti degli atleti, luso e le caratteristiche degli attrezzi sportivi un modo come un altro per insegnare la fisica, ma bisogna usare qualche cautela,

evitando di introdurre complicazioni inutili o semplificazioni eccessive che spesso diventano veri e propri errori. una fisica calata nel quotidiano, le variabili sono tante e bisogna stare attenti a come si selezionano, a quali sono gli aspetti pi rilevanti, quelli che servono per andare oltre il caso specifico e per costruire conoscenza sulle leggi generali che regolano i fenomeni in esame. La presentazione agli studenti dell'e-book pu prendere spunto proprio da due semplici esperimenti, facilmente riproducibili in laboratorio: 1) la palla sospesa e messa in rotazione dall'aria emessa da uno sparafoglie; 2) il piatto di plastica mantenuto in sospensione dall'aria soffiata da un phon e illustrati nel video presentato nell'articolo: Fisica del calcio e di altri sport- Geo Scienza di RAiscienze oppure su http://youtu.be/OV7gOsljLb0

continua la lettura su http://magazine.linxedizioni.it/2013/05/07/leggi-del-"pallone/.

Calci di punizione: tutta una questione di fisica

da Tagli.me

Quante volte siamo rimasti letteralmente incantati da un calcio di punizione perfetto? La palla si stacca dal piede del giocatore, disegnando una traiettoria magica

nellaria, scavalcando la barriera, girando allimprovviso e scendendo repentinamente fino ad infilarsi nel sette, proprio l dove il portiere non ci arriverebbe neanche avendo delle molle attaccate alle scarpe. Molti tra i calciofili si ricordano alcune punizioni eccezionali, semplicemente pura magia, un capolavoro da rivedere pi e pi volte. Siamo nel Torneo di Francia, un torneo amichevole che anticipava di un anno i Mondiali che da l a poco si sarebbero tenuti in casa dei transalpini. Nel torneo c anche lItalia, vice campione del mondo allenata da Cesare Maldini, insieme ad inglesi, francesi e brasiliani. Nonostante il torneo sia poco pi che un allenamento, nella prima partita Roberto Carlos al 22 tira fuori dal cappello una punizione impossibile . Un esterno sinistro incredibile calciato da 35 metri con traiettoria a banana e una velocit di 120 km/h. La traiettoria del pallone dopo aver aggirato la barriera, pochi metri prima della porta, cambia direzione e si insacca alle spalle di Barthez.

Schema del calcio di punizione di Roberto Carlos La visione del video d'obbligo su: Calcio di punizione di Roberto Carlos oppure su
http://youtu.be/lNW_NdA9YEI

Continua la lettura

dell'articolo e la visione

di video di altre azioni

su:

http://tagli.me/2013/06/28/calci-di-punizione-tutta-questione-di-fisica/

Lezioni di fisica
da Corso di Laurea in Fisica Facolt di Scienze dellUniversit di Trento Utilizzando gli approfondimenti teorici cercheremo di rispondere ad alcune domande : Perch una palla calciata con "l'effetto" devia dalla sua traiettoria iniziale? Calcio, pallavolo, tennis, golf, sono discipline sportive con regole molto diverse ma con un denominatore comune, il lancio di un oggetto pi o meno sferico verso un compagno, un avversario o dentro a una buca. Questi oggetti disegnano in aria traiettorie che possono essere anche molto complesse e che dipendono da come sono fatti gli oggetti stessi, dal modo in cui sono stati colpiti e dalle forze a cui sono soggetti mentre sono in volo. Non si tratta solo della gravit, ma di una combinazione tra questa, la resistenza dellaria e la forza di Magnus, una specie di portanza, la cui origine risiede proprio nel moto rotatorio del pallone. Una palla in movimento traslatorio e ruotante attorno ad un asse, passante per il centro di massa e perpendicolare alla direzione del moto, risente di una forza F, ortogonale alla velocit. Tale forza, dovuta all'interazione con il mezzo entro cui la palla si muove, detta forza di Magnus ed proporzionale al prodotto vettoriale tra velocit angolare e velocit lineare v, F

v.

Che cos' l'effetto Magnus? MOTO SENZA ROTAZIONE Supponiamo che una palla si muova di moto traslatorio da sinistra verso destra, senza ruotare, in un fluido. Un osservatore solidale alla palla vedrebbe il fluido venire incontro alla palla da destra verso sinistra. Considerati due punti A e B, diametralmente opposti rispetto alla palla, rispettivamente al di sopra e al di sotto, la velocit del f luido la medesima pertanto, per la legge di Bernoulli,

anche la pressione PA nel punto A uguale alla pressione PB nel punto B. Poich non presente alcuna differenza di pressione, ne deriva che sulla palla non agisce alcuna forza F perpendicolare alla direzione del moto e la traiettoria della palla rimane rettilinea. MOTO CON ROTAZIONE Supponiamo ora che la palla ruoti, con velocit angolare mentre trasla verso destra. Un osservatore solidale alla palla vedrebbe le molecole del fluido nella zona A muoversi a velocit inferiore rispetto a quelle in B, a causa della combinazione di moto traslatorio e rotatorio, per cui la velocit relativa del fluido in A vA = v- R , mentre in B vB = v+ R. Ne consegue che la pressione PA maggiore della pressione PB. Si genera pertanto una forza F, ortogonale alla direzione del moto, diretta verso il basso, che fa incurvare la traiettoria originale.

continua la lettura su:


http://www.science.unitn.it/~fisica1/fisica1/appunti/mecc/appunti/dinamica/magnus/nod e1.html

Come viene applicato l'effetto Magnus nel calcio? dal Blog SapienteMente- "Effetto Magnus: il tiro ad effetto nel calcio derivato dalla fluidodinamica".

Ingrediente importantissimo per ottenere un tiro ad effetto, ovvero quella particolare traiettoria che il calciatore imprime alla palla per sorprendere il portiere avversario, la rotazione impressa sulla palla, verso l'alto o verso il basso, dall'esterno o dall'interno del piede. Il tiro ad effetto semplicemente un esempio dell'evento fisico noto come effetto Magnus. Il nome si deve a Heinrich Gustav Magnus, il fisico e chimico tedesco che per primo lo descrisse nel 1852. La branca della fisica di pertinenza di questo effetto la fluidodinamica. A quanto spiegato in precedenza sulla Forza di Magnus si deve aggiungere che un corpo, che contemporaneamente in rotazione sul proprio asse e in movimento all'interno di un fluido, riesce a trascinare con s lo strato di fluido immediatamente a contatto con la sua superficie, rimanendone quasi imprigionato; a sua volta questo strato determina il trascinamento dello strato attiguo e cos via, con la formazione di strati di fluido rotanti su circonferenze concentriche. I flussi di aria che lambiscono il corpo (in tal caso la palla) sono diversi sulle due facce (superiore ed inferiore o destra e sinistra) a seconda del verso di rotazione del corpo, grazie al trascinamento del fluido attorno al corpo stesso. Quindi, ricapitolando, i flussi di aria che lambiscono la palla sono quelli determinati dalla rotazione della stessa, a cui si aggiungono quelli derivanti dal flusso di aria dell'ambiente. Ne deriva che dove le correnti sono concordi la velocit dell'aria aumenta, mentre diminuisce dove si contrastano. Questo fa si che da un lato del pallone l'aria rallentata, mentre dall'altro pi veloce. Per l'equazione di Bernoulli ne consegue che sul lato a minore velocit la pressione pi alta, mentre in quello a velocit maggiore la pressione pi bassa; la differente pressione de termina la portanza, ovvero il movimento laterale a parabola della sfera.

continua la lettura su http://sapientemente.blogspot.it/2011/03/effetto-magnus-il-tiroad-effetto-nel.html

Come ottenere Traiettorie ad Effetto

da globuscorporation.com

Quando un pallone viene calciato la sua traiettoria viene determinata dalle forze che agiscono sul pallone durante il volo. Si possono identificare 3 differenti forze: 1 - La forza di propulsione che viene applicata al pallone dal piede del

giocatore: quanto pi grande la forza che viene data al pallone, tanto maggiore sar la distanza che potr raggiungere. La velocit del pallone massima al momento del calcio e diminuisce progressivamente per effetto della resistenza dell'aria 2 - La forza di attrito prodotta dall'avanzamento nell'aria durante il volo. La resistenza dell'aria varia in funzione della dimensione e della forma dell'oggetto, nel nostro caso il pallone, e della velocit di avanzamento. Questa forza contraria alla forza di propulsione e produce il progressivo rallentamento del pallone. 3 - La forza di gravit (G) che agisce verso il basso ed costante. Questa forza responsabile della curvatura della traiettoria verso il terreno. Nel gioco del calcio si possono ottenere particolari effetti di tiro agendo in modo particolare su due importanti fattori: Velocit della palla e la Rotazione della palla.

La velocit della palla dipende dalla forza con cui viene calciato il pallone, mentre la rotazione del pallone viene determinata dal modo in cui viene calciato: - Se la palla viene calciata applicando la forza direttamente sul suo centro di massa la palla si muover senza entrare in rotazione; - Se invece viene calciata fuori centro, la palla inizier il suo volo entrando anche in rotazione. La velocit di rotazione determinata sia dall'energia applicata che da quanto fuori centro stato applicato il colpo. I giocatori sanno per esperienza che imprimendo una rotazione alla palla si possono produrre traiettorie caratterizzate da particolari effetti di curvatura: questo effetto conosciuto in Fisica con il nome di "Effetto Magnus". Quello che non tutti sanno che la palla durante il suo volo si comporta in modo analogo a quello dell'ala di un aereo che, grazie alla differenza di pressione che si verifica sulle superfici alari, riesce a sostenersi in volo. Vediamo ora i casi che si verificano pi di frequente durante il

gioco e gli effetti che producono sulla traiettoria del pallone. 1 CASO: Traiettoria di una palla che si muove senza rotazione. Quando la palla viene calciata l'aria aderisce alla sua superficie sotto forma di sottili strati di aria concentrici. Quando lo strato d'aria pi vicino al pall one (strato limite) raggiunge la parte posteriore del pallone costretto staccarsi creando una serie di vortici dietro la palla.

V = Velocit di avanzamento

Se la palla viene calciata senza rotazione (come nella figura sotto) il flusso di aria intorno

P = Pressione dell'aria V = Velocit di avanzamento

alla superficie simmetrico e la pressione dell'aria sar uguale sulla faccia superiore e sulla faccia inferiore del pallone. La risultante delle pressioni sar NULLA e quindi la traiettoria del pallone sar determinata dalla forza di propulsione (calcio) da una parte e dalla forza di gravit e dalle forze di attrito dall'altra.

Ne risultano traiettorie regolari con una curvatura solo sul piano verticale dovuta alla
forza di gravit. Nei tiri di potenza e a distanza ravvicinata l'influenza della forza di gravit cos bassa rispetto alla forza di propulsione che i tiri appaiono pressoch rettilinei. Per il principio di Bernoulli la pressione esercitata da un gas (aria) sulla superficie di un corpo inversamente proporzionale alla velocit del gas ste sso sulla superficie: alta velocit = bassa pressione e bassa velocit = alta pressione.

Ecco come Eurogoal riproduce un tiro di potenza senza rotazione: La traiettoria appare pressoch rettilinea e molto precisa.

2 CASO: Traiettoria di una palla che si muove con rotazione. Se la palla viene calciata mettendola in rotazione il suo comportamento cambia in modo radicale e spettacolare: l'aria che sta sul lato che si muove in avanti viene

trascinata pi a lungo sulla superficie della palla stessa e si stacca pi tardi. L'aria che si trova sul lato opposto invece si stacca prima. Poich il pallone ruota e, contemporaneamente, avanza nell'aria si vengono a determinare differenti interazioni tra il flusso d'aria di avanzamento e i flussi concentrici prodotti dalla rotazione. Dove i flussi sono concordi la velocit dell'aria sulla superfice del pallone aumenta mentre, dove avvengono in direzioni opposte, si contrastano e la velocit dell'aria sulla superfice del pallone diminuisce. Per il principio di Bernoulli la pressione dell'aria sul pallone sar pi bassa sul lato dove l'aria scorre velocemente e pi alta dove scorre pi lentamente. La risultante di queste due pressioni sar una forza F (freccia azzurra) che accentuer la curvatura della traiettoria: questo fenomeno viene chiamato Effetto MAGNUS.

P = Pressione dell'aria sulla superfice del pallone F = Forza risultante dalla differenza di pressione

L'EFFETTO MAGNUS APPLICATO IN SITUAZIONE DI GIOCO Nella realt del gioco l'effetto Magnus viene utilizzato in moltissime situazioni , ad esempio nei calci dangolo, anche se le pi spettacolari sono quelle relative ai cal ci di punizione con barriera. L'effetto Magnus produce per traiettorie diverse a seconda del piano di rotazione pi o meno inclinato.

Ora vediamo due situazioni diverse in cui Eurogoal simula alla perfezione questo tipo di traiettorie in modo da creare situazioni di gioco particolarmente allenanti. Tiro con ruote orizzontali o leggemente inclinate (Max 15) Lo scopo di aumentare la curvatura del pallone sul piano orizzontale

quello

per raggiungere un bersaglio evitando i giocatori avversari.

Come si vede la palla viaggia lungo una traiettoria che tende, in questo caso, a rientrare verso la porta. - Tiro con ruote inclinate da 15 a 80. Lo scopo quello di aumentare la curvatura del pallone prevalentemente sul piano verticale per superare in altezza la barriera e raggiungere la porta. Questo tipo di traiettoria viene utilizzata nel volley, nel tennis ed in altri sport dove viene chiamata TOP SPIN.

Questo un tiro molto spettacolare ed efficace che, tuttavia, risulta difficile da riprodurre in modo esatto con continuit. Il vantaggio di Eurogoal sta proprio nella precisione elettronica e meccanica che permette di generare ogni tipo di parabole e di velocit, senza sbagliare mai.

continua la lettura su http://www.globuscorporation.com/sporttechnology/ita/effettomagnus-e-top-spin-2486.asp

SITOGRAFIA
1)Lezioni di fisica http://www.science.unitn.it/~fisica1/fisica1/appunti/mecc/appunti/dinamica/magnus.pdf http://www.science.unitn.it/~fisica1/fisica1/appunti/mecc/appunti/dinamica/magnus/nod e1.html http://ishtar.df.unibo.it/mflu/html/magnus.html 2)Informazione da Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Magnus 3)Una rivista di scienze http://magazine.linxedizioni.it/2013/05/07/leggi-del-"pallone/

4)Un blog http://sapientemente.blogspot.it/2011/03/effetto-magnus-il-tiro-ad-effetto-nel.html http://tagli.me/2013/06/28/calci-di-punizione-tutta-questione-di-fisica/ 5) Simulazioni di tiri di calci di pallone per lo studio delle traiettorie http://www.globuscorporation.com/sporttechnology/ita/effetto-magnus-e-top-spin2486.asp