Sei sulla pagina 1di 1

Contaldo medicina interna lezione 8

Se misuriamo il triptofano nel sangue possiamo farci un’idea della qualità della dieta.La leucina stimola la sintesi di
proteine muscolari ma ricordiamo che il fegato non riesce a degradare tanti BCCA(aminoacidi ramificati).La leucina
agisce su MTORC1 e aumenta la sintesi delle proteine muscolari.La leucina va distribuita tra i pasti infatti l’effetto
anabolico delle proteine dipende dal contenuto di leucina.Con l’invecchiamento bisogna assumere un po più leucina
perché il sistema MTORC1 risponde meno.La buona distribuzione delle proteine che contengono leucina migliora la
sintesi proteica.Dare 2,2g di leucina per pasto aumenta la sintesi proteica muscolare(<1,8g non da effetti).La
sarcopenia è la perdita di massa muscolare nell’anziano.Gli anziani hanno una resistenza anabolica per questo agli
anziani è raccomandato dare per ogni pasto più di 20g di proteine contenenti >2,2g di leucina per stimolare la sintesi
proteica.Il pasto iperproteico da sazietà perché induce una distensione dello stomaco maggiore,la risposta alle
incretine è più alta e quindi vi è più sazietà,aumenta la produzione di serotonina,viene prodotta leptina.Studiare solo il
bilancio dell’azoto non ci fa capire gli effetti anabolici e metabolici delle proteine.Bisogna distribuire le proteine e la
leucina tra i pasti.Protein leverage hypothesis(ipotesi di leva delle proteine):la qualità delle proteine regola
l’assunzione di cho e grassi,se le proteine sono di bassa qualità tendiamo a mangiare più cho e grassi.L’attività fisica
aumenta la risposta agli aa,migliora la sensibilità insulinica,attiva il sistema MTORC1,dopo l’esercizio bisogna
assumere molte proteine.Dal punto di vista anabolico è meglio fare prima l’allenamento e poi consumare un pasto
ricco in proteine.Tutti i tipo di attività fisica sono positivi,il migliore è l’aerobica.Nell’anziano sedentario dopo l’attività
fisica gli do 25 g di proteine mentre a un giovane bastano 15g.Se si ha un trauma es un’ustione si abbassa la massa
magra.Interazione tra esercizio e proteine della dieta include:migliora la funzione endoteliale e la perfusione ai
muscoli,migliora la sensibilità insulinica,stimola MTCORC1 ecc…Nella dieta si può assumere tra il 10 al 35% di
proteine.Troppe proteine però aumentano la sintesi di urea ma anche la sua clearance.In soggetti con malattie renali
le proteine da dare sono 0,6-0,8g/kg,nel catabolismo si da1g,in dialisi fino a 1,2g.Le diete iperproteiche non hanno
effetto sul calcio se assunto in maniera adeguata.Con l’invecchiamento si perde passa muscolare,dopo i 40 anni a ogni
decade si perde il 3-8% di massa muscolare.La funzione muscolare è importante ed è correlata alla determinazione di
disabilità e mortalità.La sarcopenia come l’osteoporosi comincia per le donne in menopausa e per gli uomini in
andropausa.La sarcopenia è correlata al rischio di cadute.La sarcopenia dipende dalla
nutrizione,esercizio,comorbilità,fattosi sociali.La sintesi proteica post-prandriale va valutata ma la valutazione è
metodologicamente invasiva.Il tono muscolare è importante ed è correlato alle cadute,morte ecc..Bisogna preservare
la forza muscolare.Gli anziani hanno bisogno di più proteine perché sono sarcopenici e sedentari(1-1,15g/kg).La sintesi
proteica aumenta del 25% se le proteine sono ben distribuite nella dieta(25-30g a ogni pasto).La FAO raccomanda che
gli aa vengono trattati come un nutriente individuale.Le proteine animali sono di più alta qualità rispetto a quelle
vegetali.Esercizio e proteine aumentano la sintesi proteica.Dopo l’esercizio fisico per 1 ora vi è la maggiore sintesi
proteica e per quesot bisogna subito mangiare un pasto ricco in proteine.La dieta occidentale si caratterizza per
l’obesità perché la qualità degli alimenti è bassa.Un ruolo importante è dato dagli indicatori della dieta e cioè K,CA,vit
D,ferro,folati,B12 e fibre.Se si riducono troppo i saturi abbassiamo anche il consumo della carne dalla quale otteniamo
proteine di alta qualità.Il punteggio migliore è il punteggio aminoacidico di digeribilità che descrive la qualità delle
proteine in base alla digeribilità.Le proteine di alta qualità es quelle del pollo danno tutti i 9 aa essenziali mentre le
proteine vegetali no.Le proteine animali hanno alto valore biologico.Più proteine assumiamo e meno cho e grassi
dobbiamo assumere.La densità energetica indica la densità calorica per es una merendina piena di grassi è zuccheri ha
un’alta densità energetica.La densità dei nutrienti indica la quantità di nutrienti presenti.I cibi ricchi di nutrienti lo
sono se contengono buone quantità di questi 9 nutrienti:CA,MA,K,fibre,proteine,ferro,vit A,C e E e hanno pochi
saturi,poco zucchero e sale.Il nutrient density score si basa su 7 nutrienti:proteine,grassi insaturi,saturi,fibre,CA,vit
C,sodio.Le proteine animali contengono zinco,ferro e B12 mentre le proteine vegetali sono sprovviste di B12 e hanno
ferro poco biodisponibile.Consumare poco latte e cereali ci espone a carenze.Bisogna consumare più cereali,latte e
yogurt.La dieta deve contenere tutti i gruppi alimentari.La probabilità di avere una dieta adeguata dipende se contiene
24 nutrienti:le diete contenenti carne,latte e pesce hanno punteggi migliori.La composizione di aa è importante ma
bisogna vedere anche la qualità delle proteine.Bisogna assumere tra il 45-65% in cho,tra il 20-35% in grassi e tra il 10-
35% in proteine.I latto-ovo-vegetariani assumono tutti gli aa essenziali mentre i vegani sono a rischio di non assumere
tutti gli aa essenziali.