Sei sulla pagina 1di 8

Esercizio N.

1 : Elaborazione numerica di un DTM


L’analisi geomorfologica quantitativa consente di estrapolare vari dati necessari alla
classificazione di un territorio. Attraverso l’utilizzo di determinate procedure
computazionali è possibile fare l’elaborazione numerica di un DTM con lo scopo di
individuare anomalie presenti sul territorio per valutarne la giusta interpretazione. La
zona presa in considerazione nel DTM si trova in prossimità del Comune di
Spinazzola, il DTM ha una risoluzione di 8m e appartiene al foglio 453,
relativamente a due quadranti in scala 1:5000 e con un sistema di riferimento WGS84
UTM Zona 33N (EPSG:32633). L’elaborazione è stata effettuata con il software
QGIS.

DTM - Spinazzola

La zona è caratterizzata, come si può vedere, da differenze di quota abbastanza


elevate con depressioni che convergono in maniera ramificata in direzione Nord-Est,
mentre verso Sud la variazione delle quote è più graduale.
 ANALISI DELLA MAPPA DELLE OMBRE

MAPPA DELLE OMBRE – Spinazzola

Da questo elaborato si possono vedere delle incisioni abbastanza evidenti presenti


ed esse possono essere dovute ad una intensa azione erosiva a causa del
ruscellamento oppure sono dovute a cause tenso-deformative nelle zone in cui
esse sono più accentuate. A Nord è possibile vedere una certa biforcazione
stradale che attraversa l’incisione più evidente tra quelle individuate.
 ANALISI DELLA MAPPA DELLE PENDENZE

MAPPA DELLE PENDENZE – Spinazzola

Questa si ottiene ancora da elaborazioni fatte sul DTM di partenza usando un


fattore di moltiplicazione delle pendenze pari a 1 e quello che si ottiene è che le
pendenze più grandi, dell’ordine del 20-25%, si trovano in corrispondenza delle
incisioni. Anche in questo caso è ben visibile l’andamento stradale caratterizzato
da pendenze pressoché omogenee che meglio fanno individuare la posizione di
questi elementi, anzi è possibile ben distinguere una strada anche nella parte Sud
della zona.
 ANALISI DELLA MAPPA DELLE ESPOSIZIONI

MAPPA DELLE ESPOSIZIONI – Spinazzola

In questa mappa si hanno informazioni relative alla direzione delle pendenze che si
erano ottenute precedentemente, quindi è un elaborato complementare alla mappa
delle pendenze. Fissando la direzione Nord e procedendo in senso orario, si possono
osservare i vari angoli di esposizione e quello che si è ottenuto è che esiste un
sostanziale equilibrio tra le zone espose a Nord-Est ( tra 0° e 90°) e quelle esposte a
Nord-ovest (266°-354°).
 ANALISI DELLA MAPPA DEI RILIEVI

MAPPA DEI RILIEVI – Spinazzola

La mappa dei rilievi serve fondamentalmente a confermare la situazione descritta


fino ad ora, una serie di ramificazioni che si dirigono, abbassando le proprie
quote, verso un punto di convergenza più o meno centrale al quale appartengono
le quote più basse. A sud si ha la parte più elevata dalla quale si distingue
perfettamente essere punto di partenza delle varie incisioni presenti.
 ANALISI DELLA MAPPA DELLE ASPERITA’

MAPA DELLE ASPERITA’ – Spinazzola

L’indice delle asperità deriva dalla mappa delle pendenze, essa rappresenta le zone
che sono più elevate rispetto all’intorno. Le zone caratterizzate da un indice maggiore
sono le più scoscese, quindi quelle che si trovano all’interno delle incisioni irregolari.
Gli indici si riducono molto andando verso la zona Sud e verso Nord-Ovest dove si
ha una certa regolarità di tipo topografica. Risultano anche marcate le zone
antropizzate, proprio perché presentano un cambio di quota rispetto all’intorno in
maniera piuttosto puntuale, anche se tale cambio resta comunque abbastanza limitato.
 ELABORAZIONE 3D DEL DTM
 ESTRAZIONE DEL RETICOLO IDROGRAFICO

RETICOLO IDROGRAFICO – Spinazzola

Attraverso l’uso di GRASS è stato possibile estrarre il reticolo idrografico del DTM,
inoltre è possibile vedere l’assenza di conche con superficie maggiore di 1 Km2.

Interessi correlati