Sei sulla pagina 1di 11

FINESTRA SULLASIA / CINA

Quale futuro per la


fabbrica del mondo?
Un dibattito con alcuni dei massimi esperti internazionali

Stephen Wilkes

di Ivan Franceschini e Luigi Tomba

L
a Cina sta attraversando una fase di pro- no precedente, attestandosi su un totale di 2.51
fonda trasformazione, con cambiamenti miliardi di dollari americani. Infine, secondo un
che interessano non solo la struttura indu- rapporto della Camera di Commercio Americana
striale, ma anche il costo del lavoro e lattivismo pubblicato lo scorso aprile, gli investimenti di-
operaio. Alcuni dati recenti sono sufficienti a dare retti esteri cinesi negli Stati Uniti hanno ormai
unidea delle possibili conseguenze globali di que- superato il flusso di capitali americani in Cina.
sta transizione. Innanzitutto, secondo la divisione giunto forse il momento di decretare la fine della
Merril Lynch della Bank of America, laumento Cina come fabbrica del mondo? Quali sono le
del costo del lavoro e la minore disponibilit di prospettive per lattivismo operaio cinese? Abbia-
manodopera hanno fatto s che nel 2013 la Cina mo sottoposto la questione ad alcuni studiosi di
abbia attratto meno investimenti diretti esteri primo piano nel contesto internazionale: Anita
che le principali economie del Sudest asiatico Chan (Australian National University), Pun Ngai
combinate. In secondo luogo, stando a dati del (Hong Kong University of Science and Techno-
Ministero del Commercio cinese, nei primi cin- logy), Jack Linchuan Qiu (Chinese University
que mesi del 2014 gli investimenti diretti esteri of Hong Kong) e Sun Wanning (University of
dai 28 paesi dellUnione Europea sono scesi del Technology di Sydney).
22.1 per cento rispetto allo stesso periodo dellan-
MADE IN CHINA | 2014 23
N
ellultimo decennio, la Cina stata relativamente centrale nellindagine intellettuale
spesso descritta come la fabbrica e nellopinione pubblica. Le rivoluzioni dellin-
del mondo, un termine originaria- formazione che hanno avuto luogo in quegli anni
mente coniato per indicare il Regno Unito nel dalla tipografia alla met dellOttocento alla ra-
periodo della Rivoluzione Industriale. A vostro dio e televisione alla met del Novecento sono
avviso, si tratta di una definizione appropriata sempre state parti integranti della Rivoluzione
alla luce della situazione economica e sociale Industriale, senza mai per riuscire ad eclissarla,
della Cina di oggi? Considerando la questio- almeno fino agli anni Novanta, quando la Ri-
ne da un punto di vista storico, secondo voi voluzione dellInformazione ha fatto scivolare
possibile individuare delle analogie tra la Cina la Rivoluzione Industriale in secondo piano.
di oggi e le due precedenti fabbriche del mon- Sebbene dagli anni Novanta a oggi la produzione
do, lInghilterra del Diciannovesimo secolo e manifatturiera globale abbia continuato a cresce-
gli Stati Uniti dellimmediato Dopoguerra? re, la maggioranza degli intellettuali e del pubbli-
co, in Cina come allestero, considera la Rivolu-
JACK LINCHUAN QIU: Fabbrica del mon- zione Industriale un fatto del passato, superato e
do un termine appropriato per la Cina del irrilevante ai fini della comprensione della realt
Ventunesimo Secolo, soprattutto in virt del- cinese di oggi. Questa fondamentale discordanza
la concentrazione dellindustria manifatturiera tra realt economica e percezione del pubblico
globale che la caratterizza. Come a Manchester rappresenta un serio ostacolo alla formazione di
nellOttocento e a Detroit dopo la Seconda Guer- una nuova classe operaia nella fabbrica del mon-
ra Mondiale, la concentrazione della forza lavoro do. Inoltre, questo cruciale processo di forma-
fortemente sbilanciata, sia allinterno del Pae- zione di classe reso ancor pi difficile dal socia-
se che a livello globale, trovandosi a dipendere lismo con caratteristiche cinesi delle autorit di
dallarrivo di lavoratori migranti e dallafflusso di Pechino, un discorso politico che ha effetti ancor
capitale domestico e internazionale, canalizzato pi limitanti sulla formazione della classe operaia
attraverso istituzioni pubbliche e private. In so- di quanto non abbiano avuto le leggi di epoca
stanza, queste tre storiche fabbriche del mondo vittoriana.
rappresentano diverse fasi dellespansione del si-
stema capitalista mondiale moderno, un proces- ANITA CHAN: In quanto principale produt-
so in cui crescenti proporzioni del territorio, del tore di merci per i mercati globali del consumo,
lavoro e delloperato di agenzie statali vengono la Cina pu senza ombra di dubbio essere consi-
risucchiate nel vortice del capitalismo globale. derata la fabbrica del mondo di oggi. In nessun
Tuttavia, come ha scritto Immanuel Wallerstein, momento della storia umana esistita una forza
le tre frontiere dellespansione sono tutte ine- lavoro industriale delle dimensioni di quella ci-
vitabilmente sottoposte a una contrazione del nese attuale. Da questo punto di vista, la Cina
sistema-mondo, che si manifesta in concomitan- segue le orme del Regno Unito della Rivoluzio-
za con la crescita dei salari, lavanzamento della ne Industriale e degli Stati Uniti della met del
democratizzazione e la rarefazione delle risorse Ventesimo Secolo. In entrambi i casi, questi paesi
del pianeta. dominavano la produzione manifatturiera globa-
Questo parallelo storico, tuttavia, solo parte le della propria epoca.
della risposta. La fabbrica del mondo cinese di Cina, Regno Unito e Stati Uniti sono diven-
oggi presenta anche alcune sostanziali differenze tati fabbrica del mondo in differenti giunture
rispetto allInghilterra e agli Stati Uniti del passa- tecnologiche e socio-politiche. Il Regno Unito
to. Economicamente, come si pu evincere dalle- introdusse per primo le nuove tecnologie che
tichetta Rivoluzione Industriale, le precedenti permettevano la produzione di massa nellam-
fabbriche del mondo occupavano una posizione bito di un sistema industriale. Subito dopo la

24 MADE IN CHINA | 2014


Seconda Guerra Mondiale, gli Stati Uniti invece significativamente. Tuttavia, alcuni decenni pi
si trovarono a beneficiare dellespansione delle- tardi, lemergere delle filiere produttive globali
conomia bellica, proprio nel momento in cui il segn linizio del declino del lavoro in Occidente
mondo industrializzato era devastato dalla guerra e lemergere di una realt sempre pi diffusa di
stessa e dipendeva dagli americani per finanziare lavoro industriale sfruttato nel Sud del mondo.
la ricostruzione delle proprie economie. Quando, Lascesa della Cina come base di produzione per
tra la fine del Ventesimo e linizio del Ventune- lesportazione, favorita da unampia disponibilit
simo Secolo, la Cina diventata la fabbrica del di lavoro a basso costo, ha scalzato la produzione
mondo, il mondo era entrato in una nuova fase industriale ad alta intensit di manodopera dalle
di rivoluzione tecnologica, in cui comunicazione economie pi avanzate e ha contribuito alla dimi-
nel cyberspazio e trasporto integrato via contai- nuzione dei salari reali sia nei Paesi pi sviluppati
ner avevano accelerato la spedizione di enormi che in quelli del Sud del mondo. Stando a un
quantit di merci a livello globale. Ci rappresen- recente studio, mentre i paesi pi poveri in Asia
ta una sostanziale differenza rispetto a Inghilter- competono per una fetta del mercato delle pro-
ra e Stati Uniti. Nella Rivoluzione Industriale duzioni ad alta intensit di lavoro, i salari medi
inglese, le merci inizialmente erano prodotte da dei loro lavoratori sono crollati del 14% solamen-
capitale locale soprattutto per il consumo dome- te nellultimo decennio. Dopo duecento anni, il
stico. Solamente in un secondo momento lindu- mondo del lavoro industriale tornato alle origi-
stria britannica assunse un ruolo dominante nelle ni, con il capitale che riprende a reclutare il lavo-
esportazioni industriali. Negli Stati Uniti del Do- ro semplicemente per sfruttarlo.
poguerra, lindustria era ugualmente sostenuta da
capitale interno, e produceva innanzitutto per il PUN NGAI: La Cina largamente riconosciu-
consumo domestico. Tuttavia, oltre mezzo secolo ta come officina del mondo un colosso della
dopo in Cina, una proliferazione di catene pro- produzione di massa e della crescita guidata dalle
duttive globali ha portato capitali da Paesi indu- esportazioni che ora anche seconda economia
striali avanzati a delocalizzare la produzione in mondiale per Prodotto Interno Lordo, sempre
Paesi poveri per fruire dei vantaggi del basso co- pi vicina agli Stati Uniti. Si tratta di un paese
sto del lavoro industriale. In altre parole, in Cina che ha ridefinito la traiettoria del capitalismo glo-
una fiorente industria finalizzata allesportazione bale nel Ventunesimo Secolo. Come ha rilevato
e fondata su tecnologie e capitali esteri ha prece- Anita, a confronto con le due precedenti fab-
duto il consumo interno. briche del mondo, la Cina ha una classe operaia
Ci che rimasto invariato in questi tre casi di dimensioni inimmaginabili, che comprende
storici la sottomissione del lavoro salariato al oltre un quinto della forza lavoro globale. Mol-
capitale. Durante la Rivoluzione Industriale in- ti di questi lavoratori sono impiegati da imprese
glese, le cosiddette recinzioni e il nuovo sistema transnazionali, inclusa la Foxconn, il principale
di produzione organizzato attorno alle fabbriche investitore taiwanese nella Repubblica Popolare
crearono una nuova classe di lavoratori poveri, Cinese e il pi grande produttore di elettronica
costretti a lottare per sbarcare il lunario. Ci volle al mondo. Foxconn offre ingegneria e produzione
oltre un secolo prima che la classe operaia inglese, a marchi globali come Apple e produce da sola
con laiuto dei sindacati, riuscisse a garantirsi un oltre la met dei prodotti elettronici mondiali.
minimo di benessere materiale. Negli Stati Uniti, Quando, nel 2009 la rivista Time annunci di
gli anni Cinquanta e Sessanta segnarono un mo- aver incluso i lavoratori cinesi tra i candidati al
mento di prosperit industriale, caratterizzato da titolo di persona dellanno del 2009, i redattori
associazionismo operaio e una pi equa ridistri- giustificarono la propria scelta sostenendo che a
buzione dei redditi e del welfare, durante il quale essi andava il merito di aver illuminato il futuro
il benessere materiale della classe media crebbe dellumanit guidando il mondo verso la ripre-

MADE IN CHINA | 2014 25


sa economica. Ma che dire delle loro condizioni di un risveglio dei diritti che starebbe avendo
lavorative? Sono proprio queste condizioni a evi- luogo tra i lavoratori cinesi, in particolare tra i
denziare alcune analogie tra la Cina di oggi e le migranti di nuova generazione. Secondo voi
due precedenti fabbriche del mondo. La nuova questo risveglio reale o riflette un certo wi-
generazione di migranti sta lottando per creare shful thinking? Da questo punto di vista, lo scio-
un futuro pi luminoso nel mezzo di un profon- pero della Honda in cui i lavoratori non solo
do cambiamento sociale. La nazione attraver- richiedevano salari ben pi elevati di quanto gi
sata da profonde tensioni prodotte da differenze non ricevessero ma anche il diritto ad avere un
tanto territoriali che di classe, e tanto il capitale sindacato pi rappresentativo pu essere consi-
cinese quanto quello globale hanno collaborato derato un punto di svolta per lattivismo operaio
con lo Stato nel creare una nuova classe operaia. in Cina oppure si trattato semplicemente di un
Dai primi anni Novanta, consistenti investimen- caso eccezionale?
ti stranieri, uniti alla ristrutturazione e parziale
privatizzazione delle aziende statali e alla rapida JACK LINCHUAN QIU: Un risveglio tra i
espansione delle piccole e medie imprese, hanno lavoratori cinesi c sicuramente stato, anche se
trasformato radicalmente la societ e leconomia dalle mie osservazioni personali tra i migranti
della Cina. Il governo ha mantenuto il control- della nuova generazione non penso che ci sia
lo solamente di settori chiave quali la finanza, le dovuto alle nuove leggi sul lavoro adottate da Pe-
telecomunicazioni, lacciaio, lenergia e le risorse chino. Le tipologie di risveglio dei diritti pro-
naturali. Leconomia cinese oggi caratterizzata poste da accademici e giornalisti spesso riguarda-
da una struttura proprietaria tripartita che inclu- no solamente la classe media, pi di rado la classe
de investimenti stranieri, investimenti privati do- operaia, per la quale una concezione dei diritti
mestici e aziende statali o a propriet collettiva. Il dovrebbe essere pi collettiva che individuale. In
settore privato, tanto cinese quanto internaziona- questo senso, le nuove leggi sul lavoro, se consi-
le, domina la produzione e lesportazione di pro- derate da un punto di vista liberale, potrebbero
dotti ad alta tecnologia. Le condizioni lavorative sembrare progressiste, ma solo su base individua-
in aziende come Foxconn rappresentano un mi- le. Dal punto di vista della protezione dei diritti
crocosmo delle centinaia di milioni di lavoratori collettivi dei lavoratori, esse infatti rimangono
coinvolti nellindustrializzazione e urbanizzazio- insufficienti, calate dallalto e addirittura poten-
ne di un Paese sempre pi inserito nelleconomia zialmente dannose per lazione dei lavoratori e
globale. La Cina come officina del mondo porta per il processo di formazione di classe.
alle estreme conseguenze lo sviluppo del capita- In generale, la legislazione sul lavoro cinese mi
lismo mondiale e ha il potenziale di accelerare sembra insignificante sin da quando, nel 1982,
uneventuale futura crisi economica globale. il governo ha rimosso il diritto di sciopero dalla
Nel rilevare la realt dello sfruttamento negli Costituzione. La sistematica eliminazione dei di-
sweatshop in Cina, spesso si omette di far rife- ritti collettivi sul lavoro emerge anche dalle leggi
rimento al fatto che in Cina esiste una legisla- e dai regolamenti sui sindacati e sulle dispute la-
zione sul lavoro piuttosto avanzata, per lo meno vorative. Sebbene la Legge sui Contratti di La-
per quanto riguarda i diritti individuali. Di fatto, voro del 2008 contenga notevoli miglioramenti,
nei ventanni trascorsi dalladozione della Legge essa ancora una volta riguarda soprattutto i diritti
sul lavoro, le autorit cinesi hanno promosso una individuali, interpretati in chiave riformista. Per
notevole azione legislativa in campo lavoristico, quanto blanda, la nuova Legge ha prodotto no-
accompagnandola ad altrettanto forti campagne tevole reazioni contro gli interessi dei lavoratori,
di propaganda. Sin dai tempi dello sciopero dei in particolare in momenti critici come allindo-
lavoratori della Honda di Nanhai del maggio mani della crisi finanziaria globale. Sono queste
del 2010, accademici e giornalisti hanno parlato ripercussioni e, successivamente, la crescente

26 MADE IN CHINA | 2014


pressione sul lavoro come si visto ad esem- Il gruppo sociale dei lavoratori migranti mol-
pio nel caso dei suicidi alla Foxconn nel 2010 to variegato in termini di rapporti con i datori
che hanno provocato il risveglio dei lavoratori. di lavoro, condizioni lavorative, livello di rappre-
Questo accaduto per colpa della stupidit del sentanza organizzata, preparazione tecnica, gene-
capitalismo, non certo per merito della saggezza re, et e condizioni familiari. pertanto possibile
di Pechino. che una particolare struttura del risentimento
Da questo punto di vista, gli scioperi della emerga da un insieme unico di problemi che uno
Honda del 2010 non rappresentano affatto unec- specifico individuo in un gruppo di migranti si
cezione o un punto di svolta per lattivismo ope- trova ad affrontare.
raio in Cina. Questa vicenda rientra piuttosto in A causa di queste differenze interne non fa-
una lunga serie di rivolte in impianti di propriet cile, n saggio, ricorrere a generalizzazioni sul
giapponese che allepoca ha trovato ampio spazio livello del risveglio dei diritti tra i lavoratori.
tanto sulla stampa commerciale che in quella uf- Ad esempio, ledilizia un settore che d lavoro a
ficiale. Ci, tuttavia, accade molto di rado quan- molti migranti. I lavoratori edili sono per la mag-
do si tratta di fabbriche di propriet taiwanese gior parte uomini, hanno esperienze di vita molto
o cinese, dove gli scioperi sono spesso soppressi diverse, sono pi vecchi e meno istruiti. Il lavoro
e/o ostacolati dalla censura. Lo sciopero Honda stagionale in questo settore occupa circa il un ter-
stato anche uno dei tanti casi di resistenza collet- zo dellintera forza lavoro rurale. Nonostante la
tiva dei lavoratori verificatisi allindomani della legge imponga di stipulare contratti di lavoro, la
tragedia dei suicidi alla Foxconn, un evento che maggior parte delle aziende edilizie non firmano
ha sconvolto il mondo intero, portando ad azioni alcun contratto e addirittura non pagano i salari,
industriali dal sud-ovest al nord-est. Detto ci, oppure pagano solamente alla fine dellanno o nel
personalmente apprezzo la creativit e solidariet momento in cui il lavoratore se ne va. I termini e
dei lavoratori Honda, ma non tanto perch essi lammontare del pagamento sono spesso basati su
sono selettivamente ricordati da gruppi per i di- accordi verbali tra il lavoratore e lazienda, spesso
ritti della classe media e dai pi importanti mezzi stabiliti con laiuto di intermediari che agiscono
di comunicazione, quanto piuttosto poich essi anche nel proprio interesse. Ritardi nel pagamen-
rappresentano lennesima dimostrazione che un to e controversie lavorative sono sistemici nel set-
movimento operaio sta crescendo in Cina e che i tore edilizio urbano in Cina.
lavoratori migranti di nuova generazione possono A confronto con i lavoratori edili, gli operai
agire collettivamente in maniera efficace. Questo industriali, in particolare quelli nati negli anni
a dispetto del fatto che ben pochi giovani lavora- Ottanta e Novanta, hanno un livello di istruzione
tori oggi conoscono o ricordano lo sciopero del pi elevato, arrivano nelle citt per sperimentare
2010. uno stile di vita diverso e sperano di rimanere nel-
le aree urbane permanentemente. Come gli spo-
SUN WANNING: Oltre alla questione del di- radici ma non inusuali scioperi e azioni collet-
vario tra diritti individuali e collettivi, impor- tive nelle fabbriche cinesi dimostrano, i lavoratori
tante ricordare che avere una Legge sul Lavoro industriali sono il gruppo sociale pi conscio dei
una cosa, ma applicarla in maniera efficace, in propri diritti. Tuttavia, a dispetto di queste pro-
modo da proteggere i diritti e gli interessi dei la- teste, i sociologi del lavoro ritengono che latti-
voratori, unaltra faccenda. Inoltre, c differen- vismo operaio in Cina abbia ancora molta strada
za tra instillare tra i lavoratori la consapevolez- da percorrere e che molti ostacoli debbano essere
za dei diritti, e lassicurarsi che questi lavoratori superati prima che si possa iniziare a parlare di
abbiano le risorse economiche, sociali e culturali una svolta.
necessarie per perseguire i propri diritti per via
giudiziaria. ANITA CHAN: Non sono daccordo con la

MADE IN CHINA | 2014 27


valutazione negativa che altri danno della recente come al trasferimento di fabbriche straniere nelle
legislazione sul lavoro. A mio avviso, il numero zone pi interne, l dove i salari sono pi bassi,
e i contenuti delle leggi sul lavoro approvate in oppure in paesi pi poveri come il Bangladesh,
Cina negli ultimi ventanni per regolare le rela- dove i salari sono appena un quarto di quelli ci-
zioni industriali e gli standard lavorativi sono im- nesi. Le ragioni e la natura delle proteste operaie
pressionanti. Ad esempio, gli standard lavorativi rimangono alquanto simili a quelle del passato,
sono fissati a un livello relativamente alto rispetto vale a dire richieste che la legislazione sul lavoro
agli altri paesi in via di sviluppo e la contrattazio- venga rispettata in casi di salari arretrati, calco-
ne collettiva incoraggiata. Due problemi per lo delle liquidazioni, datori di lavoro irreperibili,
ostacolano lefficacia del diritto del lavoro cinese: straordinari eccessivi, eccetera.
il primo che le regole vengono applicate mol- A dispetto dei tentativi di ONG internazionali
to di rado; il secondo il divieto di organizzare come il China Labour Bulletin di sostenere che
sindacati indipendenti. Ciononostante, buone le rivendicazioni operaie in Cina sono maturate
leggi sono sempre meglio che cattive leggi o ad- ad un punto tale che i lavoratori ormai hanno
dirittura nessuna legge. Per due decenni a partire una pi elevata consapevolezza collettiva e ri-
dagli anni Novanta, questa situazione ha creato le chiedono la contrattazione collettiva, la pi re-
condizioni perch le ONG del lavoro, pur rima- cente mappa degli scioperi pubblicata sul loro
nendo ai margini della societ, potessero fornire sito nel novembre del 2013 (http://www.numble.
assistenza ai lavoratori. I lavoratori stessi stanno com/PHP/mysql/clbmape.html) mostra come le
diventando pi consapevoli dei propri diritti le- cinquantadue proteste operaie di ottobre conti-
gali e sempre pi spesso anche se ancora non nuassero a presentare i tratti di proteste sponta-
un fenomeno comune hanno iniziato a far nee isolate riguardanti specifici posti di lavoro.
causa o a lanciare scioperi selvaggi per richiedere Ancora non si sono registrate azioni collettive a
che i datori di lavoro rispettino la legge. livello settoriale, inter-settoriale o inter-regiona-
Per varie ragioni, sono tuttavia riluttante a porre le, cos come ancora non si sono levate richieste
troppa enfasi sullo sciopero della Honda del 2010 per unautentica rappresentanza del lavoro e per
come segnale dellinizio di una nuova fase del ri- la contrattazione collettiva. La storia del lavoro ci
sveglio dei diritti tra i lavoratori cinesi. Innan- insegna che solamente quando i lavoratori com-
zitutto, se prendiamo in considerazione la storia prendono limportanza di stabilire organizzazioni
recente delle proteste operaie nella provincia del collettive sostenibili si pu parlare di una nuova
Guangdong, cuore industriale della fabbrica del fase di risveglio. Per il momento, ci troviamo
mondo, troviamo che nei quindici anni prece- ancora in una fase embrionale di consapevolezza
denti questo sciopero non sono mancate proteste collettiva.
di dimensioni ancora maggiori e altrettanto ben
organizzate. Anche la richiesta degli operai della PUN NGAI: Come Jack e Anita, anchio pen-
Honda di eleggere i propri rappresentanti sinda- so chegli scioperi Honda non siano un evento
cali non priva di precedenti. In secondo luogo, contingente, n un punto di svolta per lattivi-
possibile affermare che le proteste operaie dal smo operaio in Cina. Piuttosto, si tratta di un
2010 a oggi dimostrano il raggiungimento di un episodio che va visto nel contesto delle lotte ope-
nuovo stadio di consapevolezza? Nonostante un raie dello scorso decennio. La stessa nozione di
aumento del numero di proteste operaie, questo un risveglio dei diritti rappresenta il fenomeno
non necessariamente riflette unimprovvisa nuova della formazione di classe nel suo processo stori-
consapevolezza.. Sembra piuttosto che la crescita co. Questo risveglio ha due risvolti: da un lato,
dei conflitti sia dovuta ad uneconomia in rallen- lassunzione di consapevolezza della posizione
tamento a causa del calo della domanda interna- antagonista dei lavoratori rispetto al capitale;
zionale di beni di consumo prodotti in Cina, cos dallaltro la percezione dellincapacit dello Stato

28 MADE IN CHINA | 2014


di proteggere i diritti sul lavoro. Sin dagli anni potere. In numerose occasioni lo Stato-Partito ci-
Novanta, le condizioni oppressive con cui una nese ha parzialmente accolto le richieste avanzate
nuova classe operaia cinese al servizio di datori da lavoratori insoddisfatti, contenendo allo stesso
di lavoro domestici e transnazionali si trovata a tempo il malcontento attraverso meccanismi am-
confrontarsi hanno portato a un crescendo di pro- ministrativi e continuando a reprimere con de-
teste in cui venivano avanzate richieste specifiche cisione le proteste prima che si espandessero su
di accesso a diritti economici ed equit sociale. vasta scala.
Di fronte al numero sempre crescente di proteste Per lungo tempo i conflitti sul lavoro hanno
operaie nelle fabbriche dei fornitori, il 26 dicem- avuto breve durata e sono rimasti limitati a una
bre del 2012 un anonimo dirigente di Apple ha sola o a poche officine, dormitori o fabbriche.
dichiarato al New York Timesche i giorni della Lo Stato ha mantenuto la capacit di interveni-
globalizzazione sono finiti. Mentre la Foxconn re rapidamente per prevenire ogni significativo
e altre grandi imprese stanno costruendo succur- coordinamento tra lavoratori. In anni recenti,
sali e trasferendo impianti dalle aree costiere alle tuttavia il numero di proteste operaie esploso,
regioni dellinterno, le proteste dei lavoratori si nonostante i tentativi dello Stato di reindirizzare
stanno espandendo a tutta la Cina. il malcontento dei lavoratori sui tribunali locali e
In molti impianti Foxconn, ad esempio, allav- di incoraggiare la mediazione allinterno delle im-
vicinarsi delle scadenze per la consegna dei pro- prese. solamente una questione di tempo pri-
dotti il management allunga gli orari di lavoro ma che queste proteste si fondano in movimenti
senza garantire adeguato riposo, provocando pi ampi e sostenutiSempre pi lavoratori delle
tensioni. I costi e la qualit del prodotto sono linee di produzione dei grandi marchi globali si
strettamente controllati. In risposta, i lavoratori rendono conto del nesso che esiste tra il proprio
che contestano optano per strategie organizzati- lavoro e i processi del capitalismo globale. Grandi
ve indipendenti che privilegiano lazione diretta. aziende internazionali che impiegano centinaia di
Consapevoli delle opportunit offerte dai tempi migliaia di lavoratori come la Foxconn contribu-
e dalle esigenze di clienti come Apple, Amazon, iscono quindi alla creazione di una nuova classe
Microsoft di raggiungere le quote di produzione operaia.
previste per il lancio di nuovi modelli o in occa- Lindustrializzazione della Cina e la sua tra-
sione della stagione natalizia, i lavoratori hanno sformazione sociale sono naturalmente processi
iniziato ad organizzarsi nei dormitori, nelle offi- sensibili alle differenze di genere. La migrazione
cine o nelle fabbriche per avanzare richieste. La di massa dalle campagne ha coinvolto le donne
strategia quella di svergognare la fabbrica del tanto nel contesto urbano, come lavoratrici do-
sudore, sollecitando i marchi globali a mostrarsi mestiche o industriali, quanto nel contesto rura-
allaltezza dei propri ideali di cittadinanza azien- le, in quanto lasciate indietro nei villaggi a gestire
dale. la terra e le faccende di casa. Lindustrializzazione
Mentre le dispute legate a salari e welfare, gior- ha trasformato le strutture sociali della campa-
ni di riposo non concessi, abusi da parte degli ad- gna lasciando le donne pi esposte ad abusi ad
detti alla sicurezza, accelerazioni nella produzione esempio per quanto riguarda i loro diritti alla ter-
e pessime condizioni degli alloggi scatenano azio- ra collettiva nei villaggi o agli abusi sul posto di
ni collettive, i funzionari locali, compresi i quadri lavoro e al disagio, una situazione che si riflette
sindacali, intervengono solamente in conflitti a nel fatto che in Cina, in controtendenza rispetto
elevata visibilit. Nella maggior parte dei casi, la al resto del mondo, le donne sono pi propense al
solidariet tra lavoratori cessa di fronte allintimi- suicidio degli uomini. Negli anni Cinquanta Mao
dazione o allarresto dei loro leader, oppure con suggeriva la partecipazione al lavoro delle donne
lintervento mediatore dello Stato, che offre con- come una forma di liberazione, ma andata dav-
cessioni limitate che non scalfiscono lapparato di vero cos? Secondo voi, oggi la mobilit sul ter-

MADE IN CHINA | 2014 29


ritorio e una maggior partecipazione femminile se, indipendentemente dal settore industriale di
al lavoro hanno aumentato o ridotto lautonomia appartenenza, devono offrire loro un alloggio.
delle donne cinesi? E quali forme di attivismo si Combinando lavoro e alloggio nel sistema lavo-
possono riscontrare oggi tra le lavoratrici? Quali rativo dei dormitori, produzione e riproduzione
differenze nelle loro rivendicazioni? quotidiana sono riconfigurate nellinteresse del
capitale globale, con la riproduzione della forza
PUN NGAI: Negli ultimi trentanni, una ra- lavoro controllata interamente da imprese stra-
pida ed estesa riproduzione del capitalismo su niere o private.
scala globale ha contribuito a una drammatica Solamente nellultimo decennio, a seguito di
ricostituzione delle relazioni di classe e di genere una carenza di lavoratrici giovani e single dispo-
nel mondo. Un abbandono da parte della poli- nibili a lavorare nelle aree costiere della Cina, le
tica e dellintellighenzia dellanalisi di classe fabbriche nelle industrie di trasformazione per
non sufficiente a rendere i rapporti di classe lesportazione hanno cominciato ad assumere
in Occidente obsoleti. Piuttosto, ha contribuito sempre pi uomini o donne sposate. Oggi, nella
a svelarne la crescente importanza nelle societ classe operaia cinese possibile vedere una com-
del Terzo Mondo, dove i rapporti di genere sono posizione pi sfumata e complessa dei soggetti di
parte integrante della rapida trasformazione delle genere.
relazioni di classe. Il genere occupa un ruolo sto- Nonostante questa capacit di controllare la
rico centrale nella formazione delle classi operaie. vita e il lavoro, il sistema lavorativo dei dormito-
La classica rappresentazione della classe operaia ri in Cina apre anche spazi di lotta e resistenza.
inglese era il lavoratore maschio che guadagnava Nei dormitori, le lavoratrici la cui solidariet si
il pane per tutta la famiglia, un dipendente quali- costruisce gi attorno ad identita di genere si
ficato sul posto di lavoro, un potenziale militante organizzano anche sulla base di parentela ed et-
in occasione di scioperi, nonch un sindacalista. nia, ricollegandosi cos a reti di solidariet estese
Questa immagine fu messa in discussione dalla al di fuori del posto di lavoro. Creando legami tra
rapida espansione della produzione di massa, dal- donne, queste forme intense di intimit e solida-
la trans-nazionalizzazione della produzione, dalla riet interferiscono con il controllo manageriale
femminizzazione del lavoro nei paesi del Sud del sulle vite dei lavoratori e giocano un ruolo impor-
mondo e dallascesa delle nuove economie dei tante anche in network localizzati di dormitorio
servizi in Occidente. Oggi, nessuna discussione che danno vita a intensi scambi di informazioni
della nuova classe operaia possibile senza consi- riguardo ad opportunit di lavoro esterne, crean-
derare le lavoratrici. do e rafforzando il potere dei lavoratori attraver-
Il processo di genere nella produzione e ripro- so la mobilit. Negli scioperi, abbiamo osservato
duzione della forza lavoro coinvolge uno speci- che le lavoratrici donne partecipavano ad azioni
fico sistema lavorativo basato sullesistenza di collettive insieme alle loro controparti maschili,
dormitori, allinterno dei quali si articolano le ricevendo un aiuto organizzativo poco o nullo da
vite delle lavoratrici migranti. Pi specificamen- parte del sindacato o delle ONG del lavoro. Alcu-
te, il sistema dei dormitori diventa una speci- ne donne sono persino diventate leader attraverso
fica forma di genere di sfruttamento del lavoro la costruzione attiva del consenso e lo sviluppo di
finalizzata a sostenere la produzione nelle nuove strategie di sciopero nel corso di azioni collettive.
regioni industrializzate, soprattutto nella Cina
meridionale. In queste aree, dominate da impre- SUN WANNING: Laccresciuta mobilit ha
se a investimento straniero che si concentrano su fornito alle donne maggiori opportunit in ter-
prodotti per lesportazione, luso dei dormitori mini di scelte lavorative, possibilit matrimoniali
stato sistematico. Per poter usare la forza lavoro e autonomia finanziaria. Una ragione fondamen-
delle lavoratrici migranti cinesi, tutte le impre- tale per cui una giovane donna sceglie di lasciare i

30 MADE IN CHINA | 2014


campi per andare a lavorare in citt evitare ma- gnarsi in progetti di sviluppo personale mirati a
trimoni e gravidanze precoci e assicurarsi un fu- migliorare le proprie qualit individuali (suzhi),
turo migliore. Molte giovani migranti nelle citt la Casa implicitamente contribuisce a disciplinare
hanno una relativa autonomia nello scegliere un queste donne, rendendole una forza lavoro docile
compagno ideale. E alcune dagongmei (un termi- ed economica.
ne che indica giovani donne rurali che lavorano Una tendenza incoraggiante degli ultimi anni,
nellindustria manifatturiera, traducibile come soprattutto nella Cina meridionale, quella
sorelle lavoratrici) partecipano attivamente alle allauto-rappresentazione letteraria delle donne
pratiche di consumo, per quanto in maniera limi- migranti. Nel loro piccolo, questi lavori letterari
tata, rimodellando la propria identit attraverso offrono una prospettiva alternativa tanto al di-
mode urbane e cosmetici. Allo stesso tempo, al- scorso prodotto dallo Stato quanto a quello del
cuni accademici sostengono che le donne migran- mercato sulle esperienze delle lavoratrici migran-
ti sono ancor pi assoggettate a ci che Pun Ngai ti.Sono un Fiore Fluttuante (Wo Shi Yiduo Piao-
in Made in China ha definito le tre oppressioni lin de Hua), un libro scritto da Fang Yimeng, ne
(lo Stato, il capitale e il sistema patriarcale). Ci un buon esempio. Fang descrive la propria opera
avverrebbe, secondo Pun Ngai non a dispetto, ma come lauto-narrazione (zishu) della vita di una
proprio a causa della loro mobilit. donna del Sichuan, una regione interna ancora
tuttavia difficile, se non impossibile, stabilire prevalentemente rurale, impiegata come operaia
se la mobilit e lelevata partecipazione al lavoro in una fabbrica a Dongguan. Fang vorrebbe che il
abbiano portato a una maggiore o minore auto- libro testimoniasse lenorme contributo che per-
nomia delle donne. Le dagongmei impiegate alle sone come lei hanno dato alla prosperit econo-
catene di montaggio delle fabbriche vivono per mica cinese.
la maggior parte nel regime dei dormitori gi Negli ultimi anni, molto si scritto sullim-
descritto qui sopra da Pun Ngai. Sono soprattut- portanza dei nuovi media per lattivismo opera-
to giovani tra i ventidue e i ventiquattro anni e io in Cina. In particolare, si rilevato come per
non sono sposate. Le lavoratrici di origine rurale i lavoratori cinesi Internet sia allo stesso tempo
che lavorano nei servizi o come domestiche per una fondamentale fonte di informazione e uno
famiglie benestanti urbane sono molto diverse tra strumento organizzativo cui ricorrere nel caso
loro. Possono avere tra i quindici e i settantanni di mobilitazioni collettive. Inoltre, come dimo-
(per la maggior parte hanno tra i trenta e i cin- strano diversi casi in cui cittadini cinesi hanno
quantanni), in molti casi sono sposate con figli e saputo manipolare la rete per ottenere il sup-
sono meno istruite e versate nelluso della tecno- porto dellopinione pubblica in dispute di lavo-
logia. Si pu affermare con ragionevole certezza ro, la continua espansione dellaccesso al web e il
che, in varia misura, le donne migranti si trovano concomitante sviluppo dei social network hanno
a fare i conti con la tensione tra i valori tradizio- aperto nuovi canali attraverso cui i lavoratori ci-
nali e lo stile di vita moderno nelle aree urbane. nesi hanno la possibilit di comunicare diretta-
Organizzazioni che sostengono i diritti e gli in- mente con il pubblico e mettere sotto pressione
teressi delle lavoratrici migranti esistono in varie le autorit. Internet per pu anche essere utiliz-
forme, con diversi gradi di autonomia e affiliazio- zata dalle autorit per manipolare linformazione
ne governativa. Ad esempio, la Casa delle Don- e veicolare un certo tipo di messaggio. Secondo
ne Migranti unONG attiva sotto gli auspici voi, Internet giocher un ruolo determinante
dellufficiale Federazione delle Donne Cinesi. La nellemergere di un movimento operaio in Cina
Casa incoraggia le donne a diventare pi forti e o alla fine si riveler uno strumento nelle mani
offre loro uno spazio in cui parlare di se stesse, delle autorit?
garantendo un minimo diempowerment. Allo
stesso tempo, incoraggiando le migranti a impe- JACK LINCHUAN QIU: La diffusione delle

MADE IN CHINA | 2014 31


nuove tecnologie per linformazione e comunica- gono solo mezzi al servizio di un fine pi elevato.
zione ha caratterizzato il periodo pi recente delle Questi strumenti da soli non sono in grado di
azioni operaie in Cina. Gli Internet Caff, molto creare condizioni sufficienti per un cambiamen-
diffusi nelle aree industrializzate in cui i lavorato- to sociale n sono sempre necessari in momenti
ri migranti si concentrano, e i telefoni cellulari a di crisi. Il fattore decisivo rimangono le perso-
basso costo, nonch la capacit collettiva dei lavo- ne, i comuni lavoratori cinesi: sono abbastanza
ratori di convertire queste tecnologie in strumen- motivati per organizzarsi? Quanto significative e
ti di resistenza edempowerment,hanno cambiato durature sono le reti di solidariet? Quanto effi-
le modalit dazione degli operai. caci sono le loro strategie nel cambiare la con-
Il processo di diffusione della tecnologia sem- dotta dello Stato e/o delle aziende? Lesperienza
plice: la progressiva diminuzione dei prezzi porta suggerisce che quando le condizioni e il momento
ad un aumento della penetrazione delle tecnolo- sono ideali le nuove tecnologie possono fornire
gie tra i gruppi meno agiati. Tuttavia, di fronte un meraviglioso catalizzatore, dotato di un potere
ai contraccolpi del capitale e alle politiche dello di mobilitazione, effetti di espansione delle reti di
Stato, alla diffusione tecnologica non segue au- solidariete influenza culturale.
tomaticamente un processo di empowermentcol- In altre parole, gli attivisti sul lavoro possono
lettivo. Inoltre, lempowerment dellindividuo, servirsi strategicamente di Internet e dei social
un fenomeno che, soprattutto tra i giovani la- media per obiettivi di breve periodo. Ma nel lun-
voratori, pu essere collegato facilmente alluso go termine, il loro successo dipender dalla ma-
di tecnologie digitali, puo anche risultare in un niera in cui riusciranno ad evitare di essere usati
disempowerment collettivo. Jodi Dean chiama dalle forze sistemiche, statali o commerciali che
questa trappola individualistica, ingannevole, siano, che strutturano le tecnologie per linfor-
tecno-feticista e consumistica, capitalismo co- mazione e la comunicazione della classe operaia.
municativo. Dean propone questidea sulla base
delle proprie esperienze nel movimento Occupy, PUN NGAI: Nella nostra ricerca sulla Foxconn,
ma non difficile vedere gli stessi rischi nel caso i lavoratori hanno imparato in fretta come servir-
dellattivismo operaio in Cina. A mio avviso, que- si dei nuovi media come strumento organizzativo
sto capitalismo comunicativo una trappola nel caso di azioni collettive. Mentre gli scioperi
ancor pi minacciosa per gli attivisti del lavoro di diventano sempre pi numerosi e una nuova ge-
quanto non lo sia la censura ufficiale o la mani- nerazione di lavoratori guadagna familiarit con
polazione dellopinione pubblica in rete da parte Internet, i lavoratori acquisiscono nuove capacit
delle grandicorporation. Questo perch il siste- comunicative e una maggiore consapevolezza dei
ma (a) funziona a livello subliminale, a differenza propri diritti. Isocial network permettono ai la-
delle misure di censura e manipolazione, di cui le voratori di disseminare lettere aperte e richieste
persone sono consapevoli; e (b) minaccia di ghet- urgenti di supporto. I lavoratori della Foxconn si
tizzare ulteriormente gli attivisti sul lavoro, non servono dei propri telefoni cellulari per mandare
solamente rispetto ai lavoratori pi anziani che messaggi per attrarre lattenzione dei giornalisti,
non sono presenti online o ai giovani lavoratori generando pressione da parte del pubblico sui
che non usano i microblog, ma anche gli uni con propri superiori. Sembra chiaro che lo Stato stia
gli altri, nei circoli gi di per s non affiatati dei rafforzando il controllo su Internet, eliminando
professionisti delle ONG del lavoro. certe notizie e impedendo la diffusione di cer-
Per evitare questa insidia cos come altre ti messaggi. Ad esempio, dopo che, alla fine di
minacce, dallapplicazione delle leggi alla ma- maggio del 2010, il nono lavoratore si gettato
nipolazione dellopinione in rete necessario dal tetto di un dormitorio, riportare i suicidi dei
ricordare che la rete e gli altri strumenti di comu- dipendenti della Foxconn stato proibito. Eppu-
nicazione diffusi tra i lavoratori migranti riman- re, ancora complicato per il regime manipolare

32 MADE IN CHINA | 2014


lopinione pubblica sulla questione dei diritti dei loro potenziale per unazione politica con una
lavoratori, questo perch la maggior parte delle vasta gamma di obiettivi diversi. Indubbiamente,
azioni collettive dei lavoratori ha come obiettivo un numero sempre crescente di migranti sta im-
semplicemente la protezione dei propri diritti. parando a usare la macchina fotografica, in parti-
colare quelle installate nei telefoni cellulari, per
SUN WANNING: La mia ricerca etnografica mettere in pratica vari livelli di attivismo politico
ha individuato uninfinit di forme di attivismo e culturale. Tuttavia sembra che a oggi n il re-
sul lavoro, molte delle quali coinvolgono luso di gime n gli attivisti abbiano attinto appieno dal
produzioni digitali, social media e varie tecnolo- potenziale delle nuove tecnologie per rivoltarle
gie online. Lutilizzo dei media sociali e della rete a proprio vantaggio. Ci che possiamo osservare
da parte delle ONG mostra il potenziale per una suggerisce che la maggioranza dei lavoratori mi-
nuova forma di politica della classe operaia. Atti- granti si serve abitualmente delle tecnologie digi-
visti impegnati sul tema dei diritti dei lavoratori tali e dei social media per finalit che non vanno
migranti usano forme di denuncia come docu- oltre il divertimento e le comunicazioni quotidia-
mentari, fotografie (spesso scattate con il cellula- ne, ad esempio per rimanere in contatto con ami-
re) e la distribuzione di informazioni su strumenti ci e parenti, giochi elettronici negli Internet Caf-
quale il popolare software di messaggistica istan- f, musica, gioco dazzardo, mah-jong e lotterie.
tanea QQ. Sebbene la scala di queste iniziative
rimanga molto limitata, esse non possono essere (Questo dibattito, preceduto da una nota in-
sottovalutate, questo precisamente perch oggi troduttiva dei curatori, stato pubblicato con
ancora non esistono grandi istituzioni e pra- il titolo Il risveglio dei diritti? Un dibattito sul
tiche culturali della classe operaia ufficialmente lavoro in Cina sulla rivista Passato e Presente,
legittimate. 92/2014, pp. 13-30)
Allo stesso tempo, non condivido lottimismo
di coloro che sostengono che una classe operaia
nuova, distinta e indipendente sia gi emersa o
sia in procinto di emergere sullonda delle tec-
nologie per linformazione e comunicazione della
classe operaia e delle nuove reti. Di fatto, la ri-
cerca etnografica offre un sano antidoto a questo
ottimismo, attraente agli occhi degli intellettuali
della sinistra occidentale. Nel mio lavoro, ad ogni
esempio di auto-empowerment dei lavoratori tra-
mite i social media e le tecnologie digitali, corri-
spondono numerosi esempi del contrario. Lassor-
bimento dei lavoratori migranti nel mondo online
e digitale spesso finisce per sviare, piuttosto che
incentivare, le possibilit di una loro iniziazione
politica. Allo stesso modo, per ogni caso in cui
ONG e attivisti nel campo del lavoro mobilitano
con successo la consapevolezza della classe operaia
attraverso i microblog, i telefoni cellulari e altre
piattaforme digitali, troviamo esempi di come
questi strumenti siano compromessi o addirittura
cooptati dalle istituzioni.
I lavoratori usano le tecnologie digitali ed il

MADE IN CHINA | 2014 33