Sei sulla pagina 1di 29

CALIFORNIA - San Andreas Fault

DISTAV - Corso di Geologia regionale e geodinamica


Davide Schenone
Inquadramento geografico
Modello probabilit
di scuotimento Storico terremoti
Caratteristiche delle faglie
trasformi continentali
traccia visibile in superficie per erosione differenziale tra il
materiale giustapposto e e le rocce di faglia (fault gouge)

displacement di elementi geomorfologici che tagliano ad


alto angolo la faglia (fiumi, morene, ...) et ed entit dello
spostamento permettono di determinare un tasso di
scivolamento (slip rate)

sono possibili anche movimenti locali verticali, uplift o


subsidenza
Margini di placca

Costruttivi => (R) ridge

Distruttivi => (T) subduction zone (trench)

Conservativi => (F) faglie trasformi


Il movimento relativo delle placche
THETHE
1.2 1.2 DYNAMIC
DYNAMIC EARTH
EARTH 37 37

(a) (a) (b) (b)

EulerEuler
pole pole
Path ath
W a nder Wander P
lar 20olar 0 M a20 0 Ma
e n t Po 40 nt P 40
a r 60ppar e
App 80 A 60
80
60N 60N
58N (5)
58N (5)
36W (2)
36W (2)
PLATE M
PLATE M
40 20 0 M a
80 60 60 40 20 0PLATE
Ma F
80 PLATE F
ute
b sol tion e
lut on
A mo s o
pla
te Ab moti
te
30N pla
30N

Euler
pole Euler
0 pole
0 Fig. 1.30 Development of an arcuate apparent polar wander path and
Mid-Atlantic hotspot trace
Fig. as small
1.30 circles about of
Development thean
same Eulerapparent
arcuate pole, when a mobile
polar wander path and
Ridge plate M moves relative to a fixed plate F (after Butler, 1992).
hotspot trace as small circles about the same Euler pole, when a mobile
Mid-Atlantic
Ridge plate M moves relative to a fixed plate F (after Butler, 1992).
30S
whereas the hotspot record shows the plate motion over a
60W 30 0 fixed point in thethe
whereas mantle. If the
hotspot mantle
record moves
shows therelative to
plate motion over a
30S
Fig. 1.29 (a) Principle of the method for 60W
locating the Euler30
pole of the
0 rotation axis, the network of hotspots each believed
fixed point in the mantle. If the mantle moves relative to
rotation between two plates where great circles normal to transform to be anchored to the mantle shifts along with it. This
Fig. the rotation axis, the network of hotspots each believed
Lowrie-2007
faults on 1.29 (a) Principle
the plate boundaryof the method
intersect (after for locating
Kearey the Euler
and Vine, 1990).pole
(b) of motion of the mantle deeper than the mobile lithosphere
rotation
Location between
of the two
Euler pole ofplates where
rotation great
for the circles
motion normalAfrica
between to transform to be anchored to the mantle shifts along with it. This
is called true polar wander (TPW). The term is rather a
and faults
South on the plate
America, boundary
using transform intersect
faults on(after Kearey and Ridge
the Mid-Atlantic Vine, in
1990). (b) motion of the mantle deeper than the mobile lithosphere
Location
the Central of the(after
Atlantic EulerMorgan,
pole of rotation
1968). for the motion between Africa
misnomer, because it refers to motion of the mantle rela-
is called true polar wander (TPW). The term is rather a
and South America, using transform faults on the Mid-Atlantic Ridge tive in to the rotation axis.
the Central Atlantic (after Morgan, 1968).
misnomer, because
Paleomagnetism provides ita means
refers to motion ofwhether
of detecting the mantle rela-
Giunzioni Triple

importanti per la tettonica delle placche in quanto il movimento relativo tra le placche che formano una
giunzione tripla non indipendente;

(AVB) velocit della placca B rispetto ad A e cos via;

vale la relazione: AVB + BVC + CVA = 0 (triangolo chiuso), tenendo presente che nella realt su di una superficie
sferica V va sostituito da w (velocit angolare) calcolato rispetto al polo di Eulero;

la combinazione dei 3 possibili tipi di margine e del senso di subduzione nei trench da luogo a 16 possibili
tipi di giunzioni;

non tutte le giunzioni tute sono stabili ci significa che non riescono a mantenere la loro forma e
pertanto migrano in una configurazione stabile;

la stabilit di una giunzione data dal tipo di margine, dalla velocit relativa e dalla direzione di
movimento di ogni placca
Tipi di giunzioni triple possibili
Triple junction - stabile

(a-b) rappresentazione delle


velocit in questa configurazione
la giunzione risulta instabile (bc
non interseca ab e ac)

(c) mostra la posizione della


placca A e C se non fossero state
consumate (linee tratteggiate)

(d-e) configurazione stabile di una


giunzione tripla TTT
(configurazione attuale del
Giappone centrale)
Triple junction - instabile

(a) RTF(ridge - trench - transform fault)


(b) rappresentazione nello nello stazione delle
velocit relativa tra le placche non c
intersezione pertanto la configurazione instabile
Anomalie magnetiche

I basalti nella parte superiore della crosta oceanica hanno una


forte magnetizzazione permanente, frutto dellorientamento dei
minerali ferromagnetici raffreddatisi sotto la temperatura di Curie
(Vine - Matthews - Morley);
Tale processo simmetrico rispetto alla zona di ridge.
Evoluzione delle giunzione triple nel pacifico
Nord-orientale - 80-55 M.a.
Evoluzione delle giunzione triple nel pacifico
Nord-orientale - 40-30 M.a.
Evoluzione delle giunzione triple nel pacifico
Nord-orientale - 20-0 M.a.
le anomalie sono note e datate
(scala temporale delle anomalie
magnetiche), utilizzando questo
dato in unione alla direzione delle
zone di frattura (ridge) possibile
calcolare i vettori velocit delle
placche;
utilizzando le velocit possibile
ricostruire levoluzione delle placche
per gli ultimi 60 M.a.
dobbiamo approssimare che il
movimento delle placche sia rimasto
constante;
> 30 M.y sul margine attivo dell'America
Nord occidentale la subduzione avveniva
tra la Placca Nord America(continentale)
e la placca oceanica Farallon;
30 M.y il movimento verso ovest della
Placca Nord Americana si sovrappone al
ridge oceanico tra la placca Pacifica e
Farallon che viene divisa nelle attuali
Juan de Fuca Plate e Cocos Plate;
Circa 20 M.y due giunzioni triple iniziano
a migrare una verso Nord l'altra verso
Sud lungo il margine occidentale del
continente.
Il cambio di configurazione dei margini di
placca porta alla formazione della della
faglia trasforme San Andreas Fault tra la
placca N. Americana e quella pacifica
La giunzione tripla di Mendicino (M) e
Riviera (R) migrano lungo il margine fino
alla loro attuale posizione
SAF San Andreas Fault

Individuata per la prima volta nel 1895 A. Lawson (Univ.


Berkeley);

Attiva dall'Oligocene (33.9 Ma);

i danni peggiori lungo la faglia avvengono nei pressi di Los


Angeles perch l che si accumula il maggior grado di
energia;

Si sviluppa sul continente per un possibile set di fratture


preesistenti (Beck-1986);

Movimento destro, lunghezza pari a circa 1200 Km.


Segmenti della faglia
Northern

La faglia di San Andreas


pu essere divisa in tre
segmenti : Central
Settentrionale
Centrale e Meridionale
Southern
Segmento meridionale (Mojave)
la faglia ben visibile
(carizzo Plain)

Transverse Range (catena)


sono il risultato del
questa la sezione pi movimento della faglia;
studiata (Big Band) ritenuta
essere il punto in cui le due
placche esercitano la
massima pressione intervallo
tra forti terremoti di circa
140 anni
Segmento centrale

Parkfield ha subito molti


terremoti, per quanto riguarda
invece il restio della sezione
centrale sottoposta a
scorrimento asismico
(aseismic creep), senza la
generazione di terremoti
Segmento settentrionale
Cap Mendocino sede di una
giunzione tripla pertanto
risulta essere instabile forti
La parte settentrionale terremoti in figura arco temporale
1985 - 2003
parte da Hollister per
arrivare a capo
Mendocino, attraversa
zone densamente
urbanizzate (c.d. Silicon
Valley - San Francisco)
Natura complessa dei sistemi di faglie trasformi
San Andreas (California)

Alpine Fault (New Zeland)

Mar Rosso - Mar Morto - Bitlis


(Turchia)

1. Faglia Trasforme

2. zona della F.T. serie di Faglie


parallele in una fascia di circa
10 Km

3. Sistema di faglie trascorrenti ad


alto angolo per 500 Km anche
con orientazione differente

Kearey et.al - 2009


Le strike-slip fault sono spesso
composte da segmenti multipli
(step-over), al termine di un
segmento il movimento viene
trasferito nel successivo, ci si
traduce in zone che focalizzano
estensione o comprressione, a
seconda del movimento della
faglia e della geometria iniziale
(bande di trasferimento)

Pull Apart Basin - regime


estensionale (trantension)

Push - up - regime compressivo


(transpression)

Releasing e restreaning band


nel caso di una faglia continua

Kearey - 2009
Mount Diablo

in California del Nord, sistemi di strike-slip destre (S.F Bay


area) registrano un raccorciamento crostale e conseguente
uplift

a est della baia il M.te Diablo considerato il nucleo di


un'anticlinale formatosi tra le faglie Greenville e Concord

lo studio dei terrazzi fluviali deformati ha permesso di calcolare


il tasso di innalzamento di 3 mm/anno negli ultimi 10.000 anni
J. Wakabayashi - 2004
Transverse Range
Catena montuosa situata alle
spalle di Los Angeles;

Mount. San Gorgonio 3.506 m.


slm

Orientazione della catena Est -


Ovest opposta alla tendenza
generale di tutte le altre catene
della regione poste in direzione
circa Nord Ovest - Sud Est;

conseguenza di una sezione


Big Band - SAF questa zona
in un regime di tipo
transpressivo,
Garlock Fault - 1
si estende per 250 km
attraverso la California di cui
la seconda faglia per
lunghezza.

situata principalmente lungo


la base meridionale dei monti
Tehachapi e confina con le
estremit meridionale della
Sierra Nevada e con le valli
della provincia geologica di
Basin and Range.

La faglia di Garlock si incrocia


con la faglia di Sant'Andrea
nella Antelope Valley, verso
est fino alla parte orientale del
deserto del Mojave.
J.F. Dolan - 2015
Garlock Fault - 2
Due sistemi alternativamente attivi nella
California del sud A e B

A) il movimento lungo SAF direzione N-S


manda in compressione la zona
denominata Big Band, il movimento
accomodato lungo la sezione BigB.
lungo la Garlock fault e le faglie del L.A.
Basin leffetto quello di spostare verso
Est il blocco del Mojave, comprimendo
le faglie di taglio nella zona esterna
ECSZ (Eastern California shear zone)
sopprimendone lattivit per un
incremento degli sforzi normali;

B) La ECSZ e la parte sud della SAF


accomodano la maggior parte del
movimento relativo delle placche e
pertanto riducono laccumulo di stress
sulla SAF Big Bend e SAF Centrale
tuttavia non bloccandone lattivit , ma
riducendone lo scivolamento (da
ricostruzioni paleosismiche modello
attivo negli ultimi 1100 anni)
J.F. Dolan - 2015
Davide Schenone