Sei sulla pagina 1di 12

Allestero qualche volta ci

prendono in giro...
Entriamo in tema liano latin lover) e sollecitare la produzione libera
orale chiedendo, ad esempio, se gli studenti cono-
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare
scono i personaggi nominati nel box (Casanova e
la comprensione del testo.
Rodolfo Valentino) o chiedendo la loro opinione sul
Linsegnante pu proporre una breve riflessione sul
come gli uomini italiani si comportano con le donne.
concetto di stereotipo chiedendone la definizione
agli studenti. Successivamente, si pu introdurre e 4. Cosa pensi dellarticolo che hai letto nellat-
spiegare il lessico presentato nellimmagine se non tivit 2? Ecco alcuni spunti per discutere con un
conosciuto. Prima di far svolgere lattivit, linsegnan- compagno.
te pu leggere le domande input e, se necessario, Obiettivo: esercitare labilit di produzione libera
spiegare le parole utili per svolgere lattivit che gli orale sul tema della prima parte dellunit.
studenti non capiscono. Lattivit si pu svolgere in Lattivit si pu svolgere a coppie o a piccoli grup-
coppia e successivamente si pu discutere in plenum. pi. Poich lo scopo quello di esercitare la produ-
In questa attivit non consigliabile focalizzare lat- zione libera, in questa fase linsegnante dovrebbe
tenzione sulla correttezza morfosintattica della pro- inter venire il meno possibile. Prima dellinizio del-
duzione orale dellapprendente dal momento che lo- lattivit linsegnante dovrebbe comunque dire agli
biettivo quello di entrare nel tema e facilitare la studenti di essere a disposizione in caso di difficol-
comprensione del testo input. La correzione degli er- t e inter venire nei casi in cui il flusso comunicativo
rori durante la produzione orale degli apprendenti si si interrompe. Alla fine dellattivit in coppie, si pu
dovrebbe limitare a quelli che interrompono il flusso discutere in plenum. Come si detto, lobiettivo
comunicativo. principale non quello di lavorare sulla competen-
za morfosintattica, quindi eventuali correzioni do-
Comunichiamo
vrebbero essere poco esplicite.
1. Prima di leggere il testo osserva il significato
di queste parole. Impariamo le parole
Obiettivo: facilitare la comprensione del testo in- 5. Trova la parola o lespressione presente nel
put. testo e scrivila accanto alla definizione.
Lattivit presenta la definizione di alcune parole e Obiettivo: presentare parole relative alla descri-
espressioni considerate difficili da comprendere. zione della personalit.
Prima dellattivit linsegnante pu spiegare il lessico
2. Leggi il testo e metti in ordine i paragrafi.
dellattivit che gli apprendenti non conoscono (pro-
Obiettivo: comprendere il testo input.
babilmente spacconi, spensierati), facendo attenzio-
Si consiglia di fornire semplici informazioni che aiu-
ne a non utilizzare le parole che gli apprendenti de-
tano a contestualizzare il testo (per esempio: ades-
vono trovare nel testo. Lattivit si pu svolgere singo-
so leggiamo un testo su alcuni stereotipi diffusi al-
larmente e, prima del controllo in plenum, linsegnan-
lestero sugli italiani). Lattivit si pu svolgere sin-
te potrebbe proporre un confronto in coppia.
golarmente e, prima del controllo in plenum, linse-
gnante potrebbe proporre un confronto in coppia. Chiavi: 1. maleducati, 2. gradassi, 3. mangioni,
4. aperti, 5. solari, 6. simpatici, 7. di gusto, 8. ac-
Chiavi: a.1, b. 5, c. 2, d. 6, e. 3, f. 4
cogliente, 9. bugiardi, 10. furbi, 11. truffatori, 12.
3. Rileggi il testo. Vero o Falso? donnaioli/rubacuori/dongiovanni
Obiettivo: comprendere il testo input. 6. Tra le parole che hai scritto nellattivit 5,
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del trova i contrari degli aggettivi della lista.
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre Obiettivo: presentare altre parole semanticamente
un confronto in coppia. Infine, linsegnante pu uti- legate alla descrizione della personalit.
lizzare il box Ufficio informazioni per focalizzare Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
lattenzione su aspetti culturali (stereotipo dellita-

Litaliano alluniversit 65
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre cambiato, 4. sarai gi uscito, 5. avranno contribuito,
un confronto in coppia. Alla fine linsegnante dovreb- 6. si saranno conosciute, 7. avrete gi imparato, 8.
be far notare che alcune parole possono assumere avremo finito
significato diverso in base al contesto. Per esempio
laggettivo serio pu essere riferito alla personalit 10. Forma le frasi con il futuro semplice e ante-
come contrario di scherzoso. Assume un valore posi- riore, come nellesempio.
tivo quando usato in certi contesti, per esempio in Obiettivo: fissare la regola sul forma e uso del fu-
ambito lavorativo (es: Mario una persona seria). turo anteriore in relazione con il futuro semplice.
Lattivit si pu svolgere oralmente a coppie o a pic-
Chiavi: 1. furbi, 2. aperti, 3. solari, 4. arroganti,
coli gruppi. Alla fine si pu controllare in plenum. In
5. goliardici, 6. maleducati, 7. bugiardi, 8. imbro-
questo caso lattenzione deve essere rivolta sullac-
glioni
curatezza, quindi la correzione su eventuali errori
7. Il signor Rossi Con un compagno fai il dovrebbe essere esplicita, pur continuando a fare
gioco che segue. attenzione a non interrompere in maniera eccessiva
la produzione degli studenti e a rispettare i fattori
Obiettivo: esercitare riconoscimento e uso relativo
affettivi.
agli aggettivi presentati.
Lattivit si deve svolgere a coppie. Trattandosi an- Chiavi: 1. Dopo che avr finito/far; 2. Dopo
che di unattivit di espansione lessicale, linsegnan- che avr trovato/andr; 3. Dopo che avr finito
te deve dichiarare prima dellinizio di essere a di- /te lo prester; 4. Dopo che si sar allargato/si
sposizione per aiutare gli studenti con le parole che parleranno; 5. Dopo che mi sar laureato
non conoscono. Alla fine linsegnante, pu chiedere /decider; 6. Dopo che avr telefonato/dir
ad alcuni studenti di raccontare le situazioni che
hanno inventato davanti a tutta la classe e ogni 11. Rileggi il testo dellattivit 2 e scrivi la for-
compagno pu provare a indovinare. ma dei verbi dati.
Obiettivo: ripasso della forma tempi dellindicativo.
Facciamo grammatica Prima dello svolgimento dellattivit, linsegnante
dovrebbe dire che nel testo sono usati diversi tempi
8. Scrivi la regola. Completa e scegli lalterna-
tiva corretta. dellindicativo. Se necessario, pu spiegare il signi-
ficato dei verbi della tabella. Lattivit si pu svol-
Obiettivo: fare scoprire la regola su forma e uso
gere singolarmente e, prima del controllo in plenum,
del futuro anteriore.
linsegnante potrebbe proporre un confronto in cop-
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
pia.
mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
va! in cui ci sono frasi tratte dal testo input con gli Chiavi: 1. ha contribuito, 2. sosteneva, 3. disse, 4.
elementi oggetto della riflessione grammaticale evi- potremo, 5. aveva realizzato, 6. appariva
denziati.
12. Ricordi le funzioni di questi tempi verbali?
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
Scrivi la regola.
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Obiettivo: ripassare la regola sulluso dei prin-
cipali tempi dellindicativo.
Chiavi: 1. [...] futuro semplice del verbo ausiliare Per far svolgere lattivit, insegnante dovrebbe dire
essere/avere; 2. gi successa/possibilit; 3. pri- agli studenti di osservare luso di questi tempi nel
ma. testo input. Lattivit si pu svolgere singolarmente
e, prima del controllo in plenum, linsegnante po-
9. Inserisci i verbi al futuro anteriore.
trebbe proporre un confronto in coppia. Se vuole
Obiettivo: fissare la regola sul forma e uso del fu- linsegnante pu fissare le regole sulluso dei tempi
turo anteriore. disegnando alla lavagna una linea del tempo.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del Si deve ricordare che la differenza tra passato pros-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre simo e imperfetto riguarda principalmente laspet-
un confronto in coppia. Linsegnante dovrebbe spie- to (la durata, la momentaneit/ripetitivit, compiu-
gare eventuali parole che gli apprendenti non capi- tezza/incompiutezza dellazione); che il trapassato
scono. prossimo indica unazione precedente a unaltra nel
Chiavi: 1. avr fatto, 2. sar andato, 3. avranno passato (che pu essere indicata anche con un pas-

66 Edizioni Edilingua
sato remoto). Che il futuro ha spesso valore ipotetico descrivere le due foto. Lattivit si pu svolgere in

Allestero qualche volta ci prendono in giro...


al presente (es: Adesso saranno le dieci). coppia e successivamente si pu discutere in ple-
num. In questa attivit non consigliabile focaliz-
Chiavi: 1. puntuali e concluse nel passato; 2. abi-
zare lattenzione sulla correttezza morfosintattica
tuali, incompiute, durative; 3. passate rispetto ad
della produzione orale dellapprendente dal mo-
azioni passate; 4. passate e distanti nel tempo e
mento che lobiettivo quello di entrare nel tema e
nelle percezione di chi parla; 5. fare ipotesi riferite
facilitare la comprensione del testo input. La corre-
al presente
zione degli errori durante la produzione orale degli
13. Inserisci nel testo i verbi della lista. apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che inter-
Obiettivo: fissare luso dei principali tempi dellin- rompono il flusso comunicativo.
dicativo.
Prima dellattivit linsegnante pu spiegare il signi-
Comunichiamo
ficato dei verbi della tabella se gli apprendenti non 15. Ascolta il dialogo. Vero o Falso?
lo conoscono (probabilmente rispecchiare, suonare Obiettivo: comprendere il testo input.
usato in senso figurato). Si consiglia di fornire le informazioni che aiutano a
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del contestualizzare il testo (per esempio:adesso ascol-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre tiamo un dialogo tra due amici: Matteo descrive la
un confronto in coppia. Sicilia ad Alex, un suo amico americano che vive in
Chiavi: 1. erano, 2. avevano gi acquisito, 3. ha Italia). Il primo ascolto del dialogo ha lo scopo di
rispecchiato, 4. risponder, 5. ricorder, 6. suone- esercitare labilit di ascolto e pertanto si dovrebbe
ranno, 7. indoss, 8. erano chiedere agli studenti di ascoltare il dialogo senza
leggere il testo. In questa fase importante che lin-
Comunichiamo segnante crei unatmosfera non ansiogena che po-
trebbe compromettere la comprensione degli ap-
14. Luniversit dei raccomandati In piccoli
prendenti, chiarendo, per esempio, che non im-
gruppi discutete del tema proposto.
portante capire tutte le parole del dialogo. Se si ritie-
Obiettivo: esercitare labilit di produzione libera ne opportuno, si pu fare ascoltare altre volte il dia-
orale. logo prima di passare allattivit 15. Lattivit si pu
Lattivit si pu svolgere a coppie o a piccoli gruppi. svolgere singolarmente e successivamente linse-
Poich lo scopo quello di esercitare la produzione gnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
libera, in questa fase linsegnante dovrebbe inter ve-
nire il meno possibile. Prima dellinizio dellattivit Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. vero, 4. falso, 5. vero,
linsegnante dovrebbe comunque dire agli studenti 6. vero
di essere a disposizione in caso di difficolt e inter-
16. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
venire nei casi in cui il flusso comunicativo si inter-
Controlla le risposte dellattivit 15.
rompe. Alla fine dellattivit in coppie, si pu discute-
Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
re in plenum. Come si detto, lobiettivo principale
le attivit di comprensione.
non quello di lavorare sulla competenza morfosin-
Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del
tattica, quindi eventuali correzioni dovrebbero es-
testo, si consiglia di fare ascoltare il dialogo facen-
sere poco esplicite.
do leggere il testo. Al termine dellascolto si pu
Entriamo in tema chiedere di controllare le risposte dellattivit 15.
Alla fine si pu controllare in plenum.
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni-
t e facilitare la comprensione del testo. Impariamo le parole
Prima di iniziare lattivit linsegnante pu chiedere
17. Accoppia la parola alla definizione corri-
agli studenti se sanno dov la Sicilia, qual la sua
spondente.
citt pi importante, per quali motivi famosa. Si
pu proporre anche una breve attivit on line per Obiettivo: presentare parole relative alla crimina-
fare vedere le principali bellezze naturalistiche, ar- lit.
tistiche e archeologiche dellisola. Dopo aver pre- Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
sentato/fatto emergere queste informazioni, si pu controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
introdurre il tema della sezione dellunit facendo un confronto in coppia.

Litaliano alluniversit 67
Chiavi: 1. l, 2. g, 3. d, 4. h, 5. i, 6. a, 7. f, 8. c, 9. zione Attenzione! che precisa alcuni aspetti sulluso
e, 10. b degli indefiniti. Linsegnante inoltre potrebbe ricor-
dare agli studenti alcuni pronomi indefiniti e quindi
18. Ricostruisci le espressioni e poi inseriscile non seguiti da un nome (alcuni/e tutto/a/i/e; nes-
nelle frasi che seguono. suno; niente; nulla).
Obiettivo: presentare alcune collocazioni con le
Chiavi: 1. alcun/o/a, 2. qualunque/qualsiasi, 3.
parole precedenti e riutilizzarle.
alcuni/e, certo/a/i/e, 4. alcun/o/a, 5. prima del
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre 21. Con un compagno commenta le seguenti
un confronto in coppia. Trattandosi anche di unat- affermazioni come nellesempio. Usa gli agget-
tivit di sviluppo della competenza lessicale, alla tivi indefiniti.
fine dellattivit linsegnante pu spiegare il signifi- Obiettivo: esercitare luso degli indefiniti presen-
cato delle parole dellarea semantica della crimi- tati in precedenza.
nalit presenti nellesercizio, nel caso in cui gli stu- Lattivit si pu svolgere a coppie o a piccoli gruppi.
denti non lo conoscano (per esempio: giudice, pro- Alla fine si pu controllare in plenum. In questo caso
cesso, emettere una sentenza). lattenzione deve essere rivolta sullaccuratezza,
Chiavi: 1. e, 2. a, 3. d, 4. f, 5. c, 6. b; 1. crimi- quindi la correzione su eventuali errori dovrebbe es-
nalit organizzata, 2. estorsione di denaro, 3. rapi- sere esplicita, pur continuando a fare attenzione a
na a mano armata, 4. minaccia di morte, 5. violen- non interrompere in maniera eccessiva la produzio-
za inaudita, 6. denunciare alla polizia ne degli studenti e a rispettare i fattori affettivi.

Facciamo grammatica 22. Completa le frasi con gli indefiniti adatti.


Obiettivo: fissare le regole su uso e forme degli
19. Completa la tabella degli aggettivi indefiniti.
aggettivi indefiniti.
Obiettivo: presentare la forma di alcuni aggettivi Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
indefiniti. controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richiama- un confronto in coppia. Linsegnante dovrebbe spie-
re lattenzione degli studenti sulla sezione Osserva! in gare eventuali parole che gli apprendenti non capi-
cui ci sono frasi tratte dal testo input con gli elementi scono.
oggetto della riflessione grammaticale evidenziati.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del Chiavi: 1. qualunque/qualsiasi, 2. alcuna (nessu-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre na), 3. certe (alcune), 4. alcun (nessun), 5. Qual-
un confronto in coppia. siasi/qualunque (ogni), 6. certe (alcune)

Chiavi: Scriviamo insieme


Singolare Plurale 23. Mafia e illegalit.
maschile femminile maschile femminile Obiettivo: scrivere un testo insieme agli altri com-
qualsiasi uomo qualsiasi persona pagni.
Lattivit deve essere svolta in gruppi e sarebbe utile
qualunque siciliano qualunque siciliana
che gli studenti potessero utilizzare Internet. In alter-
un certo discorso una certa notizia certi siciliani certe notizie nativa linsegnante dovrebbe portare in classe mate-
alcun problema/amico
alcuna storia alcuni siciliani alcune storie
riale (giornali, riviste ecc.) relativo allargomento del
alcuno spazio testo da scrivere. I tre testi elaborati dovrebbero poi
essere consegnati allinsegnante che li dovrebbe cor-
20. Scrivi la regola. Rispondi e scegli lalternati- reggere indicando principalmente le tipologie di
va corretta. errori (di lessico, di grammatica, di ortografia ecc.)
Obiettivo: fare scoprire la regola sulla funzione a seconda del livello degli studenti. I testi vanno poi
degli indefiniti presentati nellattivit precedente. riconsegnati e ricontrollati dagli studenti. Il testo fina-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del le dovrebbe essere un testo unico, quindi si pu pre-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre vedere una fase di confronto tra i gruppi in modo da
un confronto in coppia. Alla fine dellattivit sar creare un testo coerente e coeso. Per rafforzare la
utile richiamare lattenzione degli studenti sulla se- motivazione degli studenti e far rimanere una traccia

68 Edizioni Edilingua
del lavoro svolto, sarebbe importante pubblicare il prensione degli apprendenti, chiarendo, per esem-

Allestero qualche volta ci prendono in giro...


testo finale in classe o, se si usa, su una piattaforma pio, che non importante capire tutte le parole del
on line. O comunque consegnare una copia carta- testo. Lattivit si pu svolgere singolarmente e, pri-
cea agli studenti. Lo svolgimento delle varie fasi del- ma del controllo in plenum, linsegnante potrebbe
lattivit (ricerca del materiale, elaborazione dei te- proporre un confronto in coppia. Infine, linsegnante
sti, correzione, elaborazione del testo finale) pu ri- pu utilizzare il box Ufficio informazioni per foca-
chiedere diverso tempo. A seconda delle sue esigen- lizzare lattenzione su aspetti culturali (la nuova
ze e degli strumenti a disposizione, linsegnante pu emigrazione italiana allestero) e sollecitare la pro-
decidere se far svolgere lattivit interamente in clas- duzione libera orale chiedendo, ad esempio, se gli
se nellambito di ununica lezione o di pi lezioni e studenti conoscono italiani che lavorano nel loro
se integrare il lavoro svolto in classe con un lavoro paese svolgendo lavori altamente professionalizzan-
svolto a casa dagli studenti. Per esempio, se non si ti o se questa fuga dei cervelli un fenomeno che
dispone di Internet, si pu chiedere agli studenti di riguarda anche il loro paese.
cercare autonomamente le informazioni necessarie
Chiavi: Lettera 1: 1, 2, 4, 6, 7; Lettera 2: 3, 5, 8
per scrivere il testo, raccoglierle e condividerle poi in
classe con il proprio gruppo. 26. Discuti con un compagno.
Obiettivo: esercitare labilit di produzione libera
Entriamo in tema
orale sul tema della seconda parte dellunit.
Obiettivo: introdurre un nuovo argomento dellu- Lattivit si pu svolgere a coppie o a piccoli grup-
nit e facilitare la comprensione del testo. pi. Poich lo scopo quello di esercitare la produ-
Prima di fare svolgere lattivit, linsegnante pu leg- zione libera, in questa fase linsegnante dovrebbe
gere le domande input e, se necessario, spiegare le inter venire il meno possibile. Prima dellinizio
parole utili per svolgere lattivit che gli studenti non dellattivit linsegnante dovrebbe comunque dire
capiscono. Lattivit si pu svolgere in coppia o in agli studenti di essere a disposizione in caso di
piccoli gruppi e successivamente si pu discutere in difficolt e inter venire nei casi in cui il flusso
plenum. In questa attivit non consigliabile foca- comunicativo si interrompe. Alla fine dellattivit in
lizzare lattenzione sulla correttezza morfosintattica coppie, si pu discutere in plenum. Come si detto,
della produzione orale dellapprendente dal mo- lobiettivo principale non quello di lavorare sulla
mento che lobiettivo quello di entrare nel tema e competenza morfosintattica, quindi eventuali cor-
facilitare la comprensione del testo input. La corre- rezioni dovrebbero essere poco esplicite.
zione degli errori durante la produzione orale degli
apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che inter- Facciamo grammatica
rompono il flusso comunicativo. 27. Scrivi la regola. Completa e scegli lalter-
nativa corretta.
Comunichiamo
Obiettivo: fare scoprire la regola sulla funzione e
24. Prima di leggere il testo osserva il signifi- luso delle subordinate condizionali e eccettuative.
cato di queste parole o espressioni. Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
Obiettivo: facilitare la comprensione del testo input. mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
Lattivit presenta la definizione di alcune parole e va! in cui ci sono frasi tratte dal testo input con gli
espressioni considerate difficili da comprendere. elementi oggetto della riflessione grammaticale evi-
denziati.
25. Leggi queste lettere inviate al direttore di Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
una rubrica online. Poi indica a quale lettera si controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
riferiscono le affermazioni che seguono.
un confronto in coppia. Come attivit di ripasso, se
Obiettivo: comprendere il testo input. si ritiene opportuno, linsegnante pu chiedere agli
Prima di fare leggere il testo input si dovrebbe ve- studenti in quali altre subordinate che gli studenti
rificare che siano comprese le parole relative allo hanno incontrato nelle unit precedenti si usa il con-
svolgimento dellattivit ed eventualmente spiegarle giuntivo (soggettive e oggettive, concessive, finali).
(per esempio: sarcastici, ostile, rafforzare). In questa
fase importante che linsegnante crei unatmosfera Chiavi: a. frasi condizionali 2 e 3; b. frase eccet-
non ansiogena che potrebbe compromettere la com- tuativa 1; c. il congiuntivo.

Litaliano alluniversit 69
28. Scegli lopzione corretta. Strategie che usi alluniversit
Obiettivo: fissare le regole su uso e forme delle su- 31. Produrre un testo argomentativo.
bordinate concessive e eccettuative. Obiettivo: produrre un testo argomentativo in con-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del testo universitario.
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre Lattivit si deve svolgere a coppie. A turno gli stu-
un confronto in coppia. denti provano a rispondere alle domande e ad
Chiavi: 1. purch, 2. a patto che, 3. tranne che argomentare la loro opinione. Linsegnante dovreb-
non, 4. a patto che, 5. a meno che, 6. tranne che be chiarire che i testi prodotti dovrebbero essere di
registro formale, quindi in fase di correzione, do-
Analizziamo il testo vrebbero essere fatte notare le eventuali espressioni
29. Accoppia le funzioni indicate nella lista alle non adeguate al contesto e presentate le espressioni
parti del testo. adatte.
Obiettivo: fare riconoscere agli studenti le sezioni Conosciamo gli italiani
di testi argomentativi.
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia- 32. Leggi il testo e rispondi alle domande.
mare lattenzione degli studenti sulle caratteristiche Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al
dei testi di tipo argomentativo presentate prima tema dellunit.
dellattivit. Come per la comprensione dei testi orali, in questa
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del fase importante che linsegnante crei unatmosfera
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre non ansiogena che potrebbe compromettere la
un confronto in coppia. Alla fine linsegnante pu comprensione degli apprendenti, chiarendo, per e-
fare altri esempi di testi a carattere prevalentemente sempio, che non importante capire tutte le parole
argomentativo ed eventualmente farli ascoltare agli del testo. Prima di chiedere agli studenti di leggere
studenti (intervento in dibattito; recensione di un li- il testo e svolgere lattivit, per contestualizzare il
bro o di un film ecc.). testo linsegnante potrebbe sfruttare il paratesto, per
esempio chiedendo agli studenti di descrivere la fo-
Chiavi: 1.b, 2.e, 3.a, 4.c, 5.d
to e introducendo o spiegando il lessico non cono-
30. Completa la tabella con gli elementi lin- sciuto. Lattivit pu essere svolta in coppia o in pic-
guistici utilizzati in un testo argomentativo. coli gruppi. Alla fine si pu controllare in plenum.
Obiettivo: presentare agli apprendenti elementi
Parliamo un po...
linguistici tipici di un testo argomentativo.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre libera.
un confronto in coppia. Come attivit di rinforzo Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
linsegnante potrebbe chiedere agli studenti di scri- unatmosfera non ansiogena se possibile anche nel-
vere, a casa o in classe, un testo argomentativo divi- lorganizzazione dello spazio classe (per questa at-
dendolo nelle sue parti caratteristiche (introduzione tivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
di una tesi, introduzione di argomenti a favore della ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
propria tesi, introduzione e confutazione degli ar- percepiscano che lo scopo principale dellattivit
gomenti della tesi opposta, conclusione) e utilizzan- non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
do gli elementi linguistici presentati nellattivit. possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
le. Pertanto in questa attivit la correzione degli er-
Chiavi: rori durante la produzione orale degli apprendenti
Per si dovrebbe limitare a quelli che impediscono il flus-
Per Per
introdurre Per indicare Per
introdurre introdurre
una con- un contrasto concludere so comunicativo.
una tesi una causa
seguenza

allora,
eppure, anzi, insomma,
penso
dato che quindi bens, ma, dunque, per
ritengo
visto che pertanto per, tuttavia, concludere,
credo
al contrario infine, con-
cludendo

70 Edizioni Edilingua
Risp x fav!

Entriamo in tema t di comprensione dovrebbe guidare gli appren-


denti a rintracciare nel testo le informazioni principa-
Obiettivo: introdurre il tema dellunit e facilitare
li. In questa fase importante che linsegnante crei
la comprensione del testo.
unatmosfera non ansiogena che potrebbe compro-
Dopo una conversazione libera sulla traccia delle
mettere la comprensione degli apprendenti, chiaren-
domande input, linsegnante chiede agli studenti di
do, per esempio, che non importante capire tutte
descrivere la foto della sezione. Dovrebbe emer-
le parole del testo e che il testo orale pu essere
gere, o linsegnate potrebbe farlo notare, come mol-
ascoltato pi di una volta (in genere si pu far ascol-
te parole usate in italiano relative al campo della
tare un testo audio tre volte, prima dellascolto di
tecnologia, sono riprese dallinglese (per esempio:
controllo con lettura simultanea allascolto). Lattivit
computer, tablet ecc.) Prima di fare lattivit, linse-
si pu svolgere singolarmente e, prima del controllo
gnante pu leggere le domande input e, se neces-
in plenum, linsegnante potrebbe proporre un con-
sario, spiegare le parole utili per svolgere lattivit
fronto in coppia.
che gli studenti non capiscono. Lattivit si pu svol-
gere in coppia e successivamente si pu discutere in Chiavi: b, c, d
plenum. In questa attivit non consigliabile focaliz-
zare lattenzione sulla correttezza morfosintattica 3. Ascolta di nuovo il programma radiofonico. Di
della produzione orale dellapprendente dal mo- chi sono le opinioni della colonna a sinistra?
mento che lobiettivo quello di entrare nel tema e Obiettivo: approfondire la comprensione del testo
facilitare la comprensione del testo input. La cor- input.
rezione degli errori durante la produzione orale Il secondo ascolto del programma radiofonico ha lo
degli apprendenti si dovrebbe limitare a quelli che scopo di affinare labilit di ascolto e pertanto si do-
interrompono il flusso comunicativo. vrebbe chiedere agli studenti di ascoltare le inter-
viste senza leggere il testo. In questa fase impor-
Comunichiamo tante che linsegnante mantenga unatmosfera non
ansiogena perch lansia potrebbe compromettere
1. Prima di ascoltare il testo osserva le im-
magini. Di che cosa parler il testo? Fai delle la comprensione degli apprendenti. Se lo si ritiene
ipotesi e confrontati con i compagni. opportuno, si pu fare ascoltare altre volte il dialo-
go prima di passare allattivit 4. Lattivit si pu
Obiettivo: facilitare la comprensione del testo input.
svolgere singolarmente e successivamente linse-
Lattivit presenta la definizione di alcune parole ed
gnante potrebbe proporre un confronto in coppia.
espressioni considerate difficili da comprendere ed
essenziali sia per definire il contesto del testo input Chiavi: 1. Tecnico informatico, 2. Giornalista, 3.
che per la sua comprensione. Lattivit si pu svol- Matilde, 4. Linguista, 5. Esperto di comunicazione
gere in coppia e successivamente si pu discutere in
plenum. Anche in questa attivit non consigliabile 4. Ascolta di nuovo il dialogo e leggi il testo.
Controlla le risposte delle attivit 2 e 3.
focalizzare lattenzione sulla correttezza morfosin-
tattica della produzione orale dellapprendente dal Obiettivo: comprendere il testo input e verificare
momento che lobiettivo quello di facilitare la com- le attivit di comprensione.
prensione del testo input. La correzione degli errori Dopo lascolto (o gli ascolti) senza la lettura del te-
durante la produzione orale degli apprendenti si sto, si consiglia di fare ascoltare il programma ra-
dovrebbe limitare a quelli che interrompono il flusso diofonico facendo leggere il testo. Al termine del-
comunicativo. lascolto si pu chiedere di controllare le risposte
delle attivit 2 e 3. Alla fine si pu controllare in ple-
2. Ascolta il programma radiofonico: di che cosa num. Infine, linsegnante pu utilizzare il box Ufficio
parla? Puoi scegliere pi di unopzione. informazioni per focalizzare lattenzione su aspetti
Obiettivo: comprendere il testo input. culturali (origine e significato dellAccademia della
Le attivit precedenti dovrebbero aver aiutato gli stu- Crusca, nascita dellitaliano come lingua nazionale)
denti a contestualizzare il testo e questa prima attivi- e sollecitare la produzione libera orale chiedendo,

litaliano alluniversit 71
ad esempio, se gli studenti conoscevano queste un confronto in coppia.
informazioni. Nel caso si disponga di una connes-
Chiavi (risposte possibili): 1. cm, 2. dv 6/c 6, 3.
sione Internet in classe, si pu esplorare con la clas-
nn, 4. h, 5. dp, 6. +, 7. sms, 8. qlcs, 9. TAT/tat, 10.
se il sito dellAccademia della Crusca; in caso con-
dp, 11. x, 12. h
trario, questo pu essere assegnato come lavoro
domestico ed essere ripreso in classe per una con- Strategie che usi alluniversit
versazione libera, con le specifiche indicate per
questo tipo di attivit. 8. Preparare una tesina.
Obiettivo: prendere appunti ascoltando un testo e
5. Qual il tuo rapporto con la tecnologia? riorganizzarli in un testo scritto in contesto univer-
Discutine con un compagno, ecco alcuni spunti. sitario.
Obiettivo: esercitare labilit di produzione libera Lattivit si dovrebbe svolgere in due fasi. Dopo la
orale sul tema della prima parte dellunit. fase di ascolto e stesura degli appunti, prima del
Lattivit si pu svolgere a coppie o a piccoli gruppi. controllo in plenum linsegnante potrebbe proporre
Poich lo scopo quello di esercitare la produzione un confronto in coppia. Nella seconda fase invece si
libera, in questa fase linsegnante dovrebbe inter ve- consiglia di far svolgere lattivit individualmente e,
nire il meno possibile. Prima dellinizio dellattivit prima dellinizio, sar utile richiamare lattenzione
linsegnante dovrebbe comunque dire agli studenti sui connettivi presentati nel corso delle precedenti
di essere a disposizione in caso di difficolt e inter- unit. Linsegnante potrebbe assegnare la stesura
venire nei casi in cui il flusso comunicativo si inter- della tesina come lavoro domestico e correggere poi
rompe. Alla fine dellattivit in coppie o a piccoli ogni singola tesina. La correzione dovrebbe essere
gruppi, si pu discutere in plenum. Come si detto, fatta in plenum per eventuali errori testuali o partico-
lobiettivo principale non quello di lavorare sulla larmente ricorrenti.
competenza morfosintattica, quindi eventuali cor-
rezioni dovrebbero essere poco esplicite. Facciamo grammatica
9. Scrivi la regola. Rispondi alle domande e
Impariamo le parole completa la tabella.
6. Osserva le abbreviazioni, i simboli pi usati Obiettivo: fare scoprire agli studenti le regole per
in italiano nelle chat, negli sms. Alcune, evi- la formazione del periodo ipotetico.
denziate in grassetto, si scrivono in caratteri Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
MAIUSCOLI. Perch, secondo te?
mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
Obiettivo: presentare le espressioni usate in italia- va! in cui ci sono frasi tratte dal testo input con gli
no per scrivere sms e chat. elementi oggetto della riflessione grammaticale evi-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del denziati. Lattivit si pu svolgere singolarmente e,
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre prima del controllo in plenum, linsegnante potreb-
un confronto in coppia. Alla fine dellattivit linse- be proporre un confronto in coppia. Durante questa
gnante dovrebbe far notare agli studenti il doppio fase linsegnante potrebbe fare altri esempi (Se pio-
significato dellespressione idiomatica fare uno ve, prendi lombrello; Se piover, prendi lom-
squillo, nella sezione Attenzione!. brello!) per documentare luso dellimperativo nella
Chiavi (risposte possibili): 1. Sono in genere acro- conseguenza, che poi si ritrova nella sezione di sin-
nimi, sigle formate con le lettere iniziali di ogni pa- tesi grammaticale. (Futuro e presente non sono sem-
rola che compone lespressione. Talvolta si scrivono pre equivalenti! Si pu utilizzare la frase 3 come
anche in minuscolo come si vede anche nel testo esempio.)
ma lo scriverle in maiuscolo dimostra maggiore Alla fine dellattivit linsegnante dovrebbe far nota-
enfasi; quasi come gridarle re agli studenti che per queste strutture, dopo se,
non mai previsto luso del condizionale n del
7. Completa gli sms inserendo le abbreviazioni congiuntivo presente (sezione Attenzione!).
viste nellattivit 6.
Chiavi: a. 3; b. 1; c. 2, 4; d. Nella frase 2 si usa
Obiettivo: esercitare le abbreviazioni presentate limperfetto indicativo, nella frase 4 il trapassato
nella sezione precedente. congiuntivo + il condizionale passato. (Linsegnante
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del dovrebbe far notare che c anche una differenza
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre di registro: la frase 2 pi colloquiale, ed infatti
72 Edizioni Edilingua
usata da Matilde, una giovane ragazza.) opportuno, se si ritiene necessario, procedere con la

Risp x fav!
correzione della produzione orale degli studenti.
Tempo e modo Tempo e
verbale nella modo ver-
CONDIZIONE bale nella 12. Discuti con un compagno.
/IPOTESI CONSEGUENZA
Obiettivo: esercitare la funzione di fare ipotesi
Se
Indicativo (reali, possibili, irreali/impossibili).
presente
Periodo ipotetico di I tipo Indicativo Lattivit si deve svolgere in coppie. Durante lo svol-
presente Indicativo
Esprime unipotesi realizzabile gimento dellattivit linsegnante dovrebbe interveni-
futuro
Se piove, prendo lombrello. Indicativo
Se piove, prender lombrello. presente
semplice re il meno possibile, limitandosi a correggere gli er-
Esempi: Frase 3 Indicativo rori che interrompono il flusso comunicativo, spie-
Indicativo
futuro
futuro semplice gando per, se non utilizzato, che si richiede di
semplice
usare il periodo ipotetico. Quando gli studenti han-
no terminato di fare i dialoghi, linsegnante pu
Periodo ipotetico di II tipo chiedere agli studenti di svolgere lattivit in ple-
Congiuntivo Condizionale
Esprime unipotesi possibile
imperfetto presente num. Solo al termine di questa fase sarebbe oppor-
Esempi: Frase 1
tuno, se si ritiene necessario, procedere con la cor-
rezione della produzione orale degli studenti.

Periodo ipotetico di III tipo Indicativo Indicativo 13. Osserva queste immagini e parla con un
Esprime unipotesi imperfetto imperfetto compagno di questi mezzi di comunicazione.
irrealizzabile o impossibile Congiuntivo Condizionale
Esempi: Frasi 2, 4 trapassato passato Obiettivo: introdurre un nuovo argomento delluni-
t e facilitare la comprensione del testo.
Lattivit si pu svolgere in coppia e successiva-
10. Completa le frasi con la forma verbale cor- mente si pu discutere in plenum. In questa attivit
retta. non consigliabile focalizzare lattenzione sulla
correttezza morfosintattica della produzione orale
Obiettivo: fissare le forme e luso del periodo ipo-
dellapprendente dal momento che lobiettivo
tetico.
quello di entrare nel tema e facilitare la compren-
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
sione del testo input. La correzione degli errori du-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
rante la produzione orale degli apprendenti si do-
un confronto in coppia.
vrebbe limitare a quelli che interrompono il flusso
Chiavi: 1. si sentirebbe, 2. ricevo, 3. saranno, 4. comunicativo.
avessimo avuto, 5. preferisce, 6. sarei, 7. scriviamo,
8. aveva Comunichiamo
14. Prima di leggere il testo osserva il significato
11. Osserva queste immagini e discuti con un
di queste parole.
compagno.
Obiettivo: facilitare la comprensione del testo input.
Obiettivo: esercitare la funzione di fare ipotesi
Lattivit presenta la definizione di alcune parole
(reali, possibili, irreali/impossibili).
considerate difficili da comprendere.
Lattivit si deve svolgere in coppia. Prima dellinizio
dellattivit linsegnante dovrebbe spiegare eventuali 15. Leggi il testo e rispondi alle domande.
parole non conosciute, tenendo presente che la mo-
Obiettivo: comprendere il testo input.
dalit migliore sempre attraverso la presentazione
Prima di far leggere il testo input, si consiglia di
di immagini, di situazioni in cui il significato si pu
utilizzare il paratesto per contestualizzare il testo
desumere dal contesto o facendo ricorso a gesti e mi-
(per esempio: far descrivere limmagine sopra al
mica. Durante lo svolgimento dellattivit linsegnan-
testo, esplorare il titolo). In questa fase importante
te dovrebbe intervenire il meno possibile, limitandosi
che linsegnante crei unatmosfera non ansiogena
a correggere gli errori che interrompono il flusso co-
che potrebbe compromettere la comprensione degli
municativo, spiegando per, se non utilizzato, che
apprendenti, chiarendo, per esempio, che non
si richiede di usare il periodo ipotetico. Quando gli
importante capire tutte le parole del testo. Lattivit si
studenti hanno terminato di fare i dialoghi, linse-
pu svolgere singolarmente e, prima del controllo in
gnante pu chiedere agli studenti di svolgere lattivi-
plenum, linsegnante potrebbe proporre un confronto
t in plenum. Solo al termine di questa fase sarebbe

Litaliano alluniversit 73
in coppia. Infine, linsegnante pu utilizzare il box comunicazione tramite Internet.
Ufficio informazioni per focalizzare lattenzione su Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
informazioni culturali e sollecitare la produzione controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
libera orale chiedendo, ad esempio, se gli studenti un confronto in coppia.
conoscono questo scrittore, se seguono il suo blog
Chiavi: 1. in allegato, 2. scaricare, 3. sito, 4. link,
sul Corriere della Sera e cosa ne pensano.
5. in copia
Chiavi: 1. Usare il software Skype per fare una vi-
deochiamata, 2. Perch sono pi brevi, 3. Dagli 20. Adesso leggi il testo completo, controlla le
strumenti utilizzati per comunicare: telefono e fax, 4. tue risposte e scrivi une-mail di risposta.
Perch sono snob e vogliono sfoggiare/mostrare la Obiettivo: esercitare la comunicazione tramite
loro conoscenza dellinglese oppure perch hanno posta elettronica.
paura delle novit o sono dei conformisti, 5. Perch Lattivit deve essere svolta individualmente e, prima
la traduzione inefficace (mouse), pedante (link), del controllo in plenum, linsegnante pu proporre
inesistente (marketing) o troppo lunga (jet-lag) un confronto a coppie. Durante la fase di correzio-
ne, linsegnante dovrebbe prima focalizzare latten-
Impariamo le parole zione sugli errori relativi alla strutturazione del testo
e al lessico specifico. Eventuali errori morfosintattici
16. Individua nel testo le espressioni date e col-
legale alla giusta definizione. dovrebbero essere analizzati alla fine dellattivit.

Obiettivo: presentare alcune espressioni idioma-


Facciamo grammatica
tiche.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del 21. Scrivi la regola. Completa e scegli lalter-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre nativa corretta.
un confronto in coppia. La prima (farcela) gi sta- Obiettivo: fare scoprire agli studenti le frasi con-
ta presentata nellUnit 3 attivit 22) e viene ri- cessive, temporali, finali.
presa qui per richiamarla alla memoria e presentare Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia-
le espressioni. mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser-
va! con alcune frasi del testo input in cui sono evi-
Chiavi: 1. b, 2. d, 3. e, 4. a, 5. f, 6. c
denziati gli elementi oggetto della riflessione gram-
17. Completa le frasi con le espressioni idioma- maticale. Lattivit si pu svolgere singolarmente e,
tiche viste. prima del controllo in plenum, linsegnante potrebbe
proporre un confronto in coppia. Alla fine dellat-
Obiettivo: fissare forma e uso delle espressioni
tivit linsegnante dovrebbe far notare agli studenti
idiomatiche presentate.
che con alcune congiunzioni il congiuntivo viene so-
Lattivit si deve svolgere in coppia e poi deve es-
stituito dallinfinito solo se il soggetto della principa-
sere controllata in plenum.
le coincide con quello della secondaria (sezione At-
Chiavi: 1. ha orecchio, reso lidea, sfonder; 2. ce tenzione!). Sarebbe bene far notare anche che in
lho quasi fatta; 3. allaltezza molti casi, usare la costruzione con il congiuntivo
quando non necessario (perch appunto i soggetti
18. Scrivi le parole della lista al posto giusto, coincidono) suona piuttosto artificiale ad un parlan-
come nellesempio.
te nativo.
Obiettivo: presentare parole relative ai dispositivi
elettronici e informatici. Chiavi: 1. infinito, 2. indicativo, 3. indicativo, 4.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del senza, 5. per, 6. di, 7. che, 8. indicativo
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
22. Adesso prova a riformulare le frasi degli
un confronto in coppia. esempi con il congiuntivo.
Chiavi: 1. lo schermo, 2. la tastiera, 3. Il mouse; 4. Obiettivo: fissare le regole sulluso dei modi e tempi
le cuffie, 5. il videoproiettore, 6. la stampante, 7. la in frasi concessive, temporali, finali.
lavagna interattiva multimediale, 8. la chiavetta/ Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
penna controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia.
19. Inserisci le parole della lista.
Chiavi: 1. Sebbene/bench/nonostante (che)/
Obiettivo: presentare altre parole relative alla
74 Edizioni Edilingua
possano; 2. Senza che (loro) paghino/senza che si poi essere consegnati allinsegnante che li dovreb-

Risp x fav!
paghi; 3. Perch/affinch si descrivano; 4. Prima be correggere indicando principalmente le tipologie
che lo si usasse; 5. Qualora questo sia possibile di errori (di lessico, di grammatica, di ortografia
ecc.) a seconda del livello degli studenti. I testi
23. Trasforma le seguenti frasi usando lindica- vanno poi riconsegnati e ricontrollati dagli studenti.
tivo o il congiuntivo. Il testo finale dovrebbe essere un testo unico quindi
Obiettivo: fissare le regole sulluso dei modi e tempi si pu prevedere una fase di confronto tra i gruppi,
in frasi concessive, temporali, finali. in modo da creare un testo coerente e coeso. Per
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del rafforzare la motivazione degli studenti e far rima-
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre nere una traccia del lavoro svolto, sarebbe impor-
un confronto in coppia. tante pubblicare il testo finale in classe o, se si usa,
Chiavi: 1. Anche se non mi piace, 2. Per essere su una piattaforma on line. O comunque conse-
sicuri, 3. Senza accorgermene, 4. Prima di partire gnare una copia cartacea agli studenti. Lo svolgi-
mento delle varie fasi dellattivit (ricerca del mate-
Analizziamo il testo riale, elaborazione dei testi, correzione, elabora-
zione del testo finale) pu richiedere diverso tempo.
24. Scrivi la regola. Ordina i segnali discorsivi
A seconda delle sue esigenze e degli strumenti a
degli esempi secondo il loro significato. Se ne
disposizione, linsegnante pu decidere se far svol-
ricordi altri, scrivi anche quelli.
gere lattivit interamente in classe nellambito di
Obiettivo: fare scoprire agli studenti i segnali di- ununica lezione o di pi lezioni e se integrare il
scorsivi per riformulare, segnalare un cambio netto lavoro svolto in classe con un lavoro svolto a casa
di discorso, dare enfasi, segnalare una ripresa. dagli studenti. Per esempio, se non si dispone di
Prima di far svolgere lattivit si consiglia di richia- Internet, si pu chiedere agli studenti di cercare au-
mare lattenzione degli studenti sulla sezione Osser- tonomamente le informazioni necessarie per scrive-
va! in cui ci sono frasi tratte dai testi input con gli re il testo, raccoglierle e condividerle poi in classe
elementi oggetto della riflessione testuale evidenzia- con il proprio gruppo.
ti. Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima
del controllo in plenum, linsegnante potrebbe pro- Analizziamo il testo
porre un confronto in coppia.
27. Rileggi ora il testo di Beppe Severgnini (at-
Chiavi: Riformulare: voglio dire, in altre parole; tivit 15) e completa le affermazioni.
Cambio netto: comunque, ora, passando ad altro; Obiettivo: fare scoprire agli studenti struttura e
Una ripresa: per restare a, tornando a uso del testo misto.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
25. Inserisci i segnali discorsivi della lista. At-
tenzione ce ne sono 2 in pi! controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
un confronto in coppia. Alla fine linsegnante do-
Obiettivo: fissare la regola sulla funzione e uso
vrebbe fare osservare agli studenti (sezione Atten-
della punteggiatura.
zione!) le altre varianti dei correlativi.
Lattivit si pu svolgere singolarmente e, prima del
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre Chiavi: 1. Argomentare, a, b; 2. 1/b, 2/a, 3/c
un confronto in coppia.
Strategie che usi alluniversit
Chiavi: 1. comunque, 2. in altre parole, 3. figurati,
4. ecco, 5. torniamo 28. Esprimere la propria opinione in un testo
scritto.
Scriviamo insieme Obiettivo: prendere appunti ascoltando un testo e
riorganizzarli in un testo scritto in contesto univer-
26. Le nuove tecnologie.
sitario.
Obiettivo: scrivere un testo insieme agli altri com-
Lattivit si dovrebbe svolgere in due fasi. Dopo la
pagni.
fase di ascolto e stesura degli appunti, prima del
Lattivit deve essere svolta in gruppi e sarebbe utile
controllo in plenum, linsegnante potrebbe proporre
che gli studenti potessero utilizzare Internet. In alter-
un confronto in coppia. Nella seconda fase invece si
nativa linsegnante dovrebbe portare in classe ma-
consiglia di far svolgere lattivit individualmente e
teriale (giornali, riviste ecc.) relativo allargomento
prima dellinizio, sar utile richiamare lattenzione
del testo da scrivere. I tre testi elaborati dovrebbero
Litaliano alluniversit 75
sui connettivi presentati nel corso delle precedenti per esempio, che non importante capire tutte le
unit. Linsegnante potrebbe assegnare la stesura parole del testo. Lattivit pu essere svolta in cop-
della tesina come lavoro domestico e correggere pia o in piccoli gruppi. Alla fine si pu controllare
poi ogni singola tesina. La correzione dovrebbe in plenum.
essere fatta plenum per eventuali errori testuali o
Chiavi: 1. vero, 2. falso, 3. falso, 4. vero, 5. vero,
particolarmente ricorrenti.
6. falso, 7. falso, 8. vero
Conosciamo gli italiani Parliamo un po...
29. Prima di leggere il testo osserva queste pa- Obiettivo: esercitare labilit di produzione orale
role ed espressioni. libera.
Obiettivo: facilitare la comprensione del testo in- Si consiglia di svolgere lattivit in plenum creando
put. unatmosfera non ansiogena, se possibile anche
Lattivit presenta la definizione di alcune parole ed nellorganizzazione dello spazio classe (per questa
espressioni considerate difficili da comprendere. attivit sarebbe ideale la disposizione delle sedie a
ferro di cavallo). importante che gli apprendenti
30. Leggi il testo. Vero o Falso? percepiscano che lo scopo principale dellattivit
Obiettivo: comprendere un testo scritto relativo al non la correttezza morfosintattica, ma, per quanto
tema dellunit. possibile, lo sviluppo di una fluente produzione ora-
Come per la comprensione degli altri testi, in questa le. Pertanto in questa attivit la correzione degli
fase importante che linsegnante crei unatmo- errori durante la produzione orale degli appren-
sfera non ansiogena che potrebbe compromettere denti si dovrebbe limitare a quelli che impediscono
la comprensione degli apprendenti, ricordando, il flusso comunicativo.

76 Edizioni Edilingua