Sei sulla pagina 1di 21

Capitolo 3

Integrali

Funzione Primitiva
1
xb (b R \ {1}) x b +1
b +1
1
log |x|
x
ex ex
sin x cos x
cos x sin x

tan x log |cos x|

cot x log |sin x|
1
tan x
cos2 x
1
cot x
sin2 x
1
p arcsin x
1 x2
1
arctan x
x2 + 1
sinh x cosh x
cosh x sinh x
tanh x log(cosh x)
coth x log(sinh x)
1
tanh x
cosh2 x
1
coth x
sinh2 x
1
p arcsinh x
x2 + 1
1
p arccosh x
x2 1

34
Capitolo 3. Integrali 35

Esercizi
1) Calcolare
Z 4
x +3
dx.
1 x(4x + 3)

2) Calcolare
Z 2
log x
dx.
1 3x(log2 x + 4)

3) Calcolare
Z /2
sin x cos x
dx.
0 cos x + 2

4) Calcolare
v
Z 1
1 t x +1
u
dx.
1/2 x 3x 1

5) Calcolare
Z2p
x 2 + 4
dx.
1 x

6) Calcolare
Z 3
p
4 + x 2 + 2x + 3
dx.
2 x 1

7) Calcolare
Z /6
2 sin x + 5 cos x
2x dx.
0 (5 sin x + 2 cos x)3

8) Calcolare
Z 6
1
p dx.
0 5 + x2 + 9

9) Calcolare
9
2x 2 + 9
Z
p dx.
6 (2x 2 9) x 2 9

10) Calcolare
p p 
0
arctan 3x+ 3
Z
dx.
1 (3x + 4)3/2

11) Calcolare
1
x e 3x
Z
dx.
0 (e 3x + 2)4
Capitolo 3. Integrali 36

12) Calcolare i seguenti integrali:


Z2 2 Z 2
x +1 x +5
a. dx g. dx
1 x +1 1 x 2 + 4x + 4
Z 5 2
x2 + 1
Z
x +3
b. dx h. dx
2 x2 + 9 0 3x 2 + 5
Z 2 Z 6
1 5
c. dx i. dx
0 x 2 + 4x + 3 1 x 3 + 5x
2 3
x3 + x2 + 1
Z Z
4x
d. dx j. dx
0 4x 2 + 4x + 1 0 x 4 + 5x 2 + 6
Z 3 3
10x 3
Z
1
e. dx k. dx
2 x x
3
0 x 4 + 4x 2 + 4
Z 3 Z 3
2x x + 10
f. dx l. dx
0 x2 x + 2 1 x 3 25x
13) Calcolare i seguenti integrali:
Z1 1/2
ex
Z
1
a. dx d. dx
0 e +1
2x e 2x 2e x
0

1 1
e x e x
Z
ex + 1
Z
b. dx e. dx
0 e 2x + 1 0 2e x + 3
1 1
ex + 2 e 3x
Z Z
c. dx f. dx
0 e x + 3 0 e 2x + 8e x
14) Calcolare i seguenti integrali:
Z /2 Z /4
cos x
a. (sin4 x + cos4 x) d x e. dx
/4 0 sin x + 2 cos x
Z /2
Z /2
cos x 1
b. dx f. dx
0
2
1 + sin x 0 sin x 2
Z /2 Z /4
cos x sin x + sin x cos x
c. dx g. dx
/6 2 sin2 x + cos2 x 5 0 2 cos x + cos x sin2 x

/3
Z /3
sin x
Z
sin x 2 cos x
d. dx h. dx
0 2 sin x + cos x /4 sin2 x + cos3 x cos x
Capitolo 3. Integrali 37

15) Calcolare i seguenti integrali:


Z1 p Z 3/2
x x 2
a. p dx h. p dx
0 4+2 x 1/2 x 2 + 2x
Z 0 Z2p
1 16 x 2
b. p dx i. dx
3 (2 x) 1 x 0 2 + x2
Z 2 Z2p
x 1 16 + x 2
c. p dx j. dx
0 x +2 0 2 + x2
Z 2 Z 1
p
1 x 1 + 8x 2
d. p dx k. dx
1 x 2x + 1 0 1 + 4x 2
Z2p Z 1
x2 1
e. dx l. (x 2 + 4)3/2 d x
1 x 0

3
x2
Z 1/3 p
Z
f. 4 9x 2 d x m. p dx
0 2 x2 1
Z 2
Z 0
x p
g. p dx n. x x 2 4x + 5 d x
0 x2 + 4 + 2 1/2

16) Calcolare i seguenti integrali:


Z2 Z /2
p  x
a. p arctan x 2 1 d x h. dx
2 /4 sin2 x
Z 2
p  p  Z 2
e x 3 e x
b. sin x cos x d x i. (x + 1) dx
0 1 (e x + 4 + 3 e x )2
Z 1 p Z 1/2
c. e 2x ex + 1d x j. (6x 2 + 2) arcsin x d x
0
0
Z 2/4
1 1 Z 1
cosh x + 4 sinh x
d. p p  dx k. dx
0 x 1 + cos x cosh x sinh x
0

Z /2 e
x cos x
Z
cos( log x)
e. 3
dx l. dx
/4 sin x 1 x
Z /2 Z 0
f. 2
x sin x cos x d x m. e 2x exp(e 2x + 1) d x
/4 log 2

Z 0 Z 2
g. 2x log(x + 5) d x n. (x 2 2x)e 2x d x
2 1
Capitolo 3. Integrali 38

2/5 Z 4
p 
Z
2 5x 1
o. (5x 2) e dx u. arctan x d x
0 1 (x + 1)2

4
p  p 
cosh x + 2 sinh x
Z 2
Z
p. x 2 arctan x d x v. p  p 2 d x
0 0 sinh x + 2 cosh x
Z 1 Z 2
p  p 
q. x 2 arctan(x 3 ) d x w. sin x cos x d x
0 2/4

Z 2 Z /4
3 sin(4x) cos(4x)
x5e x d x 2

r. x. 2 log 9 + cos (4x) d x
0 0 9 + cos2 (4x)
Z (2/3) Z 2
s. 3 2
(2x sin x + x cos x) d x x
y. log(3x) d x
0 1 (9 x 2 )3/2
1/4 1
x3
Z Z
2
t. (4x + 1) arcsin(2x) d x z. p dx
0 0 x 4 + 2x 2 + 2
Capitolo 3. Integrali 39

Soluzioni e risultati
1) La funzione integranda razionale e il grado del numeratore minore del grado del
denominatore. Per calcolarne lintegrale scomponiamola in fratti semplici. La scomposizione
si pu ottenere con un semplice trucco:

x +3 4x + 3 3x 4x + 3 3x 1 3
= = + = .
x(4x + 3) x(4x + 3) x(4x + 3) x(4x + 3) x 4x + 3

Quindi una primitiva della funzione integranda

3
x 7 log |x| log |4x + 3| .
4
Pertanto lintegrale uguale a
4
3 3 3
log |x| log |4x + 3| = log 4 log 19 + log 7 .
4 1 4 4
2) La funzione integranda il prodotto tra una funzione in cui la variabile x compa-
re solo come argomento del logaritmo e la derivata della funzione logaritmo, cio, posto
(x) = log x , si ha
log x (x)
2
= 2  (x) .
3x(log x + 4) 3 (x) + 4
Pertanto utile effettuare la sostituzione t = (x) = log x . Si ha
Z 2 Z log 2
log x t
2
dx = dt .
1 3x(log x + 4) 0 3(t 2+ 4)

A meno di costanti moltiplicative, il numeratore della funzione integranda la derivata del


denominatore, quindi si trova facilmente una primitiva. Si ha
Z log 2 Z log 2 log 2
t 1 2t 1 1 1
dt = dt = 2
log(t + 4) = log(log2 2 + 4) log 4 .
0 3(t 2 + 4) 0 6 t2 + 4 6 0 6 6

3) La derivata della funzione coseno la funzione x 7 sin x , quindi la funzione inte-


granda il prodotto tra una funzione in cui la variabile x compare solo come argomento del
coseno e la derivata di tale funzione. allora evidente che la sostituzione t = (x) = cos x
trasforma lintegrale in uno pi semplice. Abbiamo
Z /2 Z /2 Z cos(/2)
sin x cos x cos x t
dx = ( sin x) d x = dt =
0 cos x + 2 0 cos x + 2 cos 0 t +2
Z0 Z 1
t +22 2  1
= dt = 1 d t = t 2 log |t + 2| 0 = 1 2 log 3 + 2 log 2 .
1 t +2 0 t +2

4) La funzione integranda contiene la radice quadrata del quoziente di due polinomi di pri-
mo grado; per eliminare la radice opportuno effettuare una sostituzione in modo che la nuo-
p
va variabile di integrazione sia tale radice quadrata. Perci poniamo t = (x + 1)/(3x 1) ,
Capitolo 3. Integrali 40

quindi (3x 1)t 2 = x + 1 , da cui si ricava (3t 2 1)x = t 2 + 1 . Pertanto effettuiamo la


sostituzione x = (t ) = (t 2 + 1)/(3t 2 1) . Si ha
2t (3t 2 1) 6t (t 2 + 1) 6t 3 2t 6t 3 6t 8t
(t ) = = = ;
2
(3t 1) 2 2
(3t 1) 2 (3t 2 1)2
p
per x = 1/2 risulta t = 3 , per x = 1 risulta t = 1 , per cui si ha
Z1 v Z1 Z p3
1 t x +1 1 8t 8t 2
u
dx = p 2 t dt = dt .
1/2 x 3x 1 3 t +1 (3t 2 1)2 1 (t 2 + 1)(3t 2 1)
3t 2 1
Dobbiamo integrare una funzione razionale. Anzitutto necessario fattorizzare il deno-
minatore. Il polinomio t 2 + 1 irriducibile, mentre il polinomio 3t 2 1 si scompone in
p p 
3 t +1 3 t 1 , perci la funzione integranda si scompone in fratti semplici nella forma
8t 2 a b ct +d
=p +p + ,
(t 2 + 1)(3t 2 1) 3 t +1 3 t 1 t2 + 1
con a , b , c e d opportuni numeri reali. Riducendo a denominatore comune lespressione
a destra, il numeratore diventa
p  p 
a 3 t 1 (t 2 + 1) + b 3 t + 1 (t 2 + 1) + (c t + d )(3t 2 1) =
p p p p
= 3 a t 3 + 3 a t a t 2 a + 3 b t 3 + 3 b t + b t 2 + b + 3c t 3 c t + 3d t 2 d =
p p  p p 
= 3 a + 3 b + 3c t 3 + (a + b + 3d )t 2 + 3 a + 3 b c t + (a + b d ) .

Questo numeratore deve essere uguale a 8t 2 , quindi a , b , c e d debbono soddisfare il


seguente sistema
p p

3 a + 3 b + 3c = 0 ,

a + b + 3d = 8 ,
p p


3 a + 3 b c = 0,

a + b d = 0 .
Sottraendo membro a membro la terza equazione dalla prima e la quarta dalla seconda si ot-
p p
tiene 4c = 0 e 4d = 8 , da cui c = 0 e d = 2 . La prima equazione diventa 3 a + 3 b = 0 ,
quindi a = b , sostituendo nellultima si ha 2b 2 = 0 , quindi b = 1 e a = 1 .
Abbiamo perci
Z1 v Z p3 Z p3  
1 t x +1 8t 2 1 1 2
u
dx = dt = p +p + dt =
1/2 x 3x 1 1 (t 2 + 1)(3t 2 1) 1 3t +1 3 t 1 t2 + 1
 p p  p3
1 1
= p log 3 t + 1 + p log 3 t 1 + 2 arctan t =

3 3 1
1 1 p 1 p  1 p 
= p log 4 + p log 2 + 2 arctan 3 + p log 3 + 1 p log 3 1 2 arctan 1 =
3 3 3 3
p 2
1 1 3+1 2 2 p 
= p log 2 + 2 + p log 2 = p log 2 + p log 3 + 1 + .
3 3 3 31 4 3 3 6
Capitolo 3. Integrali 41

p
5) Nella funzione integranda compare il termine x 2 + 4 ; opportuno effettuare una
sostituzione che elimini tale radice. A tal fine poniamo x = (t ) = 2 sin t ; se x ap-
partiene al dominio di integrazione allora risulta x/2 [1/2, 1] D (arcsin) ; quindi si ha
t = 1 (x) = arcsin(x/2) e gli estremi di integrazione diventano arcsin(1/2) e arcsin 1 . Poi-
ch t [/6, /2] si ha cos t 0 , quindi
Z2p 2 Z arcsin 1 p Z /2
x + 4 4 (2 sin t )2 2 cos2 t
dx = 2 cos t d t = dt .
1 x arcsin(1/2) 2 sin t /6 sin t

La funzione integranda pu essere scritta come prodotto tra una funzione razionale di
cos t e sin t ; quindi la sostituzione cos t = s trasforma lintegrale in quello di in una
funzione razionale. Si ha infatti
Z /2 Z /2 Z /2
2 cos2 t 2 cos2 t 2 cos2 t
dt = 2
sin t d t = sin t d t .
/6 sin t /6 sin t /6 1 cos t
2

Poich la derivata della funzione coseno la funzione x 7 sin x , con la sostituzione


cos t = s si ottiene
Z /2 Z cos(/2) Z p3/2
2 cos2 t 2s 2 2s 2
sin t d t = ds = ds .
/6 1 cos t cos(/6) 1 s 1 s2
2 2
0

Il polinomio a numeratore ha lo stesso grado di quello a denominatore, quindi bisogna anzi-


tutto scrivere la frazione come somma di un polinomio e di una frazione il cui numeratore
abbia grado minore di quello del denominatore. Si ha

2s 2 2s 2 2 + 2 2
= = 2 + .
1 s 2 1 s 2 1 s2
Inoltre
2 (1 + s) + (1 s) 1+ s 1 s 1 1
= = + = + .
1 s 2 1 s 2 1 s 2 1 s 2 1 s 1+ s
Pertanto si ha
Z 2p 2 Z p3/2 Z p3/2
2s 2

x + 4 1 1
dx = ds = 2 + + ds =
1 x 0 1 s2 0 1+ s 1 s
p p
 p3/2 p 3+2 2 3
= 2s + log |1 + s| log |1 s| 0 = 3 + log log =
2 2
p
p 3+2 p p 
= 3 + log p = 3 + log 7 + 4 3 .
2 3
6) La funzione integranda funzione razionale della variabile x e della radice quadrata di
un polinomio di secondo grado in x ; occorre innanzitutto effettuare una sostituzione che
consenta di eliminare tale radice, trasformando lintegrando in una funzione razionale. Si ha

x 2 + 2x + 3 = (x 2 2x 3) = (x 2 2x + 1) + 4 = 4 (x 1)2 ;
quindi, per eliminare la radice dalla funzione integranda, risulta utile porre x 1 = 2 sin t ,
cio x = (t ) = 1 + 2 sin t e (t ) = 2 cos t . Poich (x 1)/2 [1/2, 1] D (arcsin) , si ha
Capitolo 3. Integrali 42


t = 1 (x) = arcsin (x 1)/2 , quindi per x = 2 si ha t = arcsin(1/2) = /6 e per x = 3
p
si ha t = arcsin 1 = /2 . Se t [/6, /2] si ha cos t 0 , quindi 1 sin2 t = cos t ;
pertanto risulta
Z 3
p Z /2 p
4 + x 2 + 2x + 3 4 + 4 (2 sin t )2
dx = 2 cos t d t =
2 x 1 /6 2 sin t
Z /2 Z /2
4 + 2 cos t 4 cos t + 2 cos2 t
= 2 cos t d t = dt .
/6 2 sin t /6 sin t

Questa funzione integranda pu essere facilmente trasformata nel prodotto di una funzione
razionale di cos t moltiplicata per sin t , in modo che, con la sostituzione cos t = s , si
ottenga lintegrale di una funzione razionale. Abbiamo infatti

/2 /2 /2
4 cos t + 2 cos2 t 4 cos t + 2 cos2 t 4 cos t + 2 cos2 t
Z Z Z
dt = sin t d t = sin t d t ;
/6 sin t /6 sin2 t /6 1 cos2 t

con la sostituzione cos t = s , poich che la derivata della funzione coseno lopposto della
funzione seno, si ottiene
p
/2 cos(/2) 3/2
4 cos t + 2 cos2 t 4s + 2s 2 2s 2 + 4s
Z Z Z
sin t d t = ds = ds ,
/6 1 cos2 t cos(/6) 1 s2 0 1 s2

La funzione integranda razionale. Il polinomio a numeratore ha lo stesso grado di quello


a denominatore, quindi bisogna anzitutto scrivere la frazione come somma di un polinomio
e di una frazione il cui numeratore abbia grado minore di quello del denominatore. Si ha

2s 2 + 4s 2s 2 2 + 2 + 4s 4s + 2
= = 2 + ,
1 s2 1 s2 1 s2

4s + 2
Dobbiamo scomporre in fratti semplici la funzione . Poich 1 s 2 si fattorizza in
1 s2
(1 + s)(1 s) , la scomposizione in fratti semplici della forma

a b
+ ,
1+ s 1 s

con a e b numeri reali da determinare. Si ha

a b a(1 s) + b (1 + s) (b a)s + a + b
+ = = ,
1+ s 1 s (1 + s)(1 s) 1 s2

affinch questo sia uguale a (4s + 2)/(1 s 2 ) , i polinomi 4s + 2 e (b a)s + a + b devono


avere gli stessi coefficienti; a e b dovranno quindi soddisfare il sistema

b a = 4,
a + b = 2.
Capitolo 3. Integrali 43

Sommando membro a membro si ottiene 2b = 6 , da cui b = 3 ; sottraendo membro a


membro si ottiene 2a = 2 , da cui a = 1 . Quindi si ha

3
p Z p3/2 Z p3/2
4s + 2s 2
Z
4 + x 2 + 2x + 3 1 3
dx = ds = 2 + ds =
2 x 1 0 1 s2 0 1+ s 1 s
p p
 p3/2 p 3+2 2 3
= 2s log |1 + s| 3 log |1 s| 0 = 3 log 3 log .
2 2

7) La funzione integranda il prodotto di due funzioni di ciascuna delle quali si trova


facilmente una primitiva: il primo fattore ammette la primitiva x 2 , mentre il secondo fattore
si presenta nella forma (x)((x))3 , con (x) = 5 sin x + 2 cos x , quindi una sua primitiva
((x))2 /2 . Pertanto possibile integrare per parti in due modi diversi; evidentemente
opportuno derivare il fattore 2x , perch con tale scelta rimane da integrare una funzione
in cui la variabile x compare esclusivamente come argomento delle funzioni seno e coseno,
cosa che non accade nellaltro caso. Si ha
Z /6
2 sin x + 5 cos x
2x dx =
0 (5 sin x + 2 cos x)3
 /6 Z /6
1 1
= 2x 2 dx =
2(5 sin x + 2 cos x) 0
2
0 2(5 sin x + 2 cos x)2
 /6 Z /6
x 1
= + dx.
(5 sin x + 2 cos x)2 0 0 (5 sin x + 2 cos x)2

Il primo addendo uguale a



6 6
   2 0 = p 2 =
5 sin + 2 cos 5 3
6 6 +2
2 2
4 2
= p = p .
6 25 + 20 3 + 12 111 + 60 3

Consideriamo lintegrale ancora da calcolare. La funzione integranda quoziente tra una


costante e una funzione omogenea di grado 2 in seno e coseno. quindi possibile esprimerla
tramite la funzione tangente, poich lintervallo di integrazione incluso nel dominio di tale
funzione. Si ha

sin2 x
+1
1 sin2 x + cos2 x tan2 x + 1
= cos x
2
= 2 = ;
(5 sin x + 2 cos x)2 (5 sin x + 2 cos x)2 sin x (5 tan x + 2)2
5 +2
cos x

pertanto opportuno effettuare la sostituzione tan x = t . Poich [0, /6] incluso nel-
limmagine della funzione arcotangente, si ha x = (t ) = arctan t , da cui (t ) = 1/(1 + t 2 ) .
Capitolo 3. Integrali 44

Con la sostituzione gli estremi di integrazione diventano tan 0 e tan(/6) . Pertanto si ha


/6 Z /6 Z tan(/6) 2
tan2 x + 1
Z
1 t +1 1
dx = dx = dt =
0 (5 sin x + 2 cos x)2
0 (5 tan x + 2)2
tan 0 (5t + 2) 1 + t 2
2

Z 1/p3  1/p3 p
1 1 1 1 3 1
= dt = =  + = p + .
(5t + 2)2 5(5t + 2) 0 5 5 2 25 + 10 3 10
0
5 p +2
3
Quindi
Z /6  /6  1/p3
2 sin x + 5 cos x x 1
2x dx = =
0 (5 sin x + 2 cos x)3 (5 sin x + 2 cos x)2 0 5(5t + 2) 0
p
2 3 1
= p p + .
111 + 60 3 25 + 10 3 10
8) Per eliminare la radice opportuno effettuare la sostituzione x = (t ) = 3 sinh t , quindi
(t ) = 3 cosh t . Si ha t = arcsinh(x/3) , quindi per x = 0 risulta t = 0 , mentre per x = 6
p  p 
risulta t = arcsin 2 = log 2 + 22 + 1 = log 2 + 5 . Pertanto
p
Z 6 Z arcsinh 2 Z log(2+ 5)
1 1 3 cosh t
p dx = p 3 cosh t d t = dt =
0 5 + x2 + 9 arcsinh 0 5 + 9 sinh2 t + 9 0 5 + 3 cosh t
Z log(2+p5) Z log(2+p5)
3e t + 3e t 3e 2t + 3
= dt = dt .
0 10 + 3e t + 3e t 0 3e 2t + 10e t + 3

Per calcolare lintegrale opportuno eliminare lesponenziale, ponendo s = e t , cio effet-


tuiamo la sostituzione t = (s) = log s ; poich (s) = 1/s , si ha
p p p
log(2+ 5) exp(log(2+ 5)) 2+ 5
3e 2t + 3 3s 2 + 3 3s 2 + 3
Z Z Z
1
dt = ds = ds .
0 3e 2t + 10e t + 3 e0 3s + 10s + 3 s
2
1 (3s 2 + 10s + 3)s

Il trinomio 3s 2 + 10s + 3 si annulla per



p
5 25 9 5 4 3 ,
s= = = 1
3 3 ,
3
pertanto

2 1
3s + 10s + 3 = 3(s + 3) s + = (s + 3)(3s + 1) .
3
Quindi la funzione integranda pu essere scomposta in fratti semplici nella forma

a b c
+ + ,
s s + 3 3s + 1
con a , b e c numeri reali opportuni. Deve essere

a(3s 2 + 10s + 3) + b s(3s + 1) + c s(s + 3) = 3s 2 + 3 ;


Capitolo 3. Integrali 45

perci

3a + 3b + c = 3 ,

10a + b + 3c = 0 ,

3a = 3 .

Quindi a = 1 e rimane il sistema



3b + c = 0 ,
b + 3c = 10 .

Si ha quindi c = 3b , sostituendo nellultima equazione si ottiene b 9b = 10 , da cui


segue b = 5/4 e c = 15/4 . Perci lintegrale da calcolare uguale a
p
2+ 5
2+p5
Z
1 4 5 15 1
+ d s = 4 log s + 5 log(s + 3) 5 log(3s + 1) 1 =
4 1 s s + 3 3s + 1 4
p p  p 
p  5 5+ 5 p  5 5+ 5 73 5
= log 2 + 5 + log p = log 2 + 5 + log p  p =
4 7+3 5 4 7+3 5 73 5
p  5 p 
= log 2 + 5 + log 5 2 5 .
4
9) Per eliminare la radice opportuno effettuare la sostituzione x = (t ) = 3 cosh t . Allora
(t ) = 3 sinh t , quindi risulta

9 arccosh 3
2x 2 + 9 18 cosh2 t + 9
Z Z
p dx = p 3 sinh t d t =
6 (2x 2 9) x 2 9 2
arccosh 2 (18 cosh t 9) 9 cosh2 t 9
e + e t 2
t
Z arccosh 3 Z arccosh 3 2 +1
2 cosh2 t + 1 2
= 2
dt = dt =
e + e t 2
t
arccosh 2 2 cosh t 1 arccosh 2
2 1
2
Z arccosh 3 2t Z arccosh 3 4t
e + 2 + e 2t + 2 e + 4e 2t + 1
= dt = dt .
arccosh 2 e + 2 + e e 4t + 1
2t 2t 2
arccosh 2

Posto s = e 2t , quindi t = (t ) = (1/2) log s , si ottiene

arccosh 3
e 4t + 4e 2t + 1 s 2 + 4s + 1 1
Z Z
dt = ds ,
arccosh 2 e 4t + 1 s 2 + 1 2s

dove p 2 p
p 
= exp(2 arccosh 2) = exp 2 log 2 + 22 1 = 2 + 3 = 7 + 4 3 ,
p  p 2 p
= exp(2 arccosh 3) = exp 2 3 + 32 1 = 3 + 8 = 17 + 12 2 .

Si ha
s 2 + 4s + 1 1 s 2 + 1 1 4s 1 1 4
= + = + .
s +1 s
2 s +1 s s +1 s
2 2 s s +1
2
Capitolo 3. Integrali 46

Quindi lintegrale uguale a


Z
1 1 4 1 
+ d s = log s + 4 arctan s =
2 s s +1
2 2
1 p  p  1 p  p 
= log 17 + 12 2 + 2 arctan 17 + 12 2 log 7 + 4 3 2 arctan 7 + 4 3 .
2 2
10) La funzione integranda si pu esprimere sotto forma di prodotto
p p 
arctan 3 x + 3 (3x + 4)3/2 ,

ed facile trovare una primitiva del secondo fattore, mentre il primo fattore ha come derivata
una funzione razionale. Per questo utile integrare per parti, derivando il primo fattore. Una
primitiva di (3x + 4)3/2 (2/3)(3x + 4)1/2 . Quindi si ha
Z0 p p 
arctan 3 x + 3
dx =
1 (3x + 4)3/2
0 Z0 p
p p 

2 3 2
= arctan 3 x + 3 p + p p 2 p dx =
3 3x + 4 1 1 1 + 3 x + 3 3 3x + 4
Z0 p
p  2 3 2
= arctan 3 p + p dx =
2
3 4 1 3x + 6x + 4 3 3x + 4
Z0
2 1
= +p p dx.
9 3 1 (3x 2 + 6x + 4) 3x + 4
p
Nellintegrale che rimane da calcolare compare il termine 3x + 4 , per ricondurci al-
p
lintegrale di una funzione razionale poniamo 3x + 4 = t , cio 3x + 4 = t 2 , da cui si ha
x = (t 2 4)/3 . Quindi effettuiamo la sostituzione x = (t ) = (t 2 4)/3 ; si ha (t )(2/3)t .
p
Allestremo di integrazione x = 1 corrisponde t = 3 (1) + 4 = 1 , mentre a x = 0
p
corrisponde t = 3 0 + 4 = 2 , perci risulta
Z 0 Z 2
1 1 2
p dx =  2 t dt =
2
1 (3x + 6x + 4) 3x + 4 1
2
t 4 2
t 4 3
3 +6 +4 t
3 3
Z2 Z2
2 2
= dt = dt ,
1 t 8t + 16 + 6(t 4) + 12 1 t 2t + 4
4 2 2 4 2

Abbiamo lintegrale di una funzione razionale, che ha numeratore di grado minore del deno-
minatore, quindi pu essere scomposta in fratti semplici, Per fare questo bisogna fattorizzare
il denominatore t 4 2t 2 + 4 ; tale polinomio biquadratico e il discriminante del polinomio
di secondo grado che si ottiene prendendo come incognita s = t 2 22 4 1 4 = 12 < 0 ,
quindi il polinomio non ha radici reali. Perci il polinomio t 4 2t 2 + 4 si fattorizza nel
prodotto di due trinomi di secondo grado irriducibili.
La ricerca dei due fattori pu essere effettuata in due modi diversi. Un primo modo
di procedere consiste nella ricerca delle radici complesse del polinomio, trovate le quali si
Capitolo 3. Integrali 47

fattorizza il polinomio nel campo complesso e infine, combinando opportunamente a due a


due i fattori trovati, si ricava la fattorizzazione reale. Alternativamente si pu esprimere il
polinomio come prodotto di due trinomi con coefficienti incogniti, imporre sui coefficienti
le condizioni necessarie affinch il prodotto sia uguale al polinomio da scomporre e ricavare
i coefficienti. Procediamo seguendo il primo metodo. Come gi osservato, il discriminante
del trinomio s 2 2s + 4 12 , quindi il trinomio si annulla per
p
2 12 i p
s= =1 3 i .
2
p p
Dobbiamo risolvere le equazioni t 2 = 1 3 i , cio trovare le radici quadrate di 1 3 i .
Tali numeri complessi sono uno il coniugato dellaltro, quindi, se conosciamo le radici qua-
drate di uno dei due, le radici quadrate dellaltro sono i complessi coniugati delle precedenti.
p p 
Il numero 1 + 3 i ha modulo 2 e un suo argomento arctan 3 = /3 . Pertanto le sue
radici quadrate sono
p p
p   p 3 1 3 1
2 cos + i sin = 2 + i = p +p i .
6 6 2 2 2 2
Questi due numeri complessi, oltre ai loro coniugati, sono radici del polinomio t 4 2t 2 + 4 .
Pertanto
p p p p
4 2 3 1 3 1 3 1 3 1
t 2t + 4 = t + p + p i t+p p i tp p i tp +p i =
2 2 2 2 2 2 2 2
p 2  2 p 2  2
3 1 3 1
= t+p p i tp p i =
2 2 2 2

2
p 3 1

2
p 3 1
p  p 
= t + 6t+ + t 6t+ + = t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2 .
2 2 2 2
In questo caso la fattorizzazione poteva anche essere ottenuta pi velocemente ricorrendo
ad un semplice trucco. Si ha infatti
p 2 p  p 
t 4 2t 2 + 4 = t 4 + 4t 2 + 4 6t 2 = (t 2 + 2)2 6 t = t 2 + 2 6 t t 2 + 2 + 6 t .
Per calcolare lintegrale dobbiamo scomporre la funzione integranda in fratti semplici,
cio dobbiamo determinare i numeri reali a , b , c e d tali che
2 at + b ct +d
= p + p .
t 4 2t 2 + 4 t 2 + 6 t + 2 t 2 6 t + 2
Si ha
p  p 
at + b ct +d (a t + b ) t 2 6 t + 2 + (c t + d ) t 2 + 6 t + 2
p + p = p  p  =
t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2 t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2
p p p p
a t 3 6 a t 2 + 2a t + b t 2 6 b t + 2b + c t 3 + 6 c t 2 + 2c t + d t 2 + 6 d t + 2d
= p  p  =
t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2
p p p p
(a + c)t 3 + ( 6 a + b + 6 c + d )t 2 + (2a 6 b + 2c + 6 d )t + 2b + 2d
= p  p  ,
t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2
Capitolo 3. Integrali 48

quindi i coefficienti a , b , c e d sono soluzione del sistema



a + c = 0,
p6 a + b + p6 c + d = 0 ,



p p


2a 6 b + 2c + 6 d = 0,

2b + 2d = 2 .
Dalla prima equazione si ha c = a e, sostituendo, il sistema diventa

c = a ,
p6 a + b p6 a + d = 0 ,



p p


6 b + 6 d = 0,

b + d = 1.
p
Dalla terza equazione si ottiene d = b , quindi restano le equazioni 2b = 1 e 2 6 a = 2b .
p  p 
Pertanto b = 1/2 e a = 1/ 2 6 , da cui segue d = 1/2 e c = 1/ 2 6 . Si ha quindi
p p
2 1 t+ 6 t + 6
= p p + p .
t 4 2t 2 + 4 2 6 t 2 + 6 t + 2 t 2 6 t + 2
Lintegrale uguale a
Z 2 p p
1 t+ 6 t + 6
p p + p dt =
2 6 1 t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2
Z 2 p p p p
1 2t + 6 6 2t 6 6
= p p + p p + p dt =
4 6 1 t2 + 6 t + 2 t2 + 6 t + 2 t2 6 t + 2 t2 6 t + 2

Z 2 p p p p
1 2t + 6 6 2t 6 6
dt =
= p 2 p
+ s 2 p + s  2
4 6 1 t + 6 t +2 1 t2 6 t + 2

3 3 1
t+ + t +
2 2 2 2
Z2 p p p p !
1 2t + 6 2 6 2t 6 2 6
= p p + p p 2 p + p p 2 dt =
4 6 1 t2 + 6 t + 2 2 t + 3 + 1 t2 6 t + 2 2 t 3 +1
1 p p p p 
= p log t 2 + 6 t + 2 + 2 3 arctan 2 t + 3

4 6
p p p p 2
log t 2 6 t + 2 + 2 3 arctan 2 t 3 =

1
1 p  1 p p 
= p log 6 + 2 6 + p arctan 2 2 + 3
4 6 2 2
1 p  1 p p 
p log 6 2 6 + p arctan 2 2 3
4 6 2 2
1 p  1 p p 
p log 3 + 2 6 p arctan 2 + 3 +
4 6 2 2
1 p  1 p p 
+ p log 3 2 6 p arctan 2 3 =
4 6 2 2
Capitolo 3. Integrali 49

1 p p  p p 
= p arctan 2 2 + 3 + arctan 2 2 3
2 2
p p  p p 
arctan 2 + 3 arctan 2 3 .

Lintegrale cercato quindi uguale a

1 1 p p  p p 
+ p arctan 2 2 + 3 + arctan 2 2 3
9 6
p p  p p 
arctan 2 + 3 arctan 2 3 .

11) Si ha
1 1
x e 3x 3e 3x
Z Z
1
dx = x dx;
0 (e 3x + 2)4 3 0 (e 3x + 2)4

la funzione integranda prodotto di due funzioni di ciascuna delle quali si trova facilmente
una primitiva: il primo fattore ammette la primitiva x 2 /2 , mentre il secondo fattore nella
forma (x)((x))4 , con (x) = e 3x + 2x , quindi una sua primitiva ((x))3 /3 . Si
pu integrare per parti in due modi diversi; evidentemente conviene derivare il fattore x ,
perch in tal caso nellintegrale che rimane da calcolare la variabile x compare solo in un
esponenziale. Perci otteniamo

1 1
1 1

x e 3x
Z Z
1 1 1
dx = x + dx.
0 (e + 2)
3x 4 3 3(e + 2) 0 3 0 3(e + 2)3
3x 3 3x

Per calcolare lintegrale rimasto utile porre t = e 3x , cio effettuare la sostituzione


x = (t ) = (log t )/3 . Si ha (t ) = 1/3t , quindi risulta

Z 1 Z e3 Z e3
1 1 1 1 1
dx = dt = dt .
0 (e 3x + 2)3 1 (t + 2)3 3t 3 1 t (t + 2)3

Scomponiamo la funzione integranda in fratti semplici. Dobbiamo determinare i numeri


reali a , b , c e d tali che

1 a b c d
= + + + ,
t (t + 2)3 t t + 2 (t + 2)2 (t + 2)3

cio
1 = a(t 3 + 6t 2 + 12t + 8) + b t (t 2 + 4t + 4) + c t (t + 2) + d t .
Quindi deve essere


a + b = 0,

6a + 4b + c = 0 ,
12a + 4b + 2c + d = 0 ,



8a = 1 ,
Capitolo 3. Integrali 50

da cui si ottiene facilmente a = 1/8 , b = 1/8 , c = 1/4 e d = 1/2 . Pertanto


Z e3 Z e3  
1 1 1 1 1
dt = dt =
1 t (t + 2)3 1 8t 8(t + 2) 4(t + 2)2 2(t + 2)3
 e 3
1 1 1 1
= log t log(t + 2) + + .
8 8 4(t + 2) 4(t + 2)2 1

Quindi
1 1
1 1

x e 3x
Z Z
1 1 1
dx = x + dx =
0 (e + 2) 3 3(e 3x + 2)3 0 3 0 3(e 3x + 2)3
3x 4

 1  e 3
1 1 1 1 1 1 1
= x + log t log(t + 2) + + =
3 3(e 3x + 2)3 0 27 8 8 4(t + 2) 4(t + 2)2 1
1 1
= +
9 (e 3 + 2)3
 
1 1 3 1 3 1 1 1 1 1
+ log e log(e + 2) + + + log 3 =
27 8 8 4(e 3 + 2) 4(e 3 + 2)2 8 12 36
 
1 e 6 + 5e 3 6 1 3 19
= + log + .
27 4(e 3 + 2)3 8 e 3 + 2 72

12)
2
1 2 1
a. x x + 2 log |x + 1| = + 2 log 3 2 log 2
2 1 2
5
1 x 1 34 5 2
b. log(x 2 + 9) + arctan = log + arctan arctan
2 3 2 2 13 3 3
2
1 1 1
c. log |x + 1| log |x + 3| = log 3 log 5
2 2 0 2
 2
1 2 9 1 19 1
d. x log |2x + 1| = log 5
8 16(2x + 1) 16 0 20 16
3
1 1 5 3
e. log |x + 1| + log |x 1| log |x| = log 2 log 3
2 2 2 2 2
 3
2 2 2x 1 2 5 2 1
f. log(x x + 2) + p arctan p = log 4 + p arctan p + p arctan p
7 7 0 7 7 7 7
2
3 1
g. + log |x + 2| = + log 4 log 3
x +2 1 4
s 2 s
1 2 3 2 2 3
h. x p arctan x = p arctan 2
3 3 15 5 0
3 3 15 5
Capitolo 3. Integrali 51

6
1 2 3 1
i. log |x| log(x + 5) = log 6 log 41
2 1 2 2
 3 11
j. 2 log(x 2 + 2) 2 log(x 2 + 3) 0 = 2 log
8
3
1 11 45
k. 5 log(x 2 + 2) + 10 = 5 log
x +2
2
0 2 11
3
2 3 1 2 1
l. log |x| + log |x 5| + log |x + 5| = log 3 log 6
5 10 10 1 5 10

13)
 1
a. arctan(e x ) 0 = arctan e
4
 1 1
b. 2 arctan(e x ) + e x 0
= 2 arctan e + 1
e 2
1
1 x 5 x 1 5 1 5
c. e + log(3e + 1) = e + log(3e + 1) log 4
3 9 0 3 9 3 9
1/2
1 x 1 1 x 1 5 1
d. e x + log |e 2| = e 1/2 + log(2 e 1/2 )
2 4 4 0 2 8 4
1
1 1 1 1 1
e. log(2e x + 3) + x = log(2e + 3) + log 5
6 3 0 6 3 6
 1
2 x x 1 2x x 2 ex 1
f. e log(e + 2) + log(e 2e + 4) p arctan p =
3 3 3 3 0
2 1 2 e 1 1
= e log(e + 2) + log(e 2 2e + 4) p arctan p 1 + log 3
3 3 3 3 3

14)
/2
3 1 3
a. x+ sin(4x) =
4 16 /4 16
 /2
b. arctan(sin x) 0 =
4
/2
1 1 1 1
c. log |sin x 2| log |sin x + 2| = log 3 + log 5
4 4 /6 2 4
p
 /3 2 3+1
d. log(2 sin x + cos x) 0 = log
2
/4
2 log 3 3 log 2 +

1 1 2
e. log(tan x + 2) log(tan2 x + 1) + x =
5 10 5 0 10
Capitolo 3. Integrali 52

  /2
2 2 x 1 2
f. p arctan p tan p = p
3 3 2 3 0 3 3
/4 p


1 2 1 1 2
g. log(cos x) log(cos x + 1) + arctan(cos x) = log 2 log 3 + arctan
2 0 2 2 4 2
/3 p
1 1 1 1 2 2 1
h. log(1 cos x) log(cos x + 1) + = log 1 + +p
4 4 2 cos x 2 /4 4 3 2

15)
p p  1

1 3
a. x 2 x + 4 log 2 + x = + 4 log 3 4 log 2
2 0 2
p  0
b. 2 arctan 1 x = + 2 arctan 2
3 2

p 20 14 p
2
2 3/2
c. (x + 2) 6 x + 2 = + 2
3 0 3 3
p p 
p p 2 51 3+1
d. log 2x + 1 1 log 2x + 1 + 1 = log p p 
1 5+1 31

p p 2 p
e. x 2 1 arctan x2 1 = 3
1 3
s 1/3
9 2 2 3 1
f. x 1 x + arcsin x = p +
4 3 2 0 2 3 9
p p 2 p p
1 
g. x2 + 4 2 log x +4+1
2 = 2 2 2 log 2 + 1 2 + 2 log 2
2 0

p 3/2
h. arcsin(x 1) x 2 + 2x =
1/2 3
 
3x
  x 2 5
i. 3 arctan p arcsin =
16 x 2 4 0 6

 p  x 2 p p 
p
 
7x 7 1
j. 7 arctan p + arcsinh = 7 arctan p + arcsinh
16 + x 2 4 0 5 2
p p 1
1 1 1
k. 2
1 + 8x arctan 1 + 8x 2 = 1 arctan 5 +
4 4 0 4 16
 1
x 1
l. p = p
4 x2 + 4 0 4 5
Capitolo 3. Integrali 53


1 p 2 1 p 3 p 1 p  p 1 p 
m. x x 1 + log x + x 1 = 3 2 + log 3 + 2 2 3 log 2 + 3
2
2 2 2 2 2

x +2 0

1 2 3/2
p
n. (x 4x + 5) (x + 2) x 4x + 5 9 arcsin
2 =
3 3 1/2
11 p 2 45 p 3
= 5 9 arcsin + 3+
3 3 8 2

16)
p  2 2 p  p 
a. x arctan x 2 1 arccosh x p = log 2 + 3 p + log 2 + 1
2 3 2 2

1p p  1 p  2

1 p  1 p 
b. x cos 2 x + sin 2 x = p cos 2 2 + sin 2 2
2 4 0 2 4
1 p
2 x 2 2 2 4 2
c. (e + 1)5/2 (e x + 1)3/2 5/2 3/2
= (e + 1) (e + 1)
5 3 0 5 3 15
 p 2/4
x
d. 2 tan =2
2 0
/2
x 1 1
e. 2
cot x =
2 sin x 2 /4 2
/2


1 3 1 1 3 2 5
f. x cos x + sin x sin x = + p p
3 3 9 /4 9 24 2 18 2
0
2 1 2
g. (x 25) log(x + 5) x + 5x = 25 log 5 + 21 log 3 + 12
2 2

 /2 1
h. x cot x + log | sin x| /4 = + log 2
4 2
2
1 1 x 1 x
i. (x + 1) + log(e + 1) log(e + 3) =
e x + 4 + 3 e x 2 2 1
2
1 1 1 (e + 1)(e + 3)
= 3 +2 + log
e +4+3e
2 2 e +4+3e 1 2 (e 2 + 3)(e + 1)
1/2 p
3 2 2p 10 p 5 7 3 10
j. (2x + 2x) arcsin x + x 1 x2 + 1 x2 = +
3 3 0 24 4 3
1
5 2x 3 5 2 11
k. e x = e .
4 2 0 4 4
e
1
l. sin( log x) = 0
1
Capitolo 3. Integrali 54

0
e 2 e 5/4

1 2x
m. exp(e + 1) =
2 log 2 2
2
e2 e4

1 2 2x
n. (2x 6x + 3)e =
4 1 4
2/5
2 2e 2

1 2 5x
o. (25x 10x + 2)e =
5 0 5
2
1 3 1 2 1 2 8 2 1
p. x arctan x x + log(1 + x ) = arctan 2 + log 5
3 6 6 0 3 3 6
1
1

1 3 3 1 6
q. x arctan(x ) log(1 + x ) = log 2
3 6 0 12 6
2
7e 8 + 1

1 3 x3
r. (x 1)e =
3 0 3
(2/3) p
cos x sin2 x cos x 2 sin3 x 2 sin x
  
2 3 2
s. 2x + + + x sin x = + p 2
3 3 9 3 0 18 4 3 3
1/4 p
4 3 2 2 11 p 13 5 3 11
t. x + x arcsin(2x) + x + 1 4x 2 = +
3 9 18 0 288 16 18
p  p p  4
arctan x x arctan x 3 1
u. + + = arctan 2
x +1 2x + 2 2 1
10 20
p p
4
2 x 4 p 
v. p  p  + p arctan 3 exp x =
sinh x + 2 cosh x 3 0
4 4 p 4
= + p arctan 3 e 2 p
sinh 2 + 2 cosh 2 3 3 3
2
p p  1 p  p  1p

2 3
w. x cos x + sin x cos x + x =
2 2 2/4 4
 /8
log 9 + cos2 (4x) 1
x. + =0
2
72 + 8 cos (4x) 72 + 8 cos2 (4x) 0

 2
 
log(3x) 1 p  1 p
y. p + log 3 + 9 x log 3 9 x
2 2 =
9 x2 6 6 1
1 1 p  1 p  1 1 p  1 p 
= p log 6+ log 3+ 5 log 3 5 p log 3 log 3+2 2 + log 32 2
5 6 6 2 2 6 6
p p 1
1 1 2
z. x + 2x + 2 log x + 2 x + 2 + x + 1 =
4 2 4 2
2 2 0
p
5 1 p  1 1 p 
= log 5 + 2 p + log 2 + 1
2 2 2 2