Sei sulla pagina 1di 10

Reti

Internet una rete di calcolatori che interconnette centinaia di milioni di


dispositivi di calcolo in tutto il mondo; questa definizione non pi valida
perch ormai sono connessi a internet non solo calcolatori, ma un sacco di
dispositivi quali: tv, frigoriferi, cellulari e perfino tostapane.

Tutti questi dispositivi sono detti host,


oppure sistemi periferici(end system); poich
costituiscono lultimo livello di internet.

I sistemi periferici vengono detti hosts


poich ospitano applicazioni distribuite

gli hosts vengono suddivisi in client e


server; il client sono hosts che richiedono
servizi(pc, smarthphone ecc); i server sono
hosts che erogano servizi, forniscono pagine
web, ritrasmettono posta elettronica ecc
sono costituiti da tantissimi computer(data
center)

I sistemi periferici sono collegati tra loro tramite una rete di collegamento, e
commutatori di pacchetti.
I communication link sono costituiti da mezzi fisici, come: cavi coassiali, fili
di rame, fibre ottiche, e onde elettromagnetiche ; ogni mezzo fisico a
differente velocit che viene misurata in bps(bandwith).
Pacchetto davi suddivisi in sottoparti, a ciasuna delle quali aggiunta in
testa un informazione(spezzando i dati abbiamo overhead in invioo e in
ricezione); un commutatore di pacchetto ha il compito di prendere un pacchetto
da uno dei collegamenti in ingresso e ritrasmetterlo su uno di quelli in
uscita(instradamento).
Chi mette insieme gli end-point(con i cavi) e permette linstradamento?
Router(nucleo della rete) e commutatori a livello di collegamento(reti di
accesso), entrambi prendono un pacchetto e lo instradano verso la destinazione
finale; dallinvio alla ricezione la sequenza collegamenti e di commutatori di
pacchetto, attraversata dal singolo pacchetto detto percorso.

Internet una rete enorme che ah al suo interno altre reti; i sistemi
periferici accedono a internet tramite un Internet service provider(ISP, un
insieme di collegamenti e commutatori di pacchetto), i provider di livello pi
basso sono a loro volta collegati ad altri provider di livello pi alto(figura
in alto)

Protocollo, insieme di regole che gestiscono la comunicazione, per poter


definire un protocollo dobbiamo rispettare lo standard RFC(request for
comment) definito dall IEFC.

Es protocolli: TCP, IP(specifica il formato dei pacchetti scambiati tra router e


end-system)

Possiamo descrivere internet anche come uninfrastruttura che fornisce servizi


alle applicazioni, es: social network, streaming, telefonia online ecc ;
linsieme di queste applicazioni detto applicazioni distribuit, poic
coinvolgo pi applicazioni che si scambiano dati insieme. Le applicazione girano
sui sistemi periferici e non sui commutatori di pacchetto, come fanno quindi
queste applicazioni a scambiarsi dati? Solitamente i sistemi periferici connessi
a internet forniscono delle API, che specificano come il pezzo di software
eseguito su sistema periferico possa recapitare dati a un altro pezzo di
software che gira su un altro sistema periferico.

Protocolli

Illustrazione 1: a sinistra protocollo umano per chiedere l'ora; a destra una richiesta a un web-
server.
I protocolli umani e di rete sono del tutto analoghi, nellesempio(chiedere
lora), il protocollo umano impone di iniziare la conversazione con ciao, un
ciao di ritorno ci indica che possiamo proseguire (una risposta mancata o
scortese ci avrebbe indotto a non continuare con la richiesta). NB i protocolli
devono essere uguali per far si che ci sia comunicazione(in entrambi i casi).
I protocolli di rete sono simili a quelli umani, a parte che gli interlocutori
sono costituiti da hardware o software di qualche dispositivo;

Le attivit in internet che coinvolgono due o pi dispositivi sono governati da


protocolli es: i protocolli dei router determinano un percorso dalla sorgente
alla destinazione.

Un protocollo definisce il formato e lordine dei messaggi scambiati tra due o


pi entit in comunicazione.

Come si accede a internet?

I due accessi residenziali a banda larga pi diffusi sono:

1. DSL, caso particolare dell (asincronal)DSL, cio pi download che upload,


in DLS abbiamo upload e download uguali; Questo tipo di collegamento viene
fornito dalla stessa compagnia telefonica che fornisce la telefonia fissa.
Il modem DSL dellutente utilizza una linea telefonica esistente per
scambiare dati con un DLSAM

Il modem i dati digitali in toni ad alta frequenza per poterli


trasmettere, i segnali analogici in arrivo vengono poi convertiti in
digitale. NB fino al DLSAM abbiamo un canale dedicato, dal DSLAM in poi
siamo shared. Le linee telefoniche residenziali trasportano
contemporaneamente dati e segnali tradizionali codificandoli in tre bande
di frequenza
downstream, verso labitazione(12 MBPS)
upstream(1,8 MBPS)
approccio telefonico ordinario
2. Via Cavo

Richiedono modem speciali, chiamati cable handler, con questo la condivisione


avviene anche prima di raggiungere il cable headend(analogo al DSLAM)

Un alternativa la fibra ottica(FTTH)


Ethernet

per collegare i sistemi periferici al router di bordo si utilizza una rete


locale(LAN, ethernet un tipo di lan)

Illustrazione 2: moltepliche periferiche connesse a uno switch, che verr poi connesso a
internet(velocit 100Mbps, generalmente limitata al mezzo trasmissivo)

Illustrazione 3: in un sistema wirless i dispositivi scambiano dati con un access


point

Mezzi trasmissivi(FARE PER ULTIMO)


Nucleo della rete

Sono maglie di commutatori di pacchetti e collegamenti


che interconnettono i sistemi periferici di Internet

Illustrazione 4: Internet
Core
Commutazione di pacchetto

Le applicazioni distribuite si scambiano messaggi, questi messaggi vengono


divisi in pacchetti, tra la sorgente e la destinazione i pacchetto viaggiano
attraverso collegamenti e commutatori di pacchetti; i pacchetti vengono
trasmetti su ciascun collegamento a una velocit pari alla velocit totale di
trasmissione del collegamento; quindi se un commutatore invia un pacchetto di L
bit su un canale con velocit R bps, il tempo di trasmissione risulta pari a L/R
secondi.
Transmission store-and-forward

i commutatori di contesto utilizzano la transmission store-and-forward, ci


significa che il commutatore deve ricevere lintero pacchetto prima di poterlo
ritrasmettere sul collegamento in uscita

il router ha un buffer in cui


memorizzare i pacchetti, in
arrivo, prima di poterli
ritrasmettere

Illustrazione 5: esempio invio di 2 pacchetti attraverso


un unico collegamento
calcoliamo il tempo che intercorre da quando la sorgente inizia a inviare il
pacchetto a quando lo riceve, trascurando il ritardo di propagazione. Se i
collegamenti sono solo 2 allora il ritardo per linvio di un singolo pacchetto
2L/R, poich allinstante L/R il router riceve lintero pacchetto, e
allinstante 2L/R la destinazione ha ricevuto lintero pacchetto; se i
collegamenti fossero N allora abbiamo che il ritardo totale NL/R.

I commutatori di pacchetto connettono pi collegamenti, per ciascuno di questi


il commutatore di pacchetto deve mantenere un buffer, chiamato coda di output,
per conservare i pacchetti

cos se un pacchetto richiede linvio tramite un collegamento e lo trova


occupato si mette in attesa sulla coda, cos oltre ai ritardi di store-and-
forward abbiamo anche ritardi di accodamento. Se il buffer pieno i pacchetti
in arrivo saranno eliminati; questo succede perch vengono inviati molteplici
pacchetti alla volta e la velocit di arrivo dei pacchetti(in bit) supera la
velocit di trasmissione.

Instradamento

Come fa il router a stabilire su quale collegamento inviare il pacchetto? In


internet(Internet un best afford, non c garanzia che i pacchetti arrivino),
ogni sistema periferico ha un indirizzo IP, Ogni pacchetto che percorre la rete
ha nella sua intestazione l IP della destinazione, Quando un pacchetto arriva a
un router, questultimo considera una parte dellindirizzo di destinazione, e
tramite una forwarding table decide il collegamento su cui instradare il
pacchetto

le tabelle vengono impostate automaticamente da protocolli di instradamento.

Commutazione di circuito

Un altro modo per inviare i pacchetti la commutazione di circuito, tutti i


pacchetti usano un solo canale(riservato) es: reti telefoniche(si crea un canale
privato per la comunicazione)
se chiamiamo mentre una persona sta
chiamando la rete risulta occupata(es:
ristorante con prenotazione e non)

Illustrazione 7: gli hosts sono tutti


direttamente connessi ai commutatori Attraverso uno switch a ogni PC
assegnato un canale(con possibilit di
Testo 1: connesione end-to-end(riserva un banda garantita)
canale per la comunicazione)
Illustrazione 6: commutazione di circuito

Svantaggi:

Se si guasta un router perdiamo la connessione


Se durante la connessione ci sono periodi in cui non si fa nulla,
sprechiamo un canale(idle)
difficile settare la connessione per fare in modo che nessuno riesca ad
accedervi(linea dedicata)

Multiplexing nelle reti a commutazione di circuito

Un circuito(connessione dedicata tra sorgente e destinazione)


allinterno di un collegamento implementato tramite:

1) multiplexing a divisione di frequenza(FDM), lo spettro di frequenza viene


suddiviso tra le connessioni stabilite
2)TDM, Quando la rete stabilisce una connesione tramite un collegamento le
dedica tutta la banda per un tot di tempo limitato

Se ci sono molti utenti attivi(attivi per il 10% del tempo), la commutazione di


pacchetto risulta la soluzione migliore. Internet a commutazione di pacchetto
vantaggi:
1. non si ha la possibilit di prevedere il traffico
2. non c da settare un canale
3. bisogna gestire le congestione(intervengono i protocolli)
4. ci sono applicazioni che necessitano di una banda garantita.

ISP

Ritardi, perdite e throughput nelle reti a commutazione di pacchetto

il pacchetto parte da un host sorgente e arriva a un host destinazione, a ogni


commutazione di contesto abbiamo dei ritardi.

Tipi di ritardo:

1. ritardo di elaborazione, il tempo richiesto per esaminare lintestazione


del pacchetto e per determinare dove dirigerlo, oltre al tempo per
verificare errori
2. ritardo di accodamento, tempo trascorso nella coda di output, prima di
raggiungere il mezzo trasmissivo, se la coda vuota il ritardo nullo.
3. Ritardo di trasmissione, assumento che i pacchetti siano serviti tramite
FCFS, il pacchetto viene trasmetto soltanto dopo la trasmissione di tutti
quelli che lhanno preceduto nellarrivo; L/R
4. ritardo di propagazione, un bit una volta immesso nel collegamento deve
propagarsi fino alla destinazione(2 x 10m/s)
il ritardo di trasmissione la quantit di tempo impiegata dal
router per trasmettere un pacchetto, in funzione di L e R, il ritardo di
propagazione il tempo richiesto per linvio di un bit, in funzione della
distanza dei router

Illustrazione 7: abbiamo 10 macchine che viaggiano a 100 km/h il casello in grado di servire un
auto in 12 secondi(5 al minuto), quindi il tempo richiesto per far passare l'intera fila di macchine
10/5= 2 minuti(tempo propagazione); mentre il tempo richiesto da un auto per attraversare la
strada che lo porta all'altro casello 100/100= 1 ora(tempo trasmissione)

Testo 1: un auto 1 bit, mentre tutte le auto costituiscono il pacchetto

Calcolo del ritardo

Tempo Trasmissione = bytePacchetto/R


Tempo prop= d(distanza dalla sorgente)/velocit della luce

d=400KM
R=1Mbps
ByteFile=9500 byte
BytePack=1500byte

6 pacchetti da 1500 e uno da 300

Tp=2ms
T trasmissione=12ms.
T trasmissione, pacchetto 2=4ms

Tempo di trasferimento= 12ms*6+4,s+ritardo propagazione=2ms=78 ms

Il tempo di elabolazione spesso trascurabile, ma influenza il


throughpu(velocit massima alla quale il router pu inoltrare i pacchetti)

Ritardo di accodamento e perdit di pacchetti

il ritardo di accodamento il ritardo pi interessante, pu variare da


pacchetto a pacchetto, es: arrivano 50 pacchetti, primo non subisce ritardi
perch la coda vuota, mentre lultimo subir un ritardo di accodamento molto
elevato rispetto agli altri.
a=velocit media di arrivo dei pacchetti nella coda(pacchetti al secondo).La
velocit media di arrivo in bit dei pacchetti in coda La bit/s; il rapporto
La/r, detto intensit di traffico, gioca un ruolo fondamentale nella stima
dellentit del ritardo di trasmissione. Distinguiamo tre casi:
1. La/R =0, tempo di accodamento basso
2. La/R =1 tempo di accodamento alto
3. La/R >1 tempo di accodamento infinitamente alto

se La/R <=1 la natura del traffico dipende da quanti pacchetti arrivano al


secondo, se arrivano N pacchetti quindi (L/R)N secondi, lenesimo pacchetto
trasmesso ha un ritardo di (n-1)L/R secondi.

Traceroute.
Throughput, oltre al ritardo anche il troughput influisce nelle prestazioni in
una rete. Esistono due trhoughput:
1. istantaneo
2. medio
limportante il rate, cio il numero di bits al secondo trasmessi tra sender e
receiver

Illustrazione 8: il throughput medio dato dal rate minore(velocit di trasmissione che fa da


bottleneck)
tempo trasferimento= F(dimensione file)/bottleneck.