Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 12 gennaio 2017 Anno XXx N. 9 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Con la Finanziaria 2014 il Governo di turno ha contorto e reso pi difficile la possibilit di ottenere il sospirato rimborso Per adesso no alle elezioni dirette

Sisma 90, i rimborsi delle tasse


spettano ai cittadini di Sr, Rg e Ct
La Cassazione conferma la tesi dellAssociazione nazionale commercialisti
S
ovente capita di leggere tra le righe dei vari quo-

libri

La prima guerra
mondiale raccontata
da Storia Patria
di Salvatore Maiorca

La

Elezione liberi consorzi,


la Regione fissa
data per il 26 febbraio

solidariet

tidiani, sentenza favorevoli


ai vari contribuenti in merito alla richiesta delle somme per il famoso "Sisma
90" esordiscono cos in
una nota congiunta i presidenti dellAssociazione
nazionale commercialisti di
Siracusa e Ragusa, Salvo
Geraci e Antonietta Laterra. Di qua e di la si legge
che qualcuno si impegnato nell'ottenimento di
questo successo, ma, con
amarezza, spiace dire che
spesso non cos.

Si dia pi
attenzione
verso disagiati

to che vagano per la citt


di Siracusa hanno trovato
un riparo sicuro e un pasto caldo grazie all'intervento degli uomini della
C.R.I e della Protezione.

Il governo regionale ha fissato per il prossimo 26 febbraio

A pagina tre

A pagina quattro

A pagina tre

Finalmente i senzatet-

In foto, lex Provincia regionale.

prima
guerra
mondiale,
ancorch
combattuta al fronte,
lontano dalla nostra
terra, coinvolse anche
la gente di Siracusa.
Innanzitutto per le giovani vite di siracusani
spezzate su quel fronte. Poi per laccoglienza che tante famiglie
di Siracusa e della
provincia offrirono a
quelle di tanti profughi
dai territori sconvolti dalla guerra. E poi
anche per il dissesto
che la partenza di tanti
giovani siracusani per
il fronte provoc alla
economia delle famiglie.

La Questura di Siracusa e
la Fondazione Eligia e Giulia Ardita hanno tenuto ieri,
presso il Liceo Scientifico.

a Guardia di Finanza di
Siracusa, nellambito dellintensificazione dei servizi di
prevenzione generale.

i va delineando il filone
dinchiesta della Procura di Potenza sul porto di
Augusta e si avvia verso
larchiviazione. Linchiesta
sul quartierino romano
accusato di aver messo
le mani sul business del
petrolio e delle navi, che
avrebbe avuto nel porto.

A pagina due

A pagina cinque

A pagina cinque

A pagina cinque

Sopra, i presidenti ANC: Salvo Geraci e Antonietta Laterra.

prevenzione

cronaca

La Polizia e fondazione Guardia di Finanza:


Eligia e Giulia
recuperata
Ardita insieme
la merce rubata
L

la data delle elezioni per i Liberi consorzi dei comuni e le


aree metropolitane. "Eventuali proposizioni di modifiche
legislative - dice il presidente della Regione Crocetta non possono interferire sulle decisioni dell'esecutivo.

Inchiesta porto di Augusta: la Procura


di Roma chiede per 4 larchiviazione
S

Libri 2
di Salvatore Maiorca

La

prima guerra
mondiale, ancorch
combattuta
al fronte, lontano
dalla nostra terra,
coinvolse anche la
gente di Siracusa.
Innanzitutto per le
giovani vite di siracusani spezzate
su quel fronte. Poi
per laccoglienza
che tante famiglie di Siracusa
e della provincia
offrirono a quelle
di tanti profughi
dai territori sconvolti dalla guerra.
E poi anche per
il dissesto che la
partenza di tanti
giovani siracusani
per il fronte provoc alla economia
delle famiglie. Si
trattava infatti, per
la maggior parte,
di giovani il cui
lavoro, soprattutto in agricoltura,
era il sostegno di
quelle
famiglie,
le quali dovettero
adattarsi alla nuova situazione, magari mandando le
donne a lavorare
nei campi o in altri
servizi vari.
Il sacrificio dei
giovani siracusani testimoniato
innanzitutto dalle
tombe del Pantheon. E testimoniato
anche
dai racconti dei
nonni agli ottantenni di oggi. Ed
ora testimoniato,
documentalmente, dal libro
di Salvatore Santuccio che raccoglie gli atti delle
conferenze organizzate dalla Societ siracusana
di storia patria,
in occasione del
centenario
dello scoppio della
guerra, e della
mostra
organizzata, in collaborazione con Storia
patria, dallArchivio di Stato e intitolata I figli della
terra siracusana
che parteciparono
alla prima guerra
mondiale
191518.
Oltre agli scritti dello stesso
Santuccio, il libro
raccoglie
anche
quelli di Sebastiano Amato, Concetta
Corridore,
Giovanni
Schinin,
Tommaso
Baris, Rosa Savarino, Vincenzo La

Sicilia 12 gennaio 2017, gioved

Il conflitto, ancorch combattuto


al fronte, lontano
dalla nostra terra,
coinvolse anche la
gente di Siracusa,
direttamente
e massicciamente.
E tanti giovani siracusani trovarono
la morte
nelle trincee

Sopra Vincenzo La Rocca. A


sinistra, dall'alto, Salvatore
Santuccio e Nello Amato

La prima guerra mondiale


raccontata da Storia Patria
a cura di Salvatore Santuccio
Le giovani vite di siracusani spezzate su quel fronte, laccoglienza di famiglie di Siracusa
e della provincia ai profughi dai territori sconvolti dalla guerra, il dissesto che
la partenza di tanti giovani siracusani per il fronte provoc alla economia delle famiglie

Rocca, Francesco
Maria
Atanasio,
Renata
Russo
Drago, Francesco
Carracchia.
Da questi scritti
peraltro
emerge
non soltanto la ricostruzione
del
coinvolgimento
di Siracusa e dei
siracusani ma anche la generale e
puntuale
analisi
politico-sociologica del confitto, delle sue cause, delle
sue
motivazioni,
dei suoi sviluppi,
delle manovre diplomatiche
che
lo
precedettero
e che portarono,
preliminarmente
allo scoppio della

guerra,
alluscita dellItalia dalla
Triplice alleanza,
stipulata nel 1882
con la Germania
e lAustria-Ungheria (per la durata
della Triplice non
pi nemica storica), e allalleanza
con lIntesa della
quale
facevano
parte la Francia,
la Gran Bretagna
e la Russia zarista.
Lintroduzione di
Salvatore
Amato,
presidente della Societ
siracusana
di
Storia patria, e la
Nota del curatore
Salvatore
Santuccio informano

Sicilia 3

12 gennaio 2017, gioved

puntualmente
il
lettore sulla struttura del libro, sulla
filosofia dellimpegnativa opera, sulle finalit che con
questopera Storia
patria di Siracusa
persegue.
Concetta
Corridore,
direttore
dellArchivio
di
Stato di Siracusa,
racconta lanima
della mostra allestita nella sede
dellArchivio e dedicata a I figli della terra siracusana
che parteciparono
alla prima guerra
mondiale
191518.
Lo stesso Amato affronta poi la

prima analisi del


conflitto
con
il
capitolo
intitolato 1915-1918: la
prima guerra europea, mondiale,
totale,
globale.
Alcune considerazioni preliminari.
Giovanni Schinin
tratta Il lungo Risorgimento, Italia
e Austria da alleate a nemiche.
Tommaso
Baris
sposta lobiettivo
a Sud: La Sicilia
verso la Grande
guerra. Il dibattito
fra neutralisti e interventisti.
Lo stesso curatore
Salvatore Santuccio dedica un suo
capitolo a Case
chiuse e tempo
libero durante la
Grande guerra.
Rosa
Savarino
polarizza la sua
attenzione
sulla
scuola
intitolando il suo capitolo
Mori pro patria
necesse est, vivere non necesse.
La Grande guerra tra i banchi di
scuola.
Particolare lintervento di Vincenzo La Rocca,
il quale racconta
de I profughi friulano-veneti in provincia di Siracusa

dopo Caporetto.
La peculiarit di
questo
intervento sta non tanto
nellargomento in
s quanto piuttosto nel fatto che
le vicende sono
raccontate attraverso le cronache
dei giornali dellepoca, dei quali La
Rocca
possiede
una collezione da
lui stesso realizzata.
Francesco Maria
Atanasio racconta
di Giuseppe Avarna di Gualtieri,
lultimo ambasciatore nella Vienna
imperiale. Renata
Russo Drago tratta
La Grande guerra
nella letteratura e
nel cinema.
Francesco
Carracchia si occupa
di Arte e cultura
durante e dopo la
prima guerra mondiale.
Infine Sebastiano
Amato tratta La
Grande
guerra
degli italiani dAustria. Considerazioni sul volume di
P. Rumiz, Come i
cavalli che dormono in piedi.
Il curatore Salvatore Santuccio
conclude la sua
fatica con brevi
schede per ogni
coautore. Il libro a
cura di Santuccio
quindi non soltanto un collage
deglinterventi dei
vari coatuori ma
offre un quadro organico di ricostruzione storica della
Grande
guerra;
non soltanto per
il coinvolgimento,
diretto e indiretto, della gente di
Siracusa, ma anche per lanalisi
del fenomeno nella sua interezza:
dalle cause, dirette e indirette, che
lo
provocarono
agli affetti che ne
conseguirono: un
quadro ricco di testimonianze, particolari, sfumature,
zoomate. E unopera che contribuisce a scrivere una
storia mai analizzata abbastanza.
Soprattutto unopera preziosa per
questa citt che
piuttosto ricca di
documentazione e
conoscenza della
sua storia antica
ma poco di quella
moderna e contemporanea.

Maltempo: Regione
sblocchi fondi
biologico per aziende
agricole

Nell'attesa che si quantifichino i


danni causati dal maltempo, Crocetta e Cracolici sblocchino subito
le indennit compensative e i contributi per le produzioni biologiche
alle migliaia di aziende agricole
siciliane che aspettano da anni. Si
tratterebbe di risorse, dovute, che
agricoltori e allevatori potrebbero incassare in pochi giorni. Una
vitale boccata d'ossigeno che, in

un periodo di forte crisi di liquidit, consentirebbe loro di evitare


il default dopo l'ondata di gelo e
neve che ha messo letteralmente
in ginocchio l'agricoltura e la zootecnia dell'isola. Sostengo per
questo il grido di allarme delle associazioni di categoria. Allo stesso tempo la Regione non perda
tempo nell'avviare le procedure
necessarie e propedeutiche alla

SiracusaCity

richiesta dello stato di calamit


e di aiuti straordinari, anche per
quanto riguarda il settore vivaistico, considerato tra l'altro che il Ministero delle Politiche agricole ha
fatto sapere di essere pronto ad
approvare subito la relativa dichiarazione per le Regioni colpite dal
maltempo". Cos il deputato della
Lega dei Popoli-Noi con Salvini,
Alessandro Pagano.

Condizioni disastrose
della scuola di via Algeri
Nel tentativo di dare voce a situazioni che troppe volte
vengono ignorate dagli organi di competenza
e a rimetterci, come sempre, sono gli alunni

Le disastrose con-

dizioni di edilizia
scolastica in cui
versa il plesso di via
Algeri. Il diritto allo
studio dovrebbe essere tutelato e invece la scuola di Via
Algeri versa in condizioni a dir poco
deplorevoli. La cosa
peggiore? Nessuno
fa niente! Muri rotti,
rischi di crolli, infiltrazioni di acqua,
soffitti pericolanti. A
denunciare la grave
situazione ieri mattina nel corso di un
sopralluogo effettuato dai consiglieri
comunali
Simona
Princiotta,
Salvo
Sorbello e Cetty
Vinci, che sono stati accompagnati da
una nutrita rappresentanza di genitori
di alunni.
E davvero incredibile che i bambini e
le insegnanti affermano
Princiotta, Vinci e Sorbello
siano costretti a
permanere per tante ore al giorno in
ambienti malsani,
con una puzza insopportabile e con
la presenza di muffa che pu provocare gravi danni
alle vie respiratorie.
Lo stesso Servizio
Igiene degli ambienti di vita dellAsp di Siracusa, nel
corso di un sopralluogo svoltosi a settembre, ha evidenziato la seriet della
situazione igienicosanitaria del plesso scolastico di via
Algeri, chiedendo
limmediata eliminazione dei tanti,

rilevanti
inconvenienti riscontrati.
Peraltro la situazione gi pessima proseguono
i consiglieri Vinci,
Princiotta e Sorbello ulteriormente
aggravata
dalle
disfunzioni
nel riscaldamento,
nellimpianto antiincendio, nel vergognoso degrado dei
servizi igienici. Tutti
problemi che vanno
affrontati e risolti
immediatamente,
perch richiedono
soltanto buona volont ed attenzione
da parte di coloro

che hanno il dovere di tutelare il bene


pi prezioso di una
citt: i suoi bambini.
Non faremo mancare la nostra at-

Il

Il governatore Crocetta: per adesso no a elezioni dirette

governo regionale
ha fissato per il prossimo 26 febbraio la
data delle elezioni
per i Liberi consorzi
dei comuni e le aree
metropolitane. "Eventuali proposizioni di
modifiche legislative
- dice il presidente
della Regione Crocetta - non possono
interferire sulle decisioni dell'esecutivo,
che deve rispettare le
leggi".
"La legge nazionale,
pur prevedendo la
possibilit di elezioni
dirette di primo grado, esclude - aggiunge il governatore tale possibilit in fase
di prima applicazione
per cui chi oggi propone la modifica della data, di fatto nega
questa
possibilit.
La legge Delrio parla
chiaro, in fase di prima applicazione l'elezione di secondo
grado".
Ma del rinvio delle
elezioni di secondo livello nelle ex

In foto, stanze umide piene di muffa e bagni inagibili.

tenzione su questi
temi concludono i
tre consiglieri comunali come su quelli delle incredibili
carenze strutturali

delledificio e dello
stesso
chiediamo
formalmente che ci
venga esibito lindispensabile certificato di agibilit.

Elezione liberi consorzi, governo


fissa data per il 26 febbraio

In foto, lex Provincia regionale.

Province e modifica
della legge elettorale con il ripristino del
voto diretto nei Liberi
consorzi e nelle citt
metropolitane si era
discusso in commissione Affari istituzionali dell'Ars, presieduta da Toto Cascio,

alla presenza dei capigruppo di maggioranza e opposizione.


E' stato Cascio a proporre la convocazione della commissione
su questo argomento
dopo che ieri esploso all'improvviso il
dibattito in aula sulle

ex Province. Il vice
capogruppo di Forza Italia, Vincenzo
Figuccia, ha gi depositato un disegno
di legge che prevede
l'elezione diretta sia
dei consiglieri sia di
presidenti di Liberi
consorzi e di sindaci
metropolitani. Anche
il deputato Lm, Santi
Formica, ieri a sala
d'Ercole ha preannunciato la presentazione di un ddl che
andr nella stessa direzione. Il presidente
dell'Ars,
Giovanni
Ardizzone, ha garantito che aprir una
"finestra legislativa"
nell'attuale sessione
di bilancio nel caso in
cui i gruppi trovassero l'accordo sulle ex
Province.

solidariet

Cgil, il segretario
Alosi in visita
istituzionale
ai sindaci
I

l
neosegretario
generale della Cgil
siracusana, Roberto Alosi, ha dato il
via a una serie di
visite
istituzionali ai sindaci della
provincia. Il primo
stato il sindaco di
Avola, Luca Cannata. Il tema centrale
dellincontro stato
un piano strategico
unitario fra sindacato e amministrazione municipale per
fare fronte alla dilagante emergenza
povert e il rilancio
del lavoro.
Al sindaco Cannata,
reduce da una tanto
inattesa quanto ingiustificata aggressione, Roberto Alosi
ha espresso la vicinanza della Cgil e
del sindacato tutto,
pronto a scendere in
campo per perorare
la causa del recupero sociale. Allincontro erano presenti
anche il segretario
della Camera del
lavoro avolese, Salvatore Sangregorio,
e il componente del
direttivo Cgil, Salvatore Alf.
Questa
mattina,
gioved 12, Roberto Alosi incontrer
il sindaco di Noto,
Corrado Bonfanti, e
il sindaco di Pachino, Roberto Bruno.
Venerd il segretario generale della
Cgil raggiunger il
sindaco di Rosolini,
Corrado Calvo. La
prossima settimana
il tour di visite riguarder i Comuni
della zona nord della provincia.

SiracusaCity 4

Sicilia 12 gennaio 2017, gioved

Sisma 90, i rimborsi delle tasse


spettano ai cittadini di Sr, Rg e Ct
La Cassazione conferma
il teorema dell'Associazione
nazionale commercialisti

S
ovente capita di
leggere tra le righe dei

vari quotidiani, sentenza favorevoli ai vari


contribuenti in merito alla richiesta delle
somme per il famoso
"Sisma 90" esordiscono cos in una nota
congiunta i presidenti
dellAssociazione nazionale commercialisti
di Siracusa e Ragusa,
Salvo Geraci e Antonietta Laterra.
Di qua e di la si legge che qualcuno si
impegnato nell'ottenimento di questo successo, ma, con amarezza, spiace dire che
spesso non cos. Sia
perch i successi sono
ascrivibili ai difensori
dei lavoratori, commercialisti in primis
nonch gli avvocati al
patrocinio in Cassazione, e poi perch
una battaglia che risale alla notte dei tempi,
quando ancora alcuni
paladini del rimborso
facevano altro e l'Associazione Nazionale
Commercialisti manteneva accesi i riflettori
sulla tematica Sisma
'90 per non far cadere
nel dimenticatoio l'ingiustizia subita da tanti
contribuenti. Ma non
pu passare inosser-

vato il fatto che, con


la Finanziaria 2014, il
Governo di turno ha
contorto e reso pi
difficile la possibilit
di ottenere il sospirato
rimborso che fino ad
allora veniva pressoch riconosciuto a tutti
coloro che avevano
presentato l'istanza di
rimborso.
Questa nuova legge
purtroppo esclude categoricamente tutte le
imprese che avevano
pagato le imposte per
gli 1990/1991/1992
proseguono Geraci e
Laterra -, che fino alla
data dell'approvazione
della legge del 2014,
avevano ottime ragioni di sperare; ma quello che pi odioso
l'aver escluso i lavoratori dipendenti che
ebbero a presentare
l'istanza di rimborso
oltre il termine del 30
marzo 2010. Inoltre lo
stesso governo neppure un anno fa, su
di un'interrogazione di
un parlamentare, ha
ribadito che non intendeva ritornare sui suoi
passi. I commercialisti
ed in particolare l'Associazione Nazionale
dei
Commercialisti,
con i Presidenti di
Siracusa e Ragusa,

Sopra, Salvo Geraci e Antonietta Laterra.


Salvatore Geraci e Antonietta La Terra, che
si sono impegnati fino
a questo momento in
questa battaglia di riconoscimento dei diritti dei lavoratori, quasi
mai sotto i riflettori anzi
in modo sommesso,
hanno portato i risultati
che la Corte di cassazione oggi avalla. Risultati che oggi sono
patrimonio di tutti e a
tal fine si segnala l'ennesima ordinanza della
Cassazione civ. Sezione VI - 5 Ordinanza,
26-09-2016, n. 18905.
Ma molti lavoratori saranno delusi a causa di
scelte legislative sbagliate. Tuttavia ancora
si tenteranno strade e
percorsi di diritto fino
ad adire alle autorit
UE, al fine di raggiun-

gere il risultato di eliminare la legge che lede


il c.d. legittimo affidamento di ogni persona
che aspira al rimborso,
anche grazie al lavoro
di convegnistica e di ricerca che l'ANC porta
avanti con il supporto scientifico del dott.
Ivano Tarquini. Quindi
la vera battaglia oggi
concludono Geraci e
Laterra - quella eliminare questa assurda e
incomprensibile normativa che riconosce
nuove
motivazione
agli uffici al fine di negare il rimborso.

La Fanfara dei Carabinieri in concerto al Massimo

Doppio concerto della Fanfara dei Carabinieri sabato

14 al Teatro Massimo. Il primo spettacolo avr inizio alle


17 ed riservato agli over 60 che potranno assistere
gratuitamente al concerto prenotandosi telefonicamente,
fino ad esaurimento dei posti, allassessorato ai Beni culturali, numero 0931/464657. Lufficio sar operativo gioved dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 17, e venerd dalle 9
alle 13. Il secondo spettacolo in programma alle 19 ed
riservato agli anziani dei centri comunali e alle autorit
invitate per festeggiare il 90esimo anniversario dellassociazione nazionale del Carabinieri. Quella del 12esimo Battaglione dei Carabinieri, di stanza a Palermo,
una delle 7 Fanfare operative sul territorio nazionale.
E diretta da un sottufficiale e composta da 31 militari
di truppa. Si tratta di un appuntamento prestigioso che
gratuitamente, come vuole il rigido protocollo dellArma,
vogliamo offrire ai nostri anziani che avranno modo di
riappropriarsi, attraverso uno spettacolo loro esclusivamente dedicato, di un teatro del quale sono stati privati
per troppo tempo: lo dichiara il sindaco, Giancarlo Garozzo. Per lassessore alle Politiche culturali, Francesco
Italia, il concerto di sabato Apre alla grande lanno che
celebra il 2750esimo di fondazione della citt. Prende
corpo quindi quel cartellone di eventi che accompagneranno i prossimi mesi e al quale lAmministrazione ed il
Comitato stanno lavorando con lentusiasmo.

Strategica-assessorato della Salute, ufficializzato laccordo

Testa dellAcqua avr


il suo ambulatorio
Salvo Vasile segretario provinciale
dello S.M.I. (sindacato medici italiani)
e responsabile provinciale area medica del F.V.M. (Federazione Veterinari
e Medici) in una nota rende noto che,
con decreto del dirigente generale del
dipartimento regionale per la pianificazione strategica-assessorato della
Salute, stato ufficializzato laccordo
che prevede lobbligo dell apertura di
un ambulatorio medico a Testa dellacqua.
Vasile dichiara di essere soddisfatto
del risultato, ottenuto grazie al valido
supporto garantito da Pino Bruno e
Carmelo Garofalo del Servizio Cure
Primarie di Siracusa e dai colleghi
della F.I.M.M.G. (Federazione italiana
medici di medicina generale), che lo
hanno sostenuto in questa operazione, indispensabile per garantire lassistenza medica continuativa nella frazione di Noto.
Il decreto, pubblicato sulla gazzetta
ufficiale della regione siciliana lo scor-

so 16 dicembre, riguarda il bando


ambiti carenti di assistenza primaria
accreditati all1 settembre 2016 e per
lAsp di Siracusa sono indicati 2 posti
a Noto (di cui uno nella frazione Testa
dellacqua), 2 a Pachino-Portopalo, 3 a
Lentini-Carlentini, 2 a Siracusa, 1 a Solarino e 1 a Buccheri-Cassaro-Ferla. Il
bando contiene lo schema di domanda
di reiscrizione negli elenchi dei medici
convenzionati per lassistenza primaria, ed altres quello di partecipazione
allassegnazione degli ambiti territoriali
carenti di assistenza primaria per il trasferimento e quello di partecipazione
allassegnazione degli ambiti territoriali
carenti di assistenza primaria per essere inseriti in graduatoria. I medici
interessati, continua Vasile, devono
presentare apposita istanza entro 30
giorni dalla pubblicazione del decreto
a mezzo raccomandata a.r., secondo
gli schemi di domanda allegati, ed indicare gli ambiti territoriali carenti per i
quali intendono concorrere.

Sicilia 5

12 gennaio 2017, gioved

Foto repertorio.

Un piccolo passo avanti stato ottenuto, conclude Vasile, ma tanto c ancora da fare. Tra le varie problematiche
mi preme ricordare che al Trigona di
Noto il pronto soccorso a rischio di
soppressione con gravi ripercussioni
su tutta la comunit della zona sud di
Siracusa, soprattutto se si considera
che la struttura ospedaliera garantisce
lassistenza medica in una zona che
anche altamente turistica. Ancora una
volta ritengo necessario di dovere sollecitare la deputazione regionale affinch attenzioni la problematica escludendo il Trigona dai tagli lineari che
spesso avvengono sulla carta.

Si dia pi
attenzione
verso
i disagiati

Sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, abuso dufficio e traffico di influenze

Finalmente

Tra di loro: Gianluca Gemelli, lammiraglio De Giorgi e Colicchi

i
senzatetto che vagano per la citt di
Siracusa hanno trovato un riparo sicuro e un pasto caldo
grazie all'intervento
degli uomini della
C.R.I e della Protezione Civile lo
afferma
Meetup
Siracusa MoVimento
5 Stelle -.
Purtuttavia,
corre
l'obbligo di formulare
alcune
considerazioni che, alla luce
delle
esternazioni
dell'assessore competente e di qualche politico devono
essere fatte. Non
questo il primo anno
che per l'emergenza
freddo si rischia che,
persone senza fissa dimora, rifugiate
in luoghi di fortuna
perdano la vita per
ipotermia. Si ricordi
il caso della signora polacca trovata
morta negli anfratti
della balza Akradina. L'assessore, dovrebbe sapere che
queste persone non
sono in condizione
di presentare richieste di alcun genere,
che una citt civile
non aspetta l'emergenza per organizzare una rete di aiuto per gli homeless,
che un piano di aiuti
dovrebbe
essere
attivato, di routine
ogni anno e semmai implementato in
momenti emergenziali. Bisognerebbe,
prima di parlare,
conoscere la realt
e i problemi di coloro che non avendo
una casa, per scelta
o per circostanze di
vita, si vedono costretti a vagare per
la citt in cerca di
un angolo in cui ripararsi e dormire.
Spesso, queste persone hanno al fianco
degli animali che in
certe strutture non
possono e non vogliono essere accolti
per cui, necessariamente, preferiscono
non usufruirne. C'
da prendere atto che
l'amministrazione,
ancora una volta, si
dimostrata impreparata inadatta ed
inefficace e che solo
e grazie all'azione
del volontariato si
evitato il peggio.

Inchiesta porto di Augusta: la Procura


di Roma chiede per 4 larchiviazione
S

i va delineando il filone
dinchiesta della Procura di Potenza sul porto di
Augusta e si avvia verso
larchiviazione. Linchiesta
sul quartierino romano
accusato di aver messo
le mani sul business del
petrolio e delle navi, che
avrebbe avuto nel porto
siciliano di Augusta il suo
punto nodale. Il fascicolo,
stralciato dal filone principale su Tempa Rossa (il
sito petrolifero lucano), era
passato lo scorso giugno
ai pm della Capitale, per
competenza
territoriale.
Ora, a distanza di sei mesi, la Procura di Roma ha
chiesto larchiviazione delle posi- zioni dei principali
indagati, accusati a vario
titolo di associazione a delinquere, abuso dufficio e
traffico di influenze illecite.
Tra di loro ci sono Gianluca
Gemelli, compagno dellex
ministro allo Sviluppo economico Federica Guidi,
lammiraglio Giuseppe De
Giorgi, ex capo di Stato
maggiore della Marina militare italiana, e Nicola Colicchi, ex consulente della
Camera di Commercio di
Roma.
Nellaprile dellanno scorso
la Guidi era stata costretta
a fare un passo indietro,
dopo lo scoppio dellinchiesta potentina. Gli investigatori, infatti, avevano
messo nero su bianco le
continue richieste avanza-

In foto, Federica Guidi e Gianluca Gemelli.


te da Gemelli alla propria
compagna, in relazione a
questioni che attengono la
sfera dei suoi rapporti con
terzi soggetti, sia di natura
personale che commerciale. E ancora: Gi dai
primi contenuti registrati
sullutenza del Gemelli, si
desumeva come lo stesso
tendesse ad avvantaggiarsi ovviamente per soli fini
e utilit personali (riconducibili non solo agli interessi societari, bens pure al
ruolo dallo stesso rivestito
in seno a Confindustria)
del ruolo istituzionale ricoperto dalla propria
compagna Guidi Federica,
ministro per lo Sviluppo
Economico.
Durante una delle tante

conversazioni intercettate
dalla Squadra Mobile di
Potenza, Colicchi riferiva a
Giuseppe Berutti Bergotto,
capo della Pianificazione
finanziaria della Marina,
il perch si era deciso di
organizzare un incontro
ufficiale tra il ministro Guidi
e lammiraglio De Giorgi,
ai fini della firma dei decreti attuativi della legge
navale. Colicchi spiegava
che era saltato allocchio
di qualche oppositore politico (e faceva espresso
riferimento
allonorevole
del Pd Scanu) la pressione che era stata esercitata sin dal primo momento
affinch venisse approvata
la legge, e si temeva pertanto
uninterrogazione

parlamentare tale da far


scoppiare un casino. Per
tale ragione, precisava Colicchi, si era ritenuto opportuno organizzare lincontro.
Il senso spiegano gli investigatori era insomma
quello di ufficializzare ci
che sino a quel momento era avvenuto solo per
vie informali, e soprattutto
grazie alla mediazione di
personaggi (quali appunto Colicchi e Gemelli) che
nessun interesse diretto
avevano nei confronti di
quelliter legislativo, se non
di riflesso. Accontentati
infatti i vertici della Marina, avrebbero in cambio
ottenuto il trasferimento
dellammiraglio Camerini
Roberto e un occhio di riguardo nelliter di concessione del pontile consortile
di Augusta. In proposito,
Gemelli aveva precisato
nellinterrogatorio reso davanti ai pm di Potenza che
non gli interessava ottenere la concessione demaniale del pontile, ma la
possibilit di costruire due
silos. Dalle intercettazioni
emerge per che il pontile
strumentale al progetto
dello stoccaggio del petrolio che proviene dalla Basilicata, via Taranto: Se
noi vogliamo fare una cosa
intelligente spiega Colicchi a Gemelli il 16 gennaio
2015 ti conviene prendere il pontile cos condizioni
luso di esso.

SiracusaCity

Rinvenuti tre computer portatili, due dei quali


con lo schermo danneggiato a seguito dellimpatto

Guardia di Finanza:
recuperata la merce rubata
al Comune di Rosolini
L

a Guardia di Finanza di Siracusa, nellambito dellintensificazione dei servizi di prevenzione generale, di controllo economico del
territorio e di sicurezza pubblica finalizzata
allarea di Rosolini, stabilito in Prefettura in
sede di Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica, grazie allintuito investigativo
unito allassoluta conoscenza del territorio,
ha recuperato tre personal computer presumibilmente trafugati qualche notte fa al Comune di Rosolini.
I finanzieri della Tenenza di Noto, durante la
perlustrazione della citt, notavano due soggetti che alla vista della pattuglia si disfacevano di una valigia, lanciandola in un precipizio
e si davano alla fuga per le strade di Rosolini,
facendo perdere le proprie tracce. Recuperata la valigia sul fondo della scoscesa cava,
venivano rinvenuti tre computer portatili, due
dei quali con lo schermo danneggiato a seguito dellimpatto col terreno.
Le immediate attivit di indagini e investigazioni eseguite sui p.c., consentivano di ricollegare, con ogni probabilit, i beni rinvenuti
al furto perpetrato nella notte al Comune di
Rosolini.
Proseguiranno le attivit investigative volte
allindividuazione dei responsabili, nel frattempo sono state avviate le procedure per la
restituzione ai legittimi proprietari, che hanno
espresso piena soddisfazione nei confronti
dei militari per la solerzia nel recupero degli
stessi. sempre costante lattivit di controllo economico del territorio svolta dalle Fiamme Gialle e rivolta alla salvaguardia dei diritti
dei cittadini.

Per sensibilizzare i giovani contro la violenza di genere ed il femminicidio Un arresto a Priolo deve espiare una pena di oltre 4 anni

La Polizia e la fondazione
I Carabineri di Siracusa segnalano
Eligia e Giulia Ardita insieme un pusher e ne denunciano altri due
La Questura di Siracusa e la Fondazione Eligia e Giulia Ardita
hanno tenuto ieri, presso il Liceo
Scientifico Einaudi il primo incontro di una campagna di sensibilizzazione contro la violenza di
genere ed il femminicidio rivolta
ai giovani studenti siracusani dei
licei Einaudi, Corbino, Gargallo,
Quintiliano e dellistituto superiore
Rizza. Gli incontri, che si innestano nel pi vasto progetto di legalit e rispetto delle regole che gli
Agenti dellUfficio della Comunicazione della Questura aretusea
realizzano in tutte le scuole della
provincia di Siracusa, saranno tenuti congiuntamente dagli operatori di Polizia, dalla Signora Luisa
Ardita e dalla Signora Maria Infantino, coordinatrice della Fondazione. Il primo incontro, che ha
coinvolto le classi quinte e quarte
del Liceo Einaudi, ha visto lattenta partecipazione dei giovani studenti che non hanno mancato di
porre agli intervenuti le loro personali osservazioni e riflessioni sulle
delicate tematiche affrontate. Ieri
mattina lincontro si tenuto alle

C Proseguono in citt specifici servizi

ore 11 al Liceo Quintiliano Al termine del ciclo di incontri, sabato


21 gennaio alle ore 20.30 si terr un evento presso il Palazzetto
dello Sport di Siracusa, al quale
sono invitati tutti gli studenti siracusani, per trascorrere una serata
allinsegna della musica e del sano
divertimento, nel sentito ricordo di
Eligia e di Giulia Ardita.

di contrasto al traffico e spaccio di stupefacente. Anche nella nottata appena trascorsa i Carabinieri della locale
Aliquota Radiomobile nel corso di uno
specifico servizio, hanno sottoposto
a controllo un giovane 25enne che,
a seguito di perquisizione personale,
veniva trovato in possesso, di alcune
dosi di Marjuana. Luomo, incensurato, veniva pertanto segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanza
stupefacente. Nellambito dei medesimi servizi, i militari della Radiomobile
hanno deferito allautorit giudiziaria
per possesso ai fini di spaccio, altri
due giovani di Siracusa, un uomo,
D.M.D. 26enne, ed una donna, R.D.
24enne, poich sottoposti a controllo
mentre percorrevano le vie del centro
abitato a bordo della propria autovettura, a seguito di perquisizione, venivano trovati in possesso di 1,35 grammi di eroina.
I Carabinieri del Comando Stazione di Priolo Gargallo hanno tratto in
arresto Domenico Giannino, 23 anni,
di Priolo Gargallo, dovendo lo stesso
espiare la pena di 4 anni, 4 mesi e 27
giorni di reclusione per aver commesso il reato di tentato omicidio e rapina,
unitamente ad altri due complici nel

Gaetano Palermo.
marzo del 2013. Allepoca le indagini
vennero svolte dagli stessi Carabinieri di Priolo che intervennero a seguito
dellaggressione di un commerciante
di Priolo che, inseguito da tre soggetti, tra i quali il Giannino, volevano
sottrargli lincasso della giornata. I tre,
a volto coperto e armati di cacciavite
ingaggiarono, una colluttazione con
la vittima che, nellatto di difendersi,
tolse il passamontagna ad uno dei
tre aggressori riconoscendolo. Il commerciante venne brutalmente colpito
al volto e al petto con il cacciavite,
provocandogli gravi lesioni. Nellimmediatezza i Carabinieri di Priolo arrestarono uno dei tre autori e subito
dopo anche gli altri due.

Storia Patria 6
N

Sicilia 12 gennaio 2017, gioved

ellintento di mantenere vivo il ricordo di


un nostro illustre Concittadino, propongo
larticolo che a Lui dedic Cesare Santoro al
quale va un plauso per la meritoria iniziativa e per le ricerche storiche effettuate. Un
ringraziamento a Carlo Morrone che autorizza la pubblicazione dal suo I Siracusani.
Questa pagina segnalata anche agli Allievi
dellIstituto Nautico Arezzo della Targia di
Siracusa e ai tanti che, come me, hanno frequentato questa Scuola quando era allocata
a Palazzo Vermexio: Lino Puglisi, Carlo Bongiovanni, Tanino Boccadifuoco, Cicciuzzo
Sgarlata, Franco Puzzo, Turi Rovella, Franco
Catena, Giovanni Lo Bello, Ennio Gambuzza,
Carmelo Di Bassiano, Pippo Aloschi...
Aldo Formosa
aetano Arezzo era Continua lamico Connato il 30 luglio 1911 forto: assieme a Bea Siracusa da nobile niamino Siliato, Ciccio
famiglia ab antiqno Giudice, Augusto Di
investita della baronia Pasquale, ero stato
della Targia.
compagno di scuola
Era cresciuto, con la alla terza elementare,
sorella Anna e i fra- maestro Vincenzo Potelli minori Nicola e liti, alla Spirduta, del
Carlo, nel palazzotto fratello minore di Bubi,
avito, dalle sobrie li- Carlo, (il secondo, Ninee, proprio di fronte cola, era nolo come
alla Matrice, tra la via Nik, formidabile nuotain discesa che porta- tore e primo in tutte le
va ai carciri vecchi e gare della marina), e
il breve ronco, pieno di aver incontrato, con
degli effluvi diffusi dal sorpresa, Carlo, tipico
biscottificio Lo Bello, scanzonato ragazzo
che lo divideva dalla siracusano, dalla inmole barocca del pa- credibile erre arrotalazzo
Beneventano lissima, per cui tutti lo
del Bosco.
chiamavamo Carru,
Crebbe sotto la rigi- nel 1941-42 a Tripoli,
da guida della madre che indossava la divila cui austriaca disci- sa di sottocapo furiere
plina, a stento per, della Marina, destinariusciva a contenere to a terra. Bubi, invelesuberanza dei ra- ce, che alla morte del
gazzi.
padre aveva ereditato
Gaetano, o meglio il titolo baronale (ma
Bubi, come confi- sono certo non se ne
denzialmente
era sia mai fregiato), nel
chiamato da amici e periodo in cui ero a Taconoscenti, frequen- ranto, nel 1940, Sottot il liceo ginnasio tenente Commissario,
Gargallo, distinguen- lo incontravo alla Mendosi in pi anni, come sa del Circolo Marina e
risulta dagli annuari quando andava a giudi quella scuola, per ocare al bigliardo con i
merito e condotta e, suoi colleghi T.V..
ottenuto il diploma Stralcio dalla docudi maturit, entr nel mentazione ufficiale gli
1928 nella Regia Ac- episodi pi significativi
cademia Navale di Li- del breve, purtroppo,
vorno dalla quale usc ma intenso arco della
nel 1933 come Ufficia- vita del Nostro.
le di Stato Maggiore Non sembri strano se
della Marina.
negli episodi che saLamico Pippo Con- ranno illustrali appariforto, ora a Bastia ranno come protagoUmbra,
decano niste le unit navali:
dellOrdine Forense di esse sono, ovvio,
Perugia, a suo tempo un tuttuno inscindibile
Ufficiale Commissario dagli equipaggi che imdella Marina, mi ha barcano e che, a loro
scritto ricordando Bubi volta, accomunano in
(continuer a chiamar- unit di intenti e destilo col nome che affet- no ufficiali e marinai
tivamente gli davamo che li compongono.
anche noi pi giovani) Bubi, raggiunto il grado
come ragazzo viva- di Tenente di Vascello,
cissimo, legato alla imbarca nel gennaio
sua cumacca di cui 1942 sul sommergibile
era il capo e pi por- Medusa 2 che, dopo
tato alle biricchinate le prime operazioni
dei picciotti di Ortigia belliche in Mediterdelle cui imprese not- raneo, era stato, dal
turne faceva le spese gennaio dellanno prequalche lampione tra cedente, destinato alla
piazza Duomo e la Scuola Sommergibili di
Fontana.
Pola.

12 gennaio 2017, gioved

Il tenente di Vascello mor in combattimento


sul suo sommergibile Uarscik a largo di Malta

Gaetano Arezzo della Targia


un Eroe di casa nostra

In avaria, os battersi anche a cannonate


di Cesare Santoro

Nel pomeriggio del 30


gennaio il Medusa,
navigando in emersione, al rientro da una
esercitazione
nelle
acque del Quarnaro,
fu scoperto dal sommergibile britannico
Thorn, che aveva risalito lAdriatico senza
essere individuato, e
fu colpito da uno dei
quattro siluri lanciatigli
contro, nei pressi di
Capo Promonlore.
Allimpatto
e
allo
scoppio
dellarma,
che asportava quasi
di netto la torretta, dei
selle uomini, compreso il Comandante CC
Enrico Bertarelli, che
stavano in plancia
e furono sbalzati in
mare, ne sopravvissero soltanto due, il T.V.
della Targia, gravemente ferito, e il G.M.
Firpo, illeso sol perch
(come in un recente incontro mi ha raccontato il Comandante Guido Morassutti, amico
dei Corsi Preliminari
Navali e ora architetto a Trieste), appena
avvistata la scia del
siluro, si era lascialo
scivolare fuori bordo
prima
dellesplosione, mentre il battello
(cos, per consuetudine, la Marina chiama i
sommergibili) rapidamente affondava col
resto dellequipaggio,
posandosi sul fondo a
circa 25 metri.
I tentativi per il recu-

pero dellunit, prontamente attivati da Pola,


raccolsero, portandoli
in salvo, i due ufficiali
ancora in vita ma non
ebbero altro successo
perch, quando gi il
battello era stato raggiunto e agganciato
con una manichetta
daria e con uri cavo
telefonico, le condizioni del mare, improvvisamente
montato
e fattosi sempre pi
grosso, strapparono i
collegamenti gi effettuati, che non poterono
pi esser ripristinati, e
impedirono ogni altro
soccorso.
Il Comandante Morassutti, anchegli alla
Scuola di Pola in quei
giorni, seppe che a
Bubi, dopo il lungo ricovero ospedaliere richiesto dalle innumeri
lesioni riportale nellaffondamento (non aveva pi un osso sano),
era stato impedito rimbarco sui sommergibili,
che per egli riusc ad
ottenere - come dice
anche Conforto - per
sua
deliberatissima
volont.
Ritroviamo cos Bubi,
dopo la battaglia di
Pantelleria di mezzo
giugno 1942, al comando del sommergibile Uarsciek (al varo e
per brevissimo tempo
erroneamente denominalo Uarsheik, unit
della classe Adua, meglio conosciuta come

Africana dai nomi che i


suoi battelli portavano,
alla quale apparteneva
anche il sommergibile
Scir divenuto assai
nolo per le gloriose imprese dei mezzi dassalto, dei quali era il
vettore, a Gibilterra e
Alessandria).
Poche immagini ci
sono rimaste dellUarsciek, la prima delle
quali di un giorno
lieto, il 19 settembre
1937, quello del varo
a Taranto: il battello
pronto sulla scala, con
ancora dipinta a prora
il nome errato; ha a
bordo le maestranze
del cantiere ed attorniato dalla folla che
assiste festante alla
sua discesa in quel

mare che solcher per


cinque anni. Dislocato
alla Maddalena, lUarsciek ne esce il 4 agosto 1942 per raggiungere il 7 la sua zona di
agguato tra le Baleari,
a sud di Formentera,
e la crosta algerina,
ove il giorno 10 viene
messa in allarme da
Maricosom, il Comando Sommergibili, per il
passaggio di un convoglio che, peraltro, il battello aveva gi rilevato
con le apparecchiature
idrofoniche di bordo.
A questo punto forse
pi interessante rivivere gli avvenimenti at-

te, il peso enorme della responsabilit della


assunzione delle azioni
effettuate che avrebbero potuto concludersi
con un felice disimpegno o, per contro, con
un destino irreparabile
per il battello e tutti i
suoi uomini.
Scrive Bubi:
11-08-1942 ore 04.00
- In emersione a lento
moto per non lasciare
scie troppo evidenti...
la visibilit scarsa fa
prevedere un avvistamento a distanza ravvicinata.
ore 04.38 - La vedetta
di prora a sinistra, Asp.

sioni cupe, separate


da un intervallo brevissimo. Sono passati 50
secondi dal fuori.
ore 04.47 - Si sente la
prima scarica di bombe
a.s. violentissima. Deve
trattarsi di un grappolo
molto nutrito. I Ct sono
ancora certamente fuori dal grosso della formazione... Rimango a
quota 80 mentre sento
agli idrofoni lazione dei
caccia. Il grosso intanto
si fermato.
ore 04.55 - Si sente
unaltra scarica violentissima.
ore 04.57 - Ancora una
scarica; questultima

a passarci sopra, sono


nettamente percepibili
a scafo, si fermano e
poi rimettono in moto.
ore 09.37 - Le sorgenti
si allontanano in direzioni varie.
ore 09.39 - Emergo
per lanciare il segnale
di scoperta, e siluramento.
ore 10.32 - Mi immergo
in seguito ad avvistamento di un aereo...
Ritengo di non essere
stato avvistato, ma decido... di abbandonare
temporaneamente la
zona e portarmi sotto
formentera.
Fin qui Bubi.

traverso brani stralciali


dalla relazione di missione scritta da Bubi;
poche frasi concise,
nello stile stringalo dei
rapporti ufficiali, parole asciutte, essenziali, dalle quali, se ben
considerate, si evince
tutta la drammaticit,
densa di pericoli, delle
navigazioni di guerra,
la trepidazione dellattesa del fragore degli
scoppi dei siluri lanciati, segno che lattacco
andato a buon fine,
lansia, stando in immersione,
evitando
ogni rumore, per la
caccia prolungala subita con le scariche delle
bombe d profondit e,
non ultimo, per quando
riguarda il Comandan-

GM Florio, segnala
una sagoma scura per
340-50. Riconosco
immediatamente
la
sagoma di una portaerei... intanto mi viene
segnalata una corazzata... e poco pi a dritta
unaltra unit minore...
ordino al timonieri di
venire pur 190 e d
langolazione ai siluri.
Ore 04.42 - D il fuori
ai tubi 3-4... la scia dei
siluri visibilissima...
Poich la nave da battaglia dista non pi di
8-900 metri decido di
immergermi prima di
aver lanciato il siluro
da 450, volendo inviare
a tutti i costi il segnale
di scoperta... Appena
giunto in camera di manovra odo due esplo-

certamente molto vicina e provoca qualche


lieve danno facendomi
scendere a quota 96.
ore 05.04 - Continua la
caccia. Le esplosioni
sono sempre violentissime.
ore 05.10 - Ancora una
scarica violenta. Ho
limpressione per che
sia pi lontana dalle
precedenti. La portaerei ancora ferma
mentre i Ct si sentono
a scafo.
ore 05,33 - La portaerei
rimette in moto.
ore 05.58 - La sento
in allontanamento per
53.
ore 06.56 - Gli idrofoni
non sentono pi la portaerei.
I Ct continuano invece

Il segnale di scoperta
lanciato dallUarsciek
mette in movimento
tutto il sistema offensivo italiano che porter
a quella complessa
operazione che nella
storia navale del secondo conflitto mondiale va sotto il nome
di battaglia di mezzagosto, della quale lepisodio dellUarsciek
era stato il preludio.
Il Bollettino del Comando Supremo delle
nostre Forze Armate n.
809, emanato in data
14.08.42, riporta: ... La
portaerei colpita il giorno 11 dal sommergibile
Uarsciek rientrata
in avaria a Gibilterra ed
la Furious.
Tuttavia dalla ricostru-

zione storica postbellica degli eventi si apprese che la portaerei


non era stata colpita, il
che naturalmente nulla
toglie allardimento del
nostro battello.
LUarsciek passa i tre
giorni successivi alternando emersioni ad
immersioni, subendo
avvistamenti da aerei
e non sempre evitandone la caccia, talvolta portatagli anche da
unit di superficie richiamate in zona dagli
aerei, con incessanti
lanci di bombe, oltre
dieci, che gli provocano pochi danni ma una
notevole e ineliminabile perdita di nafta,
visibilissima in mare,
che facilita la scoperta
del battello che inizia
la manovra di rientro
in relativa sicurezza
solo alle ore 18.40 del
14 e si ormeggia alle
08.20 del 17 agosto
alla Maddalena.
A Bubi, con determinazione del 14 novembre 1942 (R.D. 17
dicembre 1942) viene
conferita la Medaglia
dArgento al Valor Militare con la seguente
motivazione:
Comandante di sommergibile di elevate
capacit
professionali, partecipava con
sereno ardimento e
indomito spirito aggressivo alla battaglia
di mezzagosto, attaccando decisamente un
numeroso convoglio
nemico potentemente
scortato da forze navali ed aeree.
Col tempestivo lancio
di siluri, infliggeva sicure perdite alla formazione avversaria,
provocando laffondamento e il siluramento
di unit da guerra e
mercantili.
Dimostrava nellardua
brillante azione elette
virt militari e tenace volont di vittoria.
(Mediterraneo Centrale, 15 agosto 1942).
Successivamente
il
sommergibile
viene
trasferito ad Augusta
da dove, nel ciclo di
contrasto alle operazioni di sbarco degli
anglo-americani
in
Africa
Settentrionale, compie numerose
missioni di trasporto
munizioni a Tobruk per
complessive 19 tonnellate, dopo le quali, nel
pomeriggio dell11 dicembre, lascia di nuovo Augusta per quella
che sar la sua ultima
missione di agguato a
sud di Malta.
Di essa, ovvio, non
abbiamo nessun rap-

Sicilia 11

Storia Patria

porto scritto da Bubi


ma la ricostruzione dei
fatti, con le testimonianze dei superstiti,
ci ha lasciato detto
che nulla avvenne di
rilevante fino alle 13.00
del 15 dicembre quando lUarsciek avvist
un incrociatore e tre
caccia nemici contro i
quali and allattacco.
Il Comandante Morassutti, gi sopra citato,
mi diceva che anche
il suo battello era nella stessa zona di agguato, aveva avvistato
le stesse unit contro
cui aveva lanciato,
purtroppo senza esito
positivo, una coppiola
di siluri che per, essendo elettrici e non lasciando scie visibili, gli
avevano permesso di
non essere individuato, evitandogli di subire
la caccia avversaria.
LUarsciek invece, rimanendo in superficie,
lancia due siluri, ode
una esplosione, segno
che probabilmente una
delle due armi andata a segno, mentre
inizia la manovra di
immersione che, per il
mancato funzionamento, non avviene, e i
colpi nemici provocano
gravi danni allo scafo.
Bubi allora prese a
sparare col cannoncino di prua finch fu
possibile, e come ultimo scampo, d allora
lordine di autoaffondamento ma viene quasi
contemporaneamente
ucciso da un colpo
che, come racconta
Morassutti, quasi lo
decapita.
Nella confusione creatasi a bordo per la morte del Comandante e
del secondo, la manovra gi iniziata si arresta per cause imprecisate e rende possibile
al cacciatorpediniere
inglese Petard e al greco Vassilissa Olga di
prendere a rimorchio
il battello e salvarne i
superstiti.
LUarsciek per, quasi avesse la volont
di non rimanere preda
del nemico, mentre
lequipaggio lo sta abbandonando, riprende
il processo di autoaffondamento, strappa il
cavo dopo undici ore di
rimorchio e, puntando
al cielo per lultima volta la prora, si inabissa
definitivamente con i
suoi 18 morti a bordo.
Al Comandante Arezzo, con Decreto Presidenziale 18 dicembre
1951 viene concessa
una seconda Medaglia
dArgento alla memoria, con la seguente

motivazione: Valente
comandante di sommergibile nel corso
di ardua missione di
guerra, avvistata nottetempo una formazione navale avversaria,
muoveva in superficie
arditamente allattacco. Nonostante il sommergibile fosse stato
scoperto, riusciva con
abile manovra a silurare un incrociatore avversario. Sottoposto a
violenta caccia da parte di tre siluranti nemiche, nella impossibilit
di resistere a lungo in
immersione per i notevoli danni riportati,
emergeva nellintento
di affrontare in superficie le preponderanti
forze avversarie.
Nellarduo
tentativo,
mentre raggiungeva il
proprio posto di combattimento in torretta,
cadeva colpito a morte da raffica nemica.
(Mar Mediterraneo, 15
dicembre 1942).
Nella Cappella della
Accademia
Navale,
sulle pareti laterali si
fronteggiano due grandi lapidi marmoree.
Nella prima, a destra,
riprodotta la planimetria del bacino del Mediterraneo dove sono
segnati, nei luoghi degli
affondamenti, le date e
i nomi delle nostre unit perdute. Tra esse
lUarsciek, subito sotto
Malta, corrispondentemente al punto lat.
35 03 N., long. 1422
E. Il nome di Bubi, assieme a quello del suo
secondo S.T.V. Dapiran
Remigio, compare nella lapide della parete
di sinistra nella quale,
in ordine, cronologico,
sono elencati, sotto
il nominativo di ogni
nave perduta, quelli
degli ufficiali scomparsi
con esse.
Il contiguo Sacrario
conserva le targhe che
gli ufficiali reduci di ogni
Corso uscito da quella
Scuola hanno apposto
per i loro Caduti. Proprio di Ironie alla porta
dingresso c quella
del Corso 1928-1933 il
cui elenco di ben ventuno Caduti, riportali
in ordine alfabetico,
si apre con il nome di
Gaetano Arezzo della
Targia.
In alto a sinistra, il comandante del sommergibile era il tenente di
vascello Gaetano Arezzo della Targia; al centro, il regio sommergibile Uarsciek che lasci
Augusta diretto una
cinquantina di miglia a
meridione di Malta.

Nel Siracusano 8

Sicilia 12 GENNAIO 2017, GIOVED

12 GENNAIO 2017, GIOVED

Angolo Onlus, inaugura


la nuova sede operativa a Siracusa
I

l 13 gennaio alle
17.30
ANGOLO
Onlus, inaugura la
nuova sede operativa a Siracusa in
Via von Platen 40
presso lAVIS Comunale.
LAssociazione Nazionale Guariti O
Lungoviventi Oncologici
ONLUS
(ANGOLO), nata
nel 1994 presso
il Centro di riferimento Oncologico
di Aviano, IRCCSIstituto di Rico- vero
e Cura a Carattere
Scientifico, su iniziativa di un gruppo
di pazienti con una
sto- ria di cancro
alle spalle.
ANGOLO una
associazione
di
pazienti che si propone di offrire una
speranza di vita
alle persone malate di cancro e ai
loro familiari, con
la
testimonianza
di coloro che sono
passati attraverso
lesperienza della
malattia oncologica
e lhanno superata
con successo.
La sezione locale
ANGOLO Siracusa
nasce nel 2011, nel
tempo ha intensificato la propria attivit, in stretta collaborazione lASP8
per il tramite della
Struttura di On- cologia dellOspedale
di Siracusa e con
la struttura di Formazione, promuovendo, con il patrocinio del Comune di
Siracusa, i temi della medicina narrativa, della rela- zione
medico-paziente e
della
formazione
del paziente esperto, attraverso convegni e incontri
aperti a tutta la
cittadinanza e, in
collaborazione con
lIstituto Superiore
di Sanit, ha anche organizzato un
convegno sullinformazione sanitaria
di qualit (Progetto
MEDUSA).

Angolo una associazione di pazienti che si propone di offrire una speranza


di vita alle persone malate di cancro e ai loro familiari

Lesperienza
acquista tramite la
collaborazione con
i maggiori centri
oncologici e la rete
di esperti che collabora con ANGOLO,
permette allassociazione di portare
avanti programmi e

percorsi riabilitativi
per la convivenza
con la cronicita e la
riela- borazione del
vissuto di malattia
per un rientro nella normalit della
vita.
Le problematiche
della riabilitazione

oncologica
sono
tematiche peculiari
per ANGOLO perch rappresentano
uno dei pi recenti
approcci nel trattamento, a supporto
delle
tradizionali
cure, con lo scopo
di ottimizzare la

qualit della vita


durante e dopo la
malattia.
Per questo motivo
ANGOLO
Siracusa,
nella
nuova sede operativa, si propone di
fornire:
Un servizio di
consulenza nutrizionale, partendo
dal
presupposto
che la qualit e la
quantit dei cibi
che introduciamo
svolgono un ruolo
di grande rilevanza nel mantenere
uno stato di buona
salute e di benessere, e ritenendo
che una corretta
alimentazione possa assumere una
notevole im portanza per chi si trova
a vivere con malattie cos complesse
come il tumore i cui trattamenti possono essere prolungati nel
tempo.

Un servizio di consulenza
psicologica,
per
dare la possibilit
di confrontarsi con

una voce esperta


attraverso un supporto valido con cui
procedere al
meglio nelle fasi di
cura e in quelle riabilitative successive.
Laboratori di scrittura terapeutica.
Incontri informativi per la promozione dellempowerment del cittadino e
del paziente, quale
mezzo per migliorare la qualit, lefficienza e il risultato dellassistenza
sanitaria, riducendo le disuguaglianze nel campo della
salute.
Un servizio di
riabilitazione motoria tramite pratiche motorie dolci
(Yoga, Meditazione, Tai-chi, Pilates,).
Attivit ricreative Perno di tutte
le attivit sar lo
sportello di ascolto
a cui ogni paziente, familiare o cittadino attento alla
propria salute per
quanto attiene alla
prevenzione oncologica, potr liberamente e gratuitamente accedere
presso la sede di
Angolo Siracusa in
via von Platen, 40.
Lo sportello sar
curato da volontari
che avranno partecipato e superato il
corso di formazione a loro dedicato,
perch davanti a
una persona con
un tumore, tutti
ab- biamo la sensazione di non sapere che cosa dire
e che cosa fare, o,
ancor peggio, pensiamo che ci siano
delle cose che dovremmo dire o che
dovremmo fare in
modo da rendere
tutto pi semplice
per la persona malata. Questo corso pensato per
aiutare i volontari
a superare le possibili difficolt, in
modo da poter fornire sostegno e informazioni preziose. Al termine del
percorso formativo
verr rilasciato un
attestato di frequenza.

DIES

IRAE, la
Cantata di li rujni
il nuovo cd/book che
il cantautore siciliano
Carlo Muratori ha in
preparazione e che
uscir ai primi di febbraio di questanno
per Le Fate Editore.
Un lavoro di ricerca
storica e di inedita
musica popolare in
cui il musicista presenta la sua personalissima re-interpretazione di due lunghe
storie antiche (circa
mezzora ciascuna):
il Terremoto del 1693
e lEruzione dellEtna
del 1689, con in chiusura il rifacimento
dellottocentesca Coroncina per le anime
del Purgatorio appartenente al rito dellOttavario dei defunti in
lingua siciliana. Lo
stile sar quello delle Cantate barocche,
in cui si susseguono
recitativi, arie cantate, storie e musica.
Le immagini che in
questi giorni vengono sparate fuori dalle tv o dai computer
raccontano le ferite
dei luoghi, il dolore
e la paura dei terremotati. Immagini di
distruzione, ammassi di rovine indistinte
a fare da sfondo alle
facce sconvolte di
quelle popolazioni.
Dov la speranza di
un futuro? Dov il
senso di queste tragedie? - si interroga
Muratori - in questi

Si terr a

Siracusa domani
venerd 13 gennaio alle ore 17,
presso il Centro
congressi della
Basilica Santuario Madonna
delle Lacrime,
un momento di
riflessione organizzato dalle ACLI
di Siracusa ad un
mese esatto dal
discorso di S. E.
l'Arcivescovo di
Siracusa Mons.
Salvatore Pappalardo in occasione dei festeggiamenti di Santa
Lucia.
La questione
sociale questione morale
Siracusa, una
comunit che
fatica a ritrovare
un progetto di
vita condiviso
il tema dell'incon-

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Nuovo progetto musicale per Carlo Muratori dedicato al terremoto


dell11 gennaio 1693 e alleruzione dellEtna del 1689

Il recupero di memorie dolorose sublimate dal linguaggio epico dei cantastorie dell'epoca.
In uscita a febbraio, per Le Fate Editore, il nuovo cd/book del cantautore siciliano
dellumanit.
Un momento di riflessione, di meditazione
sulla precariet umana e sulle catastrofi
naturali.
Mi ha impressionato il linguaggio usato
dai nostri cantastorie
per raccontare quei
momenti di inferno.
una lingua siciliana
apocalittica, le parole
sono roboanti, colpi
di tamburo e di scure
che si abbattono sulle anime degli ascoltatori. Riprendendo il
pensiero di quellepoca, anche il narratore
rappresenta la catastrofe come punizione divina, vendetta di
un Dio impietoso che
si abbatte sui peccati
dellumanit ritenuta
oramai irredimibile.
Una sorta di collera
divina e non la normale modificazione
della crosta terrestre. Oggi conclude Muratori - siamo
lontani anni luce da
quella
mentalit,
anche se queste di-

sgrazie colpiscono
profondamente
la
nostra umanit, ci interrogano e ci lasciano sbigottiti. come
se un terremoto attivi per simpatia altre
scosse, dellanima,
della coscienza.
Al cd accluso Catastrofi e storie di
popolo, una ricerca
dello storico acreide
Luigi Lombardo, da
cui sono tratti i testi
delle storie che ha
musicato Muratori,
insieme alla narrazione poetica di altri
cunta storie degli ultimi tre secoli, tutti incentrati sul tema dei
cataclismi naturali.
Il progetto editoriale sar impreziosito
dalle opere pittoriche
gentilmente
concesse
dallartista americana Hollis
Hammonds, e alla
sua
pubblicazione
seguir lallestimento di uno spettacolo
teatrale che girer
diversi teatri siciliani
e nazionali.

Oggi pomeriggio alle ore 17, presso il Centro congressi della Basilica Santuario Madonna delle Lacrime

tro, reso necessario dal particolare


momento vissuto
dalla citt, colto
in maniera chiara dalle parole
dell'Arcivescovo
che l'ha definita
citt sofferente,
a volte smarrita.
All'evento, moderato da Mons.
Giuseppe Greco,
presenzieranno il rettore del
Santuario padre
Aurelio Russo,
il Vice Presidente Vicario ACLI
Sicilia Franco
Luca, Marco Fatuzzo, responsabile comunit di
Siracusa Movimento dei Focolari e il professor
Luigi Amato, ordinario di Estetica
presso l'Accademia di Belle Arti
di Palermo.

momenti che la nostra mente brancola


nel buio, alla ricerca
di un minimo perch, di un brandello
di logica e di consolazione. Ho pensato
anche agli eventi catastrofici che hanno
sconquassato la mia

Isola; dai terremoti ai


maremoti, alle eruzioni dellEtna. Quello violentissimo delle
nove del mattino della
domenica 11 gennaio
1693. Una strage in
tutta la Sicilia orientale. Sessantamila morti, paesi rasi al suolo,

elenco infinito di
morte e devastazione, territorio profondamente modificato
nella sua morfologia.
Il terremoto pi forte mai registrato sul
territorio italiano e il
ventitreesimo pi disastroso della storia

La questione sociale questione morale Siracusa,


una comunit che fatica a ritrovare un progetto di vita condiviso

Speciale 10

Sicilia 12 GENNAIO 2017, GIOVED

12 gennaio 2017, gioved

Vittoria De Marco Veneziano presenta la sua


ultima opera, il romanzo ...Sensazioni

Sabato

14 gennaio, alle ore 17,


presso la Libreria
Mascali - Casa
del Libro - in Via
della Maestranza,
20-22 a Siracusa
, sar presentata
l'ultima opera di
Vittoria De Marco Veneziano, il
romanzo ...Sensazioni (Erga edizioni). Introdurr il
Dott. Gianni Failla; letture a cura
dell'Avv. Francesco Rio. Sar presente l'Autrice.
Dalla Quarta di
copertina del romanzo:" Ogni persona forgia la sua
vita con le proprie
mani compiendo
innumerevoli sforzi. I giorni scorrono
come un torrente
in piena da cui si
cerca di tirare fuori
sempre qualcosa
e dove si prova a
seguire la forza
travolgente della
corrente. Tuttavia,
alla fine, ciascuno
di noi pu essere
solamente quello
che , e la vera
bellezza la nostra sola, unica,
sofferta, semplice
diversit.
L'infamia, il vero scandalo, sarebbe non
avere cercato se
stessi.
L'uomo,
da sempre, cerca la felicit: una
ricerca
vecchia
tanto quanto il genere umano che
non dipende mai
dalle cose esteriori. Per essere
realmente
felici
occorre ascoltare il proprio cuore perch in esso
sono
racchiuse
tutte le risposte
che
cerchiamo.
Un racconto che
insieme una parabola sulla forza

Sabato14 gennaio, alle ore 17, presso la Libreria Mascali


Casa del Libro - in Via della Maestranza, 20-22 a Siracusa

incredibile che l'individuo racchiude


dentro di s come
la perspicacia di
scegliere, in ogni
momento
della
propria esistenza,

con gravi problemi cerebrali, si


totalmente dedicata alla sua cura
ed assistenza rinunciando, volentieri, alla carriera,

ne che ognuno di
noi abbia il dovere
di dare agli altri
quello che pu,
magari
soltanto
la propria esperienza. Il riscontro

Ha poi pubblicato il romanzo L'isola a forma di


quaglia (Erga edizioni 2010). Un
romanzo sul filo
della memoria che

Tutte le opere
hanno ricevuto
molteplici riconoscimenti. I
suoi libri sono
stati presentati, a
livello nazionale,
presso Biblioteche, Comuni,
Librerie, Scuole

il percorso da intraprendere.
Vittoria De Marco
Veneziano, scrittrice, narratrice e
saggista nasce a
Milazzo (ME) da
padre italiano e
madre tedesca e
vive a Siracusa.
Dopo la nascita
della sua unica
figlia Maria, nata

appena iniziata,
di insegnante. Ha
scritto il primo libro La farfalla dalle ali spezzate per
ricordare la figlia
Maria: una meravigliosa ragazza
svantaggiata dalle
virt difficili e speciali rinata in cielo
all'et di 24 anni,
e poi perch ritie-

positivo, ricevuto
da parte di chi lo
ha letto, l'ha spinta a diffonderlo in
modo pi ampio,
in particolare per
il messaggio che
il libro stesso contiene. E' nato cos
il sodalizio con la
casa editrice Erga
edizioni, che lo ha
editato nel 2008.

ripercorre
parte
della vita di Vera:
la
protagonista
principale.
Un
viaggio intenso e
coinvolgente, ora
ironico e triste, ora
tenero e profondo,
in cui la protagonista si sofferma
sugli incontri pi
significativi
della sua vita. Vera,

lasciando emergere i ricordi, interrogandosi sui


meccanismi della
vita, a volte insoliti
e strani, porter il
lettore a riflettere sui grandi temi
dellesistenza: lamicizia, lamore, la
spiritualit, il perdono, il dolore, la
diversit.
Ha pubblicato il
saggio Tante Donne (Erga edizioni
2013), testo di lettura nelle scuole.
Un florilegio personale, ricercato e
appassionato di figure femminili che
hanno fatto la storia. Tutte protagoniste di alto livello,
con storie differenti la diversit rappresenta sempre
un grande valore
con estrazioni
culturali e religiose
varie che, di primo
acchito, sembrerebbero separate
da steccati, ma
con comuni valori. Un patrimonio
di pensieri, parole,
intuizioni e azioni.
Nel 2016 ha pubblicato il romanzo
...Sensazioni
(Erga
Edizioni
2016).
Tutte le opere hanno ricevuto molteplici riconoscimenti. I suoi libri sono
stati presentati, a
livello nazionale,
presso
Biblioteche, Comuni, Librerie, Scuole. E'
intensa la sua attivit di conferenziera presso Club
e
Associazioni
Culturali. Collabora con quotidiani
e periodici. Tiene
incontri e testimonianze sulla diversit e lo svantaggio presso scuole
e associazioni.

Mercato di riparazione difficile per gli alti corsi e la scarsa qualit


D

i questo passo il
mercato di riparazione
del Siracusa rischia di
ripetere gli errori della campagna acquisti dellestate scorsa
quando, ricorderete,
arriv e ripart un esercito di giocatori che
contribu a confondere
le idee a Sottil che per
fortuna trov Cutrufo a
difenderlo dalla valanga di critiche che gli
piovvero ingiustamente addosso. A testimonianza di quel s e gi
restarono
Serenari,
che poi fu mollato quasi subito, De Grassi,
De Vita, Diakit e Filosa, questultimo arrivato reduce da due
gravi infortuni, tutta
gente che ora sul
punto di partire verso
altri lidi, come forse
Sciannam, come forse uno da stabilire fra
De Respinis e Talamo
e come forse qualche
altro attualmente nella
lista di color che son
sospesi. Vero anche
che arrivarono Santurro, Turati e Valente,
ma non va dimenticato
che il Siracusa, anche
a causa di qualche
infortunio di troppo,
stent nella prima fase
pi del previsto. Pare
per che lesperienza,
non certo positiva, non
sia servita a niente se
alla riapertura del mercato di riparazione ar-

Siracusa, dopo i flop dellestate


si procede con grande cautela
Gi in prova un centrocampista finlandese mentre si tenta di rafforzare la difesa
e il reparto avanzato Trattative con lAncona e con lAvellino per Malerba e Ventola

Martin Kuittinen (20), Emanuele Malerba (25) ed Enrico Ventola (20)

riva la notizia di nomi


di cui si sa ben poco.
A cominciare dal centrocampista finlandese Martin Kuittinen,
qualche esperienza
nel team spagnolo
del Valladolid, e gi
aggregato in prova
alla squadra, del venticinquenne difensore
Emanuele
Malerba
dellAncona, alla cui
societ di appartenen-

za stato proposto un
cambio alla pari con
De Vita e dellattaccante Enrico Ventola
di propriet dellAvellino, ma in forza alla
Lupa Roma, forse lelemento pi interessante, ma solo perch
preceduto dalle buone
referenze di Gianluca
Di Marzio, uno che
di calcio se ne intende. I tre, comunque,

non provengono da
esperienze particolarmente brillanti e la felice conclusione delle
rispettive trattative
legata alla speranza
che Siracusa segni la
loro
consacrazione.
Tutto questo dovuto a due validissimi
motivi. Il primo che
la societ continua a
non cercare e trovare
rapporti con consorel-

Sport
Amichevole
sotto la pioggia
del Siracusa
con il Real Avola
finisce 1-0

Sicilia 11

le che alloccorrenza
potrebbero
tornarle
utili, mentre il secondo rappresentato
dai costi paradossalmente alti, se si pensa
che il valore di mercato per un discreto
elemento proveniente
dalla primavera vanno da un minimo di
cinquantamila euro ,
che al cambio con le
vecchie lire sarebbero quasi cento milioni,
a somme ancora pi
alte, cifre insostenibili
per una piccola societ come il Siracusa,
sorretta da un imprenditore al quale si deve
la sua rinascita e che
pi di impegnarsi economicamente di come
sta gi facendo. non
pu certo fare. In casi
come questo tornerebbero buoni i prestiti
delle grosse societ e
le conoscenze giuste,
due strade che per la
societ di via Montegrappa sono per al
momento precluse.
Armando Galea

C
on una rete di Pirrello gli azzurri si ag-

giudicano il test amichevole contro il Real


Avola.
Il Siracusa ieri in campo al De Simone
sotto una pioggia battente con la formazione che milita nel campionato di Eccellenza.
Laltra sfida amichevole, la settimana
prossima, si dovrebbe disputare contro lo
Scordia.
Le due gare serviranno agli azzurri per
accumulare
minutaggio in vista della
ripresa del campionato di Lega Pro che
fissata per sabato
21 gennaio quando
il Siracusa ospiter il
Taranto, squadra che
si trova nei bassifondi
della graduatoria.
Lamichevole contro
gli avolesi guidati da
Giovanni Campanella
potr anche servire
per vedere allopera
sia lattaccante brasiliano Azzi, primo
acquisto del mese di
gennaio ed il finlandese Martin Kuittinen che in prova e
deve essere valutato
dallallenatore azzurro.

Presenti i massimi dirigenti dei comitati territoriali di Palermo, Trapani, Siracusa ed Enna

Cev, Renato Arena: La Sicilia diventer la terra del beach voley

n Palacultura gremito in
ogni ordine di posto, proscenio, ancora una volta,
del Gran Gal del Volley
messinese, la rassegna
organizzata dal Comitato
Territoriale Fipav Messina
giunta alla quinta edizione.
Andrea Lucchetta mattatore
assoluto della serata, presente per il secondo anno
consecutivo alla manifestazione culto del volley peloritano. Al fianco di Crazy
Lucky, la spalla perfetta,
Maurizio Colantoni, giornalista di Rai Sport e autentica voce del volley italiano
che ha condotto la serata.
Le parole dei protagonisti
hanno prima lasciato spazio
alle immagini, un video che
ha raccontato in pochi minuti lavventura di Antonio Lotronto alla presidenza della
Fipav Messina.
I momenti pi esaltanti di
un comitato che ha messo
la firma su manifestazioni
di altissimo pregio, come
lamichevole Italia-Bulgaria,
il Trofeo delle Regioni 2015
o la tappa di Beach Volley
internazionale del circuito
Cev, organizzata la scorsa
estate a Vulcano. Lotronto,
candidato alla presidenza
della Fipav Sicilia, commenta con la voce rotta dalla

commozione il momento
speciale: Questa serata
la pi grande soddisfazione
da quando sono al vertice
del comitato messinese, la
somma di 8 anni splendidi,
intensi, irripetibili. Ringrazio
la mia squadra, una macchina organizzativa senza
la quale non avremmo potuto ottenere tutti i successi
di questi due quadrienni.
Uno staff appassionato,
che dedica tutto se stesso
allo sviluppo della pallavolo
messinese. Sono felice di
aver dato unimpronta nuova, e non mi riferisco agli
eventi in s ma a quello che
hanno lasciato nei territori
coinvolti in termini di indotto
tangibile, come la ristrutturazione totale di 7 impianti
nella provincia tirrenica attuata in occasione del Trofeo delle Regioni. Questo,
per il sottoscritto, il vero
significato dello sport sostenibile. Questa la politica in
cui credo: dare alle societ
la possibilit di vivere fino in
fondo la propria passione.
Ospite deccezione il presidente federale, Carlo Magri, che ha scelto Messina
come prima tappa della
sua campagna in vista delle ormai imminenti elezioni
dalle quali spera di ottenere

la riconferma ai vertici della


pallavolo italiana: Questa
la mia prima uscita ufficiale dopo la presentazione
della candidatura. Non
un caso che sia stata fatta
in Sicilia, dove ho il piacere
di riabbracciare tanti amici.
Mi sono ricandidato perch
provo lo stesso entusiasmo
di 20 anni fa e perch credo di non aver ancora completato il ciclo. Non parlo di
rinnovamento, perch vorrei confermare quello che
di buono stato fatto negli
ultimi 20 anni. La pallavolo
non uno sport inferiore
ad altri, lo dicono i numeri.
Adesso sogno di realizzare

un centro come il Club Italia


anche al sud. Ho un debito con tante persone ed
per questo che, se sar riconfermato, il mio impegno
maggiore sar rivolto al
territorio e al sud in particolare. Lho imparato dal presidente del Coni Malag: lui
gira tanto ed io sono stato
al suo fianco. La medaglia
pi importante della mia
carriera? Sar la prossima,
e vorrei festeggiarla proprio
in Sicilia, terra che vanta
delle grandi potenzialit
che vanno sfruttate.
Tra i presenti allevento,
insieme ai massimi dirigenti dei comitati Fipav di

Palermo, Trapani, Siracusa


ed Enna, al presidente del
consorzio Sicilia al Vertice,
Nello Russo, e al delegato
provinciale del Coni, Aldo
Violato, cera anche il vicepresidente esecutivo della
Cev, Renato Arena: La Sicilia diventer la terra del
beach. Con Lotronto abbiamo in programma lorganizzazione di tappe importanti
su tutte le pi belle spiagge
dellisola.
Dal palco ha lanciato ufficialmente la sua candidatura alla presidenza della
Fipav Messina, limprenditore Alessandro Zurro, gi
consigliere provinciale e

regionale della federazione


pallavolo: Se riuscissi ad
ottenere lelezione porterei
avanti il lavoro fatto con Antonio Lotronto. Questa una
macchina che vuole andare
pi veloce e che vuole crescere. Uno dei miei obiettivi
sar quello di migliorare il
settore scuola e rivolgere
lattenzione alle strutture.
Appoggio senza ombra di
dubbio il progetto regionale
di Antonio e quello nazionale del presidente Magri.
Tra le premiazioni destinate
alle societ e agli atleti che
si sono maggiormente distinti nel 2016, anche il Premio Panathlon Fair Play al
Messina Volley, consegnato dal professore Ludovico
Macaudda, che ha inoltre
lasciato alla pallanuotista
messinese Silvia Bosurgi
lonere e lonore di leggere
al pubblico presente la Carta dei doveri dei genitori.
Quindi ricordo alla carriera
al "Gabbiano d'argento" Antonio Scilipoti ed infine Premio speciale al professore
Pippo Maio, maestro di molte generazioni di pallavolisti,
che con il suo entusiasmo e
le sue parole ha emozionato
tutta la platea, rimarcando
sopratutto il valore sociale
della pallavolo.

SiracusaCity 12

Sicilia 12 gennaio 2017, gioved

La sezione di Siracusa dellAssociazione nazionale


Carabinieri festeggia i 90 anni dalla fondazione
Tra le ultime importanti iniziative a cui la A.N.C. di Siracusa limpegno
profuso per consentire la riapertura del Teatro Comunale di Siracusa

partire da oggi giovedi 12, fino al 15, la


Sezione di Siracusa
dellAssociazione Nazionale Carabinieri di
Siracusa celebrer il
suo novantesimo anniversario dalla data di
fondazione. La Sezione
A.N.C. di Siracusa, che
oggi conta pi di 180
iscritti, la maggioranza
di questi Carabinieri
in congedo ma anche
un cospicuo numero
di simpatizzanti e volontari, venne istituita il
14 Gennaio 1926 come
risulta dagli atti depositati presso la segreteria
nazionale ANC Roma.
Dal 12 Dicembre 1969
la sezione intitolata
alleroe, Carabiniere Filippo Cosentino, nato il
17/9/1893 nel Comune
di Misterbianco (Catania), medaglia dargento al valore Militare alla
memoria sacrificando
eroicamente la propria
vita il 18 Agosto 1917
mentre combatteva per
la Patria nel corso di un
fatto di guerra durante
il primo grande con-

Spettacoli

flitto mondiale mentre


era impiegato nella
28^ Sezione Carabinieri appartenente alla
28Divisione. La motivazione con cui venne
insignito dellalta onorificenza recita:
Sviluppatosi un incendio in un deposito
di materiali e munizioni, per lo scoppio di
bombe nemiche, sot-

to il persistente tiro di
artiglieria avversaria,
sprezzante di ogni pericolo, si adoper validamente allo spegnimento delle fiamme,
lasciandovi la vita per
lo scoppio di una granata avversaria. Flondar, 18 Agosto 1917.
LA.N.C. di Siracusa,
oggi presieduta dal
Maresciallo cong. Va-

nella realizzazione di
esposizioni patrocinate
dalla Soprintendenza
dei beni Culturali e Ambientali e dal Comando
Provinciale dei Carabinieri tra le quali ricordiamo la mostra dal titolo
Le sentinelle dellArte
dove sono stati raccolti
reperti di valore storico
e archeologico ricuperati negli anni dalla
Sezione Tutela Patrimonio Culturale dei
Carabinieri di Siracusa.
Tra le ultime importanti
iniziative a cui la A.N.C.
di Siracusa ha dato un
contributo con grande impegno di molti
dei suoi iscritti, stata quella dellimpegno
profuso per consentire
la riapertura del Teatro
Comunale di Siracusa
chiuso da circa 60 anni,
ed oggi fruibile per la
cittadinanza grazie anche allo spirito laborioso con cui lA.N.C. si
adoperata per contrarre
i tempi di esecuzione
dei lavori.
Al via il programma delle celebrazioni per il 90

anniversario dalla data


di fondazione dellAssociazione nazionale
carabinieri sezione di
Siracusa.
Stamane alle ore 10
presso la sede della
ANC di via Juvara benedizione della sede
officiata da don Maurizio Pizzo.
Venerd 13 di pomeriggio alle ore 18 presso il Teatro Comunale
inaugurazione
della
mostra di cimeli storici
dellArma che rimarr aperta al pubblico
dal 13 al 18 c.m. con i
seguenti orari: 10/13
16/20.
Sabato 14 mattina alle
ore 09,30 presso Chiesa del Pantheon deposizione della corona
al Monumento ai Caduti di tutte le guerre.
Alle ore 11,30. Santa
Messa Presso la Cattedrale Piazza Duomo;
infine sabato sera alle
ore 19 concerto della
Fanfara del 12 BTG
Carabinieri di Palermo
presso il Teatro Comunale di Siracusa.

Sicilia 12 gennaio 2017, gioved

Film su Rai 3 L'ottava nota; Red su Rete 4

Che Dio ci aiuti fiction su Rai 1, Milan Vs Torino su Rai 2


Elisa on su Italia 1, Che bella giornata film su Canale 5
Terzo episodio della fiction "Che Dio
ci aiuti" su Rai 1 alle
21.15. L'amata fiction con protagonista Elena Sofia Ricci nei panni di Suor
Angela torna per la
quarta stagione. Conosceremo Monica
(Diana Del Bufalo),
che si ritrova con
un marito scomparso e un bambino
di cui occuparsi, e
Valentina (Arianna
Montefiore),
una
ragazza resa troppo
dura dalla vita. In
mezzo come sempre, le protagoniste
Suor Angela (Elena
Sofia Ricci) e Suor
Costanza (Valeria
Fabrizi). Ci saranno
inoltre il Dr. Taddei
(Cristian Caccamo)
e Nico Santopaolo

lentino De Ieso, come


le altre 8 Sezioni presenti in provincia, promuove in citt i valori
per i quali la stessa
stata fondata e cio
quelli di cementare i
vincoli di cameratismo
e di solidariet fra i militari in congedo e quelli
in servizio dell'Arma, il
culto delle gloriose tradizioni dell'Arma e la
memoria dei suoi eroici
caduti; realizzare, nei
limiti delle possibilit,
l'assistenza
morale,
culturale, creativa, ricreativa ed economica
a favore degli iscritti e
delle loro famiglie.
Ai tradizionali scopi associativi si sono oggi
aggiunti quelli dell'impegno sociale nelle varie forme di volontariato
e le iniziative nel campo
culturale, ricreativo e
sportivo (convegni, raduni, tornei, ecc.).
Proprio in questo senso
va sottolineato come la
Sezione di Siracusa sia
stata impegnata nellultimo anno nel dare un
apporto di spessore

(Gianmarco Saurino), avvocato dongiovanni che si occupera' del caso di


Monica.
Calcio su Rai 2 alle
21.10 con la partita
di Coppa Italia "Milan Vs Torino"
Film drammaticosu Rai 3 alle 21.10
con "L'ottava nota
- Boychoir" Stet ha
undici anni e vive
una vita tribolata in
Texas, figlio di una
ragazza madre che
lo trascura. Improvvisamente la madre di Stet muore e
suo padre, un uomo
che non ha mai conosciuto e che ha
un'altra famiglia, lo
iscrive in un esclusivo collegio che
ospita un celebre
coro di voci bian-

che. Stet ha un dono


naturale per il canto, ma mal sopporta
la disciplina ferrea
imposta
nell'istituto. L'insegnante
di canto, Maestro
Carvelle, intuisce il
potenziale di Stet e
lo spinge a superare l'aggressivit per
liberare il proprio
talento.
Su Rete 4 alle
21.10 il film "Red"
Frank Moses, ex
agente segreto della
CIA, vive una vita
tranquilla e appartata con la compagna
Sarah. Poi, l'arrivo
di un commando
armato deciso a ucciderlo, lo costringe
a riunire la sua vecchia squadra nel disperato tentativo di
sopravvivere.

Cinema a Siracusa Indirizzi utili a Siracusa


AURORA - Belvedere
(0931-711127) ore 18:30 20:30
LION
PLANET VASQUEZ (0931/414694)
ore 16:00 18:00
COLLATERAL BEAUTY
ore 18:00 20:00 21:00
SING
ODEON - Avola
(0957833939) ore 19:30 21:30
IL GRANDE GIGANTE GENTILE'
Commedia su Canale 5 alle 21.10 va
in onda la miniserie
"Che bella giornata"
Checco, security di
una discoteca della
Brianza, sogna di
fare il carabiniere
ma viene respinto
al colloquio. Grazie alla raccomandazione di uno zio
presso il vescovo di
Milano, si ritrova a
lavorare come addetto alla sicurezza del Duomo. Qui

TAXI: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino


T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980
PRONTO INTERVENTO:
Soccorso pubblico di emergenza 113;
Carabinieri (pronto intervento) 112;
Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;
Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;
Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;
Municipio 451111; Prefettura 729111;
Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;
Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;
Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;
Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;
Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids
(telefono verde) 167861061;
Ente Comunale assistenza 60258

conosce Farah, una


ragazza araba che si
finge studentessa di
architettura per avvicinare la Madonnina, ai piedi della
quale medita in realta' di depositare una
bomba per vendicare l'uccisione della
sua famiglia.
Musica su Italia 1
alle 21.10 "Elisa on"
Elisa ripropone i
successi del suo passato e i brani estratti
dal suo ultimo disco

di inediti.
Attualit su La7
alle ore 21,10 con
"PiazzaPulita" Corrado Formigli conduce l'approfondimento di attualita' di
La7.
Il dibattito, stimolato da numerosi ospiti
e da collegamenti in
esterna, vertira' sui
principali temi della
politica, dell'economia e della societa'.
Conduce: Corrado
Formigli