Sei sulla pagina 1di 8

ALESSANO

PATRIMONIO CULTURALE TERRITORIALE


Si richiede di verificare la bont delle informazioni e di suggerire eventuali beni
territoriali che fossero sfuggiti al censimento.

Allindirizzo
http://siticloud-sudsalento.blogspot.it/ possibile consultare il
censimento del patrimonio culturale territoriale anche dal punto di vista della
esatta posizione dei PUNTI DINTERESSE sul territorio e la loro documentazione
fotografica. LAmministrazione potr consegnare ad Area Vasta Sud Salento altra
documentazione fotografica, vecchie foto, rilievi, ecc.

I punti rilevati nel territorio comunale di Alessano sono i seguenti:

name
Montesardo [Alessano]

text
Montesardo, piccolo centro abitato nel comune di Alessano,
ha origini antichissime. Era gi fortificata in epoca
messapica, mentre in epoca medievale era denominata
'Mons arduus' a causa della sua collocazione orografica.
Proprio nell'epoca medievale furono volute le nuove mura
con quattro porte di accesso, distrutte nel 1867.

Novaglie [Alessano]

Novaglie una localit balneare appartenente ai comuni di


Via Mediterraneo
Corsano, Alessano e Gagliano del Capo. Esisteva un tempo la
torre omonima, del quale purtroppo rimane qualche rudere,
mentre l'area circostante, in particolare a sud e nel territorio
di Gagliano del Capo, arricchita dalla presenza di grotte.
Il complesso rupestre di Macurano un villaggio medievale Strada provinciale 210
abitato dai monaci bizantini e abbandonato nel corso del XVI
secolo. uno dei siti urbani abbandonati pi consistenti
della Regione Salentina e dove si pu percepire limpianto
urbanistico, presentando 31 cavit abitate dall'uomo, frantoi
ipogei e diversi sistemi di regimentazione delle acque.

Villaggio rupestre
Macurano [Alessano]

street

Castello di Montesardo
[Alessano]

Il Castello di Montesardo collocato nella parte pi elevata


del centro antico del paese. La fortezza, di cui oggi
sopravvivono i resti del nucleo principale, fu costruita
intorno alla met del XVI secolo. Sub profonde
trasformazioni nel corso dei secoli successivi che
cambiarono, in misura considerevole, l'impianto originario.

Rivellino [Alessano]

Il Rivellino, l'antica struttura difensiva militare risalente al


Piazza Castello/via
XVII secolo, stata adibita ad abitazione privata perdendo
Mazzoni
notevoli tracce della sua antica funzione.
Palazzo Ducale un edificio fortificato realizzato alla fine del Piazza castello
Quattrocento, sotto il governo del feudatario Raimondo Del
Balzo, di cui resta memoria nella stella a sedici punte
simbolo della casata. La Principessa Isabella port in dote al
marito, il Duca Ferdinando Gonzaga, il feudo di Alessano nel
1500 e, successivamente, nel XVI secolo, i Gonzaga
trasformarono il complesso nella propria residenza signorile,
costituendo per alcuni decenni una rinomata scuola di arti e
filosofia. In seguito la propriet del palazzo pass a
Giuseppe Ajerbo d'Aragona che fu anche lultimo feudatario
di Alessano. Il palazzo, che ha subito numerosi interventi,
di propriet della famiglia Sangiovanni, dalla quale prende
l'attuale denominazione.

Palazzo Ducale
Sangiovanni (ex castello)
[Alessano]

Porta d'ingresso della


citt [Alessano]

Palazzo Legari [Alessano]

Palazzo Sangiovanni
[Alessano]

Palazzo Serafini-Sauli
[Alessano]

Masseria Macurano
[Alessano]

Piazza Castello

Le antiche mura medievali che cingevano l'abitato di


Via Muraglie
Montesardo furono distrutte nel 1867, ma si preservata
una sola porta d'ingresso, quella pi vicina al castello. Da
questo punto si ha una bella vista panoramica.
Palazzo Legari fu costruito nel 1536 in stile rinascimentale
Via Alessio Comneno
dal commerciante Donato Legari, originario di Tricase, cos
come ci ricorda l'iscrizione che corre lungo la facciata e che
divide l'edificio in due piani. Dal 1986 l'edificio di propriet
del Comune, oggi sede della biblioteca pubblica comunale.
Palazzo Sangiovanni si trova all'interno del nucleo antico del Piazza Castello
paese, in posizione frontale al palazzo ducale. Fu edificato
sul finire del XV secolo durante la signoria dei Del Balzo,
inglobando l'antichissima chiesa di S. Paolo. L'edificio mostra
sulla facciata a due piani un motivo particolare di bugnato a
punta di diamante.
Palazzo Serafini-Sauli consta di due piani ed stato
ricostruito nel XIX secolo. In alto, al centro, lo stemma della
casata che pare essere simile a quello posto sul balcone del
piccolo palazzo antistante del '600.
La Masseria Macurano una tipica e singolare costruzione
rurale, simbolo della civilt contadina del XVIII secolo.
L'imponente fabricato a due piani e turrito, adatto
all'avvistamento, corredato da rustici, forno a legna,
giardino chiuso mediterraneo, stalla e ovili.

Via Chiesa

Via Macurano, 134

Chiesa di S. Salvatore
[Alessano]

La Chiesa Matrice o Collegiata, dedicata a S. Salvatore,


progettata dall'alessanese Felice Palma, una costruzione
settecentesca edificata sui ruderi di una struttura pi antica
di stile romanico. La facciata risulta incompleta, in stile
neoclassico, mentre l'interno scandito in tre navate e con
numerosi altari del XVIII-XIX secolo. L'opera di maggior
rilievo e importanza Tobiolo e lAngelo, tela di Paolo
Finoglio, uno dei pi noti esponenti della scuola
caravaggesca. Nella navata centrale, il Pergamo intagliato in
legno da Giuseppe de Cupertinis da Nard.

Piazza don Tonino Bello

Cappella S. Stefano
[Alessano]

La Cappella di S. Stefano viene annoverata in alcune visite


pastorali tra fine '500 e inizi '600 e fu costruita sul terreno
del feudatario De Franchis, in localit Macurano. All'interno,
oltre a due iscrizioni sui lati, un dipinto del santo
protomartire.

Strada provinciale 210


per Novaglie

Chiesa dell'Assunta
[Alessano]

La Chiesa Assunta ha origini seicentesche, ma ha subito un


Via Alessio Comneno
rimaneggiamento nel 1820, quando divenne sede della
confraternita della Madonna Assunta. All'interno una
interessante tela di S. Carlo Borromeo.
La chiesa sorge ai piedi del bosco di Boceto, lungo la
Strada comunale Boceto
provinciale per Specchia. Risale al 1651 e si presenta con una
facciata semplicissima che non fa per nulla presagire il
gioiello interno, ovvero l'altare scolpito in pietra leccese
dello scultore alessanese Placido Buffelli.

Chiesa del Crocefisso di


Boceto [Alessano]

Chiesa dell'Immacolata
[Alessano]
Chiesa Madonna del
Riposo [Alessano]

Chiesa della
Presentazione di Maria al
Tempio [Alessano]

Chiesa di S. Antonio
[Alessano]

La Chiesa dell'Immacolata risale al 1870 ed adiacente al


Calvario, costruito poco dopo.
L'edificio fu ricostruito nel 1882 sui resti di un edificio
cinquecentesco, come dimostra il fregio posto all'esterno sul
muro sud. La tradizione vuole che la chiesa sia stata costruita
dopo l'apparizione mariana a un pellegrino. Alla chiesa si
accede tramite due rampe di scale, separate dalla presenza
di un piccolo Calvario con affrescata una deposizione.
All'interno una tela del Riposo durante la fuga in Egitto.
La Chiesa Presentazione di Maria al Tempio fu riedificata nel
1727 per volere del barone Gennaro Fulvio Caracciolo.
Presenta un elegante prospetto a doppio spiovente
suddiviso su due livelli separati da una cornice architravata,
mentre l'interno a navata unica con transetto e alcuni
altari barocchi sormontati da tele, tra cui quella della
Madonna di Costantinopoli, S. Oronzo e Madonna del
Rosario.
Secondo la tradizione la Chiesa di S. Antonio da Padova fu
costruita da S. Francesco 'propriis manibus'. La costruzione
della chiesetta con annesso convento dei Francescani
Conventuali avvenne nel XVII secolo. La facciata a doppio
spiovente e ricostruita in tempi recenti; l'interno a navata
unica, conserva sul transetto a sinistra l'altare di S. Antonio
da Padova, opera di Ambrogio Martinelli della met del XVII
secolo.

Strada statale 275


Via Madonna del Riposo

Piazza Chiesa

Corte Vittorio Emanuele

Chiesa di S. Francesco
[Alessano]

La Chiesa di S. Francesco e il suo convento dei frati


Cappuccini fu edificato nel 1628 e furono entrambi i beni
abbandonati con la soppressione sabauda dei monasteri
(1867). La chiesetta fu recuperata nel 1929. La chiesetta del
convento custodisce un altare in legno intarsiato ed
intagliato, eseguito nel '700 a opera di maestranze locali,
impreziosito dalla presenza di alcune tele di Aniello Letizia.
Al centro di questa monumentale pala si trova una tela, 'Il
perdono di Assisi', del XVII secolo e attribuita a Frate Angelo
da Copertino.

Via dei Cappuccini

Chiesa di S. Giuseppe
[Alessano]

Quella di S. Giuseppe una chiesetta che sorge su Via


Alessio Comneno e risale al XVII secolo. L'ingresso posto
sul perimetro laterale e all'interno custodita la tela della
Nativit sull'unico altare insieme a un quadro di S. Lucia.
L'ex chiesa di S. Barbara era gi esistente nel XIV secolo
quando faceva parte del convento benedettino femminile.
Oggi rimane in piedi solo la chiesa abbaziale, dalla facciata a
capanna con doppia falda e un rosone al centro e affreschi
trecenteschi all'interno, tra cui una S. Barbara campita due
volte, un Cristo Pantocratore, Madonna con Bambino e S.
Bernardino da Siena.

Via Alessio Comneno

ex Chiesa S. Barbara
[Alessano]

Punto panoramico Via


Muraglie [Alessano]
CEA Serafini-Sauli
[Alessano]

Via S. Barbara

Dalla porta urbica si ha una panoramica dei comuni


Via Muraglie
contermini come Corsano, Tiggiano, Tricase e Specchia.
Il centro di educazione ambientale Cea Serafini-Sauli sito in Strada vicinale S Angelo
localit Massarone in una costruzione rurale intitolata alla
baronessa Gaetana Serafini Sauli, ex proprietaria.