Sei sulla pagina 1di 3

I RUS e IL PRINCIPATO DI KIEV

700-800
I Vichingi si spostano dalla Scandinavia lungo le due vie commeerciali che collegano
Mar Baltico con gli imperi arabo e bizantino.
Tendono a stanziarsi nei pressi dei mercati alla ricerca di miele e pellicce.
MET 800
Iniziano a imporsi alle popolazioni locali, assumendo cos il controllo di Kiev, centro
commerciale dove gi erano numerosi. Formano il PRINCIPATO DI KIEV.
Vengono stretti con Bisanzio rapporti commerciali.
Il principe VLADIMIR, per stringere intorno a se tutte le triv slave, promuove la
conversione al cristianesimo. La chiesa russa posta sotto l'autorit del metropolita
di Kiev, eletto dal patriarco di Costantinopoli.
MET 1000
Il principato di Kiev comincia a decadere a causa di continui attacchi alle sue
frontiere da parte di trib turche e per il declinio delle vie commerciali russe in
seguito alla ripresa dei traffici mediterranei.

I MONGOLI E GENGIS KAHN


La storia dei Mongoli, popolazioni seminomadi provenientei dall'attuale Mongolia,
strettamente legata alla figura di Gengis Kahn, guerriero che per primo organizzo le
suddette popolazioni guidandole verso la conquista di un vastissimo territorio.
Straordinaria la sua capacit di trasformare trib in continuo contrasto tra loro in
un'unica nazione riunita intorno a un solo sovrano e a una sola legge, la yasaq:
1.non rubare; 2.non commettere adulterio; 3.non dire false testimonianze; 4. rispetta i
vecchi, i saggi, i poveri e le altre religioni e culture.
Inglob nel suo dominio tutte le trib mongole, a sud si spinge fino al confine cinese,
a est fino al Pacifico. Intorno al 1220 i suoi sforzi si concentrano sull'occidente,
toccando anche la Mesopotamia e la Russia meridionale. Ritorna poi verso la Cina
per completarne la conquista ma muore prima.
Atteggiamento nei confronti delle popolazioni sottomesse: chi si sottomette
spontanemamente non subisce danni; le popolazioni che si opposero vennero
decimate.
Il controllo dei derritori venne presto affidato a funzionari mongoli, furono ricostruite

citt e fondata una capitale a Karakorum/ Kahn si dota di una guardia del corpo
formata da 10.000 uomini.

DOPO LA MORTE DI KAHN


Lo slancio espansivo non si spense: viene completata la conquista di Cina, Korea e
Persia. Vengono travolti i russi e distrutta Kiev. Arrivano in Polonia e minacciano
l'Austria, il papa Gregorio IX lancia la crociata ma i mongoli all'improvviso
cominciano a ripiegare.
Il declinio: le rivalit tra familiari e discendenti di Gengis Kahn e tendenze
separatistiche portano alle prime sconfitte e al declinio dell'impero. Si formarono cos
4 grandi imperi, i pi importanti dei quali furono quello del Gran Kahn e l'Orda
d'Oro.

IL GRAN KAHN KUBILAI / MARCO POLO E LA VIA DELLA SETA


Si tratta del maggiore degli imperi mongoli e comprendeva le attuali Mongolia e Cina.
Raggiunse la sua massima potenza al tempo di Kubilai, il quale trasfer la capitale da
Karakorum a Pechino.
In Cina i rozzi costumi dei mongoli si venivano modificando grazie anche alla
conversione al Buddhismo (che non permise, infatti, il successo dei viaggi di
evangelizzazione organzzati dal papa e dal re di Francia).
Spinti dalla curiosit di conoscere i luoghi di produzione della seta e delle spezie, i
mercanti italiani furono i primi a recarsi alla corte del Gran kahn, grazie anche alla
pax mongolica, vale a dire la sicurezza resa possibile dal pieno controllo che
avevano i mongoli dell'intera area per permettere una sicura circolazione di merci e
scambi culturali.
Tra questi primi viaggiatori si pone MARCO POLO, che vi si ferm per 17 anni,
guadagnandosi la fiducia e l'amicizia di Kubilai, raccogliendo un importante
quantitativo di informazioni che confluirono in un libro chiamato "Il Milione".

L'ORDA d'ORO / MOSCA tra i principati russi


Impero che comprendeva un vasto territorio euroasiatico a cavallo degli Urali: si

distacc dal mondo mongolo per integrarsi gi nel XIII in quello islamicomediterraneo, come dimostra la conversione all'islam di gran parte della popolazione
e gli stretti rapporti con Asia minore e Egitto.
Questo non permise un processo analogo con le popolazioni cristiane e quindi con i
Russi.
1.300 Mosca: ci fu una forte ascesa di Mosca, grazie alla sua posizione al centro di
una rete fluviale lungo la quale si svolgeva un intenso traffico.
A fine secolo i tempi sembrarono maturi per iniziare la riscossa contro i Mongoli
(Tartari) che furono furono sconfitti in battaglia, ma che in poco tempo furono capaci
di saccheggiare Mosca costringendo tutti i principi russi a riconoscere la sovranit
del Kahn.