Sei sulla pagina 1di 80

Maria Antonietta Russo

il volto nuovo
della politica viterbese
Terme dei Papi, privilegio naturale.
di Federica Chiarioni
federica.chiarioni@libero.it

IL TERMALISMO
I salutari effetti delle acque delle Terme dei
Papi
La dottoressa Maria Teresa morbose sono in notevole
Caresta Capotosti, responsa- aumento. E' ben nota, purtrop-
bile del servizio di Diagnostica e po, la stretta interconnessione
Terapia Pediatrica, illustra i vali- tra inquinamento atmosferico e
di risultati che si ottengono in salute respiratoria.
alcune patologie pediatriche Le malattie croniche delle vie
con l'utilizzo delle acque delle aeree inferiori, con il ripetersi di
Terme dei Papi. episodi flogistici, sono tra le
cause più invalidanti dell'adulto.
Che tipo di patologie trova- Respirare è vivere.
no nelle cure inalatorie la
loro indicazione terapeuti- Gli addetti ai lavori che cosa
ca? propongono per ostacolare
Oggi, come in passato, le cure questa realtà?
inalatorie con l'acqua solfureo La società italiana di patologia
solfato bicarbonato alcalino ter- respiratoria, in occasione del-
rosa, sono utilizzate nei tratta- l'ultimo congresso nazionale, ha
menti di prevenzione delle flo- comunicato previsioni poco otti-
gosi delle prime vie aeree e del- mistiche relative ai danni che si
l'orecchio. istaurano con gli anni nell'adul-
Le straordinarie qualità curative to, in seguito al ripetersi di flo-
delle acque delle Terme dei Papi gosi respiratorie; anche i pedia-
erano del resto note e sono tri cultori di tale materia, infor-
state descritte fin dall'antichità, mano che è opportuno iniziare
da scrittori quali Tito Livio e la prevenzione fin dall'infanzia.
Marziale e in epoca meno anti- Il 2009 sarà l'anno del respiro.
ca da Dante. Le Terme dei Papi consapevoli
dell'importanza della creno
Oggi quale è l'incidenza di terapia solfurea nelle patologie
tali patologie? delle alte e basse vie respirato-
Attualmente per una aumenta- rie e della cute hanno ritenuto
to grado di inquinamento atmo- utile istituire un Servizio
sferico dovuto alla miriade di Specialistico di Diagnosi e
inquinanti immessi nell'ambien- Terapia Pediatrica, al fine di
te, per i gas di scarico, per il garantire un uso ottimale e per-
fumo di tabacco in ambienti sonalizzato dei vari mezzi di
chiusi e a causa dei cambia- cura e per illustrare l'utilità di
menti climatici queste forme tali trattamenti naturali.

5
Ci parli della benefica azione l'acqua sulfurea.
delle cure inalatorie in alcu-
ni stati morbosi dell'infanzia Ci faccia alcuni esempi.
e dell'età scolare. Nel caso di bambini affetti da
Numerose sono le patologie eczemi atopici o di adolescenti
infantili che si giovano delle con seborrea o acne, particolar-
proprietà terapeutiche dell'ac- mente indicati possono essere
qua delle Terme Dei Papi: dalla dei cicli di balneoterapia.
ipertrofia tonsillare alle bronchi- Da non dimenticare il beneficio
ti recidivanti, alle otiti. Le delle docce filiformi sui postumi
mamme nel timore degli effetti cicatriziali (cheloidi) delle ustio-
nocivi dei farmaci assunti per ni, e il miglioramento dell'udi-
lunghi periodi, cercano di risco- to, compromesso da otite


prire per i loro figli rimedi natu- catarrale, grazie ad una oppor-
rali. tuna terapia.
Le cure termali non possono Le forme ipersecretive trovano
che essere integrative di quelle inoltre beneficio nell'humage, ... Le cure termali non
farmacologiche, ma in questa che usa solo il gas solfureo.
funzione spesso sono insostitui- Per le patologie del bambino possono che essere inte-
bili. sopra indicate le Terme dei Papi grative di quelle farma-

Non va sottovalutata, inoltre, sono convenzionate con il cologiche, ma in questa
l'importanza delle cure termali Servizio Sanitario Nazionale e
in alcune patologie della pelle, classificate Prima Categoria funzione spesso sono
grazie all'azione di rinnovo degli Super. insostituibili. ...
epiteli di superficie, propria del-

6
Strada Bagni, 12 Viterbo
T. +39 0761.350.1
fax +39 0761.352.451
info@termedeipapi.it
www.termedeipapi.it

7
in copertina
Maria Antonietta Russo

VITERBOMAGAZINE
editore INTERMEDIA SOLUTIONS SNC
novembre 2008
Registrazione tribunale di Orvieto n. 1/2008
n. iscrizione ROC 17266
redazione 0763-344247
La storia di Alphonse,
DIRETTORE RESPONSABILE
Claudio Lattanzi fuggito dall'Africa e approdato
a San Martino
14
c.lattanzi@intermediasnc.com
DIRETTORE MARKETING
Isabella Gambini

Passione e competenza,
i.gambini@intermediasnc.com

ART DIRECTOR
Marco Cannavò
l'identikit di Maria Antonietta Russo
m.cannavo@intermediasnc.com
GRAFICA e IMPAGINAZIONE
Anthesya di Monica Riccio
22
info@anthesya.com
E' Luigi Bernardi
per la PUBBLICITA’ il padre del noir italiano
30
349.3613904 info@viterbomagazine.com

Hanno collaborato a questo numero


Luigi Poleggi, Roberto Pomi,
Federica Marchetti, Paola Fanali, Basket femminile,
Maria Tarantello, Patrizia Previte
la Virtus verso il dissesto
foto Giancarlo De Zanet
36
Intervista a Monica Guerritore

40
I baroni sono anche
all'università della Tuscia
INTERMEDIA SOLUTIONS SNC
Via Arno, 86 - ORVIETO (TR)
46
“Lo Strillone”. Il giornale della
p.iva 01394740557

Associazione Genitori di Viterbo


70

8
SOMMARIO
PEGASO
UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI

BIMBO DI UN ANNO MUORE coltivazione di canapa indiana. ne, compresi i componenti del
DOPO AVER BEVUTO IL L'esame autoptico sula salma del consiglio d'amministrazione della
METADONE. IN MANETTE I bambino ha certificato che il Cev, era stata avviata in seguito
GENITORI decesso è stato causato da un all'accertamento dei debiti fuori
arresto cardiocircolatorio dovuto controllo del Comune di Viterbo.
Un bambino di un anno ha perso all'assunzione di sostanze tossi- Nel corso dell'estate, l'ex sindaco
la vita a Sutri dopo aver ingerito che. Pochi giorni più tardi, giudi- era stato ascoltato una prima
una sostanza tossica, probabil- ce ha rimesso in libertà entrambi volta dai magistrati, ma si era
mente metadone. La tragedia si i genitori per i quali il pubblico avvalso della facoltà di non
è consumata lo scorso 28 otto- ministero aveva invece chiesto di rispondere dal momento che non
bre. Il piccolo si è sentito male mantenere l'obbligo degli arresti era stato in grado di prendere
dopo aver ingerito una sostanza domiciliari. Tra circa un mese visione della documentazione in
nell'abitazione dei genitori, saranno disponibili anche i risul- possesso della procura. Al termi-
entrambi tossicodipendenti. I tati degli esami tossicologici ne del lungo confronto, questo è
carabinieri che hanno arrestato i effettuati sull'organismo del stato il commento dell'ex sindaco
genitori, hanno rinvenuto all'in- bambino per meglio comprende- ed attualmente presidente del
terno dell'abitazione alcune dosi re la natura della sostanza che consiglio comunale: "Sono sod-
di hashish e siringhe usate oltre ha ingerito e definire anche la disfatto dell'incontro e convinto
ad una piccola serra per la colti- posizione dei genitori davanti di aver dimostrato quello che ho
vazione di canapa indiana. alla legge. sempre detto. A differenza del-
Secondo la prima ricostruzione l'altra volta, quando mi sono
dei fatti, il bambino potrebbe avvalso della facoltà di non
averbevuto del metadone da una rispondere perché volevo prima
delle bottiglie sparse per terra. conoscere al meglio tutta la
"Più tardi lo squillo di un cellula- documentazione, stavolta ho
re ci ha svegliati", ha detto la parlato senza alcun problema, a
mamma in lacrime. "Sono anda- dimostrazione che non ho biso-
ta a guardare in culla e l'ho tro- gno di nessuna strategia difensi-
vato con le manine e i piedini va". Nel corso del pomerigio era
freddissimi. Lo abbiamo avvolto stato ascoltato, come persona
in un accappatoio e l'abbiamo informata sui fatti, l'ex assessore
subito portato in ospedale". Il Antonio Fracassini.
padre che ha 35 anni, è in cura
al Sert di Ronciglione e ha prece-
denti specifici legati allo spaccio.
Il metadone gli era stato pre- CAPPUCCINO CORRETTO AL
scritto per tentare una terapia SONNIFERO
disintossicante. Anche la sua L'EXSINDACO
compagna, che ha 25 anni, è GABBIANELLI INTERROGA - Mettevano sonnifero dentro al
nota alle forze dell'ordine. TO PER L'INCHIESTA CEV cappuccino per poter meglio
Nell'appartamento c'erano diver- derubare l'ignaro cliente del bar.
si flaconi di metadone incustodi- L'ex sindaco Giancarlo E' accaduto a Borghetto, frazione
ti, alcuni pieni altri vuoti; undici Gabbianelli è stato sentito, il di Civita Castellana. Protagonisti
piantine di marijuana; semi di dieci novembre, in procura dai una coppia di coniugi che era riu-
cannabis e una vera e propria magistrati Franco Pacifici e Paola scita a "drogare" l'uomo a cui
serra artigianale destinata alla Conti che conducono l'indagine avevano in seguito sottratto oltre
sui gravi dissesti economici della duemila euro oltre a un telefoni-
società Cev, partecipata dal no. L'uomo che, per i postumi
Comune. Al confronto con i due dell'intossicazione era stato
magistrati inquirenti che si è pro- costretto ad un giorno di ricove-
tratto per tre ore, Gabbianelli ha ro in ospedale, aveva successi-
partecipato con l'assistenza del vamente presentato denuncia
suo legale, l'avvocato romano contro i due, presentando ai
Massimo Rao Camemi. carabinieri il referto medico che
L'indagine che ha portato attestava la somministrazione
all'iscrizione sul registro degli del sonnifero. Marito e moglie,
indagati di oltre quindici perso- identificati e denunciati, sono

10
UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI

stati condannati dal tribunale di


Viterbo a tre anni di reclusione e
ad una multa dei 600 euro.

AVVICENDAMENTI NELLA
DIOCESI VITERBESE

Il vescovo Lorenzo Chiarinelli con


l'inizio delle attività pastorali ha
provveduto ai normali avvicen-
damenti nella cura di alcune par-
rocchie. Il vescovo ha posto
mano a diverse situazioni, dispo-
nendo trasferimenti e sostituzio-
ni. Anche nella diocesi viterbese
la crisi delle vocazioni si fa da
tempo sentire, ma Chiarinelli ha Laurent Habimene è invece il PEDOPORNOGRAFIA,
fortunatamente a disposizione nuovo parroco di Celleno. A CARTE CLONATE E DROGA.
numerosi sacerdoti Farnese va Claudio Dionizio SETTE RAGAZZI DAVANTI
stranieri.Nella parrocchia di Rocha Santos al posto di AL GIUDICE
Sipicciano è stato nominato par- Gualberto Pirri trasferito a
roco don Giampaolo Manca. Don Vitorchiano in sostegno di con Sarebbe ruotato soprattutto
Cirille Miyonzina da Vitorchiano Alberto Canuzzi. Villanova avrà il intorno al lago di Bolsena il giro
sarà il vice parroco a Civitella nuovo vice parroco Emanuele di ragazzi denunciati per essersi
d'Agliano. .Mauro Guglielmo è il Germani. scambiati ripetutamente mate-
nuovo vice parroco al Murialdo. riale fotografico a contenuto
Sergio Tardani si trasferisce dalla VETRALLA SERVIZI, LA pedopornografico tramite chat.
parrocchia di santa Barbara per SITUAZIONE È SEMPRE PIÙ Stando alle accuse degli inqui-
in quella di san Giuseppe a CRITICA renti, i ragazzi, residenti a
Monterazzano. Santa Barbara Capodimonente, Bolsena e
sarà affidata alle cure pastorali a Traballa la società Vetralla Montefiascone, nel corso delle
Sergio Pierdomenico che è il Servizi srl ed in ballo c'è il man- loro conversazioni tramite inter-
nuovo parroco e vicari parroc- tenimento di ventiquattro posti net avrebbero fatto ripetutamen-
chiali Giovanni Bordignon e di lavoro. I dipendenti hanno te riferimento anche a sostanze
Alessandro Agostini. Don inviato una lettera al sindaco di stupefacenti da scambiarsi tra di
Viterbo Giulio Marini con la quale loro mentre uno del gruppo si
lanciano un appello alle istituzio- sarebbero dedicato anche all'at-
ni: "Così non possiamo più vive- tivazione di clonazione di carte di
re questo è un ultimo drammati- credito. L'indagine che aveva
co appello, domani sarà troppo portato al sequestro di alcuni
tardi. La supplichiamo non c'è computer portatili in uso ai sette
più tempo, siamo disperati, cosi ragazzi, alcuni dei quali all'epoca
non riusciamo più a vivere.Le dei fatti erano minorenni, li ha
scriviamo queste poche parole portati davanti al giudice la cui
per ribadirle che non c'è più competenza a giudicarli è stata
tempo, intervenga subito, siamo contestata dagli avvocati difen-
nella totale disperazione". sori di alcuni la cui posizione,
secondo i legali, dovrebbe essere
La società è infatti partecipata invece valutata dal tribunale dei
dal Comune e i dipendenti riten- minorenni.
gono che l'amministrazione
comunale possa giocare un ruolo
importante per salvare la
Vetralla Servizi e garantire il
mantenimento dei posti di lavo-
ro.

11
UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI UN MESE IN DUE MINUTI

MEDICO, IN PREDA AD UN
RAPTUS, SPARA DALLA
FINESTRA E FERISCE UN
VICINO

Si è affacciato dalla finestra


imbracciando il fucile ed ha aper-
to il fuoco sulla prima persona
che passava. E' accaduto il 12
novembre intorno alle diciasset-
te. Preda di un raptus di follia è
stato il medico cinquantaduenne
Ferdinando Ferrazzani che ha
esploso sei colpi dal balcone di
casa sua in via Baracca con un
fucile di piccolo calibro. I proiet-
tili hanno raggiunto il vicino
Mario Dragoni, un elettrauto ses-
santacinquenne in pensione che
è stato raggiunto al torace ad
una gamba e alla tempia. Se l'è
cavata solo grazie alla notevole
da due pallini. Il medico è stato cusa di tentato omicidio. Sembra
distanza. La moglie di Dragoni
invece bloccato ed interrogato che l'uomo che non ha mai eser-
che era accanto a lui ha chiama-
dagli agenti della polizia a cui è citato la professione medica,
to immediatamente i soccorsi. Il
apparso smarrito e in forte stato fosse da tempo preda di disturbi
pensionato è stato trasportato
confusionale. Al momento è psichici. All'interno dell'apparta-
all'ospedale di Belcolle dove si è
stato ristretto nel reparto psi- mento la polizia ha rinvenuto
appurato che era stato raggiunto
chiatrico dell'ospedale con l'ac- anche altre armi.

12
LIGHT

13
Dalla repressione
del Togo
alla libertà viterbese
14
Arrivi e Partenze
La storia di Alphonse, di Roberto Pomi
pomirob@libero.it
fuggito dall' Africa e e
approdato a San Daniele Vita

Martino dove lavora


per l'associazione di
promozione sociale

“S
Juppiter. "Sono stato fortunato". Lo ripete è il "capo" di Juppiter, in una
più volte Alphonse Akue chiesa di Ronciglione.
Adotevi. Nei suoi occhi neri c'è il Matrimonio misto, con rito catto-
Togo, Barbara e i castagneti che lico e cristiano metodista. Una
circondano 'La Casa di San storia fantastica di integrazione e
Martino'. La sua vita è una mon- di scambio tra popoli.
tagna russa di sentimenti, sogni, Alphonse è entusiasta di questa
emozioni. Un passato alla ricerca nostra nuova rubrica 'Arrivi e
della libertà, come il presente del Partenze': "E' importante far
resto. L'ha sempre portata con capire alla gente che la convi-
sé, anche quando è andato in venza tra popoli è qualcosa di
Ghana e poi in Italia. Oggi per lui naturale. Che non dobbiamo
inseguire la libertà si traduce in avere paura gli uni degli altri e
una parola: Juppiter. "E' la mia superare insieme le difficoltà".
vocazione. Lottavo in Togo per la
libertà, per la libertà degli altri. Perché e quando hai deciso di
Ora guardo quello che fa Juppiter venire in Italia?
Alphonse
e mi accorgo che è la stessa Perché la vita è difficile in Togo.
cosa. Stiamo vicino ai ragazzi, ai In Togo c'è stato lo stesso presi-
ragazzi disabili, li tiriamo via dal dente dal 1967 al 2005. Adesso
bullismo, mettiamo a loro dispo- che è morto l'ha sostituito suo
sizione spazi per crescere. E' figlio. E' una situazione comples-
quello che cercavo per il mio sa perché c'è una democrazia
paese. Juppiter è uno strumento molto autoritaria e con poca
di libertà" ci spiega. La sua voce libertà d'espressione. La mag-
è ferma, addolcita dal francese. gior parte dei ragazzi aderisce al
Ci accoglie proprio in una stanza partito d'opposizione, ma fatica
della 'Casa di San Martino'. "Qui ad ottenere le cose che chiede.
vengono tanti giovani. Tutto que-
sto è un centro per loro: per le Facevi parte dei movimenti
parrocchie, per le scuole, per i che chiedono la democrazia?
campi estivi", ci racconta. Lo Anche se sono in Italia manten-
abbiamo trovato impegnato nella go contatti col mio paese.
raccolta delle castagne insieme Aderisco a U.F.C., un partito che
agli altri ragazzi dell'associazio- vuole la libertà della gente e
ne. Compagni da quattro anni di chiede maggiore democrazia.
questa nuova vita italiana. Una U.F.C. sta per Unione Forza
grossa fetta di quello che gli è Cambiamento. Il nostro capo è
venuto incontro dopo la fuga da uscito anche lui dal Togo.
mamma Africa. Tra loro c'è
Barbara, è ai fornelli. Si sono Cosa facevi tu con i giovani in

>
sposati la scorsa estate e hanno Togo?
festeggiato il matrimonio proprio Ero uno degli organizzatori delle
in questa struttura di cui manifestazioni di protesta. Un
Alphonse è diventato responsa- giorno durante un corteo ci
bile. Unione tra un uomo e una hanno preso. Poi ci hanno rila-
donna ma anche unione tra due sciato perché c'è stata la media-
continenti: l'Europa e l'Africa. Li zione di Onu, Unione Europea e
ha sposati don Antonio Mazzi che altri grandi paesi. Dopo qualche
15
Arrivi e Partenze

“ E' importante far capire


alla gente che la convi-
venza tra popoli è qual-
cosa di naturale. Che
non dobbiamo avere

paura gli uni degli altri e
superare insieme le dif-
ficoltà

tempo me ne sono andato.


Alphonse
Come sei arrivato in Italia?
Sono passato in Ghana che è un
paese confinante. Sono stato
alcuni mesi lì ma alla fine ho
deciso di venire in Europa. Dal
Ghana sono arrivato a Fiumicino
e dopo le verifiche di rito mi
hanno accordato un permesso
per motivi umanitari. Ho vissuto
per un po' in un alloggio asse-
gnatomi dal Comune di Roma.
Ho poi deciso di andare da mia
sorella che vive a Capranica da
10 anni. Ho pensato che fosse
giusto lasciare quella casa a chi
non aveva altri posti d'appoggio.

E' stato così che hai cono-


sciuto Juppiter?
Sì. Li ho conosciuti andando a
scuola d'italiano. Sono stati loro
a insegnarmi questa nuova lin-
gua. Sono loro i miei amici. Sono
diventato parte dell'associazione

>
e ora mi è stata assegnata la
responsabilità del centro di San
Martino.

Pensi ancora all'Africa?


Certo. Il Togo è un paese piccolo

16
Arrivi e Partenze

ma bellissimo. Ha una popolazio-


ne di circa 6 milioni di abitanti,
all'incirca come Roma. Non c'è
mai stata la guerra civile. La
gente è pacifica, tranquilla e poi
c'è un mare bellissimo.
Ultimamente le cose però stanno
andando un po' meglio, anche
grazie alla mediazione del
Vaticano. Ogni tanto comunque
"muore" qualcuno. Tre settima-
ne fa un rappresentante di un
partito d'opposizione è stato tro-
vato morto sulla spiaggia.

Perché hai scelto l'Italia?


Perché è un paese tranquillo.
Potevo andare in Francia ma ho
preferito evitare perché troppo
legata agli interessi del mio
Paese. Quindi ho scelto l'Italia.
E' ora di pranzo, Pietro - un
ragazzo di Juppiter - chiama tutti

Alphonse
gli altri. Salutiamo Alphonse e lo
lasciamo alla sua ricerca quoti-
diana della libertà, in quella casa
di San Martino che batte anche
grazie a lui, figlio dell'Africa.

18
MERL

20
LANI

21
LA BUONA
POLITICA
IN ROSA
22
Politica
di Roberto Pomi
pomirob@libero.it

Da sempre impegnata nel sostenere le donne


e gli immigrati, Maria Antonietta Russo è uno
dei nomi emergenti della politica viterbese.
Delegata dal sindaco alle pari opportunità,
sogna "una Viterbo all'avanguardia che attui
una vera politica a favore del cittadino".

Q
Questo mese siamo andati a tro- associazioni a tutela della donna.
vare per i lettori di 'Viterbo Sono componente del Cif, il
Magazine' una donna impegnata Centro italiano femminile di
da sempre nel sostegno alle altre Viterbo dall'aprile 2006.
donne: Maria Antonietta Attualmente sono in carica come
Russo. presidente del Cif regionale,
Una figura energica, che affronta incarico ricevuto nel 2007. Con
la vita con slancio. Divisa tra la questa associazione ho portato
famiglia, la sua professione di avanti un'esperienza molto posi-
avvocato e la politica. E' di fatto tiva. Abbiamo organizzato tante
l'unica signora a sedere tra i attività, tutte funzionali a garan-
banchi della maggioranza nella tire la realizzazione delle donne.
Sala d'Ercole, dove è stata eletta Sia chiaro che non sono una
alle scorse comunali nelle lista "femminista". Il mio è un discor-
'Viterbo Vola'. so di parità. Sono convinta che la
nostra società debba lavorare
Chi è Maria Antonietta alla soluzione di certi ostacoli che
Russo? le donne in qualche maniera
Per cominciare è una donna, una incontrano per questioni di gene-
madre di famiglia. Mi occupo re.
della casa, del pranzo, della Con il Cif abbiamo realizzato ini-
spesa . Dal '79 poi conduco una ziative a favore delle donne
vita lavorativa a tempo pieno. A immigrate, corsi di alfabetizza-
tutto questo si aggiungono altre zione per bambini non italiani,
situazioni, come da quest'anno messo a punto un servizio di
l'attività politica. Ma anche un assistenza medica e psicologica.
forte impegno nel sociale, al In questi anni ho avuto modo di
fianco delle donne. incontrare molte donne. Tutto
questo si è sposato perfettamen-
La sua giornata tipo? te con la mia attuale delega alle
Mi divido tra la famiglia, il tribu- 'Pari Opportunità'. In questo
nale, lo studio e la politica. Il momento è per me prioritario
segreto per conciliare tutto è una lavorare alla costruzione di politi-
buona organizzazione. Di fondo che di genere. Qualcosa si sta
però c'è una grande energia che muovendo in questa direzione
deriva dalla mia voglia di fare, di dentro Palazzo dei Priori.
conoscere. Guardo sempre oltre.
Oltre il nostro giardino. Credo La politica. Lei è di fatto
che affinché le cose vadano uno dei volti nuovi della
meglio non serva una rivoluzione politica viterbese. Come
ma un cambiamento consapevo- vive questa esperienza?
le. Sono soddisfatta dell'elezione e
della delega affidatami dal sinda-
E' anche una donna impe - co Marini. In Comune sicuramen-
gnata nel sociale. In che te non rappresento soltanto le
maniera? donne. Il mio obiettivo è quello
Sono vicina ai movimenti e alle di contribuire alla crescita e alla

23
Politica
risoluzione dei problemi del terri-
torio. Per quanto riguarda il rap-
porto con gli altri colleghi posso
dire che è paritario, aldilà della
cavalleria.

Che città sogna?


Sogno una città europea. Mi
sento un'italiana in Europa. Mi
piacerebbe vedere una Viterbo
all'avanguardia, dotata di una
politica a favore del cittadino.
Sogno poi una città pulita,
soprattutto a livello ambientale.
Viterbo mi piace. Ci vivo e ho
scelto di viverci, la sento molto
mia.

Tre interventi di cui


Viterbo ha bisogno. Tre
cose che bisognerebbe eli -
minare.
In primis metterei l'aeroporto.
Quello deve essere il primo
obiettivo della città. Intorno
all'aeroporto Viterbo cambierà
volto. Direi poi che abbiamo
bisogno di maggiori interventi
nel mondo del lavoro e di miglio-
re qualità della vita. Le cose da
togliere? Non toglierei niente.
Anche le cose che possono sem-
brare negative non vanno tolte
ma migliorate. Una cosa impor-
tante che la lista Viterbo Vola ha
introdotto in Comune è la tra-
smissione in diretta delle sedute
del Consiglio Comunale. Una via
importante per avvicinare i citta-
dini all'Amministrazione, questa
è una grande aspirazione.

Un consiglio per i giovani.


Sono sempre a contatto con i
ragazzi. I giovani sono una risor-
sa importante. Dico loro che è


fondamentale formarsi, studiare,
avere cultura. Se non si presta
attenzione a questo aspetto della
vita poi si avranno difficoltà nella
crescita. A tutti dico di credere in
... Guardo sempre oltre. Oltre il nostro giardi-
sé. Investite su voi stessi, solo
così supererete le difficoltà che
incontrerete lungo il percorso.

no. Credo che affinché le cose vadano meglio
non serva una rivoluzione ma un cambiamen-
to consapevole. ...

24
L’uomo che ha dipinto
di noir l’Italia

Luigi Bernardi, è considerato il padre del giallo italiano. Oltre ad aver


fatto scoprire al nostro paese i manga giapponesi ed aver lanciato
importanti autori nel panorama letterario, ha esordito con Una sto-
ria criminale.
Se, ad un certo punto, l'Italia ha Fois, Carlo Lucarelli e molti altri. è direttore editoriale di Perdisa
importato e conosciuto il genere Ha tradotto Léo Malet, Didier Editore.
noir è stato per merito di Luigi Daenincks, Jean-Patrick
Bernardi. Manchette. Ha lavorato a collane Luigi Bernardi sarà a Viterbo il 14
Nato nel 1953 a Ozzano di importanti case editrici, sco- novembre prossimo (e a
dell'Emilia (Bo), Luigi Bernardi è prendo autori come Piergiorgio Civitavecchia il 15) per presenta-
scrittore, traduttore, saggista, Di Cara, Franco Limardi, re il suo ultimo suo romanzo,
consulente editoriale e giornali- Giampolo Simi. Ha diretto affer- Senza luce, un noir che, come

S
sta. La sua storia è intimamente mate riviste di settore ed è a lui annuncia il titolo, ci catapulta in
legata al genere che, almeno agli se si deve in Italia alla scoperta una storia avvolta "nel buio" di
inizi, di italiano aveva ben poco e dei manga giapponesi. Vittima una situazione al limite. È otto-
che, giorno per giorno, si è infil- facile. Una storia criminale è il bre, siamo a Bologna dove uno
trato nella nostra cultura fino a suo primo, vero romanzo (del squilibrato comincia a sparare
diventare una delle facce del 2003) che apre la trilogia Atlante dalla finestra uccidendo i più
giallo italiano. freddo. È presidente di giuria del malcapitati. Alla sera, la polizia
Editore con Granata Press fino al concorso letterario Lama e Trama decide di togliere la luce all'inte-
1996, Bernardi ha lanciato autori organizzato dal comune di ro quartiere e nei cento minuti di
come Alda Teodorani, Marcello Maniago (Pordenone). Dal 2007 buio che seguono entrano in

30
Libri
di Federica Marchetti
federica.marchetti2@alice.it

scena i personaggi protagonisti re dall'appartamento dove si era cosa fargli fare, a un certo punto
del romanzo: Mario, il funziona- rifugiato, aveva chiesto all'Enel è come se mi avessi detto: lascia
rio del Comune preda di rancori e di togliere la luce all'intero fare a me, ti faccio vedere io di
ipocondria; Umberto, bambino paese. Quando ho letto la notizia cosa sono capace. Ed è stata una
grasso, saputello e appassionato mi sono chiesto: chissà cosa sorpresa anche per me che pure
di videogiochi; Anna, ragazza faranno adesso gli altri abitanti lo avevo inventato.
arruffata che maneggia le armi e del paese costretti al buio. Da
si muove sui tetti; Loretta, bari- quella domanda è nato il roman- Quando si inizia a scrivere un
sta sola e speranzosa; zo. romanzo c'è per tutti una
Domenico, ex scrittore ed ex opi- molla iniziale. Qual è la tua?
nionista. Diverse esistenze che, Si parla sempre di distinzione Volevo raccontare quello che
nel buio della città, sembrano tra giallo e noir. Uno scrittore siamo diventati. Sono abbastan-
sopravvivere solo "alla luce" di come aderisce all'uno o all'al- za stanco di leggere storie su
ricordi, alternandosi per sedici tro? Pensi che siano due come eravamo, mi interessa
capitoli (riuniti nel diciassettesi- punti di vista diversi o una vedere cosa siamo adesso e cosa
mo e ultimo) in una suggestione differente scelta di stile? rischiamo di diventare. In Italia
di pensieri. Sono due punti di vista non solo siamo abituati a girare intorno
diversi, ma antitetici. Lo scrittore alle cose, sono decenni che par-
Senza luce è un noir che ini- di gialli pensa a fare tornare i liamo sempre delle stesse cose,
zia avvolto nel nero di un conti, crede o semplicemente fa non riusciamo a staccarcene. E
blackout indotto. Come ti è credere al lettore che i conti pos- mentre noi siamo ancora lì che
venuta in mente questa idea? sano tornare, che il male possa pensiamo a piazza Fontana o alla
Da un fatto di cronaca. In un essere sconfitto e che la rottura P2, il mondo ha accelerato in una
paese c'era un tipo che si era provocata da un crimine possa direzione che non riusciamo a
messo a sparare sui passanti. Ne ricomporsi. Lo scrittore di noir sa capire. Io ho cercato di raccon-
aveva ammazzati due o tre. A che i conti non possono tornare, tarla.
sera, la polizia per poterlo stana- non si illude su questo e tanto
meno illude i lettori. Il giallo con- Hai scoperto interessanti
sola, il noir apparentemente esordienti e importato autori
deprime ma in realtà apre gli sconosciuti in Italia. Senza
occhi, restituisce una visione del fare torto a nessuno, quale
mondo non mediata. consideri tra tutti il tuo asso
nella manica?
Come hai individuato i perso- Farei torno agli altri se citassi un
naggi da mettere a fuoco nome solo. Ho messo la mia
nella tua storia? esperienza e la mia passione a
Alcuni, in particolare Domenico e disposizione di chi se la merita-
Federica, li avevo già e cercava- va. Quasi nessuno mi ha deluso.
no una storia dove inserirsi, altri
sono nati dalla storia stessa. Un A cosa stai lavorando ora?
paio che c'erano sono scomparsi, C'è già un romanzo nel cas-
altri sono apparsi all'improvviso. setto o ti aspetta una pausa?
Quando si scrive, nonostante Lavoro a due romanzi contempo-
tutte le scalette e i piani di lavo- raneamente, in attesa che uno
ro, basta una frase imprevista a dei due si prenda la responsabi-
spalancare una direzione diver- lità di diventare il mio prossimo
sa, ad aprire un filone completa- libro. Il primo ha la struttura
mente nuovo della storia. A me è abbastanza simile a Senza luce e
successo con Mario, il geometra racconta di un gruppo di persone
del comune. All'inizio, quando che abitano in una palazzina
l'ho introdotto, non sapevo bene sotto la quale vengono scavate le

31
Libri

gallerie dell'alta velocità ferro-


viaria. È un romanzo corale, con
tanti personaggi che si incrocia-
no e finiscono con il fare delle
cose strabilianti. Il secondo si
“ In Italia siamo abituati a girare intorno
alle cose, sono decenni che parliamo
sempre delle stesse cose, non riusciamo a
staccarcene. E mentre noi siamo ancora
intitola L'inferno definitivo ed è
un testo apocalittico, sulla fine
che ci aspetta.
lì che pensiamo a piazza Fontana o alla
P2, il mondo ha accelerato in una dire-

zione che non riusciamo a capire.
Sito autore:
www.luigibernardi.com

Sito romanzo:
www.senzaluce.it

Newsletter NOVEMBRE 2008 A cura di Federica Marchetti


TUTTI GLI APPUNTAMENTI SONO ALLE ORE 18

Sabato 8 novembre (Prospettiva editrice)


LA STORIA DEL GIALLO IN A cura di Federica Marchetti
10 PUNTATE
1^ puntata: LE ORIGINI
A cura di Federica Marchetti Giovedì 27 novembre
TV CHE PASSIONE:LIBRI
PER TELEFILI
Venerdì 14 novembre Federica Marchetti presenta il
Federica Marchetti e Franco suo libro Giallo in tv (Tabula
Limardi presentano Fati)
Senza luce, insieme a Roberto Pastore
il nuovo romanzo di Luigi autore di Sulle strade della fic-
Bernardi tion (Lindau).
(Perdisa Editore) Incontro e dibattito tra i due
autori.

Sabato 22 novembre
Enrico Luceri presenta il roman- MOSTRA DI PITTURA
zo Dal 3 al 30 novembre
Le colpe vecchie fanno le Maurizio Lucci presenta
ombre lunghe "Varianti di Scena"

Libreria Pickwick, via Torino, snc


(zona Pietrare), Viterbo.
n. tel. 0761/325497
info@libreriapickwick.com
www.libreriapickwick.com
32
SEYCHELLES A 900 €

E' interessante notare i cambiamenti che pos- Seyshelles a soli 900 euro.
sono avvenire in breve tempo in una città. Ero Per una persona che come me ama viaggiare,
stata a Viterbo alcuni anni or sono e, nonostan- la tentazione di capirne di più è stata irresisti-
te la bellezza intrinseca del centro storico fosse bile. Ma affacciandomi all'entrata di questa
indiscutibile, avevo a malincuore dovuto con- agenzia viaggi, quello che mi si è presentato è
statare l'incuria e il degrado che vi regnavano. stato un locale talmente sorprendente da farmi
Oggi le cose sembrano essere radicalmente perfino dimenticare il motivo del mio iniziale
cambiate. Molti palazzi sono stati ben ristrut- interesse.
turati e gli esercizi commerciali sembrano Luci soffuse mi hanno accolto in un luogo fan-
essere rifioriti. tastico, dove i toni del legno creavano un'at-
Vi è, pare, una voglia generale di rinnovamen- mosfera calda e accogliente invitandomi ad
to, quasi un amore riscoperto tra la città e i suoi entrare, come se quel luogo fosse un rifugio
abitanti. indispensabile per sfuggire allo stress del quo-
Per puro caso, o forse spinta dalla curiosità di tidiano. Sculture e sedie a forma di animali
scoprire nuovi vicoli di Viterbo, mi sono ritro- evocavano luoghi esotici ed incantati, mentre i
vata in via Mazzini. Passeggiando, sono stata toni chiari che dominavano l'ambiente mi pro-
attirata da un totem pubblicitario che faceva iettavano nella vasta savana africana. In fondo
bella mostra di sé ai margini della strada, al locale una zona relax faceva bella mostra di
mostrando a caratteri cubitali un'offerta a dir sé, con dondoli di corda e un enorme schermo
poco sorprendente: una settimana alle in cui immagini di luoghi lontani e meraviglio-

34
Viaggi
si scorrevano accompagnate da un piacevole Sentendomi coccolata dall'ambiente e dalla
sottofondo musicale. loro disponibilità, ho cercato di capire se aves-
Mai avevo visto qualcosa del genere in tutta la sero qualche altro viaggio in occasione da
mia vita. offrirmi. Le proposte che mi hanno sottoposto

Una volta entrata sono stata accolta dai pro- sono state moltissime.
prietari: due ragazzi gentili che si sono prodi- Del resto, come mi hanno successivamente
gati a spiegarmi per filo e per segno l'offerta spiegato, questa agenzia fa parte di un grosso
per cui avevo mostrato interesse. Come per consorzio di acquisto e questo permette loro di
incanto, il villaggio in offerta alle seyhshelles offrire viaggi dei migliori tour operator a prez-
è apparso sul maxi schermo in modo da darmi zi più che vantaggiosi.
la possibilità di farmi un'idea precisa di dove Sono uscita dall'agenzia "Gravità Zero" di via
sarei andata eventualmente ad alloggiare. Mazzini, 70 con lo strano rimpianto che si ha
I proprietari dell'agenzia, notando il mio stupo- quando si finisce una vacanza. Perché in fondo
re, mi hanno spiegato che è loro prassi mettere è proprio in questo modo che ci si sente quan-
il clienti in condizioni di non aver sorprese, do si entra: come se si fosse in un luogo lonta-
perché il viaggio è un sogno che mai, nei limi- no, una terra di mezzo tra la realtà e il sogno.
ti del ponderabile, deve trasformarsi in un
incubo. F.B.

VITERBO

Via Mazzini 70
tel. 0761. 326471

35
Tuscia Sport

Ha dell'incredibile la vicenda
che ora coinvolge la Gescom
MCI Viterbo. La squadra di palla-
canestro femminile, finora
punta di diamante dello sport
viterbese, è sull'orlo del falli-
mento, a campionato in corso,
causa un'errata politica di inve-
stimenti e una cattiva valorizza-
zione delle risorse disponibili.
di Luigi Poleggi

Dissesto economico
Virtus;
società che rischia di implodere
36
GESCOM VITERBO

Le origini e i perché della loblù presentata, come il club più cussioni dovute a questa scelle-
crisi virtuoso e competitivo della rata amministrazione.
Tuscia. Illusione che dura poco Licenziamenti e partenze in
La crisi, che oggi sembra desti- però, precisamente fino al 21 tempi record hanno costretto alle
nata a condannare la squadra Ottobre, ovvero il giorno in cui il dichiarazioni di addio ben tre gio-
gialloblù ad un campionato inesi- presidente Mario Lega indice una catrici gialloblù.
stente dal punto di vista della conferenza stampa annunciando Ad aprire le danze è stata Cinzia
competitività e dei risultati, ha la la perentoria, e probabilmente Arioli, che ha lasciato il capoluo-
sua prima origine nella scorsa insanabile, crisi finanziaria. go della Tuscia per stabilirsi a La
stagione. L'anno sportivo All'origine di essa, a detta del Spezia, squadra che milita in A2.
2007/2008 si apre infatti con presidente Lega, ci sarebbe il Lo stesso capitano della squadra
una Gescom subito in difficoltà mancato appoggio di due impor- gialloblù Debora Danzi ha deciso
che cade nelle zone basse della tanti sponsor che avrebbero di abbandonare i colori viterbesi
classifica per rimanervi quasi negato i loro finanziamenti al per trasferirsi al Pozzuoli. La deli-
fino al termine della stagione club gialloblù, che ora non ha più bera di lasciare la Virtus è stata
quando, grazie ad un'incredibile un soldo nelle casse societarie. il frutto di un accordo tra la stes-
serie di risultati favorevoli, il La verità, che non è emersa dalle sa giocatrice, in cerca di panora-
team gialloblù migliora la propria parole del presidente Lega, è mi migliori, e la società, non più
posizione in classifica rimanendo purtroppo quella di una folle rin- in grado di pagarle lo stipendio.
però in zona play-out. Spareggi corsa alla massima serie di palla- A concludere la cerimonia dei
salvezza che vedono la rappre- canestro femminile che ha porta- saluti sarà poi l'americana
sentante della Tuscia cedere allo to all'inevitabile sperpero del Ashley Morris che prenderà l'ae-
straordinario colpo di coda della budget che la società aveva a reo per fare ritorno alla sua città
già fallita Pomezia che poi ven- disposizione, e all'aver dato trop- natale: Filadelfia.
derà, e a caro prezzo, il titolo di po credito alle parole di sponsor Tagli societari che non risparmia-
A1 proprio a quella Gescom che che poi, vista la tendenza del no neanche il personale medico,
lo aveva buttato via negli ultimi club gialloblù, si sono tirati indie- che verrà privato del fisioterapi-
match. tro. sta Mario Ciucci, riducendo così
Acquisizione del titolo che, grazie all'osso lo staff sanitario a dispo-
alla straordinaria propaganda I primi effetti sizione della squadra che, tanto
mediatica, diviene il simbolo per dirne una, non dispone nean-
della rinascita della società gial- Non sono certo tardate le riper- che di acqua calda nelle docce.

37
Tuscia Sport GESCOM VITERBO

Unica nota positiva, se così


può essere definita, è l'ac-
quisto, dettato peraltro dalle
leggi del risparmio, dell'ita-
lo-americana Maria
Marchesano. La 26enne tira-
trice viene da una lunga
militanza al Nuoro in serie B
e ha deciso, con il suo pro-
curatore, di tentare il salto
di qualità in serie A1, accet-
tando tuttavia i rischi dovuti
alla mancanza di stabilità
del club viterbese.
Scelta coraggiosa e ammire-
vole quella dell'italo-ameri-
cana che darà senz'altro il
suo contributo alla causa
gialloblù, con la società che
sembra aver posto come
unico obiettivo sul campo
quello di salvare il titolo,
ammesso che le condizioni
finanziarie lo permettano.

Non va meglio dal


campo

Situazione critica anca dal


punto di vista dei risultati
dal campo, con una Gescom
Mci che condivide l'ultima
piazza in classifica, a quota
due lunghezze, con
Umbertine, Tranto, Livorno,
Napoli e Pozzuoli. Un inizio
tutt'altro che positivo e
avente aspettative ancora
peggiori.
Con la squadra così ridotta,
sono parole dei tifosi, sarà
infatti anche difficile strap-
pare i due punti in palio alle
altre contendenti e si pro-
spetta così un'inevitabile
crollo dal punto di vista dei
risultati.
La rosa a disposizione di
coach Agresti è attualmente
di sole 6 giocatrici, con la
panchina che viene riempita
di giornata in giornata dalle
atlete provenienti dal setto-
re giovanile.

38
GUERR

40
RITORE

41
GUERR

42
RITORE

43
SERENELLA
E
CHIARA

45
Studenti di Tuscia in piazza.
Anche contro i baroni dell'Unitus.
46
Scuola
di Roberto Pomi
pomirob@libero.it

Nella giorno della pro-


testa studentesca, il
p r o f e s s o r
Vittorangelo Orati si
è scagliato contro gli
sprechi e "i monarchi
che stanno mandano
a picco anche l'uni-
versità della Tuscia".

L
Loro lo chiamano '68. al governo. L'occasione è ghiotta futuro, cacciate chi fa i colpi di
Sono 'inkazzati' e sfilano in tutte per fare un po' di politica con la stato cambiando gli statuti. Alla
le piazze d'Italia, 'okkupano' gli "p" microscopica. Sotto ai portici Gelmini diciamo che prima si
istituti o li autogestiscono, com- è stata allestita un'amplificazio- fanno le riforme e poi si vede
pongono canzoni anti-133 e slo- ne. quanto costano le cose. E' la
gan dove la fanno da protagoni- degenerazione monarchica degli
sti Tremonti, la Gelmini, La denuncia dell'economi - atenei che ha reso costosissime
Berlusconi ma anche i cosiddetti sta. e improduttive le università. E'
"baroni" degli atenei. Tutto que- per questo che oggi il governo
sto perché sognano un paese Si inizia con le parole del profes- viene a tagliare proprio qui. C'è
migliore. Sono gli studenti del sore dell'Unitus Vittorangelo stata una crescita spaventosa dei
2008. Quelli che si trovano a Orati. corsi di laurea, una proliferazio-
"ballare" su un'istruzione supe- "Non ci sono le condizioni per ne di cattedre senza precedenti
riore liceizzata, sull'affossamen- una lezione - esordisce il profes- in nessun paese del mondo.
to degli Istituti tecnici e su sore-. Accolgo il vostro invito e Tutto questo per ragioni di clien-
un'università a tratti tragicomica. mi rendo disponibile a tenere un telismo".
La protesta è viva anche nella ciclo di lezioni, così come mi
Tuscia e batte soprattutto a hanno chiesto dei vostri rappre- La piazza risponde con un gran-
Viterbo. sentanti. Vi chiedo di aprire gli de applauso ma non tutti capi-
La prima manifestazione degli occhi e di stare attenti alle stru- scono fino in fondo il discorso di
studenti locali è stata registrata mentalizzazioni. L'istruzione ita- Orati. C'è persino chi ne è infa-
martedì 28 ottobre. Una matti- liana non è minacciata soltanto stidito. Parola ai ragazzi che
nata intensa. Appuntamento per dai tagli ma soprattutto dal mal- rilanciano: "Noi la crisi non la
le ore 9 a piazza del Plebiscito. costume e dagli sprechi regnanti paghiamo. Siamo qui in piazza
Sono più di mille tra studenti al suo interno, soprattutto all'in- per dire no a chi cerca di indebo-
universitari e ragazzi delle medie terno degli atenei. Se volete che lire la scuola pubblica". Parte il
superiori. Questi ultimi però sono la vostra protesta abbia un senso corteo. Sosta sotto il palazzo
maggioranza, a dimostrazione dovete battervi interamente con- della Provincia, prossime ferma-
che il sogno di trasformare tro un sistema. I soldi sono trop- te: piazza Fontana Grande, liceo
Viterbo in città universitaria è pi per l'università così come è e Mariano Buratti, San Sisto, Porta
restato tale. Tra gli stessi univer- troppo pochi per come dovrebbe Romana e poi su fino al rettorato
sitari abbiamo modo di registra- essere. La riforma principale che di Santa Maria in Gradi.
re il rammarico di essere parte di dovete chiedere è di levare i I ragazzi sono tutti raccolti dietro
un ateneo debole, lontano anni monarchi dalle università. Questi allo striscione 'Presidio
luce dalle realtà universitarie signori sono la vera rovina del Permanente Tuscia in Protesta'.

>
della Toscana e dell'Umbria. sistema. La loro fortuna è che Davanti a loro una jeeppetta pro-
La protesta si raccoglie, i ragazzi sono protetti dall'alto. Sono i cede a passo d'uomo con l'ampli-
danno gli ultimi colpi di bombo- baroni che stanno mandando a ficazione. Le teste del corteo lan-
letta agli striscioni. Intorno a loro picco l'università italiana e la ciano gli slogan più vari. Quelli
scivolano i "corvi" delle forze sin- nostra Unitus. I figli dei potenti spiritosi e quelli indicibili. Dalla
dacali e dei partiti di opposizione vi levano il pane, vi levano il folla spuntano striscioni, cartel-

47
Scuola

loni, tamburi. Da alcune case la


Contestano i "nemici" esterni e non vedono gente si affaccia e applaude.
quelli interni. Scorrono le ore e si arriva nel-
l'aula magna del rettorato. Non
basta a contenerli tutti e si sce-
Lo chiamano '68 ma questi studenti - aldilà del folklore - devono
glie di parlare nel piazzale ester-
ancora dimostrare di avere gli attributi.
no. Lì giro di microfoni tra stu-
La credibilità della loro "rivoluzione" si gioca su questo. Protestano
denti universitari, rappresentanti
a "cannone" contro la 133 e sottovoce contro le baronie. Tutto
delle medie superiori, professori,
questo perché sono sotto lo scacco dei rettori e dei professori che
ricercatori e dottorandi, rappre-
da dietro le quinte manovrano i ragazzi nella difesa delle proprie
sentanti del Cobas.
cattedre e privilegi. La protesta dunque assume un carattere
ambiguo. Si dice di voler difendere la scuola dai "nemici" esterni
Il pensiero comune è frammen-
Tremonti/Gelmini e al tempo stesso si fa il gioco dei "nemici"
tato negli slogan: "Contro il
interni. Di chi in questi anni ha fatto lievitare il numero delle cat-
potere di pochi vogliamo l'istru-
tedre, ha incrementato la figura del professore a "chiamata", non
zione di tutti"; "L'omertà è lo
ha speso un baiocco per la ricerca e se lo ha fatto ha seguito le
strumento della mafia. Noi non
logiche del clientelismo piuttosto che quelle della scienza. Se si
vogliamo restare in silenzio";

>
vuole "giocare" ai rivoluzionari non ci si può permettere di com-
"Anche l'operaio vuole il figlio
piere un lavoro a metà.
dottore"; "Noi studiamo la scien-
Urlare contro la 133 e tacere di fronte agli sprechi, agli scandali
za della vita, voi come farci mori-
dei professori desaparecidos e di fronte alla pratica degenerativa
re". Tutto declinabile in un pro-
dei rettori a vita è faziosità. E' politica con la micro "p".
posito: "Dobbiamo essere intelli-
Ragazzi il futuro è vostro ma dovete faticarvelo.
genti e positivi. Vogliamo rifor-
Scuola

mare la scuola, ce n'è bisogno. tappa zero dell'iniziativa del scioni e slogan made in Tuscia.
Ma non si riforma togliendo i ministro per l'attuazione del pro- Di fatto la 133 è stata approvata,
soldi". gramma di governo Rotondi. "Ci la polemica impazza, i rettori e i
Il giorno seguente gli studenti hanno lasciato parlare per edu- professori "minacciano" di toglie-
della Tuscia sono intervenuti, cazione. Di fatto non ci hanno re il proprio sostegno alla prote-
grazie alla mediazione del pre- calcolati", spiega una rappresen- sta se i ragazzi continueranno a
fetto Alessandro Giacchetti, tante del movimento. chiedere la fine delle baronie.
a l l ' a p p u n t a m e n t o Il 30 tutti a Roma nella manife- Come andrà a finire è storia di
'GovernoIncontra'. In città per la stazione nazionale. Anche lì stri- questi giorni.

[Noi la crisi non la paghiamo.


Siamo qui in piazza per dire no a chi
cerca di indebolire la scuola pubblica

50
URBA

54
ANI

55
SALOMONE

60
RENDER
CAD

61
I consumatori della Tuscia
sono bistrattati
[ Ad affermarlo sono i rappresentanti delle associazioni a tutela
dei cittadini che denunciano la totale assenza delle istituzioni
[
comunali e provinciali.

“P
"Palazzo Gentili e Palazzo dei Piazza' Martiri d'Ungheria. in piazza, improvvisando uno
Priori tengono chiuse le porte Codici, Contribuenti.it, Adp, sportello, per dire alla gente
alla società civile". La denuncia Unuss, Confconsumatori e "siamo qui", per dire alle per-
arriva sempre più forte dalle Aduc, sono queste le sigle che sone "cercateci, rivolgetevi a
associazioni dei consumatori. cercano di battersi nel nostro noi".
Lo scorso 18 ottobre le sedi territorio per la difesa dei dirit- In tre ore di 'Sportello in
locali delle associazioni sono ti della gente. Un lavoro, il Piazza' sono andati esauriti
scese in piazza con un'iniziati- loro, che procede tra mille dif- tutti i volantini e il materiale
va particolare per dare corpo ficoltà, sotto i morsi paraliz- preparato. Un segnale chiaro: i
alla protesta. La denuncia è zanti della tarantola del potere. cittadini hanno fame di demo-
partita dallo 'Sportello in Sabato 18 ottobre sono scesi crazia. E mentre la piazza la

64
Consumatori

vuole il palazzo continua a amministrazione e cittadini e za, nel corso degli anni, di una
temerla, la snobba, le mette i riportare ai governanti le istan- qualsiasi forma di dialogo.
bastoni tra le ruote. Come? ze e le lamentele degli stessi, Adesso, che la finanziaria 2008
Lasciamolo raccontare a loro: lamentele che non ha mai rice- ha stabilito un coinvolgimento
"La manifestazione è stata vuto a causa di una mancanza diretto delle associazioni dei
organizzata per protestare strutturale: l'Otuc non ha una consumatori con un parere sui
contro la consapevole inerzia sede. Spetta alla Provincia contratti di fornitura di servizi
della Provincia e del Comune di metterla a disposizione, così pubblici locali, auspichiamo
Viterbo, responsabili della da permettere che l'organismo che questi incontri avvengano
situazione di stallo che si è funzioni. Nonostante le tante più spesso", ci spiegano i rap-
venuta a creare nell'ambito sollecitazioni Palazzo Gentili presentanti scesi in piazza.
delle politiche in favore dei non ha mai fornito tale suppor- Morale della favola le associa-
consumatori, che a oggi non to. Il risultato è l'inoperatività. zioni dei consumatori in questi
hanno un punto di riferimento Quale motivazione si nasconde anni sono state prese a pesci in
al quale rivolgersi per far fron- dietro tale atteggiamento? E faccia da Provincia e Comune
te alle numerose problemati- quale coerenza con una giunta di Viterbo: "Siamo stati pri-
che del territorio. Le due che al proprio interno ha addi- vati dei fondi che invece
amministrazioni non hanno rittura un assessorato ai con- avrebbero dovuto esserci
messo in campo nessuna poli- sumatori? Altra mancanza assegnati per la promozio-
tica per attivate i rapporti con riguarda l'istituzione degli ne del consumerismo e oggi
noi associazioni dei consuma- sportelli del consumatore - siamo per strada. I cittadini
tori. Occorre che la provincia previsti dalla Regione, che per devono sapere che esistono
dia effettiva operatività questo fine aveva stanziato dei nuclei associativi nati
all'Otuc (Organismo Tutela fondi in favore della Provincia. per fornire loro assistenza e
Utenti e Consumatori). Un Per quanto riguarda le inadem- che le amministrazioni non
organismo necessario per pienze del Comune occorre fanno nulla per incentivare
mantenere un canale tra sottolineare la totale mancan- questo processo sociale".

65
Spazio a cura dell'Associazione Genitori (Age) di Viterbo in col-
laborazione con l'Associazione 'Il Ramo d'Oro'. L'iniziativa è
stata resa possibile grazie al contributo dell'Assessorato alle
Politiche Sociali della Provincia di Viterbo.

UN altro mese è già passato. Con una velocità incredibile.

Per questo novembre insieme abbiamo scritto per voi delle curiosità.
Giuseppe Conti traccia una breve sintesi dell'incontro culturale organiz-
zato dall'associazione 'Il Ramo d'Oro' con 'L'Arte d'Amare. Istruzioni per
l'uso da Ovidio a Erich Fromm'. Nella nostra casa sulla Roccia abbia-
mo invitato Lao Tzu, un po' di saggezza orientale per prepararci all'in-
verno e vivere meglio questo autunno. Con Robert Sutton siamo arriva-
ti al momento di dare consigli agli imprenditori, per quanto riguarda la
formazione della propria squadra di lavoratori. Serena Fiocchetti ci
parla dell'importanza della risata mentre l'angolo de 'La Tazza Verde' vi
fornirà un rimedio naturale dalle onde elettromagnetiche che ci attraver- LA FORZA NASCOSTA DENTRO DI NOI
sano. ATTENERSI AL PICCOLO
Nel numero di questo mese vogliamo ricordare un altro giornalista Per questo mese vi lasciamo "rompere" la testa tra le
caduto per mano della mafia: Mauro De Mauro. Militò nella X Flottiglia parole di Lao Tzu, una delle maggiori figure della filo-
Mas del principe Junio Valerio Borghese e dopo l'8 settembre '43 fu sofia cinese, la cui esistenza reale è ancora dibattuta.
uno dei ragazzi di Salò. Finito il dramma della guerra si trasferì a Attenendosi alla tradizione cinese, egli visse nel VI
Palermo dove lavorò per vari giornali: Il Tempo di Sicilia, Il Mattino di secolo a.C., anche se molti storici collocano la sua vita
Sicilia e infine L'Ora. Si rivelò da subito un ottimo cronista. nel IV secolo a.C., il periodo delle Cento scuole di pen-
Nel 1962 seguì il giallo della morte del presidente dell'Eni Enrico Mattei siero e degli Stati in guerra.
e nel settembre del 1970 tornò a occuparsi con insistenza di quella stra-
na morte, in seguito all'incarico ricevuto dal regista Francesco Rosi per "Quello che è fermo con facilità si trattiene,
il suo film 'Il caso Mattei', che sarebbe in seguito uscito nel 1972. Il gior- quello che non è cominciato con facilità si divisa,
nalista venne rapito la sera del 16 settembre del 1970, mentre rientra- quello che è fragile con facilità si spezza,
va nella sua abitazione di Palermo e il suo corpo non venne mai ritro- quello che è minuto con facilità si disperde:
vato. Le indagini sulla sua sparizione furono seguite sia dai carabinieri, opera quando ancora non è in essere,
secondo i quali sarebbe stato eliminato dalla mafia in seguito a indagi- ordina quando ancora non è in disordine.
ni giornalistiche sul traffico di droga, sia dalla polizia, che ritenne piut- Un albero che a braccia aperte si misura
tosto che la sua sparizione fosse collegata alle sue ricerche sul caso nasce da un minuscolo arboscello,
Mattei (l'aereo caduto era decollato da Catania), anche in seguito, il una torre di nove piani
giorno stesso del suo rapimento, alla sparizione dal cassetto del suo comincia con un cumulo di terra,
ufficio di alcune pagine di appunti e di un nastro registrato con l'ultimo un viaggio di mille li
discorso tenuto da Mattei a Gagliano Castelferrato. La conferma della principia da sotto il piede.
sua uccisione venne data negli anni seguenti dal resoconto di alcuni Chi governa corrompe,
pentiti di mafia (Tommaso chi dirige svia.
Buscetta,Nino Calderone, Per questo il santo
Francesco Di Carlo). A sof- non governa e perciò non corrompe,
focarlo furono Mimmo non dirige e perciò non svia.
Teresi, Emanuele La gente nel condurre le proprie imprese
D'Agostino e Stefano sul punto di compierle sempre le guasta,
Giaconia. Con loro ci se curasse la fine come il principio
sarebbe stato anche allora non vi sarebbero imprese guaste.
Bernardo Provenzano. Più Per questo il santo
volte si è tentato di trovare brama quello che non è bramato
il luogo dove si presumeva e non pregia i beni che con difficoltà si ottengono,
fosse stato nascosto il studia quello che non viene studiato
corpo di De Mauro, ma e ritorna su quello che gli altri han travalicato.
nessuna di queste ricerche Per favorire la spontaneità delle creature
ha dato esito positivo. non osa agire".

70
si di proporre soluzioni conoscitive puramente psicodinamico ai problemi
che partono dallo studio del sistema dell'anima. E' necessario avere sem-
nervoso, a dire che è tutta questione pre una visione pluridisciplinare dei
di funzionamento o di mal funziona- problemi psichici. Nessuno, nessun
mento del cervello: basterebbe sco- indirizzo scientifico, può avere la cer-
prire la sede di ogni patologia per tezza o la presunzione di avere la
risolverla "meccanicamente". verità o di imporre la giusta condotta
Orbene, se nel sistema nervoso c'è terapeutica. L'umiltà che richiede
una disfunzione a qualsiasi livello, è l'approccio alla persona umana non
A TU PER TU CON I RAGAZZI ovvio che i comportamenti e gli stati può che indurci a una metodologia
psichici si manifestano in conseguen- completa e complessa, il cui aspetto
Speciale 'L'Arte d'Amare'
za. Ma è anche vero che sul piano psicodinamico e quello psicoorganico
prettamente psicologico ed esisten- siano parimenti valutati ed entrino a
L'Associazione culturale 'Il Ramo
ziale certi problemi affettivo-relazio- far parte della cura con pari attenzio-
d'Oro' ha tenuto un convegno sull'ar-
nali possono indurre il cervello ad ne. Per questo noi diciamo che occor-
te di amare lo scorso 22 ottobre. La
adattarsi alla angosce esistenziali re avere una grande attenzione alla
partecipazione numerosa e qualifica-
modificando il metabolismo cerebrale situazione concreta, storico-evolutiva
ta ha dato un chiaro segno che
stesso. La psicosomatica è maestra in della persona, per capire sia il modo
l'obiettivo posto dall'associazione era
questo campo. Allora c'è da porsi la di sentirsi collocati nel mondo che le
stato colto. Non si deve sempre pian-
fatidica domanda che si poneva sue eventuali forme di patologie psi-
gere sulle miserie della natura
Plutarco nell'antichità: "E' nata prima chiche, che spesso alla fin fine sono
umana. Si debbono piuttosto porre
la gallina o l'uovo?". Ossia , è il patologie esistenziali e relazionali o
obiettivi e prospettive di crescita della
disturbo neurofisiologico che crea il conseguenze difensive del piano esi-
persona. La nostra associazione, atti-
disturbo psichico, o è il disturbo psi- stenziale stesso. Parlando ai giovani,
va da decenni sul fronte della forma-
chico che produce, attraverso la com- questo approccio globale alla persona
zione della persona umana, ha sem-
plessa interazione tra corpo e psiche, è tanto importante, in quanto è pro-
pre individuato nella formazione del-
il mal funzionamento del sistema ner- prio nella fase evolutiva che c'è il
l'individuo e nell'acquisizione delle
voso? E' chiaro che la risposta richie- rischio più alto dell'istaurarsi dei pro-
capacità e delle consapevolezze
de molta attenzione. Tuttavia le due cessi patogeni nella psiche. Un buon
mature la migliore cura delle patolo-
porte di accesso alla psicopatologia tenore di vita relazionale e affettiva,
gie psicologiche. E' assodato infatti
vanno sempre tenute presenti evitan- uno sviluppo che contempli in modo
che molte patologie psichiche si strut-
do la riduttiva pretesa di avere la assolutamente primario le esigenze di
turano sulla base di processi evolutivi
verità assoluta. Questo vale sia per la tutta la persona, corpo e mente, e
riusciti male. Una parte degli operato-
spiegazione tuttofare dell'approccio che faccia capire ai ragazzi la com-
ri del settore propendono, con l'enfa-
organico, sia con l'ingenuo approccio plessità, l'importanza e la serietà del
QUALITA' DELLA VITA SUL POSTO DI LAVORO problema dell'amore è la migliore
Difenderla attraverso il "metodo antistronzi" prognosi per una vita serena, affetti-
vamente e socialmente integrata.

Nello scorso numero abbiamo ricostruito grazie a Robert Sutton quanto costano gli
Giuseppe Conti
"stronzi" a un'azienda. Continuando il nostro viaggio attraverso il lavoro dello studio-
gconti@alice.it
so e teorico del "metodo antistronzi" arriviamo a una nuova tappa. Questo mese vi
riportiamo 5 regole d'oro per l'applicazione del metodo del professore di Standforfd.
Nel prossimo numero vi daremo le altre 5 regole. Il primo passo è: Enunciate il
metodo, mettetelo per iscritto e applicatelo. E' però importante essere consapevo-
li che se non si è in grado di applicarlo o non si vuole seguirlo è meglio non dire
niente. Evitare una falsa promessa è il minore dei mali. E' importante che il datore
di lavoro poi non si faccia la fama dell'ipocrita o del capo di un'organizzazione piena
di stronzi. Seconda regola: Gli stronzi assumeranno altri stronzi. Tenete gli stronzi
che avete "in casa" al di fuori del processo di selezione del personale, oppure - se
non potete - coinvolgete quante più persone "civilizzate" possibile durante i colloqui 'Lo Strillone'
e le selezioni, così da limitare la tendenza degli stronzi ad assumere quelli come
Per contatti e informazioni rivolgersi a:
loro. Passo numero tre: Liberatevi degli stronzi appena potete. Le aziende spesso
- ilramodoro@libero.it
aspettano troppo tempo prima di liberarsi degli stronzi patentati e incorreggibili. E - 3394059133
una volta che lo fanno, la reazione più comune è: "perché ci abbiamo messo
tanto?". Regola numero quattro: Trattare gli stronzi da incompetenti. Se qualcuno è Hanno collaborato a questo numero:
bravissimo nel suo lavoro ma continua a mortificare il prossimo, va trattato da - Serena Fiocchetti
incompetente. Passo cinque, riflettere su un dato di fatto: Il potere genera stronzag- - Giuseppe Conti
gine. Attenzione: concedere a qualcuno, anche alle persone all'apparenza più miti - Cristina Pomi
e sensibili, un minimo di potere può trasformarlo in uno stronzo integrale. - Giuseppe Paviglianiti
Imprenditore avvisato mezzo salvato. - Roberta Milani
- Roberto Pomi
71
DALLA RISATA ALLA prime espressioni di emozione e per- esterno gioie e sofferenze e questo
mette al bambino di comunicare il diventa terreno fertile su cui si posso-
LIBERA ESPRESSIONE senso di benessere. no innestare paure, blocchi, malattie
DELLE EMOZIONI Questo comportamento compare psicosomatiche. Possiamo provare a
come segnale specifico molto presto prevenire il malessere che ci offusca
nel periodo neonatale e acquista la mente e i pensieri provando a vive-
Vi è mai successo di ridere in situa-
significato relazionale intorno al terzo re con sincerità le emozioni, prima di
zioni tristi o in momenti in cui è social-
mese come risposta specifica al volto tutto con noi stessi, e poi forse verrà
mente riprovevole e ci si aspettereb-
della madre. quasi automatico anche con gli altri.
be un atteggiamento triste o comun-
Dal punto di vista filogenetico ha I momenti in cui diamo libero sfogo
que composto?
acquisito man mano vari significati: alle emozioni sono quelli più belli, più
Pensiamo ai funerali o più semplice-
da atteggiamento difensivo si è evolu- intensi, anche quando le emozioni
mente a quando cade una persona.
to fino a indicare sottomissione, paci- sono negative "sfogarci" ci regala la
E' un comportamento piuttosto comu-
ficazione, rassicurazione, amichevo- sensazione di liberazione da pesi
ne, che comunque provoca imbaraz-
lezza, affinità, simpatia… insopportabili.
zo perché sconveniente. Eppure è un
Al di là del significato specifico ci inte- Allora ridiamo ancora, esprimiamoci
modo di liberare delle emozioni che
ressa trasmettere soprattutto l'impor- magari in modo creativo. E chissà, se
probabilmente non riusciremmo a
tanza che riveste a livello di comuni- imparassimo a prenderci un po' meno
esprimere in modo diverso.
cazione non verbale nel veicolare un sul serio, ad accettarci con tutti i difet-
Attraverso il sorriso e la risata, quindi,
messaggio chiaro, "sincero", che ti e a riderci su, forse potremmo esse-
esprimiamo emozioni, stati d'animo,
passa attraverso l'espressione dei re più sani e più felici.
in genere positivi, o comunque tentia-
sentimenti.
mo di liberarci di sensazioni spiace-
Comunicare, tirar fuori le emozioni è Serena Fiocchetti
voli con l'auspicio di ristabilire un
"terapeutico". E' forse il primo passo serenafiok@libero.it
equilibrio che ci consenta di ripristina-
per stare bene, per tenere lontano
re il benessere e la tranquillità persa
l'angusto mondo della patologia. La
in certe situazioni.
patologia spesso è il risultato del
Ridere, a volte, ci consente di alleg-
blocco delle emozioni, dell'incapacità
gerire una situazione pesante e stres-
di comunicare chi siamo, cosa provia-
sante (Ovviamente va valutato il
mo, i nostri bisogni.
momento). Credo sia opportuno riflet-
Non è facile comunicare al mondo
tere sul fatto che il sorriso è una delle
'La tazza verde'
spazio a cura
di Roberta Milani
mibeba@libero.it

PIANTE CONTRO L'INQUINAMENTO

Forse qualcuno di voi avrà già avuto il dubbio che stare troppe ore davanti ad un monitor può avere qualche effetto collatera-
le... bene, rimuovete ogni dubbio: è una certezza. Alcuni studi si sono occupati di verificare quali sono i principali disturbi cau-
sati non solo dalle apparecchiature in sé, ma dallo scorretto uso che se ne fa: pare proprio che le tanto temute radiazioni e campi
elettromagnetici siano solo una cosa di cui preoccuparsi, ma di sicuro non una cosa di poco conto.
Recenti studi hanno tuttavia dimostrato che la natura ci ha dato delle soluzioni: le piante "mangia radiazioni". Si tratta di piante
grasse che hanno la proprietà di ristabilire le alterazioni provocate da contaminazio elettromagnetica nell'ambiente.
L'inquinamento elettromagnetico come la radioattività, ha un inconveniente, e cioè non si può apprezzare con i nostri sensi,
neanche con forti dosi, visto che non ha odore, è materialmente impalpabile, non si sente e non ha sapore. E' senza dubbio
nociva. Sono tanto pericolose le frequenze basse come quelle alte, quelle di alta intensità come quelle di bassa, le microonde
come le hiperfrequenze. Siamo tutti i giorni immersi in un vertiginoso vortice di onde e di particelle che ci penetrano ogni istan-
te. Daniel Depris, presidente europeo di AURORE (Associazione per l'uso Razionale delle onde elettromagnetiche), nella sua
pubblicazione "Quelle onde che un giorno ci uccideranno", segnala i pericoli che possono derivare da una esposizione regola-
re o permanente alle radiazioni hertziane. Come risultato delle ricerche compiute da detta associazione e le conclusioni di
numerosi esperti, cominciando da quelli dell'OMS (Organizazzione Mondiale della Salute), Depris ha segnalato le perturbazio-
ni e sintomi che derivano dalla sindrome delle frequenze radioelettriche e le hiperfrequenze. Queste sono le principali alterazio-
ni che producono: cefalea (dolori di testa); irascibilità e perturbazioni del comportamento (soprattutto l'aggressività); astenia (per-
dita di vitalità); diminuzione dell'attività sessuale; perdita di appetito, alterazioni cardiovascolari; dolori al torace; alterazione del
ciclo mestruale nella donna; opacità del cristallino, lesioni della retina e alterazione della cornea; lesione dei testicoli, alterazio-
ne degli spermatozooi; aumento del rischio di leucemia; ecc. Alcune di queste anomalie, compaiono solo in casi si esposizione
a campi intensi ma altre, per il contrario, possono essere provocate da installazioni di bassa e incluso di bassissima potenza.
E' consigliabile dunque mettere vicino ai computer, impianti hi-fi, televisioni ed elettrodomestici in genere piante grasse del tipo
dell'Echinocactus - più noto come "cuscino della suocera" - o della Tillandsia Aerantos.
KEY SE

76
ERVICE

77