Sei sulla pagina 1di 116

Orizzonte pensioni ((I)

(Orizzonte
Pensioni))
Pensione obbligatoria
Pensione complementare
Un manuale operativo

(II)) Orizzonte pensioni

Ge
ren
ze
ideato e prodotto da

FP CGIL
www.fpcgil.it

a cura di
Antonio Marchini
Camillo Linguella
progetto grafico e impaginazione
Redesign Comunicazione Bologna
www.redesignlab.it

FP CGIL 2015
Rilasciato con licenza CC 4.0
Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate
CC BY-NC-ND
http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/4.0/
Per quesiti e informazioni :

linguella@fpcgil.it (per la pensione complementare)

marchini@fpcgil.it (per la pensione obbligatoria)

Orizzonte pensioni ((1)

(Orizzonte
Pensioni))
Pensione obbligatoria
Pensione complementare
Un manuale operativo

(2)) Orizzonte pensioni

In
di
ce

Premessa
Cenni Storici
Le gestioni previdenziali
Contributi obbligatori

Lavoratori dipendenti privati


Lavoratori dipendenti pubblici
Accreditamento sistema retributivo
Lavoratori parasubordinati
Recupero dei vuoti assicurativi

Lestratto contributivo
Contributi volontari
I requisiti
Limporto

Contributi figurativi
Contributi da riscatto

Periodi riscattabili
La domanda
Modalit di versamento dei contributi dovuti

Totalizzazione dei contributi


Le prestazioni
La domanda
Differenze con la ricongiunzione
Limporto

La ricongiunzione

La ricongiunzione nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (art. 1


L.29/1979)
La ricongiunzione di periodi accreditati nel FPDL presso altri fonti (art.2
L.29/1979)
La ricongiunzione di periodi assicurativi da e verso le casse di previdenza dei liberi professionisti (Legge 45/1990)
Lonere di ricongiunzione
Il pagamento
La domanda
Il trasferimento dei contributi presso il FPLD

Il limite minimo per laccreditamento dei contributi


Maggiorazioni dellanzianit contributiva
La pensione di vecchiaia

Regime retributivo o misto (inizio assicurazione prima del 1 gennaio


1996).
Requisito di et
Eccezioni
Diversit per le lavoratrici pubbliche
Requisito di contribuzione
Requisito di cessazione del rapporto di lavoro
La decorrenza
Regime contributivo (inizio assicurazione previdenziale dopo il 31
dicembre 1992)
Requisito di et
Requisito di contribuzione
Requisito di cessazione del rapporto di lavoro
Requisito dimporto
La decorrenza

Orizzonte pensioni ((3)

Opzione donna

Gli effetti della decurtazione


Limiti per la fruizione del regime sperimentale donna

Pensione di vecchiaia
Et anagrafica richiesta

La pensione anticipata

Requisito di et
La penalizzazione
La misura
Sospensione della penalizzazione
Requisiti contributivi
Pensione anticipata con almeno 63 anni di et

La speranza di vita
Pensione anticipata per lavori usuranti
Le Attivit Lavorative Usuranti
Il periodo minimo di attivit
LEt Pensionabile nei lavori usuranti
Lavoratori notturni
La decorrenza
La Domanda
La documentazione

I due sistemi di calcolo della pensione


Sistema retributivo
A chi si applica
Il Sistema misto
Come si determina
Lavoratori dipendenti pubblici
Il sistema contributivo
A chi si applica
Lopzione
Il calcolo della prestazione
Coefficienti di trasformazione

Trattenimento in servizio dipendenti pubblici


Labolizione del trattenimento in servizio
Casi di esclusione i medici
Risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro

La pensione per:
Vigili del fuoco

Polizia penitenziaria

Corpo forestale dello stato


La Pensione di Vecchiaia
La pensione di anzianit

Trattamenti di invalidit

La pensione di inabilit
Il diritto
La prestazione
Inabilit civile
Lassegno di invalidit
La durata dellassegno
La revisione
LImporto
Integrazione al minimo
La trasformazione in pensione di vecchiaia
La compatibilit con la prestazione di attivit lavorativa
Trattamento ai superstiti

(4)) Orizzonte pensioni


Dipendenti pubblici
Inabilit assoluta e permanente a proficuo lavoro
Inabilit assoluta e permanente alle mansioni svolte
Calcolo della prestazione
Inabilit assoluta e permanente a qualsiasi attivit lavorativa
La domanda
Calcolo
Incompatibilit
Causa di servizio

La pensione ai superstiti
I beneficiari
Norma antibadante
Limporto
Cause di cessazione
Indennit per morte
Indennit una-tantum

La pensione privilegiata
Il diritto

Supplemento di pensione
Condizioni
Il termine Breve
Assegno di invalidit

Pensione supplementare
La maggiorazione sociale
Lassegno sociale
Limporto

La social card
Le prestazioni economiche in favore dei disabili
I trattamenti
La domanda
Pensione di inabilit per i disabili
Requisiti
La domanda
Lassegno mensile per i disabili
Opzione
Indennit di accompagnamento per i disabili
Requisiti
Esclusioni
Indennit di frequenza per ragazzi/e disabili
Aventi diritto
Ciechi
Sordi
Deduzioni e detrazioni fiscali per disabili e invalidi civili

Cumulo pensioni e redditi

Cumulo dei redditi da lavoro con la pensione di vecchiaia o di anzianit


Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con lassegno ordinario di invalidit
Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con le Pensioni di invalidit
Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con la Pensione di Inabilit
Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con la Pensione di Reversibilit

Orizzonte pensioni ((5)


La previdenza complementare

La Busta arancione ovvero La mia Pensione


Le principali norme che disciplinano la previdenza complementare
Le forme di previdenza complementare
Il Fondo Pensione negoziale
Organi del Fondo pensione:
Spese per la gestione del Fondo
La previdenza complementare per i pubblici dipendenti
Il TFR/TFS
Buonuscita
Indennit premio fine servizio
Indennit di anzianit
Trattamento di fine rapporto
Figurativit del Tfr
Opzione alla previdenza complementare
Opzione alla previdenza complementare per gli assunti prima del
2001.
Per gli assunti dall1.1.2001
La contribuzione
Dipendenti gi in servizio al 31.12.2000
La gestione finanziaria
Asset allocation strategica
I comparti di investimento
Le prestazioni
Anticipazione
Riscatto
Trasferimento
La pensione complementare (rendita)
Il calcolo della Rendita
Normativa e Accordi di riferimento della Previdenza complementare nel
Pubblico Impiego
Il Fondo pensione Complementare Perseo Sirio
Destinatari
Comparti interessati
Altri Destinatari
Il regime fiscale
TFR
La tassazione delle prestazioni

TABELLE ESEMPLIFICATIVE

(6)) Orizzonte pensioni

Pre
mes
sa

Orizzonte pensioni ((7)

La previdenza in pillole
Manuale operativo
per le RSU e i delegati

I risultati ottenuti nellultima tornata elettorale hanno confermato il primato, la forza e la vitalit della FP CGIL, contemporaneamente aumenta la nostra responsabilit nel dover
offrire positivi risultati concreti alle lavoratrici e ai lavoratori.
Uno dei campi di battaglia in cui pensiamo si debbano misurare le nostre delegate ed i nostri delegati quello previdenziale.
La pensione oggi per le caratteristiche che ha acquisito non

Maria Concetta Basile


Segretaria FP CGIL Nazionale

una cosa disgiunta e conseguenza automatica del rapporto di


lavoro ma, va costruita e pianificata, facendo scelte giuste e
consapevoli.
Noi pensiamo che le Rsu e i delegati debbano affiancare i lavoratori e le lavoratrici nellarduo percorso di pianificazione
della pensione, di conoscere quale sar il suo tasso di sostituzione, cio il rapporto fra ultimo stipendio e primo rateo di
pensione, di vedere se questo sar sufficiente per vivere adeguatamente oppure serve unintegrazione pensionistica e in
tal caso aiutarli a scegliere la forma complementare pi confacente.
Per questo abbiamo pensato di fornire a tutti un agile e-book
sulla pensione obbligatoria e su quella complementare dove
sono indicati i principi base.
Per gli approfondimenti c lapposita sezione Previdenza sul
sito della Funzione Pubblica Cgil (www.fpcgil.it) e comunque
ci siamo personalmente per seguirvi ed aiutarvi.
In pratica adempiamo anche ad un obbligo legislativo eluso
dal Governo che dovrebbe essere attore principale.
La legge Fornero sulle pensioni, meglio chiamarla cos e non
riforma, perch le riforme stanno a significare un migliora-

(8)) Orizzonte pensioni

mento della situazione precedente, ha cambiato in peggio il


panorama pensionistico, compremettendo, secondo noi, un
diritto costituzionalmente garantito ( art. 38 della Costituzione).
La sostenibilit viene perseguita attraverso lallungamento
dellet lavorativa mentre ladeguatezza con la previdenza
complementare. Questi semplici elementi a causa della crisi, o
servendosi di questa come alibi, hanno fatto s che si producesse legislazione in cui non sempre facile districarsi.
Il mondo della previdenza rimane comunque un mondo pressoch sconosciuto. Ne era consapevole perfino la Fornero
che al comma 29 dellart. 24 del cosiddetto Decreto Salva Italia, stabil che il Ministero del Lavoro e lINPS dovessero farsi
carico di una campagna di educazione previdenziale. Poco o
niente e stato fatto in questo senso.
In definitiva la FP CGIL ricerca e realizza, non solo la cura e la
tutela del rapporto di lavoro sia nella contrattualit che nel
suo svolgimento, ma vuole anche essere di ausilio per tutti gli
aspetti previdenziali. Fornire gli elementi di conoscenza per
stabilire la probabile pensione INPS - gestione dipendenti pubblici - e sulla base di questi valutare, con cognizione di causa, lutilit della pensione complementare e la convenienza ad
aderire, per esempio, al Fondo Perseo Sirio.

Orizzonte pensioni ((9)

Cenni Storici
Il

sistema previdenziale pubblico affon-

te dallet anagrafica.

da le proprie radici alle origini nella

La crisi economica e demografica che inizia

storia unitaria dItalia: nel 1898 viene fonda-

a manifestarsi dalla fine degli anni 80 impo-

ta la Cassa Nazionale di Previdenza per lin-

ne una revisione del sistema pensionistico e,

validit e la vecchiaia degli operai, su base

a partire dal 1992, viene avviato un riordino

volontaria.

del sistema previdenziale dei lavoratori pub-

La prima met del secolo scorso vede lattua-

blici e privati, eliminando le normative spe-

zione di numerosi interventi a sostegno del

ciali allora vigenti in favore dei dipendenti

lavoro dipendente, dallobbligatoriet della-

pubblici, configurando lattuale sistema che

desione alla Cassa Nazionale di Previdenza,

pu essere definito misto, con:

che diventa nel 1933 lINPS (Istituto Naziona-

la previdenza obbligatoria di base (cosid-

le per la Previdenza Sociale), allintroduzio-

detto primo pilastro);

ne dellindennit di licenziamento lattuale

la previdenza complementare (cosiddetto

TFR degli assegni familiari e della pensione

secondo pilastro) costituita dai fondi pen-

di reversibilit per i superstiti.

sione che hanno il compito di integrare la

Dopo la guerra si stabilisce anche la riparti-

pensione di base;

zione dei contributi versati con 2/3 a carico

la previdenza integrativa individuale (co-

del datore di lavoro e di1/3 a carico del la-

siddetto terzo pilastro) costituita dalle po-

voratore e, a seguito dellinflazione bellica e

lizze vita previdenziali o dai piani di accu-

della conseguente perdita di potere dacqui-

mulo dei fondi comuni di investimento.

sto delle pensioni, il passaggio dal sistema di


capitalizzazione al sistema a ripartizione.

Da allora si sono susseguiti interventi di

Lo sviluppo economico post bellico consen-

riforma del sistema pensionistico:

te una politica previdenziale pi ampia, con

D.Lgs 503/1992 (riforma Amato che ha at-

interventi economici e normativi a favore

tuato un graduale incremento dellet pen-

dei pensionati: tredicesima mensilit, trat-

sionabile;

tamento minimo di pensione, si introduce la


pensione di anzianit connessa al versamento di 35 anni di contributi, indipendentemen-

L. 335/1995 (riforma Dini che ha introdotto


il sistema di calcolo contributivo);
L.449/1997 (riforma Prodi che ha accelera-

(10)) Orizzonte pensioni

to la fase transitoria di aumento degli anni


necessari per pensione di anzianit);

abolito le finestre mobili;


previsto misure, quali la limitazione della-

L.243/2004 (riforma Maroni che ha allunga-

deguamento delle pensioni su cui interve-

to let pensionabile - cosiddetto scalone -);

nuta la sentenza della Consulta n. 70/15 ecc.;

L247/2007 (riforma Prodi che ha rivisto i

La previdenza obbligatoria una galassia

requisiti per il diritto alla pensione, supe-

ancora popolata da enti e regole e presta-

rando lo scalone e introducendo il siste-

zioni non omogenee, destinati ai diversi

ma delle quote);

settori professionali esistenti nel mondo

L.122/2010 (riforma Sacconi) che ha modi-

del lavoro. In questa guida tratteremo prin-

ficato la decorrenza della pensione con la

cipalmente le norme relative ai lavoratori

cosiddetta finestra mobile dopo 12 mesi

dipendenti inseriti nella gestione INPS e

dalla maturazione del diritto, ha previsto

nellex INPDAP.

un immediato innalzamento dellet per la


pensione di vecchiaia per le lavoratrici dipendenti dei settori pubblici e ha introdotto
ladeguamento alle speranze di vita dei requisiti dellet anagrafica per il diritto alla
pensione;
L.11/2011 (che ha ulteriormente allungato
le finestre di uscita per le pensioni di anzianit);
L.148/2011 (che ha anticipato linnalzamento dellet anagrafica per la pensione di vecchiaia per le lavoratrici del settore privato.
Infine la cosidetta riforma Fornero, con la
Legge 214/2011 che ha:
sancito il passaggio al sistema di calcolo
contributivo per le pensioni;
innalzato let per la pensione di vecchiaia
eliminato sostanzialmente le pensioni di
anzianit, introducendo la pensione anticipata ma con penalizzazioni;

Orizzonte pensioni ((11)

Le gestioni previdenziali
L

ordinamento previdenziale prevede

denziali, tra queste citiamo:

che i lavoratori sia pubblici sia pri-

a. I soci di enti cooperativi;

vati siano iscritti obbligatoriamente ad una

b. Gli apprendisti;

forma assicurativa previdenziale. Nel nostro

c. I lavoratori domestici;

paese esistono 5 forme assicurative di previ-

Gestione separata per i lavoratori indipen-

denza, con differenze fra le prestazioni e i si-

denti e parasubordinati come, ad esempio,

stemi di calcolo della pensione.

le Collaborazioni Coordinate e Continuati-

Le due principali forme di assicurazione

ve).

obbligatoria sono:
AGO-INPS, cui sono iscritti i lavoratori dei
settori privati;
Ex INPDAP i cui iscritti sono i lavoratori
pubblici.

LEx INPDAP una forma esclusiva dellAGO e nella quale sono previste alcune gestioni:
Dipendenti dello Stato e delle aziende autonome delle Stato (ex CTPS);
Dipendenti degli Enti Locali e della Sanit

NellAGO-INPS sono presenti alcune ge-

Pubblica (ex CPDEL);

stioni previdenziale:

Cassa pensioni sanitari (ex CPS);

Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti

Cassa pensioni insegnanti asili noto e scuo-

(FPDL) al quale sono iscritti la generalit


dei lavoratori dipendenti esclusi quelli pubblici. In questo ambito vi sono categorie di
lavoratori con particolari normative previ-

le parificate (ex CPI);


Cassa pensioni ufficiali giudiziari (ex
CPUG).

(12)) Orizzonte pensioni

Contributi obbligatori
Il

sistema previdenziale Italiano defini-

ne percepita strettamente connessa al nu-

to a ripartizione, vale a dire che i con-

mero ed al valore individuale dei contributi

tributi versati dai lavoratori e dai datori di

versati durante la vita lavorativa.

lavoro consentono di finanziare il sistema e

La contribuzione obbligatoria costituita

di erogare la pensioni a chi gi pensiona-

dalla retribuzione complessivamente perce-

to (sistema retributivo). Con le riforme che

pita che i datori di lavoro pubblici e privati

sono state attuate nel corso degli anni, a que-

sono tenuti a versare, sia per la parte a pro-

sto sistema si aggiunto il metodo a capita-

prio carico sia per la parte a carico dei dipen-

lizzazione proprio del sistema previdenziale

denti ai quali viene trattenuta mensilmente

contributivo, con il quale la pensione che vie-

dalla busta paga.

Lavoratori dipendenti privati


Per i lavoratori dipendenti privati in ge-

voratore nelle misure del 23.81% e 9.19%. Diffe-

nere, la contribuzione pari al 33% della re-

renza notevoli, in pi o in meno, sono previste

tribuzione imponibile previdenziale (cio al

in relazione al settore di attivit dellimpresa,

netto dei soli trattamenti di famiglia). Questa

al tipo di contratto del lavoratore (es. appren-

aliquota ripartita tra il datore di lavoro e la-

disti, incremento occupazionale).

Lavoratori dipendenti pubblici


Per questi lavoratori, la contribuzione

ratori. Per gli iscritti alla ex CTPS, laliquota

pari al 32.65% per gli iscritti alle casse ex IN-

del 33% di cui il 24.20% a carico del datore di

PDAP, CPS, CPI, CPUG, di cui il 23.80% a cari-

lavoro e 8.80% a carico del lavoratore.

co del datore di lavoro e dell8.85% per i lavo-

Accreditamento sistema retributivo


Nel sistema retributivo il numero dei con-

plessiva risulti pari a 10440,00 euro annue

tributi da accreditare per la pensione pari

(valore per il 2015). In caso contrario il nu-

a quello delle settimane retribuite durante

mero delle settimane che viene accreditato

lanno, a condizione che la retribuzione com-

proporzionalmente ridotto.

Orizzonte pensioni ((13)

(AD ESEMPIO))
Se una persona percepisce una retribuzione mensile di 620 euro, alla fine dellanno si vedr
accreditare 43 settimane di contributi e non 52. Infatti: lo stipendio annuo pari a 8.060 euro,
importo che viene diviso per il minimale contributivo settimanale (sempre valore del 2015) che
pari 200,76 euro. In sostanza in questo caso il lavoratore avr maturato solo 10 mesi anzich 12.

Lavoratori parasubordinati
Si tratta dei lavoratori che svolgono unat-

Anche nei rapporti di collaborazione occorre

tivit di collaborazione coordinata e conti-

prestare attenzione al minimale contributivo

nuativa i quali versano una contribuzione ob-

che se inferiore a 324 euro il mese, compor-

bligatoria pari al 26% cos suddivisa: 17.82% a

ta un accredito contributivo ridotto. Se, ad

carico del committente e 8.90% a carico del

esempio, percepisce una retribuzione pari a

lavoratore, cui si deve aggiungere una mag-

12.000 euro lanno, su tale somma verser il

giorazione dello 0.72% utile per finanziare la

26% e ai fini della pensione avr maturato 10

maternit e gli assegni famigliari.

mesi, anzich un anno intero.

Recupero dei vuoti assicurativi


Il lavoratore che si accorge, che in deter-

tanto pi che eventuali dichiarazioni rila-

minati periodi della sua vita lavorativa non

sciate dal datore ora per allora non hanno

sono stati versati i contributi non li perde

alcun valore.

automaticamente. La contribuzione obbliga-

Passato questo periodo per recuperare un

toria, infatti, si prescrive nellarco di 10 anni.

eventuale vuoto assicurativo non resta che

Naturalmente dovr documentare lesisten-

utilizzare listituto del riscatto.

za del rapporto di lavoro nei periodi scoperti,

(14)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((15)

Lestratto contributivo
L

estratto contributivo fotografa la vita

dipendenti degli Enti locali alcune centinaia

assicurativa del lavoratore e della la-

di migliaia di lettere per verificare la corret-

voratrice, dove sono indicati tutti i contributi

tezza dei versamenti contributivi previden-

da lavoro, figurativi, volontari, ricongiunti e

ziali a loro attribuiti.

riscattati.

Successivamente, la campagna di verifi-

Lestratto conto contributivo consente di ve-

ca della posizione assicurativa interesser

rificare lesattezza delle registrazioni e di

lintera categoria dei pubblici dipendenti:

segnalare tempestivamente eventuali di-

3.500.000 tra lavoratori e lavoratrici, di cui

scordanze o inesattezze. La contribuzione

3.200.000 ancora in servizio e 300.000 che

previdenziale si prescrive passato il termine

hanno lasciato il lavoro, ma non sono ancora

di 5 anni e pertanto non possono pi essere

in pensione.

versate dal datore di lavoro.

Obiettivo della campagna dellINPS di fare

Se il lavoratore vicino alla pensione, pu ri-

in modo che la posizione assicurativa di cia-

chiedere lECOCERT, cio lestratto conto cer-

scun lavoratore e ciascuna lavoratrice riflet-

tificativo: un documento analitico che vale

ta correttamente il lavoro svolto durante tut-

come certificato della posizione assicurativa.

ta la carriera professionale.

Per richiedere lestratto conto occorre acce-

In ogni caso consigliabile recarsi al patro-

dere al sito dellINPS digitando il codice fisca-

nato Inca della Cgil, presente in tutte le ca-

le per la richiesta del PIN.

mere del lavoro delle citt italiane e in alcuni

A cominciare da settembre, lINPS invier ai

paesi nel mondo.

(16)) Orizzonte pensioni

Contributi volontari
L

istituto della prosecuzione volonta-

di non effettuazione dellattivit di lavoro

ria consente ai dipendenti che hanno

allinterno di un rapporto di lavoro part-ti-

interrotto il rapporto di lavoro di continua-

me di tipo orizzontale, verticale o ciclico;

re il versamento dei contributi con onere in-

di astensione facoltativa per maternit ol-

teramente a proprio carico. Questo vale, ad

tre il sesto mese e tra il terzo e lottavo anno

esempio, nei rapporti di lavoro a part-time,

di et del bambino, ad integrazione dei con-

nel caso di interruzione del lavoro per aspet-

tributi figurativi;

tativa per motivi di famiglia, per i periodi di

di assenza dal lavoro per malattia del bam-

congedo per la formazione e cos via.

bino, tra il terzo e lottavo anno di et del

Questi consentono di perfezionare i requisiti

bambino, ad integrazione dei contributi fi-

di assicurazione e di contribuzione necessari

gurativi;

per raggiungere il diritto ad una prestazione

sospensione o interruzione del rapporto di

pensionistica, e per incrementare limporto

lavoro previsti da specifiche norme di legge

del trattamento pensionistico a cui si avreb-

oppure disposizioni contrattuali successivi

be diritto, se sono gi stati perfezionati i re-

al 31 dicembre 1996 (ad esempio i congedi

quisiti contributivi richiesti.

per formazione, congedi per gravi e docu-

possibile chiedere la prosecuzione volonta-

mentati motivi familiari, aspettativa non

ria anche in costanza di rapporto di lavoro

retribuita per motivi privati o malattia,

nei seguenti casi:

sciopero).

di sospensione del rapporto di lavoro per


periodi non coperti (aspettativa per motivi
di famiglia o altri);

In questi casi non necessaria la cessazione dellattivit lavorativa che resta, invece,

di formazione professionale, studio, ricerca


finalizzati alla riqualificazione professio-

condizione necessaria per lautorizzazione


negli altri casi.

nale;

I requisiti
Per ottenere lautorizzazione alla prosecuzione volontaria, lassicurato deve poter

far valere uno dei seguenti requisiti:


almeno 5 anni di contributi (260 contributi

Orizzonte pensioni ((17)

settimanali ovvero 60 contributi mensili)

denti su base stagionale, temporanea e

indipendentemente dalla collocazione tem-

discontinua, per i periodi successivi al 31

porale dei contributi versati;

dicembre 1996 e per cui non stati versati

un anno di contributi nei cinque anni pre-

contributi obbligatori o figurativi.

cedenti la domanda per i lavoratori subordinato;

In assenza di contributi per 5 anni sono

un anno di contributi nei cinque anni pre-

sufficienti 3 anni, purch presenti negli ulti-

cedenti la domanda per i lavoratori a tem-

mi 5 anni precedenti la domanda.

po parziale;

In deroga a questultimo requisito, in casi

un anno di contributi nei cinque anni precedenti la domanda per i lavoratori dipen-

particolari possibile far valere un requisito


ridotto.

Limporto
LINPS determina gli importi da versare

(18)) Orizzonte pensioni

Contributi figurativi
Q

uesta tipologia di contributi utili per la


maturazione del diritto e della misura

della pensione non costano al lavoratore in


quanto lonere carico del fondo previdenziale al quale iscritto.

bino di et fino a tre anni;


di astensione facoltativa oltre i 6 mesi e l8
anno di vita del bambino;
di assenza dal lavoro per malattia del bambino tra il 3 e l8 anno di vita del bambino

Ai fini del calcolo della retribuzione an-

di educazione ed assistenza dei figli fino al

nua pensionabile, per i periodi successivi al

6 anno di vita per le pensioni contributive

31/12/2004, il valore da attribuire per ciascu-

(massimo 170 giorni per figlio);

na settimana pari alla normale retribuzione che sarebbe spettata al lavoratore.

di assistenza a portatori di handicap (legge


104/1992);
di assenza dal lavoro per assistenza a figli

La contribuzione figurativa prevista nei

con pi di 6 anni di et, al coniuge o al geni-

seguenti periodi:

tore con handicap grave, per le pensioni li-

di disoccupazione indennizzata (non utili

quidate con il metodo contributivo (25 giorni

per il diritto alla pensione di anzianit);


di malattia e di infortunio (non utili per il di-

lanno, entro un massimo di 24 mesi);


di assistenza antitubercolare;

ritto alla pensione di anzianit) entro il limi-

di servizio miliare ed equipollenti;

te massimo di 1 anno e dieci mesi;

di persecuzione politica e razziale;

di percezione dellindennit di mobilit;


di cassa integrazione guadagni;
di astensione obbligatoria e facoltativa per
gravidanza e puerperio;
corrispondenti a quelli di astensione obbligatoria per gravidanza e puerperio quando

di retribuzioni ridotto per contratti di solidariet;


di fruizione di sussidi per lavori socialmente
utili;
di percezione della pensione di inabilit successivamente revocata;

la maternit sia intervenuta in un periodo

di godimento dellassegno di invalidit, du-

in cui non si prestava attivit lavorativa, in

rante i quali non stata svolta attivit lavo-

presenza di 5 anni di contributi versati o ac-

rativa;

creditati in costanza di rapporto di lavoro;


di assenza dal lavoro per malattia del bam-

per le giornate di riposo fruite per donazione di sangue e midollo osseo;

Orizzonte pensioni ((19)

Dal 2013 laccredito figurativo avviene automaticamente, tranne per gli eventi collocati al di fuori del rapporto di lavoro come, ad
esempio, il servizio militare, la maternit al
di fuori del rapporto di lavoro.

(20)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((21)

Contributi da riscatto
P

er coprire determinati periodi della vita

iniziare lattivit lavorativa, come nel caso

lavorativa nei quali il lavoratore sco-

del riscatto degli studi universitari.

perto da contribuzione, possibile utilizzare

Il contributo da riscatto pu essere versato in

listituto del riscatto che sempre oneroso.

ununica soluzione, oppure in forma rateale

Proprio per il fatto che il lavoratore deve

che, sempre nellipotesi degli studi univer-

pagare il riscatto (talvolta molto oneroso),

sitari, consentita fino a un massimo di 10

importante che la domanda di riscatto sia

anni senza interessi.

presentata il prima possibile in quanto lam-

Le somme versate per il riscatto contribui-

montare dellonere da versare determinata

scono alla riduzione del reddito imponibile

sulla retribuzione percepita al momento del-

IRPEF, come se si trattasse di contributi ob-

la domanda.

bligatori il che comporta un risparmio sullef-

Anzi, quando la legge lo consente, la doman-

fettivo onere di riscatto.

da di riscatto va presentata anche prima di

Periodi riscattabili
Sono riscattabili:
i diplomi universitari (corsi di durata non
inferiore a due anni e non superiore a tre);
i diplomi di laurea (corsi di durata non inferiore a quattro e non superiore a sei anni);
i diplomi di specializzazione che si conseguono successivamente alla Laurea ed al
termine;
di un corso di durata non inferiore a due
anni;
i dottorati di ricerca i cui corsi sono regolati da specifiche disposizioni di legge;
i titoli accademici introdotti dal decreto
n.509 del 3 novembre 1999 cio: Laurea (L),
al termine di un corso di durata triennale e
Laurea specialistica (LS), al termine di un

corso di durata biennale cui si accede con


la laurea;
diploma di accademia delle Belle Arti
(Sono esclusi i periodi di fuori corso);
periodi di lavoro prestati allestero in paesi
convenzionati;
lattivit svolta con contratto di contratto
di collaborazione coordinata e continuativa per periodi antecedenti il 1.4.1996;
periodi di interruzione o sospensione del
rapporto di lavoro (lavori discontinui, temporanei, stagionali successivi al 31/12/1996;
periodi di formazione professionale, studio
e ricerca;
periodi di interruzione tra un lavoro e laltro;

(22)) Orizzonte pensioni

Periodi intercorrenti nel lavoro con contratto a part- time verticale o ciclico;

colono e mezzadro in favore dei familiari


coadiuvanti.

periodi assenza dal lavoro per maternit


e assenza dal lavoro per malattia del bambino sino a 3 anni di et, quando la donna
non sta lavorando;

Altri servizi o periodi riscattabili


servizi presso enti iscritti facoltativamente
resi prima della data di iscrizione facolta-

periodo di congedo per lassistenza e la cura


di disabili in misura non inferiore all80%
per i periodi successivi al 31/12/1993;

tiva;
servizi prestati presso enti privati esercenti un pubblico servizio;

periodi di lavoro svolto con contratto part


time;

servizi prestati presso enti di diritto pubblico ed istituti di credito di diritto pubblico;

periodi di lavoro socialmente utili per la co-

servizio prestato come assistente straor-

pertura delle settimane utili per il calcolo

dinario non incaricato o di assistente vo-

della misura delle pensioni;

lontario nelle Universit o negli Istituti di

periodi di lavoro non coperti da contribu-

istruzione superiore;

zione (omessi) e per i quali non sussiste pi

servizio prestato in qualit di dipenden-

lobbligo assicurativo (prescritti), se i con-

te statale non di ruolo senza iscrizione

tributi risultano non versati:

allINPS;

dal datore di lavoro per attivit lavorativa subordinata;

periodi di tirocinio pratico per sanitari e


farmacisti;

dal titolare di impresa artigiana o commerciale per i coadiuvanti;

periodi di fruizione di borsa di studio;


periodi di iscrizione ad albi professionali.

dal titolare del nucleo coltivatore diretto,

La domanda
La domanda pu essere presentata dal-

o di riscatto deve essere presentata almeno

la data di assunzione e entro 90 giorni dalla

due anni prima della risoluzione del rapporto

cessazione dal servizio. Qualora la cessazio-

di lavoro per raggiungimento del limite di et

ne sia per limiti di et la domanda di computo

previsto per la cessazione dal servizio. La do-

Orizzonte pensioni ((23)

manda si intende decaduta in caso di assen-

di anni per i quali stato corrisposto lonere.

za di comunicazione da parte dellassicurato

Nel caso in cui i richiedenti siano i superstiti

entro il termine dei due anni dalla notifica.

dellassicurato deceduto, la determinazione

Nel caso di parziale versamento, verranno

dellonere avverr facendo riferimento alla

considerati utili solamente gli anni o frazioni

data di decesso dellassicurato.

Modalit di versamento dei contributi dovuti


Unica soluzione, entro sei mesi dalla notifica
Secondo un piano di rateizzazione (men-

sile, bimestrale o trimestrale) non superiore


a 5 anni.

(24)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((25)

Totalizzazione dei
contributi
Chi

ha svolto diversi lavori, con

tro certi limiti, la gestione assicurativa che

iscrizione a forme assicurative

garantisce il trattamento migliore; per fare

diverse, pu ottenere altrettanti trattamenti

questo, pu ricorrere alla ricongiunzione dei

di pensione (se raggiunge il requisito mini-

periodi assicurativi, che richiede in genere

mo per il diritto previsto in ciascuna di tali

il pagamento di un corrispettivo (si veda in

forme) oppure pu riunire in una sola le di-

proposito lapposito capitolo), o alla totalizza-

verse posizioni assicurative maturate, al fine

zione dei contributi.

di ottenere una sola pensione, scegliendo, en-

Le prestazioni
Le prestazioni conseguibili a seguito di totalizzazione sono:

tributi richiesti per le donne e per gli uomini, indipendentemente dallet anagrafica;

nel sistema retributivo:

la pensione di inabilit assoluta;

la pensione di vecchiaia al compimento

la pensione ai superstiti;

dellet e in presenza di 20 anni di contri-

nel regime contributivo

buti;

la pensione di vecchiaia;

la pensione anticipata con gli anni di con-

la pensione dinabilit.

La domanda
La domanda di totalizzazione va presentata allente previdenziale di ultima iscrizio-

data in uno dei fondi di previdenza dove ha


versato i contributi;

ne. A seguito della domanda, ogni gestione

ha richiesto e accettato la ricongiunzio-

interessata liquida quota parte di pensione di

ne dei periodi assicurativi (leggi 29/1979

propria competenza. La totalizzazione inve-

e 45/1990) in data successiva al 3 marzo

cenon pu essere richiestase il lavoratore:

2006.

gi titolare di una pensione diretta liqui-

(26)) Orizzonte pensioni

Differenze con la ricongiunzione


La ricongiunzione lunificazione, presso

La differenza principale tra totalizzazione e

un unico ente, dei periodi di assicurazione

ricongiunzione:

maturati dal lavoratore in differenti settori

la ricongiunzione onerosa, mentre la to-

di lavoro.

talizzazione gratuita.

Limporto
Limporto della pensione viene determina-

zianit contributiva maturata dal lavoratore

to in base alla somma delle quote di pen-

in ciascuna di esse. I periodi coincidenti con

sione di competenza di ogni singola gestione

altri accreditati presso diverse gestioni non

(secondo le modalit di calcolo vigenti nei ri-

sono da considerare ai fini del diritto alla pre-

spettivi ordinamenti), in proporzione allan-

stazione, ma solo per la misura.

Orizzonte pensioni ((27)

La ricongiunzione
Il

sistema previdenziale italiano gestito

rativa un lavoratore versi i propri contributi

da numerosi enti, casse e fondi, rivolti

obbligatori in casse o fondi diversi dal quale

a specifiche categorie di lavoratori che pu

risulta iscritto.

essere suddiviso in quattro settori:

In questo caso, ai fini del diritto e della misu-

fondi privati iscritti allINPS, nel quale, ol-

ra della pensione pu trasferire ricongiun-

tre che al regime generale (AGO) gestisce

gere i contributi che risultano essere stati

dei fondi speciali;

versati in enti previdenziali diversi.

lINPDAP per i dipendenti pubblici;

Occorre precisare che la ricongiunzione ope-

i lavoratori autonomi;

ra ai fini di una pensione unica, questo signi-

i liberi professionisti (categorie dotate di

fica che non si possono trasferire i contributi

casse di previdenza).

solo in modo parziale, bens si trasferiscono


linsieme dei contributi versati in un determi-

Pu avvenire che nellarco della vita lavo-

nato fondo.

La ricongiunzione nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (art. 1 L.29/1979)


La legge da la possibilit di ricongiungere

dalle gestioni speciali dei lavoratori autono-

presso il FPDL INPS tutti i contributi esistenti

mi sempre avvenuta con pagamento di un

in altre gestioni come, ad esempio, dallIN-

onere; in questo caso la facolt di ricongiun-

PDAP. Per le domande successive al 1 luglio

zione pu essere esercita a condizione che lin-

2010 la ricongiunzione comporta un onere a

teressato possa far valere, successivamente

carico del richiedente, mentre per domande

alla cessazione dellattivit come lavoratore

presentante prima di tale data avveniva sen-

autonomo, almeno 5 anni di contribuzione in

za oneri per il richiedente.

qualit di lavoratore dipendente in una o pi

La ricongiunzione dei contributi provenienti

gestioni pensionistiche obbligatorie.

La ricongiunzione di periodi accreditati nel FPDL presso altri fonti (art.2 L.29/1979)
Il lavoratore che possa far valere periodi
di iscrizione nellAGO:
in forme obbligatorie sostitutive, esclusive

dellAGO (INPDAP);
nelle gestioni speciali per lavoratori autonomi;

(28)) Orizzonte pensioni

pu richiedere in qualsiasi momento, ai fini

i periodi di contribuzione.

del diritto e della misura della pensione di

Tale tipo di ricongiunzione sempre onerosa.

ununica pensione, la ricongiunzione di tutti

La ricongiunzione di periodi assicurativi da e verso le casse di previdenza dei


liberi professionisti (Legge 45/1990)
possibile ricongiungere la contribuzione

o per i lavoratori autonomi.

esistente presso le varie casse di previdenza

Sono parimenti ricongiungibili i periodi di

dei liberi professionisti con quelle esistenti

contribuzione presso diverse gestioni previ-

presso le gestioni obbligatorie di previdenza

denziali per liberi professionisti.

per i lavoratori dipendenti, pubblici e privati,

Lonere di ricongiunzione
Nel regime retributivo lonere di ricon-

della pensione. Da questo onere si sottrae il

giunzione corrisponde alla quota di incre-

valore indicizzato dei contributi che il lavo-

mento dellimporto di pensione, ottenuto

ratore porta con se nella gestione di destina-

aumentando lanzianit contributiva con il

zione.

periodo ricongiunto, capitalizzata secondo il

Nel regime contributivo, listituto della ricon-

parametro attuariale della speranza di vita,

giunzione stato sostituito da quello della

tenuto conto del tempo intercorrente tra il

totalizzazione.

pagamento dellonere e la data di decorrenza

Il pagamento
Limporto da versare viene notificato, a

Il mancato pagamento dellimporto in unica

mezzo raccomandata, dallINPS con il prov-

soluzione o delle prime tre rate verr consi-

vedimento di accoglimento della domanda

derato come rinuncia alla ricongiunzione,

di ricongiunzione, in cui vengono indicate

mentre il mancato pagamento di due rate

anche le modalit di versamento e i termini

consecutive, nel corso di una rateazione gi

previsti.

iniziata, comporta lannullamento dellope-

Orizzonte pensioni ((29)

razione di ricongiunzione con rimborso di

zione di ricongiunzione con il rimborso di

quanto versato.

quanto versato. Una nuova domanda potr

Linterruzione del pagamento rateale dello-

essere presentata solo dopo dieci anni dalla

nere comporta lannullamento dellopera-

precedente o al momento del pensionamento.

La domanda
La domanda di ricongiunzione deve esse-

possibile presentare una secondo volta la

re presentata alla competente sede dellIsti-

domanda:

tuto, Ente, Cassa, Fondo o gestione previden-

dopo 10 anni dalla prima, con almeno 5

ziale nella quale si chiede di ricongiungere i

anni di contribuzione di effettivo lavoro;

diversi periodi.

al momento del pensionamento e solo nella

La facolt di ricongiunzione dei vari periodi

stessa gestione nella quale si fatta la pre-

pu essere esercitata una sola volta e riguar-

cedente ricongiunzione.

da la totalit dei contributi accreditati.

Il trasferimento dei contributi presso il FPLD


Nel caso in cui il lavoratore, assicurato pres-

mento gratuito dei contributi allINPS, ma

so una gestione sostitutiva o esclusiva (come

ci vale solo per i lavoratori degli Enti Locali

lex INPDAP) dellAGO, interrompesse il rap-

e della Sanit che hanno chiuso il rapporto

porto di lavoro senza ancora aver maturato

di lavoro prima del 1 agosto 2010 senza aver

il diritto alla pensione, possibile il trasferi-

maturato il diritto alla pensione.

(30)) Orizzonte pensioni

Il limite minimo per


laccreditamento dei
contributi
Q

ualunque sia il tipo di contribuzione ac-

garantisce il raggiungimento del minimo set-

creditata, c una stretta correlazione

timanale.

tra limporto della retribuzione di riferimen-

Esempi di contrazione per lanno 2012:

to (reale, tabellare,figurativa) e il numero dei

settimane lavorate 52, retribuzione comples-

contributi accreditati. Per i lavoratori dipen-

siva 6.500 euro. 6.500/192.40=338.78 arroton-

denti, un contributo settimanale pu essere

dato a 34 settimane

accreditato solo quando la retribuzione di

settimane lavorate 39, retribuzione 5.000

riferimento raggiunge o supera un determi-

euro. 5000/192.40= 28.98 arrotondato a 26

nato limite.

settimane. (192.40 era il limite minimo di re-

In pratica, il problema accade nel caso di la-

tribuzione settimanale nel 2012)

voro a part-time, perch, in caso di lavoro a

Per i lavoratori iscritti alla gestione sepa-

tempo pieno, il rispetto del minimale contri-

rata (co.co.co co.co.pro) il discorso analo-

butivo giornaliero per n.6 giorni a settimana

go, anche se il limite di riferimento diverso.

(AD ESEMPIO))

mesi di lavoro 6, reddito 6.000 euro. 6000/1.244.17=25.98 arrotondato a 4 mesi


(Le tabelle con i minimi sono recuperabili nel sito Internet dellINPS)

Orizzonte pensioni ((31)

Maggiorazioni
dellanzianit contributiva
In

alcuni casi leffettuazione di attivit

Il complesso dei periodi dovuti a maggiora-

lavorative particolari comporta la

zione di qualsiasi tipo non pu superare il

copertura assicurativa potenziata: il con-

limite di 5 anni, e dal 1 gennaio 2012 le mag-

tributo previdenziale corrispondente a tali

giorazioni calcolate nel sistema contributivo

periodi, che sarebbe spettato in condizioni

sono utili sia ai fini del diritto che della misu-

normali, viene moltiplicato per determinati

ra della pensione.

coefficienti di trasformazione.

(AD ESEMPIO))

i lavoratori dei Vigili del Fuoco e della Polizia Penitenziaria, hanno la maggiorazione di 1/3 del
periodo utile ai fini della pensione.

(32)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((33)

La pensione di vecchiaia
La

legge di riforma del 2011 ridefinisce

plicabili dal 1 gennaio 2012, esclusivamente

i requisiti per laccesso alla pensio-

per chi ancora non aveva perfezionato il re-

ne di vecchiaia sia nel regime retributivo che

quisito per il diritto alla pensione con le rego-

contributivo. Questi nuovi requisiti sono ap-

le vigenti prima di tale data.

Regime retributivo o misto (inizio assicurazione prima del 1 gennaio 1996).


Requisito di et

ogni due anni fino al 2018.

Il requisito anagrafico di 65 anni, vigen-

Inoltre, a partire dal 2013 il requisito ana-

te fino al 31.12.2011, viene elevato a 66 dal 1

grafico, qualunque esso sia a tale data, sar

gennaio 2012. Questa modifica si applica im-

incrementato degli adeguamenti alla spe-

mediatamente a tutti coloro che alla data del

ranza di vita. Tali adeguamenti avranno una

31.12.2011 dovevano far valere 65 anni di et,

cadenza triennale fino al 2019; dallo scat-

ivi comprese le lavoratrici del Pubblico Im-

to successivo ladeguamento avr cadenza

piego per le quali il passaggio da 61 a 65 anni

biennale.

era gi previsto a partire dal 2012.

In ogni caso, nel 2021 i requisiti anagrafici,

Per tutti coloro che invece potevano far vale-

adeguati alle speranze di vita, non potranno

re un requisito di et inferiore, previsto un

essere inferiori a 67 anni.

periodo transitorio di crescita del requisito

Restano fissati a quelli erano prima del 1993

fino al raggiungimento dei 66 anni nel 2018.

(60 anni per gli uomini, 55 per le donne) i limi-

Si tratta delle lavoratrici dei settori priva-

ti di et per i lavoratori non vedenti e quelli

ti, per le quali let anagrafica fissata a 62

invalidi in misura non inferiore all80%.

anni nel 2012 e viene incrementata di 18 mesi

(34)) Orizzonte pensioni

DONNE DEI SETTORI PRIVATI

60 anni.

62 anni.

62 anni e 3 mesi.
63 anni e 9 mesi.
65 anni e 3 mesi.
66 anni e 3 mesi.

Fino al 31/12/2011
Anno 2012
Anno 2013
Dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2015
Dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2017
Dal 1 gennaio 2018

UOMINI E DONNE DEL PUBBLICO IMPIEGO

Uomini 65 anni.

Donne 61 anni.

Uomini 66 anni.

Donne 65 anni.
Uomini 66 anni e 3 mesi.
Donne 66 anni e 3 mesi.

Fino al 31 dicembre 2011


Fino al 31 dicembre 2011
Anno 2012
Anno 2012
Dal 1 gennaio 2013
Dal 1 gennaio 2013

UOMINI DEI SETTORI PRIVATI

65 anni. Fino al 31 dicembre 2011


66 anni. Anno 2012
66 anni e 3 mesi. Dal 1 gennaio 2013

Eccezioni
Le norme per accedere al diritto alla pen-

trimenti sarebbero gi pensione), ma prima


dei 27 anni; i nati nel 1952 (che abbiano inizia-

sione prevedono due eccezioni che valgono

to a lavorare a 23 o 24 anni).

SOLO per le lavoratrici e i lavoratori dei set-

In questi casi la legge di riforma prevede uno

tori privati.

sconto di anni sullet pensionabile: da 66 a

Il correttivo apportato per gli uomini riguar-

64 anni.

da due classi det: i nati nel 1951 (che abbiano

Pi articolata la partita per quanto riguar-

iniziato a lavorare dopo i 24 anni, perch al-

da le donne. Si tratta delle donne nate nel 1952

Orizzonte pensioni ((35)

(il requisito chiave il compimento di 60 nel

no solo le donne e gli uomini dei settori pri-

2012), ma le nate nel primo semestre del 1952

vati, la conseguenza di questa disparit pu

non avranno nessun beneficio: a loro, infatti,

essere evidenziata con un esempio.

le regole ordinarie consentono di andare in

Una lavoratrice del mondo del lavoro privato

pensione nel 2015 a 63 anni e sei mesi, quindi

nata il 1 luglio del 1952, andr in pensione nel

prima dei 64 anni.

luglio del 2016 con 64 anni di et, mentre se

Le donne nate nel secondo semestre del 1952,

una lavoratrice pubblica, potr andare in

invece, potranno andare in pensione nel 2016

pensione nel 2018 con 66 anni di et.

a 64 anni anzich nel 2017 a 65.

Se, invece, fosse nata il 30 giugno del 1952, la


donna lavoratrice privata andr in pensione

Diversit per le lavoratrici pubbliche


Come si detto queste eccezioni riguarda

nel 2015 con 63 anni e mezzo di et, la dipendente pubblica nel 2018 a 66 anni.

DONNE DEI SETTORI PRIVATI

le lavoratrici che maturano, entro il 31/12/2012, 20 anni di contributi e 60 anni di et, potranno
andare in pensione a 64 anni di et anzich 66

UOMINI E DONNE DEI SETTORI PRIVATI

i lavoratori e le lavoratrici che maturano quota 96 nel 2012, potranno andare in pensione al
compimento di 64 anni di et

Requisito di contribuzione

coloro che alla data del 31 dicembre 1992

Il requisito contributivo fissato in 20 anni

hanno maturato i requisiti previdenziali e di

per tutti i lavoratori e lavoratrici, sia dei setto-

contribuzione di 15 anni (obbligatori, figura-

ri privati che pubblici.

tivi, volontari, da riscatto e ricongiunzione),

A questo requisito generale ci sono delle ecce-

riferiti temporaneamente a periodi anterio-

zioni, si tratta di:

ri al 1 gennaio 1993 anche se riconosciuti a

(36)) Orizzonte pensioni

seguito di domanda successiva a tale data;


lavoratori ammessi alla prosecuzione volontaria in data anteriore al 31 dicembre 1992;
lavoratori dipendenti che possono far valere
unanzianit assicurativa di almeno 25 anni

Requisito di cessazione del rapporto di


lavoro
Per i lavoratori dipendenti pubblici e privati richiesta la cessazione del rapporto di
lavoro.

e risultano occupati per almeno 10 anni, anche non consecutivi, per periodi di durata

La decorrenza

inferiore alle 52 settimana nellanno solare.

Tutte le lavoratrici e i lavoratori, di qual-

Il requisito dei 25 anni e quello di 10, possono

siasi settore di lavoro, che raggiungono il

essere maturati anche successivamente al

diritto alla pensione di vecchiaia nel regime

31 dicembre 1992;

retributivo a partire dal 1 gennaio 2012 si ve-

lavoratori dipendenti che abbiano matu-

dranno liquidare la pensione, a seconda della

rato al 31 dicembre 1992 unanzianit as-

maturazione delle prestazione e della gestio-

sicurativa e contributiva tale che, anche se

ne che liquida, dal 1 giorno del mese succes-

incrementata dei periodi intercorrenti tra il

sivo la maturazione del diritto o, nelle forme

1 gennaio 1993 e la fine del mese del com-

esclusive come lINPDAP per i dipendenti

pimento dellet per i requisiti per il pensio-

pubblici, dal giorno successivo al raggiungi-

namento di vecchiaia, non consentirebbe di

mento del requisito.

conseguire i requisiti assicurativi richiesti

Per i lavoratori e le lavoratrici che invece

nellanno di compimento dellet pensiona-

hanno perfezionato il requisito entro il 31 di-

bile.

cembre 2011, si applicano le decorrenze previste dalla normativa vigente alla data del
perfezionamento del requisito vale dire con il
regime delle finestre mobili.

Orizzonte pensioni ((37)

(38)) Orizzonte pensioni

Regime contributivo (inizio assicurazione previdenziale dopo il 31 dicembre 1992)


Requisito di et

Requisito di contribuzione

Il requisito anagrafico di 65 anni, vigente

Il requisito contributivo di 20 anni sia

fino al 31.12.2011, viene elevato a 66 anni dal 1

per i lavoratori privati che pubblici. Al 70

gennaio 2012. Questa modifica si applica im-

anno di et anche esso soggetto allincre-

mediatamente a tutti coloro che, alla data del

mento per le aspettative di vita - il requisito

31.12.2011, dovevano fare valere 65 anni di et,

si riduce di 5 anni, purch di contribuzione ef-

comprese le dipendenti delle Pubbliche Ammi-

fettiva. Per contribuzione effettiva si intende

nistrazioni per le quali il passaggio da 61 a 65

la contribuzione effettivamente versata, ob-

anni era previsto a partire dal 2012.

bligatoria, volontaria da riscatto, con esclu-

Per tutti coloro che invece potevano far valere

sione della contribuzione figurativa.

un requisito di et inferiore, previsto un pe-

La riduzione del requisito contributivo si ap-

riodo transitorio di crescita del requisito fino

plica soltanto quando lassicurazione previ-

al raggiungimento dei 66 anni nel 2018.

denziale abbia avuto inizio dopo il 31.12.1995,

Si tratta delle lavoratrici dei settori privati,

non anche ai soggetti che, avendo dato vita

per le quali let anagrafica fissata a 62 anni

ad una posizione assicurativa previdenziale

nel 2012 e viene incrementata di 18 mesi ogni

in data precedente, abbiano optato per il si-

due anni fino al 2018.

stema di calcolo contributivo.

Inoltre, a partire dal 2013 il requisito anagrafico, qualunque esso sia a tale data, sar incre-

Requisito di cessazione del rapporto di

mentato degli adeguamenti alla speranza di

lavoro

vita. Tali adeguamenti avranno una cadenza

Per i lavoratori dipendenti pubblici e priva-

triennale fino al 2019; dallo scatto successivo

ti richiesta la cessazione del rapporto di

ladeguamento avr cadenza biennale.

lavoro.

In ogni caso, nel 2021 i requisiti anagrafici,


adeguati alle speranze di vita, non potranno
essere inferiori a 67 anni.

Requisito dimporto
La pensione calcolata esclusivamente
con il sistema contributivo, non pu essere

Orizzonte pensioni ((39)

liquidata finch limporto, risultante dallap-

dente, abbiano optato per il sistema di calco-

plicazione del coefficiente di trasformazione

lo contributivo.

legato allet, non raggiunga un determinato


limite o finch let del richiedente, alla data

La decorrenza

da cui dovrebbe avere decorrenza la pensio-

Tutte le lavoratrici e i lavoratori, di qual-

ne, non abbia raggiunto il massimo previsto.

siasi settore di lavoro, che raggiungono il

Coloro che raggiungono il diritto alla pensio-

diritto alla pensione di vecchiaia nel regime

ne dal 1 gennaio 2012 in poi, limporto della

retributivo a partire dal 1 gennaio 2012 si ve-

pensione calcolata con il sistema contribu-

dranno liquidare la pensione, a seconda della

tivo sia pari o superiore a 1,5 volte lassegno

maturazione delle prestazione e della gestio-

sociale erogato dallINPS.

ne che liquida, dal 1 giorno del mese succes-

Si prescinde dal requisito dellimporto allet

sivo la maturazione del diritto o, nelle forme

di 70 anni, pi laspettativa di vita, in presen-

esclusive come lINPDAP per i dipendenti

za del requisito di contribuzione che, a tale

pubblici, dal giorno successivo al raggiungi-

et, fissato in 5 anni di contribuzione effet-

mento del requisito.

tiva

Per i lavoratori e le lavoratrici che invece

Il requisito dimporto si applica soltanto

hanno perfezionato il requisito entro il 31 di-

quando lassicurazione previdenziale abbia

cembre 2011, si applicano le decorrenze pre-

avuto inizio dopo il 31.12.1995, non anche ai

viste dalla normativa vigente alla data del

soggetti che, avendo dato vita ad una posizio-

perfezionamento del requisito vale dire con il

ne assicurativa previdenziale in data prece-

regime delle finestre mobili.

Contribuzione
Donne e uomini tutti i settori
Fino a 69 anni di et
Fino a 70 anni di et
20 anni

importo
Donne e uomini tutti i settori
Fino a 69 anni di et
Fino a 70 anni di et
Il pi elevato tra:
5 anni di contribuzione
importo assegno
Non richiesto
effettiva
sociale rivalutato x 1.5

(40)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((41)

Opzione donna
Le

donne hanno la possibilit di accede-

siano perfezionati i requisiti anagrafici e con-

re al pensionamento anticipato op-

tributivi utili a comportare la decorrenza del

tando per il sistema di calcolo della pensione

trattamento pensionistico.

interamente contributivo, questo significa che

Questo significa che le lavoratrici dipenden-

sono sufficienti 57 anni di et (pi i mesi di spe-

ti dovranno maturare i requisiti (57 anni e 3

ranza di vita) e 35 anni di contributi.

mesi e 35 anni di contributi) entro il 30 Novem-

Lopzione per il contributivo aperta sino al 31

bre 2014; le dipendenti del pubblico impiego

dicembre 2015 a condizione che a questa data

iscritte allex Inpdap entro il 30 Dicembre 2014.

Lavoratrici
Requisito contributivo
Maturazione req. Contributivo
Et necessaria
Ultima data nascita utile
Finestra mobile
Decorrenza pensione

Dipendenti Private
35 anni
Entro il 30.11.2014
57 anni e 3 mesi
31.8.1957
12 mesi
1.12.2015

Dipendenti Pubbliche
34 anni 11 mesi 16 giorni
Entro il 30.1.2014
57 anni e 3 mesi
30.9.1957
12 mesi
31.12.2015

Gli effetti della decurtazione


Per effetto del passaggio al sistema di cal-

quanto avrebbero ottenuto con il sistema

colo totalmente contributivo le lavoratrici

misto.

che optano per il regime in questione subi-

LINPS sta raccogliendo anche le domande di

scono mediamente una decurtazione sullas-

chi matura la finestra nel 2016 in attesa delle

segno che oscilla intorno 25-30% rispetto a

decisioni del Governo.

Dati individuali
Data di nascita
Inizio lavoro
Prima data di pensione con regime attuale
Importo pensione sistema misto
Data opzione pensione
Importo pensione metodo contributivo
Riduzione

A
5.3.1956
5.6.1976
1.5.2018
24.510.00
1.7.2014
17.810.00
-27%

Lavoratrice
B
C
5.3.1956
5.3.1957
5.6.1976
5.6.1977
1.5.2018
1.9.2019
46.200.00 24.520.00
1.7.2014
1.7.2015
29.210.00 17.350.00
-37%
-29%

D
5.3.1957
5.6.1977
1.9.2019
46.550.00
1.7.2015
28.620.00
-39%

(42)) Orizzonte pensioni

Limiti per la fruizione del regime sperimentale donna


Per la valutazione della contribuzione utile

Analogamente non possono beneficiare della

per il perfezionamento dei 35 anni sono utili,

sperimentazione, le lavoratrici destinatarie

nel limite di 52 settimane annue, i contributi

delle disposizioni in materia di salvaguardia

obbligatori, da riscatto e/o da ricongiunzione,

introdotte dalle norme che sono intervenute

volontari, figurativi con esclusione dei contri-

nel tempo.

buti accreditati per malattia e disoccupazione.

La disciplina sperimentale prevede che

Possono accedere al regime sperimentale:

lapplicazione del sistema contributivo sia li-

1. le lavoratrici con unanzianit contributiva

mitata alle sole regole di calcolo. Pertanto a

inferiore a 18 anni al 31 dicembre 1995 che

tale pensione si applicano le disposizioni sul

non abbiano gi esercitato il diritto di opzio-

trattamento minimo e non richiesto il requi-

ne per il sistema contributivo;

sito dellimporto minimo previsto per coloro

2. le lavoratrici con unanzianit contributiva

che accedono al trattamento pensionistico in

pari o superiore a 18 anni al 31 dicembre

base alla disciplina del sistema contributivo.

1995 che non abbiano maturato, entro il 31

Nello specifico si tratta del trattamento:

dicembre 2007, i requisiti di anzianit con-

non inferiore a 1,2 volte limporto dellas-

tributiva e di et anagrafica utili per il con-

segno sociale per le richiedenti che han-

seguimento del diritto a pensione di anzia-

no meno di 65 anni di et (art. 1, co. 20, L.

nit, ai sensi della disciplina vigente prima

335/1995), se la pensione contributiva ma-

dellentrata in vigore della L. 243/2004.

turata entro il 31.12.2011;


non inferiore a 1,5 volte lassegno sociale

Sono, inoltre, escluse dalla possibilit di


fruire del regime in parola le lavoratrici che

per chi matura la pensione contributiva dal


1.1.2012 in poi.

abbiano perfezionato il diritto al trattamento


pensionistico (vecchiaia o anzianit) in base ai

A tali lavoratrici non si applica, inoltre, il

requisiti previsti per la generalit dei lavora-

beneficio previsto dallarticolo 1, comma 40

tori vigenti al 31/12/2011 o i nuovi requisiti per

della legge 335/1995 che consente laccredito

la pensione di vecchiaia o pensione anticipa-

figurativo di alcuni periodi legati alleducazio-

ta introdotti dalla Riforma Fornero del 2011.

ne e assistenza ai figli fino al sesto anno di et.

Orizzonte pensioni ((43)

(44)) Orizzonte pensioni

Pensione di vecchiaia
Et anagrafica richiesta
Anni

Uomini

Donne Pubblico Impiego

Donne settori privati

2012

66 anni

66 anni

62 anni

2013

66 anni e 3 mesi

66 anni e 3 mesi

63 anni e 9 mesi

2014

66 anni e 3 mesi

66 anni e 3 mesi

63 anni e 9 mesi

2015

66 anni e 3 mesi

66 anni e 3 mesi

63 anni e 9 mesi

2016

66 anni e 7 mesi

66 anni e 7 mesi

65 anni e 7 mesi

2017

66 anni e 7 mesi

66 anni e 7 mesi

65 anni e 7 mesi

2018

66 anni e 7 mesi

66 anni e 7 mesi

66 anni e 7 mesi

2019

66 anni e 11 mesi

66 anni e 11 mesi

66 anni e 11 mesi

2020

66 anni e 11 mesi

66 anni e 11 mesi

66 anni e 11 mesi

2021 2022

67 anni e 2 mesi

67 anni e 2 mesi

67 anni e 2 mesi

2023 2024

67 anni e 5 mesi

67 anni e 5 mesi

67 anni e 5 mesi

2025 2026

67 anni e 8 mesi

67 anni e 8 mesi

67 anni e 8 mesi

2027 2028

67 anni e 11 mesi

67 anni e 11 mesi

67 anni e 11 mesi

2029 2030

68 anni e 1 mese

68 anni e 1 mese

68 anni e 1 mese

2031 2032

68 anni e 3 mesi

68 anni e 3 mesi

68 anni e 3 mesi

2033 2034

68 anni e 5 mesi

68 anni e 5 mesi

68 anni e 5 mesi

2035 2036

68 anni e 7 mesi

68 anni e 7 mesi

68 anni e 7 mesi

2037 2038

68 anni e 9 mesi

68 anni e 9 mesi

68 anni e 9 mesi

2039 2040

68 anni e 11 mesi

68 anni e 11 mesi

68 anni e 11 mesi

2041 2042

69 anni e 1 mese

69 anni e 1 mese

69 anni e 1 mese

2043 4044

69 anni e 3 mesi

69 anni e 3 mesi

69 anni e 3 mesi

2045 2046

69 anni e 5 mesi

69 anni e 5 mesi

69 anni e 5 mesi

2047 2048

69 anni e 7 mesi

69 anni e 7 mesi

69 anni e 7 mesi

2049 2050

69 anni e 9 mesi

69 anni e 9 mesi

69 anni e 9 mesi

Nota. Il requisito contributivo necessario di 20 anni e, in aggiunta per i lavoratori assunti dal 1 gennaio 1996,
un importo di pensione pari a 1,5 volte lassegno sociale

Orizzonte pensioni ((45)

La pensione anticipata
Requisito di et
A decorrere dal 1 gennaio 2012 i lavorato-

201/2011 - la pensione anticipata qualora, gli

ri dipendenti, autonomi, in possesso di anzia-

assicurati, abbiano maturato una anzianit

nit contributiva al 31 dicembre 1995 (cio la-

contributiva pari a 42 anni ed un mese per gli

voratori che erano nel sistema retributivo o

uomini e a 41 anni ed un mese per le donne.

misto al 31 Dicembre 2011) possono consegui-

Tale requisito contributivo va aumentato in

re - ai sensi dellarticolo 24 comma 10 del DL

base agli adeguamenti alla speranza di vita.

La penalizzazione
La riduzione interessa i lavoratori con 42

bre 2011; mentre, per coloro che hanno unan-

anni e 6 mesi di contributi (41 anni e 6 mesi per

zianit contributiva inferiore a 18 anni al 31

le donne) che non hanno perfezionato 62 anni.

dicembre 1995, la cui pensione liquidata nel

La legge Fornero, infatti, consente laccesso

sistema misto, la riduzione si applica sulla

alla pensione anticipata a qualsiasi et ma,

quota di pensione relativa alle anzianit con-

per scoraggiare laccesso troppo anticipato,

tributive maturate al 31 dicembre 1995.

ha introdotto un particolare meccanismo di

Nessuna decurtazione quindi interessa chi

disincentivazione.

ha la pensione calcolata con il solo sistema

La riduzione, inoltre, si applica sulla quota di

contributivo, cio coloro che sono entrati nel

trattamento pensionistico calcolata secon-

mondo del lavoro dal 1 gennaio 1996 in poi.

do il sistema retributivo. Pertanto, per colo-

La decurtazione non interessa, parimenti, le

ro che hanno unanzianit contributiva pari

lavoratrici che accedono alla pensione con

a 18 anni al 31 dicembre 1995, la riduzione si

lopzione donna, n i lavoratori salvaguarda-

applica sulla quota di pensione relativa alle

ti, e in, generale, coloro che mantengono lul-

anzianit contributive maturate al 31 dicem-

trattivit delle vecchie regole pensionistiche.

La misura
La riduzione pari all1% per ciascuno de-

to anticipato allet di 60 anni subir una ri-

gli ultimi 2 anni mancanti al compimento di

duzione del 2%, ovvero, 1%+1%) e al 2% per

62 anni (es. soggetto che accede al trattamen-

ciascuno degli anni mancanti al compimento

(46)) Orizzonte pensioni

dei 60 anni (es. soggetto che accede al tratta-

compiuto i 42 anni e 6 mesi di anzianit con-

mento anticipato allet di 58 anni subir una

tributiva nel 2014 e 58 anni di et potr ac-

riduzione del 6%, ovvero, 1%+1%+2%+2%).

cedere alla pensione anticipata nel 2014 con

Nel caso in cui let di accesso al pensiona-

una decurtazione del 6% circa sulle quote

mento non sia intera la riduzione percentua-

retributive di contribuzione al 31.12.2011 (1%

le proporzionale al numero di mesi.

+ 1% per i 60 e i 61 anni; 2% + 2% per gli anni

Quindi, ad esempio, un lavoratore che ha

59 e 58).

Sospensione della penalizzazione


La legge di stabilit 2015 ha modificato la

soggetti che maturano il previsto requisito di

norma disponendo che, con effetto sui tratta-

anzianit contributiva entro il 31 dicembre

menti pensionistici decorrenti dal 1 gennaio

2017.

2015 le disposizioni in materia di riduzione

A seguito di queste modifiche il funziona-

percentuale dei trattamenti pensionistici,

mento della penalizzazione pu essere sche-

non trovano applicazione limitatamente ai

matizzato nel seguente modo:

Periodo
temporale

Dal 1.1.2014
al 31.12.2014

Dal 1.1.2015
al 31.12.2017

Dal 1.1.2018

Requisito
contributivo

Uomo:
42 anni e 6 mesi
Donne:
41 anni e 6 mesi

Sino al 31.12.2015
Uomo: 42 anni e 6 mesi
Donne: 41 anni e 6 mesi
Dal 1.1.2016
Uomo: 42 anni e 10 mesi
Donne: 41 anni e 10 mesi

Sino a 31.12.2018
Uomo: 42 anni e 10 mesi
Donne: 41 anni e 10 mesi
Dal 1.1.2019
Uomo: 43 anni e 2 mesi
Donne: 42 anni e 2 mesi

a. perfezionare almeno 62
anni di et
b. avere la contribuzione
Condizione
composta effettiva
per evitare la
di lavoro, malattia,
penalizzazione servizio militare, ferie,
permessi e congedi per
assistenza disabile,
donazione sangue

Perfezionare almeno 62
anni et

Orizzonte pensioni ((47)

Attualmente, dunque, i requisiti contributivi

Istat dal 2019 individuati nella relazione alla

per la pensione anticipata, comprensivi degli

coseddetta Riforma Fornero del 2011, possono

ulteriori adeguamenti alla speranza di vita

essere rappresentati dalla seguente tabella.

Requisiti contributivi
Decorrenza
dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2012
dal 1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2013
dal 1 gennaio 2014 al 31 dicembre 2015
dal 1 gennaio 2016
Dal 1 gennaio 2019
Dal 1 gennaio 2021
Dal 1 gennaio 2023
Dal 1 gennaio 2025
Dal 1 gennaio 2027
Dal 1 gennaio 2029

Uomini
42 anni e 1 mese
42 anni e 5 mesi
42 anni e 6 mesi
42 anni e 10 mesi
43 anni e 2 mesi
43 anni e 5 mesi
43 anni e 8 mesi
43 e 11 mesi
44 anni e 2 mesi
44 anni e 4 mesi

Donne
41 anni e 1 mese
41 anni e 5 mesi
41 anni e 6 mesi
41 anni e 10 mesi
42 anni e 2 mesi
42 anni e 5 mesi
42 anni e 8 mesi
42 anni e 11 mesi
43 anni e 2 mesi
43 anni e 4 mesi

Pensione anticipata con almeno 63 anni di et


Nel solo regime contributivo, vale a dire

1.255 euro al mese per il 2015).

per coloro che lassicurazione previdenzia-

Ai fini del computo dei 20 anni di contribu-

le ha avuto inizio dopo il 1 gennaio 1995,

zione effettiva utile solo la contribuzione

prevista la possibilit di avere riconosciuta

effettivamente versata (obbligatoria, volon-

la pensione anticipata con i requisiti sopra

taria, da riscatto), con esclusione di quella ac-

descritti, qualora pi favorevole, al compi-

creditata figurativamente a qualsiasi titolo.

mento di 63 anni, a condizione che risultino

Il requisito anagrafico di 63 soggetto agli

versati e accreditati almeno 20 anni di con-

adeguamenti alla speranza di vita che arri-

tribuzione effettiva e che lammontare della

ver a 63 anni e 7 mesi dal 1 Gennaio 2016.

prima rata di pensione risulti non inferiore

Si ricorda che ai fini del conseguimento della

ad un importo soglia mensile pari a 2,8 volte

prestazione pensionistica richiesta la ces-

limporto mensile dellassegno sociale (circa

sazione del rapporto di lavoro dipendente.

(48)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((49)

La speranza di vita
La

Riforma Fornero ha previsto che a

che accedono alla pensione con i requisiti

tutti i requisiti anagrafici previsti

57/35 di cui alla legge 335/1995 (come ad

dalla legge stessa per laccesso attraverso le

esempio coloro che optano per il regime spe-

diverse modalit stabilite al pensionamento,

rimentale donna).

nonch al requisito contributivo per la pen-

Il primo adeguamento si verificato nel 2013

sione anticipata, trovano applicazione gli

ed stato pari a 3 mesi mentre il secondo

adeguamenti alla speranza di vita.

adeguamento avr luogo nel 2016 e sar pari

Gli adeguamenti quindi interessano ogni ti-

a 4 mesi. La legge ha stabilito che let per

pologia di prestazione: la nuova pensione di

la nuova pensione di vecchiaia dovr essere

vecchiaia, la pensione anticipata, pensione

pari almeno a 67 anni dal 2021 (se in base agli

anticipata contributiva, lassegno sociale,

incrementi alla speranza di vita non si rag-

le pensioni in regime di armonizzazione, le

giunger questo livello, si proceder in modo

pensioni dei lavoratori usurati di cui al Dlgs

automatico).

67/2011, eccetera. LINPS ha peraltro appli-

Il terzo adeguamento previsto nel 2019 e

cato gli adeguamenti anche a coloro che, a

sar pari ad ulteriori 4 mesi. Dal 2019 in poi

vario titolo, mantengono in vigore la vecchia

gli adeguamenti saranno a cadenza bien-

disciplina di pensionamento. Si tratta dei la-

nale: 2021, 2023, 2025 e cos via (gli aumenti

voratori salvaguardati ma anche di coloro

sono stimati in circa 2-3 mesi a biennio).

(50)) Orizzonte pensioni

Pensione anticipata per


lavori usuranti
I

lavoratori impegnati in particolari lavo-

dal 1 gennaio 2008 con requisiti inferiori a

ri o attivit usuranti maturano i requisi-

quelli previsti per la generalit dei lavoratori

ti per laccesso al pensionamento a decorrere

dipendenti.

Le Attivit Lavorative Usuranti


Le attivit in questione sono individuate

Si tratta di lavori che non riguardano i la-

nellarticolo 1 del Dlgs 67/2011 e sono ricondu-

voratori pubblici e i lavoratori dei settori

cibili a quattro macro-categorie.

privati della Funzione Pubblica;

a. Lavoratori impegnati in mansioni parti-

d. i conducenti di veicoli, di capienza comples-

colarmente usuranti che non riguardano i

siva non inferiore a 9 posti, adibiti a servi-

lavoratori pubblici e i lavoratori dei settori

zio pubblico di trasporto collettivo.

privati della Funzione Pubblica;


b. Lavoratori notturni ripartiti nelle seguenti

Il periodo minimo di attivit

categorie:

Per godere dei benefici che vedremo i lavora-

1. lavoratori a turni che prestano lo loro at-

tori sopra citati devono avere svolto queste

tivit nel periodo notturno per almeno 6

attivit per almeno 7 anni, compreso lanno

ore per un numero minimo di giorni lavo-

di maturazione dei requisiti, negli ultimi die-

rativi allanno non inferiore a 64;

ci anni di attivit lavorativa per le pensioni

2. lavoratori che prestano la loro attivit

con decorrenza fino al 31 Dicembre 2017; per

per almeno 3 ore nellintervallo tra la

le pensioni aventi decorrenza dal 1 Gennaio

mezzanotte e le cinque del mattino per

2018 tali attivit devono essere state svol-

periodi di lavoro di durata pari allintero

te per almeno la met della vita lavorativa

anno lavorativo;

complessiva.

c. i lavoratori alle dipendenze di imprese per


le quali operano le voci di tariffa per lassicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

Orizzonte pensioni ((51)

LEt Pensionabile nei lavori usuranti


Il beneficio per questi lavoratori consiste

nato dalla somma di et anagrafica e anzia-

nella possibilit di andare in pensione con il

nit contributiva stabilito dalla citata legge.

sistema delle quote se pi favorevole rispetto

Nello specifico i lavoratori possono andare in

alle regole di pensionamento introdotte con

pensione, dal 1 gennaio 2015, con una anzia-

la Riforma Fornero. Si tratta dellapplicazio-

nit contributiva minima di 35 anni ed una

ne del requisito di et indicato dalla tabella B

et pari a 61 anni e 3 mesi (62 anni e 3 mesi se

di cui allallegato 1 della legge 247/07 ed il si-

autonomi) e con lapplicazione di una finestra

stema di computo del limite minimo determi-

mobile di 12 mensilit (18 se autonomi).

(AD ESEMPIO))

lavoratori che svolgono attivit notturna per un numero di giorni allanno pari o superiore a 78;
lavoratori notturni che prestano attivit per almeno tre ore nellintervallo tra la mezzanotte e le
cinque del mattino per periodi di durata pari allintero anno lavorativo).
Ebbene in tali circostanze si applica il beneficio previsto per i lavoratori che abbiano prestato
attivit in turni inferiori a 78 giorni lanno solo se, prendendo in considerazione il periodo complessivo in cui sono state svolte le predette attivit, il lavoro da turnista con meno di 78 notti sia
stato svolto per un periodo superiore alla met.

Lavoratori notturni
Riassumendo i requisiti per laccesso alla
pensione sono, pertanto, i seguenti:

Anno
2013/2015
2016/2018
Dal 2019
Dal 2021
Finestra

Lavori usuranti notturni (1)


Et
Contributi
61 anni e 3 mesi
35
61 anni e 7 mesi
35
61 anni e 11 mesi
35
62 anni e 2 mesi
35
12 mesi

Quota
97.3
97.6
97.9
92.2

(52)) Orizzonte pensioni

Gli adeguamenti alla speranza di vita dal

di durata pari allintero anno lavorativo; op-

2019 sono stimati.

pure con almeno 6 ore lavorate tra la mezza-

Con almeno 3 ore lavorate nellintervallo tra

notte e le cinque del mattino per almeno 78

mezzanotte e le cinque per periodi di lavoro

giorni allanno.

Lavoratori notturni da 72 a 77 notti lavorate durante lanno (2)


Anno
Et
Contributi
Quota
2013/2015
62 anni e 3 mesi
35
98.03
2016/2018
62 anni e 7 mesi
35
98.06
Dal 2019
61 anni e 11 mesi
35
98.9
Dal 2021
63 anni e 2 mesi
35
99.2
Finestra
12 mesi
Almeno 6 ore lavorate tra la mezzanotte

compreso tra 72 e 77 giorni allanno

e le e le cinque del mattino per un periodo riLavoratori notturni da 64 a 71 notti lavorate durante lanno (3)
Anno
Et
Contributi
2013/2015
63 anni e 3 mesi
35
2016/2018
63 anni e 7 mesi
35
Dal 2019
61 anni e 11 mesi
35
Dal 2021
64 anni e 2 mesi
35

Quota
99.03
99.06
99.9
100.02

Come accennato per gli addetti alle attivi-

del lavoro dopo il 1 gennaio 1996. In tal caso

t usuranti resta aperta la possibilit ottene-

occorre tuttavia maturato almeno 20 anni di

re, se pi favorevole, la pensione anticipata

contributi e limporto del primo rateo pen-

con i requisiti previsti dalla Riforma Forne-

sionistico deve essere almeno pari a 2,8 volte

ro; o la pensione anticipata contributiva a

lassegno sociale dellanno di riferimento.

condizione per di essere entrati nel mondo

Orizzonte pensioni ((53)

La decorrenza
Per i soggetti che maturano i requisiti per
il pensionamento in base alla disciplina appe-

na esposta continuino a trovare applicazione


la disciplina delle cosiddette finestre mobili.

La Domanda
Per laccesso al beneficio gli interessati de-

nicazione di accoglimento della domanda di

vono presentare una apposita domanda alla

accertamento di aver svolto lavoro usurante.

sede INPS entro il 1 Marzo dell anno in cui si

La presentazione della domanda oltre i ter-

maturano i requisiti agevolati volta ad otte-

mini sopra indicati comporta, in caso di ac-

nere il riconoscimento di lavoro usurante. La

certamento positivo dei requisiti, il differi-

domanda in parola non da confondere con

mento del diritto alla decorrenza da uno a tre

la domanda di pensione che sar presentata

mesi a seconda dei mesi di ritardo.

solo in un momento successivo, previa comu-

La documentazione
La documentazione da trasmettere deve

e. ordini di servizio, schemi di turnazione del

contenere informazioni riferibili a:

personale, registri delle presenze ed even-

a. prospetto di paga;

tuali atti di affidamento di incarichi o man-

b. libro matricola, registro di impresa ovvero

sioni;

il libro unico del lavoro;


c. libretto di lavoro;
d. contratto di lavoro individuale indicante anche il contratto collettivo nazionale, territoriale, aziendale e il livello di inquadramento;

f. documentazione medico-sanitaria;
g. comunicazioni ai sensi dellarticolo 12, altra documentazione equipollente o specifica richiesta dellINPS.

(54)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((55)

I due sistemi di calcolo


della pensione
Sistema retributivo
Il sistema retributivo quello che assu-

le dei contributi fino ad un massimo di 40

me come base di calcolo la retribuzione del

anni che il lavoratore pu far valere al mo-

lavoratore. In particolare si assume lultima

mento del pensionamento e che risultano

retribuzione percepita e la media delle re-

accreditati sul suo conto assicurativo, si-

tribuzioni riferiti ad un periodo pi o meno

ano essi obbligatori, volontari, figurativi,

lungo dellattivit lavorativa (a seconda

riscattati o ricongiunti;

dellordinamento di appartenenza) rivaluta-

la retribuzione/reddito pensionabile, data

ti in modo da rapportarli al valore delle re-

dalla media delle retribuzioni o redditi per-

tribuzioni dellultimo periodo precedente la

cepiti negli ultimi anni di attivit lavorati-

pensione.

va, opportunamente rivalutate sulla base


degli indici Istat fissati ogni anno;
laliquota di rendimento, pari al 2% an-

A chi si applica
Si applica alle anzianit contributive ma-

nuo della retribuzione per poi decrescere

turate fino al 31/12/2011 dai lavoratori con

per fasce di importo superiore. Ci vuol

almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre

dire che se la retribuzione pensionabile non

1995. La pensione rapportata alla media

supera tale limite, con 35 anni di anzianit

delle retribuzioni degli ultimi anni lavorativi.

contributiva la pensione pari al 70% della

Si basa su tre elementi:

retribuzione, con 40 anni pari all80%.

lanzianit contributiva, data dal tota-

Il Sistema misto
Si applica ai lavoratori con meno di 18

superiore a 18 anni al 31 dicembre 1995.

anni di contributi al 31 dicembre 1995 e a

Per i lavoratori con unanzianit contributi-

decorrere dal 1 gennaio 2012 anche ai lavo-

va inferiore a 18 anni al 31/12/1995 la pensio-

ratori con unanzianit contributiva pari o

ne viene calcolata in parte secondo il sistema

(56)) Orizzonte pensioni

retributivo, per lanzianit maturata fino al

cd. aliquote di rendimento).

31 dicembre 1995, in parte con il sistema con-

Lanzianit contributiva complessiva ricono-

tributivo, per lanzianit maturata dal 1 gen-

sciuta pu essere al massimo pari a 40 anni.

naio 1996.

Lavoratori dipendenti pubblici


Come si determina
Con il metodo retributivo il trattamento

Il calcolo della pensione dei lavoratori pubblici presenta alcune differenze in relazione

pensionistico si basa su 2 quote:

ai periodi maturati negli anni passati e che

la prima quota (Quota A) calcolata sul-

incidono sul calcolo della quota A della pen-

le anzianit maturate al 31/12/1992. La

sione.

Quota A si basa sulla media degli ultimi 5

Per la quota A della pensione, relativa allan-

anni (260 settimane) delle retribuzioni utili

zianit contributiva maturata al 31 dicembre

percepite dallinteressato se lavoratore di-

1992, la retribuzione pensionabile coincide

pendente; e dellultimo anno se lavoratore

con lultimo stipendio base (o con la retri-

dipendente del pubblico impiego;

buzione annua spettante nellultimo mese di

la seconda quota (Quota B) determinata

servizio), con esclusione degli elementi varia-

sulle anzianit contributive dal 1 Gennaio

bili e non ricorrenti della retribuzione.

1993 fino alla data delleffettiva decorrenza

Lequiparazione tra i lavoratori pubblici e

della pensione. La Quota B si basa sulla me-

privati, con riferimento alla quota B della

dia degli ultimi 10 anni delle retribuzioni

pensione avvenuta a partire dal 1996, con

utili percepite dallinteressato se lavorato-

riferimento allintera quota B della pensione,

re dipendente (privato o pubblico).

ma solo per le retribuzioni percepite dal 1996


in poi.

Ai fini del calcolo della retribuzione media

Per i dipendenti dello Stato, la base di calco-

la retribuzione percepita negli anni antece-

lo della quota A della pensione, costituita dal

denti il pensionamento soggetta ad una ri-

solo stipendio tabellare percepito nellultimo

valutazione.

mese di servizio, aumentata del 18%a titolo

Le medie delle retribuzioni rivalutate vengo-

di considerazione forfettaria degli elementi

no moltiplicate per un rendimento annuo (le

accessori. Ai fini della quota A e B di pen-

Orizzonte pensioni ((57)

sione il salario accessorio viene considerato

mento erano differenti tra i lavoratori pub-

quando supera il 18% aggiuntivo al posto di

blici e privati, ma dal 1 gennaio 1995, sulle

esso. Quando invece esso inferiore, la base

quote di pensione relative a periodi contribu-

pensionabile comunque costituita dal 118%

tivi a partire da tale data, si applica laliquota

dello stipendio tabellare.

del 2% come per i lavoratori privati.

Fino al 31 dicembre 1994 le aliquote di rendi-

Il sistema contributivo
Con il metodo contributivo la pensione

ma contributivo garantisce sempre lequiva-

finale di un lavoratore il risultato esclusi-

lenza della prestazione rispetto ai contributi

vamente dei contributi versati nellarco della

versati e dunque non crea squilibrio per le

sua vita lavorativa. A differenza del metodo

casse tenute allerogazione delle prestazioni.

retributivo che invece eroga la prestazione


sulla base dellultima retribuzione percepi-

A chi si applica

ta, nel contributivo il lavoratore accumula,

Sono interessate dal calcolo contributivo

su una sorta di conto corrente virtuale, una

le pensioni dei lavoratori che hanno inizia-

percentuale della retribuzione annua pensio-

to a versare i contributi dal 1 gennaio 1995

nabile percepita.

o che optano per il nuovo sistema, nonch le

Questi contributi sono rivalutati annual-

quote di pensione relative allanzianit con-

mente sulla base dellevoluzione del prodotto

tributiva maturata a partire dal 1 gennaio

interno lordo (per la precisione in base alla

1996 per coloro che alla data del 31 dicembre

media quinquennale del Pil). Alla cessazio-

1995 possono far valere meno di 18 anni di

ne dal servizio il montante maturato, corri-

contributi e, a partire dal 1 gennaio 2012 per

spondente ai contributi versati rivalutati,

tutti sulle quote di pensione maturande.

convertito in pensione mediante lutilizzo di


una serie di coefficienti, i coefficienti di trasformazione, che variano a seconda dellet

Lopzione
Chi nel sistema misto pu esercitare la

del pensionando.

facolt di opzione al sistema di calcolo con-

A differenza del metodo retributivo, il siste-

tributivo. Per esercitare la facolt di opzione

(58)) Orizzonte pensioni

necessario che i lavoratori abbiano unan-

di almeno 15 anni, di cui 5 successivi al 1995.

zianit contributiva inferiore a 18 anni al

Tale facolt non pu essere esercitata da chi

31/12/1995 e possano far valere, al momen-

ha maturato unanzianit contributiva pari

to dellopzione, una anzianit contributiva

o superiore a 18 anni al 31/12/1995.

Anzianit al
31/12/1995
- nessuna
- meno di 18 anni
- 18 anni o pi

Calcolo
fino al 1995
-Retributivo
Retributivo

Il calcolo della prestazione


Nel sistema contributivo, il calcolo della

Calcolo
dal 1996 al 2011
Contributivo
Contributivo
Retributivo

Calcolo
dal 2012
Contributivo
Contributivo
Contributivo

la rivalutazione annuale del montante stesso


in base alla variazione del PIL (prodotto in-

pensione si basa sui contributi effettivamen-

terno lordo) negli ultimi 5 anni.

te versati dal lavoratore (e dal datore di lavo-

Alla fine della vita lavorativa, la pensione

ro) durante tutta la vita lavorativa, (33% per

sar data dal montante moltiplicato un coef-

i dipendenti; vigente anno per anno per gli

ficiente di trasformazione che progressiva-

iscritti alla gestione separata).

mente pi favorevole man mano che aumen-

Ci significa che alla fine di ogni anno per

ta let del pensionamento.

ogni lavoratore sar accantonato il 33% della propria retribuzione. La somma di questi

Coefficienti di trasformazione

accantonamenti annuali dar il montante, il

Il coefficiente di trasformazione stabilito

quale, ovviamente, crescer con il prolungar-

in relazione allet dellassicurato alla data di

si della vita lavorativa.

decorrenza della pensione, a partire dallet

Per salvaguardare il valore del montante ri-

di 57 anni.

spetto allandamento dei prezzi e quindi alla


ricchezza prodotta dal Paese, stata prevista

A partire dal 2013 sono:

Orizzonte pensioni ((59)

Et
57
58
59
60
61
62
63
64
65
66
67
68
69
70

Divisori
23,236
22,647
22,053
21,457
20,852
20,242
19,629
19,014
18,398
17,782
17,163
16,541
15,917
15,288

Valori
4,304%
4,416%
4,535%
4,661%
4,796%
4,940%
5,094%
5,259%
5,435%
5,624%
5,826%
6,046%
6,283%
6,541%

(60)) Orizzonte pensioni

Trattenimento in servizio
dipendenti pubblici
Il

trattenimento in servizio era un istituto

lamministrazione non poteva opporsi alla

che consentiva al dipendente pubblico

sua concessione; successivamente, larticolo

di permanere sul posto di lavoro per un ulte-

72, commi 7-10 del D.L. 112/2008 ha rimesso

riore lasso di tempo, due anni oltre il compi-

la valutazione sulla domanda del dipendente

mento dellet massima ordinamentale per la

alla P.A. di appartenenza, chiamata a deci-

permanenza in servizio (in genere nella pub-

dere sulla base delle proprie esigenze orga-

blica amministrazione pari a 65 anni; 70 per

nizzative e funzionali. Ulteriori limitazioni al

alcune categorie di lavoratori come magistra-

trattenimento in servizio sono state introdot-

ti e docenti universitari). Attraverso questo

te (nel quadro della nuova disciplina volta al

meccanismo i lavoratori del pubblico impiego

contenimento dei costi di personale della P.A.

potevano restare sul posto di lavoro sino al

e alla riduzione degli organici) dallarticolo 9,

compimento, prima dellintroduzione della Ri-

comma 31, del D.L. 78/2010, il quale ha stabi-

forma Fornero, in genere sino a 67 anni (sino

lito che i trattenimenti in servizio possono es-

a 75 anni per alcune categorie di personale del

sere disposti esclusivamente nellambito delle

pubblico impiego tra cui magistrati, avvocati

facolt di assunzioni consentite dalla legisla-

e procuratori dello Stato).

zione vigente in base alle cessazioni del perso-

Allinizio listituto era configurato come un

nale e con il rispetto delle relative procedure

diritto soggettivo del dipendente, pertanto,

autorizzatorie.

Labolizione del trattenimento in servizio


Listituto stato di recente abrogato

tenimenti in servizio disposti ma non ancora

dallarticolo 1, comma 2 del decreto legge

efficaci a tale data sono revocati.

90/2014 (decreto legge sulla riforma della

I lavoratori che beneficiano della proroga

pubblica amministrazione) dal 1 novembre

biennale dovranno essere obbligatoriamen-

2014. Larticolo citato ha precisato che i tratte-

te collocati in pensione dufficio dalla PA dal

nimenti in servizio in essere al 25 Giugno 2014

1 Novembre 2014, prima della scadenza del

sono fatti salvi fino al 31 ottobre 2014 (o fino

biennio in oggetto.

alla loro scadenza, se anteriore), mentre i trat-

Orizzonte pensioni ((61)

Casi di esclusione i medici


Anche per quanto riguarda i dirigenti me-

riposo: compimento del 65 anno di et; oppu-

dici e i dirigenti del ruolo sanitario, previ-

re, su richiesta dellinteressato, maturazione

sta una deroga alla disciplina generale, dal

dei 40 anni di servizio effettivo;

momento che per essi, continua a valere la

Anche per i medici comunque confermato il

normativa precedente in base alla quale sono

limite massimo dei 70 anni di et, per la per-

fissati i seguenti limiti per il collocamento a

manenza in servizio.

Risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro


Ridefinita anche la disciplina della riso-

sei mesi; viene escluso un limite temporale di

luzione unilaterale dei rapporti di lavoro,

applicabilit di questo strumento e la platea

listituto in base al quale una pubblica ammi-

delle pubbliche amministrazioni che potran-

nistrazione potr decidere di interrompere

no applicarlo viene allargata includendo in

un rapporto di lavoro in essere, seppur con

essa anche le Autorit indipendenti.

lesplicita necessit che la decisione sia moti-

Sono escluse dallutilizzo di questo strumen-

vata con riferimento alle esigenze organizza-

to le seguenti categorie: personale del com-

tive e ai criteri di scelta applicati.

parto sicurezza, della difesa e del soccorso

Il termine di preavviso rimane invariato a

pubblico.

(62)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((63)

La pensione per:
Vigili del fuoco
Polizia penitenziaria
Corpo forestale dello stato
R

estano immutati i requisiti per la pen-

essere adeguata con la speranza di vita (+3

sione nel 2015 per i lavoratori del set-

mesi dal 2013 ed altri 4 mesi dal 1 gennaio

tore difesa, sicurezza e soccorso pubblico. A

2016) e continua a sottostare al differimento

questo comparto si applicano requisiti previ-

tra perfezionamento dei requisiti anagrafici

denziali diversi da quelle generali.

e/o contributivi e riscossione del primo asse-

E dato che dal regolamento di armonizzazio-

gno pensionistico a causa della finestra mo-

ne adottato lo scorso anno (Dpr 157/2013) la

bile (almeno di 12 mesi).

categoria non stata presa in considerazione

Inoltre anche a queste categorie di lavoratori

sui nuovi requisiti da applicare nei confronti

dal 1 gennaio 2012 si applica la quota contri-

del personale appartenente al Corpo foresta-

butiva in relazione alle anzianit contributi-

le dello Stato, Polizia penitenziaria e Vigili del

ve maturate a decorrere da tale data, anche

Fuoco continuano a trovare applicazione i

se al 31 dicembre 1995 potevano vantare al-

requisiti vigenti fino al 31 dicembre 2011.

meno 18 anni di contributi e quindi rientra-

Let pensionabile, per, per effetto del decre-

vano in un sistema retributivo. Vediamo dun-

to legge 78/2010 e della legge 122/2010 deve

que di riassumere i requisiti per il comparto.

(64)) Orizzonte pensioni

La pensione del comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso pubblico nel 2015


Requisiti
57 anni e 3 mesi
e 35 anni di contributi

Finestra mobile
12 mesi

40 anni e 3 mesi di contributi indipendentemente dallet

15 mesi

53 anni e 3 mesi se 40 anni di contributi


al 31.12.2011

12 mesi

Pensione di vecchiaia: con 35


almeno 35 anni di servizio (*)

Dirigente generale 65 anni


Dirigente superiore 63 anni
Qualifiche inferiori 60 anni

12 mesi

Con meno di 35 anni


di contributi

Dirigente generale
65 anni e 3 mesi
Dirigente superiore
63 anni e 3 mesi
Qualifiche inferiori
60 anni e 3 mesi

12 mesi

Pensione anticipata

(*) Let di vecchiaia coincide con il limite ordinamentale per la permanenza in servizio. Il limite non universale
ma varia a seconda del grado, dellordine e della qualifica del lavoratore. Nella tabella sono indicati i limiti dei
principali ordini e gradi.

La Pensione di Vecchiaia
Anche questanno dunque la pensione di

60 e i 65 anni, si veda infra) congiuntamente al

vecchiaia per il comparto difesa, sicurezza

requisito contributivo previsto per la genera-

e soccorso pubblico si perfeziona al raggiun-

lit dei lavoratori, 20 anni di contributi.

gimento dellet anagrafica massima per la

Il requisito anagrafico non viene adeguato

permanenza in servizio prescritta dai singoli

agli incrementi della speranza di vita nelli-

ordinamenti variabile in funzione della quali-

potesi in cui al compimento di detto limite

fica e del grado (nella maggior parte let della

di et risultino gi soddisfatti i requisiti pre-

permanenza massima in carica si attesta tra i

scritti per il diritto a pensione (di anzianit)

Orizzonte pensioni ((65)

cio i 35 anni di contributi. In caso contrario il

Laddove la decorrenza della pensione non sia

requisito anagrafico previsto per laccesso al

immediata, il dipendente sar inoltre mante-

pensionamento di vecchiaia deve essere incre-

nuto in servizio fino allaccesso al trattamento

mentato di 3 mesi (per il periodo 2013-2015).

pensionistico.

La pensione di anzianit
Per quanto riguarda la pensione di anzia-

2011 (attesa lintroduzione del contributi-

nit gli appartenenti al comparto in questione

vo pro rata dal primo gennaio 2012) ed in

possono accedere al trattamento anticipato al

presenza di un et anagrafica di almeno 53

perfezionamento dei seguenti requisiti:

anni e 3 mesi.

a. raggiungimento di una anzianit contributiva di 40 anni e 3 mesi indipendentemente


dallet anagrafica;

Coloro che accedono con il requisito dei


40 anni di contribuzione indipendentemente

b. raggiungimento di una anzianit contribu-

dallet anagrafica (adeguato agli incrementi

tiva non inferiore a 35 anni e con unit di

della speranza di vita a partire il primo gen-

almeno 57 anni e 3 mesi;

naio 2013) scontano un ulteriore posticipo di

c. raggiungimento della massima anzianit

un mese se i requisiti sono maturati nel 2012;

contributiva corrispondente allaliquota

di due mesi se sono maturati nel 2013;

dell80 per cento a condizione che essa sia

di 3 mesi se sono maturati a decorrere dal

stata perfezionata entro il 31 dicembre

2014.

(66)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((67)

Trattamenti di invalidit
La pensione di inabilit
La pensione di invalidit spetta ai lavora-

Inabilit civile

tori e alle lavoratrici pubblici e privati che, a

Per ottenere invece la pensione di inabilit

causa di infermit o difetto fisico o mentale,

civile, prestazione a carattere assistenziale,

si trovino nellassoluta e permanente impos-

non sono invece richiesti requisiti contributivi

sibilit di svolgere qualsiasi attivit di lavoro

ma particolari requisiti reddituali evidenzino

(100% di invalidit).

uno stato di bisogno economico. Linteressato


non deve disporre di un reddito annuo perso-

Il diritto

nale superiore a Euro 16.532,85 (valido per il

Per avere diritto oltre alla condizione di

2015). richiesto altres che linteressato sia

assoluta inabilit al lavoro, occorre aver ma-

cittadino italiano o cittadino UE residente in

turato almeno 5 anni di contribuzione, di cui

Italia, o sia cittadino extracomunitario in pos-

almeno 3 negli ultimi cinque che precedono la

sesso del permesso di soggiorno CE per sog-

domanda. Si prescinde dal requisito contribu-

giornanti di lungo periodo.

tivo quando linabilit connessa a finalit di

La pensione compatibile con le prestazioni

servizio.

dirette concesse a titolo di invalidit contrat-

A differenza dellassegno ordinario di inva-

ta per causa di guerra, di lavoro o di servizio,

lidit (previdenziale) la pensione di inabilit

nonch con gli altri trattamenti pensionistici

non si trasforma in pensione di vecchiaia al

diretti concessi per invalidit.

perfezionamento dellet per il collocamento

Al compimento del sessantacinquesimo anno

a riposo e che la prestazione di inabilit re-

di et, la pensione di inabilit civile si trasfor-

versibile.

ma in assegno sociale.
La pensione di invalidit compatibile con

La prestazione

lindennit di accompagnamento riconosciu-

incompatibile con qualsiasi attivit lavo-

ta agli invalidi civili non deambulanti o non i

rativa ed calcolata sulla base dellanzianit

grado di compiere gli atti quotidiani della vita.

contributiva maturata, aumentata di un ulte-

incompatibile con altre provvidenze con-

riore periodo compreso tra la decorrenza della

cesse a seguito della stessa menomazione per

pensione ed il compimento dellet pensionabile.

causa di guerra, servizio lavoro.

(68)) Orizzonte pensioni

Lassegno di invalidit
Lassegno ordinario di invalidit una

medesima.

prestazione economica, non reversibile, ero-

Dopo tre riconoscimenti consecutivi lasse-

gata ai lavoratori iscritti allAGO INPS (di-

gno di invalidit confermato automatica-

pendenti dei settori privati) con infermit fi-

mente, ferma restando la facolt di revisione.

sica o mentale, che determini una riduzione,


superiore ai 2/3, della capacit lavorativa.

La revisione

Per avere diritto alla prestazione, inoltre,

LINPS pu in qualsiasi momento (e quin-

necessario che il lavorare abbia avuto accre-

di sia nel corso dei primi tre trienni che dopo

ditati cinque anni di contribuzione, di cui tre

la conferma definitiva) sottoporre il titolare

nel quinquennio precedente alla data di pre-

della prestazione ad accertamenti medico le-

sentazione della domanda amministrativa.

gali per la revisione dello stato di invalidit.

La prestazione non va confusa con lassegno

La revisione, invece, deve essere necessaria-

di invalidit civile che invece una prestazio-

mente disposta nellipotesi in cui risulti che

ne assistenziale, slegata dai contributi ver-

nellanno precedente il titolare della presta-

sati. Non esiste un requisito anagrafico per

zione abbia percepito un reddito da lavoro di-

il conseguimento della prestazione ma solo il

pendente, di un importo lordo annuo, al netto

requisito medico-legale ed uno contributivo.

dei soli contributi previdenziali, superiore a


tre volte lammontare del trattamento inps

La durata dellassegno
La prestazione previdenziale ricono-

minimo (cio per il 2015 circa 1.500 euro al


mese).

sciuta per un periodo di tre anni ed confermabile, su domanda del titolare, per periodi

LImporto

della stessa durata qualora permangano le

Lassegno calcolato sulla base dei con-

condizioni medico legali che diedero luogo

tributi effettivamente versati. Il sistema di

alla liquidazione.

calcolo misto se cera contribuzione ante-

La domanda di conferma va presentata entro

cedente il 1996 secondo quanto prevedono le

i 6 mesi dalla data di scadenza del triennio e

regole generali.

sino al 120 giorno successivo alla scadenza

Per quanto riguarda il calcolo effettuato con

Orizzonte pensioni ((69)

il sistema contributivo si deve prendere a

sito contributivo di 20 anni). Si ritiene invece

base il coefficiente di trasformazione corri-

che lassegno non possa essere trasformato

spondente al 57 esimo anno di et ove lassi-

in pensione di anzianit e, quindi, in pensione

curato abbia unet inferiore a quella appena

anticipata.

indicata.

La compatibilit con la prestazione di


Integrazione al minimo

attivit lavorativa

Qualora lassegno risulti inferiore al trat-

La soglia di invalidit per il riconoscimen-

tamento minimo delle singole gestioni, lo

to dellassegno costituita dai due terzi della

stesso potr essere integrato al trattamento

capacit lavorativa. Pertanto il beneficiario

minimo della gestione stessa. Lintegrazione

pu continuare a svolgere unattivit di lavo-

comunque non spetta ai soggetti che posseg-

ro produttiva di reddito e percepire, contem-

gono redditi propri. Dal computo di tali red-

poraneamente, la prestazione previdenziale.

diti va escluso quello derivante dalla casa di

Tuttavia qualora il reddito conseguito sia su-

abitazione.

periore a 4 volte il trattamento minimo INPS


vigente nel Fpld (circa 2mila euro) il tratta-

La trasformazione in pensione di

mento dellassegno viene ridotto del 25% del-

vecchiaia

la prestazione base. Mentre se superiore a

Al compimento dei requisiti per il conseguimento della pensione di vecchiaia lasse-

cinque volte limporto dellassegno si riduce


al 50%.

gno ordinario di invalidit si trasforma dufficio in pensione di vecchiaia a condizione

Trattamento ai superstiti

che sia cessata lattivit di lavoro dipendente.

Lassegno ordinario di invalidit non re-

Per la trasformazione non necessario pre-

versibile ai superstiti. Pertanto, in caso di de-

sentare una specifica domanda. Ad esempio

cesso del titolare dellassegno, i suoi familiari

se un lavoratore raggiunge i 66 anni e 3 mesi

non percepiranno alcuna prestazione legata

di et la sua prestazione sar trasformata

alla morte del titolare della prestazione.

dufficio in trattamento di vecchiaia (naturalmente deve essere soddisfatto anche il requi-

(70)) Orizzonte pensioni

Dipendenti pubblici
Per i lavoratori e le lavoratrici del Pubblico Impiego non previsto lassegno di invali-

a svolgere in via permanente attivit lavorativa;

dit, ma pensioni anticipate per invalidit o

almeno 15 anni servizio (14 anni, 11 mesi e

malattia, che presuppongono la dispensa dal

16 giorni) sia per i dipendenti dello Stato,

servizio.

che per i dipendenti degli Enti locali o Sa-

Diversi sono anche i requisiti sanitari e di

nit;

anzianit assicurativa e contributiva per la


concessione delle prestazioni.

risoluzione del rapporto di lavoro per dispensa dal servizio per inabilit permanente a proficuo lavoro.

Inabilit assoluta e permanente a


proficuo lavoro
Inabilit non assolutamente invalidante

Inabilit assoluta e permanente alle


mansioni svolte

ma tale da impedire la collocazione lavora-

I dipendenti pubblici (in modo differente

tiva continua e remunerativa del dipendente

fra dipendenti statali e quegli degli enti loca-

pubblico. Non si ha diritto alla prestazione se

li) possono richiedere il prepensionamento

linvalidit interviene dopo la cessazione del

nel caso abbiamo uninfermit permanente,

rapporto di lavoro. Fermo restando che lo

fisica o mentale che incide sulle mansioni la-

stato di inabilit a proficuo lavoro deve risul-

vorative assegnate.

tare alla data di risoluzione del rapporto di

Accertata questa condizione, lamministra-

lavoro, il dipendente pu presentare richie-

zione deve tentare di collocare il lavoratore

sta di visita medica per il riconoscimento di

in unaltra mansione dello stesso livello, an-

tale stato di inabilit entro un anno dalla ces-

che retributivo. Se non viene trovata unaltra

sazione per dimissioni.

mansione idonea, il lavoratore viene dispen-

Per ottenere linabilit alla mansione occor-

sato dal servizio o collocato a riposo.

rono i seguenti requisiti:

La relativa pensione viene erogata solo se

riconoscimento medico legale redatto dalle

sussistono determinati requisiti contributivi.

competenti Commissioni dal quale risulti

I dipendenti degli enti locali devono contare

che il dipendente pubblico non pi idoneo

su contributi almeno pari a 19 anni, 11 mesi e

Orizzonte pensioni ((71)

16 giorni di contribuzione. I dipendenti delle

co o mentale;

amministrazioni statali devono contare su

anzianit contributiva di almeno 5 anni, di

contributi almeno pari a 14 anni, 11 mesi e 16

cui almeno 3 nel quinquennio precedente

giorni. In entrambi i casi si prescinde dallet

alla decorrenza della pensione di inabilit;

anagrafica.

risoluzione del rapporto di lavoro per infermit, non dipendente da causa di servizio,

Calcolo della prestazione


I criteri di calcolo sono gli stessi della pensione ordinaria. La prestazione va determi-

che determina uno stato di assoluta e permanente impossibilit a svolgere qualsiasi


attivit lavorativa.

nata sulla base del servizio posseduto al momento della cessazione e decorre dal giorno

La domanda

successivo alla dispensa dal servizio. Sono

Con allegato un certificato medico atte-

applicabili le norme per lintegrazione al trat-

stante lo stato di inabilit assoluta e perma-

tamento minimo.

nente a svolgere qualsiasi attivit lavorativa,


deve essere presentata allente presso il qua-

Inabilit assoluta e permanente a

le il lavoratore presta o ha prestato lultimo

qualsiasi attivit lavorativa

servizio.

Dall1.1.1996 ai pubblici dipendenti stata

Ricevuta la domanda, lente:

estesa la pensione di inabilit assoluta e per-

dispone laccertamento sanitario presso le

manente a qualsiasi attivit lavorativa, gi

Commissioni mediche di verifica; nei casi

prevista per i lavoratori del settore privato

di particolare gravit delle condizioni di

iscritti allINPS .

salute dellinteressato pu essere disposta

Per ottenere linabilit a qualsiasi attivit la-

la visita domiciliare;

vorativa occorrono i seguenti requisiti:

ricevuto il verbale attestante lo stato di

riconoscimento medico legale redatto da

inabilit assoluta e permanente a svolgere

parte delle competenti Commissioni dal

qualsiasi attivit lavorativa, provvede alla

quale risulti che il dipendente permanen-

risoluzione del rapporto di lavoro del di-

temente impossibilitato a svolgere qualsia-

pendente e la sede provinciale dellINPDAP

si attivit lavorativa a causa di difetto fisi-

alla liquidazione della pensione.

(72)) Orizzonte pensioni

La pensione di inabilit decorre dalla data

zio al 31.12.95 lanzianit contributiva ma-

di risoluzione del rapporto di lavoro se pre-

turata viene maggiorata del periodo com-

sentata dal lavoratore in attivit di servizio,

preso tra la decorrenza della pensione e la

ovvero, dal primo giorno del mese successivo

data di compimento dellet pensionabile;

alla data di presentazione della domanda se

per i lavoratori con meno di 18 anni di ser-

inoltrata successivamente alla risoluzione

vizio al 31.12.95 si aggiunge al montante

del rapporto di lavoro.

individuale maturato una quota di con-

Se dagli accertamenti sanitari scaturisce, in-

tribuzione riferita al periodo mancante al

vece, un giudizio di inabilit permanente al

raggiungimento del 60 anno di et.

servizio, non si d luogo ad ulteriori accertamenti, e da parte dellente datore di lavoro

In ogni caso, lanzianit contributiva

vengono attivate le procedure contrattuali

complessiva non pu risultare superiore a 40

finalizzate alla collocazione del dipendente in

anni e limporto della pensione di inabilit

altra mansione, fino ad arrivare alla risolu-

non pu in ogni caso essere superiore all80%

zione del rapporto di lavoro. In questo caso,

della base pensionabile o del trattamento pri-

al lavoratore spetta la pensione se ha matu-

vilegiato spettante nel caso di inabilit rico-

rato il requisito contributivo di 20 anni, se

nosciuta dipendente da causa di servizio.

dipendente degli enti locali, 15 anni se dipen-

Nel sistema contributivo, qualora il dipen-

dente statale.

dente riconosciuto inabile sia di et anagra-

Il pensionato pu essere chiamato a visita di

fica inferiore, si applica come coefficiente

revisione dello stato di inabilit.

di trasformazione quello relativo a 57 anni


(4,419). Nel sistema retributivo prevista lin-

Calcolo

tegrazione al trattamento minimo.

La pensione di inabilit a qualsiasi attivit lavorativa viene liquidata con le stesse regole di una normale pensione con laggiunta
di una maggiorazione che varia a seconda
dellanzianit contributiva del dipendente:
per i lavoratori con almeno 18 anni di servi-

Incompatibilit
La pensione di inabilit incompatibile
con lattivit da lavoro.

Orizzonte pensioni ((73)

Causa di servizio

vigili del fuoco per i quali rimane in vigore la

Larticolo 6 del D.L. 201/2011 (decreto Sal-

normativa vigente. I dipendenti pubblici rien-

va Italia) ha abrogato esplicitamente le nor-

trando in tali categorie che hanno subito un

me sulla causa di servizio, lequo indennizzo e

infortunio o contratto una malattia per cau-

la pensione privilegiata per i dipendenti pub-

se o condizioni di lavoro dipendenti dal servi-

blici, per i quali permane unicamente il dirit-

zio prestato, possono avvalersi dellattivit di

to a richiedere laggravamento per patologie

tutela del patronato INCA che potr tutelarli

gi riconosciute.

attraverso la sua rete legale e medico-legale

Non rientrano nelle disposizioni dellart. 6 i

di qualit.

dipendenti del comparto sicurezza, difesa e

(74)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((75)

La pensione ai superstiti
La

pensione ai superstiti erogata nei

Se per la pensione indiretta sono necessari :

confronti dei familiari dellassicu-

a. 780 contributi settimanali,

rato in caso di sua morte. Composto dalla

oppure

pensione indiretta, trattamento erogato in

b. 260 contributi settimanali di cui almeno

caso di morte di un assicurato che non ha an-

156 versati nei 5 anni precedenti il deces-

cora percepito la pensione, e dalla pensione

so. Ai soli fini del raggiungimento di questi

di reversibilit, trattamento erogato in caso

requisiti assicurativi e contributivi si con-

di morte di un soggetto gi titolare di una

siderano utili anche i periodi di godimen-

pensione di vecchiaia, pensione anticipata

to dellassegno dinvalidit nei quali non

o pensione di inabilit, il trattamento in fa-

risulti svolta attivit lavorativa.

vore dei superstiti riconosciuto al coniuge,


ai figli, ai genitori, ai fratelli e alle sorelle del

Lassegno di invalidit liquidato non re-

deceduto.

versibile. Il decesso del titolare dellassegno

I genitori, i fratelli e le sorelle entrano per in

di invalidit d luogo, quindi, in presenza dei

gioco solo se manchino coniuge e figli oppure,

relativi requisiti, alla pensione indiretta.

essendoci, non abbiano diritto alla pensione.

I beneficiari
Hanno diritto al trattamento:

alla data della morte del genitore siano

a. il coniuge superstite, anche se separato: se

minorenni, inabili, studenti o universitari

il coniuge superstite separato con adde-

e a carico alla data di morte del medesimo;

bito, la pensione ai superstiti spetta a con-

c. i nipoti minori (equiparati ai figli) se a tota-

dizione che gli sia stato riconosciuto dal

le carico degli ascendenti (nonno o nonna)

Tribunale il diritto agli alimenti; il coniuge

alla data di morte dei medesimi.

divorziato se titolare di assegno divorzile;


b. i figli (legittimi o legittimati, adottivi o af-

In mancanza del coniuge, dei figli e dei ni-

filiati, naturali, riconosciuti legalmente o

poti la pensione pu essere erogata ai genito-

giudizialmente dichiarati, nati da prece-

ri det non inferiore a 65 anni, non titolari di

dente matrimonio dellaltro coniuge) che

pensione, che alla data di morte del lavoratore

(76)) Orizzonte pensioni

e/o pensionato siano a carico del medesimo.

soggette ad una riduzione dellaliquota per-

In mancanza del coniuge, dei figli, dei nipoti e

centuale, rispetto alla disciplina generale, nei

dei genitori la pensione pu essere erogata ai

casi in cui il deceduto abbia contratto matri-

fratelli celibi inabili e sorelle nubili inabili, non

monio ad unet superiore a 70 anni; la diffe-

titolari di pensione, che alla data di morte del

renza di et tra i coniugi sia superiore a 20

lavoratore e/o pensionato siano a carico del

anni o il matrimonio sia stato contratto per

medesimo.

un periodo di tempo inferiore ai dieci anni. La


decurtazione della pensione ai superstiti non

Norma antibadante

opera qualora vi siano figli minori, studenti o

Le pensioni ai coniugi superstiti aventi

inabili.

decorrenza dal 1 gennaio 2012 sono peraltro

Limporto
Limporto spettante ai superstiti calcola-

La somma viene ridotta se il reddito del

to in percentuale sulla base della pensione do-

beneficiario superiore al trattamento mini-

vuta al lavoratore deceduto ovvero della pen-

mo del Fondo Pensioni Lavoratori nella misu-

sione in pagamento al pensionato deceduto:

ra del 25% se il reddito superiore di 3 volte;

a. 60% al coniuge;

40% se il reddito superiore di 4 volte; 50% se

b. 70% all unico figlio;

il reddito superiore di 5 volte.

c. 80% al coniuge con figlio o a 2 figli senza

La pensione ai superstiti decorre dal 1 gior-

coniuge;

no del mese successivo a quello del decesso

d. 100% al coniuge con 2 o pi figli;

del lavoratore ovvero del pensionato, indi-

e. 15% per ogni altro familiare, avente dirit-

pendentemente dalla data di presentazione

to, diverso dal coniuge, figli e nipoti.

della domanda.

Cause di cessazione
Il diritto alla pensione ai superstiti cessa

matrimonio. In questo caso al coniuge spet-

nei seguenti casi:

ta solo luna tantum pari a due annualit

per il coniuge, qualora contragga nuovo

della sua quota di pensione, compresa la

Orizzonte pensioni ((77)

tredicesima mensilit, nella misura spet-

per i figli studenti universitari che termina-

tante alla data del nuovo matrimonio. Nel

no o interrompono gli anni del corso legale

caso che la pensione risulti erogata, oltre

di laurea e comunque al compimento del

che al coniuge, anche ai figli, la pensione

26 anno di et. La prestazione di unattivi-

deve essere riliquidata in favore di questi

t lavorativa da parte dei figli universitari

ultimi applicando le aliquote di reversibili-

e linterruzione degli studi non comportano

t previste in relazione alla mutata compo-

lestinzione, ma soltanto la sospensione del

sizione del nucleo familiare;

diritto alla pensione;

per i figli minori, al compimento del 18


anno di et;

per i figli inabili qualora venga meno lo stato di inabilit;

per i figli studenti di scuola media o professionale che terminano o interrompono gli

per i genitori qualora conseguano altra


pensione;

studi e comunque al compimento del 21

per i fratelli e le sorelle qualora consegua-

anno di et. La prestazione di unattivit

no altra pensione, o contraggano matrimo-

lavorativa da parte dei figli studenti, il su-

nio, ovvero venga meno lo stato di inabilit;

peramento del 21 anno di et e linterruzio-

per i nipoti minori, equiparati ai figli legitti-

ne degli studi non comportano lestinzione,

mi, valgono le medesime cause di cessazio-

ma soltanto la sospensione del diritto alla

ne e/o sospensione dal diritto alla pensione

pensione;

ai superstiti previste per i figli.

Indennit per morte


Il superstite del lavoratore assicurato al

la deve essere presentata, pena la decadenza,

31.12.1995 e deceduto senza diritto a pensione

entro un anno dalla data del decesso del lavo-

pu richiedere lindennit per morte.

ratore assicurato.

La domanda per ottenere lindennit in paro-

(78)) Orizzonte pensioni

Indennit una-tantum
Il superstite di lavoratore assicurato dopo
il 31.12.1995 e deceduto senza aver perfezionato i requisiti amministrativi richiesti, pu

lavoro o malattia professionale, in conseguenza della morte dellassicurato;


in possesso di redditi non superiori ai li-

richiedere lindennit una-tantum, se:

miti previsti per la concessione dellasse-

non sussistono i requisiti assicurativi e

gno sociale.

contributivi per la pensione indiretta;


non ha diritto a rendite per infortunio sul

Il diritto allimporto in questione soggetto


alla prescrizione decennale.

Orizzonte pensioni ((79)

(80)) Orizzonte pensioni

La pensione privilegiata
La

pensione privilegiata un tratta-

di servizio. Ora riservata solo agli apparte-

mento economico che prima della

nenti a corpi come le Forze Armate, i Cara-

Riforma delle pensioni del 2011 spettava ai

binieri, forze di Polizia (civile e militare) e i

dipendenti pubblici divenuti inabili per cause

Vigili del Fuoco.

Il diritto
Il diritto alla pensione privilegiata spetta

malattie professionali.

quando si verifica una delle seguenti condi-

La pensione privilegiata di reversibilit spet-

zioni:

ta ai superstiti, quando la morte dellassicu-

malattie derivanti da contagio per causa di

rato la conseguenza di infermit o lesioni

servizio;
lesioni traumatiche o ferite riportate a causa del servizio;

dipendenti da fatti di servizio. La pensione


viene liquidata dufficio alla vedova e agli orfani in caso di infortunio sul lavoro.

Orizzonte pensioni ((81)

Supplemento di pensione
Condizioni
Il supplemento viene riconosciuto ai lavo-

Il supplemento di pensione si somma alla

ratori che proseguono lattivit nello stesso

pensione gi in essere e diviene parte inte-

fondo che ha liquidato la prestazione princi-

grante di essa, a tutti gli effetti, dalla data di

pale trascorsi almeno cinque anni dalla de-

decorrenza del supplemento stesso.

correnza di tale pensione.

Il termine Breve
Linteressato ha, inoltre, la facolt di ri-

tr chiedere il supplemento anche a partire

chiedere per una sola volta la liquidazione

dal 1 gennaio 2016 a condizione per di avere

del supplemento sia esso il primo che uno

66 anni e 7 mesi (65 anni e 7 mesi se lavoratri-

dei successivi quando siano trascorsi anche

ce dipendente

soltanto due anni dalla decorrenza della pen-

Qualora il pensionato abbia raggiunto, en-

sione o dal precedente supplemento.

tro il 31.12.2011, i requisiti per lassegno di

Per coloro che maturano, a decorrere dal

vecchiaia - cio 60 anni le donne; 65 anni gli

1 gennaio 2012, i requisiti per il diritto alla

uomini unitamente a 20 anni di contributi -

pensione di vecchiaia e pensione anticipa-

o sia titolare di una prestazione di vecchiaia

ta, ai fini della liquidazione del supplemento

contributiva entro tale data, let pensiona-

si dovr tener conto quindi delle nuove et

bile da raggiungere ai fini del conseguimento

anagrafiche per laccesso alla pensione di

del supplemento con il termine breve resta

vecchiaia e degli incrementi della speranza

quella regolata dalla disciplina ante-Fornero,

di vita introdotti dalla legge n. 214 del 2011.

pi favorevole.

Perci, chi andato in pensione nel 2014 po-

(82)) Orizzonte pensioni

(AD ESEMPIO))

si immagini una lavoratrice che ha raggiunto 60 anni e 30 anni di contributi nel 2011 e che quindi
esente dalla Riforma Fornero (in quanto ha raggiunto un diritto a pensione prima del 2012).
Costei potr scegliere di andare in pensione nel 2012 e continuare comunque a lavorare: potr
dunque chiedere il supplemento dal 2014 senza dover attendere le nuove et pensionabili fissate
dalla Riforma Fornero.

Assegno di invalidit
Per i titolari di assegno ordinario di invalidi-

decorrenza dellassegno, semprech linte-

t la liquidazione del primo supplemento pu

ressato abbia compiuto let di 57 anni.

essere effettuata dopo 2 anni dalla data di

Orizzonte pensioni ((83)

Pensione supplementare
La

pensione supplementare cosa di-

tare soggiace ai nuovi requisiti anagrafici e

versa dal supplemento di pensione.

alladeguamento alla speranza di vita alle

Le due prestazioni hanno in comune il fatto

stesse condizioni della pensione di vecchiaia.

che possono essere ottenute soltanto da chi

In sintesi il diritto alla pensione supplementa-

gi in pensione ma la differenza tra questi

re condizionato a:

due istituti risiede in realt dal momento in

lesistenza di una pensione a carico di ge-

cui sono stati versati i contributi e dal fondo

stione previdenziale diversa da quella in

in cui sono stati versati i contributi.

cui si richiede la pensione supplementare,

Se questi si collocano dopo la decorrenza del-

acquisita in presenza dei requisiti prescritti;

la pensione principale e per lo stesso tipo di

il compimento dellet anagrafica per la

attivit (es. dipendente privato, lavoratore

pensione di vecchiaia nella gestione in cui

iscritto alla gestione separata che proseguo-

si chiede la pensione supplementare:

no, rispettivamente, la stessa attivit dopo la


pensione) si parla di supplemento. In tutti gli

Il ricorso alla pensione supplementare

altri casi si parla di pensione supplementare.

dobbligo quando non esistono forme di ri-

La pensione supplementare riguarda, quindi,

congiunzione o di totalizzazione dei contri-

un assegno erogato da un fondo diverso da

buti tra forme assicurative diverse, ad esem-

quello che ha liquidato il trattamento prin-

pio per lattivit di collaborazione coordinata

cipale. Si pensi ad esempio ad un pensionato

e continuativa o meno svolta con iscrizione

nel FPDL che ha versato nella gestione sepa-

alla gestione separata dellINPS, che da tito-

rata INPS per lattivit svolta con contratti di

lo a trattamenti di pensioni nel solo regime

collaborazione (consulenze, incarichi di am-

contributivo.

ministratore) oppure al dipendente pubblico

In questi casi, nel caso in cui il pensionato

(pensionato a carico di una gestione esclusi-

non raggiunga i 20 anni di contributi, pu

va dellAGO) che ha contribuzione nel fondo

richiedere la pensione supplementare dopo il

lavoratori dipendenti

compimento dellet pensionabile per la vec-

Dal 1 gennaio 2012 la pensione supplemen-

chiaia nel regime contributivo.

(84)) Orizzonte pensioni

La maggiorazione sociale
La

maggiorazione sociale della pen-

il reddito catastale della casa di abitazione;

sione una prestazione mensile, di

le pensioni di guerra;

carattere assistenziale, nel caso in cui il cittadino non possegga redditi o ne disponga in
misura limitatissima.
Limporto percepito aumenta di anno in anno,
nella stessa misura del trattamento minimo
delle pensioni INPS. Questa prestazione, ol-

lindennitt di accompagnamento di ogni


tipo;
limporto aggiuntivo previsto dalla legge
388/2000;
i sussidi economici erogati da Comuni ed
altri Enti.

tre ad essere legata allet del pensionato ed


allimporto minimo della sua pensione, viene

Possono dunque richiedere la maggiorazio-

erogata in presenza di determinati limiti di

ne coloro che sono titolari di pensioni sociali,

reddito.

trattamento minimo e assegno sociale, fermi

Sono esclusi dal reddito:

restando i requisiti necessari di reddito ed

i trattamenti di famiglia;

et.

Orizzonte pensioni ((85)

Lassegno sociale

una prestazione di natura assistenzia-

i seguenti:

le erogata dallINPS eroga agli ultra-

65 anni e 3 mesi di et;

sessantacinquen, residenti in Italia, indigen-

stato di bisogno economico;

ti, cio privi di reddito o con reddito inferiore

cittadinanza italiana;

a quello dello stesso assegnosociale. Il diritto

per i cittadini stranieri comunitari: iscri-

ad ottenere lassegno sociale subordinato

zione allanagrafe del comune di residenza;

allaccertamento, da parte dellINPS, del red-

per i cittadini extracomunitari: titolarit

dito: personale per i cittadini non coniugati e

del permesso di soggiorno CE per soggior-

cumulato con quello del coniuge per i cittadi-

nanti di lungo periodo (ex carta di soggior-

ni coniugati.

no);
residenza effettiva, stabile e continuativa

I requisiti per ottenere lassegno sociale sono

per almeno 10 anni nel territorio nazionale.

Limporto
Limporto percepito pu variare in base al

ni INPS, in base ad un Decreto ministeriale.

reddito e allo stato civile del richiedente, ov-

Limporto mensile della pensione dato dal-

vero se coniugato o meno. Esso aumenta di

la misura massima spettante, divisa per 13

anno in anno, nella stessa misura di quanto

mensilit.

aumenta il trattamento minimo delle pensio-

(86)) Orizzonte pensioni

La social card
La

social card o Carta acquisti una

queste attivit commerciali disponibile sul

carta prepagata ricaricata dallo

sito del Ministero dellEconomia e delle finan-

Stato ogni mese con 40 euro, che permette

ze, indicato sotto.

di effettuare acquisti in esercizi commerciali

destinata a chi ha un basso reddito tra gli

convenzionati e abilitati, pagare le bollette,

anziani dai 65 anni in su e i bambini al di sot-

e ricevere sconti del 5 per cento nei negozi

to dei 3 anni: in questo caso titolare della car-

che aderiscono a questa iniziativa: lelenco di

ta risulta essere il genitore.

Orizzonte pensioni ((87)

(88)) Orizzonte pensioni

Le prestazioni economiche
in favore dei disabili
V

anno sotto il nome di civile le cate-

tamenti economici di natura assistenziale, di

gorie di soggetti colpiti da patologie e

importo e a condizioni diverse a seconda del

menomazioni invalidanti che non dipendono

tipo di trattamento, dellet, della categoria

da cause di guerra, lavoro o servizio: ci sono,

di disabili cui appartiene il soggetto e della

cos, i mutilati e invalidi civili, i ciechi civili, i

gravit della sua menomazione.

sordomuti. Per queste categorie, ci sono trat-

I trattamenti
I trattamenti previsti, che vengono eroga-

stiche di invalidit totale, che siano o non

ti dallINPS, sono di due tipi:

siano titolari delle pensioni o degli assegni

1. la pensione di inabilit, lassegno mensile di

mensili di cui sopra, sono previste anche

assistenza e simili; trattamenti che, come

provvidenze economiche chiamate inden-

le prestazioni di tipo previdenziale, sono

nit. Queste indennit sono state istituite

erogati per 13 mensilit. La concessione di

come partecipazione della collettivit alle

questi trattamenti dipende da determina-

spese di persone che per compiere gli atti

te condizioni economiche: il reddito che si

quotidiani della vita hanno bisogno di as-

prende in considerazione, in genere, quel-

sistenza continua o di particolari supporti;

lo assoggettabile allIRPEF conseguito dalla

quindi, sono corrisposte per 12 mesi allan-

persona che richiede lintervento economi-

no e, spettando a titolo esclusivo della mi-

co. Tuttavia, recentemente, tali trattamenti

norazione, non sono condizionate dal red-

sono stati aumentati di somme che spetta-

dito del di stabile.

no solo dietro verifica del reddito di qualsiasi genere (ivi compreso il reddito esente

A loro volta, queste indennit non costi-

da IRPEF, come la prestazione stessa) con-

tuiscono reddito influente sul diritto e sulla

seguito, oltre che dal soggetto interessato,

misura di altre prestazioni previdenziali o

anche dal coniuge;

assistenziali.

2. per le persone che presentano caratteri-

Sia le pensioni o assegni che le indennit sono

Orizzonte pensioni ((89)

attribuiti, oltre che ai cittadini italiani, an-

validit civile, cecit civile, sordit civile e

che ai cittadini esteri. Per i cittadini di Stati

dei relativi benefici economici e non devono

extracomunitari determinante la carta di

essere inoltrate allINPS esclusivamente per

soggiorno. Condizione per il diritto la resi-

via telematica, complete di documentazione

denza in Italia.

sanitaria. Il certificato medico deve essere


compilato ed inviato telematicamente dal
medico certificatore su apposita modulistica

La domanda
La domanda per il riconoscimento dellin-

predisposta dallINPS.

Pensione di inabilit per i disabili


La pensione di inabilit una prestazione
economica, erogata a domanda, in favore dei

riconoscimento di una inabilit totale e


permanente del 100%;

soggetti ai quali sia riconosciuta una inabi-

stato di bisogno economico;

lit lavorativa totale (100%) e permanente

cittadinanza italiana;

(invalidi totali).

per i cittadini stranieri extracomunitari

Poich si tratta di una prestazione assisten-

legalmente soggiornanti nel territorio del-

ziale concessa a chi si trova in uno stato di

lo Stato: permesso di soggiorno di almeno

bisogno economico, per avere diritto alla

un anno di cui allart. 41 TU immigrazione,

pensione necessario avere un reddito non

anche se privi di permesso di soggiorno CE

superiore alle soglie previste annualmente

di lungo periodo;

dalla legge.
Hanno diritto alla pensione di inabilit gli in-

residenza stabile ed abituale sul territorio


nazionale.

validi totali di et compresa tra 18 e 65 anni


e 3 mesi che soddisfano i requisiti sanitari e
amministrativi previsti dalla legge.

La pensione di inabilit compatibile con


le prestazioni dirette concesse a titolo di invalidit contratta per causa di guerra, di lavoro

Requisiti
Per ottenere la pensione di inabilit sono
necessari alcuni requisiti fra cui:

o di servizio, nonch con gli altri trattamenti


pensionistici diretti concessi per invalidit.

(90)) Orizzonte pensioni

ti canali:

La domanda
La domanda corredata dal certificato medico pu essere presentata esclusivamente
per via telematica attraverso uno dei seguen-

Web - INPS;
portale dellIstituto al Patronato INCA della CGIL.

Lassegno mensile per i disabili


Lassegno mensile una prestazione eco-

alluno o allaltro trattamento, in ogni caso,

nomica, erogata a domanda, in favore dei

irrevocabile per lINPS (esclusivamente per

soggetti ai quali sia riconosciuta una ridu-

i titolari di rendita Inail, invece, la facolt di

zione della capacit lavorativa parziale, cio

opzione non comporta una rinuncia al diritto

compresa tra il 74% e il 99%.

ma la sospensione dellerogazione della pre-

Domanda e requisiti come per la pensione di

stazione).

inabilit dei disabili

Se la situazione di incompatibilit si manife-

Lassegno mensile incompatibile con qualsi-

sta dopo la concessione dellassegno mensile,

asi pensione diretta di invalidit.

linvalido ha lobbligo di comunicarlo allINPS


entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento con il quale gli viene riconosciuto da

Opzione
Linteressato pu optare per il trattamento economico pi favorevole. La rinuncia

parte di un altro ente il trattamento pensionistico di invalidit incompatibile.

Indennit di accompagnamento per i disabili


La cosiddetta indennit di accompagna-

spetta al solo titolo della minorazione, cio

mento una prestazione economica, eroga-

indipendente dallet e dalle condizioni reddi-

ta a domanda, in favore dei soggetti mutilati

tuali.

o invalidi totali per i quali stata accertata


limpossibilit di deambulare senza laiuto
permanente di un accompagnatore oppure

Requisiti
Per ottenere lindennit di accompagna-

lincapacit di compiere gli atti quotidiani

mento sono necessari i seguenti requisiti:

della vita. Lindennit di accompagnamento

riconoscimento di totale inabilit (100%)

Orizzonte pensioni ((91)

per affezioni fisiche o psichiche;

Lindennit compatibile con lo svolgimento

impossibilit di deambulare senza laiuto

di unattivit lavorativa ed concessa anche

permanente di un accompagnatore, ovve-

ai minorati che abbiano fatto domanda dopo

ro impossibilit di compiere gli atti quoti-

il compimento del sessantacinquesimo anno

diani della vita e la conseguente necessit

di et.

di unassistenza continua;
cittadinanza italiana;
per i cittadini stranieri comunitari: iscrizione allanagrafe del Comune di residenza;
per i cittadini stranieri extracomunitari:
permesso di soggiorno di almeno un anno
residenza stabile ed abituale sul territorio
nazionale.

Esclusioni
Sono esclusi dal diritto allindennit di accompagnamento gli invalidi che:
siano ricoverati gratuitamente in istituto
per un periodo superiore a 30 giorni;
percepiscano unanaloga indennit per invalidit contratta per causa di guerra, di
lavoro o di servizio, salvo il diritto di opzio-

Per gli ultrasessantacinquenni (non pi

ne per il trattamento pi favorevole.

valutabili sul piano dellattivit lavorativa) il


diritto allindennit subordinato alla condi-

Lindennit di accompagnamento com-

zione che essi abbiano difficolt persistenti a

patibile e cumulabile con la pensione di ina-

svolgere i compiti e le funzioni dellet.

bilit e con le pensioni e le indennit di ac-

Ai minori titolari di indennit di accompa-

compagnamento per i ciechi totali o parziali

gnamento, al compimento della maggiore

(soggetti pluriminorati).

et, viene automaticamente riconosciuta la

Per poter presentare la domanda, necessa-

pensione di inabilit riservata ai maggioren-

rio prima recarsi dal proprio medico di base

ni totalmente inabili. La prestazione, che si

e chiedere il rilascio del certificato medico

aggiunge allindennit di accompagnamento

introduttivo.

gi in godimento, spetta senza necessit di

Una volta ottenuto il certificato, il cui codice

presentare domanda amministrativa e sen-

identificativo va obbligatoriamente allegato,

za necessit di ulteriori accertamenti sanita-

pu essere presentata la domanda esclusiva-

ri.

mente per via telematica attraverso uno dei

(92)) Orizzonte pensioni

seguenti canali:

PIN attraverso il portale dellIstituto

Web avvalendosi dei servizi telematici ac-

al Patronato INCA della CGIL

cessibili direttamente dal cittadino tramite

Indennit di frequenza per ragazzi/e disabili


Lindennit di frequenza una prestazio-

lindennit di accompagnamento di cui i

ne economica, erogata a domanda, a soste-

minori siano eventualmente in godimento

gno dellinserimento scolastico e sociale dei

o alla quale abbiano titolo in qualit di in-

ragazzi con disabilit fino al compimento del

validi civili non deambulanti o non autosuf-

18 anno di et.

ficienti;

Per avere diritto allindennit necessario

lindennit di accompagnamento in qualit

avere un reddito non superiore alle soglie


previste annualmente dalla legge.

di ciechi civili assoluti;


la speciale indennit prevista per i ciechi
parziali;
lindenni di comunicazione prevista per i

Aventi diritto
Hanno diritto allindennit di frequenza i

sordi prelinguali.

cittadini minori di 18 anni ipoacusici.


Lindennit di frequenza incompatibile con:
qualsiasi forma di ricovero;

ammessa in ogni caso la facolt di opzione per il trattamento pi favorevole.

Ciechi
Nel nostro ordinamento giuridico sono

I ciechi civili si distinguono nelle seguenti ca-

considerati ciechi civili, ai fini del diritto alle

tegorie:

provvidenze economiche, i soggetti ricono-

ciechi assoluti, con residuo visivo pari a

sciuti affetti da cecit totale o che abbiano un

zero in entrambi gli occhi anche con even-

residuo visivo non superiore ad un ventesimo

tuale correzione;

in entrambi gli occhi per causa congenita o

ciechi parziali, con residuo visivo non supe-

contratta non dipendente dalla guerra, da in-

riore a un ventesimo in entrambi gli occhi con

fortunio sul lavoro o dal servizio.

eventuale correzione (ciechi ventesimisti);

Orizzonte pensioni ((93)

Queste tutte le indennit previste per i ciechi civili:

pensione non reversibile per ciechi parziali;


indennit speciale per ciechi parziali.

pensione non reversibile per ciechi assoluti;

Sordi
Sono considerati sordi i minorati senso-

decibel.

riali delludito affetti da sordi congenita

Qualora i livelli di perdita uditiva siano in-

o acquisita durante let evolutiva (fino a

feriori a tali limiti o non sia possibile dimo-

12 anni) che abbia impedito il normale ap-

strate lepoca in cui sorta lipoacusia, la va-

prendimento del linguaggio parlato, purch

lutazione sanitaria viene effettuata secondo i

la sordit non sia di natura esclusivamente

criteri dellinvalidit civile.

psichica o dipendente da cause di guerra, di

Per i sordi civili sono previste le seguenti in-

lavoro o di servizio.

dennit:

Si considera causa impeditiva del normale

pensione non reversibile per sordi civili;

apprendimento del linguaggio parlato lipo-

indennit di comunicazione per sordi civili.

acusia (pari o superiore a 75 decibel di HTL


di media tra le frequenze 500, 1000, 2000 Hz

Deduzioni e detrazioni fiscali per disabili e

nellorecchio migliore) che renda o abbia reso

invalidi civili

difficoltoso tale normale apprendimento.

Oltre alle indennit previste per legge e

Ai fini della concessione della pensione sta-

sopra elencate, sussistono, per gli invalidi e i

bilito il requisito di soglia uditiva corrispon-

disabili civili, deduzioni, detrazioni fiscali ed

dente ad una ipoacusia pari o superiore a 75

altri vantaggi.

(94)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((95)

Cumulo pensioni e redditi


Cumulo dei redditi da lavoro con la pensione di vecchiaia o di anzianit
Attualmente i redditi da lavoro, autonomo

contribuzione; oppure con almeno 35 anni di

o dipendente, sono sempre cumulabili con il

contributi e 61 anni di et.

trattamento pensionistico di vecchiaia, anti-

Si tratta di requisiti che determinano comun-

cipato o di anzianit erogati.

que, nella maggior parte dei casi, la comple-

Ci vale sia per i trattamenti liquidati con il

ta cumulabilit dei trattamenti pensionistici

sistema retributivo e misto sia con il sistema

con i redditi da lavoro. Basti pensare infatti

contributivo a condizione per, in tale ultima

che la pensione di vecchiaia contributiva e la

ipotesi, che la prestazione sia raggiunta, al-

pensione anticipata contributiva sono neces-

ternativamente: con almeno 60 anni di et

sari, di regola, requisiti anagrafici e contri-

se donna e 65 anni se uomo; o con 40 anni di

butivi superiori a quelli sopra indicati.

Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con lassegno ordinario di invalidit


Se si titolari di un assegno di invalidit

vigore al 1 gennaio di ciascun anno.

lassegno si riduce qualora il reddito superi


determinate soglie. A partire dal settembre

Se lassegno ridotto resta comunque su-

del 1995, se il titolare di un assegno ordinario

periore al trattamento minimo il rateo di as-

di invalidit che svolge attivit lavorativa di-

segno eccedente il trattamento minimo pu

pendente, autonoma o di impresa, limporto

subire un secondo taglio se lanzianit contri-

dellassegno viene ridotto:

butiva sulla base della quale stato calcolato

in misura pari al 25% se il reddito ricavato

lassegno inferiore a 40 anni di contributi. Il

da questa attivit supera 4 volte limporto

taglio aggiuntivo varia a seconda se il reddi-

del trattamento minimo annuo calcolato in

to provenga da lavoro dipendente o autono-

misura pari a 13 volte limporto mensile in

mo. Nel primo caso pari al 50% della quota

vigore al 1 gennaio di ciascun anno;

eccedente il trattamento minimo; nel secon-

in misura pari al 50% se il reddito ricavato

do caso invece pari al 30% della quota ec-

da questa attivit supera 5 volte limporto

cedente il trattamento minimo e comunque

del trattamento minimo annuo calcolato in

non pu essere superiore al 30% del reddito

misura pari a 13 volte limporto mensile in

prodotto.

(96)) Orizzonte pensioni

Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con le Pensioni di invalidit


Per chi divenuto titolare di una pensio-

in vigore allinizio dellanno.

ne di invalidit prima della riforma di questo

Se, invece, il reddito ricavato dallattivit

trattamento, avvenuto con la legge 222/1984,

lavorativa inferiore al limite appena indi-

la possibilit di cumulare lavoro e pensione

cato, lo svolgimento di un lavoro autonomo

condizionata dallimporto del reddito che de-

o dipendente comporta una trattenuta sulla

riva dallattivit di lavoro (autonomo, dipen-

pensione pari, rispettivamente, al 30 ed al 50

dente o professionale). La legge 638 del 1983

per cento della differenza tra limporto lordo

stabilisce, infatti, che la vecchia pensione di

della prestazione e il trattamento minimo.

invalidit non attribuita, e se attribuita ne

Nellipotesi di lavoro autonomo la trattenuta

rimane sospesa la corresponsione, nel caso

non pu, in ogni caso, superare il 30 per cen-

in cui lassicurato sia percettore di reddito da

to del reddito ricavato dallattivit lavorati-

lavoro dipendente o autonomo o professiona-

va. Si ricorda per che, qualora, lassegno sia

le per un importo annuo lordo superiore a 3

calcolato su 40 anni di contributi la riduzione

volte lammontare del trattamento minimo

non si applica.

Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con la Pensione di Inabilit


Per chi titolare di una pensione di ina-

compatibile con la prestazione di lavoro su-

bilit lo svolgimento di unattivit lavorativa

bordinato o con attivit di lavoro autonomo o

dipendente o autonoma non invece ammis-

professionale. La concessione della pensione

sibile. Poich la prestazione caratterizzata

comporta quindi lobbligo della cancellazio-

dalla assoluta impossibilit di prestare atti-

ne da elenchi, albi o ordini relativi a mestieri

vit lavorativa, la percezione della stessa non

arti o professioni.

Il Cumulo dei Redditi da Lavoro con la Pensione di Reversibilit


Lo svolgimento di attivit lavorativa pu

eventuali redditi del pensionato, compreso

provocare riduzioni della pensione di reversi-

fra tre e quattro volte limporto del minimo,

bilit. Nel caso in cui, infatti, il reddito annuo

la percentuale di pensione che spetta al ve-

ricavato dallattivit, sommato con gli altri

dovo non del 60% ma si abbassa al 45%. Se,

Orizzonte pensioni ((97)

poi, il reddito del superstite compreso tra

ci siano figli minori di et o studenti o inabili.

quattro e cinque volte il minimo dellINPS,

La seconda riguarda i vecchi pensionati: il

allora la quota di pensione che pagata allin-

cumulo per le pensioni ai superstiti scat-

teressato pari al 36% della pensione del

tato, infatti, solo per quelle con decorrenza

coniuge. Quando, infine, il reddito supera di

dal 1 settembre del 1995; per quelle liquidate

cinque volte il trattamento minimo dellINPS,

prima non c stata, invece, alcuna riduzio-

la pensione di reversibilit determinata ap-

ne, ma solo una cristallizzazione della

plicando la percentuale del 30% alla pensione

rata in pagamento. In pratica non vi sono

del defunto.

state n vi saranno pi per queste pensioni

Vi sono tuttavia due deroghe. La prima: le

aumenti fino a quando non sar riassorbita

riduzioni non sono applicate nel caso in cui

leventuale eccedenza.

Tipo di prestazione
Pensione di vecchiaia
Pensione anticipata (o danzianit)
Opzione donna

Pensione di invalidit

Assegno ordinario di invalidit

Pensioni di inabilit

Cumulabilit
Si
Si
Si
Nessuna cumulabilit se il reddito del beneficiario superiore
a 3 volte il minimo INPS. In caso contrario lo svolgimento di un
lavoro autonomo o dipendente comporta una trattenuta sulla
pensione pari, rispettivamente, al 30% e al 50% della differenza
tra limporto lordo della prestazione e il trattamento minimo
Prima decurtazione: taglio del 25% dellassegno se i redditi sono
superiori a 4 volte il trattamento minimo INPS
Seconda decurtazione: se lassegno ridotto resta comunque
superiore al minimo INPS subisce un secondo taglio, variabile a
seconda del reddito, se non ci sono 40 anni di contributi
La prestazione incompatibile con lo svolgimento dellattivit
lavorativa

(98)) Orizzonte pensioni

Orizzonte pensioni ((99)

La previdenza
complementare
N

elle pagine precedenti abbiamo visto

38 della Costituzione, si prevista la possibi-

come a partire dal 1992 viene avviato

lit di costruirsi una pensione aggiuntiva o

il riordino del sistema previdenziale.

complementare.

Contemporaneamente si istituisce con legi-

Da quando si comincia a lavorare e, comun-

slazione, la pensione complementare il cui

que, prima possibile se si ha una carriera la-

principale scopo quello di integrare e non

vorativa gi avviata, ci si dovrebbero porre

sostituire la previdenza pubblica.

le seguenti domande:

la previdenza complementare che deve sod-

1. Quanto reddito mi garantir la pensione

disfare e garantire alle lavoratrici e ai lavo-

pubblica in rapporto allultimo stipendio?

ratori laspettativa a mantenere uno stile di

2. Lo ritengo sufficiente? Se no, di quanta in-

vita simile a quello goduto durante la propria

tegrazione potrei avere bisogno per rag-

vita lavorativa.

giungere il livello che ritengo sufficiente e/o

Infatti le riforme delle pensioni hanno fatto si

adeguato?

che le stesse fossero pi basse e non garantis-

3. Qual il livello di contribuzione ad una for-

sero pi una serena vecchia ad ognuno di noi.

ma di previdenza complementare che devo

Il tasso di sostituzione cio il rapporto fra

e/o posso sostenere per assicurarmi questa

lultimo stipendio e la prima rata di pensione

integrazione?

generalmente si assesta fra il 50/60%.

4. Quali sono gli strumenti e le modalit da

Se lultimo stipendio 1000 euro, la prima

usare (tra le forme pensionistiche com-

rata di pensione sar di 500/600 euro.

plementari e, nel loro ambito, tra le linee di

Per colmare questa differenza e garantire

investimento) per costruirmi questa inte-

pensioni adeguate come prescrive larticolo

grazione?

La Busta arancione ovvero La mia Pensione


Per facilitare una risposta a tutti que-

nome di La mia pensione. Essa mutuata

sti interrogativi intervenuto lINPS con la

da una analoga esperienza iniziata in Svezia,

cosiddetta busta arancione che ha preso il

dove prima dellera digitale il materiale era

(100)) Orizzonte pensioni

effettivamente spedito per posta ordinaria

(tasso di sostituzione).

con una busta di colore arancione. Consiste


in un simulatore per il calcolo della pensione,

Serve anche per confrontare diversi sce-

basato sulla contribuzione versata allINPS e

nari e vedere come muta la pensione in base

sui parametri che concorrono a determinare

alle proprie scelte.

let pensionabile e limporto della pensione.

Attualmente il servizio a disposizione dei la-

Il servizio permette di:

voratori iscritti al Fondo Pensioni Lavoratori

controllare i contributi versati allINPS;

Dipendenti, alle Gestioni Speciali dei Lavo-

conoscere la data in cui si matura il diritto

ratori Autonomi (Artigiani e Commercianti,

alla pensione di vecchiaia o anticipata;


calcolare limporto stimato della pensio-

Coltivatori diretti, coloni e mezzadri) e alla


Gestione Separata.

ne a moneta costante, prescindendo cio

Dal 2016 il servizio sar disponibile anche

dallandamento dellinflazione;

per i dipendenti pubblici e per gli altri lavo-

ottenere una stima del rapporto fra la pri-

ratori con contribuzione versata nei diversi

ma rata di pensione e lultimo stipendio

fondi e nelle gestioni amministrate dallINPS.

Le principali norme che disciplinano la previdenza complementare


D. Lgs. n. 124/1993 (disciplina della previ-

privati e pubblici,

denza complementare);
L. 335/1995 (riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare);
D. Lgs. N. 252/2005 (riforma della previdenza complementare).

Le forme di previdenza complementare


Forme di previdenza complementare sono:
Fondi pensione negoziali;
Fondi pensione preesistenti;
Fondi pensione aperti;

La Previdenza complementare si basa su:

Piani individuali di previdenza mediante

Adesione volontaria;

polizze vita - PIP nuovi (conformi al d.lgs.

Capitalizzazione individuale;

252/05).

Contribuzione definita.
I destinatari sono i Lavoratori dipendenti

Orizzonte pensioni ((101)

Il Fondo Pensione negoziale


Il fondo pensione negoziale (compreso
Perseo Sirio) nasce da contratti o accordi
collettivi (anche aziendali) che individuano i

Spese per la gestione del Fondo


1. Quota di iscrizione una tantum;
2. spese relative alla fase di accumulo in cifra
fissa o percentuale.

destinatari sulla base dellappartenenza ad


un determinato comparto, impresa o gruppo

Le uniche forme collettive per le quali

di imprese o ad un determinato territorio (es.

possibile ladesione per i dipendenti pubbli-

regione o provincia autonoma).

ci sono quelle ex d.p.c.m. 20/12/1999: fondo

Il Fondo Pensione negoziale

contrattuale ex d.lgs. 124/93 istituito da con-

un soggetto giuridico autonomo, pu esse-

trattazione nazionale di comparto, Fondo

re una associazione o una fondazione e pu

Espero, Fondo Perseo Sirio, Fopadiva, fondo

avere, pertanto, personalit giuridica

regionale Val dAosta e Laborfond, fondo re-

non ha scopo di lucro

gionale Trentino Alto Adige.


Ladesione di un pubblico dipendente ad un

Organi del Fondo pensione:


Sono organi del Fondo Pensione:

Pip non comporta il versamento del TFR e il


contributo datoriale

lAssemblea dei Delegati;

Ladesione al fondo pensione negoziale de-

il Consiglio dAmministrazione;

termina necessariamente il passaggio dal

il Presidente ed il Vice Presidente;

TFS al TFR per coloro che gi lavoravano

il Collegio dei Sindaci.

all1.1.2001.

La previdenza complementare per i pubblici dipendenti


La previdenza complementare una for-

vengono poi investiti nel mercato finanziario

ma di previdenza che si aggiunge a quella ob-

da gestori specializzati (in azioni, titoli di Sta-

bligatoria ma non la sostituisce. E fondata su

to, titoli obbligazionari, quote di fondi comuni

un sistema di finanziamento a capitalizzazio-

di investimento ecc.) e che producono, nel tem-

ne. Per ogni iscritto viene creato un conto indi-

po, rendimenti variabili in funzione dellanda-

viduale nel quale affluiscono i versamenti che

mento dei mercati e delle scelte di gestione.

(102)) Orizzonte pensioni

La Commissione di vigilanza sui fondi pensio-

buonuscita indennit premio di servizio

ne (Covip) ha il compito di vigilare e garantire

indennit di anzianit)

trasparenza e correttezza dei comportamenti

Trattamenti di Fine Rapporto

delle forme pensionistiche complementari.


Al momento del pensionamento alliscritto

Buonuscita

sar liquidata una rendita aggiuntiva alla

una somma di denaro una tantum corri-

pensione costituita dai contributi versati ,

sposta al dipendente al momento della ces-

comprensiva dei risultati di gestione.

sazione dal servizio;

possibile, a determinate condizioni, percepi-

riguarda i dipendenti delle amministrazio-

re in capitale (in tutto o in parte) la prestazio-

ni dello Stato, ivi comprese forze armate e

ne maturata.

di polizia, dipendenti di Senato, Camera e

, inoltre, possibile percepire la prestazione

del Segretariato del Presidente della Re-

anche in assenza di pensione derivante dalla

pubblica;

previdenza pubblica.

la retribuzione di riferimento costituita

La previdenza complementare per i pubblici

dalle voci fisse e continuative pi la quota

dipendenti continua ad essere disciplinata dal

variabile dellI.I.S.;

decreto legislativo 124/93 in quanto non trova

finanziamento della prestazione: contribu-

applicazione il successivo decreto legislativo

zione la cui misura pari al 9,60% dell80%

252/2005.

della retribuzione di riferimento;

Ci dovuto essenzialmente ad alcune pecu-

pari all80 % dellultima retribuzione

liarit dei pubblici dipendenti, come per esem-

mensile rapportata ad anno (moltiplicata

pio il trattamento di fine servizio e la sua figu-

per 13 e divisa per 12) moltiplicata per gli

rativit anche in caso di opzione per il tfr.

anni utili (compresi quelli riscattati).

Ma tutto ci vediamolo nei dettagli

Indennit premio fine servizio


Il TFR/TFS
Le prestazioni di fine lavoro previste per i
dipendenti pubblici sono:
Trattamenti di Fine Servizio (indennit di

una somma di denaro una tantum corrisposta alla cessazione dal servizio;
riguarda i dipendenti di ruolo, sanitari e
salariati degli EE.LL., dipendenti di Regio-

Orizzonte pensioni ((103)

ni, Province, ASL, Consorzi comunali, pro-

Trattamento di fine rapporto

vinciali e Comunit montane;

una somma di denaro corrisposta al di-

la retribuzione di riferimento costituita

pendente alla risoluzione del rapporto

dalle voci fisse e continuative pi lI.I.S. nella

di lavoro dopo un servizio pari ad almeno

misura del 100%;

15 giorni continuativi nel mese, regolato

finanziamento della prestazione: contribu-

dallart . 2120 del codice civile (settore priva-

zione la cui misura pari al 6,10 % dell80 %

to) esteso al settore pubblico con lAccordo

della retribuzione di riferimento;

quadro Aran Sindacati 29/07/1999 e dal

pari a un quindicesimo dell80 % della re-

Dpcm 20 dicembre 1999;

tribuzione di riferimento dellultimo anno

destinatari: i dipendenti del settore privato

moltiplicato per gli anni utili (compresi quel-

e pubblico. Nel settore pubblico riguarda i

li riscattati).

dipendenti a tempo determinato con contratto in corso al 31/05/2000 ovvero assunti

Indennit di anzianit

successivamente e i dipendenti assunti con

una somma di denaro una tantum corri-

contratto a tempo indeterminato a decorre-

sposta al dipendente al momento della cessazione dal servizio;


riguarda i dipendenti degli Enti pubblici
non economici (parastato);
la retribuzione di riferimento costituita
dalle voci fisse e continuative pi lI.I.S.;

re dal 1/1/2001;
costituito da accantonamenti annui di
quote del 6,91% della retribuzione utile.
Gli accantonamenti vengono annualmente
contabilizzati e rivalutati dell1,5% in misura fissa e del 75% dell inflazione.

finanziamento della prestazione: annuale


copertura in bilancio del relativo onere

Figurativit del Tfr

pari al 100 % dellultima retribuzione

Il TFR dei dipendenti pubblici iscritti al

mensile rapportata ad anni interi (molti-

fondo negoziale non viene versato al fondo du-

plicata per 13 e divisa per 12), moltiplicata

rante la fase di accumulo ma solo al momento

per gli anni utili.

della cessazione dal servizio


Le quote di TFR destinate a previdenza complementare sono contabilizzate dallINPS Ge-

(104)) Orizzonte pensioni

stione Dipendenti Pubblici che le contabilizza e

meno essere oggetto di anticipazione.

rivaluta sulla base della media dei rendimenti

Il dipendente pubblico assunto prima del

netti frutto di un paniere di fondi pensione

1.1.2001 in regime di Tfs (Trattamento di fine

complementare attivi sul mercato.

servizio) quello assunto dopo in regime di Tfr

Data la sua natura figurativa non pu nem-

(Trattamento di fine rapporto)

Opzione alla previdenza complementare


Opzione alla previdenza complementare

erogano direttamente il TFS).

per gli assunti prima del 2001.

Il restante 2% del Tfr viene attribuito al fondo

Al lavoratore assunto prima del 2001 e che

pensione.

aderisce alla previdenza complementare, viene effettuato il calcolo del TFS maturato fino

Per gli assunti dall1.1.2001

al momento delladesione e lo si trasforma in

Allinteressato, limporto di Tfr maturato e

TFR. Quanto accumulato negli anni dallas-

rivalutato dalla data di assunzione allade-

sunzione fino al momento delladesione viene

sione;

liquidato dallex Inpdap al termine del rappor-

al Fondo vengono conferiti gli accantona-

to di lavoro, previa rivalutazione annuale del

menti di Tfr, in misura intera, (6,91% della

75% del tasso di inflazione + l1,5%.

retribuzione utile) maturati dalladesione

Annualmente si aggiunge la quota di TFR pari

alla cessazione.

al 4,91% della retribuzione annua lorda. Le

La posizione individuale delladerente del

quote, contabilizzate presso lex Inpdap, ven-

pubblico impiego formata da due parti:

gono anchesse rivalutate, di anno in anno, del

il montante presso il fondo compren-

75% del tasso di inflazione + l1,5%.

dente gli accantonamenti che includono la

Per incentivare il passaggio da TFS a TFR

contribuzione obbligatoria del dipendente,

riconosciuto, per tutto il periodo di permanen-

la contribuzione obbligatoria datoriale, la

za nel Fondo, un contributo pari all1,5% della

contribuzione volontaria aggiuntiva del di-

base contributiva di riferimento del TFS per

pendente;

il personale iscritto allInpdap ai fini del TFS-

il montante figurativo presso lINPS Ge-

TFR (questo incentivo non vale per gli enti che

stione Dipendenti Pubblici corrispondente

Orizzonte pensioni ((105)

agli accantonamenti di Tfr).

servizio che abbia almeno un giorno di inter-

Questi accantonamenti vengono conferiti

ruzione rispetto al successivo.

al Fondo solo al momento della cessazione del

La contribuzione
Dipendenti gi in servizio al 31.12.2000

spensione una sola volta nel corso del perio-

1,5% aggiuntivo (calcolato sulle voci retribu-

do associativo.

tive utili a TFS) (contabilizzato dallINPDAP


come accantonamento figurativo);
1% aggiuntivo a carico lavoratore calcolato
sulle voci retributive utili a TFR;

La Contribuzione figurativa (Quota TFR 2%


+ 1,5% ) in via transitoria. Fino al consolidamento della struttura finanziaria del Fondo,

1% aggiuntivo a carico Amministrazione

si applicher un tasso di rendimento corri-

(condizionato) calcolato sulle voci retributi-

spondente alla media dei rendimenti netti

ve utili a TFR.

di un paniere di fondi di previdenza complementari presenti sul mercato.

Il contributo aggiuntivo a carico dell Am-

Successivamente, consolidata la struttura

ministrazione dovuto in costanza di versa-

finanziaria del Fondo, si applicher il rendi-

mento del contributo a carico del lavoratore.

mento netto risultante dalla gestione.

Il lavoratore pu sospendere unilateralmen-

La Contribuzione aggiuntiva (1% + 1%) si riva-

te la contribuzione trascorsi 5 anni dalla data

luta secondo i tassi di rendimento netto risul-

di adesione al Fondo e pu esercitare la so-

tante dalla gestione

La gestione finanziaria
I contributi dei lavoratori e delle lavoratri-

investiti da un gestore finanziario, anchesso

ci vengono versati in una banca depositaria,

scelto con una pubblica procedura, secondo le

scelta con una pubblica procedura, e vengono

indicazioni del Consiglio dAmministrazione.

(106)) Orizzonte pensioni

Asset allocation strategica

Nella fase di avvio la Gestione Monocom-

Per i fondi pensione Il benchmark di riferi-

parto, negli esercizi successivi dopo il con-

mento costituito dal rendimento del Tfr,

solidamento del fondo ci sono pi comparti.

lobiettivo del fondo quindi far rendere i

Il lavoratore allatto delladesione sceglie il

risparmi in misura maggiore del TFR.

comparto di investimento nel quale far confluire i versamenti contributivi. Dopo un


anno si pu effettuare una nuova scelta.

I comparti di investimento
Il fondo individua varie linee di investi-

Il lavoratore che sceglie il comparto garantito

mento (comparti) che sono in genere: quello

mette il suo capitale al sicuro.

garantito, quello prudente e quello dinamico

La gestione finanziaria controllata dal Con-

composti da un mix bilanciato in proporzione

siglio dAmministrazione che si serve anche di

variabili di titoli obbligazionari o azionari.

consulenti esterni.

Le prestazioni
Prima del pensionamento si pu chiedere:

il lavoratore o per i figli.

lanticipazione;

Possibilit di anticipazioni per

il riscatto;

congedi formazione e congedi parentali.

il trasferimento.

prevista la possibilit di reintegrazione al


fondo.

Dopo il pensionamento
la rendita pensionistica;

Riscatto

prestazione in capitale;

Perdita dei requisiti di partecipazione.

prestazione in renditaed in capitale.

In mancanza del diritto a prestazione pu


essere chiesto il riscatto di tutto il maturato

Anticipazione
possibile l anticipazione di tutto il ma-

(liquidazione entro 6 mesi).


In caso di decesso, la posizione stessa viene

turato, con 8 anni di iscrizione al fondo, per

riscattata dal coniuge, dai figli, dai genitori a

spese sanitarie;

carico. In mancanza di tali soggetti o di di-

acquisto e ristrutturazione prima casa per

verse disposizioni ( indicazione di un benefi-

Orizzonte pensioni ((107)

ciario) la posizione rimane al Fondo contrat-

anni e cessazione attivit lavorativa.


La liquidazione del maturato pu esse-

tuale.
In caso di decesso, la posizione agli eredi per

re richiesta in capitale nella misura max del

gli iscritti a forme pensionistiche individuali.

50%; se la rendita ricavabile dal montante


maturato inferiore allassegno sociale allora si pu chiedere tutta la prestazione in

Trasferimento
Per il trasferimento da un fondo ad un
altro devono passare 3 anni a iscrizione. Nei
primi 5 anni di vita del fondo occorrono 5

capital.e
La rendita pu essere: vitalizia,contrassicurata, reversibile
Vitalizia che dura tutta la vita

anni di iscrizione.

Contrassicurata viene corrisposto agli

La pensione complementare (rendita)


Prestazione pensionistica per vecchiaia:
5 anni di partecipazione al Fondo ed et

eredi il montante residuo


Reversibile in caso di decesso va agli eredi
aventi diritto o al beneficiario designato.

anagrafica sistema pensionistico obbligatorio;

Per lerogazione della rendita il fondo sti-

Prestazione pensionistica per anzianit:


15 anni di partecipazione al Fondo et ana-

pula apposite convenzioni con una o pi imprese di assicurazione.

grafica inferiore allobbligatoria di max 10

Il calcolo della Rendita


Si ottiene moltiplicando il montante per il

Tasso Tecnico: nelle assicurazioni vita il

coefficiente di conversione.

rendimento minimo che viene riconosciu-

Esso dipende da:

to dalla compagnia in via anticipata sulla

Basi demografiche: Si basano sulle spe-

rata di rendita (accrescendone limporto).

ranze di vita in relazione al sesso ed allet


al momento della richiesta della rendita.

Caricamenti: i costi gestionali delle imprese assicurative

(108)) Orizzonte pensioni

Normativa e Accordi di riferimento della Previdenza complementare nel


Pubblico Impiego
Dlgs 124/1993

Accordo istitutivo Fondo Sirio 1/10/2007

L. 335/1995

Atto costitutivo Fondo Perseo 21/12/2010

L. 449/1997

Atto costitutivo Fondo Sirio 14/9/2011

Dlgs 47/2000

Delibera di fusione del CdA di Perseo del

L. 243/2004

29/4/2014

Dlgs 252/2005

Delibera di fusione del CdA di Sirio del

Accordo Quadro 29/7/1999

29/4/2014

DPCM 20/12/1999

Spipula dellatto di fusione il 29/9/ 2014

Accordo istitutivo Fondo Perseo 14/5/2007

Operativit del Fondo unificato dal 1.10.2014

Il Fondo pensione Complementare Perseo Sirio


Perseo Sirio un fondo negoziale a con-

Comparto SSN;

tribuzione definita e a capitalizzazione indi-

Area Dirigenziale Regioni e AALL;

viduale.

Dirigenti SSN;
Segretari comunali e provinciali.

Destinatari
Lavoratrici e Lavoratori con:

Altri Destinatari

contratto a tempo indeterminato;

Appartenenti a settori affini, a condizione

contratto part-time a tempo indeterminato;

che vengano stipulati dalle OO.SS. appositi

contratto a tempo determinato anche

accordi per disciplinare ladesione;

part-time;

personale di Enti ed organizzazioni regio-

ogni altra tipologia di rapporto di lavoro

nali ed interregionali, Personale di ANCI,

flessibile di durata pari o superiore a tre

CINSEDO e UNIONCAMERE, Personale Case

mesi continuativi.

di cura private, Personale dei servizi esternalizzati secondo lordinamento vigente,

Comparti interessati

Personale dipendente di imprese del privato

Regioni e AALL;

e privato sociale eroganti servizi socio-sani-

Orizzonte pensioni ((109)

tari assistenziali ed educativi;

300/1970);

dipendenti OO.SS. firmatarie accordo isti-

Ministeri, Enti Pubblici non economici,

tutivo Fondo o firmatari CCNL Comparti

Agenzie Fiscali, Cnel, Enac, PCM, Universit

AALL, SSN e Aree Dirigenziali (compre-

e Ricerca.

si quelli in aspettativa ai sensi art. 31 L.

I lavoratori interessati devono leggere attentamente la nota informativa. Nella nota in particolare,
nella parte relativa alle principali caratteristiche della forma pensionistica riportate nella scheda
sintetica, sono riportate le informazioni riguardo ai costi, alle opzioni di investimento e ai relativi
rischi, al fine di consentire di poter effettuare scelte consapevoli e rispondenti alle proprie esigenze. Sulle forme di previdenza complementare vigila lautorit indipendente Covip.

Il regime fiscale

Il 12% del reddito complessivo;

Defiscalizzazione di 309,87 ( 600.000) per

limporto assoluto di 5164,57 annui;

ogni anno di servizio;


quota esente del 26,04% (IBU) e del 40,98%
(IPS);
tassazione in funzione del reddito di riferimento.

Il doppio del TFR versato per previdenza


complementare.

La tassazione delle prestazioni


Le prestazioni in forma periodica vengono
tassate: sulla base imponibile al 31/12/2000
nella misura dell87,50% e per le somme

TFR

maturate successivamente con tassazione

rendimenti tassati del 20% ;

ordinaria, al netto di quanto gi tassato;

applicazione dellaliquota media individuale


degli ultimi 5 anni sulla prestazione lorda.

le prestazioni in capitale sono soggette a


tassazione separata;
anticipazioni: utilizzato il criterio della

Contributi

tassazione separata, sullammontare anti-

I contributi versati sono deducibili dal reddito

cipato, al lordo delle rivalutazioni gi tas-

imponibile entro il limite pi basso tra:

sate ed al netto dei contributi non dedotti.

(110)) Orizzonte pensioni

Alla definitiva liquidazione si conguaglia

zato il criterio della tassazione separata.

limposta gi versata;

Diversamente si applica la tassazione or-

riscatti: se per cause non dipendenti dalla

dinaria, ma al netto di quanto gi tassato.

volont del lavoratore e del datore utiliz-

TABELLE ESEMPLIFICATIVE

(ESEMPIO))

Contribuzione (lavoratore in TFR)


REDDITO LAVORATORE: 22.000 annui
QUANTO VERSO 220 (17,00 al mese circa)
A QUANTO RINUNCIO
QUANTO RICEVO
La trattenuta in busta paga
Contributo amministrazione:
220 x (1- 0,27)= 160
220
( 13 al mese circa)
Totale risparmio: 220 + 220 = 440 16
= 424
Carico contributivo effettivo a carico del lavoratore: 160

(ESEMPIO))

Contribuzione (lavoratore OPTANTE)


REDDITO LAVORATORE: 22.000 annui
QUANTO VERSO:
220 (17,00 al mese circa)
A QUANTO RINUNCIO
QUANTO RICEVO
Trattenuta in busta paga:
Contributo amministrazione: 220
220x (1-0,27) = 160
Incentivo a carico dello Stato: 264
( 13 al mese circa)
Totale risparmio: 220+220+264 = 704 -16
= 688
Carico contributo effettivo a carico del lavoratore: 160

Orizzonte pensioni ((111)

Se ti iscrivi al Fondo pensione Perseo Sirio avrai:


il contributo dell1% dellamministrazione

ne del capitale;
il diritto, al pensionamento, che tutto il
capitale sia trasformato in rendita oppu-

che altrimenti perderesti;


la certezza della restituzione del TFR che

re il 50% in unica soluzione subito, senza

non mai in pericolo, perch gestito fi-

dover aspettare uno o due anni ed il resto

gurativamente dallex INPDAP e perch il

in rendita sui contributi che versi con la de-

comparto garantito assicura la restituzio-

duzione del reddito fino a 5164.57 euro!

(TANTO PER DARE UN IDEA))

Assunto prima del 2001


Retribuzione annua
Retribuzione annua


Se non si inscrive il suo TFS sar

26.000 oggi
28.000 al pensionamento
30 anni di servizio allatto delladesione
10 anni ancora al lavoro
74.800,00 (28.000x0.8/12x 40= 74.800)

Decide di iscriversi

Tfs calcolato ad oggi su 30 anni di servizio e retribuzione di 26.000 euro


26.000*0.8/12*30= 52.000
Tfr per 10 anni calcolata su una retribuzione media di 27.000 euro = 19.000
1% contributo del lavoratore
2.400
1% contributo del datore di lavoro
2.400
1,5% su base Tfs
1.000
Rendimenti finanziari
6.000

Montante accumulato

Tfs maturato alladesione


52.000
Tfr maturato dalladesione
19.000
1% contributo del lavoratore
2.400
1% contributo del datore di lavoro
2.400
1,5% su base Tfs
1.000
Rendimenti finanziari
6.000
______
Totale
82.800

(112)) Orizzonte pensioni

Per quesiti e informazioni :

linguella@fpcgil.it (per la pensione complementare)

marchini@fpcgil.it (per la pensione obbligatoria)