Sei sulla pagina 1di 2

Lavorare nella Ue.

Dalla tessera professionale al riconoscimento delle


competenze. Dal Consiglio dei ministri via libera al decreto
IL Consiglio dei ministri del 21 /01/2016 a dato il via libera al decreto che recepisce la direttiva
Ue la direttiva 2013/55/UE (1)
su cooperazione amministrativa attraverso il sistema di
informazione del mercato interno (Regolamento IMI) per favorire la mobilit dei professionisti.
Il provvedimento sancisce
elettronica che

l' istituzione della Tessera Professionale (2):

una procedura

semplifica il riconoscimento da parte delle Autorit Nazionali della qualifica ottenuta dal
professionista
nel proprio Paese riducendo sia i tempi che gli oneri burocratici.
Nel decreto confermato anche 'l'allargamento' delle competenze delle ostetriche .

Il Decreto Legge, immediatamente applicabile, introduce, in linea con la


direttiva, alcune importanti novit come:
la tessera professionale che favorisce la libera circolazione dei
professionisti e rafforza il mercato interno;
un meccanismo di allerta per segnalare i professionisti nel campo della
salute e dellistruzione dei minori colpiti da una sanzione disciplinare o
penale che abbia incidenza sullesercizio della professione;
la possibilit, a determinate condizioni, di ottenere un accesso parziale
alla professione;
la possibilit di ottenere il riconoscimento del tirocinio professionale
effettuato in parte allestero.
Nel provvedimento, tra laltro, vengono definite le competenze che la
normativa Ue prevede per gli infermieri.
Per richiedere una tessera professionale europea occorrono i seguenti
documenti:

Prova dello stato di buona salute

Titolo di formazione o qualifica professionale


Prove relative all'onorabilit, alla moralit o all'assenza di dichiarazione
di fallimento
Prova dell'assenza di sospensioni temporanee o definitive dall'esercizio
della professione
Prova della nazionalit
Attestato dei diritti acquisiti

Si allega la normativa che disciplina questo nuovo strumento.

Circolare del Ministero Sviluppo Economico (3)

Federazione Lavoratori Funzione Pubblica Cgil di Roma e del Lazio


Via Buonarroti, 12 - 00185 ROMA
Tel. 06468431 Fax: 064684360
e-mail: fp@lazio.cgil.it
sito Internet: www.fpromalazio.it

Testo Europeo (4)


Regolamento Europeo (5)
Relazione Illustrativa. (6)

Roma, 11 Febbraio 2016

p. la CGIL FP di Roma e Lazio


Sergio Bussone

Federazione Lavoratori Funzione Pubblica Cgil di Roma e del Lazio


Via di S.Basilio, 51 - 00187 ROMA
Tel. 06468431 Fax: 064684360
e-mail: fp@lazio.cgil.it
sito Internet: www.fpromalazio.it