Sei sulla pagina 1di 9

Politica

Societ

Da Anci Sicilia
no alla chiusura
dei centri impiego

AllIsisc: La prova
scientifica del processo
penale, profili comparati

A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sei

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 28 giugno 2015 Anno XXVIIi N. 150 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Ambiente. Sos Siracusa e lamministrazione comunale al contrattacco

Ieri la protesta in ospedale

Coro di no alla bocciatura Le mamme


Parto indolore
della variante di bellezza da subito
Ambientalisti in difesa della norma che salvaguarda il territorio
M

entre si moltiplicano
le adesioni allappello lanciato da SOS Siracusa per
completare liter istitutivo
della riserva della Pillirina, la Regione ha detto no
alla Variante della Bellezza, la delibera urbanistica
di tutela delle coste adottata
dal Consiglio Comunale
nellagosto del 2011. Lo
fa con una nota a firma del
dirigente dellAssessorato
Territorio e Ambiente della
Regione Siciliana.

editoriale

Infrastrutture
ed eventi
per il turismo
di Giuseppe Bianca

Si

conclude questa sera


il cinquantunesimo ciclo
di rappresentazioni classiche, i cui numeri saranno
snocciolati nel corso di
un incontro con la stampa, previsto per domattina
presso la sede dellIstituto
nazionale del dramma antico di Siracusa. Una stagione che ha segnato per
la nostra citt un passo importante per cambiare volto e per fare del turismo il
reale punto di forza della
nostra economia, ancora
oggi trainata.
A pagina tre

A pagina due

cronaca

guardia di finanza

Ruba soldi
Trovata
per comprare ancora
la cocaina
romana

Si era impossessata di un E stata trasportata nei lomarsupio contenente soldi,


con i quali aveva acquistato diverse dosi di cocaina.

cali del museo del Palmento di Rudin di Pachino


lancora di epoca romana.

A pagina due

A pagina sette

TACCUINO

Gli statisti
e lattacco
dellIsis
di Titta Rizza

Anche se non siamo de-

gli statisti ma anche come


semplici cittadini, abbiamo il diritto di discutere e
il dovere di creare.

l gruppo di mamme vuole che il parto indolore sia subito una realt e non si debba attendere il 15 settembre,
come annunciato dallAsp 8. Ieri mattina hanno dato vita
al programmato sit-in davanti allospedale Umberto I.

A pagina cinque

A pagina due

Assistenza allautismo
Atto dindirizzo in aula
Via libera dal Consi-

glio comunale allatto di indirizzo, primo


firmatario il consigliere
Castagnino,
che impegna lAmministrazione.
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Ruba marsupio
con soldi
per comprare
la cocaina

Sicilia 28 giugno 2015, domenica

Si era impossessata di un marsupio

contenente soldi, con i quali aveva


acquistato diverse dosi di cocaina.
Ha ammesso le proprie responsabilit la siracusana C.E. di 24 anni,
che stata denunciata a piede libero
per il reato di furto. Lepisodio si
verificato in un esercizio commerciale del capoluogo. Lindagata,

28 giugno 2015, domenica

approfittando della distrazione


del titolare, si impossessata del
marsupio dentro al quale erano custoditi effetti personali e soprattutto
la somma di 115 euro. Scattata la
denuncia, sono stati i poliziotti della
squadra mobile della Questura del
capoluogo a risolvere il dilemma. A
seguito di una descrizione sommaria

della presunta autrice del colpo, gli


investigatori sono riusciti a risalire
allidentit della donna, che ha
sostanzialmente ammesso di avere
prelevato il marsupio. I soldi erano
serviti per acquistare un grammo e
mezzo di cocaina, che i poliziotti
le hanno rinvenuto addosso e sequestrato.

entre si moltiplicano le adesioni allappello lanciato da SOS


Siracusa per completare
liter istitutivo della
riserva della Pillirina,
la Regione ha detto no
alla Variante della
Bellezza, la delibera
urbanistica di tutela
delle coste adottata dal
Consiglio Comunale
nellagosto del 2011.
Lo fa con una nota
a firma del dirigente

dellAssessorato Territorio e Ambiente della


Regione Siciliana, Ing.
Giglione, con cui respinge le osservazioni
presentate dal Comune
avverso il provvedimento con cui era stato
avviato liter di annullamento della variante
urbanistica, ribadendo
che sarebbe stata adottata senza il preventivo
svolgimento della Valutazione Ambientale

Strategica. Dal canto


nostro continuiamo a ripetere quanto abbiamo
avuto modo di sostenere
in passato - sostengono
gli ambientalisti di Sos
Siracusa - una variante
urbanistica che contempli misure finalizzate ad
incrementare la tutela
ambientale rispetto a
quanto originariamente
previsto non deve essere sottoposta alla procedura di valutazione

La Pillirina.

ambientale strategica
(VAS). In questo senso
si esprimono i TAR di
tutta Italia e questo ha
affermato il Consiglio
di Giustizia Amministrativa nella ormai celebre sentenza sui piani
paesaggistici. Appare
superfluo insistere sul
punto.
Dalla lettura della nota
emergono ulteriori
aspetti controversi nel
procedimento di annul-

e considerando che nulla di buono


stato fatto in merito, non ci sentiamo
affatto rassicurate, sostiene il gruppo
che si chiede quali siano le motivazioni
che fanno ritardare ulteriormente lattuazione del servizio di parto analgesia.
Ci inoltre noto che gi altre volte sono
stati stanziati fondi per la ristrutturazione del reparto e per ladeguamento della sala parto, senza che nulla sia
stato fatto. A partire dal prossimo 15
settembre sar operativo nel reparto di
Ginecologia e Ostetricia dellospedale
Umberto I di Siracusa il servizio della
parto analgesia.
Ad annunciarlo il direttore generale
dellAsp di Siracusa Salvatore Brugaletta che sullargomento ha convocato

LAccordo di programma quadro per il Sin di Priolo ormai vigente.

Diventano operative le individuazioni dei siti operati da Arpa e Provincia


di Siracusa e le risorse di 62 milioni di euro impegnate. Ora sono chiamate
a vigilare le amministrazioni comunali interessate e le forze sociali.
"Per la mia parte - dichiara l'on. Marika Cirone Di Marco - continuer a
lavorare su una materia strategica per il nostro territorio, sul tema del risa-

Si

lamento avviato dalla


Regione, che qui ci preme mettere in evidenza.
Infatti se da un lato,
nella nota a propria
firma, Giglione a un
certo punto afferma
che la variante controversa non pu essere
considerata di mera
tutela in quanto incide
sulla destinazione d'uso
dei suoli, poche righe
pi gi lineffabile dirigente regionale, con

Parto indolore
Il gruppo di mamme
lo vuole subito

gruppo di mamme vuole che il


parto indolore sia subito una realt e
non si debba attendere il 15 settembre, come annunciato dallAsp 8.
Ieri mattina hanno dato vita al programmato sit-in davanti allospedale
Umberto primo si far lo stesso. Il
gruppo Il parto indolore un diritto anche a Siracusa ha replicato in
questo modo alla nota dellAsp 8 con
la quale si annuncia lavvio della cosiddetta parto analgesia allospedale
a partire dal 15 settembre prossimo.
Considerando che gi nel luglio dello scorso anno Brugaletta con il sindaco Garozzo si stringevano la mano
suggellando la collaborazione per
lepidurale e per il nuovo ospedale,

Vigente laccordo di programma


quadro per il Sin di Priolo

namento possibile e dello sviluppo."

Eventi e infrastrutture
per il turismo che verr

ieri mattina sit in davanti allospedale

Il

Cronaca di Siracusa

editoriale. non bastano i due grandi appuntamenti

sos siracusa eccepisce sulla scelta

Fronte unico
contro il no
alla variante
di bellezza

Sicilia 3

nei giorni scorsi una conferenza di servizio tra il vertice strategico dellAzienda e i direttori delle Unit operative di
Anestesia e Ostetricia del nosocomio
aretuseo.
Il nuovo servizio sar attivato in forma
sperimentale sottolinea il direttore generale Salvatore Brugaletta e sar garantito durante lintera giornata, sia in
regime diurno che notturno. E una importante risposta continua Brugaletta
che lAzienda sanitaria di Siracusa
vuole dare ai bisogni assistenziali della provincia ed in particolar modo alle
donne, che in tal modo vedranno finalmente realizzato un servizio prezioso
e di grande rilevanza sociale oltre che
sanitaria poich indice della tutela .

evidente disprezzo della


logica, sostiene che la
variante della bellezza
incide pesantemente sulle potenzialit
edificatoria programmate relativamente al
PRG vigente e richiama l'amministrazione
comunale a una pi
adeguata valutazione
dell'interesse pubblico
in ragione dell'interesse privato, derivante
dalla destinazione d'uso
del suolo gi esistente
all'atto di approvazione
del Prg del 2007.
Come se non bastasse,
prosegue lalto dirigente avventurandosi
in una serie di considerazioni di carattere
economico e sociale
che nulla hanno a che
fare con le scelte che
gli competono.
Afferma, in primo luogo, che la delibera
contestata sarebbe stata
adottata senza tenere
conto, delle vocazioni economiche della
citt, nonch delle
necessarie contestuali compensazioni in
termini di possibilit
edificatorie e ricorda
infine allamministrazione comunale che
deve essere consentito
lo sviluppo economico
e sociale anche in riferimento alle concessioni
edilizie.
R.L.

di Giuseppe Bianca

conclude questa sera


il cinquantunesimo ciclo
di rappresentazioni classiche, i cui numeri saranno
snocciolati nel corso di un
incontro con la stampa, previsto per domattina presso
la sede dellIstituto nazionale del dramma antico di
Siracusa.
Una stagione che ha segnato per la nostra citt un passo importante per cambiare
volto e per fare del turismo
il reale punto di forza della nostra economia, ancora
oggi trainata in massima
parte dal terziario e dal polo
petrolchimico. Gli spettacoli classici rappresentano
un momento di sintesi e di
grande attrazione per il territorio. Ma non bastano da
sole a sostenere il peso della domanda turistica della
citt. Ci sono ancora tante
potenzialit inespresse che
il nostro territorio deve riuscire a tirare fuori e ad
esprimere se vuole essere
protagonista nel novero delle citt a vocazione turistica
non soltanto della Sicilia.
Che il teatro greco di
Siracusa sia il secondo pi
visitato in Italia dopo lArena di Verona ci pu fare piacere ma i numeri sono purtroppo soltanto parziali, nel
senso che lenorme mole di
flusso turistico che giunge
dalle nostre parti come
sempre del mordi e fuggi.
Il turismo stanziale ha bisogno non soltanto delle
antiche pietre, non soltanto
della vastit dei giacimenti
culturali che pure il nostro
territorio vanta, ma deve
confezionare tuttattorno un
sistema attrattivo che va al
di l della presenza statica
e passiva. C un grande
bisogno di altri eventi come
quello delle rappresenta-

Le rappresentazioni classiche al Teatro greco di Siracusa.

zioni classiche o, come


avviene a luglio prossimo
per il secondo anno consecutivo, della stagione lirica. Siracusa ha bisogno
di avere strutture idonee
a ospitare grandi eventi,
convegni di largo respiro e

iniziative ed eventi di puro


divertimento che riescano
da sole a invogliare i turisti
e non soltanto i visitatori a
rimanere qualche sera in
pi nella nostra citt. Ma
tutto questo potr scaturire
soltanto da una programma-

zione seria e considerevole


degli eventi da selezionare e
da proporre al grande pubblico. Una cabina di regia si
tentato di fare anche negli
anni scorsi, ma sono troppi
i soggetti che fanno parte
dei tavoli e delle riunioni

in cui si deve decidere anche di un solo cartellone di


spettacoli. Diversificare, poi,
rappresenta laltra costante
invariabile per consentire ai
nostri alberghi di essere se
non pieni, certamente operativi in tutti i mesi dellanno e
non soltanto in alta stagione.
Laltro grosso cruccio da affrontare legato alla carenza
di infrastrutture.
Pensiamo al completamento
della riqualificazione delle
banchine del porto grande, il sindaco ha effettuato
un sopralluogo e la ditta lo
ha rassicurato sulla consegna dellopera entro la fine
dellanno. Questo potrebbe
agevolare tutti gli altri progetti che ruotano attorno
al porto grande. Pensiamo,
infatti, ai due porti turistici,
uno dei quali in fase avanzata di realizzazione, laltro
in fase ancora progettuale
Spero, che nasceranno da
qui a qualche anno e che rappresentano quella valvola di
sfogo per avere un turismo
davvero di qualit che approda lungo le nostre rive. E
non sono soltanto le navi da
crociera, che tutto sommato
offrono poco alla citt, quanto alle grandi imbarcazioni
di magnate e persone che
possono sostenere spese.

dal consiglio comunale in seconda convocazione

Modifiche delle prescrizioni comparto


per Epipoli: esecutiva la delibera
Il Consiglio comunale, riunito ieri

in seconda convocazione ha approvato, e resa immediatamente


esecutiva, la delibera sulle Modifiche, in conformit al vigente
PRG, delle prescrizioni indicative della Scheda Norma del sub
Comparto dintervento a47e
di viale Epipoli concernente
la sua suddivisione in due sub
Comparti denominati a47e/1 e
a47e/2. In esecuzione della sentenza 2793/2014 del Tar che aveva
annullato la precedente delibera
consiliare di diniego alle modifiche per carenza di motivazione, laula ha adesso approvato il
provvedimento che le ripropone
per come allora formulate dagli

uffici. Laula ha invece respinto


allunanimit, su richiesta dello
stesso proponente, il presidente
Santino Armaro, lemendamento
della 1^ Commissione consiliare
prescrivente il Ripristino della
continuit dei cosiddetti Corridoi verdi previsti nel Piano regolatore generale, per il quale
gli uffici si erano espressi negativamente. Speriamo adesso- ha
detto Armaro- di evitare un ulteriore contenzioso: oggi abbiamo
dato un segnale chiaro per dimostrare il ruolo delle Istituzioni
che non intendono ostacolare le
intraprese dei privati quando le
stesse sono rispettose della normativa vigente.

Epipoli.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 28 giugno 2015, domenica

Il provvedimento adottato dal consiglio comunale di siracusa

Stazioni
radio base
Approvato
piano attuativo
Il

Consiglio ha approvato il
Programma annuale 2015 del
Piano attuativo per la localizzazione delle stazioni radio base
della telefonia mobile e degli
impianti radiotelevisivi. Il Programma individua le stazioni
dei gestori di telefonia mobile
che operano in citt (Telecom,
Vodafone e Wind ), stabilisce le
prescrizioni, razionalizzando il
sistema impiantistico e garantendo la giusta ricezione in tutti i settori del comprensorio urbano. Su
richiesta dellufficio proponente,
il settore Trasporti, ritirata per un
approfondimento di natura tecni-

n merito allannuncia chiusura


in Sicilia degli sportelli comunali
dei Centri per lImpiego, di cui
16 solo in provincia di Siracusa
(Canicattini, Cassaro, Ferla,
Floridia, Palazzolo, Solarino,
Sortino, Melilli, Priolo, Avola,
Pachino, Rosolini, Portopalo,
Francoforte e Siracusa per il
centro di Cassibile, lasciando
aperti solo i Centri di Siracusa
Augusta e Noto), i cui disagi da
subito si ripercuoterebbero sui
cittadini e nei servizi dei territori, interviene il Vicepresidente
di AnciSicilia, Paolo Amenta,
Sindaco di Canicattini Bagni,
chiedendo allAssessorato regionale al Lavoro, limmediata
sospensione del provvedimento.
Ho limpressione, e spero di
essere smentito dichiara il Vicepresidente Paolo Amenta che
siamo di fronte ad un perverso
disegno di indebolimento complessivo dei territori, come se
qualcuno stesse giocando a rendere sempre pi difficile la vita
dei cittadini anzich migliorarla.
Perch non si spiega altrimenti
lassurda decisione di privare i
Comuni di un servizio cos importante in una fase, tra laltro,
di grande attivit, quando c da
avviare al lavoro i lavoratori della
Forestale, con lantincendio, raccogliere le istanze dei lavoratori
precari della scuola adesso che
si concluso lanno scolastico, e

ca e normativa, la proposta finalizzata allistituzione in citt di


due nuovi strumenti di mobilit:
il primo a trazione muscolare
cio i velocipedi (i cosiddetti risci), il secondo le caratteristiche
carrozzette. Sul provvedimento era stato presentato un maxi
emendamento migliorativo della
IV Commissione, che regolamenta nel dettaglio il servizio e che
stato illustrato dal consigliere
Palestro. Si tratta- ha detto tra
laltro Palestro- di uniniziativa interessante, di un servizio in
linea con la vocazione turistica
della citt, che dar altrettante

In foto, antenne di telefonia.

possibilit di movimento su percorsi predefiniti che tendono alla


valorizzazione degli innumerevoli attrattori di Siracusa, e che
dar sicuramente lavoro ed occupazione. Ma essa deve muoversi
nellambito della stringente normativa in materia e dopo la fase
sperimentale il servizio dovr
essere affidato con bando pubblico. Palestro ha poi illustrato
gli emendamenti migliorativi,
riguardanti tra laltro, la regolamentazione del servizio, i requisiti per lo svolgimento dellattivit,
i percorsi. Diversi gli interventi
che ne sono seguiti. Per il con-

il vice presidente di anci sicilia

No alla chiusura
dei centri impiego

iscrivere, rilasciando lapposito


certificato di disponibilit tantissimi altri lavoratori o giovani alla
loro prima iscrizione.
Cancellare continua il Vicepresidente di AnciSicilia con un
colpo di spugna un servizio come
i vecchi Uffici di Collocamento, adesso Centri per lImpiego,
adducendo bugiardamente che
si tratta di un provvedimento
di riduzione della spesa, credo
sia lennesimo prendersi gioco
delle Amministrazioni locali e
degli stessi cittadini. Tutti i costi
di questi servizio, infatti, come

avviene ad esempio a Canicattini


Bagni, dai locali allenergia elettrica, dal telefono a persino la cancelleria, sono a carico dei Comuni,
lunico costo della Regione sono
i lavoratori, un costo che avrebbe
comunque anche spostando tutti
gli sportelli, come ha intenzione di
fare, ad esempio nel siracusano, a
Siracusa, Augusta e Noto. Quindi
quale risparmio ne avrebbe.
Piuttosto aggiunge Amenta
questo provvedimento di chiusura, oltre a creare enormi disagi
ai cittadini che dovrebbero continuamente spostarsi, nel caso della

Sicilia 5

28 giugno 2015, domenica

sigliere Castagnino il punto non


era trattabile in quanto non regolamentato; argomento rilanciato
anche dal consigliere Firenze, che
lo ha definito Inammissibile sul
piano formale, non trattabile, e
quindi da ritirare. Nonostante il
parere favorevole alla trattabilit
del punto da parte del segretario
generale, Costa, lo stesso stato
ritirato dallufficio dopo un dibattito nel quale sono intervenuti
i consiglieri Castagnino, che ha
chiesto allAmministrazione listituzione di un apposito capitolo
di spesa derivante dai proventi
della tassa di soggiorno.

provincia di Siracusa recandosi,


spesso senza averne le possibilit
economiche, a Siracusa, Augusta o
Noto, o addirittura le competenze
e gli strumenti per quanto riguarda
lespletamento online del servizio,
favorirebbe levasione, la mancata
iscrizione negli elenchi dei disoccupati, con la conseguente perdita
dei requisiti.
Per noi Sindaci inaccettabile,
perch servirebbe solo ad aggravare
la gi difficile situazione che si sta
venendo a creare nelle varie realt
territoriali, in particolare i piccoli
Comuni, dove gi forte il disagio
della riduzione di servizi al cittadino
dovuta ai drastici tagli dei trasferimenti finanziari da parte dello Stato
e della stessa Regione.
E allora conclude il Vicepresidente
Amenta se questo il disegno, ovvero svuotare i territori, ci batteremo
affinch ci non accada, chiedendo
limmediata sospensione del provvedimento e la garanzia dellapertura degli sportelli comunali dei Centri
per lImpiego, che come detto non
costano nulla alla Regione.
E se questo non dovesse bastare,
consapevoli dellimportanza che la
presenza dello sportello del Centro
per lImpiego riveste per una comunit, siamo persino disposti, come
Comuni, oltre a farci gi carico dei
costi di gestione, come ho gi detto,
a mettere noi il personale, spostando
qualche dipende comunale, chiedendo allAssessorato Regionale

Via

libera dal Consiglio


comunale allatto di indirizzo, primo firmatario il
consigliere Castagnino,
che impegna lAmministrazione A prevedere, in
sede di bilancio di previsione, un capitolo di spesa
denominato Erogazione
del servizio di assistenza
alle famiglie dei soggetti
autistici capace di coprire le esigenze dellutenza,
da disciplinare con regolamento specifico; nellatto viene chiesto inoltre
che tale servizio venga
erogato con la procedura del bando pubblico e/o
dellaccreditamento dei
soggetti riconosciuti per
evitare qualsiasi speculazione. Ad illustrarlo lo
stesso Castagnino che nel
ricordare il ruolo dellEnte nellattivit di sostegno
alle famiglie con allinterno soggetti autistici, per
permetterne lintegrazione
scolastica e sociale, dopo
aver chiesto le intenzioni
dellAmministrazione dopo linterruzione,
a maggio, del progetto
Gioco e disabilit, ha
aggiunto: Lunica soluzione la previsione di un
capitolo specifico che dia
sicurezza sulla gestione,
la previsione di un fondo
che attraverso un bando

Cronaca di Siracusa

Politica. passa latto dindirizzo

Assistenza
allautismo
S in aula

In foto, palazzo Vermexio. Sotto, il consigliere Alberto Palestro.

assicuri il servizio, perch


non si pu andare avanti
a progetto. Solo la settorializzazione della spesa
per la disabilit potr permettere di affrontare in
modo certo il problema

del sostegno allautismo.


A rispondere in aula lassessore Liddo Schiavo: Il
progetto per ragazzi autistici Gioco e Disabilit
stato svolto dal Comune
da oltre un decennio con

i fondi della legge 328 e


rappresenta sicuramente
una eccellenza dei servizi
sociali. Inserito nel Piano
di Zona del Distretto 48
come progetto sperimentale stato pi volte rifi-

nanziato attraverso diverse proroghe, e negli anni


di vacanza della 328 stato realizzato con fondi comunali. Nella nuova programmazione 2015/2017
stato reinserito nel Piano
di Zona distrettuale non
pi come progetto sperimentale ma come azione
definitiva e finanziato per
lintero triennio. Nelle
more dellultima proroga, che si ricorda termina
in data 30 giugno e non il
31 maggio come purtroppo avvenuto, stato definito un avviso pubblico
per riaffidare il servizio
attraverso un bando. Nel
successivo dibattito sono
intervenuti i consiglieri
Castelluccio, che nel ribadire la necessit di dare
continuit al servizio per
venire incontro alle esigenze delle famiglie ha
evidenziato la Necessit
di fare fronte comune, in
sede di bilancio, per reperire le risorse necessarie
ad assicurare i servizi sociali; Burti che, ha ricordato come lAmministrazione non abbia colpe per
linterruzione del servizio
di assistenza; e Moscuzza
che ha chiesto una regolamentazione specifica del
fondo per evitare eventuali abusi nelle assegnazioni.

e siracusa democratica punta il dito

Bocciata la delibera
per le motocarrozzette

Non si pu giocare con il futuro della citt.

Questo sostiene in una nota il gruppo consiliare


di Siracusa democratica che prosegue: Spiace
che la volont dellAmministrazione Comunale
nel rilanciare servizi su misura per una citt ad
alta vocazione turistica, trovano poi intoppi che
non possiamo permetterci per la superficialit di
qualcuno. Chi governa ed ha responsabilit di
guida amministrativa e politica ha il dovere di
creare queste opportunit senza se e senza ma,
con la dovuta attenzione e cautela di non illudere

alcune sconosciute ai pi,


certamente con minori vocazioni turistiche , sia ritirato dallUfficio proponente,
con lavallo dellAssessore
alla Mobilit e Trasporti
Antonio Grasso.
Tutto ci avviene in un
Consiglio Comunale dopo
ore di discussioni, per questioni che poco hanno che
vedere con il progresso della citt, con le aspettative
dei nostri concittadini e di
molti Consiglieri Comunali
che hanno lavorato sodo
per portare un contributo

serio alla Proposta dello


stesso Assessorato alla
Mobilit e Trasporti. Ci
riferiamo allistituendo
servizio di promozione in
via Sperimentale delle Motocarrozzette e Velocipedi
che sarebbe dovuto entrare
in vigore a brevissimo,
secondo gli intendimenti
dellAssessore Antonio
Grasso, Relatore della
Proposta N.32 in sintonia
con il programma dellAmministrazione comunale.
Invero la 4^ Commissione
Consiliare, che ha trattato

largomento con sedute di


3-4 ore ciascuno, limitata
dalle nuove normative di
autoregolamentazione, e
lavori dei singoli volenterosi Consiglieri di ore e ore
per consentire lesito positivo e migliorativo della
proposta di Deliberazione
per il Consiglio Comunale,
ha immediatamente notato
che la Proposta in questione
non era assolutamente proponibile in quanto carente
delle pi elementari nozioni
legislative che largomento
richiedeva. Anzi, della

tante aspettative e speranze dei cittadini. Per


fortuna alcune attivit sono state esitate per
creare opportunit occupazionali, (Start Up
nuove licenze Taxi marchio De.Co- bandi di
affidamento luoghi culturali Bus Elettrici, per
fare alcuni esempi), non possiamo permetterci, quindi, che un Provvedimento esitato dal
Settore Mobilit e Trasporti in tempi celeri,
forse anche troppo, destinato ad avviare un
servizio innovativa per la nostra citt, ma da
tempo in vigore in tante altre citt italiane,

Legge Quadro 15/1/92


N.21; recepita dalla nostra
Regione Siciliana con L.R.
6/4/1996 n.29, integrata
dalla L.R. 13/2002 con
modifiche fino alla L.R.
19/2005, nessuna traccia
o riferimento normativo
contenuto nel dispositivo
proposto.
La sperimentazione del
servizio, giustamente perseguito negli intendimenti
dellAmministrazione Comunale, non esimevano,
tuttavia, alla regolamentazione del servizio di N.C.C.

che prevede alcuni aspetti


di legge obbligatori, allorquando vengono concesse
autorizzazioni di questo
tipo. Licenze che prevedono liscrizione al Ruolo
dei Conducenti (presso le
Camere di Commercio) e
conseguentemente requisiti Professionali e Morali
stabiliti ed ampiamente
normati. Niente di tutto
questo. Una proposta di
Deliberazione scarna ed assolutamente improponibile
da parte dellAssessorato
alla Mobilit e trasporti .

societ 6

28 giugno 2015, domenica

Sicilia 28 giugno 2015, domenica

La prova scientifica
nel processo penale:
profili comparati
nerd mattina all'Isisc, l'Istituto Superiore Internazionale
di Scienze Criminali
di Siracusa, i lavori
del corso La prova
scientifica nel processo penale: profili
comparati, organizzato su iniziativa della Scuola Superiore
della Magistratura
con la quale lIstituto
ha siglato un accordo
di collaborazione nel
Luglio 2014.
Il corso ha lo scopo di
approfondire lattuale
rapporto fra scienza
e diritto nella prospettiva della prova
processuale. Lanalisi

stata di tipo comparato, con particolare


riferimento agli ordinamenti di common
law. Partendo da una-

nalisi introduttiva in
merito allo sviluppo
ed allinfluenza che il
progresso tecnologico
ha assunto nellambi-

to del procedimento
penale, stato approfondito, con approccio
multidisciplinare, sia
il processo acquisitivo della prova che
quello valutativo e
decisionale avendo
riguardo ai vari strumenti e metodi (la
prova cd. statistica,
quella balistica, quella
biologica) attualmente a disposizione delle
parti processuali.
Lapertura dei lavori
stata curata dal Dott.
Ernesto Aghina, Presidente della Scuola
Superiore della Magistratura, e dalla Dott.
ssa Giovanna Ichino,
Vicepresidente del-

la Scuola Superiore
della Magistratura,
vi hanno preso parte
55 magistrati italiani,
nonch il Procuratore
Elizabeth Howe, del
Crown Prosecution
Office (Inghilterra)
e Segretario Generale dellAssociazione internazionale dei
Procuratori ed il Procuratore Generale del
Principato di Monaco
Jean-Pierre Drno,
in qualit di relatori.
Le conclusioni delle
tre giornate di lavoro
siracusane sono state
coordinate dall lAvv.
Ezechia Paolo Reale,
Segretario Generale
dellISISC.

Lo afferma il responsabile politico del psi di priolo, bosco

Rizza lasci stare il C.U.M.I. luniversit a Priolo non si tocca


Il

Psi apprende con stupore che


il sindaco di Priolo, Antonello Rizza, ha intenzione di porre in essere la risoluzione della convenzione
che lega il comune di Priolo con il
C.U.M.I. Una proposta inaccettabile e incomprensibile che arriva nel
momento in cui il Consorzio Universitario al suo massimo di iscritti da 12 anni a questa parte.
Non si riesce a capire quali siano
le reali motivazioni di questa proposta e ci auspichiamo che queste
non siano collegate alla vicenda
giudiziaria "Qualunquemente" che,

ricordiamo, vede indagato lo stesso


sindaco per il reato di concussione
nei confronti del direttore del Consorzio Universitario e su cui la Procura di Siracusa deve dare ancora le
sue conclusioni.
Il sindaco Rizza, invece di pensare a
togliere i fondi al C.U.M.I. (costretto
a per a darli per altri 5 anni), pensi a
risolvere le tante problematiche della
citt e non a crearne di altre.Ricordiamo, inoltre, che qualche mese addietro il PSI denunci lo stato di degrado
della struttura scolastica ove presente il suddetto Consorzio Univer-

sitario e la scuola "A.Manzoni". La


nostra universit non deve essere toccata perch consente a tanti studenti della provincia di Siracusa di non
andare fuori dal territorio per poter
studiare giurisprudenza e, soprattutto,
consente alle famiglie meno agiate di
non incorrere a ulteriori spese per poter mantenere gli studi ai propri figli.
Auspichiamo che la proposta di Rizza
non vada avanti. In caso contrario il
Partito Socialista Italiano pronto a
scendere in piazza.
Christian Bosco
Responsabile politico Psi Priolo

La squadra mobile ha intercettato un ingente quantitativo di cocaina

La Polizia
di Catania arresta
quattro persone

Gli agenti della Squadra Mobile di Ca-

tania all'uscita dei caselli autostradali


della A-18 a San Gregorio ha bloccato
ieri mattina una 'spedizione' proveniente
dalla Calabria di cinque chili e mezzo di
cocaina che si trovavano nascosti sotto

il sedile anteriore di una autovettura, guidata da una donna calabrese. La sostanza


stupefacente, suddivisa in cinque panetti,
era scortata a distanza da un'altra vettura alla cui alla guida vi era un pregiudicato che comunicava con la donna via
'WhatsApp'. I due quindi sono stati fermati dai poliziotti e proprio grazie ai cellulari
dei calabresi sono riusciti anche a risalire
ai destinatari della spedizione del quantitativo di droga, due catanesi.
Gi agenti inviando a questultimi alcuni
sms dal cellulare delluomo arrestato sono
riusciti a prendere con loro un appuntamento per poi arrestarli. Nell'abitazione

dei due catanesi, gli agenti hanno trovato


43mila euro in contanti, che con ogni probabilit, servivano per pagare la droga.

Cronaca di Siracusa

Gli stastisti
dellOccidente non
intendono
assumere
impegni per
prendersi
una quota
di immigrati

Il lavori del convegno si sono sVolti allisisc

Si sono conclusi ve-

Sicilia 7

A fianco, i danni provocati dallIsis in Tunisia


e in Francia.

Un Ramadan di sangue
non pu lasciare inerti
Anche

se non siamo
degli statisti ma anche
come semplici cittadini, abbiamo il diritto
di discutere e il dovere
di creare unilluminata
opinione il Ramadan di
ieri in tutto il mondo.
In tre Continenti lIsis
ha fatto sentire la sua
disumana bestialit andando ad assassinare
gente come noi, pacifici
cittadini che potevamo
essere al lavoro come
nella fabbrica di Lione
o che potevamo essere
sotto un ombrellone a
Tunisi per goderci una
sospirata vacanza dopo
un anno di lavoro.
Ma questa volta lIsis
ha commesso un primo errore: andata a
punzecchiare una delle grandi leonesse del
mondo: la Francia.
E pur vero che in terra transalpina non c
al governo una destra
che per sua tradizione
ha insito un marcato
istinto nazionalistico e
c una sinistra che per
sua intrinseca natura
pacifista, ma c pure
sempre le grandeur de
la France che non si
assopisce mai e al quale Holland deve fare
sfogo.
Allora, la domanda che
gli intellettuali di questa citt debbono porsi questa: dobbiamo
assistere passivamente
con chiacchiere da salotto lavanzata dellI-

Stentano a prendere iniziativa che non


siano quelle di un mero soccorso in mare

sis? E possibile che


un folle che abbiamo
allevato in questa terra italiana ma che non
si integrato, improvvisamente voglia dare
dimostrazione del suo
islamismo esasperato
emulando i suoi fratelli
in Francia? Possiamo
assistere non preoccupati al tentativo di costituzione di uno Stato
islamico a una notte di
navigazione a vela dalla spiagge di Fontane
Bianche o di Fondaco
Nuovo?
Unidea
dobbiamo
farcela o dobbiamo attendere sornioni che
un nuovo 11 settembre
svegli il leone americano? Una cosa certa:
questattuale Europa
non ha partorito alcuno statista. La riprova labbiamo in tema
dimmigrati: nessuno
Stato vuole assumere impegni precisi per
prendersi una quota di
extracomunitari. Tutta
lattenzione degli Stati

rivolta alla Grecia e


se ci pensiamo bene,
soltanto un problema
di alta finanza che li
occupa e li preoccupa.
Stentano questi statisti
europei a prendere iniziative che non siano
quelle del mero soccorso in mare per bloccare
in Libia il flusso degli
immigrati: restano interdetti perfino nella
ripetizione delloperazione Albania che noi
italiani da soli portammo in porto qualche
anno fa quando per
bloccare il flusso migratorio di quella gente
con i nostri servizi segreti che riuscirono a
fare saltare in aria uno
dopo laltro i barconi
pronti per la traversata
dellAdriatico; e il flusso si blocc.
Che fare oggi per lIsis? Un problema morale innanzitutto: le
azioni di guerra sono
tutte proibite dal nostro
Dio di amore e di misericordia. S, vero, ma

il Papa ci ha detto che ci


sono situazioni in cui si
costretti a rispondere
con la forza alla forza.
Sto proponendo azioni
di guerra? Assolutamente no. Ma la guerra aerea messa in atto dagli
Stati Uniti dAmerica
non d frutto per un solo
motivo: si ha paura di
distruggere le fonti dei
soldi che finanzia lIsis
e cio il petrolio, perch queste fonti prima
o dopo torneranno in
mano ai capitalisti occidentali.
Se si distruggessero
dallalto i pozzi petroliferi, se si facessero
saltare i luoghi ove raffinano e conservano le
benzine, lIsis non sarebbe bloccata completamente? Non potrebbe
dare il soldo ai suoi soldati, cinquecento euro
al mese, non potrebbe
n produrre n acquistare carburanti per fare
muovere i suoi furgoni
armati, non potrebbe acquistare armi.
Qualunque piano ci
possiamo sbizzarrire di
pensare, una cosa certa: il mondo occidentale
non pu restare fermo
e inerte a vedere montare la marea di crimini
che gli uomini dellIsis
commettono nel mondo.
Titta Rizza

Ancora
romana
trovata
in mare

E stata trasportata nei


locali del museo del Palmento di Rudin di Pachino lancora di epoca
romana rinvenuta nei
fondali del mare antistante
Marzamemi. Un reperto
archeologico che ritenuto
di grande interesse, trovato
a pochi metri di profondit
nel corso di unoperazione
di tutela del patrimonio
archeologico subacqueo.
Operazione che stata
portata a termine dai
militari della Guardia di
Finanza, sezione operativa
navale di Siracusa in collaborazione con il reparto
operativo aeronavale di
Palermo.
A sovrintendere allintervento di recupero del
reperto stato larcheologo Bruno Nicol, della
Soprintendenza del Mare
di Palermo. Dai fondali del
mare di Marzamemi, gli
operatori hanno recuperato in particolare la marra
in piombo di unancora di
epoca romana della lunghezza di circa un metro
e mezzo e del peso di circa
centocinquanta chili.
Il recupero assume particolare rilevanza scritto
in una nota diffusa dalla
Guardia di Finanza - in
quanto ha indubbiamente
evitato la sottrazione del
reperto dal nostro patrimonio archeologico in
quanto sito nelle vicinanze
della riva e pronto per essere asportato dai predatori del mare.
Lancora stata rinvenuta
dallIstruttore subacqueo
Matteo Azzaro, che ha
assistito alle operazioni di
recupero. Il reperto stato
consegnato agli esperti
della Sovrintendenza per
le operazioni di conservazione e restauro in corso al
museo di Pachino.

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 28 GIUGNO 2015, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

28 giugno 2015, domenica

PROSSIMA INSERZIONE:

Lassessore Midolo:
Snellire
il conferimento dei
rifiuti nelle
discariche
di tipo
tradizionale
per mettere in atto il
processo
del loro riciclaggio

01/07/2015
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lecalce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
BARCHE
E GOMMONI
ARVON 230 As, lung.
7,30 mt + 50 cm plancetta, largh. 2,78, serbatoio
lt 135, motore hp kw 150,
6 persone, con gps cartografico, ecoscandaglio
vhf, due posti letto, vasca
per pesci, 3 panchette,
angolo cucina, lavello e
fornello a gas, wc chimico, bussola, scaletta per
bagno, luci cucina, bagno, 2 pompe E 25.000
Tel. 0931/37872
BARCA Open mt 5,
cuscineria come nuova,
radio cd con casse marine, bussola, tendalino e
doccia, due batterie con
stacca batteria, motore
Suzuky 40-60 4 tempi del
2008, usato pochissimo
E 4000 Tel. 0931/781472
VETRORESINA barca
vendesi anno 1980, posti 6, cantiera almarine,
lunghezza mt 5, motore
mariner 150 fuoribordo,
carrello stradale ellbi
mt 6 targato E 2000 Tel.
348/2419041
GOMMONE Joker boat
coaster 650 solo gommone, prezzo affare E
7500 Tel. 360/655284
GOMMONE Marshall 60
mt 4,50, con tubolari e
tagliolato da revisionare,
motore Mercury cv 25,
anno 92, efficientissimo,
avviamento elettrico e
manuale, comandi alla
consolle centrale, batteria e serbatoio lt 25, E
1000 Tel. 348/2419041
ATTREZZATURE
DA CAMPEGGIO
TENDA da campeggio, 3 posti E 40 Tel.
327/9933040
CAMPER
E ACCESSORI
CAMPER Ducato 2005,
allestimento Kinaus,
6.85, super accessoriato, esclusivamente per
amatori. Escluso perditempo Tel. 345/0311138

ABBIGLIAMENTO
UOMO/DONNA
D UE
magliette
Angel&Devil manica corta anni 13-14, maglioncino 14 anni, giubbotto
leggero 14 anni, camicia
manica lunga 14 anni
+ giubbotto Masch 14
anni, come nuovi prezzo
affare Tel. 380/2503089
M ON T ONE
per
donna, tg XL E 300
Tel. 348/9961406 0931/1855911
VENDESI mocassini da
donna, colore bordeaux, numero 37, marca
Melluso. Mai utilizzate.
E 30 Tel. 339/5305215
- 0931/702431
ABITO da sposa elegante e raffinato, tg
42, prezzo affare. Per
info Tel. 0931/24936
- 328/0168084 340/3541405
ABITO da sposa colore
champagne, completo
di accessori E 100 Tel.
345/8754487
ANCORA a prezzo conveniente vendo giacca
di marmotta argentata molto elegante Tel.
0931/756960
CAUSA inutilizzo vendo,
occasione, giubbotto
estivo di marca, colore
nero, ottime condizioni,
usato pochissime volte,
tessuto tipo acetato,
misura L, per uomo
E 30,00. Telefonare
340/6786249
COSTUME per uomo,
marca Moschino, colore bianco e nero con
interno colorato. Vendo
causa errata misura.
Misura M/46 E 10 Tel.
340/6786249
GIACCONE per uomo,
marca Piero Guidi, tg
48-50 (M), usato poche
volte, tenuto bene, color ghiaccio E 40 Tel.
340/6786249
MONTGOMERY Prada
originale, colore nero,
con cappuccio E 200
Tel. 334/1509833

PELLICCE di volpe e marmotta Tel. 349/3169145


VENDESI montone, tg 44,
colore marrone, nuovo. E
300 Tel. 339/6528276 0931/714162 ore pasti
VESTITO uomo, colore
nero ancora con etichetta, mai usato, taglia 44,
marca Gucci E 150 tratt
Tel. 324/9949913
ACCESSORI BIMBO
VESTITO da comunione
o cresima, per bambina 9-10 anni E 50 Tel.
349/7903975
CESTA porta baby + 2
sedioline in vimini per
bambini + culla in ottone
Tel. 330/795024
PUPAZZI di vario genere E 3 cadauno Tel.
329/0112990
SEGGIOLINI Cam mai
usati che si fissano
nella sedia E 20 Tel.
338/6353635
SEGGIOLONE nuovo, mai usato + girello per bambini Tel.
339/7634468
VENDESI sterilizzatore + scaldabiberon +
vestitini per neonata
femmina da 0 ai 6 mesi
Tel. 329/0112990
VESTITINO da battezzo
per femminuccia di 5
mesi, color bianco Tel.
329/0112990
VESTITINO di battesimo bimba di due anni.
Periodo primavera/estate. Prezzo affare Tel.
340/3689441
VISTITINO da cresima per bambina Tel.
330/795024
ACCESSORI
E BIJOU
BORSA in pelle morbida,
da lavoro, per professionisti, molto capiente
con 3 scompartimenti,
tracolla spessa, colore
testa di moro. Causa
doppio regalo. Mai usata.
Valore E 175, vendo a E
70 Tel. 330/795024
SCAMBI
CERCASI tabaccheria
con lotto, superenalot-

to e altri servizi, con


permuta di immobile
da trattare. Massima
seriet, no perditempo.
No chiamate anonime
Tel. 347/9040347
REGALO
ARMADIETTO legno
chiaro Tel. 333/7358547
CERCO in regalo una
macchina. Disposta a
pagare solo il passaggio
Tel. 328/8057615
CUCCIOLI nati fine febbraio da adulti 15kg, 5
maschi chiarissimi con
occhi verdi, 2 sorelline. Adozioni con prime
cure e vaccini gratis
Amici per la coda Tel.
347/7488671
VARIE
BUONI vacanza con
sconti fino all 80Tel. Tel.
380/2503089
GAZEBO rustico in cemento, 16 posti, con
fioriera attorno. Ottime
condizioni E 1300 tratt
Tel. 345/2366941
GIRELLO per deambulazione anziani, come
nuovo. Acquistato E
110 vendo a met prezzo Tel. 0931/441681
- 349/4508104
MATERASSINO antipiaghe con compressore
affare Tel. 347/1187171
BINOCOLO professionale della Conos, 8x30
E 60 Tel. 344/2325500
CEDESI a prezzo affare
serie di ceste natalizie
da confezionare di varie
misure Tel. 340/8946865
CIAMBELLA antidecubito, pannoloni a traverse
in blocco o singoli, vendesi Tel. 347/6549854
LEGNA e fascine per
camini, stufe, forni Tel.
347/8955325
MACCHINA da scrivere
Valentine, colore rosso
arancio, anno 1990, in discrete cond. solo appassionati Tel. 339/4302436
MATRIMONI affittasi
auto mercedes benz
cabrio 200, anno 94,
grigio met., con autista
Tel. 348/2419041

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 200/94 R.E.I.
Si rende noto che giorno 3/9/15, ore 11.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni: complesso di fabbricati
(principale, esteso mq. 250 ca. + accessori,
estesi complessivamente mq. 73 ca.), in
pessime condizioni di manutenzione, con
terreno di pertinenza (esteso mq. 10.800 ca.),
sito ad Augusta nella c.da Caricatore, cat.
D\2. In N.C.E.U. Fg. 6 p.lla 23 (fabbricati) ed in
N.C.T. Fg. 6 p.lle 23 e 75 (terreno). Costituisce
pertinenza dellimmobile la compropriet di
un pozzo identificato in catasto al Fg. 6 p.lla
463. Prezzo base dasta 381.000,00 (al netto
dei costi di demolizione delle porzioni abusive
meglio indicati in perizia). Minima offerta in
aumento 20.000,00.
In caso di esito negativo della v.s.i., l8/9/15,
ore 11.00, sempre presso il proprio studio,
lavv. Giuseppe Librizzi proceder alla vendita
allincanto del suddetto bene. Le offerte o
domande di partecipazione dovranno essere
depositate in busta chiusa, presso lo studio
del suddetto professionista, entro le ore 12.00
del giorno precedente a quello fissato per la
vendita, accompagnate da cauzione del 10% e
deposito spese del 20%, con 2 assegni circolari
non trasferibili intestati allavv. Giuseppe Librizzi.
Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso lo studio predetto.


Il professionista delegato

Avv. Giuseppe Librizzi
OLIO di oliva patronale
vendesi E 5 a litro Tel.
346/7611561
PARCHEGGIO autocaravan, in cortile recintato
scoperto. Zona Via Corinto Tel. 339/4578793
ZAINI scuola, uno Invicta
azzurro e uno Seven Fucsia
E 20 cad. T. 380/2503089
PALAZZOLO ACREIDE
IMPIANTO fotovoltaico
2kw, 4 pannelli solari,
invert 2kw, regolatore
di corrente, 1 batteria di
accumulo E 800. Visionabili a Palazzolo Tel.
327/3650832
RELAZIONI SOCIALI
46ENNE di bellaspetto
conoscerebbe donna et
dai 40 ai 45 anni, di bella
presenza per una seria
amicizia ed eventuale
unione. Fermo Siracusa
centro CI AN5054014.

53ENNE imprenditore
di bella presenza cerca
amica per trascorrere
belle giornate. Scrivere
a N. Pat. SR5053762D
Fermo Posta Siracusa
centro. Affrancare francobollo da E 3,70
I M P R EN D I T O R E
53enne, bella presenza,
alto 1,78, capelli scuri,
cerca donna seria per
una seria relazione. Scrivere a C.I. AU3186369
Fermo posta Siracusa
centro.
SIGNORA 53enne, vedova, cerca compagno,
vedovo o divorziato
senza figli, benestante,
con una buona posizione e capace di darle
affetto e serenit. C.I.
AM9773720 Fermo Posta Siracusa Centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70

Sicilia 9

Al via il progetto denominato


Melilli Sidifferenzia
Per

una corretta gestione dei


rifiuti e per chiarire le modalit
di realizzazione
della raccolta differenziata, lAmministrazione
comunale di Melilli ha fissato un
incontro volto a
illustrare alla cittadinanza il progetto denominato
Melilli Sidifferenzia.
Il convegno si
terr
nellAula

La presentazione si terr nellaula


consiliare del comune di Melilli

Consiliare
del
Comune di Melilli domani alle
ore 18.
Ha
promosso
liniziativa
il
sindaco facente
funzioni Corrado
Mascali e lassessore Salvatore
Midolo.
Relazioneranno
sui contenuti del
progetto lo stesso

assessore Midolo, il dirigente il


VII Settore Davide DOrazio e
lesperto dellente Emma Schembari.
Snellire il conferimento dei rifiuti
nelle discariche
di tipo tradizionale, afferma Midolo, e mettere in
atto il processo

del loro riciclaggio, oltre a risolvere il problema


delle discariche
sempre pi colme consente di
risparmiare materia prima, riutilizzabile quindi,
e non pi fonte
di inquinamento.
Sostengo che sia
necessario adoperarci per garan-

tire ai nostri figli


un futuro sostenibile.
Per ottenere i
risultati ottimali sperati indispensabile
raggiungere
una
vera sinergia tra
istituzioni e cittadini. Auspico,
quindi, che il servizio di raccolta e
di riciclo sar efficiente per come
stato pianificato
dallAmministrazione comunale.

allinterrogazione del consigliere risponde ling. Borgione

Verde pubblico a Siracusa


Sorbello: Occorre ripristinare
al pi presto parco Robinson

Il consigliere comunale Salvo Sor-

bello sullabbattimento di alberi al


parco di Bosco Minnniti intervenuto con uninterrogazione riguardante il mistero di quei lavori allinterno della struttura. Ha risposto
lingegnere capo del Comune ling.
Natale Borgione: in corso una
completa manutenzione del verde
del parco che sar completata entro
questa settimana dopo lintervento
della Protezione civile che ha realizzato delle aree interne. Dopo di
che in corso una completa manutenzione del verde del parco da parte del gestore dellAmministrazione

Comunale, che sar completata entro


la settimana e che riporter il Parco
in condizioni ottimali. Saranno anche
programmate, dopo il completamento
del lavoro della Protezione civile, le
nuove piantumazioni.
Non tempo di polemiche perch il
danno irreparabile, con labbattimento
di alberi, dopo il taglio dei cipressi di
Villa Reimann, del platano centenario di
Villetta Aretusa e del giardino dellArtemision, ormai avvenuto. Chiedo per
con forza che siano rispettate le norme
del Regolamento per il verde pubblico
e privato della Citt di Siracusa, e il
Comune, che lo ha approvato, deve

essere il primo a farlo! Se veramente


si intende salvaguardare e riqualificare il verde, in particolare quello di
propriet pubblica, si impediscano per
il futuro altri scempi. Ed si renda ora
noto, in maniera dettagliata in modo
tale che tutti i cittadini possano verificare, in come si intende restituire
ai cittadini le alberature eliminate in
maniera improvvida.

societ

Parcheggio
Molo
sant'Antonio,
cambia
il sistema di
pagamento
Novit

al parcheggio Molo
sant'Antonio.
Dalle 15 di oggi
entra in funzione il nuovo sistema di pagamento.
Archiviati i vecchi parcometri,
per sostare e
pagare nell'area
a ridosso di via
Bengasi si seguir la stessa
procedura prevista in una zona
del parcheggio
Talete: il sistema rilever il
numero di targa
del mezzo all'ingresso e l'utente
pagher all'uscita per la durata
effettiva
della
fermata
attraverso una cassa
continua.
A partire dai
prossimi giorni,
probabilmente
da gioved, lo
stesso metodo
previsto per le
auto varr anche
per i bus che
accederanno al
Molo.
Il software utilizzato nelle due
aree di sosta del
centro storico
stato aggiornato
per evitare alcuni disagi sofferti
dagli utenti. In
caso di cattivo
funzionamento
dell'apparecchiatura, le auto
potranno uscire
dal parcheggio
pagando la tariffa minima di
50
centesimi.
Ci eviter agli
automobilisti di
restare bloccati
e di dover attendere l'arrivo della Polizia municipale.

SOCIET 10

Sicilia 28 GIUGNO 2015, DOMENICA

Gli immortali, in tutto il mondo


soffiano venti di guerra

perfettamente
inutile che fingiamo
di non saperlo. Oggi
in tutto il mondo soffiano venti di guerra.
Non che in verit nel
mondo vi sia stata
mai la pace. Sempre,
in qualche stato vi
vi sar in corso una
guerra.
Mentre le guerre in
Siria, Iraq e Ucraina riscuotono linteresse dei mezzi di
comunicazione occidentali, sono una
trentina gli altri conflitti di cui si parla
pochissimo e che, in
assenza di interventi,
continueranno a colpire milioni di persone.
Le guerre civili nella
regione del Darfur e
negli stati meridionali del Sudan, che inspiegabilmente sono
state trascurate.
La Nigeria un altro
paese che risente della scarsit di notizie
sui conflitti interni.
Nellultimo decennio
il numero di conflitti
nel mondo rimasto piuttosto stabile,
oscillando fra 31 ed i
37, ma gi dalla met
del 2014 il numero di
profughi in fuga dalle
guerre andato sempre crescendo. Nel
2014 gli scontri nella regione orientale
della Repubblica Domenicana del Congo
hanno costretto circa
770mila persone alla

28 giugno 2015, domenica

si svolta la cerimonia di premiazione del Concorso di poesie

Anziani dinamici
e societ ingrata

fuga, portando il numero totale di profughi a 2,7 milioni in


un paese di 68milioni
di abitanti.
Altri conflitti sono in
corso in Somalia, Yemen, Libia, Repubblica Centrafricana e
Pakistan. Nonch leterno conflitto Israelo-palestinese.
Ci sono poi conflitti
relativamente piccoli
che covano sotto la
cenere in paesi come
lIndia, la Tailandia,
la Russia, la Turchia,
la Birmania e lEtiopia che non dovrebbero essere ignorati.
Tutto questo per
non soddisfa appieno
le esigenze dei signori della guerra.
LAmerica ha di nuovo intrapreso la via
del riarmo volendo

ricreare lo stato di
guerra fredda con
la Russia. Situazione
che dirottava ingenti capitali americani
verso lacquisto di
armi sempre pi sofisticate, agevolando i
produttori di armi.
La Russia, dal canto
suo, non pu fare da
meno, e prima o dopo
si ritorner a parlare
di guerra fredda.
E se degenerasse?
Al fisico Hainstein fu
chiesto: Quali armi
verranno usate nel
terzo conflitto mondiale? Ed egli rispose: Non lo so proprio,
so solo che per il
quarto, verranno usate le clave.
Ora io vorrei dire ai
signori della guerra: Ma voi fate parte di questo nostro

piccolo mondo o no!


Pensate che, come ha
scritto la professoressa M.DOrta in un
suo libro che raccoglieva i temi pi comici scritti da alunni
napoletani, uno di
questi al tema: Casca il mondo lui
aveva scritto : Casca
il mondo, io speriamo che me la cavo.?
Vi ritenete degli immortali?
Pensate veramente
che in una guerra globale, qualcuno possa
salvarsi?
Questa domanda dovrebbe essere posta e
dibattuta nella sede
delle Nazioni Unite,
forse farebbe riflettere questi signori che
antepongono il denaro alla vita!
Giorgio Guarnaccia

ggi sar discretamente di parte, come


difensore dufficio degli anziani e dei nonni. Non per tutelarli ad ogni costo, ma per
accentuare la comprensibile stima da essi
meritata, proprio adesso che sono ancora in
vita, come parte essenziale di questa nostra
singolare collettivit del terzo millennio.
Sono numerose le persone mature residenti
ideali nella Via di Mezzo, fra il Viale dei
Bambini e la Via dei Vecchietti, che agiscono con un invidiabile dinamismo, sorretto da
unadeguata attivit fisica ed un volontario
impegno sociale. Sono validi stimoli che
migliorano la qualit della loro e della vita
altrui, senza volersi mostrare ad ogni costo
fautori di illusorie utopie senili, come ho
scritto recentemente di qualcuno di essi.
La giovent, se lo volesse, potrebbe essere
stimolata egregiamente da coloro che avanti
con gli anni hanno gi percorso, in tempi
ben diversi, cammini di certo pi difficoltosi
di quelli che essi hanno gi intrapreso. Essa
dovrebbe avere laccortezza di appropriarsi
di quanto ritiene positivo esaminando,
magari con una certa umilt, lefficacia di
certi suoi modi di agire. Nessuna rinuncia
per ad ogni legittima esigenza personale,
ma un logico appagamento delle diverse
attese della collettivit.
Gli anziani, che per lingrata nostra societ
purtroppo sono reputati tali gi allinizio
del cinquantesimo anno di vita, devono
augurarsi che quellet li trovi in pieno
vigore lavorativo, che godano di una certa
indipendenza economica e non debbano
implorare alcunch a nessuno. Altrimenti
sarebbero ignorati da chi governa leconomia dei nostri giorni, e addirittura da altri
eminenti anziani, che li reputano a torto
improduttivi e del tutto inutili. Eppure quel
contagioso entusiasmo che scaturisce da
tanti nostri vecchi forse ci sorprende un
pochino, ma soltanto per certi loro inusuali
comportamenti scaturiti da quella irripetibile et. Il crepuscolo della loro vita emana
il desiderio inesauribile di donare agli altri
la loro esperienza. Anche se essi sono ormai abituati a stilare sereni bilanci di vita,
pi che ad azzardare dubbi progetti per
un futuro forse limitato nel tempo, la loro
energia inarrestabile. E una vivacit che
li incoraggia a dimostrare concretamente
lillogicit di rottamarli dichiarandoli finiti,
scomodi ed improduttivi. Gradirei tanto
che queste mie osservazioni settimanali
fossero disconosciute, ma temo che non sia
unimpresa fra le pi agevoli poich la realt
quotidiana, ben nota a tutti, purtroppo
avvalorata da una comune mentalit per
nulla innovatrice e conforme alle effettive e
differenti attese dei nostri tempi. Purtroppo
lottusa e irriconoscente societ dei nostri
giorni non si ancora vergognata a sufficienza di accantonare con noncuranza i suoi
autentici valori, continuando a dissipare con
colpevole superficialit le sue pi preziose
fonti di saggezza e di prestigio.

Incontro Cif: Essere donna tra


contraddizioni e ricerca del futuro

Il Cif nel 70 anno di fondazione a Roma che nel 1945 per volont
del Papa Pio XII naque con una forte impronta cattolica e democratica

Gioved

scorso presso
i locali dellUnicef siti in
via Piave si svolta la cerimonia di premiazione del
Concorso di poesie indetto
dalla presidente comunale
del Centro Italiano Femminile Salva Motta sul tema
bandito dal Cif Nazionale:
Essere donna tra contraddizioni e ricerca del futuro.
La prof. Carmela Pace
presidente dellUnicef e
Consigliera Nazionale d
il benvenuto a tutti i partecipanti.
La segretaria Enza Chilardi
del consiglio comunale Cif
coordina i lavori e subito
d la parola alla ciffina
Tanina Motta per illustrare
il 70 della Fondazione del
Centro Italiano Femminile.
Il Cif nasceva a Roma
nel 1945 per volont del
Papa Pio XII con una forte
impronta cattolica e democratica.
La prima presidente nazionale fu Maria Federici che
aveva partecipato alla lotta
clandestina nel Lazio. Ma,
tantissime furono le donne
cattoliche che avevano
partecipato alla Resistenza,
durante quei giorni bui,
in seguito sono divenute
donne associate Cif, quasi
un passaggio naturale, per
assumere il compito di collaborare alla ricostruzione,
e hanno scelto e deciso di
volerci essere in prima persona, per scrivere le prime

In foto, la premiazione presso il Cif.

righe di una nuova storia,


di una storia democratica.
Per loro fu naturale
entrare in clandestinit,
spesso allinsaputa della
famiglia, compiere azioni
di sabotaggio, far uso
delle armi, attraversare
sentieri di campagna per
portare di notte messaggi,
ricevere munizioni, curare
feriti. La fede non faceva
ostacolo, anzi incoraggiava a divenire guerriere
e partigiane per amore
della libert e dellideale
democratico, che si profilava come redenzione e
rinascita dopo la dittatura.
La loro principale mo-

tivazione era lesigenza


di esserci e di esserci da
donne cattoliche in dialogo
con tutti.
Una colonna del Cif, negli
anni 80, stata Maria Chiaia Presidente Nazionale,
da lei abbiamo ricevuto un
dono prezioso, lungamente
atteso, il libro Donne dItalia , narra la storia della
nostra associazione Cif,
dalle origini agli anni 90.
La lettura del libro di Maria
Chiaia, ci d limpressione
di farci sentire presente un
passato che ancora vivo.
Donne dItalia , apre il
70 anniversario dellassociazione in chiave di

domani conferenza stampa al salone Amorelli di Palazzo Greco

Oggi chiusura del Ciclo


di spettacoli classici
I

l bilancio del cinquantunesimo Ciclo di spettacoli classici che si chiuder domani sera con
lultima replica di Medea di Seneca diretta da
Paolo Magelli e un importante annuncio sui
programmi dellIstituto nazionale del dramma
antico. Il presidente della Fondazione Inda
Giancarlo Garozzo, il sovrintendente dellIstituto Gioacchino Lanza Tomasi e il consigliere
delegato dellInda Walter Pagliaro terranno luned 29 giugno alle 11,30 nel salone Amorelli di
Palazzo Greco a Siracusa, la conferenza stampa
di chiusura del Ciclo di spettacoli classici che
ha visto la messa in scena al Teatro Greco delle
tragedie Le Supplici di Eschilo diretta da Moni
Ovadia, Ifigenia in Aulide di Euripide per la
regia di Federico Tiezzi e Medea di Seneca.

proiezione verso il futuro e


di verifica di quanto ancora
oggi il Cif rappresenta per
il Paese e la Chiesa italiana.
Le pi giovani potranno
divenire consapevoli che il
Cif ha avuto unincidenza
profonda nellevoluzione
della condizione femminile
in Italia, non tanto per sentirsi eredi di un patrimonio
del passato, quanto per
riconoscere lattualit.
Conclude l intervento mettendo in risalto il senso di
appartenenza allAssociazione in maniera decisa e
decisiva, a lottare per quello in cui crediamo ed agire
nel dialogo e nel rispetto
di s e dellaltro, quanto
sia importante assumersi
responsabilit, senza fare
paragoni con luomo e il
potere che egli rappresenta,
valorizzando le differenze
di genere, valorizzare i
dibattiti per fare avanzare
la cultura del confronto e
creare spazi per incontrarsi
ed essere donne credenti e
cittadine che credono nel
bene comune.
Nella sua storia il Cif
ha sempre puntato a far
crescere una cultura di
solidariet e a promuovere
l interesse, la sensibilit e
limpegno delle donne per
unattiva partecipazione
civile.
La presidente comunale Salva Motta inizia la
premiazione invitando le
concorrenti a leggere le
poesie.
III classificata Pina Santamaria di Priolo Gargallo :
I miei ricordi da bambina
II classificata Angela Saccone Rizza di Siracusa:
IMmigrati.
II classificata ex aequo Agata Rapisarda di
Siracusa: La nuda verit
I classificata Laura Formica di Siracusa: Mare
Nostrum. A tutte le premiate viene consegnata
una targa ricordo e a tutte
le partecipanti presenti una
medaglia.
La Presidente ringrazia
anche la commissione
giudicatrice: Giovanna
Marino - Tanina Motta Anita Popolo e consegna
una targa alla Prof. Carmela
Pace che ringrazia il Cif di
Siracusa e Melilli per aver
contribuito alla realizzazione delle Pigotte.

Sicilia 11

societ

regione

Pubblicata
la delibera dei
danni relativi
alla calamit
della notte dei
San Silvestro

E stato pubblicata questa mattina la


Delibera n. 158 con
la quale sono stati
stanziati 5 milioni
di euro per venire
incontro agli agricoltori che sono stati
colpiti dai danni provocati dalla gelata
di San Silvestro che
ha colpito la provincia di Siracusa.
Lo dichiara lon.
Vincenzo Vinciullo,
Presidente
della
Commissione Bilancio e Programmazione allARS.
Allegato alla presente si inviano tutti gli
atti a corredo della
Delibera, in modo
tale che gli aventi
diritto possano usufruire delle provvidenze previste dal
Decreto. Purtroppo,
ha concluso lon.
Vinciullo, nonostante le continue sollecitazioni e gli impegni pi volti assunti
con gli agricoltori di
Pachino, Portopalo,
Noto e zone limitrofe, ci sono voluti
pi di 6 mesi per la
delibera che dar un
contributo alla ripresa delle attivit messe in ginocchio gi
dalle prime ore del
2015.

SPECIALE 12

Sicilia 28 GIUGNO 2015, DOMENICA

28 GIUGNO 2015, DOMENICA

rubrica a cura della confesercenti di siracusa

Faib Confesercenti Sicilia: dilagano i furti


e le rapine agli impianti di distribuzione carburanti

Nellultima settimana, a distanza di qualche giorno, tre i casi di aggressioni


consumate contro i gestori in Provincia di Messina Palermo e Catania

Faib Confesercenti Sicilia denuncia il dilagare di furti e rapine a


danno degli impianti
di distribuzione carburanti. Nellultima
settimana, a distanza
di qualche giorno, tre
i casi di aggressioni
consumate contro i
gestori in Provincia
di Messina Palermo e
Catania, una situazione
che non risparmia nessuno e che necessit di
interventi immediati e
urgenti da parte delle
Forze dellOrdine. Il
perseverare della crisi
economica e lincapacit di individuare
adeguate misure per
contrastare la criminalit, stanno contribuendo
alla diffusione dei colpi
messi a segno dalla
malavita organizzata.
Una situazione che
quotidianamente espone i gestori a mettere a
rischio la propria incolumit per salvaguardare gli incassi della
giornata, di cui solo il
2,5% rappresenta ci
che rimane nelle disponibilit dellesercente.
Il 70% degli introiti di
un punto vendita carburanti, infatti, composto da IVA e Accise
che vanno versate allo
Stato. Malgrado le misure preventive a tutela
della sicurezza dei punti
vendita, poste in essere
dai gestori, come nel
caso dellistallazione
degli impianti di video
sorveglianza, non si
registra affatto nessuna
battuta di arresto nei
confronti degli assalti contro gli impianti
carburanti. Un appello
pertanto che Confesercenti Sicilia rivolge al
Governo Nazionale
quello di provvedere
in tempi rapidi a individuare nuove misure
in grado di incentivare
il ricorso ai pagamenti
con moneta elettronica,
dopo il fallimento del

proposito contenuto nei


Decreti Legge redatti
sotto il governo Monti,
in cui se ne prevedeva
la gratuit. Ridurre infatti il denaro contante
presso gli impianti, di
certo una soluzione che
potrebbe incidere positivamente nella direzione di aumentare i livelli
di sicurezza del gestore.
La Faib Sicilia, inoltre,
si sta attivando per farsi
portavoce presso il Prefetto di Palermo di tali
situazioni ed analogamente verr fatto sulle
altre Province al fine
di individuare possibili
misure volte a ristabilire
un clima di serenit alla
categoria, prevedendo
ad esempio un rafforzamento dei presidi sui
territori da parte delle
forze dellordine. La
questione - per Faib
Nazionale - chiama
direttamente in causa il
Ministero dellInterno
che dopo un iniziale
interesse manifestato, a
ridosso di alcuni eventi
criminosi particolar-

mente cruenti, costata


la vita ad alcuni gestori,
ha lasciato andare la
grave emergenza che
si vive tutti i giorni
sulla rete per conferire
i contanti al sistema
bancario. Si ripropone
la questione irrisolta
del costo insostenibile
sulla rete carburanti
della moneta elettronica
- scaricata dal Governo
e dalle petrolifere sui
gestori. Una questione
che si scontra con il
monopolio di fatto delle
societ che gestiscono il
circuito dei pagamenti
e che non pu rimanere
in capo solo ai gestori.
E evidente che, atteso
inutilmente gli interventi del legislatore
nazionale e comunitario
da una parte e del Garante della Concorrenza
dallaltra, non rimane
che rimettere in circuito
i costi sostenuti.
Leconomia italiana
ed europea ancora in
stagnazione
Leconomia italiana e

quella europea sono in


una fase di ristagno,
stagnazione. Lo ha
detto il governatore di
Bankitalia, Visco, spiegando che per tornare
ai livelli del 2008 ci
vorranno anni. Il governatore ritiene inoltre
molto grave il segnale
di mancanza di fiducia
che si avverte in questo periodo fra i paesi
dellEurozona, segno
che dal lato politico
il progresso ancora
lontano. A proposito
del negoziato in corso
per la soluzione della
crisi greca secondo Visco E evidente che un
paese con un modello
orientato allexport,
con una posizione creditoria molto elevata, ha
almeno altrettante colpe
di un paese che accumula tanti debiti. Il
problema che siamo
fermi, ha sottolineato
il governatore. Solo
alla fine di questanno
lEuropa torner ai
livelli produttivi del
2008, ma lItalia anco-

ra lontana e serviranno
diversi anni. Dal 2008
c stata una caduta di
attivit economica, di
reddito e di occupazione, ma se alcuni paesi
ne sono usciti prima e
meglio in realt non
abbiamo ancora risolto
i problemi fondamentali, non siamo riusciti
ad arrivare alla radice
dei fenomeni negativi.
Siamo in una fase complessa, caratterizzata da
una innovazione molto
rapida e complessa: in
Italia siamo in ritardo
su quasi tutto, ma proprio per questo abbiamo
opportunit in tante aree
e settori per colmare
questo ritardo.
Secondo la Corte dei
Conti la pressione fiscale oramai intollerabile. Necessario
alleggerire le tasse su
famiglie e imprese
Lattuale elevato livello di pressione fiscale
appare intollerabile.
Difficilmente il sistema economico potreb-

be sopportare ulteriori
aumenti della pressione
fiscale. Cos Enrica
Laterza, presidente di
coordinamento delle
sezioni riunite, sulla
relazione della Corte
dei Conti. Prioritaria
appare semmai la necessit di un intervento
di segno opposto, volto
a restituire capacit
di spesa a famiglie e
imprese, Le prospettive di crescita economica sottolinea
Laterza sono ancora
molto lontane dai ritmi
del passato. In questa
situazione il necessario contributo ancora
atteso dalla riduzione
della spesa pubblica,
pur perseguendo ancora la via di ulteriori
recuperi di efficienza,
non pu eludere la
scelta di fondo di porre
limiti alla prestazione
di alcuni servizi pubblici in una condizione
di permanente, se non
anche crescente, squilibrio tra costi e ricavi.
Lallarme sulleccesso
di fisco lanciato dalla
Corte dei Conti condiviso dalle imprese:
secondo le rilevazioni
Confesercenti, ben 3
PMI su 4 ritengono
urgente una riduzione
delle tasse per poter
agganciare la ripresa.
Ripresa che ancora non
si concretizzata per la
maggior parte tessuto
produttivo: oltre 8 imprenditori su 10 a giugno dichiarano di non
aver intercettato alcuna
inversione di tendenza,
mentre solo il 17%
vede qualche segnale
di miglioramento. Non
esiste unalternativa
efficace alla riduzione
delle imposte: leccesso
di tasse una zavorra
che rischia di soffocare i
primi segnali di ripresa
commenta Massimo
Vivoli, Presidente Confesercenti. In Italia la
pressione fiscale reale,
al netto del sommerso,
supera ormai il 55%:
un livello intollerabile, come giustamente
lha definito la Corte
dei Conti, ed incompatibile con il ritorno
alla crescita. In questo
momento, pi che mai,
le nostre imprese hanno
bisogno di ossigeno per
ripartire: per questo riteniamo sia sempre pi
stringente la necessit
di procedere ad una vera

e propria riforma del


Fisco, che semplifichi il
sistema impositivo e ne
riduca oneri ed incidenza. Le risorse necessarie
alloperazione vanno
trovate, in primo luogo,
nella lotta agli sprechi
di spesa pubblica e nel
contenimento dei costi
della politica, evitando
per ulteriori aggravi
per i cittadini.
Pensioni: per met
dei pensionati del
sud un reddito sotto i
mille euro
La met dei pensionati
residenti nel Mezzogiorno (50,2% nelle
Isole e 49,6% nel Sud)
percepisce un reddito
pensionistico mensile
inferiore ai 1.000 euro.
E quanto emerge dal
focus diffuso dallIstat
sui trattamenti pensionistici relativi al 2013.
Le quote pi elevate di
percettori con reddito
superiore ai 5.000 euro
si rilevano invece al
Centro (2,0%) e nel
Nord-ovest (1,4%),
anche a seguito della
diversa diffusione sul
territorio delle varie tipologie pensionistiche.
Le donne rappresentano pi della met (il
52,9%) dei pensionati
(8,7 su 16,4 milioni),
ma percepiscono solo
il 44,2% dei 273 miliardi di euro complessivamente erogati. Nel
Nord-ovest risiede oltre
un quarto dei pensionati
(circa il 28%), mentre la
quota si attesta intorno
al 20% nelle altre ripartizioni e scende al 10%
nelle Isole.
Limporto medio annuo
delle pensioni erogate agli uomini di
14.911 euro, un valore
del 62,2% superiore a
quello delle pensioni
con titolarit femminile
(9.195 euro). Tuttavia,
poich le donne percepiscono in media un
numero di trattamenti
pro capite superiore
agli uomini (1,51 contro
1,32), il divario di genere si riduce al 41,4%
se calcolato sul reddito
pensionistico (19.686
euro per gli uomini
contro 13.921 per le
donne). Oltre la met
delle donne (50,5%)
riceve meno di mille
euro al mese, contro
un terzo (31%) degli
uomini. Ma il numero di
uomini (178 mila) con

un reddito pensionistico
mensile pari o superiore
a 5.000 euro cinque
volte quello delle donne
(35 mila). I pensionati
del Lazio percepiscono
il reddito pensionistico
medio annuo pi elevato (19.549 euro), di
quasi il 40% superiore
a quello dei pensionati
della Basilicata (14.226
euro), che il pi basso
tra le regioni italiane.
La met dei pensionati
residenti nel Mezzogiorno (50,2% nelle
Isole e 49,6% nel Sud)
percepisce un reddito
pensionistico mensile
inferiore ai 1.000 euro.
Le quote pi elevate di
percettori con reddito
superiore ai 5.000 euro
si rilevano invece al
Centro (2,0%) e nel
Nord-ovest (1,4%),
anche a seguito della
diversa diffusione sul
territorio delle varie tipologie pensionistiche.
Il rapporto tra il numero
di pensionati residenti
e la popolazione occupata rapporto di
dipendenza a svantaggio delle donne: 91
pensionate ogni 100
lavoratrici, a fronte di
58,2 uomini ogni 100
lavoratori. In Calabria
si registra il valore
complessivo pi alto
(97,8), il minimo in
Trentino Alto Adige
(56,4). Lincidenza della spesa pensionistica
sul Pil massima nelle
Isole (21,6%) e nelle regioni del Sud (20,9%),
mentre scende al 15,2%
in quelle del Nord-est e
al 15,1% in quelle del
Nord-ovest.
Studio Confesercenti
REF: con la riforma
Fornero quasi un
milione di lavoratori anziani in pi
rispetto al 2010
Non solo la crisi: a pesare sullinnalzamento
della disoccupazione
dei giovani c anche la
riforma previdenziale.
Lintroduzione della
cosiddetta Fornero ha
infatti portato ad un
rapido aumento dei lavoratori compresi tra i
55 ed i 65 anni: rispetto
al 2010, oggi ce ne sono
quasi un milione in pi.
Un ulteriore ostacolo
allingresso dei giovani
nel mondo del lavoro,
che si somma alle difficolt dovute alla crisi.
La ridotta domanda

di lavoro, infatti, ha
sicuramente limitato
molto le opportunit di
ingresso per i giovani.
Ma anche la rallentata
uscita dei lavoratori pi
anziani ha comportato un aggravio della
situazione. Simulazioni per il quadriennio
2011-2014 effettuate
al netto della riforma,
ovvero partendo dalle
tendenze osservate fino
al 2010, evidenziano
come senza la riforma Fornero si sarebbe
osservato comunque
un incremento non
trascurabile del tasso
di attivit per la classe
matura (55-64 anni),
pari a 4 punti percentuali in un quadriennio.
I dati effettivi, osservati
ex-post e che includono
quindi gli effetti della
riforma, hanno evidenziato come invece il tasso di attivit per questa
classe di et si sia bruscamente innalzato di
oltre 11 punti in quattro
anni. I numeri assoluti
sono impressionanti:
si tratta infatti di quasi
un milione (919mila)
attivi in pi rispetto al
2010 e 815mila occupati nella classe 55-64.
Tale incremento ha in
parte spiazzato loccupazione giovanile, dato
il periodo di domanda
di lavoro in flessione
per effetto della crisi,
e quindi insufficiente
ad assorbire lofferta
aggiuntiva. Gi prima
della crisi, infatti, per
i giovani lingresso

nel mercato del lavoro


risultava particolarmente difficoltoso; stime dellOcse indicano
come in Italia fossero
mediamente necessari
25.5 mesi per trovare un
primo impiego (contro
i 18 della Germania, i
19 del Regno Unito e
i 14 della Danimarca).
La situazione per
nettamente peggiorata
con la crisi. Secondo i
dati pi recenti diffusi
dallIstat, a inizio 2015
tra i giovani tra i 18 e i 29
anni il tasso di disoccupazione pari al 32 per
cento, un livello pi che
raddoppiato rispetto
alla situazione pre-crisi
(15 per cento nel 2008).
Anche in questo caso
hanno inciso le riforme
previdenziali pregresse. Se durante gli anni
ottanta e novanta il
tasso di partecipazione (e di conseguenza
quello di occupazione)
andato calando per la
classe det compresa
tra i 55 e i 64 anni, a
fronte di un andamento invece stabile nella
media europea, con il
primo decennio degli
anni duemila si registrata uninversione di
tendenza. Si infatti osservato un progressivo
innalzamento del tasso
di partecipazione e in
quello di occupazione
nelle classi di et pi
matura, da ricondurre a effetti dellinnalzamento dellet di
pensionamento conseguenza delle riforme

Sicilia 13

degli anni novanta. Ma


hanno inciso anche la
maggiore diffusione
di lavori mediamente
pi qualificati e meno
usuranti, che si associa
anche ad una maggiore
propensione a restare
pi a lungo al lavoro.
Date le perduranti difficolt per loccupazione
giovanile, si sta cominciando a discutere di
un ammorbidimento
delle regole previdenziali, per consentire
unuscita anticipata o
comunque flessibile
a chi lo desidera. Le
ipotesi sul tavolo sono
molteplici e al momento
non chiaro quale verr
attuata. Anche perch la
questione destinata a
porsi con ancora maggior forza nel futuro.
Nel 2020 lItalia avr
let pensionabile pi
alta dEuropa: un fattore che combinato
allinvecchiamento generale della popolazione potrebbe rendere
la situazione ancora
pi preoccupante. Noi
vogliamo dare un contributo: proponiamo di
inserire allinterno dei
contratti di settore una
misura per la staffetta
generazionale. Un intervento che permetta di
far andare in pensione
in anticipo un lavoratore anziano per assumere
al suo posto un giovane.
8 imprese su 10 ancora
non vedono la ripresa
La ripresa non ancora
stata percepita dalla

speciale

maggior parte delle piccole e medie imprese,


per le quali il ritorno alla
crescita appare ancora
una chimera. Oltre 8 imprenditori su 10 l82%
a giugno dichiarano
di non aver intercettato
linversione di tendenza: pi di uno su due
il 51% non rileva
miglioramenti rispetto
al 2014, mentre il 31%
sostiene di avere subito
un nuovo calo. Solo
il 17% delle imprese
vede segnali di miglioramento. Dallindagine,
condotta con SWG e
presentata in occasione
dellAssemblea 2015
Confesercenti, emerge
chiaramente come la
ripartenza sia ancora
limitata solo ad una
piccola parte del tessuto imprenditoriale. Il
perdurare dello stato di
difficolt si ripercuote
sulla capacit di investimento delle imprese:
solo il 18% ha dichiarato di aver assunto a
tempo indeterminato
nuovo personale, e la
met ha potuto farlo
solo grazie ai nuovi
sgravi contributivi. Ma
l80% segnala di non
avere ancora lesigenza
o la forza per prendere
nuovo personale. Servirebbe una rimodulazione, in direzione del
rafforzamento, degli
sgravi per massimizzarne gli effetti in questo
periodo ancora difficile.
Unesigenza che emerge dalla richiesta di
ridurre subito il costo
del lavoro, avanzata
da 3 imprese su 10.
La sofferenza delle
imprese appare legata
soprattutto alleccessivo prelievo fiscale. Il
fisco appare essere di
gran lunga la maggiore
preoccupazione delle
imprese. Una riforma
del sistema che porti
alla riduzione del carico
fiscale il desiderio pi
gettonato: tre imprenditori su quattro (il
75% degli intervistati)
ritengono prioritario
che il Governo vari
una riforma del fisco
che alleggerisca il peso
delle tasse. Ma forte
anche la richiesta di un
intervento urgente per
la semplificazione: il
42% vorrebbe snellire
la burocrazia, mentre un
18% di imprese chiede
interventi per una giustizia pi celere.

Cultura 14

na pubblica amministrazione attenta


solamente a pianificare
i servizi partendo dalla
preoccupazione di far
quadrare i bilanci,
dimenticando che destinatario del servizio
l'uomo, nella sua dignit di persona, favorisce
la crescita del disordine sociale, dei soprusi,
e della corruzione tra
politici, funzionari e
imprese e raggiunge
solo l'obiettivo del disservizio. Oserei dire
che dove c' disordine sociale, sopruso,
corruzione e violenza
alla base ci sta sempre
una cultura arrogante e
mafiosa. Mons. Giovanni Accolla, presidente della Fondazione
SantAngela
Merici
Onlus, non le manda a
dire. Aprendo i lavori
dellincontro sullopera della Fondazione,
realt deccellenza per
la riabilitazione in Sicilia, presenta la struttura
di via Piazza Armerina
a Siracusa e al tempo
stesso striglia la burocrazia della Regione
Siciliana, troppo spesso poco attenta alla
persona. Sono presenti
Giovanna
Gambino,
Garante per i diritti dei
disabili della Regione
Siciliana, e Marco Saetta, direttore dell'Unit
operativa di medicina
riabilitativa dellAsp
di Siracusa. I saluti iniziali sono stati dell'arcivescovo di Siracusa,
monsignor Salvatore
Pappalardo. Ad introdurre i lavori Francesco
Rametta, direttore sanitario della Fondazione.
La giornata di riflessione di oggi nasce
dall'esigenza di far conoscere l'opera della
Fondazione SantAngela Merici, la sua
azione nel territorio e
nel confronto con la
pubblica amministrazione.
Un'analisi della domanda e dell'offerta di
servizi a favore della
persona con fragilit: disabili, anziani e
ammalati. Al centro
di ogni iniziativa da
elaborare, proporre e
pianificare ci sono le
persone con fragilit,
con la loro domanda di
servizi ma soprattutto
con la loro dignit. E
nella certezza che la
loro disabilit o debolezza non un limite,
ma una risorsa. L'attivit medico sanitaria si
fonda su una relazione
interpersonale, un incontro tra una fiducia
e una coscienza. La
fiducia di un uomo segnato dalla sofferenza
e dalla malattia il quale
si affida alla coscienza
di un altro uomo che
pu farsi carico del
suo bisogno. Questi
un operatore sanitario.
La persona deve prevalere oltre qualsiasi
preoccupazione econo-

28 giugno 2015, domenica

Sicilia 28 GIUGNO 2015, DOMENICA

Un momento di
riflessione sulla
riabilitazione,
su quanto la
Fondazione
realizza, grazie a operatori
specializzati e
apparecchiature
d'avanguardia,
tanto da diventare oggi struttura di eccellenza in Sicilia
In foto, un momento
dell'incontro
di ieri mattina.

Lopera della Fondazione SantAngela Merici


per i diritti dei disabili siracusani
mica. In qualsiasi ambiente confondere lo
strumento importante
dell'economia come se
fosse la finalit una
dabbenaggine che genera confusione soprusi e violenze. In questi
anni ha continuato
mons. Accolla - abbiamo ristrutturato, riorganizzato i servizi anche
con il rinnovo di attrezzature diagnostiche e
terapeutiche. Le ristrutturazioni sono state
facili, hanno cambiato
gli ambienti. Il cambio
delle abitudini, delle
mentalit, il cambio di
cultura un traguardo
ambizioso e difficile.
urgente porre attenzione al coinvolgimento delle famiglie. Alla
formazione del personale, attraverso corsi di
qualificazione. Evangelizzare proclamare
la buona novella, una
buona notizia perch
ho bisogno di speranza,
perch chi ha bisogno
di rimettersi in cammino. Concludo con
le parole del cardinale
su Suenens, primate
del Belgio dal 1961 al
1979: Sperare un
dovere non un lusso;
sperare non sognare
ma la capacit di trasformare un sogno in
realt. Felici coloro che
osano sognare e che
sono disposti a pagare
il prezzo pi alto perch loro sogno prenda
corpo nella vita degli
uomini.
Giovanna Gambino,

Garante per i diritti dei


disabili della Regione
Siciliana, si soffermata sul progetto individuale di vita: Una
persona di cui si deve
valutare la centralit e
non solo essere destinatario del suo progetto.
Sicuramente nellambito della riabilitazione
ci sono delle criticit,
come la mancanza di
un censimento, di dati
a livello epidemiologico in Sicilia. C una
programmazione oggi
che non si basa su dati
certi. Ad esempio sono
sottostimati anche i
numeri delle persone
che scelgono di andare
fuori Sicilia per la ria-

bilitazione. La Gambino ha evidenziato che


compito dellintervento
riabilitativo valutare
la Persona (diverso da
Paziente, da patior
colui che tollera, patisce) e realizzare tutti
gli interventi sanitari
necessari per consentirle di raggiungere il pi
alto livello possibile di
funzionamento e partecipazione, in relazione
alla propria volont e
al contesto, nellottica
di un reale empowerment. A questo scopo
strumenti come il Percorso Assistenziale Integrato e il Progetto Riabilitativo Individuale
sono confermati come

elementi essenziali in
questo rinnovato contesto scientifico-culturale. Il progetto individuale deve prevedere il
Percorso Riabilitativo
Unico Integrato nei vari
setting terapeutici della
rete riabilitativa si concretizza nel concetto di
presa in carico dellutente e nellerogazione
degli interventi secondo definiti programmi
riabilitativi allinterno
di uno specifico Percorso Riabilitativo Individuale. Appropriatezza dei percorsi, delle
risorse professionali e
degli strumenti. Appare
indispensabile e auspicabile predisporre in

tutte le Regioni unorganizzazione dipartimentale del settore riabilitativo. Si riconosce


lesigenza di rispondere
ai nuovi spunti e bisogni attraverso interventi specifici che seguano
un approccio nuovo
in termini di cultura,
strumenti, metodologie
e organizzazione e che
guardino alla Persona
secondo la sua totalit
di bisogni, desideri e relazioni. Dobbiamo avere Ascolto e Accoglienza. Il dottore Saetta
ha cercato di indicare
lo stato della riabilitazione a Siracusa segnalando le situazioni che
hanno dato risposta al
bisogno di salute della
persona. In provincia di
Siracusa riabilitazione
di buon livello e la Fondazione SantAngela
Merici lanciata verso
nuove frontiere della
riabilitazione. In generale c ancora tanto da
fare per la riabilitazione
sociale, nei contatti con
quello che da cornice
alla disabilit, ovvero
le famiglie e le associazioni di volontariato e
la concreta realizzazione dei progetti di vita.
Infine sono intervenuti
alcuni familiari.
La Fondazione S. Angela Merici Onlus un
Ente ecclesiastico, senza scopo di lucro, che
eroga prestazioni riabilitative alle persone
con disabilit ed altre
attivit a beneficio di
persone anziane e malati di aids. In atto gestisce lIstituto PsicoPedagogico S. Angela
Merici, a Siracusa e a
Canicattini Bagni, che
opera nel settore della
riabilitazione di soggetti disabili psichici;
il Polo Fisioterapico
Riabilitativo, che eroga
prestazioni riabilitative
libero-professionali; la
Casa di Riposo per Anziani, intitolata a Monsignor Salvatore Gozzo, a Siracusa; la Casa
Alloggio
Madonna
delle Lacrime per malati di aids, a Siracusa.

Ingiustizia fatta
lAugusta degli under
resiste solo un tempo

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

L'Augusta esce a testa alta dal PalaToLive di Roma impianto prescelto dalla Divisione per il
match conclusivo della stagione, dopo la serie di ricorsi contro la decisione del giudice sportivo

e
ne
parler ancora, tra le
polemiche sulla
giustezza di una
scelta federale e
se c' stata giustizia, quella del
campo, sia nello
scegliere di far
giocare la gara,
sia nel giocarla
con una squadra
di giovanissimi.
Alla fine il match
si giocato, con
lAugusta
scesa in campo con
i baby comera
stato ampiamente
pronosticato alla
vigilia. Inevitabile, quindi, la pesantemente sconfitta dallimpari
confronto contro

la Carlisport Cogianco Genzano,


punteggio finale
20 2. In virt
di questo risultato ad approdare
nella
massima
serie del futsal
nazionale la formazione laziale.
I megaresi sono
scesi in campo
con gli Under 21
e senza il tecnico
Nino Rinaldi. Primo tempo stoico
dei megaresi che
resistono ai colpi
dei laziali per 5
prima che si aprano le marcature
e costringendo i
padroni di casa
a raggiungere in
breve tempo il

bonus falli. Il primo tempo si chiuder 5 a 2 per gli


uomini di Bernardi, con una doppietta del giovane
Ranno che tiene
vivi i megaresi.
Ma il caldo e le
condizioni fisiche
e numeriche hanno costretto Ortisi
& compagni ad
alzare
bandiera
bianca al 4' del
secondo tempo,
sotto per 7-2 i
neroverdi smettono di giocare in
forma di protesta
lasciando segnare gli avversari. "
Ci che andato
in scena luned
sera commen-

ta il presidente
Andrea
Tringali - ha chiuso il
ciclo di farse andate in scena dal
15 maggio. Posso
solo dire grazie a
quei nove ragazzi
che hanno messo
l'anima
almeno
per un tempo per
poter contrastare la corazzata
Cogianco al gran
competo.
Poi la stanchezza
inevitabilmente
ha preso il sopravvento.
Sul
risultato
acquisito i giocatori
della
Cogianco

effettuavano un
possesso
palla umiliante per
i nostri ragazzi
ormai a corto di
fiato, dopo un
primo tempo sensazionale. I venti
gol nascono dalla protesta che i
giocatori hanno
attuato in campo,
quei giocatori che
seppur under 21
hanno lavorato un
anno intero con il
resto del gruppo
per raggiungere
il grande risultato della serie A,
tentando di dimostrare a tutt'Italia

il loro dissenso
a ci che hanno
dovuto rinunciare
dopo una sensazionale stagione.
Di umore opposto
per la promozione conseguita il
presidente laziale
che ha dichiarato: La Carlisport Cogianco
orgogliosa della
stagione fatta dai
pi grandi ai pi
giovani, stato
il nostro primo
anno insieme e ci
siamo tolti soddisfazioni grandissime.
Salvatore Cavallaro

Calcio, ancora movimenti Volley femminile, in attesa di ripescaggio lHolimpia


in casa del Citt di Siracusa torna a lavoro per la crescita del settore giovanile
Poche

n gradito ritorno per uno dei personaggi pi stimati dagli sportivi siracusani. Elio Gervasi, il nuovo addetto agli
arbitri del Citt di Siracusa, ruolo che
aveva ricoperto in passato. Gervasi, vanta
un grande palmares nello sport, essendo
stato prima arbitro e poi guardalinee nella
massima serie e arbitro internazionale di
pallanuoto. Per otto anni stato anche
presidente del Comitato provinciale del
Coni Siracusa. E un onore per me far
parte del Citt di Siracusa commenta
Elio Gervasi sono felice di poter mettere
a disposizione della squadra della mia citt tutta la mia esperienza. Al richiamo dei
colori azzurri non potevo dire no.

settimane dopo la conclusione


della stagione 2014/2015 in casa Holimpia Siracusa gi tempo di pensare al
futuro con lobbiettivo chiaro di centrare
un 2015/2016 ricco di soddisfazioni.
In attesa di novit sul possibile ripescaggio in B1, eventualmente, se supportata
dagli sponsors, l'Holimpia potrebbe dar
vita a un'altra entusiasmante stagione di
B2 che certamente i tifosi e non solo, ricorderanno. Inoltre, la societ aretusea
sta lavorando seriamente per dar continuit al progetto giovani che nella scorsa
stagione ha portato le ragazze della serie D alla conquista del salto di categoria. Lintenzione quella di confermare
in blocco le giovani promesse aretusee,
tutte under 18, che con il prezioso aiuto
di qualche atleta pi esperta ha reso possibile lapprodo in Serie C.
Ulteriore conferma dellottimo lavoro
svolto con il settore giovanile rappresentata inoltre dal titolo provinciale conquistato dall Under 18 e dallottimo secondo posto portato a casa dalle ragazze
Under 16. Senza dimenticare limpegno
massimo dedicato ai campionati di prima
divisione con Under 14, Under 13, Under
12 e mini volley.

Tutto ci non sarebbe possibile senza


un adeguato Staff Tecnico, attualmente
composto da Santino Sciacca, Pierpaolo
Morgana, Claudio Bartoli, Roberta Licata ed ovviamente dal tecnico che tanta
gloria ha portato la scorsa stagione, Salvo
Bucello (con quest'ultimo ci sono da definire alcuni particolari), il tutto supportato egregiamente dalla Team Manager
Federica La Pira e da Alice Lombardo.
A questo punto resta da attendere solo
lavvio ufficiale della stagione sportiva
2015/2016 Fipav, cosi da poter definire
le categorie ed i relativi organici.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 28 giugno 2015, domenica

Soddisfazione per
il maestro
Di Mare per
i risultati
ottenuti dai
suoi atleti
in una gara
di livello internazionale

Karate, la Rembukan di Villasmundo protagonista


allInternational Austrian Junior Open
Si

disputato a
Salisburgo
Austria presso lo
WalserfeldHalle di Salisburgo,
lannuale edizione dellInternational
Austrian
Junior Open. Si
tratta di un importante gara di
Karate
Internazionale, fra le
pi rinomate nel
panorama Junior
mondiale.
Mille atleti provenienti da 146
Club
Nazionali
e Internazionali,
21 nazioni partecipanti, la nazionale Svizzera e
Austriaca giovanile al gran completo, 80 arbitri,
7 tatami di gara
questi i numeri
del Torneo che
ha dato vita a due
giorni di spettacolo e nel quale
si sono cimentati
Agonisti di tutte
le fasce di et. La
manifestazione
stata organizzata
dal Sport Land
Salisburgo sotto

Gli allievi del Maestro Marcello di Mare societ numero uno nel kumite siciliano, ha partecipato
alla competizione con tre atleti con cui ha conquistato un argento e due bronzi

legida del World


Karate
Federation. La Rembukan Karate di
Villasmundo del
Maestro Marcello
Di Mare societ
numero uno nel
kumite siciliano,
sempre presente
a tutte le competizioni nazionali
e
internaziona-

li di rilievo, ha
partecipato con 3
atleti di alto valore tecnico piazzando una medaglia dArgento e
due medaglie di
Bronzo. Si inizia
subito con Davide
Pizzo nella categoria -67 Kg Under 21 che confermando lottimo

Nuoto, team Nuoto Siracusa


leader tra gli esordienti
G

li aretusei si confermano leader


tra gli Esordienti B precedendo Swim
Power Bagheria e Citt dello Sport ai
campionati regionali estivi di Messina.
Tre titoli individuali per Aversa. Tutto
secondo previsione.
Come da indicazioni della prima giornata, la Team Nuoto Siracusa fa suo il
titolo per societ ai campionati regionali estivi Esordienti B disputati nella
piscina Cappuccini di Messina davanti a un folto pubblico. Bottino ricco,
quello degli aretusei, che chiudono a
quota 462 precedendo sul podio Swim
Power Bagheria, seconda con 321 punti, e Citt dello Sport, terza con 290.

stato di forma
batte nettamente
i suoi avversari
e perdendo per
4-1 la finale per il
terzo posto contro il forte atleta
della
nazionale
austriaca
Luca
Rettenbacher poi
vincitore del titolo nella categoria
e anche in quella
Open. Nella categoria Under 21
-60Kg Giuseppe
Alibrandi
dopo
aver battuto il
Tedesco Nooraga per 5-0 perde
in finale contro il
kosovaro Kesic
guadagnando una
splendida medaglia dArgento.
Francesca Cavallaro nella categoria -53 Juniores
non le basta dare
prova della sua
grinta e determinazione vincendo
a 1-0 con la croata Vretenar, 3-0
contro litaliana
Mastrantuono e

perdendo in finale di poule contro


latleta
slovena
Haberl. Ripescata nella finalina
batte per 5-0 litaliana Schincariol
aggiudicandosi la
medaglia
dArgento.
Contento il Maestro Marcello Di
Mare per i risultati ottenuti dai
propri atleti in
una gara di livello altissimo, atleti che non si
fermati un attimo
in questo ultimo
mese allenandosi
duramente.
Dopo
questa
competizione
niente pause per
questi campioni
che appena rientrati sono gi al
lavoro nella preparazione per il
prossimo appuntamento
agonistico importante
che sar sabato
27 giugno presso il Palasport di
Siracusa per lOpen Internazionale di Sicilia.

Pallanuoto
tra i convocati dal Ct
Alessandro
Duspiva,
figurava
anche Sebi
Di Luciano

Si concluso mar-

ted scorso il raduno


della rappresentativa
nazionale universitaria che parteciper
ai prossimi Giochi
Universitari, in programma a Gwangju,
in Corea del Sud.
Tra i convocati dal
C.T. Alessandro Duspiva, figurava anche Sebi Di Luciano
che, proprio marted
sera, ha fatto rientro
a Siracusa dopo la
bella esperienza di
Bari.
Dopo qualche giorno di meritato riposo, il giovane
attaccante aretuseo,
prodotto del vivaio biancoverde, ha
raccontato la sua
esperienza con la
selezione nazionale.
La convocazione
nella rappresentativa
universitaria
stata un po una
sorpresa, anche se,
dopo due campionati di cos alto livello
con lOrtigia, un po'
ci speravo ha detto. Confrontarsi con
tutti questi ragazzi,
protagonisti nelle
migliori squadre di
A1, stata unesperienza
fantastica.
Abbiamo svolto allenamenti durissimi,
con doppie sedute
ogni giorno, al mattino dalle 9 alle 13
e al pomeriggio dalle 18 alle 21. Tanto
nuoto, tanta tecnica
e tattica abbinata ad
esercizi in palestra
per migliorare la
forza e la potenza
muscolare. I ragazzi
ha proseguito - li
conoscevo gi dalla
nazionale giovanile
e mi sono trovato
subito a mio agio in
ogni fase di allenamento.