Sei sulla pagina 1di 1101

ANNO L NUMERO

REPUBBLICA ITALIANA

BOLLETTINO UFFICIALE
DELLA REGIONE MOLISE
CAMPOBASSO 9

PARTE I III

Si pubblica normalmente il 1 ed il 16 di ogni mese

DIREZIONE, REDAZIONE ED AMMINISTRAZIONE – VIA GENOVA 11 - 86100 CAMPOBASSO TEL. 0874/4291

AVVERTENZE: il Bollettino Ufficiale della Regione Molise si pubblica a Campobasso e contiene: nella PARTE PRIMA lo
Statuto regionale, le sue modificazioni e le relative leggi di approvazione; le leggi ed i regolamenti regionali; le richieste di referendum
e la proclamazione dei relativi risultati; i decreti e le ordinanze del Presidente della Giunta regionale; i decreti degli Assessori
regionali; le deliberazioni della Giunta regionale limitatamente all'oggetto, alla data ed al numero, salvo richiesta di pubblicazione
integrale e/o per estratto; le deliberazioni del Consiglio regionale; le deliberazioni dell'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale
limitatamente all'oggetto, alla data ed al numero, salvo richiesta di pubblicazione integrale e/o per estratto; le determinazioni
dirigenziali aventi rilevanza esterna limitatamente all'oggetto, alla data ed al numero, salvo richiesta di pubblicazione integrale e/o
per estratto; le circolari del Presidente della Giunta e degli Assessori in merito all'applicazione degli atti amministrativi, delle
leggi e dei regolamenti regionali – nella PARTE SECONDA le leggi dello Stato per le quali si renda necessaria la pubblicazione; i
dispositivi delle sentenze e delle ordinanze della Corte Costituzionale relativi a leggi della Regione Molise o a leggi statali o a
conflitti di attribuzione coinvolgenti la Regione Molise, nonché le ordinanze di organi giurisdizionali che sollevino questioni di
legittimità delle leggi regionali; gli atti di organi statali o di altri enti pubblici che rivestono particolare interesse per la Regione; i
provvedimenti del Presidente della Giunta regionale in veste di Commissario delegato alla Protezione civile; gli avvisi, i
comunicati ed ogni altra informazione sull'attività degli organi regionali e del Difensore civico regionale, la cui pubblicazione è
prevista espressamente da norme regionali o disposta dal Presidente della Giunta regionale – nella PARTE TERZA avvisi o bandi di
concorso a impieghi regionali o in altri enti pubblici o amministrazioni la cui pubblicazione è dagli stessi richiesta; bandi, avvisi
di gara, aste pubbliche e appalti pubblici; esiti di gara; annunzi legali; accordi di programma; conferenze di servizio;
comunicazioni di avvio del procedimento; statuti di enti locali. Per le modalità di inserzione si rinvia all’ultima pagina.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14379

SOMMARIO
PARTE PRIMA

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE


Decreto n. 43 del 31 agosto 2019
OGGETTO: ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI "TRASPORTI ED
INFRASTRUTTURE VIARIE" - LAVORI DI "COLLEGAMENTO TRA F.V. TRIGNO E F.V.
BIFERNO ALL' ALTEZZA DEL COMUNE DI FROSOLONE - C.D. FRESILIA -COMPLETAMENTO
1° LOTTO 3° STRALCIO + 2° LOTTO. LAVORI DI ADEGUAMENTO FUNZIONALE". PROROGA
NOMINA COMMISSARIO STRAORDINARIO.
Pag. 14388

Decreto n. 44 del 2 settembre 2019


OGGETTO: SVILUPPO DELLA MONTAGNA MOLISANA SPA. DESIGNAZIONE
AMMINISTRATORE UNICO.
Pag. 14390

Decreto n. 45 del 2 settembre 2019


OGGETTO: SVILUPPO DELLA MONTAGNA MOLISANA. NOMINA COLLEGIO SINDACALE.
Pag. 14393

Decreto n. 46 del 9 settembre 2019


OGGETTO: PIANO DI ASSESTAMENTO FORESTALE DEL BOSCO IN LOCALITÀ MONTALTO
DI PROPRIETÀ DELLA FAMIGLIA MARCHIONNA UBICATO IN AGRO DEL COMUNE DI
RIONERO SANNITICO (IS) CURATO E REDATTO DAL DOTT. FOR. MARCO FACCHINI –
VALIDO PER IL PERIODO 2018-2032 – ESECUTIVITÀ DEL PIANO.
Pag. 14397

Decreto n. 47 del 9 settembre 2019


OGGETTO: NOMINA COMMISSARIO UNICO CON FUNZIONE LIQUIDATORIA DELL'ENTE
PROVINCIALE PER IL TURISMO DI CAMPOBASSO E DELL'ENTE PROVINCIALE PER IL
TURISMO DI ISERNIA.
Pag. 14400

DELIBERAZIONI ADOTTATE DALLA GIUNTA REGIONALE

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 14 giugno 2019, n. 215
OGGETTO: MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE N. 11 DEL 20 MAGGIO 2015: "DISCIPLINA
DEL SOSTEGNO ALL'EDITORIA LOCALE" E SS.MM.II.
Pag. 14403

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 23 luglio 2019, n. 284
OGGETTO: PIANO MOBILITÀ CICLISTICA REGIONALE, RECEPIMENTI LEGGE N. 2 DEL 31
GENNAIO 2018.
Pag. 14410
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14380

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 9 agosto 2019, n. 315
OGGETTO: LEGGE 23 LUGLIO 2009, N. 99 E SS.MM.II. RECANTE "DISPOSIZIONI PER LO
SVILUPPO E L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE, NONCHÉ IN MATERIA DI
ENERGIA" – FONDO PREORDINATO ALLA PROMOZIONE DI MISURE DI SVILUPPO
ECONOMICO. APPROVAZIONE DELLO SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL
MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE, IL MINISTERO DELLO SVILUPPO
ECONOMICO E LA REGIONE MOLISE (FONDO 2017 E 2018).
Pag. 14414

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 29 agosto 2019, n. 336
OGGETTO: AZIENDA SPECIALE REGIONALE "MOLISE ACQUE". CONSIGLIO DI
AMMINISTRAZIONE – PROVVEDIMENTI.
Pag. 14427

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 29 agosto 2019, n. 339
OGGETTO: SVILUPPO DELLA MONTAGNA MOLISANA SPA. PRESA D'ATTO DEL BILANCIO
RELATIVO AGLI ESERCIZI 2017 - 2018. INDIRIZZI.
Pag. 14431

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 29 agosto 2019, n. 340
OGGETTO: SVILUPPO DELLA MONTAGNA MOLISANA SPA. INIZIATIVA DIRETTA ALLA
RICOSTITUZIONE DELL'ORGANO AMMINISTRATIVO. PROVVEDIMENTI.
Pag. 14483

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 2 settembre 2019, n. 343
OGGETTO: INIZIATIVE DIRETTE ALLA RICOSTITUZIONE DELL'ORGANO DI CONTROLLO
DELLA SVILUPPO DELLA MONTAGNA MOLISANA SPA.
Pag. 14488

Deliberazione della Giunta Regionale


Seduta del 2 settembre 2019, n. 344
OGGETTO: ART. 20 DELLA L. R. N. 10/1995. – DGR N. 416/2015 – DGR N. 555/2018 –
OFFERTA FORMATIVA ATTIVITÀ LIBERE – ISTANZE PRESENTATE ENTRO IL
30.06.2019.
Pag. 14494

CONSIGLIO REGIONALE

Deliberazione del Consiglio Regionale


Seduta del 7 agosto 2019, n. 243
COMUNE DI ISERNIA. VARIANTE PARZIALE AL VIGENTE PIANO REGOLATORE
GENERALE PER LA RICLASSIFICAZIONE URBANISTICA DI "UN'AREA BIANCA" SITA IN
LOCALITÀ "NUNZIATELLA" DI PROPRIETÀ DELLA DITTA PROGETTO CASA S.R.L.
(OGG. N. 89). APPROVAZIONE.
Pag. 14505
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14381

DIPARTIMENTO I
DELLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE
DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DEL I DIPARTIMENTO N. 117 DEL 03-09-2019
OGGETTO: POR FESR FSE 2014/2020 - APQ MATESE APPROVAZIONE INTERVENTO
"SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ASSOCIATO PER LA GESTIONE DEL
TERRITORIO DEI COMUNI DELL'AREA DEL MATESE MATESE MAP", CUP
E11D19000030002, COMUNE DI SAN GIULIANO DEL SANNIO.
Pag. 14593

SERVIZIO SUPPORTO ALL'AUTORITA' DI GESTIONE DEL POR FESR-FSE


IN MATERIA DI AIUTI

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4190 DEL 23-08-2019


OGGETTO: POR FESR FSE 2014-2020 - AZIONE 3.1.1 - AVVISO PUBBLICO "AIUTI PER
INVESTIMENTI IN MACCHINARI, IMPIANTI E BENI INTANGIBILI E ACCOMPAGNAMENTO
DEI PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE".
ATTIVAZIONE TERZA FASE CON SCORRIMENTO GRADUATORIA: VIII° SCORRIMENTO.
Pag. 14616

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4336 DEL 03-09-2019


OGGETTO: POR FESR FSE 2014-2020 - ASSE 4 ENERGIA SOSTENIBILE - AZIONE 4.2.1 –
II EDIZIONE "AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI DI
INVESTIMENTO FINALIZZATI ALL'USO RAZIONALE ED EFFICIENTE DELL'ENERGIA NEI
CONTESTI PRODUTTIVI". PROCEDURA DI ATTIVAZIONE"PRATT 8332". APPROVAZIONE
SCHEMA DEL DISCIPLINARE DEGLI OBBLIGHI E DELLA MODULISTICA NECESSARIA
ALL'ATTUAZIONEDELL'AVVISO.
Pag. 14630

SERVIZIO COORDINAMENTO PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA FONDO FESR-FSE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4340 DEL 03-09-2019


OGGETTO: PROGRAMMA INTERREG V-A ITALIA-CROAZIA, PROGETTO READINESS –
SERVIZIO DI FORNITURA MATERIALE DI COMUNICAZIONE. AGGIUDICAZIONE – CUP
D19I18000040007 – CIG Z6E2963734.
Pag. 14633

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4380 DEL 04-09-2019


OGGETTO: PROGRAMMA INTERREG ITALIA-CROAZIA, PROGETTO READINESS –
TRASFERIMENTO SOMME AI PARTNER DI PROGETTO RELATIVE AL REPORT N. 2 –
CUP D19I18000040007.
Pag. 14635

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4468 DEL 11-09-2019


OGGETTO: ASSISTENZA TECNICA AL POR MOLISE FESR FSE 2014-2020 E AL PATTO
PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE MOLISE RTI CONSEDIN SPA E ERNST & YOUNG
FINANCIAL -BUSINESS ADVISORS SPA IMPEGNO DI SPESA.
Pag. 14638

SERVIZIO POLITICHE CULTURALI, DI PROMOZIONE TURISTICA E SPORTIVARAPPORTI


CON MOLISANI NEL MONDO

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4346 DEL 03-09-2019


OGGETTO: PATTO PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE MOLISE – FONDO SVILUPPO E
COESIONE 2014/2020 – AREA TEMATICA TURISMO CULTURA E VALORIZZAZIONE
DELLE RISORSE NATURALI – LINEA DI INTERVENTO PROGRAMMA INTEGRATO PER
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14382

LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DEL TURISMO AVVISO PUBBLICO: LINEA DI


INTERVENTO A IMPRENDITORI DEL SISTEMA ALBERGO DIFFUSO, DI CUI ALLA L.R.
7/2014, DEL TURISMO RURALE E TITOLARI DI STRUTTURE DI MICRORICETTIVITÀ CASE
E APPARTAMENTI PER LE VACANZE E AFFITTACAMERE. APPROVAZIONE
GRADUATORIA CUP: D15J18000430001.
Pag. 14643

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4440 DEL 09-09-2019


OGGETTO: PATTO PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE MOLISE - FONDO SVILUPPO E
COESIONE 2014-2020 - DELIBERE DEL CIPE 10 AGOSTO 2016 N.RI 25 E 26 E 22
DICEMBRE 2017 N. 95 - AREA TEMATICA "TURISMO CULTURA E VALORIZZAZIONE
DELLE RISORSE NATURALI" - LINEA D'INTERVENTO "PROGRAMMA INTEGRATO PER
LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DEL TURISMO" - AZIONE "MOLISE CHE INCANTA -
AZIONI DI PROMOZIONE, MARKETING, AUTONARRAZIONE E COMUNICAZIONE DEL
SISTEMA DELLA CULTURA E DEL TURISMO MOLISANI". AVVISO PUBBLICO "SPORT E'
TURISMO 2019" – CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO EX ART. 10 BIS LEGGE 241/90 -
APPROVAZIONE ELENCO ISTANZE INAMMISSIBILI.
Pag. 14653

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4445 DEL 10-09-2019


OGGETTO: PATTO PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE MOLISE - FONDO SVILUPPO E
COESIONE 2014-2020 - DELIBERE DEL CIPE 10 AGOSTO 2016 N.RI 25 E 26 E 22
DICEMBRE 2017 N. 95 - AREA TEMATICA "TURISMO CULTURA E VALORIZZAZIONE
DELLE RISORSE NATURALI" - LINEA D'INTERVENTO "PROGRAMMA INTEGRATO PER
LO SVILUPPO E LA PROMOZIONE DEL TURISMO" - AZIONE "MOLISE CHE INCANTA -
AZIONI DI PROMOZIONE, MARKETING, AUTONARRAZIONE E COMUNICAZIONE DEL
SISTEMA DELLA CULTURA E DEL TURISMO MOLISANI". AVVISO PUBBLICO "SPORT E'
TURISMO 2019" – APPROVAZIONE ELENCO ISTANZE AMMISSIBILI.
Pag. 14657

DIPARTIMENTO II
RISORSE FINANZIARIE - VALORIZZAZIONE AMBIENTE E RISORSE
NATURALI - SISTEMA REGIONALE E AUTONOMIE LOCALI
SERVIZIO ECONOMIA DEL TERRITORIO, ATTIVITA' INTEGRATIVE, INFRASTRUTTURE
RURALI E SERVIZI ALLE IMPRESE - SOSTEGNO AL REDDITO E CONDIZIONALITA'

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4364 DEL 04-09-2019


OGGETTO: REGIONE MOLISE- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014/2020 -
MISURA 7 "SERVIZI DI BASE E RINNOVAMENTO DEI VILLAGGI NELLE ZONE RURALI" -
SOTTOMISURA 7.5 "SOSTEGNO A INVESTIMENTI DI FRUIZIONE PUBBLICA IN
INFRASTRUTTURE RICREATIVE, INFORMAZIONI TURISTICHE E INFRASTRUTTURE
TURISTICHE SU PICCOLA SCALA" – APPROVAZIONE ELENCO ISTANZE NON
AMMISSIBILI.
Pag. 14662

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4375 DEL 04-09-2019


OGGETTO: REGIONE MOLISE - PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014/2020 -
MISURA 7 "SERVIZI DI BASE E RINNOVAMENTO DEI VILLAGGI NELLE ZONE RURALI" -
SOTTOMISURA 7.5 "SOSTEGNO A INVESTIMENTI DI FRUIZIONE PUBBLICA IN
INFRASTRUTTURE RICREATIVE, INFORMAZIONI TURISTICHE E INFRASTRUTTURE
TURISTICHE SU PICCOLA SCALA" - APPROVAZIONE GRADUATORIA ISTANZE
AMMISSIBILI E FINANZIABILI.
Pag. 14678
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14383

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4425 DEL 09-09-2019


OGGETTO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE MOLISE 2014/2020 – MISURA
6 "SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE" SOTTOMISURA 6.2
"AIUTO ALL'AVVIAMENTO DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI PER ATTIVITÀ EXTRA –
AGRICOLE NELLE ZONE RURALI" – APPROVAZIONE DELLE DOMANDE NON
RICEVIBILI.
Pag. 14687

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4427 DEL 09-09-2019


OGGETTO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE MOLISE 2014/2020 – MISURA
6 "SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE" SOTTOMISURA 6.2
"AIUTO ALL'AVVIAMENTO DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI PER ATTIVITÀ EXTRA –
AGRICOLE NELLE ZONE RURALI" – APPROVAZIONE DELLE DOMANDE NON
AMMISSIBILI.
Pag. 14692

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4428 DEL 09-09-2019


OGGETTO: PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE MOLISE 2014/2020 – MISURA
6 "SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE E DELLE IMPRESE" SOTTOMISURA 6.2
"AIUTO ALL'AVVIAMENTO DI ATTIVITÀ IMPRENDITORIALI PER ATTIVITÀ EXTRA –
AGRICOLE NELLE ZONE RURALI" – APPROVAZIONE DELLE DOMANDE AMMISSIBILI.
Pag. 14703

SERVIZIO COORDINAMENTO E GESTIONE DELLE POLITICHE EUROPEE PER


AGRICOLTURA, ACQUACULTURA E PESCA-ATTIVITA' VENATORIA

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4411 DEL 06-09-2019


OGGETTO: BANDO P.O. - FEAMP 2014/2020 - MISURA 4.64 "ATTIVITÀ DI
COOPERAZIONE".
Pag. 14707

DIPARTIMENTO III
VALORIZZAZIONE DEL CAPITALE UMANO
DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE DEL III DIPARTIMENTO N. 81 DEL 12-09-2019
OGGETTO: SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE INTEGRATA EVENTI - DETERMINAZIONI.
Pag. 14847

SERVIZIO INNOVAZIONE, RICERCA E UNIVERSITA'

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4264 DEL 30-08-2019


OGGETTO: L.R. N.1/1995 E SS.MM.II.; D.LGS N.68/2012 . FONDO DI DOTAZIONE E.S.U.
ED EROGAZIONE DEL GETTITO TASSA REGIONALE D.S.U. ANNO 2019. IMPEGNO DI
SPESA IN FAVORE ENTE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO.
Pag. 14852

SERVIZIO SISTEMA INTEGRATO DELL' ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE


PROFESSIONALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4265 DEL 30-08-2019


OGGETTO: L.448/98 - ART. 27 - FORNITURA GRATUITA O SEMIGRATUITA DEI LIBRI DI
TESTO NELLA SCUOLA DELL'OBBLIGO E NELLA SECONDARIA SUPERIORE- A.S.
2019/2020 - IMPEGNO DI SPESA.
Pag. 14854
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14384

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4402 DEL 06-09-2019


OGGETTO: D.D. 80/17 AZIONE 6.1.1 "AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI
OPERAZIONI FORMATIVE FINALIZZATE ALL'INSERIMENTO E REINSERIMENTO NEL
MERCATO DEL LAVORO" – ENTE AGENZIA FORMATIVA PER LO SVILUPPO
SOSTENIBILE – CORSO "SERVICE TRANSITION - ANIMATORE SOCIO EDUCATIVO" –
SEDE SVOLGIMENTO: MONTENERO DI BISACCIA. NOMINA COMMISSIONE ESAMI.
Pag. 14856

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4404 DEL 06-09-2019


OGGETTO: D.G.R. N. 165/18 – ENTE CM PROTOS – CORSO LIBERO OPERATORE SOCIO
SANITARIO N. 2 – SEDE SVOLGIMENTO: ISERNIA. NOMINA COMMISSIONE ESAMI.
Pag. 14859

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4406 DEL 06-09-2019


OGGETTO: D.G.R. N. 165/18 – ENTE MOLI.FORM. – CORSO LIBERO N. 3 PER
"OPERATORE SOCIO SANITARIO" –SEDE SVOLGIMENTO: VENAFRO. NOMINA
COMMISSIONE ESAMI.
Pag. 14861

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4407 DEL 06-09-2019


OGGETTO: DGR 139/17 ENTE CHRIMAR – CORSO LIBERO PER "OPERATORE SOCIO
SANITARIO" – 3° EDIZIONE - SEDE SVOLGIMENTO: VENAFRO. NOMINA COMMISSIONE
ESAMI.
Pag. 14863

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4455 DEL 10-09-2019


OGGETTO: D.G.R. N. 165/18 – ENTE IAL MOLISE – CORSO LIBERO N. 4 PER
"OPERATORE SOCIO SANITARIO CON FORMAZIONE COMPLEMENTARE IN
ASSISTENZA SANITARIA" – SEDE SVOLGIMENTO: RIPALIMOSANI (CB). NOMINA
COMMISSIONE ESAMI.
Pag. 14865

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4511 DEL 12-09-2019


OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 533/2012 –
ACCREDITAMENTO E RICONOSCIMENTO IDONEITÀ SEDE DIDATTICA TEMPORANEA
DELL'ORGANISMO DI F.P. ARCADIA SOCIETÀ COOPERATIVA A R.L.
Pag. 14867

DIPARTIMENTO IV
GOVERNO DEL TERRITORIO

SERVIZIO PIANIFICAZIONE E GESTIONE TERRITORIALE E PAESAGGISTICA – TECNICO

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4310 DEL 02-09-2019


OGGETTO: VERIFICA DELLA PERMANENZA DEI REQUISITI PER L'ESERCIZIO DELLA
FUNZIONE AMMINISTRATIVA DI RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA -
COMMISSIONE LOCALE DEL PAESAGGIO DEL COMUNE DI AGNONE.
Pag. 14869

SERVIZIO PROGRAMMAZIONE POLITICHE ENERGETICHE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4345 DEL 03-09-2019


OGGETTO: DETERMINAZIONE DI CONCLUSIONE DELLA CONFERENZA AI SENSI
DELL'ART. 14-QUATER COMMA 1 L. 241/1990 PER LA COSTRUZIONE E L'ESERCIZIO DI
UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO NON INTEGRATO DA REALIZZARE NEL COMUNE DI
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14385

CAMPOMARINO (CB) AL FOGLIO DI MAPPA 14 P.LLA 547, DELLA POTENZA NOMINALE


DI 972,240 KW. AUTORIZZAZIONE UNICA AI SENSI DELL'ART. 12 DEL D.LGS. N.387/2003
RILASCIATA ALLA DITTA BEVILACQUA ANNA ROSA.
Pag. 14870

SERVIZIO GEOLOGICO

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4449 DEL 10-09-2019


OGGETTO: AUTORIZZAZIONE AI SENSI DELL'EX ART. 2 DELLA LEGGE 02.02.1974 N. 64
– ART. 61 D.P.R. 380/20001 - PATTO PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE MOLISE – FSC
2014/2020 – DETERMINA DIRETTORE IV DIPARTIMENTO N. 25 DEL 15.02.2018 "AVVISO
PUBBLICO PER LA SELEZIONE DEGLI INTERVENTI RELATIVI ALL'AZIONE
IMPIANTISTICA SPORTIVA CON POLI INTEGRATI CON OFFERTA SCOLASTICA,
TURISTICA E QUALITÀ DELLA VITA, A CARICO DELLE RISORSE DEL FSC 2014-2020 –
DELIBERA CIPE 10.08.2016 N. 26" – REALIZZAZIONE DI UN COMPLESSO SPORTIVO
MULTIFUNZIONALE – IMPORTO FINANZIAMENTO € 800.000,00 (DI CUI 600.000,00 A
CARICO DEL FONDO FSC ED € 200.000,00 MUTUO DEL CREDITO SPORTIVO) - DITTA:
AMMINISTRAZIONE COMUNALE.
Pag. 14879

DIREZIONE GENERALE PER LA SALUTE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 65 DEL 30-08-2019


OGGETTO: ADEMPIMENTI LEA. PRONTUARIO TERAPEUTICO OSPEDALIERO REGIONALE
(P.T.O.R.). AGGIORNAMENTO LUGLIO 2019.
Pag. 14885

SERVIZIO POLITICA DEL FARMACO. PROTESICA. INTEGRATIVA. CURE ALL'ESTERO.


INDENNIZZI. REGISTRO BLSD

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4349 DEL 03-09-2019


OGGETTO: D.LGS. N. 219/2006 - DD N. 42/1999 E S.M. E INTEGRAZIONI -
AUTORIZZAZIONE ALLA DISTRIBUZIONE ALL'INGROSSO DI MEDICINALI PER USO
UMANO. ALLIANCE HEALTHCARE ITALIA DISTRIBUZIONE SPA - DEPOSITO DI
CAMPOBASSO. REVOCA AUTORIZZAZIONE.
Pag. 15341

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 4366 DEL 04-09-2019


OGGETTO: AUTORIZZAZIONE ALLA VENDITA ON LINE DI MEDICINALI SENZA OBBLIGO
DI PRESCRIZIONE, AI SENSI DEL D.LGS. N. 219/06 E S.I.M., ART. 112, COMMA 3-
FARMACIA TIBERIO SNC DI DI BLASIO PATRIZIA E TIBERIO ANDREA.
Pag. 15343

PARTE TERZA

AVVISI
REGIONE MOLISE
AVVISO PUBBLICO - MANTENIMENTO E/O MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI
ESSENZIALI NEI PICCOLI COMUNI.
Pag. 15346
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14386

REGIONE MOLISE
PORTO DI TERMOLI - SUBINGRESSO ALLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA
N. 20/2015.
Pag. 15352

REGIONE MOLISE
VARIAZIONE DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA N. 08/2011
NELL’AMBITO PORTUALE DEL COMUNE DI TERMOLI. DITTA: COMUNE DI TERMOLI.
Pag. 15353

AUTORITÀ DI BACINO DISTRETTUALE DELL'APPENNINO CENTRALE


APPROVAZIONE DELLA I VARIANTE PARZIALE DEL PIANO STRALCIO DI BACINO
PER L'ASSETTO IDROGEOLOGICO - FENOMENI GRAVITATIVI E PROCESSI EROSIVI,
RIFERITO AI BACINI DI RILIEVO REGIONALE DELL'ABRUZZO E AL TERRITORIO
REGIONALE RICOMPRESO NEL BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME SANGRO.
Pag. 15354

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 855 DEL 19-07-2019
OGGETTO: CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI FINALIZZATO ALLA
STABILIZZAZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 7 POSTI DI COLLABORATORE
PROFESSIONALE SANITARIO - FISIOTERAPISTA, CAT. D, PRESSO ASREM, AI SENSI
DEL D.L. N. 101 DEL 2013 CONVERTITO IN L. N. 125 DEL 2013 E L. N. 208 DEL 2015 -
INDETTO DALL'ASREM CON PROVVEDIMENTO DG N. 1192 DEL 25/10/2017, COME
RETTIFICATO DAL PROVVEDIMENTO DG N. 1196 DEL 30/140/2017 - PRESA D'ATTO
VERBALI - APPROVAZIONE GRADUATORIA.
Pag. 15355

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 856 DEL 19-07-2019
OGGETTO: CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI FINALIZZATO ALLA
STABILIZZAZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 2 POSTI DI COLLABORATORE
PROFESSIONALE SANITARIO - INFERMIERE PEDIATRICO, CAT. D, PRESSO ASREM,
AI SENSI DEL D.L. N. 101 DEL 2013 CONVERTITO IN L. N. 125 DEL 2013 E L. N. 208
DEL 2015 - INDETTO DALL'ASREM CON PROVVEDIMENTO DG N. 1190 DEL
25/10/2017 - PRESA D'ATTO VERBALI - APPROVAZIONE GRADUATORIA
Pag. 15361

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1033 DEL 28-08-2019
OGGETTO: PROVVEDIMENTO DG N. 853 DEL 19/07/2019. RETTIFICA E
INTEGRAZIONE.
Pag. 15367

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1056 DEL 30-08-2019
OGGETTO: INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DELL'INCARICO
DI RESPONSABILE DI STRUTTURA COMPLESSA - DIRETTORE U.O.C. "GINECOLOGIA
E OSTETRICIA".
Pag. 15386
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - SOMMARIO 14387

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1058 DEL 30-08-2019
OGGETTO: INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DELL'INCARICO
DI RESPONSABILE DI STRUTTURA COMPLESSA - DIRETTORE U.O.C. MEDICINA E
CHIRURGIA D'ACCETTAZIONE E D'URGENZA.
Pag. 15409

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1060 DEL 30-08-2019
OGGETTO: INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DELL'INCARICO
DI RESPONSABILE DI STRUTTURA COMPLESSA - DIRETTORE S.C. RIABILITAZIONE
FUNZIONALE - PRESSO IL P.O. "CARDARELLI" DI CAMPOBASSO.
Pag. 15434

ASREM
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 1062 DEL 30-08-2019
OGGETTO: INDIZIONE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DELL'INCARICO
DI RESPONSABILE DI STRUTTRA COMPLESSA - DIRETTORE U.O.C. "CHIRURGIA
VASCOLARE".
Pag. 15453
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14388
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14389
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14390
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14391
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14392
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14393
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14394
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14395
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14396
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14397
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14398
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14399
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14400
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14401
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14402
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14403
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14404
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14405
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14406
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14407
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14408
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14409
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14410
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14411
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14412
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14413
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14414
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14415
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14416
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14417
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14418
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14419

SCHEMA DI PROTOCOLLO D’INTESA


TRA

IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE

LA REGIONE MOLISE

Vista la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, recante modifiche al titolo V della parte seconda
della Costituzione;

Vista la legge 5 giugno 2003, n.131 contenente disposizioni per l'adeguamento dell'ordinamento
della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3;

Visto il decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 625, recante attuazione della direttiva 94/22/CE,
relativa alle condizioni di rilascio e di esercizio delle autorizzazioni alla prospezione, ricerca e
coltivazione di idrocarburi e successive integrazioni;
Vista la legge 15 marzo 1997, n. 59 di delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti
alle regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione
amministrativa;

Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, e successive modificazioni, concernente criteri
unificati di valutazione della situazione economica dei soggetti che richiedono prestazioni sociali
agevolate;

Vista la legge 23 luglio 2009, n. 99, recante disposizioni per lo sviluppo e l'internazionalizzazione
delle imprese, nonché in materia di energia e successive modifiche e integrazioni;

Visto l'articolo 45 della citata legge, modificato dall’articolo 36, comma 2-bis, lettera a), del decreto
legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n.
164, con il quale si istituisce il Fondo preordinato alla promozione di misure di sviluppo
economico e all'attivazione di una social card per i residenti nelle regioni interessate dalle estrazioni
di idrocarburi liquidi e gassosi (di seguito “Fondo”);

Visto il comma 4 del citato articolo 45, secondo cui con decreto del Ministro dell'economia e delle
finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, d'intesa con i Presidenti delle regioni
interessate, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono
definite le modalità procedurali di utilizzo da parte dei residenti dei benefici previsti e i meccanismi
volti a garantire la compensazione finalizzata all'equilibrio finanziario del Fondo;

Visto il decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 145 di attuazione della direttiva 2013/30/UE sulla
sicurezza delle operazioni in mare nel settore degli idrocarburi e che modifica la direttiva
2004/35/CE;
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14420

Visto il decreto del Ministero dello sviluppo economico 12 luglio 2007 recante modalità di cessione
presso il mercato regolamentato di aliquote del prodotto di giacimenti di gas naturale dovute allo
Stato;

Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello
sviluppo economico, 25 febbraio 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana
del 2 maggio 2016, n. 101, recante le modalità procedurali di utilizzo del Fondo, adottato a seguito
di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano del 26 novembre 2015, previa intesa delle Regioni interessate;

Visto il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello
sviluppo economico, 15 marzo 2019 che, in attuazione dell’articolo 45, comma 5 della legge 23
luglio 2009, n. 99 e successive modifiche ed integrazioni, destina, sulla base delle disponibilità del
Fondo, le somme spettanti per le iniziative a favore dei residenti in ciascuna regione interessata
calcolate in proporzione alle produzioni ivi ottenute, che prevede per la Regione Molise per l’anno
2017 434.776 € (di seguito Fondo 2017);

Vista la nota mise.AOO.ENE.REGISTRO UFFICIALE: U.0012826.11-06-2019 con la quale il


Direttore Generale comunica, tra l’altro, che è in via di perfezionamento il Decreto di ripartizione
delle risorse afferenti alle produzioni 2018 e che il Ministero ha stanziato nel bilancio di previsione
2019 270.000,00€ a favore della Regione Molise ( di seguito Fondo 2018)

Considerato che le somme complessivamente spettanti ad oggi alla Regione Molise al Fondo 2017e
Fondo 2018 è pari a € 704.776,00

Tenuto conto della necessità di definire attraverso apposita intesa con il Presidente della Regione
Molise le modalità di utilizzo del Fondo previsto dal citato articolo 45 della legge 23 luglio 2009,
n.99 e s.m. e i.;

Considerata l’opportunità di impiegare le risorse afferenti a più annualità del Fondo, al fine di
garantire maggior efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa

Si conviene quanto segue:

Art.1

1. Il Ministero dell’economia e finanze, il Ministero dello sviluppo economico e la Regione Molise,


ciascuno nel quadro dei rispettivi ordinamenti e competenze, con il presente protocollo d’intesa
si impegnano a dare attuazione all’articolo 45 della legge 23 luglio 2009, n. 99 come modificato
dall’articolo 36, comma 2-bis, lettera a), del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito,
con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, con il quale è stato istituito il “Fondo
preordinato alla promozione di misure di sviluppo economico e all'attivazione di una social card
per i residenti nelle regioni interessate dalle estrazioni di idrocarburi liquidi e gassosi”,
individuando le modalità di utilizzo della quota di risorse del Fondo 2017 e Fondo 2018, pari a
€704.776,00, assegnati alla Regione Molise con gli atti in premessa richiamati.

Art.2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14421

1. Il Ministero dello sviluppo economico ed il Ministero dell’economia e delle finanze si


impegnano, per la realizzazione del presente protocollo ad effettuare il trasferimento delle risorse
nei limiti delle disponibilità di bilancio ed entro i termini utili per la realizzazione degli
interventi.
2. Il Ministero dello sviluppo economico ed il Ministero dell’economia e finanze vigilano
sull’attuazione del presente protocollo di intesa affinché la dotazione finanziaria di cui al
presente protocollo sia utilizzata per i benefici da erogare ai destinatari ai sensi dell’articolo 45
della legge, n. 99 del 2009 ed adottano le misure di cui all’articolo 5, comma 3, lettera d), del
decreto 25 febbraio 2016 ritenute opportune a seguito di violazioni e/o inadempimenti degli
obblighi assunti con la presente intesa.
3. La Regione Molise si impegna a destinare le risorse trasferite agli interventi individuati con il
presente protocollo, ad attuarli, nel rispetto della disciplina europea in materia di aiuti di Stato,
attraverso l’utilizzo degli strumenti vigenti, ove compatibili, coordinandoli con le analoghe
iniziative nazionali e ad osservare il cronoprogramma riportato nelle schede allegate.

Art.3

1. Al fine di dare attuazione al seguente protocollo, la Regione Molise, ritenuto che la quota
complessiva del Fondo 2013-2014 e del Fondo 2016 ad essa assegnata risulta di modesta entità e
tale da non giustificare l’attivazione di una social card, intende utilizzare tutte le risorse per
interventi di sviluppo economico inteso anche come coesione sociale da riservare ai cittadini
residenti.
2. Il Ministero dello sviluppo economico, per la realizzazione del presente protocollo, provvede a
trasferire, compatibilmente con la relativa disponibilità di cassa e fatta salva l’applicazione di
eventuali misure di cui all’art. 5 comma 3 lettera d) del decreto 25 febbraio 2016, sul conto della
Regione Molise, le risorse ad essa spettanti entro il ___________mese _____________.

Art.4
1. Ai fini della presente intesa, la Regione Molise si impegna ad attribuire all’intervento
“INTERVENTO IN FAVORE DEI COMUNI CHE ATTIVANO SERVIZI PER L’INFANZIA ( 24-36 MESI)”
l’importo complessivo pari ad € 704.776,00. L’intervento avrà un valore complessivo di
1000.000,00€ prevedendo il cofinanziamento da parte della Regione a valere sul Fondo
politiche sociale di € 295.224,00
2. Nella scheda allegata alla presente intesa, sono specificate, altresì, nell’ambito della
dotazione finanziaria assegnata a ciascun progetto, le somme destinate ai costi di gestione,
di assistenza tecnica, rendicontazione, monitoraggio e valutazione. Le somme destinate ai
costi non possono comunque eccedere la percentuale del 3% della dotazione finanziaria
assegnata a ciascun progetto e, qualora non utilizzati, verranno destinati alla misura a cui
afferiscono.

Art.5

1. La Regione Molise si impegna a trasmettere semestralmente un rendiconto complessivo sullo


stato di attuazione dei progetti di cui all’articolo 4 al Ministero dello sviluppo economico ed al
Ministero dell’economia e delle finanze, evidenziando gli scostamenti rispetto al
cronoprogramma di ciascun progetto. Per gli interventi aventi natura di incentivi alle imprese,
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14422

che devono essere compatibili con la normativa dell’Unione Europea, la Regione Molise si
impegna ad alimentare la banca dati di cui all’articolo 52, comma 1 della legge 24 dicembre
2012, n. 234 istituita presso il Ministero dello sviluppo economico e denominata “Registro
nazionale degli aiuti di Stato”.
2. La Regione Molise si impegna altresì a trasmettere, a conclusione di ciascun progetto, al
Ministero dello sviluppo economico ed al Ministero dell’economia e delle finanze una relazione
finale con rendicontazione dei risultati conseguiti.
3. Ai sensi dell’articolo 5, comma 3, lettera d) del decreto 25 febbraio 2016, con riferimento a
ciascun singolo progetto e/o misura di cui all’articolo 4, la mancata assunzione dell’impegno
giuridicamente vincolante entro il termine massimo di 60 giorni dalla data indicata nel rispettivo
cronoprogramma, comporta una riduzione dello stanziamento assegnato al progetto e/o alla
misura medesima, pari al 10%. Tale percentuale sarà incrementata del 5% per ogni ulteriore
semestre di ritardo oltre il termine sopra indicato. Decorsi 24 mesi dalla data indicata nel
cronoprogramma per l’assunzione dell’impegno giuridicamente vincolante, il progetto è
interamente definanziato.
4. Le somme resesi disponibili a seguito delle riduzioni di cui al comma 3, sono riprogrammate con
le procedure di cui all’articolo 6.
5. Nel caso di integrale definanziamento di un progetto ai sensi del comma 3, le risorse da
assegnare alla regione Molise per gli esercizi successivi ai sensi dell’articolo 45, comma 5 della
legge n. 99 del 2009, sono ridotte per l’importo corrispondente a quello assegnato al progetto
definanziato. Le somme derivanti dai definanziamenti potranno essere riprogrammate e gestite a
livello nazionale, a beneficio, comunque, dello sviluppo economico e/o della coesione sociale dei
territori della regione Molise.

Art.6
1. La Regione Molise, acquisito il consenso, anche attraverso scambio di note, da parte dei
promotori degli interventi della presente intesa, può convenire di variare le percentuali di
finanziamento dei progetti di cui all’articolo 4 nonché di modificare e/o integrare i progetti
previsti, le relative dotazioni finanziarie assegnate e/o il cronoprogramma, nonché di ridefinire il
riutilizzo delle economie eventualmente maturate a valere sui singoli progetti, sempre nel
rispetto dell’ammontare complessivo della dotazione finanziaria assegnata al presente protocollo,
nonché delle finalità e degli obiettivi in esso previsti.
2. Ai fini di quanto previsto al comma 1, la Regione informa preventivamente il Ministero dello
sviluppo economico e il Ministero dell’economia e delle finanze, che sono chiamati ad esprimere
il proprio parere vincolante, entro 30 giorni dall’avvenuta notifica. Decorso tale termine senza
alcuna osservazione, la proposta si considera accettata.

Roma,
IL MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

LA REGIONE MOLISE
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14423
Scheda di intervento_allegato A

AREA DI INTERVENTO MISURE DI COESIONE SOCIALE


INTERVENTO IN FAVORE DEI COMUNI CHE ATTIVANO SERVIZI
INTERVENTO PER L’INFANZIA
STRATEGICO
( 24-36 MESI)

TITOLO INTERVENTO Servizi in favore della prima infanzia


Euro 1000.000,00 ( di cui 434.776,00€ a valere Decreto
interministeriale del Ministero dell’Economia e delle Finanza e
IMPORTO COMPLESSIVO del Ministero dello Sviluppo Economico del 15 marzo 2019( Fondo
2017) ; 270.000 ( Fondo 2018), ed Euro 295.224,00 a valere sul
Fondo nazionale per le politiche sociali.
SOGGETTO ATTUATORE REGIONE Molise

1. DESCRIZIONE INTERVENTO
L’intervento è finalizzato a sostenere attraverso, misure di conciliazione, l’incremento
dell’occupazione femminile e rispondere alla necessità di combinare i tempi di lavoro e gli impegni
familiari delle donne.
L’intervento prevede la concessione di voucher di conciliazione, rivolti alle famiglie con figli da 24
a 36 mesi d’età per l’acquisizione di servizi per la prima infanzia- Sezioni Primavera. I voucher sono
finalizzati all’acquisizione di servizi in favore della prima infanzia attraverso il sostegno di quota
parte dei costi relativi al servizio stesso, che contribuirà a favorire il miglioramento dei tempi di vita
lavoro ed al contempo a fare crescere la cultura dell’acquisizione di servizi per la prima infanzia
rispetto all’utilizzo del sistema parentale.

2. MODALITÀ DI ACCESSO AI CONTRIBUTI

La Regione emanerà un avviso pubblico rivolto ai Comuni prevedendo un finanziamento in conto


gestione (erogato attraverso voucher assegnato alle donne destinatarie come meglio più avanti
specificato) per il sostegno del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia –
Sezioni Primavera.
I Comuni molisani dovranno presentare uno o più progetti di realizzazione del servizio di “Sezione
Primavera” ricadenti nel proprio territorio. Il progetto deve consistere nella realizzazione di un
servizio educativo per la prima infanzia, rivolto a bambini dai 24 ai 36 mesi, che preveda una
ricettività minima e massima sia a tempo pieno che a tempo parziale, fissata rispettivamente in 5 e
20 posti bambino, secondo quanto stabilito al Titolo III “Strutture e servizi sociali riconosciuti”,
Capo II “Strutture e servizi per la prima infanzia” del Regolamento di attuazione della Legge
Regionale n.13 del 6 Maggio 2014 di "Riordino del sistema regionale integrato degli interventi e
servizi sociali" - Art. 38, approvato con Delibera di Giunta Regionale n. 59 del 10 Febbraio 2015 e

Pagina 1 di 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14424
Scheda di intervento_allegato A

ss. mm. e ii ,per un funzionamento non inferiore a 5 giorni a settimana per almeno 6 ore al giorno per
8 mesi consecutivi nel periodo compreso dal 01 novembre 2019 al 31 Agosto 2020.
Il Comune dovrà garantire un cofinanziamento pari ad almeno il 20% dell’importo dei voucher
concessi per ciascun progetto candidato.
I Comuni per rispondere all’Avviso regionale dovranno avere precedentemente completato le
procedure di evidenza pubblica di individuazione dei soggetti erogatori (scuole private paritarie,
soggetti privati del terzo settore1, soggetti privati2) dei servizi per la prima infanzia - Sezioni
Primavera. L’espletamento della procedura è condizione di ammissibilità della/e proposta/e
presentata/e dal Comune
La procedura di evidenza pubblica effettuata dai Comuni prevedrà come condizione di
partecipazione dei soggetti erogatori l’acquisizione di pre-iscrizioni da parte delle destinatarie in
possesso delle caratteristiche di seguito riportate.
Le destinatarie dell’intervento sono le famiglie residenti in Molise che hanno figli che compiano
24 mesi al 30 aprile del 2019 (anno solare successivo a quello di iscrizione al servizio) o che non
compiano 36 mesi al 31 dicembre 2018 e che prescrivono il/i proprio/i figlio/i ad un servizio per la
prima infanzia – Sezione Primavera.
L’avviso pubblicato dalla Regione specificherà i parametri da utilizzare nella definizione dei soggetti
destinatari in rapporto all’ISEE.

3. OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

Favorire il miglioramento dei tempi di vita lavoro ed al contempo a fare crescere la cultura
dell’acquisizione di servizi per la prima infanzia

4. SOGGETTI BENEFICIARI
I beneficiari dell’Avviso sono i Comuni della regione Molise in forma singola o associata, titolari del
servizio educativo Sezioni Primavera rivolto a bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi. Destinatari
dell’Avviso sono le famiglie residenti in Molise che hanno figli dai 24 ai 36 mesi e che prescrivono i loro
figli ad un servizio per la prima infanzia - Sezione Primavera.

5. QUADRO ECONOMICO

Contributo
TOTALE Dotazione Numero soggetti
massimo per
DOTAZIONE finanziaria annuale potenzialmente
soggetto
FINANZIARIA per beneficiari
beneficiario
(€) (€)
(€)
1000.000,00 1000.000,00 60 30.000

Contributo regionale assegnato sulla base delle seguenti fasce:


sezioni con 15-20 bambini: 25 mila euro per orario da 5 a 6 ore e 30 mila per orario da 7 a 9 ore;

Pagina 2 di 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14425
Scheda di intervento_allegato A

sezioni con 10-14 bambini: 18 mila euro per orario da 5 a 6 ore e 22 mila per orario da 7 a 9 ore;
sezioni con 5-9 bambini: 10 mila euro per orario da 5 a 6 ore e 14 mila per orario da 7 a 9 ore.

Non sono previste spese di monitoraggio, assistenza tecnica, rendicontazione.

Pagina 3 di 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14426
Scheda di intervento_allegato A

6. CRONOPROGRAMMA
Iter istruttorio Prevista Effettiva Note
Pubblicazione avviso pubblico selezione
01/09/2019
beneficiari

Scadenza presentazione domande di


30/09/2019
partecipazione

Approvazione graduatorie beneficiari 15/10/2019

A partire dal 1°
Provvedimenti di concessione I annualità
Novembre 2019

Avvenuto pagamento del saldo


Chiusura operazione 30/08/2020
finale ai soggetti beneficiari

Rendicontazione intervento 30/10/2020

Trasmissione relazione finale con


30/10/2020
rendicontazione dei risultati conseguiti

7. VALUTAZIONE MISURA

Risultato atteso
Unità di
INDICATORE Baseline espresso nell’unità di
misura
misura adottata
Di
N. comuni finanziati Numero 35 40
realizzazione
Da
rilevare
N. di famiglie che usufruiscono per i due
Di realizzazione Numero Incremento del 10%
del servizio precedent
i anni
scolastici
L’indicatore sarà
quantificato sulla base
N. di servizi garantiti nei territori
Di risultato Numero n.d. dei dati disponibili in
interessati
esito all’approvazione
dei progetti presentati

Pagina 4 di 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14427
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14428
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14429
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14430
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14431
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14432
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14433
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14434
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14435
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14436
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14437
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14438
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14439
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14440
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14441
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14442
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14443
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Bilancio di esercizio al 31-12-2016

Dati anagrafici
VIA GENOVA 11 - 86100
Sede in
CAMPOBASSO (CB)
Codice Fiscale 01624120703
Numero Rea CB 000000122800
P.I. 01624120703
Capitale Sociale Euro 350.000 i.v.
Forma giuridica Societa' per azioni
Settore di attività prevalente (ATECO) 841380
Società in liquidazione no
Società con socio unico si
Società sottoposta ad altrui attività di direzione e
si
coordinamento
Denominazione della società o ente che esercita l'attività di
REGIONE MOLISE
direzione e coordinamento
Appartenenza a un gruppo no

Gli importi presenti sono espressi in Euro

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 1 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14444
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Stato patrimoniale
31-12-2016 31-12-2015
Stato patrimoniale
Attivo
B) Immobilizzazioni
III - Immobilizzazioni finanziarie 4.453.800 4.203.000
Totale immobilizzazioni (B) 4.453.800 4.203.000
C) Attivo circolante
II - Crediti
esigibili entro l'esercizio successivo 56.543 55.312
Totale crediti 56.543 55.312
IV - Disponibilità liquide 42.790 28.209
Totale attivo circolante (C) 99.333 83.521
Totale attivo 4.553.133 4.286.521
Passivo
A) Patrimonio netto
I - Capitale 350.000 350.000
VI - Altre riserve 3.748.000 3.747.999
VIII - Utili (perdite) portati a nuovo (286.279) (251.360)
IX - Utile (perdita) dell'esercizio (34.938) (34.919)
Totale patrimonio netto 3.776.783 3.811.720
D) Debiti
esigibili entro l'esercizio successivo 251.350 224.801
esigibili oltre l'esercizio successivo 525.000 250.000
Totale debiti 776.350 474.801
Totale passivo 4.553.133 4.286.521

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 2 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14445
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Conto economico
31-12-2016 31-12-2015
Conto economico
A) Valore della produzione
5) altri ricavi e proventi
altri 0 1
Totale altri ricavi e proventi 0 1
Totale valore della produzione 0 1
B) Costi della produzione
7) per servizi 34.403 34.181
14) oneri diversi di gestione 538 741
Totale costi della produzione 34.941 34.922
Differenza tra valore e costi della produzione (A - B) (34.941) (34.921)
C) Proventi e oneri finanziari
16) altri proventi finanziari
d) proventi diversi dai precedenti
altri 3 2
Totale proventi diversi dai precedenti 3 2
Totale altri proventi finanziari 3 2
Totale proventi e oneri finanziari (15 + 16 - 17 + - 17-bis) 3 2
Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D) (34.938) (34.919)
21) Utile (perdita) dell'esercizio (34.938) (34.919)

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 3 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14446
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa al Bilancio di esercizio chiuso al 31-12-2016

Nota integrativa, parte iniziale

Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell'attivo.

PREMESSA

Signor Azionista
il presente bilancio è stato redatto in modo conforme alle disposizioni del codice civile e si compone
dei seguenti documenti:
1) Stato patrimoniale;
2) Conto economico;
3) Nota integrativa.
Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2016 corrisponde alle risultanze di scritture contabili
regolarmente tenute ed è redatto in conformità agli art. 2423 e seguenti del codice civile.
Il bilancio di esercizio viene redatto con gli importi espressi in euro. In particolare, ai sensi dell'art.
2423, comma 5, c.c.:
- lo stato patrimoniale e il conto economico sono predisposti in unità di euro. Il passaggio dai saldi di conto,
espressi in centesimi di euro, ai saldi di bilancio, espressi in unità di euro, è avvenuto mediante
arrotondamento per eccesso o per difetto in conformità a quanto dispone il Regolamento CE. La quadratura
dei prospetti di bilancio è stata assicurata riepilogando i differenziali dello stato patrimoniale in una "Riserva
per arrotondamenti in unità di euro", iscritta nella voce A.VII Altre riserve e quelli del conto economico,
alternativamente, in E.20) Proventi straordinari o in E.21) Oneri straordinari;
- i dati della nota integrativa sono espressi in unità di euro in quanto garantiscono una migliore intelligibilità
del documento.

PRINCIPI DI REDAZIONE

Sono state rispettate: la clausola generale di formazione del bilancio (art. 2423 c.c.), i suoi principi di
redazione (art. 2423-bis c.c.) ed i criteri di valutazione stabiliti per le singole voci (art. 2426 c.c.).
In particolare:
- la valutazione delle voci è stata effettuata secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione
dell'attività e tenendo conto della funzione economica di ciascuno degli elementi dell'attivo e del
passivo;
- i proventi e gli oneri sono stati considerati secondo il principio della competenza, indipendentemente
dalla data dell'incasso o del pagamento;
- i rischi e le perdite di competenza dell'esercizio sono stati considerati anche se conosciuti dopo la
chiusura di questo;
- gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente.

Si precisa inoltre che:

- ai sensi dell'art. 2435-bis, comma 1, del codice civile il bilancio è stato redatto in forma abbreviata;
- ai sensi del disposto dell'art. 2423-ter del codice civile, nella redazione del bilancio, sono stati
utilizzati gli schemi previsti dall'art. 2424 del codice civile per lo Stato Patrimoniale e dall'art. 2425
del codice civile per il Conto Economico. Tali schemi sono in grado di fornire informazioni sufficienti
a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della
Società, nonché del risultato economico;
- non si sono verificati casi eccezionali che impongano di derogare alle disposizioni di legge;
- ai fini di una maggiore chiarezza sono state omesse le voci precedute da lettere, numeri arabi e
romani che risultano con contenuto zero;

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 4 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14447
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

- non vi sono elementi dell'attivo e del passivo che ricadono sotto più voci dello schema di stato
patrimoniale;
- la relazione sulla gestione è stata omessa in quanto ci si è avvalsi della facoltà prevista dall'art. 2435-
bis, comma 7, del codice civile:
1) non si possiedono azioni proprie, né quote o azioni di società controllanti, neanche per interposta persona o
società fiduciaria;
2) non si sono né acquistate, né alienate azioni proprie, né azioni o quote di società controllanti anche per
interposta persona o società fiduciaria.

La presente nota integrativa costituisce parte integrante del bilancio ai sensi dell'articolo 2423, comma
1, del codice civile.

ATTIVITA' SVOLTA

La società, come precisato anche in seguito, ha per oggetto lo svolgimento di tutte le attività
finalizzate allo sviluppo economico, alberghiero, turistico e sportivo di Campitello San Massimo e più
in generale dell'area territoriale del Matese e della montagna molisana attraverso la promozione di
un'offerta turistica integrata fondata sulla qualità dei servizi e dei prodotti, la valorizzazione del
turismo dei territori interessati in tutte le sue componenti, la promozione di progetti riguardanti il
sistema turistico nel suo complesso con particolare riferimento ai processi d'innovazione, la
promozione di attività imprenditoriali nel settore del turismo, sportivo e dei servizi alberghieri, la
valorizzazione e la tutela dell'ambiente e del paesaggio, del territorio montano, dell'agricoltura e dei
prodotti tipici, la salvaguardia dell'equilibrio territoriale, la difesa dell'ambiente e delle risorse
naturali, l'assunzione di partecipazioni in società anche unipersonali, e/o imprese aventi oggetto
sociale connesso al proprio e/o altresì costituito dallo svolgimento di tutte le attività imprenditoriali
volte alla gestione di stazioni sciistiche. In relazione a quanto sopra, la società, che svolgerà la parte
più importante e prevalente delle proprie attività con la Regione Molise, assumerà tutte le iniziative
necessarie, utili e/o opportune per procedere all'attuazione dell'oggetto sociale.
Durante l'esercizio l'attività si è svolta regolarmente; non si sono verificati fatti che abbiano
modificato in modo significativo l'andamento gestionale ed a causa dei quali si sia dovuto ricorrere
alle deroghe di cui all'art. 2423, comma 4, codice civile.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 5 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14448
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, attivo

Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell'attivo.

Immobilizzazioni
Movimenti delle immobilizzazioni
Immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni

Valore di inizio esercizio

Costo 4.203.000 4.203.000

Valore di bilancio 4.203.000 4.203.000

Variazioni nell'esercizio

Incrementi per acquisizioni 250.800 250.800

Totale variazioni 250.800 250.800

Valore di fine esercizio

Valore di bilancio 4.453.800 4.453.800

Oneri finanziari capitalizzati

La società non ha imputato interessi passivi allo stato patrimoniale.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 6 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14449
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, passivo e patrimonio netto


Patrimonio netto

Il patrimonio risulta influenzato dalle perdite dell'anno in corso e da quelle degli esercizi precedenti.
Le evidenze numeriche fanno emergere perdite portate a nuovo per euro 286.279,41 cui sommare euro
34.937,69 per perdita attualmente in corso di formazione, per un totale di euro 321.217,10.
La perdita di patrimonio risulta "coperta" dalle riserve maturate con i versamenti in conto futuro
aumento capitale.

Debiti
Suddivisione dei debiti per area geografica

Non si effettua la ripartizione per aree geografiche in quanto non significativa.

Debiti di durata superiore ai cinque anni e debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali

La società non ha debiti assistiti da garanzie reali.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 7 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14450
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, conto economico

I costi e i ricavi sono stati contabilizzati in base al principio di competenza indipendentemente dalla
data di incasso e pagamento, al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi.
La società non ha conseguito ricavi.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 8 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14451
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, altre informazioni


Dettagli sugli altri strumenti finanziari emessi dalla società

La società non ha emesso strumenti finanziari partecipativi.

Proposta di destinazione degli utili o di copertura delle perdite

Alla luce di quanto esposto nei punti precedenti l'Organo Amministrativo propone di approvare il
bilancio 2016 con il riporto a nuovo della perdita di esercizio.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 9 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14452
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa, parte finale

La presente Nota integrativa costituisce parte inscindibile del bilancio di esercizio e le informazioni
contabili ivi contenute corrispondono alle scritture contabili della società tenute in ottemperanza alle
norme vigenti; successivamente alla data di chiusura dell'esercizio e fino ad oggi non sono occorsi,
inoltre, eventi tali da rendere l'attuale situazione patrimoniale-finanziaria sostanzialmente diversa da
quella risultante dallo Stato Patrimoniale e dal Conto economico o da richiedere ulteriori rettifiche od
annotazioni integrative al bilancio.
L'amministratore unico
Alfonso leggieri

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 10 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14453
v.2.5.4 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Dichiarazione di conformità del bilancio

Il sottoscritto Vittorio Del Cioppo, dottore commercialista, dichiara che il presente documento
informatico in formato XBRL è conforme a quello che verrà trascritto e sottoscritto a termini di legge
sui libri sociali tenuti dalla società ai sensi di legge.

Bilancio di esercizio al 31-12-2016 Pag. 11 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2016-11-14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14454
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Bilancio di esercizio al 31-12-2017

Dati anagrafici
VIA GENOVA 11 - 86100
Sede in
CAMPOBASSO (CB)
Codice Fiscale 01624120703
Numero Rea CB 000000122800
P.I. 01624120703
Capitale Sociale Euro 350.000 i.v.
Forma giuridica Societa' per azioni
Settore di attività prevalente (ATECO) 841380
Società in liquidazione no
Società con socio unico si
Società sottoposta ad altrui attività di direzione e
si
coordinamento
Denominazione della società o ente che esercita l'attività di
REGIONE MOLISE
direzione e coordinamento
Appartenenza a un gruppo no

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 1 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14455
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Stato patrimoniale
31-12-2017 31-12-2016
Stato patrimoniale
Attivo
B) Immobilizzazioni
III - Immobilizzazioni finanziarie 4.545.800 4.453.800
Totale immobilizzazioni (B) 4.545.800 4.453.800
C) Attivo circolante
II - Crediti
esigibili entro l'esercizio successivo 8.514 1.817
imposte anticipate 54.726 54.726
Totale crediti 63.240 56.543
IV - Disponibilità liquide 1.471 42.790
Totale attivo circolante (C) 64.711 99.333
Totale attivo 4.610.511 4.553.133
Passivo
A) Patrimonio netto
I - Capitale 350.000 350.000
VI - Altre riserve 3.748.000 3.748.000
VIII - Utili (perdite) portati a nuovo (321.217) (286.279)
IX - Utile (perdita) dell'esercizio (38.466) (34.938)
Totale patrimonio netto 3.738.317 3.776.783
D) Debiti
esigibili entro l'esercizio successivo 197.194 251.350
esigibili oltre l'esercizio successivo 675.000 525.000
Totale debiti 872.194 776.350
Totale passivo 4.610.511 4.553.133

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 2 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14456
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Conto economico
31-12-2017 31-12-2016
Conto economico
B) Costi della produzione
7) per servizi 29.536 34.403
9) per il personale
b) oneri sociali 8.271 0
Totale costi per il personale 8.271 0
14) oneri diversi di gestione 661 538
Totale costi della produzione 38.468 34.941
Differenza tra valore e costi della produzione (A - B) (38.468) (34.941)
C) Proventi e oneri finanziari
16) altri proventi finanziari
d) proventi diversi dai precedenti
altri 2 3
Totale proventi diversi dai precedenti 2 3
Totale altri proventi finanziari 2 3
Totale proventi e oneri finanziari (15 + 16 - 17 + - 17-bis) 2 3
Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D) (38.466) (34.938)
21) Utile (perdita) dell'esercizio (38.466) (34.938)

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 3 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14457
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa al Bilancio di esercizio chiuso al 31-12-2017

Nota integrativa, parte iniziale

Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell'attivo.

PREMESSA

Signor Azionista
il presente bilancio è stato redatto in modo conforme alle disposizioni del codice civile e si compone
dei seguenti documenti:
1) Stato patrimoniale;
2) Conto economico;
3) Nota integrativa.
Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 corrisponde alle risultanze di scritture contabili
regolarmente tenute ed è redatto in conformità agli art. 2423 e seguenti del codice civile.
Il bilancio di esercizio viene redatto con gli importi espressi in euro. In particolare, ai sensi dell'art.
2423, comma 5, c.c.:
- lo stato patrimoniale e il conto economico sono predisposti in unità di euro. Il passaggio dai saldi di conto,
espressi in centesimi di euro, ai saldi di bilancio, espressi in unità di euro, è avvenuto mediante
arrotondamento per eccesso o per difetto in conformità a quanto dispone il Regolamento CE. La quadratura
dei prospetti di bilancio è stata assicurata riepilogando i differenziali dello stato patrimoniale in una "Riserva
per arrotondamenti in unità di euro", iscritta nella voce A.VII Altre riserve e quelli del conto economico,
alternativamente, in E.20) Proventi straordinari o in E.21) Oneri straordinari;
- i dati della nota integrativa sono espressi in unità di euro in quanto garantiscono una migliore intelligibilità
del documento.

PRINCIPI DI REDAZIONE

Sono state rispettate: la clausola generale di formazione del bilancio (art. 2423 c.c.), i suoi principi di
redazione (art. 2423-bis c.c.) ed i criteri di valutazione stabiliti per le singole voci (art. 2426 c.c.).
In particolare:
- la valutazione delle voci è stata effettuata secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione
dell'attività e tenendo conto della funzione economica di ciascuno degli elementi dell'attivo e del
passivo;
- i proventi e gli oneri sono stati considerati secondo il principio della competenza, indipendentemente
dalla data dell'incasso o del pagamento;
- i rischi e le perdite di competenza dell'esercizio sono stati considerati anche se conosciuti dopo la
chiusura di questo;
- gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente.

Si precisa inoltre che:

- ai sensi dell'art. 2435-bis, comma 1, del codice civile il bilancio è stato redatto in forma abbreviata;
- ai sensi del disposto dell'art. 2423-ter del codice civile, nella redazione del bilancio, sono stati
utilizzati gli schemi previsti dall'art. 2424 del codice civile per lo Stato Patrimoniale e dall'art. 2425
del codice civile per il Conto Economico. Tali schemi sono in grado di fornire informazioni sufficienti
a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della
Società, nonché del risultato economico;
- non si sono verificati casi eccezionali che impongano di derogare alle disposizioni di legge;
- ai fini di una maggiore chiarezza sono state omesse le voci precedute da lettere, numeri arabi e
romani che risultano con contenuto zero;

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 4 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14458
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

- non vi sono elementi dell'attivo e del passivo che ricadono sotto più voci dello schema di stato
patrimoniale;
- la relazione sulla gestione è stata omessa in quanto ci si è avvalsi della facoltà prevista dall'art. 2435-
bis, comma 7, del codice civile:
1) non si possiedono azioni proprie, né quote o azioni di società controllanti, neanche per interposta persona o
società fiduciaria;
2) non si sono né acquistate, né alienate azioni proprie, né azioni o quote di società controllanti anche per
interposta persona o società fiduciaria.

La presente nota integrativa costituisce parte integrante del bilancio ai sensi dell'articolo 2423, comma
1, del codice civile.

ATTIVITA' SVOLTA

La società, come precisato anche in seguito, ha per oggetto lo svolgimento di tutte le attività
finalizzate allo sviluppo economico, alberghiero, turistico e sportivo di Campitello San Massimo e più
in generale dell'area territoriale del Matese e della montagna molisana attraverso la promozione di
un'offerta turistica integrata fondata sulla qualità dei servizi e dei prodotti, la valorizzazione del
turismo dei territori interessati in tutte le sue componenti, la promozione di progetti riguardanti il
sistema turistico nel suo complesso con particolare riferimento ai processi d'innovazione, la
promozione di attività imprenditoriali nel settore del turismo, sportivo e dei servizi alberghieri, la
valorizzazione e la tutela dell'ambiente e del paesaggio, del territorio montano, dell'agricoltura e dei
prodotti tipici, la salvaguardia dell'equilibrio territoriale, la difesa dell'ambiente e delle risorse
naturali, l'assunzione di partecipazioni in società anche unipersonali, e/o imprese aventi oggetto
sociale connesso al proprio e/o altresì costituito dallo svolgimento di tutte le attività imprenditoriali
volte alla gestione di stazioni sciistiche. In relazione a quanto sopra, la società, che svolgerà la parte
più importante e prevalente delle proprie attività con la Regione Molise, assumerà tutte le iniziative
necessarie, utili e/o opportune per procedere all'attuazione dell'oggetto sociale.
Durante l'esercizio l'attività si è svolta regolarmente; non si sono verificati fatti che abbiano
modificato in modo significativo l'andamento gestionale ed a causa dei quali si sia dovuto ricorrere
alle deroghe di cui all'art. 2423, comma 4, codice civile.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 5 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14459
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, attivo

Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell'attivo.

Oneri finanziari capitalizzati

La società non ha imputato interessi passivi allo stato patrimoniale.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 6 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14460
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, passivo e patrimonio netto


Patrimonio netto

Il patrimonio risulta influenzato dalle perdite dell'anno in corso e da quelle degli esercizi precedenti.
Le evidenze numeriche fanno emergere perdite portate a nuovo per euro 321.217,10 cui sommare euro
38.465,88 per perdita attualmente in corso di formazione, per un totale di euro 359.682,98.
La perdita di patrimonio risulta "coperta" dalle riserve maturate con i versamenti in conto futuro
aumento capitale.

Debiti
Suddivisione dei debiti per area geografica

Non si effettua la ripartizione per aree geografiche in quanto non significativa.

Debiti di durata superiore ai cinque anni e debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali

La società non ha debiti assistiti da garanzie reali.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 7 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14461
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, conto economico

I costi e i ricavi sono stati contabilizzati in base al principio di competenza indipendentemente dalla
data di incasso e pagamento, al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi.
La società non ha conseguito ricavi.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 8 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14462
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, altre informazioni


Compensi, anticipazioni e crediti concessi ad amministratori e sindaci e
impegni assunti per loro conto

Nel bilancio è stata rilevata la quota dell'anno di compenso all'amministratore per € 15.600,00 e la
quota di compenso del collegio sindacale per € 9.360,00; questi compensi non sono stati corrisposti.
Nel corso dell'anno si è proceduto al pagamento del compenso al sindaco Digati per gli anni pregressi
per un importo di € 55.316,95 ed al pagamento di compensi per anni pregressi all'amministratore
Leggieri Alfonso per un importo netto di € 37.920,00 cui sommare € 8.271,49 di oneri sociali il cui
pagamento è stato rinviato.

Amministratori Sindaci

Compensi 15.600 9.360

Dettagli sugli altri strumenti finanziari emessi dalla società

La società non ha emesso strumenti finanziari partecipativi.

Proposta di destinazione degli utili o di copertura delle perdite

Alla luce di quanto esposto nei punti precedenti l'Organo Amministrativo propone di approvare il
bilancio 2017 con il riporto a nuovo della perdita di esercizio.

Si precisa che nella redazione del bilancio non è stato compiuto alcun raggruppamento di voci
precedute da numeri arabi, come facoltativamente previsto dall'art. 2423 ter del codice civile.
I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri sono stati indicati al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e
premi così come disposto dall'art. 2425 bis Codice Civile.
Si ritiene che non ci siano ulteriori informazioni da fornire, oltre a quelle richieste da specifiche
disposizioni di legge, al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione
patrimoniale e finanziaria della società e del risultato economico dell'esercizio.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 9 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14463
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa, parte finale

La presente Nota integrativa costituisce parte inscindibile del bilancio di esercizio e le informazioni
contabili ivi contenute corrispondono alle scritture contabili della società tenute in ottemperanza alle
norme vigenti; successivamente alla data di chiusura dell'esercizio e fino ad oggi non sono occorsi,
inoltre, eventi tali da rendere l'attuale situazione patrimoniale-finanziaria sostanzialmente diversa da
quella risultante dallo Stato Patrimoniale e dal Conto economico o da richiedere ulteriori rettifiche od
annotazioni integrative al bilancio.
L'amministratore unico
Alfonso leggieri

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 10 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14464
v.2.7.2 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Dichiarazione di conformità del bilancio

Il sottoscritto Vittorio Del Cioppo, dottore commercialista, dichiara che il presente documento
informatico in formato XBRL è conforme a quello che verrà trascritto e sottoscritto a termini di legge
sui libri sociali tenuti dalla società ai sensi di legge.

Bilancio di esercizio al 31-12-2017 Pag. 11 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2017-07-06
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14465
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703

SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA


Codice fiscale 01624120703 – Partita iva 01624120703
VIA GENOVA 11 - 86100 CAMPOBASSO CB
Numero R.E.A 122800
Registro Imprese di CAMPOBASSO n. 01624120703
Capitale Sociale € 350.000,00i.v.

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE


AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2017
(in caso di controllo legale, amministrativo e contabile svolti dal Collegio sindacale)

Signori soci,
il bilancio relativo all’esercizio 2017, che viene sottoposto oggi alla vostra approvazione, è stato
redatto in conformità alle norme dettate in materia dal Codice Civile, come modificato dal D.Lgs.
127/91.
Il bilancio può riassumersi nelle seguenti sintetiche evidenze della situazione patrimoniale (valori
espressi in unità di EURO):

ATTIVITA’ 4.610.511
PASSIVITA’ 872.194
PATRIMONIO NETTO 3.738.317
UTILE (PERDITA) DELL’ESERCIZIO (38.466)

Il Risultato di esercizio trova conferma nel raffronto delle seguenti evidenze del conto economico:

Valore della produzione


Costi della produzione 38.468
Proventi e oneri finanziari 2
Rettifiche di valore
Proventi e oneri straordinari
Imposte di esercizio
Utile (perdita) di esercizio (38.466)

Per quanto di nostra competenza possiamo affermare che la predisposizione delle voci di bilancio è
avvenuta nel pieno rispetto delle norme dettate dal C.C. e dalle disposizioni fiscali in ordine al
contenuto formale e sostanziale.
I criteri di valutazione adottati non si discostano da quelli utilizzati nei precedenti esercizi, nel
rispetto dei principi di competenza e prudenza e nella prospettiva della continuazione dell’attività
aziendale.
Le IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE consistenti in partecipazioni sono iscritte al costo.
I DEBITI E I CREDITI sono iscritti in bilancio al valore nominale.
Tutte le voci esposte nella Situazione Patrimoniale e nel Conto Economico concordano
perfettamente con le risultanze della contabilità sociale regolarmente tenuta.
Lo Stato Patrimoniale ed il Conto Economico presentano, a fini comparativi, i valori dell’esercizio
precedente.
Nella Nota Integrativa sono state fornite le informazioni richieste:
• dall’articolo 2427 del Codice Civile
• dall’artico 10 della legge 72/83 sulle rivalutazioni;

Pagina 1 di 2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14466
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703

La Nota Integrativa, nel rispetto dell’artico 2427 del C.C., contiene le informazioni richieste dai nn. 3
e 4 dell’articolo 2428, e quindi correttamente non è stata redatta la relazione sulla gestione .
Nel corso dell’esercizio il Collegio ha provveduto ai periodici controlli sulla tenuta della contabilità e
sulla amministrazione effettuando le verifiche previste dall’articolo 2403 del Codice Civile; ha inoltre
vigilato sull’osservanza delle legge e dell’atto costitutivo partecipando alle riunioni delle Assemblee
e del Consiglio di Amministrazione.
Sulla scorta dei controlli effettuati questo Collegio attesta che la contabilità della SVILUPPO
MONTAGNA MOLISANA SPA è tenuta in conformità alla legge e alle regole di corretta
amministrazione e che la società esegue correttamente tutti gli adempimenti civilistici, fiscali e
previdenziali.
In considerazione di tutto quanto sopra questo Collegio invita l’Assemblea ad approvare il bilancio
consuntivo 2017 così come predisposto dal Consiglio di Amministrazione e si associa alla proposta
formulata da quest’ultimo in ordine alla destinazione del risultato di esercizio.
Campobasso, lì 5 luglio 2018 .
Il collegio sindacale

Dott. Salvatore Paolone

Pagina 2 di 2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14467
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703
Ditta 317 VIA GENOVA 11 Partita IVA 01624120703
86100 CAMPOBASSO CB Numero R.E.A CB - 122800
i.v
Registro Imprese di CAMPOBASSO n. 01624120703 Capitale Sociale Eur 350.000,00

BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2017 STATO PATRIMONIALE - ATTIVO

ESERCIZIO ESERCIZIO DIFFERENZA SCOST.


2017 2016

STATO PATRIMONIALE - ATTIVO

B) IMMOBILIZZAZIONI
III) IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE 4.545.800,00 4.453.800,00 92.000,00 2,065
09/05/005 PARTEC. IN IMPRESE CONTROLLATE 3.803.500,00 3.803.500,00 0,00
09/10/005 CREDITI V/IMPRESE CONTROLLATE 147.800,00 55.800,00 92.000,00 164,874
09/10/006 CRED.V/IMPR.CONTR.OLTRE ESER.SUC 594.500,00 594.500,00 0,00

B TOTALE IMMOBILIZZAZIONI 4.545.800,00 4.453.800,00 92.000,00 2,065

C) ATTIVO CIRCOLANTE
II) CREDITI :
1) Esigibili entro l'esercizio successivo 8.514,05 1.817,12 6.696,93 368,546
18/20/504 ERARIO C/IVA 586,32 586,32 0,00
48/05/040 ERARIO C/IVA 301,67 1.218,80 917,13- 75,248-
48/05/080 ERARIO C/RIT. LAVORO DIPENDENTE 7.614,06 0,00 7.614,06 100,000
48/05/085 ERARIO C/RIT. LAVORO AUTONOMO 12,00 12,00 0,00

3) Imposte anticipate 54.726,00 54.726,00 0,00


18/22/005 CREDITI PER IMPOSTE ANTICIPATE 54.726,00 54.726,00 0,00

II TOTALE CREDITI : 63.240,05 56.543,12 6.696,93 11,843

IV) DISPONIBILITA' LIQUIDE 1.470,68 42.790,22 41.319,54- 96,563-


24/05/001 BANCA C/C 1.469,37 42.788,91 41.319,54- 96,566-
24/15/005 DENARO IN CASSA 1,31 1,31 0,00

C TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE 64.710,73 99.333,34 34.622,61- 34,854-

TOTALE STATO PATRIMONIALE - ATTIVO 4.610.510,73 4.553.133,34 57.377,39 1,260

STATO PATRIMONIALE - PASSIVO

A) PATRIMONIO NETTO
I) Capitale 350.000,00 350.000,00 0,00
28/05/005 CAPITALE SOCIALE 350.000,00- 350.000,00- 0,00

VI) Altre riserve 3.748.000,00 3.748.000,00 0,00


28/35/022 VERSAMENTI IN C/AUMENTO CAPITALE 3.748.000,00- 3.748.000,00- 0,00

VIII) Utili (perdite) portati a nuovo 321.217,10- 286.279,41- 34.937,69- 12,204


28/40/015 PERDITE PORTATE A NUOVO 321.217,10 286.279,41 34.937,69 12,204

IX) Utile (perdita) dell' esercizio 38.465,88- 34.937,69- 3.528,19- 10,098


A TOTALE PATRIMONIO NETTO 3.738.317,02 3.776.782,90 38.465,88- 1,018-

D) DEBITI
1) Esigibili entro l'esercizio successivo 197.193,71 251.350,44 54.156,73- 21,546-
18/20/050 ERARIO C/RITENUTE SUBITE 2,03 1,57 0,46 29,299
18/20/503 RITENUTE SU INTERESSI ATTIVI 1,79 1,79 0,00
40/00000 DEBITI V/FORNITORI 753,80- 753,80- 0,00
41/05/005 FATTURE DA RICEVERE 6.075,13- 7.840,00- 1.764,87 22,511-
48/05/082 ERARIO C/RITENUTE COLLABORATORI 7.614,06- 0,00 7.614,06- 100,000
50/05/005 INPS C/CONTRIBUTI SOC. LAV. DIP. 8.271,49- 0,00 8.271,49- 100,000
52/05/005 AMMINISTRATORI C/COMPENSI 86.280,00- 108.600,00- 22.320,00 20,552-
52/05/010 SINDACI C/COMPENSI 88.203,05- 134.160,00- 45.956,95 34,255-

2) Esigibili oltre l'esercizio successivo 675.000,00 525.000,00 150.000,00 28,571


36/05/010 SOCI C/FINANZIAM. ESIG. OLTRE 675.000,00- 525.000,00- 150.000,00- 28,571

D TOTALE DEBITI 872.193,71 776.350,44 95.843,27 12,345

TOTALE STATO PATRIMONIALE - PASSIVO 4.610.510,73 4.553.133,34 57.377,39 1,260


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14468
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703
Ditta 317 VIA GENOVA 11 Partita IVA 01624120703
86100 CAMPOBASSO CB Numero R.E.A CB - 122800
i.v
Registro Imprese di CAMPOBASSO n. 01624120703 Capitale Sociale Eur 350.000,00

BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2017 PASSIVO E PATRIMONIO NETTO

ESERCIZIO ESERCIZIO DIFFERENZA SCOST.


2017 2016

CONTO ECONOMICO

B) COSTI DELLA PRODUZIONE


7) per servizi 29.536,25 34.403,41 4.867,16- 14,147-
68/05/155 COMPENSI AMMIN.COCOCO(NON PAGATI 15.600,00 15.600,00 0,00
68/05/160 COMPENSI SINDACI-PROFESSIONISTI 9.360,00 9.360,00 0,00
68/05/310 SPESE LEGALI 2.633,90 0,00 2.633,90 100,000
68/05/370 ONERI BANCARI 382,35 407,41 25,06- 6,151-
68/05/386 TEN.PAGHE,CONT.,DICH.DA LAV.AUT. 1.560,00 1.600,00 40,00- 2,500-
68/05/407 ALTRI COSTI PER SERVIZI 0,00 7.436,00 7.436,00- 100,000-

9) per il personale:
b) oneri sociali 8.271,49 0,00 8.271,49 100,000
72/15/005 ONERI SOCIALI INPS 8.271,49 0,00 8.271,49 100,000

9 TOTALE per il personale: 8.271,49 0,00 8.271,49 100,000

14) oneri diversi di gestione 659,78 537,06 122,72 22,850


84/05/005 IMPOSTA DI BOLLO 100,01 100,00 0,01 0,010
84/05/070 DIRITTI CAMERALI 249,90 120,00 129,90 108,250
84/05/502 VIDIMAZIONE LIBRI SOCIALI 309,87 309,87 0,00
84/10/035 MULTE E AMMENDE INDEDUCIBILI 0,00 7,19 7,19- 100,000-

B TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE 38.467,52 34.940,47 3.527,05 10,094

A-B TOTALE DIFF. TRA VALORE E COSTI DI PRODUZIONE 38.467,52- 34.940,47- 3.527,05- 10,094

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI


16) Altri proventi finanz. (non da partecipaz.)
d) proventi finanz. diversi dai precedenti:
d5) da altri 1,64 2,78 1,14- 41,007-
87/20/035 INT.ATT.SU DEPOSITI BANCARI 1,64- 2,78- 1,14 41,007-

d TOTALE proventi finanz. diversi dai precedenti: 1,64 2,78 1,14- 41,007-

16 TOTALE Altri proventi finanz. (non da partecipa 1,64 2,78 1,14- 41,007-

15+16-17+-17b TOTALE DIFF. PROVENTI E ONERI FINANZIARI 1,64 2,78 1,14- 41,007-

A-B+-C+-D TOTALE RIS. PRIMA DELLE IMPOSTE 38.465,88- 34.937,69- 3.528,19- 10,098

21) Utile (perdite) dell'esercizio 38.465,88- 34.937,69- 3.528,19- 10,098


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14469
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703

SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA


Codice fiscale e Partita IVA n. 01624120703
Via Genova, 11 - 86100 CAMPOBASSO
Numero R.E.A 122800
Capitale Sociale € 350.000,00 i.v.

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE


AL BILANCIO CHIUSO AL 31.12.2018

Al Socio Unico della SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA S.p.A.


Parte prima
Relazione ai sensi dell’art. 14, primo comma, lettera a) del D.Lgs n. 39/2010

Abbiamo svolto la revisione legale dei conti del bilancio d'esercizio della società SVILUPPO
MONTAGNA MOLISANA S.p.A. chiuso al 31/12/2018. La responsabilità della redazione del
bilancio d'esercizio in conformità alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione
compete all’organo amministrativo della società SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA
S.p.A.. È nostra la responsabilità del giudizio professionale espresso sul bilancio d'esercizio
e basato sulla revisione legale dei conti.
Il nostro esame è stato condotto secondo gli statuiti principi di revisione legale dei conti. In
conformità ai predetti principi, la revisione legale dei conti è stata pianificata e svolta al fine
di acquisire ogni elemento necessario per accertare se il bilancio d'esercizio sia viziato da
errori significativi e se risulti, nel suo complesso, attendibile. Il procedimento di revisione
legale dei conti è stato svolto in modo coerente con la dimensione della società e con il suo
assetto organizzativo. Esso comprende l'esame, sulla base di verifiche a campione, degli
elementi probativi a supporto dei saldi e delle informazioni contenuti nel bilancio, nonché la
valutazione dell'adeguatezza e della correttezza dei criteri contabili utilizzati e della
ragionevolezza delle stime effettuate dagli amministratori. Riteniamo che il lavoro svolto
fornisca una ragionevole base per l'espressione del nostro giudizio professionale.
A nostro giudizio, il sopra menzionato bilancio nel suo complesso è conforme alle norme
che ne disciplinano i criteri di redazione.
Il bilancio è stato redatto in forma abbreviata ricorrendo i requisiti di cui all’art. 2435 bis c.c.,
per cui non è stata redatta la Relazione sulla Gestione ex art. 2428 c.c.
Parte seconda
Relazione ai sensi dell’art. 2429 del Codice Civile
Nel corso dell’esercizio chiuso al 31/12/2018 la nostra attività è stata ispirata alle
disposizioni di legge e alle Norme di Comportamento del Collegio Sindacale emanate dal

Pagina 1 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14470
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703

Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.


In particolare:
Abbiamo vigilato sull’osservanza della legge e dell’atto costitutivo e sul rispetto dei principi
di corretta amministrazione.
Con le informazioni ottenute dallo studio professionale tenutario della contabilità e
dall’esame della documentazione regolarmente messa a nostra disposizione, abbiamo
valutato e vigilato sull’adeguatezza del sistema amministrativo e contabile nonché
sull’affidabilità di quest’ultimo a rappresentare correttamente i fatti di gestione.
Nel corso dell’esercizio non sono pervenute al Collegio Sindacale denunce ai sensi
dell’articolo 2408 Codice Civile
Il Collegio Sindacale, nel corso dell’esercizio, non ha rilasciato pareri ai sensi di legge.
Abbiamo esaminato il progetto di bilancio d’esercizio chiuso al 31/12/2018, in merito al
quale riferiamo quanto segue:
L’azzeramento del patrimonio netto della Società scaturisce dalla perdita generatasi a
seguito della svalutazione integrale della partecipazione detenuta nella società Funivie del
Molise S.p.A.. Detta svalutazione si è resa necessaria, in quanto l'ultimo bilancio
presentato dalla società Funivie del Molise Spa evidenzia un deficit patrimoniale. Non sono
stati altresì oggetto di svalutazione i crediti, per complessivi 812.300 euro, vantati dalla
Sviluppo Montagna Molisana S.p.A. nei confronti della medesima partecipata. Considerata
la remota possibilità di recupero dei summenzionati crediti, visti i persistenti risultati negativi
di gestione e la situazione patrimoniale deficitaria della società Funivie del Molise Spa,
questo Collegio, in sede di predisposizione del bilancio 2018, ha esortato l’Amministratore
Unico ad operare anche una svalutazione integrale dei crediti in questione. Tuttavia, come
riportato nella nota di commento ai Movimenti delle Immobilizzazioni della Nota Integrativa
al bilancio chiuso al 31/12/2018, l’Amministratore Unico non ha inteso svalutare anche i
crediti vantati nei confronti della controllata in quanto: “essi corrispondono a debiti verso il
socio per finanziamenti ricevuti ai sensi di puntuali delibere regionali, pertanto, vista
l'assenza di procedure concorsuali in vigore, i crediti saranno oggetto di svalutazione
soltanto laddove il socio dovesse autorizzarlo”. Al riguardo questo Collegio ribadisce
comunque il proprio giudizio circa le scarsissime possibilità di realizzo dei suddetti crediti e
della necessaria svalutazione integrale degli stessi.
Comunque, la perdita rilevata nel corso dell’esercizio dalla Sviluppo Montagna Molisana
S.p.A. ha determinato la totale erosione del patrimonio netto della società, per cui risulta
urgente procedere ai sensi dell’art. 2447 c.c. affinché il Socio unico provveda all’adozione
delle deliberazioni necessarie.

Pagina 2 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14471
SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA Codice fiscale 01624120703

Per l’attestazione che il bilancio d’esercizio al 31/10/2018 rappresenta in modo veritiero e


corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della Vostra Società
ai sensi dell’articolo 14 del D.Lgs. n. 39/2010 rimandiamo alla prima parte della nostra
relazione.
Gli amministratori, nella redazione del bilancio, non hanno derogato alle norme di legge ai
sensi dall'art. 2423, quarto comma, del Codice Civile.
Il bilancio può riassumersi nelle seguenti sintetiche evidenze della situazione patrimoniale
(valori espressi in unità di EURO):

ATTIVITA’ 876.528

PASSIVITA’ 984.832

PATRIMONIO NETTO 3.738.316


(escluso il risultato d’esercizio)
UTILE (PERDITA) DELL’ESERCIZIO (3.846.620)

PATRIMONIO NETTO (108.304)


(incluso il risultato d’esercizio)

Il Risultato di esercizio trova conferma nel raffronto delle seguenti evidenze del conto
economico:
Valore della produzione 0

Costi della produzione 43.120

Proventi e oneri finanziari 0

Rettifiche di valore (3.803.500)

Proventi e oneri straordinari 0

Imposte di esercizio 0

Utile (perdita) di esercizio (3.846.620)

Per quanto precede, il Collegio Sindacale non rileva motivi ostativi all’approvazione del
bilancio di esercizio al 31/10/2018 ed esorta l’Amministratore unico a convocare
urgentemente l’assemblea ai sensi dell’art. 2447 c.c. per i provvedimenti conseguenti.

Campobasso, 31.07.2019
Il Collegio Sindacale
Dott. Salvatore Paolone

Pagina 3 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14472
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Bilancio di esercizio al 31-12-2018

Dati anagrafici
VIA GENOVA 11 - 86100
Sede in
CAMPOBASSO (CB)
Codice Fiscale 01624120703
Numero Rea CB 000000122800
P.I. 01624120703
Capitale Sociale Euro 350.000 i.v.
Forma giuridica Societa' per azioni
Settore di attività prevalente (ATECO) 841380
Società in liquidazione no
Società con socio unico si
Società sottoposta ad altrui attività di direzione e
si
coordinamento
Denominazione della società o ente che esercita l'attività di
REGIONE MOLISE
direzione e coordinamento
Appartenenza a un gruppo no

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 1 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14473
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Stato patrimoniale
31-12-2018 31-12-2017
Stato patrimoniale
Attivo
B) Immobilizzazioni
III - Immobilizzazioni finanziarie 812.300 4.545.800
Totale immobilizzazioni (B) 812.300 4.545.800
C) Attivo circolante
II - Crediti
esigibili entro l'esercizio successivo 8.514 8.514
imposte anticipate 54.726 54.726
Totale crediti 63.240 63.240
IV - Disponibilità liquide 988 1.471
Totale attivo circolante (C) 64.228 64.711
Totale attivo 876.528 4.610.511
Passivo
A) Patrimonio netto
I - Capitale 350.000 350.000
VI - Altre riserve 3.747.999 3.748.000
VIII - Utili (perdite) portati a nuovo (359.683) (321.217)
IX - Utile (perdita) dell'esercizio (3.846.620) (38.466)
Totale patrimonio netto (108.304) 3.738.317
D) Debiti
esigibili entro l'esercizio successivo 239.832 197.194
esigibili oltre l'esercizio successivo 745.000 675.000
Totale debiti 984.832 872.194
Totale passivo 876.528 4.610.511

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 2 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14474
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Conto economico
31-12-2018 31-12-2017
Conto economico
B) Costi della produzione
7) per servizi 43.120 29.536
9) per il personale
b) oneri sociali 0 8.271
Totale costi per il personale 0 8.271
14) oneri diversi di gestione 0 661
Totale costi della produzione 43.120 38.468
Differenza tra valore e costi della produzione (A - B) (43.120) (38.468)
C) Proventi e oneri finanziari
16) altri proventi finanziari
d) proventi diversi dai precedenti
altri 0 2
Totale proventi diversi dai precedenti 0 2
Totale altri proventi finanziari 0 2
Totale proventi e oneri finanziari (15 + 16 - 17 + - 17-bis) 0 2
D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie
19) svalutazioni
a) di partecipazioni 3.803.500 0
Totale svalutazioni 3.803.500 0
Totale delle rettifiche di valore di attività e passività finanziarie (18 - 19) (3.803.500) 0
Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D) (3.846.620) (38.466)
21) Utile (perdita) dell'esercizio (3.846.620) (38.466)

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 3 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14475
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa al Bilancio di esercizio chiuso al 31-12-2018

Nota integrativa, parte iniziale

PREMESSA

Signor Azionista
il presente bilancio è stato redatto in modo conforme alle disposizioni del codice civile e si
compone dei seguenti documenti:

1. Stato patrimoniale;
2. Conto economico;
3. Nota integrativa.

Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 corrisponde alle risultanze di scritture


contabili regolarmente tenute ed è redatto in conformità agli art. 2423 e seguenti del codice
civile.
Il bilancio di esercizio viene redatto con gli importi espressi in euro. In particolare, ai sensi
dell'art. 2423, comma 5, c.c.:

lo stato patrimoniale e il conto economico sono predisposti in unità di euro. Il


passaggio dai saldi di conto, espressi in centesimi di euro, ai saldi di bilancio, espressi
in unità di euro, è avvenuto mediante arrotondamento per eccesso o per difetto in
conformità a quanto dispone il Regolamento CE. La quadratura dei prospetti di bilancio
è stata assicurata riepilogando i differenziali dello stato patrimoniale in una "Riserva
per arrotondamenti in unità di euro", iscritta nella voce A.VII Altre riserve e quelli del
conto economico, alternativamente, in E.20) Proventi straordinari o in E.21) Oneri
straordinari;
i dati della nota integrativa sono espressi in unità di euro in quanto garantiscono una
migliore intelligibilità del documento.

PRINCIPI DI REDAZIONE

Sono state rispettate: la clausola generale di formazione del bilancio (art. 2423 c.c.), i suoi
principi di redazione (art. 2423-bis c.c.) ed i criteri di valutazione stabiliti per le singole voci
(art. 2426 c.c.).
In particolare:
- la valutazione delle voci è stata effettuata secondo prudenza e nella prospettiva della
continuazione dell'attività e tenendo conto della funzione economica di ciascuno degli
elementi dell'attivo e del passivo;
- i proventi e gli oneri sono stati considerati secondo il principio della competenza,
indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento;
- i rischi e le perdite di competenza dell'esercizio sono stati considerati anche se conosciuti
dopo la chiusura di questo;
- gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente.

Si precisa inoltre che:

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 4 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14476
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

- ai sensi dell'art. 2435-bis, comma 1, del codice civile il bilancio è stato redatto in forma
abbreviata;
- ai sensi del disposto dell'art. 2423-ter del codice civile, nella redazione del bilancio, sono
stati utilizzati gli schemi previsti dall'art. 2424 del codice civile per lo Stato Patrimoniale e
dall'art. 2425 del codice civile per il Conto Economico. Tali schemi sono in grado di fornire
informazioni sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione
patrimoniale e finanziaria della Società, nonché del risultato economico;
- non si sono verificati casi eccezionali che impongano di derogare alle disposizioni di legge;
- ai fini di una maggiore chiarezza sono state omesse le voci precedute da lettere, numeri
arabi e romani che risultano con contenuto zero;
- non vi sono elementi dell'attivo e del passivo che ricadono sotto più voci dello schema di
stato patrimoniale;
- la relazione sulla gestione è stata omessa in quanto ci si è avvalsi della facoltà prevista
dall'art. 2435-bis, comma 7, del codice civile:

1. non si possiedono azioni proprie, né quote o azioni di società controllanti, neanche per
interposta persona o società fiduciaria;
2. non si sono né acquistate, né alienate azioni proprie, né azioni o quote di società
controllanti anche per interposta persona o società fiduciaria.

La presente nota integrativa costituisce parte integrante del bilancio ai sensi dell'articolo
2423, comma 1, del codice civile.

ATTIVITA' SVOLTA

La società, come precisato anche in seguito, ha per oggetto lo svolgimento di tutte le attività
finalizzate allo sviluppo economico, alberghiero, turistico e sportivo di Campitello San
Massimo e più in generale dell'area territoriale del Matese e della montagna molisana
attraverso la promozione di un'offerta turistica integrata fondata sulla qualità dei servizi e dei
prodotti, la valorizzazione del turismo dei territori interessati in tutte le sue componenti, la
promozione di progetti riguardanti il sistema turistico nel suo complesso con particolare
riferimento ai processi d'innovazione, la promozione di attività imprenditoriali nel settore del
turismo, sportivo e dei servizi alberghieri, la valorizzazione e la tutela dell'ambiente e del
paesaggio, del territorio montano, dell'agricoltura e dei prodotti tipici, la salvaguardia
dell'equilibrio territoriale, la difesa dell'ambiente e delle risorse naturali, l'assunzione di
partecipazioni in società anche unipersonali, e/o imprese aventi oggetto sociale connesso al
proprio e/o altresì costituito dallo svolgimento di tutte le attività imprenditoriali volte alla
gestione di stazioni sciistiche. In relazione a quanto sopra, la società, che svolgerà la parte
più importante e prevalente delle proprie attività con la Regione Molise, assumerà tutte le
iniziative necessarie, utili e/o opportune per procedere all'attuazione dell'oggetto sociale.
Durante l'esercizio l'attività si è svolta regolarmente; non si sono verificati fatti che abbiano
modificato in modo significativo l'andamento gestionale ed a causa dei quali si sia dovuto
ricorrere alle deroghe di cui all'art. 2423, comma 4, codice civile.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 5 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14477
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, attivo


Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell'attivo.

Immobilizzazioni
Movimenti delle immobilizzazioni

Si presentano di seguito le variazioni intervenute nella consistenza delle immobilizzazioni.


In particolare, si e proceduto alla svalutazione integrale della partecipazione detenuta nella
società Funivie del Molise Spa, in quanto l'ultimo bilancio presentato evidenzia un deficit
patrimoniale. La summenzionata svalutazione rappresenta un atto dovuto in presenza di
documenti e conteggi aventi rilevanza inoppugnabile.
La svalutazione non ha coinvolto anche i crediti nei confronti della controllata perché essi
corrispondono a debiti verso il socio per finanziamenti ricevuto ai sensi di puntuali delibere
regionali, pertanto, vista l'assenza di procedure concorsuali in vigore, i crediti saranno
oggetto di svalutazione soltanto laddove il socio dovesse autorizzarlo.

Immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni

Valore di inizio esercizio

Costo 4.545.800 4.545.800

Valore di bilancio 4.545.800 4.545.800

Variazioni nell'esercizio

Incrementi per acquisizioni 70.000 70.000

Svalutazioni effettuate nell'esercizio 3.803.500 3.803.500

Totale variazioni (3.733.500) (3.733.500)

Valore di fine esercizio

Costo 812.300 812.300

Valore di bilancio 812.300 812.300

Oneri finanziari capitalizzati

La società non ha imputato interessi passivi allo stato patrimoniale.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 6 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14478
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, passivo e patrimonio netto


Patrimonio netto

Il patrimonio, in via ordinaria e corrente, risulta influenzato dalle perdite dell'anno in corso e
da quelle degli esercizi precedenti.
In via straordinaria, invece, risulta pesantemente influenzato dalla svalutazione integrale
della partecipazione nella Funivie del Molise spa nostra controllata al 100%.
Le evidenze numeriche fanno emergere un patrimonio negativo di euro 108.303,13, che, nel
caso in cui il socio dovesse decidere di procedere alla cancellazione anche dei crediti verso
la Funivie del Molise, per incapienza nel bilancio di quest'ultima di tali debiti, il deficit
patrimoniale salirebbe fino ad euro 920.603,13 e potrebbe essere mitigato soltanto dalla
rinuncia, da parte della Regione stessa, al credito nei nostri confronti per anticipazioni pari
ad euro745.000,00.
In termini più sintetici, il patrimonio negativo è di 108.303,13, ma esistono perdite latenti che
possono condurre lo stesso a - 175.603,13.
Queste risultanze, comunque rilevate, impongono l'adozione dei provvedimenti di cui all'art.
2447 c.c., che recita: "Se, per la perdita di oltre un terzo del capitale, questo si riduce al
disotto del minimo stabilito dall'articolo 2327, gli amministratori o il consiglio di gestione e, in
caso di loro inerzia, il consiglio di sorveglianza devono senza indugio convocare l'assemblea
per deliberare la riduzione del capitale ed il contemporaneo aumento del medesimo ad una
cifra non inferiore al detto minimo, o la trasformazione della società.".

Debiti
Suddivisione dei debiti per area geografica

Non si effettua la ripartizione per aree geografiche in quanto non significativa.

Debiti di durata superiore ai cinque anni e debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali

La società non ha debiti assistiti da garanzie reali.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 7 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14479
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, conto economico

I costi e i ricavi sono stati contabilizzati in base al principio di competenza indipendentemente dalla data di
incasso e pagamento, al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi.
La società non ha conseguito ricavi.
I trasferimenti derivanti dal socio Regione Molise in base a deliberazioni di Giunta, come negli anni
passati, sono stati contabilizzati nella voce debiti verso socio per finanziamenti esigibili oltre esercizio
successivo e, contemporaneamente, come crediti verso la società partecipata per finanziamenti; questa
operazione è stata effettuata a garanzia del socio ed alla luce del tenore letterale delle deliberazioni di
erogazione.

Costi della produzione

La società ha sopportato soltanto i costi fisiologici per la sua esistenza in vita; tali costi sono compensi
agli amministratori e sindaci, legali e tenuta contabilità.

Importo e natura dei singoli elementi di ricavo/costo di entità o incidenza


eccezionali

Di seguito si presentano i costi di entità o incidenza eccezionali.

Voce di costo Importo Natura

partecipazione in imprese contoll 3.803.500 partecipazione nella Funivie del Mo

Totale 3.803.500

Gli oneri di entità o incidenza eccezionali ammontano a euro 3.803.500,00 e si riferiscono


alla svalutazione totale della partecipazione nella Funivie del Molise Spa.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 8 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14480
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa abbreviata, altre informazioni


Compensi, anticipazioni e crediti concessi ad amministratori e sindaci e
impegni assunti per loro conto

Nel bilancio è stata rilevata la quota dell'anno di compenso all'amministratore per € 15.600,00 e la quota di
compenso del collegio sindacale per € 9.360,00; questi compensi non sono stati corrisposti.

Dettagli sugli altri strumenti finanziari emessi dalla società

La società non ha emesso strumenti finanziari partecipativi.

Proposta di destinazione degli utili o di copertura delle perdite

Alla luce di quanto esposto nei punti precedenti l'Organo Amministrativo propone di approvare il bilancio
2018 e di adottare immediatamente, o meglio, contestualmente, una delle soluzioni previste dal codice
civile all'art. 2447.

Si precisa che nella redazione del bilancio non è stato compiuto alcun raggruppamento di voci precedute
da numeri arabi, come facoltativamente previsto dall'art. 2423 ter del codice civile.
I ricavi e i proventi, i costi e gli oneri sono stati indicati al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e premi
così come disposto dall'art. 2425 bis Codice Civile.
Si ritiene che non ci siano ulteriori informazioni da fornire, oltre a quelle richieste da specifiche
disposizioni di legge, al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale
e finanziaria della società e del risultato economico dell'esercizio.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 9 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14481
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Nota integrativa, parte finale

La presente Nota integrativa costituisce parte inscindibile del bilancio di esercizio e le informazioni
contabili ivi contenute corrispondono alle scritture contabili della società tenute in ottemperanza alle
norme vigenti; successivamente alla data di chiusura dell'esercizio e fino ad oggi non sono occorsi,
inoltre, eventi tali da rendere l'attuale situazione patrimoniale-finanziaria sostanzialmente diversa da
quella risultante dallo Stato Patrimoniale e dal Conto economico o da richiedere ulteriori rettifiche od
annotazioni integrative al bilancio.
L'amministratore unico
Alfonso leggieri

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 10 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14482
v.2.9.5 SVILUPPO MONTAGNA MOLISANA SPA

Dichiarazione di conformità del bilancio

Il sottoscritto Vittorio Del Cioppo, dottore commercialista, dichiara che il presente documento informatico
in formato XBRL è conforme a quello che verrà trascritto e sottoscritto a termini di legge sui libri sociali
tenuti dalla società ai sensi di legge.

Bilancio di esercizio al 31-12-2018 Pag. 11 di 11


Generato automaticamente - Conforme alla tassonomia itcc-ci-2018-11-04
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14483
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14484
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14485
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14486
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14487
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14488
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14489
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14490
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14491
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14492
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14493
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14494
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14495
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14496
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14497
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14498
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14499

Regione Molise Servizio Sistema Integrato dell'Istruzione e della Formazione Professionale Allegato 1 - Corsi Ammissibili

Soggetto N. Durata oraria N. max Certificazione da punteggio


Denominazione corso Sede svolgimento corso Note o eventuali prescrizioni
proponente edizioni complessiva allievi rilasciare attribuito

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta


Regionale ha disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di
"Operatore Socio Sanitario" le autorizzazioni a numero 4 edizioni
Operatore Socio Sanitario Via Ciccaglione, 22
Asec Formazione 2 1000 24 Qualifica 6 per anno. Tenuto conto che allo stato attuale risultano non avviate
(O.S.S.) Campobasso
n. 2 edizioni del percorso approvato con con DGR 165 del
25.02.2018, si prescrive di ridurre il numero delle edizioni a 2 a
fronte delle 4 richieste.

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta


Regionale ha disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di
Operatore Socio Sanitario
"Operatore Socio Sanitario" le autorizzazioni a numero 4 edizioni
con formazione
Via S. Ippolito, snc - Centro per anno. Tenuto conto che con DGR n. 346 del 15.07.2013
CM PROTOS s.r.l. complementare in 3 300 12 Qualifica 6
Commerciale - Isernia all'organismo CM PROTOS sono stati approvati n. 4 edizioni del
assistenza sanitaria
corso di cui trattasi di cui n. 1 edizione non ancora avviata, si
(O.S.S.S.)
prescrive la riduzione del numero delle edizioni a 3 a fronte delle 4
richieste.

Accolto con riserva. L'ente ha omesso di presentare dichiarazione


Località Pagliarone Fornelli sostitutiva di certificazione di assenza di condanne penali relativa al
EUROFORM Magazziniere 2 600 18 Qualifica 6
(IS) legale rappresentante della struttura formativa, ai sensi dell’art. 46
del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000.Il Corso potrà svolgersi solamente
dopo l’acquisizione da parte degli Uffici competenti della suddetta
certificazione

INNOVATION
CONSULTING- Operatore Socio Sanitario Via Kennedy, 13 Palata
4 1000 22 Qualifica 6
GRUPPO ITALIA (O.S.S.) (CB)
SCUOLE SRL

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta


Regionale ha disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di
"Operatore Socio Sanitario" le autorizzazioni a numero 4 edizioni
Terminus S.r.l. Operatore Socio Sanitario Via Asia, 3/V Termoli (CB) 2 1000 25 Qualifica 7,5 per anno. Tenuto conto che con DGR n. 77 dell'11.03.2019 all'Ente
(O.S.S.) TERMINUS, per la sede operativa secondaria di Termoli, sono
state autorizzate n. 2 edizioni del corso di cui trattasi, si prescrive di
ridurre il numero delle edizioni a 2 a fronte delle 4 richieste.

1 di 2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14500

Regione Molise Servizio Sistema Integrato dell'Istruzione e della Formazione Professionale Allegato 1 - Corsi Ammissibili

Soggetto N. Durata oraria N. max Certificazione da punteggio


Denominazione corso Sede svolgimento corso Note o eventuali prescrizioni
proponente edizioni complessiva allievi rilasciare attribuito
Si autorizza solamente 1 edizione del corso a fronte delle 4 richieste.
Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. infatti, . la Giunta
Regionale ha disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di
"Operatore Socio Sanitario" le autorizzazioni a numero 4 edizioni
per anno. Si evidenzia che con DGR n. 77 dell'11.03.2019 all'Ente
Operatore Socio Sanitario Via Duca d'Aosta TERMINUS, per la sede accreditata di Campobasso, sono state
Terminus S.r.l. 1 1000 14 Qualifica 7,5
(O.S.S.) Campobasso (CB) autorizzate n. 2 edizioni del corso di cui trattasinon ancora espletate
e che allo stato risulta non avviata neppure 1 edizione autorizzata con DGR
n.165 del 25/2/2018.

WAC
(Welcome Agenzia di Operatore Socio Sanitario Via D'Amato 5/C 4 1000 18 Qualifica 6,5
Comunicazione e (O.S.S.) Campobasso
Lavoro)

Operatore Socio Sanitario


WAC
con Formazione
(Welcome Agenzia di Via D'Amato 5/C
Complementare in 4 300 18 Qualifica 6,5
Comunicazione e Campobasso
Assistenza Sanitaria
Lavoro)
(O.S.S.S.)

WAC
(Welcome Agenzia di Via D'Amato 5/C
Mediatore Interculturale 4 600 18 Qualifica 6,5
Comunicazione e Campobasso
Lavoro)

2 di 2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14501

Regione Molise Servizio Sistema Integrato dell'Istruzione e della Formazione Professionale Allegato 2 - Corsi NON AMMISSIBILI

Soggetto Denominazione Sede svolgimento N. Durata oraria N. max Certificazione da


Motivazione Progettista
proponente corso corso edizioni complessiva allievi rilasciare

Premesso che la figura da formare non è ricompresa nel Repertorio delle


Professioni della Regione Molise né tantomeno nel Regolamento Regionale n. 1
del 27 febbraio 2015 recante: Regolamento attuazione L.R. n. 13 del 6.05.2014
"Riordino del Sistema regionale Integrato degli interventi e Servizi Sociali", la
proposta progettuale redatta prevede genericamente quale titolo in ingresso per i
destinatari : "aver compiuto il 18° anno di età alla data di inizio dell'attività,
Diploma di Scuola Media Superiore( per gli stranieri si fa
riferimento alla DGR n. 416/2015) Non è ricompresa alcuna specifica in merito a
conoscenze-e capacità pregresse che andrebbero accertati prima
dell’avvio delle azioni formative

Con una durata oraria di 300 ore il titolo in uscita indicato è quello di Qualifica, Giuseppe De
Operatore In merito alla spendibilità di tale titolo, la proposta formativa non Paola
Educativo per Via Cavour, 26/D individua, nel dettaglio, alcuna struttura regionale operante in ambito sociale che
ARCADIA 4 300 12 Qualifica abbia manifestato interesse all’inserimento.
l'Autonomia e la Campobasso Tanto premesso e tenuto conto del ruolo e delle funzioni descritte per tale
Comunicazione figura (vedasi pag. 3 - Modello B della scheda progetto)
che dovrebbe, tra l'altro, essere in grado di "facilitare l'integrazione scolastica
dell'alunno con disabilità" (ruolo attualmente assegnato ai docenti specializzati sul
sostegno - art. 13, comma 3, legge 5 febbraio 1992 n. 104 "Legge quadro per
l'Assistenza e l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate"), si
ritiene che prima di procedere all'approvazione del progetto sia indispensabile che
il Servizio regionale Istruzione e Formazione Professionale proceda, attraverso i
propri Uffici competenti in materia, ad una istruttoria ed eventuale validazione di tale
profilo e quindi che l’Organismo Arcadia avanzi formale richiesta di inserimento di tale
figura nel repertorio delle professioni, ai sensi del deliberato Di G.R n.182 del 23/5/2017.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14502

1 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14503

Regione Molise Servizio Sistema Integrato dell'Istruzione e della Formazione Professionale Allegato 2 - Corsi NON AMMISSIBILI

Soggetto Denominazione Sede svolgimento N. Durata oraria N. max Certificazione da


Motivazione Progettista
proponente corso corso edizioni complessiva allievi rilasciare

La proposta progettuale presenta carenze in ordine ai prerequisiti di ingresso


degli allievi: a pag. 6 del formulario "Requisiti di accesso dei partecipanti (Es. età, possesso
titolo di studio, ecc., viene indicato
"17 anni compiuti e assolvimento obbligo scolastico alla data di iscrizione”

la D.G.R. n. 270 del 5.06.2015 "Aggiornamento delle Professioni


della Regione Molise" - Scheda codice 4.15.47.04 - ATTORE - prevede quali
Requisiti in entrata: - Cittadini maggiorenni italiani con diploma di istruzione
Associazione
V.le delle Industrie, snc secondaria superiore; Inoltre, considerato il 5° livello EQF individuato per la figura
Culturale Momento Attore Pozzilli (IS) 5 600 25 Qualifica da formare, il titolo in uscita dovrebbe essere di specializzazione e non di qualifica Biagio Testa
Formativo come indicato a pag. 7 della proposta elaborata. Infine, la sezione 3- Analisi del
fabbisogno nella Scheda progetto presentata, si limita ad enunciare quelle che
sono le competenze e il ruolo della figura dell'Attore,;nessuna descrizione viene
effettuata in merito a: "Analisi del fabbisogno - indicazione delle motivazioni
/finalità alla base del progetto (descrizione delle problematiche che nel contesto
sociale, tecnico-aziendale, economico di riferimento si intendono affrontare con
l’iniziativa formativa allegando documentazione di riferimento e/o citando le fonti)".

Premesso che la regione ha recepito la figura del ”Massaggiatore e


Capo Bagnino degli Stabilimenti Idroterapici” con deliberazione di G.R. n. 182 del
23.05.2015 e nella scheda A.O1 - Sub allegato - Codice 7.22.74.03 - nessuna
previsione di riconoscimento crediti viene evidenziata, la proposta formulata
Massaggiatore
dall'ente ATHENA non può essere accolta. Inoltre, ai sensi di quanto disposto con
ATHENA SRL Capo bagnino Via G. Marconi, 69 5 600 25 Specializzazion DGR n. 77 dell'11 marzo 2019, è consentita la presentazione di progetti per la Ester Berardi
degli stabilimenti Macchia d'Isernia (IS) e
realizzazione di ulteriori edizioni dei corsi di formazione soltanto dopo che gli
idroterapici
Organismi interessati abbiano realizzato tutte le edizioni approvate con precedenti
deliberazioni di Giunta Regionale. Allo stato attuale risultano non avviate n. 2
edizioni del percorso avente una durata oraria di n. 1200 approvatato con DGR
724/2011.

2 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14504

Regione Molise Servizio Sistema Integrato dell'Istruzione e della Formazione Professionale Allegato 2 - Corsi NON AMMISSIBILI

Soggetto Denominazione Sede svolgimento N. Durata oraria N. max Certificazione da


Motivazione Progettista
proponente corso corso edizioni complessiva allievi rilasciare

Premesso che la figura da formare non è ricompresa nel Repertorio delle


Professioni della Regione Molise, il Ministro della Sanità in concerto con il Ministro
della Pubblica Istruzione con Decreto Ministeriale del 5 luglio 1975 ha provveduto
alla "Determinazione delle materie fondamentali di insegnamento per la figura del
Massaggiatore Sportivo" demandando alle Regioni, in collaborazione con il
Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la definizione dei requisiti delle sedi e dei
ATHENA SRL Massaggiatore Via G. Marconi, 69 5 150 Specializzazion docenti. Tanto premesso si ritiene che prima di procedere all'approvazione del Ester Berardi
sportivo Macchia d'Isernia (IS) e progetto sia indispensabile che il Servizio regionale Istruzione e Formazione
Professionale proceda, attraverso i propri Uffici competenti in materia e in
collaborazione con il C.O.N.I., ad una istruttoria e validazione di tale profilo e
quindi è indispensabile che l'organismo ATHENA SRL avanzi, ai sensi della
deliberazione di G.R. n. 182 del 23.05.2017 - richiesta di inserimento di tale figura
nel Repertorio delle Professioni della Regione Molise.

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta Regionale ha


disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di "Operatore Socio Sanitario" le
Operatore Socio
Centro Molisano di autorizzazioni a numero 4 edizioni per anno. Tenuto conto che con DGR n. 77 Miriam
Sanitario Viale Unità d'Italia, 10 4 1000 20 Qualifica Fasolino
Studi Cooperativi dell'11.03.2019 all'organismo Centro Molisano di Studi Cooperativi sono stati già
(O.S.S.)
approvati n. 4 edizioni del corso di cui trattasi di cui, peraltro, n. 2 edizioni non
ancora avviate, la richiesta avanzata non è ammissibile.

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta Regionale ha


disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di "Operatore Socio Sanitario" le
Miriam
Operatore Socio Via A. de Gasperi n. 26 autorizzazioni a numero 4 edizioni per anno. Tenuto conto che con DGR n. 77 Fasolino
ENDASFORM 4 1000 25 Qualifica
Sanitario (O.S.S.) Ripalimosani (CB) dell'11.03.2019 all'organismo ENDASFORM Molise sono stati già approvati n. 4
edizioni del corso di cui trattasi di cui, peraltro, n. 3 edizioni non ancora avviate, la
richiesta avanzata non è ammissibile.

Con Deliberazione n. 416 del 3.08.2015 e ss.mm. e ii. la Giunta Regionale ha


disposto, tra l'altro, di limitare, per il corso di "Operatore Socio Sanitario" le
Istituto Politecnico Operatore Socio Via Tremiti, 5 Termoli
4 1000 25 Qualifica autorizzazioni a numero 4 edizioni per anno. Tenuto conto che con DGR n. 77 Paco Manes
Keplero Sanitario (O.S.S.) (CB)
dell'11.03.2019 all'organismo Keplero sono stati già approvati n. 4 edizioni del
corso di cui trattasi, la richiesta avanzata non è ammissibile.

3 di 3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14505
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14506
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14507
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14508
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14509
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14510
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14511
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14512
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14513
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14514
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14515
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14516
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14517
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14518
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14519
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14520
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14521
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14522
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14523
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14524
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14525
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14526
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14527
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14528
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14529
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14530
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14531
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14532
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14533
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14534
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14535
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14536
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14537
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14538
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14539
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14540
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14541
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14542
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14543
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14544
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14545
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14546
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14547
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14548
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14549
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14550
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14551
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14552
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14553
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14554
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14555
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14556
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14557
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14558
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14559
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14560
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14561
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14562
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14563
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14564
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14565
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14566
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14567
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14568
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14569
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14570
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14571
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14572
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14573
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14574
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14575
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14576
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14577
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14578
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14579
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14580
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14581
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14582
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14583
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14584
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14585
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14586
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14587
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14588
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14589
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14590
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14591
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14592
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14593
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14594
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14595
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14596
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14597
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14598
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14599

REGIONE MOLISE
POR FESR-FSE 2014-2020

SCHEDA DI SINTESI PROGETTUALE


ALLEGATO B

alla Determina di concessione del finanziamento


degli interventi finanziati dal POR FESR FSE 2014-2020
Contratti Pubblici di beni e servizi
G.1 Matese Map
“Il sistema informativo territoriale associato per la gestione
del territorio dei comuni dell’area del Matese”

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14600
SEZIONE A -ASPETTI GENERALI

A.1 – TIPOLOGIA DI SOGGETTO PROPONENTE

1. Denominazione: COMUNE DI SAN GULIANO DEL SANNIO

2. Indirizzo: PIAZZA DELLA LIBERTA’ N. 21 – 86010 SAN GIULIANO DEL SANNIO (CB)

3. Titolo del progetto: MATESE MAP, IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ASSOCIATO PER LA GESTIONE
DEL TERRITORIO DEI COMUNI DELL’AREA DEL MATESE

4. Importo complessivo € 189.930,00

Di cui € 189.930,00 a carico del POR FESR-FSE 2014-2020 e € 0 di cofinanziamento a carico dell’Ente

5. Telefono: 0874.79.204 Fax: 0874.79566 E- mail: ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it

6. Localizzazione intervento: Comune SAN GULIANO DEL SANNIO Provincia: CAMPOBASSO

7. Linea d’intervento del progetto:

ASSE II
AZIONE 2.2.1
TITOLO INTERVENTO: SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI E-GOVERNMENT
INTEROPERABILI, INTEGRATI (JOINED-UP SERVICE) E PROGETTATI CON CITTADINI E IMPRESE, SOLUZIONI
INTEGRATE PER LE SMART CITIES AND COMMUNITIES (NON INCLUSE NELL’OT4)

Riferimenti dell’operazione:

CUP: E11D19000030002

Responsabile Unico del Procedimento di cui all’art. 31 D. L.vo n. 50/2016:

Cognome e Nome FRATANGELO NICOLA Tel.087479204 fax …………… e-mail


nicola.fratangelo@tin.it – ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it cell
3383018257

Codice Identificativo della Gara di appalto lavori (CIG): ………………………..

Referente interno all'Amministrazione Comunale: DOTT. ING. NICOLA FRATANGELO

Tel 087479204; e-mail nicola.fratangelo1@gmail.com; mail PEC


ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it;

Cell 3383018257;

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14601
SEZIONE B - FATTIBILITA’ TECNICO-AMMINISTRATIVA

B.1 – TIPOLOGIA DI INTERVENTO

Interventi di …………………………………….(es….. Interventi di organizzazione turistica


integrata tra operatori pubblici e privati per creare strumenti di rete ecc….);

Intervento per la realizzazione di una Sistema Informativo Territoriale che costituirà la piattaforma
software per l’implementazione di servizi di pianificazione, gestione e valorizzazione del territorio dei
Comuni dell’Area del Matese

Identificazione degli interventi


L’INTERVENTO PREVEDE LA REALIZZAZIONE DI UN PIATTAFORMA TECNOLOGICA, DENOMINATA “MATESEMAP”,
FINALIZZATA ALLO SVILUPPO DI SERVIZI PER LA PIANIFICAZIONE, LA GESTIONE E LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO
DELL’INTERA AREA DEL MATESE.

LA PIATTAFORMA SARÀ POSTA A DISPOSIZIONE DEGLI UFFICI TECNICI DEI COMUNI DELL’AREA DEL MATESE, CHE
POTRANNO AVVALERSI DI UN SISTEMA TECNOLOGICAMENTE AVANZATO PER L’IMPLEMENTAZIONE DEI
PROCEDIMENTI DI GESTIONE DEL TERRITORIO, DELLE AMMINISTRAZIONI COMUNALI, CHE POTRANNO
IMPLEMENTARE POLITICHE DI VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO, NONCHÉ DEI CITTADINI, DEI PROFESSIONISTI E
DELLE IMPRESE A FAVORE DEI QUALI SI PROCEDERÀ VERSO IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI OFFERTI.

GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DI MATESEMAP SONO RAPPRESENTATI DA UNA BASE DI DATI (GEODATABASE), CHE SARÀ
REALIZZATA CON TECNOLOGIA GIS (GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM), E DA UNA COMPONENTE SOFTWARE PER
L’INTERFACCIAMENTO UTENTE, CHE SARÀ REALIZZATA CON TECNOLOGIA WEB ORIENTED.

IL SISTEMA INFORMATIVO, NELLE SUE COMPONENTI SOFTWARE, SARÀ OSPITATO ALL’INTERNO DI UNA SERVER FARM
DI UN CLOUD SERVICE PROVIDER (CSP) CERTIFICATO CHE FORNIRÀ UN SERVIZIO DI TIPO INFRASTRUCTURE AS A
SERVICE (IAAS).

LE ATTIVITÀ DI REALIZZAZIONE DI MATESEMAP AVRANNO LUOGO PRESSO I LABORATORI DELL’IMPRESA


APPALTATRICE CHE DOVRÀ DAR LUOGO:
- ALL’ANALISI, DI DETTAGLIO, DELLO STATO DELL’ARTE DELLE BANCHE DATI (ANAGRAFE, STRADARIO
COMUNALE, TOPONOMASTICA, NUMERAZIONE CIVICA, ICI, TARSU, COMMERCIO, SUAP, ETC.) PRODOTTE DAI
SOFTWARE GESTIONALI IN USO PRESSO LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI CHE COSTITUISCONO L’AREA DEL
MATESE;
- ALLA PROGETTAZIONE E SUCCESSIVA REALIZZAZIONE DELLA BASE DI DATI CHE COSTITUIRÀ IL MODELLO
RAPPRESENTATIVO DEL CONTESTO TERRITORIALE;
- AL POPOLAMENTO/DATA ENTRY DI TALE MODELLO RAPPRESENTATIVO CON I DATI REALI DESCRIVENTI IL
TERRITORIO;
- ALLO SVILUPPO DELLE PROCEDURE PER L’INTEGRAZIONE CON I SOFTWARE DI GESTIONE UTILIZZATI
ALL’INTERNO DEI COMUNI DELL’AREA DEL MATESE;
- ALLO SVILUPPO, CON TECNOLOGIA WEB ORIENTED, DELL’INTERFACCIA UTENTE CHE ESPORTERÀ
FUNZIONALITÀ UTILI ALLA INTERROGAZIONE E ALLA MANIPOLAZIONE DEI DATI;
- AI TEST INTERNI PER LA VERIFICA DEL CORRETTO FUNZIONAMENTO DELLA PIATTAFORMA;
- AL DEPLOYMENT DELLA PIATTAFORMA;

IL DEPLOYMENT DELLA PIATTAFORMA AVRÀ LUOGO SUI SOLI SISTEMI DEL CSP. NON SARÀ NECESSARIO DAR LUOGO
AD ATTIVITÀ DI INSTALLAZIONE SOFTWARE PRESSO GLI UFFICI DEI COMUNI INTERESSATI IN QUANTO L’APPLICAZIONE,
ESSENDO REALIZZATA CON TECNOLOGIA WEB ORIENTED, SARÀ FRUIBILE PER IL TRAMITE DELLA CONNESSIONE
INTERNET ATTRAVERSO I PIÙ COMUNI SOFTWARE PER LA NAVIGAZIONE (BROWSER WEB).

RAPPRESENTERANNO INFINE ATTIVITÀ A CARICO DELL’IMPRESA APPALTATRICE:

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14602
- LA FORMAZIONE DEL PERSONALE, CHE DOVRÀ ESSERE FINALIZZATA A GARANTIRE L’AUTONOMA GESTIONE
DELLA PIATTAFORMA SOFTWARE DA PARTE DEGLI UFFICI TECNICI DEI COMUNI;
- IL SUPPORTO OPERATIVO DURANTE LA FASE DI DISSEMINAZIONE DEL PROGETTO.

DATA LA NATURA DELL’INTERVENTO L’APPLICAZIONE DEL PRINCIPIO DI DECOMPOSIZIONE MODULARE NON


CONDUCE ALLA IDENTIFICAZIONE DI PIÙ SOTTOSISTEMI FUNZIONALMENTE INDIPENDENTI. NON SARÀ POSSIBILE
PERTANTO PROCEDERE NELLA PROGETTAZIONE PER LOTTI FUNZIONALI COSÌ COME DEFINITI DALL’ART. 3, COMMA 1,
LETTERA QQ DEL D.LGS. 50/2016 RECANTE “CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI”.

Conformità normativa
LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO NON RICHIEDE AUTORIZZAZIONI O NULLA OSTA DA PARTE DI ENTI PREPOSTI.

LA PIATTAFORMA SOFTWARE CHE SI ANDRÀ A REALIZZARE DOVRA ESSERE CONFORME ALLE DIRETTIVE DI CUI:
- ALL’ALLEGATO N. 2 DELLE LINEE GUIDA PER LO SVILUPPO DEL SOFTWARE SICURO PUBBLICATE DALL’AGID IN
HTTPS://WWW.AGID.GOV.IT/IT/SICUREZZA/CERT-PA/LINEE-GUIDA-SVILUPPO-DEL-SOFTWARE-SICURO
- ALLE LINEE GUIDA SULL’ACQUISIZIONE E IL RIUSO DEL SOFTWARE NELLA PA DEL 09 MAGGIO 2019, PUBBLICATE
DALL’AGID IN HTTPS://WWW.AGID.GOV.IT/SITES/DEFAULT/FILES/REPOSITORY_FILES/LG-ACQUISIZIONE-E-RIUSO-
SOFTWARE-PER-PA-DOCS_PUBBLICATA.PDF
L’INFRASTRUTTURA CLOUD CHE OSPITERÀ LA PIATTAFORMA SOFTWARE DOVRÀ ESSERE CONFORME A QUANTO
SPECIFICATO DALL’AGID NELLE CIRCOLARI N. 2 E N. 3 DEL 9 APRILE 2018.

B.2 – LIVELLO DI PROGETTAZIONE

L'operazione proposta è composta da più lotti funzionali:


SI NO
Specificare numero di lotti: ……………..
Denominazione Lotto 1: ………………………………………………………………………..
Denominazione Lotto 2: ………………………………………………………………………..
Denominazione Lotto n: ………………………………………………………………………..

Livello di progettazione unico (Art. 23, co. 14 e 15 del D. L.vo n. 50/2016)


Documentazione tecnica del progetto esecutivo:
Upload - relazione tecnico-illustrativa del contesto in cui è inserito il servizio;

Upload - documentazione inerente indicazioni e disposizioni per la stesura dei documenti inerenti alla
sicurezza di cui all'articolo 26, comma 3, del decreto legislativo n. 81 del 2008;

Upload - documentazione contenente il calcolo degli importi per l'acquisizione dei servizi, con indicazione
degli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso;

Upload - prospetto economico degli oneri complessivi necessari per l'acquisizione dei servizi;

Upload - capitolato speciale descrittivo e prestazionale, comprendente le specifiche tecniche,


l'indicazione dei requisiti minimi che le offerte devono comunque garantire e degli aspetti che possono
essere oggetto di variante migliorativa e conseguentemente, i criteri premiali da applicare alla valutazione

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14603
delle offerte in sede di gara, l'indicazione di altre circostanze che potrebbero determinare la modifica delle
1
condizioni negoziali durante il periodo di validità, fermo restando il divieto di modifica sostanziale .

Upload - Atto deliberativo del soggetto richiedente di approvazione del progetto

1
Per i servizi di gestione dei patrimoni immobiliari, ivi inclusi quelli di gestione della manutenzione e della
sostenibilità energetica, i progetti devono riferirsi anche a quanto previsto dalle pertinenti norme tecniche .

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14604
SEZIONE C) – CONTENUTI DELL’OPERAZIONE

e
C.1- CONTENUTI STRATEGICI

Grado di integrazione dell'operazione


GLI OBIETTIVI DELL’INTERVENTO, TESI A VALORIZZARE IL TERRITORIO NONCHÉ A GARANTIRE IL MIGLIORAMENTO
DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI OFFERTI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE A FAVORE DI CITTADINI, PROFESSIONISTI ED
IMPRESE, SONO COMPATIBILI CON I CONTENUTI DEL DOCUMENTO DI STRATEGIA NAZIONALE DELLE AREE INTERNE
SVILUPPATO NELL’AMBITO DEL PROGRAMMA DI INTERVENTO SNAI (STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE) CON IL
SUPPORTO DEL COMITATO AREE INTERNE, LA REGIONE MOLISE ED I RAPPRESENTANTI DELLE AMMINISTRAZIONI
LOCALI.

IN TALE DOCUMENTO È, INFATTI, INDIVIDUATA QUELLA DEL MATESE COME AREA DI INTERVENTO PER LA
REALIZZAZIONE, ANCHE DI SERVIZI DELLA TECNOLOGIA E DELL’INFORMAZIONE, FINALIZZATI AL RILANCIO DEL
TERRITORIO ED AL CONTRASTO DELLO SPOPOLAMENTO CON AZIONI ORIENTATE A RAFFORZARE IL BENESSERE DELLA
POPOLAZIONE LOCALE ED I FATTORI DI SVILUPPO LOCALE.

Caratteristiche del progetto (Descrivere le caratteristiche dell'operazione in termini di qualità


dell'opera, dei suoi costi e prestazioni) – max 2000 caratteri

NON APPLICABILE

C.2 - CONTENUTI SPECIFICI PER L'AZIONE

Coerenza con gli strumenti di programmazione


L’INTERVENTO SI PONE COME OBIETTIVO LA REALIZZAZIONE DI UNA SOLUZIONE TECNOLOGICA CHE IMPLEMENTERÀ
PROCEDURE DI E-GOV ORIENTATE ALLA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ED AL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI
OFFERTI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE A FAVORE DI CITTADINI, IMPRESE E PROFESSIONISTI.
IN TAL SENSO SARÀ REALIZZATO UN SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE CHE RIPRODURRÀ LE AREE DI INTERESSE
TURISTICO E PROMUOVERÀ LA RELATIVA PROPOSTA TURISTICA ATTRAVERSO STRUMENTI DI RAPPRESENTAZIONE
VIRTUALE.
SARANNO INOLTRE REALIZZATI SERVIZI A SUPPORTO DELLA GESTIONE DEGLI EVENTI DI PROTEZIONE CIVILE DELL’AREA
(CENSIMENTO ED UBICAZIONE MEZZI, AREE DI RACCOLTA IN CASO DI EVENTI, CENSIMENTO DI IMMOBILI PUBBLICI
SENSIBILI A CALAMITÀ), NONCHÉ SERVIZI TESI A SEMPLIFICARE, ATTRAVERSO L’APPLICAZIONE DI METODI DI
AUTOMATIZZAZIONE, I PROCEDIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE HANNO COME RIFERIMENTO LA
GESTIONE DEL TERRITORIO.

Requisiti specifici
IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE RAPPRESENTERÀ IL CONTENITORE DI SERVIZI ORIENTATI ALLA
VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ED AL MIGLIORAMENTO DEI SERVIZI OFFERTI DALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
A FAVORE DI CITTADINI, IMPRESE E PROFESSIONISTI.
NELL’AMBITO DEL PRESENTE INTERVENTO SI PROCEDERÀ ALLA RIPRODUZIONE SU MAPPA, ATTRAVERSO STRUMENTI
DI RAPPRESENTAZIONE VIRTUALE, DEI TRATTURI E DEI PERCORSI NATURALISTICI PRESENTI NELL’AREA DEL MATESE,
NONCHE’ DELLE PISTE DELLA STAZIONE SCIISTICA E DEI PERCORSI MOTOSLITTA SITUATI IN LOCALITA’ CAMPITELLO
MATESE.

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14605
SARÀ QUINDI REALIZZATA UNA AREA TEMATICA IL CUI ACCESSO SARA’ PUBBLICO, OSSIA APERTO A QUALSIASI
SOGGETTO ATTRAVERSO LA RETE INTERNET, ED ATTRAVERSO ESSA IL TURISTA POTRA’ VALUTARE, GIÀ DA REMOTO, LA
PROPOSTA TURISTICA DEL TERRITORIO ED ORGANIZZARE IL PROPRIO PERCORSO DI VISITA.
SARANNO ALTRESÌ REALIZZATI SERVIZI TESI A SEMPLIFICARE, ATTRAVERSO L’APPLICAZIONE DI METODI DI
AUTOMATIZZAZIONE, I PROCEDIMENTI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE CHE HANNO COME RIFERIMENTO LA
GESTIONE DEL TERRITORIO ED OFFERTI A CITTADINI, PROFESSIONISTI ED IMPRESE
SARANNO REALIZZATI SERVIZI DI GESTIONE DEGLI EVENTI DI PROTEZIONE CIVILE DELL’AREA: CENSIMENTO ED
UBICAZIONE MEZZI, AREE DI RACCOLTA IN CASO DI EVENTI, CENSIMENTO DI IMMOBILI PUBBLICI SENSIBILI A
CALAMITÀ. SARÀ INOLTRE IMPLEMENTATO UN SISTEMA DI GESTIONE DELLE SCIA CHE PERMETTERÀ AI
PROFESSIONISTI, AI TITOLARI DELLE ABITAZIONI ED AI TECNICI DEGLI UFFICI COMUNALI DI GESTIRE
TELEMATICAMENTE LE FASI CHE COSTITUISCONO IL PROCEDIMENTO DI SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ.
NEL COMPLESSO, SARANNO PERTANTO SVILUPPATE AZIONI IL CUI RISULTATO ATTESO È RAPPRESENTATO DALLA
DIGITALIZZAZIONE DEI PROCESSI AMMINISTRATIVI E DALLA DIFFUSIONE DI SERVIZI DIGITALI INTERATTIVI.

C.2.1 - Indicatori di output

ASSE II - AZIONE 2.2.1 - SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI E-


GOVERNMENT INTEROPERABILI, INTEGRATI (JOINED-UP SERVICE) E PROGETTATI CON CITTADINI E
IMPRESE, SOLUZIONI INTEGRATE PER LE SMART CITIES AND COMMUNITIES (NON INCLUSE NELL’OT4)

Unità di Valore previsto per la


Indicatore Valore target
misura presente operazione
REALIZZAZIONE DEL GEODATABASE E
DIGITALIZZAZIONE DELLA DOTAZIONE N. 1 1
CATOGRAFICA DEI COMUNI
REALIZZAZIONE DEGLI APPLICATIVI N. 1 1
DEPLOYMENT DELL’APPLICAZIONE SI SI
ATTIVITÀ DI DISSEMINAZIONE DEL PROGETTO SI SI
COMUNI CON SERVIZI PIENAMENTE
% 6,30 100
INTERATTIVI

Contributo agli obiettivi specifici dell'azione


L’INTERVENTO CONCORRE AL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI SPECIFICI DELL’AZIONE 2.2.1 SOLUZIONI
TECNOLOGICHE PER LA REALIZZAZIONE DI SERVIZI DI E- GOVERNMENT INTEROPERABILI, INTEGRATI (JOINED-UP
SERVICE) E PROGETTATI CON CITTADINI E IMPRESE, SOLUZIONI INTEGRATE PER LE SMART CITIES AND COMMUNITIES
(NON INCLUSE NELL’OT4)

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14606
SEZIONE D) – CRONOPROGRAMMA E CANTIERABILITA'

D.1 – PROGRAMMAZIONE DELLE OPERE (Art. 21 D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii.)

Operazione inserita nel Programma biennale di forniture e servizi


SI NO
dell’Ente

Anni di riferimento del Programma biennale di forniture e servizi

Estremi atto di approvazione del Programma biennale di forniture


e servizi

Riferimento dell'operazione nel Programma biennale di forniture


e servizi

Riferimento dell'operazione nell’elenco annuale

Upload - Atto di approvazione Programma triennale dei lavori pubblici con evidenza dell’avvenuto
inserimento dell'operazione nel Programma ed eventualmente nel relativo Elenco annuale.

D.2 - QUADRO DI SINTESI DEGLI EVENTUALI ATTI AMMINISTRATIVI NECESSARI ALL'AVVIO E ALLA
REALIZZAZIONE DELL’OPERAZIONE DI COMPETENZA DI ENTI TERZI (SE PERTINENTE)

Soggetto Da emanare
Atto Emanato
competente (data prevista)

Si prevede il ricorso alla Conferenza di servizi:

SI

NO

Se SI, indicare la data prevista e gli Enti coinvolti

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14607
D.3 - CRONOPROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELL'OPERAZIONE

Upload - Cronoprogramma dettagliato dell'operazione (Diagramma di Gantt, file .pdf sottoscritto


digitalmente)

Cronoprogramma di sintesi dell’operazione con cadenza trimestrale:

(2)
2 trim 2019

3 trim 2019

4 trim 2019

1 trim 2020

2 trim 2020

3 trim 2020

4 trim 2020

1 trim 2021

2 trim 2021

3 trim 2021

4 trim 2021
Operazione

oltre
PB

AP

EF

CO

ES
(2)
Le operazioni ammesse a finanziamento devono concludersi entro il 31.12.2020

Legenda:

Progetto di beni e servizi (PB)

Procedure per l’aggiudicazione dell’appalto (AP)

Esecuzione del contratto fornitura di beni e servizi (EF)

Collaudo o verifica di conformità (CO)

In esercizio (ES)

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14608
SEZIONE E) – DATI ECONOMICO-FINANZIARI

E.1 – PIANO DI INVESTIMENTO

ACQUISIZIONE DI UNA PIATTAFORMA SOFTWARE PER LO SVILUPPO DI SERVIZI ORIENTATI ALLA DIGITALIZZAZIONE DEI
PROCESSI AMMINISTRATIVI ED ALLA DIFFUSIONE DI SERVIZI DIGITALI INTERATTIVI CORREDATA:
- DA UN’AREA TEMATICA PER LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO CHE RIPRODURRÀ SU MAPPA, CON
STRUMENTI DI RAPPRESENTAZIONE VIRTUALE, I TRATTURI ED I PERCORSI NATURALISTICI PRESENTI
NELL’AREA DEL MATESE, NONCHE’ DELLE PISTE DELLA STAZIONE SCIISTICA E DEI PERCORSI MOTOSLITTA
SITUATI IN LOCALITA’ CAMPITELLO MATESE;
- DA UN SERVIZIO PER LO SVILUPPO E LA SUCCESSIVA PUBBLICAZIONE SU MAPPA DEGLI ELEMENTI CHE
COSTITUISCONO IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE;
- DA UN SERVIZIO PER LA GESTIONE DEI PIANI REGOLATORE;
- DA UN SERVIZIO ORIENTATO A FORNIRE AL CITTADINO INFORMAZIONI SUGLI ONERI TRIBUTARI CHE
INCIDONO SULLE SUE PROPRIETÀ.
- DA UN SISTEMA DI GESTIONE DELLE SCIA.

E.1.1 – Quadro economico

QUADRO ECONOMICO DELL'OPERAZIONE


Servizi e forniture € 140.500,00

Oneri di sicurezza € 2.500,00

A - Totale Servizi e forniture € 143.000,00

Spese di progettazione e direzione dell’esecuzione € 10.000,00

IVA sui servizi e forniture € 31.460,00

IVA su progettazione e direzione dell’esecuzione € 2.200,00

Spese generali € 3.270,00

Imprevisti 0

B - Totale somme a disposizione € 46.930,00


Totale quadro economico (A+B) € 189.930,00

E.1.2 – Piano generale dei costi di investimento

Imponibile IVA(3) Importo TOTALE


COSTI DI INVESTIMENTO
[A] (quota NON detraibile) [C] =[A + B]
FORNITURE DI BENI E SERVIZI 143.000,00 31.460,00
[B] 174.460,00
ALTRE SOMME A DISPOSIZIONE 13.270,00 2.200,00 15.470,00
TOTALE (T1) 156.270,00 33.660,00 189.930,00
Altri costi previsti nel quadro economico (NON FINANZIABILI)

10

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14609
IVA recuperabile relativa a costi ammissibili
Spese generali
Spese ed opere in economia (IVA inclusa)
Imprevisti
Spese tecniche
Altro……………………(IVA inclusa)
TOTALE ALTRI COSTI PREVISTI NEL QUADRO ECONOMICO (T2) 0,00
TOTALE QUADRO ECONOMICO (T3 = T1 + T2) 189.930,00
(3)
L'IVA rappresenta un costo ammissibile se non recuperabile dall'Ente richiedente, ovvero parzialmente ammissibile se l'Ente è in regime di pro-
rata.

E.1.3 – Riepilogo investimento (tabella da riempire solo se pertinente)

SPESE DI INVESTIMENTO

Investiment
Investimento TOTALE
Tipologie di spese o NON
AMMISSIBILE INVESTIMENTO
ammissibile
Tipologia T1 189.930,00 0,00 189.930,00
Totale altri costi (T2) 0,00 0,00
Totale
QUADRO ECONOMICO 189.930,00 0,00 189.930,00
(T3)

(tabella da riempire solo se pertinente)


COFINANZIAMENTO

Cofinanziamento richiesto per l'operazione (se pertinente) 0,00 %

Entrate nette (Indicare se, dopo il completamento dell'operazione, sono previsti flussi finanziari in
entrata pagati direttamente dagli utenti per i beni e/o servizi offerti dall’operazione – ad esempio:
tariffe per l’utilizzo della struttura, locazione di terreni o immobili, pagamenti per servizi) – max 2000
caratteri

E.1.4 - Piano temporale di spesa

Fornire il cronoprogramma delle spese che si prevede di sostenere per la realizzazione


dell'operazione.

Annualità 2019 2020 2021 2022 oltre TOTALE


Spesa
prevista 15.000,00 174.930,00 189.930,00

11

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14610
SEZIONE UPLOAD

Upload – Eventuali altri documenti ritenuti utili (specificare………………………….)

CRONOPROGRAMMA REALIZZAZIONE
Data inizio fase Data fine fase Soggetto
Progettazione livello competente
Progettista
unico di beni e servizi ed Agosto 2019 Ottobre 2019
approvazione RUP

Aggiudicazione dei beni e


Novembre 2019 Dicembre 2019 RUP
servizi
Esecuzione del contratto
Gennaio 2020 Settembre 2020 Ditta appaltatrice
fornitura di beni e servizi
Direttore Esecuz.
Verifica di conformità Ottobre 2020 Novembre 2020 Ditta appaltatrice
RUP
Durata complessiva
Agosto 2019 Novembre 2020
dell’intervento

SINTETICA DESCRIZIONE TECNICA DELL’INTERVENTO

(lavori, forniture e/o servizi dell’intervento da realizzare, con riferimento specifico alle
tipologie previste….

L’INTERVENTO HA COME OBIETTIVO LA CREAZIONE DI UN SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE (SIT), CHE OPERI
SULL’INTERO TERRITORIO CHE COSTITUISCE L’AREA DEL MATESE E FAVORISCA, COINVOLGENDO I COMUNI AD ESSA
APPARTENENTI, UNA GESTIONE ASSOCIATA DEL TERRITORIO.

L’INTERVENTO RAPPRESENTERA’ UNA FORNITURA DI BENI E SERVIZI.

RIENTRERA’ NELLA PRIMA FATTISPECIE LA FORNITURA DELLA PIATTAFORMA SOFTWARE, MATESEMAP, CHE
IMPLEMENTERÀ LE FUNZIONALITÀ PROPRIE DI UN SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE.

MATESEMAP IMPLEMENTERA’ FUNZIONALITÀ DI LOCATION INTELLIGENCE, NONCHE’ DI CONSULTAZIONE, DI


ANALISI E DI INCROCIO DEI DATI TERRITORIALI.

ESSA DESCRIVERÀ GLI ELEMENTI DEL TERRITORIO MEDIANTE INFORMAZIONI DI TIPO GEOMETRICO, TOPOLOGICO
ED INFORMATIVO CHE SARANNO RACCOLTE IN UN GEODATABASE, CHE RAPPRESENTERA’ QUELLA BASE DELLE
CONOSCENZE SULLA QUALE SARANNO SVILUPPATI I SERVIZI A SUPPORTO DELLA PIANIFICAZIONE E LA GESTIONE
DEL TERRITORIO, I SERVIZI UTILI PER LA PROMOZIONE DEL TERRITORIO, NONCHE’ I SERVIZI DIGITALI A FAVORE DEL
CITTADINO, DEI PROFESSIONISTI E DELLE IMPRESE.

IL GEODATABASE CONTERRA’ PERTANTO I DATI RAPPRESENTATIVI DELL’INTERO TERRITORIO DELL’AREA DEL


MATESE, CHE SARÀ RAPPRESENTATO ATTRAVERSO UN APPROCCIO VISUALE MEDIANTE L’UTILIZZO DI MAPPE ED
ELEMENTI GEOMETRICI AL FINE DI GARANTIRE UNA MAGGIORE INTERPRETABILITÀ DEI DATI RISPETTO AD UNA
RAPPRESENTAZIONE DI TIPO TABELLARE CON CONTENUTO ESCLUSIVAMENTE TESTUALE.

12

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14611
SARANNO IMPLEMENTATI SERVIZI ORIENTATI ALLA GESTIONE DEL TERRITORIO ED A TAL FINE SARANNO
SVILUPPATE PROCEDURE AUTOMATIZZATE UTILI PER:
- LO SVILUPPO E LA SUCCESSIVA PUBBLICAZIONE SU MAPPA DEGLI ELEMENTI CHE COSTITUISCONO IL PIANO
DI PROTEZIONE CIVILE;
- LA GESTIONE DEI PIANI REGOLATORE;
- FORNIRE AL CITTADINO INFORMAZIONI SUGLI ONERI TRIBUTARI CHE INCIDONO SULLE SUE PROPRIETÀ.

MATESEMAP SARA’ INOLTRE CARATTERIZZATA DA UNA AREA TEMATICA DEDICATA ALLA PROMOZIONE TURISTICA
DEL TERRITORIO, ALL’INTERNO DELLA QUALE SARANNO RAPPRESENTATI SU MAPPA I TRATTURI ED I PERCORSI
NATURALISTICI PRESENTI NELL’AREA DEL MATESE, NONCHE’ LE PISTE DELLA STAZIONE SCIISTICA ED I PERCORSI
MOTOSLITTA SITUATI IN LOCALITA’ CAMPITELLO MATESE.
L’ACCESSO ALL’AREA DEDICATA ALLA PROMOZIONE TURISTICA SARA’ PUBBLICO, OSSIA APERTO A QUALSIASI
SOGGETTO ATTRAVERSO LA RETE INTERNET. IL TURISTA INTERESSATO POTRA’ COSI’ VALUTARE, GIÀ DA REMOTO,
LA PROPOSTA TURISTICA DEL TERRITORIO E STABILIRE UN PROPRIO PERCORSO DI VISITA.

MATESEMAP IMPLEMENTERA’ INFINE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLE SCIA, UN SERVIZIO DI E-GOV FINALIZZATO A
MIGLIORARE I SERVIZI OFFERTI AL CITTADINO, CHE PERMETTERÀ AI PROFESSIONISTI, AI TITOLARI DELLE ABITAZIONI
ED AI TECNICI DEGLI UFFICI COMUNALI DI GESTIRE TELEMATICAMENTE LE FASI CHE COSTITUISCONO IL
PROCEDIMENTO DI SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITÀ.

AL FINE DI GARANTIRE LA MASSIMA FRIUBILITÀ DEL SISTEMA, MATESEMAP SARÀ DOTATA DI UN LIVELLO ALTO DI
VERSATILITÀ CHE PERMETTERÀ LA FORMULAZIONE DA PARTE DELL’UTENTE DI INTERROGAZIONI COMPOSITE CHE
CONSENTIRANNO UNA RICERCA AFFINATA CHE ASSECONDERÀ LE MOLTEPLICI ESIGENZE DEGLI UTENTI FINALI E
PERMETTERÀ LA CONSULTAZIONE INTEGRATA CON I DATI (ANAGRAFE COMUNALE, TRIBUTI, ETC.) PRODOTTI DAI
SOFTWARE GESTIONALI IN USO PRESSO GLI UFFICI COMUNALI.

L’INTERFACCIA UTENTE DI MATESEMAP SARÀ SVILUPPATA CON TECNOLOGIA WEB ORIENTED. VERRÀ PERTANTO
REALIZZATO UN PORTALE CHE SARÀ ATTESTATO SU UN INDIRIZZO PUBBLICO E STATICO, ACCESSIBILE ATTRAVERSO
LA RETE INTERNET E FRUIBILE ATTRAVERSO I COMUNI SOFTWARE DI NAVIGAZIONE (WEB BROWSER).

IL PORTALE SARÀ OSPITATO SU UN CLOUD DI TIPO IAAS FORNITO DA UN CSP CERTIFICATO.

RIENTRERANNO NELLA FATTISPECIE DELLA FORNITURA DI SERVIZI, LE SEGUENTI ATTIVITÀ CHE SARANNO EROGATE
DALLA DITTA APPALTATRICE:
- FORMAZIONE DEL PERSONALE, CHE DOVRÀ ESSERE FINALIZZATA A GARANTIRE L’AUTONOMA GESTIONE
DELLA PIATTAFORMA SOFTWARE DA PARTE DEGLI UFFICI TECNICI DEI COMUNI;
- IL SUPPORTO OPERATIVO DURANTE LA FASE DI DISSEMINAZIONE DEL PROGETTO;
- L’IMPORTAZIONE DELLA DOTAZIONE CARTOGRAFICA DEI COMUNI DELL’INTERA AREA DEL MATESE;
- IL DEPLOYMENT DELL’APPLICAZIONE

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA

NESSUNA

COERENZA CON GLI OBIETTIVI DEL POR FESR-FSE 2014-2020

operazione inclusa nelle x SI


procedure relative all'asse
II
□ NO
L’intervento è coerente con l’azione 2.1.1 del POR FESR MOLISE 2014-2020 in
quanto esso è finalizzato a realizzare una piattaforma tecnologica che favorisce
l’associazione, in termini operativi, dei Comuni dell’Area del Matese e permetterà
13

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14612
l’implementazione di servizi di e-Gov:
- che supporteranno gli uffici tecnici dei Comuni dell’Area del Matese nei
procedimenti di pianificazione e gestione del proprio territorio, migliorando
l’efficienza dei servizi;
- utili per lo sviluppo di politiche per la valorizzazione del territorio;
orientati a migliorare la qualità dei servizi offerti dalla P.A. verso cittadini,
professionisti e imprese.

Le informazioni contenute nella presente scheda sono attestate dal Responsabile Unico del Provvedimento:

Data ________________ Il R.U.P._______________________________


Documento sottoscritto digitalmente

14

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14613
SEZIONE F) – DICHIARAZIONI OBBLIGATORIE

MODULO 1 – Dichiarazione relativa al regime IVA in cui opera il soggetto richiedente

Il/La sottoscritto/a CODAGNONE ANGELO nato/a a LANCIANO (CH) il 29.08.1951 CF


CDGNGL51M29E435Q tel 087479204 fax ………………… e-mail
ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it, in qualità di legale
rappresentante dell’Ente Comune di San Giuliano del Sannio (CB), avente sede legale nel
Comune di San Giuliano del Sannio Piazza Libertà e n. 21 CAP 86010 Provincia CB,
Partita IVA 00222840704 – Codice Fiscale 80001610700, consapevole delle
responsabilità penali, derivanti dal rilascio di dichiarazioni mendaci, di formazione o uso di
atti falsi, e della conseguente decadenza dai benefici concessi sulla base di una
dichiarazione non veritiera, richiamate dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445 del 28 dicembre
2000, in merito alla operazione denominata POR FESR-FSE 2014-2020 ed inserita nel
Progetto di ASSE II -AZIONE 2.2.1 denominato Soluzioni tecnologiche per la
realizzazione di servizi di e-government interoperabili, integrati (joined-up service) e
progettati con cittadini e imprese, soluzioni integrate per le smart cities and communities
(non incluse nell’OT4), proposta dall’Ente sopra identificato
DICHIARA

che i costi di investimento relativi all’intervento sopra identificato sono comprensivi di IVA,
in quanto la stessa è totalmente indetraibile e risulta pertanto realmente e definitivamente
sostenuta dall’Ente sopra identificato;

che i costi di investimento relativi all’intervento sopra identificato sono comprensivi di IVA
nella percentuale del ………..% per effetto dell’applicazione del pro-rata di detraibilità (come
risultante dall’ultima dichiarazione IVA presentata dall’Ente sopra identificato), per un totale di €
…………………..,00;

che i costi di investimento relativi all’intervento sopra identificato NON sono comprensivi di
IVA, in quanto la stessa è totalmente detraibile da parte dall’Ente sopra identificato.

Documento sottoscritto digitalmente

15

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14614
MODULO 2 – Dichiarazione relativa alla qualità di legale rappresentante ed alla situazione finanziaria
dell'Ente

Il/La sottoscritto/a CODAGNONE ANGELO nato/a a LANCIANO (CH) il 29.08.1951 CF


CDGNGL51M29E435Q tel 087479204 fax ………………… e-mail
ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it, in qualità di legale rappresentante
dell’Ente Comune di San Giuliano del Sannio (CB), avente sede legale nel Comune di San
Giuliano del Sannio Piazza Libertà e n. 21 CAP 86010 Provincia CB, Partita IVA 00222840704 –
Codice Fiscale 80001610700, consapevole delle responsabilità penali, derivanti dal rilascio di
dichiarazioni mendaci, di formazione o uso di atti falsi, e della conseguente decadenza dai benefici
concessi sulla base di una dichiarazione non veritiera, richiamate dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445
del 28 dicembre 2000, in merito alla operazione denominata POR FESR-FSE 2014-2020 ed
inserita nel Progetto di ASSE II -AZIONE 2.2.1 denominato Soluzioni tecnologiche per la
realizzazione di servizi di e-government interoperabili, integrati (joined-up service) e progettati con
cittadini e imprese, soluzioni integrate per le smart cities and communities (non incluse nell’OT4),
proposta dall’Ente sopra identificato

DICHIARA
di ricoprire la carica di Sindaco dell’Ente Comune di San Giuliano del Sannioa far data dal

01.06.2015 per effetto di verbale delle operazioni elettorali del 01.06.2015 e di averne, pertanto, la

legale rappresentanza fino al 31.05.2020

DICHIARA ALTRESI'
che il comune/Ente non si trova in stato di dissesto finanziario ai sensi della normativa di

riferimento vigente.

Documento sottoscritto digitalmente

16

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14615
MODULO 3 – Dichiarazione di consenso ai sensi art. 13 D. Lgs. N. 196/2003 e ss.mm.ii

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (“Codice in materia di protezione
dei dati personali”) (modificato dal d.lgs 10 agosto 2018, n. 101 Il D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003
e ss.mm.ii., prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati
personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza,
liceità e trasparenza e di tutela della riservatezza dei dati e dei diritti degli interessati.
Ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n. 196/03 “Codice in materia di dati personali”:
i dati forniti saranno trattati dalla Regione Molise per le finalità previste dal procedimento in
oggetto e potranno, inoltre, essere comunicati ad ogni soggetto che vi abbia interesse ai sensi
della legge n. 241/90 e s.m.i;
la raccolta e il trattamento dei dati saranno effettuati in forma scritta e su supporto cartaceo,
informatico, telematico;
il conferimento dei dati è obbligatorio;
i dati saranno trattati secondo quanto previsto dal D. Lgs. n. 196 del 30/06/2003 e diffusi
(limitatamente ai dati anagrafici del richiedente ed agli esiti delle fasi di ammissibilità e
valutazione) in forma di pubblicazione secondo le norme regolanti la pubblicità degli atti
amministrativi presso l'Amministrazione competente, nonché sul sito internet
dell’Amministrazione competente, per ragioni di pubblicità circa gli esiti finali delle procedure
amministrative;
Titolare del trattamento dei dati conferiti è l’Ente Regione Molise, con sede in Campobasso,
via Genova, 11, cap. 86100, nella persona del Presidente della Giunta regionale pro-tempore,
quale Rappresentante legale (dati di contatto disponibili sul sito www.regione.molise.it).
I dati di contatto del Responsabile della Protezione dei Dati Personali (RPD - DPO), giusta
Deliberazione della Giunta regionale n. 243 del 24 maggio 2018, pubblicata in BURM n. 35del
1° giugno 2018, sono:email dpo@regione.molise.it, telefono 0874 4291).
in ogni momento l'interessato potrà esercitare i suoi diritti nei confronti del titolare del
trattamento, ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. n. 196/2003.

DICHIARAZIONE DI CONSENSO
(ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e ss.mm.ii.)

Ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. n. 196/03, presa visione della suindicata informativa, il/la
sottoscritto/a CODAGNONE ANGELO nato/a a LANCIANO (CH) il 29.08.1951 CF
CDGNGL51M29E435Q tel 087479204 fax ………………… e-mail
ufficioprotocollo@pec.comune.sangiulianodelsannio.cb.it, in qualità di legale rappresentante
dell’Ente Comune di San Giuliano del Sannio (CB), avente sede legale nel Comune di San
Giuliano del Sannio Piazza Libertà e n. 21 CAP 86010 Provincia CB, Partita IVA 00222840704 –
Codice Fiscale 80001610700,

AUTORIZZA
la Regione Molise. a trattare i dati personali inviati in relazione all’operazione denominata POR
FESR-FSE 2014-2020 ed inserita nel Progetto di ASSE II -AZIONE 2.2.1 denominato
Soluzioni tecnologiche per la realizzazione di servizi di e-government interoperabili, integrati
(joined-up service) e progettati con cittadini e imprese, soluzioni integrate per le smart cities and
communities (non incluse nell’OT4), proposta dall’Ente sopra identificato.

Documento sottoscritto digitalmente

17

Comune di San Giuliano del Sannio Prot. n.0003397 24-07-2019 Tipo prot.:partenza
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14616
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14617
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14618
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14619
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14620
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14621
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14622
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14623
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14624

Allegato A

POR FESR FSE MOLISE 2014/2020


ASSE III – COMPETITIVITÀ DEI SISTEMI PRODUTTIVI
Obiettivo specifico 3.1 “Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo”
Azione 3.1.1 “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”

ART. 11, COMMA 3 - GRADUATORIA IMPRESE ESISTENTI CON UNITA' OPERATIVA LOCALIZZATA NEL TERRITORIO DELL'AREA DI CRISI COMPLESSA

Codice ATECO coerente con i Piano di spesa per il quale Punteggio Totale
Data e ora
N.Prog. Soggetto proponente Coerenza RIS3 Molise comparti di cui all'allegato 2 Rating di legalità si richiedono le ULA incrementali Contributo richiesto (Articolo 11,
presentazione
dell'Avviso agevolazioni comma 3)
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di SI - SEZIONE M - Attività
2017-12-05
17009MP000000644 Pompeo Domenico specializzazione della professionali, scientifiche e tecniche - NO 128.358,00 € 2,00 77.014,80 € 16,00
11:56:21.799
RIS3 Molise - TUTTA LA SEZIONE
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di SI - SEZIONE M - Attività
2017-12-05
17009MP000000636 Lombardi Fernanda specializzazione della professionali, scientifiche e tecniche - NO 26.610,00 € 1,50 15.966,00 € 16,00
11:52:19.226
RIS3 Molise - TUTTA LA SEZIONE
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di
2017-11-21 prioritari di
17009MP000000103 Deluxe Srls alloggio e di ristorazione - TUTTA LA NO 157.706,00 € 2,00 94.623,60 € 15,50
18:05:57.506 specializzazione della
SEZIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14625

Codice ATECO coerente con i Piano di spesa per il quale Punteggio Totale
Data e ora
N.Prog. Soggetto proponente Coerenza RIS3 Molise comparti di cui all'allegato 2 Rating di legalità si richiedono le ULA incrementali Contributo richiesto (Articolo 11,
presentazione
dell'Avviso agevolazioni comma 3)

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di
2017-12-03 prioritari di
17009MP000000266 Yo Gold di Luzzi Fabrizio alloggio e di ristorazione - TUTTA LA NO 187.805,20 € 2,00 112.683,12 € 15,50
19:08:35.664 specializzazione della
SEZIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 -
2017-12-05 prioritari di Scorrimento "con
17009MP000000624 Cinquini Srl Industrie alimentari - TUTTA LA NO 189.000,00 € 2,00 113.400,00 € 15,50
11:46:13.866 specializzazione della riserva" in
DIVISIONE
RIS3 Molise - Sistema applicazione
agroalimentare dell'art. 11 c. 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14626

Allegato B

POR FESR FSE MOLISE 2014/2020


ASSE III – COMPETITIVITÀ DEI SISTEMI PRODUTTIVI
Obiettivo specifico 3.1 “Rilancio della propensione agli investimenti del sistema produttivo”
Azione 3.1.1 “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”

ART. 11, COMMA 3 - GRADUATORIA IMPRESE ESISTENTI CON UNITA' OPERATIVA LOCALIZZATA NEL TERRITORIO DELL'AREA DI CRISI COMPLESSA

Piano di spesa per il quale


Data e ora Codice ATECO coerente con i comparti di Punteggio Totale
N.Prog. Soggetto proponente Coerenza RIS3 Molise Rating di legalità si richiedono le ULA incrementali Contributo richiesto
presentazione cui all'allegato 2 dell'Avviso (Articolo 11, comma 3)
agevolazioni
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di
2017-11-24 SI - SEZIONE F - Costruzioni - TUTTA LA
17009MP000000124 Stinziani Nazario specializzazione della NO 28.628,00 € 1,00 17.176,80 € 15,00
18:46:34.882 SEZIONE
RIS3 Molise -
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-11-15 prioritari di SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 - Industrie
17009MP000000060 Sebastiano Rosa NO 31.724,89 € 1,00 19.034,93 € 14,75
22:41:26.26 specializzazione della alimentari - TUTTA LA DIVISIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-04 prioritari di SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 - Industrie
17009MP000000346 Michela Cordone NO 41.021,00 € 1,00 24.612,60 € 14,75
16:58:58.481 specializzazione della alimentari - TUTTA LA DIVISIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-11-14 prioritari di SI - SEZIONE Q - Sanità e assistenza sociale -
17009MP000000035 Rossi Carla NO 49.200,00 € 1,00 29.520,00 € 14,75
12:40:51.693 specializzazione della TUTTA LA SEZIONE
RIS3 Molise - Scienze
della vita
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-11-15 prioritari di SI - SEZIONE Q - Sanità e assistenza sociale -
17009MP000000053 De Bella Tommaso NO 42.035,00 € 1,00 25.221,00 € 14,75
17:50:06.133 specializzazione della TUTTA LA SEZIONE
RIS3 Molise - Scienze
della vita
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14627

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di
2017-12-02 SI - SEZIONE J - Servizi di informazione e
17009MP000000240 Catolino Luigi specializzazione della NO 48.833,59 € 1,00 29.300,00 € 14,75
16:43:49.763 comunicazione - TUTTA LA SEZIONE
RIS3 Molise -
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-04 di specializzazione della SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di alloggio
17009MP000000446 Di Re Teresa NO 32.000,00 € 1,00 19.200,00 € 14,75
22:57:17.58 RIS3 Molise - Industrie e di ristorazione - TUTTA LA SEZIONE
culturali, turistiche e
creative

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-11-21 di specializzazione della SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di alloggio
17009MP000000102 Cordisco Marzia NO 68.664,63 € 1,00 41.198,77 € 14,50
17:45:23.335 RIS3 Molise - Industrie e di ristorazione - TUTTA LA SEZIONE
culturali, turistiche e
creative
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-11-25 prioritari di SI - SEZIONE M - Attività professionali,
17009MP000000126 Terranova Giulietta NO 57.286,14 € 1,00 34.371,68 € 14,50
09:36:03.496 specializzazione della scientifiche e tecniche - TUTTA LA SEZIONE
RIS3 Molise - Scienze
della vita
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di NO - L'iniziativa imprenditoriale proposta
2017-11-24
17009MP000000120 D'Alessio Luigi specializzazione della NON rientra in uno dei comparti contenuti NO 45.289,25 € 2,00 35.241,00 € 14,00
10:41:29.716
RIS3 Molise - nell'allegato 2 dell'Avviso
Innovazione nel sistema
ICT
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14628

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-02 prioritari di SI - SEZIONE Q - Sanità e assistenza sociale -
17009MP000000230 Codella Valentina NO 145.550,00 € 1,00 71.581,00 € 14,00
12:05:51.412 specializzazione della TUTTA LA SEZIONE
RIS3 Molise - Scienze
della vita
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di NO - L'iniziativa imprenditoriale proposta
2017-12-05
17009MP000000497 De Sanctis Marianna specializzazione della NON rientra in uno dei comparti contenuti NO 259.245,00 € 3,00 155.574,00 € 13,75
06:21:53.63
RIS3 Molise - nell'allegato 2 dell'Avviso
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
prioritari di NO - L'iniziativa imprenditoriale proposta
2017-11-06
17009MP000000014 Lancellotta Marialucia specializzazione della NON rientra in uno dei comparti contenuti NO 79.700,00 € 2,00 47.820,00 € 13,50
16:38:40.918
RIS3 Molise - nell'allegato 2 dell'Avviso
Innovazione nel sistema
ICT
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-04 prioritari di SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 - Industrie
17009MP000000376 D'Angelo Domenico NO 279.618,52 € 1,00 167.771,11 € 13,25
18:31:06.014 specializzazione della alimentari - TUTTA LA DIVISIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
Di Niro Paola 2017-12-04 prioritari di SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 - Industrie
17009MP000000436 NO 293.835,70 € 1,00 176.301,42 € 13,25
Giuseppina 22:16:50.77 specializzazione della alimentari - TUTTA LA DIVISIONE
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14629

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-05 di specializzazione della SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di alloggio
17009MP000000527 Fiorucci Giuseppina NO 270.918,52 € 1,00 162.551,11 € 13,25
09:39:24.024 RIS3 Molise - Industrie e di ristorazione - TUTTA LA SEZIONE
culturali, turistiche e
creative

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
NO - L'iniziativa imprenditoriale proposta
2017-12-05 prioritari di
17009MP000000478 Iannone Silvana NON rientra in uno dei comparti contenuti NO 337.500,00 € 3,00 200.000,00 € 13,00
01:24:21.882 specializzazione della
nell'allegato 2 dell'Avviso
RIS3 Molise - Sistema
agroalimentare

SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-05 prioritari di SI - SEZIONE C DIVISIONE 10 - Industrie Scorrimento "con
17009MP000000488 Cantine Gualteiri Srls NO 90.500,00 € 0,00 49.500,00 € 13,00
03:16:28.44 specializzazione della alimentari - TUTTA LA DIVISIONE riserva" in
RIS3 Molise - Sistema applicazione
agroalimentare dell'art. 11 c. 4
SI - L'iniziativa è
coerente con gli ambiti
2017-12-05 di specializzazione della SI - SEZIONE I - Attività dei servizi di alloggio Scorrimento "con
17009MP000000554 Lisio Federico NO 277.771,00 € 0,00 129.880,00 € 13,00
10:30:29.288 RIS3 Molise - Industrie e di ristorazione - TUTTA LA SEZIONE riserva" in
culturali, turistiche e applicazione
creative dell'art. 11 c. 4
NO - L'iniziativa
imprenditoriale non è NO - L'iniziativa imprenditoriale proposta Scorrimento "con
2017-12-04
17009MP000000398 Colarusso Gianna coerente con gli ambiti NON rientra in uno dei comparti contenuti NO 478.948,00 € 11,00 287.368,80 € 11,00 riserva" in
19:36:34.443
di specializzazione della nell'allegato 2 dell'Avviso applicazione
RIS3 Molise dell'art. 11 c. 4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14630
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14631
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14632
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14633
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14634
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14635
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14636
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14637
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14638
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14639
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14640
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14641
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14642
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14643
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14644
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14645
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14646
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14647
REGIONE MOLISE

I DIPARTIMENTO
Servizio Politiche Culturali di Promozione Turistica e
Sportiva Rapporti con i Molisani in Mondo

LINEA DI INTERVENTO A Imprenditori del sistema albergo diffuso, di cui alla L.R. 7/2014, del Turismo Rurale e Titolari di strutture di
microricettività case e appartamenti per le vacanze e affittacamere.

ALLEGATO A

RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
AGRICOLA CHRISTIAN 125.877,81 € 125.877,81 € 125.877,81 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 LUCITO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 20 6 CLASSE A 4 14 14 46,000
1
RAINELLI EMILIANA 125.861,59 € 125.861,59 € 251.739,40 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 CIVITACAMPOMARANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 20 6 CLASSE A 4 14 14 46,000
2 RAINELLI ALESSANDRA 125.805,00 € 125.805,00 € 377.544,40 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 20 6 CLASSE A 4 14 14 45,000
MY DREAMS SRL DI
3 200.000,00 € 200.000,00 € 577.544,40 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 SI 1 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 14 14 40,000
FIORITTO GIULIA
4 RESORT NUVOLA SRLS 180.000,00 € 180.000,00 € 757.544,40 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 RIPABOTTONI 4 NO 0 SI 3 NESSUNA PREMIALITA 0 4 1,2 CLASSE A 4 8 14 39,200
5 FERRITTO DANIELA 156.895,55 € 156.895,55 € 914.439,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 10 14 39,000
6 SCAVELLI ANTONELLA 200.000,00 € 200.000,00 € 1.114.439,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 9 2,7 CLASSE A 4 7 12,25 36,950

7 ARCOBALENO SOC COOP 200.000,00 € 200.000,00 € 1.314.439,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 SI 1 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE B 2 45 14 36,000

8 RUSSO DOLORES 200.000,00 € 200.000,00 € 1.514.439,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 MACCHIA DI ISERNIA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 5 6,25 34,250
9 RICCI MARCO 72.315,00 € 72.315,00 € 1.586.754,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 4 7 33,500
10 PRIORIELLO NENZI 74.721,11 € 74.721,11 € 1.661.476,06 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5 10 33,000
PAPILLON SRL DI
11 125.650,42 € 89.750,30 € 1.751.226,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 CASTEL DEL GIUDICE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0,6 0 CLASSE A 4 5 6,25 32,850
VIRTUOSO MANUELA
12 LEPORE KEVIN 154.500,00 € 154.500,00 € 1.905.726,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5 7,5 32,500

13 ZARLENGA FRANCESCHINA 72.315,00 € 72.315,00 € 1.978.041,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 PIETRABBONDANTE 4 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 5 1,5 CLASSE A 4 4 7 32,500

14 VOLPE MASSIMO 72.315,00 € 72.315,00 € 2.050.356,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 SI 3 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 4 7 32,500
15 TAMASI LUCA 200.000,00 € 200.000,00 € 2.250.356,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 PETTORANELLO DEL MOLISE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5 6,25 32,250

16 PASQUARELLI FEDERICA 200.000,00 € 200.000,00 € 2.450.356,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 20 6 CLASSE A 4 1 0,25 32,250

17 GAMMIERI MAURIZIO 200.000,00 € 200.000,00 € 2.650.356,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 18 5,4 CLASSE A 4 4 3 31,400
GIANCOLA DORA
18 200.000,00 € 200.000,00 € 2.850.356,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 PESCHE 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 5,5 8,25 31,250
ANTONIETTA
19 LETIZIA ANGELA 198.147,53 € 198.147,53 € 3.048.503,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SESTO CAMPANO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5 6,25 31,250
CAPALDI FABIO 28.800,00 € 28.800,00 € 3.077.303,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FILIGNANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 3,5 31,000
20
GUALANO MATILDE 31.761,00 € 31.761,00 € 3.109.064,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 3,5 31,000
21 SPINA GIOVANNA 80.000,00 € 80.000,00 € 3.189.064,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 PETTORANELLO DEL MOLISE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 30,500
SERRICCHIO JENNIFER 79.600,00 € 79.600,00 € 3.268.664,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SANT'AGAPITO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 2 2,5 30,500
22
COLAVITA PAOLA 69.334,53 € 69.334,53 € 3.337.999,42 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SANT'ELIA A PIANISI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 2 2,5 30,500
23 ZEOLI FILOMENA 194.793,87 € 194.793,87 € 3.532.793,29 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 4 5 30,300
LIMONGIOVA MARIA
24 199.799,97 € 199.799,97 € 3.732.593,26 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5,5 8,25 30,250
JENCOVA
CIALONE GIANFRANCA 172.277,86 € 172.277,86 € 3.904.871,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 4 5 30,000
25
INTREVADO TERESA 173.764,12 € 173.764,12 € 4.078.635,24 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 URURI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 4 5 30,000
26 SCARPITTI ANTONIO 156.212,00 € 156.212,00 € 4.234.847,24 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 ROCCASICURA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE B 2 3 3 30,000
PACITTI ADUA 72.315,00 € 72.315,00 € 4.307.162,24 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FILIGNANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 2,5 30,000
27 APPRUZZESE
28.800,00 € 28.800,00 € 4.335.962,24 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 3,5 30,000
MARIAROSARIA
28 DEL GRECO MARIO 155.000,00 € 155.000,00 € 4.490.962,24 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 36 0 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 5 7,5 29,500
29 BATTISTA MARTINA 105.587,27 € 105.587,27 € 4.596.549,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CIVITANOVA DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 29,500

30 PAGGIOTTA PASQUALINO 170.000,00 € 170.000,00 € 4.766.549,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 11 3,3 CLASSE A 4 6 9 29,300

31 PETRARCA SERAFINA 72.350,00 € 72.350,00 € 4.838.899,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORLI' DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 3 1,75 29,250
32 DI PILLA CLARA 39.080,00 € 39.080,00 € 4.877.979,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SANT'AGAPITO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 1 1,25 29,250
CELENZA MICHELE 200.000,00 € 200.000,00 € 5.077.979,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 4 4 29,000
33
LA VECCHIA ALESSIA 85.340,00 € 85.340,00 € 5.163.319,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 4 7 29,000
34 COLUCCI FRANCESCO 197.500,00 € 197.500,00 € 5.360.819,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3 29,000
35 VOLPE EVELINA 72.315,00 € 72.315,00 € 5.433.134,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 2,5 29,000
36 NERI CARMEN 80.000,00 € 80.000,00 € 5.513.134,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FILIGNANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 0 0 29,000
37 IZZI CARLO 200.000,00 € 80.000,00 € 5.593.134,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 8,01 14 29,000
38 NORELLI ROSIDA 98.000,00 € 98.000,00 € 5.691.134,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 20 1 SAN FELICE DEL MOLISE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 3 4,5 28,800
39 PARENTE ANGELA 60.019,00 € 60.019,00 € 5.751.153,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 3 0,9 CLASSE A 4 1,75 2,625 28,525

40 PIETRAROIA ANTONELLA 112.000,00 € 112.000,00 € 5.863.153,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 20 1 CERCEPICCOLA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 28,500

41 BARONE PIETRO 110.756,96 € 110.756,96 € 5.973.910,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 MACCHIAGODENA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 2 28,500
PORCELLI MARIO
42 175.780,00 € 175.780,00 € 6.149.690,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 3 0,9 CLASSE A 4 2,5 2,5 28,400
FRANCESCO
CERESETTO ALFREDO 50.824,00 € 50.824,00 € 6.200.514,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIULIANO DI PUGLIA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 3 5,25 28,250
43
VALIANTE ROSANNA 103.938,48 € 103.938,48 € 6.304.452,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 30 1 JELSI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 3 3,75 28,250
44 LEMME FRANCESCA 119.415,00 € 119.415,00 € 6.423.867,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 11 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 20 6 CLASSE A 4 1 0,25 28,250
45 SERAGO CHIARA 200.000,00 € 200.000,00 € 6.623.867,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 13 3,9 CLASSE A 4 3 2,25 28,150
PERRINO TERESA
46 200.000,00 € 200.000,00 € 6.823.867,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIULIANO DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 4 1,2 CLASSE A 4 2,58 1,935 28,135
INCORONATA
47 DI BENEDETTO BEATRICE 95.000,00 € 95.000,00 € 6.918.867,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 MIRANDA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 2 2,5 28,100

VALERIO DI PIETRO 150.591,00 € 150.591,00 € 7.069.458,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 9 3 RIONERO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3 28,000
48
GRIFFO PAOLO 199.956,00 € 199.956,00 € 7.269.414,95 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3 28,000
49 SOC. COOP. L'ULIVO 145.677,34 € 145.677,34 € 7.415.092,29 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 LIMOSANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2 28,000
50 TAGLIENTI ERNESTO 58.000,00 € 58.000,00 € 7.473.092,29 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 CERRO AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 5 10 28,000
51 GENTILE BARBARA 200.000,00 € 200.000,00 € 7.673.092,29 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 9 2,7 CLASSE A 4 3 2,25 27,950

52 MOLINARO ALESSIA PIA 130.887,50 € 130.887,50 € 7.803.979,79 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TRIVENTO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3,75 27,750
PROMUOVER S.R.L. DI
53 121.441,10 € 121.441,10 € 7.925.420,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE AMPLIAMENTO 6 18 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 5 8,75 27,750
BRUNO ROSALBA
LIBERATORE
54 200.000,00 € 200.000,00 € 8.125.420,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 4 4 27,500
IMMACOLATA
Fe. Di. SERVICE SRL DI
88.250,00 € 88.250,00 € 8.213.670,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 7 3 MACCHIA DI ISERNIA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2,5 27,500
FERRARA ASCANIO
55 200.000,00 € 200.000,00 € 8.413.670,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 MIRABELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 1 27,500
CIOCCA ROBERTO
M2VITALAB 100.000,00 € 100.000,00 € 8.513.670,89 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPODIPIETRA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2,5 27,500
56 CIARLA SAMANTHA 30.761,68 € 30.761,68 € 8.544.432,57 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIPABOTTONI 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 27,500
57 MARTINO MARIA 101.357,00 € 101.357,00 € 8.645.789,57 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 GILDONE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 0 0 27,500
58 DI MARIO MARIANNINA 181.440,00 € 181.440,00 € 8.827.229,57 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 2,75 2,75 27,350
59 PIETRAROIA STEFANIA 192.500,00 € 192.500,00 € 9.019.729,57 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 20 1 CERCEPICCOLA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3 27,000
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14648
RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
FLOCCO CAMILLA 118.939,36 € 118.939,36 € 9.138.668,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 8 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 2 2 27,000
D'ORIANO MARIKA 150.000,00 € 150.000,00 € 9.288.668,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CERRE AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2 27,000
PETRARCA DOMENICA 149.750,00 € 149.750,00 € 9.438.418,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2 27,000
60
MOGAVERO ANNA 150.000,00 € 150.000,00 € 9.588.418,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 PETRELLA TIFERNINA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2 27,000
IANNOTTA ANNARITA 28.800,00 € 28.800,00 € 9.617.218,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 2 3,5 27,000
D'UGO NICOLETTA 74.250,00 € 74.250,00 € 9.691.468,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 3 27,000
LOMBARDI CARMELINA 75.000,00 € 75.000,00 € 9.766.468,93 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORLI' DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 27,000
61
GRAZIANO MARIA 53.813,30 € 53.813,30 € 9.820.282,23 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN POLO MATESE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 27,000
62 COLANERI FABRIZIO 185.940,00 € 185.940,00 € 10.006.222,23 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 DURONIA 4 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 3 3 27,000
63 CIANFAGNA VINCENZO 113.402,00 € 113.402,00 € 10.119.624,23 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 ACQUAVIVA COLLECROCE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 4 6 27,000
S.O.L. GROUP DI VILENO
64 199.653,15 € 199.653,15 € 10.319.277,38 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 8 14 27,000
LINO
65 D'ALESSIO MICHELINA 95.050,00 € 95.050,00 € 10.414.327,38 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAPRACOTTA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2,5 3,75 26,750
RICCI & Co di RICCI
66 117.000,00 € 117.000,00 € 10.531.327,38 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 3,5 5,25 26,750
ANGELO
CAPURSO TERESA 86.898,65 € 86.898,65 € 10.618.226,03 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 26,500

67 CAMPOPIANO ALBERTO 104.998,00 € 104.998,00 € 10.723.224,03 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 26,500

FATICA ANTONIO 107.250,00 € 107.250,00 € 10.830.474,03 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 20 1 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 26,500
PELUSO MARCO 200.000,00 € 200.000,00 € 11.030.474,03 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SESTO CAMPANO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 26,500
68
ROSSI NICOLA GIUSEPPE 200.000,00 € 200.000,00 € 11.230.474,03 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 26,500

MEDARDO IRMA 32.157,33 € 32.157,33 € 11.262.631,36 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SANT'ELIA A PIANISI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 26,500
69 LEVA MARIA 32.046,61 € 32.046,61 € 11.294.677,97 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 26,500
IASENZA ANTONIETTA 31.900,00 € 31.900,00 € 11.326.577,97 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 PALATA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 26,500
DE MARINIS MARCO
70 90.563,50 € 90.563,50 € 11.417.141,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 26,500
FRANCO
71 SANTORO LEO 185.297,00 € 185.297,00 € 11.602.438,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 5 7,5 26,500
72 FABRIZIO RAIMONDO 28.800,00 € 28.800,00 € 11.631.238,47 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FILIGNANO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 2 4 26,500
73 DI CERA CAROLA 131.217,52 € 131.217,52 € 11.762.455,99 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 2 2 26,300
74 CATABBO MICHELA 46.392,50 € 46.392,50 € 11.808.848,49 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1,5 2,25 26,250
MASTROBERARDINO
39.852,97 € 39.852,62 € 11.848.701,11 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,25 26,250
75 GIUSEPPE
GALASSO LIDIA 200.000,00 € 200.000,00 € 12.048.701,11 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUARDIAREGIA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 26,250

MARONDA CAMPING SAS DI


76 123.589,41 € 123.589,41 € 12.172.290,52 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 7,5 13,125 26,125
MERLA MARIO & C.

77 DI PAOLA SERAFINO 162.893,65 € 162.893,65 € 12.335.184,17 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 2 1,5 26,100
78 ULIANO MANUELA 200.000,00 € 200.000,00 € 12.535.184,17 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 6 1,8 CLASSE B 2 3 2,25 26,050
79 PONTONE ROSSELLA 199.211,57 € 199.211,57 € 12.734.395,74 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 15 3 SESTO CAMPANO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 3 3 26,000
MASTRANDREA
80 63.798,68 € 63.798,68 € 12.798.194,42 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 11 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 3 26,000
ANTONELLA
DEL BALSO MARIA
81 105.461,52 € 105.461,52 € 12.903.655,94 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 10 3 GILDONE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 1 0,5 26,000
CARMELA
TAMBURRINO
82 400.538,56 € 400.538,56 € 13.304.194,50 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 SI 1 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 26,000
IMMOBILIARE
DE FRANCESCO MARIA
100.608,50 € 100.608,50 € 13.404.803,00 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 GUARDIAREGIA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 26,000
CRISTINA
83 PRIOLO DANIELA 196.000,00 € 196.000,00 € 13.600.803,00 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 1 CLASSE A 4 0 26,000
COLOZZA PIERA 47.750,00 € 47.500,00 € 13.648.303,00 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TORELLA DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 26,000
G.F.A. DI FIORUCCI G 89.836,76 € 89.836,76 € 13.738.139,76 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 LIMOSANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 26,000
DONATELLI RITA
84 (CRISTOFALO 145.677,34 € 145.677,34 € 13.883.817,10 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 LIMOSANO 4 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 2 2 26,000
ADDOLORATA)
AZIENDA AGRICOLA
85 PRINCIPE PIGNATELLI SRL 159.845,90 € 159.845,90 € 14.043.663,00 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTERODUNI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 4 5 26,000
DI ANTONIO VALERIO

86 ARMENTI SIMONA 122.499,51 € 122.499,51 € 14.166.162,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 CASTELPETROSO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 1 0,5 25,800
87 LOMBARDI IOLANDA 69.835,00 € 69.830,00 € 14.235.992,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 ROCCASICURA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1,4 1,75 25,750
DI SILVESTRO PIERO 99.480,00 € 99.480,00 € 14.335.472,51 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 7 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 25,750
88
D'ORAZIO SILVIA 90.608,50 € 90.558,50 € 14.426.031,01 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 25,750
89 BARANELLO CHIARA 134.400,00 € 134.400,00 € 14.560.431,01 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 1,5 1,125 25,725
90 LOMBARDI DOMENICO 25.420,11 € 25.420,11 € 14.585.851,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAROVILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1,5 2,625 25,625
91 CUSANO GIUSEPPE 200.000,00 € 200.000,00 € 14.785.851,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 1 0,25 25,550
92 D'ERMES ASSUNTA 186.945,00 € 186.945,00 € 14.972.796,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2,5 2,5 25,500
93 DI FILIPPO MARTA 200.000,00 € 200.000,00 € 15.172.796,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 25,500
FARNESE GIANPIERO 110.000,00 € 110.000,00 € 15.282.796,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 TUFARA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 25,500
94
VALENTE TERESA 108.850,00 € 108.850,00 € 15.391.646,12 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIULIANO DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 25,500

95 SANTOPUOLI MARIAPINA 153.686,61 € 153.686,61 € 15.545.332,73 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 0 0 25,500

96 SBROCCO ENRICO 197.000,00 € 197.000,00 € 15.742.332,73 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 RIONERO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1,5 0,375 25,375
97 FALCIONE NICOLO' 80.846,25 € 80.846,25 € 15.823.178,98 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 10 3 PESCOPENNATARO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE B 2 1 0,75 25,350
CIAFARDINI LIDIA 49.999,50 € 49.999,50 € 15.873.178,48 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 CIVITACAMPOMARANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1,25 25,250
LC SRL DI LOMBARI
200.000,00 € 200.000,00 € 16.073.178,48 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 SESTO CAMPANO 3 NO 0 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 25,250
CHRISTIAN
ZILEMBO SAMANTHA 193.177,00 € 193.177,00 € 16.266.355,48 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 11 3 IELSI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 25,250

MOFFA GIANDOMENICO 178.296,00 € 178.296,00 € 16.444.651,48 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 GAMBATESA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 25,250
PIETRONIGRO
98 174.590,00 € 174.590,00 € 16.619.241,48 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 PIETRACATELLA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 25,250
MARIANTONIETTA
MONTI SERENA BICE 133.152,53 € 133.152,53 € 16.752.394,01 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 9 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 1 0,25 25,250
TORZILLO ALDA 199.700,00 € 199.700,00 € 16.952.094,01 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 SAN GIULIANO DI PUGLIA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 25,250

CAMPELLONE MASSIMO 22.500,00 € 22.500,00 € 16.974.594,01 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 1 1,75 25,250

MEMEO GIULIA 150.837,68 € 150.837,68 € 17.125.431,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 9 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 1 0,25 25,250
DE LUCA GIUSEPPINA 46.000,00 € 46.000,00 € 17.171.431,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CASALCIPRANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1,25 25,250
99 SICUR CONSULTING 63.000,00 € 63.000,00 € 17.234.431,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 3 5,25 25,250
100 GENTILE ELIO 39.080,00 € 39.080,00 € 17.273.511,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORLI' DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE A 4 1 1,25 25,250
101 PATULLO ANTONELLA 200.000,00 € 200.000,00 € 17.473.511,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 BOJANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 4 1,2 CLASSE A 4 2 1 25,200
102 DURANTE LUCIA 107.824,52 € 107.824,52 € 17.581.336,21 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 SANT ELENA SANNITA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2,5 3,125 25,125
POTITO FRANCESCA 200.000,00 € 200.000,00 € 17.781.336,21 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 PETRELLA TIFERINIA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0,5 0,125 25,125
103
BERARDI ESTER 100.000,00 € 100.000,00 € 17.881.336,21 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0,5 0,125 25,125
CERVIERO ANTONELLO 199.250,00 € 199.250,00 € 18.080.586,21 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 30 1 MONACILIONI 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 3 3 25,000
104 DI BARTOLOMEO
169.335,50 € 169.335,50 € 18.249.921,71 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 3 3 25,000
CARMELA
TADDEO MIRKO 50.975,00 € 50.975,00 € 18.300.896,71 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 SANTA MARIA DEL MOLISE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 3 25,000
105 LIMONGI MARIA 78.000,00 € 71.890,00 € 18.372.786,71 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 6 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 3 25,000
NADALINI LUIGI 112.500,00 € 112.500,00 € 18.485.286,71 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 7 3 CARPINONE 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 2 25,000

106 VERNACCHIA FRANCESCO 70.200,00 € 70.200,00 € 18.555.486,71 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 25,000

PASTORE MARIA 100.608,50 € 100.608,50 € 18.656.095,21 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 13 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 25,000
TIBERIO CRISTIANA 167.748,40 € 167.748,40 € 18.823.843,61 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000

107
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14649
RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
TIBERIO MARIA ASSUNTA 141.158,00 € 141.158,00 € 18.965.001,61 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000

TUNNO FRANCESCA 108.200,00 € 108.200,00 € 19.073.201,61 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 MIRABELLO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
IULIANI SIMONA 133.188,58 € 133.188,58 € 19.206.390,19 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
107 POTITO MICHELA 155.487,50 € 155.487,50 € 19.361.877,69 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 17 3 PETRELLA TIFERININA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
DI MELLA EMILIO 166.143,97 € 166.143,97 € 19.528.021,66 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 16 3 CAMPOCHIARO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
IZZI ANTONIO 25.000,00 € 25.000,00 € 19.553.021,66 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
PANETTA ROSETTA 200.547,50 € 200.000,00 € 19.753.021,66 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 18 3 GAMBATESA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
CIRELLA GIUSEPPINA 80.115,34 € 80.115,34 € 19.833.137,00 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 14 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000
CIVETTA MODESTINA 100.608,50 € 100.608,50 € 19.933.745,50 € AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE IN POSIZIONE UTILE ATTIVAZIONE 10 12 3 MIRABELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 25,000

E.A.T.U.R. ESERCIZI
108 ALBERGHIERO TURISTICI 152.500,00 € 152.500,00 € 20.086.245,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 4 5 25,000
GILOTTI NADIA & CO.

109 GRAZIANI TOMMASO 28.800,00 € 28.800,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PESCHE 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 2 3,5 25,000

110 BERTOLINO BERNARDETTA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 17 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE A 4 5 5 25,000

111 CAPUSSI ANTONIO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 BOJANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 6 1,8 CLASSE A 4 3 3 24,800
112 DI NUCCI CARMELA 96.360,00 € 96.360,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 CAPRACOTTA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 6 1,8 CLASSE B 2 0 0 24,800
IONATA SANDRA 88.550,00 € 88.550,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 24,750
113
FAZIOLI SONIA 94.000,00 € 94.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 24,750
114 GILOTTI MARISA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 3 3 24,600
115 VALENTE LUCA 89.000,00 € 89.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 CASALCIPRANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 3 4,5 24,500
116 RISI GIUSEPPE 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BOJANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 24,500
LOMBARDI ALBERTO 46.750,00 € 46.750,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 ROCCAMANDOLFI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 3,5 24,500

ACV SERVICE SRL DI PACE


117 155.050,00 € 155.050,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 1,5 24,500
CARLO GIANNI GAETANO
TUTOLO DI BELLO
200.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2,5 24,500
ANGELINA
CAROLLA FRANCO 111.929,37 € 111.929,37 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 24,500
TESTA ASSUNTA 111.929,37 € 111.929,37 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 24,500
118
SASSANI ANGELINA 101.284,00 € 101.284,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 GILDONE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,5 24,500
CAPORICCI TIZIANA 35.118,75 € 35.118,75 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 10 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 24,500
119 MORRICA CLARA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 0 0 24,500
BIZZARRO BARBARA 95.999,52 € 95.999,52 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 1 0,75 24,350
120 CODIANNI ANNARITA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 7 2,1 CLASSE A 4 1 0,25 24,350
URBANO GIANNINA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 7 2,1 CLASSE A 4 1 0,25 24,350
ROCCO CARLA 48.510,00 € 48.510,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 0 0 24,300
121
D'ANGELO DAVIDE 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 COLLE D'ANCHISE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE B 2 0 24,300
LIMONINO ANTONIO 88.743,62 € 88.743,62 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 1 0,75 24,250
REALE FRANCA 72.576,00 € 72.576,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 1 0,75 24,250
HULEA OANA 39.999,60 € 39.999,60 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 CLASSE B 2 1 1,25 24,250
ZAMPINI FRANCESCO 189.530,00 € 189.530,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 24,250
122 BARONE MARIA 197.500,00 € 197.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 RIPALIMOSANI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 24,250
VALERIO ANGELO 149.881,63 € 149.881,63 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 24,250

CARRINO MARIAGRAZIA 84.825,00 € 84.825,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 1 0,75 24,250

VITANTONIO ANTONIETTA 127.561,63 € 127.561,63 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIPALIMOSANI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 24,250

123 RICO FRANCESCO 44.160,00 € 44.160,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 4 1,2 CLASSE A 4 0 24,200

124 DI TOMMASO GIOVANNA 100.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0,5 0,125 24,125

125 PALUMBO MARIO 110.000,00 € 110.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CANTALUPO DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 0,3 0,075 24,075
126 BOTTONE ALESSANDRA 183.920,00 € 183.920,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 6 1,8 CLASSE A 4 1 0,25 24,050
CIANCI PAOLA 149.500,00 € 149.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 2 24,000
127
LISIO FEDERICO 74.500,00 € 74.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 3 24,000
128 ZUNICA MONICA 60.000,00 € 60.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CERRO AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1 24,000
GULTIERI LUCIA 91.972,78 € 91.972,78 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CONCA CASALE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 24,000
SPINA MICHELE 104.500,00 € 104.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 CERCEMAGGIORE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 24,000
D'AMBRA EMILIA 79.275,00 € 79.275,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
VENDITTI GIUSEPPE 199.886,70 € 199.886,70 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
ARIELLI PIERA 109.924,92 € 105.924,93 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
SUGLIO FABRIZIO 97.029,00 € 97.029,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
LILLI MARIACRISTINA 109.578,93 € 109.578,93 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 PIETRACUPA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 24,000
ZUCARO MARIA LINA 109.500,00 € 109.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PETACCIATO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
129
CIARLITTO MARIA 158.775,00 € 158.775,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
DEL PESCHIO ADAMO 195.643,50 € 195.643,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
IANNETTA ANDREA 100.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
FUSCO CONCETTA 199.700,00 € 199.700,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 SANTA CROCE DI MAGLIANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 24,000
PECORARO MARTINA 48.273,00 € 48.273,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORLI DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 24,000

D'ALESSANDRO FABIANO 114.995,00 € 114.995,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUARDAREGIA 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 24,000

IANNACONE CHIARA 55.500,00 € 55.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 24,000
CAPPUCCILLI VITTORIA 107.000,00 € 107.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIPABOTTONI 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 24,000

130 MONTECARLO FRANCESCO 199.740,00 € 199.740,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 TRIVENTO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 4 5 24,000
MOLISE FOOD SRLS -
131 265.732,50 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 12 3,6 CLASSE A 4 1,5 0,375 23,975
FORNARO COSMO
132 BOZZELLI VALENTINA 149.363,64 € 149.363,64 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 19 1 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 9 2,7 CLASSE A 4 1 0,25 23,950
133 MERLO DANIELA 178.750,00 € 178.750,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1,5 0,75 23,750

134 DI GIROLAMO ANTONELLA 89.562,50 € 89.562,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 PETRELLA TIFERNINA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,75 23,750

135 DE FELICE GIULIA 29.450,00 € 29.450,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 ROTELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1,5 2,625 23,625
136 AVOLIO ROSA 43.500,00 € 43.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE B 2 0 0 23,600
CHIACCHIARETTA
200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 23,500
MORENA ROSA
137 DON GUGLIELMO SRL DI
175.000,00 € 175.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 23,500
MASCIOLI GUGLIELMO

AUTORINO DANILO 81.500,00 € 81.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAPRACOTTA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 2,5 23,500
GEREMIA ANNA 37.500,00 € 37.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0,5 0,5 23,500
138
FANTACONE CARMELA 35.630,00 € 35.630,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MIRABELLO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0,5 0,5 23,500
GRAZIANO NICOLETTA 72.827,69 € 72.827,69 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN GIOVANNI IN GALDO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 INFERIORE B 0 0 23,500

139 MANNA ROSA 59.413,80 € 59.413,80 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 LUCITO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 INFERIORE B 0 0 0 23,500
DI DOMENICO PIER
94.908,38 € 94.908,38 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 0 23,500
SALVATORE
140 TOMASSO ANTONIO 90.000,00 € 90.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE B 2 4 7 23,500
141 DI PLACITO RAFFAELE 99.500,00 € 99.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 PIETRABBONDANTE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 2 2,5 23,500
142 RUSCIANO GIANCARLO 28.800,00 € 28.800,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 ACQUAVIVA COLLECROCE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 2,5 5 23,500
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14650
RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
143 BERARDINELLI COSTANZA 96.876,00 € 96.876,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 10 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 4 1,2 CLASSE A 4 0,5 0,125 23,325

144 CARUSO CAROLINA 40.000,00 € 40.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 3 0,9 CLASSE A 4 0,5 0,375 23,275
SBROCCA FERDINANDO 254.500,00 € 127.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 MONTAGANO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,25 23,250

LANCELLOTTA PATRIZIO 50.000,00 € 50.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,25 23,250
145
WALKEWICZ AGNIESZKA 46.517,03 € 46.517,03 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 ACQUAVIA COLLECROCE 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1,25 23,250

D'ASCANIO ROBERTO 151.441,00 € 151.441,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 23,250

DA MAMMA ROMA DI
146 60.000,00 € 60.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0,5 0,25 23,250
VITONE VERONICA & CO.

147 BERTONE GIUSEPPE 40.814,31 € 40.814,31 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 6 3 SANTA MARIA DEL MOLISE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1,5 2,25 23,250
148 SCIARRETTA GIOVANNI 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 3 0,9 CLASSE A 4 1 0,25 23,150
149 SABATINO ALMERINDO 163.500,00 € 163.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0,4 0,1 23,100
150 PASQUALE PAOLO 199.000,00 € 199.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PIETRACATELLA 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 0,34 0,085 23,085
151 D'OTTAVIO MARIANNA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 4 4 23,000
152 TESTA GRAZIELLA 187.360,96 € 187.360,96 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 3 3 23,000
DIANA ROSA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1 23,000
153 IACURTO GIUSEPPINA 135.950,00 € 135.950,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 2 23,000
PETRARCA PASQUALE 112.189,00 € 112.189,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 2 23,000

CANDELORO ELISABETTA 57.500,00 € 57.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 PETACCIATO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1 23,000

LAMANDA IVANA 69.652,00 € 69.651,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1 23,000
GUALTIERI PATRIZIA
154 62.750,00 € 62.750,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1 23,000
GIOVANNA
IAMONICO MICHELINA 55.050,00 € 55.050,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 23,000
DI ROLLO MARIA 71.349,50 € 71.349,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 23,000
TRENTALANCE IVAN 65.500,00 € 65.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 23,000

ANTONECCHIA DOMENICO 37.850,00 € 37.850,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000

D'URZO ANNAMARIA 136.211,63 € 136.211,63 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
TRAVAGLINI DOMENICO
81.250,00 € 81.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 23,000
PIO
RUBINO MARIA 74.415,00 € 74.415,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 MATRICE 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 23,000
ROCCIO LUCIA 129.837,40 € 129.837,40 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 23,000
BELLI CLAUDIA 54.955,00 € 54.955,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
PONTARELLI CLOTILDE 129.500,00 € 129.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
155 ANTONELLI ALFONSINA 62.954,00 € 62.954,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 23,000
DRAGANI LOREDANA 136.250,00 € 136.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 23,000
CARBONE ANGELA 50.000,00 € 50.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
FERRANTE GIANNI 40.490,00 € 40.490,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 RIONERO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
GATTO ROSALIDA 92.829,75 € 92.829,75 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 SAN GIULIANO DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
IAFELICE ANTONIO 60.250,00 € 60.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 23,000
IOFFREDI ANNA 49.000,00 € 49.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
LA SORGENTE ALTA DI
LIMONGELLO 131.750,00 € 131.750,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 23,000
MARIAROSARIA
156 ZUCHEGNA ADELMINA 75.000,00 € 75.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MONTENERO VAL COCCHIARA 4 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE B 2 1 1 23,000
157 ROSELLI MICHELE 60.000,00 € 60.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 0 0 23,000
158 ROCCHI PASQUALE 199.740,00 € 199.740,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 4 5 23,000
ATELIER VACANZE SRL DI
159 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 CASTEL SAN VINCENZO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 12 3,6 INFERIORE B 0 1 0,25 22,850
AMATO FEDERICA
160 FERRANTE ROBERTO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 30 1 MIRANDA 3 NO 0 SI 3 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 2 0,6 CLASSE B 2 1 0,25 22,850
DI GNEO ANTONIO 99.480,00 € 99.480,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 8 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 22,750
161 PETILLO TERESA 76.000,00 € 76.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,75 22,750
PETRARCA ROSSANA 42.592,50 € 42.592,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 11 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 1 1,25 22,750
162 CASTALDI VINCENZO 25.000,00 € 25.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE B 2 1 1,75 22,750
163 VICENZO DEBORA 190.000,00 € 190.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 1 0,25 22,550
164 CINQUEMANI LUISA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 CASTELPIZZUTO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 1,5 22,500
MAISON TULLO SAS 59.758,25 € 59.758,25 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE B 2 1 1 22,500
PIACQUADIO UMBERTO 100.658,50 € 100.658,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 22,500
LANGIANO MAURIZIO 128.500,00 € 106.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 11 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 22,500
165
DI CARLO MARINELLA 104.837,56 € 104.837,56 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 10 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,5 22,500
ORSATTI CHRISTIAN 108.752,50 € 108.752,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 31 0 CARPINONE 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 22,500
LIBERATORE GIUSEPPE 43.736,35 € 43.236,35 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CASACALENDA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1,5 22,500
MASCIOLI SRL DI
166 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 22,500
MASCIOLI GUGLIELMO
167 PALANGIO ANGELA 65.961,70 € 65.961,70 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 13 3 FROSOLONE 2 SI 1 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 CLASSE A 4 0 0 22,500
168 ADRIA CAM SRL 99.000,00 € 94.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 10 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 22,500
169 GAROFALO LAURA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 PESCHE 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 7 2,1 CLASSE B 2 3 2,25 22,350
170 DE SANCTIS MARIANNA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE B 2 0 0 22,300
MASTRONUNZIO
143.495,00 € 143.495,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 22,250
GIOVANNA
PALO SIMONA 199.740,00 € 199.740,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 22,250
171 BAFFI ALFREDO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 19 1 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 10 3 INFERIORE B 0 1 0,25 22,250
DI VAIRA ETTORE 46.125,00 € 46.125,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 28 1 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,25 22,250
ROSA ALESSANDRA 155.000,00 € 155.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 22,250
GIANFRANCESCO MARIA
172 112.561,02 € 112.561,02 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0,5 0,125 22,125
LUISA
173 SANTILLI MONICA 132.500,00 € 132.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 2 22,000

CARLUCCIO COSTANTINO 43.500,00 € 43.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 22,000

DEL CIOPPO ANGELINA 135.000,00 € 135.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 31 0 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 22,000
LOMBARDI CAROLE 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 22,000
SALOME ROCCO 39.000,00 € 39.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TEMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 22,000
MILANO CONCETTA 26.137,50 € 26.137,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 LIMOSANO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 22,000
BARONE RAIMONDO
40.000,00 € 40.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 22,000
GIULIA PIA
174 ATTARDI CARMELA 143.495,00 € 143.495,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 22,000
ACQUA DI LUNA DI
BEVILAQUA 104.477,15 € 104.477,15 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 22,000
LUISANTONELLA
DI MASSA ELISABETTA 47.025,00 € 47.025,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 22,000
DI SOCCIO MARIELLA 48.000,00 € 48.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 22,000

CIAMPITTI ALESSANDRO 114.253,00 € 114.253,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 22,000

CORSI PAOLO 131.237,08 € 131.237,08 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIOVANNI IN GALDO 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 22,000
175 LARICCIA ASSUNTA 59.800,00 € 59.800,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 10 3 CLASSE B 2 1 1 22,000
176 PALOMBO ANTONIO 30.000,00 € 30.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 2 4 22,000
177 DI PAOLO AMEDEO 72.500,00 € 72.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 8 3 PIETRABBONDANTE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 1 22,000
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14651
RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
178 RUFO STEFANO 197.862,22 € 197.862,22 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 3 3 22,000
179 DI PARDO STEFANIA 30.839,79 € 30.839,79 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE B 2 1 1,5 21,800
180 FANALE ILARIA 93.602,00 € 86.011,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 11 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 0,75 21,750
PICANZA ANTONIO 84.775,00 € 84.775,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIULIANO DI PUGLIA 3 SI 1 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 21,750
181 CAPRA SALVATORE
87.490,60 € 87.490,60 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN POLO MATESE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 21,750
PEPPINO ANTONIO
182 GAG DOMUS SRL 10.000,00 € 10.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 30 1 TAVENNA 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 1,25 1,5625 21,563

183 FASANO GIOVANNA MARIA 173.665,80 € 173.665,80 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 MIRANDA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE B 2 1 0,25 21,550

184 COLOCCIA GIOVANNI 49.999,50 € 49.999,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 3,5 21,500

COLAVECCHIO FILOMENA 35.000,00 € 35.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1 1,5 21,500
185
LORITO GIULIA 32.925,74 € 32.925,74 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 PETACCIATO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1,5 21,500
FONTANA ANTONELLO 122.146,41 € 122.146,41 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 CERCEMAGGIORE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 INFERIORE B 0 0 0 21,500
186
FONTANA CONCETTINA 117.885,76 € 117.885,76 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 RICCIA 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 INFERIORE B 0 0 21,500

IACOVANTUONO MARCO 99.999,50 € 99.999,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 DURONIA 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 2 2,5 21,500
187
MARRO LIBERATO 50.000,00 € 50.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 2 3,5 21,500
MASSERIA CECCONE DI
188 ALBANESE PIERINA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 24 1 CAMPOCHIARO 4 SI 1 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 21,500
CRISTINA
189 DE GREGORIO NOEMI 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1,5 0,375 21,375

190 SAVASTANO RAFFAELLA 54.091,00 € 54.091,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BUSSO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 INFERIORE B 0 0 0 21,300

GIANCOLA ANTHONY 197.850,00 € 197.850,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MACCHIAGODENA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,25 21,250
191 HE DIANA 129.675,00 € 129.675,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 MONTAGANO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,25 21,250
CENTRITTO PAOLO 153.837,34 € 153.837,34 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 MIRABELLO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,25 21,250
192 ANTONILLI GIANCARLO 39.080,00 € 39.080,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE A 4 1 1,25 21,250
193 DI VITA NUNZIO 125.585,16 € 125.585,16 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 PIETRACATELLA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 21,250

COSTRUZIONI
194 77.655,19 € 77.655,19 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TORELLA DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0,5 0,125 21,125
D'ALESSANDRO RENATO
BEVILACQUA ELIANA
195 115.753,01 € 115.753,01 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE B 2 1 0,5 21,100
FRANCESCA
196 MARRONI GIOVANNI SRLS 190.543,46 € 190.543,46 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 3 3 21,000

197 GIACOMO DONATO LUCA 42.584,35 € 42.548,35 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CASACALENDA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1,5 0 21,000

198 IALONARDI CONCETTA 67.650,00 € 67.650,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1 21,000
IANNACONE ERNESTA 59.507,65 € 59.507,65 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
CHIARULLO DENISE
70.000,00 € 70.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
DESIRE'
VENTRUDO CHIARA 135.117,00 € 135.117,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 28 1 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 0 0 21,000
D'ADDARIO GIUSEPPINA 81.878,50 € 81.878,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SANT'ELIA A PIANISI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000

199 CORDONE GIUSEPPE 110.510,00 € 110.510,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 11 3 PIETRACATELLA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
PASSARELLI LUISANA 45.000,00 € 45.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 JELSI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
CORVO DOMENICO 112.250,00 € 112.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SEPINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
BARANELLO GLORIA 55.350,00 € 55.350,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 PETRELLA TIFERNINA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
COLELLA MASSIMO 26.657,75 € 26.657,75 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 7 3 CASTELMAURO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 21,000
ANTONOF MIRELA 86.450,00 € 86.450,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 21,000
200 DE ANGELIS CARLO 105.500,00 € 105.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOLIETO 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 INFERIORE B 0 2 2 21,000
201 PALLADINO ANTONIO 57.789,50 € 57.789,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 1 21,000
MUSTO CARMINE 53.600,00 € 53.600,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 0 0 21,000
MUSTO GIUSEPPE 53.000,00 € 53.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 0 0 21,000
202 BERTOLI LORENZO 193.872,00 € 193.872,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 PORTO CANNONE 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 0 21,000
PACITTI PIERLUIGI 30.200,00 € 30.200,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 FILIGNANO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 21,000
CREDICO DOMENICO 104.500,00 € 104.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN GIOVANNI IN GALDO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 21,000
203 GESUALDO ELIANA 71.199,47 € 71.199,47 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 CERCEMAGGIORE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 3 0,9 CLASSE B 2 0 0 20,900
204 FERRETTI MARIO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 TORELLA DEL SANNIO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 6 1,8 CLASSE A 4 2 1 20,800
VALLE VINCENZO 43.470,00 € 43.470,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 5 1,5 INFERIORE B 0 1 1,25 20,750
205
BUDELLI ROSANNA 140.408,80 € 87.755,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PETACCIATO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,75 20,750

CENTRO TARTUFI MOLISE


206 88.500,00 € 88.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 20,750
SRL DI PALUMBO VITTORIO

207 GUALTIERI PASQUALINO 82.500,00 € 82.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BARANELLO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,75 20,750

208 CASSETTA ANTONIO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN GIULIANO DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 1 0,3 CLASSE A 4 1,5 0,375 20,675
209 MAURIZIO ELEONORA 178.468,80 € 111.539,75 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PETACCIATO 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,5 20,500
210 DE LELLIS FULVIO 200.000,00 € 191.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 25 1 VASTO GIRARDI 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 2 1,5 20,500
211 PINTI WILLIAM 35.000,00 € 35.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 6 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 2 3,5 20,500
212 DI BELLO GIANFRANCO 97.965,00 € 97.965,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 SAN MARTINO IN PENSILIS 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1,4 1,4 20,400
213 FIACCHINO SILVERIO 198.500,00 € 198.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 MONTAQUILA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 1,41 0,3525 20,353
PINTO CARMEN 150.739,13 € 150.739,13 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 RIPOLIMOSANI 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 0,25 20,250
214 RAGNI ANTONIO 149.445,00 € 149.445,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 27 1 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 20,250
DARIENZO GIANLUIGI 142.004,12 € 142.004,12 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 27 1 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 20,250
MASELLA CINZIA MICHELA
215 163.341,92 € 163.341,92 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 20,250
SRL
STAR MOLISE SRL DI
216 131.060,08 € 131.060,08 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 COLLE D'ANCHISE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE A 4 1 0,25 20,250
LUCARELLI MICHELINO
SEA GARDEN ROOMS -
217 62.916,00 € 62.916,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 13 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 1 0,3 CLASSE A 4 1,5 1,875 20,175
VENDITTI DOMENICO
218 ROMANO MANUELA 140.725,00 € 140.725,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 BOJANO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 2 20,000

219 TRIMARCHI SEBASTIANA 104.246,57 € 104.246,57 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 20,000

220 TROTTA EMILIANA 199.700,00 € 199.700,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 CLASSE A 4 0 0 20,000
221 ROVEDA ENRICO 200.000,00 € 182.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 11 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 3 3 20,000
222 MADDALENA SETTIMIO 63.000,00 € 63.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 1 20,000
SELVAGGI RITA 57.230,66 € 57.230,66 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 SAN MASSIMO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 20,000

CHIACCHIARI GIANCARLO 199.000,00 € 199.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 20,000
223
DI MEO FRANCESCO
127.237,08 € 127.237,08 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 PETRELLA TIFERNINA 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 20,000
GIUSEPPE
SAYONARA SRL 140.400,00 € 140.400,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE A 4 0 0 20,000
224 GLAVE LAURA 65.000,00 € 65.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 6 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1 20,000
ALMA MATER DI ANGELA
225 25.000,00 € 25.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 15 3 VASTOGIRARDI 4 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 20,000
DI SALVO
226 VERTE PASQUALE 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FORNELLI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 3 0,9 INFERIORE B 0 3 3 19,900
227 TRAINI ANNA 113.459,79 € 113.459,79 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 BOIANO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 3 3,75 19,750
228 VARRIANO PIETRO 199.400,00 € 199.400,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 SAN GIULIANO DEL SANNIO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 9 2,7 CLASSE A 4 2 1 19,700
229 ADRIA CAM SRL 99.000,00 € 94.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 10 3 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 19,500
VERDE CARMINE 185.800,00 € 185.800,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 19,250
DI VITO ENRICO 48.886,35 € 48.886,35 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CASACALENDA 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 1 1,25 19,250
230
CICCAGLIONE GIUSEPPE 199.817,60 € 199.817,60 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 19,250
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14652
RIDUZIONE
TEMPISTICA
CONTRIBUTO CONTRIBUTO DOTAZIONE TIPOLOGIA LOCALIZZAZIONE RATING PATRIMONIO INTENSITA TUTELA INCREMENTO TOT.
POSIZIONE
230 SOGGETTO PROPONENTE ESITO PUNTI COMPLETAMENTO PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI COMPAGINE SOCIALE PUNTI PUNTI PUNTI PUNTI
RICHIESTO CONCEDIBILE FINANZIARIA D'INIZIATIVA INVESTIMENTO LEGALITA' ENTI PUBBLICI MASSIMA AMBIENTALE OCCUPAZIONALE PUNTI
INVESTIMENTO
AIUTO
VITIELLO ANDREA 49.914,61 € 49.914,61 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 1,25 19,250
PLANET CAFE' DI CIENZO
231 31.839,80 € 31.839,80 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 23 1 LARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0,2 0,05 19,050
GIUSEPPE
232 DE SANCTIS MARIO 70.000,00 € 70.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1 19,000
233 GICEA PERSIDIA 82.829,50 € 82.829,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 19,000
234 TEANO MARIA ROSARIA 194.000,00 € 194.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ROCCHETTA AL VOLTURNO 3 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 0 0 INFERIORE B 0 0 0 19,000
235 VITULLO FLORINDO 126.500,00 € 126.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 PIETRABBONDANTE 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 2 2 19,000
PERIN AUGUSTO 59.930,00 € 59.930,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 MONTENERO DI BISACCIA 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 1 19,000
236
PISAPIA FRANCESCO 55.000,00 € 55.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 1 1 19,000
IL TRABUCCO SAS DI DIEGO
237 29.992,69 € 29.992,69 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 0,5 0,5 19,000
PARADISO
MANCINI GIUSEPPE
64.381,31 € 64.381,31 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 30 1 COLLI A VOLTURNO 3 SI 1 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 19,000
VINCENZO
DEL PESCHIO GIANFRANCO 121.743,11 € 121.743,11 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 16 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 19,000
238
D'ALESSANDRO NICOLA 135.000,00 € 135.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 RIPALIMOSANI 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 19,000

PICCIANO MARCO 33.750,00 € 33.750,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 17 3 CAMPOCHIARO 4 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 19,000

COLLEFALCONE DI LUCA
239 117.536,73 € 117.536,73 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 GUARDIALFIERA 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 2 2 19,000
PENNICA & CO SNC

240 DI GIULIO PASQUALE 160.745,00 € 160.745,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 7 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 3 0,9 CLASSE A 4 0 0 18,900
241 VITANTONIO MICHELA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 1,5 0,375 18,875
242 LUDOVICO FEDERICO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 19 1 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 MAGGIORANZA NUM E QUOTE ENTRO 40 E DONNE 3 2 0,6 CLASSE A 4 0,6 0,15 18,750
243 MASTRONUNZIO LUIGI 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 5 1,5 CLASSE A 4 1 0,25 18,750
TERRACIANO FLAVIA
244 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 17 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 2 0,6 CLASSE A 4 2 1 18,600
CONCETTA
245 CERNERA ORSOLA 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 2 1,5 18,500

246 RADICES DI D'ELIA CHIARA 32.600,00 € 32.600,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE A 4 1 1,5 18,500

247 FALASCA VALENTINO 70.200,00 € 70.200,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAROVILLI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 1,5 0,375 18,375

FARMER SAS DI COLELLA


248 158.944,00 € 158.944,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 CLASSE B 2 1 0,25 18,250
MARIANTONIETTA

249 IOSUE EMILIO 44.436,00 € 44.436,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 4 1,2 CLASSE A 4 0 0 18,200
250 TUFILLI AGOSTINO 25.053,55 € 25.053,55 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 CASTELMAURO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 7 2,1 INFERIORE B 0 0 0 18,100
NUCCI ANNA LAURA 70.937,25 € 70.937,25 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 18,000
251
BARBIERO SIMONA 93.000,00 € 93.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 18,000
CRISPINO FRANCESCO 197.385,74 € 197.385,74 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 POZZILLI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 18,000
GUGLIELMI NICOLA 71.746,88 € 71.746,88 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 MIRABELLO SANNITICO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 18,000
252
MASTRANGELO PASQUALE 90.503,46 € 90.503,46 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 ORATINO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 18,000

DI CARLO ROBERTO 130.000,00 € 130.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 18,000
TESTA LUCIO 36.122,50 € 36.122,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIATTIVAZIONE 8 7 3 CERCEMAGGIORE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 18,000
253 DA.RI. SRL DI D'ANDREA
198.000,00 € 198.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 17 3 ROCCAMANDOLFI 3 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 CLASSE B 2 0 0 18,000
ROSANNA
254 D'ERRICO SILVESTRO 192.000,00 € 192.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 2 0,6 CLASSE A 4 0 0 17,600
CASA ANGELA DI DE LISIS
255 193.635,00 € 193.635,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 10 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 1 0,3 CLASSE A 4 1 0,25 17,550
MASSIMO
256 DE LISIO SETTIMIO 78.450,00 € 78.450,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 2 2,5 17,500

257 D'AGOSTINO DOMENICO 111.080,66 € 111.080,66 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 31 0 MACCHIA D'ISERNIA 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,5 17,500

258 SARDELLA PASQUALE 49.999,50 € 49.999,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIATTIVAZIONE 8 13 3 MONTAGANO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 2 3,5 17,500
FLOCCO SAVERIO 140.218,20 € 140.218,20 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 17,250
259
MASTRONUNZIO DONATO 181.252,00 € 181.252,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0,25 17,250

260 TRENTALANGE GIAMPIERO 95.000,00 € 95.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 1 0 17,000

BASLER MARCO 32.773,81 € 32.773,81 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 GUGLIONESI 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 17,000
CERIO ALBINO 125.125,00 € 125.125,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 FERRAZZANO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 17,000
261
PAGLIONE GIUSEPPE 99.885,00 € 99.885,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 17,000
BUSICO MANFREDO 47.288,50 € 47.288,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 17,000
262 CICCOLINI ROBERT 82.465,00 € 82.465,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 MONTAGANO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 1 0,75 16,750
GRANITTO IMMOBILIARE
263 40.768,00 € 40.768,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 1 0,3 CLASSE B 2 1 1,25 16,550
SRL
264 BARONE MARCO 100.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 4 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 3 4,5 16,500
265 PAPA CLAUDIO 199.937,50 € 199.937,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 MONTERODUNI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 1,41 0,3525 16,353
DI ROSA FABIO 35.372,95 € 35.372,95 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 7 3 CASTELMAURO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 0 0 16,000
266 DE LUCA MATTEO 35.504,81 € 35.504,81 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 14 3 MONTECILFONE 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 0 0 16,000
AULITANO ANGELO 72.479,20 € 72.479,20 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 12 3 MONTERODUNI 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 0 0 16,000
VILLAGGIO RURALE
SETTEQUERCE di PENNA 154.500,00 € 154.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 SESTO CAMPANO 3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 16,000
267
ANTONIA
VALERIO LIBERO 98.000,00 € 98.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIATTIVAZIONE 8 21 1 CERCEMAGGIORE 2 SI 1 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE A 4 0 0 16,000
268 MARRONI GILBERTO 100.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 1 0,75 15,750
MOTTILLO BRUNO 47.288,35 € 47.288,35 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 1 0,3 INFERIORE B 0 1 1,25 15,550
269
IANNETTA MARIO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 1 0,3 CLASSE B 2 1 0,25 15,550
270 RASPONE DOMENICO 65.567,79 € 65.567,79 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 9 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0,5 0,125 15,125
271 GALASSO VALENTINA 130.500,00 € 130.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 18 3 AGNONE 2 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0,5 0,125 15,125
PALUMBO CLAUDIO 200.000,00 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 24 1 TRIVENTO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 15,000
272
PALMIERI NICOLA 69.617,00 € 34.808,50 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 TERMOLI 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 15,000
273 D'UVA E VINCELLI SNC 82.514,35 € 82.514,35 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 CAMPOMARINO 1 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 15,000
274 FOSCHINI DAVIDE 35.000,00 € 35.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 15 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 1 1,5 14,500
275 CASTAGNA DOMENICO 100.000,00 € 100.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 12 3 FROSOLONE 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 2 2,5 14,500
276 RAMACCIATO ORANTE 42.761,56 € 42.761,56 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 13 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 1 1,25 14,250
RESIDENCE ANTICA
277 DIMORA DI VALERIO 49.250,75 € 49.250,75 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE RIQUALIFICAZIONE 5 7 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 1 1,25 14,250
DOMENICO
278 MINIELLO MAURO 61.250,00 € 61.250,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 7 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 1 1 14,000

279 CLEMENTONI VLADIMIRO 80.000,00 € 80.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 VINCHIATURO 2 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 14,000

VOLPE DOROTHY 191.729,15 € 191.729,15 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3 VENAFRO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 14,000
280
ZACCARI ANNALISA 30.500,00 € 30.500,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 12 3 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 TOTALMENTE GIOVANI ENTRO 40 ANNI E DONNE 5 0 0 INFERIORE B 0 0 0 14,000
281 CARBONE DOMENICO 189.402,26 € 189.402,26 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 18 3CASTROPIGNANO FRAZ. ROCCASPROMONTE3 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 14,000

BELFONTE MASSIMILIANO 72.625,00 € 72.625,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 18 3 ISERNIA 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 INFERIORE B 0 0 0 13,000
282
SANTELLA ANDREA 71.170,00 € 71.170,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 29 1 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 13,000
283 PADULO ROBERTO 249.401,05 € 200.000,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE AMPLIAMENTO 6 9 3 LARINO 1 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 10 3 INFERIORE B 0 0 13,000
284 PRESUTTI GIANCARLO 43.800,00 € 43.800,00 € NON AMMISSIBILE ALLA TERZA FASE PER CARENZA DI RISORSE ATTIVAZIONE 10 36 0 CAMPOBASSO 0 NO 0 NO 0 NESSUNA PREMIALITA 0 0 0 CLASSE B 2 0 0 12,000
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14653
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14654
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14655
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14656

ALLEGATO A)

COMUNICAZIONE MOTIVI OSTATIVI


ALL'OCCOGLIMENTO DELL'ISTANZA - AI SENSI
SOGGETTO PROPONENTE OSSERVAZIONI CONTRODEDUZIONI CONFUTAZIONI ALLE OSSERVAZIONI CONTRODEDUZIONI
DELL'ART.10 BIS L.241/90 MOTIVAZIONE
DELL'INAMMISSIBILITA'
N.

A.S.D. FREE RUNNERS ISERNIA Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
1

NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE


2 PRO LOCO GIOVANI CERCESI Non rientra tra i destinatari - art.3 dell'Avviso

rinvia documentazione prot.n.95324/19 - INAMMISSIBILE - TRATTASI DI MODIFICA SOSTANZIALE DEGLI


dichiarando che per errore ha indicato importi IMPORTI PROGETTUALI INDICATI NELLA DOMANDA E NEL PIANO
diversi sia nella Domanda di Candidatura che nel FINANZIARIO NON POSSIBILE OLTRE IL TERMINE DI
Progetto inferione ad euro 3.000,00 - art.5 Piano Finanziario - PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
3 A.S.D. MATESE MOUNTAIN BIKE dell'Avviso
INAMMISSIBILE - TRATTASI DI UN VIZIO NON SANABILE OLTRE IL
rinvia con prot.n.94458/19 la Domanda di
Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso TERMINE DI SCADENZA DELLA PRESENTAZIONE DELLE
Candidatura firmata digitalmente
4 A.S.D. ISOLA CROATA DEL MOLISE DOMANDE

rinvia documentazione prot.n.94495/19 -


INAMMISSIBILE - TRATTASI DI UN VIZIO NON SANABILE OLTRE IL
chiedendo: "di superare la criticità rilevata
A.S.D. SPORTING VENAFRO Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso TERMINE DI SCADENZA DELLA PRESENTAZIONE DELLE
ammettendo alla successiva fase della
DOMANDE
valutazione la proposta progettuale" -
5
6 A.S.D. TEAM TERMOLI TRIATHLON Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
7 A.S.D. POLISPORTIVA MOLISE Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
8 A.S.D. URBAN SPORT CAMPOBASSO Omessa firma digitale- art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
invia nota prot. n. 96815/19 adducendo che la
INAMMISSIBILE - LA FIRMA DIGITALE E' RICHIESTA A PENA DI
Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso Domanda di Candidatura così come firmata
FEDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA COMITATO INAMMISSIBILITA' DALL'ART. 6 DELL'AVVISO
equivale a quella firmata digitalmente
9 REGIONALE FIDAL MOLISE

10 ASSOCIAZIONE TENNIS DILETTANTISTICA DI TERMOLI Manca domanda di candidatura NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
11 ASSOCIAZIONE I LAGHI DEL PARCO Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
12 A.S.D. BASKET VENAFRO Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO INAMMISSIBILE
ASSOCIAZIONE C.S.B. BILIARDO SPORTIVO ISERNIA Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso NESSUN RISCONTRO
13 INAMMISSIBILE
invia nota prot. n. 96375/19 adducendo che la
INAMMISSIBILE - LA FIRMA DIGITALE E' RICHIESTA A PENA DI
Domanda di Candidatura così come firmata
INAMMISSIBILITA' DALL'ART. 6 DELL'AVVISO
14 FEDERAZIONE ITALIANA TENNIS Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso equivale a quella firmata digitalmente
INAMMISSIBILE - TRATTASI DI UN VIZIO NON SANABILE OLTRE IL
ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA KEMARIN rinvia con prot.n.94458/19 la Domanda di
Omessa firma digitale - art.6 dell'Avviso TERMINE DI SCADENZA DELLA PRESENTAZIONE DELLE
HOCKEY Candidatura firmata digitalmente
15 DOMANDE
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14657
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14658
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14659
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14660

ALLEGATO A)
ELENCO ISTANZE AMMISSIBILI

N. PROGRESSIVO SOGGETTO PROPONENTE SEDE LEGALE/TERRITORIALE TITOLO DEL PROGETTO ESITO


1 G.S. ORATINO A.S.D. ORATINO (CB)
40° TROFEO CICLISTICO ORATINO - 1° PROVA DEL "XI TRITTICO DEL MOLISE" AMMISSIBILE
G.S. MOLISE RICAMBI - A.S.D.
2 BOJANO (CB) 24° MEMORIAL PRIOLO NINO - 2^ PROVA "XI TRITTICO DEL MOLISE" AMMISSIBILE
3 A.S.D. CICLISTICA MOLISANA CASTELPETROSO - TUTTO TELEFONIA CASTELPETROSO (IS) 6° MEMORIAL CARMINE TAMBURRI - 3^ PROVA DEL "XI TRITTICO DEL MOLISE" AMMISSIBILE
4 SOCIETA' SPORTIVA DILETTANTISTICA EMMEDUE S.S.D. A.R.L. CAMPOBASSO "9° TROFEO EMMEDUE" AMMISSIBILE
5 A.S.D. SCUOLA DI DANZA ODETTE CAMPOBASSO MOLIDANZA 2019 AMMISSIBILE
6 VARVARUSA GOLF CLUB A.S.D. FILIGNANO (IS) GOLF DAY 2019 AMMISSIBILE
7 A.S.D. NUOVA ATLETICA ISERNIA ISERNIA "CORRISERNIA XVI EDIZIONE 2019" AMMISSIBILE
8 A.S.D. ATLETHIC CLUB TERMOLI TERMOLI (CB) LART & POSHT CULTURA-SPORT AMMISSIBILE
9 A.S.D. PALLAVOLO ISERNIA ISERNIA ISERNIA BEACH AND SUN 2019 3^ EDIZIONE AMMISSIBILE
10 A.S.D. DANCING MOLISE
CAMPOBASSO DANCE CUP MOLISE AMMISSIBILE
MATESE ENDURO - CAMPANIA ENDURO CUP 2019 - TAPPA 3 (3PS-24 KM. 1000 D+-
MATESE OUTDOOR A.S.D.
11 BOJANO (CB) ID GARA 151186) AMMISSIBILE
12 A.S.D. CIRCOLO SCACCHI MONFORTE DI CAMPOBASSO CAMPOBASSO "TORNEO INTERNAZIONALE DI SCACCHI CITTA' DI VENAFRO" AMMISSIBILE
13 A.S.D. ENNEBICI CAMPOBASSO 3° TROFEO CAMPOBASSO PER LO SPORT AMMISSIBILE
14 A.S.D. NUOVA CESTISTICA CAMPOBASSO CAMPOBASSO 1° TORNEO DI NATALE 2019 U18 MASCHILE AMMISSIBILE
15 A.S.D. CLN CUS MOLISE BOJANO (CB) FINAL EIGHT DI COPPA ITALIA CALCIO A 5 SERIE B AMMISSIBILE
16 A.S.D. CUS MOLISE CAMPOBASSO TORNEO NAZIONALE DI CALCIO A 5 "CITTA' DI CAMPOBASSO" AMMISSIBILE
17 A.S.D. FITNESS BENECONTE CAMPOBASSO "DUE PASSI IN MOLISE" AMMISSIBILE
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14661
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14662
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14663
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14664
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14665
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14666
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14667
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14668
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14669
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14670
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14671
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14672
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14673
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14674
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14675
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14676
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14677
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14678
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14679
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14680
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14681
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14682
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14683
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14684
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14685
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14686
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14687
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14688
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14689
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14690
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14691
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14692
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14693
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14694
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14695
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14696
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14697
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14698
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14699
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14700
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14701
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14702
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14703
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14704
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14705
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14706
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14707
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14708
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14709
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14710

Allegato A)

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 - “Promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità


e sostenere la mobilità dei lavoratori”

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
1
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14711

2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14712

INDICE

1. PREMESSA ………..………………………………………………………………...…………. 4
2. DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI DELLA MISURA ………..…………………...………... 4
3. DOTAZIONE FINANZIARIA DELLA MISURA E DEL BANDO …………..………………. 5
4. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE ………..…………………...…………………… 6
5. CRITERI DI AMMISSIBILITÀ ...………………………………………… 6
6. INTERVENTI AMMISSIBILI ……………..…………………………………………………... 8
7. CATEGORIE DI SPESA AMMISSIBILI ………………………………..……………..…….. 9
7.1 Supporto tecnico preparatorio ...................................................................................................... 9
7.2 Realizzazione del progetto di cooperazione ..................................................................................... 10
8. SPESE NON AMMISSIBILI …………………………………..…….…………………………. 11
9. IMPEGNI E OBBLIGHI DEL BENEFICIARIO …………………..…………………………... 12
10. DOCUMENTAZIONE RICHIESTA ………………………...…………………………………. 13
11. LOCALIZZAZIONE (AREA TERRITORIALE DI ATTUAZIONE)…………...…………….. 14
12. CRITERI DI SELEZIONE……………………………………………..……. 14
13. INTENSITÀ DELL’AIUTO E SPESA MINIMA AMMISSIBILE ....…..……………………... 17
14. MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE………………...…… 17
15. ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE DELLE DOMANDE………………...……………….….. 18
15.1 Ricevibilità delle istanze ………………….………………………………………………….….. 18
15.2 Ammissibilità delle istanze …………………………………………………………………… 19
15.3 Valutazione delle domande e pubblicazione graduatorie ……………………………………… 19
15.3.1 Graduatoria Provvisoria ……………………………………………………………………… 20
15.3.2 Graduatoria Definitiva ………………………………………………………………………... 20
15.3.3 Integrazioni o variazioni presentate spontaneamente dal beneficiario ....…..………………… 21
15.3.4 Partecipazione al procedimento da parte di persona diversa dal richiedente (deleghe) ....…..… 21
Percorso istruttorio di valutazione per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni,
15.4 22
Stati membri e OO.II. diversi .............................................................................................
15.5 Provvedimento di concessione del sostegno/aiuto………………………………..……………………... 23
15.5.1 Verifiche per evitare il doppio finanziamento e misure antifrode ....…..……………………… 23
15.5.2 Atto di concessione del sostegno/aiuto………………………………..………………….. 24
16. TEMPI E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI PROGETTI…………………………..……… 24
17. MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI E DOCUMENTI RICHIESTI………... 25
17.1 Anticipazione …………………………………………………………………………………… 25
17.2 Stato di Avanzamento Lavori (SAL) …………………………………………………………… . 26
17.3 Saldo …………………………………………………………………………………………….. 26
17.4 Rendicontazione della spesa…………………………………………………………………….. 27
17.4.1 Elenco della documentazione da produrre ………….. …..…………………………………..……. 27
17.4.2 Tracciabilità dei pagamenti ……………………………………………………………………. 28
17.4.3 Dichiarazione liberatoria ……………………………………………………………………… 29
Rendicontazione delle spese “azioni comuni” per i progetti di cooperazione tra soggetti
17.5 29
appartenenti a Regioni, Stati membri e OO.II. diversi ….................................................................
18. MONITORAGGIO E RAPPORTI DI ESECUZIONE................................................................. 30
19. VARIANTI O MODIFICHE AL PROGETTO………………………….…………...…………. 30
Modifiche al progetto per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni, Stati
19.1 32
membri e OO.II. diversi …………………………………………………..……………………
20. PROROGHE…………………………………………………………………………………..... 32
Proroghe per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni, Stati membri e
20.1 33
OO.II. diversi ………………………………………………………………….…………………
21. MISURE DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE……………………………….…….... 33
22. CONTROLLI………………………………………………………………………………….... 34
23. REVOCA DEL CONTRIBUTO E RECUPERO DELLE SOMME EROGATE……………..... 34
23.1 Rinuncia ………………………………………………………………………………………… 34
23.2 Decadenza dal sostegno ………………………………………………………………………… 35
23.3 Recupero somme erogate ………………………………………………………………………. 35
24. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONSERVAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE ….. 36
3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14713

25. DIRITTI DEI BENEFICIARI ……………………………………..……………………………. 36


26. RICORSI ……………………………..…………………………………………………………. 36
27. TRATTAMENTO DEI DATI ………………………………………………………………… 37
28. COMUNICAZIONI E NOTIFICAZIONI ………………..…………………………………….. 37
29. DISPOSIZIONI FINALI …………………………………….………..……………….……… 37
30. RIFERIMENTI NORMATIVI ……………………………………………………...…………... 38
31. ACRONIMI E DEFINIZIONI ……..……………………………………………………………. 45
32. ELENCO DEGLI ALLEGATI ………………………………………………………...………... 48

4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14714

BANDO DI ATTUAZIONE DELLA MISURA 4.64 DEL PO FEAMP 2014 - 2020


Priorità 4
COOPERAZIONE
Regolamento (UE) n. 508/2014, articolo 48

FONDO EUROPEO PER GLI AFFARI MARITTIMI E LA PESCA


Riferimento normativo REG. (UE) n. 508/2014, art. 64
Priorità del FEAMP 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale
8 - Promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la
Obiettivo Tematico
mobilità dei lavoratori
MISURA 4.64 - Attività di cooperazione - Art. 64 del Reg. (UE) n.
Misura
508/2014
Sostenere la preparazione e la realizzazione di progetti di cooperazione
Finalità
interterritoriali e transnazionali

FLAG Molise Costiero, in qualità di Gruppo di azione locale che attua


Beneficiari una strategia di sviluppo locale a valere sul FEAMP, ammesso e
finanziato dalla Regione Molise a seguito della selezione.

Dotazione finanziaria € 40.423,80

1. PREMESSA
Le presenti Disposizioni, riguardanti il sostegno alle attività di cooperazione, vengono emanate nell’ambito
del Programma Operativo FEAMP 2014-2020 approvato con la Decisione della Commissione C(2018) 6576
che modifica la Decisione di esecuzione della Commissione C (2015) 8452 di approvazione del Programma
Operativo FEAMP 2014-2020 e in con conformità a quanto previsto dall’art. 35, paragrafo 1, lettera c), del
Reg. (UE) n. 1303/2013 e dall’art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014.
Esse fanno riferimento alla “Guida per l’attuazione delle attività di cooperazione (Art. 64 del Reg. UE
508/2014) nell’ambito dello sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD)” emanata dall’Autorità di Gestione
del P.O. FEAMP 2014/2020.
La Regione Molise, in qualità di Organismo Intermedio del PO FEAMP 2014-2020, intende attivare un
percorso procedurale finalizzato all’approvazione di un progetto di cooperazione interterritoriale o
transnazionale atto a garantire lo scambio di esperienza, la crescita culturale ed amministrativa del FLAG
Molise Costiero e conseguentemente elevare le strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo (SSL) verso
una dimensione sovra territoriale.

2. DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI DELLA MISURA


Obiettivo della Misura è la preparazione e la realizzazione delle attività di cooperazione del Gruppo di
azione locale, promuovendo, in generale, la sostenibilità dell’attività di pesca, lo sviluppo di modelli
economici legati alle zone di pesca, il turismo, la valorizzazione delle produzioni e delle attività di pesca e il
miglioramento dello sfruttamento delle potenzialità del patrimonio ambientale delle zone di pesca.
Il perseguimento degli obiettivi della misura contribuisce a favorire la promozione della crescita economica e
dell’inclusione sociale, la creazione di posti di lavoro e fornire sostegno all’occupabilità e alla mobilità dei
lavoratori nelle comunità costiere e interne dipendenti dalla pesca e dall’acquacoltura, compresa la
diversificazione delle attività nell’ambito della pesca e in altri settori.

5
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14715

Come si vede, i progetti di cooperazione possono riguardare un’ampia gamma di interventi, individuando
preferibilmente quelli le cui finalità sono riconducibili all’acquisizione di nuove capacità o al miglioramento
delle conoscenze dei soggetti partecipanti alle attività di cooperazione e/o degli attori locali oppure alla
promozione dei prodotti e delle attività, etc..
Pertanto, con il sostegno alle attività di cooperazione si intende rafforzare la SSL attuata dal FLAG Molise
Costiero mediante il confronto, in ambito nazionale e internazionale, tra soggetti accomunati da un interesse
quale la valorizzazione di risorse comuni e la ricerca di soluzioni a problemi locali.
In sintesi l’obiettivo è quello di promuovere attività volte a:
a. migliorare la competitività economica e sociale del territorio “aree costiere” attraverso
l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze per gli attori pubblici e privati e l’individuazione
di nuovi mercati o sbocchi commerciali per i prodotti locali;
b. migliorare i prodotti o i servizi realizzati nel territorio sotto l’aspetto tecnico, tecnologico-
innovativo;
c. valorizzare e promuovere l’identità storico-culturale e conseguentemente la visibilità esterna del
territorio costiero.
I risultati di tale attività di cooperazione consistono generalmente in benefici per i territori e le relative
comunità, quali la nascita e lo sviluppo di competenze, di reti e di relazioni, che diventano patrimonio
comune dei partner. Il confronto e lo scambio di esperienze tra partenariati operanti in territori diversi
possono favorire la mobilitazione del potenziale di sviluppo endogeno, stimolando esperienze innovative per
le singole realtà interessate e aumentando la capacità di elaborare ed attuare progetti o iniziative comuni e
condivisi.
Come meglio specificato nel successivo paragrafo 6., il sostegno di cui all’art. 64, comma 1 del Reg. UE
508/2014 può essere concesso per:
a) attività di supporto tecnico preparatorio per progetti di cooperazione;
b) la realizzazione di progetti di cooperazione interterritoriale o transnazionale.

3. DOTAZIONE FINANZIARIA DELLA MISURA E DEL BANDO


La dotazione finanziaria attuale della misura e del presente Avviso pubblico è pari complessivamente a €
40.423,80 di cui € 8.423,80 per il supporto tecnico preparatorio alle attività di cooperazione ed € 32.000,00
per la realizzazione del progetto di cooperazione.
La dotazione finanziaria pari ad Euro 40.423,80= è così suddivisa:
Euro 20.211,90= (50%) quota FEAMP;
Euro 14.148,33= (35%) quota Fondo di Rotazione (FdR);
Euro 6.063,57= (15%) quota Regione Molise.

Misura Dotazione

4.64 - OT 8 € 40.423,80

Come specificato anche al successivo paragrafo 6., laddove non si dovesse utilizzare “nella totalità” la
predetta quota di risorsa finanziaria disponibile per il sostegno preparatorio, l’Amministrazione può assegnare
l’eventuale quota di risorsa rimanente alla realizzazione del progetto di cooperazione al fine di garantire il
pieno utilizzo della dotazione finanziaria prevista dal bando e dalla Misura 4.64.
L’Amministrazione regionale si riserva di valutare nel corso dello svolgimento del PO FEAMP 2014/2020
eventuali modifiche della dotazione finanziaria della Misura, a seguito di rimodulazione del piano
finanziario dello stesso Programma operativo.
L’erogazione delle risorse sarà effettuata compatibilmente con gli stanziamenti di bilancio.

6
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14716

4. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Organismo Intermedio Regione Molise

Assessorato alle Politiche agricole ed agroalimentari, Programmazione


forestale, Sviluppo rurale, Pesca produttiva, Tutela dell’ambiente -
Struttura
Servizio Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per
l’Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria

Indirizzo Via G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO

URL www.regione.molise.it

5. CRITERI DI AMMISSIBILITÀ
Anche per tale misura vengono indicate tre tipologie di criteri:
- criteri trasversali;
- criteri specifici del richiedente;
- criteri specifici dell’operazione.
Per quanto riguarda i criteri di ammissibilità “trasversali”, si riportano nel dettaglio i requisiti o condizioni
affinché il soggetto richiedente possa beneficiare del sostegno previsto dalla Misura:
1) applicare il CCNL di riferimento e adempiere alle leggi sociali e di sicurezza sul lavoro, nel caso in cui il
soggetto e la compagine richiedente impieghi personale dipendente;
2) non deve rientrare tra i seguenti casi di esclusione previsti dall’art. 106 del Reg. (UE) n. 966/2012:
- non sia in stato di fallimento, liquidazione, amministrazione controllata, concordato preventivo,
cessazione d'attività o in ogni altra situazione analoga risultante da una procedura della stessa natura
prevista nelle disposizioni legislative e/o regolamentari nazionali, ovvero, a carico del quale sia in
corso un procedimento di tal genere;
- non sia stata pronunziata nei confronti degli amministratori una condanna, con sentenza passata in
giudicato di un'Autorità competente di uno Stato Membro per qualsiasi reato che incida sulla loro
moralità professionale;
- che abbia ottemperato agli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali o
agli obblighi relativi al pagamento d'imposte e tasse;
- che non sia stata emessa nei confronti degli amministratori una sentenza passata in giudicato per
frode, corruzione, partecipazione a un'organizzazione criminale, riciclaggio di proventi illeciti o
qualsiasi altra attività illecita che leda gli interessi finanziari dell'Unione.
Inoltre, come stabilito dai criteri di ammissibilità “attinenti al soggetto richiedente” per poter accedere ai
benefici previsti dalla misura e dalle presenti Disposizioni di attuazione, lo stesso richiedente non deve
rientrare tra i seguenti casi di inammissibilità previsti dai paragrafi 1 e 3 (ove pertinenti) dell’art. 10 del Reg.
(UE) n. 508/2014:
- non deve avere commesso un’infrazione grave a norma dell’art. 42 del Reg. (CE) n. 1005/2008 del
Consiglio o dell’articolo 90, paragrafo 1, del Reg. (CE) n. 1224/2009;
- non deve essere stato associato allo sfruttamento, alla gestione o alla proprietà di pescherecci inclusi
nell’elenco unionale delle navi INN di cui all’articolo 40, paragrafo 3, del Reg. (CE) n. 1005/2008 o
di pescherecci battenti la bandiera di paesi identificati come paesi terzi non cooperanti ai sensi
dell’articolo 33 di tale regolamento;
- non deve avere commesso grave violazione delle norme della Politica Comune della Pesca (PCP),
individuata come tale in altri atti legislativi adottati dal Parlamento Europeo e dal Consigli;
- non deve avere commesso una frode, come definita all’articolo 1 della convenzione relativa alla
tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee1 nell’ambito del Fondo europeo per la pesca

7
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14717

(FEP) o del FEAMP.


Infine, per quanto attiene i criteri “specifici dell’operazione”, per poter accedere ai benefici previsti dalla
misura e dalle presenti Disposizioni di attuazione, l'operazione deve concorrere al raggiungimento degli
obiettivi di cui al PO FEAMP 2014/2020 e, in base al comma 2 dell’art. 64 “… oltre che altri FLAG, i
partner di un FLAG nell’ambito del FEAMP possono essere i membri di un partenariato pubblico-privato
che attua una strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo all’interno o all’esterno dell’Unione”.
Al fine di garantire una corretta interpretazione delle procedure di ammissibilità si precisa quanto segue:
tutte le indicazioni relative ad articoli e paragrafi si riferiscono, dove non diversamente specificato, al
Reg. (UE) n. 508/2014;
con riferimento al criterio generale di ammissibilità “Il richiedente non rientra tra i casi di esclusione
di cui all'art. 106 del Reg. (UE) n. 966 del 2012” si ricorda che ai sensi dell’art. 131 paragrafo 4, per
importi del sostegno inferiori a € 60.000,00, l'ordinatore responsabile può non richiedere tale
attestazione (art. 137 del Reg. (UE) n. 1268/2012);
per quanto attiene al periodo di inammissibilità delle domande si rimanda a quanto previsto dal Reg.
(UE) 288/2015, così come modificato dal Reg. (UE) 2252/2015;
per Enti forniti di personalità giuridica, società e associazioni anche prive di personalità giuridica
sono previste le sanzioni interdittive di cui all’art.9 del D. Lgs. 231/2001.
Si fa presente, infine, che le domande di sostegno presentate da soggetti nei cui confronti, nel precedente
periodo di programmazione PO FEP 2007-2013 o nell’attuale periodo di programmazione PO FEAMP 2014-
2020, è stata avviata e conclusa una procedura di revoca degli aiuti con recupero di indebiti percepiti, senza
che sia intervenuta la restituzione degli stessi, sono ritenute inammissibili. La stessa domanda di
finanziamento può essere ammessa nel caso in cui è stata pronunciata la revoca e l’impresa/Ente pubblico
abbia fatto ricorso presso le Autorità competenti, il cui giudizio sia ancora pendente.
Si riportano nel seguente prospetto i criteri di ammissibilità specifici della Misura, con l’individuazione dei
soggetti destinatari.

OPERAZIONE A REGIA

SOGGETTI AMMISSIBILI A FINANZIAMENTO - BENEFICIARI


FLAG Molise Costiero, in qualità di Gruppo di azione locale nel settore della pesca (FLAG)

CRITERI GENERALI DI AMMISSIBILITÀ

Applicazione del CCNL di riferimento nel caso in cui il richiedente utilizzi personale dipendente

Il richiedente non rientra tra i casi di esclusione di cui all'art. 106 del Reg. (UE) 966/2012

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ ATTINENTI AL SOGGETTO RICHIEDENTE


Il soggetto giuridico che presenta la proposta è un Gruppo di azione locale, come da art. 32, par. 2, lett. b)
del Reg. (UE) n. 1303/2014, che attua una strategia di sviluppo locale a valere sul FEAMP
Il richiedente non rientra nei casi di inammissibilità previsti dai paragrafi 1 e 3 (ove pertinenti) dell'art. 10
del Reg.(UE) n.508/2014 (ai sensi del paragrafo 5 del medesimo articolo)

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ RELATIVI ALL'OPERAZIONE

PAR. 2 I partner di un Gruppo di azione locale che attua strategie di sviluppo locale a valere sul FEAMP
possono essere i membri di un partenariato pubblico-privato che attua una strategia di sviluppo locale di
tipo partecipativo all’interno o all’esterno dell’Unione

L'operazione concorre al raggiungimento degli obiettivi di cui al PO FEAMP

8
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14718

Il beneficiario diretto della Misura 4.64 che può accedere al finanziamento, attraverso la presentazione di un
progetto di cooperazione, è il FLAG Molise Costiero, selezionato dalla O.I. Regione Molise per l’attuazione
delle strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo (SSL) nell’ambito del PO FEAMP 2014/2020; tale
FLAG, oltre ad essere inserito nella graduatoria regionale degli ammessi, è oggetto di finanziamento con la
Misura 4.63.
I destinatari finali degli interventi di cooperazione, invece, sono gli specifici gruppi portatori di interesse
individuati nei progetti, ovvero i soggetti pubblici e privati dei territori interessati (cittadini, imprese, enti
locali, associazioni, etc.). Gli attori pubblici e privati dei territori dovranno essere coinvolti attivamente e
informati adeguatamente sia nella fase di preparazione dei progetti che nella realizzazione degli stessi.
Il progetto di cooperazione può coinvolgere tre tipologie di soggetti:
1) FLAG (Gruppo di azione locale nel settore della pesca) sostenuto dal FEAMP;
2) partenariati CLLD sostenuti da fondi strutturali e di investimento europei (SIE) quali Gruppi di
azione locale (GAL) attuatori di un progetto di sviluppo locale di tipo partecipativo, essendo questo
sostenuto dal FEASR, dal FESR o dal FSE;
3) partenariato CLLD, precisamente un partenariato pubblico-privato che attua una strategia di sviluppo
locale di tipo partecipativo all’interno o all’esterno dell’Unione non sostenuto dai fondi SIE.
Il progetto di cooperazione, oltre al FLAG Molise Costiero (in quanto sostenuto dal PO FEAMP Molise,
per attività di cooperazione interterritoriale o transnazionale), dovrà prevedere il coinvolgimento di almeno
un altro dei predetti soggetti (partner). Al fine di non pregiudicare il regolare svolgimento e il
raggiungimento degli obiettivi del progetto, si ritiene opportuno che tutti i soggetti coinvolti sottoscrivano
l'accordo di cooperazione di cui all’Allegato B2.
Le spese effettuate sono considerate ammissibili, e quindi oggetto del sostegno del FEAMP, soltanto se
sostenute dal FLAG Molise Costiero. Gli altri soggetti coinvolti dovranno, invece, sostenere
finanziariamente gli interventi di propria competenza.

6. INTERVENTI AMMISSIBILI
Sono ritenuti ammissibili i seguenti interventi:
a) supporto tecnico preparatorio per progetti di cooperazione interterritoriale o transnazionale;
b) progetti di cooperazione interterritoriale o transnazionale.
Il sostegno di cui alla precedente lettera a) è concesso nel limite di 8.423,80 € per soggetto ammissibile a
finanziamento.
Il sostegno di cui alla precedente lettera b), pari a 32.000,00 €, è concesso per azioni comuni e azioni locali.
L’azione comune è attuata congiuntamente dai partecipanti al progetto di cooperazione e prevede la
realizzazione di attività quali, ad esempio:
- il trasferimento di conoscenze da una zona di pesca ad un’altra;
- ricerche o studi congiunti e attività di sviluppo comuni;
- concezione in comune di applicazioni IT, materiali promozionali e/o prodotti e servizi locali, etc.;
- attività promozionali e di marketing di prodotti e/o per processi (compresi eventi culturali, campagne
pubblicitarie, marketing territoriale comune, etc.).
I soggetti coinvolti nelle attività di cooperazione, dunque, lavorano insieme allo sviluppo di un progetto
comune al fine di raggiungere la massa critica necessaria a garantirne la vitalità e la durata nel tempo, di
ricercare la massima complementarità con gli altri strumenti programmatici ed apportare un reale valore
aggiunto al territorio, valutabile in termini concreti.
L’azione locale, invece, è attuata dai singoli soggetti sul proprio territorio e deve concorrere al
raggiungimento dell’obiettivo comune definito dal progetto.
Nel caso in cui il progetto preveda delle “azioni locali”, il costo totale ad esse destinato deve essere al
massimo pari al 10% del costo totale ammissibile del progetto di cooperazione. In ogni caso, saranno ritenute
ammissibili solo le spese per la realizzazione di azioni locali strettamente connesse e funzionali agli obiettivi
del progetto.

9
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14719

Ai sensi dell’articolo 64 del Reg. UE n. 508/2014, per cooperazione interterritoriale si intende la


cooperazione tra territori all’interno di uno stesso Stato membro; pertanto, è possibile implementare azioni di
cooperazione nell’ambito del territorio nazionale, definendo azioni strategiche che coinvolgano attori
provenienti da diverse Regioni italiane o nell’ambito del medesimo territorio regionale. Per cooperazione
transnazionale si intende la cooperazione tra territori di più Stati membri o la cooperazione tra almeno un
territorio di uno Stato membro e uno o più territori di paesi terzi.
Nel caso in cui il supporto tecnico preparatorio non venga realizzato, tutta la disponibilità finanziaria può
essere utilizzata per interventi di cui alla precedente lettera b), pari a 40.423,80 €.

7. CATEGORIE DI SPESA AMMISSIBILI


Le principali categorie di spese ammissibili riguardano:
- costi sostenuti per il supporto tecnico preparatorio (ad esempio, redazione del progetto,
organizzazione di riunioni e incontri, studi di fattibilità, etc.) nel limite massimo di € 8.423,80;
- costi di realizzazione delle azioni del progetto di cooperazione (ad esempio, diffusione delle
conoscenze, scambi di esperienze e buone pratiche, costituzione e gestione di un’eventuale struttura
giuridica comune, etc.). In analogia con quanto previsto per le SSL, i costi di esercizio e animazione
sostenuti dal FLAG nell'ambito del progetto di cooperazione non possono superare la percentuale
della spesa pubblica complessiva ammessa per le medesime attività a valere sull’art. 63 del Reg.
(UE) 508/2014, comunque non superiore al 25%.
7.1 Supporto tecnico preparatorio
I progetti di cooperazione possono necessitare di una fase di preparazione finalizzata alla ricerca di partner e
allo sviluppo dell'idea-progetto, fabbisogno che si manifesta in maniera ancora più evidente nel caso della
cooperazione transnazionale.
Si riporta un elenco indicativo delle spese ammissibili per il supporto tecnico preparatorio:
• spese per studi di fattibilità, ricerche, acquisizione di consulenze specifiche e altre attività inerenti la
redazione del progetto di cooperazione, etc.);
• spese per la comunicazione e informazione, inclusi interpretariato e traduzioni di testi, azioni di
sensibilizzazione e informazione dei territori e altre attività inerenti;
• spese per l’organizzazione di riunioni e incontri, incluso l’affitto di locali e il noleggio delle
attrezzature, l’interpretariato e la traduzione;
• spese generali relative all’organizzazione e al coordinamento delle attività di progettazione e
animazione;
• spese di trasporto, vitto e alloggio del personale non amministrativo coinvolto.
Il periodo di ammissibilità delle spese per il supporto tecnico preparatorio decorre dalla data del
provvedimento di approvazione delle presenti Disposizioni fino alla data di presentazione del progetto di
cooperazione; non possono essere ammesse spese successive alla presentazione del progetto, poiché trattasi
di attività propedeutica alla predisposizione dello stesso.
In ogni caso il sostegno per il supporto tecnico preparatorio può essere concesso fino a un limite massimo di
€ 8.423,80.
L’erogazione del contributo/sostegno per il supporto tecnico preparatorio è subordinato all’effettivo
finanziamento del progetto di cooperazione (emissione del provvedimento di concessione).
Per quanto concerne le spese di animazione e di supporto tecnico preparatorio, queste sono ammissibili
anche se sostenute in territori esterni a quelli del FLAG Molise Costiero, purché siano state effettivamente
svolte da questo e si riferiscano alle attività di cooperazione previste nel progetto approvato.
Per il riconoscimento delle spese sostenute per la definizione del progetto, il FLAG Molise Costiero deve
predisporre i seguenti documenti:
• un rapporto di esecuzione completo in cui sono descritte nel dettaglio le attività realizzate per la
definizione dello specifico progetto e fornite indicazioni sugli incontri svolti a livello locale, sulle
tappe che hanno caratterizzato il passaggio dall’idea-progetto alla proposta esecutiva (incontri tra i
partner, partecipazione a eventi, studi e indagini eventualmente svolte, etc.), comprese quelle relative

10
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14720

alla elaborazione e stipula dell’accordo di cooperazione (eventuali bozze preparatorie, attivazione di


consulenze, etc.);
• un elenco dettagliato delle spese sostenute;
• un’attestazione da parte del FLAG Molise Costiero che le spese realizzate non sono state o saranno
oggetto di ulteriori richieste di finanziamento a valere su altri progetti/programmi.
7.2 Realizzazione del progetto di cooperazione
Le attività per la realizzazione del progetto di cooperazione devono essere indicate chiaramente nella scheda
di progetto e devono dimostrare un diretto collegamento con gli obiettivi operativi indicati, nonché in
coerenza con la SSL.
Si riporta una lista indicativa delle spese ammissibili per la realizzazione del progetto di cooperazione
interterritoriale o transnazionale:
• spese per personale dipendente (retribuzioni e oneri) dedicato alla realizzazione delle attività dei
progetti di cooperazione;
• spese per l’organizzazione di riunioni e incontri di coordinamento tra partner, incluse le spese di
trasporto, vitto, alloggio, affitto locali e noleggio attrezzature;
• spese relative alla partecipazione a fiere o eventi e alla organizzazione di convegni, seminari,
organizzazione di visite guidate e altre forme di incontro;
• spese per servizi di interpretariato e traduzione;
• spese per il trasferimento strutturato di conoscenze da una zona di pesca a un'altra;
• spese per la creazione e gestione di siti web;
• spese per l’elaborazioni di standard utilizzabili come etichette di qualità e/o di proposte normative;
• spese per azioni volte alla diffusione delle conoscenze;
• spese per azioni volte a scambi di esperienze e buone pratiche;
• spese per ricerche o studi congiunti e attività di sviluppo comuni;
• costi di diffusione per la pubblicizzazione e promozione del progetto: elaborazione report, materiali
di diffusione (pubblicazioni finali e pubblicità), incontri e seminari (locazioni e utenze, noleggi e
leasing di attrezzature, altri servizi di supporto quali allestimenti, interpretariato, animazione, etc.);
• spese per la redazione di materiali multimediali e opuscoli divulgativi, cartellonistica, inviti, stampe e
pubblicazioni;
• spese di carattere materiale prettamente strumentali alla realizzazione dell’azione comune
(allestimento punti informativi, etc.);
• spese per l’acquisizione di consulenze specifiche e altri servizi strettamente funzionali alle attività di
cooperazione;
• spese per la costituzione e la gestione di un’eventuale struttura giuridica comune;
• spese generali (costi generali e costi amministrativi): si tratta di spese collegate all’operazione
finanziata e necessarie per la sua preparazione o esecuzione, disciplinate nel documento Linee Guida
per l’ammissibilità delle spese del Programma Operativo FEAMP 2014/2020 (Spese Generali,
paragrafo 7.1.1.14). Sono spese quantificate e ammissibili a finanziamento fino ad una percentuale
massima del 10% dell'importo totale ammesso. Si riporta un elenco indicativo e non esaustivo dei
costi generali e amministrativi relativi alla presente Misura:
- spese per la tenuta del C/C appositamente aperto e dedicato all’operazione;
- nel caso di sovvenzioni globali, gli interessi debitori pagati dall'intermediario designato, prima
del pagamento del saldo finale del programma operativo, previa detrazione degli interessi
creditori percepiti sugli acconti;
- costi relativi alla gestione amministrativa dell'operazione (locazioni, telefono, luce,
riscaldamento, personale amministrativo, canoni, manutenzione attrezzature ufficio, carta,
fotocopie, etc.);
- informazione e pubblicità obbligatoria sull’intervento finanziato dal PO FEAMP 2014/2020.
Per la realizzazione del progetto di cooperazione sono ammissibili le spese effettivamente sostenute
successivamente alla data di presentazione della domanda di sostegno di cui alle presenti Disposizioni.

11
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14721

Sia per il supporto tecnico preparatorio, sia per l’attività di realizzazione del progetto di cooperazione, il
conferimento di incarichi a personale esperto deve avvenire in base a procedure di evidenza pubblica sulle
quali deve essere fornita adeguata visibilità e sulla base di principi di trasparenza, competenza, imparzialità e
pari opportunità; i relativi rapporti di lavoro devono essere conformi alla normativa vigente e devono
indicare chiaramente le attività da svolgere nell’ambito del progetto, le modalità di esecuzione e la relativa
durata. Per evitare conflitti di interesse tali incarichi non potranno essere conferiti a componenti degli organi
decisionali del partenariato; a tal fine si rammentano i contenuti del documento FARNET, specificamente
dedicato ai FLAG e pubblicato al sito https://webgate.ec.europa.eu/fpfis/cms/farnet/faq-47.
Per l’acquisizione di beni e servizi, il FLAG Molise Costiero è tenuto ad adottare procedure di evidenza
pubblica rispettose delle vigenti disposizioni nazionali e comunitarie in materia di appalti (D.Lgs. n. 50/2016
Codice dei contratti-appalti pubblici e s.m. e i.).
Le spese sono ammissibili alla partecipazione del PO FEAMP 2014-2020 se sostenute dal beneficiario per
soddisfare i requisiti di carattere generale e, in particolare, devono essere:
- pertinenti e imputabili all’operazione, conformemente alla normativa applicabile;
- effettivamente sostenute dal beneficiario e comprovate da fatture quietanzate o documento avente
forza probante equivalente. In casi debitamente giustificati, le spese saranno ritenute ammissibili se
sarà presentata idonea documentazione che assicuri una ragionevole garanzia che la spesa pertinente
all’operazione selezionata sia stata effettivamente sostenuta;
- effettuate con modalità tracciabili e nel rispetto delle norme previste in materia di spese ammissibili ed
in particolare dell’art. 65 del Reg. (UE) n. 1303/2013, delle norme nazionali riferite a tutti i Fondi SIE,
come indicato al punto 17.4 (Rendicontazione della spesa) delle presenti Disposizioni.
È vietata qualsiasi forma di sovra compensazione e/o doppio finanziamento delle spese.
Per quanto non esplicitamente riportato nel presente documento in tema di spese ammissibili, si rimanda a
quanto previsto nelle “Linee guida per l’ammissibilità delle spese del PO FEAMP 2014-2020” e nella
“Guida per l’attuazione delle attività di cooperazione”.

8. SPESE NON AMMISSIBILI


In generale, non sono eleggibili le spese:
- che non sono direttamente connesse alla realizzazione delle operazioni previste dalla Misura;
- che non siano state sostenute e pagate entro i termini previsti dal Reg. (UE)1303/13 art. 65 par 2.
Non sono, pertanto, ammesse a rendicontazione le spese relative a:
- beni e servizi forniti da società controllate e/o collegate e/o con assetti proprietari sostanzialmente
coincidenti;
- industrializzazione dei prototipi e dei progetti sviluppati;
- adeguamenti a obblighi di legge: gli interventi del progetto devono essere aggiuntivi e di ulteriore
miglioramento rispetto ai limiti di legge e alle norme vigenti;
- acquisto di macchinari e impianti di produzione se non espressamente e direttamente finalizzati al
raggiungimento degli obiettivi del progetto;
- acquisto di terreni non edificati e di terreni edificati;
- costi per la manutenzione ordinaria e per le riparazioni;
- servizi continuativi, periodici, o connessi alle normali spese di funzionamento dell'impresa (come la
consulenza fiscale ordinaria, i servizi regolari di consulenza legale e le spese di pubblicità);
- realizzazione di opere tramite commesse interne;
- consulenze, servizi e prodotti fornite da soci;
- tutte le spese che hanno una funzionalità solo indiretta al progetto e/o riconducibili a normali attività
funzionali del beneficiario;
- acquisto di impianti, macchinari, attrezzature usate;
- acquisto di arredi di ufficio;
- opere provvisorie non direttamente connesse all’esecuzione del progetto;

12
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14722

- costruzione di strutture;
- software non specialistico e non connesso all’attività del progetto;
- spese di perfezionamento e di costituzione di prestiti;
- oneri finanziari di qualsiasi natura sostenuti per il finanziamento del progetto;
- oneri riconducibili a revisioni prezzi o addizionali per inflazione;
- nel caso di acquisto con leasing, i costi connessi al contratto (garanzia del concedente, costi di
rifinanziamento degli interessi, spese generali, etc.);
- spese relative ad opere in sub-appalto per operazioni diverse da quelle realizzate da Enti Pubblici e da
tutti i soggetti previsti dal D.Lgs del 18 aprile 2016 n. 50;
- materiali di consumo connessi all’attività ordinaria del beneficiario e per i quali non sia dimostrata
l’inerenza alle operazioni finanziate;
- tributi o oneri (in particolare le imposte dirette e i contributi per la previdenza sociale su stipendi e
salari) che derivano dal cofinanziamento FEAMP, a meno che essi non siano effettivamente e
definitivamente sostenuti dal beneficiario finale e non siano recuperabili;
- spese di consulenza per finanziamenti e rappresentanza presso le pubbliche amministrazioni;
- spese inerenti operazioni materialmente concluse alla data di presentazione della domanda di sostegno.
Secondo quanto previsto dall’art. 69 par. 3 del Reg. (UE) 1303/2013, non sono ammissibili a contributo i
seguenti costi:
- interessi passivi, a eccezione di quelli relativi a sovvenzioni concesse sotto forma di abbuono d'interessi
o di un bonifico sulla commissione di garanzia;
- imposta sul valore aggiunto salvo nei casi in cui non sia recuperabile a norma della normativa nazionale
sull'IVA.
Infine, non sono ammissibili le spese riportate nelle “Linee guida per l’ammissibilità delle spese del PO
FEAMP 2014-2020”.

9. IMPEGNI E OBBLIGHI DEL BENEFICIARIO


Il beneficiario è tenuto a realizzare l’iniziativa in conformità con il progetto approvato anche con
riferimento alle risorse umane utilizzate ed è altresì tenuto al rispetto dei seguenti impegni e obblighi per
ottenere/mantenere il sostegno previsto dalla misura e dal presente bando di attuazione:
- rispettare la normativa comunitaria, nazionale e regionale di riferimento;
- inserire la descrizione particolareggiata del bene/servizio acquistato in fattura e apporre anche la
seguente dicitura: PO FEAMP 2014-2020 - Misura 4.64 - Codice Progetto - Codice Unico Progetto
(CUP) assegnato dall’Amministrazione. A seguito dell’introduzione dell’obbligo della fatturazione
elettronica la suddetta dicitura dovrà essere riportata nei campi “Oggetto” o “Descrizione attività”
delle fatture elettroniche. Nel caso la fattura elettronica risulti emessa senza la suindicata dicitura è
necessario effettuare una copia cartacea di tale fattura e conservare nel fascicolo di domanda
unitamente alla dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 nella quale il beneficiario
attesta che: “la fattura n. ______ del ______ della Ditta _____________ è riferita a spese PO
FEAMP 2014/2020 - Misura 4.64 - Codice Progetto ____________ - C.U.P. _________________ -
la fattura viene presentata/non viene presentata a valere su altre agevolazioni”;
- effettuare il pagamento di tutte le spese sostenute per la realizzazione del progetto approvato come
indicato al punto 17.4 (Rendicontazione della spesa) del presente Bando ed entro il termine di
esecuzione lavori, ovvero, entro la data di presentazione della domanda di liquidazione;
- conservare la documentazione giustificativa e le autorizzazioni in originale, inerenti le operazioni
ammesse a finanziamento per un periodo di almeno cinque anni successivi dal pagamento finale;
- assicurare il proprio supporto per le verifiche ed i sopralluoghi che l’Amministrazione riterrà di
effettuare nonché di assicurare l’accesso ad ogni altro documento che questa riterrà utile acquisire ai
fini dell’accertamento;
- assicurare l’accesso presso le sedi dei soggetti costituenti il partenariato ed i luoghi di svolgimento
delle attività;
- rispettare le norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (D.Lgs n. 81/2008);

13
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14723

- utilizzare il sostegno in conformità agli scopi previsti dal progetto finanziato;


- fornire tutti i dati e le informazioni necessarie all’Amministrazione per monitorare il progetto ed il
suo avanzamento dal punto di vista fisico, finanziario e procedurale;
- realizzare gli interventi/opere e/o acquistare le dotazioni nei tempi che consentono il raggiungimento
della finalità della Misura, in conformità alle prescrizioni contenute nell’Atto di Concessione, fatta
salva l’eventuale proroga concessa ovvero le cause di forza maggiore;
- rispettare il vincolo di destinazione, fatti salvi i casi di forza maggiore, per gli investimenti materiali o
i beni oggetto del finanziamento. Gli stessi devono essere vincolati alla specifica destinazione d’uso e
al mantenimento della continuità della destinazione/finalità per la durata di cinque anni a decorrere
dalla data del pagamento finale al beneficiario;
- presentare, in sede di Domanda di pagamento per Stati di Avanzamenti dei Lavori o del Saldo del
contributo, la documentazione indicata al punto 17 (Modalità di erogazione dei contributi e documenti
richiesti) del presente Bando;
- a non richiedere e a non percepire per il progetto e per i singoli costi specifici altri finanziamenti a
valere sullo stesso o su altri programmi, a carico del bilancio comunitario, nazionale e regionale;
- comunicare tempestivamente eventuali variazioni intervenute nella propria condizione soggettiva e
oggettiva rispetto a quanto dichiarato all’atto della presentazione della domanda di sostegno ai sensi
del presente bando di attuazione della misura e, in caso contrario, trasmetterne gli atti;
- osservare quanto disposto riguardo alle spese ammissibili e alla rendicontazione;
- attenersi a tutti gli obblighi previsti nel presente Bando;
- rispettare gli obblighi in materia di informazione e pubblicità dell’operazione finanziata (articolo 115,
comma 3 del reg. UE 1303/2013, allegato XII) che indichi il sostegno finanziario dell'Unione;
- restituire senza indugio, anche mediante compensazione con importi dovuti da parte dell’Ente
liquidatore, le somme eventualmente percepite in eccesso quale sostegno, ovvero sanzioni
amministrative, così come previsto dalle disposizioni e norme nazionali e comunitarie.
Ai fini delle Stabilità delle Operazioni di cui all’art. 71 del Reg. (UE) n. 1303/2013, si fa riferimento a quanto
stabilito al punto 4.2.13 del “Manuale delle Procedure e dei Controlli - Disposizioni Procedurali dell’O.I.
Regione Molise” e quanto previsto dal paragrafo 9 delle “Linee Guida per l'ammissibilità della spesa del PO
FEAMP 2014-2020”.
Eventuali ulteriori obblighi a carico del beneficiario saranno elencati nell’Atto di concessione del contributo.
Qualora il FLAG Molise Costiero contravvenga agli impegni assunti, ovvero a quanto previsto dalle
disposizioni generali di attuazione comunitarie, nazionali e regionali e alle presenti disposizioni attuative
specifiche, incorrerà nella perdita dei benefici concessi.

10. DOCUMENTAZIONE RICHIESTA


Ai fini della presentazione della domanda di sostegno, il soggetto richiedente deve presentare
obbligatoriamente la documentazione di seguito elencata, aggiornata e in corso di validità alla data di
presentazione della domanda stessa:
• domanda di sostegno sottoscritta dal titolare/legale rappresentante, corredata di copia di un
documento di identità in corso di validità, secondo lo schema di cui all’Allegato A alle Disposizioni;
• copia dell’atto costitutivo e dello statuto del FLAG Molise Costiero, se modificato rispetto a quello
già in possesso dell’Amministrazione regionale;
• elenco aggiornato dei soci;
• copia dell’atto di nomina degli organiamministrativi attualmente in carica del FLAG Molise Costiero;
• delibera/atto che approva il progetto e che autorizza il rappresentante legale a sottoscrivere la
domanda di sostegno, gli impegni previsti dal progetto, nonché a richiedere e a riscuotere il
sostegno/contributo;
• autodichiarazione ai sensi dell’art. 47 del D.P.R 445/2000 del legale rappresentante attestante
l’iscrizione del FLAG Molise Costiero alla CCIAA di __________________ dal __/__/____ (se
pertinente) con partita IVA n. _______________________;
• dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia per i familiari conviventi di maggiore età, resa dal

14
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14724

rappresentante legale e dai soggetti di cui all’art. 85 del D.Lgs 159/2011 (ove pertinente);
• fascicolo di progetto, redatto secondo lo schema di cui all’Allegato B alle presenti Disposizioni,
contenere tutti gli elementi e le informazioni necessarie per consentire la verifica dell’ammissibilità e
la corretta valutazione del progetto proposto. Questo documento si compone delle seguenti parti:
a. scheda progetto, distinta in due Sezioni: la prima, comune a tutti i soggetti, contiene le
informazioni riguardanti il progetto nel suo complesso (informazioni anagrafiche dei soggetti
coinvolti, gli obiettivi, le azioni del progetto, il piano finanziario, etc.), mentre la seconda sezione
illustra le attività di competenza di ogni singolo membro dell’attività di cooperazione (Allegato
B1);
b. accordo di cooperazione, contenente una descrizione delle responsabilità e dell’impegno di
ciascun soggetto (Allegato B2);
c. dichiarazione di assenza di sovrapposizioni con altri progetti di cooperazione del capofila e di
ciascun soggetto (Allegato B3);
a. giustificazione dei costi - verificabilità e controllabilità, nella quale deve essere inserita la
relazione finanziaria relativa alle singole voci di spesa (Allegato B4);
b. curriculum del partenariato pubblico-privato CLLD, il curriculum dei soggetti partecipanti al
progetto di cooperazione ed un’auto-dichiarazione della loro capacità finanziaria per il sostegno
delle attività assegnate (Allegato B5).
Tutta la documentazione, per cui sia prevista la prestazione di un professionista, deve essere sottoscritta da
tecnici qualificati regolarmente abilitati e iscritti ai rispettivi Albi professionali, allegando la dichiarazione di
iscrizione all’albo/ordine di appartenenza.
L'Amministrazione si riserva inoltre di richiedere ulteriore documentazione a supporto della valutazione
dell’iniziativa progettuale e di verificare la veridicità delle dichiarazioni e delle autocertificazioni rilasciate
all'atto della presentazione dell’istanza di finanziamento.
Tutte le dichiarazioni devono essere sottoscritte con dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. n. 445/2000, corredata da fotocopia di un documento d’identità in corso di validità del richiedente. Per
tutte le dichiarazioni o autocertificazioni rilasciate dal richiedente è sufficiente una sola copia del documento
d’identità.

11. LOCALIZZAZIONE (AREA TERRITORIALE DI ATTUAZIONE)


La Misura si applica:
• a territori all’interno di uno stesso Stato membro;
• a territori di più Stati membri;
• a territorio di uno Stato membro e uno o più territori di paesi terzi.

12. CRITERI DI SELEZIONE


La valutazione e la selezione delle domande di sostegno sarà eseguita secondo quanto stabilito dai “Criteri di
selezione delle operazioni” del PO FEAMP 2014-2020.
In merito a questa specifica Misura, i criteri utilizzati per la selezione saranno solo quelli relativi
all’operazione.
Per la predisposizione della graduatoria si terrà conto del punteggio complessivo risultante dalla sommatoria
dei punteggi parziali riportati nella tabella di valutazione di seguito esplicitata, che riporta per singolo criterio,
il coefficiente, il peso e il relativo punteggio totale.

OPERAZIONE A REGIA

CRITERI DI SELEZIONE Peso Punteggio


N DELLE OPERAZIONI Coefficiente C (0<C<1)
(Ps) P=C*Ps
CRITERI RELATIVI ALL'OPERAZIONE

15
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14725

Numero di partecipanti al C=0 se partner =2


O1 progetto di cooperazione C=1 se partner >2 0,5
Grado di coinvolgimento dei C=0 con nessun incontro
O2 partner nella definizione del C=0,5 con 1 incontro di consultazione e i 2/3 dei partecipanti 0,5
progetto C=1 con 3 incontri di consultazione e i 2/3 dei partecipanti
Grado di coinvolgimento del C= 0 con solo azioni locali
soggetto ammesso a C=0,5 con azioni locali e 1 (una) azione comune
O3 0,5
finanziamento nell’attuazione del C=1 con almeno 2 azioni locali e 2 azioni comuni (tra tutti i
progetto partner)
C=0 se non previste attività di informazione e comunicazione
Azioni di informazione e C=0,5 se previste attività di informazione e comunicazione C=1
O4 0,5
comunicazione a livello locale se previste attività di informazione e comunicazione,
nonché attività specifiche di animazione
Ricaduta territoriale delle azioni C=0 se non previste azioni a livello di bacino
O5 comuni del progetto di 0,5
C=1 se previste azioni a livello di bacino
cooperazione
C=0 se il progetto ha una coerenza debole con le indicazioni
Coerenza con il quadro normativo regolamentari, strategiche e dell’Accordo di Partenariato
O6 0,5
di riferimento e con il PO FEAMP C=1 se il progetto rispetta le indicazioni regolamentari,
strategiche e dell’Accordo di partenariato
C=0 se le tematiche di cooperazione non sono quelle indicate dal
PO (sostenibilità dell’attività di pesca; sviluppo di modelli
economici legati alla pesca; turismo; valorizzazione delle
Coerenza con le tematiche generali
produzioni e delle attività di pesca; miglioramento dello
O7 oggetto di cooperazione (PO 0,8
sfruttamento delle potenzialità del patrimonio ambientale delle
FEAMP)
zone di pesca)
C=1 se le tematiche di cooperazione sono quelle indicate dal PO
(vedi sopra)
C=0 se il progetto individua obiettivi eccessivamente generici,
non specifici, non misurabili e non realizzabili entro l’arco
temporale di attuazione della Strategia
Identificazione di obiettivi chiari e
O8 C=0,5 se il progetto fa riferimento a una gerarchia di obiettivi, 0,5
misurabili
individuando quelli prioritari
C=1 se il progetto si basa su obiettivi intelligenti (SMART),
correttamente associati ad indicatori di risultato.
C=0 se le azioni del progetto non sono identificate in coerenza
Coerenza del progetto con la SSL con i fabbisogni territoriali
O9 del soggetto ammissibile a C=1 se le azioni del progetto risultano adeguate ai fabbisogni 0,5
finanziamento territoriali
C=0 se la descrizione delle azioni non ha un legame chiaro di
interdipendenza con gli altri elementi del Quadro logico
C=0,5 se la descrizione delle azioni ha un legame chiaro ed evidente
di interdipendenza con gli altri elementi del Quadro logico
Coerenza interna del quadro logico C=1 se la descrizione delle azioni ha un legame chiaro ed
O10 0,5
del progetto di cooperazione evidente di interdipendenza con gli altri elementi del Quadro
logico; inoltre tutte le azioni descritte consentono di tradurre in
maniera concreta ed immediatamente operativa gli obiettivi del
progetto
C=0 se le azioni indicate nel progetto non sono coerenti con
nessuno degli obiettivi
C=0,5 se ciascuna azione è collegata ad un obiettivo specifico e
Adeguatezza delle azioni rispetto
O11 risulta ad esso coerente 0,5
agli obiettivi proposti
C=1 se ciascuna azione è collegata ad un obiettivo specifico e
risulta ad esso coerente. Tutte le azioni descritte fanno inoltre
capo ad una visione strategica
C=0 se il Fascicolo di progetto non contiene informazioni complete
sulle azioni da attuare
C=0,5 se il Fascicolo di progetto contiene per ciascuna azione
Efficacia delle azioni rispetto al
informazioni complete e dettagliate per verificare il contributo al
O12 raggiungimento dei risultati 0,5
conseguimento dei risultati attesi
previsti
C=1 se il Fascicolo di progetto contiene per ciascuna azione
informazioni complete e dettagliate per verificare il contributo al
conseguimento dei risultati attesi. Inoltre l’ordine di realizzazione

16
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14726

delle azioni è coerente con la priorità dei relativi obiettivi specifici di


riferimento

C=0 se il progetto prevede solo azioni locali


C=0,5 se il progetto prevede almeno un’azione comune tra tutti i
Caratteristiche del progetto di
O13 partner 0,3
cooperazione in termini di azioni
C=1 se il progetto prevede almeno due azioni comuni tra tutti i
partner e ciascun partner realizza almeno un’azione locale
C=0 se le caratteristiche innovative delle azioni di progetto non
delineano processi/prodotti innovativi nel settore e per lo sviluppo
dell’area
C=0,5 se le caratteristiche innovative delle azioni di progetto
O14 Innovatività del progetto di definiscono processi/prodotti innovativi nel settore e per lo sviluppo 0,5
cooperazione dell’area
C=1 se sono previste attività di innovazione sociale che potranno
subire un processo di scale-up ed essere applicate in modo più esteso
attraverso lo scambio, la cooperazione e la creazione di reti
C=0 se il progetto non fornisce una stima dei posti di lavoro (ETP)
creati o mantenuti
Capacità stimata di creare posti di
C=0,5 se il progetto stima di mantenere i posti di lavoro (ETP)
O15 lavoro e occupazione anche in 0,8
indicati nell’analisi
sinergia con altre azioni della SSL
C=1 se Il progetto stima di contribuire alla creazione di posti di
lavoro (ETP) o di nuove imprese
C=0 se il progetto non fa riferimento esplicito ad
obiettivi/azioni/modalità per contribuire allo sviluppo sostenibile
C=0,5 se il progetto prevede obiettivi/azioni/modalità per contribuire
allo sviluppo sostenibile, allo scopo di preservare, tutelare e
Rispetto dei principi orizzontali
O16 migliorare la qualità dell’ambiente marino e di promuovere l’uso 0,5
(sostenibilità) efficiente delle risorse
C=1 se il progetto prevede obiettivi/azioni/modalità per contribuire
allo sviluppo sostenibile, nonché azioni di mitigazione/adattamento
ai cambiamenti climatici
C=0 se il progetto non fa riferimento esplicito a modalità previste
per contribuire al rispetto del principio di pari opportunità e non
discriminazione
C=0,5 se il progetto prevede chiaramente modalità per contribuire al
Rispetto dei principi orizzontali
O17 rispetto del principio di pari opportunità e non discriminazione
(inclusione) 0,5
C=1 se il progetto prevede chiaramente modalità per contribuire al
rispetto del principio di pari opportunità e non discriminazione,
favorendo, nella selezione degli interventi, parità di accesso alle
risorse e alle opportunità sociali
C=0 se il cronoprogramma di spesa è generico e poco dettagliato
C=0,5 se il cronoprogramma di spesa contiene una descrizione
Chiara descrizione dei progressi di dettagliata delle attività operative
O18 attuazione del progetto di C=1 se il cronoprogramma di spesa contiene una descrizione 0,5
cooperazione dettagliata delle attività operative, inoltre, tra le attività operative è
previsto il coinvolgimento della comunità locale al fine di garantirne
la partecipazione attiva
C=0 se la tempistica non risulta coerente con quanto indicato nel
progetto
C=0,5 se la tempistica risulta coerente con quanto indicato nel
Coerenza ed adeguatezza del
O19 progetto 0,3
cronoprogramma C=1 se la tempistica risulta coerente con quanto indicato nel
progetto e sono esplicitati i tempi di realizzazione dei principali
output
C=0 se manca informazione
C=0,5 se sono descritti con chiarezza ripartizione di ruoli,
Chiara identificazione di ruoli,
responsabilità, funzioni e compiti
O20 responsabilità, funzioni e compiti 0,5
C=1 se sono descritti con chiarezza ripartizione di ruoli,
tra i partner
responsabilità, funzioni e compiti e si tiene conto degli ambiti di
competenza dei partner

C=0 se la forma giuridica prescelta dal partenariato non rientra


O21 Evidenza della capacità tra quelle previste nel Libro V del Codice Civile 0,5
amministrativa dei partner C=1 in caso contrario al precedente

17
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14727

C=0 se le procedure decisionali sono descritte in maniera vaga


C=0,5 se sono previste misure per evitare il conflitto di interessi
Adeguatezza e trasparenza delle e garantire la separazione delle funzioni
O22 procedure decisionali e procedure C=1 se oltre alle misure per evitare il conflitto di interessi e la 0,5
per evitare il conflitto di interesse separazione delle funzioni nel processo decisionale, è previsto
un registro degli interessi dei membri dell'organo decisionale
del FLAG
C=0 se l’operatività del partenariato è garantita esclusivamente
dal finanziamento del FEAMP
Sostenibilità amministrativa della
C=0,5 se l’operatività del partenariato riguarda attività/progetti che
struttura gestionale del
O23 sono finanziati anche da altre fonti finanziarie 0,5
partenariato nel portare avanti il
C=1 se l’operatività del partenariato riguarda attività/progetti
progetto di cooperazione
che sono finanziati anche da altre fonti finanziarie e hanno un
arco temporale che va oltre il 2023
Adeguatezza delle risorse
finanziarie e della relativa C=0 se il Piano finanziario prevede una dotazione finanziaria
allocazione rispetto alle azioni da complessiva sovra o sottostimata
O24 0,5
svolgere e ai risultati da C=1 in caso contrario al precedente
raggiungere
C=0 se il progetto non prevede iniziative in grado di generare un
effetto leva finanziaria
C=0,5 se il progetto prevede iniziative in grado di generare un
O25 Mobilitazione di risorse private effetto leva finanziaria 0,8
C=1 se il progetto prevede iniziative volte a favorire la
mobilitazione delle risorse e contiene una stima delle risorse
finanziarie private

Il punteggio (P) derivante da ognuno dei parametri adottati ed attribuibile all’operazione sarà pari al prodotto
tra il “peso” (Ps) dello stesso, compreso tra 0 e 1, ed i coefficienti adimensionali (C) il cui valore, compreso
anch’esso tra 0 e 1, esprime la presenza/assenza di un determinato requisito o il grado di soddisfacimento
dello stesso; il valore del coefficiente (C) dovrà essere approssimato alla seconda cifra decimale. La stessa
approssimazione si applicherà al punteggio (P).
La domanda di sostegno sarà approvata esclusivamente nel caso in cui raggiunga un punteggio minimo pari a
2,5 con almeno cinque dei criteri riportati nella tabella precedente.

13. INTENSITÀ DELL’AIUTO E SPESA MINIMA AMMISSIBILE


Per le operazioni previste in seno alla Misura 4.64, è prevista un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al
100% delle spese ammesse sulla base dei costi sostenuti dai beneficiari, secondo quando previsto dal par. 3
art. 95 “Intensità dell’aiuto pubblico” del Reg. (UE) n. 508/2014.
La domanda di sostegno con un importo inferiore ad € 40.423,80 non sarà ammissibile.

14. MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE


Il FLAG Molise Costiero, se intende accedere ai finanziamenti, dovrà inviare la domanda compilata, firmata
dal legale rappresentante e complete di allegati, con una delle seguenti modalità:
1. spedizione a mezzo raccomandata A/R al seguente indirizzo “Agenzia Regionale per lo Sviluppo
Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP” - “Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo,
Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni” - Via G.B. Vico n. 4 - 86100 Campobasso (CB),
specificando sul plico la dicitura “FEAMP 2014/2020 - Domanda di sostegno relativa alla Misura
4.64 - FLAG Molise Costiero”;
2. consegna a mano al seguente indirizzo “Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della
Pesca - ARSARP” - “Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa,
Valorizzazione produzioni” - Via G.B. Vico n. 4 - 86100 Campobasso (CB), specificando sul plico la
dicitura “FEAMP 2014/2020 - Domanda di sostegno relativa alla Misura 4.64 - FLAG Molise
Costiero”;
3. invio tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo e-mail: arsarp@legalmail.it
specificando nell’oggetto la dicitura “FEAMP 2014/2020 - Domanda di sostegno relativa alla Misura

18
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14728

4.64 - FLAG Molise Costiero”. Qualora il progetto sia inviato con più e-mail PEC, nell’oggetto dovrà
comparire: “FEAMP 2014/2020 - Domanda di sostegno relativa alla Misura 4.64 - FLAG Molise
Costiero, invio n. … di …”.
La modulistica afferente le domande di contributo è resa disponibile all’indirizzo web www.regione.molise.it
ed è allegata alle presenti Disposizioni.
L’invio delle domande di contributo dovrà essere effettuato entro il termine perentorio di 30 giorni decorrenti
dal giorno successivo la pubblicazione delle presenti Disposizioni sul BURM.
Le domande presentate oltre il termine di cui sopra, quelle presentate antecedentemente alla pubblicazione
delle presenti Disposizioni, nonché quelle trasmesse con modalità diversa da quelle più sopra stabilite saranno
dichiarate irricevibili e verranno archiviate.
Il plico dovrà contenere, oltre che una copia su supporto digitale:
il modello di domanda di sostegno secondo il modello riportato in allegato (Allegato A),
adeguatamente compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal legale rappresentante del beneficiario;
la documentazione indicata al precedente paragrafo 10 “Documentazione richiesta”.

15. ISTRUTTORIA E VALUTAZIONE DELLE DOMANDE


La fase istruttoria sarà avviata subito dopo il termine di scadenza per la presentazione delle domande di
sostegno; per lo svolgimento delle fasi di verifica della ricevibilità e dell’ammissibilità, nonché dello
svolgimento della procedura di valutazione della domanda di sostegno si applica quanto previsto al Paragrafo
4.2.3 e seguenti - Procedimento amministrativo del “Manuale delle Procedure e dei Controlli - Disposizioni
procedurali dell’O.I. Regione Molise” approvato con D.G.R. n. 328 in data 08/09/2017 recante “PO FEAMP
2014/2020. Manuale delle procedure e dei controlli - Disposizioni procedurali del referente dell’Autorità di
Gestione dell’Organismo Intermedio Regione Molise” e modificato con D.G.R. n. 65 del 06/02/2018 (II
Versione).
L’avvio del procedimento ha luogo il primo giorno successivo al termine fissato per la presentazione delle
domande. Alle istanze pervenute viene attribuito un numero di protocollo. Una volta protocollata, l’istanza
verrà assegnata ad una Commissione di valutazione nominata con atto del Dirigente del Servizio ARSARP
competente. Ai fini della gestione FEAMP la Commissione provvede ad assegnare all’istanza un codice
(Codice Progetto) contenente i seguenti elementi:
- identificativo misura (4.64);
- anno di riferimento coincidente con l’annualità di scadenza presentazione istanza (2019);
- progressivo numerico di due cifre (01) a cui si aggiunge la sigla MO per individuare le l’istanza gestita
dal RAdG della Regione Molise rispetto ad istanze gestite da altre regioni, sempre in qualità di OI
dell’AdG.
Ai sensi del comma 4 dell’articolo 64 Reg. (UE) n. 508/2014, le decisioni amministrative concernenti i
progetti di cooperazione sono adottate non oltre quattro mesi dopo la data di presentazione degli stessi;
pertanto, il processo di valutazione “istruttoria e valutazione delle domande di sostegno” deve essere
completato entro quattro mesi dalla data di ricezione del progetto (data di protocollo).
15.1 Ricevibilità delle istanze
L’ARSARP verifica la ricevibilità della domanda sulla base dei seguenti criteri:
- rispetto dei termini previsti per la presentazione;
- completezza dei dati riportati nel modello di domanda;
- corretta sottoscrizione del modello di domanda.
L’assenza di uno solo dei requisiti di cui sopra comporta la non ricevibilità della domanda con conseguente
archiviazione della stessa e comunicazione al richiedente delle motivazioni di esclusione.
La domanda deve essere completa della documentazione indicata nel paragrafo 10 delle presenti
Disposizioni; tuttavia, nel caso in cui la documentazione presentata non sia completa, l’ARSARP può
chiedere integrazioni.

19
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14729

A conclusione della verifica sulla ricevibilità delle domande di sostegno, la Commissione di valutazione
redigerà le check list di controllo.
Le domande di sostegno ritenute ricevibili sono sottoposte all’attività di verifica dell’ammissibilità.
15.2 Ammissibilità delle istanze
La verifica dei requisiti di ammissibilità - sia di carattere soggettivo, sia oggettivo - è effettuata dalla
Commissione di valutazione nominata con atto del Dirigente del Servizio ARSARP competente.
La fase di ammissibilità comprende anche la verifica della rispondenza dell’operazione per la quale è
richiesto il sostegno del FEAMP agli obiettivi ed alle finalità della misura del Programma Operativo FEAMP
2014-2020.
Il soggetto richiedente è tenuto a comunicare tempestivamente all’ARSARP tutte le variazioni riguardanti i
dati indicati nella domanda di sostegno e nella documentazione allegata che dovessero intervenire
successivamente alla sua presentazione.
La Commissione nel corso dell’attività istruttoria verificherà le condizioni di ammissibilità per il supporto
tecnico preparatorio e del progetto di cooperazione; tale verifica è orientata a valutare l’esistenza dei requisiti
indispensabili a determinare l’ammissibilità della proposta progettuale.
Tali requisiti sono riconducibili:
- all’ammissibilità dei partner in base a quanto riportato nel precedente punto 5;
- alla rispondenza dell’operazione agli obiettivi e alle finalità della misura in argomento (punti 1, 2, 6 e 7
delle presenti Disposizioni);
- alla coerenza delle finalità e degli obiettivi del progetto con la strategia di sviluppo locale nell’ambito
della quale il progetto è realizzato;
- alla presenza di un accordo di cooperazione sottoscritto da tutti i partner in cui sono definite le
responsabilità e gli impegni di ciascuno di essi (Allegato B2);
- alla completezza e conformità della documentazione richiesta e indicata al punto 10 delle presenti
Disposizioni. Tuttavia, nel caso in cui la documentazione presentata non sia completa, la Commissione
di valutazione, ove ritenuto necessario, può chiedere chiarimenti e/o integrazioni;
- all’ammissibilità dei costi dell’operazione in quanto deve esserci una diretta relazione tra le spese, le
operazioni e gli obiettivi del progetto; le spese devono essere pertinenti, congrue rispetto agli interventi
ammessi e rientrare in una delle categorie di spesa ammissibile indicate nelle presenti Disposizioni.
La non sussistenza dei criteri di ammissibilità comporta l’esclusione della domanda di sostegno dalle
successive fasi del procedimento.
Nel caso di accertamento di dichiarazioni mendaci, rese nell’ambito di autodichiarazioni ai sensi del D.P.R. n.
445/2000, la Commissione di valutazione procede all’archiviazione dell’istanza (con relativa comunicazione
dell’esclusione al legale rappresentante) e all’avvio delle procedure previste per tale fattispecie di irregolarità
dalla normativa nazionale.
La domanda, se ritenuta ammissibile, viene sottoposta, da parte della stessa Commissione, alla fase di
valutazione e di attribuzione del punteggio di merito sulla base dei criteri di selezione di cui al punto 12 delle
presenti Disposizioni.
La Commissione può effettuare controlli in loco ex ante al fine di verificare le condizioni che giustifichino gli
interventi proposti.
Per la domanda di sostegno la Commissione di valutazione redigerà la check list di controllo ammissibilità.
15.3 Valutazione delle domande e pubblicazione graduatorie
L’ARSARP svolge la fase di selezione delle domande considerate ammissibili mediante assegnazione di un
punteggio di merito a ciascuna istanza, sulla base dei criteri di selezione di cui al punto 12.
Al richiedente saranno riconosciuti i requisiti di priorità ed i relativi punteggi esclusivamente se dichiarati
nella domanda di sostegno e che siano stati oggetto di verifica ed attribuzione da parte della Commissione di

20
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14730

valutazione. L’assegnazione del punteggio, porta alla formulazione di una graduatoria anche se è prevista la
presentazione di un sola candidatura.
La Commissione di Valutazione, alla fine dei lavori, provvede ad informare ufficialmente il Referente
dell’Autorità di Gestione dei risultati del lavoro svolto tramite apposita nota ufficiale contenente, oltre alla
graduatoria finale di merito, la seguente documentazione:
- la check list di ammissibilità (comprensiva della ricevibilità);
- la check list valutazione delle offerte;
- il verbale istruttorio di ammissibilità;
- il/i verbale/i della Commissione di valutazione;
- tutta la restante documentazione istruttoria relativa alle risultanze della valutazione tecnico-
amministrativa della domanda di contributo a valere sulla Misura 4.64.

15.3.1 Graduatoria Provvisoria


L’ARSARP, sulla base dei punteggi attribuiti in fase di valutazione alla domanda di sostegno ricevuta,
procede alla stesura della graduatoria provvisoria, che contiene:
- il titolo del progetto presentato dal FLAG Molise Costiero;
- il punteggio attribuito;
- la spesa preventivata;
- il contributo richiesto;
- il contributo concesso.
Se la domanda di sostegno ricevuta da parte del FLAG Molise Costiero è ritenuta non ricevibile o non
ammissibile vanno esplicitate le motivazioni di esclusione.
La graduatoria provvisoria viene trasmessa dall’ARSARP al Servizio “Coordinamento e Gestione delle
Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” della Regione Molise, che
approva la graduatoria provvisoria con provvedimento pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione
Molise e sul sito web istituzionale www.regione.molise.it.
La pubblicazione della graduatoria provvisoria assolve l’obbligo della comunicazione al soggetto richiedente
del punteggio attribuito o, in alternativa, di avvio del procedimento di esclusione (se la domanda non è
ammissibile).
In questa fase, il beneficiario può fare richiesta di riesame inerente al punteggio attribuito, o alla riduzione del
contributo, o sulle motivazioni determinanti l’esclusione dal sostegno nella fase di ammissibilità, entro 30
giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria, inviando le proprie osservazioni al seguente
indirizzo: “Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP” - “Servizio
Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni” - Via G.B. Vico
n. 4 - 86100 Campobasso (CB).
Una volta pubblicato l’elenco provvisorio, trascorso il termine di 30 giorni dalla pubblicazione della
graduatoria ed in mancanza di richieste di riesame la graduatoria diventa definitiva.
Nel caso in cui, invece, pervenisse una richiesta di riesame, l’ARSARP valuta gli esiti dell’istruttoria alla
luce delle osservazioni e/o degli elementi integrativi prodotti dal richiedente ed indica la motivazione
dell'eventuale mancato accoglimento di tali osservazioni.
Soltanto dopo la valutazione della domanda sottoposta a riesame viene stilata la graduatoria definitiva.
Tutte le attività vengono registrate sul Sistema informativo di riferimento (SIPA).

15.3.2 Graduatoria Definitiva


La Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura,
Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” decorsi i termini sopra stabiliti procede all’approvazione della
graduatoria definitiva contenente:
- il titolo del progetto presentato dal FLAG Molise Costiero;
- il punteggio attribuito;
- la spesa preventivata;
- il contributo richiesto;
- il contributo concesso.
Se la domanda di sostegno non è ammissibile, il Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee

21
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14731

per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” procede all’approvazione della graduatoria
definitiva contenente:
- il titolo del progetto presentato dal FLAG Molise Costiero;
- il punteggio attribuito;
- la spesa preventivata;
- il contributo richiesto;
- l’esplicitazione delle motivazioni di esclusione.
La graduatoria, approvata con provvedimento del direttore del Servizio “Coordinamento e Gestione delle
Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria”, viene pubblicata sul bollettino
ufficiale e sul sito web istituzionale www.regione.molise.it.
La pubblicazione della graduatoria assolve l'obbligo della comunicazione, al soggetto richiedente, del
punteggio attribuito nonché di avvio del procedimento di archiviazione se l’istanza dovesse essere esclusa e/o
non ricevibile.
Tutte le attività vengono registrate sul Sistema informativo di riferimento (SIPA).

15.3.3 Integrazioni o variazioni presentate spontaneamente dal beneficiario


Dopo la presentazione della domanda di sostegno, il FLAG Molise Costiero è tenuto a comunicare
tempestivamente all’ARSARP eventuali variazioni riguardanti i dati esposti nella domanda e/o nella
documentazione allegata.
Dette variazioni possono essere relative sia ai requisiti di ammissibilità, sia ad elementi connessi alla
quantificazione dei criteri di selezione delle domande.
Nel primo caso, a seguito della richiesta di riesame per una domanda di sostegno dichiarata non ammissibile,
all’atto della pubblicazione della graduatoria provvisoria, l’Agenzia può acquisire integrazioni documentali
concernenti le variazioni intervenute - sia con riferimento ai criteri di ammissibilità soggettivi, sia a quelli
oggettivi - e verificare con ciò l’esito della richiesta di riesame stessa.
Nel secondo caso, qualora, in presenza di una richiesta di riesame, il richiedente comunichi all’ARSARP
variazioni incidenti sulla quantificazione del punteggio, per fatti volontariamente accaduti nel periodo
compreso tra la presentazione iniziale della domanda e la formazione della graduatoria di merito provvisoria,
ciò non potrà in alcun caso comportare un aumento dei punteggio già assegnato e, più in generale, un
vantaggio per il richiedente; al contrario, se del caso, esse ne potranno determinare una diminuzione.
Successivamente alla concessione e accettazione del contributo da parte del FLAG Molise Costiero,
conseguente alla pubblicazione della graduatoria definitiva, non sarà preso in considerazione alcun riesame
dell’istanza.

15.3.4 Partecipazione al procedimento da parte di persona diversa dal richiedente (deleghe)


La delega è lo strumento formale attraverso il quale, mantenendo inalterata la titolarità della competenza,
viene trasferito l'esercizio dei relativi poteri ad un soggetto terzo.
I presupposti di legittimità della delega dei poteri sono i seguenti:
atto di conferimento in forma scritta da parte del soggetto delegante;
sussistenza di una specifica previsione di legge che autorizzi la delega dei poteri (la necessaria
previsione legislativa è prevista anche in caso di rapporto gerarchico tra organo delegante ed organo
delegato).
Il documento di delega deve contenere i seguenti elementi:
dati anagrafici del delegante: nome e cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale;
dati anagrafici del delegato: nome e cognome, data e luogo di nascita e codice fiscale;
oggetto della delega, l’operazione che il delegato può eseguire al posto del delegante.
Alla delega, una volta compilata e firmata, occorre allegare la fotocopia di un documento di identità valido
del delegante. Inoltre, il delegato dovrà portare un proprio documento di identità quando esegue l’operazione
specificata dalla delega, in modo da permetterne l’identificazione.
Tutti i dati personali e sensibili contenuti nella delega sono trattati ai sensi della vigente normativa che
disciplina la tutela della privacy (codice in materia di protezione dei dati personali - emanato con il decreto
legislativo 30 giugno 2003, n. 196, che razionalizza, semplifica e coordina in un "Testo Unico" le precedenti
disposizioni relative alla protezione dei dati personali).

22
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14732

15.4 Percorso istruttorio di valutazione per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni,
Stati membri e OO.II. diversi
Come specificato al paragrafo 5. il progetto di cooperazione dovrà prevedere, oltre al FLAG Molise Costiero,
il coinvolgimento di un altro soggetto (partner) da individuare tra i seguenti:
1. FLAG (Gruppo di azione locale nel settore della pesca) sostenuto dal FEAMP;
2. partenariati CLLD sostenuti da fondi strutturali e di investimento europei (SIE) quali Gruppi di
azione locale (GAL) attuatori di un progetto di sviluppo locale di tipo partecipativo, essendo questo
sostenuto dal FEASR, dal FESR o dal FSE;
3. partenariato CLLD, precisamente un partenariato pubblico-privato che attua una strategia di sviluppo
locale di tipo partecipativo all’interno o all’esterno dell’Unione non sostenuto dai fondi SIE.
Considerato che nel progetto di cooperazione sono coinvolti FLAG o partenariati operanti in territori
regionali o Stati membri diversi, si riportano le fasi del percorso amministrativo, al fine di rispettare i termini
previsti per l’approvazione dei progetti da parte degli OO.II. interessati di cui al comma 4 dell’articolo 64 Reg.
(UE) n. 508/2014.
Fase di presentazione del progetto
Per l’immediato e coordinato avvio del progetto di cooperazione è opportuno che i soggetti coinvolti attivino
i propri OO.II. per sincronizzare la presentazione del fascicolo di progetto.
È, pertanto, consigliato lo scambio di informazioni tra il FLAG Molise Costiero capofila e gli altri soggetti
coinvolti come tra l’O.I. del FLAG capofila e gli altri OO.II., al fine di concordare la medesima tempistica
per la presentazione del fascicolo di progetto.
La presentazione dei progetti da parte dei soggetti ai rispettivi OO.II. dovrebbe avvenire in un arco di tempo
pari a tre giorni. Il FLAG Molise Costiero capofila si impegna a raccogliere i numeri di protocollo assegnati
alle domande presentate dai soggetti coinvolti, con annessi nominativi e recapiti dei responsabili del
procedimento di ciascun O.I. e a trasmetterli, via pec, a tutti gli OO.II. coinvolti entro un giorno dal
ricevimento; in tal modo tutte le parti interessate sono informate dell’avvenuta presentazione del progetto e
della data utile per il conteggio dei quattro mesi stabiliti per l’approvazione.
Prima verifica di assenza di motivi ostativi
Gli OO.II. effettuano una rapida verifica dell’assenza di elementi ostativi all’attuazione della proposta,
riferibili alle condizioni di ammissibilità dei contesti regionali, entro dieci giorni dalla data di presentazione
del progetto; questa si basa sulla presenza di alcuni requisiti di base, quali, ad esempio, l’effettiva selezione
dei FLAG, la disponibilità della spesa, il rispetto dei limiti temporali previsti nella SSL, la coerenza del
progetto rispetto a quanto previsto nella SSL, la presenza di soggetti ammissibili, etc..
Sarebbe opportuno che gli OO.II. coinvolti nel progetto definissero una check list comune per la verifica
dell’assenza di motivi ostativi all’attuazione del progetto. L’esito di tale verifica deve essere trasmesso da
ciascun O.I. al proprio FLAG e, per conoscenza (via pec) a tutti gli altri OO.II. ed al FLAG capofila del
progetto; ricevuto l’esito della verifica da parte di tutti gli OO.II. interessati, l’O.I. del FLAG capofila avvia
l’esame di merito del progetto.
Analisi ed approvazione del progetto
Per favorire l’efficacia e la tempestività di questa fase, è auspicabile un processo istruttorio coordinato tra gli
OO.II., fermo restando che la responsabilità dell’approvazione ricade su ognuno di essi; questa
collaborazione potrebbe avvenire come di seguito descritto.
L’O.I. del FLAG Molise Costiero capofila avvia l’analisi di merito e condivide con gli altri OO.II. coinvolti
le proprie valutazioni “in itinere”; ogni provvedimento, in particolare le richieste di integrazioni, viene
emanato esclusivamente dall’O.I. del FLAG capofila, previa condivisione ed eventuale integrazione con gli
altri OO.II., utilizzando il principio silenzio-assenso in sette giorni lavorativi.
Terminata la fase istruttoria, ogni O.I. emette un provvedimento di “approvazione provvisoria” e ne dà
comunicazione all’O.I. del FLAG Molise Costiero; questo, una volta ricevute tutte le approvazione
provvisorie, darà comunicazione a tutti gli OO.II. interessati ed al FLAG capofila dell’accettazione del
progetto. Quindi, ogni O.I. provvederà ad emettere il provvedimento di “approvazione definitiva”.

23
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14733

Per il buon esito della procedura si rende necessario garantire un costante e tempestivo scambio di
informazioni tra tutti i soggetti coinvolti, “OO.II.” e “FLAG”; in particolare, l’O.I. del FLAG capofila è
responsabile della condivisione tempestiva di tutte le comunicazioni ricevute con le parti coinvolte nella fase
di selezione del progetto.
15.5 Provvedimento di concessione del sostegno/aiuto
Prima dell’emanazione del provvedimento di concessione del sostegno, la domanda utilmente collocata in
graduatoria e rientrante all’interno della dotazione finanziaria prevista, sarà oggetto di alcune verifiche
amministrative e/o all’acquisizione di informazioni o documenti comprovanti i requisiti o le condizioni di
ammissibilità oggetto di dichiarazione. Il provvedimento di concessione del sostegno sarà emesso entro 60
giorni dalla pubblicazione dalla graduatoria definitiva.
In questa fase l’ARSARP richiede al beneficiario la documentazione attestante l’applicazione del Contratto
Collettivo Nazionale del Lavoro (CCNL) di riferimento nel caso in cui il richiedente utilizzi personale
dipendente.
Se ritenuto necessario, l’ARSARP potrà effettuare sopralluoghi aziendali per verificare lo stato dei luoghi e la
fattibilità degli investimenti proposti. A conclusione di tali verifiche tecnico-amministrative, verrà redatto il
relativo verbale istruttorio ed acquisito agli atti (fascicolo della domanda/operazione).

15.5.1 Verifiche per evitare il doppio finanziamento e misure antifrode


In sede di presentazione della documentazione necessaria all’affidamento dell’operazione l’Amministrazione
esegue le verifiche necessarie a evitare il doppio finanziamento di un’operazione, ai sensi dell’art. 111 del
Reg. (CE) n. 1605/2002; a tal fine il beneficiario finale del sostegno dovrà rispettare i seguenti obblighi:
- assicurare l’utilizzo di un sistema di contabilità separata o una codificazione contabile adeguata per tutte
le transazioni relative all'operazione, ai sensi del Reg. (UE) n. 1303/13 art. 125, par. 4 lett. b;
obbligatorio per le transazioni effettuate a partire dalla pubblicazione del presente bando sul B.U.R.M.;
- indicare l’indirizzo di posta elettronica certificata dedicata all’operazione, come indicato nel Decreto del
Presidente del Consiglio del 22 luglio 2011 in cui è stata data attuazione all’art. 5 bis del D.Lgs. n.
82/2005 che prevede che, a partire dal 2013, lo scambio di informazioni e documenti debba avvenire
attraverso strumenti informatici certificati;
- dichiarare che per il progetto e per i singoli costi specifici non ha ottenuto altri finanziamenti a valere sul
bilancio comunitario, nazionale e regionale sia per il progetto affidato sia per eventuali richieste di
finanziamento in corso a valere su altri programmi con finanziamenti a carico del bilancio comunitario,
nazionale e regionale e/o risultante dall’elenco pubblicato dei beneficiari;
- garantire l’accesso e la consultazione alla documentazione contabile e dei luoghi, con il fine di
permettere a Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per
Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” di effettuare, se da questa ritenuto opportuno,
verifiche prima della concessione del contributo;
- attribuire i seguenti identificativi contabili a seconda della tipologia di giustificativo:
o per le fatture: il numero progressivo IVA;
o per la busta paga: numero della busta paga (foglio n. _____) (obbligatorio da quando è stato
soppresso il libro paga e matricola);
o per le deleghe di pagamento: n. Protocollo telematico (obbligatorio ai sensi del D.L. n.223/2006,
articolo 37 comma 49);
o per le ricevute occasionali /notule: numero progressivo da attribuire al singolo soggetto facilmente
ricollegabile al conferimento di incarico.
Inoltre, il beneficiario dovrà utilizzare un foglio excel dedicato al progetto sul quale registrare i documenti
secondo questo principio.
In sede di controllo in loco ed in conformità a quanto stabilito dal documento “Linee guida per
l’ammissibilità delle spese del Programma Operativo FEAMP 2014-2020”, che prevede che la spesa relativa
all’ammortamento di un bene è rendicontabile da parte del beneficiario a condizione che, per l’acquisto del
bene, non sia già stato concesso un finanziamento comunitario o nazionale e che i beni non siano stati
dichiarati come spese rimborsabili, la Regione Molise effettua il controllo della specifica voce di costo
attraverso la verifica dei seguenti elementi:

24
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14734

a) libro degli inventari/registro dei beni ammortizzabili (previsto dal DPR n. 600/1973): anno di
acquisto; costo storico di acquisto; eventuali rivalutazioni o svalutazioni; fondo di ammortamento
alla fine dell’esercizio precedente; coefficiente di ammortamento effettivamente adottato nel periodo
d’imposta; quota annuale di ammortamento; eventuali eliminazioni dal processo produttivo;
b) fattura relativa all’acquisto del bene (al fine della verifica dell’importo inserito nel Libro degli
Inventari e nel Registro dei beni ammortizzabili);
c) al fine della verifica del pagamento dell’importo complessivo delle spese relative ai beni inseriti nel
Libro degli Inventari e nel Registro dei beni ammortizzabili: assegno circolare o assegno bancario
non trasferibile riferiti al valore complessivo dei beni, dal quale si evinca l’importo e il nominativo
del percipiente corredato da estratto conto bancario attestante l’effettivo e definitivo esborso
finanziario; estratto conto bancario del beneficiario attestante l’effettivo e definitivo pagamento degli
assegni bancari e/o dei bonifici; mandato di pagamento quietanzato dall’Istituto bancario, cassiere
e/o tesoriere (nel caso di beneficiario di natura pubblica o assimilabile);
All’atto della firma del provvedimento di concessione del contributo, la Regione Molise comunica ai
beneficiari le condizioni definite nella presente procedura.

15.5.2 Atto di concessione del contributo


Inoltre, sarà cura del Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura,
Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” verificare la regolarità contributiva (tramite acquisizione del
DURC) e acquisire la certificazione antimafia in base alla normativa vigente.
L’atto di concessione del contributo in favore del beneficiario è emesso da Regione Molise - Servizio
“Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività
Venatoria” a chiusura della fase istruttoria.
Il suddetto provvedimento riporta le seguenti informazioni:
- premesse normative;
- riferimento all’avviso pubblico in forza del quale è stata presentata la domanda di sostegno;
- riferimenti dei vari atti procedimentali (istruttoria);
- dati relativi all’ammontare dell’investimento ammesso ed al contributo concesso a seguito di
istruttoria tecnico-amministrativa, con la specifica delle quote di cofinanziamento comunitaria,
nazionale e regionale (quota UE 50%, quota FdR 35%, quota regionale 15%).
L’Atto di concessione del contributo viene notificato al soggetto beneficiario interessato. Le condizioni
presenti nella domanda di sostegno che in fase di istruttoria sono state validate per l’attribuzione di punteggi
utili ai fini della collocazione nella graduatoria delle domande ammissibili a finanziamento devono essere
mantenute almeno sino alla completa realizzazione dell’intervento finanziato. La perdita dei requisiti, qualora
comporti il venir meno dei presupposti per la collocazione utile in graduatoria, determina la decadenza della
domanda con la conseguente restituzione delle somme di cui all’atto di concessione, maggiorate degli
interessi legali.
Con la notifica dell’atto di concessione viene comunicato il Codice Unico Progetto (CUP) assegnato, che il
beneficiario dovrà riportare in tutti i giustificativi di spesa inerenti l’operazione.
L’atto di concessione può essere soggetto a modifica su richiesta del beneficiario.
Tutte le attività vengono registrate sul Sistema informativo di riferimento.

16. TEMPI E MODALITÀ DI ESECUZIONE DEI PROGETTI


All’interno del progetto di cooperazione il FLAG Molise Costiero deve indicare la tempistica di riferimento
per lo svolgimento delle attività previste, presentando una pianificazione coerente e adeguata al
conseguimento degli obiettivi individuati nello stesso progetto di cooperazione.
Il progetto di cooperazione ammesso a finanziamento deve essere ultimato entro il termine di 18 mesi dalla
data di notifica del provvedimento di concessione del contributo.
Il rispetto del termine stabilito per l’esecuzione del progetto sarà rilevata dalla documentazione probatoria
presentata a supporto della domanda di pagamento del saldo.
Il progetto si può ritenere concluso quando il livello di realizzazione è almeno pari al 80% della spesa

25
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14735

ammessa; in caso di parziale realizzazione dell’operazione/progetto, l’intervento realizzato deve essere


funzionale agli obiettivi previsti dal progetto oltre a garantire il mantenimento dei requisiti di ammissibilità e
dei criteri di selezione in base ai quali lo stesso progetto è stato valutato, inserito in graduatoria e ammesso a
finanziamento, pena la perdita dei benefici e la revoca del contributo/sostegno concesso.

17. MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI E DOCUMENTI RICHIESTI


L’erogazione dei contributi prevede la presentazione da parte del FLAG Molise Costiero delle domande di
pagamento a Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura,
Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria”.
I pagamenti sono autorizzati dopo l’effettuazione delle verifiche e degli accertamenti previsti dal Manuale
delle procedure e dei controlli dell’O.I. Regione Molise approvato con D.G.R. n. 328 in data 08/09/2017
recante “PO FEAMP 2014/2020. Manuale delle procedure e dei controlli - Disposizioni procedurali del
referente dell’Autorità di Gestione dell’Organismo Intermedio Regione Molise” e modificato con D.G.R. n.
65 del 06/02/2018 (II Versione) e dal Sistema di Gestione e Controllo approvato con DD n. 3695 del
25/07/2019.
Le domande volte ad ottenere l’erogazione dei contributi devono essere formulate secondo lo Schema
Domanda di anticipazione (Allegato C) o lo Schema Domanda pagamento acconto/saldo (Allegato E)
allegati alle presenti Disposizioni e presentate secondo le modalità previste ed entro i tempi di seguito indicati
e/o indicati nell’atto di concessione.
Al fine di verificare il rispetto del termine di presentazione a mano della domanda di pagamento farà fede la
data apposta sulla ricevuta rilasciata dall’ufficio accettazione della Regione Molise. Nel caso di domande di
pagamento presentate tramite il servizio di Poste Italiane con raccomandata con avviso di ricevimento o di
recapito, per il rispetto dei termini di presentazione fa fede la data in cui la domanda è pervenuta presso gli
uffici della Regione Molise (data rilevata sulla ricevuta di ritorno, non fa fede la data del timbro postale). Nel
caso di domande presentate via PEC, fa fede la data di corretto invio della stessa.
Ai fini dell’accertamento delle spese sostenute e della verifica sulla corretta e conforme realizzazione
dell’operazione finanziata, la Regione Molise oltre alla documentazione a corredo della domanda di
pagamento può richiedere al beneficiario ogni altra documentazione ritenuta utile.
Tutta la documentazione relativa all’operazione ed alla sua attuazione dovrà essere tenuta a disposizione dal
beneficiario per gli accertamenti, i controlli e le ispezioni per il periodo di rispetto dei vincoli e degli impegni
definito nel presente Bando e nell’atto di concessione. Il contributo può essere erogato in un’unica soluzione,
alla presentazione dello stato finale dei lavori, ovvero per acconti secondo le seguenti modalità:
un acconto di anticipo fino al 40% del contributo concesso,
liquidazioni di contributo alla presentazione di stati di avanzamento lavori (SAL) fino alla
concorrenza del 90% dell’aiuto concesso;
liquidazione di contributo a saldo alla presentazione dello stato finale dei lavori.
17.1 Anticipazione
Gli anticipi possono essere corrisposti per un importo non superiore al 40% dell'importo totale dell'aiuto
concesso per una determinata operazione.
La richiesta di anticipo deve essere presentata a Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle
Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” secondo lo specifico modello
allegato al presente avviso (Allegato C). Alla domanda deve essere allegata una garanzia fidejussoria, di pari
importo (100% dell’anticipo richiesto), rilasciata da un istituto bancario o prestata da imprese di
assicurazione autorizzate ad esercitare le assicurazioni del “ramo cauzioni” di cui alle lettere b) e c) della
legge 10 giugno 1982, n.348, pari al 100% dell’importo anticipato, redatta secondo lo schema in Allegato D.
La richiesta di anticipo deve essere presentata entro e non oltre 90 giorni dalla data di notifica dell’atto di
concessione del sostegno.
La Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura,
Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” procederà alla liquidazione dell’anticipazione richiesta previa
conferma della validità della polizza da parte dell’istituto garante.
Nella rendicontazione finale l’anticipo deve essere giustificato da fatture quietanzate o da documenti
contabili di valore probatorio equivalente presentati entro il termine indicato nell’atto di concessione dello

26
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14736

stesso anticipo; in caso contrario la successiva domanda di pagamento è rettificata di conseguenza.


I controlli amministrativi per l’autorizzazione della concessione dell’anticipo devono essere sempre effettuati.
Il Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca -
Attività Venatoria” della Regione Molise provvede a svolgere le verifiche di conformità di tutta la
documentazione presentata; in particolare la regolare sottoscrizione da parte dell’Ente garante e del
contraente la garanzia.
Ad esito positivo del controllo la Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche
Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” elabora il relativo atto di liquidazione.
17.2 Stato di Avanzamento Lavori (SAL)
L’erogazione di uno o più acconti per Stato d’Avanzamento Lavori (SAL) è effettuata previa presentazione
della domanda di pagamento (Allegato E) da parte del FLAG Molise Costiero. Nel caso in cui non sia stata
presentata richiesta di anticipo, gli acconti possono essere richiesti quando il progetto presenti uno Stato
d’Avanzamento pari ad almeno il 30% della spesa ammessa. Per investimenti per i quali è stata liquidata
l’anticipazione, l’acconto può essere erogato quando i lavori presentano uno Stato d’Avanzamento superiore
al 40% della spesa ammissibile e sarà liquidato il contributo accertato al netto dell’anticipazione
precedentemente erogata.
Considerato che gli investimenti hanno una spesa ammissibile inferiore a 100.000 euro, il beneficiario può
richiedere l’erogazione di un unico acconto.
La somma degli acconti e dell’eventuale anticipo non può superare il 90% del contributo concesso.
La domanda di liquidazione del contributo pubblico relativa agli Stati d’Avanzamento dei Lavori da parte del
FLAG Molise Costiero dovrà essere accompagnata dalla documentazione indicata al punto successivo.
17.3 Saldo
La domanda di pagamento (Allegato E) per la richiesta del saldo finale deve essere presentata da parte del
legale rappresentante del FLAG Molise Costiero all’Amministrazione concedente, entro i 60 giorni successivi
alla scadenza del cronoprogramma o dal termine di esecuzione del progetto previsto (punto 16 delle
Disposizioni).
Il pagamento del saldo è effettuato in funzione della spesa ammissibile sostenuta per la realizzazione degli
interventi, comprovata da fatture e/o da altri titoli di spesa di valore probatorio.
L’Amministrazione dispone il pagamento del SAL o saldo a conclusione dell’attività di verifica
amministrativa della documentazione pervenuta nell’ambito del controllo di I° livello e del controllo in loco
(ove ritenuto necessario) effettuato dagli Uffici competenti del Servizio 2 “Sviluppo Agricolo e attività
connesse - Attuazione PSR”; il sopralluogo è obbligatorio in sede di saldo.
Il controllo di I° livello, effettuato preliminarmente sulle domande di pagamento SAL e saldo, verte sulla
verifica del rispetto della normativa comunitaria, nazionale e regionale, sull’ammissibilità delle spese, sulla
regolarità e completezza della documentazione trasmessa, nonché sull’effettiva e regolare esecuzione delle
operazioni. Il controllo deve consentire di accertare la conformità delle attività eseguite con quelle previste
nell’iniziativa progettuale approvata, la rispondenza dei documenti giustificativi delle spese con le attività
realizzate o con le forniture di beni e servizi dichiarati; inoltre, devono essere accertati i tempi di realizzazione
dell’operazione e di effettuazione della spesa con particolare riferimento alle date di presentazione delle
domande di pagamento e ai termini assegnati indicati nell’atto di concessione o adesione.
Se l’attività di verifica sulla domanda di pagamento del saldo dovesse avere un esito negativo saranno avviate le
procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite, con relativi interessi legali maturati.
Ai sensi dell’art. 132 del Reg. UE 1303/2013, il procedimento amministrativo per la erogazione del
contributo (anticipo, SAL e saldo), dovrà essere concluso entro 90 giorni dalla data di ricevimento della
domanda pagamento, fermo restando eventuali e motivate interruzioni che devono essere formalmente
comunicate al beneficiario.
17.4 Rendicontazione della spesa
17.4.1 Elenco della documentazione da produrre

27
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14737

1. Al fine di agevolare dal punto di vista amministrativo la realizzazione delle azioni comuni, si
consiglia di sviluppare e gestire autonomamente singole parti dell’azione comune, chiaramente
distinte da quelle incluse nelle azioni locali. dichiarazione sullo stato di avanzamento o stato finale
delle attività, sulla conformità e regolarità degli interventi eseguiti a firma del rappresentante legale e
ove pertinente del tecnico progettista e/o direttore dei lavori;
2. documentazione tecnica relativa alle attività realizzate ove pertinente, sottoscritta dal
tecnico/direttore dei lavori e dal rappresentante legale del soggetto beneficiario FLAG Molise
Costiero:
a. relazione tecnica descrittiva delle attività svolte (SAL o saldo) redatta in conformità agli
interventi/azioni ammesse, evidenziando le eventuali variazioni e modifiche attuate
autonomamente e specificandone le motivazioni;
b. computo metrico;
c. rilievi fotografici;
d. eventuale altra documentazione;
3. rapporto di esecuzione completo per il sostegno preparatorio in cui sono descritte nel dettaglio le
attività realizzate per la definizione dello specifico progetto e fornite indicazioni sugli incontri svolti
a livello locale, sulle tappe che hanno caratterizzato il passaggio dall’idea-progetto alla proposta
esecutiva (incontri tra i partner, partecipazione a eventi, studi e indagini eventualmente svolte, etc.),
comprese quelle relative alla elaborazione e stipula dell’accordo di cooperazione (eventuali bozze
preparatorie, attivazione di consulenze, etc.), nonché un elenco dettagliato delle spese sostenute;
4. relazione firmata dal responsabile del FLAG, resa in forma di dichiarazione ai sensi del DPR
445/2000, con la quale viene illustrato:
- nel caso di selezione/acquisizione di beni e/o lavori e/o servizi, le attività in concreto espletate
ai fini del rispetto delle procedure di evidenzia pubblica di cui al vigente Codice dei contratti-
appalti pubblici (D.Lgs. n. 50/2016 e s.m. e i.), distintamente per contratto espletato;
- nel caso di acquisizione di personale, le attività in concreto espletate ai fini del rispetto delle
procedure di evidenza pubblica;
5. elenco delle fatture e/o altri titoli di spesa di valore probatorio equivalente riportanti i seguenti
estremi (numero, data, nominativo del fornitore, descrizione della fornitura, imponibile in euro, iva e
importo totale, pagamenti effettuati);
6. fatture quietanzate e/o altri titoli di spesa di valore probatorio del fornitore o dell’impresa esecutrice
degli interventi. Le fatture devono riportare la descrizione particolareggiata della fornitura o del bene
acquistato, il numero di matricola di fabbricazione e nel caso in cui non possa essere attribuita
alcuna matricola occorre attribuire arbitrariamente una numerazione progressiva (ove pertinente).
Inoltre nelle fatture dovrà essere apposta la seguente dicitura: PO FEAMP 2014-2020 - Misura 4.64
Bando 2019, Codice Progetto e Codice Unico Progetto (CUP) assegnato dall’Amministrazione
concedente. a seguito dell’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica la suddetta dicitura
dovrà essere riportata nei campi “Oggetto” o “Descrizione attività” delle fatture elettroniche. Nel caso la
fattura elettronica risulti emessa senza la suindicata dicitura è necessario effettuare una copia cartacea di
tale fattura e conservare nel fascicolo di domanda unitamente alla dichiarazione sostitutiva ai sensi del
D.P.R. 445/2000 nella quale il beneficiario attesta che: “la fattura n. ______ del ______ della Ditta
_____________ è riferita a spese PO FEAMP 2014/2020 - Misura ______ - C.U.P. ____________ - la
fattura viene presentata/non viene presentata a valere su altre agevolazioni”. Le fatture per essere
ammissibili al pagamento devono essere state emesse entro il termine previsto per l’esecuzione dei
lavori (saldo) e quietanzate entro la data di presentazione della domanda di liquidazione (SAL o
saldo). Il rappresentante legale del soggetto beneficiario “FLAG” dovrà presentare anche la copia delle
fatture con allegata dichiarazione attestante la conformità delle stesse agli originali, resa ai sensi
dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000, corredata da fotocopia di un documento di identità in corso di
validità dello stesso;
7. fatture quietanzate e/o altri titoli di spesa di valore probatorio dei professionisti che hanno prestato la
propria opera nell’assistenza e/o progettazione degli interventi e copia del Modello F24 utilizzato per
il versamento delle relative ritenute di acconto (sostegno preparatorio);
8. prospetto riepilogativo, per mensilità, dei costi sostenuti per il personale del FLAG riportante: il

28
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14738

compenso lordo, i contributi a carico del FLAG e del lavoratore, le imposte e l’importo netto versato
al lavoratore;
9. documentazione da cui risultino i pagamenti effettuati e le relative modalità indicate al successivo
punto 16.4.2 del presente bando (bonifici o ricevute bancarie/postali e/o copie assegni negoziati,
estratti del conto corrente attestanti i movimenti effettuati);
10. dichiarazioni liberatorie emesse dalle ditte fornitrici (Allegato F) riportanti gli elementi salienti della
fattura di riferimento (numero, data e importo), il numero di bonifico ovvero codice di riferimento
operazione (CRO) o altre modalità di pagamento con il quale è stata liquidata la stessa fattura, la
descrizione analitica della fornitura con i relativi numeri di matricola e/o telaio o in assenza di altri
elementi identificativi, nonché la mancata concessione di sconti e abbuoni e che i beni oggetto della
fornitura sono nuovi di fabbrica, di prima installazione e conformi alle norme CE (ove pertinente);
11. tabella dei criteri di selezione debitamente compilata con l’indicazione dei punteggi spettanti dopo la
realizzazione degli interventi e delle motivazione per eventuali scostamenti rispetto ai punteggi
attribuiti in fase di approvazione, sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto beneficiario
“FLAG Molise Costiero” come dichiarazione sostitutiva di notorietà (Allegato G);
12. documentazione contabile relativa al pagamento dell’IVA qualora sia dimostrato che questa non è
recuperabile, mediante dichiarazione rilasciata dal beneficiario attestante che l’attività che svolge
non è soggetta al regime di recupero IVA;
13. dichiarazione del rappresentante legale del soggetto beneficiario “FLAG”, resa ai sensi dell’art. 47
del D.P.R. n. 445/2000, attestante che le stesse opere/attività/interventi non sono stati concessi altri
contributi, ne saranno oggetto di ulteriori richieste di finanziamento;
14. check-list di verifica della correttezza delle procedure di gara indette, a firma del legale
rappresentante del soggetto beneficiario “FLAG”, dove siano riportati in ordine cronologico tutte le
fasi attivate con i riferimenti di legge previsti dalla normativa vigente che disciplina appalti e
contratti.
L’Amministrazione si riserva di poter richiedere al beneficiario chiarimenti e/o ulteriore documentazione
ritenuta necessaria ai fini della verifica amministrativa e della verifica in loco.
17.4.2 Tracciabilità dei pagamenti
Al fine di rendere trasparenti e documentabili tutte le operazioni finanziarie connesse alla realizzazione degli
interventi cofinanziati, il beneficiario dovrà dimostrare l'avvenuto pagamento delle spese con una o più delle
seguenti modalità.
- Sepa Credit Transfer (SCT) o bonifico SEPA: il beneficiario del contributo deve produrre, in
allegato alle fatture, copia della contabile bancaria e copia dell'estratto conto rilasciata dal proprio
istituto di credito, dal quale sia evidenziato l'avvenuto movimento della transazione eseguita, oltre
alla descrizione della causale dell'operazione. I bonifici devono interessare esclusivamente i
pagamenti inerenti la fattura di cui costituiscono l'allegato.
- Sepa Direct Debit (SDD) - ex RID: il beneficiario del contributo deve produrre, in allegato alle
fatture, copia della contabile bancaria e copia dell'estratto conto rilasciata dal proprio istituto di
credito dal quale sia evidenziato l'avvenuto movimento della transazione eseguita, oltre alla
descrizione della causale dell'operazione.
- Ricevuta Bancaria (RIBA): il beneficiario del contributo deve produrre, in allegato alle fatture,
copia della ricevuta bancaria e copia dell'estratto conto rilasciata dal proprio istituto di credito, dal
quale sia evidenziato l'avvenuto movimento della transazione eseguita oltre alla descrizione della
causale dell'operazione.
- Assegno circolare “non trasferibile”: il beneficiario deve produrre la fotocopia dell’assegno emesso
dall’Istituto di Credito e copia dell’estratto conto nel quale sia evidenziato l’addebito relativo
all’emissione del suddetto assegno circolare. Lo stesso deve essere negoziato entro il termine
esecuzione lavori ovvero entro la data di presentazione della domanda di liquidazione.
- Assegno bancario/postale: l’utilizzo di assegni bancari e postali è ammesso solo per le spese
indicate all’articolo 3, comma 2, della legge n. 136/2010. Gli assegni devono essere emessi muniti
della clausola di non trasferibilità (non è necessario che sugli stessi vengano riportati i codici CIG e

29
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14739

CUP). Il beneficiario deve produrre l’estratto conto rilasciato dall’istituto di credito di appoggio,
riferito all’assegno con il quale è stato effettuato il pagamento e la fotocopia dell’assegno emesso. Lo
stesso deve essere negoziato entro il termine di esecuzione lavori ovvero entro la data di
presentazione della domanda di liquidazione.
- Carta di credito o di debito: il beneficiario del contributo deve produrre, in allegato alle fatture,
copia della ricevuta e copia dell’estratto conto della carta utilizzata, dal quale si evinca l’avvenuto
movimento grazie al numero della transazione eseguita, oltre alla descrizione della causale
dell’operazione.
Non sono ammessi pagamenti in contanti.
17.4.3 Dichiarazione liberatoria
In tutte le ipotesi sopra descritte, il beneficiario dovrà presentare dichiarazioni liberatorie emesse dalle ditte
fornitrici (Allegato F) riportanti gli elementi salienti della fattura di riferimento (numero, data e importo), il
numero di bonifico ovvero codice di riferimento operazione (CRO) o altre modalità di pagamento con il quale
è stata liquidata la stessa fattura, la descrizione analitica della fornitura con i relativi numeri di matricola e/o
telaio o in assenza di altri elementi identificativi, nonché la mancata concessione di sconti e abbuoni e che i
beni oggetto della fornitura sono nuovi di fabbrica, di prima installazione e conformi alle norme CE (ove
pertinente).
Le fatture inerenti le spese oggetto di finanziamento possono essere pagate parzialmente e/o totalmente in
relazione all'avanzamento della spesa. Nel caso di pagamento parziale a ogni dichiarazione liberatoria
successiva alla prima si dovranno menzionare i pagamenti precedenti con i relativi riferimenti sino al
pagamento a saldo della fattura di pertinenza.
17.5 Rendicontazione delle spese “azioni comuni” per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti
a Regioni, Stati membri e OO.II. diversi
La rendicontazione di un progetto di cooperazione può rappresentare degli elementi di difficoltà dovuti alle
diverse modalità di rendicontazione delle spese sostenute previste dai diversi OO.II. coinvolti. Le modalità di
rendicontazione sono disciplinate nell’atto di approvazione del progetto, il quale prevede preliminarmente la
suddivisione delle spese per le azioni comuni (Allegato B Scheda di progetto, Sezione 1, paragrafo 8 Aspetti
finanziari).
In linea generale, per ogni progetto di cooperazione, ogni FLAG coinvolto deve presentare al proprio O.I. il
rendiconto nell’ambito del quale sono riportate, nel rispetto della dotazione finanziaria, le spese sostenute per
lo svolgimento delle proprie attività progettuali (azioni comuni ed azioni locali).
Gli OO.II. devono garantire:
- uno scambio di informazioni tempestivo finalizzato da un lato a ridurre comportamenti difformi nella
valutazione dell’ammissibilità delle spese, dall’altro a facilitare la conoscenza dell’avanzamento
dell’azione comune e del progetto nel suo complesso;
- la predisposizione di una modulistica condivisa per la rendicontazione e il monitoraggio finanziario
delle spese (Allegato H).
Per completezza di informazione, i FLAG partecipanti dovranno trasmettere al FLAG capofila il proprio
monitoraggio finanziario, in cui sono specificati gli impegni assunti, i pagamenti effettuati, distinti per azione
comune ed eventuali azioni locali, lo stato delle eventuali procedure di evidenza pubblica in atto, le
rendicontazioni ed i controlli effettuati, nonché i rimborsi ricevuti. Il FLAG capofila, una volta raccolta la
suddetta documentazione, produrrà una relazione finale sull’attuazione del progetto che trasmetterà a tutti gli
OO.II. interessati.
Al fine di agevolare dal punto di vista amministrativo la realizzazione delle azioni comuni, i FLAG
dovrebbero sviluppare e gestire autonomamente singole parti dell’azione comune, chiaramente distinte da
quelle incluse nelle azioni locali.
La rendicontazione di quei progetti che prevedono il coinvolgimento di una “struttura comune”, destinataria
del contributo, può essere ricondotta a quella a titolarità del FLAG; in questo caso la rendicontazione delle
spese avverrà in maniera analoga a quella adottata per un normale beneficiario. La rendicontazione delle
spese deve essere effettuata dalla struttura comune e trasmessa al FLAG capofila, delegato in sede di accordo

30
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14740

di cooperazione alla gestione dei rapporti con essa. La rendicontazione, esaminata, verificata e certificata dal
FLAG capofila, sarà quindi sottoposta alle necessarie verifiche da parte dell’O.I. competente, con le modalità
previste dalle proprie procedure e dagli altri documenti attuativi.
Tutta la documentazione riepilogativa ed esplicativa inerente la rendicontazione, comprese le certificazioni ed
i documenti di verifica, corredata da una relazione sull’attività svolta, redatta dal FLAG capofila, sarà
trasmessa ai soggetti partecipanti alla cooperazione, a supporto delle relative fasi di rendiconto. I singoli
OO.II. interessati, in sede di rendicontazione, prenderanno visione di detta documentazione, oltre a verificare
le modalità di trasferimento dei fondi alla struttura comune.
L’O.I. del FLAG capofila si farà carico del controllo tecnico-amministrativo, che prevede anche le verifiche
in loco e sui prodotti dell’attività di cooperazione, redigendo un verbale di controllo nella propria lingua con
traduzione nelle lingue degli OO.II. coinvolti.

18. MONITORAGGIO E RAPPORTI DI ESECUZIONE


Per vigilare sullo stato di avanzamento del progetto nel suo complesso, il FLAG capofila predispone dei rapporti di
monitoraggio fisico e finanziario e degli altri documenti necessari alla realizzazione del progetto, nonché la verifica
e l’aggiornamento del cronoprogramma delle attività e delle relative spese. I rapporti sono redatti con cadenza
stabilita dall’O.I. del FLAG capofila in relazione alla durata del progetto.
I soggetti coinvolti nel progetto di cooperazione si assumono l’impegno di alimentare il monitoraggio condotto dal
capofila con le informazioni relative all’attuazione della propria parte di progetto. Ciò potrà avvenire con modalità e
scadenze prefissate e stabilite all’interno dell’accordo di cooperazione. In generale, ogni soggetto trasmette al
capofila le informazioni relative allo stato di attuazione, accompagnate da una relazione sulle attività svolte e
dall’ulteriore documentazione necessaria.

19. VARIANTI O MODIFICHE AL PROGETTO


Con riferimento alla singola operazione finanziata, prescindendo dalla modalità di accesso alla misura,
individuale o collettiva, sono considerate varianti in corso d’opera le seguenti:
cambio del beneficiario e trasferimento degli impegni;
cambio della localizzazione dell’investimento;
modifiche del quadro economico originario;
modifiche tecniche sostanziali alle operazioni approvate.
In fase operativa si può presentare la necessità di apportare modifiche al progetto di cooperazione approvato,
pertanto le varianti sono ammissibili, seppur in via eccezionale al fine di non rallentare l’attuazione del
progetto.
Le varianti che riguardino modifiche del progetto approvato (di ordine finanziario, organizzativo,
realizzativo, etc.) necessitano sempre di una preventiva autorizzazione da parte dell’Amministrazione. Per
questo motivo le varianti in corso d’opera devono essere preventivamente richieste all’ARSARP. La
domanda di variante (redatta secondo lo schema riportato nell’Allegato I), da presentare all’ARSARP con le
stesse modalità di presentazione della domanda di sostegno, deve essere corredata della necessaria
documentazione tecnica dalla quale risultino le motivazioni che giustificano le modifiche da apportare al
progetto approvato ed un quadro di comparazione che metta a confronto la situazione originaria con quella
proposta in sede di variante.
Possono essere concesse varianti in corso d’opera a condizione che l’iniziativa progettuale conservi la sua
funzionalità complessiva, che i nuovi interventi siano coerenti con gli obiettivi e le finalità dell’operazione e
che la loro articolazione mantenga invariata la finalità originaria del progetto.
Le varianti sono ammissibili se:
a) non alterano il progetto di cooperazione, né l’obiettivo generale e le finalità dello stesso;
b) non alterano le condizioni che hanno determinato la concessione del contributo;
c) non comportano la perdita dei requisiti verificati per l’ammissibilità del progetto;
d) non comportano una riduzione del punteggio ottenuto in sede di concessione del contributo, salvo
collocamento in graduatoria in posizione comunque utile al mantenimento del diritto al contributo;

31
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14741

e) sono debitamente motivate;


f) sono state precedentemente comunicate e approvate;
g) non modificano il valore assoluto del contributo pubblico totale concesso;
h) non pregiudicano l’avanzamento finanziario e la tempistica di realizzazione del progetto.
In tutti i casi è facoltà dell’Amministrazione regionale approvare o meno la variante, nel rispetto delle finalità
del progetto di cooperazione
L’istruttoria della domanda di variante è svolta dall’ARSARP entro un termine massimo di 60 giorni a
decorrere dalla sua presentazione.
L’istruttoria per la concessione di varianti in corso d’opera tiene conto dei limiti e dei vincoli relativi a
cambiamenti dell’assetto proprietario di un’infrastruttura od anche alla cessazione o ri-localizzazione di una
attività produttiva, definiti nel paragrafo 4.2.15 “Periodo di non alienabilità e vincoli di destinazione” inerenti
la “non alienabilità dei beni” o i “vincoli di destinazione” del “Manuale delle Procedure e dei Controlli -
Disposizioni procedurali dell’O.I. Regione Molise” approvato con D.G.R. n. 328 in data 08/09/2017 recante
“PO FEAMP 2014/2020. Manuale delle procedure e dei controlli - Disposizioni procedurali del referente
dell’Autorità di Gestione dell’Organismo Intermedio Regione Molise” e modificato con D.G.R. n. 65 del
06/02/2018 (II Versione).
Una variante in corso d’opera, qualora concessa, non può in ogni caso comportare un aumento del contributo,
così come determinato al momento dell’approvazione del progetto, nonché un aumento dei tempi di
realizzazione.
Qualora le varianti fossero valutate inammissibili, in tutto o in parte, il contributo eventualmente concesso
deve essere proporzionalmente ridotto. Eventuali maggiori spese rimangono a carico del beneficiario.
Non sono, altresì, ammissibili varianti che comportano una modifica delle categorie di spesa del quadro
economico originario e, pertanto, possono essere consentite esclusivamente varianti riferite alla medesima
natura e specificità dei beni. In ogni caso l’importo oggetto di variante non può oltrepassare la soglia del 20%
riferito al costo totale dell’investimento finanziato, al netto delle spese generali, e non potranno essere
oggetto di variante le richieste di riutilizzo di eventuali economie derivanti dalla realizzazione dell’iniziativa.
Non può essere autorizzata una variante che comporta una modifica del punteggio tale da far perdere
all’operazione stessa i requisiti sulla base dei quali è stata attribuita la priorità ed, in conseguenza, collocata
in posizione utile per l’autorizzazione al finanziamento.
Non sono considerate varianti gli adeguamenti tecnici del progetto, ovvero modifiche riferite a particolari
soluzioni esecutive o di dettaglio, ivi comprese l’adozione di soluzioni tecniche migliorative. Tali
adeguamenti in ogni caso non potranno oltrepassare la soglia del 10%, in più o in meno, rispetto al totale
della spesa ammessa.
Per quanto concerne l’aumento dei prezzi di mercato ed il cambio di fornitore e della marca dell’attrezzatura,
questi non sono considerate varianti nel caso in cui interessano una quota non superiore al 10% del costo
totale dell’operazione finanziata.
La maggiore spesa rimane a carico del beneficiario.
Qualora intervengano modifiche del quadro economico progettuale originario non eccedenti il 5% del costo
totale dell’investimento ammesso, fermo restando quanto disposto nel presente paragrafo, il Direttore dei
Lavori (ove presente) d’intesa con il beneficiario, può disporre direttamente la loro realizzazione previa
semplice comunicazione all’ARSARP, fatta salva l’approvazione delle stesse che sarà svolta nell’ambito dei
controlli in fase di accertamento finale dell’operazione a seguito della presentazione della domanda di
pagamento del saldo dell’aiuto.
In tutti gli altri casi le varianti dovranno essere preventivamente autorizzate da Regione Molise - Servizio
“Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività
Venatoria”, che provvederà ad approvarle con apposito provvedimento (Atto di concessione di variante).
I lavori, le forniture e gli acquisti previsti in variante potranno essere realizzati dopo l’inoltro della richiesta e
prima della eventuale formale approvazione della stessa, senza alcun impegno da parte dell’Amministrazione
al riconoscimento delle spese in tal modo sostenute che, nel caso di mancata approvazione della variante,
restano a carico del beneficiario.
La realizzazione di una variante non autorizzata comporta, in ogni caso, il mancato riconoscimento delle
spese afferenti alla suddetta variante, fermo restando che l’iniziativa progettuale realizzata conservi la sua
funzionalità. In tale circostanza possono essere riconosciute le spese, approvate in sede di istruttoria e

32
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14742

riportate nel quadro economico di cui al provvedimento di concessione dell’aiuto, non interessate al progetto
di variante. In caso contrario si procederà alla revoca totale dell’aiuto concesso.
Per quanto non previsto dal presente punto, si rimanda a quanto previsto dal Manuale delle procedure e dei
controlli di cui sopra.
19.1 Modifiche al progetto per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni, Stati membri e
OO.II. diversi
Nell’atto di approvazione del progetto di cooperazione, gli OO.II. indicano le procedure per la concessione di
modifiche al progetto, sulla base di quanto riportato nel Manuale delle procedure e dei controlli di ciascun
O.I. e quanto disciplinato per i soggetti di altri Stati membri (cooperazione transnazionale). Nonostante sia
plausibile che nel corso dell’attuazione di un progetto di cooperazione possano rendersi necessarie delle
modifiche, sarebbe opportuno ridurne al minimo il numero, al fine di non rallentare l’attuazione del progetto.
Infatti, le modifiche alle azioni comuni del progetto seguono un processo complesso e lungo come indicato di
seguito:
1. la richiesta di modifica deve essere approvata dai soggetti attuatori del progetto di cooperazione;
2. deve essere inviata formale richiesta all’O.I. del FLAG capofila;
3. l’O.I. del FLAG capofila la invia a tutti gli OO.II. coinvolti;
4. ciascun O.I., dopo opportuna valutazione, invia la propria approvazione “provvisoria” all’O.I. del
FLAG capofila;
5. l’O.I. del FLAG capofila, una volta collezionate tutte le approvazioni “provvisorie”, trasmette i
risultati a tutte le parti interessate;
6. ogni O.I. provvede ad approvare formalmente la richiesta di modifica al progetto di cooperazione.
Pertanto, l’approvazione della richiesta di variante o modifica al progetto deve avvenire da parte di tutti gli
OO.II..
L’O.I. del FLAG capofila stabilisce i tempi e garantisce lo scambio di informazioni circa lo stato delle
richieste di modifica. Al fine di uniformare la documentazione a supporto, in allegato alle presenti
Disposizioni, si propone lo schema di richiesta di modifica al progetto di cooperazione (Allegato I).

20. PROROGHE
Come indicato nel precedente punto 16 delle presenti Disposizioni, il progetto di cooperazione deve essere
completato entro 18 mesi a decorrere dalla data di notifica del provvedimento di concessione del sostegno.
La proroga è un provvedimento eccezionale; l’eventuale proroga dei termini per la realizzazione del progetto
di cooperazione deve essere sempre richiesta dal FLAG preventivamente alla scadenza di tali termini.
La richiesta di proroga, redatta secondo lo schema riportato nell’Allegato L, debitamente giustificata dal
beneficiario e contenente il nuovo cronoprogramma degli interventi nonché la relazione tecnica sullo stato di
realizzazione dell’iniziativa, dovrà essere inoltrata entro e non oltre i 60 giorni precedenti il termine fissato
per la conclusione dei lavori via posta elettronica certificata all’ARSARP; il mancato rispetto del termine
suddetto comporta la non ricevibilità della richiesta e la sua archiviazione.
Le proroghe potranno essere concesse, con provvedimento motivato da rilasciarsi entro 30 giorni dalla
richiesta, nel caso in cui sia comprovata l’impossibilità a completare gli interventi per motivi indipendenti
dalla volontà del beneficiario ed a condizione che l’operazione possa essere comunque ultimata nel periodo
di proroga concedibile.
In ogni caso può essere concessa una sola proroga e per un periodo non superiore a 4 (quattro) mesi.
La Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura,
Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria”, a seguito dell’esito dell’istruttoria, comunica mediante
Determinazione Dirigenziale, la decisione adottata contenente - in caso di accoglimento della richiesta - la
data ultima per il completamento dei lavori, mentre, in caso di rigetto, i motivi che lo hanno determinato con
la specificazione della possibilità di proporre eventuale ricorso nei modi e nei termini di legge.
Tutte le attività vengono registrate sul Sistema informatico di riferimento.
20.1 Proroghe per i progetti di cooperazione tra soggetti appartenenti a Regioni, Stati membri e OO.II.
diversi

33
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14743

Nell’atto di approvazione del progetto di cooperazione, gli OO.II. indicano la procedura per la concessione
della proroga del termine di esecuzione del progetto, sulla base di quanto riportato nel Manuale delle
procedure e dei controlli di ciascun O.I. e quanto disciplinato per i soggetti di altri Stati membri
(cooperazione transnazionale).
L’iter procedurale è indicato nei seguenti punti:
1. la richiesta di proroga deve essere approvata dai soggetti attuatori del progetto di cooperazione;
2. deve essere inviata formale richiesta all’O.I. del FLAG capofila;
3. l’O.I. del FLAG capofila la invia a tutti gli OO.II. coinvolti;
4. ciascun O.I., dopo opportuna valutazione, invia la propria approvazione “provvisoria” all’O.I. del
FLAG capofila;
5. l’O.I. del FLAG capofila, una volta collezionate tutte le approvazioni “provvisorie”, trasmette i
risultati a tutte le parti interessate;
6. ogni O.I. provvede ad approvare formalmente la richiesta di proroga al progetto di cooperazione.
Pertanto, l’approvazione della richiesta di proroga deve avvenire da parte di tutti gli OO.II..
L’O.I. del FLAG capofila stabilisce i tempi e garantisce lo scambio di informazioni circa lo stato delle
richieste di proroga.

21. MISURE DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE


Come previsto dal punto 2.2 dell’Allegato XII del Regolamento (UE) n. 1303/2013, tutte le misure di
informazione e di comunicazione a cura del beneficiario riconoscono il sostegno dei fondi all'operazione
riportando i seguenti elementi:
a) emblema dell'Unione, conformemente alle caratteristiche tecniche stabilite nell'atto di attuazione
adottato dalla Commissione ai sensi dell'articolo 115, paragrafo 4, del Reg. (UE) n. 1303/2013
insieme a un riferimento all'Unione;
b) un riferimento al fondo o ai fondi che sostengono l'operazione.
Nel caso di un'informazione o una misura di comunicazione collegata a un'operazione o a diverse operazioni
cofinanziate da più di un fondo, il riferimento di cui alla lettera b) può essere sostituito da un riferimento ai
fondi SIE (fondi strutturali e di investimento europei).
Durante l'attuazione di un'operazione, il beneficiario informa il pubblico sul sostegno ottenuto dai fondi nelle
seguenti modalità:
• fornendo, sul proprio sito web, ove questo esista, una breve descrizione dell'operazione, in
proporzione al livello del sostegno, compresi le finalità e i risultati, ed evidenziando il sostegno
finanziario ricevuto dall'Unione;
• collocando almeno un poster temporaneo con le informazioni sull’operazione (formato minimo A3),
che indichi il sostegno finanziario dell'Unione, in un luogo facilmente visibile al pubblico, come l'area
d'ingresso di un edificio, se il sostegno pubblico totale è fino a € 500.000,00.
• collocando almeno un cartellone temporaneo di dimensioni rilevanti (30x40cm o 50x70cm) con le
informazioni sull’operazione che indichi il sostegno finanziario dell'Unione, in un luogo facilmente visibile
al pubblico, come l'area d'ingresso di un edificio, se il sostegno pubblico totale è superiore a € 500.000,00.
Entro tre mesi dal completamento di un'operazione, il beneficiario espone un poster permanente (sostegno
pubblico totale fino a € 500.000,00), una targa permanente o un cartellone pubblicitario di notevoli
dimensioni (sostegno pubblico totale superiore a € 500.000,00) in un luogo facilmente visibile al pubblico.
Il poster, la targa o il cartellone informativo devono essere realizzati con materiali tali da assicurare
durevolezza nel tempo e devono essere mantenuti in buone condizioni per almeno 5 anni dalla data di
accertamento finale dell’operazione.
Se trattasi di materiale a supporto delle azioni formative, informative, promozionali (pubblicazioni, libri, opuscoli,
schede tecniche, brochure, locandine, banner e altro), sia cartaceo che informatizzato, lo stesso materiale deve
riportare il logo dell'Unione Europea, il logo della Repubblica Italiana, il logo del Ministero delle Politiche
Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, il logo della Regione Molise, la dicitura Fondo Europeo per gli Affari
Marittimi e la Pesca 2014-2020 - Regolamento (UE) n. 508/2014 e la dicitura dell’Operazione interessata.

34
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14744

Nel caso specifico della Misura 4.64 e delle presenti Disposizioni, il beneficiario è tenuto a collocare un
poster, o una targa o cartellone (a seconda dell’importo del sostegno pubblico) con le informazioni sul
progetto che indichi il sostegno finanziario dell'Unione, in un luogo facilmente visibile al pubblico, come
l'area d'ingresso di un edificio (sede del FLAG o edificio ove sono state realizzate le attività o interventi e
allocate le eventuali attrezzature oggetto di finanziamento). Inoltre, su ogni eventuale attrezzatura oggetto di
sostegno, ove possibile, bisognerà collocare una piccola targhetta (anche adesiva).
Il poster, la targa o il cartellone informativo sono preparati conformemente alle caratteristiche tecniche
adottate dalla Commissione ai sensi dell'articolo 115, paragrafo 4., e devono riportare:
• il logo dell'Unione Europea;
• il logo della Repubblica Italiana;
• il logo del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo;
• il logo della Regione Molise con sotto riportato: Regione Molise - Assessorato alle Politiche agricole
ed agroalimentari, Programmazione forestale, Sviluppo rurale, Pesca produttiva, Tutela dell’ambiente;
• la dicitura: Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca 2014-2020 - Regolamento (UE) n.
508/2014;
• la dicitura: Operazione realizzata con la Misura 4.64 “Attività di cooperazione” del PO FEAMP
2014/2020.

22. CONTROLLI
Ogni operazione/progetto ammesso a cofinanziamento ai sensi del presente Bando verrà sottoposto a
controllo documentale sui requisiti dichiarati in fase di ammissione e su tutte le spese rendicontate dal
Beneficiario, nonché ad apposito sopralluogo “visite in loco” (almeno una visita verrà effettuata prima della
liquidazione del saldo).
Inoltre, ogni operazione/progetto può essere assoggettata ai controlli ex-post per verificare il rispetto degli
obblighi in materia di utilizzo e impiego dei beni di investimento (termine del vincolo), nonché a verifiche da
parte degli altri Organi competenti (Autorità di Gestione, Autorità di Certificazione, Autorità di Audit,
Commissione Europea, Corte dei Conti, Guardia di finanza, etc.).
Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni ottenute dal beneficiario per le medesime spese.

23. REVOCA DEL CONTRIBUTO E RECUPERO DELLE SOMME EROGATE


23.1 Rinuncia
Il contributo è revocato a seguito di rinuncia da parte del beneficiario o previa intimazione rivolta ai sensi
delle norme vigenti, in tutto o in parte, nei seguenti casi:
a) mancata realizzazione o difformità delle attività previste dal progetto approvato, fatta salva la
disciplina delle varianti;
b) mancato mantenimento o raggiungimento del punteggio complessivo e di almeno due criteri di
selezione al fine di garantire, comunque, la permanenza della domanda di sostegno in graduatoria in
posizione utile per essere ammessa a finanziamento (all’interno della dotazione finanziaria
assegnata);
c) raggiungimento di un livello di realizzazione del progetto inferiore al 70% della spesa ammessa;
d) mancata realizzazione del progetto entro i termini previsti;
e) varianti non autorizzate secondo quanto indicato nel precedente punto 19 delle presenti Disposizioni,
qualora le attività non rispondano più agli obiettivi prefissati dal progetto approvato;
f) mancato mantenimento dei requisiti di ammissibilità e mancato rispetto degli obblighi previsti dalle
presenti Disposizioni;
g) esito negativo dei controlli di 1° livello o dei controlli ex post;
h) violazione, qualsivoglia, delle norme stabilite dalle Disposizioni, dalla normativa dell’Unione
Europea, dello Stato Italiano e della Regione Molise.
Al realizzarsi di anche uno dei casi suddetti, previa intimazione rivolta ai sensi delle norme vigenti, si
procederà al recupero delle somme liquidate anche attraverso la decurtazione da somme dovute allo stesso

35
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14745

beneficiario per effetto di altri strumenti normativi o provvedimenti di concessione.


Qualora la Regione Molise per il tramite del Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per
Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” o l’ARSARP accerti che un beneficiario ha reso
deliberatamente una falsa dichiarazione, l’operazione di cui trattasi è esclusa dal sostegno del FEAMP.
La Regione Molise per il tramite del Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per
Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” procede al recupero degli importi già versati per tale
operazione.
Le somme oggetto del recupero, a qualsiasi titolo, saranno gravate delle maggiorazioni di legge.
Il termine previsto per la restituzione di somme, a qualsiasi titolo dovute, è fissato in 60 giorni dalla data di
ricevimento del provvedimento con il quale si dispone la restituzione stessa. Decorso inutilmente tale termine
si procede all’escussione della fideiussione presentata a garanzia dell’eventuale acconto liquidato, ovvero
sarà dato corso alla fase di esecuzione forzata previa iscrizione a ruolo degli importi dovuti.
Sono fatte salve tutte le altre iniziative di rivalsa a termini di legge. Eventuali ulteriori responsabilità civili e/o
penali saranno denunciate alle Autorità competenti secondo quanto previsto dalle norme vigenti.
Per recesso dagli impegni assunti s’intende la rinuncia volontaria al mantenimento di una o più operazioni per
le quali è stata presentata una domanda di sostegno. L’istanza di rinuncia (Allegato M), deve essere
presentata dal beneficiario FLAG Molise Costiero via posta elettronica certificata (PEC) ad ARSARP
all’indirizzo e-mail arsarp@legalmail.it.
Il recesso dagli impegni assunti con la domanda è possibile in qualsiasi momento del periodo d’impegno.
Non è ammessa la rinuncia nel caso in cui l’Amministrazione Regionale abbia comunicato al beneficiario la
presenza di irregolarità nella domanda o nel caso in cui sia stata avviata la procedura per la pronunzia della
decadenza dagli aiuti. La rinuncia non è altresì consentita qualora al beneficiario sia stato comunicato lo
svolgimento di un controllo in loco.
Il recesso per rinuncia volontaria comporta la decadenza totale dall'aiuto ed il recupero delle somme già
erogate, maggiorate degli interessi legali.
23.2 Decadenza dal sostegno
Nella fase successiva all’ammissione di un’operazione a finanziamento, può essere dichiarata la decadenza,
parziale o totale, dal sostegno.
La decadenza può avvenire a seguito di comunicazione di rinuncia del beneficiario o per iniziativa di Regione
Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca
- Attività Venatoria”, che la può rilevare sia in fase istruttoria (amministrativa e/o tecnica) e/o a seguito di
controlli in loco.
La valutazione delle condizioni di decadenza è in capo al Servizio “Coordinamento e Gestione delle Politiche
Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria” della Regione Molise, che esprime le
relative motivazioni.
Tutte le attività vengono registrate sul Sistema informativo di riferimento.
23.3 Recupero somme erogate
Una volta accertata l’esistenza di un’irregolarità, Regione Molise - Servizio “Coordinamento e Gestione delle
Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività Venatoria”, ai sensi dell’art. 122, par. 2 del
Reg. (UE) 1303/2013, provvede all’attuazione di adeguate misure volte a correggere o recuperare gli importi
indebitamente versati secondo le procedure descritte al paragrafo “Procedura di recupero” del Manuale delle
procedure e dei controlli già più volte citato.
Le rettifiche, ai sensi del art. 143 del Reg. (UE) 1303/2013, consistono in una revoca totale o parziale del
contributo pubblico concesso.
I contributi svincolati a seguito delle rettifiche finanziarie, saranno riutilizzati nell’ambito dello stesso PO
FEAMP.
Nel caso in cui l’irregolarità venga riscontrata dopo il pagamento del contributo, la Regione Molise - Servizio
“Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca - Attività
Venatoria” procede al recupero delle somme indebitamente versate anche attraverso compensazione nella

36
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14746

eventuale successiva richiesta di erogazione, notificando al beneficiario il relativo provvedimento


amministrativo.

24. DISPOSIZIONI IN MATERIA DI CONSERVAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE


La conservazione dei documenti giustificativi da parte dei beneficiari è attuata in ottemperanza dell’art.140
del Reg. (UE) 1303/2013.
Per ciascuna fase del processo di attuazione deve esistere la relativa documentazione, su supporto cartaceo e
su supporto elettronico, mediante la quale è possibile ricostruire tutta la storia attuativa di ogni singola
operazione.
L’archiviazione dei documenti deve permettere anche successivamente alla chiusura del progetto medesimo:
• una chiara ricostruzione dei dati di spesa e dei documenti di progetto;
• la riconciliazione dei documenti di spesa con ogni richiesta di rimborso.
I Regolamenti comunitari prevedono una disciplina organica in materia di disponibilità e conservazione dei
documenti giustificativi relativi alle spese per le operazioni a valere sul Programma Operativo FEAMP.
La documentazione detenuta dai beneficiari comprovante le spese sostenute, ai fini della richiesta di
erogazione del contributo, ovvero le fatture quietanzate relative alle spese sostenute e ogni altro documento
avente forza probatoria equivalente, deve essere conservata per il periodo specificato dall’art. 140 del Reg.
(UE) 1303/2013 (5 anni), con decorrenza dalla data di richiesta del saldo finale. Il periodo di tempo indicato è
interrotto in caso si verifichi un procedimento giudiziario o ci sia richiesta debitamente motivata della
Commissione Europea.
La documentazione giustificativa di spesa deve essere messa a disposizione per le ispezioni e le verifiche
della Commissione e della Corte dei Conti Europea e delle altre Autorità competenti (AdG, AdC, AdA, etc.) e
se richiesti ne devono essere forniti estratti o copie.
In occasione dei controlli di primo livello il personale incaricato procede all’accertamento della sussistenza,
presso la sede dei beneficiari, della completa ed idonea documentazione amministrativo-contabile in
originale.
I beneficiari saranno informati preventivamente dall’O.I. su eventuali modifiche apportate al termine di
conservazione previsto dal Regolamento connesso alle chiusure annuali, se dovute alla sospensione per
procedimento giudiziario o su richiesta della CE.
I documenti devono essere conservati in originale o sotto forma di copie autenticate su supporti per i dati
comunemente accettati, quali:
fotocopie di documenti originali;
microschede di documenti originali;
versioni elettroniche di documenti originali;
documenti disponibili esclusivamente su supporto elettronico.

25. DIRITTI DEI BENEFICIARI


I beneficiari godono di tutti i diritti a essi riconosciuti dalla normativa dell’Unione Europea, dello Stato
Italiano e della Regione Molise.

26. RICORSI
Avverso gli atti con rilevanza esterna è data facoltà all’interessato di avvalersi del diritto di presentare ricorso
secondo le modalità di seguito indicate.
Contestazioni per mancato accoglimento o finanziamento della domanda.
Contro il mancato accoglimento o finanziamento della domanda, al soggetto interessato è data facoltà di
esperire tre forme alternative di ricorso, come di seguito indicato:
1. ricorso gerarchico all’AdG entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, che deve risolversi di
norma entro 90 giorni dalla presentazione del ricorso, salvo comprovate necessità istruttorie da parte
dell’ente competente sull’istruttoria, le quali devono essere comunicate tempestivamente al ricorrente.
Trascorsi i 90 giorni e in assenza di comunicazione da parte dell’Amministrazione, opera il silenzio

37
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14747

diniego e, pertanto, il ricorso si intende respinto.


2. ricorso giurisdizionale al TAR competente entro i termini e nei modi disciplinati dal Dlgs 104/2010 e
s.m.i. (di norma 60 giorni dal ricevimento della comunicazione);
3. ricorso al Capo dello Stato entro 120 giorni dal ricevimento della comunicazione.
Contestazioni per provvedimenti di decadenza o di riduzione del contributo.
Contro i provvedimenti di decadenza o di riduzione del contributo, emanati a seguito dell’effettuazione di
controlli, al soggetto interessato è data facoltà di esperire il seguente ricorso:
1. ricorso gerarchico entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, che deve risolversi di norma
entro 90 giorni dalla presentazione del ricorso, salvo comprovate necessità istruttorie da parte
dell’ente competente sull’istruttoria, le quali devono essere comunicate tempestivamente al ricorrente.
Trascorsi i 90 giorni e in assenza di comunicazione da parte dell’Amministrazione, opera il silenzio
diniego e, pertanto, il ricorso si intende respinto.
2. ricorso al Giudice Ordinario entro i termini previsti dal Codice di procedura Civile.

27. TRATTAMENTO DEI DATI


Tutti i dati saranno trattati nel rispetto delle norme vigenti in materia di tutela della riservatezza.
Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs 196/03 e s.m.i., i dati personali forniti dai richiedenti sono raccolti dalla
Regione Molise per le finalità di cui alle presenti Disposizioni e sono trattati anche con l'utilizzazione di
banche dati informatiche per la gestione dei rapporti derivanti dalla presentazione della domanda di sostegno.
I medesimi dati possono essere comunicati esclusivamente alle altre Amministrazioni pubbliche direttamente
interessate alle procedure di attuazione del FEAMP.

28. COMUNICAZIONI E NOTIFICAZIONI


Tutte le comunicazioni inerenti le presenti Disposizioni, secondo quanto previsto dalla normativa generale,
sono effettuate tramite Bollettino Ufficiale della Regione Molise e/o pubblicazione sul sito web istituzionale,
per posta ordinaria o mediante il seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) della Regione
Molise (regionemolise@cert.regione.molise.it) e dell’ARSARP (arsarp@legalmail.it).
Il beneficiario del cofinanziamento è obbligato a comunicare il proprio indirizzo di PEC e ad utilizzare lo
stesso mezzo PEC (in caso di utilizzo della posta elettronica) per comunicazioni e per trasmissione
documenti, secondo le indicazioni fornite nei precedenti punti.

29. DISPOSIZIONI FINALI


L’Amministrazione regionale si riserva la facoltà, a suo insindacabile giudizio, di sospendere, prorogare o
revocare le presenti Disposizioni senza che i soggetti che si siano dichiarati interessati possano avanzare,
nemmeno a titolo risarcitorio, alcuna pretesa o diritto di sorta.
Qualora le risorse disponibili non fossero disponibili per tutti gli interventi ammissibili a finanziamento, la
Regione Molise si riserva di prevedere integrazioni della dotazione finanziaria complessiva relativa
all’avviso, a valere su eventuali ulteriori risorse che dovessero rendersi disponibili. Le istanze ammissibili a
finanziamento potranno essere finanziate secondo l’ordine della graduatoria di merito.
Le presenti Disposizioni costituiscono lex specialis, pertanto la partecipazione allo stesso comporta
implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni ivi contenute.
Per quanto non espressamente previsto dalle presenti Disposizioni si rimanda al PO FEAMP 2014/2020, alle
Disposizioni Attuative - Parte A Generali, alle Linee guida per le spese ammissibili emanate dall’Autorità di
Gestione, al “Manuale delle Procedure e dei Controlli - Disposizioni procedurali dell’O.I. Regione Molise”
approvato con D.G.R. n. 328 in data 08/09/2017 recante “PO FEAMP 2014/2020. Manuale delle procedure e
dei controlli - Disposizioni procedurali del referente dell’Autorità di Gestione dell’Organismo Intermedio
Regione Molise” e modificato con D.G.R. n. 65 del 06/02/2018 (II Versione), alla Guida per l’attuazione
delle attività di cooperazione (art. 64 del Reg. UE 508/2014 redatto dall’Autorità di Gestione), nonché alla
vigente normativa comunitaria, nazionale e regionale di settore o concernente l’applicazione del FEAMP
2014/2020.

38
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14748

Il rinvio agli atti comunitari, alle leggi e ai regolamenti contenuti nelle presenti Disposizioni, si intende
effettuato al testo vigente dei medesimi, comprensivo delle modifiche ed integrazioni intervenute
successivamente alla loro emanazione.

30. RIFERIMENTI NORMATIVI

Regolamenti UE (Fondi SIE)


- Regolamento (CE, EURATOM) n. 2988/95 del Consiglio del 18 dicembre 1995 relativo alla tutela degli
interessi finanziari delle Comunità;
- TFUE - Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea C83 0
2010/C 83/01);
- Regolamento (CE) n. 761/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 19 marzo 2001 sull’adesione
volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS);
- Direttiva 2001/42/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 giugno 2001 concernente la
valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull’ambiente;
- Regolamento (CE, Euratom) n. 1605/2002 del Consiglio del 25 giugno 2002 che stabilisce il
regolamento finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità europee;
- Regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio del 28 giugno 2007 relativo alla produzione biologica e
all’etichettatura dei prodotti biologici e che abroga il regolamento (CEE) n. 2092/91;
- Regolamento (CE) n. 710/2009 della Commissione del 5 agosto 2009 che modifica il regolamento (CE)
n. 889/2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio per quanto
riguarda l’introduzione di modalità di applicazione relative alla produzione di animali e di alghe marine
dell’acquacoltura biologica;
- Regolamento (UE, EURATOM) n. 966/2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 25 ottobre
2012 che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione e che abroga il Reg.
(CE, Euratom) n. 1605/2012;
- Regolamento delegato (UE) n. 1268/2012 della Commissione del 29 ottobre 2012 recante le modalità di
applicazione del Reg. (UE, Euratom) n. 966/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce
le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione;
- Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante
disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di
coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e
la pesca (FEAMP) e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale
europeo, sul Fondo di coesione e sul FEAMP e che abroga il Reg. (CE) n. 1083/2006 del Consiglio;
- Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione del 7 gennaio 2014 recante un codice
europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d’investimento europei;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1232/2014 della Commissione del 18 novembre 2014 che modifica il
Reg. di esecuzione (UE) n. 215/2014 della Commissione, per adeguare i riferimenti al Reg. (UE) n.
508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio ivi contenuti, e rettifica il Reg. di esecuzione (UE) n.
215/2014;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 184/2014 della Commissione del 25 febbraio 2014 che stabilisce,
conformemente al Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, recante disposizioni
comuni sui Fondi SIE tra cui il FEAMP, i termini e le condizioni applicabili al sistema elettronico di
scambio di dati fra gli Stati membri e la Commissione;
- Regolamento Delegato (UE) n. 480/2014 della Commissione del 3 marzo 2014 che integra il Reg. (UE)
n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio recante disposizioni comuni e disposizioni generali
sul FEAMP;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 215/2014 della Commissione del 7 marzo 2014 che stabilisce norme
di attuazione del Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, recante disposizioni
comuni e disposizioni generali sul FEAMP per quanto riguarda le metodologie per il sostegno in materia
di cambiamenti climatici, la determinazione dei target intermedi e dei target finali nel quadro di

39
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14749

riferimento dell’efficacia dell’attuazione e la nomenclatura delle categorie di intervento per i fondi


strutturali e di investimento europei;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 821/2014 della Commissione del 28 luglio 2014 recante modalità di
applicazione del Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le
modalità dettagliate per il trasferimento e la gestione dei contributi dei Programmi, le relazioni sugli
strumenti finanziari, le caratteristiche tecniche delle misure di informazione e di comunicazione per le
operazioni e il sistema di registrazione e memorizzazione dei dati;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 964/2014 della Commissione dell’11 settembre 2014 recante
modalità di applicazione del Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto
concerne i termini e le condizioni uniformi per gli strumenti finanziari;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1011/2014 della Commissione del 22 settembre 2014 recante
modalità di esecuzione del Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto
riguarda i modelli per la presentazione di determinate informazioni alla Commissione e le norme
dettagliate concernenti gli scambi di informazioni tra beneficiari e autorità di gestione, autorità di
certificazione, autorità di audit e organismi intermedi;
- Regolamento (UE) n. 1974/2015 della Commissione dell’8 luglio 2015 che stabilisce la frequenza e il
formato della segnalazione di irregolarità riguardanti il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo
sociale europeo, il Fondo di coesione e il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, a norma del
Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio;
- Regolamento (UE) n. 1970/2015 della Commissione dell’8 luglio 2015 che integra il Reg. (UE) n.
1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio con disposizioni specifiche sulla segnalazione di
irregolarità relative al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo, al Fondo di
coesione e al FEAMP;
- Regolamento delegato (UE) n. 1516/2015 della Commissione del 10 giugno 2015 che stabilisce, in
conformità al Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, un tasso forfettario per le
operazioni finanziate dai fondi strutturali e di investimento europei nel settore della ricerca, dello
sviluppo e dell’innovazione;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 207/2015 della Commissione del 20 gennaio 2015 recante modalità
di esecuzione del Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i
modelli per la relazione sullo stato dei lavori, la presentazione di informazioni relative a un grande
progetto, il piano d’azione comune, le relazioni di attuazione relative all’obiettivo Investimenti in favore
della crescita e dell’occupazione, la dichiarazione di affidabilità di gestione, la strategia di audit, il parere
di audit e la relazione di controllo annuale nonché la metodologia di esecuzione dell’analisi costi-
benefici e, a norma del Reg. (UE) n. 1299/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, il modello per le
relazioni di attuazione relative all’obiettivo di cooperazione territoriale europea;
- Regolamento delegato (UE) n. 568/2016 della Commissione del 29 gennaio 2016 che integra il
regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio riguardo alle condizioni e
procedure per determinare se gli importi non recuperabili debbano essere rimborsati dagli Stati membri
per quanto riguarda il Fondo europeo di sviluppo regionale, il Fondo sociale europeo, il Fondo di
coesione e il FEAMP.
- Decisione della Commissione C(2018) 6576 che modifica la Decisione di esecuzione della Commissione
C (2015) 8452 di approvazione del Programma Operativo FEAMP 2014-2020 e in con conformità a
quanto previsto dall’art. 35, paragrafo 1, lettera c), del Reg. (UE) n. 1303/2013 e dall’art. 64 del Reg.
(UE) n. 508/2014;

Regolamenti UE (Pesca e acquacoltura)


- Regolamento (CE) n. 26/2004 della Commissione del 30 dicembre 2003 relativo al registro della flotta
peschereccia comunitaria;
- Regolamento (CE) n. 1799/2006 della Commissione del 6 dicembre 2006 che modifica il Reg. (CE) n.
26/2004 relativo al registro della flotta peschereccia comunitaria;
- Direttiva n. 2008/56/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 giugno 2008 che istituisce un
quadro per l’azione comunitaria nel campo della politica per l’ambiente marino (Direttiva quadro sulla
strategia per l’ambiente marino);

40
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14750

- Regolamento (CE) n. 1224/2009 del Consiglio del 20 novembre 2009 che istituisce un regime di
controllo comunitario per garantire il rispetto delle norme della politica comune della pesca, che
modifica i Regg. (CE) n. 847/96, (CE) n. 2371/2002, (CE) n. 811/2004, (CE) n. 768/2005, (CE) n.
2115/2005, (CE) n. 2166/2005, (CE) n. 388/2006, (CE) n. 509/2007, (CE) n. 676/2007, (CE) n.
1098/2007, (CE) n. 1300/2008, (CE) n. 1342/2008 e che abroga i Regg. (CEE) n. 2847/93, (CE) n.
1627/94 e (CE) n. 1966/2006;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 404/2011 della Commissione dell’8 aprile 2011 recante modalità di
applicazione del Reg. (CE) n. 1224/2009 del Consiglio che istituisce un regime di controllo comunitario
per garantire il rispetto delle norme della politica comune della pesca;
- Regolamento (UE) n. 1380/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013 relativo
alla politica comune della pesca, che modifica i Regg. (CE) n. 1954/2003, (CE) n. 1224/2009 e del
Consiglio e che abroga i Regg. (CE) n. 2371/2002 e (CE) n.639/2004 del Consiglio, nonché la decisione
2004/585/CE del Consiglio;
- EUSAIR - Communication from the commission to the European parliament, the council, the European
economic and social committee and the committee of the regions concerning the European union strategy
for the Adriatic and Ionian region Brussels (17.6.2014 SWD(2014) 190 final);
- Regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014 relativo al
Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e che abroga i Regg. (CE) n. 2328/2003, (CE) n.
861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il Reg. (UE) n. 1255/2011 del
Parlamento europeo e del Consiglio;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 763/2014 della Commissione dell’11 luglio 2014 recante modalità di
applicazione del Reg. (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP per
quanto riguarda le caratteristiche tecniche delle misure di informazione e di comunicazione e le istruzioni
per creare l’emblema dell’Unione;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 771/2014 della Commissione del 14 luglio 2014 recante disposizioni
a norma del Reg. (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP per
quanto riguarda il modello per i Programmi operativi, la struttura dei piani intesi a compensare i costi
supplementari che ricadono sugli operatori nelle attività di pesca, allevamento, trasformazione e
commercializzazione di determinati prodotti della pesca e dell’acquacoltura originari delle regioni
ultraperiferiche, il modello per la trasmissione dei dati finanziari, il contenuto delle relazioni di
valutazione ex-ante e i requisiti minimi per il piano di valutazione da presentare nell’ambito del Fondo
europeo per gli affari marittimi e la pesca;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 772/2014 della Commissione del 14 luglio 2014 che stabilisce le
regole in materia di intensità dell’aiuto pubblico da applicare alla spesa totale ammissibile di determinate
operazioni finanziate nel quadro del FEAMP;
- Decisione di esecuzione della Commissione dell’11 giugno 2014 che fissa la ripartizione annuale per
Stato Membro delle risorse globali del FEAMP disponibili nel quadro della gestione concorrente per il
periodo 2014/2020;
- Decisione di esecuzione della Commissione del 15 luglio 2014 che identifica le priorità dell’Unione per
la politica di esecuzione e di controllo nell’ambito del FEAMP;
- Regolamento delegato (UE) n. 1014/2014 della Commissione del 22 luglio 2014 che integra il Reg. (UE)
n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP e che abroga i Regg. (CE) n.
2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006 e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento
(UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il contenuto e
l’architettura del sistema comune di monitoraggio e valutazione degli interventi finanziati dal FEAMP;
- Rettifica del regolamento delegato (UE) n. 1014/2014 della Commissione, del 22 luglio 2014, che
integra il regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 maggio 2014,
relativo al FEAMP e che abroga i regolamenti (CE) n. 2328/2003, (CE) n. 861/2006, (CE) n. 1198/2006
e (CE) n. 791/2007 del Consiglio e il regolamento (UE) n. 1255/2011 del Parlamento europeo e del
Consiglio per quanto riguarda il contenuto e l’architettura del sistema comune di monitoraggio e
valutazione degli interventi finanziati dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1362/2014 della Commissione del 18 dicembre 2014 che stabilisce
le norme relative a una procedura semplificata per l’approvazione di talune modifiche dei Programmi

41
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14751

operativi finanziati nell’ambito del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e le norme
concernenti il formato e le modalità di presentazione delle relazioni annuali sull’attuazione di tali
Programmi;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1242/2014 della Commissione del 20 novembre 2014 recante
disposizioni a norma del Reg. (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
FEAMP per quanto riguarda la presentazione dei dati cumulativi pertinenti sugli interventi;
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1243/2014 della Commissione del 20 novembre 2014 recante
disposizioni a norma del Reg. (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al
FEAMP per quanto riguarda le informazioni che devono essere trasmesse dagli Stati membri, i dati
necessari e le sinergie tra potenziali fonti di dati;
- Regolamento delegato (UE) n. 1392/2014 della Commissione, del 20 ottobre 2014, che istituisce un
piano in materia di rigetti per alcune attività di pesca di piccoli pelagici nel Mar Mediterraneo;
- Regolamento delegato (UE) n. 2252/2015 della Commissione del 30 settembre 2015 che modifica il Reg.
delegato (UE) 288/2015 per quanto riguarda il periodo di inammissibilità delle domande di sostegno
nell’ambito del FEAMP;
- Regolamento delegato (UE) n. 1076/2015 della Commissione del 28 aprile 2015 recante norme
aggiuntive riguardanti la sostituzione di un beneficiario e le relative responsabilità e le disposizioni di
minima da inserire negli accordi di partenariato pubblico privato finanziati dai fondi strutturali e di
investimento europei, in conformità al Reg. (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio;
- Regolamento delegato (UE) n. 852/2015 della Commissione del 27 marzo 2015 che integra il Reg. (UE)
n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i casi di inosservanza e i casi di
inosservanza grave delle norme della politica comune della pesca che possono comportare
un’interruzione dei termini di pagamento o la sospensione dei pagamenti nell’ambito del FEAMP;
- Regolamento delegato (UE) n. 616/2015 della Commissione del 13 febbraio 2015 che modifica il Reg.
delegato (UE) n. 480/2014 per quanto riguarda i riferimenti al Reg. (UE) n. 508/2014 del Parlamento
europeo e del Consiglio;
- Regolamento delegato (UE) n. 895/2015 della commissione del 2 febbraio 2015 che integra il Reg. (UE)
n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP per quanto riguarda le
disposizioni transitorie;
- Regolamento delegato (UE) n. 531/2015 della Commissione del 24 novembre 2014 che integra il Reg.
(UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio stabilendo i costi ammissibili al sostegno del
FEAMP al fine di migliorare le condizioni di igiene, salute, sicurezza e lavoro dei pescatori, proteggere e
ripristinare la biodiversità e gli ecosistemi marini, mitigare i cambiamenti climatici e aumentare
l’efficienza energetica dei pescherecci;
- Regolamento delegato (UE) n. 288/2015 alla Commissione del 17 dicembre 2014 che integra il Reg.
(UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP per quanto riguarda il
periodo e le date di inammissibilità delle domande;
- Regolamento delegato (UE) n. 1930/2015 della Commissione del 28 luglio 2015 che integra il
regolamento (UE) n. 508/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FEAMP per quanto
riguarda i criteri per stabilire il livello delle rettifiche finanziarie e per applicare rettifiche finanziarie
forfettarie, e modifica il regolamento (CE) n. 665/2008 della Commissione.

Normativa nazionale
- L. n. 575/65 del 31 maggio 1965, Disposizioni contro la mafia (G.U. n.138 del 5 giugno 1965);
- Legge n. 689/81 del 24 novembre 1981, Modifiche al sistema penale (GU n. 329 del 300110 19810
Suppl. Ordinario);
- Legge n. 241/90 del 7 agosto 1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto
di accesso ai documenti amministrativi” come modificata ed integrata dalla Legge 11 febbraio 2005 n. 15
(G.U. n. 42 del 21/2/05) e dal D.L. 14 marzo 2005, n. 35 convertito con modificazioni dalla Legge del 14
maggio 2005, n. 80 (G.U. n. 111 del 14/5/05, S.O.);
- Per i CCNL, si fa riferimento alla Legge 29 luglio 1996, n. 402/96 - Conversione in legge, con
modificazioni, del DL 14 giugno 1996, n. 318, recante disposizioni urgenti in materia previdenziale e di
sostegno al reddito pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto 1996 e ss.mm.ii. Per la

42
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14752

consultazione dei vari CCNL si rimanda alla pagina del - Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali:
http://www.lavoro.gov.it/temi-e-priorita/rapporti-di-lavoro-e-relazioni-
industriali/focuson/Contrattazione-Collettiva/Pagine/default.aspx;
- D.P.R. n. 357/97 dell’8 settembre 1997 – Regolamento recante attuazione della Direttiva 92/43/CEE
relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna
selvatiche (S.O. alla G.U. n. 248 del 23 ottobre 1997);
- Circolare INPS n. 196/1997 del 23 settembre 1997 - Contribuzione afferente il settore della pesca
marittima: questioni connesse all’applicazione delle leggi n.250 del 13.3.1958 e n.413 del 26.7.1984;
- D.P.R. n. 445/00 del 28 dicembre 2000 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in
materia di documentazione amministrativa;
- D.P.R. n. 380/01 del 6 giugno 2001 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia
edilizia;
- D.P.R. n. 313/02 del 14 novembre 2002 - Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in
materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei
relativi carichi pendenti aggiornato, e relative modifiche apportare dalla L. n. 67 del 28 aprile 2014 e,
successivamente, dal D.Lgs. n. 28 del 16 marzo 2015;
- D.P.R. n. 120/03 del 12 marzo 2003 - Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del
Presidente della Repubblica 8 settembre 1997 n. 357, concernente attuazione della Direttiva 92/43/CEE
relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali, nonché della flora e della fauna
selvatiche (G.U. n. 124 del 30.05.2003);
- D. Lgs n. 196/03 del 30 giugno 2003 "Codice in materia di protezione dei dati personali (G.U. n. 174 del
29 luglio 2003 0 Supplemento Ordinario n. 123);
- D. Lgs n. 154 del 26 maggio 2004 0 Modernizzazione del settore pesca e dell’acquacoltura, a norma
dell’articolo 1, comma 2, della legge 7 marzo 2003, n. 38;
- Legge n. 296 del 27 dicembre 2006, "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale
dello Stato (legge finanziaria 2007)" (G. U. n. 299 del 27 dicembre 2006 Supplemento ordinario n. 244);
- Decreto legislativo n. 81 del 9 aprile 2008 - Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto
- 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (G.U. n. 101 del 30
aprile 2008);
- D.P.R. n. 207 del 5 ottobre 2010 - Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12
aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in
attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE». (G.U. n. 288 del 10 dicembre 2010);
- Decreto Legislativo n.190 del 13 ottobre 2010 - "Attuazione della direttiva 2008/56/CE che istituisce un
quadro per l’azione comunitaria nel campo della politica per l’ambiente marino" pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 270 del 18 novembre 2010;
- Decreto legislativo n. 159 del 6 settembre 2011 - Codice delle leggi antimafia e delle misure di
prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1
e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136. (11G0201) (GU Serie Generale n.226 del 280902011 0 Suppl.
Ordinario n. 214);
- D. Lgs n. 4 del 9 gennaio 2012 - Misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e
acquacoltura, a norma dell’articolo 28 della legge 4 giugno 2010, n. 96 e ss.mm.ii.;
- D.M. 26 gennaio 2012 - Adeguamento alle disposizioni comunitarie in materia di licenze di pesca;
- Strategia Nazionale di Adattamento ai cambiamenti climatici - Ministero dell’Ambiente e della Tutela
del Territorio e del Mare;
- Rapporto sullo stato delle conoscenze scientifiche su impatti, vulnerabilità ed Adattamento ai
cambiamenti climatici in Italia;
- Analisi della normativa comunitaria e nazionale rilevante per gli impatti, la vulnerabilità e l’adattamento
ai cambiamenti climatici;
- Elementi per una Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici;
- Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 193 del 30 ottobre 2014 – regolamento recante
disposizioni concernenti le modalità di funzionamento, accesso, consultazione e collegamento con il
CED, di cui all’articolo 8 della legge 1° aprile 1981, n. 121, della Banca dati nazionale unica della

43
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14753

documentazione antimafia, istituita ai sensi dell’articolo 96 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n.
159. (15G00001) (GU Serie Generale n.4 del 07/10/2015);
- Legge n. 154 del 28 luglio 2016 - Deleghe al Governo e ulteriori disposizioni in materia di
semplificazione, razionalizzazione e competitività dei settori agricolo e agroalimentare, nonché sanzioni
in materia di pesca illegale;
- Accordo di Partenariato 2014/2020 per l’impiego dei Fondi Strutturali e di Investimento Europei,
adottato il 29 ottobre 2014 dalla Commissione Europea a chiusura del negoziato Formale;
- La Delibera CIPE n.10 del 28 gennaio 2015 relativa alla definizione dei criteri di cofinanziamento
pubblico nazionale dei Programmi Europei per il periodo di Programmazione 2014/2020 e relativo
monitoraggio;
- Il PO FEAMP 2014/2020, elaborato in conformità al disposto dell’art. 17 del Reg. (UE) 508/2014 e
approvato dalla Commissione con Decisione di esecuzione n. C(2015) 8452 del 25 novembre 2015;
- Decreto Ministeriale n. 1034 del 19 gennaio 2016 relativo alla ripartizione delle risorse finanziarie del
FEAMP;
- Atto repertorio della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome n. 6732/CRFS/10 del 3 marzo
2016 relativo alla ripartizione delle risorse finanziarie di parte regionale;
- Accordo Multiregionale approvato nella seduta della Conferenza Stato-Regioni del 9 giugno 2016 per
l'attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEAMP;
- Le Linee guida per l’ammissibilità delle spese del PO FEAMP 2014/2020 approvate in sede di Tavolo
Istituzionale;
- Guida per l’attuazione delle attività di cooperazione (Art. 64 del Reg. UE 508/2014) nell’ambito dello
sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD).

Documenti regionali
- Deliberazione della Giunta della Regione Molise n. 423 del 6 settembre 2016 recante: “Reg. (UE) n.
1303/2013 e Reg. (UE) 508/2014. Presa d'atto del PO FEAMP Italia 2014/2020 e delle Disposizioni
attuative emanate dall’Autorità di Gestione. Designazione del referente dell'Organismo Intermedio
dell’Autorità di Gestione e disposizioni collegate”;
- Deliberazione di Giunta Regionale n. 423 del 06.09.2016 avente per oggetto: “Reg. (UE) n. 1303/2013 e
Reg.(UE) n.508/2014. Presa d’atto del Programma Operativo FEAMP Italia 2014- 2020 e delle
disposizioni attuative emanate dall'Autorità di gestione. Designazione del Referente dell'Organismo
Intermedio dell'Autorità di Gestione e disposizioni collegate”, che dà mandato al Responsabile del
Servizio Coordinamento e Gestione delle Politiche Europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca-
Attività Venatoria per l’attivazione dei conseguenti adempimenti di cui al PO - FEAMP 2014/2020;
- Convenzione sottoscritta in data 09/11/2016 tra il Direttore Generale della Pesca, quale Autorità
nazionale di Gestione del P O - FEAMP, e il Referente Regionale dell'AdG, che ha formalizzato la
delega di compiti e funzioni rendendo operativa la qualificazione della Regione Molise come Organismo
Intermedio nell’attuazione del P.O. FEAMP 2014/2020;
- Il documento “Manuale delle Procedure e dei Controlli - Disposizioni procedurali dell’O.I. Regione
Molise” approvato con D.G.R. n. 328 in data 08/09/2017 recante “PO FEAMP 2014/2020. Manuale delle
procedure e dei controlli - Disposizioni procedurali del referente dell’Autorità di Gestione
dell’Organismo Intermedio Regione Molise” e modificato con D.G.R. n. 65 del 06/02/2018 (II
Versione);
- Determina Dirigenziale n. 4257 del 12.09.2016 concernente “Reg. (UE) n. 508/2014 - Avviso Pubblico
per la selezione delle Strategie di Sviluppo Locale di tipo partecipativo (CLLD) finanziate dal Fondo
Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP)”;
- Determina Dirigenziale n. 5324 del 28.10.2016 recante “Manifestazione di interesse per la candidatura al
sostegno preparatorio ai sensi del Reg. (UE) 1303/2013 e dell’art. 62 Reg.(UE) n. 508/2014 - Avviso
Pubblico per la selezione delle Strategie di Sviluppo Locale di tipo partecipativo (CLLD) finanziate dal
Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP). Approvazione”;
- Convenzione sottoscritta in data 15/09/2017 tra l’O.I. Regione Molise ed il FLAG Molise Costiero.

44
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14754

- Sistema di Gestione e Controllo - Descrizione del SIGECO per le attività delegate alla Regione Molise in
qualità di Organismo Intermedio del P.O. FEAMP Italia 2014/2020 - approvato con DD n. 3695 del
25/07/2019.

45
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14755

31. ACRONIMI E DEFINIZIONI


Sono di seguito riportati i principali acronimi in uso nella Programmazione FEAMP e nella relativa
normativa di riferimento:

Acronimi utilizzati
AC Advisory Council
AdG Autorità di Gestione
AdC Autorità di Certificazione
AdA Autorità di Audit
AdP Accordo di Partenariato
AGEA Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura
AIS Automatic Indentification System
ALP Archivio Licenze Pesca
AMP Aree Marine Protette
ATI Associazione Temporanea di Imprese
ATS Associazione Temporanea di Scopo
ANAC Autorità Nazionale Anticorruzione
AVCP Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di lavori, servizi e forniture
CC Codice Civile
CCAP Centri di Controllo Area Pesca
CCDA Common Database on Designated Areas
CCNP Centro di Controllo Nazionale Pesca
CCR Comitato Consultivo Regionale
CdS Comitato di Sorveglianza
CE Commissione Europea
CEE Comunità Economica Europea
CGPM Commissione Generale per la Pesca nel Mediterraneo
CIE Comitato di Identificazione ed Espulsione
CIG Codice Identificativo Gara
C.I.L. Comunicazione di Inizio Lavori
C.I.L.A. Comunicazione Inizio Lavori Asseverata
CIPE Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica
CISE Sistema comune per la condivisione delle informazioni
CoGePa Consorzi di Gestione della Pesca
CLLD Sviluppo locale di tipo partecipativo
CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche
COSME European Programme for the Competitiveness of Enterprises and Small and Medium-sized
Enterprises
c.p.c. codice di procedura civile
CTE Cooperazione Territoriale Europea
CUP Codice Unico di Progetto
DA Disposizioni Attuative
DCF Data Collection Framework
DDG Decreto del Direttore Generale
DFC Programma raccolta dati
DGR Decreto Giunta Regionale

46
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14756

Acronimi utilizzati
D.I.A. Dichiarazione di Inizio Attività
D.L. Decreto Legge
D.lgs. Decreto Legislativo
DP Disposizioni Procedurali
DPR Decreto del Presidente della Repubblica
DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva
EFCA European Fisheries Control Agency
EMAS Eco-Management and Audit Scheme
ERS Sistema di Registrazione e comunicazione Elettronica
EUSAIR European Strategy for the Adriatic and Ionian Region
FC Fondo di Coesione
FEAMP Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca
FEASR Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale
FEP Fondo Europeo per la Pesca
FESR Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale
FLAG Gruppi di azione locale nel settore della pesca
FSE Fondo Sociale Europeo
GAC Gruppi di Azione Costiera
GBER General Block Exemption Regulation
GDO Grande Distribuzione Organizzata
GES Good Environmental Status
GSA Geographical SubArea
GT Gross Tonnage
GURI Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana
GUUE Gazzetta Ufficiale Unione Europea
ICCAT International Commission for the Conservation of Atlantic Tuna
ICZM Integrated Coastal Zone Management
IDOS Centro studi e ricerche/Immigrazione Dossier Statistico
IGRUE Ispettorato Generale per i Rapporti finanziari con l‘Unione Europea
IMS Irregularities Management System
INN Pesca Illegale, Non dichiarata e Non regolamentata
IREPA Istituto Ricerche Economiche per la Pesca e l’Acquacoltura
ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale
ISTAT Istituto Nazionale di Statistica
ITI Investimenti Integrati Territoriali
IVA Imposta Valore Aggiunto
JDPs Joint Deployement Plans
L. Legge
MATTM Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
MEDIAS Mediterranean and International Acoustic Survey
MEDITS Mediterranean International bottom Trawl Survey
MIPAAF Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
MIP Monitoraggio Investimenti Pubblici
MOP Manuale Opere Pubbliche
MSFD Marine Strategy Framework Directive

47
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14757

Acronimi utilizzati
NCDA Nuovo Codice Degli Appalti Pubblici
NUTS Nomenclatura delle Unità Territoriali Statistiche
OCM Organizzazione Comune dei Mercati
OI Organismo Intermedio
OO.II. Organismi Intermedi
OP Organizzazioni di Produttori
OT Obiettivi Tematici
PA Pubblica Amministrazione
PEMAC Direzione generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura
PCP Politica Comune della Pesca
PdGL Piani di Gestione Locale
PdV Piano di Valutazione
PE Parlamento Europeo
PEC Posta Elettronica Certificata
PES Payments for Ecosystem Services
PGN Piani di Gestione Nazionali
PMA Progetto di Monitoraggio Ambientale
PMI Politica Marittima Integrata
Pmi Piccole e medie imprese
PN Programma Nazionale pluriennale dell’Unione per la raccolta, la gestione e l’uso dei dati nel
settore della pesca per il periodo 2011 – 2013
PO Programma Operativo
POR Programma Operativo Regionale
PRA Piani di Rafforzamento Amministrativo
PSA Piano Strategico Acquacoltura
PSL Piano di Sviluppo Locale
PSRN Programma di Sviluppo Rurale Nazionale
PSSA Aree Marine Particolarmente Sensibili
QSC Quadro Strategico Comune
RAdG Referente/Responsabile Autorità di Gestione
RAA Relazione Annuale di Attuazione
RAE Relazione Annuale di Esecuzione
RAdG Responsabile Autorità di Gestione
RdM Responsabile di Misura
RFMOs Regional Fisheries Maritime Organisations
RMS Rendimento Massimo Sostenibile
RPM Reparto Pesca Marittima
ROT Responsabile Obiettivi Tematici
S.A.L. Stato di Avanzamento Lavori
SANI 2 Sistema Interattivo di Notifica degli Aiuti di Stato
S.C.I.A Segnalazione Certificata di Inizio Attività
SF Strumenti Finanziari
SFOP Strumento Finanziario di Orientamento della Pesca
SFC System for Fund management in the European Community

48
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14758

Acronimi utilizzati
SIAN Sistema Informativo Agricolo Nazionale
SIE Fondi Strutturali e di Investimento Europei
SIC Siti di Importanza Comunitaria
SIGECO Sistema di Gestione e Controllo
SIPA Sistema Italiano della Pesca e dell’Acquacoltura
SMI Sorveglianza Marittima Integrata
SNB Strategia Nazionale per la Biodiversità
SNV Sistema Nazionale di Valutazione
STECF Scientific, Techincal, Economic Committee for Fisheries
SWOT Strengths, Weaknesses, Opportunities & Threats
TAR Tribunale Amministrativo Regionale
TFUE Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea
TU Testo Unico
TUSL Testo Unico Sicurezza Lavoro
UE Unione Europea
VAS Valutazione Ambientale Strategica
VEXA Valutazione Ex-Ante
VIA Valutazione Impatto Ambientale
VMS Vessels Management System
WFD Water Framework Directive
ZAA Zone Allocate all’Acquacoltura
ZMP Zone Marine Protette
ZPS Zone di Protezione Speciale
ZSC Zone Speciali di Conservazione

Al fine di rendere esplicito ed univoco il significato dei termini chiave maggiormente in uso nel Programma e
nella normativa di riferimento del FEAMP, si rimanda alle definizioni contenute nel paragrafo “Acronimi e
definizioni” del documento “Manuale delle Procedure e dei Controlli - Disposizioni Procedurali”.

32. ELENCO DEGLI ALLEGATI


- Allegato A Schema domanda di sostegno
- Allegato B Schema fascicolo di progetto
- Allegato C Schema domanda pagamento anticipazione
- Allegato D Schema garanzia fideiussoria privati per anticipazione
- Allegato E Schema domanda pagamento (acconto o saldo)
- Allegato F Dichiarazione di quietanza liberatoria
- Allegato G Tabella calcolo criteri selezione (fase rendicontazione)
- Allegato H Schema monitoraggio della spesa
- Allegato I Schema domanda di variante o modifiche di progetto
- Allegato L Schema domanda di proroga
- Allegato M Schema domanda di rinuncia

49
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14759

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO A
SCHEMA DOMANDA DI SOSTEGNO

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14760

Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP


Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
arsarp@legalmail.it

PROTOCOLLO: DOMANDA DI SOSTEGNO – PO-FEAMP 2014/2020


REGG. (UE) 1303/2013 e 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


AUTORITÀ DI GESTIONE: MiPAAFT
ESTREMI
ORGANISMO INTERMEDIO: D.D.: _________ del ________
Regione MOLISE
Domanda iniziale Domanda

Domanda iniziale Domanda di rettifica della domanda n.

TIPOLOGIA DELLA DOMANDA


Individuale Collettiva

DATI IDENTIFICATIVI DEL RICHIEDENTE/BENEFICIARIO

Denominazione: __________________________________________________________

Forma giuridica: __________________________________________________________

Codice Fiscale: _________________________ - Partita IVA: _______________________

Cod. Iscrizione CCIAA: ___________________ - Cod. Iscrizione INPS: _______________

Sede legale (indirizzo, n. civico e Comune, CAP):


________________________________________________________________________

________________________________________________________________________

Telefono: ________________________________________________________________

Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC): ___________________________________

NOTA BENE: l’indicazione degli indirizzi di posta elettronica ordinaria e certificata (PEC) è
fondamentale

2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14761

Rappresentante legale

Codice Fiscale: ___________________________________________________________

Cognome e nome: ________________________________________________________

Data di nascita: __/__/_____ - Sesso: ___ - Comune di nascita _____________________

Residenza del rappresentante legale (indirizzo, n. civico e Comune,CAP): _____________

________________________________________________________________________

Tel. ______________________________ - Cell. _________________________________

COORDINATE PER IL PAGAMENTO

SWIFT (o BIC) – COORDINATE BANCARIE / IBAN – COORDINATE BANCARIE

Cod. Cod.
Cod.
Contr. Contr. ABI CAB n. Conto corrente
Paese
Intern. Naz.

Istituto

ADESIONE ALLE MISURE DEL REG. (UE) 508/2014


Priorità Obiettivo Tematico Misura/Sottomisura Importo richiesto
4 OT 8 4.64 €

Descrizione operazione:

3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14762

LOCALIZZAZIONE INTERVENTO

Aree Natura 2000 ASPIM – Aree Specialmente Protette di Importanza Med.


ZPS – Zone di Protezione Speciale ZVN - Zone Vulnerabili ai Nitrati
SIC – Siti di Importanza Comunitaria Aree Direttiva 2000/60/CE
ZUII – Zone Umide di Importanza Internazionali Altre Aree Protette o Svantaggiate
Altro
Specificare

Operazione realizzata nella Regione di presentazione

PIANO DEGLI INTERVENTI


Durata operazione (a partire dalla data di concessione dell’aiuto): n. mesi:

SPESA COMPLESSIVA PREVISTA

Spesa imponibile
Spesa imponibile Importo Spesa Contributo Aliquota di
di cui
IVA esclusa (€) IVA (€) con IVA (€) richiesto (€) sostegno (€)
“in economia” (€)

REGIME IVA:

IVA recuperabile
IVA non recuperabile, ai sensi _____________ (specificare disposizione normativa)
IVA esente, ai sensi _____________________ (specificare disposizione normativa)

RIEPILOGO SPESE ELEGGIBILI


Spesa Spesa
Macro-tipologia Dettaglio spese imponibile imponibile Importo Spesa Contributo
di spesa eleggibili IVA esclusa di cui “in IVA (€) con IVA (€) richiesto (€)
(€) economia” (€)
Acquisto terreni o
fabbricati
BENI Costruzione fabbricati
IMMOBILI Miglioramento
fabbricati
Altro
TOT. BENI IMMOBILI (€)

4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14763

Acquisto macchinari o
attrezzature
BENI MOBILI Impianti Tecnologici
Altro
TOT. BENI MOBILI/MATERIALI (€)

Studi di fattibilità
Spese per consulenze
tecniche
SPESE
Spese per consulenze
GENERALI sulla sostenibilità
ambientale
Altre Spese
TOT. SPESE GENERALI (€)

Studi, progetti,
programmi ,
consulenze, etc.
BENI Acquisto o sviluppo
IMMATERIALI programmi informatici
Acquisto brevetti o
licenze
Altro
TOT. BENI IMMATERIALI (€)

TOTALE (€)

IMPEGNI, CRITERI E OBBLIGHI

CONDIZIONI/CRITERI DI AMMISSIBILITÀ IN POSSESSO DEL SOGGETTO RICHIEDENTE


Descrizione Si No
Il richiedente è un soggetto ammissibile (Gruppo di azione locale nel settore della pesca (FLAG)
attivo nella Regione Molise che attua una strategia di sviluppo locale a valere sul FEAMP nella
Regione Molise)
Il richiedente applica il CCNL di riferimento in presenza di personale dipendente
Il richiedente non rientra tra i casi di esclusione di cui all'art. 106 del Reg. (UE) 966/2012
Il richiedente non rientra nei casi di inammissibilità previsti dai paragrafi 1 e 3 (ove pertinenti)
dell'art. 10 del Reg.(UE) n. 508/2014
Il soggetto giuridico che presenta la proposta è un Gruppo di azione locale, come da art. 32, par.
2, lett. b) del Reg. (UE) n. 1303/2014, che attua una strategia di sviluppo locale a valere sul
FEAMP
Il progetto di cooperazione prevede il coinvolgimento di almeno due soggetti o partner, di cui
uno è il FLAG sostenuto dal PO FEAMP Molise (FLAG Molise Costiero) e l’altro un
partenariato pubblico-privato che attua una strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo
all’interno o all’esterno dell’Unione
L'operazione concorre al raggiungimento degli obiettivi di cui al PO FEAMP
Il richiedente non risulta debitore nei confronti dell’Amministrazione in quanto, nel precedente
periodo di programmazione PO FEP 2007-2013 o nell’attuale periodo di programmazione PO
FEAMP 2014-2020, non è stato oggetto di provvedimenti di revoca del sostegno/contributo o di
eventuale mancata restituzione di indebiti percepiti

5
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14764

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA
Il sottoscritto ________________________________ allega alla presente domanda i seguenti documenti
previsti al punto 10 “Documentazione richiesta” del Bando di attuazione della misura 4.64 in argomento (ove
pertinente):
N. DOCUMENTO

DICHIARAZIONI E IMPEGNI

Il sottoscritto:

ai sensi delle vigenti disposizioni comunitarie e nazionali, chiede di essere ammesso al regime di aiuti previsti
dal Reg. (UE) 508/2014, come dal Programma Operativo - FEAMP 2014/2020. A tal fine, consapevole della
responsabilità penale cui può andare incontro in caso di falsa dichiarazione, ai sensi dell'articolo 76 del D.P.R.
n. 445/00, secondo quanto previsto dall’art. e 47 del medesimo D.P.R.,
DICHIARA,:

• di essere costituito nella forma giuridica sopra riportata (Par.: ADESIONE ALLE MISURE DEL REG.
(UE) 508/2014);
• di essere a conoscenza delle disposizioni e norme comunitarie e nazionali che disciplinano la
corresponsione degli aiuti richiesti con la presente domanda;
• di essere pienamente a conoscenza del contenuto del Programma Operativo - FEAMP 2014/2020
approvato dalla Commissione Europea con decisione di esecuzione n. C(2015) 8452 del 25 novembre
2015, del contenuto dell’Avviso pubblico di adesione alla misura e degli obblighi specifici che assume
a proprio carico con la presente domanda;
• di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti dal Programma Operativo - FEAMP 2014/2020
approvato dalla Commissione Europea con decisione di esecuzione n. C(2015) 8452 del 25 novembre
2015, per accedere alla misura prescelta;
• di essere a conoscenza dei criteri di selezione e di ammissibilità, degli impegni e degli altri obblighi
definiti ai sensi della normativa comunitaria, e riportati nel Programma Operativo - FEAMP
2014/2020;
• di essere a conoscenza che, la misura cui ha aderito potrà subire, da parte della Commissione Europea,
alcune modifiche che accetta sin d'ora riservandosi, in tal caso, la facoltà di recedere dall'impegno
prima della conclusione della fase istruttoria della domanda;
• di accettare le modifiche al regime di cui al Reg. (UE) 1380/2013, introdotte con successivi regolamenti
e disposizioni comunitarie, anche in materia di controlli e sanzioni;
• di essere a conoscenza delle conseguenze derivanti dall'inosservanza degli adempimenti precisati nel
Programma Operativo - FEAMP 2014/2020;
• che l'autorità competente avrà accesso, in ogni momento e senza restrizioni, agli impianti dell'azienda e
alle sedi del richiedente per le attività di ispezione previste, nonché a tutta la documentazione che riterrà
necessaria ai fini dell'istruttoria e dei controlli;

6
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14765

• che la documentazione relativa ad acquisizioni, cessioni ed affitti di superfici è regolarmente registrata e


l'autorità competente vi avrà accesso, in ogni momento e senza restrizioni, per le attività di ispezione
previste;
• che per la realizzazione degli interventi di cui alla presente domanda non ha ottenuto altri finanziamenti
a valere sul Bilancio Comunitario, Nazionale e Regionale sia per il progetto oggetto di domanda e non
ha altre richieste di finanziamento in corso a valere su altri programmi con finanziamenti a carico del
Bilancio Comunitario, Nazionale e Regionale;
• di non essere sottoposto a pene detentive e/o misure accessorie interdittive o limitative della capacità
giuridica e di agire fatta salva l'autorizzazione degli organi di vigilanza e/o tutori;
• che non sussistono nei propri confronti cause di divieto, di decadenza o di sospensione, di cui all'art. 10
della L. n.575 del 31 maggio 1965 e successive modificazioni;
• di essere a conoscenza che in caso di affermazioni fraudolente sarà passibile delle sanzioni
amministrative e penali previste dalla normativa vigente;
• di essere consapevole che l’omessa o errata indicazione del codice IBAN (e, in caso di transazioni
internazionali, del codice SWIFT) determina l’impossibilità per l’Ente liquidatore di provvedere
all’erogazione del pagamento;

AUTORIZZA

• il trattamento dei dati conferiti, inclusi eventuali dati personali di natura sensibile e/o giudiziaria ottenuti
anche tramite eventuali allegati e/o documentazione accessoria per le finalità;
• la comunicazione ai soggetti elencati nella informativa ed il trasferimento agli altri soggetti titolari e
responsabili del trattamento;

SI IMPEGNA INOLTRE

• a consentire l'accesso in azienda e alla documentazione agli organi incaricati dei controlli, in ogni
momento e senza restrizioni;
• a restituire senza indugio, anche mediante compensazione con importi dovuti da parte dell’Ente
liquidatore, le somme eventualmente percepite in eccesso quale sostegno, ovvero sanzioni
amministrative, così come previsto dalle disposizioni e norme nazionali e comunitarie;
• a riprodurre o integrare la presente domanda, nonché a fornire ogni altra eventuale documentazione
necessaria, secondo quanto verrà disposto dalla normativa comunitaria e nazionale concernente il
sostegno agli affari marittimi e alla pesca e dal Programma Operativo FEAMP 2014/2020 approvato
dalla Commissione UE;
• a comunicare tempestivamente eventuali variazioni a quanto dichiarato nella domanda;
• a rendere disponibili, qualora richieste, tutte le informazioni necessarie al sistema di monitoraggio e
valutazione delle attività relative al Reg.(UE) 508/2014 Capo VI.

Prende atto

• che i pagamenti delle provvidenze finanziarie previste dall'Unione Europea possono avvenire
esclusivamente mediante accredito sui conti correnti bancari o postali (Art. 1, comma 1052, L. n. 296
del 27.12.2006) e che in assenza delle coordinate del conto corrente bancario/postale o nel caso tali
coordinate siano errate, il sostegno non potrà essere erogato.

SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA


LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE

__ __ / __ __ /__ __ __ __ 7
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14766

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto
esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui
integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

8
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14767

RICEVUTA DI ACCETTAZIONE

Ufficio/Sportello:

Oggetto:
Es: Domanda di sostegno PO-FEAMP 2014/2020, Priorità (…) Misura (…)

Annualità:

Beneficiario:

CUP:

Data di rilascio: __ __ / __ __ /__ __ __ __

N. Protocollo:

TIMBRO DELL’UFFICIO O FIRMA DEL RESPONSABILE:

9
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14768

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO B

Fascicolo di progetto
Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità


e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14769

Premessa

Di seguito si riporta lo schema del fascicolo di progetto di cooperazione.


Questo documento si compone di:
“Scheda di Progetto” divisa in due sezioni; la prima descrive il progetto di
cooperazione nel suo complesso, mentre la seconda fornisce elementi
puntuali relativi alle operazioni svolte da ciascun Soggetto partecipante al
progetto (Allegato B1);
Schema di “Accordo di cooperazione” (Allegato B2);
Schema di “Dichiarazione assenza di sovrapposizioni con altri progetti di
cooperazione” (Allegato B3);
Schema di “Giustificazione dei costi - verificabilità e controllabilità”
(Allegato B4);
Schema di “Curriculum del partenariato CLLD” (Allegato B5).
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14770

“Titolo del progetto “


Cooperazione transnazionale/interterritoriale

Legale Rappresentante “Nome FLAG”

Codice Progetto
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14771

SCHEDA DI PROGETTO - Allegato B1

PROGETTO DI COOPERAZIONE: transnazionale/interterritoriale


(indicare la tipologia)

Sezione I

1. TITOLO DEL PROGETTO DI COOPERAZIONE

2. DENOMINAZIONE ABBREVIATA

3. IL FLAG CAPOFILA

Denominazione completa FLAG Capofila ……………

Indirizzo

Telefono/fax

Posta elettronica

Coordinatore del progetto di cooperazione

Nome, Cognome, e-mail, numero di telefono

Organismo Intermedio: Regione Molise

Soggetto referente della cooperazione (Nome e Cognome)

Indirizzo

Telefono/fax

Posta elettronica
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14772

4. I SOGGETTI PARTECIPANTI AL PROGETTO: FLAG E ALTRI (come da art. 64,


comma 2 del Reg. UE 508/2014)*

Denominazione completa … Partner 1 … n


FLAG FEAMP □
GAL □ se, si, specificare fondo………………….
FLAG PLURIFONDO □ se, si, specificare fondi ………………….
GAL PLURIFONDO □ se, si, specificare fondi ………………….
Altro partenariato CLLD □

Soggetto referente della cooperazione


Nome, Cognome, indirizzo
Telefono/fax posta elettronica

Autorità di Gestione Regione


Soggetto referente della cooperazione (Nome e Cognome) indirizzo
Telefono/fax
Posta elettronica

*Questo riquadro deve essere ripetuto per ogni Soggetto partecipante al progetto
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14773

5. DESCRIZIONE DEL PROGETTO DI COOPERAZIONE

Motivazioni

Obiettivo generale

Obiettivi operativi

Ambiti tematici d’intervento del progetto (riferimento ambiti tematici PO FEAMP)

Attività di supporto tecnico preparatorio alla definizione del progetto

Descrizione delle attività comuni previste per la realizzazione del progetto


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14774

Indicatori del progetto

Indicatori Unità di misura Valore previsionale

Indicatori di realizzazione

Soggetti partecipanti al progetto numero

di cui FLAG numero

di cui GAL numero

di cui altro partenariato CLLD numero

Regioni coinvolte numero


Stati coinvolti (solo per i progetti
numero
transnazionali)
Struttura comune Si/no

Rete tra operatori locali numero

Prodotti comuni numero

Indicatori di risultato

………………

………………
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14775

6. METODI E PROCEDURA DI ATTUAZIONE DEL PROGETTO DI COOPERAZIONE


Forma giuridica e gestionale

Modalità di attuazione

Modalità attuative Attività Soggetto responsabile

A titolarità

A regia
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14776

7. ASPETTI ORGANIZZATIVI
Cronoprogramma delle attività del progetto

Data di inizio progetto

Data di fine progetto

Durata del Progetto


(mesi)
Tempi di realizzazione

Attività 2019 2020 2021 2022 2023 …

Ricerca Soggetti
partecipanti al progetto
Comunicazione,
Attività di supporto informazione
tecnico preparatorio Organizzazione riunioni e
incontri
Ricerche, studi di
fattibilità, consulenze
Ideazione e definizione del
progetto
Costituzione eventuale
struttura comune

Attuazione del progetto Altra attività


di cooperazione

Altra attività

Modalità individuate per assolvere ai compiti organizzativi e direttivi

Sostenibilità delle attività nel tempo


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14777

8. Aspetti finanziari
8.1 Piano finanziario del progetto di cooperazione
Finanziamento FEAMP
FLAG/ Quota
Costo Altri
Fase operativa Attività Altri Quota Nazionale Quota
totale finanziamenti
soggetti FEAMP + privata
Regionale

Attività preliminari
alla definizione del
progetto

Totale
Supporto tecnico
preparatorio

Attuazione del
progetto

Totale
attuazione del
progetto
TOTALE
GENERALE
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14778

8.2 Cronoprogramma di spesa

Data di inizio progetto

Data di fine progetto

Costi per anno


Operazioni previste
2017 2018 2019 2020 2021 …
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14779

Sezione II

IL PROGETTO ( … titolo o acronimo …)


NELLA STRATEGIA DI SVILUPPO LOCALE DEL FLAG CAPOFILA ……….

SOGGETTO PARTECIPANTE AL PROGETTO… (indicare il nome)

FLAG FEAMP □
Altro □ specificare fondo (se disponibile) ………………….

Indirizzo
Telefono/fax
Posta elettronica
Referente: nome, cognome
Motivazioni

Coerenza del progetto con la strategia di sviluppo locale

Risultati attesi a livello locale

Valore aggiunto del progetto rispetto alla strategia di sviluppo locale

Grado di innovazione
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14780

Descrizione delle attività previste a livello comune e locale

Indicatori del progetto realizzato a livello locale

Indicatori Unità di misura Quantificazione dell’obiettivo


Indicatori di realizzazione
………..
………..
Indicatori di risultato
…………
…………

Cronoprogramma delle attività

Data di inizio progetto

Data di fine progetto


Durata del progetto
(mesi)
Tempi di realizzazione
Attività 2017 2018 2019 2020 …

Attuazione del progetto


di cooperazione -
Azione Locale
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14781

Piano finanziario del progetto

Finanziamento FEAMP (ove previsto)


Fasi operative Attività Costo totale Quota
Quota
Quota FEAMP nazionale +
privata
regionale

Attività preliminari alla


definizione del progetto

TOTALE Supporto
tecnico preparatorio

Attuazione del progetto


Azione comune

TOTALE AZIONE
COMUNE

Attuazione del progetto


Azione locale

TOTALE AZIONE
LOCALE
COSTO TOTALE DEL
PROGETTO

Cronoprogramma di spesa

Data di inizio progetto

Data di fine progetto

Durata del progetto (mesi)


Costi per anno
Attività 2017 2018 2019 2020 …

Operazioni previste
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14782

Descrizione delle procedure amministrative

Sostenibilità delle attività nel tempo


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14783

Schema di Accordo di Cooperazione - Allegato B2


“Denominazione del progetto”

ACCORDO di COOPERAZIONE

L’anno ____ il giorno ________ del mese di ____________ tra i seguenti:

FLAG ___________, codice fiscale/Partita IVA _____________ con sede in ________, beneficiario
della Priorità IV del PO FEAMP 2014/2020 (misura 4.62, 4.63), operante nella Regione Molise, nella
persona del proprio rappresentante legale ___________, nato a __________, il _______ e domiciliato
per la carica presso la sede del FLAG ______ in _______, delegato alla stipula del presente atto in virtù
del *
*indicare l’atto di delega

di seguito denominato Capofila

- da un lato-

FLAG __________, codice fiscale/Partita IVA ________________ con sede in _______, beneficiario
della Priorità IV del PO FEAMP 2014/2020 (misura 4.62, 4.63), operante nella Regione __________,
nella persona del proprio rappresentante legale ____________________, nato a __________, il _______
e domiciliato per la carica presso la sede del FLAG________, delegato alla stipula del presente atto in
virtù del *indicare l’atto di delega;

GAL __________, codice fiscale/Partita IVA ________________ con sede in _______, beneficiario
della misura ____ del fondo/programma ____________, operante nella Regione _______, nella persona
del proprio rappresentante legale ____________________, nato a __________, il _______ e domiciliato
per la carica presso la sede del GAL __________, delegato alla stipula del presente atto in virtù del
*indicare l’atto di delega;

(partenariato pubblico-privato giuridicamente costituito) ________________________, codice


fiscale ____________________ con sede in______________, nella persona del proprio
rappresentantelegale ____________________, nato a __________, il _____________ e domiciliato per
la carica presso la sede del Partenariato ________, delegato alla stipula del presente atto in virtù del
*indicare l’atto di delega;

di seguito denominati Soggetti partecipanti al progetto di cooperazione o, collettivamente, le Parti

- dall’altro-
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14784

Premesso che
- Il PO FEAMP prevede, ai sensi dell’articolo 64 del Reg. (UE) n. 508/2014 il sostegno a progetti di
cooperazione tra territori all’interno di uno stesso Stato membro (interterritoriale) o tra territori di più
Stati membri o con territori di Paesi terzi (transnazionale);

- È auspicabile la formalizzazione dei rapporti fra i Soggetti partecipanti al progetto di cooperazione


tramite la stipula di un accordo di cooperazione e, ove necessario, la costituzione di una struttura
comune avente forma giuridica riconosciuta;

- Le parti del presente accordo intendono realizzare un progetto di cooperazione denominato


“____________________” (di seguito il “Progetto”);

- I soggetti (Capofila e Soggetti partecipanti al progetto di cooperazione) sottoscrittori intendono col


presente atto regolare il quadro giuridico, finanziario e organizzativo del Progetto, nonché conferire
al Capofila mandato collettivo speciale con rappresentanza [oppure: senza rappresentanza],
designandolo quale soggetto coordinatore del Progetto.

Tutto ciò premesso, le Parti convengono e stipulano quanto segue:

Articolo 1 - Premesse ed allegati


Le premesse e gli allegati formano parte integrante e sostanziale del presente Accordo.

Articolo 2 - Oggetto
Oggetto dell’Accordo è la definizione tra i soggetti partecipanti al progetto dei reciproci compiti e
responsabilità nella realizzazione e attuazione del Progetto, avente le finalità e gli obiettivi indicati di
seguito, e specificati in dettaglio nella scheda di progetto a cui è allegato il presente accordo.

Articolo 3 - Finalità e Obiettivi


Il progetto “___________________” ha come suoi obiettivi:

a) ______________________;

b) _____________________;

c) ___________________;

[OPZIONALE: Inoltre, per il conseguimento dei suddetti obiettivi, la realizzazione del progetto
coinvolgerà, oltre alle Parti, anche i seguenti territori e soggetti, che comunque non diventeranno Parti di
questo accordo :

1. ____________ ;

2. ____________;

3. ___________.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14785

Articolo 4 - Azioni di progetto


Le azioni di Progetto dovranno essere realizzate attraverso un’azione congiunta di gestione e di
coordinamento fra i diversi Soggetti partecipanti nelle scelte gestionali e operative, con la funzione di
supportare e assistere il Capofila nelle sue decisioni e di vigilare sul suo operato. A tal fine i Soggetti
partecipanti al Progetto si riuniranno in un “Comitato d’attuazione”, ai sensi del successivo articolo 9.

Articolo 5 - Risorse finanziarie


Le Parti si impegnano a co-finanziare le azioni di cooperazione e le spese di interesse comune, incluse
quelle inerenti la sottoscrizione del presente atto, nel rispetto di quanto indicato nel piano finanziario,
così come riportato nella scheda di progetto a cui è allegato il presente Accordo.
Ciascuna parte si fa carico delle spese assunte autonomamente e non previste in Progetto per
l'esecuzione delle attività.
In caso di mancati riconoscimenti di singole voci di spesa e/o eventuali riduzioni o revoche del
finanziamento per il Progetto, e fatto salvo i casi in cui tali riduzioni o revoche siano dovute a
inadempimenti o responsabilità di alcune delle Parti, le Parti stesse provvederanno alla ripartizione delle
suddette spese tra di loro in parti uguali.

Articolo 6 - Obblighi delle Parti


Le Parti si obbligano al rispetto delle modalità e della tempistica previste per la realizzazione e gestione
del Progetto, anche in relazione ai compiti e impegni finanziari spettanti a ciascuna Parte, secondo
quanto riportato nella scheda di progetto.
Ciascuna Parte eseguirà le prestazioni di propria competenza in totale autonomia fiscale, gestionale ed
operativa, con personale responsabilità in ordine all’esecuzione dei compiti a ciascuna affidati. Ciascuna
Parte sarà inoltre responsabile delle comunicazioni con il proprio Organismo Intermedio.
In caso di inadempimento di una della Parti agli obblighi assunti al presente accordo, e fatte salve le
responsabilità di legge del soggetto partecipante al progetto inadempiente nei confronti degli altri, tutti
gli altri soggetti coinvolti faranno quanto è ragionevolmente richiedibile per garantire comunque, nel
reciproco interesse, la realizzazione e il completamento degli obiettivi del progetto.

Articolo 7 - Ruolo e doveri del Capofila


Il Capofila si impegna a svolgere direttamente nonché a coordinare e gestire le seguenti attività
necessarie a garantire la migliore attuazione del Progetto (NOTA: elencazione meramente indicativa):

- La progettazione e l’organizzazione delle attività connesse al progetto, nonché l’adattamento del


progetto di cooperazione a eventuali nuove esigenze e finalità legate all’ingresso di nuovi
soggetti, garantendo comunque il rispetto delle finalità e degli obiettivi indicati nel presente
Accordo;
- La direzione e il coordinamento dell’attuazione del progetto e il coordinamento dei compiti di
ciascun Soggetto partecipante al progetto, per assicurare la corretta attuazione dell’azione
comune;
- Le attività necessarie alla rendicontazione delle azioni svolte (coordinamento finanziario),
nonché, ove necessario, la sottoscrizione degli atti finalizzati alla realizzazione del progetto;
- La predisposizione dei rapporti di monitoraggio fisico e finanziario e degli altri documenti
necessari alla realizzazione del progetto, nonché la verifica e l’eventuale aggiornamento del
crono-programma delle attività e delle relative spese;
- Gli aspetti amministrativi e legali correnti;
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14786

- Le attività di comunicazione e gli incontri tra i soggetti partecipanti al progetto, favorendo anche
le attività di comunicazione con i diversi Organismi Intermedi;
- Sviluppare contatti con possibili nuovi soggetti per ampliare il partenariato di Progetto;
- (Nel caso venga istituita una struttura giuridica per la migliore attuazione del Progetto): la tenuta
dei rapporti con gli amministratori di tale struttura, l’affidamento degli incarichi, la verifica i costi
sostenuti da tale struttura giuridica per il Progetto, nell’esclusivo interesse dei partecipanti al
Progetto.
Il Capofila, nello svolgimento della sua attività, sarà assistito dal “Comitato d’attuazione”, con funzioni
consultive e di controllo dell’attuazione del Progetto.

[OPZIONALE: al Capofila sarà riconosciuto da ogni Soggetto partecipante al progetto un contributo


forfetario per lo svolgimento delle attività suddette pari a €______ per ogni anno di durata del Progetto,
da pagare annualmente].
[OPZIONALE: Il mandato al Capofila potrà essere revocato con decisione presa dal “Comitato
d’attuazione” dagli altri soggetti e fatto salvo il rimborso delle spese sostenute fino alla revoca dal
Capofila per il Progetto].
[OPZIONALE: Potrebbe essere costituita una segreteria amministrativa del progetto, con funzioni di
supporto e avente le seguenti funzioni:
a. Tenuta del protocollo del progetto;
b. Verifica della coerenza di ogni giustificativo di spesa con gli strumenti di gestione finanziaria;
c. Tenuta e archiviazione della documentazione relativa al progetto;
d. Archiviazione delle fatture, delle note e ogni altro giustificativo di spesa, dei contratti di
collaborazione (es. coordinata, occasionale e professionale) siglati con i diversi soggetti;
e. Predisposizione degli atti di liquidazione delle spese e dei connessi adempimenti finanziari di
pagamento.
I compiti di segreteria vengono svolti da personale interno dei Soggetti partecipanti al progetto
sottoscrittori o da personale esterno la cui responsabilità è affidata al Capofila.]

Articolo 8 - Doveri dei Soggetti partecipanti al progetto


Le modalità di realizzazione del Progetto sono affidate ai Soggetti partecipanti secondo quanto indicato
nella scheda di Progetto ed eventualmente specificato nelle riunioni del “Comitato d’attuazione”.
I FLAG sono tenuti, inoltre, alla elaborazione del rendiconto di tutti i costi relativi alle attività loro
affidate nel rispetto della normativa vigente e delle procedure stabilite dai rispettivi OO.II., nonché alla
predisposizione, relativamente alle proprie attività, del monitoraggio e della documentazione necessaria
allo svolgimento del Progetto, compresa la relazione finale e a curare i flussi informativi sul Progetti nei
confronti dei propri OO.II.
Gli stessi dovranno inoltre partecipare a tutte le fasi di loro competenza previste per la realizzazione del
Progetto, nel rispetto dei tempi indicati. I Soggetti partecipanti si impegnano, inoltre, sin da ora a fornire
la più ampia collaborazione per la realizzazione del Progetto.
Ai Soggetti partecipanti spetterà (elencazione meramente indicativa):
- Il rispetto di tutti gli impegni presi con questo Accordo per la corretta e integrale attuazione del
Progetto;
- L’organizzazione di incontri e scambi all’interno dei propri territori;
- Lo sviluppo di contatti e relazioni con possibili nuovi soggetti all’interno dei propri territori;
- Il coinvolgimento delle amministrazioni locali e delle forze economiche e sociali nei territori di
competenza;
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14787

- La diffusione delle informazioni relative all’avanzamento delle attività del Progetto nei loro
territori.

Articolo 9 - Comitato d‘attuazione


Il “Comitato d’attuazione” assiste il Capofila nella necessaria attività di specificazione della attività di
Progetto e nella relativa attuazione.
Il “Comitato d’attuazione” si riunisce, anche in teleconferenza o audio conferenza, ogni volta lo
richiedano almeno tre Soggetti partecipanti al progetto con fax sottoscritto e inviato al Capofila e
comunque con cadenza almeno trimestrale (oppure: semestrale). La convocazione per la riunione,
completa di ordine del giorno e orario, è inviata almeno sette giorni prima del giorno previsto per la
riunione.
Il “Comitato d’attuazione” è composto da un rappresentante per ogni Soggetto partecipante al progetto.
È ammessa la presenza a mezzo di delega a favore di altro Soggetto partecipante al progetto purché si
tratti di delega scritta, firmata e consegnata al Capofila nella riunione per la quale è rilasciata. Ogni
Soggetto partecipante al progetto può rappresentare al massimo (…) Soggetti partecipanti.
Le deliberazioni sono valide se assunte con i seguenti quorum costitutivi e deliberativi:
- per le deliberazioni relative alle modifiche al presente Accordo, ad ammissione di nuovi soggetti,
esclusione, responsabilità dei Soggetti partecipanti, revoca del mandato al Capofila e azione
giudiziaria o arbitrale da intraprendere contro uno o più Soggetti partecipanti: (i) è richiesta la
presenza di 2/3 dei Soggetti partecipanti al progetto per la validità della riunione; (ii) è richiesto il
voto di 2/3 dei presenti per l’approvazione della deliberazione.

- per le deliberazioni relative ad azioni di Progetto, relative spese e piano finanziario: (i) è richiesta
la presenza del 50% più uno dei Soggetti partecipanti al progetto per la validità della riunione; (ii)
è richiesto il voto del 50% più uno dei presenti per l’approvazione della deliberazione.
Delle riunioni il Capofila redigerà verbale da distribuire e approvare a fine riunione o al massimo entro
cinque giorni.

Articolo 10 - Inadempimento ed esclusione


In caso di grave inadempimento ai propri obblighi di cui agli articoli 5, 6, 7 e 8, tale da arrecare
pregiudizio allo svolgimento del Progetto, ciascun Soggetto partecipante al progetto potrà essere escluso
dal presente Accordo e dal prosieguo delle attività di Progetto con decisione presa dal “Comitato
d’attuazione” . [OPZIONALE: A titolo esemplificativo, il ritardo di oltre 60 giorni nel pagamento delle
somme eventualmente dovute da un Soggetto partecipante al progetto al Capofila per l’attuazione di
azioni comuni costituisce grave inadempimento ai sensi di questo articolo].
Fatto salvo il risarcimento del danno eventualmente prodotto agli altri Soggetti partecipanti al progetto
dal comportamento inadempiente, l’esclusione comporta l’obbligo di pagamento, da parte del Soggetto
escluso, delle quote a suo carico relative alle spese sostenute e agli obblighi già assunti per il Progetto.
Ove sia escluso il Capofila nominato nel presente Accordo, gli altri Soggetti partecipanti al progetto
dovranno contestualmente provvedere alla sua sostituzione e comunicarla ai rispettivi OO.II.

Articolo 11 - Adesione di nuovi Soggetti


L’adesione di nuovi Soggetti al Progetto potrà avvenire tramite richiesta scritta al Capofila. La richiesta
di adesione dovrà contenere una dichiarazione di riconoscimento e accettazione di tutte le attività del
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14788

progetto già sviluppate e in essere, e dei relativi impegni di cui all’articolo 8, con esplicito impegno a
garantirne la continuità.
Il Capofila sottoporrà la richiesta di adesione all’approvazione del “Comitato d’attuazione”, il quale, al
fine di renderla operativa, dovrà approvarla con apposita deliberazione secondo quanto previsto
dall’articolo 9 del presente Accordo, e prevedendo espressamente i relativi impegni di spesa a seconda
del momento di adesione al Progetto. L’adesione sarà deliberata sulla base dei seguenti criteri:
organizzazione del FLAG o partenariato richiedente;
valore aggiunto dell’adesione;
motivazione e impegni prospettati;
_________.
A seguito il nuovo Soggetto fornirà la documentazione necessaria per la revisione del progetto operata
dal FLAG Capofila, il quale provvederà all’aggiornamento delle seguenti parti:
• schede anagrafiche dei Soggetti partecipanti al progetto;
• attività previste;
• piano finanziario.

L’adesione diventerà effettiva con la firma congiunta da parte del Capofila e dell’aderente di una
dichiarazione di adesione. Da quel momento l’aderente diverrà Soggetto partecipante a tutti gli effetti del
Progetto e del presente Accordo.

Articolo 12 - Rinuncia di uno o più Soggetti partecipanti


I contraenti potranno rinunciare al partenariato e alle azioni di cooperazione previste dal Progetto,
motivando tale decisione e formalizzandola per iscritto al Capofila. Il recesso unilaterale o la risoluzione
consensuale accettata dal “Comitato d’attuazione” non hanno effetto che per l’avvenire e non incidono
sulla parte di accordo già eseguita; il Soggetto rinunciatario dovrà rimborsare le spese eventualmente
sostenute nel suo interesse e quelle relative a impegni già assunti al momento del recesso, fatto salvo il
maggior danno derivante agli altri Soggetti partecipanti al progetto dalla sua rinuncia.

Articolo 13 - Durata
Il presente atto impegna le Parti dalla data di stipula dello stesso e cesserà ogni effetto alla data di
estinzione di tutte le obbligazioni assunte e, comunque, non oltre il (…), fatto salvo per eventuali
obblighi relativi a riservatezza e doveri di collaborazione, scambio di informazioni e rendicontazioni
necessarie per gli Organismi Intermedi. I risultati della cooperazione non potranno comunque essere
distolti dalle finalità del finanziamento ricevuto per almeno cinque anni. A tal fine, le Parti concordano
fin d’ora che il Capofila potrà, al termine del periodo di validità dell’Accordo, registrare marchi o
brevetti, affidare in licenza, concessione d’uso o altra forma commercialmente ammissibile tali risultati e
prodotti della cooperazione, al fine di garantire un fruttifero mantenimento in attività di beni e
realizzazioni. Eventuali utili di attività risultanti da tali affidamenti, al netto delle spese sostenute,
saranno distribuiti tra tutti i Soggetti partecipanti al progetto in parti uguali. Prima della conclusione del
periodo di validità dell’Accordo, il “Comitato d’attuazione” deciderà le modalità concrete di tale
affidamento dando delega al Capofila di attuarle.

Articolo 14 - Modifiche e integrazioni


Il presente Accordo potrà essere modificato e/o integrato solo con decisione assunta dal “Comitato
d’attuazione”. A seguito di tale decisione le modifiche deliberate saranno recepite e, se necessario, si
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14789

perfezionerà un nuovo Accordo di cooperazione sostitutivo del presente, per atto scritto e firmato da tutte
le Parti.

Articolo 15 - Norme applicabili e Foro competente


Le Parti convengono che il presente accordo e i rapporti da esso scaturenti siano regolati dalla
legislazione italiana. (Foro competente quello del Capofila)
Il Foro di ___________________ sarà competente in modo esclusivo per qualsiasi controversia dovesse
sorgere tra i contraenti in relazione al presente accordo.

Articolo 16 - Monitoraggio e rapporti di esecuzione


Per vigilare sullo stato di avanzamento del progetto nel suo complesso, il FLAG capofila predispone dei
rapporti di monitoraggio fisico e finanziario e degli altri documenti necessari alla realizzazione del
progetto, nonché la verifica e l’aggiornamento del cronoprogramma delle attività e delle relative spese. I
rapporti sono redatti con cadenza stabilita dall’O.I. del FLAG capofila in relazione alla durata del
progetto.
I soggetti coinvolti nel progetto di cooperazione si assumono l’impegno di alimentare il monitoraggio
condotto dal capofila con le informazioni relative all’attuazione della propria parte di progetto. Ciò potrà
avvenire con modalità e scadenze prefissate e stabilite all’interno dell’accordo di cooperazione. In
generale, ogni soggetto trasmette al capofila le informazioni relative allo stato di attuazione,
accompagnate da una relazione sulle attività svolte e dall’ulteriore documentazione necessaria.

Articolo 17 - Disposizioni finali


Il presente Accordo, redatto in n. ______ copie, sarà soggetto a registrazione solamente in caso d’uso. Le
spese di registrazione sono a carico della parte richiedente.

Il presente atto è composto da ____ pagine singole di carta uso bollo. Dovrà essere, eventualmente,
tradotto, solo per uso ufficioso, in lingua inglese e ___ [indicare la/le lingua/e prescelta/e], e viene
integralmente sottoscritto dalle parti dopo averlo letto e confermato.

Gli Allegati sono formati da _____ [indicare il tipo di allegati e il n. di pag.].

Il presente accordo di cooperazione transnazionale/interterritoriale è firmato dai rappresentanti delle parti


che hanno deciso di partecipare al progetto “__________________________________”.

Il Rappresentante legale del Capofila

I Rappresentanti legali dei Soggetti


partecipanti al progetto
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14790

Per quanto possa occorrere, le Parti approvano espressamente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1341, 2°
comma, del Codice civile, l’art. 15 - Norme applicabili e Foro competente.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14791

Schema di dichiarazione assenza sovrapposizioni con altri


progetti di cooperazione - Allegato B3

Dichiarazione assenza sovrapposizioni con altri progetti di cooperazione

IL/La sottoscritto/a___________________________________________________________,
Nato/a____________________________ il _________________________ residente a
_________________________ in via __________________________________ in qualità di
FLAG/GAL Capofila o Soggetto partecipante al progetto di cooperazione interterritoriale/transnazionale
"_____________________________________________________”,

DICHIARA

che il progetto su menzionato non presenta sovrapposizioni con altri progetti di cooperazione
interterritoriale/transnazionale finanziati con altri programmi.

Luogo e data, _____________________

In fede
FIRMA
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14792

Schema giustificazione dei costi - Verificabilità e


controllabilità - Allegato B4
Giustificazione dei costi - Verificabilità e Controllabilità

Con riferimento alle singole attività inserite nel piano finanziario riportato nella sezione II della “Scheda
di progetto” descrivere in maniera analitica le singole voci di spesa allo scopo di dimostrare che i costi
stimati per le singole attività siano coerenti rispetto al mercato di riferimento.

In particolare, si chiede di specificare con riferimento:

• al personale FLAG/GAL/altro soggetto coinvolto, il numero e il costo medio giornaliero;


• agli esperti esterni, il numero e il costo indicativo;
• all’acquisizione di beni e servizi, il relativo costo sulla base di opportuni metodi di
rilevazione (es. preventivi, prezziari, etc.);
• alle missioni, il numero previsto e il costo stimato a viaggio (trasporto, vitto e alloggio);
• alle spese generali, che siano basate sui costi effettivamente sostenuti per la realizzazione
del progetto imputate direttamente.

Luogo e data, _____________________

In fede
FIRMA
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14793

Schema Curriculum del partenariato CLLD


Allegato B5
Curriculum del partenariato CLLD coinvolto nel progetto di cooperazione

ANAGRAFICA

Compilare i seguenti dati anagrafici

Denominazione:
Natura giuridica:
Capitale Sociale:
Data di iscrizione Camera di Commercio:
Sede Legale:
Sede Operativa:
Contatti (n. telefono, fax, indirizzo e-mail, sito web):

DESCRIZIONE DELLA COMPOSIZIONE DEL PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO


RISPETTO ALL’AREA

Descrivere brevemente la composizione del partenariato, evidenziandone il grado di


rappresentatività rispetto al territorio

COMPETENZE E ESPERIENZE NELL’ATTUAZIONE DI STRATEGIE DI SVILUPPO


LOCALE

a) Descrivere sinteticamente le competenze del soggetto partecipante al progetto no FLAG


acquisite nell’attuazione di una strategia di sviluppo locale, evidenziando le eventuali esperienze di
cooperazione (max 20 righe)

b) Indicare per ciascuna delle esperienze ritenute più significative le seguenti informazioni:
Soggetto:
Titolo progetto:
Tematica trattata:
Fonte di finanziamento: costo totale: di cui pubblico:
Ruolo svolto:
Eventuali soggetti coinvolti:
Competenze acquisite:
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14794

ESPERIENZA DEL SOGGETTO PARTECIPANTE AL PROGETTO NELLA TEMATICA


TRATTATA DAL PROGETTO
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14795

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura: 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO C
SCHEMA DOMANDA DI PAGAMENTO PER ANTICIPAZIONE

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità


e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014 - 2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14796

Regione Molise
Servizio Coordinamento e Gestione delle Politiche europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca -
Attività Venatoria
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
regionemolise@cert.regione.molise.it

PROTOCOLLO: DOMANDA DI ANTICIPAZIONE – PO-FEAMP 2014/2020


REGG. (UE) 1303/2013 e 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


AUTORITÀ DI GESTIONE
ESTREMI
Regione Molise D.D.: n. ____________ del ___________

TIPOLOGIA DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO INIZIALE


Individuale Collettiva Trasmessa il __/__/____ Prot.

DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

Residenza o sede legale

Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.


Comune Prov. CAP
Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Rappresentante legale
Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Cognome o Ragione sociale Nome


2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14797

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Residenza del rappresentante legale


Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.

Comune (__) CAP


COORDINATE PER IL PAGAMENTO
SWIFT (o BIC) – COORDINATE BANCARIE / IBAN – COORDINATE BANCARIE

Cod. Cod.
Cod.
Contr. Contr. ABI CAB n. Conto corrente
Paese
Intern. Naz.

Istituto

ADESIONE ALLE MISURE DEL REG. (UE) 508/2014


Priorità Obiettivo Tematico Misura/Sottomisura Importo richiesto
OT ___ €

DOMANDA DI SOSTEGNO
MISURE PER LE QUALI ANTICIPO
SI RICHIEDE IL CONTRIBUTO SPESA TOTALE CONTRIBUTO RICHIESTO
AMMESSA AMMESSO

TOTALE (€)

3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14798

SOTTOSCRIZIONE DELL’ISTANZA

LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE


lì __ __ / __ __ /__ __ __ __

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che
quanto esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono
qui integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14799

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura: 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO D
SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA PRIVATI PER ANTICIPAZIONE

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 - “Promuovere un'occupazione sostenibile e di qualità


e sostenere la mobilità dei lavoratori”

PO FEAMP
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14800

ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14801

POLIZZA FIDEJUSSORIA - FIDEJUSSIONE BANCARIA PER LA CONCESSIONE DI UN


ANTICIPO DELL’AIUTO PREVISTO DAL REG.(UE) N.508/14 RELATIVO AL FONDO
EUROPEO PER GLI AFFARI MARITTIMI E LA PESCA

Il presente schema, riporta tutte le informazioni necessarie all’attivazione della garanzia/polizza fideiussoria
stessa, la cui sottoscrizione costituisce atto formale di accettazione incondizionata di tutte le condizioni previste,
degli importi e dei dati in essa riportati.

Dati di riferimento

Domanda di pagamento n. ………….…… n. barcode Garanzia ……………………….

BARCODE ………………… . BARCODE ……………………………… .

AdG/O.I.: ……………………. Misura 4.64 Azione…….. ……………………………….

Frontespizio (da compilare a cura dell’Ente garante)

Garanzia/polizza
Numero……………………………………………………….
fideiussoria

Inizio di validità
Data decorrenza validità…………………………………….
garanzia

Tipologia del polizza/garanzia fideiussoria finalizzata all’erogazione di anticipi nell’ambito dei contributi previsti
Contratto dal PO FEAMP 2014/2020

Denominazione _____________________________ Partita Iva ____________________

Sede Legale in ________________ cap.________ Via__________________ n. civ.____

Sede Direzione Generale (se diversa da sede legale) in………………………………………

Fideiussore /Ente cap.____________ Via _________________________________________ n. civ.______


garante
(Compagnia Tel________Fax_____________e-mail_______________ PEC________________________
assicurativa o
Banca) Registro Imprese di ______________________________ N° REA _________________

Sede Filiale/Agenzia: in _________ cap.______via______________________n. civ.___

Tel___________Fax___________e-mail__________________PEC_______________________

Rappresentante Legale/ Agente Procuratore speciale (autorizzato alla firma della presente garanzia):

1
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14802

Sig._________________________________C.F.___________________________________

Luogo e data di nascita ______________________________________________________

Per la banca: Codice ABI ____________________ Codice CAB____________________

Per la Compagnia assicuratrice: deve essere iscritta all’Albo istituito presso l’IVASS (Istituto per la
Vigilanza sulle Assicurazioni) delle imprese abilitate al Ramo Cauzioni.

Garanzia tipo 1

Dati di riferimento

Domanda di pagamento n. ………….…… n. barcode Garanzia ……………………….

BARCODE ………………… . BARCODE ……………………………… .

AdG/O.I.: ……………………. Misura 2.48 Azione…….. ……………………………….

PREMESSO

a) Che il beneficiario degli aiuti (in seguito denominato contraente)

Cognome (o ragione sociale) ________________________________________________

Nome __________________________________________________________________

C.F. ________________________ Partita IVA______________________________

Data di nascita _______________________

Comune di nascita_____________________________ Provincia: ________________

Residenza o sede legale:

Indirizzo: ____________________________________________ N. civico: __________

Comune: ________________________________ Provincia: ____________ CAP_____

PEC __________________________

Registro imprese di ______________________ Numero R.I._________________

Rappresentante legale:

Cognome ______________________________ Nome _______________________________

2
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14803

C.F. _________________________

Tipo di rappresentanza (Amm.re Unico, Amm.re Delegato Presidente, Procuratore ecc): ________

Data di nascita _______________________

Comune di nascita_______________________________ Provincia: ________________

Indirizzo: ____________________________________________ N. civico: __________

Comune: ________________________________ Provincia: ____________ CAP______

Ha chiesto all’AdG/O.I. REGIONE MOLISE, con la domanda indicata a margine, il pagamento anticipato
per l’investimento relativo alla misura prevista dal PO FEAMP 2014/2020.

Importo anticipo richiesto € _____________; (in lettere)___________________

Importo Garantito €_______________, (in lettere)___________________________ pari al


100 % dell’ammontare dell’anticipo richiesto.
Prestazione
Data ultimazione lavori (termine per la conclusione delle attività da parte del contraente
garantita
indicato nel provvedimento regionale di comunicazione di ammissibilità agli aiuti)
______________________

Scadenza ultima della garanzia _______________________ (dalla emissione e fino a


cinque anni dalla data di ultimazione lavori)

b) che detto pagamento anticipato è subordinato alla preventiva costituzione di una cauzione per un importo
complessivo di Euro ..…….., pari al 100% dell’anticipazione richiesta, a garanzia del corretto utilizzo delle
somme erogate e dell’eventuale restituzione dell’importo anticipato ove risultasse che il Contraente non
aveva titolo a richiederne il pagamento in tutto o in parte;

c) che qualora risulti accertata dagli Organi di controllo, da Amministrazioni pubbliche, Autorità Giudiziarie
o da corpi di Polizia giudiziaria, l’insussistenza totale o parziale del diritto al sostegno, la
AdG/O.I………………………… procede all’immediato incameramento delle somme corrispondenti al
sostegno non riconosciuto;

d) che la presente garanzia decorre dalla data di emissione e sino a 5 anni dopo la data di ultimazione dei
lavori e quindi fino alla scadenza ultima del _______________________;

e) che con la presente garanzia sono disciplinati esclusivamente i rapporti tra il garante/fideiussore e
l’AdG/O.I. nella sua qualità di beneficiario della cauzione prestata, sono quindi esclusi i rapporti tra
garante/fideiussore e contraente che se presenti si danno per non opponibili all’Ente erogatore.

CIÒ PREMESSO

3
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14804

La Compagnia Assicuratrice/Banca (di seguito indicata come Fideiussore), identificata nel frontespizio, che
costituisce parte integrante della garanzia, in persona del legale rappresentante pro-tempore/Agente
Procuratore speciale come identificato nel frontespizio medesimo, nell’interesse del Contraente dichiara di
costituirsi, come in effetti si costituisce, fideiussore a favore dell’Ente erogatore dichiarandosi con il
Contraente solidalmente tenuto per l’adempimento dell’obbligazione di restituzione delle somme anticipate
erogate secondo quanto descritto in premessa, automaticamente aumentate degli interessi legali decorrenti:

- in caso di irregolarità amministrative, dalla data della notifica di richiesta di restituzione dell’importo
non dovuto a quella di rimborso,

- in caso di accertamento di reato, dalla data di erogazione dell’aiuto a quella di rimborso.

Sono comunque dovute imposte, tasse ed oneri di qualsiasi natura sopportati dall’Ente erogatore in
dipendenza del recupero, secondo le condizioni oltre specificate fino a concorrenza della somma massima di
Euro ………….

Resta inteso che da tale somma massima sono esclusi gli interessi maturati e dovuti per effetto di ritardi,
imputabili al Fidejussore, nel pagamento delle somme richieste dall’Ente erogatore e calcolati secondo le
modalità indicate nella comunicazione di escussione della garanzia di cui al successivo punto 5.

CONDIZIONI GENERALI DELLA GARANZIA

1. Disciplina generale
La presente garanzia è disciplinata dalle norme contenute nelle Disposizioni Procedurali dell’AdG/O.I. dai
regolamenti di settore, dalla normativa nazionale, nonché dalle condizioni stabilite negli artt. seguenti. Le
comunicazioni dell’Ente verso il Fidejussore saranno effettuate all’indirizzo della Direzione Generale
dell’Ente garante che ha emesso la presente polizza, anche utilizzando l’indirizzo PEC.

2. Durata della garanzia.


La presente garanzia decorre dalla data di emissione e sino a 5 anni dopo la data di ultimazione dei lavori e
quindi fino alla scadenza ultima del ____________________ .

Decorso il suddetto termine la garanzia cessa automaticamente fermo restando la validità della stessa per
tutte le procedure di recupero avviate nel periodo di vigenza.

Qualora ne ricorrano le condizioni l’Ente erogatore può disporre lo svincolo anticipato, parziale o totale,
della garanzia dandone comunicazione al Fideiussore ed al Contraente .

3. Garanzia prestata.

Il Fidejussore garantisce all’Ente erogatore il pagamento delle somme che verranno richieste al Contraente,
fino alla concorrenza dell’importo garantito, eventualmente maggiorato da interessi legali dovuti per
ritardato pagamento in riferimento ai tempi di restituzione indicati nel successivo punto 6).

4. Richiesta di pagamento al contraente.

Qualora il contraente non abbia provveduto, entro 30 giorni dalla data di ricezione dell’apposito invito,
trasmesso dall’ AdG/O.I. e comunicato per conoscenza al Fideiussore per il quale vale quale notifica di avvio
del procedimento di recupero, a rimborsare all’ente erogante quanto chiesto, la garanzia potrà essere escussa,

4
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14805

anche parzialmente, facendone richiesta al Fideiussore. A partire dal giorno dalla data di ricezione
dell’apposito invito di cui sopra, rivolto al contraente, inizieranno a decorrere gli interessi sulla somma
richiesta, calcolati al tasso legale.

5.Richiesta di pagamento al Fideiussore (escussione garanzia).

Il pagamento dell’importo richiesto da parte dell’Ente erogante sarà effettuato dal Fideiussore a prima e
semplice richiesta scritta, in modo automatico ed incondizionato, entro e non oltre 30 giorni dalla ricezione
di questa, senza possibilità per il Fideiussore di opporre all’Ente erogatore alcuna eccezione, anche
nell’eventualità di opposizione proposta dal Contraente o da altri soggetti comunque interessati ed anche nel
caso che il Contraente nel frattempo sia stato dichiarato fallito ovvero sottoposto a procedure concorsuali
ovvero posto in liquidazione, ed anche nel caso di mancato pagamento dei premi, spese, commissioni ed
interessi o di rifiuto a prestare eventuali controgaranzie da parte del Contraente.

Tale pagamento avverrà secondo le modalità che saranno comunicate in occasione della richiesta di
versamento.

Dal pagamento di cui sopra, sono esclusi gli interessi di legge maturati e dovuti per effetto di ritardi,
imputabili al Fidejussore, nel pagamento delle somme richieste da parte dell’ente erogante e calcolati
secondo le modalità indicate nella comunicazione di escussione della garanzia.

6. Integrazione importo garantito.

Qualora il Contraente e/o il Fideiussore dovessero conseguire in via giudiziale o amministrativa la


sospensione della escussione totale o parziale delle somme ad essi richieste, dette parti si impegnano ad
integrare l’importo garantito con una somma pari agli interessi legali maturati sulla somma pretesa dal
momento della sospensione a quello dell’effettivo incameramento da aggiornarsi con scadenza annuale.

7. Rinuncia al beneficio della preventiva escussione del Contraente ed alle eccezioni.

La presente garanzia viene rilasciata con espressa rinuncia al beneficio della preventiva escussione di cui
all’art. 1944 cod. civ. e di quanto contemplato agli artt. 1955 e 1957 cod. civ., volendo ed intendendo il
Fideiussore rimanere obbligato in solido con il Contraente fino alla estinzione del credito garantito, nonché
con espressa rinuncia ad opporre eccezioni ai sensi degli artt. 1242 – 1247 C.C. per quanto riguarda crediti
certi, liquidi ed esigibili che il Contraente abbia, a qualunque titolo, maturato nei confronti dell’Ente
erogatore.

8.Svincolo anticipato garanzia.

L’ Ente erogatore, nel periodo di validità della presente garanzia, con apposita comunicazione inviata al
Fideiussore, potrà svincolare anticipatamente la garanzia parzialmente o totalmente.

9. Modalità di comunicazione

Le comunicazioni al Fideiussore da parte dell’Ente erogatore avvengono mediante raccomandata con


ricevuta di ritorno o posta elettronica certificata (PEC).

10. Foro competente.

5
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14806

In caso di controversie fra l’Ente erogatore e Fidejussore, il Foro competente esclusivo sarà quello dell’Ente
garantito.

11.Nullità di ulteriori condizioni aggiuntive.

Eventuali condizioni generali o condizioni aggiuntive regolanti il rapporto tra il Fideiussore e l’Ente
erogatore sono da ritenersi nulle.

6
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14807

Dichiarazioni: I sottoscrittori dichiarano di aver preso visione e di essere in possesso dell’articolato


completo del contratto.

Data ________________ Luogo sottoscrizione:___________________________________

Timbro e Firma Rappresentante Legale Timbro e Firma del Contraente o del suo Rappresentante
Fideiussore Legale

Agli effetti degli art. 1341 e 1342 C.C. i sottoscritti dichiarano di approvare specificatamente le disposizioni
delle “Condizioni generali della Garanzia”, in particolare gli artt. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 e 11 riportati nella
presente garanzia.

Timbro e Firma Rappresentante Legale Timbro e Firma del Contraente o del suo Rappresentante
Fideiussore Legale

7
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14808

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO E
SCHEMA DOMANDA DI PAGAMENTI PER ACCONTO/SALDO

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14809

Regione Molise
Servizio Coordinamento e Gestione delle Politiche europee per Agricoltura, Acquacoltura e Pesca -
Attività Venatoria
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
regionemolise@cert.regione.molise.it

PROTOCOLLO: DOMANDA ACCONTO/SALDO - PO-FEAMP 2014/2020


REGG. (UE) n. 1303/2013 e n. 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


AUTORITÀ DI GESTIONE
ESTREMI
Regione Molise D.D.: _______________ del ___________

Domanda di sostegno di riferimento

TIPOLOGIA DELLA DOMANDA


Individuale Codice FLAG

DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

Residenza o sede legale

Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.


Comune Prov. CAP
Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Rappresentante legale
Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Cognome o Ragione sociale Nome


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14810

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Residenza del rappresentante legale


Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.

Comune (__) CAP


COORDINATE PER IL PAGAMENTO

COORDINATE PER IL PAGAMENTO


SWIFT (o BIC) – COORDINATE BANCARIE / IBAN – COORDINATE BANCARIE

Cod. Cod.
Cod.
Contr. Contr. ABI CAB n. Conto corrente
Paese
Intern. Naz.

Istituto

TIPOLOGIA DEL PAGAMENTO RICHIESTO

ACCONTO n. SALDO FINALE

Dati domanda di pagamento


Tipologia Domanda Progressivo
N. Domanda Misura Contributo Contributo
di Pagamento Pagamento
Richiesto (€) Percepito (€)

TOTALE (EURO)
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14811

RICHIESTA DI PAGAMENTO PER L’INTERVENTO

LOCALIZZAZIONE DELL'INTERVENTO (SOLO SE DIVERSO DA DOMICILIO O SEDE LEGALE)

Indirizzo e n. civ.

Comune Prov.

CAP Tel.

DETTAGLI DEL PAGAMENTO RICHIESTO

MISURA
DATI ATTO DI CONCESSIONE DATI DOMANDA DI PAGAMENTO
Cod. Cod. Contributo
Cod. Spesa Tot. Contributo Spesa Tot.
Operazion Intervento e Unità di Unità di Tot. Ammesso
Misura Q.tà Ammessa Tot. Ammesso Q.tà Ammessa
e Descrizione misura misura (€)
(€) (€) (€)

SOTTOMISURA
Cod. Cod.
DATI ATTO DI CONCESSIONE DATI DOMANDA DI PAGAMENTO
Cod. Spesa Tot. Contributo Spesa Tot. Contributo
Operazion Intervento e Unità di Unità di
Misura Q.tà Ammessa Tot. Ammesso Q.tà Ammessa Tot. Ammesso
e Descrizione misura misura
(€) (€) (€) (€)

TOTALE (€) - - - -
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14812

DICHIARAZIONI ED ELENCO DOCUMENTAZIONE GIUSTIFICATIVA

Il sottoscritto, consapevole della responsabilità penale cui può andare incontro in caso di falsa dichiarazione, ai sensi
dell'articolo 76 del D.P.R. n. 445/00
DICHIARA
- che le opere, forniture, acquisti e servizi sono stati effettuati entro il termine prescritto e sono conformi a quanto
ammissibile;
- il pagamento richiesto è supportato dai dovuti documenti, amministrativi e tecnici, probanti;
- di essere a conoscenza dell'impegno di mantenimento della destinazione d'uso del bene (ove pertinente);
- di essere a conoscenza dell'impegno di garantire la conservazione per 5 anni dei titoli di spesa originali utilizzati per la
rendicontazione delle spese sostenute, con decorrenza dalla data di richiesta del saldo finale;
- che le spese effettuate per l'operazione, giustificate dai documenti allegati, sono conformi all'operazione completata per
la quale è stata presentata ed accolta la domanda di sostegno;
- di aver depositato presso il competente Ufficio istruttore regionale i seguenti documenti giustificativi, Documenti
Giustificativi:

Elenco giustificativi di spesa N. Originali dei giustificativi di spesa N.


Giustificativo pagamento (bonifico,
N. Altro:_______________________ N.
mandato, ecc.)
Altro:__________________ N. Altro:_______________________ N.

Elenco allegati:

1. dichiarazione sullo stato di avanzamento o stato finale delle attività, sulla conformità e regolarità degli interventi eseguiti
a firma del rappresentante legale e ove pertinente del tecnico progettista e/o direttore dei lavori;
2. documentazione tecnica relativa alle attività realizzate ove pertinente, sottoscritta dal tecnico/direttore dei
lavori e dal rappresentante legale del soggetto beneficiario “FLAG”:
a. relazione tecnica descrittiva delle attività svolte (SAL o saldo) redatta in conformità agli
interventi/azioni ammesse, evidenziando le eventuali variazioni e modifiche attuate autonomamente e
specificandone le motivazioni;
b. computo metrico;
c. rilievi fotografici;
d. eventuale altra documentazione;
3. rapporto di esecuzione completo per il sostegno preparatorio in cui sono descritte nel dettaglio le attività
realizzate per la definizione dello specifico progetto e fornite indicazioni sugli incontri svolti a livello locale,
sulle tappe che hanno caratterizzato il passaggio dall’idea-progetto alla proposta esecutiva (incontri tra i
partner, partecipazione a eventi, studi e indagini eventualmente svolte, etc.), comprese quelle relative alla
elaborazione e stipula dell’accordo di cooperazione (eventuali bozze preparatorie, attivazione di consulenze,
etc.), nonché un elenco dettagliato delle spese sostenute;
4. relazione firmata dal responsabile del FLAG, resa in forma di dichiarazione ai sensi del DPR 445/2000, con la
quale viene illustrato:
- nel caso di selezione/acquisizione di beni e/o lavori e/o servizi, le attività in concreto espletate ai fini del
rispetto delle procedure di evidenzia pubblica di cui al vigente Codice dei contratti-appalti pubblici
(D.Lgs. n. 50/2016 e s.m. e i.), distintamente per contratto espletato;
- nel caso di acquisizione di personale, le attività in concreto espletate ai fini del rispetto delle procedure
di evidenza pubblica;
5. elenco delle fatture e/o altri titoli di spesa di valore probatorio equivalente, come da schema in calce alla
presente domanda, riportanti i seguenti estremi (numero, data, nominativo del fornitore, descrizione della
fornitura, imponibile in euro, iva e importo totale, pagamenti effettuati);
6. fatture quietanzate e/o altri titoli di spesa di valore probatorio del fornitore o dell’impresa esecutrice degli
interventi. Le fatture devono riportare la descrizione particolareggiata della fornitura o del bene acquistato, il
numero di matricola di fabbricazione e nel caso in cui non possa essere attribuita alcuna matricola occorre
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14813

attribuire arbitrariamente una numerazione progressiva (ove pertinente). Inoltre nelle fatture dovrà essere
apposta la seguente dicitura: PO FEAMP 2014-2020 - Misura 4.64 Bando 2019, Codice Progetto e Codice
Unico Progetto (CUP) assegnato dall’Amministrazione concedente. a seguito dell’introduzione dell’obbligo della
fatturazione elettronica la suddetta dicitura dovrà essere riportata nei campi “Oggetto” o “Descrizione attività” delle
fatture elettroniche. Nel caso la fattura elettronica risulti emessa senza la suindicata dicitura è necessario effettuare
una copia cartacea di tale fattura e conservare nel fascicolo di domanda unitamente alla dichiarazione sostitutiva ai
sensi del D.P.R. 445/2000 nella quale il beneficiario attesta che: “la fattura n. ______ del ______ della Ditta
_____________ è riferita a spese PO FEAMP 2014/2020 - Misura ______ - C.U.P. ____________ - la fattura viene
presentata/non viene presentata a valere su altre agevolazioni”. Le fatture per essere ammissibili al pagamento
devono essere state emesse entro il termine previsto per l’esecuzione dei lavori (saldo) e quietanzate entro la
data di presentazione della domanda di liquidazione (SAL o saldo). Il rappresentante legale del soggetto
beneficiario “FLAG” dovrà presentare anche la copia delle fatture con allegata dichiarazione attestante la
conformità delle stesse agli originali, resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n. 445/2000, corredata da fotocopia di un
documento di identità in corso di validità dello stesso;
7. fatture quietanzate e/o altri titoli di spesa di valore probatorio dei professionisti che hanno prestato la propria
opera nell’assistenza e/o progettazione degli interventi e copia del Modello F24 utilizzato per il versamento
delle relative ritenute di acconto (sostegno preparatorio);
8. prospetto riepilogativo, per mensilità, dei costi sostenuti per il personale del FLAG riportante: il compenso
lordo, i contributi a carico del FLAG e del lavoratore, le imposte e l’importo netto versato al lavoratore;
9. documentazione da cui risultino i pagamenti effettuati e le relative modalità indicate al successivo punto
16.4.2 del presente bando (bonifici o ricevute bancarie/postali e/o copie assegni negoziati, estratti del conto
corrente attestanti i movimenti effettuati);
10. dichiarazioni liberatorie emesse dalle ditte fornitrici (Allegato F) riportanti gli elementi salienti della fattura di
riferimento (numero, data e importo), il numero di bonifico ovvero codice di riferimento operazione (CRO) o
altre modalità di pagamento con il quale è stata liquidata la stessa fattura, la descrizione analitica della
fornitura con i relativi numeri di matricola e/o telaio o in assenza di altri elementi identificativi, nonché la
mancata concessione di sconti e abbuoni e che i beni oggetto della fornitura sono nuovi di fabbrica, di prima
installazione e conformi alle norme CE (ove pertinente);
11. tabella dei criteri di selezione debitamente compilata con l’indicazione dei punteggi spettanti dopo la
realizzazione degli interventi e delle motivazione per eventuali scostamenti rispetto ai punteggi attribuiti in
fase di approvazione, sottoscritta dal rappresentante legale del soggetto beneficiario “FLAG” come
dichiarazione sostitutiva di notorietà (Allegato G);
12. documentazione contabile relativa al pagamento dell’IVA qualora sia dimostrato che questa non è recuperabile,
mediante dichiarazione rilasciata dal beneficiario attestante che l’attività che svolge non è soggetta al regime di
recupero IVA;
13. dichiarazione del rappresentante legale del soggetto beneficiario “FLAG”, resa ai sensi dell’art. 47 del
D.P.R. n. 445/2000, attestante che le stesse opere/attività/interventi non sono stati concessi altri contributi, ne
saranno oggetto di ulteriori richieste di finanziamento;
14. check-list di verifica della correttezza delle procedure di gara indette, a firma del legale rappresentante del
soggetto beneficiario “FLAG”, dove siano riportati in ordine cronologico tutte le fasi attivate con i riferimenti
di legge previsti dalla normativa vigente che disciplina appalti e contratti.

SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA


LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE
lì __ __ / __ __ /__ __ __ __

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto
esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui
integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14814

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

ALLEGATO ALLA DOMANDA DI PAGAMENTO ELENCO GIUSTIFICATIVI DI SPESA


Giustificativo quietanzato di Imponibile IVA Totale
N. Data Fornitore
spesa (n.) (€) (€) (€)
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13

Totale (€)
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14815

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO F
DICHIARAZIONE DI QUIETANZA LIBERATORIA

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014


Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale
Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di
qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14816

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ

resa ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445 28/12/2000

Spett.le _________________________

_________________________

OGGETTO: Dichiarazione di quietanza liberatoria.

Il sottoscritto ____________________________, residente a ________________________, in via


_____________________, P.IVA: _____________________________________________, in riferimento
all’incarico ricevuto sull’Operazione (Titolo del progetto) ______________________________________,
relativa alla Misura 4.64 del PO - FEAMP, alla prestazioni richieste dalla società in indirizzo ed in
riferimento alle fatture di seguito elencate:

Fattura n. del Importo - €

_____________________ __ __ / __ __ / __ __ __ __ _________________ , __ __

consapevole della responsabilità penale prevista dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in
atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,

DICHIARA

che le sopraelencate fatture / ricevute / buste paga, emesse per le prestazioni fornite come da
incarico ricevuto, sono state regolarmente pagate;

che per esse non esiste alcuna ragione di credito o accordi che prevedano successive riduzioni di
prezzo o fatturazioni a storno;

che non vantiamo, peraltro, iscrizioni di privilegio o patto di riservato dominio ai sensi degli artt.
1524 e 1525 C.C. nei confronti della società in indirizzo;
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14817

che le modalità di pagamento sono state le seguenti:

Estremi del Pagamento


Fattura n.
modalità CRO n. del

_____________________ _______________ ________________ __ __ / __ __ / __ __ __ __

In fede.

_____________ , lì __ __ / __ __ / __ __ __ __

Firma1

____________________

1 Allegare copia del documento di identità del dichiarante.


16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14818

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura: 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO G
TABELLA DI CALCOLO CRITERI DI SELEZIONE

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014


Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale
Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di
qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14819

Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

_l_ sottoscritt_ __________________________________, C.F. _______________________, nat_ a


_______________________________________________ (___) il ____/____/_____, residente a
_______________________(___), in qualità di ___________________________ dell’Organismo
denominato ______________________________, con sede legale ____________, partita IVA/C.F.
__________________ - cod. Iscrizione Camera di Commercio:__________________________,
consapevole della responsabilità penale e delle conseguenti sanzioni in caso di falsa dichiarazione ai sensi
dell’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, nonché della decadenza dai benefici eventualmente
conseguiti a seguito del provvedimento adottato, così come previsto dall’art. 75 del medesimo decreto,
DICHIARA
- che rispetto al punteggio valutato dalla Commissione di valutazione dei “criteri di selezione delle
operazioni” Misura 4.64 del PO FEAMP 2014-2020, di cui alla tabella di seguito indicata, in base al
quale è stata raggiunta la posizione in graduatoria definitiva utile al conseguimento del sostegno, è
stato mantenuto;
- di essere a conoscenza che il punteggio dell’autovalutazione verrà convalidato soltanto in presenza
della documentazione comprovante il possesso dei requisiti indicati nel progetto.
Dichiara, altresì, di essere informato/a, ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. N. 196/2003, che i dati
personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del
procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa.

OPERAZIONE A REGIA

CRITERI DI SELEZIONE Peso Punteggio


N DELLE OPERAZIONI Coefficiente C (0<C<1)
(Ps) P=C*Ps
CRITERI RELATIVI ALL'OPERAZIONE
Numero di partecipanti al C=0 se partner =2
O1 progetto di cooperazione C=1 se partner >2 0,5
Grado di coinvolgimento dei C=0 con nessun incontro
O2 partner nella definizione del C=0,5 con 1 incontro di consultazione e i 2/3 dei partecipanti 0,5
progetto C=1 con 3 incontri di consultazione e i 2/3 dei partecipanti
Grado di coinvolgimento del C= 0 con solo azioni locali
soggetto ammesso a C=0,5 con azioni locali e 1 (una) azione comune
O3 0,5
finanziamento nell’attuazione del C=1 con almeno 2 azioni locali e 2 azioni comuni (tra tutti i
progetto partner)
C=0 se non previste attività di informazione e comunicazione
Azioni di informazione e C=0,5 se previste attività di informazione e comunicazione
O4 0,5
comunicazione a livello locale C=1 se previste attività di informazione e comunicazione,
nonché attività specifiche di animazione
Ricaduta territoriale delle azioni C=0 se non previste azioni a livello di bacino
O5 comuni del progetto di 0,5
C=1 se previste azioni a livello di bacino
cooperazione
C=0 se il progetto ha una coerenza debole con le indicazioni
Coerenza con il quadro normativo regolamentari, strategiche e dell’Accordo di Partenariato
O6 0,5
di riferimento e con il PO FEAMP C=1 se il progetto rispetta le indicazioni regolamentari,
strategiche e dell’Accordo di partenariato
C=0 se le tematiche di cooperazione non sono quelle indicate dal
PO (sostenibilità dell’attività di pesca; sviluppo di modelli
economici legati alla pesca; turismo; valorizzazione delle
Coerenza con le tematiche generali
produzioni e delle attività di pesca; miglioramento dello
O7 oggetto di cooperazione (PO 0,8
sfruttamento delle potenzialità del patrimonio ambientale delle
FEAMP)
zone di pesca)
C=1 se le tematiche di cooperazione sono quelle indicate dal PO
(vedi sopra)

1
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14820

C=0 se il progetto individua obiettivi eccessivamente generici,


non specifici, non misurabili e non realizzabili entro l’arco
temporale di attuazione della Strategia
Identificazione di obiettivi chiari e
O8 C=0,5 se il progetto fa riferimento a una gerarchia di obiettivi, 0,5
misurabili
individuando quelli prioritari
C=1 se il progetto si basa su obiettivi intelligenti (SMART),
correttamente associati ad indicatori di risultato.
C=0 se le azioni del progetto non sono identificate in coerenza
Coerenza del progetto con la con i fabbisogni territoriali
O9 S.S.L. del soggetto ammissibile a C=1 se le azioni del progetto risultano adeguate ai fabbisogni 0,5
finanziamento territoriali
C=0 se la descrizione delle azioni non ha un legame chiaro di
interdipendenza con gli altri elementi del Quadro logico
C=0,5 se la descrizione delle azioni ha un legame chiaro ed evidente
di interdipendenza con gli altri elementi del Quadro logico
Coerenza interna del quadro logico C=1 se la descrizione delle azioni ha un legame chiaro ed
O10 0,5
del progetto di cooperazione evidente di interdipendenza con gli altri elementi del Quadro
logico; inoltre tutte le azioni descritte consentono di tradurre in
maniera concreta ed immediatamente operativa gli obiettivi del
progetto
C=0 se le azioni indicate nel progetto non sono coerenti con
nessuno degli obiettivi
C=0,5 se ciascuna azione è collegata ad un obiettivo specifico e
Adeguatezza delle azioni rispetto
O11 risulta ad esso coerente 0,5
agli obiettivi proposti
C=1 se ciascuna azione è collegata ad un obiettivo specifico e
risulta ad esso coerente. Tutte le azioni descritte fanno inoltre
capo ad una visione strategica
C=0 se il Fascicolo di progetto non contiene informazioni complete
sulle azioni da attuare
C=0,5 se il Fascicolo di progetto contiene per ciascuna azione
informazioni complete e dettagliate per verificare il contributo al
Efficacia delle azioni rispetto al
conseguimento dei risultati attesi
O12 raggiungimento dei risultati 0,5
C=1 se il Fascicolo di progetto contiene per ciascuna azione
previsti
informazioni complete e dettagliate per verificare il contributo al
conseguimento dei risultati attesi. Inoltre l’ordine di realizzazione
delle azioni è coerente con la priorità dei relativi obiettivi specifici di
riferimento
C=0 se il progetto prevede solo azioni locali
C=0,5 se il progetto prevede almeno un’azione comune tra tutti i
Caratteristiche del progetto di
O13 partner 0,3
cooperazione in termini di azioni
C=1 se il progetto prevede almeno due azioni comuni tra tutti i
partner e ciascun partner realizza almeno un’azione locale
C=0 se le caratteristiche innovative delle azioni di progetto non
delineano processi/prodotti innovativi nel settore e per lo sviluppo
dell’area
C=0,5 se le caratteristiche innovative delle azioni di progetto
O14 Innovatività del progetto di definiscono processi/prodotti innovativi nel settore e per lo sviluppo 0,5
cooperazione dell’area
C=1 se sono previste attività di innovazione sociale che potranno
subire un processo di scale-up ed essere applicate in modo più esteso
attraverso lo scambio, la cooperazione e la creazione di reti
C=0 se il progetto non fornisce una stima dei posti di lavoro (ETP)
creati o mantenuti
Capacità stimata di creare posti di
C=0,5 se il progetto stima di mantenere i posti di lavoro (ETP)
O15 lavoro e occupazione anche in 0,8
indicati nell’analisi
sinergia con altre azioni della SSL
C=1 se Il progetto stima di contribuire alla creazione di posti di
lavoro (ETP) o di nuove imprese
C=0 se il progetto non fa riferimento esplicito ad
obiettivi/azioni/modalità per contribuire allo sviluppo sostenibile
C=0,5 se il progetto prevede obiettivi/azioni/modalità per contribuire
Rispetto dei principi orizzontali
O16 allo sviluppo sostenibile, allo scopo di preservare, tutelare e 0,5
(sostenibilità) migliorare la qualità dell’ambiente marino e di promuovere l’uso
efficiente delle risorse
C=1 se il progetto prevede obiettivi/azioni/modalità per contribuire

2
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14821

allo sviluppo sostenibile, nonché azioni di mitigazione/adattamento


ai cambiamenti climatici

C=0 se il progetto non fa riferimento esplicito a modalità previste


per contribuire al rispetto del principio di pari opportunità e non
discriminazione
C=0,5 se il progetto prevede chiaramente modalità per contribuire al
Rispetto dei principi orizzontali
O17 rispetto del principio di pari opportunità e non discriminazione
(inclusione) 0,5
C=1 se il progetto prevede chiaramente modalità per contribuire al
rispetto del principio di pari opportunità e non discriminazione,
favorendo, nella selezione degli interventi, parità di accesso alle
risorse e alle opportunità sociali
C=0 se il cronoprogramma di spesa è generico e poco dettagliato
C=0,5 se il cronoprogramma di spesa contiene una descrizione
Chiara descrizione dei progressi di dettagliata delle attività operative
O18 attuazione del progetto di C=1 se il cronoprogramma di spesa contiene una descrizione 0,5
cooperazione dettagliata delle attività operative, inoltre, tra le attività operative è
previsto il coinvolgimento della comunità locale al fine di garantirne
la partecipazione attiva
C=0 se la tempistica non risulta coerente con quanto indicato nel
progetto
C=0,5 se la tempistica risulta coerente con quanto indicato nel
Coerenza ed adeguatezza del
O19 progetto 0,3
cronoprogramma C=1 se la tempistica risulta coerente con quanto indicato nel
progetto e sono esplicitati i tempi di realizzazione dei principali
output
C=0 se manca informazione
C=0,5 se sono descritti con chiarezza ripartizione di ruoli,
Chiara identificazione di ruoli,
responsabilità, funzioni e compiti
O20 responsabilità, funzioni e compiti 0,5
C=1 se sono descritti con chiarezza ripartizione di ruoli,
tra i partner
responsabilità, funzioni e compiti e si tiene conto degli ambiti di
competenza dei partner

C=0 se la forma giuridica prescelta dal partenariato non rientra


O21 Evidenza della capacità tra quelle previste nel Libro V del Codice Civile 0,5
amministrativa dei partner C=1 in caso contrario al precedente
C=0 se le procedure decisionali sono descritte in maniera vaga
C=0,5 se sono previste misure per evitare il conflitto di interessi
Adeguatezza e trasparenza delle e garantire la separazione delle funzioni
O22 procedure decisionali e procedure C=1 se oltre alle misure per evitare il conflitto di interessi e la 0,5
per evitare il conflitto di interesse separazione delle funzioni nel processo decisionale, è previsto
un registro degli interessi dei membri dell'organo decisionale
del FLAG
C=0 se l’operatività del partenariato è garantita esclusivamente
dal finanziamento del FEAMP
Sostenibilità amministrativa della
C=0,5 se l’operatività del partenariato riguarda attività/progetti che
struttura gestionale del
O23 sono finanziati anche da altre fonti finanziarie 0,5
partenariato nel portare avanti il
C=1 se l’operatività del partenariato riguarda attività/progetti
progetto di cooperazione
che sono finanziati anche da altre fonti finanziarie e hanno un
arco temporale che va oltre il 2023
Adeguatezza delle risorse
finanziarie e della relativa C=0 se il Piano finanziario prevede una dotazione finanziaria
allocazione rispetto alle azioni da complessiva sovra o sottostimata
O24 0,5
svolgere e ai risultati da C=1 in caso contrario al precedente
raggiungere
C=0 se il progetto non prevede iniziative in grado di generare un
effetto leva finanziaria
C=0,5 se il progetto prevede iniziative in grado di generare un
O25 Mobilitazione di risorse private effetto leva finanziaria 0,8
C=1 se il progetto prevede iniziative volte a favorire la
mobilitazione delle risorse e contiene una stima delle risorse
finanziarie private

3
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14822

La domanda di sostegno sarà selezionata ed inserita nella relativa graduatoria di merito, esclusivamente nel
caso in cui raggiunga un punteggio minimo pari a 2,5 con almeno cinque dei criteri riportati nella tabella
precedente.

Luogo e data _________________________ IN FEDE

_____________________________________
(allegare fotocopia del documento d’identità)

4
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14823

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO H
SCHEMA DI MONITORAGGIO DELLA SPESA

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014


Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14824

Scheda per il monitoraggio della spesa


Progetto " …………………………" (Codice)
FLAG/GAL/Altro soggetto_______________ Domanda di pagamento: data Domanda di pagamento: data
Azioni Importo Documento N° di % impegno Quota Documento N° di % impegno Quota
Importo Importo
comuni programmato giustificativo domanda speso residua giustificativo domanda speso residua
Tipo N° Tipo N°
Coordinamento capofila
Attività….
Attività……
Attività……
Attività……
Totale Azioni Comuni
Azioni Locali
Attività …
Attività ...
Attività …
Spese Generali
Tipologia….
Tipologia….
Tipologia….
Totale azioni Locali
Totale Azioni Locali + Comuni

LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE

__ __ / __ __ /__ __ __ __

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto esposto nella presente domanda, inclusi le
dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

1
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14825

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

2
PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14826

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO I
SCHEMA DOMANDA DI VARIANTE
Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14827

Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP


Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
arsarp@legalmail.it

PROTOCOLLO: DOMANDA DI VARIANTE – PO-FEAMP 2014/2020


REGG. (UE) 1303/2013 e 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


AUTORITÀ DI GESTIONE
ESTREMI
Regione Molise AVVISO PUBBLICO: ___________ del ____________

TIPOLOGIA DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO INIZIALE


Individuale Collettiva Trasmessa il __/__/____ Prot.

VARIANTE DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO


Variante di progetto
Variante di progetto con modifica Es. Superficie, localizzazione, ecc.

Variante per ricorso gerarchico


Variante per cambio beneficiario Causale

Note:

DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14828

Residenza o sede legale

Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.


Comune Prov. CAP
Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Rappresentante legale
Codice Fiscale: _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Cognome o Ragione sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Residenza del rappresentante legale


Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.

Comune (__) CAP

VARIANTE PROGETTUALE - PIANO DEGLI INTERVENTI


SITUAZIONE PRECEDENTE ALLA VARIANTE

Priorità Obiettivo Tematico Misura/Sottomisura Importo richiesto


OT ___ €

Descrizione operazione:

PIANO DEGLI INTERVENTI


Durata operazione (a partire dalla di concessione dell’aiuto): n. mesi:

Operazione realizzata nella regione di presentazione

IVA rendicontabile

DETTAGLI OPERAZIONE

Spesa imponibile
Spesa imponibile Importo Spesa Contributo Aliquota di
di cui
IVA esclusa (€) IVA (€) con IVA (€) richiesto (€) sostegno (€)
“in economia” (€)

3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14829

LOCALIZZAZIONE INTERVENTO

Aree Natura 2000 ASPIM – Aree Specialmente Protette di Importanza Med.


ZPS – Zone di Protezione Speciale ZVN – Zone Vulnerabili ai Nitrati
SIC – Siti di Importanza Comunitaria Aree Direttiva 2000/60/CE
ZUII – Zone Umide di Importanza Internazionali Altre Aree Protette o Svantaggiate
Tutto il territorio regionale
Specificare

VARIANTE PER CAMBIO BENEFICIARIO


SITUAZIONE PRECEDENTE ALLA VARIANTE
DOMANDA DI SOSTEGNO - ATTO DI CONCESSIONE

Numero atto Stato


Data fine lavori __/__/____ Data atto __/__/____
Importo concesso (€) Proroga al __/__/____

DOMANDA DI PAGAMENTO COLLEGATA (1 di n)

Tipologia Stato lavoraz. Domanda


Tot. Importo concesso (€) Tot. Importo liquidato (€)
Tot. Importo Riduzioni (€) Tot. Importo Sanzioni (€)
Controllo in loco eseguito Esito

DATI DELLA GARANZIA

Tipologia Stato
Importo assicurato (€) Ente Garante
Data scadenza ultima __/__/____ Num. Garanzia

Appendici di Proroga Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

Appendici di Subentro Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

Appendici modifica dati Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14830

DATI DI RIEPILOGO
SITUAZIONE A SEGUITO DELL’ACCOGLIAMENTO DELLA VARIANTE

Presenza atto di concessione



Importo concesso
__/__/____
Data termine lavori

Importo richiesto Importo richiesto


€ €
in domanda di sostegno in domanda di pagamento
Importo oggetto della
Totale importo liquidato € €
fidejussione
Totale importo riduzioni € Totale importo sanzioni €

RIEPILOGO SPESE ELEGGIBILI

Spesa
Macro- Spesa imponibile Spesa
Dettaglio spese imponibile Importo Contributo
tipologia di cui “in con IVA
eleggibili IVA esclusa IVA (€) richiesto (€)
di spesa economia” (€) (€)
(€)
Acquisto terreni o
fabbricati
BENI Costruzione
IMMOBILI fabbricati
Miglioramento
fabbricati
TOT. BENI IMMOBILI (€)

Acquisto
macchinari o
BENI MOBILI attrezzature
Impianti
Tecnologici
TOT. BENI MOBILI (€)

Studi di fattibilità
Spese per
consulenze
SPESE tecniche
GENERALI Spese per
consulenze sulla
sostenibilità
ambientale
TOT. SPESE GENERALI (€)

Studi, progetti,
programmi ,
consulenze, etc.
BENI Acquisto o
IMMATERIAL sviluppo
I programmi
informatici
Acquisto brevetti o
licenze
TOT. BENI IMMATERIALI (€)

TOTALE (€)

5
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14831

DATI DELLA PRECEDENTE DOMANDA DI VARIANTE

Variante n. Causale variante:

Presenza atto di concessione



Importo concesso
__/__/____
Data termine lavori

Importo richiesto Importo richiesto


€ €
in domanda di sostegno in domanda di pagamento
Importo oggetto della
Totale importo liquidato € €
fidejussione
Totale importo riduzioni € Totale importo sanzioni €

RIEPILOGO SPESE ELEGGIBILI

Spesa Spesa
Macro- Spesa
Dettaglio spese imponibile imponibile Importo Contributo
tipologia con IVA
eleggibili IVA esclusa di cui “in IVA (€) richiesto (€)
di spesa (€)
(€) economia” (€)
Acquisto terreni o
fabbricati
BENI Costruzione
IMMOBILI fabbricati
Miglioramento
fabbricati
TOT. BENI IMMOBILI (€)

Acquisto macchinari
BENI MOBILI o attrezzature
Impianti Tecnologici
TOT. BENI MOBILI (€)

Studi di fattibilità
Spese per consulenze
SPESE tecniche
GENERALI Spese per consulenze
sulla sostenibilità
ambientale
TOT. SPESE GENERALI (€)

Studi, progetti,
programmi ,
consulenze, etc.
BENI
Acquisto o sviluppo
IMMATERIAL programmi
I informatici
Acquisto brevetti o
licenze
TOT. BENI IMMATERIALI (€)

TOTALE (€)
DOMANDA DI SOSTEGNO - SITUAZIONE INIZIALE

Domanda di sostegno n. Data presentazione _ _ /_ _ /_ _ _ _


Presenza atto di concessione 6
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14832

Importo concesso €
Data termine lavori __/__/____

Importo richiesto Importo richiesto


€ €
in domanda di sostegno in domanda di pagamento
Importo oggetto della
Totale importo liquidato € €
fidejussione
Totale importo riduzioni € Totale importo sanzioni €

RIEPILOGO SPESE ELEGGIBILI

Spesa Spesa
Macro- Spesa
Dettaglio spese imponibile imponibile Importo Contributo
tipologia con IVA
eleggibili IVA esclusa di cui “in IVA (€) richiesto (€)
di spesa (€)
(€) economia” (€)
Acquisto terreni o
fabbricati
BENI Costruzione
IMMOBILI fabbricati
Miglioramento
fabbricati
TOT. BENI IMMOBILI (€)

Acquisto
macchinari o
BENI MOBILI attrezzature
Impianti
Tecnologici
TOT. BENI MOBILI (€)

Studi di fattibilità
Spese per
SPESE consulenze tecniche
GENERALI Spese per
consulenze sulla
sostenibilità
ambientale
TOT. SPESE GENERALI (€)

Studi, progetti,
programmi ,
consulenze, etc.
BENI
Acquisto o sviluppo
IMMATERIAL programmi
I informatici
Acquisto brevetti o
licenze
TOT. BENI IMMATERIALI (€)

TOTALE (€)

IMPEGNI, CRITERI E OBBLIGHI - Variante per cambio beneficiario


IMPEGNI
Descrizione dell’impegno

7
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14833

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ
Cod. Criterio Descrizione criterio

CRITERI DI SELEZIONE
Cod. Criterio Descrizione criterio Punteggio

ALTRI OBBLIGHI e/o VINCOLI


Descrizione obblighi e/o Vincoli

DICHIARAZIONI E IMPEGNI
Il sottoscritto:
(Nel caso di cambio beneficiario la dichiarazione è resa dal subentrante)

DICHIARA ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n° 445/00,


• di essere a conoscenza di quanto previsto dall'art. 71 del Reg. (UE) 1303/2013 relativamente alla
stabilità delle operazioni e ai vincoli connessi al mantenimento degli impegni;
• di essere a conoscenza di quanto previsto in merito ai limiti fissati per l'accoglimento della domanda
di variante (rispetto delle percentuali minime e massime di variazione delle spese previste,
mantenimento della natura dell’investimento);
• di essere a conoscenza dei criteri di selezione e di ammissibilità, degli impegni e degli altri obblighi
definiti ai sensi della normativa comunitaria, e riportati nel Programma Operativo - FEAMP
2014/2020, relativi alla tipologia di intervento oggetto della domanda sottoposta alla presente
variante, ed elencati a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, nella stessa.

SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA


LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE

__ __ / __ __ /__ __ __ __
8
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14834

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto
esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui
integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

Firma del cedente (per approvazione - solo ne caso di cessione di attività)

IN FEDE

9
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14835

CHECK-LIST DI CONTROLLO DOCUMENTALE (in caso di presentazione tramite intermediario)


DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale: _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

ATTESTAZIONI A CURA DELL'INTERMEDIARIO:

1. il richiedente si è presentato presso questo ufficio ed è stato identificato;


2. il richiedente ha firmato la domanda;
3. la domanda contiene gli allegati di seguito elencati:

N. progr. Descrizione documento


1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Firma dell’intermediario che ha curato la compilazione e la stampa della domanda

10
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14836

RICEVUTA DI ACCETTAZIONE

Ufficio/Sportello:

Oggetto:
Es: Domanda di variante PO-FEAMP 2014/2020, Priorità (…) Misura (…)

Annualità:

Beneficiario:

CUP:

Data di rilascio: __ __ / __ __ /__ __ __ __

N. Protocollo:

TIMBRO DELL’UFFICIO O FIRMA DEL RESPONSABILE:

11
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14837

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO L
SCHEMA DOMANDA DI PROROGA

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Misura 4.64 - Attività di cooperazione

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14838

Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP


Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
arsarp@legalmail.it
DOMANDA DI PROROGA – PO-FEAMP 2014/2020
REGG. (UE) 1303/2013 e 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


ESTREMI
AVVISO PUBBLICO: ____________ del ____________

DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

Residenza o sede legale

Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.


Comune Prov. CAP
Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Rappresentante legale
Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Cognome o Ragione sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Residenza del rappresentante legale


Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.

Comune (__) CAP

2
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14839

RICHIESTA DI PROROGA

Lo scrivente, tenuto conto della scadenza temporale fissata dall’Avviso Pubblico di cui sopra, per il
completamento delle operazioni approvate con provvedimento n.
del _ _ / _ _ / _ _ _ _ , considerati i tempi tecnici ad oggi ragionevolmente ipotizzabili per giungere alla
completa realizzazione dei lavori,

INOLTRA

la presente istanza di proroga, della durata di n. giorni/mesi

Allega alla presente istanza una dettagliata relazione tecnica nella quale sono evidenziate le cause
che hanno determinato un ritardo nell’attuazione dell’iniziativa rispetto ai tempi indicati in sede di
presentazione della domanda di sostegno.

SOTTOSCRIZIONE DELL’ISTANZA

LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE


lì __ __ / __ __ /__ __ __ __

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto
esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui
integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale


3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14840

DISPOSIZIONI SPECIFICHE DI
ATTUAZIONE
della Misura 4.64 - Cooperazione
FLAG MOLISE COSTIERO

ALLEGATO M
SCHEMA DOMANDA DI RINUNCIA

Art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014

Priorità n. 4 - Aumentare l’occupazione e la coesione territoriale

Obiettivo Tematico 8 “Promuovere un'occupazione sostenibile e di


qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori”.

PO FEAMP
ITALIA 2014/2020
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14841

Agenzia Regionale per lo Sviluppo Agricolo, Rurale e della Pesca - ARSARP


Servizio Innovazione, Formazione, Associazionismo, Cultura d’impresa, Valorizzazione produzioni
VIA G.B. Vico, 4 - 86100 CAMPOBASSO
arsarp@legalmail.it

PROTOCOLLO: DOMANDA DI RINUNCIA – PO-FEAMP 2014/2020


REGG. (UE) 1303/2013 e 508/2014

MISURA: “4.64 “COOPERAZIONE”


AUTORITÀ DI GESTIONE
ESTREMI
Regione Molise AVVISO PUBBLICO: _________ del ________

TIPOLOGIA DELLA DOMANDA DI SOSTEGNO INIZIALE


Individuale Collettiva Trasmessa il __/__/____ Prot.

OGGETTO E CAUSALE DELLA RINUNCIA


TIPOLOGIA DI DOMANDA:

Sostegno, Anticipo, SAL, Saldo, ecc.

Stato di lavorazione:

Causale:

Note:

DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

Residenza o sede legale


2
Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14842

Comune Prov. CAP


Indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Rappresentante legale
Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Cognome o Ragione sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Residenza del rappresentante legale


Indirizzo e n.civ. Tel. Cell.

Comune (__) CAP

DATI DI RIFERIMENTO DOMANDE DI RINUNCIA


DOMANDA DI SOSTEGNO

Numero atto di concessione Stato


Data fine lavori __/__/____ Data atto __/__/____
Importo richiesto (€) Proroga al __/__/____
Importo concesso (€)

DOMANDA DI PAGAMENTO COLLEGATA (1 di n)

Tipologia Stato lavoraz. Domanda


Tot. Importo ammesso (€) Tot. Importo liquidato (€)
Tot. Importo Riduzioni (€) Tot. Importo Sanzioni (€)
Controllo in loco eseguito Esito

DATI DELLA GARANZIA

Tipologia Stato
Importo assicurato (€) Ente Garante
Data scadenza ultima __/__/____ Num. Garanzia

Appendici di Proroga Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

3
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14843

Appendici di Subentro Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

Appendici modifica dati Numero: Data: _ _ / _ _ / _ _ _ _

DATI DI RIEPILOGO

Importo concesso €
Presenza atto di concessione
Data termine lavori __/__/____

Importo richiesto Importo richiesto


in domanda di sostegno € in domanda di pagamento €
Importo oggetto della
Totale importo liquidato
€ fidejussione €
Totale importo riduzioni Totale importo sanzioni
€ €

DICHIARAZIONI
Il sottoscritto:

esercita il proprio diritto di rinuncia e

DICHIARA ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. n° 445/00,


• di essere a conoscenza che, al momento dell’accoglimento della presente richiesta di rinuncia e in
presenza di importi già liquidati, verrà iscritta una posizione debitoria a proprio carico pari
all’importo già liquidato, fatta salva l’aggiunta di eventuali interessi dovuti;
• di essere a conoscenza della possibilità dell’Ente liquidatore, in presenza di importi liquidati e in
presenza di polizza fedejussoria di 5 anni a garanzia dell’importo richiesto in anticipo, di rivalersi
nei confronti dell’Ente Garante e per l’escussione degli importi spettanti;

e pertanto, si impegna
• a restituire le somme già percepite;
• a non avanzare in futuro alcuna richiesta relativa all’operazione, o parte di essa, di cui alla domanda
di sostegno n. oggetto della presente rinuncia.

SOTTOSCRIZIONE DELLA DOMANDA


LUOGO E DATA DI SOTTOSCRIZIONE

lì __ __ / __ __ /__ __ __ __

Il richiedente, con l'apposizione della firma sottostante, dichiara sotto la propria responsabilità, che quanto
esposto nella presente domanda, inclusi le dichiarazioni e gli impegni riportati, che si intendono qui
integralmente assunti, risponde al vero ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 445/2000.
4
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14844

ESTREMI DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO (di cui si richiede fotocopia da allegare alla domanda)

Tipo di documento:

Numero documento:

Rilasciato da:

il: __ __ / __ __ /__ __ __ __ Data di scadenza: __ __ / __ __ /__ __ __ __

IN FEDE

Firma del beneficiario o del rappresentante legale

5
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14845

CHECK-LIST DI CONTROLLO DOCUMENTALE (in caso di presentazione tramite intermediario)


DATI IDENTIFICATIVI DEL BENEFICIARIO

Codice Fiscale _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Partita IVA

COD. Iscrizione Camera di Commercio COD. Iscrizione INPS

Cognome o Ragione Sociale Nome

Data di nascita _ _ / _ _ / _ _ _ _ Sesso Comune di nascita (_ _)

Intestazione della Partita IVA

ATTESTAZIONI A CURA DELL'INTERMEDIARIO:

1. Il richiedente si è presentato presso questo ufficio ed è stato identificato;


2. Il richiedente ha firmato la domanda;
3. la domanda contiene gli allegati di seguito elencati:

N. progr. Descrizione documento


1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

Firma dell’intermediario che ha curato la compilazione e la stampa della domanda

6
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14846

RICEVUTA DI ACCETTAZIONE

Ufficio/Sportello:

Oggetto:
Es: Domanda di rinuncia PO-FEAMP 2014/2020, Priorità (…) Misura (…)

Annualità:

Beneficiario:

CUP:

N. Domanda:

Data di rilascio: __ __ / __ __ /__ __ __ __

N. Protocollo:

TIMBRO DELL’UFFICIO O FIRMA DEL RESPONSABILE:

7
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14847
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14848
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14849
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14850
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14851

SPECIFICHE TECNICHE

ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE INTEGRATA EVENTO MEDIANTE


TRATTATIVA DIRETTA SUL MEPA, AI SENSI DELL’ARTICOLO 36, COMMA 2, LETTERA A), DEL
D.LGS. N. 50/2016.

PREMESSA
Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con proprio Decreto Direttoriale n. 5 del 19 aprile 2018, ai sensi
dell’art. 22, comma 2, della Legge n. 183/11, ha destinato alla Regione Molise risorse pari ad € 77.400,00, per il
finanziamento delle attività di formazione nell’esercizio dell’Apprendistato. Con deliberazione di Giunta
regionale n. 86/2019, la Regione Molise ha disposto la ripartizione della somma di cui al sopracitato Decreto
Direttoriale, destinando € 7.740,00 a copertura delle azioni di sistema e di accompagnamento, ai sensi dell’art. 1,
ultimo comma, del Decreto sopra citato.
SPECIFICHE DEL SERVIZIO
La fornitura richiesta concerne la realizzazione integrata dell’evento per la diffusione dell’Istituto
dell’Apprendistato tra gli addetti ai lavori. Il servizio richiesto concerne pertanto l’organizzazione integrata
dell’evento (definizione immagine grafica evento ed invito, lista invitati e attività di recall, individuazione sala,
allestimento sala, servizio accoglienza, registrazione partecipanti, predisposizione materiale informativo, ecc). Il
servizio integrato sarà realizzato secondo le specifiche che verranno concordate con il Servizio Politiche per
l’Occupazione. L’evento si articolerà in una giornata di lavoro, che sarà realizzata nel mese di ottobre 2019.
VALORE DELL’APPALTO E DURATA
L'importo massimo stimato per la realizzazione dei servizi sopra elencati è quantificato in € 6.344.26, (IVA
esclusa).
FATTURAZIONE
La fatturazione del servizio in modalità elettronica dovrà avvenire dopo la realizzazione dell’evento, a seguito di
presentazione di relazione sulle attività svolte.
TRACCIABILITA’
La Società sarà tenuta ad assolvere a tutti gli obblighi previsti dall’art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136, e
s.m.i., al fine di assicurare la tracciabilità dei flussi finanziari e a tale scopo dovrà comunicare a
quest’Amministrazione gli estremi identificativi di uno o più conti correnti bancari o postali dedicati alle
commesse pubbliche, le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi.
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14852
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14853
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14854
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14855
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14856
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14857
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14858
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14859
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14860
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14861
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14862
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14863
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14864
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14865
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14866
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14867
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14868
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14869
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14870
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14871
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14872
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14873
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14874
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14875
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14876
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14877
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14878
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14879
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14880
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14881
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14882
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14883
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14884
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14885
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14886
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14887
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14888

All. A

Regione Molise
Direzione Generale per la Salute

Prontuario Terapeutico Ospedaliero Regionale

Aggiornamento: Luglio 2019

1
16.09.2019 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE - N. 35 - PARTE PRIMA 14889

Commissione Terapeutica Regionale (CTR)

Delibera Giunta Regionale n. 360 del 30/03/07


Delibera Giunta Regionale n. 605 del 09/06/08
Decreto del Commissario ad acta n.8 del 23/02/10
Decreto del Commissario ad acta n.9 del 15/04/11
Decreto del Commissario ad acta n.76 del 09/08/11
Decreto del Commissario ad acta n. 28 del 23 luglio 2014
Determinazione Direttore Generale n. 242 del 03/10/2012
Decreto del Commissario ad acta n. 62 del 27/12/2012
Determinazione Direttore Generale n. 125 del 28/05/2013
Decreto del Commissario ad acta n. 35 del 30/06/2015
Determinazione Direttore Generale n. 488 del 28/12/2017
Determinazione Direttore Generale n. 1 del 07/01/2019

Composizione CTR:

Direttore Generale pro tempore della Direzione Generale per la Salute, Regione Molise – Presidente

Dott.ssa Antonella Lavalle, Direttore Servizio “Politica del Farmaco. Protesica. Integrativa. Cure all’estero. Indennizzi.
Registro BLSD”, Direzione Generale per la Salute, Regione Molise – componente con funzioni vicarie del Presidente

Dott.ssa Maria Virginia Soldovieri, Università degli Studi del Molise – componente

Prof. Claudio Russo, Professore Associato