Sei sulla pagina 1di 3

POST IMPRESSIONISMO: Non rappresenta un movimento vero e proprio ma definisce il

modo di dipingere di un certo periodo storico che va dagli ultimi due decenni del 1800 ai
primi anni del 1900.I Post-Impressionisti come gli Impressionisti credevano nella necessit
di rispettare "la verit" e d'essere "fedeli alla natura", ma volevano riconquistare la
sicurezza del contorno, la certezza e la libert del colore e del tempo. Per questo, la nuova
generazione di pittori, decise voler rappresentare la natura in modo sempre pi soggettivo,
arrivando alla conclusione che il visibile realistico potesse essere rappresentato in un
modo del tutto inedito. Elementi fondamentali : colore, primitivismo ( arte arcaica,
medievale, orientale, africana) apprezzato x la sua sinteticit, simbolo ( catturare la realt
oltre lapparenza ), realt.
Cezanne voleva esprime lessenza delle cose liberando i paesaggi dallattimo
impressionista per riconquistare la plasticit classica. Elabora le immagini in composizioni
essenziali ed equilibrate, con rigoroso rispetto dei volumi e della gradazione
cromatica es. La casa dellimpiccato: salda costruzione dei volumi, forte individuazione
delle forme legata alluso del colore che conferisce agli oggetti solidit e concretezza
realistica. La montagnaSainte-Victoire : essenziale, geometrico e duraturo. Tutto sembra
armoniosamente fuso eppure fermo e solido, va contro la prospettiva rinascimentale, si
frantuma la linea di contorno.Grandi Bagnanti: i tronchi formano un triangolo ( base il
ruscello e il vertice fuori dal quadro dilata lo spazio pittorico),lLe donne divise a gruppi
creano due piramidi, presente una forza primitiva dovuta alle proporzioni animalesche
delle donne che per non risultano sgraziate, i corpi hanno contorni neri composti da linee
spezzate( non chiudono le forme, tutto si mescola), il colore indipendente dalla sua
corrispondenza con la realt e genera inquietudine grazie alluso di contrasti luminosi e
cromatici.
Paul Gauguin viaggia molto: si reca a Tahiti, alla ricerca del primitivo, del puro, del non
contaminato.Ricerca la purezza e la semplicit anche nellarte medievale, nelle sculture
primitivee nelle stampe giapponesi. I suoi colori sono simbolici: non servono a
rappresentare la realt, ma ci che il pittore sente.Usa sempre colori molto accesi e non
naturali, creando superfici piatte e bidimensionali, senza fare uso di ombre e di
chiaroscuro.-> es. La visione dopo il sermone: unione di due dimensioni diverse:c quella
reale e quella immaginata ( lotta di giacobbe con l'angelo) divise dal tronco di un albero
( schema giapponese) e unite dal colore che non essendo piu vincolato dall'imitazione del
reale diventa pura emozione. Da dove veniamo, chi siamo , dove andiamo: figure disposte
come in un fregio,scenario naturale paradisiaco, momenti della vita umana, ha
corrispondeze simmetriche sia verticali( alberi, persone in piedi) sia verticali ( ruscello) ,
privo di coordinate temporali e spaziali dovute alla mancanza di chiaro scuro , rispetta la
prospettiva accademica dando risonanza al colore, si ispira alla primavera di botticelli e al
fregio del tempio di Borobudur.

Van Gogh: All'inizio della sua carriera artistica si trovano opere realiste di intonazione
sociale ( mangiatori di patate) in seguito, entrando in contatto con l'impressionismo
francese,cerca di superare la semplice impressione visiva per arrivare ad esprimere
emozioni, idee e concetti attraverso i colori e le forme.Diventa fondamentale cogliere gli
aspetti spirituali, emotivamente simbolici della vita. Anche i paesaggi, tanto amati e
rappresentati dagli impressionisti, non hanno pi il carattere di immediatezza e
spontaneit dato dalle pennellate brevi e veloci. Ora le pennellate sono molto solide, quasi
squadrate e torna ad avere importanza il disegno. es. camera da letto: trasmette
serenit attraverso colori primari e mancanza di ombre. Campo di grano con corvi : colori
espressivi, pennellate energiche, spigolose e dinamiche,esprime il mistero di vita e di
morte (presenza dei corvi). Notte stellata: allucinata raffigurazione del cielo,amava
lavorare en plein air ma non imita la realt( resa naturalistica annullata dal moto
vorticoso) .
ESPRESSIONISMO
-FRANCESE: Ottobre 1905 , Salon d'Automne di Parigi un gruppo di artisti esposero le
proprie opere suscitando una reazione tanto scandalosa da essere chiamati fauves
( belve) , le forme erano radicalmente semplificati , l'uso del colore violento nei contrasti di
tono. Essi rifiutavano il disegno classico e prospettico, la loro volont era di prendere le
distanze dall'impressionismo per dare forma ad una dimensione soggettiva e fortemente
emotiva. Non erano animati da nessun intento ideologico , la loro pittura era il risultato di
un 'eccitazione gioisa legata all'atmosfera parigina del tempo.
Matisse: credeva che l'arte fosse una comoda poltrona, uno strumento che esprime la
voglia di vivere. Es. Tavola imbandita: ampie campiture piatte di colore, non c' chiaro
scuro, associa al suo interno generi pittorici diversi, la quotidianeita dell'azione viene tolta
da un contesto reale per essere raffigurata attraverso una resa bidimensionale, principio di
autonomia dell'arte la logica interna prevale sull'esigenza del reale. La Danza: 5 figure
formano un ovale muovendosi vivacemente e in modo irregolare ,l'autore vuole suggerire
l'idea della vita stessa, le figure si allungano e deformano perch la vita in movimento
perenne e irregolare. L'opera trasmette uno stato di benessere , dimensione pacifica tra
uomo e mondo Arte equilibrata e pure, un arte che non turbi ne inquieti
GERMANIA: 1905 Dresda , un gruppo di giovani artisti e non formano il Die Brucke ( il
ponte) , ispirandosi all'idea di Nietzche che l'uomo il ponte tra la bestia e il superuomo, il
ponte qualcosa che porta dal vecchio al nuovo. L'espressionismo tedesco
fondato sull'inquietudine e sulla tragicit della vita umana.Si differenzia da quello
francese mantendo in comune l'uso libero dei colori ( differenza storica, nasce a ridosso
della 1 guerra mondiale)
Kirchner: Si trasfer a Berlino, all'epoca vera e propria metropoli e ne rimase al contempo
attratto e ripugnato, prende per esame soggetti e luoghi della citt e della vita urbana. Le
opere pi importanti sono Nollendor Platz e Potsdamer Platz . Nel primo raffigura edifici e
una piazza di berlino mentre le persone sono solo piccoli segni scuri, nel secondo le
persone vengono scrutate piu da vicino. Le tonalit sono fredde e acide, si ispira alla
tradizione gotica. Rappresenta l'angoscia e il malessere dell'uomo contemporaneo
attraverso le forme acute e le linee spezzate che oltre a mostrare il ritmo frenetico della
metropoli mostrano la solitudine dei personaggi che pur essendo molto vicini tra loro non
muovono nella stessa direzione, essi sono muti e chiusi al dialogo. Emblematica
l'immagine del cappello sfarzoso della signora che suggerisce l'immagine di una prigione
che ne chiude il volto dietro le sbarre.