Sei sulla pagina 1di 30

A cura di

LUCIA GIOVANNINI

CAMBIARE LE

ABITUDINI

Routine ad alto impatto?


Il gioco della colpa
Elimina il tempo
Fermate il mondo voglio scendere
Un s di successo

Cambiare le Abitudini
Routine ad Alto Impatto?
Il Gioco della Colpa
Elimina il Tempo
Fermate il Mondo, voglio scendere
Un s di Successo
Una Epidemia Mondiale?
Mentre stavo finendo il mio libro Mi merito il meglio,
Samanta, una partecipante ad un mio seminario, mi ha
mandato una mail in cui raccontava i progressi fatti dopo il
corso.
Quando lho letta non ho potuto fare a meno di sorridere:
riguardavano la felcit ed erano esattamente le stesse parole
che io avevo usato nel mio libro!
Ecco la mail di Samanta che riporto interamente perch
rappresenta alla perfezione il mio concetto di felicit e la mia
esperienza per crearla.
Dovrete sempre affrontare delle difficolt di qualsiasi genere.
Tanto vale accettare questa realt e decidere di essere felici,
qualunque cosa accada.
Una delle mie citazioni preferite ha per autore Alfred Souza:
Per tanto tempo, dice, ho avuto la sensazione che la vita
sarebbe presto cominciata, la vera vita!
Ma cerano sempre ostacoli da superare strada facendo,
qualcosa di irrisolto, un affare che richiedeva ancora del
tempo, dei debiti che non erano ancora stati regolati in
seguito la vita sarebbe cominciata.

Finalmente ho capito che questi ostacoli erano la mia vita!!!


Questo modo di percepire le cose mi ha aiutato a capire che
non c un mezzo per essere felici ma che la felicit il mezzo.
Di conseguenza, gustate ogni istante della vostra vita e
gustatelo ancora di pi perch lo potete condividere con una
persona cara, una persona molto cara per passare insieme dei
momenti preziosi della vita e ricordatevi che il tempo non
aspetta nessuno.
Allora smettete di aspettare di finire la scuola, di tornare a
scuola, di perdere 5kg, di prendere 5kg, di avere dei figli, di
vederli andare via di casa.
Smettete di aspettare di cominciare a lavorare, di andare in
pensione, di sposarvi, di divorziare.
Smettete di aspettare il venerd sera, la domenica mattina, di
avere una nuova macchina o una casa nuova.
Smettete di aspettare la primavera, lestate, lautunno o
linverno.
Smettete di aspettare di lasciare questa vita, di rinascere
nuovamente e decidete che non c momento migliore per
essere felici che il momento presente.
La felicit e le gioie della vita non sono delle mete, ma un
viaggio.
Cosa possiamo fare allora per compiere al meglio questo
viaggio?
Una delle cose che possiamo fare iniziare a cambiare le
nostre abitudini, toglierci i vecchi pesi dalle spalle e diventare

pi leggeri, lasciare andare vecchi modi di pensare, di


sentire e di agire per potere aprirci al nuovo.
Questo significa spesso uscire dalla nostra zona di comfort,
tuffarci nellignoto e imparare a usare il nostro tempo in
maniera nuova.
E il percorso sviluppato interamente in Mi merito il meglio
ed anche il tema di questo e-book, in cui troverete esercizi e
concetti aggiuntivi e complementari a quelli che potete
leggere nelle pagine di Mi merito il meglio.
Buona vita!

Le tue routine sono ad alto o basso


impatto?
Avete una pratica quotidiana che vi alleni alla felicit?
Nel mio libro Mi merito il meglio parlo tra le altre cose
dellimportanza del crearsi tale routine e della differenza tra
le routine di basso impatto e quelle di alto impatto.
Cosa sono le routine di alto impatto?
Se ancora non avete letto Mi merito il meglio vi potreste
chiedere cosa sono le routine di alto impatto.
In breve, le routine di alto impatto sono pensieri, azioni,
parole, emozioni che pian piano vi aiutano a costruire una
solida base di forza e serenit interiore.
Al contrario, le routine di basso impatto sono quelle che ci
rubano energia, che ci allontanano dai nostri sogni, che
rovinano le nostre relazioni. Sono le abitudini disfunzionali
che pian piano ci trasformano nella peggior versione di noi
stessi.
Come creare delle routine di alto impatto allora?
Troverete tanti suggerimenti, esercizi e insegnamenti in Mi
merito il meglio e anche nel capitolo dedicato agli strumenti
di trasformazione di Tutta unaltra vita.
Leggeteli, provateli e osservate cosa funziona per voi.
E bene che ognuno trovi la propria routine.

Esercizio Crea la tua routine


Le domande per la routine di alto impatto
Potete partire da queste domande:
Cosa mi aiuterebbe a stare ancora meglio?
Cosa mi servirebbe?
Cosa potrei fare ogni giorno che farebbe la differenza?
Quali sono le abitudini che tirano fuori il meglio di me?
Quali sono le abitudini che mi rendono positivo, che mi danno
forza, benessere e serenit?
Leggi le tue risposte.
Con cosa ti impegni a iniziare?
Non c bisogno che rivoluzioni totalmente la tua vita, a meno
che tu non voglia farlo.
Puoi iniziare da una piccola cosa, una piccola nuova azione
(per esempio eliminare la carne dalla tua alimentazione?
oppure fare una passeggiata ogni mattina? oppure fare 5
minuti di respirazione- vedi il respiro consapevole negli
Strumenti di trasformazione di Tutta unaltra vita- oppure
seguire la routine della gratitudine di Mi merito il meglio?
Scrivi qui sotto.
Ecco la mia routine ad alto impatto..
Accertati di scrivere:
lazione/ le azioni: cosa farai
il tempo: quando lo/la farai
il luogo: dove lo/la farai
il perch: perch lo fai? cosa ti da il farlo? (e cosa ti da il non
farlo? A che risultati ti porta?)
il come: come lo farai? in che modo? con chi?

La mia routine ad alto impatto


............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................

Prendi limpegno
Ho scelto una data entro la quale inizier questa routine.
La data questa:
............................................................................................................
Ci saranno altri passi da fare, forse anche molti.
Ma questo il primo.
E io mi impegno a farlo.

.....................................
data odierna

.....................................
firma

La sfida
A questo punto ti voglio offrire una sfida esattamente come
faccio in alcuni miei audio corsi, come laudio Sviluppa la tua
zona di Potere, laudio I Segreti dellAutostima e laudio
Prosperit a 360.
E una sfida con te stesso - soprattutto con quella parte di te
piccola o grande che sia- che ancora crede di non riuscire a
cambiare...
Ti chiedo di prendere un impegno con me e soprattutto con te
stesso- di fare la cosa che hai scelto come tua nuova abitudine,
come tua routine di alto impatto, per 28 giorni di seguito.
Gli scienziati affermano che occorrono 21 giorni per creare
una nuova abitudine e a noi piace aggiungerne altri 7 per
farlo diventare un intero ciclo lunare.

E importante che i giorni siano consecutivi.


E la sfida che se salti un giorno ricominci da capo fino a che
non hai fatto quella aizone o quella routine per 28 giorni di
seguito.
Al termine del ciclo dei 28 giorni ti chiedo di scrivermi una
mail in cui mi racconti i tuoi risultati!
Sei pronto/a per la sfida?

Il gioco della colpa


Le abitudini disfunzionali sono quelle che, senza che noi ce ne
accorgiamo, ci trasformano da persone appassionate, gioiose,
amorevoli, flessibili, in esseri duri, stanchi, stressati,
rassegnati.
Spesso allora preferiamo giocare al gioco della colpa e usiamo
il nostro tempo e la nostra energia per accusare gli altri, il
destino, il mondo o la sfortuna della nostra condizione.
In questo modo instauriamo un dialogo negativo con noi stessi
(e col mondo) che non fa che peggiorare le cose.
Questi esercizio vi servir per diventare consapevoli dei
vostri schemi , lasciar andare le vecchie e dannose abitudini e
crearne delle nuove, pi funzionali!

Le regole del gioco


Le regole di questo gioco sono: ogni volta che succede qualcosa
che vi rende infelici, che non vi piace o che vi da dolore vi dite:
non colpa mia, e iniziate a cercare di chi la colpa.
Una volta che lavete trovato, tutta la vostra energia e
attenzione viene focalizzata l: sia che si tratti del traffico, del
lavoro, della vostra collega, di vostra madre o vostro padre,
del vostro capo o del vostro partner.
In questo modo ci che magari vi ha fatto soffrire una volta
continua ad essere (almeno ai vostri occhi) la fonte principale
della vostra infelicit.
E quanto spesso, se il colpevole una persona, finite per
chiudervi nei suoi confronti, con lintento di fargliela pagare?
10

Ma questo non vi porta a chiudervi nei confronti della vostra


stessa felicit?
Unaltra variante di assumere una posizione (ad esempio
nessuno mi aiuta, la vita dura, sbagliare significa fallire ecc)
e non essere disposti a mollarla.
Oppure non ammettere mai ( nemmeno con se stessi) di avere
torto.
Oppure rifiutarsi di vedere le cose dal punto di vista
dellaltro.
Per quanto tempo volete continuare a giocare cos?
E un gioco che vi rende davvero felici, che migliora la vostra
vita?
Non ne avete abbastanza?

Esercizio: cambia il gioco!


Rispondi a queste domande:
Dove nella tua vita stai dando la colpa a qualcun altro?
A chi, a cosa tendi a dare la colpa?
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
11

Quali sono le posizioni- le credenze limitanti- che fai fatica a


mollare?
Eccoti qualche esempio:
Imparare cose nuove difficile
Cambiare difficile
La vita dura
Il lavoro non divertimento
Io lo faccio meglio (relativo ad un lavoro per esempio)
troppo tardi per iniziare una nuova carriera
Le madri dovrebbero stare a casa con I loro figli
Gli uomini dovrebbero pagare
I ricchi sono cattivi
I poveri sono pigri
Devo occuparmi io di tutto
Nessuno mi aiuta
Non ho bisogno di nessuno
Ce la faccio da solo
Quali sono i tuoi?
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................

12

............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
Come cambierebbero le cose se ti prendessi la responsabilt? (abilti a dare nuove risposte- non centra niente con
chi ha torto o chi ha ragione - come puoi. leggere nel mio
libro Mi merito il meglio) e usassi la tua zona di potere?
(per la spiegazione sulla zona di potere, vedi il mio libro
Tutta unaltra vita).
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................

13

Cosa puoi fare gi da oggi per cambiare il gioco?


che nuovi posizioni, credenze, comportamenti vuoi
incarnare?
Quali sarebbero dei modi di pensare e degli stati danimo pi
funzionali?
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................
............................................................................................................

14

Fermate il mondo voglio scendere


Spesso uno degli ostacoli che incontriamo quando vogliamo
cambiare una abitudine quella del tempo.
Ed anche una delle scuse preferite da noi esseri umani di
questi secolo: vorrei farlo, saprei anche come... ma non ho
tempo!
In effetti gestire tutti gli impegni e le richieste di attenzione a
cui siamo sottoposti non per niente facile.
Allora, cosa possiamo fare?.
E cio che vediamo nelle prossime righe.
Il motivo per cui spesso facciamo cos fatica che per non
soccombere sotto la pressione degli impegni occorre
modificare il nostro comportamento (e per modificare il
nostro comportamento occorre tempo!).
Ecco perch in questo percorso nel farlo ci scontriamo con
tendenze culturali ed istintive profonde.
Di cosa sto parlando? Ecco qualche esempio.
Per pulire la scrivania o il nostro ufficio dobbiamo rifiutare
lidea che ogni libro, ogni foglio, sia un tesoro che non possa
venire rimpiazzato, per esempio.
Per non sentirci travolti dai doveri, occorre imparare a dire di
no, anche quando questo mette a dura prova una relazione,
per esempio.
La realt del 21mo secolo che non possiamo semplicemente
adattarci ad ogni obbligo sociale che pensiamo di dovere fare
assolutamente.
Ci siamo evoluti per vivere allinterno di gruppi relativamente
piccoli, pi o meno di una cinquantina di individui nellarco di
una intera vita.

15

Probabilmente in media avete al giorno due volte questo


numero di contatti, anche soltanto attraverso le e-mail.
Sorvegliare il rischio della saturazione di importanza
essenziale per noi oggi, come era importante per i nostri
antenati nel passato sorvegliare il rischio di scarsit.

Esercizio: sorveglia il rischio di saturazione


Potete servirvi di di questa consapevolezza per regolarizzare
tutte quelle cose presenti nella vostra vita, rare per i nostri
antenati ed oggi invece super-abbondanti.
Fatelo ad esempio nei ristoranti, per mangiare solo fino a
quando siete sazi, invece di rimpinzarvi di calorie extra, cos
come avrebbe fatto qualsiasi umano nel passato.
Fatelo per disfarvi di quei vestiti che non avete indossato per
anni, o per passare oltre quella vetrina di vestiti/ elettronica/
accessori assolutamente non necessari.
Ecco alcuni suggerimenti utili per riuscire a non affogare
negli impegni e ritrovare equilibrio e benessere.
Concludi ogni giornata e fai che termini l.
Hai fatto ci che hai potuto; senza dubbio ci si insinueranno
strafalcioni ed assurdit; dimenticatele il prima possibile.
Come scrive Ralph Waldo Emerson, domani un nuovo
giorno; lo incomincerai serenamente e con uno spirito ben pi
alto, non gravato da queste vecchie cose insensate.
Smetti di preoccuparti.
Spesso ci preoccupiamo di cose che non si materializzano.
Ma esistono anche volte in cui ci perdiamo allinterno di
preoccupazioni circa problemi della vita reale, sia personale
che extra-personale.
16

In questo caso potremmo prendere in considerazione una


riflessione offerta dal Dalai Lama: Se hai una qualche paura
del dolore o di soffrire, potresti considerare se ci puoi fare
qualcosa a proposito. Se puoi, allora non c bisogno di
preoccuparsi. Se non puoi, allora non c bisogno di
preoccuparsi.
Chiediti: importante? E urgente? E prioritario?
Altre domande che puoi farti per decidere cosa scremare ed
evitare cos il rischio della saturazione sono:
Mi da piacere?
Mi porta verso la mia visione/ i miei obiettivi?
E buono per me, per gli altri per il mondo?
Molte volte ci ritroviamo a correre o dedicare molto tempo a
cose che non hanno nessuna di queste caratteristiche.
Per esempio lo squillo del telefono assume immediatamente
laspetto di urgenza, ci fa interrompere ci che stiamo
facendo. ma sempre cos importante?
Respira!
La prima cosa che facciamo quando siamo sotto pressione
trattenere il respiro col solo risultato di tenderci ancora di
pi, aumentare lo stress, mettere sotto sforzo il nostro
sistema e togliere ossigeno al nostro cervello.
Quando senti tensione fermati e fai 3 respiri profondi.
In alcuni nostri corsi lAria insegniamo
le tecniche
fondamentali per usare il respiro come strumento anti-stress.
Sii paziente.
Come scrivo in Mi merito il meglio, ri-addestrare la mente
richiede pazienza e perseveranza. come per tutte le abitudini
mentali.
Joseph Goldstein ci ricorda che nel momento in cui noi
prestiamo attenzione al modo in cui funziona la nostra mente,
17

possiamo osservare in che modo creiamo la sofferenza e, nello


stesso modo, ci diamo la possibilit di liberarci da tale
sofferenza.
Per approfondire questo punto puoi trovare tanti
suggerimenti utili nellebook Alfabetismo Emozionale che
puoi scaricare gratuitamente da www.mimeritoilmeglio.it

18

Elimina il tempo
Avrete notato che nel mio libro Mi merito il meglio
scrivo approfonditamente sul tema del tempo. Nella
nostra societ tempo e grado di felicit sono infatti
intimamente collegati.
Quando siamo presi dal fare perdiamo la bellezza che ci
circonda: siamo cos catturati dalla pressione del tempo
che nella nostra consapevolezza non c spazio per
apprezzare il momento presente.
Cos pian piano da essere umano ci trasformiamo in fare
umano!
Soltanto quando usciamo da questa modalit ci
possiamo rendere conto di quanto siamo stati bloccati,
quasi come se fossimo stati in una forma di catalessi.
Come possiamo svegliarci, riconoscere che siamo
catturati dalla modalit fare e uscire dalla catalessi?
Come possiamo fermare il tempo o quantomeno
smettere di essere stretti dalla sua morsa?
Per farlo occorre dar vita ad una nuova parte di noi:
losservatore della nostra mente.

Ecco alcuni esercizi per aiutarti:


Esci dalla dimensione del tempo
* Uscite dalla dimensione del tempo il pi possibile nella
vita di tutti i giorni. Fate amicizia con il momento
presente. Fate diventare vostra la pratica ritirare
lattenzione dal passato e futuro quando non sono

19

necessari. Chiedetevi: a cosa sto pensando? dov la


mia mente ora?
Sviluppa losservatore interiore
* Siate presenti come losservatore della vostra mentedei vostri pensieri e emozioni cos come delle vostre
reazioni nelle diverse situazioni. Siate almeno
altrettanto interessati alle vostre reazioni quanto alla
situazione o persona che vi causa il reagire. Chiedetevi:
qual lo stimolo esterno qui? qual la mia re-azione?
( per questo potete servirvi del diario emotivo nellebook Alfabetismo Emozionale)
Usa i sensi e stai nellOra
* Usate completamente i vostri sensi. Siate dove siete.
Guardatevi attorno. Guardate soltanto, non
interpretate. Siate consapevoli dello spazio e della
presenza silenziosa di ogni cosa. Ascoltate i suoni; non
giudicateli. Ascoltate il silenzio sotto i suoni. Toccate
qualcosa qualsiasi cosa e percepite e riconoscete il
suo Essere.
Permettete lo stato di tutte le cose. Muovetevi
profondamente nellOra.
Le domande dellOra
Chiedetevi:
dove sono?
cosa vedo?
cosa sento?
cosa percepisco nel corpo?

20

Per fare questo potete prendere qualsiasi attivit di


routine che normalmente solo un mezzo per un fine e
dargli la vostra totale attenzione.

Esercizio: sei totalmente presente?


Scegli una o due attivit che fai di routine e portaci la
tua attenzione.
Per esempio:
* Ogni volta che salite e scendete le scale nella vostra
casa o al lavoro, fate particolare attenzione a ogni passo,
a ogni movimentopersino al vostro respiro. Siate
totalmente presenti.
* Quando vi lavate le mani, fate attenzione a tutte le
percezioni sensoriali associate allattivit: il suono e il
tatto con lacqua, il movimento delle vostre mani, il
profumo del sapone e cos via.
* Quando entrate in macchina, dopo aver chiuso la porta,
fate una pausa per qualche secondo e osservate il fluire
del vostro respiro. Diventate consapevoli di un
silenzioso ma potente senso di presenza.

21

Un s di successo, nonostante tutto...


Spesso uno degli ostacoli che ci bocca o che rallenta il creare
nuove abitudini la paura di sbagliare.
Chi non ha mai sentito la paura di lasciare andare il vecchio,
di mollare le vecchie abitudine conosciute che ci hanno
accompagnato per anni, la paura che il cambiamento ci porti
al fallimento ( fallimento finanziario, o relazionale o
lavorativo..)?
In Mi merito il meglio scrivo in maniera approfondita su
questo argomento (e su come sbagliare sia necessario per
crescere, su come sia importante imparare a cadereecc).
In Neurosemantica e in PNL abbiamo un presupposto: Non
esiste fallimento, c solo feed-back.
Come sarebbe se potessimo veramente fare nostra questa
credenza?
Come cambierebbero le cose se davvero pensassimo ( e
agissimo di conseguenza) che non esiste fallimento, c solo
feed-back?
Sarebbe pi facile allora uscire dalla nostra zona di comfort e
cambiare le nostre abitudini?
Ecco un esercizio per aiutarvi

Esercizio: Costruire un se di successo


1) Fai una lista di ogni cosa in cui pensi di avere fallito.
Questa parte non necessariamente divertente e ti potrai
chiedere perch ti suggerisco di fare una cosa simile.
Fidati. Ne vale la pena.

22

2) Ora fai una lista di tutte le cose in cui hai avuto successo.
Si tutto, incluso il fatto che ora riesci ad allacciarti le scarpe
con successo. Fai attenzione a includere ogni cosa.
3) Per finire, guarda una ad una le cose che hai scritto nella
prima colonna e chiediti:
Sono sopravissuto/a?
Sono ancora vivo/a?
Se la risposta SI puoi farci una croce sopra e toglierla dalla
lista dei fallimenti.
A questo punto chiediti:
Cosa ho imparato da questa esperienza?
Come sono cresciuto/a ora?
e puoi scrivere come sei diverso/a ora direttamente nella
colonna dei successi!
Per esempio:
Insuccesso: relazione terribile con Giovanna, ci ho messo 3
anni per riprendermi quando finita
Ora diventa (nella colonna dei successi)
Successo: sono ancora vivo!- oppure Ora ho una nuova
relazione o Ora finalmente sono pronto per una nuova
relazione

23

IL MIO SE DI SUCCESSO
I MIEI
FALLIMENTI

lista tutto ci in cui


credi di avere
fallito

I MIEI SUCCESSI

lista tutto ci in cui credi di avere avuto successo,


dal riuscire a fare una tazza di caff ad un buon
investimento finanziario..( o qualunque cosa di
cui sei fiero)

Esempio:
In fondo ho ancora un lavoro e ho imparato nuove
ho fatto un pessimo cose sugli investimenti
investimento

di Bill Bartman grazie a Doug Cartwright

24

I MIEI
FALLIMENTI

lista tutto ci in cui


credi di avere
fallito

25

I MIEI SUCCESSI

lista tutto ci in cui credi di avere avuto successo,


dal riuscire a fare una tazza di caff ad un buon
investimento finanziario..( o qualunque cosa di
cui sei fiero)

Vuoi far parte dell epidemia Mondiale?


Una pandemia mondiale si sta diffondendo a velocit
vertiginosa.
L'OMB (Organizzazione Mondiale del Benessere) prevede che
ci saranno milioni di casi nei prossimi anni.
Ecco gli agghiaccianti sintomi di questa devastante malattia:
1 - Tendenza a lasciarsi guidare dalla propria intuizione
anzich dalle paure, le idee ricevute e i condizionamenti del
passato.
2 - Mancanza totale d'interesse a giudicare gli altri e/o se
stesso e a interessarsi a tutto ci che genera conflitti.
3 - Perdita completa della capacit di stare in ansia (questo
rappresenta uno dei sintomi pi preoccupanti).
4 Essere affetto di piacere costante nel apprezzare le cose e
gli esseri cos come sono, il che porta alla scomparsa
dell'abitudine di voler cambiar le persone.
5 - Desiderio intenso di trasformare se stesso per gestire
positivamente i propri pensieri, le emozioni, il corpo fisico, la
vita materiale e il proprio ambiente in modo da sviluppare
incessantemente il proprio potenziale di salute, di creativit e
di amore.
6 - Attacchi continui di voglia di sorridere e di dire grazie.
Questi attacchi provocano una sensazione di unit e di
armonia con tutto ci che vive.

26

7 - Apertura progressiva ed inarrestabile verso lo spirito


dell'infanzia, la semplicit, il ridere e l'allegria.
8 - Episodi sempre pi frequenti di comunicazione con l'Anima
o lo Spirito, la non dualit e l'Essere, con effetti collaterali di
sentimenti di plenitudine e di felicit.
9 - Piacere a far la parte del guaritore portatore di gioia e di
luce piuttosto che quella del critico o del indifferente.
10 - Capacit di vivere da solo, in coppia, in famiglia e in
comunit nella fluidit e l'uguaglianza, senza essere
dominato, voler dominare o essere salvatore di nessuno.
11 - Sentimento di responsabilit e di felicit nel poter offrire
al mondo i propri sogni di un futuro abbondante, armonioso e
pacifico.
12 - Accettazione assoluta della propria presenza sulla terra e
della volont di scegliere, ad ogni istante, il bello, il buono, il
vero e il vivo.
Se volete poter continuare a vivere nella paura, la
dipendenza, i conflitti, la malattia e il conformismo, evitate
ogni contatto con persone che presentino questi sintomi!
Questa malattia estremamente contagiosa!
Se presentate alcuni di questi sintomi sappiate che la
prognosi molto pessimista giacch il processo del male
quasi sempre irreversibile.
I diversi trattamenti medici possono far sparire
temporaneamente alcuni dei sintomi ma non possono opporsi
alla progressione ineluttabile del male.

27

Non esiste a quest'ora nessun vaccino anti-felicit.


Visto che questa terribile malattia provoca anche una
sostanziale diminuzione della paura di morire che una delle
credenze fondamentali sulle quali poggia la societ
materialista moderna.
Di conseguenza seguenti son previsti seri disturbi sociali
quali:
-scioperi dello spirito bellicoso e del bisogno di aver ragione;
-raggruppamenti di persone felici che cantano e ballano e
celebrano la vita;
-cerchi di condivisione e di guarigione;
-attacchi di ridere incontenibile;
-sedute di sfogo emotivo collettivo.

LUCIA GIOVANNINI

MI MERITO
IL MEGLIO
Fai pace con te stesso
e scegli di essere felice

28

Ti piaciuto questo e-book?


Vuoi approfondire questi temi?
Vuoi saperne di pi sullintelligenza emozionale e sulla
felicit?
Vuoi conoscerti di pi per vivere meglio?
Vieni ai corsi BlessYou!
Nei corsi, anche quelli di una sola giornata, avrai la possibilit di
sperimentare e fare tuoi i concetti del libro e tanti altri, imparare
tecniche ed esercizi, incontrare altre persone in questo percorso e
vivere emozioni indimenticabili,
Il gruppo nei secoli ha sempre svolto un ruolo fondamentale per lo
sviluppo dellessere umano e per il suo benessere emozionale.
Nel gruppo potrai confrontarti, dare e ricevere supporto, amicizia,
idee.
Nel gruppo imparerai ad accogliere ed essere accolto, ascoltare ed
essere ascoltato.
Il gruppo un grembo perfetto per far sbocciare i tuoi talenti,
rinfrescare la motivazione, crescere o rinascere a nuova vita.

Acquistando i nostri libri e partecipando ai corsi BlessYou


contribuirai ai nostri progetti di beneficenza.

Per informazioni ed iscrizioni: education@blessyou.me

29

INOLTRE..
Leggi i libri Mi merito il meglio e Tutta un altra
vita di Lucia Giovannini edizioni Sperling & Kupfer
Guarda i video corsi in dvd Tutta unaltra vita la
Mappa della Visione e Gli Assi del
Cambiamentoedizioni Mylife
Visita il nostro blog
Iscriviti alla newsletter
Trovaci su Facebook
Vieni alle conferenze
Scarica le tantissime risorse gratuite:
il Kit di Salute Mentale 1 e 2, il Kit dellAutostima e tanti
altri e-book.
LUCIA GIOVANNINI

MI MERITO
IL MEGLIO
Fai pace con te stesso
e scegli di essere felice

Per informazioni ed iscrizioni


www.blessyou.it
www.mimeritoilmeglio.it
www.tuttaunaltravita.it
education@blessyou.me
cell +39 3771184138

Om lokah samastah sukhino bhavantu


Possano tutti gli esseri senzienti essere felici
30